Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 31 ottobre 2015

Frane, smottamenti, allagamenti. Giornata "intensa" per i vigili del fuoco

Giornata di grande lavoro per i vigili del fuoco del distaccamento di Lipari (caposquadra Antonino Summa). 
Sono dovuti intervenire a più riprese, a destra e a manca e in varie zone dell'isola per frane, smottamenti, allagamenti. 
A Marina Corta hanno effettuato due interventi in altrettanti negozi-magazzini allagati. 
















Sono poi intervenuti nella strada denominata "Pignataro", quella che si dipana dall'area di appressamento idrico e sale verso Monterosa, per una frana, ancora per frane sulla Serra-Pirrera, al Timpone del corvo. In tutte queste aree - come si evince dalle foto - si trovati davanti una situazione ad alto rischio, non solo per quello che è venuto giù ma anche, in un caso, per il pericolo costituito da un costone alquanto instabile.  
Il tutto è stato fatto in collaborazione con la polizia municipale

Il mare in tempesta alle Eolie in quattro foto di Canneto, Alicudi, Stromboli


Per le foto grazie ad Angelo Iacono, Italo Palermo, Tiziana Titti Utano

Prosegue il "botta e risposta" tra Lo Cascio e Fonti. Ora tocca a Lo Cascio

Riceviamo dal consigliere comunale Pietro Lo Cascio e pubblichiamo:
Rispondo volentieri alle richieste del sig. Fonti.
Come fare la raccolta differenziata: sosteniamo che per la tipologia dei nostri centri urbani e delle frazioni, il metodo più adatto risulterebbe quello dei cassonetti mobili, dove in giorni e in orari prestabiliti l’utente può conferire le diverse tipologie di rifiuti; così facendo, 1) si eliminerebbero i cassonetti stradali fissi, 2) l’utente conferirebbe direttamente all’operatore eliminando quel problema degli errori o del malcostume che Fonti lamenta a proposito del mancato controllo, 3) si potrebbe introdurre un sistema di “pesatura” e il riconoscimento delle buone pratiche attraverso riduzioni proporzionate nella tariffa. 
Questo metodo, attuato con successo in diversi comuni siciliani e italiani, ha un brevetto (www.carrettacaretta.com) e si può fare con lo stesso numero degli operatori attualmente impegnati nel servizio, con un semplice adeguamento dei mezzi e senza sostanziali costi supplementari; ma Fonti lo conosce bene, perché anni fa ne era stata avviata la sperimentazione a Stromboli, interrotta dopo soli 10 giorni su precisi ordini ricevuti da un consigliere comunale appartenente al suo gruppo politico di riferimento (almeno, quello di allora).
Cosa altro si deve tagliare: se e quando l’impianto normativo lo renderà possibile, taglieremmo subito la SRR. 
Come scrive Fonti, la società di fatto non gestisce il servizio, e allora che ci sta a fare? Produce però un aggravio dei costi (fino a 200.000 euro). Facciamo rilevare che anche l’ATO – in liquidazione ormai da anni – produce dei costi assolutamente inutili.
Avrà notato, caro Fonti, che ai suoi quesiti ho risposto usando il plurale; mi permetto di rassicurarla che sarò anche nichilista, ma non soffro di disturbi della personalità: il plurale è d’obbligo perché sull’argomento esprimo la posizione del movimento politico che rappresento in consiglio comunale, dove sto non per “grazia ricevuta” come scrive lei, ma perché vi sono stato eletto. Lei, piuttosto, mediti sul concetto di “grazia ricevuta” quando si siede sulla poltrona di direttore generale della SRR (e, precedentemente, su quella di amministratore di una società partecipata), dove è certamente approdato in virtù di precise spartizioni dal sapore cencelliano.
Mediti anche, già che ha tempo per farlo, sulla possibilità che un giorno la Regione decida di tagliare il finanziamento delle navi per il trasporto dei rifiuti. In quel caso, grazie anche al contributo tecnico che lei ha dato in questi anni per raggiungere le attuali percentuali di differenziata, ci troveremmo a dovere aumentare la tariffa del 400-500%, e non credo che i cittadini ne sarebbero lieti.
Nichilisticamente suo
Pietro Lo Cascio
consigliere comunale de La Sinistra

Lipari: Cartoline dal passato....recente

Viaggiare per Lipari attraverso 4 cartoline risalenti a prima del 2000. Un come eravamo alquanto ravvicinato che serve comunque a capire come l'isola cambi, seppure in uno spazio di tempo così breve. In bene o in male? Ognuno si faccia la propria opinione









Stromboli. Quella farmacia dove c'è di tutto...eccetto i farmaci..anche quelli di prima necessità

Riceviamo dalla signora Caterina Mandarano e pubblichiamo:
Due giorni fa sono andata in farmacia a comprare una medicina per mia madre e, purtroppo, come sempre la medicina non c'era. Questo accade per la maggior parte dei medicinali. 
La farmacista, allora, l'ha ordinata assicurandomi che la mattina seguente (venerdì) sarebbe arrivata con il primo aliscafo. Venerdì mi reco in farmacia nel pomeriggio e la farmacista mi informa che il pacco di medicine diretto a Stromboli era finito a Filicudi e quello di Filicudi a Stromboli. 
A questo punto le faccio notare che, oltre a quello delle 7, altri 3 aliscafi arrivano a Stromboli e che, quindi, lei poteva provvedere a fare arrivare i medicinali o, comunque, avvisarmi e mi sarei attivata io per fare arrivare queste medicine, indispensabili per mia mamma. A maggior ragione sapendo che, stando alle previsioni, andavamo incontro a 2/3 giorni di isolamento. 
A questo punto la farmacista, con molta tranquillità, mi informa che stamattina avrei avuto le mie medicine a Stromboli. Stamattina, ovviamente, le mie medicine non sono arrivate e alle mie lamentele, circa il fatto che dovrebbe tenere i farmaci indispensabili e/o quelli più di uso comune, mi sono sentita rispondere "mi sovvenzioni tu"? 
Tutto questo ha dell'incredibile se si considera che in questa farmacia c è di tutto, profumi, gioielli,articoli vari, insomma un bazar, l'unica cosa che non si trovano sono i farmaci, neanche d'estate 
Venda pure quel che vuole, vorrei soltanto che almeno i farmaci di prima necessità, o comunque quelli che usano i "suoi clienti" siano sempre reperibili,visti comunque i nostri disagi soprattutto d' inverno, quando a causa del brutto tempo restiamo isolati per diversi giorni.
Caterina Mandarano

Fonti replica a Lo Cascio: "Io sbaglio una data..altri inseguono o propinano utopie"

