Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 5 novembre 2016

Un pensiero per te...Stefano!

Riprendiamo questo video pubblicato su fb da Salvatore Renda e dedicato a Stefano Oliva...una cara persona che ci ha preceduto in un viaggio...alla fine della vita terrena.
Lo pubblichiamo perchè - secondo noi - in questo video, realizzato nell'occasione della sua vittoria in una delle edizioni della "Ricata" di Stromboli,  c'è tutta l'essenza di Stefano. La forza...la determinazione...l'orgoglio..e il lavoro

S.o.s. cuccioli abbandonati a Lipari. Appello dell'ENPA di Lipari

APPELLO DELL'ENPA DI LIPARI
Noi soci dell'ENPA ci troviamo in questi giorni davanti a una VERA EMERGENZA CUCCIOLI a Lipari... piu di 30 cuccioli abbandonati in tutte le parti dell'isola: Quattropani, Monte, Ponte, Lami.... Certe cucciolate sono il frutto di mamme che non riusciamo a catturare senza fucile ed anestetico, altre di probabili proprietari che non li hanno sterilizzati e pensano bene che "tanto ci saranno sempre quelli dell'ENPA che li prenderanno". 
Come voi ben sapete l'isola di Lipari è probabilmente arrivata a saturazione di cani e cuccioli, essendo che quasi tutte le famiglie possiedono uno o piu cani... dunque noi volontari ENPA ci troviamo davanti ad un problema molto difficile da risolvere: dove mandare questi cuccioli, dove piazzarli.... 
Nel corso di questi anni, grazie a due nostre amiche Silvia e Daniela Lazzaroni, che ringrazio qui pubblicamente siamo riuscite a spesa dell'ENPA e grazie al loro impegno a piazzare questi cuccioli nei centri ENPA di Monza e alla Lega del Cane di Segrate ma oggi, con la situazione del terremoto, i centri del nord sono gia abbastanza pieni e non riusciremo a dare in affidamento tutti questi cuccioli... Dunque queste righe sono rivolti ai lettori, a volte anche amici delle Isole Eolie lontani ... se per caso qualcuno puo darci una mano a fare adottre o adottare questi cuccioli in tutta Italia. 
Vi ringraziamo in anticipo per il grande aiuto che ci potrete dare... Questi cuccioli vengono affidati gia con sverminazione e anche il primo vaccino. Sono muniti di microchip. 
Inventandoci qualcosa riusciremo con l'aiuto di chi vorra aiutarci a portarli anche in altre località italiane, dovunque sia... 
Ringraziando in anticipo chi ci vorra aiutare... Potete contattarci sulla pagina Facebook ENPA Sezione Isole Eolie , Facebook Annalisa Marocchini o contattarmi al 338 8861 297 Christine Bérart . Tengo a precisare che noi volontari siamo pochi e anche molto stancchi.. 
Gradiremmo un maggiore senso di responsabilità da parte di TUTTI altrimente saremo obbligati a rinunciare al nostro volontariato in quanto ingestibile e saremo costretti a vedere nuovamente sprofondare la nostra bella isola nel tempo buio dei cani randagi, branchi , tempi di cui ci stiamo velocemente riavvicinando... 
Ringraziando al solito voi giornalisti per l'aiuto ...mando i miei saluti a chi ci potra aiutare in qualsiasi modo....
Christine

Calcio a 5, Serie D. Roboante vittoria dei ragazzi liparesi



    



Prosegue l'ottima marcia della formazione S.S.D. Milazzo 1937 (tutta composta da calciatori liparesi) nel campionato di serie D di calcio.
I ragazzi liparesi si sono imposti nettamente (8 a 1) alla Robur, nell'incontro disputatosi oggi pomeriggio al Freeland di Lipari. 
Le reti sono state messe a segno da Puglisi (6), Giuseppe Greco, Mirko Pellegrino.
Con questa vittoria viene raggiunta quota 7 in classica (2 vittorie ed un pareggio) a pari merito con il Roccalumera, formazione con la quale è previsto lo scontro diretto sabato prossimo, in trasferta



Un breve video dell'incontro di oggi:

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" - XI° Filmato (durata 7 minuti e 38 secondi)

Per commemorare i defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori stiamo riproponendo, a partire da mercoledì 26 Ottobre, i dodici video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più.

Lipari: Piccola frana a Monterosa

Una piccola frana di materiale tufaceo si è verificata ieri nei pressi della galleria di Monterosa, versante Canneto. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews: Domenica delle Palme 24.03.13 (Chiesa del Pozzo a Lipari)

Sessantesima puntata. Oggi: Domenica delle Palme 24.03.13 (Chiesa del Pozzo a Lipari)

Su decisione del direttore di Eolienews, compagno di classe del povero Stefano Oliva, ai tempi delle superiori, in segno di rispetto e vicinanza, sarà sospesa la pubblicazione delle notizie per tutta la durata dei funerali prevista per oggi alle 11 a Stromboli

Accadde oggi...alle Eolie

5/11/2011
Traghetto Pietro Novelli contro la banchina a Vulcano. Leggi la notizia su http://eolienews.blogspot.it/…/traghetto-pietro-novelli-con…

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 5 Novembre

Buon Compleanno a Ivana Merlino, Vasile Carausu, Giuseppe Raccuia, Fabiola Taranto, Francesco Megna, Angelo Longo, Adele Costantino e Ornella Costanzo

Le Eolie e le date da ricordare (a cura di Giuseppe La Greca) : 5 Novembre


Oggi è Sabato 5 Novembre. Buongiorno ai lettori di Eolienews con questa cartolina dalle Eolie

La  Sciara a Stromboli (foto Silvia Sarpi)

venerdì 4 novembre 2016

Il dottor Aldo Campo è il nuovo presidente dell’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Barcellona Pozzo di Gotto

Il dottor Aldo Campo, con 94 preferenze, è il nuovo presidente dell’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Barcellona Pozzo di Gotto ( che comprende anche Milazzo e Lipari). 
Secondo è giunto Giovanni Genovese con 88 voti e terzo con 61 Salvatore Stifanelli.
Tra i consiglieri la lista che ha sostenuto la candidatura di Aldo Campo ha conquistato sette seggi, con Matteo Milioti (62 voti), Giuseppe Rizzo (62), Cesare Fulgenzi (61), Elisa Servili (57), Domenico Imbesi (57), Palma Rita Genovese (51), Antonino Domenico Alesci (48). 
L’ottavo seggio andrà  ad Antonio Dario Mamì, primo della lista a sostegno del candidato Presidente Genovese e consigliere che ha ottenuto in assoluto il maggior numero di preferenze con 72 voti.
Grande è stata la partecipazione al voto con 249 votanti su 271 aventi diritto tra gli iscritti all’Ordine. Il nuovo consiglio sarà pienamente operativo dal 1 gennaio 2017 e fino alla fine del 2019.

