Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 1 aprile 2017

Canneto: Sindaco Giorgianni ha relazionato sui 5 anni di amministrazione

Un centinaio di cittadini hanno presenziato questo pomeriggio all'incontro di Canneto durante il quale il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, ha relazionato, anche attraverso delle slides, su quelli che sono stati i suoi cinque anni d'amministrazione.
Era presente anche la giunta municipale al gran completo (Orto, Pajno, Marturano, Centurrino) e il presidente del consiglio comunale, Sabatini 
(Le foto sono del nostro collaboratore Bartolo Ruggiero)

Da Ustica alle Eolie. Invasione di bambini. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Mandorlo in fiore a Lingua (Salina) e Lipari sullo sfondo (Foto: Francesca Falconieri)


Domani peggioramento condizioni meteo. Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava

PER LA GIORNATA DI DOMENICA 2 APRILE SI PREVEDE UN PEGGIORAMENTO DELLE CONDIZIONI METEO A PARTIRE DA META' MATTINATA. 
E' PREVISTO ALLE EOLIE IL PASSAGGIO DI ROVESCI DI PIOGGIA DI MODERATA INTENSITA' CHE, AVANZANDO VERSO ORIENTE, INIZIERANNO A COINVOLGERE ANCHE LO STRETTO DI MESSINA NELLE ORE CENTRALI DELLA GIORNATA.
NEL PRIMO POMERIGGIO I FENOMENI POTRANNO RISULTARE ANCHE TEMPORALESCHI SIA NELL''AREA DELLO STRETTO CHE FASCIA TIRRENICA MESSINESE , 
I ROVESCI PERSISTERANNO SOLO INTORNO ALLO STRETTO DI MESSINA FINO ALLE PRIME ORE SERALI .PER MAGGIORI INFORMAZIONI VISITATE LE PAGINE FACEBOOK DI www.facebook.com/meteoeolie e www.facebook.com/meteostrettomessina

Serie D femminile. La Ludica Lipari supera agevolmente la Città di San Filippo

Ludica Lipari
Città di San Filippo
Le bomber
Pensabene (S. Filippo) e Portelli (Ludica)
La Ludica Lipari si è imposta per  8 a 2 alla Città di San Filippo nell'incontro odierno disputatosi al Freeland e valida per il campionato di Serie D femminile. A segno Cristiano(4) , Wijayaratne (2), Portelli e Guercio

Squadre schierate a centrocampo

Da Rigopiano alle Eolie. Sbarcato a Lipari il primo gruppo di ospiti giunti nelle isole su iniziativa dell' Aeolian Islands Preservation Fund




Sono arrivati stamane a Lipari , con la nave "Laurana", i dipendenti dell’hotel Rigopiano, sopravvissuti alla tragedia dello scorso gennaio, che godranno di una vacanza gratuita alle Eolie.
Il gruppo è stato accolto dal vicesindaco Gaetano Orto, da Federica Tesoriero dell’Aeolian Islands Preservation Fund, che ha promosso la lodevole iniziativa trovando il supporto di Siremar, Caronte Tourist, Liberty Lines, Trenitalia (Gruppo FS Italiane) e di numerose attività turistico - ricettive delle Eolie, dal Gruppo Volontari di Protezione Civile del Comune di Lipari e dalla Polizia municipale.
Come si ricorderà l’Aeolian Islands Preservation Fund ha esteso l’invito, oltre ai gruppi di soccorso, anche ai dipendenti dell’hotel proprio perché, senza il loro aiuto, sarebbe stato difficile se non impossibile per i soccorritori salvare le persone intrappolate all’interno della struttura
I gruppi di soccorso sono stati suddivisi in maniera tale che le strutture ed i ristoranti che hanno aderito li ospiteranno a turno, sia a Lipari sia sulle altre isole dell’arcipelago eoliano da dove sono arrivate le adesioni. Saranno ospitati anche i familiari delle vittime dell’elicottero di soccorso, precipitato durante l’emergenza. 
In totale saranno un centinaio i soccorritori e i superstiti che raggiungeranno le Isole Eolie grazie all'iniziativa promossa dall’Aeolian Islands Preservation Fund diretta da Luca Del Bono.
A Maggio sarà la volta del gruppo del Soccorso Alpino e della Protezione Civile. 
Gli altri arriveranno tra Settembre e Ottobre. 

