Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 9 maggio 2015

Lipari. In pagamento presso Unicredit il rimborso per spese libri di testo anno scolastico 2011/12

COMUNICATO STAMPA
 RIMBORSO SPESE LIBRI DI TESTO - A.S. 2011/2012
 Si comunica che a partire dal 07/05/2015 sono in pagamento presso la banca Unicredit le somme relative alla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo in favore degli studenti delle scuole medie inferiori e superiori relative all’anno scolastico 2011/2012 (L. 23.12.1998, n. 448).
Si ricorda ai genitori di recarsi in banca con codice fiscale e documento di riconoscimento in corso di validità. L’elenco dei beneficiari è consultabile sul sito del Comune di Lipari (www.comunelipari.gov.it) oppure presso i locali della Biblioteca Comunale di Lipari in Via Garibaldi (tel. 090/9887304).
 L’Assessore alla Pubblica Istruzione
Fabiola Centurrino

Festa della mamma 2015. Bella iniziativa dell'Associazione Borgata Lami dedicata ai bambini e alle mamme

In ricordo di Natale Famà

Una lacrima carica di tanto dolore perchè se ne è andato...ma anche un sorriso per la gioia e la fortuna avuta di essergli stati amici e non semplici pazienti.
Ci mancherai tanto Natale e conserveremo nel nostro cuore i tuoi preziosi consigli..di vita.
Sergio e Tiziana Del Bono

Federalberghi. Rientra l'emergenza Usticalines ma attenzione ad abbassare la guardia.

Federalberghi manifesta la propria soddisfazione per la riapertura della trattativa che ha condotto all’immediata riattivazione dei servizi operati da Usticalines nei comparti Egadi ed Eolie.
“La nostra soddisfazione, dichiara Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole minori Sicilia è mista a rabbia perché riteniamo che si sarebbe potuto e dovuto evitare di arrivare al punto di interrompere i collegamenti. Apprezziamo l’intervento, sia pure tardivo, del presidente Crocetta e chiediamo un maggiore impegno per il futuro proprio per evitare di raggiungere simili livelli di criticità.
Chiediamo all’Assessore Pizzo di continuare a rimanere sul pezzo come d’altronde ha fatto in queste settimane perché la questione necessità ancora di molta attenzione sia per evitare ulteriori stop e quindi danni alle economie locali sia in previsione dei bandi in scadenza sia per far fronte alle gare andate deserte che lasciano nell’incertezza anche Ustica, Pantelleria e le Pelagie”.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie

Commemorazione per il 72° dall'affondamento del Santamarina...per non dimenticare! (di Marco Miuccio)

(di Marco Miuccio) Sì è svolta, nella piazza di Santa Marina dell'isola di Salina, la commemorazione dell'anniversario dell'affondamento del piroscafo "Santa Marina", avvenuto a 6 miglia nautiche a sudest dell'isola di Lipari, il 9 Maggio 1943, colpito da un siluro lanciato da un sottomarino inglese.
Dopo la funzione religiosa, celebrata da padre Alessandro Lo Nardo, il quale ha ricordato il valore del perdono, l'inaccettabile concetto di giustificazione dei mezzi utilizzati per raggiungere il proprio fine, il valore effimero della "vittoria" ottenuta sull'altrui caduta, la necessità di sostituire la compassione e la solidarietà all'odio ed al rancore, sono stati resi gli onori alle vittime, alla presenza delle Autorità Militari del luogo e dell'Amministrazione, rappresentata dell'Assessore alla cultura, spettacolo, turismo e pubblica istruzione Linda Sidoti, nonchè della figlia di uno dei marittimi che hanno perso la vita nell'affondamento, Paolo Cuzzocrea, commossa nel ricordo del padre, durante l'emozionante esecuzione del "Silenzio"!
Una corona commemorativa è stata deposta sulla suggestiva scultura dell'artista Sergio Santamarina, alla presenza dei convenuti!
Un momento in cui è stato celebrato il ricordo, di cui non deve perdersi la memoria, con la certezza che, l'intera Comunità Eoliana, non permetterà che questo accada, continuando ad onorare i loro caduti, onorando questo appuntamento con una puntuale e rispettosa presenza!

"Il grado di civiltà di un popolo si misura dal proprio culto dei morti"! (Cit.)

Buon compleanno, Melissa Favaloro

Auguri di Buon Compleanno a Melissa Favaloro che oggi compie 7 anni

Ustica Lines. Soddisfazione di Giorgianni per l'esito della riunione con il Presidente Crocetta

COMUNICATO
Il Sindaco di Lipari esprime piena soddisfazione sull'esito della riunione tenutasi oggi a Palermo,alla presenza del Presidente della Regione,l'assessore Pizzo,il direttore Bellomo e la dottoressa Piazza e i Sindaci delle isole minori Siciliane.
Dopo un'ampio approfondimento il Sindaco di Lipari ha formulato una proposta condivisa anche dagli altri Sindaci che prevedeva venisse riaperto il tavolo di trattativa a tutela dell'interesse dei territori isolani e delle maestranze,ma che questo tavolo doveva avere una conclusione massima nei prossimi dieci giorni,auspicando la soluzione del problema ,e nel caso in cui nel tempo limite previsto il problema non si fosse risolto la Regione doveva comunque garantire l'espletamento di procedure urgenti per l'affidamento dei servizi ai quali non siamo disposti a rinunciare.
Il Presidente in persona comunicava al titolare della Ustica Lines la sua personale disponibilità ad un incontro già mercoledì prossimo,chiedendo però allo stesso un atto di buona volontà nel voler riprendere in attesa dell'incontro i servizi.L'invito è stato prontamente raccolto dal Com.Morace che ha disposto già dal pomeriggio la riattivazione del servizio,dimostrando un costruttivo senso di responsabilità. Non nascondiamo la soddisfazione per il percorso avviato che vede protagoniste le istituzioni comunali.
Il Sindaco

E' deceduto il dottor Natale Famà

E' deceduto il dottor Natale Famà,, aveva 65 anni 
Oltre ad essere un bravo e apprezzato professionista è stato più volte consigliere comunale di Lipari (era tutt'ora in carica) ed anche assessore comunale e consigliere provinciale.
Ai familiari le condoglianze di tutta Eolienews e del direttore Salvatore Sarpi

"Fumata bianca" a Palermo. Dalle 18 riprendono i collegamenti Ustica Lines

Riprenderanno alle 18 i collegamenti dell'Ustica Lines verso le Eolie e le Egadi.
E' il primo tangibile risultato dell'incontro  tra il presidente della Regione, Rosario Crocetta e i sindaci dei comuni isolani, tenutosi oggi a Palermo  e conclusosi solo da qualche minuto.
Il "via libera" ai collegamenti, in attesa di un incontro che si terrà mercoledì prossimo a Palermo e che dovrà ricomporre i termini della questione in corso tra la Regione e la società, è stato reso possibile grazie al buon senso e alla disponibilità dei vertici dell'Ustica Lines.
Al presidente Crocetta i sindaci isolani, Marco Giorgianni in testa, hanno esposto come, al di là, del "contenzioso" e della sua risoluzione, non è possibile privare le isole, i loro abitanti e i turisti di collegamenti indispensabili.
Il sindaco Giorgianni ha invitato il presidente della Regione a "riaprire il tavolo" con l'Ustica Lines  evidenziando come, a conclusione dello stesso (in un periodo massimo di 10 giorni), se non si raggiungerà un accordo, i servizi integrativi veloci dovranno essere affidati facendo ricorso alla trattativa privata. 
Il presidente Crocetta ha "sposato" la tesi Giorgianni aggiungendo di suo che la riapertura del tavolo doveva essere vincolata alla ripresa da domani dei servizi da parte dell'Ustica Lines. Società - che con il presidente Morace - ha dato la disponibilità a riprenderli da subito.
Soddisfazione per il raggiungimento del risultato è stato espresso dal sindaco di Lipari che abbiamo raggiunto telefonicamente e che, comunque, stante quanto esposto a Palermo, continuerà a tenere "alta la guardia".
Dobbiamo registrare anche questa nota di Art.1 "Grazie all'intervento del presidente Crocetta e alla comprensione dei vertici di Ustica Lines, i collegamenti riprenderanno immediatamente . Art1 esprime piena soddisfazione per l'opera di mediazione e di convincimento del presidente Crocetta"

Canneto. Rifiuti in bella mostra di prima mattina. E ci sono ancora i cassonetti. Cosa accadrà quando saranno eliminati?

