Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 4 marzo 2017

Cercasi monolocale a Lipari centro, per stagione estiva ( giugno-ottobre). A prezzo accessibile. Trattasi di residente. Contatto 3396316120

Lipari porto. Parla Giorgianni

Lipari porto. Martedì alle 16 conferenza stampa del sindaco Marco Giorgianni. Si terrà al palazzo comunale

"Strade" a pezzi : Buco sull'asfalto della via Carnevale, basole ballerine sulla via Umberto

Una lettrice ci segnala, con tanto di foto, questo "buco" sull'asfalto sulla parte iniziale della via Carnevale di Lipari (in prossimità di casa Lo Cascio). 
A guardare la foto sembra essere limitrofo al telaio di un tombino "coperto" e ci dicono sembra la "parte iniziale" di un consistente vuoto sotto la sede stradale.
Auspichiamo un intervento che scongiuri eventuali pericoli (non una semplice "manicolata" di cemento).
Ci viene segnalato ancora il pericolo, oltre che il rumore, costituito dalle basole "ballerine" di via Umberto I°. Alcune di queste sarebbero, in parte, sollevate dalla sede stradale.

Porta aperta...non alla Renault ma al Centro per l'impiego di Lipari. Dimenticanza? No, il Comune proprietario dell'edificio non ha i soldi per aggiustarla

Abbiamo parafrasato nel titolo quello che era lo spot della nota marca automobilistica ma la problematica che evidenziamo è tutt'altro che pubblicitaria....anzi...forse lo è...ma in modo negativo.
Da diversi giorni, anche durante le ore di chiusura (le foto sono state scattate stamane) la porta che immette all'interno del Centro per l'impiego di Lipari resta aperta al 50%. 
Dimenticanza degli impiegati? Decisamente no. 
La spiegazione è più semplice...e nello stesso tempo...incredibile. 
La porta si è rotta e, nonostante le sollecitazioni al Comune di Lipari, che è il proprietario dello stabile non si riesce a sistemarla/aggiustare. 😢😢
Sembrerebbe sia stato detto che non ci sono soldini per l'intervento.
Possibile? O forse, in previsione della stagione estiva, mantenendo la porta aperta, si vuole risparmiare sul condizionamento?

Gal “Tirreno Eolie”, Torregrotta al posto di Villafranca

(da anni60news) Riunione ieri a Milazzo del Consiglio di Amministrazione del Gal “Tirreno Eolie” presieduto dal Sindaco di Lipari Marco Giorgianni.
Tra i punti salienti della seduta la sostituzione del consigliere Matteo De Marco, sindaco di Villafranca, in quanto il suo Comune è stato escluso dal Gal.
Al suo posto il nuovo componente sarà il Sindaco di Torregrotta, Corrado Ximone.
Approvato anche il nuovo Piano di Azione locale sulla base della rimodulazione disposta dall’assessorato regionale all’Agricoltura e conseguentemente dei vari schemi di bando per la selezione del personale che dovrà far parte dell’Ufficio Piano.

Cantori Popolari festeggiano 40anni di attività. Torna per l'occasione Folkmare

I Cantori Popolari delle Eolie festeggiano il 40° anno di attività e per l'occasione torna Folkmare, una manifestazione che, negli anni 90, grazie ai Paesi presenti e agli infaticabili Cantori, ha contribuito a far conoscere ancora di più le Eolie in Europa.
All'edizione 2017, in programma a Lipari dal 21 al 24 Aprile, dovrebbero prendere parte, oltre ai "padroni di casa", altri 4/5 gruppi folclorici.
E' prevista una spesa di 25 mila euro. Sarà coperta con i proventi della tassa di sbarco
La manifestazione è stata presentata stamane nel palazzo comunale.

In cammino verso la Pasqua (a cura di Padre Antonino Costa). Riflessione del 4 Marzo

