Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 19 settembre 2015

Tornano i mezzi veloci a Vulcano. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud

Ricerca libri di testo

"Ragazza frequentante la classe terza della sezione turistica dell'istituto tecnico commerciale Isa Conti di Lipari ricerca libri di testo usati in prestito o da acquistare a prezzo scontato.Per informazioni rivolgersi allo 0909814238"

67 mila euro per il comune di Lipari potenziare la raccolta differenziata di carta e cartone

COMUNICATO
Tra i Comuni beneficiari dei finanziamenti previsti dal bando Comieco-Anci (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani), sulla base del “Programma Comieco per l’acquisto di attrezzature per lo sviluppo dei sistemi di raccolta”, c’è anche il Comune di Lipari.
E’ arrivata nella giornata di ieri la comunicazione di ammissione all’erogazione del contributo da parte della Commissione Tecnica del bando per l’acquisto di dotazioni dedicate alla raccolta di carta e cartone, a cui il Comune di Lipari – Assessorato all’Ambiente – ha partecipato nel mese di giugno.
Si tratta di importanti risorse che il Consorzio eroga a fondo perduto con l’obiettivo di supportare l’incremento di quantità e qualità della raccolta nei Comuni medio-piccoli con rese al di sotto della media nazionale e che le amministrazioni comunali utilizzeranno per l’acquisto di nuove attrezzature necessarie ad effettuare o a migliorare il servizio di raccolta differenziata della carta e del cartone.
Tutto ciò sarà realizzato anche attraverso puntuali interventi di informazione e sensibilizzazione degli utenti, usufruendo degli strumenti/contributi offerti dalla stessa iniziativa.
Il finanziamento che sarà concesso al Comune di Lipari per potenziare la raccolta differenziata di carta e cartone ammonta a circa 67.000,00 Euro e sarà destinato all'acquisto di 4 mila mastelli, 50 carrellati a due ruote da 120 lt, 100 carrellati a due ruote da 240 lt, 40 cassonetti da 770 lt e 80 cassonetti da 1100 lt.
Le attrezzature saranno distribuite su tutto il territorio comunale, in particolare nei luoghi in cui sono presenti le utenze, a partire dalle scuole, a prosecuzione del lavoro di ripartizione degli appositi contenitori per la differenziata di vetro, carta e plastica che l’Amministrazione – Assessorato P.I. e Ambiente, in collaborazione con la S.R.R. – sta già portando avanti nei plessi scolastici comunali.
L’Amministrazione Comunale

Corse aggiuntive del Citis in occasione della maratona musicale di domani a Lingua

Il Citis, in occasione dell'evento del 20 settembre a Lingua (Salina), organizzato per il Salina doc fest, effettua le seguenti corse aggiuntive.

Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava. In arrivo correnti fresche e possibili temporali

Come preannunciato lo scorso Lunedi, a partire dalla notte e l'alba di di Domenica 20 giungerà un primo impulso di moderate correnti fresche di maestrale che sospingeranno sulle Eolie nubi basse che potranno arrecare rovesci di pioggia o isolatamente la formazione di temporali o rovesci grandinigeni.  
A seguire, un secondo impulso , contribuirà a far diminuire la temperatura massima e il tempo da variabile tenderà ad essere instabile nelle ore pomeridiane, in proseguimento nelle ore serali e notte seguente. 
I fenomeni tenderanno a presentarsi diffusi e ad intensificarsi, con rovesci di pioggia moderata alternati a manifestazioni temporalesche , ed assisteremo al rinforzo dei venti di maestrale che si presenteranno tesi, con raffiche serali che tenderanno ad aumentare il moto ondoso fino a molto mosso, al largo.
Nella mattinata di Lunedi 21 saranno possibili piovaschi, in esaurimento dal pomeriggio-sera, mentre le tese raffiche da Nord-Nord ovest, in attenuazione pomeridiana, contribuiranno, oltre a mantenere la colonnina di mercurio sui 23 C, anche alla formazione di onde di mare lungo che renderanno il moto ondoso ancora molto mosso attorno alle Eolie.
PER AGGIORNAMENTI METEO VISITATE LA PAGINA FACEBOOK www.facebook.com/meteoeolie

L'Antidiscriminazione dibattuta ala CRI di Messina

COMUNICATO STAMPA
C.R.I. Comitato Provinciale di Messina
Si è tenuta il 18 settembre 2015 presso la sede della Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Messina una giornata impegnativa all'insegna dell'unione con l'informatore giuridico Avv. Olga Marotti, esperto dell'UNAR, sul tema dell'antidiscriminazione.
L'evento programmato nell'ambito del Progetto“Promozione e sviluppo della Rete regionale dei centri antidiscriminazione”,18 tra Enti pubblici ed Associazioni presenti all'incontro:
Comune di Messina; Associazione AltreMenti; Associazione Anolf; Associazione CIRS Messina; Associazione AISM; Associazione Pegaso ; Associazione Per Te Donna ; Associazione Cedav Messina; Associazione La Clessidra ; Associazione Castel Gonzaga; Associazione Migralab A.Sayad; Centro di aiuto alla vita Vittoria Quarenghi; Centro di prima accoglienza Ahmed; CGIL Camera del lavoro territoriale Capo D'orlando; Centro ITARD Sicilia srl Messina; Cooperativa Sociale Nuovi Orizzonti San Fratello; Cooperativa Sociale Azione Sociale Messina; Arcigay MAKWAN
L'intensa giornata informativa e promozionale di sensibilizzazione contro ogni tipo di discriminazione ha anche aperto le porte ad un bisogno/volontà di fare maggiore rete tra le associazioni.
L'intento futuro è di portare avanti insieme progetti per rendere più sostenibili, con l'unione di tutti, i bisogni della società per poter essere sempre più vicini alle esigenze della gente.
Il Comitato Provinciale di Messina dal 2014 risulta essere nodo/sportello antidiscriminazione, un punto di riferimento per tutto il territorio messinese svolgendo funzioni informative e promozionali di sensibilizzazione, di ricevimento e orientamento con consulenza nei confronti dell'utenza attraverso la raccolta delle segnalazioni e la messa in rete con il Contact Center UNAR.
Giuseppe Intelisano

Per Don Gennaro gli auguri di Marco Manni

Caro direttore
desidererei attraverso il tuo notiziario augurare a don Gennaro Divola, che ha dedicato la sua esistenza alla parrocchia di Canneto, un mondo di bene. Da lui ho ricevuto i Santi Sacramenti
Marco Manni

Corsa speciale Ustica Lines

Una corsa speciale dell'Ustica Lines sarà effettuata stamani alle 10 e 20 con partenza da Milazzo per Vulcano-Lipari.
La corsa viene effettuata per le considerevoli richieste di turisti diretti nell'arcipelago. 