Stromboli. Una marea di gente al porto per abbracciare Stefano Oliva

Una marea di gente al porto di Stromboli per accogliere stasera il feretro di Stefano Oliva, il 57 enne strombolano prematuramente deceduto.
La stragrande maggioranza della popolazione dell'isola ha voluto accoglierlo con tutto l'affetto che Stefano merita e stringersi attorno ai suoi cari. 
I dipendenti del suo locale hanno cosparso l'ingresso con i fiori di bouganville (foto  a dex) , il fiore con cui Stefano amava adornare i suoi piatti
I funerali si terranno domani mattina nella Chiesa di San Vincenzo
Il direttore di Eolienews, compagno di classe di Stefano ai tempi delle superiori, pur non potendo essere presente alla funzione funebre, in segno di rispetto e vicinanza sospenderà la pubblicazione delle notizie per tutta la durata dei funerali

Il diacono Bartolo Saltalamacchia con il Santo Padre nella Santa Messa per i Cardinali e Vescovi defunti durante l'anno





















Il  diacono Bartolo Saltalamacchia di Canneto, prossimo ormai
al sacerdozio, ancora una volta insieme a sua Santità Papa Francesco durante una celebrazione Eucaristica.
E' accaduto stamane durante la solenne celebrazione in memoria dei Cardinali e dei Vescovi deceduti durante l'anno.
A Bartolo va il nostro fraterno abbraccio che poi è anche quello della comunità di Canneto, orgogliosa del suo figlio e al quale augura un ministero ricco di ogni dono.
Per le foto grazie ad Elio Mollica, al quale le abbiamo rubate su fb.

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" - X° Filmato (durata 14 minuti e 41 secondi)

Per commemorare i defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori stiamo riproponendo, a partire da mercoledì 26 Ottobre, i dodici video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più.

Lipari. E' ufficiale: Roberto Marturano è il nuovo assessore

Da poco più di dieci minuti Roberto Marturano (UDC) è il nuovo assessore ai Servizi Demografici ed Elettorali, Polizia Municipale, Viabilità e Traffico, Aree e Suolo Pubblico, Arredo Urbano e Servizi Cimiteriali del Comune di Lipari.
Lo ha nominato il sindaco Marco Giorgianni.
Prende il posto di Giovanni Sardella, dimessosi nei giorni scorsi.
Roberto Marturano, è un commerciante nel settore della telefonia, compirà 52 anni il prossimo 21 maggio.
A lui va l'augurio di Eolienews per un proficuo lavoro al servizio della collettività

A Lipari..Happy Party di Valentina Giardina



Ha aperto i battenti a Lipari...Happy Party di Valentina Giardina
Da noi troverete tutto ciò che serve per le vostre feste di compleanno, matrimoni e ricorrenze varie.
Troverete, inoltre una vasta gamma di giocattoli per i vostri bambini
Da Happy Party qualità, professionalità e cortesia sono di casa.
Venite a trovarci a Lipari in via Prof. Emanuele Carnevale(Santa Lucia),14 
Tel. 090.9817381/3336488724

Il calendario degli appuntamenti a Lipari per la Festa dell'Unità Nazionale.

4 Novembre: "Ripasso" di storia. Cosa si festeggia e perchè

(da lastampa) Oggi, 4 novembre, l’Italia celebra la Giornata dell’Unità nazionale e delle forze armate
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e le più alte cariche dello Stato hanno partecipato al picchetto d’onore schierato a piazza Venezia: il capo dello Stato è stato accompagnato dal ministro della Difesa Roberta Pinotti, dal premier Matteo Renzi, dal presidente del Senato Pietro Grasso, dalla presidente della Camera Laura Boldrini. C’era anche il sindaco di Roma Virginia Raggi. Sull’Altare della Patria è stata deposta una corona d’alloro mentre suonava l’inno di Mameli.
Perché si celebra il 4 novembre?
La giornata è stata istituita nel 1918 per commemorare la fine della Prima guerra mondiale per l’Italia. Il 4 novembre è la data dell’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti.
Cos’è l’armistizio di Villa Giusti?
È l’accordo firmato a Padova il 3 novembre 1918 dall’Impero austro-ungarico e dall’Italia, alleata con la Triplice Intesa (il Regno Unito, la Francia e la Russia).
Cosa prevedeva l’intesa?
Le condizioni dell’armistizio prevedevano che all’Italia venissero consegnati tutti i territori austriaci previsti dal patto di Londra, ma la trattativa era subordinata a quella che si teneva a Versailles. L’unico punto in discussione era pertanto la data di cessazione delle ostilità.
Con quali altre feste non va confusa?
Con altre due giornate: l’anniversario dell’Unità d’Italia che cade il 17 marzo, data che richiama la proclamazione del Regno d’Italia (1861); e, in secondo luogo, la Festa della Repubblica italiana che si festeggia il 2 giugno, data del referendum istituzionale del 1946.
Il 4 novembre è un giorno festivo per chi lavora?
No, ma fino al 1976 lo è stato. Dal 1977, a causa della riforma del calendario delle festività nazionali introdotta con legge n. 54 del 5 marzo 1977. Anche per questo la sua importanza è andata in declino negli Anni Ottanta e Novanta. Ma a partire dagli Anni Duemila, grazie anche all’impulso del presidente Carlo Azeglio Ciampi, è tornata ad essere celebrata con orgoglio dalle istituzioni e, in parte, dai cittadini.