Questo non è decisamente il tempo in cui esibire atteggiamenti strani, azioni plateali,penitenze eroiche:
tu, Gesù, ci metti in guardia dalla tentazione di cercare l'ammirazione, la stima, il consenso degli altri con i nostri gesti quaresimali.
No, ciò che conta veramente agli occhi di Dio, il Padre, è ciò che accade nel profondo del cuore e genera un cambiamento orientato dalla tua Parola ed espresso nelle scelte della vita quotidiana.
Tu ci chiedi di avere un cuore compassionevole, che si lascia intenerire dalle sofferenze del prossimo e non respinge le sue in vocazioni di aiuto, un cuore disposto a metter mano al portafoglio,
ma in modo discreto, senza umiliare, né fare chiasso.
Tu ci domandi di avere un cuore desideroso di incontrare Dio, di intendere la sua voce,di rispondere al suo amore con l'amore.
Tu ci inviti ad avere un cuore disposto a liberarsi dal male e a sentire fame e sete di Dio.
In questo tempo di Quaresima tu ci chiedi, Gesù, di riscoprire ciò che è essenziale per la nostra vita.
Tu ci inviti a guarire da quell’ egoismo e da quella durezza che paralizzano il nostro cuore e le nostre mani e ci condannano ad un’esistenza senza la luce della bontà, senza il calore dei gesti fraterni.
Tu ci domandi di ritrovare un rapporto autentico con Dio e, quindi, di liberarci dagli idoli, dalle illusioni che coltivano, dalle proposte seducenti che offrono per aprire il nostro cuore alla Parola che sola può rivelarci il volto del Padre e cambiare la nostra vita.
Tu ci chiedi di liberarci da tanti bisogni effimeri, da tanti capricci senza senso, per avvertire la fame di ciò che può nutrire la nostra esistenza.
Così ci guidi per i sentieri di una libertà sconosciuta, di una sobrietà solidale, di una misericordia senza limiti.
Per queste vie tu ci fai conoscere la dignità autentica che ci portiamo dentro, noi che portiamo il sigillo indelebile della tua grandezza e del tuo amore.

Auguri a Ryan Murabito per il 3° Compleanno

Compie oggi 3 anni Ryan Murabito.
"A te che sei la gioia dei nostri giorni, tanti auguri e tanti bacini nel giorno del tuo terzo compleanno"
Papà Gaetano e Mamma Francesca"

Paesaggio terrazzato delle Isole Eolie. Vota il progetto

Il progetto "Il Paesaggio terrazzato delle Isole Eolie" presentato all'edizione 2017 del concorso di Aviva community fund "Insieme per il Territorio" è online per le votazioni.
Un attività di divulgazione di buone pratiche mai realizzata nel territorio Eoliano. L’Arcipelago è stato inserito nelle lista del Patrimonio Mondiale UNESCO nel 2000 per il particolare tipo di vulcanismo ma anche i terrazzamenti rappresentano una caratteristica peculiare del paesaggio culturale delle 7 isole e, sin dalla preistoria, sono il risultato dell’incontro tra i caratteri naturali del territorio e la necessità dell’uomo di produrre utilizzando le risorse disponibili.
Il recupero e la tutela dei muri a secco e dei terrazzamenti delle Isole Eolie è profondamente legato al recupero e alla promozione della conoscenza legata alla tecnica costruttiva.
La figura del mastro costruttore di pietra a secco è molto spesso sottovalutata e la sua conoscenza rischia di scomparire se non tramandata.
Se ami le Isole Eolie, collegati al sito attraverso il link e vota il progetto "Il Paesaggio Terrazzato delle Isole Eolie.
E' possibile dare fino a 10 voti ciascuno.
https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/16-520

"San Bartolo dei contadini"...le radici e la Santa Messa nella chiesetta al Monte (di Don Giuseppe Mirabito)

La Festa del “5 marzo”, comunemente indicata come “San Bartolo dei Contadini”, è particolarmente legata alla piccola Chiesetta di Monte Gallina. 
E’ stato il vescovo del tempo, S.E.R. Mons. Carlo Maria Lenzi, a volerlo nel 1824, a seguito di un fortissimo terremoto accaduto il 5 marzo 1823. La scossa principale (intensitá massima pari al X grado MCS) si verificò nel tardo pomeriggio del 5 marzo e fu preceduta da alcuni eventi precursori di minore intensitá registrati a metá del precedente mese di febbraio. L’area maggiormente colpita comprende il tratto di costa tra Capo d’Orlando e Capo Calavá e, nell’entroterra, i centri abitati di Patti e di Naso. Gravi danni furono registrati a Palermo: molti edifici crollarono, 19 i morti e 25 i feriti. 
Fu il 5 marzo 1824 celebrata per la prima volta. Egli ne affidò la cura ai fedeli di quella contrada. 
La Santa Messa nella piccola chiesetta sarà celebrata Sabato, 4 marzo 2017, alle 16,30.

I nostri auguri ai festeggiati di oggi

Buon Compleanno a Marco Malpieri, Giancarlo Puleo, Grazia Alessandro, Santa Lo Piccolo, Giovanna Sgroi, Simona Lo Presti, Bartolo Portelli, Antonella Scolaro

Frase del giorno

Carnevale Eoliano 2017 (Serata finale) Quinta parte (foto: Silvia Sarpi)

