Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 27 agosto 2016

La "Ricata" 2016 a Stromboli....Immagini dell'evento (Quarta parte)


Parco Nazionale delle Isole Eolie, lettera morta. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


Tragico scontro in Calabria. Muoiono finanziere di Messina, la moglie ed il figlio. Grave un'altra figlia.

Tre persone, padre, madre e un figlio di 19 anni, sono morti stamani nello scontro frontale tra la loro auto ed un autotreno avvenuto sulla statale 106 a Villapiana, nel cosentino. Con loro un'altra ragazza di 14 anni, ricoverata in ospedale in gravi condizioni.
Le vittime sono Roberto Santini, 51 anni, di Messina e militare della Guardia di finanza che prestava servizio a Taranto, la moglie Rossella Sardiello (46), ed il figlio Marco (19).
L'altra figlia Giorgia (14) è stata ricoverata in gravi condizioni nell'ospedale di Cosenza. Inizialmente si era diffusa la voce che anche quest'ultima fosse deceduta nell'impatto, ma la notizia è stata smentita. Le vittime erano partite la notte scorsa da Taranto dirette a Messina.
Lo scontro è avvenuto intorno alle 4 sulla statale 106 tra gli svincoli di Villapiana scalo e Villapiana lido.
Santini e la sua famiglia viaggiavano su un Opel Mokka in direzione sud che, per cause ancora da accertare, si è scontrata frontalmente con un autotreno Volvo partito dalla Sicilia e diretto in Basilicata.
Nello scontro padre madre e figlio sono morti sul colpo. La figlia quattordicenne è stata invece soccorsa e trasportata nell'ospedale di Cosenza.
L'autista del camion è risultato negativo all'alcool test.

Ancora fermo il dissalatore di Canneto. Vasche vuote. Erogazione ferma in tutta l'isola. I continui fermi situazione non tollerabile.

Il dissalatore di Canneto Dentro è fermo dalle 14,00 di oggi e le vasche di accumulo sono a secco. Impossibile procedere al rifornimento idrico in tutta l'isola, come sottolinea la Geomar.
L’assessore Gaetano Orto è al lavoro per cercare di far riattivare l’impianto al più presto per evitare forti disagi alla popolazione e ai numerosi turisti ancora presenti.
Ci auguriamo, che una volta risolta la problematica odierna, l'assessore Orto, insieme al sindaco Marco Giorgianni, vadano dai Carabinieri per denunciare questo intollerabile stato di cose. 

Non è la prima volta che il dissalatore, non sempre sorvegliato, si ferma. Non si più tollerare questa situazione, non si può permettere alla ditta che gestisce l'impianto di mettere in ginocchio l'isola. Un presidio costante dell'impianto consentirebbe, infatti, in caso di fermo, un immediato intervento = meno disagi.
Una situazione, quella dei frequenti stop, che contribuisce a non far cessare i rifornimenti a mezzo nave cisterna, servizio dal quale, quando venne appaltato il nuovo impianto, si disse l'isola si sarebbe affrancata.
Intanto la Geomar, impresa che distribuisce l’acqua nell’isola, ha comunicato - attraverso il geometra Nello Vecchio- che non è possibile, con le vasche vuote, procedere all'erogazione in tutta l'isola. 
Erogazione, quindi, che, di fatto, è ferma. 

AGGIORNAMENTO: ALLE 18,00 - così come accertato dall'assessore Gaetano Orto e dal personale della Geomar - il dissalatore è ripartito. Se tutto va per il verso giusto prima di mezzanotte dovrebbe riprendere la distribuzione. Il fermo sarebbe stato causato da un guasto della pompa a mare. Resta il fatto che il dissalatore dovrebbe essere presidiato 24 ore su 24.
Come ci informa l'assessore Gaetano Orto domani mattino arriverà una nave cisterna di 3.000 tonnellate.

