Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 30 maggio 2015

Parliamo di libri…! Rubrica settimanale della Biblioteca Comunale di Malfa a cura di Antonio Brundu. Oggi: GIANO DI NAPOLI (di Adrian Wolfgang MARTIN)

GIANO DI NAPOLI (di Adrian Wolfgang MARTIN)
Il prof. Adrian Wolfgang Martin ( scrittore e pittore svizzero) ci presenta, con questo suo libro su Napoli, un'opera del tutto nuova, affascinante. Con l'immagine mitologica del dio bifronte Giano, ci permette di capire, di sentire che cos'è veramente la Città Partenopea. "Non solo il principiante, ma anche il presunto conoscitore di Napoli rimarrà sempre vittima di illusioni finchè non sarà pienamente conscio delle capillari paradossalità della vita in questa città", scrive l'Autore, spiegandoci come il comune turista che cerca di vederla soltanto attraverso la ragione, l'osservazione e le sue conoscenze storiche, rimarrà sconcertato davanti a tante contraddizioni oppure se ne tornerà dal suo viaggio con allettanti semi-verità.
Martin però ha così profondamente maturato le sue personali e contrastanti esperienze da afferrare queste contraddizioni come la base di un'unica, fondamentale tendenza, e così il suo libro nacque, in certo qual modo, come meditazione su Napoli. Ma la sostanza di queste meditazioni è scaturita da impressioni vere, da avvenimenti ed incontri vissuti personalmente.
Qualunque cosa egli veda diventa per lui trasparente: dietro al semplice venditore di pianeti scorge l'antico Mago Virgilio e, nella millanteria del finto gobbo scopre l'amore per la messa in scena, ma nota anche con simpatia l'indulgenza di coloro che assistono allo spettacolo. Si immerge nel sensuale calore dei bassi dove sopravvivono ancora le tenebrose potenze delle madri. "Si riesce a ben capire l'uomo soltanto attraverso la conoscenza dei simboli del suo inconscio, attraverso i suoi miti".
Martin ci conduce nei quartieri popolari dove percepisce con particolare evidenza la sopravvivenza di antichissimi, arcaici prototipi, di elementi pagani con immagini cristiane. Ed è proprio questo che conferisce a Napoli il suo fascino, poichè ambedue i mondi - quello pagano e quello cristiano - sono, ancora oggi, nonostante l'ondata di tecnologia e di modernizzazione che minaccia di soffocare l'individualismo, vivissimi ed onnipresenti.
GIANO DI NAPOLI è un libro che va ben oltre la descrizione tradizionale. Apre, in certo qual modo, la strada per la comprensione dell'essere umano. Sottolinea l'importanza della sua libertà verso se stesso. Ed è, inoltre, un'opera che ritrae la personalità complessa del nostro Meridione: ardente nei suoi colori, passionale nell'esplosione della sua potenza.
Cosciente di questa tragicità, Martin non dimentica però di far risaltare l'innato umorismo del napoletano, caratteristica che l'Autore ha saputo porre in luce dimostrando la sua profonda sensibilità psicologica.
Scrive Martin nella sua prefazione: "Dall'osservazione sempre nuova è sorto poco a poco un archetipo che, inconsciamente, vive in fondo all'anima napoletana. Porta il nome dell'antica divinità italica Giano. Giano è il dio indivisibile, dai due volti che guardano in direzioni opposte. Incarna il mistero dell'uomo come unità viva e creatrice, composta da contrasti che si completano e si influenzano vicendevolmente".
“L'opera che presento al lettore italiano- afferma l’Editore Franco Spinosi- è stata una rivelazione, in quanto si tratta di un genere nuovo per il nostro paese. Il libro di Adrian Wolfgang Martin si stacca dalle tradizionali opere letterarie sull'Italia ed in particolare su Napoli, sia perchè non si limita alla descrizione esteriore delle cose e non si accontenta di cogliere impressioni personali, sia perchè ricorre ad un linguaggio che, finora, non veniva mai o quasi mai adoperato nei riguardi dell'incontro con una città.
L'Autore, infatti, non teme di abbinare filosofia e psicologia per penetrare nell'intimo della Città Partenopea. GIANO DI NAPOLI non è perciò una semplice descrizione, bensì una psicanalisi vera e propria della città e dei suoi abitanti. Realtà e mito - i due punti base di quest'opera originalissima - sorgono incessantemente davanti al lettore, simili a due poli apparentemente contrastanti ma che, in fondo, si completano, permettendoci, con l'armonia che emanano, di vedere Napoli spoglia dei soliti superficiali e banali luoghi comuni. Vorrei infine parlare - ma mi sembra superfluo, poichè il libro stesso lo rivela così palesemente - dell'amore che l'Autore porta alla nostra terra ed in particolare al Meridione.
L'Italia gli è diventata destino e patria. Napoli, dove ha vissuto per molti anni, incarna per lui il prototipo della soluzione al problema posto dai contrasti psichici. Ed è nel Meridione, a Salina, nelle Isole Eolie, che ha scelto di vivere e di svolgere la sua attività di artista. Il perchè di questa predilezione di Martin per il nostro Sud ce lo rivelerà la lettura di questo libro”.

ADRIAN MARTIN E LA FONDAZIONE SALINA (di Antonio Brundu)

Lo scrittore, poeta, filosofo e pittore svizzero Adrian Wolfgang Martin (al pari di numerosi artisti del centro e nord Europa, che hanno scelto le Isole Eolie come loro seconda patria), rimase affascinato dall’isola di Salina fin dalla prima volta che la scorse , nel 1955, da un’imbarcazione di passaggio nell’arcipelago e subito decise di porvi la sua dimora per sei mesi all’anno, vita natural durante e spera anche per l’eternità.
Quando rientrò in Svizzera riuscì a convincere i suoi amici, lettori e ammiratori del fascino di questo mitico angolo di terra e di mare da raccogliere sufficienti fondi per costituire e dotare di un costante reddito patrimoniale la Fondazione Salina, che aprì la sua sede nel 1976, nel Comune di Leni.
La Fondazione Salina, quindi, si è dedicata e continua a dedicarsi alla valorizzazione della cultura eoliana e alla formazione professionale e occupazione della gioventù locale.
Nel 1981 Adrian Martin ha fatto istituire anche il Premio Culturale Fondazione Salina da assegnare ad elementi che, nell’ambito dell’Arcipelago Eoliano, si sono distinti per attività e servizi sociali e culturali.
Scopo dichiarato della Fondazione, oltre quello della tutela del patrimonio naturale di Salina, è quindi l’incremento delle attività culturali, sociali ed economiche degli abitanti.
Adrian Martin ha spiegato i motivi che hanno ispirato questa sua iniziativa nell’isola di Salina: la cordiale ospitalità degli abitanti, il desiderio di costruire un mondo più umano basato sul rispetto reciproco e infine il legame tra la Svizzera e la Sicilia, la quale ultima rappresenta, per il popolo elvetico, una delle culle della cultura europea.
Pertanto va il plauso per l’attività svolta dalla Fondazione Salina, in tutti questi anni, in favore della comunità isolana ad Adrian Martin, alla moglie Regina, all’intero Consiglio d’Amministrazione (presieduto prima dal signor Giuseppe Cappadona e, oggi, dal rag. Nuccio Russo).
La Fondazione svolge, tutt’ora , un ruolo importante nel tessuto sociale eoliano ed i frutti sono visibili e tangibili ed hanno già lasciato un solco profondo nella nostra realtà ambientale ed esistenziale, dove la Fondazione è sempre intervenuta ed ha operato con autentica obiettività e cognizione di causa.
(Nella foto: Biblioteca Comunale di Malfa, isola di Salina: da sin.Antonio Brundu e Adrian Wolfgang Martin).

Morto Lino Leanza, leader Sicilia democratica all'Ars. E' stato anche vice-presidente della Regione

Il deputato dell'Assemblea regionale siciliana e leader di Sicilia democratica, Lino Leanza, 58 anni, è morto alle 5.05 nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi di Catania. Era ricoverato nella struttura, diretta dal dottor Sergio Pintaudi, dal 28 marzo scorso dopo essere colpito da un'emorragia cerebrale. Per questo era stato sottoposto a un intervento di neurochirurgia. Da giorni le sue condizioni si erano aggravate. Lino Leanza ha avuto un passato politico vissuto in partiti del 'centro' siciliano. Dalla Dc al Ccd, dal Movimento per le autonomie ad Articolo 4 di cui era stato fondatore e leader. E' stato deputato regionale in Sicilia per 4 legislature consecutive, a partire dal 2001. E' stato assessore i Beni culturali per due volte (nel 2006 e nel 2009) e una volta alla Famiglia (2010). Nel 2006, oltre che assessore, è designato vicepresidente della Regione Siciliana dall'allora governatore Salvatore Cuffaro. Il 28 gennaio 2008, dopo le dimissioni di quest'ultimo assume le funzioni di presidente della Regione Siciliana per l'ordinaria amministrazione, fino al 28 aprile 2008, giorno dell'insediamento del nuovo governatore, Raffaele Lombardo. (ANSA)

Notevole afflusso di turisti. Anche domani corse speciali Ustica Lines. Accolta richiesta amministrazione Giorgianni

Comunicato stampa - Comune di Lipari
Visto l'enorme flusso di passeggeri che ha caratterizzato la giornata odierna e considerate le previsioni sull'affluenza nell'Arcipelago per il ponte del 1 giugno, la Compagnia Ustica Lines ha accolto la richiesta dell'Amministrazione Comunale confermando le due corse straordinarie anche per la giornata di domani 31 maggio.
Le corse verranno svolte, la prima con partenza alle ore 11,30 da Milazzo con destinazione Vulcano e Lipari; La seconda con partenza alle ore 13,45 da Milazzo che proseguirà per Panarea e Stromboli.
L'Amministrazione comunale.

