Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 10 settembre 2016

Lipari by night (foto Francesca Falconieri)

Detriti alluvionali sulla strade. Comune si è mosso tempestivamente...ma occorrono interventi preventivi. Cadono pietre sulla Quattropani - Acquacalda

Poco più di un’ora di pioggia intensa e molte strade di Lipari si sono trasformate in veri e propri “torrenti in piena” con grave disagio per la circolazione stradale e, in alcune strade, come quelle delle vie del centro, per gli stessi pedoni. 
Come già sscritto detriti alluvionali si sono riversati a Canneto sulla via Torrente Aurora e da questa sin sulla Marina Garibaldi. Sempre a Canneto, nella zona di Calandra, l’omonimo torrente ha trasportato detriti pomiciferi sin sulla sede stradale e in mare. A Lipari centro detriti sono stati trasportati sulla Via Roma. 
Una prima avvisaglia di cosa potrebbe accadere in inverno se non si metteranno in atto tutte le necessarie misure di prevenzione. 
C’è da dire, comunque, che non appena cessate le precipitazioni, su disposizione del sindaco Marco Giorgianni, si sono effettuati interventi nelle zone interessate dal deposito di detriti, anche con l’ausilio di bobcat e pale meccaniche. Questo anche nell’ottica di nuove precipitazioni che dovrebbero interessare ancora l’isola. Ma ribadiamo urge prevenzione!
Interventi sono stati effettuati anche dai vigili del fuoco. 
Come temuto dopo gli incendi dei giorni scorsi, in particolare quello dello scorso sei settembre, l’acqua piovana ha “aggredito” il costone che sovrasta la provinciale Quattropani-Acquacalda e si sono registrate numerose cadute di pietre (vedi foto di Isabella Libro), per fortuna senza conseguenze per gli automobilisti. Ma il rischio di grosse frane resta alto

Megaparcheggio di Lipari. E' "invasione" di camion e carrelli. Sempre meno posti per le auto


 Camion posteggiati, ovunque, anche dove, da segnaletica, non ci dovrebbero stare. E i posti per le auto -  così come ci segnala il lettore che ha inviato queste foto - sono sempre meno. Anche perchè, in assenza totale di controlli,  i  posti auto vengono occupati, non solo dai camion, ma  anche dai carrelli di imbarcazioni. E presto...come al solito...arriveranno  anche alcune barche.

GAL Tirrenico. Avviso per creazione rete territoriale e d'impresa

RETE TERRITORIALI E RETI DI IMPRESA
AVVISO PUBBLICO
Scadenza 15.09.2016

ILGAL TIRRENICO INTENDE FARSI PROMOTORE DELLA COSTITUZIONE DI RETI TERRITORIALI E RETI DI IMPRESA PER LA DEFINIZIONE DI OBIETTIVI COMUNI E CONNESSI ALLA STRATEGIA DI SVILUPPO DEL  TERRITORIO. 

Tra i criteri di selezione dei GAL nel bando Mis. 19.2 e Mis 19.4, in itinere, relativa ad interventi con ricaduta positiva in termini di occupazione, è richiesta la “creazione da 3 a 5 reti territoriali (soggetti ed enti del territorio, anche non soci, che cooperano per il raggiungimento di un obiettivo comune tra quelli previsti nella strategia) o reti di imprese (gruppo di imprese, anche non soci, che cooperano per il raggiungimento di un obiettivo comune tra quelli previsti nella strategia).”
A tal fine sarà necessario stipulare protocolli di intesa. 
Quali possibili esempi di riferimento, il settore del florovivaismo (le aziende), quello caseario, quello del turismo (strutture ricettive, tour operator, ecc.), quello della valorizzazione dei bbcc e del patrimonio artistico legato al territorio del GAL Tirrenico. 
Pertanto, SI INVITANO tutti coloro che sono interessati alla costituzione di una rete territoriale e/o rete di imprese a rispondere entro il 15.09.2016 a galtirrenico@gmail.com,  indicando il tema di interesse così da organizzare un incontro e definire il protocollo di intesa propedeutico alla costituzione della rete.
Per informazioni :

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews:"L'Angelo Biondo " canta l'eolo-milazzese Ramona Parisse (05 ott 2013)

Undicesima puntata della nostra rubrica. Oggi: "L'Angelo Biondo " canta l'eolo-milazzese Ramona Parisse (05 ott 2013)

Tombino pericoloso sulla Filippo Mancuso e la buca sull'asfalto della Marina Garibaldi che "inghiotte" acqua piovana

Vorrei segnalare che in via Mancuso, sul marciapiede di fronte all'Hotel Augustus, c'è un tombino in cemento con il coperchio rotto che potrebbe causare seri danni a chi dovesse non vederlo mentre cammina. Chiedo un pronto intervento di messa in sicurezza. Grazie.
Francesco Coscione




E a proposito di interventi da effettuare con urgenza torniamo  a segnalare la buca sull'asfalto della Marina Garibaldi, dopo il Ristorante - pizzeria La Bussola.
La pioggia di stamane, che abbiamo notato si infiltrava nel sottosuolo attraverso la buca, potrebbe aver causato ulteriori danni alla stabilità di quel tratto di strada. 
Aspettiamo ceda completamente per intervenire o che qualcuno ci finisca dentro con qualche mezzo?

