Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 3 settembre 2016

La foto curiosa. Premio al servizio di raccolta e smaltimento rifiuti a Lipari o auto - premio all'inciviltà?

Un caro lettore di Eolienews ci invia questa foto. 
La coppa è deposta a lato di un cassonetto a Marina Lunga, nei pressi dove crollò un edificio l'inverno scorso
Un "posizionamento ironico" e quindi un "premio al servizio di smaltimento rifiuti a Lipari? Oppure  un auto-premio all'inciviltà?

Il cordoglio per la dipartita di Sarino Centorrino

- "Con queste poche righe esprimo la mia vicinanza e le mie condoglianze, alla moglie Maria alle figlie Angela e Marina, e a tutti i familiari di Sarino Centorrino.
Esprimo anche il dolore, mio e di tutta l' Amministrazione, per la scomparsa di un uomo con cui abbiamo condiviso tanti momenti e che abbiamo avuto l'onore di avere accanto in tanti frangenti ed in tante battaglie.
Sarino, finché il suo stato di salute lo ha permesso, non ha mai risparmiato il suo contributo disinteressato, serio e composto, ad ogni iniziativa a favore delle nostre isole.
Dobbiamo dare atto del suo impegno caratterizzato da uno stile inconfondibile, corretto, realistico, modesto e allo stesso tempo signorile come era lui.
Un impegno, con la presenza nelle istituzioni, condotto sempre a voce bassa, che non testimoniava arrendevolezza, ma la determinazione di chi aveva una educazione e un senso delle istituzioni, forse di altri tempi.
Marco Giorgianni.


Siamo vicini a tutta la famiglia Centorrino per la grave perdita che ha colpito l'intera comunità di Lipari. Le mie personali condoglianze alla Dott.ssa Fabiola Centorrino e all' amico Bartolo Pavone.
Maria Grazia Bonica


- A nome della società e dei ragazzi tutti che rappresento, esprimo il nostro profondo cordoglio per la dolorosa perdita di Sarino Centorrino.
Mister , educatore, calciatore e soprattutto nobilissimo esempio di uomo buono e mite.
Senza troppe parole e con la straordinaria semplicità che ti ha sempre caratterizzato vogliamo salutarti così, con queste tre immagini che lasciano nel nostro cuore l’amarezza del distacco, ma allo stesso il dolce ricordo di averti avuto tra noi.
Ciao Mr Sarino, dal paradiso prega per noi e per i giovani eoliani che hai amato e servito.
Giuseppe Cirino (Presidente CSD Ludica Lipari)






- La scomparsa del collega consigliere Sarino Centorrino mi lascia incredulo e sgomento. Una persona giusta, retta e integerrima. Saggio nei consigli e sempre disponibile a dare il suo prezioso contributo. Un grande padre di famiglia, amico dei lavoratori e con lo sguardo sempre rivolto ai giovani e ai più bisognosi. Lo ricorderemo certamente nei fatti, tenendo presente il suo sorriso, il suo sguardo acuto, la sua onestà e la sua energia. Buon viaggio Sarino. Le mie più sentite condoglianze a tutta la famiglia.
Giacomo Biviano



- Presidente, Vicepresidente, Consiglieri, insieme a tutta la comunità di Filicudi si stringono all'assessore Fabiola Centurrino per la perdita dello zio Rosario. Un grande abbraccio

La morte di un turista sloveno a Stromboli. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


Alicudi, Ufficio postale in uno spot. L'articolo del nostro direttore Sulla Gazzetta del sud di oggi


Oggi inaugurazione dell'Inter club di Lipari alla presenza di Mariolino Corso, un grande dell'Inter di Herrera

Era il tassello che mancava, il più importante. Adesso il percorso si completa: l'Inter club Isole Eolie "Peppino Prisco" sabato 03 Settembre 2016 alle ore 18:00 verrà ufficialmente inaugurato. Ospite dell'evento Mario Corso. Soprannominato Mariolino, Mandrake o Il piede sinistro di Dio in virtù della sua notevole abilità con il mancino.
Corso ha legato il suo nome a quello dell'Inter, nella quale ha militato dal 1957 al 1973 prima di trasferirsi al Genoa dove ha concluso la carriera nel 1975. Con la maglia nerazzurra, con la quale ha collezionato in totale 502 presenze segnando 94 reti, ha vinto quattro campionati nazionali oltre a due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali. Dell'Inter è stato anche allenatore nella stagione 1985-1986 subentrando all'esonerato Ilario Castagner.
Tutto il Direttivo conta di coinvolgere attivamente gli oltre cento soci ed invita per l'occasione tutti i tifosi interisti eoliani.
Sempre FORZA INTER
Il Direttivo

Lettere al direttore. "Può costare sei euro portare un porcellino d'india da Milazzo a Lipari?"

Caro direttore,
le segnalo quanto accaduto ieri ad una mia cugina.
Per portare un minuscolo porcellino d'india da Milazzo a Lipari ha dovuto pagare ben sei euro. Non le sembra un po troppo?
Bartolo G.

Lipari, apre al pubblico la grande area archeologica di Contrada Diana

COMUNICATO STAMPA 
Nell’ambito delle iniziative finalizzate ad una sempre più ampia promozione e valorizzazione delle risorse culturali, l’Assessorato Regionale dei BB.CC. e dell’I.S. ed il Polo Regionale delle Isole Eolie per i siti culturali – Parco Archeologico e Museo “L. Bernabò Brea” sono lieti di comunicare che, grazie alla collaborazione ed al supporto del Rotary Lipari Arcipelago Eoliano e dell'Associazione di volontariato “Associazione Nazionale Carabinieri”, dal 5 settembre p.v. sarà aperta al pubblico dalle ore 17,00 alle ore 19,30, con ingresso gratuito, la grande area archeologica di Contrada Diana (ingresso da via Madre Florenza Profilio), resa più accessibile grazie a lavori di manutenzione. 
Una visita straordinaria è prevista per domenica 4 settembre alle ore 10,30

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews - Carnevale Eoliano 2015: Video fotografico (16 Febbraio 2015)

Sesta puntata della nostra rubrica. Carnevale Eoliano 2015: Video fotografico (16 Febbraio 2015)

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 3 Settembre

Eolienews augura Buon Compleanno a Maria Castelli, Giulia Alessandra Paino, Enza Marturano, Francesco La Malfa, Massimo Casserà, Oleksandr Yemelyanov

Le Eolie e le date da ricordare (a cura di Giuseppe La Greca) - 3 Settembre 1998: Il Presidente Scalfaro a Lipari


Buon Compleanno, Maria!

"Sei quanto di meglio un marito e dei figli possano desiderare. Ti vogliamo bene"
Il marito e i figli augurano Buon Compleanno a Maria Castelli. 