ISTITUTO VERONESI Tumori, un "casco" contro la caduta dei capelli

La caduta dei capelli dovuta alla chemioterapia è un grosso disagio, soprattutto per le donne e per questo all'Istituto europeo di oncologia (Ieo) fondato da Umberto Veronesi è in sperimentazione uno speciale 'caschetto' che, indossato durante l'infusione delle cure, permette di non perdere i capelli sfruttando l'effetto protettivo del freddo. 
La novità è stata raccontata ieri a Milano durante l'incontro 'Ieo per le donne', voluto per celebrare le donne che combattono quotidianamente contro il cancro. In Ieo, raccontano i responsabili, "è stato utilizzato da 30 pazienti di tumore al seno, con risultati incoraggianti: in alcuni casi la capigliatura è rimasta intatta. L'idea di ridurre la caduta raffreddando il cuoio capelluto risale in realtà agli anni '60, ma i risultati finora non erano stati soddisfacenti". 
All'istituto, aggiunge Paolo Veronesi, direttore della Senologia Chirurgica, "stiamo valutando, primi e unici in Italia, un sistema avanzato di raffreddamento che, tramite un caschetto da indossare prima, durante e dopo l'infusione della chemioterapia, protegge le cellule dei bulbi piliferi del cuoio capelluto dai danni da farmaci. Il freddo diminuisce la perfusione del sangue e il metabolismo, frenando localmente l'attività 'distruttiva' dei chemioterapici". Va però chiarito, precisa l'esperto, "che non tutti pazienti hanno le indicazioni al trattamento con il caschetto, perché il successo è legato alla tipologia di chemioterapia seguita, alla dose, al tempo di infusione e, come per tutte le cure, alla caratteristiche individuali della persona. Dopo il primo gruppo pilota, continueremo a studiare questo strumento per perfezionarne ed estenderne al massimo l'utilizzo".

Niente carburante a Filicudi. Il presidente della Circoscrizione, Bonica sollecita interrogazione ai consiglieri comunali

Carissimi, 
invio la più urgente delle interrogazioni. Quella riguardante l'approvigionamento di gasolio e benzina sull'isola di Filicudi.
Il problema della completa mancanza di carburante sull'isola risale a circa cinque mesi fa.
Abbiamo pazientato, nella speranza che la situazione si normalizzasse e che se problemi a noi sconosciuti, ci fossero,questi sarebbero stati risolti. Persistendo la gravissima situazione di disagio, la sottoscritta aveva contattato il Signor Saltalamacchia di Lipari, dal quale avevo ricevuto rassicurazioni circa il posizionamento, a stretto giro, esattamente , subito dopo Pasqua, di colonnine per la distribuzione self-service.
Ad oggi, nessuna colonnina e nessun segnale di inizio lavori.. Anzi, tutt'altro!
Siamo particolarmente preoccupati, poichè dalla distribuzione a singhiozzo, siamo passati al nulla, e anche perchè, la scorsa stagione estiva, quando siamo rimasti completamente senza carburante, dalla fine di luglio a metà agosto, le ripercussioni su tutta l'economia dell'isola,già estremamente sofferente, sono state pesanti.
Onde evitare, quindi, che si ripeta questo "calvario" dannoso ed inspegabile; in considerazione dell'imminente arrivo della stagione estiva che dovrebbe risollevare un pò la sorte di tutti, chiedo a ciascun consigliere, pubblicamente di farsi carico, assieme a noi, di questo urgente problema.
Cordiali saluti
Il Presidente di Circoscrizione
Maria Grazia Bonica

Interventi di sistemazione e manutenzione al Alicudi e Filicudi. L'interrogazione del consigliere Lauria

AL SINDACO COMUNE DI LIPARI

Interrogazione urgente con risposta scritta –Interventi vari di manutenzione – Filicudi e Alicudi
Io sottoscritto Bartolo Lauria, Consigliere Comunale di Forza Italia;
Preso atto dell’assordante silenzio dì codesta amministrazione su qualsivoglia problema riguardante le isole minori del comune di Lipari;
Preso atto delle numerose richieste avanzate dal consiglio di circoscrizione di Filicudi – Alicudi su piccoli interventi di sistemazione e manutenzione delle isole di Filicudi e Alicudi
I N T E R R O G A
LA S.V. per sapere:
a) Se sono stati previsti lavori per piccoli interventi di sistemazione o manutenzione delle isole di Filicudi e Alicudi;
b) Se sono già stati affidati tali lavori;
c) Se tali lavori saranno effettuati prima della stagione estiva;
d) I nomi delle ditte già affidatarie di piccoli interventi e manutenzione dal mese di Maggio 2012
Si richiede risposta scritta nei termini previsti.
Bartolo Lauria (Consigliere Comunale di Forza Italia)

Lettere al direttore. Acqua giallo paglierino e puzzolente in pieno centro a Lipari. Quale la spiegazione?

Riceviamo e pubblichiamo:
Buongiorno direttore , lei mi sa dare una spiegazione sul perché da quasi 3 giorni dobbiamo lavarci con l'acqua color giallo paglierino che puzza di non so cosa ? Per la cronaca utenza di Lipari centro in pieno corso?
Santi Villari

NDD - Abbiamo già evidenziato tale incredibile situazione un paio di giorni fa, ed oggi anche sulla Gazzetta del sud, rinnoviamo l'appello a chi di competenza e all'amministrazione comunale affinchè si sappia cosa sta accadendo e, principalmente, si trovi una soluzione, visto che l'acqua la si paga "profumatamente". 

Messa in sicurezza strada provinciale Filicudi. Interrogazione del consigliere Lauria

AL SINDACO

COMUNE DI LIPARI
Interrogazione urgente con risposta scritta – Messa in sicurezza strada prov.le Filicudi

Io sottoscritto Bartolo Lauria, Consigliere Comunale di Forza Italia;
Preso atto dell’assordante silenzio dì codesta amministrazione su qualsivoglia problema riguardante le isole minori del comune di Lipari;
Preso atto delle numerose richieste avanzate dal consiglio di circoscrizione di Filicudi – Alicudi sulla messa in sicurezza della “ strada provinciale di Filicudi”
Preso atto che l’uso di tale strada, e quindi la riapertura prima del periodo estivo, significa mettere in condizione sia gli abitanti che i numerosi turisti di poter tranquillamente circolare e raggiungere abitazioni, attività commerciali, spiagge e quant’altro

I N T E R R O G A 

LA S.V. per sapere:
a) Se è stato previsto uno stanziamento per la messa in sicurezza della strada provinciale di Filicudi;
b) Se è stato previsto un progetto e quali sono i tempi certi di attuazione di tale progetto;
c) Se è stata prevista la riapertura prima del periodo estivo 
Si richiede risposta scritta nei termini previsti.
Bartolo Lauria (Consigliere Comunale di Forza Italia)

Un angolo di blu. Ancora una bellissima foto di Roberto Greco

L'eoliano Carmelo Travia e Giuliano Taviani in corsa per il "Nastro d'argento 2015"


Il musicista e compositore liparese Carmelo Travia e Giuliano Taviani sono in corsa per il "Nastro d'argento 2015" nella categoria "Colonne sonore" per "Maraviglioso Boccaccio" dei Taviani e "Ogni maledetto Natale".

Per la precisione sono nella cinquina dei finalisti. 

Il Nastro d'argento è un premio cinematografico assegnato dal 1946 dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI). 

Domenica al Pala-Biviano di Lipari il "Playday Minibasket 2015"

Gent.le Direttore,
in occasione della conclusione dell'anno sportivo la ASD Basket Eolie organizza domenica 31 maggio p.v., presso il Palasport "N. Biviano" di Lipari, la manifestazione denominata PlayDay Minibasket 2015 cui parteciperà anche come società gemellata la Cestistica Aquila Nebrodi di Torrenova.
All'evento prenderanno parte circa 150 bambini/e e ragazzi/e dai 4 ai 15 anni che si esibiranno in giochi e partite in presenza delle proprie famiglie.
La Basket Eolie, società che dal 2011 opera sul territorio Eoliano, quest'anno conclude positivamente la stagione sportiva dopo aver conquistato un meritato terzo posto nel campionato Federale Under 14 ed aver partecipato con diverse categorie ai diversi trofei minibasket previsti durante l'anno sportivo.
I corsi minibasket, dopo la pausa estiva, riprenderanno martedì 22 settembre 2015.
Buon basket a tutti...
Annalisa Piazza
Istruttore Nazionale Minibasket

ARS: PEDONALIZZAZIONE PIAZZA PARLAMENTO; ARDIZZONE, BENE SENTENZA TAR

“Mi dispiace ci sia stato bisogno di una sentenza del tribunale per acclarare che la chiusura alle auto della piazza non è mai stato un provvedimento contro qualcuno, ma a favore della città. Credo che nessuno possa mettere in dubbio che l’inserimento del percorso arabo –normanno, che vede al centro la Cappella Palatina e palazzo dei Normanni, all’interno del circuito Unesco avvicini sempre di più Palermo agli standard di una città vivibile, favorendo il binomio turismo-cultura.
Lo afferma il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, esprimendo soddisfazione per la sentenza del Tar di Palermo che ha respinto il ricorso contro la pedonalizzazione di piazza del Parlamento.
“Mi rendo conto che la pedonalizzazione – continua - ha creato disagi ai dipendenti dell’Ars, ma è una questione che prima, o poi, si sarebbe dovuta affrontare, tanto che lo stesso Tar nella sentenza rileva che è difficilmente “spiegabile come mai un provvedimento di tal genere non sia stato adottato precedentemente”, visto che è stato inibito il “traffico veicolare in una delle piazze più belle della città, situata in pieno centro storico, di fronte al Palazzo Reale”.