Piove...e ci risiamo. Strade come torrenti e primi detriti sul Torrente Aurora, Marina Garibaldi e Calandra a Canneto

L'intensa pioggia di stamani, oltre a trasformare molte strade di Lipari in torrenti in piena, ha trascinato lungo il torrente Aurora di Canneto, sin sulla Marina Garibaldi, detriti, fanghiglia ed altro. Detriti pomiciferi si stanno accumulando a Calandra.
Le acque meteoriche hanno trascinato detriti e materiale vario anche sulla via Roma.
E le previsioni meteo per le prossime ore non sono certo incoraggianti

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 10 Settembre

Eolienews augura Buon Compleanno a Jessica  Zanca, Elisa Giaquinta, Francesco Fonti, Gabriele Riganò, Luigi Zagami, Domenico Spinella e Giuseppe Iacono

Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava. Tempo incerto e occasionali rovesci tra oggi e domani

Durante il week-end il tempo continuerà ad essere instabile e fresco. Durante l'arco delle giornate di Sabato e Domenica si alterneranno nuvole con piovaschi e improvvisi annuvolamenti con occasionali rovesci di moderata intensità anche temporaleschi. Il tempo tenderà a ristabilirsi definitivamente nella giornata di Martedi 13.
Il moto ondoso durante il week-end sarà poco mosso

Giro podistico delle Eolie. Continua tra gli uomini il dominio di Del Priore. In campo femminile colpo di scena: si ritira per infortunio la leader Gualandi, è duello tra Zaghi e Mucci. Oggi gran finale a Vulcano


Oggi ultima tappa della sedicesima edizione del “Giro Podistico a Tappe delle Isole Eolie”. La manifestazione nazionale Fidal, organizzata dalla Polisportiva Europa con la preziosa collaborazione della Mediterranea Trekking e dei comuni di Lipari, Leni, Malfa e Santa Marina Salina, si chiude oggi a Vulcano con il suo quinto appuntamento e con diversi rebus di classifica da risolvere. Ieri invece ha proposto la frazione numero due sull’isola di Lipari, dopo quella di martedì scorso.
Dopo l’Acquacalda-Canneto si è corso, durante la mattinata, nel caratteristico e tecnico circuito posto proprio nel centro cittadino. Al termine di cinque tornate (in totale 5.650 metri), si sono imposti Giuseppe Del Priore (Dinamo Sport), che ha calato, così, il poker di successi, e la toscana Meri Mucci (Castello Firenze). Del Priore è scattato subito con il consueto furore agonistico ed ha amministrato con sagacia tattica il discreto vantaggio acquisito, chiudendo a braccia alzate con il tempo di 19’27”. Piazza d’onore per l’australiano Tony Rysso, distanziato di 18”. Terzo Flavio Monteruccioli (Avis Castel San Pietro), quarto Davide Boroni (San Rocchino), quinto Emanuele Marchi (Atletica Villanuova ‘70), sesto Fausto Barbieri (Gabbi Bologna), settimo Valerio Facciolo (Euroatletica 2002) e ottavo Luigi Guidetti (Corradini Rubiera). Nono e migliore dei siciliani Giovanni Mangiò (Stilelibero). Tutto è rimasto immutato in classifica, se si esclude l’aggancio al secondo posto operato da Russo nei confronti di Boroni. Dopo quattro giorni i due hanno il medesimo crono!
Tra le donne, la Mucci ha vinto la volata con Paola Zaghi, portacolori della Zeloforamagno, con il crono di 24’44”. Si è fermata, invece, per un problema muscolare la leader della graduatoria Valentina Gualandi (Podistica Pontelungo). Sono poi arrivate: Eva Neznama (Atletica Villanuova ‘70), Roberta Lodesani (Corradini Rubiera), Francesca Colafati (Fidippide) e Roberta Ponticelli (Podistica Torino). «È stata una bella gara su un percorso suggestivo – ha dichiarato la Mucci – ho cercato di alzare il ritmo al 3 km, ma la Zaghi ha retto bene. Ora ci giocheremo l’affermazione a Vulcano». Nella generale, la Zaghi precede, infatti, la Mucci di appena 10”.
Oggi gran finale a Vulcano (6,5 km) del “Giro 2016”. Nonostante sia l’ultima prova, alcune delle posizioni di vertice saranno definite proprio nei metri conclusivi, che si annunciano, quindi, più che mai appassionanti ed incerti. Terminata la competizione, si svolgerà, infine, all’interno del villaggio turistico “Vulcano Blu”, l’attesa premiazione.

Classifica maschile: 1. Giuseppe Del Priore ( Dinamo Sport) 1.58’19”, 2. Tony Russo (Glenhuntly A.C.) 2.00’37”, 3. Davide Boroni (San Rocchino) 2.00’37”, 4. Emanuele Marchi (Villanuova 70) 2.02’21”, 5. Flavio Monteruccioli ( Avis Castel S.Pietro) 2.02’25”, 6. Fausto Barbieri (GS Gabbi) 2.12’13”, 7. Luigi Guidetti 2.12’56”, 8. Valerio Facciolo (EuroAtletica 2002) 2.14’34”, 9. Giovanni Mangiò (Stilelibero Messina) 2.15’35”, 10. Emilio Veroni (La Fratellanza MO) 2.17’55”.

Classifica femminile: 1. Paola Zaghi (Zeloforamagno) 2.31’18” 2. Meri Mucci (Atl. Castello Firenze) 2.31’28”, 3. Eva Neznama (Atl. Villanuova) 2.37’43”, 4. Roberta Lodesani (Corradini Rubiera)2.39’11”, 5. Francesca Colafati (Fidippide) 2.43’37”, 6. Roberta Ponticelli (Podistica Torino) 2.45”31”, 7. Tiziana Russo (Stilelibero ME) 2.48’30”, 8. Federica Dragoni (Cesena Road Runners) 2.48’34”, 9. Maria Lo Russo (Athletic Team Pioltello) 2.49’27, 10. Cinzia Gatti (Am. Podistica Terni) 2.55.38”.
Le foto e questo breve video della tappa  di ieri sono di Bartolo Ruggiero

venerdì 9 settembre 2016

E' nato Andrea Starvaggi, primogenito di Davide e Milena Mollica

E' venuto alla luce oggi, a Patti
Andrea
primogenito di Davide Starvaggi e Milena Mollica.
Il piccolo sta benone e pesa 4  kg.
Ai neo genitori, ai nonni, agli zii e ai parenti tutti le felicitazioni di Eolienews.
Al piccolo l'augurio di ogni bene

Madonna della Catena: Momenti della Processione e della Santa Messa di ieri (foto Bartolo Ruggiero - 2° parte di 2)

