Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 10 giugno 2017

Programma amministrativo elettorale del candidato sindaco Francesco "Ciccio" Rizzo(Riproposizione...i programmi saranno riproposti in ordine di presentazione della candidatura)

COMUNE DI LIPARI - ISOLE EOLIE
Elezioni amministrative dell’11 giugno 2017
PROGRAMMA AMMINISTRATIVO ELETTORALE
del candidato Sindaco Avv. Francesco Rizzo


Un tempo non era permesso a nessuno di pensare liberamente. Ora sarebbe permesso ma nessuno ne è più capace. Ora la gente vuole pensare ciò che si suppone debba pensare. E questo lo considera libertà

O. Spengler, Il tramonto dell’Occidente

Premessa
L’Avv. Francesco Rizzo si propone come candidato Sindaco del Comune di Lipari alle elezioni amministrative dell’11 giugno 2017 per il mandato 2017-2022, sostenuto dalla lista “Vento Eoliano con Rizzo Sindaco”.
L’obiettivo principale è quello di dare finalmente voce alle Isole Eolie all’interno delle istituzioni regionali, nazionali ed europee, ripartendo dai problemi quotidiani che affliggono l’Arcipelago, in un’epoca in cui il sistema globalizzante pone le Eolie “sotto assedio”
Pertanto, il Sindaco delle Eolie, per antonomasia “il Sindaco-viaggiatore”, dovrà essere in grado di instaurare un dialogo costante e costruttivo con la “terraferma”, prospettando nelle competenti sedi decisionali (Palermo, Roma e Bruxelles) le esigenze del territorio e le proposte che generosamente e con determinazione gli Eoliani sapranno offrire in una prospettiva di crescita generale.
A tal fine, si propone l’istituzione di un’equipe di esperti di progettazione, che sappia mettere a frutto la partecipazione ai numerosissimi bandi di gara costantemente indetti soprattutto a livello europeo, con la specifica finalità di attrarre verso il Comune cospicui finanziamenti volti alla realizzazione di specifici progetti, che quindi possano, tra le altre cose, drenare risorse e sopperire alle conclamate carenze strutturali ed alla necessità di non violare il Patto di stabilità.
Nel contesto liparese, il movimento fondato dall’Avv. Rizzo, il “Vento Eoliano”, si è contraddistinto fin dalla sua costituzione, avvenuta ufficialmente nel marzo 2011 ad opera di un cospicuo gruppo di giovani - universitari, operai, professionisti, commercianti, albergatori, e molto altro - provenienti dalle esperienze sociali, culturali e generazionali le più disparate e trasversali, come un vero e proprio laboratorio, per meglio dire come una “fucina”, di idee e di proposte utili a migliorare la vivibilità dell’Arcipelago, nel tangibile segno della partecipazione popolare alle scelte strategiche di natura politico-amministrativa.
All’arricchimento del predetto laboratorio civico hanno contribuito, negli anni a seguire, numerosi altri gruppi organizzati, di natura associativa e/o politica, espressione del territorio eoliano, giungendo così alla costituzione di una coalizione ampia e diffusa, che si riconosce nella figura del Capitano Ciccio Rizzo, perché “non si diventa marinai restando in porto a sognare gli oceani”!
In un momento di grave e profonda crisi economica, quale quello attuale, di evidente contrazione della spesa corrente e dei consumi, di aumento del prelievo fiscale, di riduzione dell’offerta di servizi pubblici essenziali, la generazione passata e quella presente, afflitte da difficoltà socio-economiche di differente natura, dovranno reciprocamente sostenersi, mettendo a disposizione il proprio bagaglio di conoscenze per il bene pubblico coalizzandosi in una difesa corale “di ciò che già appartiene a questa Comunità”, e ciò anche e soprattutto per quelle future. Insomma la sfida del locale ai massimi sistemi del piccolo pescatore costiero contro le multinazionali estere, del titolare di attività demaniale o del commerciante contro le disparità della Bolkestein contro i colossi della grande distribuzione.
Ed infatti, dalla condivisione delle proposte via via sviluppate è ulteriormente maturata la consapevolezza di voler rappresentare una valida alternativa di governo del territorio, nel segno della discontinuità, della fantasia e della innovazione rispetto alle politiche oscurantiste poste in essere dall’Amministrazione comunale in carica.
La redazione del presente programma elettorale è stata, quindi, il frutto di una lunga ed intensa serie di riunioni e di incontri, di confronti e di manifestazioni, di iniziative di vario genere e di assemblee popolari aperte alla cittadinanza con varie categorie sociali/professionali, nonché attraverso lo scambio di idee in piazza, in strada e per le contrade di tutte le Isole, mediante l’ausilio di format inediti quali i F.I.R.E. (Forum Introduttivi al Rilancio Eoliano).
Partecipazione, confronto e ascolto saranno gli strumenti da porre a fondamento del metodo di governo, al fine di coinvolgere i cittadini e chiamarli a collaborare alla “cosa pubblica” per avviare con questi ultimi il vero cambiamento.
E’ da questi valori che si ritiene di dover partire, dal momento che alle Eolie esiste una generazione, quella simbolicamente rappresentata dal “Vento” ma evidentemente molto più diffusa, che ha definitivamente deciso “di non restare a casa”, di non subire più passivamente le scelte e gli indirizzi intrapresi dalla precedente Amministrazione chiaramente ritenuti errati.
L’albero maestro del Vento Eoliano è rappresentato dai tantissimi esponenti che, mettendosi in gioco ognuno con la propria professionalità e competenza, hanno azionato un meccanismo virtuoso di aggregazione e partecipazione allo sviluppo sociale, economico e culturale del territorio, fondato tuttavia sugli antichi valori culturali e sociali del popolo Eoliano.
Una particolare attenzione sarà dedicata alle frazioni dell’Arcipelago, per le quali si propone fin d’ora:
1) la un lato, l’istituzione di una “Consulta delle Frazioni”, che contempli la nomina di due componenti per ognuna in collaborazione ai rappresentanti delle Istituzioni comunali, con l’obiettivo di:
-raccogliere le istanze della cittadinanza e stimolare l’Amministrazione alla relativa risoluzione;
-informare i cittadini sulle iniziative di carattere amministrativo che interessano le varie frazioni;
-proporre progetti mirati allo sviluppo delle frazioni stesse;
-supportare le associazioni delle frazioni per l’organizzazione di eventi.
2) dall’altro, convocare apposite riunioni di Giunta e di Consiglio itineranti su ogni isola, almeno due volte l’anno e tutte le volte in cui dovesse ritenersi necessario, al fine di ascoltare concretamente la cittadinanza e di programmare le attività auspicate con assoluta precisione e nel segno della più ampia partecipazione, nonché di verificare lo stato di avanzamento degli obiettivi via via prefissati.
3) E infine, l’istituzione di una “Commissione speciale Isole” al fine di redigere uno strumento permanente di stimolo e controllo sull’Amministrazione, anche al fine della predisposizione del bilancio sociale che ripartisca equamente le risorse incamerate.

