Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 25 giugno 2016

Un Vescovo di origini eoliane ausiliare all'Arcidiocesi di Sidney

Mons. Antony Randazzo a destra e Mons. Richard Umbers a sinistra.
Al centro l'Arcivescovo di Sidney mons. Antony Fisher O. P.
Papa Francesco ha nominato ieri 24 giugno Mon. Anthony RANDAZZO, dell’arcidiocesi di Brisbane, finora Assistente dell’Arcivescovo di Brisbane, Vescovo ausiliare di Sidney in Auystralia, assegnandogli la sede titolare vescovile di Quiza. Mons. Randazzo è figlio di una eoliana. Sua madre, una Di Losa è infatti di Lami. Insieme a mons. Randazzo il Santo Padre ha nominato anche ausiliare di Sydney il Rev.do Richard James UMBERS, della Prelatura dell’Opus Dei.
Mons. Anthony Randazzo è nato il 7 ottobre 1966 a Sydney (Australia), nell’omonima arcidiocesi. Dopo aver frequentato la “Saint Augustine Catholic School” a Coolangatta, Queensland (1972-1973), la “Guardian Angels Catholic School” (1973-1975) e l’“Aquinas College” a Southport, Queensland (1976-1983), ha svolto gli studi ecclesiastici presso il “Pius XII Provincial Seminary” e l’Università di Queensland a Brisbane (1985-1991), ottenendo il Baccalaureato in Teologia presso il “Brisbane College of Theology” (1991). Successivamente ha ottenuto la Licenza in Diritto Canonico (2000) e il Diploma in Giurisprudenza (2001) presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma.
È stato ordinato sacerdote il 29 novembre 1991 per l’arcidiocesi di Brisbane.
Dopo l’ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: Vicario parrocchiale della “Saint Mary Parish” a Ipswich e Segretario del Consiglio Presbiterale (1992-1994); Vicario parrocchiale della Cattedrale di Santo Stefano, Cerimoniere vescovile e Segretario del “Clergy Appointments and Transfer Committee” (1995-1997); Uditore del Tribunale Regionale della Provincia di Brisbane (1998); Parroco della “Regina Caeli Parish” a Coorparoo Heights (2001-2003); Direttore delle vocazioni (2001-2004); Vicario Giudiziale aggiunto e Giudice del “Brisbane Regional Tribunal” (2001-2005); Membro Esecutivo del Consiglio Presbiterale (2001-2004); Giudice del “National Appeal Tribunal of the Catholic Church of Australia and New Zealand” (dal 2003); Officiale presso la Congregazione per la Dottrina della Fede (2004-2008); Direttore delle vocazioni (2009-2010); Rettore del Seminario “Holy Spirit” a Brisbane (2009-2015); Assistente dell’Arcivescovo di Brisbane (dal 2016).
Nel 2007 è stato nominato Cappellano di Sua Santità.
Oltre all’inglese, conosce l’italiano.

Addio Luca!. Per 10 anni è stato la "voce" della Prot.Civile. Era sposato con una liparese. Il cordoglio dell'amministrazione Giorgianni

Spoletini con Bertolaso
Addio Luca!
Luca Spoletini è morto la scorsa notte all’ospedale di Messina: per quasi dieci anni è stato portavoce del Dipartimento della Protezione Civile. Il 48enne era stato ricoverato la settimana scorsa: si era sentito male a Lipari, in seguito al riacutizzarsi della malattia autoimmune con cui conviveva da anni. Immediatamente trasferito all’ospedale Papardo, nonostante tutti gli sforzi dei medici, ieri mattina vi è stato un improvviso peggioramento: nella tarda serata il cuore di Luca si è fermato. Dal 2001 ha informato i giornalisti italiani su ogni alluvione, catastrofe o emergenza che riguardasse sia l’Italia sia l’estero, quando la Protezione civile partiva per portare gli aiuti del nostro paese. Sempre in prima linea, dal terremoto di San Giuliano di Puglia all’eruzione dell’Etna e dello Stromboli, dall’alluvione di Messina al terremoto dell’Aquila. Non ha mai spento il telefono, sacrificando per il lavoro la famiglia e gli amici. Passato alle dirette dipendenze di palazzo Chigi, due anni fa è stato chiamato alla comunicazione di #italiasicura, la struttura voluta dal governo per contrastare il dissesto idrogeologico.
Questo direttore ha avuto modo di conoscere Luca ai tempi dell'emergenza Stromboli e lo ricorda, oltre che come grande professionista, anche come persona buona, mite e disponibile.
Luca era sposato con una liparese: la dottoressa Caterina Piccione.
A lei, al piccolo Francesco e ai familiari tutti le condoglianze di Eolienews


IL CORDOGLIO DEL SINDACO GIORGIANNI A NOME DELLA GIUNTA, DEI CONSIGLIERI E COLLABORATORI
Si è spento nella notte il dott. Luca Spoletini, uomo di grandi qualità umane e di altissima professionalità. 
La comunità eoliana aveva avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo in occasione dello tsunami del 2002, quando in qualità di responsabile dell’ufficio stampa del Capo Dipartimento della Protezione civile , si era rivelato persona di grande sensibilità , vicina alle nostre isole e alla nostra gente , distinguendosi per la sua cortese disponibilità e per le sue indubbie capacità. 
Estimatore di queste isole, ne era un assiduo frequentatore, profondamente legato a Lipari, dove aveva parenti e amici. 
Questa Amministrazione comunale, nella persona del sindaco Marco Giorgianni, a nome suo, di tutti gli assessori, dei consiglieri e di tutti i collaboratori, porge alla famiglia Spoletini e alla famiglia Piccione, in particolare a Caterina ed al piccolo Francesco, le più sentite condoglianze.
Il Sindaco
Marco Giorgianni

Si ribalta autobetoniera sulla provinciale Lipari - Pianoconte.

Un'autobetoniera si è ribaltata, intorno alle 16, lungo la strada provinciale che da Lipari conduce a Pianoconte, poco prima dello svincolo per Pianogreca.
Il conducente G.F. è rimasto ferito al capo e con l'ambulanza del 118 è stato trasportato al pronto soccorso dove gli sono stati applicati dei punti di sutura alla testa.
A causare l'incidente sembrerebbe sia stato il distacco di un perno di una delle ruote.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia municipale (Ficarra - Spurio - Martella). Questi hanno provveduto a disciplinare il traffico rimasto bloccato dalla presenza del mezzo sulla sede stradale.
Nel momento in cui scriviamo si è ripreso a circolare.


Libertylines: "Proficuo incontro con l'amministrazione di Lipari". Ribaditi impegni e disponibilità a collaborare

COMUNICATO
Incontro a Lipari con l’Amministrazione Comunale
Certamente proficuo l’incontro tenutosi ieri con l’Amministrazione Comunale di Lipari. La Libertylines ha preso atto delle necessità provenienti dal territorio ed esposte dal Sindaco di Lipari Marco Giorgianni.
Nell’ottica della reciproca collaborazione, che ha già dato buoni risultati negli ultimi mesi, la Società ha spiegato le ragioni dell’adeguamento alle tariffe stabilite dalla Regione sui biglietti per la Tratta Eolie- Messina. Ragioni che nulla hanno a che vedere con una volontà di aumenti di volumi economici ma che sono legati alle tariffe riportate nel bando regionale.
Dal 12 Aprile scorso, la Società ha investito ingenti risorse per assicurare la continuità territoriale, migliorando i servizi. Da quella data ad oggi non si sono mai verificate cancellazioni di corse per motivi tecnici. Ciò è stato possibile grazie all’inserimento immediato nella flotta Siremar di ben 4 imbarcazioni. I risultati ottenuti sono evidenti e scaturiscono dalla stretta collaborazione con le istituzioni locali ed il territorio. Una collaborazione che traccia una linea chiara sulla quale riteniamo si debba continuare.
Proseguendo in quest’ottica, Libertylines ha dato già la propria disponibilità a farsi parte attiva in manifestazioni ed eventi riguardanti il territorio delle Eolie investendo sulle stesse. Libertylines è certamente disponibile a valutare con attenzione tutte le richieste e le esigenze del territorio, ritenendo nel contempo che la prima necessità sia quella di un servizio affidabile e puntuale.

DOMANI, PER IL NONO ANNO CONSECUTIVO MESSA IN MEMORIA DEI LAVORATORI DELLA POMICE A LAMI




Domani, domenica 26 giugno, alle ore 19.00 , a Lami, nel Vallone Castagna, sarà celebrata una Santa Messa per ricordare tutti i lavoratori e in particolare quelli della pomice scomparsi per estrarre la “bianca pomice” anche nelle grotte scavate nei luoghi della Borgata Lami.
L’Associazione Borgata Lami invita tutti i cittadini a prendere parte alla Celebrazione nel Vallone Castagna, a valle del monumento realizzato sul Monte Chirica in memoria dei lavoratori scomparsi.

Incontro con Libertylines. Il comunicato dell'Amministrazione Giorgianni

Comunicato
Il Sindaco ha incontrato ieri i rappresentanti della Liberty lines per un confronto sulle azioni messe in campo dalla societa' di navigazione che comportano degli aggravi di costo per i cittadini eoliani, con particolare riferimento alla tratta Eolie - Messina. Non si mette in discussione la legittimità di tali azioni, che lo stesso Sindaco ha peraltro approfondito in un incontro con gli uffici regionali competenti, ma si ritiene che la societa' debba dimostrare nei confronti del territorio un'attenzione diversa nonostante i miglioramenti riscontrati , rispetto al passato, con le unita' messe a disposizione. Nel rispetto dei ruoli, quindi, e' auspicabile una maggiore collaborazione con le Amministrazioni comunali con interventi concertati finalizzati anche alla promozione integrata del territorio. 
In tal senso nell'incontro si e' registrata la disponibilità' della societa' ad attuare misure concordate. Il Sindaco relazionera' approfonditamente in Consiglio comunale.

