Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 18 febbraio 2017

A proposito di PD (di Luca Chiofalo)

La minoranza dem alza la posta ogni giorno. Il segretario Renzi (mandato fino a dicembre) è andato incontro a tutte le richieste, concedendo primarie e congresso anticipato. Ma non basta, perché le divergenze non sono squisitamente politiche, programmatiche o strategiche... Partendo da una pretestuosa polemica sui voucher (da modificare, d'accordo, ma comunque solo il 2% delle retribuzioni totali) e passando per l'accusa di eccessivo 'decisionismo' del capo (insito nel ruolo ma difficile da concepire per chi è abituato a fare riunioni lunghe e appassionate solo per decidere l'orario della riunione successiva😂), i vecchi e rancorosi notabili del partito democratico sono disposti a sfasciare tutto pur di far fuori Renzi che li ha oscurati e marginalizzati. Bene, se non si abituano all'idea che, dentro un partito, le minoranze non impongono, ma propongono, partecipano, si confrontano e poi accettano la linea sostenuta dalla maggioranza, è meglio che vadano per conto loro. Renzi, adesso, vincerebbe primarie e congresso, dilatare i tempi alzando strumentalmente le pretese serve ad indebolirlo per poi abbatterlo. Certe manovre di accerchiamento e logoramento ricordano trascorsi disastrosi della sinistra italiana, irresistibilmente tentata dalla brama di eliminare i leader vincenti (quindi 'impuri') e scissionista fino all'insignificanza... Si cerchi di sanare le fratture e di comporre le divisioni, democraticamente, oppure ognuno per la sua strada. Ma senza tergiversare. Io come Renzi e chi lo sostiene non vogliamo lasciare la guida del nostro paese alla destra di Salvini o ai grillini.
Cordialmente
Luca Chiofalo

Riflettendo a San Pietro sui misteri dell'Incarnazione e Resurrezione di Gesù

Ieri venerdì 17 alle ore 18.30 si è tenuto nella Chiesa di S. Pietro il secondo incontro di Catechesi per adulti dal titolo “E voi chi dite che io sia?” tutto rivolto a comprendere l’esperienza umana di Gesù. Dal catechismo appreso fin dalle elementari sappiamo che Gesù era vero Dio e vero uomo, ma che cosa significa? L’uomo Gesù sapeva di essere Dio? Fin dalla sua nascita? E perché sulla croce lancia quel grido “Dio mio, Dio mio perché mi hai abbandonato?”.
Quello della coscienza dell’uomo Gesù di essere il Figlio di Dio è uno dei punti più controversi della dottrina cattolica, ha esordito Michele Giacomantonio introducendo il tema. Pio XII nell’enciclica Mistici Corporis che è del 1943 non ha dubbi, e non ne ha nemmeno il Catechismo della Chiesa Cattolica che è del 1997. Più articolata la posizione di Giovanni Paolo II: “Sulla cima del suo spirito Gesù ha netta la visione di Dio e la certezza della unione col Padre” ma nelle esperienze della vita quotidiana “l’anima umana di Gesù è ridotta ad un deserto, ed Egli non sente più la ‘presenza’ del Padre, ma fa la più tragica esperienza della più completa desolazione”.
Dinnanzi alle certezze ed ai dubbi della Gerarchia ci sta l’affermazione netta di San Paolo nella lettera ai Filippesi: Gesù pur essendo di natura divina“ spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo e divenendo simile agli uomini”. Da questo testo è scaturita una lunga tradizione teologica e spirituale che assume il termine greco kenosis (spogliazione) e va dai Padri della Chiesa a San Francesco ai teologi moderni cattolici come il gesuita von Balthasar, luterani come Moltmann, ortodossi come Kulgakov e che parlano di una spogliazione totale. Una spogliazione che giunge fin a non avere consapevolezza della sua missione e che tutto deve scoprire passo passo, guidato dallo Spirito Santo cominciando probabilmente col battesimo nel Giordano e poi il ritiro di 40 giorni nel deserto per meditare, la chiamata degli apostoli e dei discepoli, l’annunzio del Regno di Dio fino alla grande sfida col Signore di questo mondo - Lucifero, Satana, l’Avversario – che ha inizio la domenica delle palme e  si combatterà lungo i 200 metri della via crucis che porta dal Pretorio fino al Calvario, alla croce, allo scontro-confronto col Padre da cui si sente abbandonato.
Abbandonato proprio nel momento in cui ha portato a termine il suo compito dimostrando che l’uomo con tutte le sue fragilità, quell’uomo che ha disobbedito nel giardino terrestre e che si è dimostrato inaffidabile il mille occasioni, quell’uomo di dura cervice che risponde a Dio che con Mosé gli da la legge adorando il vitello d’oro, quell’uomo può raggiungere però anche le vette sublimi di una solidarietà con gli altri fino alla sofferenza più tormentosa e quindi alla morte ignominiosa. Questo Cristo sulla croce chiede al Padre, non pietà ma giustizia. “Si parlerà del Signore alla generazione che viene;/ annunceranno la sua giustizia;/ al popolo che nascerà diranno:/ ‘Ecco l’opera del Signore?”(Salmo 22 31,32).
Gesù sulla croce aspetta che il Padre sigilli la nuova alleanza che lui ha annunziato e riscatti l’umanità dal peccato donandole la vita eterna vissuta in un Regno che non è più solo il Paradiso ma una realtà in cui sono assunti  anche i valori e le grandi opere di solidarietà vissute e realizzate dall’uomo nella storia, purificati e trasfigurati. Questo aspetta Gesù sulla croce ma sa anche perché il Padre ritarda, perché prende tempo. Perché il Padre vuole che l’uomo aderisca liberamente al nuovo patto senza essere violentato a farlo. E la manifestazione  del Figlio che scende dal Cielo circondato dagli angeli e che Gesù ha evocato dinnanzi a Natanaele, avrebbe l’effetto di privare l’uomo di ogni autonomia, di ogni libertà. E questo il Padre non può accettarlo perché vanificherebbe il progetto alla radice.
Quello che sortisce dal dramma della Croce è sotto i nostri occhi. Gesù risorge ma è un evento discreto, nel cuore della notte senza i cieli aperti e gli angeli che salgono e scendono intorno a lui. Gesù risorge e si fa strada fra le guardie addormentate che  si lasceranno pagare per dire che di notte sono venuti i discepoli a liberarlo. Gesù risorge e compare alla Maddalena  per prima e poi anche agli apostoli nel cenacolo. Ma sono sempre comparse discrete che hanno la funzione di convincere i discepoli della resurrezione, da renderli tanto convinti che andranno tutti incontro al martirio.
Un discorso a parte sono i vangeli dell’infanzia presenti in Matteo e Luca per i quali è impossibile sostenerne il valore storico visto le molte contraddizioni con i Vangeli ma anche fra di loro. Hanno invece un grande valore teologico perché sono coerenti con i Vangeli proprio dal punto di vista della “spogliazione totale”. Ed è proprio grazie a questi vangeli dell’infanzia che il Natale è il grande momento liturgico in cui il cristiano è chiamato a contemplare l’incarnazione del Verbo in Gesù per elevare l’uomo ad essere “simile a Dio”, ed a considerare il grande amore di Dio che accetta di svuotare se stesso per realizzare questo progetto. Il progetto di cui il bambino nella mangiatoia, posto al centro del Presepe, è  simbolo.