118: operatori in agitazione chiedono ottimizzazione servizio

Gli operatori del 118, medici, autisti soccorritori, infermieri, centrali operative non ci stanno ad essere incolpati a causa di problemi che rivendicano da tempo e rendono sempre più difficile il loro lavoro. Hanno deciso di unirsi, anche se aderenti a più sigle sindacali, al fine di tutelare l’ intero sistema dell’Emergenza Urgenza Sues 118, ed al fine di tutelare gli stessi cittadini che fruiscono del servizio. Oggi una prima riunione nella sede dello Snami a Messina. Tra i punti principali alla base dello stato d’agitazione l’utilizzo della ambulanze in servizi secondari, come ad esempio il trattamento Sanitario obbligatorio o l’accompagnamento di utenti in trasporti non ospedalieri.
E ancora la ricollocazione geografica delle postazioni delle ambulanze in base alla reale necessità. Al momento Messina ne ha 5 medicalizzate al Piemonte, al Policlinico, a Messina sud, al Papardo e al Mandalari. Rivendicata la necessità della presenza dei rappresentanti dell’Emergenza Territoriale nei Tavoli Tecnici Regionali e Provinciali, dove si decidono regole e si propongono progetti per il corretto funzionamento del 118 Tra i punti all’o.d.g. la collocazione e la funzione delle auto mediche. Importante anche la responsabilizzazione dell’utente. Non si può chiamare l’ambulanza per problemi poco gravi.
Il 4 giugno alle 10,30 incontro propositivo con gli operatori siciliani del 118 e i cittadini nel salone degli specchi di palazzo dei Leoni.
gazzettadelsud.it

IMPORTANTE SENTENZA NEL PRECARIATO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. COMUNE DI NAPOLI CONDANNATO ALLA COSTITUZIONE DEL RAPPORTO A TEMPO INDETERMINATO

Dopo la ormai famosa "sentenza Mascolo" della Corte di giustizia dell’Unione europea del 26 novembre 2014, il Giudice del Tribunale di Napoli, dott. Paolo Coppola, in funzione di Giudice del Lavoro, ha pronunciato una importante SENTENZA a favore di un precario del Comune di Napoli condannando l'Ente alla COSTITUZIONE DEL RAPPORTO A TEMPO INDETERMINATO ed al pagamento in favore del ricorrente delle retribuzioni contrattualmente dovute per i periodi di interruzione del rapporto di lavoro intercorsi dal 16.6.10 e la effettiva immissione in servizio.
D.G.
Per visualizzare il PDF con l'intero documento del giudice del tribunale del lavoro di Napoli cliccare sul link

L'articolo del nostro direttore sula Gazzetta del sud di oggi


Capanne del bronzo. "Ama le Eolie" libera sito da erbacce e rovi





Come annunciato l'associazione "Ama le Eolie" è intervenuta all'interno del Castello di Lipari per liberare dalle erbacce e dai rovi le capanne dell'Età del Bronzo. 

Il sito è tornato così pienamente fruibile ai tanti turisti che raggiungono il Castello.
Nelle prossime ore l'associazione Borgata Lami, presieduta da Saverio Merlino, interverrà nell'ipogeo ubicato limitrofamente al Palazzetto dello Sport "Nicola Biviano".
L'intervento sull'altro ipogeo, ubicato in via Isa Conti, sarà effettuato a cura della famiglia dell'assessore Giovanni Sardella

venerdì 29 maggio 2015

Per "Un mare di cinema" del Centro Studi arriva proroga per partecipazione concorso

Comunicato Stampa
Festival Cinematografico delle Isole Eolie “UN MARE DI CINEMA”

Continuano i preparativi per la prossima stagione di Un Mare di Cinema, il Festival cinematografico delle Isole Eolie, giunto alla XXXII edizione, che si svolgerà a Lipari dal 23 al 31 luglio 2015.
Per dare seguito alle numerose richieste di partecipazione a Eolie in Video, il concorso per cortometraggi dedicato ai giovani, la data di scadenza è stata prorogata al 22/06/2015.
Come ogni anno, il Centro Studi Eoliano apre le porte della giuria ai giovani dai 15 ai 25 anni che parteciperanno alla selezione e alla premiazione dei cortometraggi in concorso di Eolie in Video.
Per far parte della giuria di selezione, vi invitiamo ad inviare la vostra richiesta al nostro indirizzo email centrostudieolie@gmail.com
Un mare di cinema è un evento patrocinato dall’UNESCO che, nell’ambito del programma di promozione dell’arte come mezzo per lo sviluppo culturale e umano, ha ritenuto il Festival capace di contribuire alla crescita della collettività in cui opera.
Ufficio Stampa Centro Studi

Giuffrè (Snami) : Ambulanza 118 medicalizzata anche per Lipari

Con la presente, al fine di tutelare l’ intero sistema dell’Emergenza Urgenza Sues 118, ed al fine di tutelare i cittadini fruitori del servizio stesso, lo Scrivente Sindacato, visti gli ultimi gravissimi accadimenti a tutti ormai noti, nel desiderio di mantenere, come tradizione, un atteggiamento responsabile e propositivo, dichiara quanto segue:
• Il servizio svolto dal 118, è per definizione, attivabile nelle Emergenze sanitarie.
Distogliere mezzi da utilizzare in servizi secondari vedi TSO, o per accompagnare utenti a testimoniare in tribunale, è capitato anche questo, o in trasporti secondari in generale, riduce la disponibilità di mezzi sul territorio, impedendone di fatto l’uso proprio.
Lo Snami si è reso in tal senso propositivo ipotizzando l’ impiego di Medici e mezzi dedicati, in regime di reperibilità per i trasporti secondari.
• Necessaria anche la responsabilizzazione degli utenti che devono aiutarci ad un miglior impiego del servizio, e quindi, dopo una campagna informativa sull’ utilizzo del 118, attivazione di eventuale ticket per i codici bianchi e/o verdi.
• Medicalizzazione ed Infermierizzazione della maggior parte delle ABZ come previsto da Decreto Assessoriale, e ricollocazione geografica delle Postazioni ABZ, non in base a spartizioni ed equilibri politici, ma in base alla reale necessità dei cittadini e della territorialità del servizio..
Anche in tal senso lo Snami si è reso disponibile sia a livello regionale, gridando a gran voce tale necessità in Assessorato alla Salute, ovviamente inascoltato, ed anche a Livello Provinciale proponendo al Direttore Generale dell’ASP, un progetto, a costo zero che prevede la medicalizzazione delle Postazioni di Lipari, del Boccetta,e di Trappitello Taormina. Ma la risposta è stata come sempre un silenzio assordante!
• Necessità di far sì che, gli attori principali, Medici, Infermieri, Autisti e Soccorritori appartenenti al sistema dell’Emergenza Territoriale, siano presenti nei Tavoli Tecnici Regionali e Provinciali, dove si decidono regole e si propongono progetti per il corretto funzionamento del 118.
• Rivedere la collocazione e la funzione delle auto mediche che potrebbero ad esempio essere utilizzate dai Medici di CA con alto numero di interventi.
Il responsabile Provinciale settore Emergenza SNAMI Messina
Dott. Giorgio Giuffrè

Interrogazione di Lauria su dede circoscrizione Filicudi-Alicudi inagibile e senza collegamenti telefonici ed informatici

AL SINDACO COMUNE DI LIPARI
Interrogazione urgente con risposta scritta –Inagibilità sede Circoscrizione di Filicudi-Alicudi
Io sottoscritto Bartolo Lauria, Consigliere Comunale di Forza Italia;
Preso atto dell’assordante silenzio dì codesta amministrazione su qualsivoglia problema riguardante le isole minori del comune di Lipari;
Preso atto che risulta allo scrivente la inagibilità sia per mancanza di manutenzione che per mancanza di collegamenti telefonici e informatici della sede di Circoscrizione di Filicudi-Alicudi;
Preso atto che viviamo in uno stato di democrazia e la chiusura di tale sede pregiudica lo svolgimento democratico delle funzioni che la Circoscrizione svolge
I N T E R R O G A
LA S.V. per sapere:
a) Se sono stati previsti interventi urgenti di manutenzione sull’immobile che ospita la Circoscrizione;
b) Se è stato previsto il ripristino dei collegamenti telefonici e informatici;
c) Se non ritiene la S.S. che tali interventi sia urgenti e fondamentali alla luce della lontananza delle isole di Filicudi ed Alicudi per garantire un minimo di rappresentanza democratica ad isole dimenticate e continuamente bistrattate
Si richiede risposta scritta nei termini previsti.
Lipari, 29 maggio 2015
Bartolo Lauria (Consigliere Comunale di Forza Italia)

Un "Tarabusino" in difficoltà recuperato e trasferito a Messina grazie a Miriam Saltalamacchia, ad Isabella Libro e all'ispettore Mario Scaduto




Un "Tarabusino" è stato ritrovato stamattina da Miriam Saltalamacchia davanti alla sua abitazione nella frazione di Acqucalda e, come accade ormai sempre più spesso, in casi del genere, ha contattato Isabella Libro da sempre appassionata di animali, in particolare di esemplari selvatici.
Armatasi di buona volontà, e tra non poche difficoltà per farlo giungere a destinazione, Isabella lo ha consegnato all'ispettore Mario Scaduto del Distaccamento Forestale Isole Eolie.
Il volatile sarà trasferito, a cura dell'ispettore Scaduto, domani mattino con l'aliscafo, a Messina al Centro di recupero della fauna selvatica.
Isabella, che oltre ad essere amante della natura, ha, come risaputo, una grande passione per la fotografia, ha realizzato una serie di scatti che vi proponiamo.