SINGOLARE FESTA DEGLI EOLIANI NEL MONDO A SALINA, NELLE EOLIE

Così la Festa degli Eoliani nel mondo ( giunta alla quarta edizione), che si svolge, a settembre, nell’isola di Salina, Eolie, ha suscitato, anche quest’anno, una grande emozione, con un singolare coinvolgimento di tutti i presenti (isolani e turisti), specie di coloro che sono giunti dall’Australia per partecipare a tale evento. Per l’occasione, a Malfa, è stata inaugurata la Sezione australiana del Museo Eoliano dell’Emigrazione, che già esiste dal 1999. Ospiti d’onore sono stati numerosi componenti della famiglia di Bob Santamaria, il Cardinale George Pell (giunto dal Vaticano ed Arcivescovo Emerito di Melbourne e di Sydney)), che ha tagliato il nastro tricolore insieme al Sindaco del Comune di Malfa Salvatore Longhitano ed al Vice Sindaco del Comune di Santa Marina Salina Domenico Arabia, dopo il discorso introduttivo del prof. Marcello Saija (direttore del Museo e Presidente dell’Associazione CIRCE).
All’articolato programma (4 -7 settembre), organizzato appunto dalla CIRCE con la collaborazione dei Comuni di Malfa e di Santa Marina Salina (rispettivamente da Clara Rametta e da Linda Sidoti- assessori alla Cultura) è stato dato il via, con l’accoglienza della delegazione giunta dall’Australia, nel porto di Santa Marina Salina. Il giorno successivo, in mattinata, il gruppo si è recato in visita al Santuario dedicato a Maria Santissima del Terzito, dove il parroco e rettore P. Alessandro Lo Nardo ha parlato sulle origini e sulla storia dell’antico culto devozionale che tutti gli eoliani nel mondo nutrono verso la Madonna con il campanello. Non è mancata la visita agli anziani nella Casa di Riposo attigua al Santuario, dove il Cardinale Pell si è soffermato a parlare con alcuni di loro. Quindi a Rinella, borgo marinaro dove è nato Giuseppe Santamaria (padre di Bob Santamaria), nella chiesa di San Gaetano il Cardinale Pell ed alcuni sacerdoti australiani hanno concelebrato la Santa Messa. Nel pomeriggio, a Malfa, l’evento tanto atteso: l’apertura ufficiale della sezione museale “Le Comunità Eoliane d’Australia” attigua alla Biblioteca Comunale.
Grande la soddisfazione degli organizzatori per il faticoso lavoro di allestimento; altrettanto grande e forte l’emozione dei presenti e della delegazione australiana giunta da Melbourne e da Sydney nel vedere immagini e documenti inediti di tanti eoliani che si sono fatti onore nel continente australiano. Sempre a Malfa, nella Sala Congressi, è stato presentato lo spettacolo “Cara moglie ti scrivo”(carteggio Sbriglio sceneggiato con Enzo Donato e Marcello Saija). L’indomani, a Lingua, il pomeriggio si è aperto con la Santa Messa celebrata da P. Alessandro e dai confratelli australiani nella chiesa di San Bartolomeo, in suffragio di Robert Agostino Santamaria e di padre John Lo Schiavo S.J. e di tutti gli eoliani emigrati defunti.
A seguire , nel Museo Civico (Terrazza del Museo Archeologico) si è svolto il convegno (moderato da Marcello Saija) su “L’emigrazione Eoliana in America e in Australia- Differenze e similarità in una valutazione diacronica”. Diversi gli interventi: dal giovane ricercatore belga Gunther Malin al senatore Nino Randazzo e a Mrs. Bernardette Tobin (figlia di Bob Santamaria), la quale ha tracciato un quadro singolare del padre e di tutta la sua attività nel mondo politico australiano. Quindi ha concluso il suo discorso citando le parole del padre: ”Mentre non vi sono dubbi sul fatto che l’Australia sia stata e sia al primo posto nella scala dei miei sentimenti di lealtà, il mio stretto legame con le mie origini italiane e con la cultura italiana è uno degli aspetti più importanti della mia vita”. Infine ha ringraziato tutti, anche a nome di Mary Helen, Joseph, Anne, Bobby Santamaria presenti alla manifestazione (e di Paul e Cristina, impossibilitati a venire in Italia) dal profondo del cuore per l’omaggio reso al loro amatissimo padre Bob Santamaria.
L’artista Ambra Mirabito di Canneto-Lipari ha parlato del “Ritorno dei fenicotteri rosa ( quale simbolo dell’evento sul fenomeno dell’emigrazione) nel laghetto di Lingua”- luogo di passaggio degli uccelli migratori- ed ha realizzato fascinose decorazioni, disegni a china e ricami di fili di seta. Nella piazzetta Marina Garibaldi è avvenuta la cerimonia, presentata da Massimiliano Cavaleri, per l’assegnazione del Premio “Eoliani nel Mondo” e sono state consegnate le targhe alla memoria di Father John Lo Schiavo( padre gesuita e presidente dell’Università di San Francisco- Stati Uniti d’America ) e di Robert Agostino Santamaria (figura di primo piano nella politica australiana). Poi sono stati proiettati due documentari realizzati da Marcello Saija sui due insigni personaggi premiati. Targhe sono state consegnate a Bernardo Mandile, quale rappresentante della Società Mutuo Soccorso delle Isole Eolie di Melbourne ed a Maria Ruggera in Lauria , quale ambasciatrice dell’Associazione Isole Eolie- Confraternita di San Bartolomeo di Sydney. La manifestazione si è conclusa con un buffet di cibi eoliani preparati ed offerti dai ristoranti e dalle comunità di Santa Marina e Lingua e con lo spettacolo musicale “Stori di la me terra-Il cantastorie del XXI secolo con Luigi di Pinto (chitarra), con Mario Crisafulli (fisarmonica) e Rosario Tomarchio (chitarra).
Infine, la sera successiva, a conclusione della manifestazione, nella Piazza di Santa Marina è stato organizzato il “Pescebello Fish- Tour delle Isole di Sicilia”(pesca, vino, eventi, degustazioni, regate veliche, musica e feste patronali). 
 Antonio Brundu
Nella foto di Antonio Brundu- Lingua, isola di Salina: Il Sindaco del Comune di Malfa Salvatore Longhitano consegna il riconoscimento alla famiglia Santamaria di Melbourne

Il Santo del giorno: San Gennaro

Nome: San Gennaro
Titolo: Vescovo e martire
Ricorrenza: 19 settembre
Protettore di:donatori di sangue, orafi


S. Gennaro nacque a Napoli nella seconda metà del secolo III. Di famiglia nobile e molto cristiano, predilesse fin dalla sua giovinezza la vita ecclesiastica. A trent'anni era sacerdote e vescovo di Benevento, quando scoppiò la persecuzione di Diocleziano. Grande era la sua amicizia col diacono Sosio, che consultava sovente circa gli affari della diocesi, trovando in lui molto sapere e conforto spirituale. 
Un giorno, mentre Sosio leggeva il Vangelo nella chiesa, il Vescovo vide scintillare sopra il suo capo una fiamma che conobbe essere preannunzio del martirio. Pieno di giubilo per tanta grazia, baciò il capo di colui che doveva patire per amore di Gesù Cristo e ne rese grazie al Signore, rimanendo in attesa che si compisse la volontà di Dio. Difatti. poco dopo, per ordine del giudice Draconzio, il santo diacono fu chiuso in prigione. Ciò saputo Gennaro andò a visitarlo, ed entrato nel carcere: « Perché, esclamò, quest'uomo di Dio è tenuto prigioniero senza alcun motivo? ». Riferite queste parole a Timoteo, prefetto della Campania, questi fece arrestare anche Gennaro. 
Il nostro Santo, gettato in una fornace ardente, ne uscì illeso. Pertanto il prefetto preso da sdegno, ordinò di stirare il corpo del Martire, fino a rompergli le articolazioni. Frattanto un altro diacono, Sisto, ed il lettore Desiderio, presi e incantenati furono trascinati, insieme col Vescovo, davanti al carro del prefetto, fino a Pozzuoli e gettati nella medesima prigione ove erano detenuti Sosio e Proculo ed i cristiani Eutiche e Ponzio già condannati alle belve. 
Il giorno dopo furono tutti esposti alle fiere nell'anfiteatro; ma queste, dimentiche della loro naturale ferocia, si accovacciarono ai piedi di Gennaro. Intanto il prefetto, attribuendo ciò a incantesimi, pronunciò contro i martiri di Cristo la sentenza capitale, e divenuto cieco sull'istante, non ricuperò la vista che per le preghiere del Santo. A questo miracolo quasi cinquemila uomini abbracciarono la fede di Cristo. Tuttavia l'ingrato giudice non convertito dal beneficio, anzi sdegnato per la moltitudine delle conversioni e fanatico osservatore dei decreti imperiali, ordinò che il santo Vescovo coi compagni fossero uccisi di spada il 19 settembre. 
I Napoletàni, dietro avviso celeste, accorsero a raccogliere in ampolle parte del sangue del martire San Gennaro e trasportarono il corpo prima a Benevento, poi a Montevergine e infine nella cattedrale di Napoli, ove fu eletto a patrono principale della città. Napoli attribuì alla sua protezione la grazia di essere stata liberata da molteplici e violenti eruzioni del Nella cappella del Tesoro della cattedrale si conserva il capo e due ampolle di sangue del santo Vescovo: quivi da sedici secoli si ripete il miracolo detto di S. Gennaro. Tale portento venne studiato da dotti di ogni secolo e d'ogni fede e tutti furono d'accordo nell'attribuirlo ad un intervento soprannaturale. Infatti, allorché nella ricorrenza del suo martirio e della sua consacrazione episcopale si pone il capo del Santo martire, racchiuso in una preziosa custodia, alla presenza del suo sangue raggrumato e contenuto in due ampolle di cristallo, senza l'intervento di alcun agente esterno, la massa del sangue del martire passa dallo stato solido allo stato liquido e lo si vede bollire. 

PRATICA: Facciamo oggi un piccolo sacrificio per la nostra fede. 

PREGHIERA. O Dio, che ci rallegri coll'annua solennità dei tuoi santi martiri Gennaro e compagni, concedi che come siamo rallegrati dai loro meriti, così siamo infiammati dai loro esempi. Vesuvio, e dalle armi di molti nemici che avevano giurato la sua rovina. 

venerdì 18 settembre 2015

Circoscrizione Vulcano, positivo incontro con sindaco Giorgianni

Si è svolto questo pomeriggio a Vulcano l'incontro tra il Sindaco e la cittadinanza sulla problematica del pontile aliscafi e sui collegamenti marittimi.
L'incontro è stato abbastanza partecipato, il Sindaco ha annunciato che dopo le prove di ormeggio odierne da lunedì faranno scalo a Vulcano tutti i mezzi veloci, in testata al molo di attracco delle navi e due alla volta nel frattempo saranno collocati due coppie di respingenti una a cura del Genio Civile una dal Comune di Lipari,il primo cittadino ha riferito che saranno adottate le procedure di urgenza della Protezione Civile per la ricostruzione del pontile in ferro, si conta di appaltare i lavori con l'inizio dell'anno nuovo, inoltre sarà valutata la fattibilità per un attracco alternativo in caso di maltempo a ponente o a Gelso.
Viva soddisfazione ha espresso la gente per i provvedimenti adottati e per il ripristino delle corse con i mezzi veloci.
Vulcano 18/09/2015
La Circoscrizione di Vulcano

