Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 25 maggio 2017

Encomio solenne per il nostromo Antonino Lombardo per “atto eroico e umanitario di salvataggio vite umane”

L’amministrazione comunale di Lipari ha deliberato di conferire un encomio solenne al 49enne nostromo liparese Antonino Lombardo per “atto eroico e umanitario di salvataggio vite umane” in occasione della tragedia consumatasi a bordo della nave "Sansovino", il 29 Novembre 2016 e nella quale persero la vita tre marittimi: il 27enne liparese Gaetano D’Ambra, il 38enne messinese Cristian Micalizzi e il 51enne Santo Parisi di Terrasini. 
 Lombardo, dall’alto dalla sua trentennale esperienza di marittimo (di cui 17 trascorsi sulle navi), comprese che qualcosa di “anomalo” stava accadendo in quella che poi si è rivelata la “camera della morte” e, munitosi di bombola e respiratore, non esitò ad avventurarsi all’interno della cisterna, traendo in salvo due marittimi. 
Lombardo, poi, una volta esauritosi l’ossigeno nella bombola, stramazzò al suolo sul ponte della Sansovino e si rese necessario il suo trasferimento al Piemonte dove restò ricoverato per diversi giorni. 
Nella motivazione per il conferimento si legge “l’encomio viene concesso in quanto il nostro concittadino, senza remora alcuna, mettendo a serio repentaglio la sua stessa vita, si è reso protagonista di un gesto di incommensurabile audacia e sensibilità, chiaro esempio di elette virtù civiche ed alto senso del dovere”.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.