S.o.s. cani vaganti a Pianoconte

Branchi di cani (almeno due) si aggirano per Pianoconte. In particolare sono stati segnalati in prossimità del cimitero e del bivio per San Calogero.
Sono affamati e hanno già fatto razzia di galline e conigli.

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews: Domenica delle Palme 24.03.13 (Processione a Canneto)

Cinquantanovesima puntata. Oggi: Domenica delle Palme 24.03.13 (Processione a Canneto)

Accadde oggi...alle Eolie

4/11/2013
EX PUMEX. CONTESTAZIONE DELLA FEDERAZIONE LAVORATORI FUNZIONE PUBBLICA C.G.I.L.
http://eolienews.blogspot.it/2013/11/ex-pumex-contestazione-della.html

4/11/2012
Celebrato a Lipari il 4 Novembre

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 4 Novembre

Buon Compleanno a Valentina Biviano, Gaetano Famularo, Alessandra Morsillo, Zsuzsa Kerekes, Lina Favaloro, Manuel Torre, Patrizia Lo Surdo, Angela Galeano e Rosaria Chindamo

Oggi è Venerdì 4 Novembre. Buongiorno ai lettori di Eolienews con questa cartolina dalle Eolie


giovedì 3 novembre 2016

Porticello: E c'è chi vive sotto uno dei ponti

Sotto uno dei ponti di Porticello vive un uomo, in modo del tutto randagio. Quest'uomo, conosciuto dagli abitanti della zona e non solo da loro per tutta una serie di atteggiamenti (urla nella notte, pietre disseminate sulla sede stradale), come abbiamo avuto di appurare stamattina, sotto il ponte (il primo provenendo da Canneto) si è ricavato due aree. 
Una "zona notte" (dov'era stamane e che per ovvi motivi non abbiamo potuto fotografare) e una zona "soggiorno - cucina" (nella foto)

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" - IX° Filmato (durata 13 minuti circa)

Per commemorare i defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori stiamo riproponendo, a partire da mercoledì 26 Ottobre, i dodici video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più.

Ponti a Porticello. Situazione uguale a prima dell'estate. In attesa delle prove di carico resta aperta solo una corsia




 Le strutture dei due ponti della frazione liparese di Porticello sono soggette ad un processo di deterioramento ma non è cambiato nulla rispetto al sopralluogo effettuato prima della scorsa stagione estiva. E’ quanto emerso stamattina dal sopralluogo congiunto effettuato dal geometra Antonio De Trovato della ex Provincia regionale di Messina, dal responsabile della Protezione civile del comune di Lipari, geometra Placido Sulfaro, dal geometra comunale Mario Di Maggio e dal geologo e componente della squadra comunale di Protezione Civile, dottor Domenico Russo. 
Il sopralluogo si è reso necessario dopo la chiusura al transito di veicoli e pedoni delle corsie (lato mare), disposta ieri dai vigili del fuoco del distaccamento di Lipari intervenuti su segnalazione di un cittadino. 
Un intervento, quello dei pompieri – che come abbiamo evidenziato ieri – è stato preso, in via precauzionale, in assenza di professionisti, in loco, che potessero certificare o meno una reale situazione di immediato pericolo. 
Dopo le verifiche effettuate, pur essendo certi che - come anticipato- la situazione strutturale resta quella antecedente alla stagione estiva, hanno convenuto che la ex Provincia, nel più breve tempo possibile, farà effettuare delle prove di carico. Nelle more di queste prove verrà mantenuta la chiusura delle due corsie, lato mare.

Orari di apertura del Museo di Lipari a Novembre e Dicembre

E' chiaro che dove è scritto 1° Gennaio 2016 è un errore di scrittura. Leggasi 1° Gennaio 2017

Il grande amore e dolore di una madre per il figlio perduto. Riprendiamo da fb il commovente scritto della mamma di Simone Carpintieri

Riprendiamo da fb, dopo aver chiesto l'autorizzazione alla signora Mariangela Lopresti, il suo commovente scritto per il figlio Simone, scomparso in mare a Vulcano il 6 Giugno scorso
"Devo rassegnarmi amore mio, ormai ho perso le speranze, non ti troverò più.
Allora voglio pensare,convincermi che il tuo corpo non è buttato chissà dove, ma libero nel mare che tu amavi tanto.
“sugnu n’ammuratu du mari “ questo quello che dicevi.
Non sei rinchiuso in un rettangolo di cemento,dove nemmeno io vorrò mai stare, ma libero,libero nel tuo mare.
Ma la cosa peggiore che dovrò fare è convincermi che sei morto, e questo no….non ci riesco.
Non ti vedrò più
Non ti abbraccerò più
Non sentirò mai più la tua voce
Non litigheremo più
O mia cosa meravigliosa…..mia gioia e disperazione…..come si può.
Tu sei cosa mia,mi appartieni, sei nato dentro di me,io ti ho partorito, io ti ho cresciuto.
Con te gioie e dolori, solo mio, tutto mio.
Ti chiedo scusa amore mio per tutte le volte che non ti ho detto ti voglio bene
Per tutte le volte che non ti ho abbracciato
Per tutto il tempo sprecato.
O vita mia,quanto mi manchi.
E quando mi chiedono come sto!!!
Come può stare una persona al quale hanno strappato una parte del proprio corpo all’improvviso a carne viva lacerando ogni cosa,una ferita che mai più guarirà….mai più.
Cuore di mamma, scrivo qui solo per te, solo per te.
perché questo messaggio che viaggia nello spazio, credo, spero che prima o poi ti arrivi.
Voglio credere a tutto,ad un altro mondo, alla resurrezione,alla reincarnazione, al paradiso a tutto …..pur di avere una piccola luce di speranza.
Mia cosa meravigliosa, mio Angelo, non si può spiegare con le parole la mia sofferenza, non si può.
Ovunque tu sia amore mio, io ti sono vicina,tanto vicina che se allunghi la mano mi puoi abbracciare.
Questo messaggio mio Simone è solo per te.
Con tutto il mio amore.
La tua mamma ,che mai e poi mai si potrà rassegnare"

E' deceduto prematuramente Stefano Oliva


E' deceduto a Catania, il caro Stefano Oliva di Stromboli. 
Aveva 57 anni.
Ai familiari di Stefano, che è stato compagno di classe del direttore ai tempi delle superiori, il cordoglio della famiglia Sarpi, di Eolienews e di tutti coloro che furono suoi compagni di classe.