Lutto nazionale rinviata al 4 Settembre la serata in piazza a Canneto prevista per stasera

COMUNICATO STAMPA
IL CENTRO SOCIALE COMUNALE PENSIONATI DI CANNETO, CONGIUNTAMENTE
ALL'ASSOCIAZIONE “AVIS” E AGLI ORCHESTRALI “OXIDIA” CHE AVEVA ORGANIZZATO LA SERATA RICREATIVA DI QUESTA SERA 27/08/2016 COMUNICA CHE, PER MOTIVI DI LUTTO NAZIONALE, RELATIVO AL RECENTE TERREMOTO AVVENUTO NEL CENTRO ITALIA, E' STATA POSTICIPATA AL 04/09/2016.
IL PRESIDENTE

Grande Guerra (1915-18) I caduti eoliani (rubrica a cura di Giuseppe Cirino) : Raffaele Antonino

Raffaele Antonino di Giovanni  nato a Lipari  il 28 aprile 1894 – distretto militare di Messina
Soldato del 13° Reggimento di Fanteria - Pinerolo
Morto il 15 Agosto 1916 nella 52^ sezione di sanità per ferite riportate in combattimento all’età di 22 anni
Sepoltura: Sconosciuta

Unità di appartenenza
Brigata Pinerolo  – 13 ° / 14°  Reggimento di Fanteria di Linea

La Brigata Pinerolo: sede dei reggimenti in tempo di pace: 13° Fanteria, Aquila;14° Fanteria Foggia.
Distretti di reclutamento: Aquila, Brescia, Caltanissetta, Frosinone, Genova, Novara, Padova, Verona.
Periodi di permanenza in linea:

-          .

Anno 1916

-          Dal 1 gennaio all’11 febbraio: Sottosettore Sud di Monfalcone;
-          Dal 19 marzo al 14 luglio: Sottosettore di Ronchi – Vermegliano –Q.70;
-          Dal 10 al 27 agosto: San Michele – Cima 1 e 2 – Veliki – Pecinka;
-          Dal 15 settembre al 28 dicembre: Volkovniak – Q.284 – Q.126.


Circostanze della Morte del soldato Raffaele Antonino:

Dai diari di guerra della Brigata Pinerolo:

                Incominciata nella seconda metà di maggio, l’offensiva austriaca nel Trentino, mentre sull’altipiano di Asiago si svolgeva un’epica lotta, le assottigliate truppe dell’Isonzo cercano con energiche azioni di tenere impegnata la maggior quantità possibile di forze avversarie, rintuzzandone anche, con violenti contrattacchi, i tentativi di sorpresa e le puntate offensive. In questa fase di operazioni la Pinerolo compie il 14 giugno, col 1° battaglione del 14°reggimento, in linea a Q.70, un’azione dimostrativa a sostegno di un attacco che la 14^ divisione effettua nel settore di Monfalcone. Nello stesso mese, quando gli austriaci, in piena ritirata sull’altipiano di Asiago, cercano di attrarre le forze dell’Esercito Italiano sull’Isonzo e nello stesso giorno (29 giugno) del loro attacco con gas asfissianti sul Monte San Michele, la brigata Pinerolo riesce a conquistare un tratto della trincea nemica di Q.70 ed, unitamente reparti del 123° e 132° reggimento, ad estendere l’occupazione resistendo poi con fermezza a contrattacchi dell’avversario; il 1° luglio il 1° battaglione del 13° ed il 1° del 132° completano la conquista, così due trincee nemiche dominanti le valli di Doberdò cadono nelle nostre mani insieme a 650 prigionieri e ad abbondante materiale. Respinti nei giorni successivi altri tentativi austriaci per riprendere le posizioni perdute, il 14 luglio la brigata viene inviata a riposo ad Aquileja passando alla dipendenza della 42^ divisione.

Dopo la conquista di Gorizia le nostre truppe, nel corso della 6^ battaglia dell’Isonzo (6-17 agosto), avanzano sul Carso portando l’attacco contro le alture ad oriente del Vallone; e la brigata Pinerolo, rientra in linea il 14 agosto, vi concorre movendo, l’indomani, all’assalto delle nuove posizioni del Pecinka e del Veliki Hriback, e contro di esse lotta per 3 giorni, ottenendo qualche vantaggio, e malgrado il fuoco violento e di un poderoso contrattacco che causano gravissime perdite (quasi 2000  uomini fuori combattimento di cui 54 ufficiali).