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 1° Aprile

Buon Compleanno a Mariangela Barca, Angela Finocchiaro, Bartolomeo Favaloro, Giusy Famularo, Gianluca Profilio, Giovanna Favaloro, Rosa Acquaro, Giovanni Galletta, Franca Spinella, Gianluca Re, Giovanna Mandarano -Carbone

Faccia a faccia stamane a Lipari tra Giorgianni e Rizzo


Si è tenuto stamane a Lipari, presso l'hotel Gattopardo, il primo confronto pubblico tra Marco Giorgianni e Francesco Rizzo, i due candidati a sindaco nel Comune di Lipari nelle amministrative di Giugno.
L'incontro è stato organizzato dal presidente di Federalberghi Isole Eolie Christian Del Bono.
Tra gli argomenti: la necessità di dotare le isole di un piano di sviluppo turistico in grado di programmare le azioni grandi e piccole necessarie per garantire uno sviluppo equilibrato delle Eolie nel medio-lungo periodo; la lotta al sommerso; la portualità e i collegamenti; l’urgenza di programmare gli interventi e gli importi da destinare in favore del turismo nei prossimi anni in funzione dei proventi che saranno incassati attraverso la tassa di sbarco; la necessità di una tassazione più equa per le strutture ricettive e le attività produttive in generale, correlata alla loro stagionalità

Direttiva Bolkestein e confronto con Spagna e Portogallo: convegno oggi a Lipari

Come eravamo. Anno 56/57 (foto G. Casali)

 Il primo in piedi da sinistra : Pino Caputo,Ferdinado Pajno,A. Bernardi, Aristide Mollica,U. De Fina,Gianni Merlino, A. Gallo
Accovacciati da sinistra : Oscar Caimano, Felicino Monte,Silvio Corrieri, Bartolo Barile.

5° ANNIVERSARIO DELLA DIPARTITA di PEPPINO MERLINO

5°  ANNIVERSARIO  DELLA  DIPARTITA
di  PEPPINO  MERLINO
01-04-2012   ***  01-04-2017
I figli, Giovanni e Carmelita, la moglie Rosetta, gli adorati nipoti ed i familiari tutti lo ricordano con infinito amore e struggente nostalgia.

"Io sono partito poi così d'improvviso che non avuto il tempo di salutare, l'istante è breve se c'è una luce che trafigge il cuore. L'arcobaleno è il mio messaggio d'amore. (...) Son diventato tramonto di sera e parlo come le foglie d'aprile e vivrò dentro ad ogni voce sincera, e con gli uccelli vivo il canto sottile e il mio discorso più bello e più denso, esprime con il silenzio il suo senso...".

Frase del giorno

La "Via Crucis" di ieri sera per le strade di Canneto nelle foto di Bartolo Ruggiero (prima parte)


Arriveranno alle undici a Lipari i ragazzi di Rigopiano

La foto è stata scattata a bordo della Laurana prima della partenza da Napoli

Oggi è Sabato 1° Aprile. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

Vista su Filicudi ed Alicudi (Foto: Rita Mandarano)