Studenti eoliani protestano per disparità di trattamento su aliscafo CdI

Proteste ci arrivano da un gruppetto di 5 studenti eoliani che frequentano l'industriale a Milazzo. Le proteste sono legate a quanto sarebbe accaduto quest'oggi alla partenza delle 13 dell'aliscafo Eschilo dal porto mamertino per Vulcano-Lipari-Salina.
Gli studenti, che stamattina all'arrivo a Milazzo avevano acquistato il biglietto di ritorno per l'aliscafo delle 14, usciti da scuola alle 12 e 45 hanno provato a raggiungere prima del previsto l'arcipelago e per questo hanno chiesto al bordo dell'aliscafo delle 13 se era possibile salire su quel mezzo, anticipando, quindi, la partenza. Gli è stato detto di attendere, salvo poi..non averli fatto salire a bordo.. perchè - gli è stato riferito- l'aliscafo era pieno.
Sin qui potrebbe sembrare tutto normale solo che - come ci hanno evidenziato gli studenti che ci hanno contattato - in diversi, che avevano il biglietto per le 14 (tra i quali alcuni loro compagni), sono stati fatti salire a bordo e quindi hanno anticipato il loro arrivo a casa. Cosa a loro non concessa.
Ovvia la domanda che si pongono: E' giusto aver concesso ad alcuni che avevano il biglietto per le 14 partire alle 13 e a noi no? Sarebbe stato logico e più giusto...o tutti o nessuno!

NDD - Per eventuali repliche e/o precisazioni mettiamo a disposizione analogo spazio

"Noi licenziati...voi isolati..e la Regione stà a guardà.....Protesta pacifica stamani dei dipendenti Ustica Lines a Milazzo


Protesta pacifica stamani al terminal aliscafi di Milazzo da parte di 130 tra marittimi e amministrativi dell'Ustica Lines che vedono "pendere" la "spada di Damocle" del licenziamento a causa del contenzioso in corso tra la Regione e la società di navigazione.

Società che, come risaputo, da giovedì ha fermato i propri mezzi.
Erano presenti in massa tutti coloro che sono liberi in questo momento dal servizio (altri, nonostante il fermo degli aliscafi devono garantire la presenza sul lavoro). 
I 130 hanno formato, dividendosi in due file, un corridoio umano all'interno del quale sono transitati i passeggeri in arrivo da Lipari (primo, fra tutti, il sindaco Giorgianni diretto a Palermo) e quelli in partenza.  


 IL VIDEO DI ALCUNI DEI MOMENTI DELLA PROTESTA:

Eolie "sugli scudi" all'Expo. Tutto esaurito anche per cooking show del Ristorante "il Galeone" di Lipari

Tutto esaurito ieri all'Expo a Milano  anche per il cooking show  del Ristorante "Il Galeone" di Dominga Monte, rappresentato dallo chef Lorenzo Munari. 
Insomma le Eolie, mentre è in corso la seconda giornata (vedi il programma postato in mattinata), stanno riscuotendo un vero e proprio successo. Frutto del gioco di squadra di tutte le componenti presenti. 


Forte terremoto (magnitudo 4.5 ) un'ora fa nel mare eoliano.

Una scossa di terremoto di intensità 4.5 si è verificata nel mare delle Eolie. 
L'Ingv di Roma l'ha registrata alle ore 10,22.
L'evento sismico si è verificato, nel distretto sismico Eolie, ad una profondità di 212.3 chilometri e non è stato avvertito dalla popolazione

Isole minori. In arrivo nuovi pesanti balzelli. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

"La storia delle isole Eolie"...conosciamola attraverso lo storico Giuseppe La Greca. 9 maggio 1943: Il Santamarina

9 maggio 1943
Il “Santamarina”

Negli ultimi anni diversi eoliani hanno ricordato con dovizia di particolari il tristissimo episodio dell’affondamento del “Santamarina”. Il Comune di Santa Marina ha dedicato un monumento agli scomparsi, mentre un monumento è stato collocato a Vulcano, nei pressi di Punta Bandiera, da oltre dieci anni da parte di un privato.
Oggi, senza entrare nell’evento, ritengo giusto ricordare come l’affondamento del postale eoliano non debba e non possa attribuirsi né ad un “errore” né ad una fatale circostanza bensì ad una precisa disposizione operativa, e, pertanto, ad una operazione predisposta e voluta.
Prima di quel 9 maggio 1943 il “Santamarina” era stato, molto probabilmente, oggetto di avvistamenti e di continue sorveglianze da parte delle unità sottomarine britanniche senza mai venire attaccato. La ragione di un tale atteggiamento è, molto probabilmente, da ricercarsi in una specie di “gentlemen agreement” da parte di tutti i sottomarini nemici, scienti di avere a che fare con una unità civile inoffensiva e desiderosi di non causare vittime innocenti. L’affermazione di cui sopra è confermata dai numerosi attacchi nel quadrante di mare compreso tra Capo D’Orlando, Capo Milazzo, Capo Rasocolmo e le acque delle Isole Eolie operate – tra il 1941 ed il 1943 – dalle diverse unità sottomarine britanniche.
Il 31 marzo 1941 il sommergibile “Capponi”, in trasferimento da Messina a La Spezia per essere messo in disarmo, fu silurato ed affondato a sud di Stromboli dal sommergibile inglese Rorqual. Nessun superstite fra i 49 membri dell’equipaggio.
Il 27 settembre 1941 il cacciasommergibili “Albatros” fu silurato dal sommergibile britannico “Upright” e s’inabissò a 8 miglia a nord ovest di Capo Rasocolmo con 52 membri di equipaggio. 
Il 5 gennaio 1942, il sommergibile oceanico “Ammiraglio Saint Bon” mentre transitava in superficie, al largo di Capo Milazzo, fu avvistato dal sottomarino britannico “Upholder”, che gli lanciò una sventagliata di siluri, uno di questi centro l’unità navale italiana che saltò in aria con i suoi 78 membri di equipaggio. 
Il 1 aprile 1942, tra capo Rasocolmo e Stromboli, venne affondato dal sottomarino “Urge”, l’incrociatore leggero “Giovanni delle Bande Nere”. Un siluro spezzò in due lo scafo che affondò rapidamente trascinando con se 287 uomini. 
Il mattino del 13 agosto del 1942 gli ottocento abitanti di Panarea vennero svegliati da due boati provenienti dal mare. L’incrociatore pesante Bolzano e l’Attendolo erano stati colpiti da due siluri lanciati da un sommergibile inglese nello specchio d’acqua davanti all’isola. Dalla spiaggia era possibile scorgere le sagome delle navi e il fumo denso e nero proveniente dal Bolzano, incendiatosi per lo scoppio di una caldaia. Attorno i cacciatorpediniere di scorta giravano nervosamente tentando di localizzare il sommergibile. Dall’isola partirono alcune barche per prestare soccorso ai superstiti.
Il 3 marzo 1943 un sommergibile affondò a cannonate, al largo di Milazzo, il Piroscafo “Pier Luigi” di 2571 tonnellate.
Il 10 marzo 1943 viene affondata la nave cisterna “Rosario”, da 5468 tonnellate, da parte del sottomarino britannico “Trooper” al largo di Capo Milazzo. 
Il 27 marzo 1943 il sottomarino “Upholder” violò clamorosamente il porto di Milazzo, silurandovi il piroscafo “Sidamo” ormeggiato alla Banchina XX luglio.
Il 24 aprile 1943, sempre la largo di Capo Milazzo, nel corso di un attacco notturno, fu affondato il piroscafo “Galiola” di 1428 tonnellate. 
Prima di affondare il “Santamarina”, il sommergibile “Unrivalled” aveva affondato, il 16 febbraio 1943, il Piroscafo Pasubio al Largo di Punta Stilo, e la nave cisterna “Bivona” a Trapani.

Con la preparazione della operazione  Hsky (termine con il quale veniva convenzionalmente indicata l’invasione alleata della Sicilia) in data  3 maggio 1943 venne redatto dal Quartier Generale del Generale Sir Harold Alesander il definitivo “Piano strategico preliminare” il cui primo punto prevedeva la “neutralizzazione” di TUTTI i mezzi e delle basi navali ed aeree dell’Asse in Sicilia, ai fini d’impedire il loro impiego in combattimento e nel successivo inevitabile ripiegamento italo-tedesco nell’Italia continentale. Subito le azioni aeree e navali inglesi e statunitensi nella Sicilia si intensificarono con attacchi crescenti massicci e, spesso, indiscriminati. La rigorosa applicazione delle disposizioni scaturite dal predetto Piano strategico che nella giornata del 9 maggio 1943 condannarono il Santamarina.

