Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 24 giugno 2017

Scomparsa Rodotà lascia un vuoto incolmabile (di Gianni Iacolino)

di Gianni Iacolino
Non c'è n'erano più tanti in giro, né in Europa, né in Italia; ma, con la scomparsa di Stefano Rodotá, un vuoto incolmabile si è creato nel nostro Paese.
Credo di poter dire che, negli ultimi ottanta anni, di figure dal forte pensiero politico ed etico ne abbiamo conosciute tante.
Dall'illuminato e generoso nostro concittadino "forzato" Carlo Rosselli a La Pira, da Calamandrei a Pertini, da Don Milani a Rodotá é stato un susseguirsi di grandi Uomini ricchi di qualità umane, strenui sostenitori di un impegno politico per la difesa degli ultimi, del mondo del lavoro e per l' affermazione dei diritti sanciti dalla Costituzione.
Per la difesa dei diritti civili, di cui si é persa traccia da almeno quindici anni, non riesco a trovare politici che abbiano fatto di questo impegno una missione.
Anche per questo gli é stato negato il Quirinale.
Uomo appassionato e giusto lascia un deserto dietro di sé
.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.