Riceviamo da Domenico Fonti questa nota a replica dell'intervento del consigliere Pietro Lo Cascio:
Io sbaglio una data, ma certamente non il contesto in cui vivo ne di cosa parlo, altri per grazia ricevuta continuano a calcare le scene politiche ininterrottamente inseguendo o propinando utopie; ma è la teoria di chi tiene il cuore a sinistra ed il portafoglio a destra  i cosiddetti radical-chic .  Cosa si potrebbe pretendere da chi coltiva il nichilismo, certamente non più di quello che dice e scrive, ovvero il tentativo (vano) di denigrare ed intimidire chi tenta di fare, ovviamente con i mezzi che gli mettono a disposizione. 
Si dovrebbe sapere che il budget per il servizio di raccolta e spazzamento dei rifiuti solidi urbani per tutte le isole del Comune di Lipari da circa € 1.800.000 quest’anno e per il prossimo anno è passato ad € 1.500.000 malgrado l’aggravio dei costi. 
Lo spieghi Lei, Consigliere, cosa ancora si deve tagliare nei servizi e come fare la raccolta differenziata; o spieghi perché non vengono fatti gli investimenti strutturali, opere indispensabili per eseguire il servizio correttamente. 
Lei quale contributo sta dando, me lo dica da consigliere a cittadino amministrato anche da Lei. 
Domenico Fonti

Lina Paola Costa: ” Scuola dell’obbligo preziosa…fatta di affetti quotidiani, di modestia, di relazioni vere, di lavoro oscuro, di coerenza ideale, di studio metodico, di esempio morale"

Questo fine settimana è speciale: segna la fine del mite ottobre, l’anticipo dei giorni di mestizia, l’addolcirsi dei colpi di luce al tramonto.
Torno a scrivere di scuola perché sono persona di scuola, ma sono anche una cittadina, un zia, una persona che ha superato il mezzo secolo di vita spendendone più della metà a Milano.
E allora vorrei dire che è vero il fatto che fare scuola sia oggi più che mai difficile: ma proprio per questo è d’obbligo tutelare la scuola dai pasticci intenzionali.
Se si aggiusta una cosa, non si sfascia ciò che funziona.
È vero che Lipari sia una realtà speciale per molti versi, ma non è remotamente periferica…
La scuola di Lipari non può essere trattata con distrazione, come un optional o come un contenitore cavo e accogliente, dove si possa riversare con disinvoltura qualsiasi iniziativa o tentativo organizzativo (“sperimentazione” sarebbe già un termine nobile, scientifico, e non mi sento affatto di usarlo in questo momento), per vedere poi come va a finire. Magari va a finire meglio di come sembri: ma passano settimane preziose…
Così fanno gli incoscienti, non chi lavora per formare e istruire.
Immaginiamo un nostro ragazzino a scuola fino alle 14 ancora a 8 anni, proviamoci... mi piango molti allievi che frequentano la scuola qui ora, e non c’è promessa di seconda merenda che tenga per evitare il mio rammarico. Non c’è bluff di pranzo caldo a scuola che tenga, per chi ha sei, sette, otto… tredici anni... - senza filiera igienica e senza pause orarie - nemmeno se si frequenta in pochi. Avere 16 anni è diverso, per capacità attentiva e tempra fisica...
Mi viene da pensare a Leonardo Sciascia, saggista, scrittore, politico ma soprattutto maestro elementare: diceva che noi siamo i nostri primi 9 anni di vita.
È vero. Perché i primi 9 anni di vita forgiano e danno un attaccamento alle cose e alle persone, di cui non ci si rende nemmeno conto…
E allora constato – con tutto il rispetto, l’ospitalità, la benevolenza, la discrezione, la riverenza che si possano mettere in pista – che chi non riesce ad avere rispetto per Lipari non avendoci trascorso i primi 9 anni di vita, commette scempi.
Come se si venisse qui a sfruttare apparenti arretratezze o ingenuità, per intascare risorse e opportunità di sopravvivenza.
Come se gli Eoliani, ritenuti ospitali e aperti alle moderne proposte, non vedessero cambiare nulla, ma consentissero anzi di farsi trattare da caproni.
La scuola dell’obbligo è preziosa, fatta non per vivere di immagine, di titoli, di conferenze, di viaggi scolastici stratosferici, di foto su internet, di santificazioni emotive o mediatiche...
È fatta di affetti quotidiani, di modestia, di relazioni vere, di lavoro oscuro, di coerenza ideale, di studio metodico, di esempio morale.
Questa è la cultura che occorre alimentare a Lipari. Altrimenti si può andare altrove, lasciando posto a chi nella scuola eoliana vuole starci in buona fede, nonostante la fatica.
Lina Paola Costa

Pubblicata circolare con nuovo orario lezioni al Comprensivo Lipari S.Lucia

Il Dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo Lipari S.Lucia informa le famiglie degli alunni delle classi di scuola secondaria di 1° grado che sulla home page del sito di istituto (www.iclipari.it) è pubblicata in data odierna la circolare con il nuovo orario delle lezioni in vigore da martedì 3 novembre c.a.
Si invitano le SS.LL. a prenderne visione.
f.to Renato Candia Dirigente Scolastico