Il tramonto di ieri su Filicudi - Alicudi visto da Lipari

Pubblichiamo due foto del tramonto di ieri sera su Filicudi ed Alicudi, visto da Lipari. La prima foto è "rubata" a Carla Casamento su fb

Tagli ai reparti e ai pronto soccorso, Assessore Gucciardi ha presentato la nuova rete degli ospedali siciliani. Tre saranno mega, quindici più piccoli. A Lipari "presidio in zona disagiata"

(da livesiciliaPALERMO - Tre mega ospedali (Hub), quindici un po' più piccoli (detti Spoke), 23 presidi ospedalieri di base, 7 ospedali in zone disagiate e tre ospedali di comunità. È questa la nuova formula della Sanità siciliana. Un restyling della rete ospedaliera necessario a far rientrare la Sicilia entro i paletti del decreto Balduzzi. Oggi l'assessore alla Salute Gucciardi l'ha illustrata prima ai direttori generali delle aziende, poi ai sindacati.

Ospedali riuniti e pronto soccorso
Cosa cambia? Intanto entra in piena funzione la creazione degli "ospedali riuniti": più nosocomi (due o tre al massimo) passeranno sotto un'unica amministrazione centrale. La razionalizzazione si tradurrà anche nella distribuzione dei reparti: quelli presenti in una delle strutture degli ospedali riuniti non saranno presenti nelle altre strutture dello stesso polo. E così, "saltano" una decina di pronto soccorso: quelli che non prevedono più di 20 mila accessi l'anno.
La nuova rete, come detto, ruota attorno ai tre "Hub": il Civico di Palermo, il "Cannizzaro" di Catania e il policlinico di Messina e punta a ridurre "ridondanze di unità operative" relative a discipline a bassa intensità di cura, mentre attiva e riorganizza unità operative di discipline ad alta complessità. L'entrata in vigore del dm 70/2015 ha imposto alla Regione la riprogettazione della rete ospedaliera sull'emergenza-urgenza, individuando i dipartimenti di emergenza e accettazione (Dea) e gli ospedali di base quali assi portanti dell'organizzazione dell'emergenza.

Palermo e Trapani
A Palermo cambierà poco: gli "spoke" saranno quelli del Policlinico, di "Villa Sofia-Cervello" e del Buccheri La Ferla. I presidi ospedalieri di base, invece, sono quelli che mantengono almeno quattro unità operative come i pronto soccorso, la chirurgia generale, la medicina generale e l'ortopedia: saranno l'Ingrassia, il Giglio di Cefalù, il Civico di Partinico e il "Cimino" di Termini Imerese. "Salvati" invece i cosiddetti presidi in zone disagiate: quelle strutture che devono affrontare problemi legati anche alla localizzazione e alla viabilità: sono quelli di Corleone e Petralia Sottana, che rappresentano i cosiddetti Presidi territoriali di emergenza (Pte). Da lì il paziente verrà assistito per le prime cure ed eventualmente trasferito al presidio di base più vicino.
A Trapani "salta" il pronto soccorso dell'ospedale di Salemi, la città dell'assessore Gucciardi. Il nosocomio salemitano, infatti, formerà, con quello di Trapani, gli "Ospedali riuniti Sant'Antonio Abate". "Ma a Salemi - spiega Gucciardi - verranno mantenuti reparti che invece non saranno presenti a Trapani: è il caso della geriatria, della lungodegenza, della riabilitazione e l'hospice". Diventano presidi ospedalieri di base quelli di Alcamo, Castelvetrano, Marsala e Mazara del Vallo (manterranno quindi tutti il pronto soccorso), mentre Pantelleria sarà il presidio in zona disagiata.

Catania, Ragusa e Siracusa
Gli "spoke" di Catania saranno l'Arnas Garibaldi, il Policlinico e l'Asp etnea. Il primo è composto dal "Garibaldi" e dall'ospedale pediatrico "Nesima"; il secondo dal "Rodolico" (che non avrà pronto soccorso), dal Vittorio Emanuele Ferrarotto e dal Santo Bambino; all'Asp farà capo invece il polo di Gravina-Caltagirone. Tra i presidi di base nessun pronto soccorso a Giarre (che forma l'ospedale riunito con il "S.Marta e Venera" di Acireale) e Paternò (riunito a quello di Biancavilla dove sarà presente il pronto soccorso). L'ospedale di Bronte si convertirà in Pte e sarà quindi un presidio in zona disagiata, mentre rimane, sotto forma di "Ospedale di comunità", la struttura di Militello Val di Catania che fa capo all'Asp. Quest'ultima "forma" di ospedale ha funzioni più o meno ambulatoriali e prevede la presenza di medici di base, psicologi e infermieri. Servirà per decongestionare i pronti soccorso.
Lo "spoke" di Ragusa sarà l'ospedale "Arezzo", mentre i presidi ospedalieri di base saranno quelli di Modica e gli ospedali riuniti di Vittoria e Comiso ("salta" il pronto soccorso proprio al Regina Margherita di Comiso). L'ospedale di comunità in questo caso è quello di Scicli.
A Siracusa, invece, lo "spoke" è l'ospedale Umberto I. Presidi ospedalieri di base, dotati di pronto soccorso quindi saranno quelli di Avola, Augusta e Lentini. A Noto resta l'Ospedale di comunità.

Agrigento, Caltanissetta ed Enna
Lo "spoke" di Agrigento sarà il San Giovanni Di Dio. Nella stessa provincia, mantenuti i presidi di base a Canicattì e Licata, mentre sono "riuniti" gli ospedali di Sciacca e Ribera (il "Fratelli Parlapiano" non avrà però il pronto soccorso). A Caltanissetta i presidi di massime dimensioni saranno due. Gli ospedali riuniti di Caltanissetta e San Cataldo (quest'ultimo non avrà il pronto soccorso) e quelli riuniti di Gela, Mazzarino e Niscemi (l'unico pronto soccorso sarà a Gela). Nella stessa provincia, invece, riconosciuto a Mussomeli lo "status" di presidio in zona disagiata: avrà quindi il presidio territoriale di emergenza. Infine, in provincia Enna lo "spoke" sarà rappresentato dall'accorpamento dell'Umberto I di Enna, del "Chiello" di Piazza Armerina e dal "Ferro Capra Branciforte" di Leonforte. Il pronto soccorso sarà però nel nosocomio del capoluogo. Il presidio di Nicosia, invece, viene mantenuto come ospedale di comunità.