Eolie d'amare. Video con foto di Giancarlo D'Ambra

Vi proponiamo oggi "Eolie d'amare". Un video con foto di Giancarlo D'Ambra
Il video è montato sempre da Giancarlo. Eolienews lo sta solo pubblicando.

Frasi

Fate allora che ciascuna stagione racchiuda tutte le altre, e il presente abbracci il passato con il ricordo ed il futuro con l'attesa.
(Khalil Gibran)

Premio solidarietà stasera a Vulcano

C’è attesa a Vulcano per l’arrivo dell’attrice Maria Grazia Cucinotta che parteciperà alla sesta edizione del “Premio solidarietà” promosso dalla parrocchia SS. Angeli Custodi col patrocinio del Comune in programma alle 21 nel molo di Levante. Alla serata interverranno anche il comico ed imitatore Gennaro Calabrese e l’ex allenatore del Palermo, Giuseppe Sannino.
Un appuntamento ormai consolidato quello che si svolge ogni anno sull'isola, coordinato dal parroco don Lio Raffaele, che prevede anche la premiazione di un personaggio che si è distinto per gesti di solidarietà.
Ma il fine settimana registra altri momenti importanti, con la tradizionale “Festa della Ginestra” che avrà il suo epilogo domani con una serie di iniziative che coinvolgeranno vulcanari e turisti. 

Si comincia alle 10 con la maratona amatoriale Passo Piano-Porto, con degustazione di prodotti tipici e, poi, nel pomeriggio, intrattenimento per bambini e sfilata di “ruote e ruotini” in fiore. Chiusura serale con momenti musicali. 
Alle 18, invece, sempre a Vulcano Piano cerimonia di riapertura dopo due anni per restauri della chiesa degli Angeli custodi
FASE DI CONSULTAZIONE PUBBLICA  PER LA COSTRUZIONE DELLA STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO

Martedì 28 Giugno 2016, ore 10.00
 Palazzo dei congressi
Via Falcone e Borsellino - Lipari

PROGRAMMA

Saluti : Marco Giorgianni – Sindaco del Comune di Lipari
Giuseppe Pagoto – Sindaco Favignana e Presidente GAC Isole di Sicilia
INTERVERRANNO
 Ersilia Pajno Assessore Attività produttive
Salvatore Rijtano- presidente Cogepa Isole Eolie
Giuseppe Spinella – responsabile U.O.T. UNICOOP Sicilia

Pietro La Porta - segreteria tecnica GAC Isole di Sicilia

Ricicloni 2016, sempre più numerosi i Comuni liberi dai rifiuti

Il ragionier Roberto Piemonte ci segnala il seguente articolo pubblicato su "Il Sole 24 ore"

Ricicloni 2016, sempre più numerosi i Comuni liberi dai rifiuti

In 525 Comuni la raccolta differenziata supera il 65% e si producono meno di 75 chilogrammi annui per abitante di rifiuto secco indifferenziato. Sono i Comuni «rifiuti free», vale a dire quelli che quelli oltre a essere campioni del riuso hanno deciso di puntare sulla riduzione del residuo non riciclabile da avviare a smaltimento. La geografia italiana dei territori liberi da rifiuti, però, riproduce i soliti squilibri. Se 413 di quei Comuni sono al Nord, infatti, solo 87 si trovano al Sud e 25 al Centro.
Sono dati scritti nel rapporto legato al XXIII premio nazionale Comuni ricicloni, presentato ieri a Roma nel terzo e ultimo giorno della convention organizzata da Legambiente sull’economia circolare. Comuni ricicloni 2016 è realizzato da Legambiente in collaborazione con Anci, Conai, Utilitalia, Fise Assoambiente, CiAl, Comieco, CoRePla, CoReVe, Ricrea Rilegno, Centro di Coordinamento RAEE, Consorzio Italiano Compostatori e Assobioplastiche.
I dati
Solo Veneto (35%), Friuli-Venezia Giulia (29%), Trentino-Alto Adige (17%) e Campania (9%) superano la media nazionale del 7% di Comuni rifiuti free rispetto al totale (tre milioni di abitanti coinvolti), ma il dato è molto positivo se si considera che l’anno scorso le amministrazioni virtuose erano 356. Mancano all’appello solo Valle d’Aosta, Umbria, Puglia e Sicilia dove non ci sono enti con alta percentuale di differenziata e bassa produzione di rifiuto secco residuo. I Comuni sono stati premiati Regione per Regione e inoltre sono stati assegnati dei riconoscimenti speciali riferiti al genere di materiale riciclato, come carta, vetro, plastica a altri.
I buoni risultati sono stati ottenuti in maniera differente, ma i fattori determinanti sembrano essere tre: responsabilizzare i cittadini con la raccolta domiciliare, comunicare efficacemente e attuare politiche tariffarie premianti (e puntuali) per chi segue le regole.
Altro dato da segnalare è che tutti i Comuni rifiuti free fanno parte di un consorzio o di una comunità montana. A guidare la classifica dei consorzi al di sopra dei 100mila abitanti è il Consiglio di bacino Priula (Tv) che può vantare per i suoi 556mila abitanti quasi l’83% di differenziata a fronte di poco più di 50 kg/abitante/anno di secco residuo. Tra quelli al di sotto dei 100mila abitanti si distingue invece Amnu, in provincia di Trento, con quasi 43 kg/abitante/anno. Va detto, inoltre, che gran parte dei consorzi si trovano in Triveneto.
Le proposte
Per liberare l’Italia dall’emergenza rifiuti, Legambiente rilancia sei delle dieci proposte contenute nel manifesto rifiuti free insiste sull’importanza di introdurre l’obbligo di tariffazione puntuale su tutto il territorio nazionale:
1) utilizzare i proventi dell’ecotassa per politiche di prevenzione, riuso e riciclo;
2) premiare i Comuni virtuosi e le popolazioni con sistema di tariffazione;
3) eliminare gli incentivi per il recupero energetico dai rifiuti;
4) completare la rete impiantistica italiana per il riciclaggio e il riuso dei rifiuti con gli impianti anaerobici e aerobici per trattare l’organico, quelli di riciclo di tutte le filiere e frazioni nelle Regioni ancora sprovviste, i siti produttivi per la preparazione per il riutilizzo e tutte le innovazioni tecnologiche che sono in grado di recuperare materia dai rifiuti considerati fino a ieri non riciclabili;
5) lotta allo spreco e prevenzione della produzione di rifiuti;
6) stop a qualsiasi commissariamento per l’emergenza rifiuti.
Il parere del ministero
«Quella dei Comuni ricicloni e soprattutto dei Comuni rifiuti free è una rivoluzione e una riforma anti-spreco che fa bene al Paese, perché dimostra che l’economia circolare è già in parte in atto». È il pensiero del sottosegretario all’Ambiente, Silvia Velo, intervenuta alla convention di Legambiente.
«Per realizzare l’economia circolare – ha detto ancora la Velo – non bastano dichiarazioni di intenti e auspici strategici, così come non basta alzare i target di riciclaggio all’interno delle nuove direttive: bisogna, invece, individuare strumenti idonei per orientare il mercato dei produttori e dei consumatori verso prodotti riciclati. Occorre inoltre – ha continuato Velo – rafforzare il pacchetto economia circolare nella parte sugli incentivi, i finanziamenti e la tassazione a partire dal potenziamento dell’istituto della Responsabilità estesa del produttore. Infine a livello nazionale, con il collegato ambientale, il ministero dell’Ambiente ha già individuato le azioni da attivare tra cui l’applicazione dei criteri minimi ambientali negli appalti pubblici per le forniture di appalti e servizi e la definizione di punteggi premianti per l’utilizzo dei materiali di scarto nell’ambito di accordi e contratti stipulati dal Mise che prevedano l’erogazione di incentivi in favore di attività imprenditoriali di produzione di beni derivanti da materiali riciclati o dal recupero degli scarti provenienti dal disassemblaggio di prodotti complessi».

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 25 Giugno

Eolienews augura Buon Compleanno a Mariangela De Mariano, Vittorio Falanga, Fatima Sabihi, Simone Patti, Vanessa Giuffrè, Orazio Brigantello, Alessandra Garippa, Marco Basile, Andrea Costanzo, Roberta Mollica, Alessandro Merlino, Giusy Contrafatto e Giacomo Macchione

La segnalazione dei lettori. Acqua a perdere da due settimane nella scalinata delle spiagge bianche

Ci scrive la signora Lucia Costanzo:
Da quasi due settimane, nella scalinata interna per scendere alle spiagge bianche a Lipari, c'è una perdita d'acqua da un tubo di una casa abitata. Nonostante la segnalazione e i solleciti ancora nessuno è venuto a sistemare la situazione. Ma quanta acqua di deve ancora sprecare prima che intervenga qualcuno?

A Vulcano disabili agevolati per il rilascio del biglietto d'imbarco sugli aliscafi

Agevolare al massimo il disabile che deve acquistare il biglietto dell'aliscafo.
La biglietteria della “Liberty Lines” di Vulcano, curata da Mirella e Mariano Bruno, ha realizzato, con la collaborazione di Bartolo Natoli, un originale sistema automatizzato che permette al portatore di handicap di ottenere il tagliando senza la necessità di accedere fisicamente al locale biglietteria e magari dover attendere il proprio turno.