Isole minori: dal Senato via libera all’aumento della tassa di sbarco

Via libera dal Senato, nel corso della votazione degli emendamenti sul decreto legge in materia ambientale, all’aumento della tassa di sbarco nelle isole minori. Un provvedimento sollecitato, a più riprese, sin dal suo insediamento dall’amministrazione presieduta dal sindaco Marco Giorgianni. 
La tassa di sbarco dovrà essere riscossa unitamente al prezzo del biglietto dalle compagnie di navigazione o aeree e queste saranno, contestualmente, responsabili del pagamento del contributo. 
E' stato fissato un tetto massimo di 2,50 euro ma, per determinati periodi di tempo (nelle Eolie durante la stagione estiva) i comuni potranno prevedere un aumento del contributo, portandolo fino ad un massimo di 5 euro a passeggero. Il provvedimento, adesso, dovrà tornare alla Camera dei Deputati per il voto definitivo. 
A tal proposito è stato emesso questo comunicato dalla senatrice Pamela Orrù
Approvati dal Senato una parte degli articoli del “collegato ambientale” recante “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell´uso eccessivo di risorse naturali”. Si tratta del disegno di legge, collegato alla manovra di finanza pubblica del 2014, che prevede misure importanti in materia dipolitiche ambientali e di sviluppo. “Con l´approvazione di questo provvedimento – ha ricordato la senatrice Pamela Orrù – nascerà di fatto la prima legge italiana per la green economy e l´importante lavoro svolto dalla tredicesima Commissione, territorio e ambiente, permetterà di arrivare ad un testo innovativo che allinea l´Italia tra i paesi di testa nell´attenzione ad uno sviluppo sostenibile. Uno degli obiettivi di questo provvedimento è quello di snellire molte procedure amministrative, per rendere il più possibile conveniente il ricorso agli strumenti di economia sostenibile, al fine di prevenire l´inquinamento. Molte sono le misure contenute, ma il tema affrontato in maniera più ampia è il riuso dei materiali e con questo provvedimento si sostiene e si incentiva un settore che è contemporaneamente vitale per l´economia e l´ambiente. Il provvedimento ha particolare rilevanza anche per il territorio della provincia di Trapani – ha proseguito l’esponente del Pd – in quanto istituisce un’area marina protetta a Pantelleria con lo stanziamento di risorse destinate ad hoc”. La senatrice Pamela Orrù ha seguito costantemente l´iter del disegno di legge, avendo anche sottoscritto alcuni emendati accolti dal Governo e già votati in aula. Uno degli emendamenti consente ai Comuni delle isole minori di istituire un contributo di sbarco, in alternativa all´imposta di soggiorno, il cui gettito sarà destinato al finanziamento degli interventi di raccolta e smaltimento dei rifiuti, al recupero ed alla salvaguardia ambientale nonché alle azioni in materia di turismo, cultura, polizia locale e mobilità.
Un ulteriore emendamento sottoscritto dalla parlamentare siciliana è relativo alla pulizia dei fondali marini nelle aree protette e prevede il coinvolgimento degli enti gestori delle aree stesse, tramite appositi accordi di programma, nelle operazioni di raggruppamento e gestione di rifiuti raccolti durante le attività di pesca. “Le isole minori e le aree marine protette italiane – ha dichiarato la senatrice Orrù – costituiscono una grande ricchezza naturale e turistica del nostro Paese e soprattutto della Sicilia. Il provvedimento nel suo complesso, e l´attenzione particolare a questi luoghi del nostro territorio, danno un ulteriore segnale di protezione, tutela e coinvolgimento, oltre che di incentivazione economica, per quelle aree che fanno delle isole minori e dei fondali delle riserve marine una delle risorse più attrattive dell´Italia”.

Due frane a Vulcano. Tempestivamente rimosse

COMUNE DI LIPARI
CIRCOSCRIZIONE DI VULCANO
Le forti piogge della notte scorsa hanno provocato a Vulcano due vaste frane che hanno riversato sabbia e pietre lungo la Sp 178 Porto- Piano, il Sindaco Marco Giorgianni allertato dal sottoscritto dalle prime ore del mattino, ha immediatamente disposto l'intervento della ruspa della ditta Scaffidi N, che coadiuvata dall' Isp. Li Volsi, il quale ha provveduto ad apporre la segnaletica , ha ripulito l'importante via di comunicazione.
Vulcano 31/10/2015
Il Vicepresidente
Angelo Messina

Doppio senso sulla Cesare Battisti di Canneto. Chiusa al transito per gli interventi la Marina Garibaldi

AVVISO ALLA CITTADINANZA
Si avvisa la cittadinanza, in particolare i residenti nella frazione di Canneto - Lipari, che al fine di agevolare la squadra di operai comunali nelle operazioni di pulizia e sgombero della Via Marina Garibaldi di Canneto dai detriti alluvionali che hanno invaso la carreggiata nel corso delle ultime intense precipitazioni, si ha la necessità di chiudere al traffico la stessa ed avviare il doppio senso di circolazione sulla parallela Cesare Battisti anche in considerazione delle forti piogge previste nelle prossime 48 ore.
Si invita, pertanto, a rimuovere immediatamente le auto in sosta e/o parcheggiate sulla Cesare Battisti per facilitare gli opportuni e necessari interventi atti al ripristino delle normali condizioni di viabilità e della sicurezza pubblica.

L’Amministrazione Comunale

Canneto. Il video del mare "bianco pomice" in tempesta e la "piscina" sulla Marina Garibaldi

Crepa sulla strada Santa Margherita - Cugna

 Una crepa di notevoli dimensioni si è sviluppata nella strada di collegamento Santa Margherita - Cugna. 
Ce la segnala Marco Giaquinta il quale ha provato a contattare, senza successo, il comando della polizia municipale. 
Raccomandiamo, ovviamente, la massima attenzione.

Gli orari di apertura del museo di Lipari a Novembre

Cimitero senza acqua a Lipari

Ci sono giunte lamentele in redazione per la mancanza di acqua stamane al cimitero di Lipari. Auspichiamo un immediato intervento.

Canneto...il mare in tempesta fa paura

Come se non bastassero le difficoltà e le emergenze causate dalla pioggia della scorsa notte, a Canneto, da qualche ora, imperversa il mare. 
Le onde, che ormai con una certa frequenza superano il muraglione della Marina Garibaldi, hanno invaso la strada da Unci sino alla piazza e, in alcuni tratti, anche oltre.  
Il mare penetra anche all'interno di locali ed abitazioni che sono ubicate a livello della strada. Le auto in transito, praticamente, galleggiano sull'acqua. 
Inutili, considerata l'impetuosità del mare, si stanno rivelando gli interventi posti in essere per liberare la carreggiata dal fango e dai detriti trasportati dalla pioggia di stanotte.
Sul posto, a seguire l'evolversi della situazione e a disporre gli interventi che il mare consente, vi sono il sindaco Marco Giorgianni e l'assessore Giovanni Sardella, il responsabile della Protezione Civile, Placido Sulfaro, il dirigente del III settore Mirko Ficarra. 
Sul posto polizia municipale e mezzi del comune.
La situazione, è inutile nasconderlo, non è delle migliori. Un ulteriore motivo di apprensione è dato dal fatto che le condizioni meteomarine sono previste in ulteriore peggioramento per la serata.





NOTA BENE - LE FOTO SONO STATE SCATTATE CIRCA UN'ORA FA. ADESSO LA SITUAZIONE DEL MARE E' DECISAMENTE PEGGIORATA: 
A SEGUIRE PROPORREMO DEI VIDEO