SANITA’ - OSPEDALE
Gli Eoliani ancora oggi continuano a essere costantemente privati del diritto, fondamentale e irrinunciabile, alla salute a causa di una normativa in materia di sanità scellerata e accentratrice, che prevede tagli al personale, ai servizi, ai reparti e alle cure essenziali, ed impone ai cittadini - considerati semplici numeri, statistiche e voci di bilancio - inaccettabili sacrifici.
Sebbene alla luce della riforma del 14 aprile 2017, recante “Riorganizzazione della rete ospedaliera ai sensi del D.M. 1 aprile 2015, n. 70”, l’Arcipelago Eoliano sia stato riconosciuto “zona disagiata”, lo stesso è rimasto escluso dalle deroghe normative invece previste per altri nosocomi riconducibili alla medesima qualificazione speciale.
Si propone, pertanto, un’attività seria, concreta ed efficace affinché la condizione di “zona disagiata” non rimanga soltanto un titolo scritto sulla carta, ma sia espressione di un effettivo riconoscimento del diritto alla salute per tutti gli Eoliani.
In tema di sanità, quello degli sprechi è argomento centrale, specie se si pensa di sopperirvi non eliminando i medesimi alla radice ma contraendo l’offerta complessiva dei servizi. E’ il caso questo, tra gli altri, della convenzione con la Società Elicotteristica, che si propone quindi di rivedere in un’ottica di risparmio e di assoluta trasparenza amministrativa.
Anche nella descritta prospettiva, si prospetta - anche avvalendosi delle competenze dei tanti Eoliani specializzati in discipline mediche - l’istituzione di una piattaforma di confronto fra cittadinanza/utenza ed Istituzioni, locali e regionali, volta a creare le migliori condizioni di qualità nell'erogazione del servizio sanitario, partecipando la cittadinanza delle scelte di management sanitario.
Il Vento Eoliano, anche a mezzo delle legittimate associazioni parallele, promuoverà, come preannunziato nell’ambito della manifestazione del 22 aprile 2017 dinnanzi al nosocomio di Lipari, ricorso al Tribunale Amministrativo regionale contro gli indiscriminati “tagli”.
Altresì, si solleciteranno il ripristino e/o l’ottimale funzionalità dei servizi di telemedicina e il potenziamento dei servizi e delle strutture di guardia medica con particolare riferimento al mantenimento del pronto soccorso pediatrico ne presidio di Lipari.