Concentriamo le risorse! Che spreco.. nave veloce ed aliscafo in partenza entrambe alle 7

Riceviamo dall'imprenditore turistico Augusto D'Albora e pubblichiamo:
Concentriamo le risorse! E' inammissibile  fare partire ogni mattina alle 7,00 sia la  nave veloce che l'aliscafo di CdI. 
Che senso ha, adesso e sempre?
Alla comunità basta solo la nave veloce che parta alle 7 ed imbarchi mezzi e persone. Viaggerebbe piena ed abbatterebbe i costi.
L'aliscafo, adesso, andrebbe impiegato in altra linea, anche interisole, dove c'è il vuoto lasciato da Ustica Lines.
Chi ragiona? Chi programma?
Non bisogna ripetere orari con stessi mezzi.
Facciamo seria programmazione, con orari strategici e copertura servizi da e per Milazzo e interisole.
C'è una  nuova società pronta per noleggio mezzi Ustica Lines

Stop Usticalines. Domenica raccolta adesioni per esposto su interruzione pubblico servizio.

Domenica 10 maggio 2015 dalle ore 10 alle ore 14 partirà la raccolta di adesioni presso il Bar" la Precchia" ove verrà predisposto un apposito gazebo.
Sarà l'occasione giusta per denunziare il maltolto subito e chiedere il risarcimento dei danni subiti .Vi sarà chiesto di compilare dei moduli da sottoscrivere inserendo i vostri dati per la predisposizione ed il deposito di un esposto che il mio studio sta ultimando volto a denunziare la interruzione del pubblico servizio presso la procura della repubblica competente. Non verrà organizzato alcun corteo ne manifestazioni di carattere politico(quelle lasciamoli ad altri). Invitiamo tutti gli amici e facciamoci sentire. Se riuscirò a prendere un mezzo di trasporto ..ci vedremo domenica..diversamente qualora non dovessi farcela ci sarà qualcuno al mio posto!!! Adesso tocca a NOI!!
Avv. Vincenzo La Cava

Art.1 solidarizza con i lavoratori Ustica Lines, critica l'amministrazione e guarda con fiducia a Crocetta

 Comunicato Art.1
La nostra associazione esprime piena solidarietà ai tanti lavoratori eoliani della Ustica Lines per i giorni di apprensione che stanno vivendo.
Purtroppo questa amministrazione, pur avendo istituito da tempo una commissione trasporti assolutamente inutile ed inoperosa fino ad oggi e pur sostenendo di essere appoggiata dal governo regionale e nazionale potendo contare soprattutto nella presenza in quota UDC proprio dell’assessore ai trasporti on. Pizzo continua ad attribuire responsabilità ad altri.
Siamo assolutamente certi che il presidente Crocetta provvederà in tempi celeri a trovare una soluzione a tutela dei lavoratori,degli operatori del settore e dell’immagine delle isole Eolie.
Il Segretario Cittadino  
Alessandra Falanga                                                                                 
Il  Presidente
Alessandro La Cava

Eolie all'Expo di Milano. Gli appuntamenti di oggi

Ore 10,00-12,00
-illustrazione dei prodotti locali alle classi scolastiche a cura della Regione; -proiezioni video del territorio degli Arcipelaghi di Sicilia prodotto dal GAL -preparazione e distribuzione di dolci tipici eoliani di Maria Chiara D'Ambra del "Laboratorio di pasticceria Giovanni D'Ambra" di Lipari

Ore 12,00-14,00
Cooking show -Gli chef Francesco Grano del "Ristorante La Conchiglia" e Leonardo Merlino del "Ristorante La Bussola" di Canneto-Lipari prepareranno la ricetta del giorno illustrando i vari ingredienti che la compongono. -presentazione di vini che si adattano alla ricetta presentata -proiezione di immagini che illustrano la storia, la produzione e le caratteristiche dei prodotti utilizzati e dei territori. - promozione del territorio e dei servizi con distribuzione di materiale illustrativo in collaborazione con aziende locali, produttori e Federalberghi delle Isole Eolie. -hostess multilingue saranno a disposizione dei visitatori in costume tipico siciliano.

Ore 14,00- 18,30
-consumazione del menù approntato dagli chef per ospiti (30) con - -degustazione dei vini selezionati. Gli chef si rendono disponibili ad approntare per eventuali avventori il menù presentato. - illustrazione di prodotti tipici della cucina eoliana - promozione del territorio e dei servizi con distribuzione di materiale illustrativo in collaborazione con aziende locali, produttori e Federalberghi delle Isole Eolie. -hostess multilingue saranno a disposizione dei visitatori in costume tipico siciliano

Ore 18,30-23,00
-aperitivo culturale mediterraneo (a cura della Regione Sicilia) -presentazione e discussione sul tema: "Il cibo di Eolo e di Ulisse –
Divagazioni e studi dedicati ai materiali archeologici dell'Arcipelago eoliano"
Relatori: - Laura Faranda: " A tavola con Omero: i reperti eoliani e le condotte alimentari nel mito greco" (Ordinario di Antropologia culturale del Dipartimento di Storia, Culture, Religioni dell'Università "La Sapienza" di Roma; - Maria Amalia Mastelloni : Usi, riti e miti: riflessioni su alcune opere del Museo Archeologico di Lipari" (Direttore del Museo Regionale di Lipari, Assorato BB.CC.IS.)
- Gloria Olcese: "Vino, anfore e relitti dai fondali delle Eolie" (Associato di metodologia della ricerca archeologica del Dipartimento Scienze dell'Antichità dell'Università La Sapienza di Roma) -proiezione di un filmato che illustra il Museo di Lipari
-spettacolo folcloristico con il "Gruppo Cantori Popolari delle Isole Eolie" -promozione del territorio e dei servizi con distribuzione di materiale illustrativo in collaborazione con aziende locali, produttori e Federalberghi delle Isole Eolie.

Caso Ustica Lines. Il pensiero di Pino Portelli

Riceviamo e pubblichiamo:
Caso Ustica Lines. I protagonisti dovrebbero fare i conti con il giudizio della gente e, se ne sussistano le ragioni, con la giustizia.
Il popolo "Caprino" , non rendendosene ancora conto, sta pagando e pagherà amaramente i danni di questi comportamenti scellerati .... Siamo vittime di noi stessi della nostra ignoranza-supponenza-indifferenza!
Pino Portelli

venerdì 8 maggio 2015

Expo: Cantori popolari isole Eolie in scena al Cardo Anche domani esibizione a Piazzetta Sicilia

(ANSA) - PALERMO, 8 MAG - Il Cardo, uno dei due principali viali di Expo Milano 2015, oggi si è trasformato in un grande palcoscenico della tradizione popolare siciliana. Centinaia di visitatori hanno assistito ad una performance dei "Cantori popolari delle Isole Eolie" che si sono esibiti nello spazio della Piazzetta Sicilia a Padiglione Italia. Il gruppo sarà a Expo Milano, ospite della Regione, anche domani. Alle ore 11 nello spazio della Sicilia a Padiglione Italia, si esibiranno in uno spettacolo di oltre un'ora con canti e danze della tradizione regionale. (ANSA).

Siremar CDI avverte: attenzione da domani e per qualche giorno alle partenze anticipate rispetto ai vecchi orari

COMUNICATO
Con riferimento all’avvio anticipato degli orari estivi del servizio veloce nel settore Isole Eolie, in vigore da domani sabato 9 maggio, COMPAGNIA DELLE ISOLE fa presente che per qualche giorno potrebbero verificarsi dei piccoli contrattempi a causa delle differenze negli orari di partenza che in talune fasce i nuovi orari prevedono rispetto a quelli assicurati fino a oggi e normalmente praticati nel corrente periodo,
Nello specifico, in qualche caso (Lipari: prima 14.35 – dopo 14.15 Lipari prima 8.55- dopo 08.35 Milazzo prima 06.05 – dopo 06.00) i nuovi orari implicano un anticipo della partenza rispetto a quella inizialmente pianificata e questo, per coloro che avevano già acquistato il biglietto e non riuscissero a venire al corrente dalla novità, potrebbe comportare di fatto la perdita dell’imbarco qualora i passeggeri non si presentassero entro la tempistica stabilita dal regolamento (mezz’ora prima della partenza).
COMPAGNIA DELLE ISOLE evidenzia che quanto sopra è stato disposto su richiesta delle Amministrazioni Isolane e nel mero interesse collettivo in questo momento di “travaglio” dei collegamenti marittimi, e che i nuovi orari garantiranno certamente tutte le esigenze di mobilità.
Si invita comunque tutta l’utenza a prendere visione dei nuovi orari presso le agenzie dei porti d’imbarco o anche sul sito www.siremar.it nonché sulla nostra pagina Facebook.