Calcio - Terza Categoria. Ludica Lipari prova l'allungo. Stromboli prova a ripartire. Malfa per non retrocedere all'ultimo posto

Impegno casalingo domani alle 11 per la Ludica Lipari che affronterà lo Sc. Sicilia una delle dirette concorrenti nella lotta ai play off.
Per la formazione allenata da Fabio Currò l'occasione per allungare in classifica sull'antagonista.
Cercherà, invece, il riscatto sul campo di Antillo la formazione dello Stromboli.
Il Malfa sarà impegnato sul campo del Carddi, ultimo in classifica

La Trainer School annuncia che dal 30 gennaio 2017 la quota associativa sarà di €. 40,00 mensili. 
Un'opportunità imperdibile per dare la possibilità a tutti, in questo particolare momento di crisi economica ,di non rinunciare alla cura del proprio corpo. 
Ed ancora:
Offerta quota associativa trimestrale €.100,00 

Offerta quota associativa semestrale €.180,00 
Offerta quota associativa annuale €.320,00
Juniores fino a 18 anni. €.30,00 mensili
L'iscrizione obbligatoria, valida per un anno, per tutti €.15.00.

La Palestra Trainer School è aperta dal lunedì venerdì dalle 8.30 alle 22.30 . Sabato dalle 9.30 alle 19.30.
La Palestra Trainer School 
è a Lipari in Via Franza - telefono 3381910322

A Lipari dal prossimo anno ritorna "L’Istruzione per gli adulti"

Si informa la comunità eoliana che con Decreto Assessoriale della Regione Sicilia n. 921, del 15.02.2017, avente per oggetto ‘Piano dimensionamento rete scolastica’ viene istituito presso l’I.C. ‘Lipari S.Lucia’ un punto di erogazione di servizio del C.P.I.A. (Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti), a partire dal prossimo anno scolastico 2017/18.
Il nuovo punto di erogazione del CPIA provinciale che si aprirà a Lipari a partire dal prossimo anno scolastico, riguarderà le seguenti attività didattiche:
Arricchire e rafforzare le competenze di base, alfabetizzazione funzionale e corsi di italiano L2;
Recuperare le competenze di base della scuola secondaria di I grado: percorsi di primo livello-primo periodo didattico;
Acquisire le competenze di base connesse all’assolvimento dell’obbligo scolastico: percorsi di primo livello-secondo periodo didattico,
Sviluppare l’integrazione, con la formazione professionale e la partecipazione ai corsi serali superiori: percorsi di secondo livello-primo, secondo, terzo periodo didattico;
Favorire l’acquisizione di nuove conoscenze culturali volte all’istruzione permanente, richieste dalla società contemporanea.
L’attività del punto di erogazione interesserà perciò tutti coloro che a vario titolo necessitano di completare e perfezionare il proprio percorso di studi di base.
Il punto di erogazione avrà sede presso la scuola S. Lucia, pur facendo capo amministrativamente alla direzione provinciale di Messina (via Università n. 2), avrà personale docente e collaboratore scolastico esclusivamente dedicato, e le lezioni si svolgeranno in orario pomeridiano, a partire dalle 15.00.
A breve saranno pubblicate informazioni più dettagliate in merito alle iscrizioni e alle composizioni dei corsi (che si prevedono essere in numero di quattro).
Questo risultato, che ha le caratteristiche di una importante e storica risorsa per la comunità eoliana, è il frutto di una serie di volontà che hanno immaginato questo territorio come sede ideale e necessaria per questa tipologia di servizi: la Dirigenza del CPIA della provincia di Messina, in grado di definire concretamente la mappa delle esigenze locali in rapporto all’esistente, l’Amministrazione Comunale, che ha appoggiato l’iniziativa fin dalle prime battute per tutte le parti di sua esclusiva competenza e non solo, e infine questa Istituzione scolastica che già nel recente passato aveva stipulato convenzioni di durata annuale con l’allora CTP di Milazzo (oggi confluito, come tutti i CTP della provincia, nel CPIA di Messina) organizzando corsi di alfabetizzazione e di preparazione agli esami di licenza, auspicando sempre con forza una dimensione più stabile e progettuale nei confronti dell’educazione per gli adulti, nel contesto di questa comunità.
Renato Candia (Dirigente Scolastico I.C. Lipari)

Depositare rami ed erbacce nei cassonetti può costar caro. Verbalizzato giardiniere a Canneto. A Sant'Anna prolifera l'albero dei rifiuti

Foto d'archivio
Erbacce, rami, sfalci di potature non possono essere smaltiti, come purtroppo sempre più spesso accade a Lipari, nei cassonetti dei rifiuti.
E quest'oggi a carico di un giardiniere, che aveva depositato un consistente quantitativo di tale materiale nei cassonetti di Canneto - San Vincenzo, è stato elevato dalla vigilessa Simona Grella, nel contesto del suo incarico di vigilare sui conferimenti, un verbale.
Sant'Anna. Ore 9 e 30 circa di stamane
Intanto, nonostante qualche verbale elevato nel passato, in via Sant'Anna c'è ancora chi non si arrende all'idea di dover depositare i rifiuti nei cassonetti. Ed ogni mattino lo "spettacolo" è quello immortalato a destra nella foto. E dire che per raggiungere i cassonetti ed essere un "cittadino civile" occorre fare qualche metro.
E' vero le cattive abitudini sono dure a morire ma non bisogna desistere

Dietro le quinte del Carnevale Eoliano. Studenti delle medie a "lezione teorico-pratica" con i carristi (Terzo di quattro gruppi di foto)