La Processione di San Bartolomeo a Norwich (New York) (1° parte di 2)

Grazie a Frank Speziale vi proponiamo queste foto della Processione di San Bartolomeo tenutasi a Norwich (New York) il 21 Agosto

La segnalazione. Perdita d'acqua sulla provinciale per Pianoconte

Salve Direttore,
segnalo perdita d'acqua che perdura da stamattina sulla strada provinciale Pianoconte e l'incrocio che si imbocca per la strada di Pianogreca.
Si spera in un intervento celere
Cordiali Saluti
Luciano Mandarano

La "Ricata" 2016 a Stromboli....Immagini dell'evento (Terza parte)

Frasi

«Quando si agisce è segno che ci si aveva pensato prima: l'azione è come il verde di certe piante che spunta appena sopra la terra, ma provate a tirare e vedrete che radici profonde.» Alberto Moravia

Eoliani che non ci sono più: Concetta Coluccio (1° Anniversario)

Concetta Coluccio
Chi vuole ricordare un proprio caro, un amico in occasione dell'anniversario della dipartita può già farlo inviandoci una mail as.sarpi@libero.it o un messaggio privato sul profilo fb del direttore Sarpi (almeno 5 giorni prima della pubblicazione)
La mail dovrà contenere una foto, la data dell'anniversario e, se si vuole, anche un breve messaggio (max 20 parole).
Il post sarà pubblicato, oltre che su questo giornale, anche sulla pagina FB "Eoliani che non ci sono più...".

Le Eolie e le date da ricordare (a cura di Giuseppe La Greca) 27 Agosto 1911: Epidemia a Stromboli


Gli auguri ai festeggiati di oggi, 27 Agosto

Eolienews augura Buon Compleanno a Gloria Ciminato, Flaminia Zaia, Marya Durigon, Alessia Locantro, Paola Lorizio, Agostino Mandarano, Marzia Scilipoti, Antonio Li Donni, Letizia Trovato e Michele Puglisi

I giochi d'artificio del 24 Agosto a Lipari nelle riprese di Bartolo Ruggiero

Vi proponiamo integralmente, grazie al video di Bartolo Ruggiero, i giochi d'artificio del 24 Agosto a Marina Corta (Lipari) per i festeggiamenti in onore del Patrono San Bartolomeo
La foto è di Aurora Beninati

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

GINOSTRA

IL SANTO  DEL GIORNO
S. Monica, sempre grandemente venerata dalla Chiesa e posta a modello delle madri cristiane, nacque a Tagaste, in Africa nel 331, da famiglia cristiana, nella quale fin dall'infanzia imparò a conoscere e ad amare Iddio. Ebbe anch'essa, come tutti i fanciulli, certi difetti propri dell'età giovanile, come la golosità, che si manifestava in lei con una spiccata tendenza verso il vino, ma ammonita in tempo dai parenti e aiutata dalla grazia ben presto si corresse. 
Fatta giovanetta, i suoi genitori la sposarono ad un legionario romano di nome Patrizio, galantuomo, ma pagano di religione. Non si smarrì la Santa, anzi, suo primo pensiero, unendosi al compagno della sua vita, fu di guadagnarlo a Gesù Cristo mediante una vita sottomessa, fatta di rispetto e di amore. 