Expo 2015: Tutto esaurito per il cooking show di Lucio Bernardi del Ristorante Filippino di Lipari

Foto Gianfranco Guarino

Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava. Da domenica crollo delle temperature

Crollo termico Domenica 10 Maggio di circa 10 -12 C in meno rispetto ai picchi di temperatura massima registrati in questi giorni.
La colonnina di mercurio scenderà, di qualche grado, sotto la media del periodo.
Dal pomeriggio festivo sono in arrivo rovesci e schiarite con possibili passaggi temporaleschi sospinti dai venti freschi di maestrale
AGGIORNAMENTI SULLA PAGINA FACEBOOK DI " METEO EOLIE DI GIUSEPPE LA CAVA"


Attuazione piano orario estivo da parte di Compagnia delle isole. La soddisfazione dell'amministrazione Giorgianni

COMUNICATO STAMPA
COLLEGAMENTI MARITTIMI - ATTUAZIONE PIANO ORARIO ESTIVO SIREMAR CDI
Si apprende, con soddisfazione, che la compagnia di navigazione Siremar – CDI attiverà già da domani, sabato 9 maggio, il servizio di collegamento con il piano orario estivo, a quattro mezzi.
L’anticipazione del servizio estivo risolverà, nel breve periodo, alcune delle problematiche più urgenti quali il collegamento mattutino da Lipari per le isole di Panarea e Stromboli e, per gli studenti e i pendolari, da Salina per Lipari, sollevata la sospensione del collegamento marittimo da e per le Isole Eolie assicurato dalla Società Ustica Lines. Si attende, però, nei prossimi giorni una rimodulazione degli orari previsti per i collegamenti con le isole di Filicudi e Alicudi così che siano adeguati alle esigenze di mobilità del territorio. 
Scusandosi per i disagi e i disservizi che, certamente, si verranno a creare nella giornata di domani a causa del cambio anticipato del piano orario che comporterà una non corrispondenza degli orari delle corse in vigore fino ad oggi, in particolare per coloro che hanno già acquistato il biglietto, si rassicura che tale modifica prevederà il raddoppiamento delle corse e, di conseguenza, una miglioria del servizio di trasporto effettuato dalla Compagnia delle Isole.
L’Amministrazione Comunale

Da domani Compagnia delle isole attua gli itinerari-orari estivi. Più collegamenti per fare fronte allo stop Ustica Lines

Da domani, sabato 9 maggio, la Compagnia delle Isole (ex Siremar), anticipa l’entrata in vigore attuerà gli itinerari/orari estivi (vedi foto) nel servizio veloce del settore Isole Eolie.
L'anticipazione del servizio estivo era stata richiesta ieri dai sindaci eoliani per fare fronte ai disagi causati dal fermo dei mezzi Ustica Lines.
A tal proposito ecco la nota diffusa da Federalberghi con incluso appello a Crocetta:
In risposta alla recente interruzione dei collegamenti marittimi operati da Usticalines, si registra finalmente una buona notizia: Siremar Compagnia delle Isole anticiperà sin da domani, 9 maggio, l’adozione del piano estivo per collegare le Isole Eolie alla terraferma. La decisione arriva dopo che in questi giorni sia la Federalberghi Isole Eolie sia il Comune di Lipari avevano richiesto un impegno particolare alla Compagnia per far fronte all’emergenza che nasceva dal braccio di ferro che ha visti protagonisti in negativo la Regione e la Usticalines che opera i servizi integrativi nelle isole minori siciliane. “Ringraziamo Siremar Compagnia delle Isole per aver prontamente risposto al nostro appello”, dichiara Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e isole minori Sicilia. “Attraverso questa contromisura - continua Del Bono – che prevede un intensificazione delle corse, si cercherà di tamponare al meglio i disagi per i turisti e le comunità locali in attesa che i servizi operati da Usticalines vengano ripristinati”.
Il presidente degli albergatori si sofferma quindi sulla questione Usticalines-Regione per fare un appello ben preciso al presidente Crocetta che domani incontrerà i sindaci eoliani assieme al sindaco di Favignana. “In questa vergognosa vicenda, occorre che la politica faccia la propria parte creando i presupposti affinché i servizi di collegamento in questione – indispensabili affinché non si arrechino seri danni alle nostre comunità - possano essere immediatamente riavviati, rimandando ad altre sedi l’attribuzione di colpe e di responsabilità”.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie


Prime foto della giornata delle Eolie all'Expo e il video della tarantella dei Cantori Popolari delle Eolie all'Expo 2015 a Milano

Sono arrivati a Milano, ospiti dell'Expo 2015 i Cantori Popolari delle Isole Eolie.
Li vediamo in una performance a ritmo di Tarantella ed ancora vi proponiamo le prime foto della giornata delle Eolie al cluster. 

Buona la partecipazione. 
"Le isole Eolie - come ci informa l'assessore Davide Starvaggi - tirano e ne siamo
orgogliosi tutti. Tutto esaurito per il primo show cooking"



IL VIDEO DEI CANTORI POPOLARI DELLE EOLIE, LO PUBBLICHIAMO GRAZIE A SALINA LIVE:

Dedicato alle mamme. In esclusiva da Eolie'RR centro benessere

Dedicato alle mamme. In esclusiva da Eolie'RR centro benessere
Trattamento viso all'Olio di Argan e Ylang Ylang ( considerato il fiore dei fiori)
Rituale viso anti- Age, rilassante, rende la pelle del viso liscia, luminosa ad effetto liftante
L’aroma inebriante ha un effetto liberatorio: sblocca, libera, placa, distende, scioglie ansie e tensioni. È un olio essenziale altamente indicato per massaggi distensivi. Per queste stesse ragioni è adatto ad alleviare i fastidi causati dalla tensione premestruale ed è consigliato come essenza afrodisiaca. 


L' olio essenziale di Ylang Ylangesercita un’azione regolatrice sul cuore: calma la tachicardia e le palpitazioni, fa scendere la pressione alta, placa l’affanno. Può essere usato come rivitalizzante di capelli e unghie.
Pacchetto valido da oggi fino al 20 Maggio ( Euro 29.90 trattamento 50 min ). 
Regala un vaucher personalizzato, per info e prenotazioni contattare la dott.ssa Recanatesi al 340.9850902 / 348.8994784. Presso centro benessere Eolie'RR dell'Hotel Tritone Lipari

Scossa di terremoto poco prima delle 12 nel mare eoliano

Un terremoto di magnitudo 3 si è verificato alle ore 11:57, in mare, ad una profondità di 317,5 km. 
Il sisma è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico delle Isole Lipari/Eolie

COMUNICATO STAMPA PDR. USTICA LINES. VICENDA PARADOSSALE DOPO BUONA FINANZIARIA CHE HA ALLONTANATO LO SPETTRO DEL FALLIMENTO DELLA SICILIA. PRESIDENTE CROCETTA ANCORA UNA VOLTA TIRATO PER LA GIACCHETTA DA “FATTI INSPIEGABILI”.

COMUNICATO STAMPA PDR DEL 08.05.2015
USTICA LINES; UNA VICENDA PARADOSSALE DOPO LA BUONA FINANZIARIA CHE HA ALLONTANATO LO SPETTRO DEL FALLIMENTO DELLA SICILIA; IL PRESIDENTE CROCETTA ANCORA UNA VOLTA E’ TIRATO PER LA GIACCHETTA DA “FATTI INSPIEGABILI”, CHE MINANO LA CREDIBILITA’ DELL’AZIONE DI GOVERNO. IL CAPOGRUPPO ALL’ARS DEL PDR, ON. BEPPE PICCIOLO: “SI DIA SUBITO UNA RISPOSTA CHIARA ALLA SOCIETA’ DI NAVIGAZIONE CHE VANTA UN CORPOSO CREDITO CON LA REGIONE E CONTESTUALMENTE SI INDIVIDUINO I RESPONSABILI DI QUESTA ENNESIMA PENOSA FIGURA, CHE VANIFICA QUANTO DI BUONO FATTO PER RIDARE CREDIBILITA’ ALLA NOSTRA TERRA; SI TAGLINO I RAMI SECCHI ANCHE ALL’INTERNO DELLA COMPAGINE GOVERNATIVA PERCHE’ NOI DEL PDR - HA CONCLUSO PICCIOLO - NON CI STIAMO A SCARICARE LE COLPE SUL GOVERNATORE CHE, ASSEGNANDO LE DELEGHE ASSESSORIALI, IMMAGINAVA DI VEDERE MESSA IN PRATICA UN’IDEA DI SICILIA BEN DIVERSA DA QUELLA CHE GIORNALMENTE CI VIENE PROPOSTA”. COME UN CAVALLO DI TROIA, CHI REMA CONTRO QUESTO GOVERNO CHE TENTA DI FAR RIPARTIRE LA SICILIA?

