Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 15 giugno 2017

Da Panarea a Lipari alla velocità di un mezzo che pesca a traina. Ci scrive Placido Sulfaro

Abbiamo ricevuto stamane questa mail che pubblichiamo:
Buongiorno Direttore.
Come quasi tutte le mattine utilizzo l'aliscafo che da Panarea ci porta a Lipari.
Stamattina, nonostante l'aliscafo avesse già problemi ai motori, ci hanno fatto imbarcare, senza informarci della non trascurabile circostanza che avremmo potuto trascorrere parte della mattinata seduti in attesa di informazioni e navigando con un andatura buona al massimo per pescare a traina. Molti passeggeri, me compreso, se fossero stati correttamente informati, avrebbero evitato una inutile perdita di tempo, il disagio e l'umiliazione di essere trattati da migranti.
Solo alle 8,45, ossia dopo una buona mezz'ora di navigazione ci informano di essere stati trombati. Tutto ciò è inaccettabile e finalmente ho capito perché la società si chiama Liberty Lines. Libertà di fare ciò che vogliono.
L'annuncio dell'avaria è stato dato, per miracolo, in italiano. I passeggeri non di madrelingua, stanno cercando di capire, in quale girone dantesco sono finiti
Grazie per l'attenzione. 
Placido Sulfaro

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.