Per questo ella mantenne sempre una condotta irreprensibile, soffrendo pazientemente senza permettersi mai alcun rimprovero. Tanti sacrifici nascosti agli occhi degli uomini, ma manifesti a Dio, Padre di tutti gli uomini, non potevano non essere esauditi e ripagati. 
Ed ecco che Monica ebbe la consolazione di vedere il marito, un anno prima della sua morte, abbracciare la fede cattolica, rinunziando ai suoi vizi e passando nella pratica delle virtù il rimanente della vita. 
Intanto ella era divenuta madre di tre figli: Agostino, Novigio e una figlia, di cui ignoriamo il nome. 
Le cure che la santa madre profuse per la buona educazione dei figli furono certamente grandi; pur tuttavia, Agostino, attirato più dagli amici che lo invitavano al male che dalle raccomandazioni materne, deviò, ponendo così a durissima prova la virtù della sua povera mamma. Ella infatti vedendo il figlio adescato dall'errore e dal vizio, non faceva che elevare al cielo fervorose preghiere, unite a calde lacrime, per impetrarne la conversione. Le sue abbondanti lacrime e fervorose preghiere ottennero la conversione del figlio. 
Nel 375 Agostino si trasferì a Cartagine per insegnarvi eloquenza. Nel 383 si imbarcò nottetempo per Roma dove, dopo aver superato una lunga malattia, cominciò ad insegnare eloquenza e retorica. Finché ottenne un posto, tramite il prefetto di Roma Simmaco, a Milano.
A Milano, venne raggiunto dalla mamma, la quale, non considerando le fatiche del viaggio ma solo il bene del figlio, era partita, sola, alla ricerca di lui. Quivi finalmente sarebbero stati appagati i suoi desideri ed esaudite le sue suppliche. Infatti unitasi nel suo apostolato col grande arcivescovo S. Ambrogio che la incoraggiava dicendole: « Non puó andar perduto un figlio di tante lacrime », riuscì con la grazia di Dio a trarre alla fede cattolica Agostino alla fine del 386, che l’anno seguente, ricevette il Battesimo per mano di Ambrogio nella Pasqua del 387 e cominciò una vita santa e feconda di apostolato. 
Ringraziato Iddio per tanto favore, Monica e Agostino decisero di prendere la via del ritorno; ma la pia madre, che ormai aveva compiuta la sua missione su questa terra, ad Ostia si ammalò gravemente ed in pochi giorni, felice per la conversione del figlio ottenuta, rese la bell'anima a Dio. Era il 27 agosto dello stesso anno 387.
PRATICA. Imparino i genitori a vigilare sull'educazione cristiana dei figli e a prodigare ad essi le loro maggiori cure. 

PREGHIERA. Dio, consolatore degli afflitti e salvezza di quelli che sperano in te, che misericordioso riguardasti alle pie lacrime della beata Monica per la conversione del figliuolo suo Agostino, donaci per l'intervento d'ambedue di deplorare i nostri peccati e di ottenere il favore della tua grazia.

Altri santi e venerazioni del 27 agosto:

- Sant' Amedeo di Losanna
Vescovo

- Beato Angelo da Foligno
Sacerdote agostiniano

- San Cesario di Arles
Vescovo

- San Davide Enrico Lewis
Sacerdote gesuita, martire

- Beato Domenico della Madre di Dio Barberi
Sacerdote passionista

- Beato Ferdinando Gonzalez Anon
Sacerdote e martire

- Beati Francesco di S. Maria e compagni
Martiri

- San Gebardo di Costanza
Vescovo

- San Giovanni di Pavia
Vescovo

- San Guerrino di Sion
Vescovo

- San Licerio
Vescovo

- Santi Marcellino, Mannea e compagni
Sposi e martiri

- San Narno
Vescovo di Bergamo

- San Poemen
Abate

- Beato Raimondo Martì Soriano
Sacerdote e martire

- Beato Ruggero Cadwallador
Martire

- Beato Uldarico (Jean-Baptiste) Guillaume
Religioso e martire

venerdì 26 agosto 2016

Pietra Pomice Hotel

Si rinnova l'appuntamento dal 29 Agosto con "Eolie in classico" organizzata dalla Pro Loco Isole Eolie - Lipari