La Sinistra eoliana: Ben tre le "raccolte differenziate" fallimentari

COMUNICATO STAMPA.
Ci piacciono le polemiche che “scricchiolano di vecchia e polverosa ruggine”. Ci piacciono, soprattutto, quando scaturiscono da missive datate 2014 piuttosto che 2015, lapsus rivelatore di una preoccupante confusione temporale.
In che anno siamo? Scorrendo la lettera del direttore generale della SRR, potremmo infatti pensare di trovarci ancora nel 2006, prima che questi – allora in forza all’ATO – avviasse la celebre campagna di comunicazione sulla differenziata, costata la modica cifra di 300.000 euro.
Non è superfluo osservare che, da allora, ben TRE sono state le “raccolte differenziate” avviate e gestite sotto la supervisione dell’attuale direttore generale della SRR, con risultati puntualmente fallimentari. Per colpa, secondo il suo giudizio, dei cittadini incivili e di una ditta incapace.
E se negli anni – perché ne sono passati, di anni – i cittadini avessero invece perso la fiducia nelle modalità di raccolta che venivano loro proposte, di volta in volta, nella consapevolezza di conseguire percentuali ben lontane da quelle previste dagli obblighi di legge, con procedure spesso fumose e sempre meno credibili, con cassonetti che andavano rimossi ma che sono magicamente rimasti al loro posto, con l’alluminio che non si capisce perché ma si continua a buttare nell’indifferenziato, con i sacchi diversificati che andavano distribuiti agli utenti ma che non arrivavano mai, con le compostiere affidate insieme alla promessa di una riduzione sulla tariffa ovviamente mai arrivata, e – non ultimo – con la manifesta incapacità di mettere a punto un sistema di raccolta che premi le pratiche virtuose e penalizzi chi la differenziata non la fa?
È ovvio che tutto questo non può essere imputato soltanto a un tecnico che ormai scrive come un organo politico, forse perché in realtà è egli stesso un prodotto della politica, ma va addebitato anche alle amministrazioni che si sono succedute senza avere il coraggio di adottare sistemi realmente innovativi e in grado di abbattere gli insostenibili costi del conferimento e smaltimento dei rifiuti. Magari, come scrive il direttore generale della SRR, saranno pure sistemi “fantasiosi”, ma altrove funzionano.
Di certo, se la soluzione ai problemi attuali avanzata dal tecnico cui compete la pianificazione di tali sistemi è quella di tornare alla raccolta stradale, ovvero fare un bel passo indietro per la quarta volta, allora sì che abbiamo sentore di “vecchia e polverosa ruggine”.
LA SINISTRA EOLIANA


Piove e ci risiamo! Canneto e via Roma in tilt!


Tre ore di pioggia anche abbastanza intensa e Canneto, così come via Roma, va in tilt. Oltre un metro di sabbia pomicifera a Calandra, Torrente Aurora ultra-intasato, fango, pietre e detriti sulla Cesare Battisti, Marina Garibaldi e via Roma.
A Canneto alcuni locali sono stati allagati e coloro che abitano nei pressi del torrente Gabellotto (Calandra) sono praticamente bloccati in casa. 
Alle 9 e 22 una pala meccanica del comune sta raggiungendo Calandra. Il traffico è dirottato sulla Cesare Battisti (la parte non alluvionata) dove è istituito il doppio senso di circolazione
Le foto dell'ennesima "crisi viaria" ...annunciata !






Buon Halloween dalle ragazze della Pasticceria Subba

Santo del giorno : Santa Lucilla di Roma

Il nome di Lucilla, evidentemente è il diminutivo di Lucia, che a sua volta deriva da « luce ». È dunque un nome già luminoso per se stesso. Lucia, voleva dire precisamente « nata all'alba », come Crepusca, significava « nata al tramonto ». Ma mentre il nome di Crepusca è completamente caduto nell'uso onomastico, quello di Lucia si è sempre più diffuso, forse proprio per quella luce che sembra diffondere sulle donne che lo portano volentieri. 
E dopo il nome di Lucia, viene quello graziosissimo di Lucilla, attribuito a molte giovani romane « nate all'alba ». 
Anche Santa Lucilla nacque all'alba dell'Era Cristiana, quando chi portava la luce della nuova fede veniva perseguitato da coloro che l'avrebbero voluta spegnere, convertendo il nome di Lucia in quello di Crepusca. 
Su Santa Lucilla però non brilla che la luce del suo bellissimo nome. Di lei, Martire, non si sa nulla di preciso, o meglio si sa soltanto quello che la leggenda ha intessuto con fili luminosi, ma puramente fantastici. 
Quasi certamente fu lo stesso nome di Lucilla a suggerire la leggenda. Perciò si narra d'un tribuno romano, di nome Nemesio, che avrebbe avuto una figlioletta nata cieca. 
Egli avrebbe chiesto per la propria figlia, al Papa Santo Stefano, non la luce fisica degli occhi, ma quella soprannaturale dell'anima, cioè il Battesimo. 
Padre e figlia si sarebbero fatti così cristiani. Anzi, il Papa avrebbe consacrato diacono il padre di Lucilla. Ma la luce della piccola cristiana avrebbe brillato poco in terra, e si sarebbe accesa invece in Cielo, dopo il martirio, subito, dal padre e dalla figlia, sotto l'Imperatore Valeriano. 
Il Papa Santo Stefano avrebbe fatto sotterrare i due corpi decapitati del padre e della figlia in un luogo segreto, di dove il Papa Sisto II li avrebbe fatti esumare, il 31 ottobre, per dar loro una più degna sepoltura, lungo la via Appia. 
La festa di oggi ricorderebbe dunque non il martirio di Nemesio e di Lucilla, ma la traslazione delle loro reliquie. 
Dalla via Appia, i corpi dei due Martiri furono poi nuovamente esumati da Gregorio IV e sepolti, con grande onore, nella diaconia di Santa Maria Nuova, insieme con altri Martiri romani. 
Anche queste ripetute traslazioni sembrano avere un significato simbolico. La piccola Lucia, cioè Lucilla, nata cieca e illuminata dalla fede, sarebbe stata più volte riportata alla luce del mondo, perché la scintilla della sua santità segnasse l'itinerario trionfale del Cristianesimo: « nato all'alba », tenuto da prima nascosto, poi avviatosi lungo le vie consolari, e finalmente affermatosi sulla terra, con le sue Chiese, diventate tante fiaccole di carità, accese sul mondo pagano, ormai condannato al crepuscolo.

Dissalatore e opere. Verso risoluzione contratto con la Sled

Sarà risolto il contratto con la Sled "perchè non ha rispettato i tempi sui lavori". Gli stessi saranno affidati "ad altra impresa affinchè il dissalatore possa  produrre i 10 mila mc d’acqua previsti". 
La novità è emersa nel corso del consiglio comunale. L'ha annunciata l'assessore Gaetano Orto

venerdì 30 ottobre 2015

MESSINA: Lavori ok, l'acqua tornerà domani ma in modo ridotto

I lavori per rimettere in funzione la condotta del Fiumefreddo sono andati bene. L'acqua è stata rimessa in rete, dovranno essere riempiti i serbatoi e solo dopo arriverà nei rubinetti. L'acqua tornerà nelle case non prima di domani mattina, ma in maniera ridotta.
L'ing. La Rosa dell'Amam ha confermato che saranno privilegiati i luoghi in cui l'acqua manca da sabato. La prima tappa è il Montesanto, da dove poi sarà smistata, quando si sarà riempito ( 8 -10 ore), verso il Trapani,il Tremonti ed il Santo per la zona sud.
"Per il ritorno alla nomalità - dice il dg Amam La Rosa - serviranno 10 giorni perchè con tutti i serbatoi dei condomini vuoti, ci sarà una chiamata straordinaria che svuoterà presto le riserve".