Ci lascia il caro Rosario "Sarino" Centorrino


E' deceduto a Messina il caro
Rosario "Sarino" Centorrino
uomo buono, marito, padre e nonno premuroso ed attento.
Sarino, oltre ad aver lavorato alla Pumex, è stato un centrocampista dai piedi vellutati del glorioso Centro Sportivo Lipari. Ha anche allenato la formazione rossoblu e la Polisportiva Canneto
Impegnato nel sociale era  in atto consigliere comunale del Comune di Lipari dove era stato eletto nelle fila di Nuovo Giorno.
E' stato consigliere comunale anche nella precedente legislatura.
Alla moglie, alle figlie, al genero, ai familiari tutti le condoglianze di Eolienews e del suo direttore

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

ALBA SUL MARE A CANNETO (LIPARI)

SANTO DEL GIORNO
La Chiesa con molta ragione ha decorato questo santo Pontefice con il titolo di Grande, titolo che egli ha meritato con lo splendore delle sue azioni, con l'eccellenza delle sue virtù e dei suoi scritti. La sua vita segna una delle più belle pagine della storia sia ecclesiastica che civile. 

Nacque in Roma verso la metà del secolo sesto. Ebbe mente vasta e profonda, energia veramente romana, attività instancabile e grande amore per il vero e per il giusto: prerogative che egli affinò e soprannaturalizzò nella meditazione e nell'esercizio di una perfetta vita claustrale. 
Nelle Gallie i nuovi stati dei Franchi si andavano formando; nella Spagna il regno dei Goti non era ancora ben fermo; in Italia i Longobardi nel pieno disordine della loro immigrazione; in Inghilterra i valorosi Anglosassoni non ancora guadagnati al Vangelo: insomma la Chiesa vedeva che la Divina Provvidenza k affidava questi popoli perché li educasse alla verità de Vangelo, perché li avviasse sulla via della vera civiltà del vero progresso. 
S. Gregorio, uomo tutto di Dio, per mezzo dei suo scritti e dei suoi apostoli conquistò alla fede e alla morale cristiana questi nuovi popoli, mentre la sede d Roma era circondata dalle spade nemiche. 
Le ordinazioni, le prescrizioni, i moniti e le sentenze in materia di diritto, e le sue innumerevoli lettera recarono vera luce nella educazione dei popoli e furorn guida sicura anche negli affari più complicati e difficili.
I suoi scritti andavano a ruba tra il popolo, sia per l'argomento sempre di attualità e magistralmente trattato, sia per l'unzione celeste che spirava da ogni pagina, sia per lo stile semplice e confidente, proprio d un padre, che parla ai suoi figli ancora bambini. 
Ma l'attività di S. Gregorio si estese anche largamente ai bisogni della Chiesa di Oriente. Prima di tutto combatté il bizantinismo del regime di Costantino poli, poi ne rintuzzò la smoderata vanità dei suoi patriarchi. Con invitta pazienza ed umile carità, ma con pari forza, dileguò le tendenze di separazione dalla Chiesa di Roma, e ritardò cosi per più secoli lo scisma greco.
Per opera di questo Pontefice scomparvero i funesti residui di superstizione e di culto idolatrico, si dileguarono le eresie che, sebbene più volte sconfitte, tentavano tuttavia di infiltrarsi nella nuova vita dei popoli. 
Per le esperienze che S. Gregorio aveva delle cose di mondo, intervenne egli stesso alla difesa di Roma assalita dai nemici, protesse le regioni d'Italia minacciate dalla guerra e mandò istruzioni agli ufficiali sprovvisti di direttive e abbandonati a se stessi dal governo centrale. 
In questo modo S. Gregorio pose i primi fondamenti dell'autorità temporale dei Papi. 
S. Gregorio si addormentò nel Signore, ricco di meriti, il 12 marzo dell'anno 614. 
PRATICA. — Il Papa è il dolce Cristo in terra: a lui dobbiamo amore, fedeltà, ubbidienza, preghiera. 
PREGHIERA. — O Dio, che hai concesso i premi del-l'eterna beatitudine al tuo servo Gregorio, concedi pro-pizio a noi, che giacciamo sotto l'incubo delle nostre colpe, la grazia di essere da te sollevati per le sue preghiere.

Altri santi e celebrazioni di oggi:

- Sant' Aigulfo (Aigolfo) di Lerins
Abate

- Beati Andrea Abel Alricy e 71 compagni
Martiri della Rivoluzione francese

- Sant' Ausano di Milano
Vescovo

- Beato Bartolomeo Gutierrez e compagni
Martiri

- Santa Basilissa di Nicomedia
Vergine e martire

- Beata Brigida di Gesù Morello
Fondatrice

- San Crodegango di Seez
Vescovo

- Santa Febe (Phoebe)
Coadiutrice di s. Paolo

- Beati Giovanni Battista Bottex, Michele Francesco de la Gardette e Francesco Giacinto le Livec de Tr
Martiri della Rivoluzione francese

- Santi Giovanni Pak Hu-jae e compagni
Martiri

- Beato Guala di Brescia
Vescovo

- San Mac Nisse
Vescovo

- San Mansueto di Toul
Vescovo

- San Remaclo (Rimagilo) di Stavelot
Abate

- San Sandalio di Cordova
Martire



venerdì 2 settembre 2016

Da domani a Salina la "Festa degli eoliani nel mondo"

COMUNICATO STAMPA
Festa degli eoliani nel mondo 
Come consueto ormai da sei anni il primo week-end di settembre a Salina è dedicato, ad un evento di rilevanza internazionale, a tutti gli Eoliani sparsi per il mondo attraverso una "due giorni" dedicata alla eolianitá in tutte le sue forme . 
La "Festa degli Eoliani nel Mondo",istituzionalizzata dal comune di Santa Marina Salina nel novembre del 2011 e successivamente dal comune di Malfa,organizzata in collaborazione con l 'Associazione CIRCE, in ogni edizione prevede ,oltre ad una serie di conferenze e confronti con i diretti interessati, il riconoscimento ufficiale, ad alcuni nostri confratelli emigrati, nel corso degli anni che si sono distinti nelle proprie attività lavorative e professionali (scientifiche,mediche, imprenditoriali, politiche, etc) e che hanno permesso di portare alto il nome delle nostre Isole e della nostra Comunità e che mai hanno dimenticato, neanche nelle generazioni successive il senso di appartenenza all’arcipelago Eoliano.
 "Lo scopo di questa festa è riconoscere certamente i meriti ai nostri conterranei sparsi per il mondo che si sono distinti, nonostante i tanti momenti buii che la storia dell'emigrazione ci ha tramandato" commenta il Sindaco Massimo Lo Schiavo che ha voluto fortemente realizzare questo momento di unione con la Comunità Eoliana d'oltre oceano " ma soprattutto far comprendere alle nuove generazioni il legame speciale che esiste nella Comunità Eoliana,mediante un confronto con i nostri fratelli d’oltre mare che annualmente tornano alle Eolie".
La Kermesse partirà, sabato 03 settembre da una visita al Museo dell’ Emigrazione di Malfa a seguire dall’inaugurazione presso palazzo Marchetti con il saluto dei sindaci Massimo Lo Schiavo del comune di Santa Marina Salina e del sindaco Salvatore Longhitano del comune di Malfa alla presenza dell’Assessore al Turismo della regione Sicilia Antony Barbagallo. 
Seguirà una cerimonia religiosa, domenica 04 settembre nella Chiesa di San Bartolomeo di Lingua in suffragio dei figli delle isole, scomparsi all’estero. 
Il programma prevede inoltre , una conferenza presso il Museo Archeologico di Lingua, che il Professor Marcello Saija, direttore del Museo dell’Emigrazione e Presidente dell’associazione Circe, terrà intorno alle ore 19.00, sull’Emigrazione Eoliana. 
Una conviviale degustazione, sempre a Lingua, sarà offerta dai ristoranti e dalle famiglie che hanno risposto all’invito di preparare un piatto della tradizione Eoliana a suggello dell’infinito ed eterno amore di Salina nei confronti dei suoi figli lontani. 
Nella caratteristica piazzetta del lungomare di Lingua la serata verrà impreziosita dal conferimento del premio “Eoliano nel mondo”, che nel 2014 è stato assegnato al prestigioso cardiochirurgo argentino Renè Favaloro inventore del by Pass cardiaco, nel 2015 a Robert Agostino Santamaria, figura di primo piano nella politica Australiana. 
Quest’anno saranno consegnate tre targhe ricordo alla memoria di altrettanti eoliani che si sono distinti nei rispettivi campi professionali: il filicudaro Giovanni (john) Bonica denominato “ il padre della terapia del dolore”, il salinese Virgilio Lo Schiavo e il figlio di emigranti malfitani Gaetano Licciardo. Dalle 22,00, infine musica in piazza con “Livio & friends”. 
Appuntamento quindi a Salina il 3 e 4 settembre per la "Festa degli Eoliani nel Mondo