Messina
A Messina lo "spoke" sarà il "Papardo". I presidi ospedalieri di base saranno il "Pulejo Piemonte" di Messina, gli ospedali riuniti Milazzo-Barcellona, gli ospedali riuniti Sant'Agata di Militello e Mistretta (a Mistretta non ci sarà il pronto soccorso), Patti e Taormina. Lipari è il presidio in "zona disagiata".

L'assessore: "Una rivoluzione"
"La nuova rete - dichiara l'assessore Gucciardi - non nasce dall'esigenza di risparmiare o tagliare risorse finanziarie, ma da quella ben più importante di assicurare a tutti i cittadini, ovunque si trovino, una tempestiva ed efficace assistenza, specie nelle ipotesi di patologie acute gravi, a tutela della loro vita e della loro salute". L'obiettivo della rete ospedaliera dell'emergenza-urgenza è quello di ridurre, nella fase acuta, la mortalità o gli esiti invalidanti nella popolazione che ricorre alle cure sanitarie attraverso il 118 o i pronto soccorso. Le reti "tempo dipendenti" (infarto miocardico acuto, ictus, trauma, trasporto materno assistito e trasporto neonatale) costituiscono il modello esplicativo del sistema dell'emergenza nel quale il percorso assistenziale del nuovo piano "supera le vecchie ed inefficaci logiche organizzative del singolo ospedale, - aggiunge Gucciardi - integrando invece la rete dei servizi dell'emergenza con gli stessi ospedali che insieme diventano patrimonio comune della rete assistenziale. È una rivoluzione, in un certo senso, ma anche - conclude Gucciardi - un modo per avere una Sanità normale, come nel resto d'Italia”. La prossima settimana la rete sarà inviata alla Commissione Sanità all'Ars, per poi passare dalla giunta per il via libera definitivo.

I sindacati
"Si va finalmente – il commento del sindacato Cimo - nella direzione del Decreto ministeriale 70 così come da oltre un anno la Cimo ha sostenuto. Si è perso del tempo prezioso – aggiunge il sindacato - nel tentativo di rallentare un percorso obbligato stabilito a livello nazionale. Aspettiamo adesso di vedere che tempo impiegherà il governo regionale a concretizzare un sistema fondato sull'emergenza e sulle reti tempo dipendenti come già realizzato nelle altre regioni".
"Chiediamo ancora una volta - afferma Francesco Frittitta, coordinatore regionale del Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche - che la Regione proceda prima possibile attraverso un corretto utilizzo delle risorse disponibili senza campanilismi. Auspichiamo per la sanità siciliana l'immediata immissione in servizio degli infermieri e degli Oss che concorrono alla qualità e alla sicurezza delle cure per i siciliani".

Domato incendio di Lami

Non ha generato per fortuna grossi danni l'incendio che si è sviluppato nel primo pomeriggio di oggi in un'area di Lami bassa, nei pressi di un'area abitata.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i forestali (foto Francesca Falconieri)

Sempre più comuni in dissesto. Orlando: “In Sicilia la patologia sta diventando un fattore sistemico. Non vi può essere via d’uscita se non attraverso il concorso di tutti gli attori istituzionali e sociali”

“Avevamo già denunciato la drammatica situazione finanziaria e di liquidità in cui versano gli Enti locali siciliani, infatti, in base agli stessi dati dell’Assessorato Autonomie locali al 16 giugno di quest’anno, 300 Comuni non avevano ancora deliberato il Rendiconto di Gestione Finanziaria 2015 e 347 Comuni non avevano ancora approvato il Bilancio di Previsione 2016 e adesso tutto ciò viene tristemente confermato dai dati peggiori degli ultimi decenni”. Hanno dichiarato Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente presidente e segretario generale di Anci Sicilia.
“Se si pensa, infatti, che – continuano Orlando e Alvano – oltre alla precaria condizione di tutte le ex province, dall’inizio dell’anno ad oggi, da un canto, ben 6 Comuni (Acate, Barrafranca, Carini, Casteltermini, Mussomeli e Scaletta Zanclea) hanno già formalizzato il dissesto finanziario e numerosi altri si apprestano a farlo nelle prossime settimane e, d’altro, svariate decine hanno già fatto o stanno per fare ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale ai sensi dell’art. 243 bis e ter del Testo Unico degli Enti locali. Siamo pertanto di fronte ad una crescita esponenziale di comuni strutturalmente deficitari nel 2016 che temiamo possa ancora aumentare nei prossimi mesi. La situazione è ancora più grave se si pensa che vi sono anche moltissimi Comuni che negli anni precedenti avevano dichiarato dissesto o fatto ricorso alla procedura di riequilibrio e che, alla luce della situazione attuale, si trovano oggi nella condizione di non poter rispettare gli impegni presi”.
“Forse però non vi è ancora la dovuta attenzione – aggiungono Orlando e Alvano – al fatto che la situazione di gravissima crisi finanziaria che attraversano gli enti locali siciliani, più volte denunciata dalla nostra Associazione, sta giorno dopo giorno prendendo forma in maniera eloquentissima, viene testimoniata dalle analisi dalla Corte dei Conti – sezione regionale di controllo per la Regione Siciliana (relazione “La finanza locale in Sicilia – 2015 – 2016”) e confermata dai dati dallo stesso Assessorato delle Autonomie locali (D.D.G n. 188/S.2 del 6 settembre u.s.) .
“Quanto sta emergendo in queste settimane e quanto temiamo possa emergere nelle prossime – asseriscono Orlando e Alvano – evidenzia, senza possibilità di smentita, come ciò che nel passato era considerato un fatto patologico per la salute dell’ente locale oggi sta diventato un fattore diffuso e quindi sistemico”.
“Le evidenze empiriche di queste ultime settimane impongono che – continua il presidente Orlando – prima che sia definitivamente compromessa la tenuta sociale dei territori, ci si attivi, con il concorso di tutti gli attori istituzionali e sociali, per individuare nuove soluzioni di carattere legislativo e amministrativo proporzionate alla gravità della situazione attuale”.
“A tal proposito – conclude il presidente dell’Associazione dei Comuni siciliani – apprezziamo l’attenzione che l’Assessore delle Autonomie locali e della Funzione pubblica, Luisa Lantieri, ha dimostrato nei confronti degli enti locali siciliani, con la circolare emessa ieri con la quale sono stati revocati i commissari straordinari per l’approvazione del bilancio di previsione 2016 ed è stata espressa la volontà di: ‘sbloccare, al più presto, le quote dei fondi regionali al momento non disponibili per i comuni, comprese le somme destinate per gli investimenti’.