POLITICHE SOCIALI GIOVANILI, DELLA CASA, DELLA TUTELA DELLE MINORANZE
Solo una visione attenta alle marginalità sociali e alle situazioni di o0ggettiva difficoltà sociale può condurre alla costruzione di un tessuto comunitario sano. Per questo il Vento Eoliano individuando i beni immobili confiscati alla mafia collocati sul territorio ha indotto l’Amministrazione comunale a farsi assegnare i predetti. Pertanto la destinazione di codesti appartamenti a fini sociali, come peraltro previsto dalla normativa vigente potrà creare nuovi spazi abitativi per le famiglie che non abbiamo la possibilità. Altresì, ci si prefigge di creare un fondo fideiussorio per garantire l’acquisto di prime case a coloro i quali per situazioni reddituali carenti non possono far fronte a prestare le garanzie ritenute più idonee. Inoltre, il comune stipulerà con competente UEPE territoriale apposita convenzione affinché si possa accedere “messa alla prova” con l’utilizzo per finalità sociali di coloro i quali, piuttosto che sottoporsi a un procedimento penale, intendono offrire collaborazione al Comune.
A tutela della maternità saranno avviati tutti i percorsi di ascolto per evitare la deprecabile depressione post partum e idonei percorsi di ausilio per tutti coloro che manifestino qualunque forma di disagio sociale.
Anche al fine di favorire lo scambio generazionale sarà valorizzata la banca del tempo libero per mettere a confronto le generazioni.