IL SANTO DEL GIORNO:
S. Ugo nacque nel 1053 a Castelnuovo nel Delfinato, in Diocesi di Valenza. 
Odilone, suo padre, era un bravo ufficiale che accoppiava i doveri del cristiano a quelli della sua professione. Consigliato da Ugo suo figlio, passò gli ultimi anni nella gran Certosa, in diocesi di Grenoble e morì centenario. 
Sua madre, rimasta nel mondo, manifestò in sè il modello delle madri cristiane. 
Nato da genitori si pii, Ugo parve tosto un fanciullo benedetto dal cielo. Attese con molto impegno ai suoi studi, senza trascurare la pietà. Aveva un grande desiderio di passare la sua vita nella solitudine, ma per le sue predare doti venne consacrato sacerdote e nominato canonico della cattedrale di Valenza. Amava la vita nascosta ed umile, mentre per le sue qualità e per il suo ingegno si distingueva fra tutti gli altri canonici. 
Essendosi recato in quella città il vescovo di Die, Legato pontificio, ebbe a conoscere il giovane canonico e, apprezzandolo, se lo prese con sé. Gli affidò il difficile incarico di correggere gli abusi tra il clero: incarico che Ugo adempì con ogni impegno. 
Nel 1080 il Legato pontificio convocò un concilio ad Avignone, nel quale trattavasi di eleggere un nuovo vescovo alla diocesi di Grenoble rimasta vacante. Il concilio unanimemente votò per Ugo, al quale fu giocoforza acconsentire. 
In quei tempi i popoli, la cui istruzione era stata trascurata, si abbandonavano ai più detestabili vizi. S. Ugo subito comprese la situazione e avendo ricorso alla preghiera, deliberò di servirsi di tutti i mezzi possibili per rimediarvi. Con lunghe penitenze e fervide preghiere, invocò l'aiuto del cielo, ed aggiungendo saggi provvedimenti, in poco tempo la sua diocesi cambiò completamente aspetto. Permise Iddio che egli fosse travagliato da grandi infermità e da violente tentazioni, ma tutto superò con l'aiuto del Signore, inabissandosi sempre più nell'umiltà. Il molto lavoro non fu un impedimento alla sua vita ritirata e umile, anzi gliene infuse un così vivo desiderio, che Volle lasciare la diocesi per darsi alla solitudine. Conosciuta questa cosa, il Papa gli comandò di ritornare e rimanere tra le sue pecorelle, in vista del gran bene che vi operava, e S. Ugo ubbidiente subito vi ritornò, abbandonando per sempre ogni programma del genere. 
Consigliò Brunone e i suoi compagni a ritirarsi a Certosa, località da lui ceduta a loro appositamente per fabbricarvi un cremo, e quivi spesso si recava a visitarli. 
Aveva un grande orrore per ogni sorta di peccato benché minimo, per cui diceva sovente: « Le vanità e gli affetti disordinati possono mandare l'anima all'inferno ». Morì in tarda età il 1 aprile del 1132. Fu canonizzato nel 1134 da Innocenzo II. 


PRATICA. Raccogliamoci nell'intimo del nostro cuore e quici piangiamo e detestiamo nostri peccati. 
PREGHIERA. — Deh! Signore, esaudisci le preghiere che t'innalziamo nella solennità del tuo beato confessore e pontefice Ugo e per l'intercessione e i meriti di lui, che seppe servirti degnamente, assolvici da tutti i nostri peccati. 

venerdì 31 marzo 2017

Affidato a nuova ditta il servizio raccolta rifiuti nel Comune di Lipari. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


In 150 da Ustica alle Eolie per "Isole slow junior"

“Invasione” alle Eolie da parte di circa 150 usticesi, tra i quali oltre la metà bambini.  
Un “ritorno alle origini” (dalle Eolie nella seconda metà del 1700 partirono gruppi di coloni per ripopolare Ustica) reso possibile grazie alla prima edizione di “Isole slow junior”. 
Ieri all’arrivo a Lipari i graditi ospiti sono stati accolti dal sindaco Marco Giorgianni e dall’assessore Fabiola Centurrino, oltre ai rappresentanti della Condotta “Isole slow siciliane” e alla Banda “S.Bartolomeo”. 
La manifestazione è il preludio di un progetto educativo che racchiude tutte le esperienze formative portate avanti dalla Condotta “Isole Slow Siciliane”, che decide di unire le forze per la creazione di un programma per garantire la crescita e la formazione di coloro che rappresentano il futuro, i bambini delle scuole della primaria e delle elementari, secondo la filosofia del “Buono, pulito e giusto”. 
Una "contaminazione" tra Comunità insulari, che fanno della Resiliènza il loro punto di forza, a garanzia del mantenimento della loro identità, delle tradizioni familiari, legate a doppio filo al territorio ed all'elemento mare, lo stesso che le divide fisicamente, ma che le unisce nelle attività, negli obiettivi e negli intenti. 
A Lipari si è svolto lungo il Corso Vittorio Emanuele lo ” Slow Pride” , una sfilata di bimbi e genitori insieme. 
Oggi il folto gruppo usticese ha raggiunto Filicudi per la messa a dimora nell’orto della scuola della “lenticchia di Ustica” . 
Domani a Lipari i bambini di Ustica parteciperanno ad un contest proponendo una teglia di pasta al forno,  cucinata insieme ai genitori, secondo la propria tradizione familiare: Una giuria di chef professionisti, capitanati da Martina Caruso “Stella Michelin”, giudicheranno la miglior pietanza.