Calcio a 5 di Serie D. Rinviato l'esordio del Real Filicudi

Prende il via domani il campionato di serie D di calcio a 5
Al nastro di partenza, come anticipato nei giorni scorsi, anche il Real Filicudi.
Il previsto incontro di domenica che vedeva opposta la formazione eoliana all'AICS (a Messina) è saltato per motivi tecnici. Sarà recuperato non appena possibile.
Ricordiamo che nel Girone A , con il Filicudi, vi sono le squadre tirreniche ((Cattafi, Città di Pace del Mela, Futsal S. Lucia del Mela, Pol. Monfortese, Pro Mende Calcio, Sporting Club Villafranca) e di Messina Città (Aics Messina, Atene, Domenico Savio e Pompei).

Laurea magistrale in Farmacia per Mariella Sturniolo


















Ha conseguito quest'oggi la laurea magistrale in farmacia a Messina, con il massimo dei voti, la signorina Mariella Sturniolo.
Alla neo dottoressa va il plauso di Eolienews e l'augurio per un futuro professionale ricco di soddisfazioni.
Felicitazioni per i genitori ed i parenti tutti

Protezione Civile: Domani allarme rosso su Sicilia nord-orientale. Previsioni Lipari per i prossimi 3 giorni

Il forte maltempo in arrivo fa scattare per domani, sabato 31 ottobre 2015, l’allerta massima della Protezione Civile per il messinese, catanese e parte dell’ennese per rischio idrogeologico. Allarme rosso anche per quanto riguarda il rischio idraulico sul messinese e catanese.
Questo il bollettino ufficiale:
Il sistema perturbato in transito dal Tirreno centrale verso lo Stretto di Sicilia determina spiccata instabilità sulle regioni meridionali, particolarmente intensa e frequente sui settori ionici dove si accompagna all’intensificazione della ventilazione orientale nei bassi strati. Il lento movimento dell’intero sistema verso sud causerà la persistenza dei fenomeni sui settori ionici di Calabria e Sicilia fino alla giornata di domenica.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).
L’avviso prevede dal tardo pomeriggio/sera di oggi, venerdì 30 ottobre, precipitazioni diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla 

Basilicata, specie sui settori meridionali e ionici, e sulla Calabria, in estensione nella giornata di domani, sabato 31 ottobre 2015, alla Sicilia, con carattere di particolare persistenza sui settori ionici. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Inoltre, dalla tarda mattinata di domani, sabato 31 ottobre, si prevedono sulla Sicilia, specie su settori settentrionali e ionici, venti forti dai quadranti orientali con raffiche fino a burrasca forte.
Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani criticità rossa per rischio idrogeologico localizzato in Sicilia sui settori nord-orientali e sul bacino del Simeto, nonché su gran parte della Calabria e della Basilicata. Criticità arancione valutata su Basilicata settentrionale, Calabria tirrenica e restanti aree della Sicilia orientale. Criticità gialla, infine, sulla Sicilia occidentale e sui settori ionici della Puglia.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

LE PREVISIONI SU LIPARI PER I PROSSIMI TRE GIORNI

Galleria Monterosa: Intervento tampone Protezione civile per consentire riapertura strada in tempi brevi

Sarà effettuato un intervento urgente per mettere in sicurezza il costone che sovrasta la galleria che collega Lipari centro a Canneto ed interessato due domeniche orsono da una consistente frana. Ciò nell'ottica di riaprire al più presto la strada che da Bagnamare porta a Canneto-Acquacalda. L'importante novità è emersa nella riunione che si è tenuta oggi a Palermo, presso il dipartimento della Protezione civile. Erano presenti il sindaco Giorgianni, il dirigente Celi della Provincia e i responsabili regionali della Protezione civile regionale e provinciale, Foti e Manfrè. 
La prossima settimana sarà effettuato un nuovo sopralluogo dei tecnici provinciali. 
L'intervento, in attesa di quello definitivo, sarà realizzato con i fondi della Protezione civile. Interventi saranno effettuati sul pontile di Vulcano, sul costone della strada provinciale di Filicudi che conduce a Pecorini mare e sul tratto più a rischio della Canneto - Acquacalda.

Ricomposto il Trittico di Antonello da Messina. Per 15 anni resterà agli Uffizi di Firenze

Riceviamo la segnalazione di quest'articolo, pubblicato da "Il giornale dell'Arte", da Lina Paola Costa e ve lo proponiamo:

Firenze. Il ricomposto Trittico di Antonello da Messina dal 3 novembre sarà esposto per 15 anni nella sala 22 degli Uffizi a Firenze. L’opera è stata per secoli divisa in due parti. L’immagine centrale della Madonna con Bambino e quella di san Giovanni Evangelista nel 1996 furono acquisite allo Stato (insieme con lo Stemma Martelli di Donatello) dall’allora ministro dei Beni culturali Antonio Paolucci per sedici miliardi di lire.
Con l’acquisto si realizzava la volontà dell'antiquario Stefano Bardini che aveva lasciato la sua ricca eredità di opere d’arte allo Stato purché comprasse una o due opere d’arte importanti, di valore pari a quello dell’eredità, da destinare agli Uffizi o al Bargello. La terza figura del trittico, san Benedetto, è di proprietà della Pinacoteca del Castello Sforzesco di Milano. In cambio dell'opera di Antonello, la Regione Lombardia che ne è proprietaria, potrà esporre al Castello Sforzesco per 15 anni la «Madonna col Bambino e un angelo», del bresciano Vincenzo Foppa, conservato agli Uffizi. Il Trittico ricomposto è stato già esposto al Museo Bagatti Valsecchi di Milano in occasione di Expo.

Messina Tourism Bureau, il progetto “Gratia Plena” alla Borsa Internazionale del Turismo delle Religioni di Monreale

Lo sviluppo del turismo religioso sarà il motivo conduttore della "Borsa del Turismo delle Religioni", in programma a Monreale oggi 30 e domani 31 ottobre, promosso dell'Assessorato Regionale al Turismo che ha organizzato workshop e incontri B&B con buyers nazionali ed esteri, dedicando le varie attività connesse alla manifestazione agli operatori della domanda e dell'offerta regionale.
Tra gli eventi in programma particolare attenzione sarà prestata al progetto “Gratia Plena”, recentemente ammesso a finanziamento, realizzato dalla partnership composta dal Messina Tourism Bureau quale capogruppo di un raggruppamento misto pubblico/privato che vede, tra i propri componenti la Città Metropolitana di Messina e l’Università di Messina, i Comuni di Messina, Taormina, Castelmola, Mongiuffi Melia, Antillo, Roccafiorita, Monforte San Giorgio, Santa Lucia del Mela e Castroreale, le Associazioni Aura e Bios, in collaborazione con la Sicilyintours, l’Associazione Guide Turistiche Messina, Taormina ed Eolie, numerosi operatori turistici e l’ Arcidiocesi di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela.
Il progetto “Gratia Plena”, il cui nome richiama Maria ed anche la terra e la comunità di intervento, trae spunto dal desiderio di mettere in rete, anche in chiave turistica, tutte le manifestazioni e le forme di devozione mariana presenti nell’ambito dell’Arcidiocesi di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela.
Nel corso del workshop verranno proposti dei pacchetti turistici sul segmento religioso realizzati dal tour operator Sicilyintours, partner tecnico del progetto, e sarà presentato il "Cammino delle Vie Francigene" che coinvolge diversi Comuni dell’area metropolitana messinese.