IL CORDOGLIO
La notizia dell'improvvisa scomparsa di Stefano mi ha reso molto triste e sconcertato. Dio lo ha accolto nelle sue braccia e darà tutto il suo amore e calore e, forse, fra tutte quelle anime lassù incontrerà qualcuno che conosce e che gli ha voluto bene. 
Siamo noi quaggiè che rimaniamo sconsolati e vuoti ma loro continuano a vivere in noi. Auguro che la nostra fede dia la forza a Manuel, Milena e famiglia di andare avanti con serenità. Forti anche del nostro amore per Stefano 
R.I.P STEFANO
Mario Trimboli

Gal Tirreno - Eolie non finanziato per colpa del Comune di Monforte. Ma nulla è perduto

Gal Tirreno Eolie in lista d’attesa, insieme a quello di Taormina Peloritani. Sono stati invece finanziati tutti gli altri 20 Gal Siciliani. 
Il mancato finanziamento è da addebitare a colpa del Comune di Monforte San Giorgio che ha mantenuto un piede in due staffe.
Quel sindaco che,infatti, si è espresso per il Gal Tirreno-Eolie e il consiglio comunale a favore, invece, del raggruppamento “Taormina-Peloritani”.
Comunque nulla è perduto. Prima però bisogna fare chiarezza. Lo dice l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici. «In questo momento i Gal finanziati sono 20. La valutazione delle strategie proposte dai Gal “Taormina Peloritani” e “Tirreno Eolie” è stata sospesa in attesa dei chiarimenti da parte di alcuni comuni che dovranno precisare la partecipazione all’una o all’altra aggregazione territoriale, per definire l’assetto della compagine del partenariato».
I due Gal collocati in lista d’attesa sono vincolati a una chiarezza di fondo sulla scelta di alcuni comuni, in bilico territoriale e senza una rotta univoca. “Ma - precisano dall’Assessorato - una volta chiarito questo aspetto non ci saranno altri ostacoli al finanziamento”.
Con l’approvazione della graduatoria sui Gal il PSR entra nella fase operativa. Decolla la strategia di sviluppo locale che darà a 350 comuni siciliani, in particolare nelle aree interne, la possibilità di gestire circa 180 milioni di euro per progetti legati alla valorizzazione dei territori rurali e alla promozione dei prodotti locali. Ai circa 123 milioni di euro previsti nel PSR per la programmazione dei Gal, si aggiungeranno per la prima volta in questa programmazione altri 63 milioni di risorse aggiuntive del PO Fesr che rientrano nella strategia plurifondo

Anche le aziende messinesi alla V edizione di “Mirabilia". Concluso anche post-tour dei buyers internazionali alle Eolie e a Taormina

COMUNICATO
Anche quest’anno, le aziende del territorio messinese hanno preso parte a “Mirabilia - European Network of Unesco Sites”, il progetto di rete delle Camere di commercio di Messina, Matera (ente capofila), Bari, Genova, Chieti, La Spezia, Lecce, Perugia, Riviere di Liguria, Siena, Taranto e Udine, giunto alla V edizione.
Nel corso dell’evento, svoltosi a Udine, gli imprenditori del settore turistico hanno incontrato, con la formula del B2B, 50 buyers provenienti dai Paesi dell’Unione europea, degli Usa, del Giappone e della Cina. «“Mirabilia” è un evento sul quale la Camera di commercio di Messina ha voluto scommettere sin dall’inizio – afferma il commissario dell’Ente camerale, Daniele Borzì - un evento di portata internazionale e di straordinaria importanza, che lo scorso anno abbiamo ospitato alle Isole Eolie. Una meta che alcuni buyers hanno scelto anche quest’anno per il proprio post-tour insieme a Taormina. Il che conferma l’attenzione che i turisti rivolgono al territorio messinese».
E sono stati ottimi i feedback del post-tour “Mirabilia”. Alle Eolie, un programma ricco di incontri con gli operatori turistici e di momenti intensi e significativi – organizzato da Federalberghi Isole Eolie - ha consentito alla delegazione straniera di ammirare e di apprezzare il maggior arcipelago siciliano, inserito sin dal 2000, quale sito naturalistico, nella World Heritage List dell’Unesco.
Nei due giorni a disposizione, gli operatori hanno avuto modo di visitare il museo archeologico eoliano intitolato a “Luigi Bernabò Brea” dove, accompagnati dalla guida Svetlana Roussak e da Tatiana Manfredi (TTG), sono stati accolti dalla direttrice, Maria Amalia Mastelloni. Non è mancata la cucina tipica, la visita alle terme di San Calogero e, infine, una scalata al cratere di Vulcano. L’ultima giornata è stata dedicata alla Perla dello Jonio, grazie all’organizzazione curata da “Federalberghi Taormina” e, in particolare, dal suo presidente, Italo Mennella.
«Siamo soddisfatti dei feedback positivi pervenutici dai tour operator – dichiara Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Eolie e Isole minori Sicilia - questo conferma che le sinergie tra gli operatori locali posso offrire ottimi risultati e che il nostro prodotto turistico risulta di grande interesse presso i mercati turistici interpellati per l’occasione. Ringraziamo la Camera di commercio, che sin dall’inizio ha aderito e creduto nella “Borsa internazionale del turismo culturale”, dimostrando nell’occasione lungimiranza e caparbietà anche in tempi impegnativi per gli Enti camerali. Continueremo a seguire questo progetto, ormai dal respiro sempre più internazionale, convinti che abbia ancora considerevoli margini di crescita e che possa portare ritorni significativi per i territori del network “Mirabilia”».

Il percorso progettuale, già avviato con la realizzazione della Borsa internazionale a Lerici nel 2012, a Matera nel 2013, a Perugia nel 2014 e a Lipari nel 2015 intende promuovere un’offerta turistica integrata dei siti Unesco, per poi proporli a un pubblico internazionale sempre più attento ed esigente a un turismo culturale di grande qualità.