GdF Messina sequestra oltre 1500 prodotti contraffatti

La Guardia di Finanza di Messina, nel corso dell’attività istituzionale finalizzata alla prevenzione e repressione del fenomeno della contraffazione e al rispetto delle normative sul commercio e sulla sicurezza dei prodotti, ha sottoposto a sequestro, nei giorni scorsi, oltre millecinquecento articoli di vario genere, tra cui borse contraffatte, compact-disk e DVD illecitamente duplicati, accessori per telefonia e per abbigliamento recanti le griffe contraffatte di note marche nazionali ed internazionali (Chanel, Michael Kors, Louis Vuitton, Prada, O-bag, Wk) e altri prodotti privi dei requisiti minimi di sicurezza prescritti dal codice del consumo.
La merce era esposta su bancarelle improvvisate in pieno centro cittadino, precisamente lungo il viale San Martino, ed era destinata ad un’ampia platea di clienti. Una volta immessa sul mercato avrebbe potuto rendere circa quattromila euro. Dai controlli eseguiti dai finanzieri peloritani del locale Gruppo è emerso che alcuni prodotti erano privi di etichetta “CE”, requisito di sicurezza fondamentale per la tutela dell’incolumità dei consumatori.
L’attività condotta dalle Fiamme Gialle ha permesso di denunciare alla locale Procura della Repubblica tre persone per il reato di contraffazione, che prevede la pena della reclusione fino a due anni, e di segnalarne altri quattro amministrativamente, per aver esercitato il commercio ambulante senza licenza né altre autorizzazioni, per il quale è contemplata una multa fino a 20.000 euro.
Tutti i soggetti erano di nazionalità straniera, uno dei quali è risultato essere nella posizione giuridica di immigrato irregolare. Lo stesso è stato segnalato all’A.G. competente per violazione all’osservanza delle norme sugli stranieri.
L’attività eseguita dalla Fiamme Gialle testimonia il costante impegno profuso dal Corpo a presidio della legalità nel delicato campo della contraffazione e sicurezza prodotti, col duplice obiettivo di perseguire la vendita di articoli pericolosi ed evitare che il mercato venga condizionato e alterato da forme illegali di concorrenza.

Pescando" nell'archivio video di Eolienews:La via S. Lucia (prof. Carnevale) come un torrente in piena (video Marina Addamo) (Settembre 2012)

Centoventinovesima puntata

Frase del giorno


Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi e gli auguri del figlio Roberto Foti al padre

Buon Compleanno a Lucrezia Capuano, Marco Mazza, Alba Saltalamacchia,  Maria Tindara Mandarano, Massimo Lauricella, Davide Favaloro, Marina Rando, Silvia Benedetta Profilio, Robert Merlo, Michael Gualdi, Lucrezia Finocchiaro, Adelaide Orlando

Il figlio Roberto augura Buon Compleanno al padre Giacomo Foti detto Beniamino che oggi compie 86 anni

L'editoriale. Politica a Lipari: Grandi manovre in corso e fine settimana decisivo ai fini delle amministrative?

Tra domani e lunedì al massimo si potrebbe definire, se non del tutto, al 90% ,quello che sarà il quadro della competizione elettorale di primavera nel Comune di Lipari.
Restano, infatti, da "limare" gli ultimi dettagli ed il quadro, almeno per quanto concerne i candidati a sindaco, sarà chiaro.
Ma già da adesso, salvo colpi di scena, sempre possibili, possiamo affermare che per la poltrona di Piazza Mazzini correranno in due : l'uscente Marco Giorgianni e Francesco Rizzo.
Il gruppo "Identità Eoliana" non presenterà un proprio candidato a primo cittadino ma un tris (forse anche una quaterna) di aspiranti consiglieri comunali che confluiranno nella lista che supporterà Rizzo.
Il "vento" (questa volta non quello eoliano) dovrebbe portare "in dote" a Francesco anche altri due /tre aspiranti consiglieri di "marca vulcanara" e "pupilli" di un politico di quell'isola.
Non ci sarà un candidato sindaco del Movimento 5 stelle e, quindi, non ci sarà neanche la lista.
Fantasie giornalistiche...forse...ma anche no.
Come non è fantasia sostenere che le liste in appoggio dei due aspiranti sindaci hanno ben poche caselle vuote....certo se poi per strada si troverà...un candidato consigliere con un buon portafogli di voti...qualche nome, dato per certo adesso, dovrà saltare...giocoforza.
Ricordiamo che le liste dovranno essere composte da 16 nominativi : 10 uomini e 6 donne
E sono proprio le caselle delle donne quelle che ancora, in linea di massima, cercano una titolare. Un po meno per quanto riguarda Rizzo, un po di più per Giorgianni. 
Un ultimo dato. Degli attuali consiglieri comunali  in 9 o 10 (divisi tra le varie liste) cercheranno la riconferma. 
Degli assessori giorgianniani ne potrebbero scendere in campo 2, forse 3. 
Ci sarà qualche "figlio d'arte" e/o parente. Probabilmente anche qualche amico stretto di consigliere in carica.
Torneranno a chiedere il consenso almeno quattro/cinque tra ex amministratori e/o ex consiglieri comunali.
Fate un po di conti e...

Cagnolino abbandonato su una spiaggia. Salvato da pescatori

(ANSA) Un cagnolino è stato salvato da una imbarcazione di pescatori. Probabilmente era stato abbandonato in una delle spiagge vicino ai faraglioni raggiungibile solamente via mare. Non appena ha visto transitare l'imbarcazione, l'animale si è buttato in mare andandogli incontro. La scena è stata notata dai proprietari della barca che subito si sono avvicinati e lo hanno issato a bordo.
Al piccolo cane piuttosto provato è stato dato da bere e da mangiare e lui dalla gioia ha iniziato a scodinzolare a piu' non posso.
Appena giunti in porto è stato consegnato alla veterinaria Laura Gulotta, presidente dell'Enpa delle Eolie che lo ha visitato e lo ha trovato in buone condizioni. Il cane non ha microchip. E ora è in attesa di essere adottato.

Oggi è Sabato 18 Febbraio. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

SANTO DEL GIORNO:
Geltrude nacque a Bienno in Val Camonica (Brescia) il 18 gennaio 1847. Lo stesso giorno della nascita i genitori la portano al fonte battesimale della chiesa parrocchiale e le diedero il nome di Caterina.