Elipista Ginostra ritorna operativa per le emergenze notturne

COMUNICATO STAMPA
Dopo una complessa e laboriosa procedura, conclusasi positivamente grazie alla sinergia dei vari Enti e del gestore dell’elisuperficie Com.te C. Manzo della Soc.INAER, anche l’elipista di Ginostra nell’isola di Stromboli, dedicata al soccorso sanitario, potrà essere utilizzata per emergenze notturne.
Difatti, con provvedimento autorizzativo da parte dell’ENAC, l’importante infrastruttura è stata dichiarata operativa anche per attività notturna.
L’importante risultato conseguito, garantirà la continuità assistenziale agli abitanti di Ginostra consentendo, al contempo, un maggior grado di sicurezza a tutela della pubblica incolumità.
Lipari, 30/10/2015
Il SINDACO
Marco Giorgianni

Al via il 3 Novembre lo "Spazio gioco". Ancora aperte le iscrizioni

COMUNE DI LIPARI
(prov. di Messina)
Assessorato Servizi Sociali

Martedì 3 novembre 2015 alle ore 9,30 aprirà i battenti lo SPAZIO GIOCO per i bambini dai 18 ai 36 mesi.
L'iniziativa è finanziata con i fondi dei Piani di Azione e Coesione .
Le attività si svolgeranno nel plesso scolastico di Canneto (piano terra) tutti i giorni dalle 9,30 alle 12,30
Martedì e giovedì anche nel pomeriggio, dalle 16,00 alle 18,00.
I posti disponibili sono venti, le iscrizioni sono tuttora aperte.
Per informazioni e ritiro dei moduli rivolgersi al servizio sociale comunale, Via Maurolico n. 17 - Lipari
Analoga iniziativa è stata avviata a Salina, nei locali della scuola materna di Santa Marina, sempre con i finanziamenti dei Piani di Azione e Coesione – I riparto - a favore dell'Infanzia.

Conosci le tue isole ? Lipari, i luoghi del confino e le rovine dell’antica polis. Trekking urbano il 31 Ottobre

Lipari: Storia di una città, storie nella città.

Sabato 31 Ottobre

Trekking Urbano
Definizione: Il Trekking Urbano è un’attività che coniuga sport, arte, gusto e voglia di scoprire gli angoli più nascosti e curiosi delle città, attraverso itinerari caratterizzati da forti dislivelli del suolo e da scalinate. Si tratta di una forma di turismo “vagabonding”, libera e ricca di sorprese, adatta a tutte le età, senza un particolare allenamento preventivo. Oltre ad essere un’attività che fa bene al fisico e alla mente, il trekking urbano fa bene alle città perché permette di decongestionare le zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargare il raggio delle visite alle aree più periferiche dei centri urbani e prolungare i soggiorni.
Da qualche anno, con il Comune di Siena come capofila, il 31 Ottobre in tutta Italia si organizzano splendide passeggiate per i centri urbani alla scoperta degli angoli più curiosi e sconosciuti della storia delle nostre città.
Quest’anno, sebbene non ufficialmente, vogliamo esserci anche noi di #Conosciletueisole in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo Archeologico Luigi Bernabò Brea. Grazie alla collaborazione di Pino La Greca, storico locale, e di Maria Clara Martinelli, archeologa del Museo, attraverseremo la città di Lipari con uno sguardo nuovo soffermandoci sui luoghi del confino e tra le rovine dell’antica polis.
Con l’occasione, saluteremo l’Isola Pedonale che per quest’anno ci lascia, confidando che qualcuno, prima o poi, abbia la sensibilità di istituirla per tutto l’anno in tutto il Centro Storico.
Contiamo di esserci anche in caso di pioggia!
Appuntamento alle 10.00 a Marina Corta sotto la statua di San Bartolo. Noi saremo lì un quarto d’ora prima per un caffè. Ci fai compagnia?

Previsioni meteomarine Eolie. Preallarme meteo da domani mattino

PREALLARME METEO A PARTIRE DALLA MATTINATA DI DOMANI, SABATO 31, QUANDO SONO PREVISTI FORTI ROVESCI DI PIOGGIA CHE, LOCALMENTE, POTRANNO RISULTARE ABBONDANTI DURANTE LE MANIFESTAZIONI TEMPORALESCHE. LE PRECIPITAZIONI, CHE LOCALMENTE POTRANNO RISULTARE INTENSE, SARANNO VEICOLATE DA BURRASCOSI VENTI DI GRECO E LEVANTE, CON RAFFICHE CHE POTRANNO SFIORARE GLI 80 KM ORARI RENDENDO IL MOTO ONDOSO AGITATO
IL MALTEMPO SI PROTRARRA' FINO ALLA MATTINATA DI DOMENICA 1 CONCENTRANDOSI SULLA FASCIA IONICA MESSINESE OVE SONO ATTESI LOCALI NUBIFRAGI E MAREGGIATE LUNGO LE COSTE ESPOSTE
PER AGGIORNAMENTI VISITATE LA PAGINA FACEBOOK DI METEO EOLIE www.facebook.com/meteoeolie

MESSINA SENZ’ACQUA/ ARDIZZONE: “NERVI SALDI, OGNUNO FACCIA LA SUA PARTE”

“E’ il momento di mantenere i nervi saldi, non servono né le apparizioni televisive né le polemiche”. Lo afferma il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, intervenendo sulla crisi idrica che ha colpito Messina.
“In questo momento difficile – continua - è indispensabile che ognuno faccia la sua parte e che si lavori sinergicamente per restituire servizi e serenità ai messinesi: il resto sono solo chiacchiere sterili e inutili
".
Ristorante 
Marina Corta di Lipari
Per info e prenotazioni cell. 3337143504

Con l'entusiasmo di sempre vi aspettiamo tutti i giorni nell'incantevole piazza di Marina Corta per farvi gustare le nuove pietanze proposte dal nostro chef.