Si rinnova,anche per questo anno, l'appuntamento con il Festival "Eolie in Classico".
Giunto all'XI Edizione, si presenta con la collaudata formula della "novità nella continuità".
Infatti, pur conservando la natura iniziale di proposta alternativa, destinata ad una fascia di turismo che preferisce risiedere nelle nostre isole in tarda estate, è diventato, anno dopo anno, l'"Appuntamento da non perdere", anche per gli eoliani che possono finalmente trovare una pausa dalle fatiche della stagione che si chiude.
I successi di pubblico e di critica, la presenza prestigiosa del Direttore artistico Carlo Palleschi, l'incontro con professionisti della musica provenienti da ogni parte del mondo, la possibilità di offrire loro la bellezza del nostro mare, dei nostri panorami, della nostra millenaria cultura e anche del meglio della produzione enogastronomica tipica, ma sopratutto la voglia di avvicinare gli abitanti delle isole ad un mondo veramente speciale, quale è quello della musica d'autore e del bel canto, sono il mordente che spinge l'Associazione Pro Loco Isole Eolie - Lipari, pur tra mille difficoltà sopratutto di carattere economico e organizzativo, a non rinunciare.
In particolare, Eolie in Classico 2016 rappresenta una ghiotta occasione di promozione del nostro territorio per la gradita presenza di artisti provenienti da Seoul.
Come è risaputo, la parte orientale del nostro globo, investe ancora molto sulla cultura e sull'arte. Cultura ed arte che vengono ancor più messe in risalto dalle incredibili capacità tecniche che le popolazioni orientali più avanzate possiedono e sono capaci di trasmettere. Sono in numero sempre crescente le presenze di visitatori che raggiungono l'Italia dai paesi del Giappone e della Corea del Sud, così come sono tantissimi i giovani orientali che scelgono l'Italia per perfezionare gli studi nel settore artistico musicale.
Immancabilmente essi fanno "marketing" dei luoghi ove risiedono, ove si esibiscono e questo per le Eolie potrebbe rappresentare un immediato "biglietto da visita".
Grazie, dunque al Maestro Palleschi che, amante delle nostre isole, ha pensato e ideato questo "incontro" con le terre d'oltremare d'oriente. Incontro che, ci auguriamo, possa diventare un vero e proprio gemellaggio tra Isole, tanto diverse quanto accomunate da condizioni fisico geografiche particolari.
Il programma artistico di questa edizione è un viaggio attraverso il tempo, che dal 500 arriva ai nostri giorni e che sarà interpretato da due pianisti (gradito ritorno di Yumi Palleschi e di Alessandro Praticò), il quartetto d'archi Cilea e due voci, soprano e tenore, che giungono per l'appunto, dalla Corea del Sud, Park Mihae e Park Hyun Joon.
Gli appuntamenti serali, a partire dal 29 agosto, si terranno nell'Auditorium Chiesa dell'Immacolata al Castello di Lipari, alle ore 21,30. L'ingresso è gratuito.
L'Associazione Pro Loco Isole Eolie - Lipari ringrazia il Comune di Lipari ed in particolare gli sponsors privati che anche per quest'anno hanno consentito la realizzazione del Festival.

I ringraziamenti dell'Associazione festeggiamenti in onore di San Bartolomeo

---- Comunicato stampa ----
Accodandoci ai ringraziamenti dell'Amministrazione comunale di Lipari e al fine di ringraziare tutti coloro che hanno offerto il proprio contribuito alla manifestazione sia con risorse economiche che con il proprio lavoro rendiamo noti i loro nomi ringraziandoli a nome di tutti noi e di tutti coloro che dal 20 al 25 agosto hanno potuto godere del programma dei festeggiamenti in piazza a Marina Corta