Doppio intervento per i Vigili del fuoco di Lipari




















Doppio intervento oggi pomeriggio per i Vigili del fuoco del distaccamento di Lipari (caposquadra Pannuccio). Sono intervenuti dapprima in località Valle per domare un incendio e subito dopo in via Vitusa a Quattropani per dei cedimenti del costone che sovrasta la strada

Partito per una mini-crociera alle Eolie perde la vita nel mare di Stromboli.

Un uomo è deceduto oggi pomeriggio nel mare di Stromboli in prossimità del molo di Scari. Si tratta di uno dei turisti che giornalmente raggiungono l'isola con uno dei barconi di mini-crociere provenienti dalla costa calabra e sicula.
Da quanto trapela l'uomo, un 74enne, sloveno, arrivato sull'isola con una delle motonavi provenienti dalla Calabria, stava facendo il bagno, quando è stato colto da malore. Ad accorgersi delle difficoltà dell'uomo sono stati altri bagnanti, componenti del gruppo, che l'hanno soccorso e portato a riva.  Qui è spirato subito dopo tra lo sconforto e la disperazione di coloro che si trovavano con lui  

Inutili si sono rivelati i seppur tempestivi interventi di strapparlo alla morte. 
Il sanitario della guardia medica, giunto sul posto, non ha potuto fare altro che constatarne il decesso, causato, presumibilmente, da una congestione.
In questo momento il povero uomo, del quale non si conoscono le generalità, si trova sull'isola in attesa di essere trasferito a cura della ditta Alfa e Omega, presumibilmente con la motovedetta dei carabinieri, all'obitorio del cimitero di Lipari, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Sicilia: in vigore riforma elettorale. E' stata pubblicata oggi sulla GURS. Sarà più facile sfiduciare un sindaco o farlo decadere

(ANSA) - PALERMO, 2 SET - Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale regionale di oggi, è in vigore la riforma della legge elettorale per i Comuni varata dall'Ars poco prima di Ferragosto. Sarà più facile sfiduciare un sindaco o farlo decadere: il primo cittadino e la rispettiva giunta cessano dalla carica in caso di approvazione di una mozione di sfiducia votata per appello nominale dal sessanta per cento dei consiglieri assegnati o, nei comuni con popolazione fino a 15 mila abitanti, dai due terzi dei consiglieri assegnati. Prevista la decadenza del sindaco in caso di dimissioni di almeno il 60% dei consiglieri comunali, per i comuni con meno di 15 mila abitanti servono invece i due terzi. Abolito il ballottaggio quando un candidato conquista almeno il 40% dei consensi al primo turno. L'addio ai ballottaggi unito al ritorno della norma che estende automaticamente anche al candidato sindaco il voto espresso per la lista punta a rafforzare i partiti rispetto ai candidati fuori dagli schieramenti.

Domani Santa Messa a San Pietro in memoria di Luciano Siracusa e scopertura lapide

Charlie Hebdo. Vignetta vergognosa ed indegna sul terremoto nel Centro Italia sul giornale francese

(ANSA) "Terremoto all'italiana: penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne", questa la vignetta pubblicata dall'ultimo numero di Charlie Hebdo. Vi si mostrano vittime del sisma sporche di sangue. L'ultima, ("lasagne"), presenta diverse persone sepolte da strati di pasta. 
La vignetta sul terremoto è pubblicata nell'ultima pagina del numero in edicola di Charlie Hebdo, che ha in copertina una vignetta sul "burkini". 
Nella stessa ultima pagina della vignetta sul sisma, il drammatico tema della sciagura in Italia viene affrontato in un colonnino con una serie di battute: "Circa 300 morti in un terremoto in Italia. Ancora non si sa che il sisma abbia gridato 'Allah akbar' prima di tremare".
"Ma come cazzo si fa a fare una vignetta sui morti! Sono sicuro che questa satira sgradevole e imbarazzante non risponde al vero sentimento dei francesi", ha commentato il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi. "Ben venga l'ironia, ma sulle disgrazie e sui morti non si fa satira - ha aggiunto - e sapremo mostrare come il popolo italiano sia un grande popolo, lo è stato nell'emergenza e lo sarà nella ricostruzione".
Immediato e unanime lo sdegno. "La vignetta è vergognosa e indegna. Come il mondo intero non ha aspettato un attimo ad esprimere vicinanza, in maniera forte e concreta, dopo la drammatica strage nella redazione del giornale satirico francese, così oggi ci aspettiamo che la Francia, a partire dalle sue istituzioni, prenda le distanze da una vignetta che rinnova il dolore nelle tante famiglie italiane che hanno subito il grave lutto del terremoto. Servono le scuse", quanto dichiara il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi.
"Non fa ridere, non è sagace, non c'è neppure del "sarcasmo nero". È solo brutta. Si vede che l'ha fatta un cretino. Mi spiace non siano riusciti più a trovare vignettisti capaci", scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.
"E' ignobile e offensiva per i nostri morti del terremoto. Questa non è satira ma spazzatura", afferma su Twitter Barbara Saltamartini, vice capogruppo alla camera della Lega Nord-Noi con Salvini.
"Squallida e volgare", afferma Elvira Savino, deputata di Forza Italia.