Ci risiamo. Nuova "invasione" di pomice a Calandra. Terra e fango sul torrente Aurora

La pioggia di ieri sera, ma era prevedibile, ha portato un ulteriore quantitativo di detriti pomiciferi lungo il torrente Gabellotto e sulla strada di Calandra a  Canneto. 
Di buon'ora, su disposizione dell'assessore Giovanni Sardella, come sempre presente in prima persona, sono intervenuti a Calandra gli ex Pumex.
Fatte salve le  buone intenzioni e la tempestività dell'assessore Sardella, non possiamo che paragonare quello che avviene a Calandra ad un "gatto che si morde la coda"...ovvero...sino a quando non si svuoterà la vasca posta a monte...saremo sempre punto e a capo..con dispendio di uomini, mezzi e denaro.
Sino a quando la fortuna e il buon Dio ci assiste

Pontile di Vulcano. Giorgianni oggi a Palermo alla Protezione civile

Potrebbero esserci novità oggi per il pontile di Vulcano, distrutto il mese scorso dalla nave “Pietro Novelli” della Siremar. Questa mattina a mezzogiorno, infatti, il sindaco di Lipari Marco Giorgianni sarà a Palermo negli uffici della Protezione Civile per fare il punto della situazione e conoscere i tempi necessari per realizzare la nuova infrastruttura che dovrà sostituire l’attuale ormai inservibile.
L’obiettivo - come ha anticipato nelle scorse settimane il primo cittadino - è quello di arrivare a realizzare l’approdo sfruttando le opportunità, soprattutto finanziarie, offerte dalle norme che in materia di Protezione civile disciplinano le vie di fuga. «Nel corso della prima conferenza di servizi – spiega Giorgianni – abbiamo comunicato la disponibilità del Comune di procedere alla progettazione definitiva entro fine anno per consentire l’inserimento nelle somme a disposizione. A quel punto si potrebbe procedere a gara accelerando anche i tempi burocratici. L’incontro di oggi ndr servirà proprio a verificare se questo percorso potrà trovare attuazione, oppure dovremo muoverci in altre direzioni. Un fatto è certo: il pontile a Vulcano sarà realizzato in tempi ragionevolmente brevi in quanto occorre garantire un punto d’ormeggio degno di tal nome, anche se – questo voglio sottolinearlo – siamo riusciti ad assicurare l’attracco dei mezzi veloci».

Stromboli. Realizzazione area di carico/scarico . Cittadina pone quesiti al sindaco ...in attesa di pubblica risposta

Caro Signor Sindaco,
La realizzazione, a Stromboli, dell'area di carico/scarico ha suscitato in questi giorni un ampio dibattito di cui, forse, è a conoscenza. Le reazioni, in generale, sono legate soprattutto al fatto che tale area è in fase di costruzione in una zona dell'isola già piuttosto “critica”: il lungomare che, come tutti sappiamo, soffre da anni per la presenza di un' area di stoccaggio dei rifiuti solidi urbani “vista mare” piuttosto discussa e alquanto maltenuta. A questo si aggiunge la presenza di rifiuti di vario genere lungo tutte le spiagge di quella zona; relitti di barche abbandonate, copertoni, ferri arrugginiti, ecc... In poche parole rifiuti “speciali” che, purtroppo, non possono essere smaltiti o spostati nemmeno grazie all'impegno di qualche coraggioso volontario.
Le scrivo qui, pubblicamente, nella speranza che possa dare una risposta “pubblica” e chiara alle molte domande di chi, sempre pubblicamente, ha manifestato le sue perplessità.
Il dibattito a cui mi riferisco, infatti, si è svolto non solo nei salotti privati di chi abita sull'isola o la frequenta saltuariamente, ma ha acquisito una dimensione pubblica non indifferente animando discussioni accese sui social network; sono intervenuti cittadini residenti, turisti, proprietari di case non residenti e tanti altri che, a vario titolo, hanno un legame con l'isola. Discussioni colorite su un argomento delicato che, come può immaginare, non fanno buona pubblicità a un posto che vive di turismo.
Ritengo che, superata la polemica fine a se stessa, queste domande meritino una risposta dall'unica fonte certa e attendibile deputata a darle, cioè il nostro Primo Cittadino.
Molti di noi hanno provato e provano a farlo, e ritengo questo tentativo una grande dimostrazione di partecipazione e interesse da parte di molti cittadini attivi.
Ma ciò non basta a fugare i dubbi di chi si oppone e ci ritiene responsabili (in quanto abitanti dell'isola) della realizzazione di un'opera nei confronti della quale grida allo scandalo e all'indignazione.

Per questo la prego di voler rispondere pubblicamente a queste domande:

1.    Perchè è stata scelta quell'area e non un'altra dove, forse, un'opera del genere avrebbe avuto minor impatto ambientale, magari meno esposta, possibilmente dall'altro lato della strada?
2.    Come mai non si è pensato di utilizzare l'ex campo di calcio?
3.    Per la realizzazione di quest'area è stata spianata una duna. Non c'era alcun vincolo legislativo (magari legato alla ZPS, “Zona di Protezione Speciale”) che poteva impedirlo, considerata anche la presenza in quel luogo di piante endemiche di particolare pregio?
4.    Pare che il Piano Regolatore prevedesse che l'area di carico/scarico (insieme al centro di stoccaggio dei rifiuti, posizionato sulla spiaggia “temporaneamente” circa 20 anni fa) fosse realizzata nella zona delle “Petrazze”. Che fine ha fatto quel progetto? Come mai non è andato avanti? Esiste forse un nuovo piano per la gestione dei rifiuti?
5.    Zona di “carico/scarico” vuol dire che i mezzi stazioneranno lì solo il tempo di caricare e scaricare la merce oppure potranno fermarsi anche per giorni e nottate intere?
E' possibile rassicurare i proprietari delle case vicine in merito a questo punto?
E' possibile, insomma, fare in modo che non diventi un parcheggio stabile di mezzi pesanti sul mare?
6.    Restando in tema di spiagge e lungomare, circola la notizia che entro il 31 dicembre l'amministrazione dovrà approvare il “Piano Spiagge”.
Considerata la delicata situazione della zona di Scari, dove le varie categorie (professionali e non) esercitano la loro attività, sarebbe possibile organizzare un incontro pubblico con la sua partecipazione, al fine di chiarire i tanti dubbi relativi alle modalità di utilizzo della spiaggia da parte dei suoi attuali occupanti?

La ringrazio per il tempo che vorrà dedicare a questa lettera, scritta da una cittadina come tanti, desiderosa non di sollevare sterili polemiche, ma semplicemente di ottenere informazioni rispetto al posto nel quale vive.
Spero che voglia cogliere le mie richieste come l'occasione per chiarire pubblicamente le motivazioni di una scelta che, come tutte quelle legate al Comune da lei amministrato, riguardano l'interesse di tutti: del territorio, dei cittadini residenti, dei turisti e dei proprietari di case non residenti.