TRASPORTI
L’abbiamo chiamata “Odissea del viaggiatore”, per rappresentare simbolicamente le difficoltà che a tutt’oggi incontrano residenti, pendolari e turisti ai fini dell’approdo alle isole Eolie.
Il primo aspetto su cui puntare è la “catalizzazione delle attese”, che intrinsecamente fanno parte della quotidianità degli eoliani e che tuttavia non dovranno più essere viste come una perdita di tempo, piuttosto come un momento di risorsa. Ciò potrà avvenire implementando quanto più possibile i già esistenti servizi sussidiari al trasporto, e garantendone di nuovi.
Per ottenere questo risultato, il Comune di Lipari, tramite l’esercizio della propria autorità, anche di indirizzo, dovrà promuovere la sottoscrizione di un “Piano ufficiale dei trasporti” unitamente a tutti gli attori in campo, anche privati.
In particolare, si propone di:
-favorire l’accesso alle strutture a tutte le persone che hanno difficoltà motorie, eliminando ogni tipo di barriera architettonica ancora esistente;
-mettere in sicurezza le banchine, che ancora oggi risultano devastate e poco manutenute;
-prevedere, in accordo con la Confesercenti la predisposizione all’interno dei locali aperti al pubblico una nursery.
-prevedere un accordo tra il Comune e le società di navigazione per l’emissione di un “biglietto unico eolie” che consenta di circolare liberamente nell’ambito di tutte le isole;
-porre in essere un serio coordinamento tra mezzi marittimi e mezzi di terra;
-garantire una seria attendibilità del controllo meteo-marittimo.
Si dovrà poi predisporre un vero e proprio “Documento del Passeggero”, sulla scorta di quanto già sperimentato dall’ENAC. Questo documento, ovviamente condiviso con le Società di navigazione ed adottato all’esito di uno studio minuzioso con esperti del settore, dovrà monitorare e migliorare le frequenze, il comfort complessivo ed i disagi che insorgono per effetto delle improvvise soppressioni. Su quest’ultimo punto, occorrerà fare in modo che la scelta di eliminare le singole corse per effetto del maltempo venga ancorata a parametri più oggettivi e meno arbitrari, ottenendo che i vettori si dotino di mezzi idonei a navigare in qualsiasi condizioni meteo-marine.
Si propone, infine, la stipula di una apposita convenzione anche con il Comune di Milazzo, per garantire:
-razionalizzazione delle coincidenze, di partenza e di arrivo, tra mezzi terrestri e mezzi marittimi;
-soggiorni a prezzi agevolati presso le attività ricettivo/alberghiere per chi, a Milazzo come alle Isole, si vede costretto a soggiornare più tempo del previsto;
-sosta agevolata per 24 ore e nei week-end con esposizione di un apposito Eolian pass nelle strisce blu e/o nei garage/parcheggi convenzionati adiacenti al Porto di Milazzo a favore dei pendolari;
.Per i collegamenti marittimi, invece, occorre realizzare un serio coordinamento tra i mezzi di trasporto, per garantire una migliore distribuzione degli stessi con Palermo e Napoli anche nei mesi invernali con l’obiettivo di incentivare il turismo.
I mezzi impiegati dovranno inoltre essere idonei a circolare in sicurezza per garantire una navigazione adeguata e dovranno essere muniti di appositi contenitori/celle, idonei a trasportare in modo sicuro e confortevole farmaci e/o prodotti alimentari facilmente avariabili. Necessario appare, inoltre, avanzare una richiesta di regolamentazione per il trasporto di piccoli colli destinati alle Isole oppure prevedere l’utilizzo di un mezzo veloce o di una nave ad hoc.

TURISMO
Destagionalizzazione è la parola d’ordine: l’obiettivo è raggiungere, nel settore del turismo, risultati quali: la ripresa dell’economia; l’auspicato allungamento, anche ai fini occupazionali, della stagione turistica, che ad oggi è concentrata nei soli mesi estivi.
Al predetto fine, si ritiene indispensabile:
1) la predisposizione e l’attivazione di punti informativi turistici in zone strategiche delle Isole, volti ad informare circa i servizi turistici disponibili; le possibilità ricettive e di ospitalità; le iniziative culturali, sportive e ricreative e di tempo libero; i circuiti enogastronomici; le attrattive locali; il sistema di mobilità ed ogni altra notizia utile al visitatore tale così da garantire un’immediata familiarizzazione con il territorio;
2) la redazione e la diffusione di un calendario annuale nel quale vengano inseriti manifestazioni, eventi, feste religiose/folkloristiche e tutte le iniziative promosse all’interno del territorio, che dovranno essere adeguatamente pubblicizzati, mediante un preventivo raccordo con le strutture alberghiere e potenziamento delle dinamiche relazionali tra le associazioni e l’Amministrazione;
3) la rivitalizzazione del centro storico, delle piazze e delle diverse realtà dell’Arcipelago al fine di sviluppare un senso di identità e orgoglio Eoliano anche nelle più giovani generazioni
4) la costituzione di una Consulta del Turismo;
Appare più che mai fondamentale, inoltre, l’implementazione dell’escursionismo mediante la valorizzazione dei sentieri presenti nelle isole. Difatti, l’Arcipelago Eoliano gode di una fitta rete di sentieri che si estende complessivamente per ben 250 chilometri.
Indispensabile è, pertanto, la progettazione di una percorso sentieristico che conferisca una visione organica del territorio e delle problematiche connesse alla gestione dei sentieri stessi.
L’intento è il recupero della viabilità pedonale storica, attraverso: la creazione di una “Mappa dei sentieri”; la manutenzione ordinaria e straordinaria dei percorsi e la predisposizione di un’idonea segnaletica; la frequentazione in sicurezza degli ambiti naturalistici; la diffusione di forme di turismo sostenibile, a basso impatto ambientale.
Anche le ricchezze termali delle isole Eolie quali ad esempio le Terme di San Calogero dovranno essere valorizzate e non vendute o svendute.