"Tradimentu" interpretato da Angelino Merlino e i Folk musici delle Eolie, montato dal nostro direttore con immagini delle barette di Lipari

Nostro nuovo lavoro per gli amici di Eolienews e facebook. 
Vi proponiamo il brano "Tradimentu" interpretato da Angelino Merlino e i Folk musici delle Eolie, montato con immagini barette di Lipari. Il brano fa parte di "Missa eoliana" di Benito Merlino

Incendio in località Lami

Prosegue a Lipari la "stagione degli incendi".  Dopo Quattropani i piromani hanno preso di mira la località di Lami, nella parte bassa. 
Sul posto, che è a stretto ridosso del nucleo abitato, stanno operando i vigili  del fuoco e la Forestale.

Madonna della Catena: Momenti della Processione e della Santa Messa di ieri (foto Bartolo Ruggiero - I° parte di 2)

Grazie al nostro collaboratore Bartolo Ruggiero vi proponiamo, in due parti, una serie di foto della Processione della Madonna della Catena e della Santa Messa tenutesi ieri sera a Quattropani



Al via la V edizione di “Mirabilia - European Network of Unesco Sites” Giovedì 15 settembre termine ultimo per aderire all’evento in programma a Udine

COMUNICATO STAMPA
Al via la V edizione di “Mirabilia - European Network of Unesco Sites”
Giovedì 15 settembre è il termine ultimo per aderire all’evento in programma a Udine

Messina, 9 settembre 2016. La Camera di commercio di Messina, congiuntamente alle Camere di Commercio di Matera (capofila del progetto di rete), Bari, Genova, Chieti, La Spezia, Lecce, Perugia, Riviere di Liguria, Siena, Taranto e Udine, organizza la V edizione di “Mirabilia - European Network of Unesco Sites”, la Borsa internazionale del turismo culturale, in programma a Udine dal 24 al 25 ottobre 2016.
L’evento “B2B” è riservato agli imprenditori del settore turistico (tour operatours, agenzie di viaggio, albergatori, agenzie di incoming, ecc.) operanti nei territori che possono vantare la candidatura o la titolarità di un sito riconosciuto come patrimonio dell’umanità dall’Unesco e a 50 buyers (operatori incoming, decision manager, buyers luxury travel, giornalisti, opinion leaders, ecc.) provenienti dai Paesi dell’Unione europea, degli Usa, del Giappone e della Cina.
Il percorso progettuale, già avviato con la realizzazione della Borsa internazionale a Lerici nel 2012, a Matera nel 2013, a Perugia nel 2014 e a Lipari nel 2015 intende promuovere un’offerta turistica integrata dei siti Unesco e proporli a un pubblico internazionale sempre più attento ed esigente a un turismo culturale di grande qualità.
Le aziende interessate a partecipare dovranno inviare agli indirizzi aziendaspeciale@me.camcom.it e cesp@mt.camcom.it la scheda di adesione improrogabilmente entro il prossimo 15 settembre e compilare in ogni sua parte il form on line (https://it.surveymonkey.com/r/2YHMWBP).
Per maggiori informazioni, consultare i siti www.me.camcom.it e www.mirabilianetwork.eu o contattare l’Azienda speciale servizi alle imprese della Camera di commercio di Messina (090/7772282/283 e aziendaspeciale@me.camcom.it) o il “Cesp” Azienda speciale della Camera di commercio di Matera (0835/338407-37-42 e cesp@mt.camcom.it).

Lettere al direttore. Ci scrive Luciano Manfrè. "Ci sono 2 motivi per non "risistemare" la Caolino-Palmeto

Carissimo direttore,
ho letto l'intervento di Lo Cascio in merito alla strada Caolino-Palmeto. A mio avviso la "risistemazione" non si dovrebbe fare per 2 motivi:
1) per la sorgente dalla comincia di nuovo ad uscire acqua e si rischia di riperderla  
2) Il  rischio frane dalla collina chiamata campanaro, pericolosa e molto.friabile 
Inoltre esistono strade alternative una da mazzacarusi e una da ballotti tivoli e si va a palmeto in sicurezza totale 
Luciano Manfrè

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews: Intervento sul torrente Aurora a Canneto 6.10.13

Decima puntata della nostra rubrica. Oggi: Intervento sul torrente Aurora a Canneto 6.10.13

Consigli metropolitani, si voterà domenica 20 novembre

Si voterà domenica 20 novembre per l’elezione dei consiglieri delle tre città metropolitane siciliane. A concordare la data delle elezioni, in applicazione della legge approvata dall’Ars il 4 agosto, sono stati i sindaci di Palermo, Leoluca Orlando, di Catania, Enzo Bianco, e di Messina, Renato Accorinti, che, come disposto dalla normativa nazionale, più nota come Riforma Delrio, in gran parte recepita dal Parlamento siciliano, hanno già assunto la carica di sindaci metropolitani.