Lipari, in località S.Anna marciapiedi "forestati" e area di sosta per scooter. E sullo stradale Pianoconte l'assurda e pericolosa aiuola è sempre lì

Una lettrice ci invia questa foto che attesta chiaramente come un marciapiede in località Sant'Anna, nei pressi dell'ospedale, a Lipari, è out per i pedoni. Tra "forestazione" e scooter posteggiato il passaggio è precluso. 
Sullo stradale Pianoconte, invece, l'assurda e pericolosa aiuola è sempre lì ad ostruire il passaggio ai pedoni e ai portatori di handicap, costringendoli a scendere sulla sede stradale. 
Nonostante l'impegno e le rassicurazioni dell'assessore Giovanni Sardella (del quale non mettiamo in dubbio l'impegno) continua a restare lì. 
Simbolo, ci scuserà l'amico Giovanni, di come i burocrati di piazza Mazzini e dintorni, sono quelli che dettano legge! 
Anche quando c'è in ballo la pubblica incolumità. 
Forse ammettere di aver sbagliato a far realizzare quell'aiuola è troppo pesante"?

Eoliani che non ci sono più: Angelo Cincotta (1° Anniversario)

Ci sono dolori che non si possono né evitare né cancellare. Esistono. Possiamo solo affrontarli, e cercare di fare di tutto affinché non ci devastino. Ma talvolta ci vuole tanto tempo. Quando una persona che amiamo se ne va via per sempre, è difficile imparare a vivere con quel vuoto profondo che si spalanca all’improvviso. Non basta ripetersi che la vita continua e che non serve a nulla piangere. Non basta imporsi di non pensarci… Quel vuoto è lì. Come una ferita profonda. Che pian piano cerchiamo di far cicatrizzare… Anche se alcune ferite non si cicatrizzano mai completamente..! 
I tuoi nipoti

Chi vuole ricordare un proprio caro, un amico in occasione dell'anniversario della dipartita può già farlo inviandoci una mail a s.sarpi@libero.it o un messaggio privato sul profilo fb del direttore Sarpi (almeno 5 giorni prima della pubblicazione)
La mail dovrà contenere una foto, la data dell'anniversario e, se si vuole, anche un breve messaggio (max 20 parole).
Il post sarà pubblicato, oltre che su questo giornale, anche sulla pagina FB "Eoliani che non ci sono più...".

Cambio di guardia al Comando della Compagnia Carabinieri di Milazzo. Lascia il capitano Ruotolo arriva il tenente Adinolfi

LEGIONE CARABINIERI SICILIA

COMANDO PROVINCIALE MESSINA

Comunicato stampa 
Compagnia di Milazzo

Cambio di guardia al Comando della Compagnia Carabinieri di Milazzo, Il capitano Antonio Ruotolo, napoletano di origine, prima di arrivare nella città Mamertina  ha comandato il nucleo operativo e radio mobile di Udine e, per un breve periodo, la compagnia di Cividale del Friuli.
Giunto a Milazzo nel settembre del 2011, è stato Comandante della  Compagnia Mamertina per 5 anni. Ieri ha lasciato il comando per assumere quello della Compagnia di San Donato Milanese alle porte di Milano.
Al suo posto il Ten. Adinolfi Valentino che si appresta ad intraprendere questa nuova avventura proveniente da un’esperienza lavorativa di due anni fatta presso il Nucleo Operativo di Roma Trastevere e prima ancora presso quello di Monreale.

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews - Il ritorno, dopo il restauro, della statua dell'Addolorata nella Parrocchia di Acquacalda (18.02.15)

Quinta puntata della nostra rubrica: Il ritorno, dopo il restauro, della statua dell'Addolorata nella Parrocchia di Acquacalda

Eolie e le date da ricordare (a cura di Giuseppe La Greca) - 2 Settembre 1996 : si concludono le riprese di Panarea

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 2 Settembre

Eolienews augura Buon Compleanno a Silia Spurio, Nando Gatto, Manuel Todaro,Luca Cesario, Michele Patti, Gianni Cappadona e Giorgio Foti

L'isola di Salina nei racconti di viaggio. Conferenza dello storico Giuseppe La Greca oggi a Santa Marina Salina

Alicudi in uno spot di Poste Italiane. In corso le riprese




La piccola isola di Alicudi nelle Eolie sarà al centro di uno spot di Poste italiane.
Stamane nell'isola, la più remota dell'arcipelago, è sbarcata una troupe per effettuare le riprese.
Nell'isola è in funzione un ufficio territoriale delle Poste affidato alla responsabilità di Marina Arena che si avvale della preziosa opera del portalettere Fulvio Biviano. Entrambi giungono da Lipari e sull'isola sono diventati una specie d'istituzione come il Sindaco e i Carabinieri.
L'ufficio postale di Alicudi è piccolo ma pienamente operativo. "Offriamo tutti i servizi che dà la posta, dal pacco free alla sim, al Postepay. Per il prodotto che non posso offrire, come può essere un assicurazione o qualche prestito, in questo caso cerco di far venire un collega sull'isola, oppure creo l'appuntamento su Lipari" spiega Marina Arena.

A Lipari il presidente dell’Associazione della Stampa Estera in Italia su invito del Centro Studi e del Comune di Lipari

COMUNICATO STAMPA
Il presidente dell’Associazione della Stampa Estera in Italia, il dott. Tobias Piller, su invito del Centro Studi Eoliano e del Comune di Lipari, sarà a Lipari dal 7 al 10 settembre 2016.
L’Associazione, con oltre 800 organi di informazione e 505 giornalisti, in rappresentanza di 54 paesi, è la più grande organizzazione di corrispondenti esteri nel mondo.
Per le Eolie sarà un’importante occasione per qualificare e promuovere l’offerta turistica a livello mondiale, obiettivo che il Centro Studi si è prefissato da sempre, incentrando la propria attività sugli aspetti culturali, storici e ambientali delle nostre isole.
Il programma degli incontri sarà comunicato nei prossimi giorni.
Ufficio Stampa Centro Studi

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

ALBA A LIPARI (FOTO ANTONIO IACULLO)

SANTO DEL GIORNO
Visse nel IV secolo probabilmente nel Piceno. Le notizie che lo riguardano sono molto confuse: Pietro da Natalibusa narra che fosse un eremita di Gerico e giunto successivamente in Italia dove sarebbe morto, altre fonti lo ritengono originario della Cappadocia, altri ancora lo lo identificano come diacono di San Basilio, ricordato nella vita di S. Carotone.