"Un tappeto di fragole" nell'Orto didattico di Filicudi

Comunicato Stampa:
Continua l'attività didattica della Comunità "Filicudi Isola Slow", in collaborazione con le insegnati e la Dirigenza Scolastica "Lipari 1", nel progetto degli "Orti didattici della Condotta Isole Slow Siciliane".
Gli alunni della piccola scuola di Filicudi, la meravigliosa "Paradisola" dell'arcipelago Eoliano, hanno proseguito il loro percorso formativo, per arricchire la loro "cultura della coltura".
Il progetto educativo, al suo secondo anno di attività, è riuscito nell'obbiettivo di instillare nei piccoli isolani, che rappresentano il futuro dell'isola, curiosità e passione per l'intero processo produttivo degli ortaggi più comuni, nel rispetto della stagionalità, con il valore aggiunto dell'auto-produzione a km. zero, ancor più importante in un territorio insulare soggetto, troppo spesso, ad isolamento a causa dell'interruzione dei collegamenti marittimi.
La possibilità di avere un orto domestico, un orto di prossimità, un orto comune, iniziando da un orto didattico, è di sicuro valore per coloro che, crescendo, si spera che decidano di non lasciare la loro splendida isola, mantenendo quella "Resiliènza" che li caratterizza come piccola Comunità insulare, che non risulta eccessivamente contaminata dalle illogiche di mercato che hanno invaso le nostre città, conservando identità e tradizione.
Il progetto, per il suo valore etico e per l'impegno profuso dalla Referente di Comunità - Daniela Tagliasacchi, in collaborazione con i tanti "soci attivi" dell'isola, è stato motivo d'interesse da parte del Fondo di Preservazione delle Isole Eolie (AIPF) di Londra, organismo che si interessa di tanti progetti legati al sociale ed all'ambiente per l'arcipelago, con finalità di sviluppo per lo stesso, che ne ha finanziato la realizzazione, con l'obbiettivo ambizioso di un orto in ogni isola.
L'intervento del Presidente Regionale di Slow Food Sicilia - Saro Gugliotta - della rappresentante dell'Aeolian Islands Preservation Fund - Federica Tesoriero, hanno reso ancor più importante l'incontro, con un visibile moto di orgoglio dei piccoli agricoltori, che hanno voluto mettere in mostra "sul campo" ciò che hanno fino ad oggi imparato.
Alla presenza del Fiduciario e del Segretario di Condotta - Salvatore d'Amico e Marco Miuccio, è stato presentato il responsabile tecnico di progetto, Biagio Rantuccio, imprenditore agricolo mamertino, che ha sposato questa nobile causa, mettendo a disposizione tutto il know how acquisito negli anni.
Tra i diversi ortaggi che sono stati messi a dimora, è stato realizzato un "tappeto di fragole", spiegando agli attenti alunni, tra le altre cose, la tecnica della "pacciamatùra", invitandoli a "sporcarsi le mani" piantando una talea!
I progetti educativi della Condotta, che prendono spunto dalle tante iniziative nazionali di Slow Food Italia, continueranno in futuro, sottolineando ed individuando chiaramente il trend verso il quale tende lo sviluppo di un associazionismo e di attività che basano la loro esclusività nell'essere inclusivi.
Per tutti i volontari della Condotta Isole Slow Siciliane, che non si limita all'arcipelago eoliano, ma vede tra le sue associate anche le Comunità di altre isole minori della Sicilia, con crescita continua e costante, la soddisfazione di sbattere forte contro il sorriso di chi gioisce di una nuova scoperta, lo stupore negli occhi di coloro che avevano condiviso l'entusiasmo di un progetto solo attraverso immagini e parole, respirando aria pulita, vittime dolci di una "contaminazione inversa" che solo l'isola sa dare.
"La Sicilia verrà salvata da un esercito di bravi maestri elementari" (Cit. Paolo Borsellino)

Foto 1: Il gruppo di lavoro ed i bambini della scuola di Filicudi;
Foto.2: Biagio Rantuccio e le piccole alunne della scuola di Filicudi;
Foto 3 : La Dott.ssa Federica Tesoriero dell'A.I.P.F. di Londra con le bimbe della materna

Oggi è Sabato 4 Marzo. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

Da Canneto vista su Panarea e Stromboli (Foto Roberto Greco)

IL SANTO DEL GIORNO

Fra i numerosi santi morti nel fiore della giovinezza, c'è da annoverare Casimiro, figlio di Casimiro III, re di Polonia. 

Nacque questo Santo il 5 ottobre dell'anno 1458, e ricevette dall'ottima madre un'educazione veramente santa. Affidato più tardi alle cure del pio e dotto canonico Dugloss, fece tale progresso negli studi e nella via della santità, da suscitare meraviglia nello stesso maestro. Vestì sempre dimessamente ed ebbe quasi orrore per il lusso; un rozzo cilicio gli martoriava le membra e la sua mente era continuamente fissa nel mistero della passione di Gesù Cristo. Il santo Sacrificio della Messa a cui assisteva ogni giorno e la devozione a Maria furono la sua delizia. 