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

STROMBOLI

SANTO DEL GIORNO:

Nasceva a Vercelli, da nobili genitori, un fanciullo destinato dal Signore a fondare un numeroso ordine religioso. Al fonte battesimale ricevette il nome di Guglielmo.
Ancora fanciullo amava la solitudine e cominciò ad esercitarsi in ogni pratica di pietà. All'età di 14 anni, spinto dal fervore, iniziò un pellegrinaggio. A piedi, vestito di una sola tunica e cinto di cilicio, si recò a Campostela nella Spagna, al celebre santuario di S. Giacomo. Il freddo, la fame, la pioggia, le privazioni e perfino il pericolo della vita non riuscirono a smuoverlo dalla sua santa impresa. Aveva progettato anche un viaggio in Palestina, al S. Sepolcro di Cristo, ma gravissimi ostacoli non gli permisero di adempiere il suo desiderio.
Pertanto, assecondando la sua tendenza alla vita religiosa ed eremitica, salì sul Monte Solicchio. Quivi passò due anni in continua preghiera, digiunando e dormendo sulla nuda terra.
Avendo ridata la vista ad un cieco, si sparse la fama della sua santità, e gran numero di persone andava a trovarlo. Disturbato così nella sua solitudine, pensò di fare un pellegrinaggio a Gerusalemme e tutto contento si mise in viaggio; ma Dio che aveva su di lui altri disegni, gli apparve durante il viaggio e gli manifestò quanto voleva da lui. Permatosi nel regno di Napoli, si nascose in una selva e ricominciò di nuovo la sua vita eremitica. Alcuni boscaioli recandosi a far legna nelle vicinanze della sua grotta, lo trovarono, e di ritorno alle loro abitazioni, avendo raccontate meraviglie di lui, moltissimi accorsero per vederlo e per udirlo.
Importunato da quelle visite, si recò in un luogo aspro e quasi inaccessibile, chiamato Monte Vergine. Anche qui fu di nuovo scoperto e fra i visitatori vi furono anche numerosi giovani, desiderosi di fare vita santa con lui. Spinto dalla necessità, dovette pensare a dar ricovero a tanti postulanti e si pose a tracciar linee, a scavar fondamenta e a portare il materiale. Aiutato da coloro che volevano seguirlo, innalzò il monastero di Monte Vergine. Aumentando sempre più il numero dei postulanti, diede loro mi genere di vita secondo i consigli evangelici, con regole tratte in gran parte da quelle di S. Benedetto. Quindi, con la parola e con gli esempi di una vita santissima, attirò altri giovani, fondando nuovi monasteri.
Numerosi furono i miracoli da lui operati. Per sua intercessione i muti parlavano, i ciechi vedevano, i sordi sentivano e gli ammalati che a lui ricorrevano si vedevano liberati da ogni genere di malattie. Cambiò anche l'acqua in vino, e un giorno che una perfida persona volle tentarlo sulla castità, per vincere la tentazione si ravvoltolò nudo su carboni ardenti. Ruggero, re di Napoli, all'udire le meraviglie operate per mezzo di Guglielmo, concepì una grande venerazione per il Santo e raccomandò se stesso, la sua famiglia e tutto il regno alle sue preghiere.
Dopo aver predetto al re e ad altri il giorno della loro morte, e benedetti i suoi religiosi, si addormentò nel Signore, illustre per virtù e miracoli, il 25 giugno dell'anno 1142.
PRATICA. Fare sempre con giubilo la volontà del Signore, ricorrendo a lui nei pericoli.
PREGHIERA. O Signore, concedi, per intercessione del tuo servo S. Guglielmo, di compiere nella nostra vita la tua santissima e amabilissima volontà, affinchè possiamo riportare vittoria sui nemici della nostra salvezza.

venerdì 24 giugno 2016

PIANO PLURIENNALE PER LA RICOSTITUZIONE DEL TONNO ROSSO NELL’ATLANTICO ORIENTALE E NEL MEDITERRANEO. LA VIA: “Premiati gli sforzi dei pescatori: innalzati i livelli di pesca. Una buona notizia per le marinerie siciliane”

“Grazie alle politiche ambientali dell’Ue e agli sforzi dei pescatori per limitare le catture di tonno rosso, oggi siamo nelle condizioni di innalzare i livelli di pesca”. Così l’on. Giovanni La Via (Ap\Ppe) Presidente della Commissione Ambiente, Sanità pubblica, Sicurezza alimentare, commenta il voto, al Piano pluriennale di ricostituzione del tonno rosso, nell'Atlantico orientale e nel Mediterraneo (BFT). Il PE torna dunque a pronunciarsi, dopo la plenaria dello scorso gennaio, quando il relatore aveva chiesto il rinvio del voto relativo alla risoluzione al fine di ottenere quanto prima un accordo in prima lettura.
Le misure previste dal piano adottato nel 2006 dall'ICCAT,(la Commissione internazionale per la conservazione dei tonni dell’Atlantico), e che si concluderà nel 2022, avevano, di fatto, richiesto sacrifici, necessari, ma onerosi. Considerato il processo di progressiva ricostituzione dello stock di tonno rosso nell’Atlantico orientale e nel Mediterraneo, si è poi proceduto all’innalzamento sostenibile delle catture, con un aumento annuale del 20%, il che significa, per l'Italia, che la quantità di pescato è passata da 2.302,8 a 2.752 tonnellate.
“Preservare l’ecosistema e aumentare la riserva, senza d’altra parte perdere di vista i livelli occupazionali, è stato l’obiettivo che ci siamo prefissati e che oggi possiamo dire di avere centrato”, afferma l’eurodeputato, convinto della necessità di tutelare l’intero settore della pesca, nel rispetto dell’ambiente ma consapevole dell’importanza di difendere il reddito dei lavoratori del settore. E a proposito dell’aspetto relativo alla sostenibilità socioeconomica, La Via ricorda come “nella plenaria di gennaio era stato adottato a larga maggioranza un emendamento sostenuto del Ppe, con cui si chiedeva sostegno alla pesca artigianale di piccola scala, contro i monopoli dei grandi armatori”. In un primo momento contrario, il Consiglio ha poi accettato di inserire nel testo dell’accordo un riferimento alla pesca artigianale, escludendo però quello relativo ai monopoli. “Le marinerie italiane, e penso in particolare a quelle siciliane – afferma l’eurodeputato catanese - hanno una tradizione importante che va salvaguardata e difesa, e il trend positivo a cui assistiamo è il risultato di politiche ambientali responsabili, che potranno oggi dare nuove garanzie ai pescatori”.

Ospedali. I riuniti forse non più riuniti, Adesso basta! (Dichiarazione del sindaco Materia a Canale Sicilia)

Ospedali riuniti di Milazzo-Barcellona-Lipari: forse non vogliono piu’ riunirsi? Adesso basta!
BARCELLONA P.G. – Appena lo scorso 20 maggio 2016, con una PEC inoltrata per i canali istituzionali, il Direttore Generale dell’ASP di Messina comunicava ai sindaci di Barcellona Pozzo di Gotto, Milazzo e Lipari la relazione che illustrava il percorso a seguito del quale pervenire alla riorganizzazione delle rete ospedaliera locale nel quadro della costituzione dell’Ospedale Riunito di “Milazzo – Barcellona – Lipari”.
Quella PEC segnava il momento di sintesi di un lungo percorso d’interlocuzione istituzionale tra i rappresentanti delle comunità locali e le Autorità regionali e centrali: non posso omettere di richiamare quel 15 gennaio 2016 a Palermo, quando firmiamo, insieme all’Assessore Guicciardi e al Direttore Generale Sirna, il documento congiunto che impegna l’Amministrazione regionale all’istituzione degli ospedali riuniti con la previsione di un polo medico a Barcellona Pozzo di Gotto e di un polo chirurgico a Milazzo.
Tanta è stata la sicurezza manifestata che in quella PEC l’ASP si è spinta financo ad indicare le date previste per i trasferimenti delle strutture tra i diversi presidi. La prima data comunicata è stata quella relativa al trasferimento del reparto di medicina dallo stabile di Milazzo a quello di Barcellona Pozzo di Gotto; a seguire gli altri trasferimenti. Stamattina, preceduto da una formale comunicazione inoltrata alla Direzione Generale, mi reco al “Cutroni Zodda” così da poter constatare personalmente lo stato di fatto.