Il poeta eoliano Cortese ospite, domani, del Festival musicale delle Nazioni a Roma

Davide Cortese, poeta eoliano, sarà ospite del Festival Musicale delle Nazioni.
Sabato 19 settembre 2015, un imperdibile appuntamento nella meravigliosa location del Chiostro di Santa Maria in Campitelli a Roma.
All’interno del FESTIVAL MUSICALE DELLE NAZIONI, organizzato da Angelo Filippo Jannoni Sebastianini, è previsto un reading di tre poeti: Fernando Della Posta, Davide Cortese e Federico D'Angelo di Paola, protagonisti della poesia contemporanea selezionati da Donatella Giancaspero e Anita Tiziana Laura Napolitano.
L’appuntamento avrà luogo alle ore 19.45 e sarà seguito dal concerto: “FRANCK: SONATA PER VIOLINO E PIANOFORTE HINDEMITH: SONATA IN FA PER VIOLA E PIANOFORTE OP. 11 N. 4” Misia Jannoni Sebastianini (violino) Matteo Rocchi (viola) Michelangelo Carbonara (pianoforte) Musiche di C. Franck (sonata per violino e pianoforte in la maggiore) ; P. Hindemith (sonata per viola e pianoforte op11 n. 4)

Furto ad Alicudi. Giovane liparese ai domiciliari per ricettazione. L'articolo sulla Gazzetta del sud


"I diritti dei bambini", l'Associazione Remì a convegno

Si è svolto, nei giorni scorsi, nella splendida cornice dell’Antica Stazione di Posta dei Denti di Gliaca di Piraino un interessante convegno organizzato dalla Remi onlus, associazione di volontariato che opera nella Uoc di Pediatria-TIN dell’Ospedale di Patti, a sostegno delle famiglie e dei neonati prematuri. Dopo l'affascinante narrazione delle origini e della funzione della struttura ospitante attraverso i secoli, da parte del Prof. R. Princiotta, noto storico e già sindaco di Piraino, il Prof. Giovanni Corsello, Presidente della Società Italiana di Pediatria e docente dell'Università di Palermo ha tenuto una lezione magistrale sui “diritti del bambino”, affrontando problematiche di grande interesse e drammatica attualità.  Dal bambino immigrato, al quale talora viene negato finanche il diritto elementare alla vita, ai diritti del nascituro di ricevere cure adeguate in strutture efficienti, alla promozione dell’allattamento materno, essenziale per la prevenzione delle malattie metaboliche in età adulta. Il prof. Corsello si è inoltre intrattenuto sull’importanza delle vaccinazioni, la cui pratica viene spesso disattesa con gravissimi rischi per la salute a causa di campagne pubblicitarie prive di qualunque fondamento scientifico.
Alla conferenza, oltre al Direttore generale dell'ASPME, dott. Gaetano Sirna, che ha ribadito l'importanza delle stretta sinergia tra le strutture sanitarie pubbliche e le associazioni di volontariato a garanzia del paziente, erano presenti numerosi rappresentanti di altre Associazioni, direttori di unità di Pediatria e TIN e vari esponenti del mondo della cultura.
Grande emozione ha suscitato l'intervento del Prof. Lorenzo Pavone, emerito di Pediatria dell’Università di Catania e neurologo pediatra di fama internazionale, che ha dedicato tutta una vita alla cura, difesa e tutela del bambino. Commossa soddisfazione per la straordinaria partecipazione all' evento è stata espressa dal Dott. Elio Coletta, Presidente in carica della Remì onlus e già Direttore della UOC di Pediatria-TIN di Patti, che ha ripercorso la nascita dell’unita di terapia intensiva ribadendo il proprio impegno nel continuare ad operare al servizio del bambino.

La Remì onlus, conferma con questo evento la propria valenza nel realizzare interventi di vario genere a tutela del neonato pretermine e della sua famiglia. Già interprete di numerose manifestazioni scientifiche e divulgative sul difficile percorso della prematurità, l’associazione svolge un ruolo quotidiano a sostegno delle famiglie e del reparto di terapia intensiva neonatale, collaborando fattivamente al miglioramento della qualità di vita del bambino ospedalizzato.
Nella foto: la liparese dott.ssa Caterina Cacace, direttrice Utin Patti

Smarrito gattino

E' stato smarrito a Pirrera questo gattino di circa 4 mesi. Manca da qualche giorno da casa. 
Il suo nome è Black
Il numero dove contattare i proprietari, nel caso in cui qualcuno possa averlo ritrovato è: 090.8969289

Prove tecniche nel molo di Vulcano per l'approdo dei mezzi veloci. Il comunicato del Circomare Lipari

Per quanto riguarda le prove effettuate vi avevamo già mostrato, in esclusiva un video che potrete rivedere cliccando su questo link http://eolienews.blogspot.it/2015/09/prove-tecniche-dapprodo-vulcano-per.html

"Prove tecniche" d'approdo a Vulcano per monocarena Ustica Lines

"Prove tecniche" d'approdo stamattina nel pontile a giorno di Vulcano per il monocarena Carlotta M. dell'Ustica Lines, partito da Milazzo alle 09.30.
 Come testimoniano le immagini di Luciano Vivacqua si è proceduto all'accosto e allo sbarco dei passeggeri. IL VIDEO:

Domani a Malfa presentazione del libro "Le americane di Rabbato. Lettere da un mondo nuovo"

La Fiera del Pescatore a Pantelleria

Aveva già riscosso un notevole successo a luglio, nell'isola di Salina. Lo scorso week end la due giorni dedicata alla Fiera del Pescatore è riuscita a catturare anche i turisti e i residenti di Favignana. Adesso tocca a Pantelleria.
L'appuntamento è per domani19 settembre tra i vicoli del centro storico, tra la Piazzetta e il Vicolo Messina, dove si trovava il vecchio mercato ittico isolano.
A partire dalle ore 18.30 il via all'incontro tra le associazioni dei pescatori e i consumatori e ai laboratori scientifici di educazione ambientale con l'osservazione di reperti marini. Poi spazio alla mostra fotografica e alla proiezione del trailer “Isole Minori, Paesi di mare” di R. Cingillo.
La giornata continuerà fino alle fino alle 22.30 con la tanto attesa degustazione del pesce locale, curata dalla locale associazione pescatori e dal comune di Pantelleria. Un'attività, quest'ultima, che vuole far riscoprire ed apprezzare le specie dimenticate di pesce povero,ma che racchiudono tante qualità importanti per una corretta alimentazione.
L'evento rappresenta un momento di rilancio della marineria pantesca, che con sacrifici riesce tenere viva la tradizione della pesca artigianale in un' isola fortemente vocata all' agricoltura.
La Fiera è organizzata da Green Life e con il supporto di associazioni ambientaliste. La manifestazione gode anche del sostegno del Gac Isole di Sicilia e dei comuni coinvolti in cui l'evento farà tappa.

EUROPA: MULTE PER AIUTI A IMPRESE VENETE. ARDIZZONE: " E I SICILIANI PAGANO!"

“Tutti gli italiani, e quindi anche i siciliani, dovranno mettere di nuovo mano in tasca per pagare l’ennesima multa di 30 milioni di euro inflitta al nostro Paese per finanziamenti europei, considerati illegittimi ed incompatibili, a migliaia di imprese del Veneto. Non è la prima e, purtroppo per noi, non sarà l’ultima volta che l’atteggiamento di superiorità nell’amministrare la cosa pubblica, sbandierato ai quattro venti, con continui e ripetuti attacchi al Mezzogiorno, da parte di esponenti politici del Nord-est, frani di fronte a dati inconfutabili circa le violazioni del diritto dell'Unione europea".
Lo dichiara il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, commentando la sentenza della Corte di giustizia europea contro l’Italia, emessa oggi a Lussemburgo, per il mancato recupero di riduzioni e sgravi fiscali concessi tra il 1995 ed il 1997 (per complessivi 114 mln circa), giudicati come aiuti di stato a 1.645 imprese di Venezia e Chioggia. I giudici di Lussemburgo hanno inflitto una multa forfettaria di 30 milioni di euro, da pagare immediatamente, più altri 12 milioni di euro per ogni ulteriore semestre di ritardo a decorrere da oggi finché non sarà recuperata l'intera somma.
“Allora non è vero - continua Ardizzone - che l’imprese del Nord non hanno mai avuto aiuti e finanziamenti e che quindi lo sviluppo dell’occupazione in quelle zone si deve solo ai virtuosi imprenditori che hanno investito risorse proprie. Altro che Roma ladrona e Sud sprecone e assistenzialista. Come direbbe il buon Totò: ma mi facciano il piacere!”