Nell'infanzia, Caterina conobbe le gioie dell’innocenza e la spensieratezza dell’età. Il Signore, però, le fece sentire il desiderio di unirsi a Lui intimamente: la piccola era sovente trasportata da un forte bisogno di raccogliersi nella preghiera e nella meditazione. A chi le chiedeva che cosa facesse, rispondeva: “Penso”.
Da piccola, non resistendo più al pressante invito di Gesù, una mattina molto presto, avvolta nell'ampio scialle nero della mamma, andò nella vicina chiesa di Santa Maria e ricevette furtivamente la Prima Comunione. Caterina pregustò attimi di Cielo e giurò eterno amore con Gesù.
Giovinetta si fece apostola dell’Eucaristia: voleva portare Gesù Sacramentato su un'alta montagna, perché tutti lo potessero vedere e adorare.
Il suo motto: “Gesù amarti e farti amare” diventa il programma della sua vita. Attratta ad una vita più perfetta, nel 1862 lasciò la famiglia ed entrò nell'Istituto delle Figlie di Carità, fondato da S. Bartolomea Capitanio, a Lovere (Brescia). 
La Postulante si ammalò e venne dimessa dall'Istituto. Dopo la guarigione, a causa delle mutate condizioni finanziarie della famiglia, lasciò il paese e entrò, in qualità di domestica, dapprima nella casa del Prevosto di Chiari, Don G. B. Rota, il quale, qualche anno dopo, venne elevato alla sede episcopale di Lodi, e poi, nella casa paterna della Contessa Fè-Vitali. 
Nella Festa del Corpus Domini 1878, con il permesso del suo confessore, rese perpetuo il suo voto di verginità, emesso la mattina della Comunione furtiva.
Senza trascurare i suoi doveri di domestica, Caterina si fece educatrice dei bambini di S. Gervasio (Bergamo) e li guidò sulla via dell'onestà e delle virtù cristiane e sociali. Con la preghiera assidua, la mortificazione, un'intensa vita interiore e l’esercizio delle opere di misericordia, Caterina si preparò ad accogliere la volontà del Signore.
Scioltasi dai legami familiari in seguito alla morte dei genitori, la giovane cercò il modo di concretizzare il suo ideale eucaristico aprendo il suo cuore a Mons. Speranza, allora Vescovo di Bergamo, il quale si trova a Bienno, ospite dei conti Fé-Vitali. 
Sorretta dal nuovo Vescovo di Bergamo, Mons. Guindani, e dal suo “Padre e Superiore”, Don F. Spinelli, il 15 dicembre 1882, Caterina, insieme a due altre compagne, diede origine alla Congregazione delle Suore Sacramentine di Bergamo, con la prima ora di adorazione al SS. Sacramento.
Il 15 dicembre 1884, vestì l’abito religioso e prese il nome di Suor Geltrude del SS.mo Sacramento.
Dopo una bufera delle avversità, che mise a dura prova la tenera pianticella fu costretta a rifugiarsi a Lodi. Il Vescovo di Lodi, Mons. Rota, accolse paternamente quelle figlie, raccomandategli dal Vescovo di Bergamo e, con gesto magnanimo, procurò loro in Lavagna di Comazzo una casa che diventa provvisoriamente la Casa Madre dell’Istituto. L’opera di Dio fu finalmente compiuta!
La Fondatrice dette ormai tutte le garanzie di continuità per l’adorazione pubblica perpetua a Gesù Sacramentato, trasfuse nelle Suore il suo prezioso patrimonio spirituale, che fu spirito di preghiera, di sacrificio, di mortificazione, di obbedienza, di umiltà, di carità, soprattutto verso i poveri.
Morì il 18 febbraio 1903, la notizia in breve tempo si sparse a quanti la conoscevano, specie la gente umile e povera da lei prediletta, unanimemente la dichiararono santa. Il 9 agosto 1926 la salma venerata fu trasportata dal cimitero di Bergamo alla Casa Madre dell’Istituto da lei fondato, dove tuttora giace in apposita cappella, attigua alla chiesa dell’Adorazione. La Chiesa, esaudendo il desiderio di moltissime persone, il 18 febbraio 1928 aprì il processo diocesano sulla santità della vita di Madre Geltrude, sulle sue virtù e sui miracoli, e si concluse nel 1939.
Nello stesso anno, sotto il Pontificato di Pio XII, si apre il Processo Apostolico.
Il 26 aprile 1961, alla presenza del Santo Padre Giovanni XXIII, ha luogo la Congregazione generale, dopo la quale è data lettura del decreto sulla eroicità delle virtù praticate da Madre Geltrude, alla quale viene attribuito il titolo di Venerabile. Il primo ottobre 1989 viene proclamata beata da papa Giovanni Paolo II e il 26 febbraio 2009 è stata canonizzata da papa Benedetto XVI, che ne ha dato evidenza nella solenne cerimonia del 26 aprile 2009

venerdì 17 febbraio 2017

Dietro le quinte del Carnevale Eoliano. Studenti delle medie a "lezione teorico-pratica" con i carristi (Secondo di quattro gruppi di foto)

Le segnalazioni dei lettori. A Mendolita nascosto da rami giace da giorni uno scooter

In località Mendolita a Lipari, da qualche giorno, è "posteggiato", o meglio dire nascosto da rami, uno scooter di color giallo. 
Si trova - così come evidenziato da una nostra lettrice - in prossimità di dove stanno nascendo le case in cooperativa

Eletti in Australia Miss e Mister Eolie


La scuola e i carri allegorici (di Renato Candia)

COMUNICATO STAMPA
Conoscere il proprio territorio, le proprie tradizioni, i mestieri e le arti che li sanno (da sempre) valorizzare e, soprattutto, operare in sinergia con chi, queste stesse tradizioni, le mantengono, le promuovono e le sanno valorizzare.
Questo il significato dell’iniziativa che nella giornata di oggi, venerdì 17 febbraio, ha visto protagonisti gli alunni delle classi prime e seconde dell’Istituto comprensivo Lipari (S.Lucia, Canneto, Quattropani e Vulcano), ospitati dai maestri artigiani che stanno ultimando i carri mascherati che allieteranno il carnevale eoliano di quest’anno, accompagnati dai loro insegnanti e sapientemente supportati dal personale della Protezione Civile che ha garantito la massima sicurezza nel contesto del cantiere di lavoro dei carri.
I maestri artigiani hanno illustrato ai ragazzi il lungo e delicato lavoro che sottende il fascino e la meraviglia di queste vere e proprie opere d’arte, che durano, pur nella loro spettacolare bellezza, il breve spazio del carnevale.
Nell’occasione sono stati anche affettuosamente accolti dall’Amministrazione nella persona dell’assessore al turismo e spettacolo dott.ssa Ersilia Paino, che si è fatta attivo promotore dell’intera iniziativa.
La scuola ringrazia di cuore tutti, maestri artigiani, Protezione Civile, Assessore (il Dirigente aggiunge anche insegnanti e genitori, disponibili seppure nei tempi strettissimi di allestimento dell’attività), immaginando (e auspicando) che almeno qualcuno degli alunni presenti possa, domani, raccogliere il testimone e continuare con passione questo mestiere, per la felicità, la meraviglia e lo stupore dei grandi e dei piccoli della Lipari dei prossimi anni.
Renato Candia

Frase del giorno


Dietro le quinte del Carnevale Eoliano. Studenti delle medie a "lezione teorico-pratica" con i carristi (primo di quattro gruppi di foto)

Dietro le quinte del Carnevale Eoliano. Studenti delle medie a "lezione teorico-pratica" con i carristi

