Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 21 giugno 2017

SANTA MARINA SALINA. ARRESTATO PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA, VIOLENZA SESSUALE E SEQUESTRO DI PERSONA.

Comunicato
I militari della Stazione Carabinieri di Santa Marina Salina, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto – Ufficio del GIP, su richiesta della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, a seguito delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Dottoressa Caiazzo Sarah e dal Procuratore della Repubblica Dott. Emanuele Crescenti, hanno arrestato un trentenne di origini milazzesi, D.L.M., ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e sequestro di persona.
L’attività investigativa trae spunto da una denuncia querela della persona offesa, presentata nell’aprile del 2017, a seguito della quale venivano effettuati immediati accertamenti dai militari operanti, che consentivano di riscontrare sia quanto denunciato, sia di raccogliere ulteriori elementi utili a ricostruire altri episodi che la donna aveva subito nel corso della convivenza durata nove mesi.
In particolare la donna veniva ascoltata più volte dai Carabinieri che ricostruivano un’ambiente domestico sconcertante: in particolare la donna in più di una circostanza aveva riportato lesioni tra cui la frattura delle ossa nasali. Nondimeno gli inquirenti appuravano che in due circostanze la donna era stata costretta a subire un rapporto sessuale, e per di più nel mese di maggio 2017 veniva rinchiusa nella comune abitazione per un’intera mattinata senza alcuna possibilità di uscita
L’attività d’indagine condotta nell’immediatezza dei fatti e coordinata dalla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto consentiva di avere, nel giro di qualche mese, un quadro indiziario grave e tale da consentire l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.
In questa settimana, a seguito della misura cautelare emessa, i militari hanno tratto in arresto l’uomo, che veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Barcellona P.G. ove in atto si trova detenuto in attesa di essere interrogato dal GIP.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.