Di Sant'Elpidio è stata anche redatta una vita intorno al XII secolo, e trovata in un leggendario della Biblioteca Capitolare di Spoleto, ma purtroppo non sono attendibili, ma la devozione così largamente diffusa ne conferma l'esistenza.
Il suo culto è però particolarmente vivo nel Piceno, dove diverse città portano il suo nome, e proprio per questo motivo si ritiene probabile che egli sia vissuto proprio in questa regione a nord di Ascoli Piceno. Alcune cittadine portano il nome del santo, come S. Elpidio a Mare, S. Elpidio Morico, Porto S. Elpidio. 
Lo scrittore Palladio, lo ricorda nella sua Storia Lausiaca come un eremita vissuto per molti anni in una spelonca presso Gerico. Sempre lui elogia e tesse le lodi di questo asceta che, allontanatosi dalla comune società e dalla compagnia degli uomini, scelse di ritirarsi in solitudine. 
Proprio nell'epoca in cui visse Sant’Elpidio, inoltre, quindi probabilmente nel IV secolo, si stava affermando una nuova forma di monachesimo, il cosiddetto "cenobitismo", cioè della vita comunitaria, il cui iniziatore fu San Pacomio. Fu lui a fondare i primi conventi di uomini e donne nella Tebaide, presso il Nilo, dove a capo di ogni struttura vi era l'abate, il cui compito era quello di fare osservare la regola comune, imporre la castità, il lavoro, il digiuno e la preghiera.
Altri santi e venerazioni del 02 settembre:

- Sant' Abibo di Edessa
Diacono e martire

- Sant' Agricolo di Avignone
Vescovo

- Sant' Alberto di Pontida
Abate

- Sant' Antonino di Apamea
Martire

- Beato Brocardo

- Beato Gianfrancesco Burtè
Francescano conventuale martire

- Beati Giovanni Maria du Lau d'Alleman, Francesco Giuseppe e Pietro Ludovico de la Rochefoucauld e co
Martiri della Rivoluzione francese

- San Giusto di Lione
Vescovo

- San Guido (Vito) di Pontida
Abate

- Beata Ingrid Elofsdotter di Skanninge (di Svezia)

- San Nonnoso sul Monte Soratte
Priore

- Beati Pietro Giacomo Maria Vitalis e 20 compagni
Martiri della Rivoluzione francese

- San Prospero di Tarragona
Vescovo venerato a Camogli

- San Siagrio di Autun
Vescovo

- Santi Teodota, Evodio, Ermogene e Callista
Martiri

- San Zenone e figli
Martiri a Nicomedia

giovedì 1 settembre 2016

E' deceduta la signora Iole Denaro ved. Ferlazzo

 Le onoranze funebri sono a cura della ditta Alfa e Omega di Lipari

Croceristi soccorsi dalla nave "Isola di Vulcano". Il video del trasbordo

Eolienews c'è ed è sempre sulla notizia grazie anche ai tanti amici. In questa occasione il nostro grazie va a due amici: la prima "ci ha messo" sulla notizia; il secondo ci ha e vi ha donato questo filmato. 
Se noi ci siamo è anche grazie a loro e a quanti ci onorano non solo di essere nostri lettori ma anche, all'occasione, attenti collaboratori.

Piccola nave da crociera in difficoltà al largo di Stromboli. Croceristi "salvati" dalla nave "Isola di Vulcano"

Un gruppo di 196 tra turisti inglesi e cinesi ed equipaggio, che si trovava a bordo della "Sea Dream", una piccola nave da crociera in difficoltà al largo di Stromboli è stato soccorso dalla nave “Isola di Vulcano”. Il mezzo della SNS, in navigazione da Milazzo – Isole Eolie verso Napoli, aveva lasciato da due ore circa l’isola di Stromboli quando ha ricevuto la richiesta di soccorso.
Tralasciando quella che è la normale rotta la nave, sotto il coordinamento della Capitaneria di porto di Reggio Calabria, ha raggiunto il mezzo in difficoltà (dove si era sviluppato un incendio a bordo, prontamente domato dallo stesso equipaggio)  e ha provveduto, con l'ausilio di due motovedette che hanno curato il trasbordo, a prendere a bordo i croceristi visibilmente provati ma incolumi. 

Gli stessi, una volta giunti a bordo della "Isola di  Vulcano", hanno ricevuto la massima assistenza dall’equipaggio.  
La nave della SNS, una volta compiute le operazioni di recupero dei croceristi, ha proseguito la sua corsa verso la città partenopea, accumulando un ritardo quantificabile in circa 90/100 minuti. I 160 turisti, una volta sbarcati a Napoli, proseguiranno con mezzi messi a disposizione dalla società armatrice del "Sea Dream"

Riposto-Isole Eolie, salta il nuovo collegamento Inaugurato a luglio, cancellato a metà di agosto

(da meridionenews.it) «Il catamarano ha avuto un guasto meccanico che non è stato possibile risolvere nel tempo di una stagione». È la spiegazione che una dipendente diVisit Sicily tours, il tour operator che organizzava i viaggi dal porto di Riposto alle isole Eolie, dà ai cittadini che volessero provare a prenotare un trasferimento dalla costa ionica all'arcipelago siciliano più vicino. Un servizio partito gli ultimi giorni di luglio e sospeso nei giorni di ferragosto. Nonostante fosse il sogno di molti aspiranti vacanzieri, se si considera che il modo più rapido per arrivare dal Catanese alle Eolie era, e adesso è ancora, viaggiare fino a Milazzo (in provincia di Messina) e da lì partire in aliscafo, traghetto o catamarano. Un viaggio nel viaggio, che rischiava di trasformarsi in quello della speranza nel caso in cui fosse necessario fare i conti anche con gli orari dei treni. «Il servizio doveva finire a settembre ed è finito prima», conferma ilsindaco di Riposto, Enzo Caragliano.
L'annuncio del primo viaggio da Riposto a Lipari era stato salutato con grande interesse. Una conferenza stampa d'inaugurazione e l'annuncio dell'integrazione dei servizi portuali con quelli a terra: fino alla banchina sarebbe arrivato un bus turistico che avrebbe portato i visitatori sull'Etna, aTaormina o alle Gole dell'Alcantara. Un'idea promossa dall'amministrazione comunale di Riposto e dal Gal, gruppo di azione locale, un ente a partecipazione mista tra pubblico e privato che ha come principale obiettivo quello di investire finanziamenti europei per lo sviluppo del territorio. E di sviluppo un collegamento tra Riposto e le isole Eolie ne avrebbe portato. Lipari e Vulcano sarebbero state raggiunte un giorno, Panarea e Stromboli il giorno successivo, in un alternarsi di «escursioni» quotidiane. «Dopo ferragosto ho chiesto per quale motivo non partissero più le imbarcazioni e mi hanno risposto che c'era stato un guasto tecnico che non poteva essere risolto in tempo», continua il primo cittadino ripostese.
Il catamarano avrebbe dovuto impiegare due ore per arrivare a destinazione, partendo tutti i giorni in mattinata e portando con sé un carico massimo di 300 passeggeri, con una velocità che poteva arrivare fino a 38 nodi. «Una novità storica», l'aveva definita all'epoca l'assessore ripostese al Mare Antonio Di Giovanni. «Per noi sarà una rivoluzione», aveva aggiunto. La svolta, però, è durata poco e anche i prezzi concorrenziali - circa 80 euro per l'andata e il ritorno degli adulti - non sono bastati a evitare che il progetto naufragasse. «Io le volte che ci sono andato ho visto tante persone, almeno un centinaio - prosegue Caragliano - Ma ci sono stati tanti problemi: prima qualche incomprensione rispetto all'approdo a Lipari, poi questo guasto ai finger... E nel frattempo si era arrivati a metà mese: sono imbarcazioni, il tempo è quello che comanda. Già se fa mare mosso non si può partire».
«Certo, che il progetto non sia andato avanti è una cosa che dispiace», continua il sindaco. Anche perché erano stati gli stessi privati a fare degli investimenti. «Avevano preso in affitto uno spazio per la biglietteria e assunto del personale - prosegue Caragliano - Non si può certo dire che non si fossero impegnati». Però sono riusciti a lavorare solo per «sette od otto giornate, ma potrei sbagliare. Si partiva due volte a settimana». «Ormai la rotta è stata definita e si sta lavorando per superare tutte queste problematiche - conclude Enzo Caragliano - Magari l'anno prossimo». «C'è stato un grande impegno da parte dell'azienda sul territorio e da parte delle istituzioni», dice Marco Grillo, il responsabile per la Sicilia orientale di Visit Sicily tours. «Stiamo lavorando per l'anno prossimo - precisa - Magari cominceremo le partenze già all'inizio della stagione balneare e non a stagione inoltrata. Non è un progetto che vogliamo lasciare perdere, ma dobbiamo sistemare tutto».