Cordiali saluti

Carolina Barnao

Fonti: "Giacomantonio abile a fare polemiche che scricchiolano di vecchia e polverosa ruggine"

Stendo un velo pietoso sulle affermazioni del dr. Giacomantonio, troppo di bassa lega, indegne di chi ha rivestito i panni di Sindaco del Comune di Lipari,  quindi non le commento.  Gli riconosco la grande abilità di fare polemiche, che lo ha sempre contraddistinto, li faccia pure visto che non ha di meglio da fare;  non avrà risposte da me anche perché le sue polemiche scricchiolano di vecchia  e polverosa ruggine.
Domenico Fonti

Santo del giorno : San Germano di Capua

«Mentre il venerabile padre [san Benedetto] fissava con intensità il suo sguardo su questo fulgore di luce, vide l'anima di Germano, vescovo di Capua, portata dagli angeli in cielo dentro una sfera di fuoco» (san Gregorio Magno, Dialoghi). 

Il VI secolo è molto importante per lo sviluppo dell'organizzazione della Chiesa in Italia. Si fa strada la distinzione tra la diocesi, presente nelle città, e la pieve, nelle zone rurali. Emergono inoltre alcune figure di vescovi che sono ricordati da san Gregorio Magno come uomini di Dio in gradc di svolgere la cura d'anime continuando a tendere alla perfezione cristiana e alla contemplazione. 

Nato nel V secolo da famiglia agiata, Germano si privò dei suoi beni per darli ai poveri. Condusse poi vita ascetica fino al 516, quando venne eletto vesccvo di Capua. Amato nella sua diocesi, svolse una missione diplomatica particolarmente deli-cata. 

Su mandato di papa Ormisda si recò a Costantinopoli per cercare di mettere termine allo scisma iniziato dal patriarca Acacio. Nel tentativo di giungere all'unità con quanti si rifiutavano di accettare il concilio di Calcedonia, il patriarca aveva composto una formula di unione respinta da papa Felice Il e dalle chiese d'Occidente. La trattativa cui partecipò Germano andò a buon fine. 

L'imperatore Giustino e ii patriarca Giovanni sottoscrissero il documento proposto da papa Ormisda e venne superata una divisione che durava ormai da due aenerazioni. Ritornato nella sua diocesi, il vescovo condusse vita ascetica fino alla morte, avvenuta nel 541. Per gratitudine i fedeli Io seppellirono nella chiesa di Santo Stefano e lo venerarono come santo.

giovedì 29 ottobre 2015

Giacomantonio: ”Il sindaco si liberi di Fonti ”. Duro intervento dell’ex sindaco dopo nota del direttore generale SRR

Comunicato stampa
Ho letto l’incredibile nota che il direttore della Società per lo smaltimento dei rifiuti dei Comuni Eoliani ha mandato all’Amministrazione. Invece di rassegnare le dimissioni per la manifesta incapacità a gestire il servizio riversa una serie di insulti sui cittadini definiti “incivili”, e chiede addirittura all’Amministrazione di ripristinare la raccolta dei rifiuti tramite i cassonetti fingendo di ignorare che i cassonetti non sono mai stati dismessi e sono nelle strade in una condizione indecente. Avete mai provato a versare nei contenitori della differenziata il cartone, il vetro, la plastica? Impossibile perché sono stracolmi e spesso inavvicinabili almeno nel periodo estivo. Quanto poi ai contenitori delle lattine non sono mai stati predisposti sebbene da due anni si richieda il loro inserimento. Non parliamo degli ingombranti. Se telefonate alla società addetta del sig. Fonti vi si risponde che il servizio di prelevamento a casa non è più attivo. Ed allora? Che deve fare la gente? Chiamare un trasportatore per farseli portare in discarica. Ma non tutti se lo possono permettere.
Sig. Sindaco, prenda la palla al balzo e si liberi di questa palla al piede che oltretutto non è stato Lei  a scegliere ma ha ereditato da un triste passato. Vedrà che non sarà difficile trovare fra gli eoliani competenze vere per sostituire il sig. Fonti.               

                                               Michele Giacomantonio

Previsioni di Weather Sicilia per domani 30 Ottobre

Una signora il 21 Ottobre scorso ha dimenticato il suo bastone/stampella nell'area compresa tra l'ospedale e il porto di Lipari. Non essendo più uscita di casa da allora se ne è resa conto solo oggi. Chi l'ha ritrovato la contatti al 3337052988

Progetto 'DELFINI GUARDIANI', gli studenti di Panarea e Stromboli archeologi per un giorno


 Primo gemellaggio fra gli aspiranti “delfini guardiani” delle Eolie: oggi, nell’ambito del percorso didattico ideato da Marevivo, tutti gli studenti di Panarea sono andati a trovare i loro colleghi di Stromboli per condividere un'avventura sulle tracce di un lontano passato. Guidati dall'archeologa Elena Lusuardi e dagli operatori Marevivo, i ragazzi hanno visitato il sito archeologico di San Vincenzo, costituito da un villaggio preistorico risalente all’età del bronzo medio.
Poi, si sono spostati nell'aula multimediale dell'istituto Lipari 1 di Stromboli, dove l'archeologa ha mostrato agli studenti, anche attraverso immagini, quanto sia importante conoscere e preservare i preziosi tesori che il territorio eoliano offre.
La mattinata si è conclusa con una piccola festa che ha permesso ai ragazzi di Stromboli e Panarea di stringere e consolidare nuovi legami di amicizia. Il prossimo appuntamento per i “delfini guardiani” sarà il 3 novembre a Lipari per la visita al Parco Diana.
Il progetto di Marevivo e MSC è realizzato anche grazie al sostegno della Fondazione AIPF “Aeolian Islands Preservation Fund”, nata recentemente con l’obiettivo di contribuire a preservare l'eccezionale bellezza e il valore naturale delle isole Eolie e che ha deciso di investire su “Delfini Guardiani” i primi fondi raccolti fra i suoi donors. Sostengono il progetto anche Mari del Sud Resort & Village di Vulcano, Fondazione Barbaro, Federalberghi Isole Eolie, Ustica Lines e Siremar.
L’iniziativa, che coinvolge circa 450 studenti degli arcipelaghi delle Eolie e delle Egadi, gode anche del patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Federparchi, dei Comuni di Lipari, Leni, Malfa, Santa Marina Salina, Favignana e dell’Area Marina Protetta Isole Egadi.
Per saperne di più (comunicato integrale, foto e prossime attività dei “delfini guardiani”):
http://marevivo.it/news/delfini_guardiani_sbarca_alle_eolie_ed_egadi_con_msc_crociere-593/