AMMINISTRATIVE Ultimo giorno di campagna elettorale.Barcellona e Milazzo i centri più importanti in cui si andrà alle urne domenica e lunedì.

Giornata conclusiva della campagna elettorale nei comuni in cui si vota per eleggere sindaco e consiglio comunale. A mezzanotte scatterà il silenzio che precede la voto ma fino a stasera i candidati affileranno le armi per questa campagna particolarmente combattuta nei due centri principali in cui si vota in provincia di Messina e cioè Milazzo e Barcellona. 
A Milazzo sono sei i candidati fra i quali 28,110 elettori dovranno scegliere domenica e lunedì. In lizza scendono Giovanni Formica, Pino Ragusi, Carmelo Pino, Giuseppe Marano, Lorenzo Italiano e Carmelo Formica. Trenta invece i consiglieri che dovranno essere eletti. Va ricordato che quest’anno è prevista la novità del voto idi genere, che consente di esprimere due preferenze, una per un uomo ed una per una donna appartenenti alla stessa lista. Se invece si scrivono due nomi dello stesso sesso il voto andrà solo al primo dei due candidati indicati nella scheda. Ma si può esprimere anche una sola preferenza.
A Barcellona sono invece cinque i candidati che si contenderanno la poltrona di sindaco. Sono sostenuti da 18 liste in cui sono inseriti ben 520 aspiranti consiglieri. 
 A darsi battaglia per la poltrona più importante di Palazzo Longano sono l’uscente Maria Teresa Collica, Giuseppe Turrisi, Giovanni Munafò, Giuseppe Sottile e Roberto Materia. 
Una tornata elettorale particolarmente sentita a Barcellona, un comune afflitto da problemi e tensioni sociali che hanno portato a sfiduciare l’ex sindaco Maria Teresa Collica, eletta nel maggio 2012 contro ogni previsione. 
In provincia di Messina si voterà anche a Giardini Naxos, Basicò, Graniti, Limina, Malvagna, Mazzarrà S.Andrea, Mirto, Naso, Raccuja, San Salvatore Fitalia e Savoca. 
Urne aperte domenica dalle 7 alle 22 e lunedì sino alle 15.

Teatro. A Patti, premio per la miglior attrice protagonista alla giovanissima Marta Falanga di Lipari

Premio per la migliore attrice protagonista in un concorso teatrale, tenutosi a Patti, per la giovanissima Marta Falanga di Lipari.
Marta, in quanto studentessa, faceva parte del team dell'Istituto Superiore "Isa Conti" che, per la regia di Tindara Falanga, ha rappresentato "Amore e Psiche". 
Per la ragazza, che fa anche parte della Compagnia Teatrale Piccolo Borgo Antico, sicuramente una gran bella soddisfazione.
Da noi contattata - una volta appresa la notizia- vuole, attraverso il nostro giornale, ringraziare la regista Tindara Falanga, che ovviamente la segue nella Compagnia del "Piccolo Borgo Antico" e il professor Gianluca Veneroso.  
A Marta vanno le nostre congratulazioni, così come all'infaticabile "maestra" Tindara Falanga!
Nella foto: Marta Falanga con Valentino Merlino

Ponte 1° Giugno. Domani corse speciali Ustica Lines

Comunicato stampa
Si informa che nella giornata di domani 30 maggio 2015 in considerazione delle previsioni di afflusso turistico per le Isole Eolie in occasione del ponte del 1 giugno la Compagnia Ustica Lines effettuerà due corse straordinarie.
La prima con partenza alle ore 11.30 da Milazzo con destinazione Vulcano e Lipari.
La seconda con partenza alle ore 13.45 da Milazzo che proseguirà per Panarea e Stromboli.
L'Amministrazione comunale

Come eravamo: Una formazione del Cs Lipari (1975)

In piedi (da sx a dx) : Rossano, Bertè, Monte, N. De Vita, Munafò, Sciacchitano, D'Auria, Branca (mister)
In ginocchio (da sx a  dx): Basile, Puleo, G. De Vita, Barrica, Li Castro, Buscema

Mancata corresponsione dello stipendio agli operatori ecologici. Vento Eoliano sollecita l'amministrazione ad incontro con i lavoratori

Al Sindaco del Comune di Lipari
Rag. Marco Giorgianni
OGGETTO: Stato di agitazione operatori ecologici di Lipari.
Visto il perdurante stato di agitazione degli operatori ecologici di Lipari, che malgrado la mancata corresponsione dello stipendio ormai da parecchi mesi , continuano a svolgere con diligenza ed impegno le loro attività, rendendo sempre decorosa la nostra Isola, necessario appare un Suo autorevole intervento al fine di fare erogare ai lavoratori quanto dovuto.
Per le ragione suesposte si chiede inoltre un incontro urgente con i lavoratori e gli scriventi presso il Municipio e che di tale questione si voglia riferire in Consiglio.
In tale circostanza, indubbiamente, apparirà anche opportuno discutere circa il ritardo nell’avvio della raccolta differenziata porta a porta e sulla necessità di potenziare l’organico ai fini della buona riuscita di quest’ultima.
Tale incontro è richiesto con il consueto spirito costruttivo e si confida nella massima Sua solerzia, anche in considerazione della capacità di rappresentanza politico-sociale che Ella riconosce al ns. Movimento, il quale come noto opera nell’interesse diffuso della comunità.
In attesa di un Vs. positivo riscontro porgiamo cordiali saluti
Avv. Francesco Rizzo e Dott.ssa Annarita Gugliotta (Fondatore “Vento Eoliano”  e Cons. Com. “Vento Eoliano”)

Rischio ambientale, 4 milioni per Biancavilla, Gela, Milazzo e Priolo

“La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Salute, Lucia Borsellino, in applicazione dell’articolo 5 legge 5/2009 ha approvato un piano di intervento su Biancavilla, Gela, Milazzo e Priolo”. Lo rende noto il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, spiegando che “le Asp delle rispettive province avranno a disposizione a partire da quest’anno, un milione di euro ciascuna per ogni anno, per l’implementazione di interventi sanitari finalizzati alla cura e alla prevenzione delle malattie da inquinamento ambientale”.
Raggianti l’Assessore, il Governatore e l’intera giunta, fanno sapere ambienti della Presidenza della Regione, “per un provvedimento che finalmente dá attuazione a un diritto previsto da anni nella legislazione regionale, ma mai applicato nonostante i vari rapporti sanitari – anche di rilievo internazionale – che hanno denunciato i rischi in quei territori di neoplasie e malformazioni genetiche”. “Scriviamo – afferma il presidente Crocetta – una pagina nuova della storia della Sicilia che insieme ai processi di riconversione industriale verso l’economia verde, mette in campo un’attivita’ forte di prevenzione, per evitare che i cittadini sottoposti per anni all’inquinamento industriale possano ammalarsi”.
“La politica che noi vogliamo – aggiunge Crocetta – e’ quella di uno sviluppo ecosostenibile della Sicilia, dove le industrie di veleni si trasformino in impianti non inquinanti compatibili con agricoltura, pesca, attivita’ marinare, turismo e beni culturali. Dentro questo quadro e’ fondamentale garantire il diritto alla salute di tutti i cittadini, che in quelle zone è spesso stato compromesso”.
“In questo modo – commenta l’assessore Borsellino – massimizziamo gli interventi di prevenzione primaria, consentendo una diagnosi precoce a partire dagli screening prenatali. La deliberazione di implementazione del piano straordinario e’ avvenuta sulla base della rielaborazione da parte dell’assessorato, di una proposta pervenuta dal direttore dell’Asp di Caltanissetta, Iacono e oggetto di una risoluzione della sesta commissione legislativa all’Ars. Diamo una risposta efficace, moderna, ai problemi dei territori”.