Basilica San Cristoforo a Canneto. Stralcio del concerto per inaugurazione organo donato da famiglia Perna

Come  da noi già anticipato è stato inaugurato lunedì sera con il concerto per organo e canto l'organo che la famiglia Perna ha donato alla Basilica Minore di San Cristoforo di Canneto.
Per l'inaugurazione ha suonato il maestro Giovanni Lombardo. Ha invece cantato il tenore solista, Luigi Lombardo. Vi proponiamo il video con uno stralcio del concerto. Le riprese sono di Giuseppe Cincotta

Accesso in località Due Vie a Pianoconte. Strada chiusa o c'è un segnale di troppo? (di Francesco Coscione)

Vorrei fare una segnalazione, già fatta tempo fa, riguardo alla segnaletica stradale posta nella strada che dalla Chiesa dell' Annunziata conduce alla località Due Vie.
Come si può evincere dalle foto vi è un divieto di transito (con numero di ordinanza) situato a fianco della chiesa all'inizio della strada.
Dalla porte opposta in località Due Vie vi è un altro divieto di transito per chi deve percorrere la strada in senso opposto.

A questo punto dovremmo dedurre che la strada è chiusa al traffico ma, in tale caso, i residenti come raggiungerebbero le loro abitazioni?
Se così non fosse e solo uno dei cartelli fosse corretto, in caso di incidente tra veicoli come verrebbe assegnata la "ragione" a uno dei due visto che i cartelli sono presenti in entrambi i sensi di marcia?
Grazie
Francesco Coscione

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews - Canneto, il giorno dopo la mareggiata: Parco giochi, Calandra e il mare in "semi-quiete" (18 Febbraio 2015)

Quarta puntata della nostra rubrica. Oggi: Canneto, il giorno dopo la mareggiata: Parco giochi, Calandra e il mare in "semi-quiete" (18 Febbraio 2015)

LE EOLIE CON SALINA SOLIDALI CON I TERREMOTATI. DOMANI SERATA AL RAPANUI

LE EOLIE CON SALINA SOLIDALI CON I TERREMOTATI
Hastag ufficiale: l'italiacolpitaalcuore
COMUNICATO: Dopo i tragici eventi che hanno colpito il 24 agosto le popolazioni del centro Italia, tantissime iniziative sono in corso per aiutare i nostri connazionali.
Anche Salina nel suo piccolo darà il suo contributo.
I promotori dell'iniziativa hanno organizzato per venerdi 2 settembre una serata di solidarietà dove l'ingresso sarà totalmente devoluto alle popolazioni del Centro Italia.
L'offerta solidale minima all'ingresso è di € 10.
La serata è in collaborazione con il Rapanui ( Santa Marina Salina) che ospiterà l'evento che inizierà alle 22:30 del 2 settembre e si concluderà alle 4:00 del 3 settembre.
Nel corso della serata 4 dJ eoliani ( DJ Meet, Martin J, Peppe C, DJ Fabicco) e il vocalist Paolo Bertè si alterneranno alla consolle e lo faranno gratuitamente.
I promotori dell'evento: sono Mattia Pirera e Martino Basile ( dj Meet e Martin J)
Si ringrazia Domenico Giuffrè proprietario del Rapanui per aver accolto l'idea e aver messo a disposizione il suo locale che sarà la location dell'evento solidale.
Per tutte le informazioni potete visitare la pagina fb dell'evento.

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 1 Settembre

Eolienews augura Buon Compleanno a Mariacristina Zaia, Placido Spanò, Maurizio Mangano, Roberta Basile, Connie Cincotta, Maria Costanzo, Paola Costanzo, Paolo Ficarra

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Un tramonto non proprio "brillante" a Lipari...
ma di eccezionalità nei colori (foto Silvia Sarpi)

SANTO DEL GIORNO
Nato da nobile famiglia in Atene, questo santo passò i primi anni della sua vita nel paese natio. Di ingegno profondo, colto, amante della pietà, ben presto si cattivò la benemerenza del popolo e dei prìncipi e con essa gli onori del mondo. Ma sprezzante di tutto, Egidio fuggì da Atene, e si recò in Francia, ritirandosi in un luogo deserto presso la foce del Rodano, per attendere con più fervore al servizio di Dio. Poco tempo dopo passò in una foresta e vi stabilì la sua dimora, vivendo in preghiera, fra austerità e digiuni. Si nutriva di erbe, di radici, di frutti selvatici, dormiva su nuda terra, e suo guanciale era un sasso. Il Signore ebbe pietà di lui in quel luogo deserto e gli mandò una cerva che gli forniva giornalmente il latte. 

Scoperto durante una partita di caccia da Flavio re dei Goti, entrò nelle grazie di quel sovrano, e per i molti miracoli operati fu conosciuto in tutta la Francia sotto il nome di « santo taumaturgo ». Spinto da tutto il popolo e pregato dallo stesso re ad abbandonare quel romitaggio per recarsi alla corte, non cedette, ma ottenne che il re gli donasse quella selva. Acconsenti il re e vi fabbricò un monastero che regalò ad Egidio. 
Lì accorse gran numero di giovani desiderosi di vivere sotto la sua direzione. Il Santo prese a dirigerli nella via della santità colle regole di S. Benedetto. 
Con essi potè incivilire quella regione,. dissodò campi, fertilizzò terreni fino allora incolti, aprì vie di commercio e specialmente predicò Gesù a quei popoli, convertendo i peccatori e inducendoli a penitenza. Crescendo sempre più la fama di lui, molti si stabilirono vicino al monastero così da formare una città che ora porta il suo nome. 
Pieno di anni e di meriti S. Egidio verso la fine del secolo VM volò al cielo a ricevere la corona dei Beati. 
Più tardi, quando cioè i calvinisti profanavano con vandalico odio i santuari della Linguadoca, le preziose reliquie di S. Egidio vennero religiosamente trasferite a Tolosa ove si conservano con grandissimo onore, e la sua tomba è una fonte perenne di grazie e di miracoli. 
PRATICA. Che vale all'uomo guadagnare tutto il mondo se poi perde l'anima sua? 
PREGHIERA. Deh! Signore, ci renda accetti l'intercessione del beato abate Egidio, affinché quel che non possiamo coi nostri meriti, lo conseguiamo col suo patrocinio.