Vengo accolto dal Direttore Sanitario, il quale con cortesia mi lascia intendere che i trasferimenti programmati subiranno “qualche” ritardo. Immediatamente mi rifiuto di entrare nell’edificio dell’ospedale – per verificare cosa? – e contatto telefonicamente il Direttore Generale, il quale mi conferma quanto anticipato dal Direttore Sanitario riferendosi a procedure, decreti e quant’altro. Insieme ai Sindaci degli altri Comuni del Distretto socio sanitario D28 – che mi hanno tutti accompagnato senza riserve in questa battaglia – rivendico il diritto alla salute dei nostri concittadini, una comunità – non dimentichiamo – di oltre settantamila persone.
Per questo, oltre ad avere convocato immediatamente una conferenza stampa per comunicare a tutti l’accaduto, già stamattina ho richiesto, insieme ai sindaci, un’audizione urgente presso la VI Commissione dell’Assemblea Regionale Siciliana, alla presenza dell’Assessore Regionale della Salute, On.le Guicciardi,.
Il Direttore Generale dell’ASP di Messina, Dr. G. Sirna, è organo periferico dell’Assessorato Regionale della Salute: egli agisce in nome e per conto dell’Assessore e del Governo Regionale, è dunque opportuno che l’Assessore 

fornisca i necessari chiarimenti.
Nessuno immagini di fare violenza ad un diritto fondamentale dei miei concittadini: se per caso qualcuno volesse che non nasca l’Ospedale Riunito di Milazzo-Barcellona-Lipari, allora noi – io, gli altri sindaci del Distretto D28 e più di 70.000 cittadini – rivendichiamo che il Presidio Ospedaliero “Cutroni Zodda” torni ad essere quello che storicamente è stato: un ospedale a pieno titolo, munito di tutte le attrezzature, i reparti e le specialità necessari per assicurare ai cittadini, senza discriminazioni, quel diritto alla salute che l’art. 32 della Carta Costituzionale TUTELA come “ … fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”.
Vogliamo il nostro ospedale!
Roberto Materia(Sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto)

Commercio ed edilizia: Carabinieri scoprono altri 35 lavoratori in nero

Comunicato sull'attività svolta nel primo semestre 2016 dai Carabinieri del Comando Provinciale di Messina in collaborazione con il Nucleo Ispettorato del lavoro:
5 persone denunciate
92 ispezioni effettuate
scoperti 35 lavoratori in nero
sospese 10 attività imprenditoriali
sanzioni amministrative per oltre 152.000 €
recuperi contributivi per oltre 211.100 €


Continua senza sosta l’’attività di contrasto al lavoro nero condotto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Messina e del Nucleo Ispettorato del Lavoro. I controlli dei primi quasi 6 mesi dell’anno in corso hanno riguardato principalmente il settore del commercio e quello dell’edilizia della provincia peloritana e i risultati non sono mancati dato che gli operanti nel complesso hanno:
- denunciato 5 persone in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
- controllato 92 aziende e verificate 243 posizioni lavorative;
- scoperto 35 lavoratori in nero;
- in dieci casi adottato la sospensione dell’attività imprenditoriale;
- contestato sanzioni ed ammende per oltre 152.000 € e recuperato contributi INPS per oltre 211.100 €.
L’attività si inquadra in un più ampio progetto che ha quale obiettivo quelli dei contratti a norma e della sicurezza rispettata.
Il lavoro dell’Arma prosegue per mettere in luce una situazione ancora grave a Messina ma in leggero miglioramento per le tutele dei lavoratori. In effetti, sebbene la Sicilia abbia realtà totalmente differenti da città a città, nella provincia di Messina il fenomeno del lavoro nero sembra essere in lieve diminuzione in rapporto al numero complessivo delle posizioni lavorative controllate. Rimane una situazione difficile che vede soprattutto nell’edilizia il settore di maggiore incidenza del lavoro nero, privo di ogni tutela. Ed è proprio in questo settore che l’Arma pone un’attenzione ulteriore al fine di prevenire il fenomeno delle “morti bianche”. 
Le Stazioni Carabinieri, presidio di tutela del cittadino operano sul territorio in stretta simbiosi con i Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro. 
Un operatore edile rischia il doppio se non opportunamente formato, informato e testato sotto il profilo medico. 
Deve conoscere i pericoli del luogo di lavoro attraverso un’idonea conoscenza del cantiere stesso che viene dalla mirata istruzione derivante dal documento di valutazione dei rischi. 
Deve essere dotato di tutti i dispositivi di protezione individuale, sia per i pericoli di caduta di oggetti dall’alto, sia di imbracature per i lavori in quota, sia di attrezzature per le normali lavorazioni: guanti, scarpe antiscivolo, caschi. 
Ma i Carabinieri, laddove verifichino che l’onesto imprenditore abbia assolto a tutti questi doveri nei confronti del proprio operaio, allorché rilevino che proprio il lavoratore per semplice insofferenza non utilizzi gli accorgimenti e non si serva dei dispositivi di protezione individuale, procedono nei confronti anche di questi con le sanzioni previste dal testo unico per la sicurezza (D.Lgs. 81/’08). 
Questo Comando Provinciale Carabinieri, prevede la prosecuzione dei controlli e il massimo impulso dell’attività ispettiva unitamente al Nucleo Carabinieri per la Tutela del Lavoro di Messina, al fine di fare osservare le norme di tutela dei rapporti di lavoro, di legislazione sociale, di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro, a Messina come nelle altre aree urbane e rurali della provincia. Lavoratori in regola, contratti corretti, sicurezza nei cantieri: questi gli obiettivi dei Carabinieri in un momento di grande trasformazione del mondo del lavoro conseguente alle recenti riforme di settore. Occorre comunque sempre ricordare agli imprenditori che un operaio in regola costa di meno che dovere pagare delle sanzioni amministrative e le contribuzioni INPS non corrisposte per tempo.

Caravanserai, ulltimato il tour delle Eolie

"Caravanserai Tour, percorse le prime 3 tappe del tour e le 7 isole Eolie, partiti da Stromboli e transitando per Panarea, Vulcano, Lipari, Salina, Filicudi, siamo arrivati a Alicudi". Lo scrive oggi sulla bacheca Facebook Gianni Montagner protagonista insieme a Betty Bassanelli, Alfredo Capobianco e Marco Pompei della nuova avventura in canoa iniziata il 21 giugno.
La Glencora, la barca di appoggio, coadiuva tutte le operazioni di cambio canoa, di riposo e rifocillamento degli atleti ed è guidata dal comandante Paolo D'Antuono. A coordinare tutta l'organizzazione della traversata è invece Fabio Campanella.
La traversata con partenza da Stromboli si concluderà a Lampione percorrendo tutte e 15 le isole della Sicilia.
Ad ogni tappa è associata la visita dei luoghi simbolo di ogni isola: i villaggi preistorici ancora conservati a Panarea, il museo archeologico e vulcanologico a Lipari, il museo di Ustica, la grotta del Genovese a Levanzo, le case romane e il museo del mare a Marettimo.
Un percorso di 700 km tra archeologia, vulcanologia e cultura.
Il tour è seguito pagaiata dopo pagaiata da La mia Ostia (pagina Facebook)

Luca Chiofalo "Pensierino sulla Brexit"

La Gran Bretagna esce dall'Europa... L'Italia, a sentire Salvini, dovrebbe farlo. E poi, a cascata, perché non la Sicilia fuori dall'Italia, Lipari fuori dalla Sicilia e Marina Corta fuori da Lipari...? tutti con un bel confine, moneta locale, leggi diverse e diffidenza se non ostilità verso gli altri... questo sarebbe il futuro migliore che i popoli inseguono...? mah, sono perplesso...
CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

Frasi

Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perchè l'uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti..
(Charlie Chaplin)

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 24 Giugno

Eolienews augura Buon Compleanno ad Antonella Caccetta, Vincenzo Lo Schiavo, Giovanna Mandarano, Lucia Marra, Loredana Natoli, Perry Lopez, Ella Di Benedetto e Jessica Greco

Le Eolie e le date da ricordare (a cura di Giuseppe La Greca) : 24 Giugno 1885

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Le acque calde (Vulcano)

SANTO DEL GIORNO
Il culto e l'alto onore tributato dalla Chiesa al grande Battista col celebrarne la natività è certo un segno della grandezza di questo uomo santificato prima ancora della sua nascita. 
Zaccaria, suo padre, era della classe di Abia, e come sacerdote attendeva agli uffici del tempio. Elisabetta, sua consorte, era sterile e avanzata negli anni: ambedue però camminavano irreprensibili nella legge del Signore. 
Or avvenne che mentre il bianco vegliardo Zaccaria, entrato nel tempio, vi offriva l'incenso, gli apparve l'Angelo del Signore. Egli si turbò alla vista del celeste messaggero, ma questi con voce dolce e soave: « Non temere, gli disse, o Zaccaria, perché le tue preghiere sono state esaudite e la tua moglie Elisabetta darà al. la luce un figliuolo a cui porrai nome Giovanni. Egli sarà per te di allegrezza e di giubilo, e molti per la sua nascita si rallegreranno poichè sarà grande al cospetto dell'Altissimo... sarà ripieno dello Spirito Santo e precederà dinanzi al Signore con lo spirito e la potenza di Elia ». « Ma come avverrà questo, rispose tremante Zaccaria, se io e la mia moglie siamo vecchi? ». A cui l'inviato misterioso: « Io sono Gabriele chè sto al cospetto di Dio, e sono stato inviato ad annunciarti questa bella notizia, ma giacché hai esitato, rimarrai muto fino a tanto non sia compiuto quello che ti ho detto ». 
Così dicendo l'Angelo scomparve. 
Quando furono compiti i giorni del suo ministeri se ne tornò a casa. Allora si compì la parola del Signore; 
Un altro spettacolo ci si presenta. Gabriele lascia nuovamente il cielo; sorvola le montagne della Giudei e si porta a Nazareth ad una verginella in dolce contemplazione. 
Ave grazia piena! A questo saluto Maria si turba ma rassicurata dall'Angelo, crede e diviene all'istante madre di Dio. Saputo poi che la cugina Elisabetta deve partorire, Maria si dirige frettolosa verso la città. L'abbraccio colla cugina, la purificazione di Giovanni, le parole ispirate di Elisabetta fanno proromper Maria in quel cantico di lode e di benedizione a Dio che è la più bella e la più sublime di tutte le poesie, il più dolce di tutti i canti: il Magnificat. Ecco i prodigi coi quali fu circondata la Natività del Battista, il Precursore di Cristo, l'ultimo e il più insigne tra i personaggi che nel corso di quaranta secoli preannunziarono il Salvatore. La sua vita mortificatissima trascorsa quasi tutta nel deserto e nella predicazione del regno messianico, fanno di S. Giovanni uno dei santi più grandi. Le sue relazioni con il Salvatore sono intime. È Giovanni che lo battezza nel Giordano: ancora lui che lo mostra ai discepoli con quelle parole: « ecco l'Agnello di Dio, ecco colui che toglie i peccati dal mondo ». E a chi, stupito della sua vita e della sua predicazione, domandava: « Sei tu il Messia? » rispondeva: « Io sono la voce di colui che grida nel deserto: raddrizzate le vie del Signore. Io non sono il Cristo: ma fui mandato innanzi a lui. Bisogna che Egli cresca e che io diminuisca ». 
E Giovanni diminuì veramente. Dopo aver additato il Messia, insegnato ad ogni ceto di persone il modo di ricevere il Salvatore, è preso e decapitato in odio alla verità. Più splendido coronamento alla sua missione non poteva desiderare. 
PRATICA. Impariamo dal Battista la fermezza nella fede, l'amore alla mortificazione e alla penitenza. 
PREGHIERA. O Giovanni, che preparasti i sentieri, deh! fa che noi possiamo percorrere speditamente la via che ci separa dal cielo.