PALERMO – “I conti non tornano – ha precisato il capogruppo all’Ars on. Beppe Picciolo – perché è sotto gli occhi di tutti che a qualcuno, all’interno della compagine di Governo, non va bene che la Sicilia possa tornare a correre con le proprie gambe. Prima la figuraccia all’Expo di Milano adesso l’offesa grandissima al buon senso ed alla dignità di oltre 400 lavoratori e ad un gruppo imprenditoriale che vede, da oltre un anno, eluse le proprie spettanze ovvero la firma di un contratto per una gara regolarmente vinta ed il cui servizio è stato pienamente svolto nonostante la Regione non abbia fatto la propria parte, regolando contrattualmente il servizio stesso. Fare impresa in Sicilia diventa allora una vera odissea e, kafkianamente, al momento di arrivare ad un soluzione per regolare gli oneri pregressi di un servizio già svolto (con una decurtazione di un’ulteriore 15% rispetto al costo del servizio della gara regolarmente vinta) si continua a perdere tempo per imprecisati e forse pretestuosi motivi. Questi “annacamenti” devono finire - ha sottolineato Picciolo – perché la Sicilia non è questa ed a vanificare quanto di buono si fa ogni giorno basta il semplice “non fare” di coloro che, all’interno della stessa compagine di Governo o della burocrazia regionale, credono si possa sempre servire “Dio e Mammona” e non hanno capito che è arrivato il momento di voltare pagina, pensando “sinceramente” ad un bene comune, rinunciando alle posizioni acquisite: chi non può o non è in grado di farlo si faccia da parte perché diversamente saranno i cittadini a dare loro il ben servito, e non ci saranno sconti per nessuno”.
On. Beppe Picciolo

DIVIETO ASSOLUTO di introdurre ed impiantare su tutto il territorio del Comune di Lipari nuovi alberi d'ulivo. Ordinanza del sindaco Giorgianni

Divieto assoluto di introdurre e impiantare su tutto il territorio del Comune di Lipari nuovi alberi di ulivo. Lo ha stabilito il sindaco Marco Giorgianni con ordinanza n°30 del 7 maggio 2015. La disposizione si è resa necessaria per l’emergenza ” Xylella fastidiosa”ORDINANZA N° 30 DEL 07 MAG. 2015
Oggetto: Emergenza "Xylella fastidiosa". Divieto di introdurre e impiantare alberi di ulivo nel territorio del Comune di Lipari.


IL SINDACO 

- Preso atto che la malattia dell'ulivo denominata "Xylella fastidiosa" è un batterio Gram negativo della classe Gammaproteobacteria, famiglia delle Xanthomonadaceae, che vive e si riproduce all'interno dell'apparato conduttore della linfa grezza degli alberi.
- Preso atto che la sintomatologia colpisce con particolare gravità gli esemplari più vetusti, con totale disseccamento degli ulivi secolari, mentre su piante più giovani l'alterazione si limita.
- Considerato che focolai puntiformi molto virulenti del complesso del disseccamento rapido dell'ulivo sono segnalati in tutto il Salento e nella Provincia di Lecce con centinaia di impianti già appassiti e morti continuando ad espandersi fino alla Provincia di Brindisi, già individuato qualche caso.
- Visto che nel nostro territorio vi sono presenti numerosissimi e secolari alberi di ulivo e le conseguenze di una eventuale infestazione anche di una sola pianta, per le ridotte dimensioni dei nostri territori, sarebbero devastanti.
- Ritenuto, pertanto, che è urgente e necessario intraprendere iniziative atte a fronteggiare il grosso rischio di infestazione su tutto il territorio comunale.
- Visto l'Ordinamento Amministrativo degli Enti Locali vigenti nella Regione Siciliana.

ORDINA 

Con effetto immediato e per tutto il periodo che si terrà necessario, il DIVIETO ASSOLUTO di introdurre ed impiantare su tutto il territorio del Comune di Lipari nuovi alberi d'ulivo.
Le violazioni alla presente Ordinanza saranno puniti a norma di legge.
La Polizia Municipale e gli agenti della Forza Pubblica in servizio nelle ns. isole sono incaricati dell'esecuzione della presente Ordinanza.

DISPONE

La notifica di copia al Comando di Polizia Municipale, a tutti gli altri Comandi di Forze Pubblica inesistenti nel territorio Comunale e agli organi di stampa.
La presente Ordinanza è immediatamente esecutiva.
Dalla Residenza Municipale, il 07 MAG. 2015 
IL SINDACO
Marco Giorgianni

"Adesso basta. Ma ci vogliamo svegliare?" Appello dell'avvocato La Cava sulla pagina fb di Associazione consumatori eoliani

Adesso basta !!! È' vergognoso assistere passivamente a questo scempio, siamo tornati all' età del Medioevo !! Mi viene da chiedermi come farà una donna partoriente in caso di urgenza a partire o i familiari a raggiungerla in altra sede? 
Come faranno i pendolari a recarsi alle Eolie o partire dalle Eolie? . 
Quante ore occorrerà stare sulle pedane del porto in fila ad attendere un mezzo di trasporto. Ma ci vogliamo svegliare ???
Come associazione dobbiamo farci sentire anche preparando un esposto per i danni che ci stanno arrecando . Chi intende aderire lo inizi a dire da subito. Il tempo per qualcuno è finito diversamente dovremmo ritenerci tutti complici con chi ha consentito tutto ciò !
Avvocato Vincenzo La Cava

"La storia delle isole Eolie"...conosciamola attraverso lo storico Giuseppe La Greca. 9 maggio 1095 :Il Constitutum

9 maggio 1095
Il constitutum
Come amava scrivere Luigi Bernabò Brea In vari momenti le Isole Eolie hanno avuto nella storia e nell’economia del Mediterraneo occidentale un’importanza di gran lunga superiore a quello che la ristrettezza del loro territorio e il numero dei loro abitanti potrebbero far supporre.”
Le vicende relative all’occupazione araba ed alla successiva “liberazione” da parte dei Normanni possono apparire avvenimenti lontani, interessanti soltanto per gli studiosi e gli amanti della storia, ma non a Lipari. Le concessioni normanne all’abate Ambrogio nel 1088, soprattutto per la proprietà dei terreni pomiciferi, diedero l’avvio, già nel corso del 1888 e successivamente nel 1911, ad una lite di ampia risonanza tra la Mensa Vescovile ed il Municipio che ha visto il fronteggiarsi di giuristi e storici di grande valore per oltre un ventennio, apportando un contributo importante alla storia medievale delle Isole Eolie (vedi 29 aprile).
Il Vescovo sosteneva che tutti i terreni pomiciferi erano di proprietà della Mensa Vescovile, per concessione normanna, di carattere allodiale, cioè, di proprietà piena e assoluta da parte del beneficiario, mentre i legali del Comune di Lipari sostenevano la tesi della natura feudale, contemplante il solo godimento dei diritti e degli utili che ne derivavano, esclusa l’acquisizione perpetua della proprietà, tesi risultata alla fine vincente.
Ancora qualche anno fa lo status giuridico dei terreni pomiciferi, soggetti all’uso civico di cavar pomice, hanno alimentato scontri e polemiche per la proprietà di dette aree.
Oggi riproponiamo il “constitutum” dell’Abate Ambrogio
Nel nome del Signore Nostro Gesù Cristo: io Ambrogio , abate del Monastero … frati  che  al presente sono … alcuni nomi qui seguono … Sigulfo, W. Ponzio, Si … Gilberto … Vig … di costoro e di altri uomini …, io predetto Abate legittimamente ho ordinato che tutti gli uomini, che in atto trovasi a Lipari e che domandano alla fraternità nostra se essi e i loro eredi siano per sempre esenti da tributi e prestazioni di servizio, tengano in perpetuo, essi e i loro eredi, la terra che io do o i miei successori daranno. Ma a questa condizione : che ciascuno nel settore in cui lavora – in terra o in mare o in altre attività – versi le decime a Dio e a San Bartolomeo.
Stabilisco altresì che, se uno viene con l’intenzione di dimorare e risiedere per tre anni e poi vuole andarsene, abbia la facoltà di vendere legittimamente questa terra agli abitanti del luogo, o di donare tutto ciò che possiede. Ed egualmente, chi soggiorna per un anno avrà la  facoltà di vendere la casa, la vigna (piantata), la cisterna ed altrettali cose, eccetto la terra che gli fu data ai fini del suo  stanziamento qui.
Questa carta è stata scritta il 9 maggio, nell’anno dell’Incarnazione del Signore 1095, Indizione VII. Se qualcuno avesse intenzione di contravvenire a questi ordinamenti, sia anatema. Maranà tha. (Signore, Vieni!).
Di questa decisione sono testimoni: Alberto visconte, Giovanni, fratello dell’Abate, Giovanni guardiano del Castello, Sterino figlio di Durante, Durante Cardone, W. Di Romania, Martino camerario.
+ Signum Ambrosii abbatis (traduzione Giuseppe Iacolino)