Altri santi e celebrazioni del primo settembre:

- Beato Alfonso Sebastia Vinals
Sacerdote e martire

- San Costanzo di Aquino
Vescovo

- Beati Cristino (Michele) Roca Huguet e undici compagni
Religiosi e martiri

- Santi Egidio ed Arcano da Sansepolcro

- San Giosuè
Patriarca

- Beata Giovanna Soderini da Firenze
Serva di Maria

- Beata Giuliana di Collalto

- San Lupo di Sens
Vescovo

- Beato Pietro Rivera Rivera
Sacerdote e martire

- San Prisco di Capua
Vescovo
- San Sisto di Reims
Vescovo
- San Terenziano
Martire

- Santa Verena di Zurzach

- San Vincenzo
Vescovo e Martire

- San Vittore di Le Mans
Vescovo





Opportunità di lavoro in ristorante di Lipari centro

Ristorante di Lipari centro offre opportunità di lavoro, come cameriere di sala, per il mese di Settembre. Richiedesi esperienza.
Chi è interessato/a contatti il 333.7143504

mercoledì 31 agosto 2016

Scrivi frasi irrispettose e/o offensive nei confronti dell'amministrazione comunale su fb? Rischi la convocazione dai vigili urbani o la querela.

( da http://iltirreno.gelocal.it/) Scrivi frasi irrispettose e/o offensive nei confronti dell'amministrazione comunale? Rischi la convocazione (con ramanzina) dei vigili urbani (nella migliore delle ipotesi), ma anche direttamente la querela. Succede a Fucecchio, dove per un post sull’Eccidio (avvenuto il 23 agosto 1944, che costò la vita a 175 civili), un cittadino è stato convocato al comando per rispondere di ciò che aveva scritto. E - chiedendo lumi su un episodio destinato a far discutere - emerge anche che non è la prima volta. Anzi: negli ultimi mesi già in tre sono stati denunciati per aver postato frasi considerate offensive, mentre altri sono stati convocati al comando della municipale per essere "avvertiti" che ciò che avevano scritto era al limite della querela.
Ma entriamo nel merito della vicenda "Agente 007, operazione social network". Un utente posta su un gruppo cittadino seguito da migliaia di persone un articolo nel quale si contestano le celebrazioni dell'anniversario della strage del Padule, considerate troppo "alternative": rispetto alla prassi degli ultimi anni, oltre alla commemorazione istituzionale è stata prevista anche una cena con prodotti tipici locali ; l’utente aggiunge anche una fotografia ironica, che ritrae alcuni calici di spumante: un po’ come dire, si brinda sulla pelle dei morti.
Al post in questione risponde il sindaco Alessio Spinelli, parlando di toni «un po' troppo al di là del limite consentito». Sembra finita lì. Ma la questione dal mondo virtuale si sposta nella vita reale, anche se stavolta non dovrebbe finire in un’aula di tribunale.
Passano poche ore e l’utente finito nel mirino riceve la visita a domicilio di due agenti della polizia municipale: «Buongiorno, deve presentarsi nella nostra sede, il comandante (Roberto Dini, ndc) vuole parlarle». L’incontro avviene poco più tardi: l’argomento è proprio quel post, ma stavolta il cittadino se la cava con una tirata di orecchie.
Tuttavia questo è soltanto l'ultimo caso in cui un fucecchiese viene convocato dai vigili per rispondere in merito a frasi scritte su Facebook. Una politica spiegata così dallo stesso sindaco Alessio Spinelli: «La municipale ha il mandato di tutelare l'istituzione quando la sua reputazione viene lesa, anche tramite i social network». Insomma, non ci sono 007 impegnati 24 ore su 24 a cercare di scovare commenti lesivi; ma se navigando qualcuno (che può essere un dipendente comunale, un agente della polizia municipale e o un membro della giunta stessa) nota una frase offensiva, l’autore rischia di finire nei guai.
Una scelta che potrebbe essere percepita come l'intenzione di mettere a tacere il dissenso. Una situazione che ha pochi precedenti nelle cronache e che diventa quanto mai attuale in tempo di guerra ai “webeti" (ebeti del web), come li ha definiti Enrico Mentana, inventando un neologismo di grande successo. Che evidentemente piace molto al sindaco Spinelli.
Il comando territoriale della polizia municipale di Fucecchio ha già denunciato tre persone per quanto scritto su Facebook nei confronti delle istituzioni locali. Questo è quanto emerge dagli ultimi dati a disposizione forniti dalla stessa municipale. Chiaramente - come spesso succede - qualche automobilista ha preso male l'arrivo della multa a casa. Però - a Fucecchio - c'è qualcuno che è andato oltre, dato che la polizia municipale ha denunciato tre persone per dichiarazioni diffamatorie su Facebook, il social network largamente più usato al mondo.

La Sinistra Eoliana: "Parco Nazionale delle Eolie punto prioritario per condividere percorsi amministrativi"

COMUNICATO DE "LA SINISTRA EOLIANA" IN VISTA DELLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE.

La Sinistra eoliana, oggi rappresentata nell’assise comunale dal consigliere Pietro Lo Cascio, annuncia la propria disponibilità a confrontarsi su possibili alleanze elettorali e sull’avviare percorsi comuni per un progetto amministrativo con le sole forze politiche che, come noi, condividono l’istituzione del Parco Nazionale delle Isole Eolie e che lo ritengono un punto prioritario del loro programma.
Il “Parco nazionale terrestre e marino” è stato previsto da una legge nazionale nel 2007. Quasi dieci anni dopo appare incomprensibile – per non dire irresponsabile – che l’istituzione di un’area protetta di straordinaria importanza, peraltro cruciale per l’identità di un territorio che possiede una grande valenza ambientale e una chiara vocazione turistica, venga trattata a livello locale come argomento scomodo o impopolare, e ancora peggio sacrificata in nome di interessi di bottega o della ricerca di vaghe soluzioni alternative, la cui elaborazione si è tradotta esclusivamente in una lunga e improduttiva stagnazione. 
Chi amministra deve dimostrare di avere coraggio, capacità di innovazione e soprattutto una strategia sostenibile per il futuro. Il Parco Nazionale è il primo passo per sconfiggere evidenti situazioni di abbandono e di depredazione a danno del territorio, rispetto alle quali il solo ente municipale non sembra più in condizione di fare fronte, ma anche per intraprendere un percorso diverso, moderno, che riporti la dimensione nelle isole entro la loro naturale vocazione e ne possa valorizzare le peculiarità.
Possiamo e vogliamo discutere della perimetrazione, delle regole, di come debba essere strutturata la gestione, del coinvolgimento di enti e stakeholder locali, ma non intendiamo discutere di eventuali progetti amministrativi se il Parco Nazionale non rappresenterà una priorità pienamente e concretamente condivisa dai nostri interlocutori. 
LA SINISTRA EOLIANA