1)    Navigazione Generale Italiana N.G.I. S.p.A.
2)    Società di Navigazione Siciliana SNS S.p.A.
3)    Liberty Lines S.p.A.
4)    MARNAVI
5)    AUGUSTADUE srl
6)    MEDNAV Group S.p.A.
7)    Green Fleet
8)    TARNAV
9)    Eolie Food Service
10) GEOMAR di Musumeci
11) Farmacia Cincotta
12) Hotel Gattopardo
13) Turmalin
14) Coral Beach
15) La Latteria 581
16) Italiana Capers Sud
17) Erykodess
18) Hotel Aktea
19) Edilcisa
20) Società Elettrica Liparese SEL
21) Hotel Carasco
22) Hotel MEA
23) Hotel Villa Enrica
24) Hotel CUTIMARE
25) Hotel Borgo Eolie
26) Hotel Villa Augustus
27) Hotel La Zagara
28) Ristorante La Bussola
29) Hotel residence Acquacalda
30) A.B.M. Costruzioni di Bellino
31) Hotel Rocce Azzurre
32) Ditta Ziino Antonino
33) Ditta Biviano Angelo
34) Ditta Biviano Fabio
35) Ditta Fonti Antonino
36) Ditta Scaffidi Antonino
37) F.lli Laise di Laise
38) Hotel La Giara
39) Residence Oltremare
40) Eolian Bunker
41) ARD Discount
42) Filippino S.p.A.
43) Hotel Carasco
44) FEDERALBERGHI delle Isole Eolie
45) Hotel Bouganville
46) Ditta Urso Guglielmo
Inoltre ringraziamo tutti coloro che attivamente hanno offerto la loro collaborazione gratuita e il loro lavoro garantendo di superare gli innumerevoli ostacoli e imprevisti quotidiani.
Massimo Bertano – Dimitri Greco – Guglielmo Puglia – Mimmo Milanese – Edoardo Taranto – Laura Lo Ricco – Lorenzo Fonti (Lorenzone) – Cristian Pisagatti – Davide Corrieri - Vittorio Spinella – Giuseppe Natoli – Giuseppe Paino – Di Mattea Carmelo.
Ringraziamo infine tutte quelle persone e le attività commerciali che hanno contribuito direttamente offrendo risorse e servizi all'organizzazione.
Grazie.

Associazione festeggiamenti in onore di San Bartolomeo

Stromboli: La "Ricata", tradizione tra le onde. L'ampio articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


Migranti africani volontari nelle aree terremotate per aiutare i sopravvissuti

In queste ore di dolore arriva una bella notizia di integrazione. Migranti africani che sperano di iniziare una nuova vita in Italia dopo aver rischiato la vita attraversando il Mediterraneo Mercoledì si sono diretti verso la zona del terremoto per aiutare le persone locali che hanno perso tutto nel disastro. I richiedenti asilo, provenienti dal Nord Africa e ospitati in una struttura di Monteprandone (Ascoli Piceno), indossando una tuta arancione brillante, si sono uniti ai circa 800 soccorritori che operano nelle aree disastrate. Utilizzando pale, zappe e rastrelli, il gruppo di circa 20 migranti ha contribuito a preparare il terreno per le tende e un campo per gli atterraggi di elicotteri. Durante una pausa, i migranti, che sono tutti i musulmani, si sono inginocchiati per pregare nei pressi di una delle tende. "E' stata una loro idea ha sottolineato il responsabile del centro dove i richiedenti asilo vivono nell'Ascolano, Paolo Bernabucci, presidente del Gus, Gruppo Umana Solidarietà, a offrirsi per dare una mano in questo momento tragico alla regione che li ospita". Nella marea di solidarietà, commenta Giovanni D'Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, questo gesto, trascendendo ogni appartenenza, unisce nel dolore chi ha perso tutto nel terremoto a chi ha abbandonando affetti e paesi a causa di guerre o carestie.   

GENOVESE SCRIVE AD ACCORINTI: «SI AVVII SUL NOSTRO TERRITORIO UN PIANO DI PREVENZIONE SISMICA E SI ATTIVI UNO SCREENING DI TUTTI GLI EDIFICI PUBBLICI. SI INCENTIVINO I PRIVATI ALLE VERIFICHE DI STABILITÀ SISMICA»