ARTE, CULTURA, SPORT E SPETTACOLO - GRANDI EVENTI
E’ certamente possibile, e si tratta di una strada che va percorsa con tenacia sempre maggiore, sfruttare la splendida ed unica cornice paesaggistica delle Isole Eolie per attrarre personalità del mondo dello spettacolo, dell’arte e della cultura anche in sinergia con gli Enti di settore insistenti sul territorio.
Alla stessa stregua, si intende istituire una Film commission comunale, che sponsorizzi il territorio eoliano al fine di attrarre le produzioni cinematografiche, come è avvenuto in passato.
Sarebbe, altresì, auspicabile oltre che fattibile l’adesione del Comune di Lipari al circuito di protezione museale previsto nella cosiddetta “Carta di Siena”, “per la protezione, conservazione, uso, gestione, fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale”.
Si propone inoltre la realizzazione di un Museo del Carnevale e di un Museo della Pomice a Lipari, nonché la regolare apertura del Museo Ambiente ed Energia di Panarea, della Biblioteca Scolastica e del Museo dell’Isola di Alicudi e del Museo del Cinema di Stromboli.
Mancano poi adeguati luoghi per lo sport e per la socializzazione dei giovani. Per questo, sarà necessario: la manutenzione ed il miglioramento delle strutture sportive esistenti; l’avvio di una politica di collaborazione e di apertura con le società sportive insistenti sul territorio ai fini della realizzazione di nuove strutture sportive al coperto; la creazione di piccoli centri sportivi e sociali per ognuna delle isole. Dovranno essere infine reperiti i fondi per la ristrutturazione dello stadio “Franchino Monteleone” e del campetto di calcio di Filicudi, nonché per la realizzazione di una piscina coperta.
A tal fine, l’obiettivo primario è quello di “rispolverare” e valorizzare la cultura dell’attività motoria all’interno dell’Arcipelago Eoliano e, contestualmente, favorirne l’offerta turistica prevedendo la costituzione di una “Fondazione per lo Sport Comune di Lipari”, che si occuperà della realizzazione di nuovi impianti sportivi ove inesistenti, e della riqualificazione di quelli presenti, ivi compresa la loro messa in sicurezza e agibilità.
Lo stesso ente provvederà, inoltre, a instaurare una concreta sinergia con tutte le associazioni sportive presenti sul territorio per promuovere manifestazioni ed eventi, nazionali e internazionali.
Un’idea che ci è stata sollecitata dalla cospicua comunità studentesca proveniente dalle isole minori è la realizzazione di una “Casa dello studente” per gli studenti delle scuole di istruzione primaria e secondaria che evidentemente sono costretti a soggiornare sull’isola di Lipari, specialmente durante l’inverno, per assolvere agli obblighi di istruzione.

CAPITALE EUROPEA DELLA GIOVENTU’
Una delle idee portanti è quella di lanciare la candidatura dei quattro Comuni Eoliani (quello di Lipari in partnership con i tre Comuni di dell’isola dei Salina, Malfa, Leni e S. Marina), come Capitale europea della Gioventù (per il primo bando utile) anche tramite la costituzione di una Cabina di Regia interna all’Ente e coordinata dalla Consulta Comunale Giovanile.
Questa idea vuole essere il segno tangibile dell’ambizione di far “prendere il largo” alle Isole Eolie ben al di fuori del territorio regionale - ove riteniamo siano allo stato relegate - dal momento che esse esprimono un potenziale di ricchezze turistiche, culturali e naturalistiche e molto altro con pochi pari, per l’appunto, in Europa. Molte esperienze del passato ci insegnano peraltro che l’attrazione di grandi eventi è volano di sviluppo e di crescita economica per il territorio di riferimento, ed è proprio questo quel che vorremmo fare con questa proposta.
Si tratterebbe di un’importante occasione anche per “internazionalizzare” i tanti eventi già esistenti (dai campionati di Judo alla International Summer School organizzata in collaborazione con l’Università di Catania, dal tipico Carnevale eoliano al Festival del cinema annualmente organizzato dal Centro Studi, etc.) e per istituirne di nuovi (si pensa, ad esempio, alla valorizzazione dei percorsi del trekking e del termalismo, tramite progetti mirati di inclusione sociale).