Quali furono i motivi che spinsero l’abate Ambrogio ad emanare questa carta costituzionale?
Il constitutum era una sorta di statuto o patto preliminare sulla cui base si sarebbero dovuti successivamente formulare i singoli contratti agrarii.
Il documento rappresenta una forma di “promozione  pubblicitaria” per incentivare la popolazione della vicina Sicilia a trasferirsi a Lipari per  incrementare la popolazione residente.
I doveri dei coloni? Si possono restringere essenzialmente a due:
periodico versamento a Dio e a San Bartolomeo delle decime dei prodotti agricoli e della pesca;
l’obbligo (anche se non specificato) di prendere le armi nella deprecata eventualità di un’incursione che giungesse dal mare.
In pochissimi anni, alla popolazione indigena di Lipari, che parlava ancora il greco, ed erano concentrati nella conca di “Chianu a Reca” Piano Greca (precedentemente chiamata Vulcanello) si affiancano i nuovi arrivati portando la popolazione ad un complessivo di circa mille abitanti intorno all’anno 1100.
Nel corso del 1995, nella ricorrenza dei 900 anni del Constitutum, i quattro Comuni delle Isole Eolie dedicarono una settimana (dal 5 al 9 maggio) di celebrazioni, la prima “Festa di Maggio”. Un grande appuntamento culturale e turistico per riscoprire le Eolie di cui ancora sentiamo la necessità.

Per approfondimenti vedi:
Giuseppe Iacolino, La fondazione della Communitas Eoliana, agli albori della Rinascenza, (1095 -1 995) Aldo Natoli Editore, Lipari, 1995.
Dal “constitutum” alle “controversie liparitane” le chiavi di lettura della storia eoliana nell’ultimo millennio, a cura di Umberto Spigo, Angelo Raffa e Marcello Saija, Quaderni del Museo Archeologico Regionale Eoliano, Messina, 1998.
Vincenzo Consolo, Constitutum: Lipari e le Eolie, Edizioni del Centro Studi, Lipari, 2006.

USTICA LINES - INTERROGAZIONE DI FORZA ITALIA

GIBIINO, COMPAGNONE, SCAVONE, SCILIPOTI, GIOVANNI MAURO, D´ALI´, ALICATA - Interrogazione al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e al Ministro del lavoro e delle politiche sociali.
Premesso che:
i collegamenti tra la Sicilia e le isole minori come le Egadi e le Eolie rappresentano un nodo fondamentale per l´economia del territorio siciliano tanto per la vocazione turistica quanto per lo svolgimento di servizi essenziali;
la società Ustica Lines copre i collegamenti con le Isole Egadi, Eolie e Pelagie e Reggio Calabria dalla Sicilia;
a causa di un contenzioso con la Regione Siciliana, dovuto al mancato pagamento delle somme che le spettano per i servizi resi nell’ultimo anno, la medesima società minaccia, dal prossimo 7 maggio, di interrompere il collegamento con le isole Egadi ed Eolie, con conseguente licenziamento degli oltre 400 dipendenti;
secondo il sindacato Federmar, la procedura di licenziamento è già stata avviata;
tale situazione, oltre a rappresentare un grave allarme sociale a causa dei numerosi licenziamenti, rappresenta un danno economico, in quanto il mancato collegamento con le predette isole a ridosso della stagione estiva, creerebbe un crollo delle presenze turistiche. I collegamenti marittimi sono vitali, indispensabili e indifferibili per chi vive sulle isole non solo dal punto di vista turistico/imprenditoriale ma anche per la qualità di vita degli abitanti;
si chiede di sapere:
quali iniziative, ciascuno per le proprie competenze, ritengano di assumere affinché, per i motivi esposti in premessa, non si verifichi l´interruzione del servizio di collegamento marittimo tra la Sicilia e le isole Egadi e le isole Eolie.

I "bacchettoni" del Corso (anno 1991)

Dubbi di legittimità sul voto all’Ars per la Finanziaria. Denuncia del Cobas-Codir

I sindacalisti del Cobas/Codir a cui aderisce la maggior parte dei dipendenti regionali, contestano la finanziaria di Baccei e Crocetta. Ritengono, infatti, che durante le operazioni di voto per l’approvazione dei singoli articoli  siano state compiute irregolarità che avrebbero portato all’assunzione di provvedimenti illegittimi. Pertanto, intendono sottoporre al vaglio della magistratura ordinaria, oltre che a quella contabile, l’iter di approvazione anche del collegato bilancio preventivo. In particolare il ricorso prenderebbe le mosse dalla fotografia scattata e diffusa dai deputati del Movimento Cinquestelle nella notte tra giovedì e venerdì in cui si vede la deputata Luisa Lantieri mentre vota, oltre che per se stessa anche per il collega di banco assente dall’aula. Per cui si sta predisponendo un’articolata denuncia “al fine di accertare – si sottolinea in una nota – la sussistenza di eventuali illegittimità di natura civile e penale circa lo svolgimento delle votazioni all’Ars”.
Non è questa la prima volta che su votazioni effettuate a Sala d’Ercole si sollecita l’intervento della magistratura ordinaria. I più anziani ricordano, addirittura, un paio di casi di sequestri di persona per impedire a qualche deputato, il cui voto era determinante per mantenere in piedi o far cadere un governo, a cui sarebbe stato impedito di recarsi in aula per votare. Nel mirino, quando ancora non era stato istituito il voto elettronico, anche qualche franco tiratore di cui era stata intercettata la scheda “segnata”, in modo da farla riconoscere a chi gli aveva chiesto di votare in difformità rispetto alle decisioni del suo gruppo. Solo che ora la tecnologia consente di verificare talune accuse. E considerato che la votazione di questa Finanziaria è stata convalidata per la presenza in aula del numero minimo consentito di deputati, il ricorso dei sindacalisti potrebbe non rivelarsi peregrino.
E a proposito di Finanziaria, c’è da registrare la protesta del deputato di Forza Italia Vincenzo Figuccia che da ieri è in sciopero della fame, ritenendola ingiusta, senza anima e senza opportunità per la crescita: «Registro uno stato di irresponsabilità non più accettabile da parte del governo Crocetta - aggiunge Figuccia -, un abbandono sistematico dei lavoratori di comparti come la formazione professionale, forestali, lavoratori di Emergenza Palermo (ex Pip), cui si riconosce solo una semplice dote lavoro, operatori dell’antincendio boschivo, precari degli enti locali, dipendenti regionali cui si negano i diritti acquisiti, operatori del settore rifiuti e dell’acqua, lavoratori Coinres, operatori dei Consorzi di bonifica, Esa e istituti sperimentali posti sotto la vigilanza dell’assessorato regionale all’agricoltura, operatori della sanità, pmi, commercio, artigianato, pesca, e di settori strategici quali agricoltura, turismo, servizi. Nessuna prospettiva da parte delle istituzioni, solo fallimenti l’uno dietro l’altro»

VITALIZI: ARDIZZONE, PERCHE’ CODICE PENALE SI APPLICA SOLO IN SICILIA?

“Nonostante la buona volontà dei presidenti del Senato e della Camera, il Parlamento nazionale continua a tergiversare sullo stop dei vitalizi agli ex parlamentari condannati, cercando scorciatoie e confermando così che si vogliono mantenere riserve e privilegi”.
Lo afferma il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, commentando l’esito del Consiglio di presidenza di palazzo Madama e dell’Ufficio di presidenza di palazzo Montecitorio.
“Mi chiedo – prosegue Ardizzone - perché l’articolo 28 del codice penale, in tema di interdizione dai pubblici uffici, si applichi solo in Sicilia e non anche nel resto d’Italia”.

Anni '50. Lipari-Panorama da S. Nicola


Quando la natura dà spettacolo. Da Monte Gallina, arcobaleno su Lipari


Ustica Lines. Sindaci domani da Crocetta. Slitta a lunedì incontro del sindaco Giorgianni con la popolazione

STOP USTICA LINES, D’ALIA: “ CROCETTA ISTITUISCA TAVOLO CON SINDACI ISOLE MINORI”

“Non si può lasciare al caso e all’improvvisazione il collegamento con le Isole minori seriamente compromesso dalla decisione irresponsabile della Ustica Lines di sospendere il servizio e licenziare 400 lavoratori”. Lo afferma Gianpiero D’Alia, presidente della Commissione bicamerale per le questioni regionali.
“Siamo alla vigilia dell’estate – continua D’Alia – e il danno economico e d’immagine per la nostra regione e in particolare per le nostre Isole è di dimensioni insopportabili”.
“Auspico – conclude l’ex ministro – che il presidente della Regione istituisca un tavolo con i sindaci delle Isole coinvolte per porre immediatamente rimedio a questa situazione inquietante e scandalosa”.

