Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 2 luglio 2017

News di finanza (a cura di Antonello Cincotta) : Millennials e mercati finanziari: l'approccio dei giovani negli investimenti


Prende oggi il via, grazie alla collaborazione con il private banker ( Consulente Finanziario Patrimoniale) Antonello Cincotta, una nuova rubrica di Eolienews "News di finanza" 
Il primo argomento trattato: "Millennials e mercati finanziari: l'approccio dei giovani negli investimenti".
Perché i Millennials non sembrano interessati ad iniziare ad investire, ma anche quali sono i motivi per cui dovrebbero iniziare già ora.
Non si può certo dire che il rapporto tra i mercati finanziari e i Millennials, i nati tra il 1980 e il 2000, sia saldo e stretto.(pictet) Secondo una ricerca di bankrate.com soltanto uno su tre investe nel mercato azionario e per una survey condotta da Ramsey Solution nel 2016 il 60% ha meno di 10.000 dollari da parte per la propria vita una volta in pensione. Tuttavia si tratta di persone che nella maggior parte ormai hanno tra i 20 e i 30 anni, qualcuno anche di più. Vediamo quali sono i punti di questo rapporto.

I Rischi.
Una delle ragioni Principali per la quale un Millennial non vuole investire sono i rischi: circa uno su due ne è convinto e questo perché i più giovani hanno ancora in mente la crisi finanziaria del 2008, mentre i più “anziani” tra loro ricordano anche l’esplosione della bolla di internet del 2000. Questo effetto è chiamato ancoraggio, cioè farsi condizionare da eventi accaduti in passato, ma cosi il rischio e di non cogliere le opportunità che il mercato da’ sempre.

Solo questione di tempo
Secondo alcuni analisti è soltanto una questione di tempo prima che anche i Millennials si interessino ad impiegare correttamente i propri risparmi. Aspettiamo che crescano, facciano carriera, guadagnino più soldi, creino una famiglia e poi raggiungeranno i livelli di investimento dei loro genitori. Investire fa parte del proprio percorso di crescita personale, professionale, dal quale oggi un individuo non può prescindere,

Pochi soldi a disposizione
Con gli alti tassi di disoccupazione di molti Paesi, soprattutto tra i giovani, non sono molti i giovani con la disponibilità economica sufficiente per avere una somma, da investire, appunto per questo è necessario iniziare a parlare il prima possibile su come risparmiare e quali siano gli strumenti presenti oggi sul mercato.

I vantaggi dei piani pensionistici individuali
Iniziare presto, perché i risparmi per domani iniziano oggi. Progettare i primi investimenti in fondi pensionistici. Superare le proprie paure, fare piccoli sacrifici per mettere da parte qualcosa che li renderà più ricchi un domani. Ecco qual è il primo passo da fare, essere consapevoli che “il Futuro è il luogo dove dovremmo vivere” quindi è necessario progettarlo da adesso. Chi di noi non si è preparato all’esame di Maturità, tutti credo. Quindi allo stesso modo dobbiamo prepararci al futuro.
Fonte Pictet

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.