 Il segretario generale della Cisl Messina Tonino Genovese ha scritto al sindaco metropolitano, Renato Accorinti, appellandosi alla «lodevole disponibilità e solidarietà nei confronti dei territori interessati dal sisma» del primo cittadino e, in ragione delle dichiarazioni del Premier Renzi sul progetto Casa Italia che individua nella prevenzione il percorso futuro da tracciare per la messa in sicurezza del nostro paese, ha chiesto formalmente ad Accorinti di «attivarsi con ogni sua possibilità affinché, anche nel nostro territorio, vengano attuati tali iniziative».
Genovese, che come Cisl di Messina esprime vicinanza e sostegno alle popolazioni colpite, ha rimarcato come sia «il momento di dedicarsi seriamente alla salvaguardia e alla tutela piuttosto che intervenire sempre a disastri avvenuti. Il 70% degli edifici in Italia non sono, costruiti con regole antisismiche ed ancora il 50% delle scuole non è antisismica - ha sottolineato il segretario generale della Cisl messinese - La mancanza di politiche di prevenzione nel nostro Paese emerge anche dal dato che l’Italia è stato il maggior beneficiario del Fondo Europeo di solidarietà circa 1,32 miliardi di euro».
La rabbia, ha evidenziato Genovese riprendendo un articolo della scrittrice Dacia Maraini pubblicato ieri «supera il dolore al pensiero che quel che è successo nelle zone terremotate poteva in qualche modo essere evitato». 
Genovese chiede quindi al sindaco metropolitano Accorinti di «mettere insieme, anche nel nostro territorio, tutti i soggetti che hanno competenza, ruolo ed interessi per avviare un piano di prevenzione sismica attivando, nella sua funzione di Sindaco metropolitano, uno screening di tutti gli edifici pubblici ed incentivando i privati  al fine di approntare un programma di verifiche di stabilità sismica, con la creazione di un vero e proprio fascicolo dell’edificio che ne individui esattamente le caratteristiche, per avere un quadro chiaro e reale delle condizioni del patrimonio edilizio».
Per il segretario cislino è necessario intraprendere tutte le misure che esistono e sono a disposizione, come ad esempio finanziamenti o agevolazioni fiscali comunali, per mettere in sicurezza un territorio che oltre al rischio sismico presenta un dissesto idrogeologico notevole e di cui forse ancora, appunto, non abbiamo mappatura completa e precisa. Perché la prima forma di prevenzione è la conoscenza.
Genovese ripropone un grande patto che preveda, in un quadro di responsabilità sociale condivisa, la riduzione al minimo di tutti i costi necessari «perché anche qui prevenire costa meno che intervenire dopo che il danno si è compiuto. Un grande programma strategico - spiega - a tutela e salvaguardia del territorio e cura delle nostre zone sia cittadine che periferiche perché tanti, troppi siti abbiamo in grande criticità. Si investa in sicurezza per i cittadini e si avviino i lavori di verifica e messa in sicurezza che significano anche opportunità di lavoro e sviluppo».
Infine, da Tonino Genovese parte l'invito al sindaco metropolitano di Messina «a farsi parte diligente nell’attivare un percorso virtuoso per il bene di tutti gli abitanti e delle nostre terre. Perché rendere più sicuri gli edifici è l’unica strada possibile e perché un edificio “sbagliato” crea danni incalcolabili». 

Festeggiamenti ieri a Monte Gallina per San Bartolomeo (foto di Bartolo Ruggiero)

Architetto Sauerborn di "Cittadino Unesco" lancia petizione per chiedere a Presidente Repubblica istituzione Parco Nazionale Isole Eolie

COMUNICATO
LANCIATA PETIZIONE ON LINE

E' dovuta bruciare Pantelleria perché una legge la n. 222 del 2007 trovasse attuazione e facesse partire la funzionalità del Parco Nazionale dell'isola di Pantelleria che era già stato istituito nel 2007 assieme a quello delle isole Eolie.
Sono infatti già passati 10 anni dall'istituzione del Parco Nazionale delle isole Eolie ma i sindaci delle nostre isole si guardano bene dal farsi parte attiva per l'avvio di questo importantissimo strumento di gestione sostenibile.
Cosa manca la volontà o la capacità di confrontarsi su un nuovo modello...?
Oppure, dobbiamo aspettare che anche le nostre isole Eolie prima brucino per poi piangerci addosso? Per poi invocare l'emergenza?
Alla luce di tutto ciò, dell'inerzia delle amministrazioni a tutti i livelli, chiediamo al Presidente della Repubblica e a tutte le istituzioni per rispettiva competenza l'immediata attuazione del Parco Nazionale delle Isole Eolie istituito con L. 222 del 2007 :
"Art. 26. - Disposizioni in materia di ambiente
1. Per l'anno 2007 e' concesso al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare un contributo straordinario di 20 milioni di euro per l'attuazione di programmi di intervento per le aree protette e per la difesa del mare nonchè per la tutela della biodiversità nel Canale di Sicilia. Con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, previo parere delle competenti Commissioni parlamentari, sono individuate le aree di intervento e sono definite le modalità e i criteri di utilizzazione delle somme stanziate. omissis 
4-septies. Con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dell'ambiente della tutela del territorio e del mare, d'intesa con la regione e sentiti gli enti locali interessati, sono istituiti i seguenti parchi nazionali: Parco delle Egadi e del litorale trapanese, Parco delle Eolie, Parco dell'Isola di Pantelleria e Parco degli Iblei.
L'istituzione ed il primo avviamento dei detti parchi nazionali sono finanziati nei limiti massimi di spesa di 250.000 euro per ciascun parco nazionale per l'anno 2007 a valere sul contributo straordinario previsto dal comma 1."