Expo. Garofalo: "Crocetta non sapeva?E' un evento di portata internazionale non una sagra. Pessimo modo di tutelare gli imprenditori siciliani"

"I problemi del padiglione Bio-Med vanno risolti e vanno risolti in fretta. Sul padiglione Sicilia moltissimi imprenditori hanno creduto ed investito e a loro vanno date le giuste risposte. Crocetta non sapeva? Ha confuso l'Expo per una sagra di paese?". Così il deputato di Ap Vincenzo Garofalo. 
"E' incredibile la gestione di questa vicenda da parte della Regione. Troppo facile oggi per Crocetta lavarsi le mani e dire che non sapeva! O mente o non si rende conto dell'importanza mondiale dell'evento e di quello che rappresenta come vetrina per gli imprenditori siciliani che con fatica, tra mille difficoltà continuano a investire raggiungendo, in alcuni casi, livelli di eccellenza. Sarebbe dovuto andare di persona a verificare che la sua Sicilia che dice di amare tanto, fosse adeguatamente trattata. Ma evidentemente non comprende neppure quanto sia importante questa vetrina e dimostra ancora una volta di essere un pessimo Presidente. L'unica cosa da fare ora è salvare il salvabile e farlo in fretta perché gli imprenditori siciliani hanno diritto di essere tutelati".

Sentieri impraticabili a Ginostra. Giuffrè chiede pronto e deciso intervento

Spett.le Sindaco del Comune di Lipari Rag. Marco Giorgianni Lipari.
Spett.le Presidente Circoscrizione di Stromboli
e.p.c. Consiglio Comunale
Organi di Stampa
Oggetto: Pulizia e diserbamento sentieri di Ginostra.
Si segnala alle S.V. che essendo stato da alcuni anni trascurato il diserbamento dei sentieri che dal centro di Ginostra conducono a Lazzaro ed a Punta Corvi, gli stessi sono diventati impraticabili e pericolosi per turisti e residenti.
Considerata anche la valenza turistica della località, si chiede un sollecito intervento di pulizia e diserbamento atto a ripristinare la viabilità attualmente decisamente compromessa.
Confidando su un vostro pronto e deciso intervento si porgono Distinti Saluti
Gianluca Giuffrè
Ginostra 08/05/2015

giovedì 7 maggio 2015

SalinaDocFest si dissocia da Expo Spostati gli eventi di domani

(da blogsicilia) Prevista pioggia nella giornata di domani e dunque è prevedibile una nuova giornata di inagibilità per il padiglione del cluster Biomediterraneo. Anche se la Regione ha deciso, alla fine, di restare gli eventi di domani non si potranno svolgere e gli organizzatori si dissociano dal programma siciliano ad Expo riguardante proprio il padiglione del cluster.
L’evento di presentazione del SalinaDocFest 2015 – previsto all’EXPO di Milano nello spazio del Cluster Biomediterraneo – sarà spostato al Carlyle Brera Hotel (corso Garibaldi 84 – Milano).
“Abbiamo deciso” – dichiara Giovanna Taviani – “insieme all’Hotel Signum e al Salina Festival, di portare il nostro evento in un luogo alternativo, a causa della disorganizzazione mostrata dalla Regione Siciliana, proprio nella gestione dello spazio che avrebbe dovuto dare voce e visibilità ad un Mediterraneo martoriato e abbandonato a se stesso”.
Nel centralissimo hotel milanese, la direttrice del festival del documentario narrativo illustrerà ai presenti le linee guida della prossima edizione, dedicata al tema “Conflitti e Periferie”, che si terrà nell’isola di Salina (Eolie) dal 16 al 20 settembre.
“Proprio in queste ore” – prosegue la Taviani – “Ustica Lines, impegnata in un braccio di ferro con la Regione, ha sospeso i collegamenti tra la terra ferma e le isole minori. Siamo presenti a Milano per sottolineare il nostro impegno in difesa del territorio eoliano, così gravemente penalizzato”.
In questa occasione – resa possibile grazie alla collaborazione di CIESSEFRIGO e BONDANI Packing Systems – sarà lanciato il MALVASIA CONTEST 2.0, un concorso dedicato ai cortometraggi offerto dal Consorzio Malvasia delle Lipari. L’iniziativa è rivolta a tutti i videomaker delle isole minori italiane: “Isolani sì, Isolati no! – Raccontare il Mediterraneo”, è il titolo del bando. Un appello per la difesa di un territorio di immenso valore, e per la tutela dei diritti degli uomini e delle donne che lo abitano, affinché la condizione di insularità possa essere vissuta, nel nostro tempo, come un privilegio e non come una disgrazia.
“Il documentario, soprattutto quello narrativo che racconta storie ed emozioni, può essere un vero e proprio defibrillatore sociale” – ha già scritto in passato Giovanna Taviani – “E’ una scarica elettrica capace di scuotere la realtà e le coscienze. Il nostro festival vuole essere un’antenna sempre attiva, e sempre a caccia di segnali. Prima di tutto quelli che ci manda il Mediterraneo, a cui è dedicata la manifestazione sin dalla prima edizione. Gli arcipelaghi del nostro mare costituiscono un patrimonio paesaggistico e culturale infinito. Carico di storia e di storie. Un mondo tutto da raccontare.”

"Caro direttore, chi sbaglia deve pagare tre volte". Ci scrive il prof.Bartolo Pavone

Riceviamo dal professor Bartolo Pavone e pubblichiamo:
Caro direttore,
Fino a quando si continuerà ad assegnare incarichi, ruoli, responsabilità, poteri a persone non professionalmente preparate, la nostra società avrà sempre problemi da risolvere. 
Secondo me, c’e’ un modo per ovviare al problema: “Chi sbaglia deve pagare tre volte tanto in euro il danno provocato “. 
Vediamo quanti accetteranno ruoli strategici in una comunità pur sapendo di non avere competenze in materia. Vediamo chi ha coraggio di rischiare centinaia di euro dalla propria tasca pur sapendo di essere un incapace. Finirebbero i falsi sapientoni, i mentitori, i fifoni che amano stare dietro ad atri per poi apparire quando devono chiedere incarichi politici sul lavoro fatto dagli altri.
Bartolo Pavone

Interruzione collegamenti Ustica Lines. Sindaco Giorgianni incontra i cittadini il 9 maggio all'hotel "La Filadelfia"

COMUNICATO STAMPA
A seguito della interruzione dei collegamenti marittimi effettuati fra la terraferma e le Isole Eolie da parte della Società Ustica Lines, causata dal mancato pagamento dei contributi dovuti alla stessa Società da parte della Regione Siciliana, l’Amministrazione Comunale desidera incontrare la cittadinanza eoliana giorno 9 maggio 2015, alle ore 10,30, presso l’Hotel La Filadelfia di Lipari, in modo da poter discutere in merito alla problematica legata ai servizi dei collegamenti marittimi.
Lipari 7 maggio 2015
IL SINDACO
(Marco Giorgianni)


Collegamenti Ustica Lines con le isole minori. Garofalo "Regione irresponsabile"

"Come volevasi dimostrare. L'interruzione del servizio è frutto di un atteggiamento irresponsabile e strafottente da parte della Regione che ha continuato e continua a fare orecchie da mercante". 
Così il deputato Vincenzo Garofalo che già meno di un mese fa era intervenuto sul tema per scongiurare l'interruzione del servizio chiedendo alla Regione di fare chiarezza sulla querelle in corso.
"E' incredibile la superficialità con la quale questa giunta regionale sta trattando la vicenda dei collegamenti con le isole minori, senza tenere conto dell'effetto devastante che sarà determinato dalla interruzione del servizio. È irrispettoso nei confronti della collettività non fare chiarezza su quanto avvenuto e non onorare gli impegni presi dal momento che, stando alle carte, è stata proprio la Regione a chiedere ad Ustica (vincitrice della gara d'appalto) di gestirlo nelle more della stipula del contratto salvo, a distanza di un anno, riconoscere come corrispettivo la metà dell'importo pattuito.
In gioco- conclude Garofalo- ci sono posti di lavoro e un diritto costituzionalmente garantito, quello della continuità territoriale tanto cara a Crocetta solo quando dipende da altri e non da lui, evidentemente. Al posto di parlare per spot promettendo posti di lavoro che non riesce a garantire, il Presidente provi almeno a non far perdere per la sua superficialità l'occupazione a chi ce l'ha".

Incidente con ambulanza 118. Ci scrive un'esercente attività di noleggio.