TUTELA DEL TERRITORIO, PORTUALITA’ E DIFESA COSTIERA
Le nostre Isole necessitano di un programma che miri alla salvaguardia del territorio eoliano mediante la redazione di un piano periodico degli interventi essenziali.
A tal fine, si propongono una serie di misure quali:
-il ripascimento e la messa in sicurezza della rinomata spiaggia Sabbie Nere di Vulcano, e della spiaggetta di porto delle Genti, meglio nota come Portinente spiaggia che dal 2016 è entrata a far parte del patrimonio dei beni immobili della regione Sicilia;
-la periodica manutenzione e ove necessitasse la realizzazione della condotta idrica al fine di rendere pienamente funzionale il sistema di approvvigionamento, ad esempio a Filicudi.
- la previsione di un “Piano del colore”, con la finalità di valorizzare le caratteristiche e le peculiarità del territorio Eoliano.
Sull’isola di Stromboli appare necessario, invece, porre in essere tutti gli interventi utili alla fruizione della Riserva Naturale Orientata (ove occorra, anche in sinergia con l’Azienda Foreste Demaniali) degli scavi archeologici di San Vincenzo.
Per quel che concerne l’isola di Panarea, si punterà sulla valorizzazione del Villaggio preistorico di Capo Milazzese e dell’isolotto di Basiluzzo, mentre ad Alicudi e a Filicudi si propone l’ottimizzazione delle attività di attracco dei rispettivi moli.
Anche la difesa costiera, con la tematica del dissesto idrogeologico che per effetto delle preoccupanti mareggiate dell’ultimo anno, non dovrà essere sottovalutata, con la predisposizione di specifici interventi a protezione dei centri abitati costieri e la preposizione di adeguate barriere costiere (a scarso impatto ambientale) in particolare, a tutela di: Acquacalda, Alicudi, Canneto, Filicudi Porto, Portinenti e Stromboli. A Ginostra, risulta assolutamente prioritario provvedere al risanamento e alla messa in sicurezza dei costoni del villaggio, ampliare i loculi cimiteriali e potenziare la centrale elettrica.
La realizzazione di nuovi “scali portuali alternativi” - come quello che si auspica di realizzare a Pecorini, nell’isola di Filicudi, e quelli di come quelle di Vulcano Gelso e Vulcano Ponente - è un altro aspetto importantissimo del programma elettorale, onde consentire un utilizzo pieno e proficuo di tutti i punti di approdo esistenti, specie in caso di avverse condizioni meteorologiche, in uno con la messa in sicurezza dei luoghi di sbarco e di ricovero, come nel caso del Porto di Pignataro.
Sotto detto ultimo profilo, appare essenziale la redazione di un Piano Regolatore dei Porti, al fine di ridisegnare l’assetto complessivo della portualità, in sincronia con il piano urbanistico locale.
Anche ai fini del dragaggio dei fondali che si rende costantemente necessario, occorrerà provvedere all’acquisto autonomo di un “pontone”, per evitare di doversi sistematicamente rivolgere a terzi, come avviene oggi con notevole dispendio di risorse.
Altro aspetto importante sarà l’avvio di una razionalizzazione delle concessioni demaniali marittime, e ciò anche alla luce del fatto che, in ragione delle nuove prescrizioni vigenti, ogni concessionario (campi boe, pontili galleggianti, lidi etc.) dovrà rendersi parte diligente contribuendo, di concerto con il Comune e la Guardia costiera, alla redazione del Piano spiagge.
Il patrimonio comunale verrà censito, reso pubblico e, ove possibile, messo a reddito con gestioni in house o mediante affidamento ad Associazioni locali. Verrà nominato un pool di esperti tecnici che possano individuare interventi mirati di miglioramento degli immobili esistenti al fine di renderli funzionali alla loro destinazione. Ad esempio, si provvederà alla riqualificazione e riconversione dell’edificio dell’ex inceneritore a Vulcano Piano.
Il team di esperti avrà l’ulteriore compito di rendere efficienti sul piano energetico i pubblici uffici, garantendo risparmi sui consumi, e quindi sgravio di costi per il cittadino.
Tutte le opere pubbliche (palazzetti sportivi, sale congressi, opere di carattere culturale, luoghi di identità storica, parcheggi) saranno rese agibili, monitorate e gestite direttamente da un apposito ufficio.