Tutto pronto per il “2° Aeolian Triathlon a Vulcano

COMUNICATO STAMPA
La F.I.Tri. Sicilia Indice e l’A.D. Polisportiva Odysseus Messina organizza il 2° AEOLIAN TRIATHLON specialità SPRINT, che si svolgerà lungo le strade e nella baia delle Sabbie Nere dell’affascinante isola di Vulcano dell’arcipelago delle Eolie, giorno 31 maggio 2015, sulla distanza di 750 mt di nuoto, 20 Km di Bici e 5 Km di corsa.
L’Isola di Vulcano si conferma località d’eccezione per lo svolgimento di eventi sportivi di rilievo. L’evento patrocinato dal Comune di Lipari, nato con l’obiettivo di unire Sport e Turismo, è organizzato dalla Polisportiva Odysseus Messina, pioniera a Messina di questa affascinante disciplina, confermando la sua presenza nel territorio siciliano e nazionale. Sabato 30 maggio è previsto il ritiro del pacco gara presso il “Vulcano Blu Residence”, struttura convenzionata con l’evento per atleti e accompagnatori, dove si svolgerà anche la premiazione ed il pasta party finale e varie attività che saranno rese note ai presenti il giorno stesso della gara. Oltre alla gara individuale sono previste le staffette maschili, femminili e miste. Tutte le squadre possono essere, altresì, formate da tre diversi atleti: un nuotatore, un ciclista, un podista; oppure da due atleti, uno dei quali competerà in due discipline sia consecutive (nuoto + bici oppure bici + corsa) che alternate (nuoto + corsa). La partenza sarà data alle 10 presso il “lido Baia Negra” dove sarà posizionato anche l’arco di arrivo; la zona cambio sarà invece nel parcheggio dell’hotel “Les Sables Noirs”. Entrambe le strutture si sono messe a disposizione degli organizzatori.
Dal punto di vista tecnico lo Sprint Triathlon è una gara si svolge sulla distanza, di 750 mt di nuoto, 20 km di bici e 5 km di corsa. La frazione di nuoto prevede 2 giri di 375 mt nello specchio acqueo della baia delle sabbie nere, con due boe di virata che dovranno essere mantenute alla destra degli atleti; la seconda frazione di gara, il ciclismo, prevede un giro cittadino di Km 5 circa da ripetere 4 volte; l’ultima frazione si svolge in un circuito di Km 2,500 mt da percorrere 2 volte nella frazione di Vulcanello.

Favori a Cuffaro, Vicari indagata. Pasticcio a Rebibbia: il sottosegretario sotto inchiesta per presunte visite “contraffatte”

Visite “sospette” in carcere all’ex presidente della Regione Siciliana Totò Cuffaro, condannato a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra. A condurre le indagini, da poco più di un mese, è la procura Antimafia di Roma, che avrebbe rivolto la propria attenzione verso una decina di politici, non tutti siciliani, fra cui, in prima fila, l’attuale sottosegretario allo Sviluppo economico con delega alla lotta alla contraffazione, Simona Vicari, accusata di aver «spacciato per propri assistenti amici e fedelissimi dell'ex governatore».
L’ipotesi di reato addebitata alla senatrice Vicari è il “concorso in falso”, ma la sua posizione potrebbe aggravarsi ulteriormente se si confermasse il sospetto che, grazie a tali visite, Cuffaro avrebbe curato i suoi interessi in campo immobiliare, facendo apparire non di sua appartenenza beni di cui si favoleggiava quando era al top del potere in Sicilia: alberghi a quattro e cinque stelle, di cui tre nella sola Palermo, feudi all’interno della Sicilia ed altre proprietà immobiliari distribuite tra il Trapanese e l’Agrigentino.
Di Simona Vicari, che è in politica dai tempi della “Primavera” di Leoluca Orlando, della cui Giunta, ancora studentessa in architettura, fu anche assessore, se ne erano interessate le cronache nello scorso autunno perché condannata dal tribunale di Palermo a risarcire la somma di 218mila e 513 euro, più gli interessi legali, al comune di Cefalù, avendo per cinque anni, dal 1997 al 2002, percepito l’indennità di sindaco e quella di deputato all’Ars, nonostante il divieto di cumulo.
Il suo nome era tornato all’onore delle cronache nella scorsa primavera, essendo balzato fuori dalle intercettazioni inerenti l'inchiesta napoletana sul metano a Ischia, per cui sono finiti in carcere Giosi Ferrandino del Pd e i vertici della coop rossa Cpl Concordia. In particolare sarebbe emerso che nel 2013, in occasione del varo della legge di stabilità, l'ex craxiano Franco Simone, a capo delle relazioni istituzionali della Concordia, avrebbe mandato una mail al suo presidente, riferendo di un ipotetico impegno della sottosegretaria Vicari a limare il testo del provvedimento, garantendo un investimento di 140 milioni di euro in sette anni per la metanizzazione dell’isola.
Il giorno seguente, la sottosegretaria allo Sviluppo economico rivendicò il merito dei fondi stanziati per quelle opere. Assieme a Simona Vicari ha ricevuto un avviso di garanzia l’ex senatore Giuseppe Firrarello, suocero dell'altro sottosegretario siciliano di Ncd, Giuseppe Castiglione, un tempo vicinissimo all’ex sindaco di Catania Nino Drago, il maggior “azionista” siciliano, con Salvo Lima e l’ingegnere Merlino, degli andreottiani di Sicilia.
Fra gli indagati, l’ex deputato all’Ars e a Montecitorio Pippo Gianni, il parlamentare agrigentino Giuseppe Ruvolo del Pid, a Roma in quota Gal, la veneta ex berlusconiana Cinzia Bonfrisco e l’ex senatore Salvo Fleres, già deputato all’Ars, nonché garante dei detenuti in Sicilia. L’indagine non comprende solo i politici, ma anche una quindicina di altre persone che avrebbero materialmente eseguito le istruzioni dell’ex presidente della Regione riguardo la gestione dei suoi beni.
«In quei colloqui si è parlato del più e del meno– ha affermato Pippo Gianni, il quale ha poi aggiunto: «a Rebibbia ci sono andato sempre da solo».

Le aree artigianali e le iniziative singole "mal consigliate". Ci scrive Fulvio Pellegrino

Carissimo direttore, 
da quando ho assunto la carica ho sempre avuto un solo obiettivo, ovvero quello di istituire delle aree artigianali che consentissero alla categoria di lavorare con decoro e nella legalità. Non riesco, personalmente ad essere rammaricato nel vedere un giovane artigiano compiangersi per non aver potuto realizzare - illegalmente - un capannone in una zona sottoposta a vincolo.Questo mentre decine di artigiani finanziano il consorzio da me diretto e attendono da decenni la realizzazione di un'area a loro dedicata. 
Questo artigiano - forse mal consigliato da politicanti della parola ondivaga - di bypassare la normale prassi e ha scelto di acquistare un fondo già oggetto di assegnazione con lotti e consorziati, ove era stato già avviato un procedimento di progettazione. Lo stesso successivamente attraverso una serie di progetti non conformi alle norme, ha tentato di realizzare un capannone che è stato bloccato dall'intervento delle forze dell'ordine.
L'iter seguito da questo giovane artigiano ricalcava una pratica in uso negli anni trascorsi (vedi torrente Valle) ove era stato permesso l'impianto di manufatti che rappresentano a tutt'oggi dei veri detrattori ambientali. Ritengo che questo artigiano, facendo tesoro della sua giovane esperienza, debba intraprendere un cammino diverso da quello fin qui perseguito e se ritiene far parte del consorzio (pagando le dovute quote), verrà messo al corrente sull'iter delle progettazioni delle aree artigianali e troverà in me un sincero amico e consigliere per la realizzazione del comune progetto.
Per quanto riguarda la segnalata sanatoria del mio capannone (non chiara secondo questo artigiano) è giusto che si tratta di oblazione integrativa che il Comune ha inteso rigettare e contro il quale provvedimento è stato avviato un ricorso secondo legge.
E' noto che sono innumerevoli gli illeciti avversati da ricorsi e/o da art.13 giacenti all'ufficio urbanistico del Comune in attesa di definizioni. Gli artigiani liparesi lottano da 20 anni per l'affermazione di un loro diritto e non sarà l'insufficiente senso civico di alcuni elementi che usano la "mala politica" come promozione personale, a minare la volontà di realizzazione cercando di vanificare anni di lavoro proteso alla finalizzazione dell'agognato progetto da parte del consorzio da me rappresentato. Il consorzio vive di vita propria e non retrocede dal cammino intrapreso....
Ogni impedimento verrà combattuto con forza... ogni energia profusa con abnegazione e siamo certi che con l'ausilio delle attuali forze di maggioranza - se questa maggioranza vorrà - l'area artigianale diventerà realtà. 
Fulvio Pellegrino (Presidente del consorzio artigiani)

giovedì 28 maggio 2015

Smarriti 300 Euro. Ricompensa del 50% a chi li riconsegna

Salve Direttore,
stamattina mio padre Ernesto ha smarrito 300 (trecento) euro (tutti in banconote da 50).
Dovendo partire da Lipari per Milazzo con aliscafo Siremar delle 7.00 ha fatto il tragitto a piedi da casa all’aliscafo senza passare dall’agenzia perchè aveva fatto il biglietto il giorno prima.
Il percorso è avvenuto da Vico Sparviero, poi vico Selinunte (inteso “u srittu luongu”), ha attraversato Vico Tindaris, si è immesso su Via Vittorio Emanuele percorrendola tutta e davanti l’agenzia Menalda Tour usciva il biglietto dal borsello e lo metteva nella tasca dove purtroppo per la fretta aveva messo pure questi soldi.
Si è accorto di averli persi quando ormai era allo sbarco di Milazzo perciò è tornato subito indietro e ha chiesto all’equipaggio dell’aliscafo ma con esito negativo.
Se qualche animo onesto li avesse trovati, nelle vicinanze dei posti indicati, e vorrà restituirli sarà ricompensato esattamente del 50% della somma.
Grazie anticipatamente.
Giovanna Saltalamacchia


Su "delega" della famiglia potete contattare il numero del nostro direttore (339.57.98.235) che vi metterà in contatto con la stessa.