In uno sfogo d'amore verso questa cara Madre compose un inno che recitò ogni giorno fino alla morte e che volle con sè anche nel sepolcro. La notte era per questo santo il tempo dell'orazione, e il breve riposo che concedeva al suo corpo sovente era preso sul nudo pavimento.
Richiesto come re dal popolo ungherese. solo costretto dall'autorità paterna si risolvette ad accettare. Ma prima ancor di giungere alla frontiera avendo avuto notizia della conciliazione avvenuta tra il popolo e l'antica dinastia, immediatamente rifiutò di procedere oltre. Fatto ritorno alla reggia paterna e ottenuto il permesso di ritirarsi dalla corte, incominciò una vita di immolazione continua, unita intimamente a Dio ed occupata in cose spirituali. 
Dodici anni durò questo tenore di vita. 
Colpito dall'etisia, il suo volto divenne sempre più pallido, ma non perse mai quell'aspetto angelico e serafico che Io distingueva. Fino all'ultimo fu ilare ed affabile. Conosciuto per rivelazione il giorno della sua morte, vi si preparò con grande fervore, e ricevuti i Ss. Sacramenti con vivo trasporto di spirito, morì nel Signore a Vilna, città principale della Lituania.
La sua salma venne sepolta nella chiesa di S. Stanislao con pompa e onori principeschi. 
La sua tomba fu méta di continui e devoti pellegrinaggi, e fonte inesauribile di grazie e benedizioni. 
Centovent'anni dopo la sua morte si volle rimuoverne i resti mortali per esporli alla venerazione dei fedeli, ma oh, meraviglia! quel corpo vergine che non aveva conosciuto il peccato, fu trovato incorrotto e intatto nelle vesti principesche in cui era stato avvolto. S. Casimiro fu canonizzato da Papa Leone X nel 1521, e il popolo polacco lo volle suo protettore. 
PRATICA. Impariamo da questo Santo l'amore alla purezza. 
PREGHIERA. O glorioso Casimiro, vi preghiamo che dall'alto del cielo vi prendiate cura di noi miseri mortali, difendendoci, proteggendoci, aiutandoci. 

venerdì 3 marzo 2017

Pensioni e parlamentari (di Luca Chiofalo)

Sembra che tutti i partiti lavorino per favorire l'ascesa del Movimento 5 stelle. Da destra a sinistra, divisioni, lotte intestine e arroccamento su posizioni di rendita invise all'opinione pubblica. L'ultima polemica sull'abolizione delle pensioni dei parlamentari è un esempio. Esiste qualcuno di conclamata credibilità in grado di spiegare alle persone comuni che la battaglia da fare è quella di qualificare il corpo politico e non di svilirne la funzione? I costituenti previdero garanzie e tutele (compresa una gestione separata della previdenza) per i parlamentari perché il ruolo è 'alto' e 'sensibile'. Avere eletto per decenni molti incapaci traffichini, i danni dei quali paghiamo oggi, non può comunque portare alla soluzione rabbiosa di rendere deputati e senatori (che sono in democrazia rappresentanti e custodi della stessa) semplici impiegati a salario minimo. Ci farebbe risparmiare qualcosa ma abbasserebbe ulteriormente il livello della classe politica. Si aboliscano i privilegi ingiusti e non in sintonia col momento che attraversiamo, ma si smetta con questo attacco scellerato ad ogni istituzione e potere legittimamente costituito. In ogni caso, la proposta grillina di modificare le pensioni dei parlamentari toccherebbe solo gli attuali, con un risparmio ed un'efficacia marginali. Demagogia pura.
Luca Chiofalo

Sospesa corsa Milazzo-Eolie-Napoli di lunedì prossimo. Il comunicato

Comunicato Stampa
Milazzo, 3 marzo 2017 
Sospesa corsa Milazzo-Eolie-Napoli

Siremar rende noto che la motonave “Laurana” per problemi tecnici in via di rapida risoluzione non effettuerà la corsa prevista per lunedì alle 13,50 sulla tratta Milazzo-Eolie-Napoli.


Le foto spettacolari dell'Etna in eruzione

In cammino verso la Pasqua (di Padre Antonino Costa) : Primo Venerdì di Quaresima (riflessione del 3 Marzo)