Expo 2015, record di visitatori nello spazio Sicilia. Chiuse ieri le due settimane nello spazio a rotazione di Unioncamere Sicilia a Milano

Oltre cinquemila visite giornaliere con picchi di presenze nei weekend e durante le degustazioni. Quattordici giorni di assaggi e wine tasting. Meeting e incontri btob con delegazioni estere. E poi tanti laboratori artistici, percorsi sensoriali e tavole rotonde sui temi del buon cibo, della Dieta Mediterranea e sull’offerta turistica. Si chiude oggi con un bilancio più che positivo la partecipazione siciliana ad Expo che è stata presente a Milano per due settimane, dal 4 al 17 settembre, nello spazio a rotazione regionale situato in una posizione strategica, a pochi passi da Palazzo Italia e dall’Albero della Vita. L’iniziativa è inserita nell’ambito del progetto “Your Gate to Sicilian Excellence” promosso da Unioncamere Sicilia in sinergia con l’Assessorato regionale alle Attività Produttive.
«È stata una grande occasione per promuovere il “Made in Sicily” di fronte al vasto pubblico di Expo, ma anche con tanti operatori internazionali interessati a conoscere le opportunità commerciali che provengono dal mercato siciliano», commenta il presidente di Unioncamere Sicilia, Antonello Montante. Che aggiunge: «Questa esperienza conferma il forte appeal dei prodotti agroalimentari siciliani verso l’estero e ci indica la strada per il futuro: armonizzare l’offerta enogastronomica con quella turistica per puntare sul binomio “Cibo-Cultura”». «La nostra partecipazione ad Expo – dice il segretario generale f.f. di Unioncamere Sicilia, Santa Vaccaro – ha portato i suoi frutti: abbiamo messo in contatto le nostre aziende con gli operatori esteri. I paesi asiatici, Cina in testa, sono quelli che hanno mostrato maggiore interesse per i nostri prodotti. Non solo. Siamo in contatto con una delegazione del Qatar che vuole conoscere meglio le imprese siciliane».
I veri protagonisti delle due settimane appena trascorse sono state infatti le imprese. Selezionate tramite avviso pubblico, 113 aziende siciliane hanno avuto la possibilità di mettere in mostra i propri prodotti e offrire degustazioni nel corso delle giornate a tema, con l’obiettivo di far conoscere le eccellenze enogastronomiche, le ricchezze turistiche e la tradizione millenaria dell'artigianato siciliano.

Un anno fa ci lasciava Lucia

Un anno fa ci lasciava la carissima Lucia D'Albora.
Eolienews la vuole ricordare con questa foto 

Domato incendio a Quattropani

E' stato domato, dopo circa 2 ore, l'incendio scoppiato ieri sera a Vitusa (Quattropani) e non a Coste d'Agosto come avevamo erroneamente scritto.
Il  grande impegno dei vigili del fuoco e della forestale ha evitato che le fiamme potessero avvolgere una villa e causare ingenti danni al patrimonio boschivo

Santo del giorno: San Giuseppe da Copertino

Nome: San Giuseppe da Copertino
Titolo: Sacerdote
Ricorrenza: 18 settembre
Protettore di:astronauti, aviatori, esaminandi, passeggeri di aerei, studenti
S. Giuseppe da Copertino nacque nell'anno 1603 da pii genitori e prevenuto dall'amore di Dio, passò la sua infanzia in santa semplicità e purezza di costumi. Liberato dalla Vergine Madre di Dio da una lunga e molesta malattia, sopportata con mirabile pazienza, si diede con fervore alle pratiche di pietà, e per unirsi più strettamente a Dio che lo chiamava a grandi cose, risolvette d'abbracciare l'ordine serafico.
Dopo varie peripezie, fu ricevuto tra i Minori Conventuali del convento della Grottella, dapprima come laico e poi come chierico. Dopo la professione solenne, ordinato sacerdote, si propose di condurre una vita ancor più perfetta. Cosicché avendo rinunziato a tutti gli affetti mondani e alle cose non assolutamente necessarie alla vita, martoriò il corpo con cilici, discipline, catenelle: in una parola con ogni sorta di austerità e sofferenze, mentre nutriva continuamente lo spirito col soave alimento della orazione e della contemplazione più sublime. Onde l'amor di Dio, già diffuso nel suo cuore fin dalla prima età, andò sempre più crescendo.
La sua ardentissima carità rifulse singolarmente nelle estasi e nei rapimenti. Era obbedientissimo ai suoi superiori. Imitò talmente la povertà del serafico suo Padre S. Francesco che, sul punto di morire, potè confessare con tutta verità al suo superiore di non aver nulla da lasciare. Pertanto morto a sè ed al mondo, manifestava la vita di Gesù nella sua carne.
Eroica fu la suà carità verso i poveri, gl'infermi, gli affiati da qualsiasi tribolazione. La sua carità non escludeva neppure quelli che lo assalivano con oltraggi ed ingiurie, accettando tutto con la stessa pazienza, dolcezza e serenità che mostrò nel sopportare le tante e penose vicissitudini della sua vita.
Ammirato poi non solo dal popolo ma anche dai prìncipi per la sua eminente santità e doni celesti, egli si mantenne talmente umile, che stimandosi gran peccatore, pregava Dio con insistenza perchè gli sottraesse i suoi doni straordinari, e chiedeva agli uomini che dopo morte gettassero il suo corpo in un luogo dove la sua memoria fosse del tutto obliata. Ma Dio che esalta gli umili e che aveva arricchito il suo servo di celeste sapienza, del dono della profezia, della penetrazione dei cuori, delle guarigioni e d'altri privilegi, rese preziosa anche la sua morte e glorioso il sepolcro. Come aveva predetto morì a Osimo, a 61 anni di età. Benedetto XIV lo inscrisse nell'albo dei Beati, e Clemente XIII in quello dei Santi. Clemente XIV ne estese l'Ufficio e la Messa a tutta la Chiesa.

PRATICA. — Ricordiamoci che la nostra vera dimora non è su questa terra, ma in cielo. Recitiamo sovente l'atto di speranza.

PREGHIERA. — O Dio, che hai predetto di voler attrarre tutto al tuo Figliuolo Unigenito, dopo che fosse stato sollevato da terra, concedi benigno che per i meriti e l'esempio del tuo serafico confessore Giuseppe, elevandoci al di sopra di tutte le terrene cupidigie, noi meritiamo di giungere a lui nella gloria eterna.

giovedì 17 settembre 2015

Informazioni per il cittadino. Gli orari delle navi ex Siremar dal 18 al 21 Settembre

Ritrovato cellulare

E' stato ritrovato a Lipari centro un cellulare. Chi lo ha smarrito ci contatti al 339.5798235

Troppe erbacce e rischio incendi intorno alla scuola di Pianoconte. L'articolo del direttore sulla Gazzetta del sud

Quattropani nel mirino dei piromani. Dopo Vallone Bianco incendio in corso a Coste d'Agosto

Non abbiamo più parole per definire i piromani che, in questo settembre, stanno mettendo a ferro e fuoco Lipari. 
Neppure il tempo di spegnere l'incendio a Vallone Bianco che quasi subito, sempre a Quattropani sono state appiccate le fiamme nelle prossimità di Coste d'Agosto.
D'altronde, scusate se battiamo sempre sullo stesso tasto, si sentono forti, visto che restano impuniti. 

Portinente...e i liquami continuano a finire sulla spiaggia e in mare. Abbiamo contattato l'assessore Orto

Foto Francesco Manicotto
Abbiamo contattato l'assessore Gaetano Orto che si trova momentaneamente fuori dall'isola. Si è messo in contatto con la ditta e ha potuto appurare che, durante le avverse condizioni meteo, l'acqua ha sollevato il coperchio e delle pietre sono penetrate,  all'interno del pozzetto, danneggiando le pompe. I pezzi di ricambio sono in arrivo. Il problema dovrebbe essere risolto tra domani e dopodomani

Lipari: Consiglio comunale convocato per il 21 Settembre. Annullata convocazione del 24

Auguri ai coniugi Nino Foti - Rosa Di Maggio per i 58 anni di matrimonio. Alla signora anche auguri di Buon Compleanno

Hanno festeggiato il 5 Settembre, 58 anni di matrimonio i coniugi Nino Foti e Rosa Di Maggio.
La signora Rosa, tra l'altro, oggi compie 80 anni!
Auguri da parte di tutti i figli, nipoti e pronipoti!
Auguri anche da Eolienews!