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 9 Settembre

Eolienews augura Buon Compleanno ad Enrico Zibetti, Gaetano Marocchini, Mariateresa Mastroeni, Catena Iacono, Claudio Sottile e Matteo Marino

giovedì 8 settembre 2016

Compie 86 anni la signora Catena Lo Piccolo vedova Scaffidi. Auguri!

Oggi la signora Catena Lo Piccolo vedova Scaffidi di Vulcano compie 86 anni.
Auguri dalla nuora Lucia, dai nipoti Gaia e Tindaro Gabriele e da noi di Eolienews

Lipari, proroga delle 27 ore per vigili e ausiliari contrattisti

Il sindaco di Lipari Marco Giorgianni con “ordinanza contingibile ed urgente a tutela della sicurezza e della salute pubblica” ha prorogato fino a fine settembre l'incarico a 27 ore settimanali agli agenti contrattisti di polizia municipale Daniela Castrogiovanni, Gaetano D'Ambra, Bartolo Di Pietro, Maria Bartolomea Luca, Simona Grella e ai vigili ausiliari Maria Rosaria Avino e Rita Mandarano.

In tempo reale: Arcobaleno a Canneto nelle foto di Silvia Sarpi e Mariacaterina Mirabito


Proroga orari estivi mezzi veloci attraverso recupero scali e miglia omesse

Il costo per il migliatico percorso dai mezzi veloci di Libertylines, a seguito del prolungamento sino al 20 Settembre degli itinerari orari estivi da e per le Isole Eolie, dovrà essere quantificato dalla società trapanese alla Regione siciliana ai fini del conguaglio con scali e miglia omesse e non recuperate come d’altronde previsto dal capitolato d’appalto. 
Lo ha evidenziato con questa nota indirizzata alla società di Morace il dirigente regionale del Servizio 1 dell’Assessorato alle Infrastrutture e alla mobilità , Dora Piazza.

Trasporto studenti disabili, affidato il servizio nelle cinque zone del territorio provinciale

Palazzo dei Leoni ha provveduto ad esperire la gara per l’affidamento del servizio di trasporto degli studenti disabili degli istituti superiori della provincia di Messina.
Per il lotto A (zona 4 “Jonica” e zona 5 “Città di Messina”) la ditta vincitrice è stata la Soc. Coop. Orsa Maggiore di Aci Catena (Ct) mentre per il lotto B (zona 1 “Nebroidea”, zona 2 “Tirrenica Barcellona” e zona 3 “Tirrenica Milazzo”) è risultata aggiudicataria la Soc. Coop. Tirrena 96 di Villafranca Tirrena in raggruppamento temporaneo di imprese con la Soc. Coop. Comunità per Vivere Insieme di Acireale.
Il servizio avrà inizio il prossimo 14 settembre e si concluderà il 21 dicembre 2016.

Lo Cascio: Intervento di "risistemazione" trasformerà strada Caolino – Palmeto in pista carrabile ?

Gentile Signor Sindaco,
da alcuni giorni circola con insistenza la voce di un imminente intervento di “risistemazione”, su iniziativa privata e con mezzi meccanici, della strada comunale che collega la zona di Castellaro-Cave di caolino a quella sottostante del Palmeto.
Il tratto in questione è un percorso pedonale di grande valenza paesaggistica e ambientale, e per tale motivo figura tra i pochi sentieri dell’isola attualmente percorribili che vengono indicati nelle guide e nei siti web turistici; questo sentiero viene frequentato ogni anno da centinaia di gruppi e/o di singoli escursionisti; l’ipotesi di una sua “risistemazione”, ovvero di un suo ampliamento con l’ausilio di mezzi meccanici non troverebbe altra ragione all’infuori della sua trasformazione in una pista carrabile.
Con la presente interrogazione desidero conoscere se presso gli uffici del Comune di Lipari siano state presentate eventuali richieste in tal senso; nel caso che le stesse fossero già state formalizzate, desidero altresì conoscere: 

1) se esiste un progetto, una perizia tecnica o altro tipo di documentazione a supporto di tale intervento
2) dato che il movimento terra nell’ambito di aree SIC e ZPS è soggetto a valutazione di incidenza, se esistono le relative autorizzazioni previste dalla normativa ambientale
3) per i motivi anzidetti, se esiste un nulla osta rilasciato dal locale ufficio del Corpo Forestale 
4) se esiste una perizia o un collaudo che ne autorizzi la trasformazione da strada pedonale a carrabile e il conseguente transito di automezzi.
Poiché nella zona non esistono aree agricole o altre attività produttive, sfugge lo scopo di un intervento del genere e dell’esigenza del transito carrabile in una zona che, oltretutto, ha subìto gravi danni ambientali a seguito del vasto incendio doloso scoppiato intorno alla metà di luglio.
Infatti, è evidente che all’inizio della prossima stagione – così come di quelle successive – i cacciatori NON potranno effettuare attività venatoria nella zona proprio perché la stessa è stata percorsa dal fuoco; la legge 353/2000 infatti stabilisce l’interdizione decennale delle pratiche venatorie sui terreni interessati da incendi.
A tale proposito, intendo conoscere quali iniziative sono state intraprese dagli uffici comunali competenti in merito all’ottemperanza delle disposizioni di legge, in particolare per quanto riguarda la perimetrazione della zona in questione nell’ambito del “Catasto delle aree percorse dal fuoco”.
RammentandoLe che una risposta mi è dovuta entro i trenta giorni successivi alla trasmissione della presente interrogazione, attendo fiducioso e porgo distinti saluti.
Pietro Lo Cascio (consigliere comunale de La Sinistra)

Quattropani, la Santa Messa dell'aurora di oggi al Santuario della Madonna della Catena (foto Antonio Iacullo)

Solidarietà alle popolazioni terremotate: 720 euro raccolti grazie ai Tangueri eoliani

Una festa in casa, ad inviti, per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni terremotate del centro Italia.
E’ stata organizzata a Lipari dall’associazione dilettantistica sportiva ” I tangueri eoliani” di Gustavo Deidda ed Eleonora Digiglio. 

