Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 31 maggio 2017

Il monumento a San Bartolo nascosto dalle piante (di Caterina Conti)

E allora...
Tra le tante cose che ho cercato di fare per questo mio paese con l'aiuto degli artisti associati al Cipra di Roma, vi è stato il monumento a San Bartolo.
Precisiamo che la spiaggia di porto delle Genti è storicamente la più importante di Lipari perchè, mentre a Lipari era vescovo Agatone, vi arrivò la cassa con le spoglie di San Bartolo.
Va puntualizzato che la scultura che ricorda questo avvenimento è stata realizzata dal bravissimo scultore siciliano Salvatore De Pasquale residente a Barcellona Pozzo di Gotto. Lo scultore è stato uno dei pochissimi che riesce a lavorare l'ossidiana a che ha realizzato la più grande scultura in questo materiale.
Quando è arrivata la reliquia di San Bartolo è rimasta in acqua e tutto il paese, compreso il vescovo, si sono recati per accoglierla.
La storia narra che la cassa era così pesante che la folla non riuscì a trainarla a terra, vi provarono poi 2 giovenche bianche e alla fine vi riuscirono soltanto 2 fanciulli, che la tirarono a terra e a trasportarla con grande facilità, La chiesetta posta nella piazzetta di San Bartolo extra moenia è il 1° insediamento cristiano a Lipari. L'altorilievo rappresenta tutto quanto detto compreso il vescovo Agatone, ma vi è anche una figura di uomo nudo che rappresenta il Santo e la purezza.
Davanti alla scultura sono state poste delle piante alte che nascondono completamente quanto realizzato. Ora io non capisco in quale posto può succedere che si oscura un'opera d'arte magari per fare spazio a delle macchine. Così come si può vedere dalla foto che invio.
Caterina Conti

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.