PESCA E ATTIVITA’ VENATORIE
La pesca, come è noto, rappresenta una delle più antiche ed importanti risorse socio-economiche per la Comunità Eoliana.
Pertanto, le proposte concrete che riteniamo di poter avanzare sin da subito, in quanto ad avanzato stadio di fattibilità, sono:
-la realizzazione di un mercato ittico, gestito direttamente dai soci di cooperativa;
-la realizzazione di uno scalo di alaggio e di rimessaggio. Allo stato attuale la sola zona di rimessaggio prevista, in località Porticello, risulta oltre che troppo distante, strutturalmente inefficiente e non adeguata alle esigenze della marineria;
-l’implementazione e la valorizzazione del miglio zero;
-la messa in sicurezza dei luoghi di ricovero e di sbarco.
Un ulteriore importante accorgimento sarà lo sfruttamento dei progetti e dei fondi europei inerenti il settore anche con il coinvolgimento di esperti internazionali che hanno già mostrato la propria disponibilità a partecipare gratuitamente. Anche la caccia rientra nella tradizione Eoliana. I cacciatori devono poterla esercitare senza ulteriori vincoli, essendo il territorio già delimitato da una serie di limitazioni previste dalla normativa vigente.

IGIENE CITTADINA
Uno dei problemi più annosi nella gestione della cosa pubblica è certamente il mantenimento degli standard minimi di pulizia e di igiene cittadina, anche e soprattutto in dipendenza della corretta gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Al predetto fine, si propongono - a titolo esemplificativo - i seguenti accorgimenti:
-incremento degli operatori ecologici in pianta stabile e definitiva su tutto il territorio, considerati risorsa fondamentale per la pulizia quotidiana;
-rimodulazione del sistema di raccolta differenziata e dei rifiuti urbani speciali (pile, farmaci, bombolette spray), fortemente inquinanti - allo scopo di prevenire un aumento vertiginoso dei costi;
-istituzione di un regolamento per la raccolta dei rifiuti che preveda giorni, orari e luoghi di conferimento ben definiti, nonché la predisposizione di zone adibite alla raccolta rifiuti;
-installazione di servizi igienici pubblici nei luoghi di maggiore affluenza in tutte le isole.
Dovrà pertanto essere particolarmente intensa la vigilanza sul rispetto, da parte delle ditte appaltanti, delle prescrizioni contrattuali in ordine alla esecuzione ottimale delle prestazioni a cui le stesse si sono vincolate.
Si provvederà altresì ad incrementare il numero di cestini porta rifiuti, specialmente nel centro storico.

SICUREZZA STRADALE E VIABILITA’
Si ritiene necessario:
- adottare il “Piano di viabilità urbana” sia nell’ambito di Lipari che nei percorsi inter-isola;
-provvedere al miglioramento e alla integrazione della segnaletica orizzontale e verticale;
-installare dissuasori di velocità, conformi a legge, nelle strade ad alto rischio incidenti;
-avviare un tavolo partecipato con la cittadinanza per l’ideazione condivisa di un progetto di riqualificazione urbana del centro storico e delle vie principali a fini commerciali, turistici e di maggiore vivibilità delle isole. La messa in opera di tale progetto condiviso sarà comunque subordinata alla razionalizzazione degli spazi adibiti a parcheggio pubblico gratuito, la previsione di zone a tariffa oraria, nonché la definizione di un’area pedonale ove opportuno.
-mettere in sicurezza e riaprire la strada provinciale di Pecorini (Filicudi) e l’intera rete stradale dell’isola mediante installazione di guard-rail;
- potenziare il trasporto pubblico giornaliero su gomma, con l’introduzione di ulteriori corse notturne e la previsione di adeguate aree di fermata autobus con apposita installazione di pensiline;
- prevedere i cosiddetti parcheggi rosa per le donne incinte.