 Bella iniziativa dell'amministrazione comunale di Lipari (nello specifico dell'assessore Ersilia Pajno) di concerto con la scuola.
Stamattina, a partire dalle 10, gruppi di studenti della scuola media (provenienti anche dalle frazioni e da Vulcano) hanno avuto modo, non solo di visitare i capannoni dove si sta lavorando ai carri del Carnevale Eoliano 2017, ma anche di assistere a lezioni teorico-pratiche sull'allestimento dei carri, sulle modalità di realizzazione delle maschere, la pitturazione. Docenti d'eccezione alcuni carristi
Gli alunni, accompagnati da alcuni professori, si sono dimostrati entusiasti di tale iniziativa ed incuriositi hanno anche provato "a mettere in pratica" quanto a loro illustrato.
I carristi agli intervenuti hanno anche offerto un rinfresco anche con dolci tipici del Carnevale
Il tutto si è svolto nella massima tranquillità e sicurezza quest'ultima garantita dalla presenza dei volontari della squadra comunale di Protezione civile, coordinata da Bartolo Bonfante con il supporto del vice Cristian Ruggiero.
Vi proponiamo un video realizzato durante la fase teorico-pratica e a seguire, in altri post, tutta una serie di servizi fotografici, realizzati dai nostri collaboratori, durante l'evento.



Pescando" nell'archivio video di Eolienews: Alluvione sul Torrente Aurora di Canneto (di Pino Russo) (Settembre 2012)

Centoventottesima puntata

Accadde oggi... alle Eolie

17/02/2015
Mare invade la Marina Garibaldi (foto e video)
http://eolienews.blogspot.it/2015/02/in-diretta-da-liparile-foto-del-mare.html

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 17 Febbraio

Buon Compleanno ad Alessia Merlino,Giuseppe Lo Verde, Rossana Acquaro, Rossella Crivello, Francesco Fichera, Magda Ziino, Francesco Cataliotti, Francesca La Greca, Nicola Pandolfo, Luca Greco, Elio Lutri

A Lipari "Il Circo di Pinocchio"

Dopo il successo di Messina, sbarca a Lipari "il Circo di Pinocchio"!
Niente fili e marionette, un Vero SPETTACOLO capace di coinvolgere i più piccoli con trucchi di magia e colorate coreografie ma anche i più grandi con le vere acrobazie del circo.
Spettacolo che ha l'intento di portare un'ora di sana evasione, trasportando le emozioni di grandi e piccini nel magico mondo del circo.
Un classico, rivisitato in una chiave che non avete mai visto.


Oggi è venerdì 17 Febbraio. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

FOTO di AURORA BENINATI

IL SANTO DEL GIORNO
Vivevano in Firenze, all'inizio del secolo xm, sette illustri patrizi che alla nobiltà del sangue, univano una grande virtù; Bonfiglio Monaldi, Bonagiunta Manetti, Manetto dell'Antella, Amedeo degli Amedei, Uguccione degli Uguccioni, Sostegno dei Sostegni, Alessio dei Falconieri.
Ascritti alla congregazione cittadina di S. Maria Maggiore, nella festa dell'Assunta dell'anno 1233, in chiesa, furono rapiti in estasi ed ebbero una visione. Parve loro di vedere partire da un globo infocato sette raggi di vivida luce e penetrare in loro, ispirandoli a rinunciare alla vita del mondo e a ritirarsi per attendere unicamente al servizio di Dio. 

Finiti gli esercizi di pietà gli altri confratelli se ne uscirono di chiesa, essi però vi si fermarono. 
Si guardarono attoniti l'un l'altro e nessuno osava dire per primo la visione. Ruppe finalmente il silenzio Bonfiglio, raccontando quanto aveva visto e sentito, e gli altri rimasero sbalorditi nel sentirsi manifestare ognuno la propria visione. Conchiusero quindi di consacrarsi al servizio di Dio e, senza frapporre tempo, assestarono le proprie cose domestiche e si ritirarono in solitudine. 
Coll'approvazione e benedizione del Vescovo, andarono a Camarzia, nei pressi di Firenze e colà vestirono rozze lane, nascondendovi sotto il cilicio e una grossa cintura di ferro. Colla celebrazione della S. Messa di un sacerdote inviato dal Vescovo e colla S. Comunione, 
inaugurarono la nuova vita il di della Natività di Maria SS. 
Dovendo in seguito recarsi nuovamente a Firenze a chiedere al Vescovo quale regola dovevano abbracciare, al loro passaggio per le vie, i bimbi in fasce e i lattanti gridavano: — Ecco i servi di Maria, ecco i servi di Maria! 
A Camarzia la loro casa divenne meta di pellegrinaggi onde essi, per non essere disturbati, pregarono la SS. Vergine a indicare loro un luogo più solitario. E furono esauditi, poiché, apparendo loro, indicò il monte Senario. Ritiratisi su quelle alture scoscese ed impraticabili, dapprima abitarono nelle grotte scavate nel sasso dalla natura, quindi cominciarono a fabbricarsi delle capannucce di legno e più tardi una chiesa ed altri caseggiati migliori, cingendo poi il tutto di ima siepe. 
Il cardinale Goffredo Castiglione, legato pontificio per la Toscana, recatosi col Vescovo al monte, esortò quei solitari a mitigare la loro vita di penitenza e ad accogliere nella loro comunità quanti desideravano entrare. Fu così che d'allora cominciarono a moltiplicarsi i religiosi e i nuovi monasteri. 
Una visione determinò poi la regola da seguire. Apparve loro un giorno la SS. Vergine circondata da Angeli: alcuni di questi portavano simboli della passione di Gesù, altri un libro aperto con le regole di S. Agostino, altri abiti religiosi di color nero, altri infine una scritta: « Servi di Maria ». 
Così si può dire che la Madonna fu in modo sensibile e diretto la fondatrice della congregazione ed essi i cooperatori docili e fedeli. 



PRATICA. Dai sette Fondatori dobbiamo imparare la costanza nel seguire la vocazione alla quale Dio ci chiama a far la sua santa volontà. 
PREGHIERA. Signore Gesù Cristo, che per venerare i dolori della Santissima tua Madre, per mezzo dei sette santi Padri, hai fecondato la Chiesa d'una nuova famiglia di suoi servi, concedi propizio che noi ci associamo loro nel pianto, onde meritiamo di partecipare con essi ai gaudii. 

giovedì 16 febbraio 2017

Vento Eoliano ricorda a Giorgianni un’altra opportunità in scadenza: Il bando FEAMP su “Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca”