"Acqua Gialla", una nuova testimonianza da Marco Manni

Gentile direttore in merito all'articolo "Acqua gialla"  inviamo ulteriore testimonianza del disagio e del danno subito all'impianto idrico domestico. 
Sarebbe l' ora di cominciare a chiedere un risarcimento alla societa' cosi' come avviene per ogni altro fornitore di servizio. 
Cordialmente 
Marco Manni

Da domani la "Eolian Sailing Week"

Da domani a lunedi' torna la kermesse d'altura delle Isole Eolie che da Salina si è spostata a Vulcano. 40 barche si sfideranno nell'Arcipelago per la nuova edizione di "Eolian Sailing Week". 
La prova costiera prevede una partenza unica ed il giro di Lipari e Vulcano per i Crociera/Regata, mentre per i Gran Crociera il giro di Vulcano. 
Ci saranno Ars Una, Dieci e Lode, Iride, Nessun Dorma e Jules et Jim, il First 34.7 che sfrutterà la kermesse eolica per mettere ulteriormente a punto barca ed equipaggio per il campionato del Mondo Orci di Barcellona. 
Tra i Gran Crociera folta partecipazione di equipaggi calabri e della Campania, nonché il forte Comet Bluette del catanese Mario Zappia.

GIUSTIZIA: SOPPRESSIONE DISTRETTO MESSINA, PRESIDENTE ARS INCONTRA PG D'ANGELO

Il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, ha incontrato stamattina, a palazzo Piacentini, il procuratore generale della Corte d'Appello di Messina, Giovanni D'Angelo. Argomento dell'incontro la paventata soppressione del distretto giudiziario di Messina e il trasferimento di tutti i procedimenti di secondo grado a Catania.
Il presidente Ardizzone e il procuratore D'Angelo hanno concordato sugli effetti devastanti, in termini di presidio e presenza sul territorio del servizio giustizia, che la soppressione della Corte d'Appello avrebbe in provincia di Messina, con il venir meno degli uffici della Dia e della Dda.
"Con il procuratore - dichiara Ardizzone - si è convenuto che bisogna tenere alta l'attenzione e vigilare affinché il ministero della Giustizia riveda il progetto di riorganizzazione delle sedi giudiziarie".

Stromboli. Coordinatore PD riconosce lavoro amministrazione per trasporti e attracchi

Stromboli- Nota del coordinatore PD , Claudio Utano
Oggetto: Servizi marittimi
.Qui a Stromboli gli orari dei servizi marittimi sembrano ormai normalizzati e sufficientemente organici, anche al pontile di Scari i lavori di manutenzione sono terminati e ora è nuovamente agibile all’attracco da entrambi i lati. L’amministrazione comunale ha quindi fatto la sua parte, questa dovrebbe essere la prassi, un’azione tempestiva e mirata a risolvere un problema.
Bisogna lavorare affinché ciò diventi un metodo abituale di intervento, nonostante la lista in sospeso sia ancora lunga e l’inizio della stagione turistica amplifichi tutte le questioni aperte.
Siamo convinti che sia compito della politica il controllo e la notifica di tutti gli aspetti che rappresentano un disagio per la comunità, agli organi amministrativi invece il dovere di verificare le alternative e risolvere le questioni nell’interesse collettivo agendo in tempi brevi.
Il coordinatore
Claudio Utano

ARS: SABATO CONFERENZA CAPIGRUPPO PER RINNOVO COMMISSIONI

Il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, ha convocato per sabato alle ore 11.00 la Conferenza dei capigruppo parlamentari. All'ordine del giorno il rinnovo di tutte le commissioni legislative, l'istituzione della commissione statuto e comunicazioni in merito ai gruppi parlamentari in deroga.

Acqua gialla dalla "diretta" a Canneto

La fuoriuscita di acqua gialla (vedi foto) dalla "diretta" a Canneto centro ci viene segnalata da Guglielmo Puglia
A questa segnalazione ne sono seguite altre
Fuoriuscita di acqua gialla e maleodorante anche in alcune aree di Lipari centro 

Il saluto dell'Avis di Lipari a Bartolino Famularo: "Grazie per quello che hai dato alla comunità eoliana e non solo"

COMUNICATO AVIS LIPARI

PER OLTRE VENTICINQUE ANNI AL FIANCO DI TANTA GENTE CHE HA POTUTO USUFRUIRE DELLE SUE DONAZIONI DI SANGUE PER TORNARE A VIVERE
BARTOLINO NON HA VINTO LA SUA PERSONALE BATTAGLIA CON LA MORTE


Ho appreso che Bartolino Famularo aveva cessato di vivere e mi sono tornati in mente i suoi occhi lucidi di quando il medico gli comunicò che, per le condizioni di salute, non avrebbe potuto più donare sangue; ricordo che, con voce tremante ed afferrandomi per un braccio, mi disse: “presidente, diglielo tu al dottore, io voglio ancora …….”. No! Hai fatto tanto per gli altri, adesso è giusto che pensi per te”; fu la mia risposta; una risposta che, comunque, non riuscì ad alleviare quel momento di comprensibile tristezza che traspariva dal tuo volto; te ne andasti scuotendo la testa.
Bartolino, il 9 Febbraio scorso, fu premiato dall’AVIS con “Diploma e Distintivo in Oro” per le sue numerose donazioni di sangue (circa 50); in quell’occasione ho voluto che l’onorificenza gli venisse consegnata da un altro grande dell’Associazione: Matteo Gullifa; anche lui, da li a pochi minuti premiato con “Diploma e Distintivo in Oro con Rubino” per aver superato le 60 donazioni.
Persone umili, altruisti, sempre disponibili, che hanno dedicato uno spazio importante della loro vita a chi ha avuto la propria segnata dalla sofferenza; in silenzio e senza cercare mai le luci della ribalta; così come devono essere i donatori di sangue in attività.
Una visibilità che oggi, invece, voglio dedicare a Bartolino, perché sono le persone come lui che devono essere ricordate e prese ad esempio dalle generazioni future.
Ciao Bartolino e grazie per quello che hai dato alla comunità eoliana e non solo; un grazie particolare anche da parte mia, perché è sempre un onore ed un privilegio essere chiamati a rappresentare persone come te.
Giovanni Biviano Presidente dell’AVIS di Lipari

IL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’AVIS DI LIPARI PARTECIPA AL DOLORE DELLA FAMIGLIA FAMULARO PER LA PREMATURA SCOMPARSA DI BARTOLINO.

ALUNNI CONTINUANO A PULIRE LE SPIAGGE DELLA SICILIA. LE FOTO E LE INIZIATIVE POSTE IN ESSERE A SALINA

Gli alunni siciliani continuano ad indossare guanti di lattice e a riempire i sacchetti della spazzatura con i rifiuti che trovano passeggiando sulla costa, tra la sabbia o le rocce. Dopo il Gac (Gruppi di Azione Costiera) “Isole di Sicilia” che ha già svolto alcune attività a con i bambini di Pantelleria, Vulcano, Malfa e S. marina Salina, ora tocca al Gac “Il sole e l'Azzurro tra Selinunte, Sciacca e Vigata” che ha dato appuntamento ad oltre 600 bambini provenienti dalle scuole dei comuni aderenti allo stesso Gac per una giornata all'insegna del rispetto dell'ambiente e dell'educazione alimentare,
Venerdì 29 maggio (a partire dalle ore 9) i piccoli alunni - ecologisti accompagnati da biologi ed insegnanti raggiungeranno la Riserva Foce del Fiume Platani, l’Oasi Marevivo ad Eraclea Minoa, e la Spiaggia di Bovo Marina. Mentre scruteranno il paesaggio per conoscerne la fauna e la flora, si armeranno di guanti e sacchi per portare via plastica, vetro e altra immondizia abbandonata. Subito dopo, alle ore 11, potranno seguire una lezione sul pesce e sulla pesca sostenibile per poi passare, alle 12, ad una vera e propria degustazione.
Pratico e teorico s’incontreranno grazie al supporto di noti chef che prepareranno per gli alunni coinvolti nell'iniziativa un menù a base di pesce povero, ma con ricette ed ingredienti che di certo incontreranno il gusto dei piccoli assaggiatori. Scopo dell'iniziativa è far comprendere le regole per un consumo consapevole e responsabile del pesce nel rispetto delle tradizioni, della stagionalità, delle taglie e delle specie più comuni e tipiche della zona.
Le scuole coinvolte
All'appuntamento di venerdì 29 maggio parteciperanno gli istituti scolastici di Sciacca, Castelvetrano, Menfi, Ribera, Cattolica Eraclea, Montallegro, Realmonte, Siculiana e Porto Empedocle.
Gli organizzatori
Le attività saranno realizzate all'interno del progetto “Sensibilizzazione ed educazione ambientale ed alimentare in favore degli allievi delle scuole elementari e medie presenti nell’area del Gac (Gruppi di Azione Costiera) “Il Sole e l’Azzurro, tra Selinunte, Sciacca e Vigata”, finalizzata a migliorare l’immagine dei prodotti della pesca ed a maturare il rispetto e la tutela delle risorse naturali”. Il progetto è promosso e finanziato dal Gac nell’ambito del FEP 2007-2013 Misura 4.1 – azione 3.2 - Piano di Sviluppo Locale approvato dal Dipartimento Reg.le della Pesca Mediterranea.
Le tappe precedenti – Pantelleria e Salina
Dopo il successo riscosso a Pantelleria, con numerosi docenti e alunni che hanno ripulito il loro litorale portando via più di 10 sacchi d’immondizia, l'iniziativa “Spiagge Pulite” promossa dal Gac “ Isole di Sicilia”, è approdata il 26 maggio anche a Salina. Nell'isola, in cui i bambini si sono presi cura della spiaggia di Santa Marina, differenziando i rifiuti trovati tra la sabbia, la pulizia della costa è stata come sempre preceduta dall'incontro “A scuola di mare”. 