Pietà di me, o Dio secondo la tua misericordia; nel tuo grande amore cancella il mio peccato».
Pietà per i bimbi non nati, pietà per gli amori traditi, pietà per chi non spera, pietà per chi non ama.
Pietà di noi, o Dio! Pietà per i corpi venduti, pietà per i corpi distrutti, pietà per l'odio e la guerra, pietà per carnefici e vittime.
Pietà di noi, o Dio! Pietà per chi non ha fede, pietà per noi che abbiamo poca fede, pietà per tutti, Signore, pietà, pietà!
La Tua misericordia, o Dio, discenda qual brina soave sul mondo bruciato dall'odio, sull'uomo deluso, sconfitto.
Qual luce nel buio dei cuori, la tua eterna Parola indichi a coloro che sperano i sentieri della pace.
Lo Spirito del Tuo Cristo torni a librarsi per sempre nel cielo di un'umanità salvata dal tuo amore.
Pietà di noi, Signore!
Padre della Misericordia, grande è il nostro peccato ma immenso è il Tuo Amore per noi!
Nella sobrietà e nella solennità di questa Quaresima, ci inviti a riscoprire la bellezza delle origini, della Pasqua del Tuo Figlio, che ci aperto la via della salvezza.
Tanti sono i messaggi che dalla Tua Parola
che in questo accoglieremo; tutti ci invitano a lasciarci alle spalle il peccato, tutto ciò che ha mortificato e annullato la Tua bellezza in noi, tutto ciò che ha cancellato il Tuo Amore
nel nostro rapporto con Te, con i fratelli, con tutti i fratelli e, persino, con noi stessi.
Fa’ che sappiamo accogliere davvero, senza più alcuna esitazione, il Tuo invito alla conversione;
le ceneri, che sono state poste sul nostro capo, mercoledì scorso, siano il segno del nostro impegno concreto a vincere il male che ci circonda con la potenza del Tuo Amore.
Distruggi la nostra ipocrisia, scuotici dalle nostre sordità;
aumenta la nostra fede, dona forza alla speranza, rinsalda la carità, vinci con la Tua Misericordia i nostri effimeri desideri di potere e di successo, guarisci dalle piaghe della droga, del sesso e dell’alcool i giovani che cercano la felicità, ma trovano solo dei paradisi artificiali che presto svaniscono nel nulla e annullano le loro stesse vite.
L’elemosina, la preghiera, il digiuno da tutto ciò che sfigura
la veste del nostro Battesimo aiutino a guarire la nostra società, la nostra gente, le nostre città, i nostri quartieri, le nostre famiglie da ogni male che vi alberga, perché tutti insieme, con il cuore purificato, camminiamo verso la Pasqua del Tuo Figlio, epifania del Tuo supremo atto di Amore.
Il tuo Spirito ci guidi a Te, eterno Amore, Vita senza fine, Luce senz’alba né tramonto, Gioia inesauribile, per gustare la gioia della salvezza che Tu ci ottieni nell’offerta del Tuo Cristo.
Padre della Misericordia, grande è il nostro peccato
ma immenso è il Tuo Amore per noi!
Ascolta ed esaudisci la nostra supplica, accogli il nostro pianto e il nostro cuore lacerato e donaci ancora, senza limiti, il Tuo perdono, per essere “con” Te ed “in” Te una cosa sola.
Misericordia, Viva la Santa Fede, Misericordia

Carnevale Eoliano 2017 (Serata finale) Quarta parte (foto: Silvia Sarpi)

Anche a Lipari la Gardenia AISM contro la sclerosi multipla

Per la Festa della Donna, in 5.000 piazze italiane, sabato 4, domenica 5 e l'8 marzo, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, torna la Gardenia di AISM, la tradizionale manifestazione di solidarietà promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla sua Fondazione (FISM) con il patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso. Anche quest’anno 10.000 volontari saranno impegnati ad offrire una pianta di Gardenia a fronte di un contributo minimo di 15 euro.
I fondi raccolti con Gardenia di AISM 2017 saranno impiegati in progetti di ricerca mirati in particolare alla SM Pediatrica. Non solo, AISM è anche attiva a livello nazionale e internazionale per sostenere la ricerca sulle forme progressive di sclerosi multipla oggi ancora orfane di terapie.
La sclerosi multipla è una malattia cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante; una delle più gravi del sistema nervoso centrale. Colpisce maggiormente le donne, in un rapporto di 2 a 1 rispetto agli uomini. Il 50% delle persone con SM sono giovani, cui spesso la malattia viene diagnosticata sotto i 40 anni, nel periodo della vita più ricco di progetti. Si stimano 3.400 nuovi casi ogni anno in Italia: 1 diagnosi ogni 3 ore. I bambini colpiti da sclerosi multipla in Italia sono circa il 10% dei casi totali di SM.
Oggi, grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, esistono terapie e trattamenti in grado di rallentare il decorso della sclerosi multipla e di migliorare la qualità di vita delle persone con SM. Tuttavia la causa e la cura risolutiva non sono ancora state trovate per questo è fondamentale sostenere la ricerca. “La Gardenia di AISM” ha permesso negli anni di raccogliere significativi fondi destinati al finanziamento dei progetti di ricerca e al potenziamento di servizi per le persone colpite da SM, in particolare per le donne e le loro famiglie a cui questa manifestazione è dedicata.
E proprio per essere più vicini alle donne, il nostro appuntamento si rinnova ogni anno in occasione del giorno in cui vengono festeggiate: l’8 marzo – Festa della Donna – a cui la nostra Associazione ha voluto aggiungere un nuovo significato di solidarietà, dalle donne per le donne.
Vieni in piazza anche tu e scegli la tua gardenia. Potrai trovarci:

4  -  8  MARZO 2017
DALLE 9 ALLE 13
CORSO VITTORIO EMANUELE - LIPARI
(DI FRONTE CENTRO SOCIALE ANZIANI – EX PALMA)


PER INFO E PRENOTAZIONI GARDENIE: CELL. 339 4995771 GIACOMO BIVIANO (VOLONTARIO AISM)

L'Editoriale: Megaparcheggio. Solo un "Buon Samaritano" o una banda di folli può avventurarsi nella gestione. Cifre alla mano vi spieghiamo il perchè

Ho appreso attraverso una dichiarazione che il vice-sindaco Gaetano Orto ha rilasciato a Controcorrente eoliana che, nei prossimi giorni, si procederà ad un nuovo tentativo di affidare a privati la gestione del megaparcheggio riducendo del 20% circa, l'importo della locazione rispetto ai 132.200,00 annui richiesti nell'ultimo bando, andato deserto. 
Mi scuserà l'amico Gaetano, che opera in assoluta buonafede e per cercare di dare questo ed altri servizi all'isola, ma l'ho già scritto e lo ribadisco adesso (anche con questa novità): SOLO UN FOLLE PUO' ACCETTARE DI GESTIRE LA STRUTTURA NELLE CONDIZIONI ATTUALI (richiesta economica del comune, piano del traffico e della viabilità inesistente, spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, stipendi, luce, acqua, rifiuti). 
Ma siccome sono abituato a parlare con i fatti(cifre in questo caso) vi spiego perchè solo un folle potrebbe avventurarsi.
Partiamo dalla somma che il Comune intende ottenere annualmente con la locazione (abbiamo calcolato il 20% in meno rispetto al bando precedente e lo abbiamo diviso per 12) ovvero:  Euro 8.813,33 mensili
- Stipendi e contributi per almeno 4 dipendenti : Euro 7.500 mensili circa
- Energia elettrica : Euro 1.500 circa mensili
Totale  spese mensili: 17.813,33 circa 
Per coprire solo queste spese il gestore dovrebbe incassare una media di 593.777 euro al giorno. Pura follia (in un parcheggio dove posso dire, con cognizione di causa, in alcuni giorni invernali se si incassavano due euro era un traguardo)...e non è finita!!!!
A queste spese bisogna aggiungere quelle di manutenzione ordinaria, Tredicesima ai dipendenti, Tassa rifiuti (alquanto pesante considerando le dimensioni della struttura) e acqua. 
Ed ancora la cifra per interventi ordinari e straordinari sulla struttura che i tecnici comunali hanno quantificato in 154.400,00 euro
Vero è che il Comune ha previsto il suo rimborso, ma lo farà in sei anni, mentre chi gestisce dovrà anticiparli in un "colpo solo".
Ah...dimenticavo...altre spese se nel nuovo bando sarà previsto, come nel precedente, l'adeguamento del canone di locazione alla variazione dell'indice ISTAT.
Sin qui le cifre...adesso scatta la ricerca di un "Buon samaritano" o di un folle/banda di folli...o è il momento di pensare alla gestione "in house"

Carnevale Eoliano 2017 (Serata finale) Terza parte (Foto: Silvia Sarpi)




5 Anni di amministrazione. Incontro domenica a Quattropani con il vice-sindaco Orto

Su iniziativa del Movimento cittadino “Amici di Quattropani”, domenica 5 marzo ore 18:00, si terrà un incontro con il Vicesindaco Gaetano Orto. Nel corso della serata, lo stesso, illustrerà le principali iniziative e l’attività svolta dall’Amministrazione Comunale di Lipari in questi 5 anni di mandato politico. 
All’incontro, che si terrà presso il bar “Iacono” di Quattropani, parteciperà anche il sindaco Marco Giorgianni.
Il Movimento

La relazione sulla Lipari porto...solo per pochi intimi...o giornali amici? .....ma...siamo in grado di fornirla lo stesso ai lettori