Consentitemi una piccola riflessione "politica"...e qui la chiudo!

Voglio informare i miei concittadini (di ogni colore e/o indirizzo politico) che tra poco più di due mesi si vota "semplicemente" per decidere chi reggerà il nostro Comune per i prossimi 5 anni. 
Forse vi hanno informato male. E' una "elezione" non una guerra, ne tanto meno un "combattimento" dove mettere in mostra forza, muscoli.
Al di là delle idee di ognuno (rispettabilissime) dovremmo anelare ad avere una amministrazione attenta e capace ed un consiglio comunale "vivo" e che serva da pungolo.
Nell'era dei social è anche giusto che si sviluppi una dialettica (quella giusta), un confronto, ma sempre nel rispetto dell'altro.
Come scrivevo, siamo ad oltre due mesi dalle elezioni e il clima sta diventando irrespirabile. 
Non si offenda nessuno (perchè a nessuno in particolare è rivolto questo appello) ma : DIAMOCI UNA CALMATA!!!. Anche perchè ora, durante le elezioni e dopo, gli spazi in cui viviamo sono questi...inevitabile, quindi, venire a contatto, incontrarsi...(non scontrarsi).
Il popolo eoliano (gli abitanti delle sei isole del Comune di Lipari) hanno a disposizione l'11 Giugno la possibilità, (grazie a Dio siamo in democrazia) di dire la propria. Nell'urna si è soli e con la propria coscienza.
Credete che Giorgianni e i suoi abbiano fatto bene? Ed allora confermatelo.
Non ha fatto bene e ritenete giusto cambiare? Non votatelo e puntate su Rizzo (scrivo di Rizzo perchè al momento è l'unico antagonista politico del sindaco uscente).
Nell'attesa discutete, confrontatevi...ma non "guerreggiate"....non ve ne è davvero bisogno
Salvatore Sarpi

MILAZZO: SORPRESO CON 490 GRAMMI DI MARIJUANA. CARABINIERI ARRESTANO UN 56 ENNE

Compagnia di MILAZZO
SORPRESO CON 490 GRAMMI DI MARIJUANA:CARABINIERI ARRESTANO UN 56 ENNE

I Carabinieri della Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Milazzo, nell’ambito di un servizio coordinato finalizzato alla repressione dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto De Pasquale Filippo, originario di Barcellona P.G., di anni 56. L’operazione di polizia, che ha visto impiegato un dispositivo di 10 uomini coadiuvati da unità cinofila provenienti dal Nucleo Cinofili Carabinieri, di stanza a Catania, si è conclusa con il sequestro di 490 grammi di Marijuana. In particolare sono state sottoposte a perquisizione locale sia l’abitazione di residenza che il garage dove per l’appunto il pastore tedesco ha da subito segnalato una busta di colore rosso. Prontamente analizzata dai militari, conteneva in buste di cellophane trasparente diverse dosi di sostanza stupefacente. La perquisizione è stata estesa anche all’autovettura in uso al De Gaetano dove veniva altresì rinvenuto un piccolo quantitativo di droga.
Tutta la sostanza stupefacente veniva sottoposta a sequestro al fine di procedere alle analisi quantitative e qualitative ad opera del RIS di Messina nei prossimi giorni.
A seguito dell’arresto in flagranza di reato la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto disponeva gli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nella giornata odierna.

L’attività si inserisce in una più ampia campagna antidroga che oltre a puntare sulla repressione del fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti,  punta anche e soprattutto alla prevenzione attraverso diverse iniziative, non ultime quelle prettamente didattiche che vedono i militari dell’Arma impegnati anche presso gli istituti scolastici per sensibilizzare i giovani sulle conseguenze e i rischi della droga.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (Diciottesima parte)

Casa a Malfa (Salina)

Accadde oggi...alle Eolie

31/3/2014
L'ultimo saluto a Don Pino Raffaele. Nino Santamaria nella sua Filicudi
http://eolienews.blogspot.it/2014/03/lultimo-saluto-don-pino-raffaele-nino.html