Domato incendio a Vallone Bianco

E' stato domato da vigili del fuoco e forestali l'incendio sviluppatosi nel pomeriggio in località Vallone Bianco a Quattropani.
In fumo un ettaro circa di vegetazione

SalinaDocFest: Emessa ordinanza per disciplinare afflusso a maratona musicale di domenica a Lingua

COMUNICATO
Ha preso il via ieri la nona edizione del SalinaDocFest, il festival del documentario narrativo che si svolgerà a Salina fino a domenica prossima. La kermesse, che vedrà quest’anno la partecipazione di nomi importanti della cinematografia nazionale ed internazionale come Nanni Moretti (ospite della serata di ieri), vivrà il suo momento di chiusura a Lingua dove, nella serata di domenica 20 settembre, si svolgerà una maratona musicale che vedrà alternarsi sul palco per circa due ore Piero Pelù, voce storica dei Litfiba, Raf, Lorenzo Fragola, la cantante inglese Sarah Jane Morris ed altri nomi importanti del panorama musicale nazionale ed internazionale.
Salina si prepara pertanto ad accogliere un gran numero di spettatori, attesi da tutto l’arcipelago ed anche dalla terra ferma. Per garantire un afflusso ordinato e sicuro ai partecipanti, il Comune di Santa Marina Salina ha predisposto un’apposita ordinanza (la n.35/2015) che regolamenta la viabilità nella frazione di Lingua per la serata di domenica 20 settembre. L’accesso,infatti, sarà consentito solo ai ciclomotori, alle auto dei residenti e dei proprietari di casa nella frazione di Lingua, oltrechè alle auto degli ospiti delle strutture ricettive dotate di parcheggio privato e muniti di apposita attestazione. Via libera anche per le vetture n.c.c., per le navette private delle strutture ricettive e di ristorazione adibite al trasporto della rispettiva clientela e per i bus del Consorzio Citis. Quest’ultimo, su richiesta dell’Amministrazione Comunale di Santa Marina Salina, predisporrà un servizio di trasporto dedicato a pagamento che, a partire dalle ore 20,00 di domenica 20 settembre e fino alle ore 01,00 del giorno successivo garantirà una spola continua (ogni 30 min. circa) tra il porto di Santa Marina Salina e la frazione di Lingua. La frazione sarà inoltre raggiungibile dal mare: in virtù di un’ordinanza (n. 50/2015) emessa dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari sarà infatti possibile per i natanti utilizzare per il solo sbarco il piccolo molo di Lingua.
Per garantire inoltre maggiore sicurezza nelle aree interessate dalla manifestazione, con apposita ordinanza (n. 34/2015) è stata inibita ai locali pubblici la distribuzione di bevande in contenitori di vetro oltrechè il consumo di bevande in contenitori di vetro e l’abbandono degli stessi su area pubblica.
Le Ordinanze Comunali citate sono consultabili collegandosi al sito istituzionale www.comune.santa-marina-salina.me.it

Incendio in corso a Vallone Bianco (Quattropani)

Chi pensava che i piromani (tutt'ora impuniti) si fossero placati si sbagliava di grosso. 
Sono, infatti, tornati in azione tra stanotte e il pomeriggio di oggi.
Stanotte in località Santa Margherita, oggi pomeriggio (l'incendio è tutt'ora in corso) in località Vallone Bianco a Quattropani 

Giorgianni e la presa di posizione sul Punto nascita. Articolo del direttore sulla Gazzetta del sud

L'articolo si ingrandisce cliccandoci sopra

Convocato consiglio comunale per surroga consigliere Caccetta ed insediamento Pellegrino

Il presidente Adolfo Sabatini ha convocato il consiglio comunale in sessione non urgente per giovedi' 24 settembre alle ore 10.00. All'ordine del giorno:
- Surroga del consigliere dimisisonario Antonella Caccetta
- Giuramento ed esame delle condizioni di eleggibilità ed incompatibilità per la convalida del consigliere subentrante (NDD: Fulvio Pellegrino)
 Le onoranze funebri sono a cura della ditta Alfa e Omega di Lipari

Al caro amico Massimo, ad Antonella, a Maruska e ai familiari tutti le sentite condoglianze della famiglia Sarpi e di Eolienews

Domani, Santa Messa in memoria di Lucia D'Albora

Giorno 18 Settembre è un anno che la nostra Lucia ci ha lasciati.
Per me, per noi familiari sembra ancora ieri
Agli amici, a coloro che l'hanno conosciuta e gli hanno voluto bene, vogliamo comunicare che, domani, venerdì 18 Settembre, alle ore 18 e 15, nella chiesa di San Giuseppe, vi sarà una celebrazione in sua memoria
Augusto D'Albora

Carabinieri arrestano per ricettazione il 20enne che aveva venduto i gioielli rubati in una chiesa ad Alicudi

LEGIONE CARABINIERI “SICILIA”
Comando Provinciale di Messina
Comunicato stampa di giorno 17 settembre 2015
Compagnia di Milazzo
Carabinieri della Stazione arrestano per ricettazione il 20enne che aveva venduto i gioielli rubati in una chiesa ad Alicudi.

I Carabinieri della Stazione di Filicudi agli ordini del Maresciallo Ordinario Antonio Coroneo, a conclusione di una serrata attività di indagine, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Barcellona P.G., su proposta della locale Procura traevano in arresto Sciacchitano Gaetano, classe 1995 di Lipari già noto alle forze dell’ordine.
L’arresto, a conclusione delle indagini coordinate dalla Procura di Barcellona, è ricollegato a un fatto di cronaca del 21 agosto che aveva fortemente scosso la piccola comunità dell’isola di Alicudi. Quella notte, proprio il giorno prima della processione del santo patrono, dei ladri si erano introdotti all’interno della chiesa “SS. Maria del Carmelo” di Alicudi ed avevano asportato 3 anelli in oro, 1 collana in oro con medaglietta, 1 collana in oro con crocifisso, 4 paia di orecchini in oro che si trovavano sulle statue sacre di San Bartolomeo e della Madonna del Carmelo. Successive serrate indagini dei Carabinieri di Filicudi permettevano di dimostrare che l’odierno arrestato aveva venduto i monili d’oro trafugati, a due “Compro oro”, uno di Lipari e uno di Milazzo. I Carabinieri oltre a dimostrare la responsabilità dello Sciacchitano, già agli inizi di settembre erano riusciti anche a recuperare e a restituire gran parte dei monili in oro trafugati nella chiesa.
Lo Sciacchitano è stato quindi tratto in arresto e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Spazio gioco a Lipari e Salina. Avviso pubblico di ricerca personale

Utopia Cooperativa sociale
OGGETTO: AVVISO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO PERSONALE
IL RAPPRESENTANTE LEGALE
VISTA la Determina Dirigenziale n. 179 del 14.07.2015 con la quale il comune di Lipari – Settore Primo Servizio 5° comunica l’aggiudicazione provvisoria del Servizio “Spazio – Gioco bambini- Isole di Lipari e Salina”
CONSIDERATO che si rende necessario individuare delle figure professionali per l’attuazione del progetto
RENDE NOTO CHE E’ APERTA LA SELEZIONE PER IL REPERIMENTO DI:
Spazio Gioco Isola di Lipari
N. 1 educatore professionale per 22 ore settimanali per n. 52 settimane;
N. 1 ausiliario per 5 ore settimanali per 52 settimane.

Spazio Gioco Isola di Salina
N. 1 educatore professionale per 22 ore settimanali per n. 26 settimane;
N. 1 ausiliario per 5 ore settimanali per 26 settimane.

Le persone interessate possono presentare domanda di partecipazione alla selezione redatta in carta semplice con allegato curriculum vitae ed indirizzata al rappresentante legale della Cooperativa Sociale Utopia ENTRO LE ORE 14,00 DEL 24 SETTEMBRE 2015 alla segreteria della cooperativa sociale Utopia, a mezzo posta o mediante consegna a mano al seguente indirizzo:
PIAZZA NASTASI N. 4 – 98057 MILAZZO (ME).
Il termine è perentorio e pertanto non si terrà conto delle domande che dovessero pervenire oltre il termine, intendendosi la cooperativa esonerata da ogni responsabilità per eventuale ritardo od errore di recapito.
Saranno considerate valide le domande inviate all’indirizzo cooperativa.utopia@pcert.it tramite casella di posta certificata.
La busta dovrà contenere:
• Domanda di partecipazione;
• Curriculum vitae dal quale risulta il possesso dei requisiti necessari.
In considerazione della specificità e dell’organizzazione del servizio la persona che sarà selezionata dovrà eleggere il proprio domicilio nel comune in cui si presterà il servizio.
TRATTAMENTO DATI PERSONALI
ai sensi dell’art. 13 del D.L.vo 196/2003 si informa che:
le finalità a cui sono destinati i dati raccolti e le modalità di trattamento ineriscono la procedura di quanto oggetto della presente richiesta, nella piena tutela dei diritti dei concorrenti e della loro riservatezza.
Il rappresentante legale
Francesco Giunta

Santo del giorno: San Roberto Bellarmino

Nome: San Roberto Bellarmino
Titolo: Vescovo e dottore della Chiesa
Ricorrenza: 17 settembre
Protettore di:avvocati canonisti, catechisti