Al via lunedì la XVI edizione del "Giro podistico a tappe delle Eolie". Domenica consegna dei pettorali

Al via la nuova edizione del "Giro Podistico a tappe delle Isole Eolie 2016". Sarà presentata, infatti, giovedì (ore 11), nella sede provinciale del CONI Messina di via Santa Maria dell'Arco, la sedicesima edizione della manifestazione organizzata dalla Polisportiva Europa Messina con la collaborazione della Mediterranea Trekking ed il patrocinio dei comuni di Lipari, Leni, Malfa e Santa Marina Salina.
L'ormai tradizionale appuntamento sportivo eoliano prenderà il via domenica con la rituale consegna dei pettorali ai 116 partecipanti, mentre si inizierà a competere lunedì mattina, quando scatterà a Vulcano la prima delle cinque gare in programma. Si correrà fino a sabato 10 settembre a Lipari (2 volte), Vulcano (2) e Salina. 
Presenzieranno alla conferenza stampa anche il delegato provinciale del CONI Aldo Violato, il consigliere regionale della FIDAL Giuseppe Locandro, il presidente della FIDAL Messina Andrea D'Andrea, l'organizzatore del Giro Costantino Crisafulli ed il responsabile della Mediterranea Trekking Francesco Cutè.

Panarea. De Laurentis e il bibivendolo

"Assalto" al Bernabò Brea

Giornata di grandi numeri oggi al museo "Bernabò Brea" di Lipari. Davvero tanti coloro che lo hanno visitato. 
Ovviamente grande afflusso anche nelle restanti aree del Castello

Le Eolie e le date da ricordare (a cura di Giuseppe La Greca) - 31 Agosto 1778 : Jean Houel visita le Eolie


Nuova rubrica: "Pescando" nell'archivio video di Eolienews - Canneto (17.02 15) Video fotografico del mare in tempesta e del lungomare sommerso

Quarta puntata della nostra nuova rubrica. Oggi: Canneto (17.02 15) 
Video fotografico del mare in tempesta e del lungomare sommerso

Gli auguri ai festeggiati di oggi

Eolienews augura Buon Compleanno a Stefania Merlino, Lucia Favorito, Alice Costanzo, Raoul Piemonte, Sabrina Loprestini, Andrea Villini, Lorenzo D'Auria, Giuseppe Di Bella, Ivan Kostak

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

L'impetuosità e la bellezza del mare in tempesta 
contro la scogliera a Canneto (Lipari)

SANTO DEL GIORNO
S. Raimondo, soprannominato Nonnato (non nato) perchè venuto alla luce mediante operazione medica dopo la morte della madre, nacque nella Catalogna l'anno 1204 da nobile famiglia. Suo padre, dopo avergli per qualche tempo permesso di attendere agli studi, all'improvviso lo mandò a lavorare i campi. 
Raimondo approfittò di questa solitudine per impiegare maggior tempo nell'orazione e per meditare le verità della fede. Visitava spesso una chiesa nella quale si venerava un'immagine della SS. VergineT verso cui fin dall'infanzia professava tenerissima devozione, ed a cui si raccomandava affinché gli facesse conoscere lo stato di vita che doveva eleggere. Dopo aver molto pregato, si sentì ispirato ad entrare nell'ordine della Beata Vergine della Mercede, fondato da poco tempo da San Pietro Nolasco. A questo scopo si portò a Barcellona dal suddetto S. Pietro Nolasco, generale dell'ordine, e dalle sue mani ottenne l'abito religioso. In questo istituto fece tanto progresso nel cammino spirituale, che dopo qualche anno di professione, fu giudicato degno di esercitare l'ufficio di redentore degli schiavi. 
Andato ad Algeri, dopo aver dato tutto il denaro per il riscatto degli schiavi, diede se stesso in ostaggio per ottenere la liberazione di quei cristiani, che correvano il pericolo di rinunziare alla loro fede. Però il suo generoso sacrificio non servì che ad irritare maggiormente i maomettani, i quali lo trattarono con tanta crudeltà che poco mancò non morisse fra le loro mani. Ma essendone stato avvertito il governatore della città, per paura che venendo a morire, perdesse la somma per cui era tenuto in ostaggio, proibì di maltrattarlo eccessivamente e minacciò di far pagare la somma che gli aspettava per il suo riscatto a coloro che l'avrebbero fatto morire. Avuta la libertà di girare per la città di Algeri, Raimondo se ne servì per visitare i cristiani e consolarli: e convertì pure al Cristianesimo parecchi mussulmani. 
Avendo saputo questo, il governatore ne concepì tanto sdegno che, trasportato dall'ira, condannò il Santo ad essere impalato. S'interposero però quelli che erano interessati al commercio degli schiavi ed ottennero che gli fosse cambiata la pena con una lunga ed aspra fiagellazione. Ciononostante Raimondo continuò a operare delle conversioni. Questa volta però il governatore non solo lo fece battere e frustare, ma lo fece condurre per le vie della città carico di catene, poi chiamò un carnefice che gli trapassò le labbra e gliele chiuse con un lucchetto, dandone la chiave in consegna al giudice. Così Raimondo fu ridotto al silenzio e poteva aprir bocca soltanto nelle ore di refezione. Stette così in prigione otto lunghi mesi, finchè S. Pietro Nolasco ebbe mandato il denaro per il riscatto. 
Il Pontefice Gregorio IX, per onorare questo confessore di Cristo, lo creò cardinale. Ritornato a Barcellona nel suo convento, volle vivere da semplice religioso, fino al giorno in cui lasciò questa terra per volare a ricevere il premio, il 31 agosto 1240. 
PRATICA — Facciamo qualche sacrificio per i nostri fratelli. 
PREGHIERA. Dio, che rendesti mirabile il tuo beato confessore Raimondo nel liberare i tuoi fedeli dalla cattività degli empi, concedici per sua intercessione, che sciolti dai lacci dei peccati, compiamo con libertà di spirito la tua volontà. 
Altri santi e venerazioni del 31 agosto:

- Sant' Aidano di Lindisfarne
Vescovo

- Beato Andrea Dotti da Borgo Sansepolcro

- Sant' Aristide Marciano
Apologista

- Beati Edmigio Primo Rodriguez, Amalio Zariquiegui Mendoza e Valerio Bernardo Herrero Martínez
Martiri

- San Giuseppe d'Arimatea- San Paolino di Treviri
Vescovo