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews: Domenica delle Palme 24.03.13 (Benedizione a Canneto)

Cinquantottesima puntata. Oggi: Domenica delle Palme 24.03.13 (Benedizione a Canneto)

Accadde oggi...alle Eolie

3/11/2013
Basilica minore di San Cristoforo (Canneto) : Si è insediato Don Lillo Maiorana. Affiancherà Don Gennaro
http://eolienews.blogspot.it/2013/11/basilica-minore-di-canneto-si-e.html

3/11/2011
Canneto: Da fuoco ad una bombola di gas e poi si barrica in casa. Stanato dai carabinieri e vigili del fuoco
http://eolienews.blogspot.it/2011/11/canneto-da-fuoco-ad-una-bombola-di-gas.html

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 3 Novembre

Buon Compleanno a Michele Manzotti, Carmela Pergolizzi, Maurizio De Luca, Antonino Russo, Giuseppe Carrà, Giusina Zaia

Ancora un prestigioso riconoscimento per Nino Alessandro, cittadino onorario del Comune di Lipari e direttore artistico dei Cantori popolari delle Eolie

COMUNICATO STAMPA
Ancora un prestigioso riconoscimento per Nino Alessandro, Cittadino Onorario del Comune di Lipari.
La Giuria della XV edizione del Premio  Internazionale “Giuseppe Sciacca”  presieduta dall’ On. Prof. Gaetano Rasi, ha assegnato al Caro Nino il Diploma di Merito e la Medaglia per la XV edizione dell’omonima  manifestazione.
Tale premio, vuole farsi interprete della voce di ogni essere umano la cui soprannaturale dignità viene impunemente misconosciuta e deliberatamente violata da più parti.
Questo il motivo ispiratore di fondo del premio Internazionale “Giuseppe Sciacca” che ogni anno, vede premiate personalità che tenendo fede ai suddetti principi , si sono distinte in settori diversi: Comunicazione, Cinema e Teatro, Giornalismo, Economia, Ricerca e Sviluppo, Attività sociali e di Volontariato.
La solenne cerimonia di premiazione alla presenza di Em.mi Signori Cardinali, di Autorità Ecclesiastiche, Civili e Militari, di esponenti del Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede e il Quirinale, con l’intervento di stampa e reti televisive italiane ed estere, si terrà nella città del Vaticano, presso l’Aula Magna della Pontificia Università Urbaniana, Sabato 12 Novembre p. v. alle ore 17.30.
Va sottolineato come il premio “Giuseppe Sciacca” goda del Patrocinio, tra gli altri, del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Giustizia, di quello dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero della Difesa.
Un prestigiosissimo riconoscimento, ottenuto grazie anche all’unanime consenso di cui Nino Alessandro gode nel mondo del folklore ed in campo sociale.
Và al riguardo ricordato come in prima persona ormai da diversi anni, Nino, ricopra il ruolo di Presidente del Club Arietta di Messina, associazione che si occupa di persone diversamente abili.
Così come è a tutti nota la competenza, la formazione, l’esperienza e l'interesse di Nino Alessandro, in campo professionale quanto in quello sociale, artistico e culturale, ponendo in risalto meriti e doti umane che ne hanno contraddistinto il proficuo operare.
Non di meno il costante e continuo lavoro svolto in maniera appassionata nelle sue molteplici attività, sempre guidato e sorretto da spiccate capacità e grande competenza.
Tutte doti, queste, che devono suonare quale esempio per le nuove generazioni, in un’epoca come la nostra che è purtroppo contraddistinta da una forte crisi di identità del mondo giovanile.
Per Nino, cui noi componenti dell’Associazione “Cantori Popolari delle Isole Eolie” esprimiamo profonda ed indiscutibile stima, gratitudine ed ammirazione per il lodevole lavoro che proprio nel sociale, motivazione pregnante per l’assegnazione del premio, ha sin qui svolto, un riconoscimento che mette sempre di più in risalto il suo voler coniugare tenacia e capacità a serietà e spirito di sacrificio, che costituiscono un modello positivo di valori universali cui far riferimento anche in altri campi del vivere civile.
Ad Maiora.
I Cantori Popolari delle Isole Eolie
Il Presidente (Giuseppe Bianchi)

Il Premio Gianni Brera a "Game Over", il libro della liparese Daniela Giuffrè e di Antonio Scuglia

"Game Over", il libro scritto a due mani dalla liparese Daniela Giuffrè e da Antonio Scuglia si è aggiudicato il prestigioso Premio Gianni Brera 2016.
La cerimonia si svolgerà a Milano il 23 Gennaio prossimo.
Alla dottoressa Giuffrè le nostre congratulazioni

Oggi è Giovedì 3 Novembre. Buongiorno ai lettori di Eolienews con questa cartolina dalle Eolie

Panarea, gli isolotti e Stromboli

Auguri di Buon onomastico a chi porta il nome di Silvia, Silvio ect. Auguri particolari per Silvia Sarpi

mercoledì 2 novembre 2016

SALINA: CARABINIERI ARRESTANO UN UOMO DI 65 ANNI, IN ESECUZIONE DI UN ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE, DOVRA’ SCONTARE 4 ANNI E 2 MESI DI CARCERE.

I carabinieri della stazione di Santa Marina Salina, al comando del maresciallo ordinario Gabriele Bianchi, hanno tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di carcerazione, un uomo originario del comune di Leni. 
A finire in manette, G. Z. di anni 65, in atto domiciliato a Leni, già noto alle forze dell’ordine, che è stato raggiunto dai carabinieri presso la sua abitazione. 
Il provvedimento di carcerazione è stato emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Corte di Appello di Messina, in seguito alla sentenza della Suprema Corte di Cassazione nell’ambito del procedimento in cui G.Z. è stato riconosciuto colpevole dei reati di estorsione, rapina e lesioni. 
I reati sono stati commessi a Leni nell’anno 2013. 
Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato associato alla Casa Circondariale di Messina Gazzi.
LIPARI /URGENTE: CERCHIAMO MADRINA O PADRINO DI VOLO DA CATANIA A MILANO X 4 CUCCIOLONI DI 3- 4 E 7 MESI, CHE DEVONO RAGGIUNGERE TORINO. POSSIAMO MANDARLI ANCHE UNO PER VOLTA. CONTATTARE SU FB ANNALISA MAROCCHINI O ENPA, OPPURE IL 3384332968.

Da "Furia..cavallo del west" a "Furia sul cavallo...a dondolo".

Nino Mandarano "Furia" è indubbiamente un "personaggio" della nostra Lipari. Oggi pomeriggio l'abbiamo immortalato su un cavallo... a dondolo 

Chiusi due ampi tratti della Provinciale a Porticello. L'area è quella dei due ponti, soggetta ad erosione del costone pomicifero. Domani sopralluogo dei tecnici


I vigili del fuoco del distaccamento di Lipari (caposquadra Fortunato Cuciti), intervenuti su segnalazione di un cittadino, hanno, oggi pomeriggio, transennato, chiudendoli al traffico veicolare e pedonale, due tratti (per complessivi 300 metri circa) della strada provinciale che attraverso le cave di pomice di Porticello. Per la precisione si tratta dei due tratti (lato mare) che si sviluppano sui due ponti, oggetto già da tempo dell'erosione del costone pomicifero su cui sono sorgono.
I pompieri, in assenza di tecnici che potessero certificare una reale situazione di pericolo ed avendo riscontrato un possibile, potenziale rischio, hanno dovuto giocoforza mettere in atto tale intervento.
Il sindaco Marco Giorgianni - portato a conoscenza dell'accaduto - si è messo in contatto con dirigenti e tecnici della ex Provincia regionale di Messina per effettuare un sopralluogo urgente e congiunto.
Questo sarà effettuato domani.
Il sindaco ha anche disposto l'intervento di una ditta privata affinchè ponga in essere quanto necessario per consentire, specie nelle ore notturne, il transito in sicurezza. Nelle more, ovviamente, di quelli che saranno eventuali provvedimenti che scaturiranno dal sopralluogo.
Ovviamente sono scattate le proteste da parte dei cittadini di Acquacalda. Abbiamo sentito Gennarino Saltalamacchia:

Resterà aperto sino alle 20 il cimitero di Lipari. Ordine di servizio del sindaco Giorgianni

Dopo i fatti di ieri sera il cimitero di Lipari quest'oggi resterà aperto sino alle 20. 
Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, che ieri sera, venuto a conoscenza della chiusura del camposanto alle 18 e 30 e di quanto era accaduto, era andato su tutte le furie,  ha emesso un ordine di servizio che, per l'appunto, consentirà il prolungamento dell'apertura del luogo sacro in questa giornata.
Ricordiamo le vibranti proteste giunte alla nostra redazione e che - a nostra volta - abbiamo girato al primo cittadino.
Giorgianni - ricordiamo - già ieri aveva chiesto al custode di prolungare l'orario d'apertura.

Riqualificazione e recupero sostenibile delle aree di cava nell’Isola di Lipari. Il 4 novembre al via nuovo workshop

di Angelo Sidoti
Tra pochi giorni inizierà il prossimo Workshop dal titolo Nei solchi di un ghiacciaio inatteso - Riscoprire le cave di pomice di Lipari” organizzato dal Politecnico di Milano insieme al Comune di Lipari. Continua, pertanto, il percorso di studio sul tema della Riqualificazione e Recupero Sostenibile delle aree di cava nell’Isola di Lipari finalizzato alla raccolta di idee progetto, che vede l’Amministrazione Comunale Giorgianni affiancata da qualificati atenei universitari. Queste prime cinque giornate di laboratorio nella nostra Isola (04-08 Novembre) serviranno per raccogliere informazioni, aprire un confronto tra professionisti su temi specifici, ascoltare interventi scientifici ed effettuare sopralluoghi nelle località di Porticello e di Acquacalda (Concessioni Pumex e Italpomice) per inventariare e rilevare le superfici dei fabbricati, delle aree di cava e dei relativi depositi che saranno oggetto di riqualificazione, di bonifica oltre che di messa sicurezza.
Il laboratorio durerà sei mesi e vedrà il suo termine nel mese di aprile/maggio 2017 con la presentazione di idee progetto da parte degli studenti del Politecnico di Milano coordinati dal Prof. Michele Ugolini, Prof.ssa Stefania Varvaro e Prof.ssa Rosanna Gabaglio.
Non mi resta, pertanto, che ringraziare anche a nome dell'amministrazione comunale tutti coloro che parteciperanno ai lavori, relatori docenti universitari e professionisti.

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" - VIII° Filmato (durata 4 minuti circa)

Per commemorare i defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori stiamo riproponendo, a partire da mercoledì 26 Ottobre, i dodici video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più.

Dopo sedici anni riaperta la storica Chiesa dei Cappuccini. "Pillole" di storia nel post di Maria Carnevale

Il maestoso Crocifisso a sinistra della
navata centrale della chiesa
di Maria Carnevale
Ieri sera, con grande emozione dei cittadini di Lipari, Monsignor Gaetano Sardella ha celebrato la Messa di Ognissanti nella Chiesa dei Cappuccini, dedicata all’Immacolata Concezione.
La storica Chiesa, sul cui frontale si trova una pietra recante la data “1652”, anno in cui fu probabilmente consacrata, presenta preziosi altari in legno e accoglie i resti mortali di Sacerdoti e di alcuni notabili liparesi.
Chi, come me, ha già parecchi lustri sulle spalle, ricorderà certamente il bianco sepolcro che veniva allestito durante la settimana santa, illuminato da antiche lampade sospese all’arco del primo altare laterale; ricorderà la suggestiva novena di Natale officiata alle 5 del mattino, e come fosse sentito, e ivi partecipato, il culto della Madonna di Pompei, introdotto a Lipari nel 1904 proprio dai Frati Minori Cappuccini, che abitavano l’allora adiacente convento.
E quanti dei nostri morti fuori Lipari, ricondotti dalla nave in terra natia, sostavano lì, nella “Chiesa del Camposanto”, per l’ultima benedizione prima della sepoltura…..
Poi tutto è finito, e sedici anni fa l’ultima messa.
Insperata pertanto, e oggi sorprendente, la riapertura della nobile chiesa.
Padre Gaetano, nell’omelia, oltre alla riflessione sulla continuità della vita in quello che vorremmo fosse il cielo, ma luogo non è, se non stretto contatto col divino, ha comunicato che il FEC, (Fondo Edifici di Culto) l’Ente del ministero dell’Interno per la tutela, la conservazione e il restauro degli edifici di culto, ha già stanziato i fondi per il recupero della Chiesa dei Cappuccini.
E poiché il suo Delegato Arcivescovile è proprio Padre Sardella, possiamo essere certi del felice esito dell’iter che ci riconsegnerà un luogo di culto caro alla nostra memoria e a quella dei tanti defunti che lì attorno riposano.
Un dovuto ringraziamento al Rag. Ziino, per tutti “Francesco”, per l’organizzazione che ha preceduto e permesso la funzione di Ognissanti all’interno della chiesa.
Colgo questo momento per chiedere all’Amministrazione di affrontare la questione sulla proprietà dell’ex convento e della cappella funebre, cosiddetta “dei Cappuccini”, quest’ultima in condizioni disastrose, non potendosi altrimenti intraprendere alcuna azione di recupero degli stessi edifici.
Maria Carnevale

"Pescando" nell'archivio video di Eolienews. "Via Crucis" dei Cantori popolari delle Eolie (24.03.13) 3° ed ultimo stralcio

Cinquantasettesima puntata della nostra rubrica. Oggi: "Via Crucis" dei Cantori popolari delle Eolie (24.03.13) 3° stralcio

Accadde oggi...alle Eolie

2/11/2012
Lipari "strabocca" di rifiuti...le isole minori anche
http://eolienews.blogspot.it/2012/11/lipari-strabocca-di-rifiuti-le-isole.html

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 2 Novembre

Buon Compleanno a Rosy Alessi, Alessandro Calabrò, Monika Krol, Luana Biviano, Giovanna Di Franco, Salvatore Galletta, Alessandra Cincotta, Carla Li Donni, Francy Giunta, Antonio Parisi, Giovanni Paino

Riti e usanze della Festa dei morti in Sicilia. Altro che Hallowen!!

* E' lontana, tanto lontana la tradizione siciliana del "Giorno dei morti" dalla festa di Halloween.
“U iornu di morti”, che si "celebra" in Sicilia il due novembre, rappresenta una visione serena della morte e una considerazione benevola dei defunti.
Nel film “Baaria” di Tornatore vi è una scena in cui gli anziani si recano al capezzale di un moribondo per raccomandargli di portare i saluti ai loro cari, appena arrivato all’aldilà. Non si tratta di una trovata del regista, ma della rappresentazione di un’usanza un tempo tipica in Sicilia. Ciò testimonia il rapporto dei siciliani con la morte e con i morti: di accettazione, rispetto, venerazione.
Ed è questo lo spirito con cui si manifesta il culto dei morti il due novembre.
Nella tradizione siciliana,la notte del primo novembre i morti lasciano le tombe e si incamminano per le strade delle città per "recuperare" giocattoli, dolci, vestiti nuovi da portare ai bambini. Ogni paese, poi, descrive l’evento riferendolo ai propri luoghi o arricchendolo di particolari.
A Cianciana, ad esempio, il punto di partenza dei defunti è il Convento di S.Antonio dei Riformati. Da lì i morti escono per attraversare la piazza e giungere al Calvario, dove, recitata la preghiera al Crocifisso, discendono la via del Carmelo, distribuendo i doni ai bambini buoni. Ad Acireale i morti girano per la città vestiti di bianco e con scarpe di seta per evitare i rumori che possano mettere in allerta i venditori delle mercanzie da rubare per portarle ai loro piccoli parenti. A Salaparuta i morti solitamente non entrano nelle case e lasciano i regali dinanzi le porte o sui davanzali delle finestre, dove li attendono, ben riposti, scarpe o canestrini. Sempre nel Trapanese, altra tradizione a Monte Erice. Lì i defunti, abbandonata la chiesa dei Cappuccini, si dirigono a Rocca Chiana, dove improvvisano banchetti e gustano le prelibatezze locali. Poi, dopo essersi “appanzati”, i morti golosi vanno nelle case dei bambini a deporre i doni. E i bambini, riconoscenti, il giorno dopo si recano alla Chiesa dei Cappuccini per ringraziarli. Nel Palermitano, a Borgetto e a Partitico, i morti sono avvolti in un lenzuolo e camminano, con le torce accese e i piedi scalzi, a due a due, salmodiando litanie e il rosario.
Si è detto dei morti. E i bambini? Prima di prendere sonno, la notte della festa di tutti i santi, recitano, o meglio recitavano, una speciale preghiera propiziatrice di abbondanza di regali. “Animi santi, animi santi/ io sugnu unu e vuiatri sìti tanti:/ mentri sugnu ‘ntra stu munnu di guai/ cosi di morti mittiminni assai”. I doni l’indomani arriveranno puntuali, ma occorrerà cercarli. Quei mattacchioni dei morti li infilano nei posti più reconditi. E a volte, persino, si divertono a lasciare, là dove dovrebbero trovarsi i regali, cose insignificanti (cianfrusaglie, pezzi di carbone), facendo intendere che la stagione si è rivelata magra per la non buona condotta dei piccoli. La mattina perciò i fanciulli, appena svegliatisi, frugano dappertutto: sotto i letti, dentro gli armadi, negli angoli più reconditi dei ripostigli. Li troveranno però, dopo tanto affanno, i doni, e solitamente saranno giocattoli, frutti di martorana, “pupi di zuccaro”. Questi “pupi” si differenziano secondo il sesso dei destinatari: paladini a cavallo o, più tardi, cow-boy per i maschi, dame settecentesche per le femmine. Nel passato più lontano, quando la miseria si toccava con la mano, “li cosi di li morti” si sostanziavano in roba utile: vestiti o scarpe. Sì scarpe, soprattutto. Tanto che era frequente, la notte di ognissanti, appendere sui muri un paio di ciabatte vecchie che l’indomani, per incanto, si trasformavano in scarpe nuove o scarpine di zucchero.
A Palermo, poi, è tradizione visitare, nel giorno della commemorazione dei defunti, le Catacombe dei Cappuccini. Lì sono custoditi scheletri e corpi mummificati, avvolti in panni scuri o addobbati con costumi d’epoca, attaccati alle pareti per essere esposti alla curiosità di chi viene a osservarli.
Il due novembre i cimiteri si affollano dei parenti in visita ai loro defunti. Ma, per ragioni logistiche, e perché quella data è lavorativa, tanti si recano presso le tombe dei loro cari il giorno dedicato a tutti i Santi. In diversi paesi tuttavia, dove la tradizione è più solida, anche il due novembre scuole e uffici restano chiusi. Una volta si rimaneva presso i marmi delle sepolture, adornati di crisantemi, sino a quando i ceri e i lumini accesi non si fossero consumati ed era buona creanza portare i fiori alle lapidi abbandonate dei morti dimenticati. Da dove ha origine la particolare e suggestiva commemorazione dei defunti siciliana? Pare abbia radici molto lontane. Rinvierebbe, secondo alcuni, ai culti greci-romani dei defunti e si legherebbe alla tradizione del “cunsulu”. Ai parenti del de cuius si era solito, e in alcuni paesi accade ancora, offrire pietanze per consolarli dal dolore. L’afflizione per la perdita dei cari era tanta e tale da non avere cuore per preparare da mangiare. Gli antropologi attribuiscono all’offerta dei cibi (“u cunsulu”) un duplice significato: uno materiale, l’assistenza solidale, propria della civiltà contadina, ai congiunti del defunto; l’altro simbolico, che si manifesta nei dolci antropomorfici, cioè con sembianze umane, tipici del giorno dei morti, tra i quali spiccano singolari biscotti detti “crozze ri morti”, cioè ossa dei morti. Oltre ad offrire le vivande ai parenti e alle anime dei morti, ci si ciba degli stessi defunti. In tal modo, col “cunsulu”, si raggiunge una speciale comunanza con i trapassati.
Cosa resta ai bambini siciliani, attratti dalle maschere del terrore e dalle scorribande goliardiche del “dolcetto o scherzetto”, di quel culto gentile dei morti proprio della nostra tradizione? Poco o niente e tanta, tanta confusione
*L'articolo di cui sopra prende spunto e acquisce dati da Spettacoli e feste popolari siciliane, descritte da Giuseppe Pitrè "Biblioteca delle tradizioni popolari Siciliane", vol XII (1881 Palermo)e da Siciliainformazioni

Oggi è Mercoledì 2 Novembre. Buongiorno ai lettori di Eolienews con questa cartolina dalle Eolie

Dall'Osservatorio di Lipari vista su Vulcanello e Vulcano 
(Foto Francesca Falconieri)

martedì 1 novembre 2016

La Santa Messa serale nel giorno di Tutti i Santi nella storica chiesa dei Cappuccini. Gli appuntamenti di domani

 


Ogni anno la popolazione liparese si riunisce, al calar del sole, per celebrare la solennità di Tutti i Santi e commemorare i cari defunti. 
Quest'anno, in particolar modo, è stata una gioia poter, come in antichità, celebrare la suddetta funzione di nuovo all'interno dell'antica chiesa dei Cappuccini (sita all'interno stesso del cimitero di Lipari e riaperta dopo 16 anni). 
Ad officiare la S. Messa Mons. Gaetano Sardella di fronte ad un gran numero di fedeli che, con emozione, vi hanno preso parte. 
Si ricordano gli appuntamenti di domani alle ore 9.00 S. Messa nella chiesetta del Pozzo officiata da Mons. Alfredo Adornato e nel pomeriggio alle ore 17.30 nella chiesa dei Cappuccini officiata da Mons. Gaetano Sardella. 
I canti saranno curati dal coro della parrocchia di S. Pietro.

Cimitero chiuso alle 18 e 30. Giorgianni su tutte le furie "disposizioni non erano queste"

Il sindaco Marco Giorgianni, da noi contattato dopo le proteste per la chiusura alle 18 e 30 del cimitero di Lipari, ci ha dichiarato: "Non erano certo queste le disposizioni date. Avevo disposto e raccomandato di non chiudere assolutamente prima delle 19,00 - 19,30. Domani convocherò il custode affinchè ciò non abbia a ripetersi.
Per quanto riguarda il futuro ho già chiesto al dirigente di determinare, con disposizione di servizio, orari adeguati".

"Siamo stati buttati fuori". Vibranti proteste in redazione. Ma si può chiudere il cimitero alle 18 e 30 il giorno di Tutti i Santi?

Siamo stati letteralmente "bombardati" da proteste dei nostri concittadini che alle 18 e 30 di oggi sono stati "invitati" (ma invitare è un eufemismo) ad uscire dal cimitero di Lipari centro. Sappiamo che questo è il normale orario di chiusura ma una doverosa eccezione la si doveva fare e auspichiamo la si faccia almeno domani. Certo chi è addetto alla chiusura ha un orario che, evidentemente rispetta alla lettera, ma l'amministrazione non può fare in modo che ciò non accada? Pagando un'ora di straordinario o con qualsiasi altra soluzione?
Queste solo, a titolo esemplificativo, alcune delle proteste:
- Alle 18 e 30 in punto hanno cominciato a fischiare all'impazzata per farci uscire. Hanno chiuso i cancelli laterali e hanno anche spento le luci, salvo poi riaccenderle, forse perchè hanno capito che qualcuno si poteva fare male al buio


- È veramente assurdo!!!!!!... Alle18.30 hanno chiuso il cimitero di Lipari....giusto in questi giorni!!!!!!! Pazzesco!!!!!!!!
...Qualcuno sa dirmi come mai ci hanno buttato fuori tutti!!!..ed anche in malo modo
Vergogna!!!!!!
- Un solo modo per definire quanto accaduto: Incivile e vergognoso

- Luci spente e qualcuno che dopo aver fischiato intimava a tutti di uscire "Altrimenti vi lascio dentro". Vergognoso!
- È vergognoso il modo in cui maleducatamente urlava buttando fuori le persone come dei cani mentre nel silenzio si pregava per i propri cari.. mai vista una cosa del genere... Vergogna...
- Chi deve chiudere il cimitero è forse tifoso del Napoli? Forse aveva premura, visto come urlava, di andare a vedere la partita! Vergogna infinita questa Lipari!

Tutti gli altri messaggi sul telefono del nostro direttore e per mail sono dello stesso tenore