giovedì 23 giugno 2016

La 7 : "A Stromboli privatizzazione selvaggia delle spiagge". E ad un figlio di un sottosegretario del Governo Berlusconi concessione per un chiosco a Spiaggia Lunga a soli 864 euro all'anno

Nella perla delle Isole Eolie - evidenzia La7 - il demanio della Regione siciliana ha dato il via alla privatizzazione delle spiagge a prezzi stracciati: i 1500 metri quadrati della sabbia nera di Scari, sono stati concessi per 2.000 euro l'anno.
Il commento del presidente dell'Associazione Difende Stromboli, Gianluca Verzelli, ospite in studio: "È uno spaccato dell'Italia intera". 
Tra l'altro, nel servizio- si parla della concessione per la realizzazione di un chiosco a Spiaggia Lunga, rilasciata a Vanni Tortoli, figlio di un ex sottosegretario del governo Berlusconi, al costo di 864 euro l'anno
Il servizio è andato in onda su La7, programma "L'aria che tira"
Per visualizzare il video del servizio del giornalista de La7 cliccare sul link sottostante
http://www.la7.it/laria-che-tira/video/a-stromboli-privatizzazione-selvaggia-delle-spiagge-23-06-2016-188449

Ritrovati occhiali da vista all'Anfiteatro del Castello di Lipari

 
Sono stati ritrovati all'Anfiteatro del Castello di Lipari, dopo la conclusione del saggio-spettacolo di Angels' Dance, questi occhiali da vista.
Il proprietario contatti il 3395798235

Busacca - Art.1, sabato ci sarà il chiarimento?

Sabato pomeriggio si riunirà il direttivo dell' Art.1 per un confronto diretto ed un chiarimento con il consigliere Busacca. 
All'ordine del giorno la condotta tenuta dallo stesso consigliere spesso in netta divergenza con le indicazioni del movimento. 
Si discuterà anche della proposta del presidente La Cava di indire le primarie di iniziativa popolare, strumento utile e democratico per individuare la figura più idonea ad amministrare una realtà per anni calpestata da una classe politica inadeguata. 
Art.1

Futuro dell'area pomicifera. La terza relazione del consulente Angelo Sidoti che annuncia una interessante iniziativa

Riceviamo e pubblichiamo l’ultima relazione prodotta dal consulente Angelo Sidoti con il punto sul lavoro svolto e sugli obiettivi
Amministrazione Comunale di Lipari
Alla cortese attenzione del Sindaco Marco Giorgianni
Oggetto: Realizzazione del programma di riqualificazione e recupero sostenibile delle aree di cava nell’Isola di Lipari.
Egregi Tutti,
la presente relazione è da ritenersi un’integrazione di quelle redatte in data 08/02/2016 ed in data 26/03/2016 – trasmesse a mezzo email al Sindaco del Comune di Lipari e, per conoscenza, agli organi di stampa del territorio – al fine di rendere pubbliche le attività condotte dal Consulente Volontario sul tema dello “Sviluppo e della gestione dell’Accordo per la realizzazione del programma di riqualificazione e recupero sostenibile delle aree di cava site nell’isola di Lipari”.
Durante questi sei mesi di mandato, il Sottoscritto ha avviato costanti e proficui contatti con l’Amministrazione Comunale – nella persona del Sindaco Giorgianni – con alcuni Funzionari e Dirigenti Comunali, con Enti e Organizzazioni del Territorio, con la Curatela Fallimentare della Pumex Spa ed, infine, con alcuni Atenei Universitari Italiani e Ordini Professionali.
In linea di principio, l’impostazione iniziale del Programma di Riqualificazione e Recupero resta inalterata nelle sue linee guida e nella individuazione delle priorità:
Messa in Sicurezza delle Aree di Cava e contestuale Avvio dell’Istituzione del Parco Geominerario;
Piano di Riqualificazione dei fabbricati industriali e civili e Valutazione di idee/progetto da parte di un panel di esperti indipendenti.
La prima fase relativa alla Messa in Sicurezza potrebbe subire, rispetto all’ipotesi iniziale, una marginale rivisitazione dovuta alla redazione di un progetto tecnico sulla Messa in Sicurezza e Bonifica del sito di Porticello, a cura della Pumex Spa in liquidazione (oggi fallita), rappresentata dal Prof. Massimo Galletti, resasi necessaria anche a seguito di diffide e ordinanze emesse dal Sindaco di Lipari. Tali lavori saranno oggetto di approfondimento in occasione del tavolo tecnico che si terrà presso la sede comunale entro il 15 Luglio 2016.
Per quanto riguarda, invece, le ipotesi progettuali da avviare nell’area, al termine degli incontri che si sono avviati sul territorio, si valuterà insieme al Sindaco la redazione di un Piano di Sviluppo Turistico dell’intero Arcipelago nel quale far confluire tutte le progettualità finora redatte, iniziando proprio dal Progetto di Riqualificazione delle Cave. Tale attività aggiuntiva dovrà prevedere una modifica dell’attuale incarico conferito al Consulente Volontario, che verrà redatta a breve.
Attività/Iniziative sviluppate in questi primi sei (6) mesi:
1. Distretto Minerario di Catania: siamo in attesa di ricevere dal suddetto Ente la certificazione degli obblighi in capo alle aziende concessionarie Pumex Spa e Italpomice Spa, nel rispetto delle leggi in vigore e contemplati nei relativi atti autorizzativi. In questi mesi, lo stesso Distretto ha rappresentato la necessità di approfondire con molta cura l’argomento, tenuto conto delle normative e delle leggi emanate durante la durata delle stesse concessioni e del tempo trascorso (dieci anni) dalla definitiva chiusura o cessazione dell’attività delle cave;
2. Curatela Pumex Spa: a seguito di ordinanza emessa dal Sindaco di Lipari in data 21/03/2016, il curatore Prof. Massimo Galletti ha provveduto ad inviare all’Ente copia della progettazione relativa alle opere di messa in sicurezza e bonifica del sito di Porticello, detenuto in concessione per attività estrattiva. Dopo l’esame della suddetta documentazione si procederà alla convocazione di un tavolo tecnico nel quale verranno invitati gli Enti e le Autorità pubbliche interessate. La data prevista per la convocazione è il 15/07/2016;
3. Italpomice Spa: sono state segnalate all’Ente ed agli Uffici competenti alcune criticità riguardanti la Società Italpomice Spa, società controllata dalla Pumex Spa (oggi fallita) nella misura del 98% del capitale sociale, nello specifico:
Richiesta di concessione edilizia per la realizzazione di un complesso turistico: sono state segnalate all’Ente alcune dichiarazioni rese dall’organo amministrativo e riportate negli atti della società (approvazione del bilancio al 31.12.2014 deliberato in data 12/02/2016), che risultano essere in contrasto con quanto contenuto negli atti dell’Ente Comune. Si resta in attesa di conoscere l’esito del Ricorso al TAR presentato dalla controparte e la cui udienza è stata spostata di Ufficio al 06/07/16. Il progetto per la realizzazione del Complesso Turistico è stato redatto dall’Ing. Emanuele Carnevale, progettista e direttore dei lavori;
Relazione sulla gestione al bilancio 31.12.2014: si ritiene opportuno verificare quanto contenuto nell’informativa generale relativa al bilancio in argomento, al fine di valutare eventuale impatti e ricadute nei confronti dell’Ente, sia con riferimento a quanto indicato al punto precedente sia anche per tutelare i crediti per imposte, tasse e tributi locali non riscossi, maturati nei confronti della suddetta società, prestando particolare attenzione alla situazione patrimoniale rilevata al 31.12.2014 (passivo patrimoniale, cause civili in corso, garanzie prestate a favore di terzi, pregiudizievoli già iscritte oltre che attenta valutazione della parte attiva, tenuto conto delle attività di dismissioni avviate nel sito in questi anni).
Si rileva, inoltre la nomina di un nuovo amministratore unico, nella persona del Dott. Giovanni Genovese, da parte del socio di maggioranza Pumex Spa (oggi fallita), rappresentato in assemblea dal Curatore Prof. Massimo Galletti.
4. Ipotesi di cronoprogramma: la stesura dell’ipotesi di cronoprogramma dei lavori di messa in sicurezza definitiva delle aree di cava di Porticello dovrà essere necessariamente rivista tenuto conto del progetto redatto dal tecnico nominato dal curatore fallimentare Prof. Massimo Galletti. In occasione del tavolo tecnico che si terrà nel mese di Luglio 2016, si vedrà di approfondire l’argomento rilevando le attività che verranno realizzate a carico della curatela ed il relativo computo metrico riferito all’impegno economico;
5. Azioni di rivendica proprietà comunali: il legale dell’Ente, Avv.to Antonio Vitrano, ha predisposto e notificato all’Ente Comune una relazione nella quale sono indicate le particelle catastali che possono essere oggetto di una prima azione di rivendica delle proprietà comunali, che verrà presentata in tempi brevi. Non si esclude che verranno predisposte ulteriori azioni di rivendica una volta verificata e acquisita la documentazione ancora mancante, che potrebbe aumentare e determinare un incremento di valore del patrimonio comunale;
6. Incontri con il Territorio: dopo i diversi incontri avviati sul territorio con il precedente gruppo di lavoro, con l’Associazione Geometri, con alcuni Presidenti di Commissioni Consiliari e con le Autorità competenti, in data 23.04.2016 si è tenuto un incontro con la Federalberghi Isole Eolie nella persona del Dott. Christian Del Bono.
L’incontro è stato ritenuto soddisfacente e proficuo da entrambi le parti e gli argomenti trattati sono contenuti in apposito verbale interno.
Infine, in un’analisi complessiva fatta e condivisa dai convenuti si è ritenuto strategico che ogni inziativa imprenditoriale che veda coinvolto l’Ente Comune, direttamente o indirettamente, venga ricondotta all’interno di Piano di Gestione di Sviluppo del Settore Turistico esteso, per quanto possibile, a tutte le parti sociali.
Il Consulente Volontario ha rappresentato tale esigenza al Sindaco che ha condiviso di inziare ad avviare un percorso sulla fattibilità di tale Piano, che possa servire come strumento di programmazione territoriale per lo Sviluppo del settore Turistico delle Eolie.
Tale attività dovrà essere obbligatoriamente oggetto di una rivisitazione dell’attuale incarico concesso al Consulente Volontario da parte del Sindaco.
Attività/Iniziative da avviare/valutare nei prossimi sei (6) mesi:
Valutazione complessiva delle procedure da avviare nei confronti della Italpomice Spa, tenuto conto della sua attuale posizione giuridica (in bonis) e dei pareri da acquisire dal settore tecnico e legale:
- Diffida/Ordinanza per interventi di Messa in Sicurezza;
- Azione di rivendicazione dei terreni e quant’altro di proprietà comunale;
- Incontri con il Curatore per ottenere chiarimenti e informazioni in merito alle dichiarazioni rese in sede di approvazione del bilancio di esercizio chiuso al 31.12.2014;
Incontro con la Curatela di Pumex Spa per accertare l’eventuale piano di dismissione di beni aziendali e la possibilità di un eventuale riutilizzo di parte di essi nella progettualità di un Parco Geominerario da sviluppare nell’area di Porticello, oltre che lo stato attuale del passivo della Società fallita;
Avviare procedura nei confronti della curatela di Pumex Spa, riguardante nello specifico l’area di Punta Castagna, detenuta dalla stessa come aria di “stoccaggio di materiali su area demaniale”- si veda lettera del 14/02/1982 prot. n.2973 a firma del Sindaco pro tempore.
Inoltre, valutare le azioni da intraprendere in considerazione di quanto riportato nella suddetta lettera. Nello specifico: “Per il predetto deposito su area demaniale, il Comune non assumerà alcuna responsabilità rimanendo alla vostra cura la custodia del materiale”, ed in considerazione dell’osservanza di tutte le norme vigenti in materia di rifiuti e discariche. Tale argomento verrà anticipato anche in occasione del prossimo tavolo tecnico.
Valutazione complessiva dello stato dei procedimenti amministrativi e legali relativi ai crediti vantati dall’Ente per imposte, tasse e tributi locali nei confronti della Pumex Spa (oggi fallita) e della Italpomice Spa, che ammontano a circa 1mln di Euro.
Aggiornamenti su attività non indicate in precedenza:
Dopo aver redatto una presentazione strettamente confidenziale sotto forma di Excutive Summary, nella quale vengono esplicitate tutte le attività fino ad oggi svolte, riferite al Progetto di Riqualificazione e Recupero Sostenibile delle Aree di Cava, sono state intraprese alcune relazioni su tutto il territorio nazionale con Università e relativi Dipartimenti.
In particolare, con il Dipartimento di Economia e Management della Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino facoltà di Architettura, Università degli Studi di Napoli Facoltà di Architettura e Ordini e Fondazioni degli Architetti di Napoli e Torino.
Si ritiene, infatti, qualificante l’apporto del sistema universitario su questo importante progetto, anche in previsione che lo stesso venga esteso ad un Piano di Sviluppo Turistico dell’intero Arcipelago, con un valido contributo anche di Università straniere sia per il tramite degli Atenei indicati in precedenza che per contatti della stessa Federalberghi Isole Eolie.
Inoltre, con la collaborazione di una società di consulenza italiana specializzata nel settore dei finanziamenti europei, dotata di un gruppo dirigente di alto profilo, sono stati individuati gli strumenti attualmente disponibili suddivisi per ogni categoria di investimenti allo stato ipotizzati.
Infine, con il contributo di consulenti esterni che collaborano con il Consulente Volontario, al fine di iniziare un percorso di studio sui modelli progettuali di riqualificazione da avviare nelle aree di cava di Porticello, si organizzerà un evento a Lipari dal 19 al 24 settembre 2016 dal titolo
FUTURE LIGHTS ON A WHITE VOLCANIC LANDSCAPE
Parteciperanno all’evento 40 neolaureati e studenti in architettura provenienti da diverse Università Italiane ed Estere, oltre 15 Tutor che si avvicenderanno a rotazione per sovraintendere i lavori dei giovani laureati ed un Presidente di Giuria che valuterà insieme ad una Commissione composta dai Tutor i progetti migliori da consegnare all’Amministrazione Comunale.
Durante queste giornate, a cura degli sponsor verranno illuminate alcune vie cittadine e si organizzeranno serate musicali per le vie del centro storico. L’attività operativa per l’organizzazione dell’evento sarà coordinata e condivisa con l’attuale Assessore al Turismo, Dott.ssa Ersilia Pajno.
Il Consulente Volontario del Comune di Lipari
Dott. Angelo Sidoti

Bellezza@governo.it: la proposta per la tutela e la valorizzazione dell’impianto termale denominato “Organo di Eolo” a Lipari

Le associazioni Legambiente Lipari, Federalberghi Isole Eolie, Nesos, Amici del Museo e “Valentino…Uno di Noi” hanno proposto dodici interventi per le Eolie nell’ambito della campagna bellezza@governo.it . Ecco la scheda proposta 
La proposta
 • La proposta vuole risolvere l'annoso problema della salvaguardia e contestuale fruizione del bene archeologico. 
Il Progetto, da elaborare unitamente alla Sovrintendenza di Messina ed al Museo Archeologico Regionale di Lipari deve raggiungere due importanti obiettivi: 
• produrre lavoro ed aprire alla fruizione un monumento poco noto e caratterizzato da incuria e disinteresse; 
• l'organizzazione di visite guidate all’impianto realizzando ove necessario steccati e parapetti di sicurezza. 
• Obiettivi e risultati attesi: 
• diffusione della conoscenza e valorizzazione, fino alla fruizione turistica; 
• protezione, salvaguardia e recupero del bene; 
• valorizzazione e recupero delle emergenze storico-architettoniche;

Cos'era l'organo di Eolo e la sua riscoperta nella descrizione del professor Luigi Bernabò Brea
Avevamo molte volte cercato questo rudere nella contrada Piano Greca e ne avevamo chiesto agli amici che vi abitavano e che la coltivavano, ma sempre senza risultato. Nessuno lo conosceva, nessuno ne aveva sentito parlare. Pensavamo quindi che fosse stato completamente cancellato dalle intemperie o dai lavori di bonifica agricola. Invece esso è venuto inaspettatamente in luce in occasione dell’apertura della nuova strada rotabile che attraversa la contrada Piano Greca, distaccandosi dalla provinciale che sale a Piano Conte. 
Il taglio della strada, fatto con mezzi meccanici, ha incontrato i poveri resti di questo edificio e ne ha forse distrutto una parte. Resta però la parete addossata al pendio della strada disegnata dallo Houel. Dal pavimento su sospensore e delle tegole tubolari che rivestivano le pareti ancora da lui riconosciuti non resta più traccia, ma si conserva l’archetto attraverso il quale l’aria calda penetrava negli ipocausti. 
Senza dubbio il rudere ha subito una notevole degradazione nel corso dei due secoli che ci separano dalla visita dello Houel. Venuto in luce il rudere, in condizioni di estrema fatiscenza, sul margine a monte della strada, si è reso necessario un intervento di restauro per impedirne la ulteriore degradazione. 
I lavori sono stati eseguiti nel corso del settembre 1983. 
Si è dovuto innanzi tutto sostenere frontalmente il terreno sezionato dalla ruspa, per impedirne il progressivo svuotamento che avrebbe causato la frana dei resti murarii e questi sono stati opportunamente sottofondati dove appoggiavano su terreno ormai inconsistente. Si sono eseguite alcune necessarie reintegrazioni per impedire il crollo dei muri dissestati, e soprattutto dell’archetto di cui non restava che una metà priva di appoggio. Ma le parti reintegrate sono state nettamente distinte da quelle originali. 
La nostra piccola terma usufruiva, come fonte di calore, delle fumarole naturali, che dovevano essere numerose in questo costone sottostante alla rotabile per Piano Conte. Alcune di esse sono ancora attive, anche se assai tenui. Nell’antichità dovevano essere molto più vivaci. Infatti tutto il regime delle fumarole dell’isola di Lipari si è profondamente modificato ed attenuato a seguito dell’ultima eruzione di Vulcano degli anni 1888-90. La presenza di questa fonte naturale di calore spiega la scelta della posizione per quest’impianto, che doveva avere soprattutto funzioni curative, come le terme di S. Calogero o come le Stufe di Bagno Secco. 
Luigi Bernabò Brea

La scomparsa di Simone Carpintieri ieri sera a Chi l'ha visto su Rai Tre

La scomparsa nel mare di Vulcano Gelso, il 6 Giugno scorso, del trentatreenne Simone Carpintieri, è sbarcata ieri sera nel programma televisivo di Rai Tre, Chi l'ha visto.
La conduttrice Federica Sciarelli ha letto l'appello di Mariangela, la mamma di Simone. 
E' stato detto che è partito da Vulcano il 6 Giugno alle 16 e 30 per una battuta di pesca, che la barca è stata ritrovata a Vulcano Gelso con la radio accesa, che a bordo vi erano sia i telefoni che i panini che Simone doveva consumare quella sera.
E' stata inoltre mandata in onda la scheda che vi proponiamo.