S. Roberto Bellarmino nacque a Montepulciano il 4 ottobre del 1542 da Cinzia Cervini, sorella del Papa Marcello II e da Vincenzo Bellarmino. Affezionato al le cose di Dio, amava poco i trastulli infantili; ripeteva ai fratellini le prediche udite e spiegava ai contadinelli i primi elementi del catechismo. Fatta con angelico fervore la sua Prima Comunione, prese, contro l'uso di quel tempo, a comunicarsi ogni domenica, con edificazione di tutti. 
Iniziati gli studi mostrò subito la sua straordinaria acutezza e penetrazione d'ingegno accoppiata ad una insaziabile avidità d'imparare. E poiché suo padre, che intendeva farne un compito gentiluomo, volle che aggiungesse allo studio delle lettere anche l'arte del canto e della musica, egli ingenuamente sostituiva con parole sacre qualunque verso lubrico che incontrasse ripetendo con franchezza a chi si meravigliava : « La mia voce non si presta a cantare cose che non siano pure ». 
Mentre egli faceva grandi progressi nella virtù e nel sapere, il padre andava riponendo in lui le più belle e lusinghiere speranze, ma Roberto la pensava ben diversamente. Conscio dell'importanza della salvezza dell'anima, dopo un anno di lotta contro il padre, ottenne di entrare nella Compagnia di Gesù. 
Dopo il noviziato nel 1561 si trasferì per il corso di filosofia al Collegio Romano. Ma dolorose prove non ritardarono a farsi sentire: lo colse un ostinato esaurimento di forze ed un acuto dolore di testa. Ciononostante, docile, rassegnato e paziente riuscì il primo della classe. Indi fu mandato come insegnante a Firenze e a Mondovì. 
Nel 1567 andò a Padova per gli studi di teologia, durante i quali predicò a Venezia e a Genova. Pochi anni dopo fu inviato nell'Università di Lovanio, ove fu professore, e là nel 1570 fu ordinato sacerdote del vescovo Cornelius Jansenius e celebrò la sua prima Messa. 
Gregorio XIII aveva deciso che nel Collegio Romano s'istituisse una cattedra di carattere polemico per difendere dagli assalti degli avversari le verità della fede e per questa fu prescelto Roberto che, per la sua monumentale opera, le « Controversie », fu detto il Martello degli eretici. 
Tra tutta la sua attività rifulge quanto fece per il catechismo, che, già cardinale, non disdegnava insegnare ai familiari ed al popolo. Fu padre spirituale di S. Luigi, ebbe relazioni con S. Realino e fu provinciale a Napoli. Tutto ciò, unito ad una grande santità, aveva attirato su di lui gli occhi di tutti e Clemente VIII, nonostante la ripugnanza del Santo, lo fece cardinale, arcivescovo di Capua, ove fu prodigo di cure e carità a tutti, ma specialmente ai poveri. 
Nel 1621, abbandonato l'appartamento cardinalizio, si ritirava nella casa del Noviziato di S. Andrea al Quirinale ove si preparò alla morte, E confortato dalla benedizione di Gregorio XV, dopo aver recitato con grande pietà e fede il Credo, spirava, portando al tribunale divino illesa la candida stola battesimale. Era il 17 settembre 1621. 
S. Roberto fu pure un grande scrittore : scrisse ben 31 opere tra le quali spiccano maggiormente: le « Controversie », il « Catechismo », « Le ascensioni spirituali della mente in Dio » e l'« Arte del ben morire »: perciò Pio XI lo dichiarò Dottore della Chiesa. 

PRATICA. Ci siano di guida queste parole del Santo: « Procura di non mandar nessun povero scontento: se ho poco, dò poco, se avrò di più, darò di più... ». 

PREGHIERA. O Dio, che per respingere le insidie dell'errore e per difendere i diritti della Sede Apostolica, concedesti mirabile dottrina e forza al tuo beato Pontefice e dottore Roberto, per i suoi meriti ed intercessione fa' che noi cresciamo nell'amore della verità e che gli, erranti ritornino nell'unità della tua Chiesa

mercoledì 16 settembre 2015

Fonti a Bertè: "Se non vuole risposte non mi faccia domande. ..comunque mie opportunità lavorative sono alla luce del sole!"

Riceviamo e pubblichiamo:
Leggendo quanto ha scritto, comunque, deduco che entrare nel merito è controproducente, innanzitutto perché Lei sconosce il motivo perché vanno fatte le interrogazioni al Sindaco (sorprende, stante che Lei dice di essere di maggioranza, sorprende perché il Sindaco di Lipari è il Presidente della SRR).
Entro solo nel passaggio personale: premesso che il progetto di lavoro della SRR Me-Isole Eolie è ampiamente avanti anche rispetto al resto di quelle di tutta la Regione Siciliana, questo non solo per merito mio; premesso che le opportunità lavorative del sottoscritto sono alla luce del sole e certamente non per merito della politica, ne per eredità parentale. Pertanto il ruolo che ho in atto, pur riferito ad un incarico fiduciario della vecchia amministrazione è stato consolidato da una Legge Regionale (9/2010); non le sembra legittimo !! Certamente non fa parte del mio passato ne farà parte del mio futuro, ma, se permette il mio presente lo gestisco io e sicuramente a mio piacimento.
Non darò seguito ad altri riscontri di Suoi scritti.

Mimmo Fonti

Bertè replica a Fonti. "Le sue osservazioni a chi sono rivolte al cittadino o al consigliere ?"

Riceviamo e pubblichiamo:
Ill.mo dott. Domenico Fonti
c/o SRR Eolie

Oggetto: SRR e ufficio ARO competenze e funzionamento – riscontro alle sue osservazioni alla mia interrogazione al Sindaco.

            Ill.mo dott. Fonti, dò riscontro alle sue osservazioni esclusivamente per girarle una domanda, ma la sua nota a chi è rivolta al cittadino Ugo Bertè che non le ha fatto nessuna richiesta, oppure al Consigliere Comunale Ugo Bertè, su delega del Sindaco, per fornire riscontro all'interrogazione in oggetto
            Trovo alquanto fuori luogo fare diventare una legittima richiesta, tra l'altro nell'ambito dell'esercizio delle funzioni, in una trasmissione televisiva a puntate in cui chi parla vuol essere protagonista.
            Inoltre vorrei precisare in merito al mezzo in dotazione per la consegna della posta, che nel privato anche con il mezzo fuori uso o del tutto assente il lavoro deve essere portato avanti e nel caso specifico anche a piedi. Sono certo che sull'argomento Lei è cosciente considerato che ha avuto esperienze lavorative in ambito bancario e quindi privato.
            Quello che Le suggerisco, visti i problemi che ha messo in risalto nelle osservazioni, è di concertare con chi di competenza le varie questioni e di proporre e/o di valutare le soluzioni al problema, poiché se esiste un problema esiste anche una soluzione.
            Valuti inoltre l'opportunità, qualora non riuscisse a portare avanti un progetto di lavoro, le Sue dimissioni, gesto quest'ultimo che potrebbe contraddistinguersi come un un atto di amore nei confronti di un paese che in passato le ha conferito un ruolo politico che Lei ha saputo trasformare in opportunità per la vita.

            Convinto che non darò seguito ad altre Sue osservazioni, proprio perchè non voglio avere nessuna ragione ma esclusivamente assolvere al mio compito istituzionale senza chiedere il permesso a nessuno, l'occasione mi è gradita per porgere distinti saluti. 
Ugo Bertè

Breve video della Processione dell'Addolorata a Canneto

Si è tenuta ieri a Canneto la Processione dell'Addolorata, compatrona della frazione. Vi proponiamo il video dei primi minuti della Processione girato da Valeria Russo
E' stato smarrito, presumibilmente sulla via Garibaldi a Lipari, un moschettone con delle chiavi, di cui una rossa. Chi l'ha ritrovato ci contatti al 339.5798235

RITROVATE, GRAZIE ALLA SIGNORA AURORA PALINO, E CONSEGNATE
E' stato smarrito stamattina un portafoglio rigido, colore sul marroncino, con dentro carte di credito patente e tesserino dell'ospedale. Dovrebbe averlo perso nel percorso che va da Pirrera all'elipista dell'ospedale di Lipari. 
Le carte sono state bloccate.
Chi l'ha ritrovato può contattare il nostro direttore al 339.5798235 che provvederà a consegnarlo al proprietario, oppure lasciare il portafoglio con i documenti in una buca delle poste italiane

RITROVATO ANCHE QUESTO A TEMPO DI RECORD! Grazie a chi l'ha ritrovato e leggendo l'annuncio ci ha contattato!

Da ieri formalmente non sono più validi i vecchi contrassegni invalidi di color arancione

COMUNICATO STAMPA
Contrassegno invalidi. Dal 15 settembre non sono più validi i vecchi contrassegni invalidi arancioni che dovranno essere sostituiti con il Contrassegno Unificato Disabili Europeo, di colore azzurro.
Dal 15 settembre formalmente non sono più validi i vecchi contrassegni invalidi arancioni poichè ai sensi del D.P.R. n.151 del 2012 (Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, concernente il regolamento di esecuzione e attuazione del Nuovo codice della strada, in materia di strutture, contrassegno e segnaletica per facilitare la mobilità delle persone invalide) scade il termine per sostituire il contrassegno disabili di colore arancione, con il Contrassegno Unificato Disabili Europeo, di colore azzurro. Oltre tale data il tagliando arancione non sarà più valido. Con l’adozione del Contrassegno Unificato Disabili Europeo (Cude), dichiara Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, la persona disabile può circolare e veder riconosciuti i suoi diritti non solo se viaggia in auto per l’Europa, ma anche se circola o sosta nei Comuni italiani. Ad oggi, infatti, il rilascio del Contrassegno è demandato ai Comuni di residenza e ognuno ha le sue regole: tante erano state, anche presso la nostra redazione, segnalazioni di persone disabili multate, benché munite di contrassegno, in Zone a traffico limitato o in parcheggi riservati di altre città. Per tali ragioni i possessori del vecchio contrassegno arancione sono invitati a contattare gli Uffici Comunali, dove dovranno presentarsi con una foto tessera recente e il vecchio contrassegno per la relativa sostituzione. Per informazioni circa la documentazione da presentare, le modalità di rilascio e gli orari dello sportello dedicato, è inoltre possibile consultare la pagina Permessi di sosta dei siti internet dei comuni italiani.