Gli auguri ai festeggiati di oggi

Buon Compleanno a Cesare Giuffrè, Patrizia Giardina e Dario Di Losa

Frase del giorno

"Faccia a Faccia" pubblico domani tra Giorgianni e Rizzo. L'organizza Federalberghi al Gattopardo

Si terrà sabato a Lipari, alle 9.30 presso l’hotel Gattopardo, il confronto pubblico con i due candidati al ruolo di sindaco del comune di Lipari. L’incontro, organizzato da Federalberghi Isole Eolie, vedrà a confronto il sindaco uscente, Marco Giorgianni e Francesco Rizzo, già candidatosi alle precedenti amministrative.
Sarà un incontro serrato e denso di contenuti, promette il Presidente di Federalberghi Isole Eolie, Christian Del Bono: “avremo modo di stimolare i due candidati sui temi che stanno maggiormente a cuore a chi opera nel turismo nelle nostre isole”. Tra quelli in cima alla lista, sicuramente, la necessità di dotare le isole di un piano di sviluppo turistico in grado di programmare le azioni grandi e piccole necessarie per garantire uno sviluppo equilibrato delle Eolie nel medio-lungo periodo.
Tra gli altri argomenti in agenda, anche la lotta al sommerso, la portualità e i collegamenti, l’urgenza di programmare gli interventi e gli importi da destinare in favore del turismo nei prossimi anni in funzione dei proventi che saranno incassati attraverso la tassa di sbarco e la necessità di una tassazione più equa per le strutture ricettive e le attività produttive in generale, correlata alla loro stagionalità.
L’incontro, aperto al pubblico e indirizzato principalmente al mondo del turismo e delle attività produttive in generale, sarà moderato dal presidente Del Bono che, per par condicio, assegnerà un tempo ben preciso ai candidati per ciascuna risposta con l’obiettivo di prediligere un confronto serio ed in grado di offrire risposte concrete a quanti assisteranno al convegno.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie

Oggi è Venerdì 31 Marzo. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

Panarea, gli isolotti e Stromboli sullo sfondo

SANTO DEL GIORNO: 
 San Beniamino è vissuto in Persia verso il 400. Anche il Re persiano Isdeberge, adoratore del fuoco e del sole, perseguitava i Cristiani, e il diacono Beniamino fu da lui tenuto in carcere per due anni. Doveva essere un personaggio importante, anzi addirittura popolare, perché l'ambasciatore dell'Imperatore romano Teodosio, che negoziava un trattato di pace con il Re persiano, pose tra te condizioni anche quella di liberare l'illustre prigioniero. 

Il Re Isdeberge, a sua volta, fece una controproposta: avrebbe liberato il diacono Beniamino se questi si fosse impegnato a cessare del tutto la sua opera di apostolato tra i persiani; e in questo senso parlò al prigioniero. 
Vale la pena di riportare la risposta dell'intrepido cristiano, come ci è pervenuta dai Martirologi: « Non posso chiudere agli uomini le fonti della Grazia del mio Dio, — disse Beniamino. — Finché sarà in mio potere, illuminerò coloro che sono ciechi, mostrando loro la luce della verità. Non farlo, sarebbe incorrere nei castighi riserbati a coloro che nascondono i talenti del loro padrone ». 

Si riferiva alla parabola evangelica del padrone che dà ai suoi servi i talenti d'oro, e al suo ritorno punisce quei servi che, oziosi e timorosi, li hanno nascosti, per paura di perderli, invece di metterli a frutto e di commerciarli fra gli uomini.
E in queste parole precise e decise, egli tracciava la linea di condotta di ogni cristiano, che non è solo depositario e custode dell'oro della verità, ma deve metterlo a frutto, donarlo al prossimo, insegnando e illuminando. 
Fu liberato, malgrado queste sue ferme parole, per la pressione dell'ambasciatore romano; ma il fervente apostolo non perse tempo nei timori, e, come aveva dichiarato, riprese subito a istruire e a battezzare gli adoratori del fuoco. 
Il Re persiano, libero dalla parola data, poté così di nuovo catturarlo, e gli impose di rinnegare la fede, sacrificando al simulacro del sole. 
I Romani, come si sa, giustiziavano i condannati, secondo l'uso militare, decapitandoli con la spada. Era, per quei tempi, una forma di esecuzione abbastanza civile, e non priva di guerresca nobiltà. I persiani, invece, come molti altri popoli orientali, escogitavano di volta in volta atroci supplizi con i quali finivano i loro prigionieri. 
E di raffinata atrocità fu anche il supplizio riserbato a San Beniamino, che ebbe il corpo trapassato da spilloni. Il Santo lo accettò e lo preferì coraggiosamente ai castighi riserbati a coloro che nascondono i talenti della verità.