Istituto Conti. Corsi di recupero per giudizio sospeso al via il 28 Giugno

Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Tommasa Basile, comunica che i corsi di recupero per il giudizio sospeso avranno inizio il 28 giugno 2016 presso la succursale del liceo scientifico in via torrente cappuccini.
Gli studenti interessati potranno prendere visione del calendario da domani, 24 giugno, presso la sede centrale o presso la succursale.
Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Tommasa Basile

WhatsApp, attenzione al nuovo virus: ecco il link da non aprire

C’è un nuovo virus che gira su WhatsApp e che sta facendo impazzire mezzo mondo. Si tratta di un messaggio che invita a rinnovare l’abbonamento della chat: a lanciare l’allarme la Polizia di Stato, che sulla pagina Facebook “Una vita da social” esorta a fare attenzione perché il link in allegato contiene un virus.
“Rinnoviamo l’invito a prestare attenzione al messaggio che sta circolando su ‪WhatsApp” si legge nel messaggio della Polizia‬. “Messaggio che invita a rinnovare l’abbonamento alla chat‬”.
WHATSAPP È GRATUITO –La polizia ricorda cheWhatsApp è gratuito per tutti. 

Via Garibaldi a Lipari. Ore 10:30, che indecenza!

Ecco come si presentava alle 10 e 30 di stamane la via Garibaldi a Lipari. Crediamo ci sia davvero poco da aggiungere se non ricordare che da qui transitano i gruppi diretti al Castello e al Museo Archeologico. Un bel biglietto da visita...non c'è che dire!

La Scuola Calcio Estiva 2016 della Ludica Lipari

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 23 Giugno

Eolienews augura Buon Compleanno a Valeria Russo, Rina Luca Natoli, Giorgio Papadarrigo, Bartolo Puglisi, Morena Greco, Andrea Zaia, Giovanni Raffiti, Guendalina Catena, Giovanni Tringali

Regione, Crocetta propone il "reddito di cittadinanza"

Fermare l'avanzata 5stelle approvando provvedimenti che sono nel loro programma. Sembra questo l'intento del governatore Rosario Crocetta e della sua maggioranza. In giunta si è discusso ed è stato approvato uno schema di delibera che istituisce un "pacchetto speranza", così lo hanno definito. Previsto lo stanziamento di 350 milioni di euro, in parte coperti con il Fondo sociale europeo, in parte con i fondi Pac gestiti dal Cipe. Previsto il finanziamento di 500 euro al mese per sei mesi per 40 mila disagiati sotto la soglia di povertà, con un indice Isee inferiore ai 5 mila euro. Il finanziamento si può ricevere per tre anni. Ma in cambio queste persone dovranno svolgere attività, come i cantieri lavoro. Sarà poi rifinanziato il servizio civile per 40 mila giovani nell'assistenza agli anziani, nelle carceri, nell'assistenza ai minori e nelle varie onlus impegnate sul sociale. Saranno gli assessorati alla Formazione e al Lavoro a dover curare il bando per poter aderire all'iniziativa.
Il governatore aveva presentato lo scorso anno all'Ars un disegno di legge per avviare il reddito di cittadinanza, che è rimasto fermo in commissione. "In questo modo avvieremo l'iniziativa in via amministrativa - dice Crocetta - dobbiamo fare qualcosa per gli ultimi". Tutto sarà fatto in via amministrativa senza ricorrere a norme da votare in aula. "Prevediamo una serie di interventi strutturali per il contrasto alla povertà - dice Crocetta - ci saranno anche cantieri di lavoro. Nel dettaglio, mettiamo circa 115 milioni per il servizio civile regionale ai giovani diplomati e laureati sotto i 29 anni per una forma di inserimento lavorativo da fare negli enti pubblici, anche Regione e Comune e Asp. Una sorta di formazione nel lavoro. In tutto saranno coinvolti 40 mila giovani. Circa 100 milioni andranno invece per i disagiati con reddito inferiore ai 5 mila euro Isee per attività nei cantieri lavoro. Altri 80 milioni saranno stanziati come sostegno alle imprese per l'occupazione e l'assunzione di 8 mila disoccupati. Altri 50 milioni li diamo per i più deboli, in termini di assistenza sociale con un contributo "sociale". Ci saranno anche le borse lavoro per la raccolta differenziata: cioè per disoccupati che saranno utilizzati dalle aziende nella raccolta porta a porta. In sintesi,
il nostro è un reddito di cittadinanza strutturato attraverso il lavoro e non solo".
In giunta approvato anche il coordinamento della protezione civile in caso di incendi, anche sui forestali. "Abbiamo fatto anche la dichiarazione di Stato di calamità senza richiedere risorse: il rimboschimento è già previsto nel patto per il Sud, mentre 2 milioni andranno a chi ha subito danni a case e aziende. Ricordo, con risorse nostre".(Repubblica.it)

Frasi

Sei maturo quando hai tutte le armi per ferire qualcuno, ma non le usi

mercoledì 22 giugno 2016

Tentativo di violenza la notte scorsa a Canneto

Tentativo di violenza la notte scorsa a Canneto ai danni di una cittadina rumena, domiciliata nell'isola. 
 La donna - da indiscrezioni - sarebbe finita in ospedale e l'uomo che ha tentato la violenza, un napoletano, domiciliato a Canneto, in una abitazione in località Calandra, fermato e presumibilmente arrestato dai Carabinieri di Lipari
Il grave fatto si sarebbe verificato, intorno alle due, nel camping di Unci. 
Le urla della donna hanno svegliato non solo gli ospiti della struttura ma anche di chi risiede nelle immediatezze.
L'uomo - stando sempre ad indiscrezioni che abbiamo raccolto nel "teatro" del grave fatto di cronaca - sarebbe stato trovato in possesso anche di un'arma.
Per ulteriori particolari vi rinviamo a quello che sarà, probabilmente, un comunicato stampa dell'Arma dei Carabinieri

Come eravamo. Tennisti ieri...Russo, Famularo, Portelli, Profilio

Una pagina del tennis. Nella foto da sx a dx: Assuntina Russo, Giuseppe Famularo, Sonia Portelli, Alice Profilio.  I primi in piena attività ancora oggi

Missioni fantasmi al comune di Lipari. Nuova tappa oggi al tribunale di Barcellona

Nuova "tappa" oggi al tribunale di Barcellona del processo a carico di amministratori, ex amministratori, dirigenti e funzionari del comune di Lipari e che fa seguito all'operazione della Guardia di Finanza, denominata "Ghost Mission - Missioni fantasma". 
Si è proceduto all'interrogatorio di alcuni degli indagati che, senza remora alcuna, evidenziando di non essersi macchiati di alcun reato, hanno risposto alle domande che gli sono state poste.
Da ricordare a proposito di queste "missioni fantasma" che la Corte dei Conti, sezione regionale, non ha riscontrato alcun danno erariale, ed evidenziando la regolarità procedure amministrative, ha archiviato il procedimento nei confronti di 18 persone, facenti parte ai tempi in cui viene contestato il presunto danno della macchina burocratica -operativa-amministrativa del comune di Lipari. 