ISTRUZIONE
Il diritto all'istruzione è considerato un aspetto di fondamentale rilevanza per la crescita culturale e civica delle generazioni Eoliane future.
Per questo motivo, bisogna prevedere un piano di azione su tutto il territorio, partendo dalla scuola dell’infanzia, primaria, media di primo grado e di secondo grado, sulla base di quanto stabilito dalla legge n. 107/2015 e dal sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni con il coinvolgimento delle famiglie e di tutte le istituzioni presenti nel territorio.
Occorre rilanciare un programma di interventi mirati ai servizi educativi per l’infanzia (nido e micro-nido, sezioni primavera, servizi integrativi).
E’ importante, inoltre, assicurare a tutti gli studenti con disabilità una scuola priva di barriere architettoniche rendendo le strutture più accoglienti e rafforzando il ruolo delle famiglie nei processi di inclusione.
Prevediamo altresì l’introduzione della mensa scolastica attraverso un servizio qualitativamente elevato con lo scopo di tutelare tutti gli alunni di ogni ordine e grado.
Particolare attenzione dovrà essere dedicata alla situazione strutturale degli edifici scolastici di ogni ordine e grado stabilendo modi e tempistiche di attuazione che garantiscano la fruibilità degli edifici stessi in concomitanza con l'inizio dell'anno scolastico.

DIGITALIZZAZIONE
L’informatizzazione e l’incremento dei sistemi e delle reti telematiche che garantiscano servizi quanto più efficienti nei vari settori amministrativi dovrà essere un punto centrale del programma elettorale della futura Amministrazione comunale.
Si segnalano, sinteticamente, le linee direttrici che si intende perseguire:
-trasparenza amministrativa, tramite il potenziamento delle rete civica informatica e la garanzia dell’accesso agli atti della P.A. in modo celere ed economico;
-sviluppo di un’applicazione per dispositivi al fine di stabilire un contatto diretto e costante con la Pubblica Amministrazione e segnalare in tempo reale disservizi e disagi;
-estensione graduale della rete “Wi-Fi free” sul territorio comunale, consentendo ai giovani di fruire sempre più soprattutto degli spazi di aggregazione esistenti, oltre a crearne di nuovi;
-sanità telematica (in particolare lo sviluppo della c.d. “telemedicina”), urbanistica telematica, anagrafe telematica, etc.;

FINANZE
Occorre monitorare e adottare specifiche misure di “calmieramento” per quanto riguarda le tariffe per l’occupazione del suolo pubblico e le tariffe idriche. Non è infatti con un aumento indiscriminato di tutti i tributi locali che si ottiene il risanamento.
Allo stesso tempo, dovrà essere varato un piano di misure straordinarie per consentire il rientro dal deficit comunale.
Tra queste, si propone:
-un programma di alienazione e di dismissione degli immobili pubblici comunali ritenuti superflui, che sia ispirato ad una logica pienamente concorrenziale, con prezzi di mercato e non certamente ispirato ad una “svendita” dei beni posseduti. Ciò consentirebbe di procurare liquidità da mettere in circolo;
-un piano di recupero dell’evaso con tutti i possibili sistemi di rateizzazione;
-un sistema di progettualità su fondi europei, finanziamenti regionali e trasferimenti statali;
-il migliore e proficuo utilizzo di tutte le risorse umane di cui l’Amministrazione comunale a vario titolo dispone.
Seguendo questi parametri, il risanamento finanziario è assolutamente possibile.
* * * * *
Ai fini della realizzazione del presente programma elettorale, ed in ossequio al prescritto adempimento di legge, si indicano quali Assessori designati i Signori:
1) Rossano Giorgi, nato a Lipari l’8 giugno 1953;
2) Giuseppe Muscarà, nato a Lipari il 18 dicembre 1968;

(Avv. Francesco Rizzo)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.