Riceviamo dalla ditta Stramandino Carmelo e pubblichiamo:
Oggi due nostri clienti, che hanno noleggiato uno scooter, mentre erano di ritorno a Canneto in via Fabio Filzi, intorno alle ore 13, sono stati tamponati dall'ambulanza del 118 in retromarcia.
Il guidatore è sceso dal mezzo, con l'altro collaboratore, per accertarsi che nessuno si fosse fatto male. Per fortuna per i noleggianti tutto ok, ma il nostro mezzo è stato  danneggiato.
Quelli del 118, in un primo tempo si sono presi la responsabilità  ma, dopo un'ora, quando ci siamo recati con il mio cliente nella loro postazione ci hanno aggrediti e cacciati 
Il nostro cliente si è' recato dalle autorità per svolgere regolare denuncia al 118 per non aver aperto il sinistro e per il comportamento da loro subito.

NDD - Riscontriamo la nota della ditta Stramandino che pubblichiamo. 
Al di là del fatto che saranno le autorità competenti, alle quali si è rivolto il turista, a risolvere la situazione, mettiamo a disposizione spazio per eventuale replica, 

Eseguiti i lavori di ripristino pavimentazione dell'impianto FO ''Lipari Centro - Quattropani''

Riceviamo dal consigliere Giacomo Biviano e pubblichiamo:
Invio di seguito la comunicazione inviatami dalla società SIRTI SPA sulla esecuzione dei lavori di asfaltatura della provinciale Pianoconte - Quattropani e della Via I. Conti.
Non posso non sottolineare la serietà della società, riguardo alla risposta data alla mia precedente nota di sollecito, sull'annunciata e mantenuta promessa di esecuzione dei lavori subito dopo il ponte del primo maggio.
Giacomo Biviano (consigliere comunale PD)

LA NOTA DELLA DITTA:
Con la presente Le volevo comunicare l'avvenuta esecuzione dei lavori di ripristino pavimentazione, dell'impianto FO ''Lipari Centro - Quattropani'', secondo le prescrizioni dettate dall' uff. Tecnico del Comune , e dal disciplinare dalla Provincia Regionale di Messina.
Distinti Saluti
Filippo Restuccia (Ass. tecnico Manutenzione)

Intervista al sindaco Giorgianni su attuale situazione trasporti, iniziative e prospettive. Il primo cittadino replica "pepatamente" ai "politici del sabato e della domenica"

Nell'intervista realizzata oggi, primo giorno dello stop dei collegamenti Ustica Lines, il sindaco Marco Giorgianni illustra come ci si è mossi e come ci si sta muovendo, non esclude interventi a tutela dell'immagine delle isole e del turismo e da "ragioniere" risponde "pepatamente" al comunicato di Art.1 del presidente laureato La Cava










L'INTERVISTA:

Senatrice Orrù porta in commissione lavori pubblici del Senato lo stop ai collegamenti Ustica Lines. Disposta audizione assessore Pizzo

Riceviamo dal segretario del Pd Saverio Merlino un comunicato stampa emesso dalla senatrice Orrù, alla quale lo stesso Merlino aveva caldeggiato, trovandovi "terreno fertile", un intervento sulla delicata questione Ustica Lines. 
COMUNICATO STAMPA
La vertenza trasporti delle isole minori siciliane approda a Palazzo Madama. In Commissione lavori pubblici del Senato si è discusso del fermo dei collegamenti gestiti dall’Ustica Lines nell’ambito del servizio affidato dalla Regione Sicilia lo scorso anno. Nel corso della seduta la senatrice Pamela Orrù ha formalmente sollecitato l’intervento della Commissione, chiamando in causa anche le condizioni, spesso assai carenti, in cui versano le infrastrutture siciliane. “Bisogna garantire la continuità territoriale, scongiurando l’interruzione dei collegamenti marittimi. Lo stop delle corse – ha dichiarato l’esponente del Pd - rischia di provocare seri disagi alle comunità isolane, oltre che danni incalcolabili per l’economia locale, considerato che siamo ormai in prossimità dell'avvio della stagione turistica”.
A seguito dell’intervento della senatrice Orrù, condiviso all'unanimità dai membri della Commissione lavori pubblici, è stato deciso di sentire in audizione i protagonisti della vicenda, a partire dall’assessore regionale ai trasporti Pizzo.
“Non voglio entrare nel merito della questione, non è mio compito accertare le responsabilità – ha aggiunto la parlamentare siciliana - anche se sono a rischio tanti posti di lavoro; ritengo invece che non sia accettabile permettere l'interruzione di un pubblico servizio come quello dei collegamenti con le isole minori. Se ci sono degli accertamenti da fare che si facciano, ma va trovato urgentemente il modo per non penalizzare gli abitanti e le attività economiche”.

Vicenda Ustica Lines. Federalberghi: "Regione trovi soluzione". Ed intanto si valuta possibilità risarcimento danni e interruzione pubblico servizio

COMUNICATO
Quest’insensato braccio di ferro tra la Usticalines e la Regione ha prodotto come risultato l’annunciata vergognosa interruzione dei collegamenti marittimi operati da Usticalines nei comparti Egadi ed Eolie. Un risultato che ci sta arrecando dei danni notevoli e che stiamo cercando di tamponare attraverso la richiesta di corse aggiuntive a Siremar Compagnia delle Isole per garantire i servizi essenziali ai turisti e alle comunità locali.
A questo punto, non ci interessa entrare nel merito di chi abbia torto o ragione in questa vicenda che ha dell’assurdo e che vede da una parte una Regione che, con le armi spuntate, paga una serie di “leggerezze” accumulate nel tempo e, probabilmente, in larga parte non ascrivibili al presente e dall’altra il cinico ragionamento di un imprenditore al quale evidentemente non conviene più rimanere in un territorio dove i parametri per l’affidamento dei servizi sono mutati rispetto a quelli decisamente favorevoli ai quali era abituato in passato. Questo nostro pensiero è confermato anche dal fatto che gli ultimi bandi – impostati applicando i nuovi parametri – per i settori Ustica, Pelagie e Pantelleria, sono andati deserti.
In ogni caso, il problema va risolto con estrema rapidità. Pertanto, la nostra richiesta al Presidente Crocetta e all’Assessore Pizzo è semplice: la Regione trovi una soluzione; se non vi sono altri strumenti per precettare la compagnia a proseguire il servizio, si paghino le somme dovute al netto di quelle oggetto di contenzioso per le quali – alla luce delle indagini in corso – saranno le autorità preposte a stabilirne la congruità.
Dal nostro canto, stiamo valutando con i nostri legali, oltre alla possibilità di procedere per il risarcimento dei danni procuratici, anche quella di chiedere l’intervento della Procura della Repubblica per interruzione di pubblico servizio.
Christian Del Bono
Presidente Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Presidente Federalberghi Isole Eolie

Giorgianni. Come si siamo mossi e come ci muoveremo sulla questione Ustica Lines e trasporti marittimi. E replica ad Art.1

Amministrazioni isolane hanno chiesto a CdI (ex Siremr) attivazione itinerari orari estivi con correzioni per le isole di Panarea, Stromboli, Filicudi ed Alicudi e per consentire agli alunni di Salina di raggiungere Lipari 
Si attende convocazione a Palermo. 
Non si escludono interventi a tutela dell'immagine delle isola e del turismo. 
Questi gli argomenti trattati nell'intervista (che vi proporremo a breve) con il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni.
Il sindaco replica anche ad Art.1 a proposito delle invocate dimissioni da "assessore ai trasporti".
Il link per l'intervista: 
http://eolienews.blogspot.it/2015/05/intervista-al-sindaco-giorgianni-su.html 
Vi proponiamo,inoltre: 
1)la lettera a firma degli amministratori dei 4 comuni eoliani con la quale si sollecita l'attivazione del piano orario estivo con correttivi
2) la lettera al Prefetto

Art. 1 chiede le dimissioni da Assessore ai trasporti del Sindaco "per manifesta incapacità politica nel gestire il problema"

Riceviamo e pubblichiamo:
Turisti che disdicono le prenotazioni,aliscafi obsoleti affollati all’inverosimile, disaggi e danni di immagine crescenti ogni giorno esponenzialmente.
In un paese civile, l’Assessore ai trasporti si sarebbe già dimesso ma a Lipari le cose non seguono le regole dei paesi civili soprattutto se consideriamo che tale importante delega è gestita dal Sindaco il quale certamente non ha mai preso in considerazione tale ipotesi.
Non saremo noi a sollevare il problema e ci auguriamo che lo faccia il consiglio comunale lunedi ma,responsabilmente, ci sentiamo in dovere di chiederle di fare un passo indietro.
Rimetta tale delega nelle mani di persone competenti e non di burattini in saldo, nessuno la accusa di “disinteresse o indifferenza” ma abbia l’umiltà di riconoscere la manifesta incapacità politica nel gestire il problema dei trasporti.