Consiglio comunale di Lipari aggiornato a domani. Aumento biglietto per Messina. Giorgianni annuncia incontro con Regione e Società di navigazione

“L'aumento del biglietto residenti sul collegamento in aliscafo da Lipari a Messina e viceversa lo abbiamo contestato alla Regione. Domani avrò una riunione a Palermo e venerdi' un incontro a Lipari con la società di navigazione”. 
Lo ha affermato il sindaco Marco Giorgianni in consiglio comunale nel contesto della discussione di un ordine del giorno sui trasporti marittimi presentato dal consigliere di maggioranza Giacomo Biviano. L’argomento è stato sposato e dibattuto anche dagli altri consiglieri. 
In particolare si è posto l’accento su un presunto monopolio e sull’utilizzo da parte di SNS e Libertylines dei locali di Sottomonastero dove insistono le biglietterie. 
Il sindaco Giorgianni nell’evidenziare di essere contrario al monopolio ha comunque sottolineato come ad operare nelle Eolie, in questo momento, siano due distinte società.  “Il servizio di collegamento ex Siremar – ha detto- è passato adesso, con la nuova aggiudicazione dell’ex società di Stato, a SNS. 
L'altro servizio,invece, è affidato alla società Ustica Lines che si è aggiudicata una manifestazione d'interesse, posta in essere dalla Regione Siciliana. Il monopolio potrebbe esserci se SNS si aggiudicherà la gara per i servizi marittimi integrativi veloci. Per quanto riguarda i locali delle biglietterie queste sorgono in area demaniale e questa non è stata ancora affidata a noi. Ho richiesto al Demanio di ottenerla in concessione, in modo che poi noi si possa affittare i locali alle società”.
Il sindaco Giorgianni ha, inoltre, sottolineato, smentendo chi parla di situazione peggiorata nel settore trasporti veloci, che adesso, rispetto al passato, ogni qualvolta che un aliscafo ha un problema tecnico, viene immediatamente sostituito. Evitando i tristemente famosi piani a 3 o a 2.
Prima dell’interruzione dei lavori (il consiglio è stato aggiornato a martedì) il sindaco si è impegnato a far partecipare i capigruppo consiliari alla riunione di venerdì con la società di navigazione

Il Masaccio dal tentativo d'approdo a Stromboli..all'urto contro il molo... al semiaffondamento...alla posa in mare delle zattere di salvataggio

Proponiamo ai lettori di Eolienews un filmato relativo all'incidente dell'aliscafo Masaccio a Stromboli. Immagini che vanno dal tentativo d'approdo nell'isola .. all'urto contro il molo...   al semiaffondamento...alla posa in mare delle zattere di salvataggio

Piccoli vulcanologi crescono: alle isole Eolie l'esperienza dei ragazzi del liceo “Basile” di Monreale

(da monrealenews) Si è svolto nei giorni scorsi lo stage del progetto di alternanza scuola-lavoro organizzato dall'associazione culturale "Vulcani e Ambiente" a cui un gruppo di circa quaranta studenti delle classi III A Scientifico, III B Scientifico, III A Classico, III B Scientifico e IV A Scientifico del Liceo Basile - D'Aleo hanno preso parte.
Gli studenti, accompagnati dai docenti Vincenzo Di Matteo e Calogero Campione, avevano già iniziato l'attività di alternanza nella prima settimana di giugno, durante la quale hanno seguito dei corsi di vulcanologia e mineralogia in orario scolastico, finalizzati all'apprendimento delle nozioni base di tali materie propedeutiche alle attività che avrebbero svolto una volta arrivati presso le Isole Eolie.
Già durante la prima giornata, arrivati sull'isola di Vulcano, gli studenti sono stati coinvolti in numerose attività nel corso delle escursione presso il cratere della Fossa: insieme ai loro docenti hanno scalato il vulcano raggiungendo il cratere e, osservatane l'attività fumarolica ed i depositi di zolfo, hanno campionato i gas fumarolici con metodo Giggembach misurando la temperatura delle fumarole tramite termocoppia.
Durante la seconda giornata gli studenti, trasferitisi presso l'isola di Lipari, hanno visitato il museo vulcanologico, in cui è stato per loro possibile vedere come sono state impiegate le rocce del posto per la creazione di utensili e statue. Durante la visita al museo di Scienze Naturali i ragazzi hanno inoltre assistito a numerose spiegazioni sull'attività di vulcanismo eoliano da parte dei responsabili del museo stesso.
Successivamente gli studenti hanno visitato la Valle dei Mostri di Vulcanello, per poi esaminare l'attività delle vasche di fango con "pHmetro" e "conducimetro". Nel corso dell'ultima giornata gli studenti si sono dedicati all'osservazione di alcuni tipi di rocce e minerali al telescopio.
I giovani apprendisti del Liceo Basile - D'Aleo hanno fatto ritorno a Monreale, entusiasti di aver preso parte a quest'esperienza di stage che è risultata non solo strumento di apprendimento in ambito scientifico, di escursioni e di osservazione pratica dei fenomeni dell'arcipelago, ma anche un momento di divertimento e di pace lontano da ogni distrazione cittadina, in ambienti naturali pressoché incontaminati che hanno giovato notevolmente ai ragazzi, giunti al termine del loro anno scolastico.

FRASI

Ama il tuo sogno seppur ti tormenta 
(Gabriele D'Annunzio)

In corso la riunione del consiglio comunale a Lipari

E' in corso a Lipari il consiglio comunale. In aula 13 consiglieri ed il sindaco Marco Giorgianni. 
Gli argomenti all'ordine
1) Sanità. Relazione del sindaco Marco Giorgianni dopo l'incontro con il direttore generale dell'Asp 5 Gaetano Sirna sulla riorganizzazione ospedaliera;
2) regolamento su imposta comunale sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni;
3) contrassegno speciale per sosta disabili;
4) rettifica per sdemanializzazione strada Stimpagnato-Pecorini a Mare;
5) osservazioni al Prg adottato dal commissario ad acta;
6) adeguamento oneri di urbanizzazione e di costruzione;
7) debito di 1.318 ditta Roberto Foti per pezzi pala gommata;
8) debito di 15.422 per carburante e utilizzo terreno a Stromboli di Angelo Scaffidi per la Protezione civile;
9) debito 679 euro "Esso" di Giuseppe Saltalamacchia:
10) debito di 4 mila euro ditta Matteo De Luca di messina per vestiario polizia municipale;
11) debito di 12.387 per spese processuali dipendenti comunali: Daniela Castrogiovanni 946, Gaetano D'Ambra 2.637, Anna Grazia Spurio 2.637 e Giuseppe Martella e Agostino Portelli 6.166.
12) debito di 14.861 da sentenze: Gaetano Iacono 10.758; avvocato Maria Sindoni 3.814; Sebastiano Imbesi 290;
13) Rimborso per sentenze esecutive 9.131: avvocato Giovanni Mottone e Francesco Pittari 3.470; dottor Luigi Pantano Ctu 634; Luigi Cammarata 2.918; Dario Famularo 2.109;
14) debito di 3.120 ditta Luigi Paino di Quattropani per usi civici;
15) Parcelle avvocati 69.037 euro: Avvocato Salvatore Cambria: 7.597; avvocato Carmelo Briguglio: 9.328, 4199, 2.836, 2453; avvocato Antonino Mirone: 729,58; avvocato Salvatore Leone: 9.101, 18.725 e 14.065;
16) Rimborso spese legali per cause dipendenti comunali 50.467 euro: Placido Sulfaro 4 mila; Aldo Martello 3.120; Biagio De Vita 6.250, 5.168, 9.378 e 4.227; Salvatore Calenda 1.021 e 2.372; Alessandra Del Zotto 4.910; Stefano Blasco 4.910.
17) sdemanializzione tratto di strada a Stromboli;
18) conferimento cittadinanza onoraria a Nicolaescu Sara prima straniera nata nel 2013;
19) conferimento cittadinanza onoraria a Buligu Arianna Maria nata nel 2014;
20) relazione sullo stato di atttuazione del programma del sindaco;
IN APERTURA IL CONSIGLIERE BIVIANO HA PROPOSTO L'INSERIMENTO ALL'ODG  LA SITUAZIONE ATTUALE E LE PROSPETTIVE NELL'AMBITO DEI SERVIZI MARITTIMI
IL CONSIGLIERE CASILLI HA PROPOSTO L'INSERIMENTO DELL'ARGOMENTO "RIFIUTI".
ENTRAMBI SONO STATI INSERITI.

La Madonna del Terzito ha lasciato sabato Lipari per Vulcano. (5° Gruppo di foto)

Ad accompagnare la Mamma celeste da Lipari a Vulcano la comunità di Pianoconte

Il cordoglio per la dipartita della moglie dell'On. Laccoto

A nome del Partito Democratico di Lipari-Eolie esprimo le mie più sentite condoglianze all’on. Giuseppe Laccoto e alla sua famiglia per la perdita della Cara moglie. Partecipiamo al suo dolore e siamo vicini come partito e principalmente come amici.
Saverio Merlino

Maturità, Umberto Eco e le donne al voto: le tracce della prima prova

Umberto Eco per l’analisi del testo, le donne al voto nel 1946 per la traccia storica e il rapporto padre-figlio per il saggio in ambito artistico. Sono questi alcuni dei temi proposti oggi ai maturandi che affrontano la prima prova scritta, quella di italiano.
Per mezzo milione di studenti (503.452 per l'esattezza, 487.476 interni e 15.976 esterni) il ventaglio di scelte è stato il solito: analisi del testo, redazione di un articolo di giornale/saggio breve, tema di argomento storico, tema di ordine generale. Sei le ore a disposizione per lo svolgimento.
L’analisi del testo - La prima traccia del tema di italiano, l'analisi e il commento di un testo letterario, è un brano di Umberto Eco tratto dall'opera Sulla letteratura, una raccolta di saggi pubblicata nel 2002. I saggi, composti per occasioni diverse (conferenze, incontri, prefazioni di libri, ricorrenze), sono accomunati dal fatto che trattano di svariati argomenti di letteratura.
Saggio storico-politico – Il voto alle donne nel 1946 è invece l'argomento scelto per il tema storico: 70 di voto, un suffragio che ha fatto la storia.
Saggio breve - Ecco, invece, i quattro titoli del saggio breve: il rapporto padre e figlio in arte e letteratura. La seconda traccia è un tema economico: "Il Pil è la misura di tutto?". Il terzo tema s'incentra sul "valore del paesaggio". Infine, ultimo titolo: "L'uomo e l'avventura dello spazio", che prende spunto dalle esperienze dei due astronauti italiani Umberto Guidoni e Samantha Cristoforetti.
Traccia di attualità - Il tema di attualità assegnato ai maturandi è incentrato su una citazione di Piero Zanini sul tema del 'confine'. In particolare la traccia riguarda: "Confini, muri reticolati, costruzione e superamento dei confini, le guerre per i confini".