giovedì 30 marzo 2017

Le Eolie nelle stampe d'epoca (Diciassettesima parte)

Sepolcro sotto la chiesa di San Nicola a Lipari 

La Ludica Lipari ringrazia il consigliere comunale avv. Busacca

Il C.S.D. Ludica Lipari ringrazia il consigliere comunale Avv. Giovanni Giachino Busacca per aver contribuito all'acquisto di materiale sportivo per i bambini della Scuola Calcio

MESSINA, MOMENTI DI PAURA SU UN BUS ATM : INTERVENGONO I CARABINIERI DEL RADIOMOBILE E DENUNCIANO 7 GIOVANI

LEGIONE CARABINIERI SICILIA
- Comando Provinciale di Messina -

Comunicato Stampa

MESSINA, MOMENTI DI PAURA SU UN BUS ATM : INTERVENGONO I    CARABINIERI DEL RADIOMOBILE E DENUNCIANO 7 GIOVANI

Momenti di paura quelli vissuti ieri sera a Messina da un autista dell’ATM.
E poteva andare peggio se non fossero intervenuti tempestivamente i Carabinieri del Nucleo Radiomobile.
Era ormai sera quando un autobus dell’ATM partiva dal capolinea di Piazza Cavallotti per raggiungere il rione Bordonaro.
Una corsa come tante, a bordo il 55/enne autista e una comitiva di giovani.
Il viaggio, però, si rivelava da subito problematico.
Non appena partiti, infatti, la comitiva di ragazzi cominciava ad urlare verso l’autista e, giunti all’incrocio fra la via Cesare Battisti e la via Primo Settembre, uno di questi, mentre il bus era in movimento, entrava all’interno della cabina di guida, creando una situazione così pericolosa da costringere l’autista ad arrestare bruscamente la marcia, aprire le porte e invitare i ragazzi ad abbandonare l’autobus cercando di chiamare i soccorsi, attraverso il cellulare.
Ma i giovani, al fine di impedirglielo non solo gli inveivano contro di tutto, spintonandolo, ma addirittura uno di questi, staccava l’estintore  dal suo alloggiamento, toglieva la spina di sicurezza e lo puntava dritto al volto del dipendente, che  al fine evitare il peggio, si girava istintivamente urtando violentemente contro una portiera e procurandosi una contusione toracica.
Nonostante tutto il malcapitato riusciva a contattare il “112” del Pronto Intervento Carabinieri. Di li a qualche minuto si materializzavano tre “Gazzelle” del Nucleo Radiomobile, alla cui vista il gruppo cercava frettolosamente di uscire dal veicolo per allontanarsi.
I Carabinieri, tuttavia, non lasciavano margini di fuga e li bloccavano immediatamente, mentre giungevano altri rinforzi.
Condotti in Caserma i giovani sono stati identificati in 4 minori di 16 e 17 anni e tre maggiorenni due di 23 anni e uno di 21, mentre l’autista doveva ricorrere alle cure mediche per trauma al torace guaribile in pochi giorni. Nessuna giustificazione è stata data al gesto.
Per i giovani è così scattata la denuncia in stato di libertà per interruzione di pubblico servizio, lesioni personali, danneggiamento e violenza e minaccia a incaricato di pubblico servizio.
Quello di ieri sera è un intervento del Nucleo Radiomobile che si inquadra nell’ambito di specifiche attività di controllo condotte dai Carabinieri del Comando Provinciale sulle tratte urbane di Bus, in attuazione di quanto disposto dal Prefetto di Messina D.ssa F. Ferrandino.
In tale ambito, le pattuglie del Radiomobile spesso si affiancano o seguono i pullman di linea per prevenire gesti quali quelli descritti e rassicurare gli utenti, mentre personale in abiti civili si confonde tra i passeggeri per reprimere ogni reato.