Al Sindaco del Comune di Lipari Rag. Marco Giorgianni
OGGETTO: Bando FEAMP di attuazione della misura 1.43 afferente: “Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca” .
Apprendendo con viva soddisfazione il percorso avviato dall’Amministrazione Comunale al fine di cogliere le opportunità finanziarie previste nel bando Feamp 2014-2020 , così come prontamente evidenziato dai sottoscritti con nota del 19.11.2016 prot. n. 27787 . Nota nella quale si sottolineava la portata ampia degli interventi finanziati e si significava la rilevanza che la partecipazione al succitato bando avrebbe rappresentato per la Marineria Eoliana, per la promozione del settore pesca ed attività complementari , che come ben sappiamo sta affrontando un periodo di profonda crisi economica.
Sarà nostra premura consultare il progetto di fattibilità tecnica ed economica approvato dalla Giunta Comunale .
Auspicando che questo sia soltanto l’inizio per l’impiego delle opportunità finanziarie previste dall ’Assessorato dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea della Regione Sicilia, si evidenzia che un ulteriore bando è in scadenza (31 marzo 2017), riguardante nello specifico la misura 1.41 “Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici” , che ha l’obiettivo di promuovere una pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa e competitiva, investimenti destinati essenzialmente alle attrezzature di bordo e alla sostituzione o l’ammodernamento di motori principali o ausiliari.
Cordialmente
Avv. Francesco Rizzo (Fondatore Movimento Vento Eoliano )
D.ssa Annarita Gugliotta (Cons. Com. “Vento Eoliano”)
Rag. Gianluca Giuffrè ( Cons. Com. “Vento Eoliano”)

Passa al Senato il Milleproroghe. Comuni isole minori potranno aumentare ticket di sbarco sino a 5 euro

Via libera dal Senato al Milleproroghe e, di conseguenza, all'aumento del ticket di sbarco nelle isole minori. Il provvedimento è stato approvato con 153 sì e 99 voti contrari.
I Comuni sono autorizzati ad aumentare il ticket sino a 2,50 euro. Ma in determinati periodi dell'anno (presumibilmente da Maggio a Settembre, così come d'altronde proposto dal sindaco Marco Giorgianni nel regolamento approvato dal consiglio comunale) si potrà arrivare sino a 5 euro
A Lipari pagheranno la tassa anche i turisti delle navi da crociera
Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Lipari che per tale tipologia di ticket (o tassa) si è sempre battuto sin dal suo insediamento.
Il gettito della tassa sarà destinato ad interventi mirati : raccolta dei rifiuti, salvaguardia ambientale, viabilità e polizia locale.
Il Milleproroghe dovrà passare ora al vaglio della Camera ma dovrebbe essere poco più di una formalità

Incidente a Canneto. 19 enne riporta frattura scomposta del femore. Trasferito a Messina

Incidente nel primo pomeriggio a Canneto tra un'auto ed un SH 150. Ad avere la peggio è stato il 19 enne cannetaro. M.M.,19 anni, che viaggiava a bordo del mezzo a due ruote
Soccorso dall'ambulanza del 118 è stato trasportato in ospedale. Qui i medici gli hanno riscontrato la frattura scomposta del femore.
Con l'elisoccorso è stato trasferito all'ospedale Papardo a Messina.
Sulla dinamica dell'incidente sono in corso le indagini delle forze dell'ordine. Sembrerebbe che il mezzo del giovane sia andato ad impattare contro un'auto che usciva da una zona di sosta.

Il "cuore" vince sempre!!!!

Grazie alla lettrice di Eolienews che stamane, non appena uscita dal negozio, ci ha consegnato il vestitino di Carnevale per la bimba di 8 anni per la quale avevamo fatto un appello.
Adesso anche se è Carnevale, "Babbo Natale - direttore di Eolienews" lo consegnerà.
Il <3  vince...sempre!!!!!

Lipari: Processione San Bartolomeo 13 /02/17 (Video montato con immagini di Giuseppe Rosario Villa)

Via libera dal Senato al Milleproroghe

Il Governo - come da noi anticipato -  ha blindato il decreto milleproroghe e incassa la fiducia del Senato sul maxiemendamento al decreto milleproroghe. Il provvedimento è stato approvato con 153 sì e 99 voti contrari. Il testo del dl passa all'esame della camera.
Nel testo vengono incorporate tutte le principali modifiche approvate dopo il passaggio in commissione Affari Costituzionali, come ha spiegato anche il ministro per i rapporti con il parlamento, Anna Finocchiaro, sottolineando che il maxiemendamento "recepisce sostanzialmente le modifiche poste dalla commissione".
Con il sì alla fiducia, il Senato ha approvato il provvedimento che passa all'esame della Camera. Il dl deve essere convertito in legge entro il 28 febbraio. Diversi i settori interessati dai 16 articoli del provvedimento

Domani a San Pietro il secondo incontro di "Sulla religione LIBERAMENTE"

Venerdì 17 febbraio alle 18,20 nella Chiesa di San Pietro ci sarà il secondo incontro del ciclo "Sulla religione LIBERAMENTE". Dopo il primo incontro in cui è stata tracciata una panoramica della storia della Salvezza, l'incontro di Venerdì cercherà di approfondire la figura di Gesù a partire dalla consapevolezza della propria divinità che è un tema molto controverso ed a proposito del quale conosceremo la posizione del Catechismo della Chiesa, quella di Pio XII nella Mistici Corporis, quella di Giovanni Paolo II, ed infine quella dei teologi della Kenosi (spogliazione) che partono dalla frase di Paolo nella lettera agli Efesini dove afferma che Gesù spogliò se stesso e divenne simile agli uomini.
Una attenzione particolare sarà dedicata ai vangeli dell'infanzia e si cercherà di chiarire il loro significato teologico. Così anche si cercherà di capire che cosa abbia voluto dire Gesù sulla croce con la recita del Salmo "Dio mio, Dio mio perché mi hai abbandonato" e se vi è stato veramente un abbandono ed in cosa è consistito.

Frase del giorno

INGV: appuntamento con la vulcano-sismologia a Stromboli- Faro del Mediterraneo





A cura di Filomena Fotia

Conferenze, escursioni didattiche e dibattiti scientifici al Workshop "25 years advancing volcano seismology in a wider volcanological context" dell’European Seismological Commission Working Group on Volcano Seismology (ESC) che si è tenuto a Stromboli. 
Al centro dell’incontro, organizzato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) in collaborazione con International Association of Seismology and Physics of the Earth’s Interior (IASPEI) e International Association of Volcanology and Chemistry of the Earth’s Interior (IAVCEI), la sismologia vulcanica e i metodi di monitoraggio. A coordinare i lavori, il team di ricercatori dell’INGV in collaborazione con l’University of Leeds e il Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura dell’Università di Udine (DPIA).
La vulcano-sismologia – spiega Francesca Pezzella nella newsletter INGV – nasce circa 150 anni fa grazie ai due scienziati italiani Luigi Palmieri e Giuseppe Mercalli.
Palmieri costruì un sismografo elettromagnetico, il primo a registrare tremore continuo prima dell’eruzione del Vesuvio nel 1861. Successivamente, nel 1907, Mercalli osservò delle increspature sulla superficie di un recipiente di Mercurio alcuni secondi prima di un’esplosione tipica a Stromboli. Da qui la nuova scoperta: il segnale sismico registrato su un vulcano è spesso precursore di un’eruzione. Gli sviluppi in sismometria e l’applicazione di metodi sismologici su vulcani, ispirarono i ricercatori a installare la loro strumentazione sui vulcani attivi del mondo. La sensibilità e l’easy handling del sismometro lo rendono strumento ideale per il monitoraggio dell’attività vulcanica.
“Una sette giorni”, spiega Thomas Braun, ricercatore dell’INGV e coordinatore insieme a Marisa Carapezza e Alessandro Gattuso, “dedicata alla sismologia vulcanica e ai metodi di monitoraggio, modellazione, classificazione e previsione basati su sismicità, deformazioni del suolo ed emissioni di gas. I lavori, a cui hanno preso parte 33 ricercatori provenienti da 14 paesi, sono stati scanditi da sessioni di approfondimento dedicate ai segnali sismici registrati sui vulcani non-europei di Cile, Giappone e West-Indies, ai sistemi di monitoraggio sismico a larga banda dei vulcani, e alla correlazione tra l’attività eruttiva e l’attività sismica dell’Islanda”.
Anche noto come il faro del Mediterraneo, lo Stromboli è uno dei vulcani più attivi al mondo. Attraverso le sue eruzioni stromboliane già i marinai greci si orientavano nella navigazione e, nel corso degli ultimi decenni innumerevoli progetti scientifici sono stati realizzati in questo laboratorio vulcanico naturale. 
“Per questa edizione che celebra il 25esimo anniversario del Working Group” prosegue Braun, “è stato scelto Stromboli perché da qui sono partite le radici del progetto. In occasione del convegno della European Seismological Commission (ESC) a Copenhagen, nel 1990, si creò un gruppo di ricercatori dedicato alla vulcano-sismologia, chiamato “Seismic phenomena associated with volcanic activity”. Grazie al salto tecnologico della strumentazione sismica di quel periodo, la nuova disponibilità dei primi sismometri portatili a larga banda (STS-2 e Guralp) con l’acquisizione digitale ad altissima dinamica (24 bit) si rendeva finalmente possibile la realizzazione di array sismici a larga banda per studiare la sorgente sismica dei vulcani. La persistente attività e la buona accessibilità di Stromboli lo rendeva il vulcano predestinato per qualsiasi progetto pilota. Per questo motivo uno dei primi convegni fu tenuto a Stromboli nel 1992, in concomitanza con vari esperimenti scientifici internazionali”.
Il Workshop, nasce per favorire lo sviluppo di discussioni produttive finalizzate alla realizzazione di progetti e pubblicazioni comuni. “La realizzazione dell’edizione giubileo del meeting annuale del gruppo ESC- Working Group on Volcano Seismology, conclude il ricercatore, “è stato un grande successo per vari motivi. A 25 anni dalla fondazione del gruppo, guardando sull’attività di ricerca dell’ultimo quarto secolo, si è potuto costatare che i progressi della vulcano-sismologia sono stati notevoli. Progetti sismologici in combinazione con misure multi-parametriche sono spesso stati sperimentati prima al field-laboratory Stromboli per poi essere estesi su altri vulcani. Seguendo la filosofia di alternare ogni anno le mete degli incontri tra un luogo europeo e un sito oltremare, le proposte per il meeting del 2017 sono La Réunion o le isole Vanuatu”.

(da meteoweb)


Problemi tecnici, sospesa corsa Eolie-Napoli

Comunicato Stampa
Milazzo, 16 Febbraio 2017
Problemi tecnici, sospesa corsa Eolie-Napoli
Siremar rende noto che la motonave “Laurana” per problemi tecnici ha sospeso la corsa delle 13,50 sulla tratta Eolie-Napoli.

Pescando" nell'archivio video di Eolienews: Canneto Boccetta: Catasta d'auto e pompieri al lavoro (di Silvia Sarpi) (Settembre 2012)

Centoventiseiesima puntata

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 16 Febbraio

Buon Compleanno a Graziano Di Maggio, Gaetano Marchese, Giovanna Mangano, Anna Pera, Maurizio Fonti, Francesco Giunta, Maria Mangano, Grazia Cappadona, Vanessa Milazzo

L'insediamento di Mons. Accolla a Lipari....attraverso le foto del nostro collaboratore Bartolo Ruggiero (Quinto di 5 gruppi di foto)




Milleproroghe. Slitta ad oggi l'approvazione in Senato

Il maxiemendamento del governo al decreto Milleproroghe ancora non arriva e l'esame in Aula al Senato slitta a oggi 
Alla presidenza di Palazzo Madama non è ancora pervenuto il maxiemendamento, che sarebbe al vaglio della Ragioneria generale dello Stato. 
Il presidente Pietro Grasso ieri sera ha quindi chiuso la seduta e l'ha rinviata a stamattina alle 9.30. Sul testo il Governo ha già preannunciato la richiesta di fiducia. -
Ricordiamo che nel Milleproroghe è stato inserito l'emendamento che consenta l'innalzamento della tassa di sbarco

Oggi è il 16 Febbraio. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

Foto: Antonio Iacullo

Santo del Giorno: 

Santa Giuliana, quella che spaventò il demonio. Le storie, o meglio le leggende, delle Sante martiri dei primi secoli del Cristianesimo sembrano, a prima vista, tutte simili. Hanno invece sfumature sapienti e diversità di significato, o almeno di poesia. Sant'Agata e Sant'Agnese, per esempio, furono come angioli purissimi che l'amore dello Sposo mistico conservò attraverso le insidie della passione.

Santa Giuliana, invece aveva accettato di andare sposa ad Eulogio, prefetto pagano della sua città, Nicomedia in Bitinia. Dopo le nozze, però, si rifiutò fermamente all'amplesso dello sposo idolatra. Per comprendere meglio il suo gesto, bisogna pensare che in quell'epoca le fanciulle erano maritate giovanissime, e spesso non era neppure richiesto il loro consenso. Il matrimonio cioè era combinato dai parenti, ai quali era difficile rifiutare un partito influente, come era in questo caso il prefetto di Nicomedia. Giuliana, Santa ubbidiente, accettò lo sposo impostole.

Fu poi Santa amorosa, di amore sovrumano, quando mise il suo corpo come premio alla conversione dello sposo pagano. Ma lo sposo, superficiale innamorato, temeva troppo la potenza dell'Imperatore. Rifiutò di convertirsi; anzi, spaventato dall'idea di una moglie cristiana, si valse della sua autorità di prefetto e comandò che fosse torturata, perché apostatasse, cioè rinnegasse la sua fede.
Giuliana fu così finalmente Santa eroica, nei tormenti sostenuti per la fede. Ed eroica nel suo disperato tentativo amoroso di aprire alla luce l'anima dello sposo terreno.
Quella del demonio è poi una storia a sé, inserita con devota fantasia nella sua leggenda.
Si narra infatti che il tentatore le apparve in carcere, sotto forma di Angiolo, esortandola a sacrificare agli dei e a por fine ai suoi lunghi tormenti. Con l'ausilio della preghiera, Giuliana riconobbe però il demonio, e « allora - narra la Leggenda - gli legò le mani di dietro, e gittandolo in terra si 'l batté durissimamente con la catena con la quale era legata, e 'l diavolo sì la pregava: Madonna Giuliana, abbi misericordia di me" ».Andò al supplizio traendosi dietro il demonio in catene che supplicava: « Madonna mia Giuliana, non fare ischernie di me, ch'io non potrò, da qui innanzi, avere valore contro altrui ».
Una storia ingenua, una delicata leggenda, che ci rappresenta, con parole di favola, quanto grande fosse la virtù di Santa Giuliana, fanciulla di Nicomedia, decapitata verso il 305, ai tempi della persecuzione di Diocleziano.

mercoledì 15 febbraio 2017

Portualità di Ginostra e Stromboli. L'interrogazione di Giuffrè e Gugliotta nell'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud

L'articolo è leggibile cliccandoci sopra

Come eravamo: Roby Paino e Salvatore Sarpi (Dj all'Eolo)


Tanti anni e tanti chili fa

Disservizi postali. Dettagliato reclamo del dottor Giuseppe Subba all'a.d. di Poste Italiane


DIST.MO DOTT.
FRANCESCO CAIO
AMMINISTRATORE DELEGATO E DIRETTORE GENERALE
POSTE ITALIANE SPA
e, p.c.:
ONOREVOLE
DOTT. CARLO CALENDA
MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DIST.MA DOTTORESSA
LUISA TODINI
PRESIDENTE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
POSTE ITALIANE SPA

DIST.MO DOTT.
PAOLO BRUSCHI
VICEDIRETTORE GENERALE E RESPONSABILE RISORSE UMANE
POSTE ITALIANE SPA

DIST. MO DOTT.
ANGELO MARCELLO CARDANI
PRESIDENTE AUTORITA’ PER  LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI
DIREZIONE SERVIZI POSTALI

Oggetto: reclamo su disservizi postali.
Sono un cliente della società che rappresenta. Oltre a fruire dei normali servizi intrattengo rapporti finanziari.
La scelta di Poste Italiane deriva, principalmente, dal fatto che gli uffici operanti nell’isola di Lipari sono dotati di personale competente, accogliente, educato e diligente.
Da un certo tempo, il servizio base detto “Servizio Universale” (recapito della corrispondenza ordinaria, pacchi, raccomandate ecc.) registra notevoli ritardi o mancati recapiti che provocano disagi e danni ai destinatari.
Infatti, tra l’altro, le fatture relative a utenze (luce, acqua, telefoni, abbonamenti speciali TV ecc. ) vengono consegnate a termine scaduto.
Tale anomala e insopportabile situazione danneggia gli utenti, costretti a corrispondere sanzioni, subire riduzioni o interruzioni dei servizi. Ma crea problemi anche ai gestori costretti a riscuotere, con ritardo, i corrispettivi delle prestazioni.
Fino a qualche mese addietro il servizio recapito veniva gestito con ammirevole puntualità, ora invece è crollato violando la normativa di settore e la carta della qualità dei servizi gestiti dalla società Poste Italiane.
Ho appreso che i ritardi o mancate consegne scaturiscono dalla sensibile riduzione (pare per impiego ad altra città) dei portalettere nelle sette isole Eolie. Lipari in particolare.
Tale criticabile decisione consente a “Poste Italiane S.p.A.” di ottenere un’esigua riduzione di costi ma ha provocato e sta provocando disastri di ogni genere agli abitanti 
e ai titolari di attività economiche che vivono e operano nell’arcipelago, già, duramente, provati dalle difficoltà connesse all’insularità.
Non conosco il numero esatto dei portalettere in organico nelle Eolie. Ma deve essere, assolutamente, insufficiente a fronteggiare la notevole mole di lavoro quotidiano.
L’isola più colpita è Lipari (kmq 37,3) perché il servizio recapito deve essere effettuato, oltre che nel centro storico, anche nelle 4 frazioni (Canneto, Acquacalda, Pianoconte e Quattropani) e nelle numerose borgate, che distano diversi chilometri dall’ufficio postale, che smista la corrispondenza in arrivo.
La disfunzione segnalata con la presente, che a mio parere configura un’interruzione di pubblico servizio, oltre a creare disagi e danni per i destinatari sfregia, fortemente, l’immagine della società che rappresenta e attenua il circuito di fiducia tra utenti e Poste.
Il sig. Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, cui la presente viene rimessa in copia, è pregato di avviare un’indagine per accertare la responsabilità del funzionario di Poste Italiane che ha messo in crisi l’importante servizio.
Nella speranza che Ella adotti, con la massima urgenza, i provvedimenti volti a garantire, su tutto il territorio delle Isole Eolie, servizi di qualità specifica, nel settore recapito, ringrazio e porgo cordiali saluti.
Lipari, 15/02/2017.

Ampliato "raggio d'azione" del consulente Sidoti

Il sindaco di Lipari Marco Giorgianni ha "ampliato" il raggio d'azione di Angelo Sidoti, consulente volontario esterno a titolo gratuito. Non si occuperà soltanto della riqualificazione dell’area pomicifera ma del recupero di tutte le iniziative imprenditoriali dismesse. 
Tra queste le cave di Caolino e le terme di San Calogero

Grazie!

Grazie al cuore e alla generosità dei nostri lettori sono riuscito nel giro di un paio d'ore a concretizzare il desiderio di una bambina di otto anni, ovvero avere un vestitino di Carnevale usato (in buone condizioni).
Ho ricevuto due disponibilità (per le quali ringrazio le gentili signore) ma c'è di più. Una signora ha dato la disponibilità a donare un vestitino nuovo di Carnevale alla bimba e, compatibilmente con la disponibilità dei negozi, del personaggio preferito dalla bimba.
Grazie, davvero grazie di
Sono orgogliosi di questa signora (così come delle altre che si erano rese disponibili) ma più in generale di come rispondono i lettori di Eolienews ai nostri appelli.
Credetemi io amo il mio lavoro...ma sono momenti come questo che me lo rendono unico, orgoglioso di farlo!!!!

Convocata Assemblea Avis Lipari

Febbraio. Un pomeriggio di dolce tepore a contatto con la natura a Pollara (Salina). Video di Francesca Falconieri

L'insediamento di Mons. Accolla a Lipari....attraverso le foto del nostro collaboratore Bartolo Ruggiero (Quarto di 5 gruppi di foto)

Dall'arrivo all'ingresso in Cattedrale