FIRMIAMO PER IL PARCO NAZIONALE DELLE ISOLE EOLIE.
Roberto Sauerborn

Evento sismico Centro Italia. Si mobilitano i geometri


Lipari: Locali comunali adibiti a biglietterie aliscafi. Nessun contratto di locazione neanche a titolo gratuito. Comune Lipari risponde a richiesta Corrieri

Per i locali comunali adibiti a biglietterie aliscafi al 12 Luglio (ma lo è anche adesso) nessun contratto di locazione neanche a titolo gratuito è stato stipulato dal Comune Lipari con chi li occupa. 
Lo evidenzia lo stesso Comune rispondendo ad una richiesta Daniele Corrieri Non essendoci contratto di locazione la SEL (per i privati avviene così) fatturerà quindi l'importo dell'erogazione dell'energia elettrica al Comune. Idem per l'acqua. 
Ovviamente la "mancanza" è da addebitare a tutte le amministrazioni che hanno consentito questo stato di cose.
Se non è così mettiamo a disposizione spazio per chiarimenti.

Michele Zarrillo (Lipari 2016) Il video di altre due canzoni:"Il Canto del mare" e "Una rosa blu"

Grazie ad Ivana Merlino vi proponiamo un nuovo video con altre due canzoni eseguite da Michele Zarrillo a Marina Corta il 24 Agosto.
Le canzoni sono "Il Canto del mare" e "Una rosa blu"
Per la foto grazie a Sabrina La Greca

Frasi

«Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore.»Albert Einstein

La "Ricata" 2016 a Stromboli....Immagini dell'evento (Seconda parte) e la pagina che la Gazzetta del sud dedica oggi all'evento

Questi sono Willy e Milly i due cagnetti che sono scappati il 24 agosto per paura dei botti. Chiunque li veda mi contatti su face o al 3245605851. Per favore, aiutatemi a trovarli.
Matteo Palino

Terremoto ed iniziative. Il Comune di Lipari informa

COMUNE  DI  LIPARI
 (prov. di Messina)
ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI

Comunicato stampa 
Il Comune di Lipari si associa all'iniziativa dell'A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni Italiani) a sostegno delle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma del 24 agosto scorso (www.anci.it).
La Protezione Civile assicura che, al momento, non mancano le principali forme di assistenza e chiede ai comuni di informare la cittadinanza della possibilità di  contribuire alla realizzazione delle attività di ricostruzione e/o assistenza versando anche una piccola somma sul conto corrente unico, istituito dalla stessa Associazione per coordinare la raccolta delle risorse, denominato “ANCI – EMERGENZA TERREMOTO CENTRO ITALIA”, specificando nella causale il comune di residenza. 
Codice  IBAN C.C.: IT27A0623003202 000056748129
Tra le innumerevoli iniziative di queste ultime ore, segnaliamo quella della Croce Rossa Italiana che promuove, oltre alla raccolta di fondi, anche la partecipazione attiva di volontari pronti a recarsi sui luoghi colpiti.
Per contatti ed informazioni è utile collegarsi al sito www.cri.it
(Vedi allegato C.R.I.)
La Protezione Civile ha inoltre attivato il numero 45500 sul quale è possibile inviare sms solidali del valore di 2 € a sostegno delle zone colpite dal sisma.

Dalla residenza municipale, 25 agosto 2016 

                                                                 L'Assessore ai Servizi Sociali

                                                                      (Fabiola Centurrino)