I biologi di Marevivo hanno raggiunto l'istituto Omnicomprensivo di Malfa e, grazie alla disponibilità offerta dalla dirigente scolastica Mirella Fanti, hanno tenuto una lezione/seminario sulle regole fondamentali del mondo della pesca, sulla corretta alimentazione e sull'educazione ambientale. Particolare attenzione è stata rivolta al mondo del pesce, per far comprendere agli alunni quali specie privilegiare a tavola e le stagioni indicate per acquistarle, tenendo d’ occhio anche le taglie, che i giovani alunni armati di righello hanno imparato a misurare. Dalla teoria si è passati a laboratori pratici attraverso i quali bambini hanno potuto osservare da vicino gli animali che abitano il mare, scoprirne l'anatomia, toccarli con le loro mani e osservarne le peculiarità che li contraddistinguono

Longo in "lista d'attesa". Stamane non si è potuto insediare.

Pino Longo dovrà attendere per insediarsi in consiglio comunale a Lipari.
Nella seduta odierna del consiglio, dove è stata approvata all’unanimità la surroga del consigliere deceduto Natale Famà, non si è potuto insediare.
Questo perchè - secondo il vicesegretario Giovanni Famularo - il consiglio deve essere riconvocato per ratificare la rinuncia (già annunciata con una lettera) di Fabrizio Famularo (primo dei non eletti PDL che sarebbe dovuto subentrare a Famà).

Solo allora Longo potrà essere ammesso nel civico consesso

"La storia delle isole Eolie"...conosciamola attraverso lo storico Giuseppe La Greca. 28 maggio 1035: I Pisani conquistano Lipari e portano via reliquie di S. Bartolomeo

28 maggio 1035
I Pisani conquistano Lipari e portano via reliquie di S. Bartolomeo


Avendo i saracini occupata l’isola di Lipari, scorrevano giornalmente le spiagge de’ Cristiani, dove facevano grosse prede, e molti prigioni. Pervenuti questi avvisi alle orecchie de’ Pisani, inanimati dall’ottenuta vittoria di Cartagine, armarono quaranta Galere, ed usciti s’indirizzarono verso la detta Isola per liberarla dalle mani di quegl’Infedeli.
Ammiraglio della qual Armata dicono che fosse Sigerio Matti, il quale entrato all’improvviso nel porto, prese parte de’ Vascelli, che vi si ritrovavano, e parte affondati, mise l’assedio alla Città, che ben presto l’ottenne, ed il dì 28 maggio scorse tutta l’Isola, dove fece un grosso bottino, e dalla Chiesa dedicata al Glorioso Apost. S. Bartolommeo, levò la di lui Testa, ed una mano, che in detta Chiesa si conservava, le quali Reliquie, colla dovuta venerazione trasportò a Pisa, dove onorevolissimamente si conservano nella Chiesa Maggiore.
Che ivi fosse traslatato il Corpo di detto S. Apostolo, chiaramente lo dice Freg. Turon della Glor. De’ Mart. Cap. 34, il Card. Bar., ne fa ampia attest. Nelle sue note al martirol. Cit. molti altri Aut., e se fosse opposto, che il Corpo del medesimo Santo fù poi traslatato da Lipari a Benevento l’anno 832, come vuol Sigeb. Nella sua Cron. L’anno 840 secondo Leone Ostien. Lib. Pr. Cap. 26 e che di lì poi fù portato a Roma da Ottone Imperatore l’anno 983 e che in conseguenza non potevano in quest’anno aver trovato i Pisani dette S. Reliquie in Lipari; io risponderei, come ha fatto il molti casi il medesimo Card. Bar. Ne’ suoi Ann., che non si deve reputare cosa ripugnante, che quando il Corpo del medesimo Santo, fu traslatato da Lipari, ne fosse ivi restata parte per buona, fortuna de’ Pisani, de’ quali altri che hanno scritto gl’Annali, raccontano diversamente questa impresa, asserendo, che quando i Saracini ebbero sentore che era mossa contro di loro l’armata Pisana, il di cui nome era già divenuto tremendo, non vollero aspettare per non essere sconfitti, ma presero risoluzione di spogliar tutta l’isola, e lasciarla vuota di robe e abitatori, e fuggirsi in luogo sicuro, e così fecero, credendo, che i Pisani non la dovessero tenere, come paese lontano, e disastroso, ond’eglino sarebbero poi ritornati a riabitarvi, ma s’ingannaro, perché impadronitisi i Pisani dell’Isola, la tennero, e la munirono
Anno 1036

Partiti i Pisani coll’armata da Lipari si inviarono verso Bona Città dell’Affrica, quale città fù  Patria di S. Agostino, e la presero con aver tagliati a pezzi molti di quegl’infedeli, ed in particolare il loro Re, e con ricchissima preda se ne ritornarono vittoriosi alla Patria.
Ritrovatasi in quel tempo l’Imperator Corrado in Italia per quietare i tumulti di Lombardia, onde i Pisani per gratificarselo, gli spedirono Ambasciatori, col mezzo de’ quali donarono a S. M. l’isola di Lipari da loro acquistata, inviandogli ancora la corona reale del Re di Bona.
Furono graditissimi i doni all’Imperatore, lodando l’affetto de’ donatori, a’ quali sempre corrispose con reciproco amore. In quest’anno i Pisani diedero principio a fabbricare il ponte vecchio, oggi della fortezza, quale era di legno, e fù finito l’anno 1046.

Fatto storico realmente avvenuto o leggenda? Questa è stata la prima domanda che ci siamo posti nel leggere gli annali Pisani. Possiamo affermare che, allo stato delle ricerche, nessun testo di Storia Pisana nega l'evento. Come abbiamo avuto modo di dimostrare gli eventi relativi all'attacco nei confronti degli arabi di Lipari sono ben dettagliati rispetto agli altri avvenimenti narrati nel periodo, come le spedizioni nei confronti di Bona ed Utica. La data della spedizione, il numero delle navi, la topografia di Lipari, il passaggio relativo alla Chiesa dedicata a San Bartolomeo nell'area del presunto luogo dello sbarco del corpo dell'apostolo, sono precisi particolari che non possono essere derubricati alla voce “leggenda”. Lo stesso dicasi delle reliquie trafugate da Lipari e conservate presso il Duomo di Pisa. La stessa cronaca relativa alla realizzazione del ponte vecchio conferma l'evento.
Due degli eruditi pisani più noti, Tronci e Roncioni, dedicano ampio spazio e risalto alla cronaca dell'attacco pisano nei confronti degli arabi di Lipari, senza alcun tentennamento.
Per quasi un secolo abbiamo dato per scontato alcune informazioni storiche sul periodo arabo di Lipari, adesso la scoperta degli Annali del Tronci ci spingono a cercare altre prove, altre testimonianze, a conferma o smentita di questi fatti.
Il racconto del Tronci e degli storici pisani, ci stimola ad immaginare una comunità liparota consistente ed in grado di avviare una notevole opera di ricostruzione subito dopo l'arrivo dei Benedettini, quale la costruzione del monastero, della prima cattedrale e del Chiostro, rafforzando quanto sostenuto dagli avvocati del Comune di Lipari, e principalmente all'avvocato Emanuele Carnevale, nella lunghissima controversia legale sui terreni pomiciferi e sulla interpretazione dei diplomi normanni sostenuta contro la Mensa Vescovile di Lipari nei periodi 1888-1891 e 1911 – 1926.
Le Isole Eolie, ancora una volta, riescono a sorprenderci, a non dare  per scontato che tutto sia noto o sia stato scoperto; attraverso la ricerca è possibile scoprire e riscrivere il passato delle nostre isole e darci indicazioni per il futuro.


Per approfondimenti: Giuseppe La Greca, Lipari al tempo degli arabi, edizione del Centro Studi Eoliano, 2009.

Guardia costiera di Milazzo sequestra in pescheria esemplare di tonno rosso

COMUNICATO
Nei giorni scorsi è stato effettuato il sequestro di un esemplare di tonno rosso da parte del personale della Capitaneria di porto di Milazzo.
I Militari della Guardia Costiera durante i controlli sulla filiera commerciale del prodotto ittico, hanno accertato in una pescheria di Milazzo la presenza di un esemplare di tonno rosso (circa 200 Kg.) posto in vendita in violazione della normativa di settore che prevede idonea documentazioni in materia di etichettatura e tracciabilità a tutela della salute dei consumatori.
Pertanto, nei confronti del proprietario della pescheria è stato elevato un verbale d’illecito amministrativo per violazione del combinato disposto degli artt. 34 del Reg. CE 302/2009 (cattura e commercializzazione del tonno rosso in violazione degli stock ittici predefiniti) e del D.Lvo 4/2012 (violazione delle norme sulla rintracciabilità del pescato) per un totale di Euro 4.000.
Il prodotto posto sotto sequestro, dopo i controlli sanitari di rito effettuati dai medici veterinari dell’ASP del Distretto di Milazzo è stato considerato idoneo al consumo umano e, pertanto, devoluto in beneficenza.
Il tonno rosso (thunnus thynnus) è una specie ittica sottoposta a particolare regime di protezione dalla comunità europea, la cui cattura è limitata a quote nazionali che ciascun paese comunitario non può superare. La pesca del tonno può quindi essere effettuata solo da unità da pesca in possesso di apposito permesso speciale e nei limiti della quota assegnata, al fine di tutelare la conservazione della suddetta specie ittica. Inoltre gli esemplari appartenenti a questa specie possono essere commercializzati esclusivamente se accompagnati da idonea documentazione che ne assicuri in ogni stadio della filiera ittica la provenienza e la tracciabilità.
Si ribadisce, inoltre, che la pesca sportiva e/o ricreativa potrà essere praticata dal 16 giugno al 14 ottobre 2015, esclusivamente dai soggetti appositamente autorizzati dall’autorità marittima competente, il prodotto di tale pesca non può essere commercializzato.
I controlli sul rispetto delle norme nazionali e comunitarie che disciplinano la cattura e la commercializzazione del tonno rosso e il corretto utilizzo delle reti derivanti continueranno nei prossimi giorni sull’intero territorio di giurisdizione del compartimento Marittimo di Milazzo.

Lettere al direttore. Ci scrive il signor Battaglino: "Nessun diverbio/aggressione da parte dell'equipaggio dell'Antioco"

Su quanto accaduto ieri a Milazzo, nella corsa ex Siremar delle 13, abbiamo ricevuto una nota del signor Guglielmo Battaglino, presente in porto, che esprime il suo punto di vista.Egregio Direttore,
mi corre l'obbligo di dover dire il mio punto di vista su quanto accaduto ierinella corsa dell'aliscafo Milazzo/ Lipari delle ore 13
Parto dal dire che mi dispiace tanto quanto lamentato dal Signor Lo Presti...Credo anch'io, come affermato dal Dottor Paino, che si sia creato un brutto malinteso e incomprensione tra il Signor Lo Presti e il Comandante Tesoriero e il suo equipaggio.
Trovandomi sul porto di Milazzo in attesa di rientrare sull'isola di Lipari,non ho notato nessun "diverbio/aggressione" ma solo come sempre tanta disponibilità,cortesia e sopratutto professionalità da parte di tutto l'equipaggio dell'aliscafo( comandante Tesoriero compreso), nei confronti di tutti
passeggeri, che, chi per necessità familiare,chi per necessita lavorativa e chi per motivi di salute avevamo urgenza di rientrare a casa.
Viaggio spesso e affermo con la massima trasparenza che non è stile del'equipaggio e comandante in questione adottare comportamenti scontrosi,ineducati e "aggressivi"nei confronti di tutti i passeggeri che giorno dopo giorno transitano per le Isole Eolie.
Al comandante Tesoriero e a tutto il suo equipaggio(quasi tutti di Lipari) possiamo solo dire GRAZIE di tutto quello che fate per noi mettendo a rischio la propria persona sfidando in certi casi le condizioni avverse meteo marine.
grazie direttore.
Battaglino Guglielmo

Auguri da Partylandia per Alessandro Venuto e Alice Giuliano

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno ad Alessandro Venuto che compie 7 anni e ad Alice Giuliano che ne compie 6

Lettere al direttore. "E' invisibile l'area degradata tra il parcheggio di piazza Mazzini e la salita del Castello?"

Gentile Direttore,
desidero sottoporre alla Sua attenzione lo stato di indecoroso abbandono in cui versa quell'area dimenticata (mi sembra proprio il caso di dirlo) all'inizio di Piazza Mazzini, tra il "parcheggio" e la salita del Castello per intenderci e quindi alla vista di TUTTI (Sindaco, Assessori, Consiglieri,Dirigenti e Dipendenti Comunali, Dirigenti e Dipendenti del Museo, nonchè decine e decine di turisti in visita al Castello e quanti si rechino in Piazza o al Municipio per i più svariati motivi)
Detta area, in stato di totale abbandono, è ormai piena di erbacce e rifiuti vari, in alcuni punti sbucano anche dei tubi e dei cavi (!!)

La recinzione metallica è ormai letteralmente a pezzi ed in gran parte divelta (e quindi pericolosa)
Mi chiedo; E' INVISIBILE???
Così come risulta essere invisibile la vistosa sconnessione della strada anch'essa percorsa da TUTTI (vedi sopra)??
Si aspetta forse l'apertura di un "varco dimensionale" oppure che qualche malcapitato scooterista ne abbia un "contatto ravvicinato" ??
Mi sembra del tutto superfluo allegare foto descrittive, Lei stesso avrà avuto modo di passarci davanti moltissime volte...
Si parlasse di luoghi nascosti ed inaccessibili potrei capire... al contrario il persistente disinteresse dimostra essere un contrassegno di totale menefreghismo, superficialità ed approssimazione nell'adempiere al proprio lavoro oltre che una mancanza di rispetto verso persone e luoghi
Saluti e grazie di nuovo per la Sua attenzione

Lettera firmata

E' l'ora delle Prime Comunioni e Partylandia mette a vostra disposizione, per rendere indimenticabile quel giorno, tutto quanto di meglio possa esserci in questo settore.
Oltre dieci diversi modelli di cake topper, decorazioni per torte, ostie personalizzate classiche e in pasta di zucchero, oltre 50 diversi gusti di confetti ed ancora...tantissime composizioni di palloncini, archi, mongolfiere, palloncini ripieni, mylar, super shape, composizioni da tavolo e da terra e...tanto altro ancora.
Per l'occasione si addobbano sale e abitazioni


Vieni a trovarci. 
Partylandia è a Lipari in Via Ten. Mariano Amendola (Sottomonastero)  Telefono 090.9812657

Lipari. Oggi il consiglio comunale sancisce ritorno dell'ex presidente Pino Longo

Torna oggi in consiglio comunale il ragioniere Pino Longo, più volte consigliere comunale e durante l'amministrazione Bruno anche presidente del civico consesso liparese.
Come già scritto ha rinunciato a subentrare al dottor Natale Famà, deceduto prematuramente, il dottor Fabrizio Famularo che era risultato il primo dei non eletti nella lista PDL alle ultime amministrative.
L'insediamento di Longo è previsto per oggi, alle ore 10.00, giorno nel quale il presidente Adolfo Sabatini aveva già convocato il consiglio comunale per procedere alla surroga di Natale Famà con Fabrizio Famularo che, come premesso, ha rinunciato.

Testo poetico dell'eoliano Davide Cortese diventa una canzone del cantautore romano Morrone

Il cantautore romano Amedeo Morrone ha musicato un testo poetico di Davide Cortese e ne ha fatto una canzone: “Dimmi”.
L’artista Mario La Carrubba ha realizzato per la canzone un’opera di videoart nella quale dà vita ai disegni dell’eoliano Cortese, animandoli e colorandoli.
Il video di “Dimmi” è online su youtube.it a questo indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=g2RWARx5F5A

Lipari, oltre 73.000 euro per la segnaletica turistica. In arrivo totem interattivi e codici QR

COMUNICATO STAMPA

COMUNE DI LIPARI: OTTENUTO DECRETO DI FINANZIAMENTO PER REALIZZAZIONE SEGNALETICA TURISTICA 
Si rende noto che il Comune di Lipari, con D.D.G. 920 del 22/05/2015 dell’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo – P.O.R. FESR Sicilia 2007/2013, ha ottenuto un finanziamento di Euro 73.500,00 per la realizzazione di segnaletica turistica nel territorio comunale.
Il progetto esecutivo, redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale, fa riferimento al “Bando pubblico per la realizzazione di interventi nei centri a maggiore attrattività turistica e nei siti di interesse per la migliore fruizione da parte dei visitatori, quali la realizzazione di adeguata segnaletica stradale e pannelli informativi”. 
Il finanziamento prevede l’installazione, nell’area portuale di ogni Isola, di totem interattivi multimediali ovvero di computer disponibili all'utilizzo pubblico, delle vere e proprie "isole-informative" in grado di aiutare il turista ad orientarsi fra luoghi turistici e ospitalità, eventi e manifestazioni, informazioni pubbliche e notizie sul territorio. 
Inoltre, in prossimità dell’area museale dell’Isola di Lipari, verranno posizionati dei codici QR, tradotto in italiano “risposta veloce”, ovvero un’evoluzione del codice a barre, una guida interattiva in grado di contenere tutte le informazioni relative al patrimonio storico ed artistico della città o del monumento che si sta vedendo. L'obiettivo generale è quello di integrare una segnaletica innovativa alla segnaletica direzionale tradizionale. Le informazioni inserite nel "QR Code", infatti, possono essere lette attraverso un telefono cellulare, un palmare, uno smartphone, munito di fotocamera, connessione ad internet e di un apposito QR Code reader (software di lettura per QR Code). Si tratta di una vera e propria porta di accesso che arriva dal WEB direttamente sullo schermo del telefonino e consente di ampliare i contenuti con immagini, video, informazioni in italiano e lingua straniera dell’area interessata.
Il progetto mira a risolvere due problemi fondamentali: quello degli itinerari principali del territorio e quello dell' indicazione dei monumenti , con approfondimenti su tutte le notizie di natura storica, descrittiva, funzionale dei luoghi di maggiore interesse del centro storico. 
Lo scopo è quello di offrire un servizio ottimale al visitatore agevolando sempre più l’informazione e la promozione turistica del territorio.
L’Amministrazione Comunale
L’Assessore ai Rapporti con la Stampa
(Fabiola Centurrino)

Sessanta milioni di euro ai Comuni per la gestione degli uffici giudiziari

Il ministero della Giustizia ha autorizzato il pagamento come acconto delle spese sostenute per la gestione dell'anno 2013 della somma complessiva di 58.418.821,13 milioni di euro: 27 andranno per le sedi di Corte di appello, 26 milioni saranno invece liquidati per quelle di Tribunale, circa 1,5 milioni a Comuni con Sezioni distaccate di tribunale ed altrettanto a quelli sede di uffici di Giudice di pace. Quasi 3 milioni saranno, infine, rimborsati ai Comuni dove è stato soppresso il Tribunale o la Sezione distaccata