Una bella serata nella quale sono stati raccolti 720 euro 
Hanno anche partecipato i seguenti sponsor:Papisca, Il Capriccio, Mancia e fui, Panificio Gentile, Il Carretto Eoliano, Supermercati D’Anieri, Rossano Giorgi, Pomidia, Fomal.
I Pomidia, Rossano Giorgi e i Tangueri Eoliani (Gustavo Deidda ed Eleonora Di Giglio) si sono esibiti nel corso della serata

Giorni e orari di ricevimento all'Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina

COMUNICATO STAMPA
Con il presente si comunica che l'Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina sito in Via Tommaso Cannizzaro, 88 con decorrenza immediata adotterà i seguenti orari e giorni di ricevimento: • martedì e mercoledì dalle ore. 09.00 alle 13.00;
• mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 8 Settembre

Eolienews augura Buon Compleanno a Danilo Giardina, Arianna Caruso, Arianna Giuffrè, Marianna Di Maro, Nancy Drago, Giovanni Iacono, Lina Lunghi, Tindara Paino, Maria C. Villanti, Maria Cincotta, Sara Furnari Falanga, Tania Molonia

RIAPRE A LIPARI LO SPORTELLO DI CONSULENZA PEDAGOGICA RIVOLTO AD ALUNNI, FAMIGLIE E INSEGNANTI.

Lo sportello, nato a maggio 2015 in collaborazione tra l’Istituto Comprensivo Statale Lipari “S. Lucia” e la cooperativa sociale “Il Soffio di Eolo”, si occupa di fornire consulenza pedagogica specialistica riguardo a difficoltà specifiche d’apprendimento (DSA) e difficoltà socio-relazionali.
Lo sportello, totalmente gratuito, sarà aperto tutti i giovedì dalle 10:00 alle 13:00 presso l’aula Magna dell’Istituto Comprensivo Statale Lipari “S. Lucia”.
Il servizio sarà gestito dai pedagogisti Cullotta Gianfranco e Cincotta Annalisa che, sempre sensibili alle richieste della scuola, delle famiglie e dei ragazzi, colgono l’occasione per augurare a tutti un BUON ANNO SCOLASTICO.

Giro podistico delle Eolie. Del Priore si conferma imbattibile anche a Salina

Il “16° Giro Podistico a Tappe delle Isole Eolie” è arrivato al suo giro di boa. A segnare il passaggio è stata la consueta “lunga”, cioè l’impegnativa gara di Salina, la terza in programma della manifestazione nazionale Fidal organizzata dalla Polisportiva Europa. Oggi giorno di riposo e dopo mancheranno due appuntamenti agonistici alla conclusione dell’evento.
A rendere ostica e selettiva la Rinella-Santa Marina Salina (14.5 km), oltre alla distanza, i circa 7 km di ascese, che hanno messo a dura prova i muscoli dei 120 partecipanti.
Il racconto tecnico ha fatto registrare i successi di Giuseppe Del Priore (Dinamo Sport), che ha centrato il tris di vittorie di fila, e della lombarda Paola Zaghi della Zeloforamagno, che è salita, invece, per la prima volta sul gradino più alto del podio eoliano. Del Priore, come sua abitudine, ha allungato fin dall’avvio, imponendo un ritmo insostenibile per i rivali. Si è imposto, così, in solitaria con il crono di 52’57”. Alle sue spalle, ottima prestazione dell’australiano Tony Russo, che è riuscito a limitare il distacco a 47” e battere in volata Davide Boroni (San Rocchino). Quarto Emanuele Marchi (Atletica Villanuova ‘70), quinto Flavio Monteruccioli (Avis Castel San Pietro), sesto Luigi Guidetti (Corradini Rubiera), settimo Fausto Barbieri (Gabbi Bologna) e ottavo Valerio Facciolo dell’Euroatletica 2002. Nono Giovanni Mangiò (Stilelibero) in 1h01’34”, migliore dei siciliani. In classifica generale, Del Priore è in testa con quasi 2’ su Boroni.
Più sorprendente è stato l’epilogo tra le donne. La Zaghi ha rimesso, infatti, in discussione l’esito dell’intero “Giro” grazie all’affermazione ottenuta con il tempo di 1h07”10. Piazza d’onore per Meri Mucci (Castello Firenze), attardata di 38”, che ha preceduto Valentina Gualandi (Podistica Pontelungo). A seguire sono giunte: Eva Neznama (Atletica Villanuova ‘70), Roberta Lodesani (Corradini Rubiera), Francesca Colafati (Fidippide Messina), Roberta Ponticelli (Podistica Torino) e Federica Dragoni della Cesena Road Runners. Nella graduatoria complessiva, la Gualandi dovrà gestire ora un risicato vantaggio di 14” e 25” rispettivamente su Zaghi e Mucci. Al termine della corsa, podisti ed accompagnatori si sono goduti un gradito ristoro. Oggi meritato riposo per tutti, e domani secondo trasferimento a Lipari, con il caratteristico circuito nel centro cittadino (5.650 metri).