Venerdì sindaco di Lipari incontrerà i cittadini di Vulcano

La Circoscrizione di Vulcano avvisa i cittadini che Venerdì 18 Settembre alle ore 15:00 presso il bar
"Remigio", il Sindaco di Lipari incontrerà i cittadini e gli operatori turistici di Vulcano, per discutere della problematica del pontile aliscafi e dei collegamenti marittimi.
Verranno illustrati i provvedimenti che saranno adottati.
Vista l'importanza degli argomenti la popolazione è tutta invitata a partecipare.

Assistenza migranti. Incontro alla Croce Rossa di Messina

Si è svolto giorno 15 settembre presso la sede del Comitato Provinciale C.R.I. di Messina un incontro con i Volontari che svolgono attività di assistenza umanitaria agli sbarchi delle persone migranti.
L'evento, previsto dall'Operazione FICR Emergency Appeal basato sugli aspetti psicosociali legati all'assistenza agli sbarchi allo scopo di:
- implementare le competenze socio relazionali dei Volontari;
- migliorare i processi di coping e prevenire situazioni di stress o disagio emotivo;
- rafforzare la risposta socio-sanitaria sul territorio di riferimento;
- migliorare la capacità di fare rete con gli attori coinvolti durante gli sbarchi.
Momenti importanti di analisi ed approfondimento sui temi trattati tra i volontari presenti all'incontro della sede di Messina, della sede del Tirreno Nebrodi di San Salvatore di Fitalia e del Comitato locale di Milazzo.

Al via dal 22 Settembre i corsi di minibasket e basket dell'ASD Basket Eolie

A partire da martedì 22 settembre 2015 ricominceranno a Lipari i corsi di Minibasket e Basket organizzati dalla ASD Basket Eolie stagione 2015/2016.
Le lezioni saranno dirette dal'Istruttore Nazionale Minibasket Annalisa Piazza e dal suo staff, e rivolte a bambini e ragazzi dai 3 ai 15 anni.
La Basket Eolie vi aspetta per giocare a pallacanestro presso il Palasport di Lipari, garantendo un periodo di prova per il mese di settembre.
Annalisa Piazza

Nanni Moretti ospite d’onore oggi a “SalinaDocFest”

Nanni Moretti sarà oggi il protagonista della serata di apertura della nona edizione del «SalinaDocFest», con la proiezione del film «Mia madre», presentato al Festival di Cannes, dove ha riscosso ampi consensi da pubblico e critica. A 22anni dal set di «Caro Diario», con capitolo dedicato alle Eolie, il regista romano torna nell’Arcipelago e per la prima volta a Salina.
Nove i film selezionati dalla direttrice Giovanna Taviani, con la consulenza di Federico Rossin (Cinéma du Réel) e Ludovica Fales (rappresentante italiana di Ewa-European Women’s Audiovisual Network) e la collaborazione di Sandro Nardi. Il programma prevede trenta prime assolute per l’Italia. In questa nona edizione sono dieci i paesi coinvolti: Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Gran Bretagna, Italia, Olanda, Siria, Svezia e Usa.
«Anche quest’anno – spiega la direttrice Giovanna Taviani – abbiamo voluto individuare un tema di particolare rilevanza sociale: conflitti e periferie. I fatti che oggi stanno sconvolgendo l’Europa e i paesi del Mediterraneo ci hanno portato a puntare in quest’area i riflettori del documentario, il nostro “defibrillatore sociale”, come da tempo vogliamo definirlo».
Fra gli ospiti della rassegna, accanto a opinionisti come Giovanni Maria Bellu, Curzio Maltese e Federico Rampini, ci saranno l’attrice palestinese Tasneem Fared e il regista Stefano Savona, che domani riceveranno il Premio Mediterraneo, rispettivamente per «Io sto con la sposa» e «Sulla stessa barca». Il comitato d’onore è composto da Romano Luperini, Paolo e Vittorio Taviani, Bruno Torri e Carlo Antonio Vitti e consegnerà il Premio Ravesi
.

Scuola Pianoconte a rischio. Cacciapuoti: Occorre decespugliamento e striscia tagliafuoco intorno alla scuola


Carissimi,
 vi trasmetto alcune foto e riflessioni sullo stato dei terreni limitrofi al plesso scolastico di Pianoconte.
Molti genitori infatti si lamentano della situazione in cui versano i campi incolti che circondano l'edificio. Le sterpaglie crescono rigogliose a ridosso dei muri esterni. Se l'incendio avvenuto tre giorni addietro si fosse verificato con i bambini dentro le classi si sarebbero vissuti momenti di panico proprio in virtù dello stato di incuria dei terreni confinanti. 
Si chiede all'Amministrazione comunale un intervento urgente di decespugliamento finalizzato a creare una striscia tagliafuoco intorno alla scuola in applicazione dell'Ordinanza n.59/2015. 
Ci si augura che il Comune per l'anno venturo preveda ben prima dell'inizio delle lezioni interventi di pulitura e diserbamento.
Renato Cacciapuoti 

E' tornato nella Basilica di San Cristoforo dopo il restauro il Crocifisso a maglie
























E' ritornato lunedì sera 
nella Basilica Minore di San Cristoforo a Canneto, dopo il restauro eseguito a Milazzo, il bellissimo Crocifisso a maglie. 
Il restauro è stato finanziato dai coniugi Angela ed Eligio Perna.
Lunedì sera, Don Lillo Maiorana, nel contesto della Celebrazione Eucaristica, ha proceduto alla sua benedizione.

martedì 15 settembre 2015

25° Anniversario di Matrimonio per i coniugi Cipicchia. Gli auguri

Festeggiano oggi il 25° Anniversario di matrimonio i coniugi Tindara e Antonino Cipicchia. 
Auguri da Londra da Scapella Mirabito!

Primo soccorso a scuola: prevenzione fa rima con informazione (di Gianluca Veneroso

Si è concluso ieri pomeriggio il corso di formazione sui rudimenti essenziali di "Primo soccorso e prevenzione dei principali rischi legati alla salute", che ha coinvolto l'intero personale (docente, di segreteria e collaborativo) dell'I.C. Lipari. Relatore dell'intervento, strutturato in due lezioni pomeridiane, il dottor Pietro Antonuccio, indiscussa eminenza nel settore sanitario provinciale e regionale. 
A lui, nonostante la giovane età, vanno ascritte e riconosciute diverse pubblicazioni scientifiche in campo pediatrico e un'esperienza pluriennale di docente associato presso l'Ateneo medico messinese. Una breve, ma efficace, incursione, quella animata dall'Antonuccio, nelle fibre più intrinseche e vive del PRIMO SOCCORSO (scolastico e non). 
Un viaggio a tutto tondo tra incombenze etiche e adempimenti deontologici all'insegna di delicatissimi hot-point della professionalità pubblica: il corretto discernimento tra "pronto soccorso" e "primo soccorso"; una ricognizione generica, ma ben orientata, circa gli organi vitali più esposti a lesioni e incidenti, che - statistiche alla mano - assumono tragici epiloghi spesso per omissioni di soccorso o per la netta impreparazione dei presenti al fatto; un veloce abecedario intorno ai"facere" e non "facere" dei soccorritori occasionali; una lettura ragionata delle norme vigenti che disciplinano la sicurezza sanitaria, dal noto D.Lgs.626/94 - germe nativo della fomazione sul lavoro anche in materia di salute- all'articolo 593 del Codice penale, punto cruciale del principio di responsabilità "pro omnibus", di fronte a casi di infortunio/incidente. 
Da buon militante nel campo della docenza, il dottor Antonuccio ha fornito validissimi spunti affinchè i suoi uditori (NOI!) capissero e memorizzassero un maggior numero di informazioni e regole il più velocemente possibile. 
A tale scopo, le slide scorse e commentate nell'Aula Magna che ha ospitato gli incontri, oltre a essere corredate da immagini esplicative, hanno proposto a chiare lettere degli acronimi esaurienti sulle principali mission del soccorritore. Proprio per ragioni di rapidità di apprendimento e facilità di esposizione, infatti, tutti i principi del BLS (il Basic Life Support che le aziende pubbliche e/o private sono chiamate a conoscere e porre in essere ormai da oltre un 15ennio) si muovono su espressioni sincopate e scivolano lungo sigle di immediata fruizione. 
Le prime tre lettere dell'alfabeto, per esempio, contengono gli step imprescindibili del Primo Soccorso: A di AIRWAYS (controllo del cavo orale)/ B come BREATHING (cioè accertamento della respirazione)/ C sta per CIRCULATION (riattivazione della circolazione interna del soggetto). Altro acronimo da fissare con accuratezza, su cui il nostro benemerito Tutor ha insistito più volte, è G.A.S., in cui si condensano le tre azioni (Guardare il movimento del torace- Ascoltare il respiro- Sentire il flusso d'aria sulla guancia) che rendono la manovra "breathing" completa e svolta correttamente. 
Se, per un intervento tempestivo, urge una consapevolezza fulminea circa il da farsi, il metodo didattico che struttura tale prassi non può che essere sintetico, spicciolo, insomma ... tout-court, obbedendo così alla sua spendibilità su campo. In questo l'Antonuccio ha ottimizzato al meglio l'equazione TEMPO/PRODOTTO. Le osservazioni e i consigli del nostro Teacher, spesso stemperati con arguta ironia, avrebbero di certo tradito la natura pragmatica dell'intervento da lui proposto, fermandosi al mero nozionismo e alla scientificità formale degli argomenti presentati. 
Pertanto, come il Maestro Ippocrate docet, l'arte non cammina...se non si fa esperienza della stessa! Ed ecco che alla fase informativa è seguita quella, ben più illuminante, di natura operativa. Muniti di un maneggevole manichino BLS, gentilmente ceduto per l'occasione dalla CRI locale, abbiamo prima osservato e poi messo in pratica le azioni-a-catena - come si suol dire in gergo - necessarie a riportare allo stato cosciente un eventuale malcapitato (o comunque a consegnarlo nelle condizioni vitali migliori al personale addetto sopraggiunto ad hoc sul posto). 
Un plauso più che meritato al Dottor Antonuccio, pioniere di un lavoro che rifiuta le scomode palettature del mestiere per incontrare gli slanci morali - talvolta eroici- della missione. A lui dobbiamo la capacità, non comune, di rendere estremamente palpabili e alla portata pericoli che, lambendo le nostre paure nascoste, sfuggono alla sfera dell'agire. Egli ce li ha mostrati sotto una luce nuova, come fattori che possono annidarsi nei nostri spazi palesi....anche in quelli scolastici, rientrando appieno nello spettrometro dei doveri espletabili.  
Una nota di eccellenza, in calce, al D.S. Renato Candia il quale, nonostante il PIANETA SCUOLA venga investito da flussi magnetici dai poli discordanti, continua ad orientare la bussola della formazione verso rotte concrete e scenari abitabili, invitandoci a concepire la BUONA SCUOLA come SPAZIO DI TUTTI E PER TUTTI! GIANLUCA VENEROSO