 Gira stamane su un giornale on line la relazione della Lipari porto. Nulla da eccepire...sul giornale e sul giornalista...ognuno fa il proprio lavoro..al meglio...o come meglio crede.
Da ridire..invece..sulla modalità di diffusione della relazione...che così come scrive il collega ha "ricevuto e pubblicato". Evidentemente chi l'ha inviata ha ritenuto opportuno non usare lo stesso trattamento anche per questo giornale on line. 
Certo ci piacerebbe sapere chi l'ha inviata, visto che abbiamo contattato sia il sindaco che il presidente della Lipari porto e nessuno dei due (non abbiamo dubbi sia così) ne sa nulla.
In ogni buon modo siccome intendiamo dare ai nostri lettori una informazione completa pubblichiamo lo stesso la relazione, grazie all'amico Daniele Corrieri che ce l'ha inviata.
Nel contempo - così come annunciato al sindaco Marco Giorgianni - , vista la disparità di trattamento (e non è la prima volta) questo direttore non parteciperà (salvo fatti nuovi) alla conferenza stampa indetta dall'amministrazione, alle 10 e 30 di domani, sulle iniziative future della stessa

Accadde oggi..alle Eolie

3/3/2013
Non se ne può più. In fiamme due Panda e un camion del comune a Canneto
http://eolienews.blogspot.it/2013/03/non-se-ne-puo-piu-in-fiamme-due-panda-e.html

Carnevale Eoliano 2017 (Serata finale - seconda parte di foto)

Mercoledì delle ceneri a S. Pietro: il via ad un cammino penitenziale (di Michele Giacomantonio)

Un cammino penitenziale di 40 giorni nel segno della preghiera, del digiuno, dell'elemosina, quello che ha indicato mons. Gaetano Sardella ad una chiesa delle grandi occasioni religiose mercoledì 1 marzo, ricorrenza delle ceneri. In questo cammino penitenziale la Chiesa ci ricorda che siamo polvere ma una polvere speciale perchè su di essa è caduto il Soffio di Dio. Infatti Dio ha fatto l'uomo con la terra e quindi vi ha immesso il suo Spirito ed ha voluto che fosse a sua immagine e somiglianza cioè libero, capace di affontare i problemi e le difficoltà, capace di sviluppare l'opera della creazione. Questo ci ricorda la Quaresima non solo che siamo polvere e polvere ritorneremo ma anche che siamo immagine di Dio e chiamati a trasformare il mondo con la pace, la solidarietà, la misericordia. Un impegno arduo ma che possiamo concretizzarlo appunto se sapremo aiutarci pregando , digiunando, facendo l'elemosina.

Pregare vuol dire parlare con Dio, prospettargli i nostri problemi e cercare insieme con lui una risposta. Vuol dire sapere vivere il nostro tempo sapendolo leggere col discernimento spirituale e cioè cercando di scoprire nella storia il cammino di Dio e del suo spirito.

Digiunare non vuol dire praticare una dieta per perdere qualche chilo ma sapere usare delle cose buone del mondo con sobrietà. Così nel mangiare come anche nel divertimento, negli spettacoli, nelle relazioni con gli altri.

Fare l'elemosina non vuol dire dare agli altri quello che non ci serve più e dovremmo buttare via ma condividere con chi ha di meno quello che abbiamo, quello che è sopra la nostra tavola.

In allegato il messaggio di papa Francesco per la Quaresima 2017

In cammino verso la Pasqua (a cura di Padre Antonino Costa) Riflessione di oggi 3 Marzo - Prima parte

Ecco, Gesù, sono alle porte di una nuova Quaresima
e mi arriva puntuale il tuo invito a badare all'essenziale
e a non cercare di mettermi in mostra, di apparire agli occhi degli altri.
Quello che conta, Signore, è ritrovare un legame profondo e autentico con il Padre tuo e Padre nostro: è sotto il suo sguardo amorevole che mi domandi di iniziare questo percorso di vita che porta verso la Pasqua.
Tutto comincia con la misericordia, con un atteggiamento di compassione verso i poveri e quelli che soffrono.
E’ con questa solidarietà che io mi metto sulla strada della guarigione.
E mentre il mio cuore sperimenta la tenerezza, si apre anche all'ascolto della tua Parola e ritrova il desiderio di fermarsi per cogliere la tua voce e farti intendere la mia.
Il mio stesso corpo, Gesù, attraverso il digiuno sperimenta la fame di te, che solo puoi colmare la mia esistenza.

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi

Buon Compleanno a Sabina Sarpi, Isabella Libro, Tiziana Vaccaro, Maria Pace, Michela Boccardo, Daniele Giunta, Tindaro Di Vincenzo, Alessandra Gregorio, Loredana Salzano, Roberto Favaloro 

Frase del giorno

Disservizi postali, sanzioni, riduzioni o interruzioni di servizi. Consiglieri Vento Eoliano sollecitano soluzione

All’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, Francesco Caio.
Al Ministro Per Lo Sviluppo Economico, Claudio Calenda.
Al Presidente Dell’ Autorità Per Le Garanzie Nelle Comunicazioni, Angelo Marcello Cardani
Al Sindaco del Comune di Lipari, Marco Giorgianni

Oggetto: Disservizi postali – Isole Eolie.