Artisti eoliani. Rossano Giorgi canta "Ossidiana"

Oggi vi proponiamo la canzone "Ossidiana" cantata dall'amico Rossano  Giorgi.
Una pubblicazione che non è casuale, tutt'altro. Nella canzone, infatti, si parla della Festa della Madonna della Catena che cade, per l'appunto, oggi

mercoledì 7 settembre 2016

I due articoli del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Scontro tra due ciclomotori Un morto e un ferito a Camaro. Il morto era titolare di una officina

Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente che oggi ha causato il violento scontro tra uno scooter Honda Sh ed una Vespa Piaggio. Il fatto in contrada Luce a Camaro Superiore.
A perdere la vita Salvatore Mazzone, 75 anni, titolare di un’officina in via Felice Bisazza. Nonostante i soccorsi tempestivi del 118 per l’uomo non c’è stato nulla da fare. L’altro centauro invece, I.V., 17 anni, è stato trasportato in ambulanza all’Ospedale Piemonte, ma non è in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti gli uomini della polizia municipale e gli agenti delle volanti che hanno effettuando tutti i rilievi del caso per cercare di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Quando la natura da spettacolo. Arcobaleno...oggi a Canneto

Tromba d'aria al largo di Salina (foto Matteo Mezzapica)


Libertylines accoglie richiesta. Itinerari orari estivi in vigore sino al 20 Settembre

COMUNICATO
Grandi numeri per la stagione turistica nelle Isole Eolie. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente della Regione Rosario Crocetta che ha constatato di persona gli ottimi risultati conseguiti e la perfetta organizzazione nei servizi offerti ai tanti turisti italiani e stranieri. 
Soddisfazione condivisa dall’Assessore Regionale alle infrastrutture e mobilità Giovanni Pistorio, che ha registrato un notevole miglioramento dei servizi di mobilità offerti all’utenza grazie ad un lavoro costante portato avanti dall’assessorato nell’ultimo periodo. 
I Sindaci eoliani registrano un anno da record per le Isole Eolie e le ottime impressioni dei turisti. Proprio per questo motivo, il Presidente Crocetta ha richiesto alla Libertylines, che per conto della Regione Sicilia sviluppa il servizio di collegamento con le Isole Eolie, di prolungare l’orario estivo, vigente fino al 15 di settembre, per un’ulteriore settimana e fino al 20 settembre. “ Ritengo che sia opportuno dare ai turisti che godranno delle nostre Isole nel mese di settembre, la possibilità di potersi muovere usufruendo del miglior servizio di trasporto possibile. E’ un’occasione unica per dare della Sicilia un’immagine positiva. La stessa immagine che hanno portato con se i moltissimi vacanzieri che nella stagione estiva appena trascorsa hanno visitato la nostra Regione”. 
Il Presidente Crocetta, l’Assessore regionale Giovanni Pistorio ed i Sindaci delle Eolie hanno convenuto sulla necessità di cogliere questa importante occasione. Ettore Morace, amministratore delegato di Libertylines, ha accolto immediatamente la richiesta. Libertylines quindi manterrà in vigore gli orari estivi degli aliscafi che collegano le Isole eolie fino a tutto il 20 settembre prossimo.

TENTATA VIOLENZA SESSUALE. UOMO ARRESTATO DAI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI MILAZZO

Comunicato stampa del 07 settembre 2016
Compagnia di Milazzo
TENTATA VIOLENZA SESSUALE, ARRESTATO DAI CARABINIERI.
I militari della Stazione Carabinieri di Milazzo hanno eseguito nella giornata di ieri un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto – Ufficio GIP su richiesta della locale Procura della Repubblica per i reati di violenza privata aggravata e tentata violenza sessuale, a carico di un giovane diciottenne A.A.C. di origini nigeriane.
L’attività investigativa trae spunto da una denuncia querela della persona offesa a seguito della quale venivano effettuati immediati accertamenti coordinanti dal Pubblico Ministero Dott.ssa Federica Paiola, titolare del fascicolo, che consentivano di riscontrare sia quanto denunciato, sia a raccogliere elementi utili per l’identificazione dell’aggressore. Il tentativo di violenza risale al 16 agosto 2016 quando nel corso della tarda serata la persona offesa viene avvicinata e costretta con la forza e sotto minaccia di un male ingiusto a raggiungere un luogo appartato sulla spiaggia della riviera di Ponente. Accortasi delle cattive intenzioni dell’uomo, la ragazza riusciva a divincolarsi e a chiedere aiuto. Le sue grida richiamavano l’attenzione di alcuni passanti che accorrevano prestando i primi soccorsi. L’uomo riusciva a darsi alla fuga ma lasciava sul luogo del reato il proprio portafoglio.
Il primo sopralluogo consentiva di rinvenire il portafoglio dell’aggressore e di identificare i presenti che venivano sentiti come persone informate sui fatti. L’attività d’indagine condotta nell’immediatezza dei fatti e coordinata dalla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto guidata dal Procuratore Emanuele Crescenti consentiva di raccogliere in pochi giorni un quadro indiziario grave e tale da consentire l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.
Espletate le formalità di rito, l’arrestato veniva sottoposto agli arresti domiciliari presso il proprio domicilio.

Sismicità, adeguatezza edifici pubblici e simulazioni. Corrieri scrive al sindaco Giorgianni

Gentilissimo Sindaco di Lipari rag.Marco Giorgianni,
dopo gli eventi tragici (terremoto in centro Italia) potrebbe informare la cittadinanza se tutti gli edifici pubblici del Comune di Lipari sono certificati “antisismici”?
Nel caso ci siano alcuni edifici pubblici non a norma, potrebbe elencarci quali?
Sempre parlando di terremoti, sono previste annualmente sia nelle scuole, sia negli ospedali che nei luoghi previsti di legge delle simulazioni di emergenza? Ogni quanto tempo? Da quanto non si fanno?
Quale sono le aree di punto di riunione in caso di emergenza ? Ci devono essere dei cartelli segnaletici?
Sono certo che a domande del genere la risposta sarà immediata.
Daniele Corrieri

Che botto all'inizio di Marina Lunga! Per fortuna è accaduto nella notte

Praticamente distrutte nella notte la grande fioriera e la panchina ubicate nell'area limitrofa al ritrovo "Le Terrazze" a Lipari. Questa la scena che si è presentata a chi si è mosso nell'area stamattina. 
Sul posto un'ora fa c'era l'ispettore Pippo Martella che ha provveduto a scattare delle foto all'area del sinistro. 
Per fortuna l'incidente si è verificato di notte. Di giorno, nel pomeriggio in particolare, quella panchina ospita spesso delle persone.
Acquisite le foto sarebbe il caso di fare intervenire gli addetti ai lavori per ripulire l'area...anche per una questione d'immagine...visto che si trova in prossimità del  porto.