Il Circolo PD Stromboli replica al segretario liparese Merlino e ribadisce proprio autonomia decisionale

A prescindere dalle formule burocratiche e interpretative sulla presentazione delle dimissioni dalla carica di consigliere comunale in quota Stromboli, quindi di tutti gli isolani, resta la pesante sostanza sulle motivazioni e va chiarito ancora una volta che quanto da noi espresso sul caso sono valutazioni basate sul riscontro dei problemi reali dell’isola ( gestione rifiuti, suolo pubblico, infrastrutture e amministrazione corrente) e indirizzate a tutta la platea politica che ci amministra da Lipari, per un invito alla risoluzione dei problemi e al confronto su come operare per risolverli. 
Per meglio chiarire anche l’argomento sollevato dal sig.Merlino sull’adesione della ormai ex consigliera Caccetta al gruppo PD di Lipari che non è mai avvenuto proprio per una considerazione politica, in quanto eletta in una lista civica non sarebbe stato corretto verso i cittadini che hanno espresso un voto alla persona e non al partito, un cambio di “casacca” in corso d’opera. 
Quindi la scelta delle dimissioni non è di competenza del PD di Lipari, ne di Stromboli, ma solo della coscienza della persona che le ha esercitate e che vanno rispettate da tutti. 
Siamo molto dispiaciuti se le nostre valutazioni sull’operato della Giunta abbiano creato imbarazzo al circolo PD di Lipari, ma non è tacendo ne con un atteggiamento remissivo che si migliora questa si imbarazzante situazione di un’isola a vocazione turistica soffocata dai rifiuti, dall'occupazione selvaggia di suolo pubblico e da infrastrutture precarie. 
Riteniamo inoltre di chiarire che il Circolo territoriale del PD a Stromboli è stato costituito con il nulla osta della Segreteria Regionale in deroga alle funzioni dell’ Unione provinciale di Messina, purtroppo inattiva e in fase di ristrutturazione da troppo tempo, se il sig.Merlino ha perplessità su tale procedura può sempre rivolgersi per chiarimenti agli organi regionali del PD di Palermo. 
Per evitare malintesi in futuro saremmo grati al sig. Merlino anche di indicare quali discipline sono disattese nelle nostre relazioni, perché da quanto si legge dallo statuto PD Sicilia al CAPO III - art.5 - comma 2: “La base territoriale del circolo è il comune e le circoscrizioni ove presenti, salvo eccezioni motivate da esigenze di nuclei abitati o frazioni distanti. I circoli hanno autonomia di iniziativa politica e finanziaria.” Sembra chiaro, in particolare l’ultima frase. 
Forse il sig. Merlino fa riferimento all’Art.6 che definisce l’ Unione Comunale di più Circoli nell’ambito dello stesso Comune e che auspichiamo di poter costituire insieme a quello di Lipari quanto prima, e che potrebbe essere lo stimolo anche nelle altre isole per la nascita di circoli territoriali davvero rappresentativi in loco poi uniti in rete, per contro nello statuto non si trova cenno di un’organismo chiamato Segreteria Comunale che avrebbe facoltà di decidere su tutti gli aspetti della locale politica PD. 
Per concludere ci appelliamo al principio dell’autonomia e della struttura federale indicate dallo statuto regionale, salvo smentite da regolamenti che lo contraddicano di cui ammettiamo di non averne conoscenza, per il sereno e produttivo prosieguo della nostra comune attività politica. 
Il coordinatore del PD Stromboli 
Claudio Utano

Liquami a perdere a Portinente e...finiscono sulla spiaggia e in mare



 Un nostro lettore ci segnala, con il suffragio di foto e video, una notevole fuoriuscita di liquami da un tombino, nella zona di Portinente, in prossimità di una struttura ricettiva.
I liquami finiscono in spiaggia e...a seguire...in mare.
Urge intervento

Mimmo Fonti replica al consigliere Bertè: SRR non gestisce servizio rifiuti solidi urbani

Egregio zelante Consigliere Ugo Bertè, 
ma ritiene necessario rivolgere, addirittura, una interrogazione al Sindaco per sapere i compiti della SRR ?? basta prendere la legge della Regione Siciliana 9/2010 e le ss.mm.ii. ed il gioco è fatto.
Lei, meglio di chiunque altro sa bene quanto il tempo è prezioso, stante le sue molteplici attività, perché disturbare il Sindaco o altre “Istituzioni” ??
Le fornisco alcune informazioni che le consentiranno di economizzare al massimo il suo tempo prezioso :
- la SRR non è un Ente di Gestione del Servizio dei Rifiuti Solidi Urbani;
- la SRR è una società di regolamentazione, di programmazione, ecc. ed anche di controllo (dell’Ente Comune);
- L’assunzione degli ex-dipendenti Ato Me 5 Eolie per l’Ambiente s.r.l. da parte della SRR non è facoltativa, ne legata alla bonomia di caio o sempronio ma semplicemente è solo l’applicazione di una norma legislativa della Regione Siciliana; gli Enti che ancora non hanno provveduto sono stati commissariati, con costi a loro carico, per ottemperare alle disposizioni di legge .
- Per la formazione dell’ufficio ARO, può essere utilizzato anche il personale della SRR, previa disponibilità degli stessi, attraverso l’Istituto del Comando; questo ufficio ha la funzione di gestire il servizio che invece da circa un anno e mezzo è effettuato dal comune (Lei dice: purtroppo gli scarsi risultati sono davanti agli occhi di tutti”). La SRR attraverso le ordinanze del Sindaco ha potuto solo coordinarlo, spesso non riuscendoci, ma non ha potuto prendere iniziative sulla gestione ne sugli investimenti indispensabili per il funzionamento e l’economicità del servizio.
- Solo alla fine del mese di Luglio 2015 è stato Deliberato dalla Giunta Comunale la formazione dell’Ufficio ARO che ad oggi non è ancora operativo; poi, se anche gli aspetti gestionali e programmatori saranno effettuati da quest’ultimo, si potrà finalmente giudicare l’operato.
- Le ricordo (o la metto a conoscenza) che abbiamo consegnato (noi dipendenti della Eolie Ambiente s.r.l., oggi della SRR) ben 450.000 euro di utili a codesta Amministrazione, desunti dalla gestione, programmati per investimenti che oggi sono di competenza dell’Ente Comune.
- Le faccio una domanda : se Lei non fosse posto, oggettivamente, nelle condizioni di fare il suo lavoro, per esempio: non le danno il mezzo di locomozione per consegnare la posta, se la sentirebbe di accettare le critiche per la mancata consegna delle lettere nei tempi previsti ?? Certi messaggi mi ricordano il film di Totò : “Siamo Uomini o Caporali !!”; non ci faccia caso Consigliere, è solo una mia decodificazione di una sua legittima richiesta nello svolgimento delle sue funzioni tese al bene della comunità che Lei rappresenta.
Mimmo Fonti