Con la presente nota si intende segnalare che il servizio di recapito della corrispondenza ordinario, pacchi, raccomandate ecc. nel territorio delle Isole Eolie, in particolare nell’isola di Stromboli e nella frazione di Ginostra, registra, da alcuni mesi, notevoli ritardi e mancati recapiti che provocano seri disagi e danni ai destinatari.
La maggior parte delle bollette delle varie utenze vengono consegnate, quando va bene, ben oltre il termine di scadenza dei pagamenti.
Tale situazione danneggia fortemente i cittadini eoliani che spesso sono costretti a corrispondere sanzioni e subire riduzioni o interruzioni di servizi.
Onde evitare ulteriori disagi e interruzioni di pubblico servizio si prega di intervenire, ciascuno per le proprie competenze, al fine di risolvere la problematica in oggetto.
Fiduciosi in un vostro autorevole intervento, ringraziamo e attendiamo riscontro.
Distinti Saluti
I consiglieri comunali di Vento Eoliano presso il Comune di Lipari.
Rag. Gianluca Giuffrè
Dott.ssa Annarita Gugliotta

Gal "Tirreno Eolie". Oggi consiglio d'amministrazione

Il presidente del Gal “Tirreno Eolie”, Marco Giorgianni ha convocato il consiglio di amministrazione oggi, venerdì 3 marzo, al Comune di Milazzo alle ore 9. Tra i punti salienti della seduta la sostituzione del consigliere Matteo De Marco, sindaco di Villafranca, in quanto il suo Comune è stato escluso dal Gal.
Da approvare anche il nuovo Piano di Azione locale sulla base della rimodulazione disposta dall’assessorato regionale all’Agricoltura e conseguentemente dei vari schemi di bando per la selezione del personale che dovrà far parte dell’Ufficio Piano.

Oggi è Venerdì 3 Marzo. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

Da Salina tramonto su Filicudi e Alicudi (Foto Francesca Falconieri)

SANTO DEL GIORNO
Sigfrido e Adesvige furono i fortunati genitori di S. Cunegonda. Essi posero tutto l'impegno per educare la cara fanciulla nelle virtù cristiane e negli insegnamenti della fede. 
Giovanetta, fu data in isposa ad Enrico, duca di Baviera, il quale dopo la morte di Ottone III, essendo stato eletto imperatore del Sacro Romano Impero, recò la corona imperiale sul capo della sposa. L'incoronazione avvenne in Roma per le mani di Papa Benedetto « VIII, l'anno 1014. 
Avendo questa santa imperatrice, col consenso del futuro suo sposo, fatto voto di verginità, Mantenendolo poi anche nello stato coniugale, s'attirò l'ira del demonio, che servendosi delle male lingue riuscì a diffamarla presso il re. Questi sospettò gravemente della regina e fu necessario l'intervento di Dio per ristabilire la pace e l'unione fra i due coniugi. Cunegonda infatti, con fervorose preghiere, ottenne dalla divina misericordia di poter passare a piedi nudi su di un braciere, senza riportare la minima scottatura. Accertata con tale prodigio l'innocenza e la santità della sua sposa, Enrico s'accusò di troppa credulità e si gettò ai piedi della regina chiedendo perdono.
Ma la riacquistata pace durò poco. Mentre Cunegonda era intenta a fabbricare un monastero per le monache benedettine in Kaffungen, la morte venne a rapirle lo sposo. Trovandosi allora sola al mondo, si ritirò fra quelle sante suore a cui aveva edificato il monastero e ne vestì la divisa. Essa morì così al mondo e attese solo più a santificare la sua anima, arricchendosi di meriti per l'eternità colla preghiera, col lavoro, colla mortificazione e colla dura penitenza. Caduta inferma, non volle abbandonare il duro cilicio e con esso rese la sua bell'anima a Dio. 
Rivestito dell'abito religioso, il suo corpo venne portato a Bamberga e sepolto accanto all'imperatore. Nel 1200 Papa Innocenzo III l'ascrisse nel numero dei Santi; e molti miracoli vennero operati sulla sua tomba. 
PRATICA. Meditiamo le parole del Signore: «Beati i mondi di cuore, perché essi vedranno Dio ». 
PREGHIERA. Concedici, o Dio misericordioso, per intercessione della beata Cunegonda tua sposa fedele, di vivere umilmente e castamente e fa' che per i meriti ed esempi di lei possiamo sempre servirti con profonda umiltà. 

giovedì 2 marzo 2017

Sospeso lo sciopero dei pescatori

Dopo l'incontro di stamattina a Roma al Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali è stato sospeso - così come ci informa Nuccio Raffaele- lo sciopero dei pescatori italiani.
Nella capitale era presente una minuscola rappresentanza (6) dei pescatori eoliani

Serata finale e classifica del Carnevale Eoliano 2017. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi