Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri ed Alice Profilio
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 29 aprile 2017

Ragazzi liparesi del Milazzo 1937 ancora vittoriosi...promozione sempre più vicina

Ancora una vittoria per i ragazzi liparesi del Milazzo 1937 che marciano spediti verso la promozione nel campionato di C2.
Nell'odierno turno del campionato di serie D si sono imposti per 13 a 6 al Mongiuffi Melia.
A segno Felice Puglisi (4), Mario Puglisi (4), Pellegrino (4) e Schepisi

Comprensivo e Carabinieri. Gli alunni a scuola di legalità. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


Lettere anonime...ci risiamo!!! Nel mirino stavolta la Chiesa del Pozzo ....e la concessione fatta da Don Gaetano ad un giovane isolano

Tornano a girare lettere anonime. 
Questa volta nella buca delle lettere ne abbiamo trovato una che ha a che ridire con l'uso concesso da Don Gaetano ad un giovane, dello spazio laterale alla Chiesa del Pozzo.
La lettera, che non pubblichiamo poichè priva di firma e fedeli al fatto che "bisogna sempre mettere la faccia nelle cose che si fanno", è indirizzata anche a Mons. Accolla, Padre Mirabito, Padre Lio e sindaco Giorgianni.
Stranisce, tra l'altro, visto che ad un certo si rivolge a Don Gaetano, come mai tra i destinatari non ci sia anche lui.
Povera Lipari...come ti sei ridotta!

"Finalmente in pensione". Commedia in scena stasera nella scuola di Vulcano. Ingresso libero


Frase del giorno

Ripartiamo da noi, con umiltà e coraggio. La riflessione di Rosaria Corda

(di Rosaria Corda)

Non voglio entrare nel discorso politico eoliano.
Non mi interessa ormai da tempo. Solo vorrei fare una riflessione. La faccio da liparota, da donna, da madre, da lavoratrice, da "azione e pensiero" da sempre liberi.
Oggi, ancora più distaccata e obiettiva nel tempo, vista la mia lontananza.
Riflessione che è diretta a tutto l'elettorato, attivo e passivo.
Diretta a chi pensa di andare al governo di Lipari, ma sopratutto rivolta a coloro che ce li manderanno, a sedere su quegli scranni del palazzo.
Quello che mi sono chiesta, anche quando il "fare" della politica rientrava tra le mie passioni, parte da questa domanda:
E' mai possibile che in un'isola non si possa cominciare seriamente a pensare che la politica è SOLO servizio, rispetto ed esempio? Che non serve ad acquistare potere personale, ma alla crescita della comunità?
Possibile che nessuno abbia mai avuto il coraggio di presentare un Progetto Eolie che vada oltre la conservazione e l'accrescimento degli interessi propri, della propria famiglia e di quattro amici?
Quello a cui si assiste dalla fine della prima repubblica (Dio l'abbia in gloria), ad oggi è solo sciacallaggio. Del paese e della sua gente. Perchè il mantenere le divisioni, perchè usare ed abusare del "vivere l'un contro l'altro armati", ha depauperato le risorse prima umane e quindi economiche di un paese che poteva reggere il confronto con ben altre realtà, superarle ed esserne esempio da imitare.
Dopo l'omicidio di massa, compiuto ai danni della crescita socio culturale (l'ultimo dei fatti che si è verificato all'ITS Conti: la classe di mia figlia non è stata valutata in condotta e alla riunione richiesta dal corpo insegnanti erano presenti solo due genitori), ci ritroviamo un paese dove il massimo al quale puoi aspirare è un posto in uno dei bar del centro dove affogare i mali dell'anima in litri di alcool, conditi più o meno da decibel invasivi, e senza che a nessuno venga in mente di controllarne l'età, e le condizioni di salute.
Il "male del vivere" che dilaga nell'isola, dove il consumo di antidepressivi supera il quantitativo di cibo consumato, parte dalla volontà di una politica fallimentare che aspira e fomenta le masse, strumentalizzandole, per avere il" punto nascita", quando la gente dovrebbe comprendere che potremmo anche avere anche un reparto di medicina nucleare, ma sicuramente destinato a rimanere lettera morta senza un pronto soccorso d'eccellenza, fornito di una RIANIMAZIONE, che sta alla base di tutto. Insieme, chiaramente, a filo di sutura, bende, disinfettanti e pillole salvavita.
Mi ha profondamente deluso vedere come si è pensato di "cavalcare" l'onda anche per questo. Così come mi ha deluso l'assenza di quella parte del popolo eoliano che non ha partecipato perchè ha compreso che quella occasione era un'offesa alla propria intelligenza. Se fossi stata parte di quella fetta di esseri pensanti, sarei andata a prendere tutto il resto a pedate.
Ma davvero pensiamo che inquinando la coscienza, uccidendo la conoscenza, queste isole possano avere un futuro?
La mia sarà anche una visione pessimistica, ma le vedo già in accanimento terapeutico.
Chi si avvicina al governo dovrebbe farlo con animo puro, senza sollecitare consensi ad ogni costo: se si opera, se si da l'esempio il consenso comunque arriva. E con il consenso, l'entusiasmo di coloro che credono e appoggiano. E che non andrebbero mai delusi.
Non è facile, nessuno ha mai preteso che lo fosse, ma quando la notte, poggiando il capo sul cuscino non hai bisogno di altro se non di chiudere gli occhi e dormire, vuol dire che hai adempiuto al compito che ti è stato affidato.
E se si partisse da quel profondo gesto di rispetto che un gruppo di giovani ha tributato ad uno dei nostri che ci ha preceduto nel viaggio dell'altra vita?
Forse capiremmo che ancora c'è un lumicino, un'occasione per non perderci. Abbiamo veramente avuto in dono un patrimonio unico. Siamo stati buoni solo a riempircene la bocca.
Ripartiamo da noi, con umiltà e coraggio. Anche il coraggio della sconfitta. Che, quando è pulita, è sempre meglio di una vittoria ottenuta firmando cambiali.
Mi scuso, ringrazio per l'ospitalità e vi chiedo solo di soffermarvi su queste parole: "se chini il capo una volta, accettando un compromesso che vada solo a tuo vantaggio, sarai sempre schiavo di quella prima volta e trascorrerai il resto della tua vita a capo chino.
Buona vita a tutti.

Primarie PD a Lipari si vota presso il Centro giovanile

Domani 30 aprile per le primarie per eleggere il segretario nazionale del Pd si voterà dalle ore 8 alle ore 20 presso il Centro Giovanile, sul Viale Vescovile.

Si è insediato al Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” il generale Luigi Robusto

COMUNICATO STAMPA

Oggi 29 aprile 2017, nel corso della mattinata, in Messina, all’interno della caserma “A. Bonsignore”, sede del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”, alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Gen. C.A. Tullio Del Sette, si è svolta la cerimonia di avvicendamento nell’incarico di Comandante Interregionale tra il Generale di Corpo d’Armata Silvio Ghiselli e il Generale di Divisione Luigi Robusto. Alla cerimonia hanno preso parte i Comandanti delle Legioni Sicilia e Calabria, una rappresentanza dei reparti territoriali, addestrativi, mobili e speciali, una delegazione della rappresentanza militare e dei commilitoni in congedo dell’Associazione Nazionale Carabinieri.
Il Generale Ghiselli, nel lasciare il Comando Interregionale, ha ringraziato tutto il personale per la proficua collaborazione offertagli, esortandolo a continuare con immutato entusiasmo nell’azione di prevenzione e di contrasto ad ogni forma di criminalità.
Il generale Robusto ha espresso la personale soddisfazione per l’alto incarico conferitogli, assicurando il proprio impegno senza soluzione di continuità al fine di esaltare ulteriormente l’azione dell’Arma nelle regioni di Sicilia e Calabria.
Il Comandante Generale, nell’esprimere il proprio apprezzamento ai militari presenti per gli eccellenti risultati conseguiti, ha sottolineato l’importanza di fornire risposte sempre efficaci e tempestive alle esigenze di sicurezza dei cittadini. Il Generale Del Sette, nell’augurare un proficuo mandato al Comandante subentrante, ha infine ringraziato il Generale Ghiselli per il brillante lavoro svolto, con grande impegno, senso del dovere ed elevata professionalità dimostrati in oltre 45 anni di effettivo servizio, formulandogli gli auguri affettuosi e sinceri per un avvenire ricco di serenità, salute e prosperità.


Ciao Fabio!

Ci ha lasciati Fabio Adornato. Aveva 56 anni ed era sofferente da tempo.
Fabio è stato un "personaggio" della nostra Lipari per la sua eccentricità. Amava la musica in primis gli Intillimani

Calcio - Terza Categoria : Domani per la Ludica scontro al vertice


Accadde oggi...alle Eolie

29 Aprile 2016
"Peregrinatio Marie" per il Giubileo. La Madonna del Terzito a Lipari
http://eolienews.blogspot.it/2016/04/peregrinatio-marie-per-il-giubileo-la.html

Fondazione Salina dona a Casa di Riposo di Valdichiesa importante strumento sanitario. La consegna effettuata dal presidente Nuccio Russo



(di Francesca Falconieri) Nell'oratorio Parrocchiale di Santa Marina Salina si è tenuta l'annuale chiusura dei corsi gratuiti organizzati dalla Fondazione Salina per tutta l'isola.
Nell'occasione il presidente, ragioniere Nuccio Russo, ha consegnato il dono che, insieme ai fondatori Professore Martin e a sua moglie Regina, hanno voluto fare alla casa di riposo Maria S.S del Terzito di Valdichiesa.
Il dono consiste in un concertatore d'ossigeno, un apparecchiatura che produce autonomamente ossigeno, eliminando il problema che costringeva la struttura a rifornirsi costantemente di bombole d'ossigeno.
Per la struttura è un notevole passo avanti perché ha a disposizione un'apparecchiatura di pregio, quasi sconosciuta nelle case di riposo.
La scelta è ricaduta su uno strumento di ultima generazione in quanto permette di poter fornire ossigeno a due pazienti contemporaneamente fino a 10 litri al minuto. Questo garantisce efficienza e continuità nel servizio volto alla cura degli assistiti.
Grande è stata la sorpresa e la gioia delle autorità e delle persone presenti,che hanno apprezzato il dono, ulteriore segno dell'attenzione che la Fondazione ha sempre rivolto ai problemi della nostra isola.
Il direttore della casa di riposo, Padre Alessandro Lo Nardo, ha ringraziato per l'importante contributo dato allo sviluppo e alla crescita della stessa e, per mezzo del presidente Nuccio Russo, ha inviato la propria riconoscenza e quella di tutta l'isola ai signori Martin per la tanta attenzione che da sempre hanno avuto nei riguardi del territorio.

I ringraziamenti delle famiglie Mezzapica e Maiorana


Gli auguri ai festeggiati di oggi

Eolienews augura Buon Compleanno a Marina Gallo, Sandra Leo, Rosaria Giunta, Roberta Silvestro, Italo Palermo, Nunziata Natoli, Bartolo Palmisano, Gianluca Veneroso, Nuccio Spinella, Valentina Mascaro, Melisa Echevarria, Isa Azzurra, Rosi Lo Cascio, Oriana De Teresa

Oggi è il 29 Aprile. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e il Santo del giorno

Salina

SANTO DEL GIORNO:
Il Signore è solito servirsi di umili e deboli creature per operare cose grandi: si servì di Ester per liberare il suo popolo dalla morte, di Giuditta per abbattere l'invitto Olofeme, si servì di Maria SS. per compiere la Redenzione, si servì di S. Caterina da Siena per dare la pace alla Chiesa e ai popoli del suo tempo. 

Nacque Caterina nell'illustre città di Siena, focolaio di grandi santi, nell'anno 1347. 
Già a sette anni la santa fanciulla manifestò una pietà non comune e una virtù tale per cui a otto anni fece voto di verginità. 
Per mantenersi fedele a questa promessa restò sempre ritirata, parca nel parlare, in continua unione col Divino Sposo mediante l'orazione e particolarmente colla mortificazione del suo corpo che macerò con digiuni e flagelli ed ancor più con la mortificazione interna. 
La fanciulla, fatta segno a ingiurie e villanie, rimase ferma tutto soffrendo per Gesù e infine fu vittoriosa. I suoi genitori, scorgendo la mano di Dio che difendeva e guidava la loro figliuola, le lasciarono piena libertà. 
D'allora in poi moltiplicò le sue penitenze esterne; quando però il confessore le impose un po' di moderazione, ella sapendo essere maggiore il valore dell'ubbidienza, subito le moderò. Fu ammessa nella Congregazione delle Terziarie Domenicane, ove trovò modo di esercitarsi in tantissime pratiche di mortificazione; tra le altre ammirabile fu il rigoroso silenzio che mantenne per tre anni. 
Il Divin Maestro inoltre la rese degna d'imitarlo nella sua passione, facendola oggetto di disprezzo e di accuse anche da parte di chi le doveva riconoscenza e amore. 
La Santa, con eroica carità, tutto soffrì e perdonò, ricambiando gl'ingrati con le cure più amorose. 
Un cuore apostolico quale quello di Caterina non si limitava alla carità materiale; essa infatti ci lasciò i suoi scritti ascetici e le sue 300 e più lettere, piene di santo ardore, indirizzate a Pontefici, a pfincipi, a popoli in discordia tra di loro. 
Ottenne dopo suppliche, preghiere, digiuni e colloqui, che il Papa da Avignone ritornasse a Roma; ottenne la pace tra città nemiche, ottenne frutti consolantissimi in tutta l'Europa. 
Zelo e attività ammirabili in una donna! Nella Bolla di canonizzazione si legge: « Nessuno mai trattò con essa senza partirsene migliore di prima ». 
Amava di straordinario amore e devozione il Papa, e lo chiamava il « dolce Cristo in terra ». 
Il Maestro Divino, dopo averla favorita del dono celeste delle sante stimmate, di rivelazioni e miracoli, le diede quella immarcescibile corona per cui tanto si era affaticata, chiamandola in cielo il 29 aprile dell'anno 1380. Pio XII la proclamò Patrona Principale d'Italia. 



PRATICA. « Ogni fedele cristiano è tenuto ad essere fedele e di servire la Chiesa, ciascuno secondo lo stato suo» (S. Caterina). Proponiamo di conoscere più ampiamente la vita e le gesta della Patrona della Patria, di imitarne gli esempi, di invocarla fiduciosamente. 


PREGHIERA. Fa', te ne preghiamo, Dio onnipotente, che mentre festeggiamo la tua beata vergine Caterina, possiamo trarre profitto dalle sue molteplici virtù. 

Lavorare...rimanendo umani (di Giancarlo Baldanza)

Ieri a Lipari è deceduto Fabio Adornato di anni 56. Viveva con Sua Madre in pieno centro a Lipari, sul corso. 
Era venerdi sera e la via principale isolana era piena con una delle prime infornate di turisti stagionali, importanti per l'economia dell'isola. 
Sempre ieri, davanti a Marina Corta, c'era pure all' ancora una nave della Costa Crociere con il suo prezioso carico di passeggeri. 
Eppure i ragazzi del centralissimo locale "bar ristorante La Latteria" hanno esposto un cartello scusandosi con i clienti per aver annullato la musica dal vivo, in segno tangibile di rispetto verso il dolore della famiglia Adornato. Hanno lavorato comunque con tutti i tavoli sempre pieni. 
Per quanto riguarda gli altri locali, le notizie sono incerte: sembra che qualcuno abbia abbassato un po' il volume comunque sempre alto, altri sembra siano rimasti indifferenti., altri avrebbero seguito l'esempio della "La Latteria". 
Ricordo che negli anni 60 e buona parte degli anni 70, in più punti dell'isola di Salina c'era un cartello giallo con una scritta nera: "PULIZIA E QUIETE, 2 SEGNI DI CIVILTÀ: RISPETTIAMOLI." 
Con il "progresso" o presunto tale, si sono affievoliti, al punto tale da avere la sgradevole sensazione che siano scomparsi del tutto o quasi, la PULIZIA, la QUIETE, la CIVILTÀ e il RISPETTO. 
Il mio grande plauso ai ragazzi del bar ristorante "La Latteria"che hanno dimostrato come si può e si deve lavorare, quindi guadagnare, rimanendo UMANI.

venerdì 28 aprile 2017

INPS dispone chiusura Punto di Lipari. Nuccio Russo si attiva per evitarlo...e arriva la prima risposta

L'INPS ha disposto la chiusura del Punto INPS di Lipari. 
Su questa base sono stati redistribuiti i servizi nella sede di Milazzo, utilizzando anche l'unità precedentemente impiegata a Lipari.
Comprendendo la gravità della situazione ed il grande disagio che subirebbero gli eoliani tutti, ho ritenuto utile coinvolgere quanti sono nelle condizioni di poterci dare un concreto contributo.
Dopo due ore questa allegata è la prima risposta  dell'onorevole Picciolo che ringrazio per la sua sensibilità.
Nuccio Russo

Cresce la Croce Rossa di Lipari. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


D'Amico in campo a Malfa. A Lipari il Consiglio fa flop. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


Lavori di manutenzione e miglioramento tecnico dell'approdo di Ginostra con finalità di Protezione Civile". Formalizzata indizione Conferenza di servizi

Comunicato
Oggi è stata formalizzata l'indizione della Conferenza di Servizi decisoria per i "lavori di manutenzione e miglioramento tecnico dell'approdo di Ginostra con finalità di Protezione Civile".
Il 2° stralcio" si terrà in data 22.05.2017 presso il comune di Lipari.
Come si ricorderà il Comune di Lipari aveva ottenuto il necessario finanziamento per euro 880.000,00 nel 2013 definitivamente trasferiti all'ente in data 11.9.2016 con determina n°61.
Sono state, quindi, completate le attività tecnico amministrative necessarie per l'ottenimento di tutti i pareri degli enti invitati alla conferenza e indispensabili per la successiva fase di affidamento e realizzazione dei lavori.
Il Sindaco Marco Giorgianni

Frase del giorno

La docente Eliana Mollica ottiene il trasferimento a Lipari. Tribunale accoglie tesi dell'avvocato Vincenzo La Cava

La docente liparota Liliana Mollica aveva chiesto all'ufficio scolastico provinciale di Mantova il trasferimento, dopo tanti anni di insegnamento fuori provincia, per poter insegnare a Lipari. L'amministrazione scolastica in virtù del ccnl dei docenti sottoscritto nel 2016 aveva ritenuto che non vi fossero i presupposti per il trasferimento preferendo altri docenti al suo posto.
La docente si è così rivolta allo studio dell'avvocato Vincenzo La Cava il quale interpretando le norme del ccnl in maniera diversa da come erano state sottoscritte ed interpretate dal Miur ha consigliato alla stessa di non demordere ed avviare un ricorso.
In particolare l'avvocato ha ritenuto che vi fossero evidenti illegittimità nel ccnl e che i sindacati non avrebbero dovuto sottoscrivere quell'accordo poichè discriminatorio.
Il Tribunale del lavoro di Barcellona, condividendo appieno le tesi del legale, ha ordinato alle amministrazioni convenute di provvedere al trasferimento della ricorrente per l’a.s. 2016-2017 quale docente di scuola primaria presso l’Ambito Sicilia “0015”, nonchè a rimborsarle le spese del giudizio
L'avvocato La Cava preannunzia ulteriori ricorsi anche per la nuova mobilità 2017/2018 .

Vendesi a Vulcano

VENDESI
Ape 50 modello Europe
anno immatricolazione : Settembre 2013
km. 8.000 
Prezzo: Euro 3.500


Trattasi di motoape pari al nuovo, viene venduta a causa inutilizzo.
Possibilità di visionare il veicolo direttamente presso isola di Vulcano, zona porto
Per contatti e ulteriori informazioni chiamare il 338.1699170

Domani avvicendamento al vertice del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”

Domani alle ore 10.30, in Messina, all’interno della Caserma “A. Bonsignore”, avrà luogo la cerimonia di avvicendamento al vertice del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”.
Al Generale di Corpo d’Armata Silvio GHISELLI, Comandante di Vertice dal 9 dicembre 2015, subentrerà il Generale di Divisione Luigi Robusto.
All’avvicendamento presenzierà il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Tullio DEL SETTE. La cerimonia si svolgerà di fronte ad un Battaglione in armi con la Bandiera d’Istituto della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, la Fanfara del 12° Battaglione Carabinieri Sicilia ed una folta rappresentanza di militari dell’Arma dei reparti territoriali e speciali operanti in Sicilia e Calabria.

PROGETTO DEL PARCO COMMERCIALE DI SAN FILIPPO DEL MELA: ARRESTI DOMICILIARI PER SINDACO E VICE SINDACO PER L’IPOTESI DI INDUZIONE INDEBITA A DARE O PROMETTERE UTILITÀ.

COMUNICATO
San Filippo del Mela (ME). I carabinieri del R.O.S. hanno notificato questa mattina 2 ordinanze cautelari di sottoposizione agli arresti domiciliari, emesse dal GIP del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto su richiesta di quella Procura della Repubblica a carico di:
-       ALIPRANDI Pasquale, attuale sindaco del comune di San Filippo del Mela (ME);
-       RECUPERO Giuseppe, vice sindaco del comune di San Filippo del Mela (ME).
Le indagini, avviate nel 2010 con la D.D.A. di Messina e successivamente coordinate dalla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, nella persona del Procuratore, dott. Emanuele Crescenti, e del Sostituto dott. Alessandro Liprino, sono state condotte anche attraverso servizi di intercettazione ed hanno consentito di raccogliere gravi indizi relativi alle ipotizzate attività di concussione per induzione in occasione dell’iter autorizzativo del Parco Commerciale, denominato “La città della moda, del commercio e della tecnologia”, destinato a sorgere nella contrada Archi del comune di San Filippo del Mela (ME).
È emerso, in particolare, come l’iter autorizzativo del progetto, presentato dalla società AREA s.r.l. nel dicembre del 2006, avesse subito una lunga fase di stallo[1]. Una significativa accelerazione del procedimento amministrativo si registrava proprio in concomitanza con i fatti oggetto d’indagine. In tale contesto si sarebbe inserito, infatti, GIUFFRIDA Giuseppe, imprenditore di origini catanesi ma operante nel messinese (deceduto nel novembre 2014) che, previa stipula di un contratto di assistenza e consulenza con la società progettista, avrebbe mediato i rapporti con le amministrazioni interessate all’iter autorizzativo.
In questa fase, le attività investigative avrebbero permesso di documentare dazioni di somme di denaro, materialmente eseguite dal GIUFFRIDA anche per conto e nel comune interesse di AREA s.r.l., in favore dell’ALIPRANDI (all'epoca dei fatti Vice Sindaco), del RECUPERO (all’epoca assessore al commercio) e di altri esponenti di quell’amministrazione comunale; si giungeva, in tal modo e nonostante le anomalie progettuali, al completamento del procedimento amministrativo, vincendo la resistenza opposta dai pubblici amministratori, in modo tale da indurre i promotori dell'iniziativa alla corresponsione dell'illecito compenso.
Un passaggio di particolare interesse veniva documentato il 20 settembre 2011 a bordo dell'autovettura del GIUFFRIDA, quando si registrava una conversazione  tra lo stesso ed un soggetto successivamente identificato in Giuseppe RECUPERO, dalla quale emergevano espliciti riferimenti ad una contestuale dazione di denaro da parte di GIUFFRIDA in favore dell'interlocutore, il quale agiva anche nell'interesse dei propri sodali. Particolare indicativo dell'illiceità della situazione che si andava delineando, il fatto che gli stessi GIUFFRIDA e RECUPERO, a bordo dell'autovettura del primo, si spostassero dal centro di San Filippo del Mela al locale cimitero, luogo evidentemente più riservato; inoltre, il GIUFFRIDA si premurava di non portare con sé il telefono cellulare, all'evidente fine di evitare possibili localizzazioni. GIUFFRIDA consegnava al RECUPERO la somma di € 12.000,00 in contanti (Va bene... sono 12... aspetta, minchia... sono stati contati.... ), perché li dividesse con i propri sodali. Tale conclusione trovava conferma nel corso dell'intercettazione ambientale immediatamente successiva, quando GIUFFRIDA riferiva testualmente: "...gli toccano tremila euro l'uno ....ne fanno l'uso che vogliono insomma....", con ciò confermando che la somma di 12.000 euro appena consegnata al RECUPERO avrebbe dovuto essere equamente divisa tra quattro persone.
Uno snodo fondamentale nella complessa vicenda si aveva il 12.12.2011 quando il consiglio comunale di San Filippo del Mela approvava a maggioranza (nonostante alcune perplessità avanzate dal presidente del medesimo organo collegiale) la deliberazione proposta dall'Area Gestione Territorio datata 9 dicembre 2011, riguardante il progetto di piano di lottizzazione dei terreni siti in località Sorgente - Frazione di Archi, presentato dalla Società AREA s.r.l. Dopo l'approvazione della  delibera n. 26/2011 da parte del Consiglio Comunale di San Filippo del Mela (avvenuta il 12 dicembre 2011), il progetto superava favorevolmente il vaglio della Conferenza dei servizi.
Infine, il 29 febbraio 2012, a bordo dell' autovettura in uso al GIUFFRIDA, questi riferiva di avere già versato 12.000 euro e che, ciò nonostante, avrebbe dovuto versare ulteriori somme, cosa che, tuttavia, non aveva intenzione di fare: “3000 glieli devo portare a quelli del Comune........non gli porto niente a nessuno!'!....erano 2500, 3000 no? Dovevo liquidizzarlo, portarlo a 3000 e darglieli a quelli del comune…  già 12 glieli avevo dati e 3 facevano 15 e poi c'era ....inc...”.



[1] La consulenza tecnica disposta dal pubblico ministero ha evidenziato che il piano di lottizzazione - approvato dal Consiglio Comunale di San Filippo del Mela con la delibera n. 26 del 12.12.2011 - era dimensionato con indici e parametri non corrispondenti a quelli definiti dall'art. 10 delle norme tecniche di attuazione del P.R.G. e sprovvisto della necessaria valutazione di impatto ambientale; inoltre, il progetto del realizzando centro commerciale era sovradimensionato e non rispettoso dei parametri urbanistici ed edilizi, oltre che non compatibile con le specifiche caratteristiche ambientali del contesto in cui l'opera avrebbe dovuto inserirsi).

L’A.V.I.S. DI LIPARI APRE ALL’A.D.M.O.

COMUNICATO DEL 28 APRILE 2017

L’A.V.I.S. DI LIPARI APRE ALL’A.D.M.O.
Domani riprendono le raccolte di sangue a Lipari. Per l'occasione saranno presenti gli attivisti dell'ADMO per una nuova e proficua collaborazione con l'AVIS di Lipari propedeutica alla sensibilizzazione verso la donazione del “midollo osseo”.
Noi dell'AVIS siamo pronti all'ulteriore impegno sociale e siamo certi che, così come per il dono del sangue, anche in questo caso la comunità eoliana saprà dare un concreto contributo alla vita...... degli altri, per dare un senso alla propria.
Il Consiglio Direttivo, a fronte di questo ulteriore impegno sociale, auspica che si concretizzi a breve l’assegnazione di locali ove trasferire la Sede Amministrativa dell’Associazione, non più procrastinabile. Per l’occasione, anche attraverso la stampa, parte l’ennesima richiesta di aiuto verso l’Amministrazione Comunale e potrebbe essere l’ultima, perché pian piano sta maturando l’idea delle dimissioni in blocco.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (Trentesima puntata)

A Puddara (Pollara) (Salina)

Cultura della legalità. I ragazzi del Comprensivo Lipari hanno incontrato l'Arma


COMUNICATO
Nel contesto delle attività di promozione della cultura della legalità sono stati organizzati nella giornata di giovedì 27 aprile c.m. alcuni incontri promossi dal comando territoriale dell’Arma dei Carabinieri con gli alunni di questa Istituzione scolastica.
Gli incontri si sono svolti ai vari plessi secondo il seguente programma: alle 9.00, le classi di scuola primaria e secondaria di 1° grado di Quattropani; alle 10,30 le classi di scuola primaria e secondaria di 1° grado di Pianoconte; alle 12,30 le classi prime e seconde di scuola secondaria di 1 ° grado della sede centrale S. Lucia.
Purtroppo, per questioni tecniche, non si è potuto svolgere il previsto incontro pomeridiano con le classi di scuola secondaria di 1° grado di Canneto: l’incontro sarà tuttavia ‘recuperato’ in tempi brevissimi.
Legalità non è un principio ideale scritto sulle stelle: la legalità è un atteggiamento, un comportamento fatto delle cose di tutti i giorni, dalle più piccole alle più importanti.
Così gli incontri si sono svolti in un clima di curiosità, a partire dalle domande degli alunni, a metà tra la vita vista nel suo manifestarsi quotidiano e quella raccontata dalle televisioni.
Il comandante della compagnia di Milazzo, il capitano Valentino Adinolfi, assieme al comandante Francesco Villari della stazione di Lipari, vero volto amico della gente eoliana, hanno risposto alle domande sugli argomenti più svariati, dai rischi dei social network a quelli delle sostanze stupefacenti, alla guida in stato di ebbrezza ai rapporti sociali improntati sul rispetto e non sulla prevaricazione.
Insomma le forze armate che proteggono e vigilano sulla nostra sicurezza, viste da vicino, col volto umano delle persone che lavorano, per una utile riflessione sulla società che vorremmo e sul mondo migliore che desideriamo.
Appuntamento al prossimo incontro legalità.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof. Renato CANDIA

Judo. Atleti liparesi in gara a Martinafranca

Domenica 30 aprile si svolgerà a Martinafranca la gara "Città di Taranto" valida per il Trofeo Italia. Per lo Sporting judo Lipari parteciperanno:
- Per la categoria maschile esordiente B fino a 60 kg Agrip Antonio; per la categoria femminile Livoti Enya gareggerà nella 57 kg;  per la classe esordienti A nei maschi fino a 40kg ci sarà Roberto Subba; nella 36 femminile Sofia Natoli 

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 28 Aprile

Buon Compleanno ad Emilio Falconieri, Paolo Zumbo, Marilena Cusumano, Angela Rando, Rosa Furnari, Gisella Cullotta, Ludovico Passeri, Ilaria Tripi, Maria Pia Bertolucci

Oggi è il 28 Aprile. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

Foto: Katia Merlino

SANTO DEL GIORNO:
Santa Valeria è più conosciuta per essere stata la moglie di San Vitale, ucciso e martirizzato nella città di Ravenna, e madre dei Santi martiri gemelli Gervasio e Protasio, visse nel III secolo. Avrebbe desiderato portare con se il marito morto alle porte di Ravenna, ma i cristiani del luogo glielo impedirono. Quindi si mise in viaggio per Milano ma incontrati dei contadini pagani e rifiutatasi di rimanere con loro facendo sacrifici agli dei, venne così violentemente percossa che morì dopo qualche giorno. Pur essendo rappresentata già in epoca antica nei mosaici di Sant'Apollinare nuovo a Ravenna, Valeria non ha un'iconografia specifica.

giovedì 27 aprile 2017

Sono schifato...grazie per aver calpestato la mia professionalità ed il libero pensiero

Ho lanciato ieri un sondaggio su questa pagina dal titolo: Siete favorevoli ad una eventuale candidatura di Francesco Megna a sindaco di Lipari? 
Sondaggio che abbiamo proposto anche sulla pagina fb di Eolienews (i due sondaggi camminavano separatamente).
Con quello che era stato pubblicato in questa pagina si voleva dare la possibilità a chi non è su fb di dire la propria.
Bene...siccome sono buono e non fesso devo comunicare l'annullamento del sondaggio sul sito, mentre prosegue quello su fb.
Vi spiego perchè:

CHI GESTISCE IL SONDAGGIO PUBBLICATO A LATO CI SEGNALA NELLE ULTIME ORE ACCESSI DA UN CALL CENTER, CON VOTI CHE VENGONO POSTATI ATTRAVERSO QUESTO. 
E' CHIARO L'INTENTO. OVVERO QUELLO DI INFLUENZARE IL VOTO. COSA CHE STA AVVENENDO...A NOI E' BASTATO VEDERE L'EVOLUZIONE (L'INDIRIZZAMENTO) DEL VOTO NEGATIVO (Quello contro la candidatura Megna, per intenderci meglio) CHE ABBIAMO SEGUITO SIN DA QUANDO L'ANOMALIA E' STATA SEGNALATA. 
SONO SCHIFATO E DELUSO DA QUESTA MANCANZA DI RISPETTO, DAL FATTO CHE QUALCUNO, NON MI INTERESSA CHI, HA CALPESTATO LA MIA PROFESSIONALITA'. LO STESSO DICASI PER LA MANCANZA DI RISPETTO CHE SI HA DELLA LIBERA ESPRESSIONE DI CHI VUOLE DIRE LA SUA:
RIPETO: ANNUNCIO, CONTESTUALMENTE, CHE IL SUDDETTO SONDAGGIO VIENE ANNULLATO. 
RESTERA' IN VIGORE QUELLO SU FB DOVE CHI ESPRIME LA SUA PREFERENZA CI "METTE LA FACCIA".
CON TANTA AMAREZZA, GRAZIE PER LA MESCHINITA'
Il direttore di Eolienews
Salvatore Sarpi

Aeroporto di Reggio Calabria potrebbe diventare scalo di riferimento per turisti diretti alle Eolie. Ritenuto positivo l'incontro al quale hanno presenziato il sindaco Giorgianni ed il consigliere della circoscrizione Alicudi - Filicudi, Scaldati

(ANSA) L’aeroporto di Reggio Calabria potrebbe diventare lo scalo di riferimento per i turisti diretti alle Isole Eolie. Ha avuto un esito positivo l’incontro, avvenuto nella sede della Camera di commercio di Reggio Calabria, finalizzato a valorizzare il sistema dei trasporti e dei collegamenti nell’area dello Stretto, in modo da avvicinare l’aeroporto “Tito Minniti” alle Isole Eolie, attraverso precisi indirizzi strategici e proposte condivise.
Al tavolo, convocato dal presidente della Camera di commercio Antonino Tramontana, hanno partecipato il sindaco della Città metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, il sindaco del Comune di Lipari Marco Giorgianni e il consigliere di circoscrizione di Filicudi e Alicudi Francesco Scaldati, l’assessore al Turismo e Trasporti del Comune di Milazzo Piera Trimboli, i rappresentanti delle compagnie di navigazione Caronte & Tourist spa Antonino Repaci, Meridiano Lines srl Filippo Arecchi, Liberty Lines spa Vittorio Morace, di Federalberghi Isole Eolie Christian Del Bono e Confindustria Reggio Calabria Andrea Cuzzocrea, il responsabile del servizio “Chiamabus” della Città metropolitana di Reggio Calabria. Presenti, inoltre, il Segretario Generale della Camera di commercio Natina Crea e il consigliere camerale Serafino Nucera.
Durante l’incontro è stata registrata ampia condivisione circa l’opportunità di estendere, nel breve periodo, il servizio “Chiamabus” della Città Metropolitana di Reggio Calabria fino a Milazzo – ad oggi già operativo, a costi molto contenuti, tra l’Aeroporto dello Stretto e Messina – in modo da intercettare una parte dell’utenza turistica interessata alla destinazione Eolie, oltre a potenziare il servizio esistente con fermate aggiuntive a Villa San Giovanni e Messina. Per il trasporto fino a Milazzo è stata confermata la disponibilità a garantire ai mezzi “Chiamabus” corsie preferenziali agli imbarchi e la gratuità dell’attraversamento, mantenendo così la competitività e l’accessibilità del servizio.
Altrettanto condivisa è stata la necessità che, nel medio periodo, si punti al potenziamento del collegamento diretto via mare da Reggio Calabria alle isole Eolie, ad oggi quasi inesistente, che renderebbe lo scalo reggino realmente attrattivo per il sistema dell’offerta turistica dello Stretto.
«L’Area dello Stretto e le isole Eolie – ha dichiarato il presidente Tramontana – sono destinazioni turistiche di grande rilievo, che rappresentano un bacino di utenza di estremo interesse per l’aeroporto reggino, (circa due milioni di presenze l’anno, come dichiarato da Federalberghi Isole Eolie) che, opportunamente collegato e integrato con il sistema dei traporti via terra e via mare, potrebbe diventare lo scalo di riferimento per tour operator e compagnie aeree sia di linea che con voli charter».
Il sindaco metropolitano di Reggio Calabria ha posto l’attenzione sulla necessità di integrare il sistema dei collegamenti nell’Area dello Stretto, che non potranno che essere funzionali alla strategia di rilancio dell’aeroporto reggino ed alla auspicabile integrazione dell’offerta turistica delle due sponde.
Sia il sindaco del Comune di Lipari che l’assessore del Comune di Milazzo hanno sottolineato il forte interesse a che l’aeroporto reggino possa diventare uno scalo di riferimento per i loro territori, poiché potenzialmente in grado di garantire una sensibile riduzione dei tempi per raggiungere le isole, anche attraverso servizi più avanzati quali accettazione e check-in presso i punti di imbarco da e per le Eolie.
Interesse registrato anche da Federalberghi Isole Eolie, che ha auspicato di poter utilizzare nuovamente i servizi dell’aeroporto reggino, considerato di grande potenzialità anche in ragione del livello di saturazione dello scalo di Catania.

Novena a San Pietro in preparazione alla festa della Madonna di Pompei

Da quel Trono ha rivolto lo sguardo alla nostra bassezza; ed ecco, d'ora in poi tutte le generazioni ti chiameranno Beata.
Novena in preparazione alla festa della Madonna di Pompei da Sabato 29 Aprile a Lunedì 8 Maggio tutte le sere 

h. 18.30 Recita del Santo Rosario 
h. 19.00 S. Messa nella Parrocchia di San Pietro

Frase del giorno

Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava. Clima asciutto sino al 1° Maggio

LA TENDENZA A MEDIO E LUNGO TERMINE IPOTIZZA CLIMA ASCIUTTO FINO AL 1 MAGGIO, CON VENTI MERIDIONALI CHE NEL POMERIGGIO DI VENERDI TENDERANNO A RUOTARE DA SETTENTRIONE, COMPORTANDO UN CALO TERMICO NELLA GIORNATA DI SABATO 29, QUANDO LA GIORNATA SI PRESENTERA' FRESCA E VENTILATA CON LA TEMPERATURA MASSIMA CHE POTRA' REGISTRARE 15 C ,
NELLA GIORNATA DI SABATO, INOLTRE, SI ASSISTERA' AD UN INCREMENTO DELLA NUVOLOSITA' CON POSSIBILI LOCALI PIOVIGGINI MATTUTINI.LA MODERATA VENTILAZIONE POTRA' INOLTRE AUMENTARE IL MOTO ONDOSO FINO A MOSSO.
UN MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI METEO CI SARA' NELLA GIORNATA DI DOMENICA 30, QUANDO NEL CORSO DELLA GIORNATA IL CIELO TENDERA' A RASSERENARE E LA VENTILAZIONE A PLACARSI, 
PRELUDIO DI UN 1° MAGGIO CON TEMPO STABILE E SOLEGGIATO, CON VENTI DEBOLI E MARE POCO MOSSO.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI ED AGGIORNAMENTI VISITATE LA PAGINA FACEBOOK www.facebook.com/meteoeolie ( previsioni elaborate il 26 )

Proverbio cinese...ad uso elettorale!!!

Ritrovata abbandonata ed incidentata l'auto "scomparsa" da Canneto

L'auto "scomparsa" la notte scorsa da Canneto, e della quale avevamo dato notizia, è stata ritrovata dai carabinieri sul torrente Boccetta, nella stessa frazione liparese.
Il mezzo è stato abbandonato...incidentato

Malfa. Lorenzo D'Amico, 40 anni, si candida a guidare il Comune. Sarà supportato dalla lista civica “Democrazia Partecipativa Malfa 2017”

Lorenzo D’Amico, 40 anni il prossimo 15 Giugno, sarà candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative del Comune di Malfa (Salina).
La decisione è ufficiale mancano solo le firme e la presentazione al segretario comunale, ma la lista civica “Democrazia Partecipativa Malfa 2017” sindaco Lorenzo D’Amico è già completa con dieci candidati.
“ Siamo contenti – commenta il candidato sindaco Lorenzo D’Amico, a capo della coalizione. Il nostro progetto è trasparente, volti nuovi e validi, non abbiamo bisogno di accordi ed eccellenti alleanze, siamo una squadra che , da subito, lavorerà per la stesura  definitiva del programma elettorale basato su ideali condivisi ”.

Consiglio comunale di Lipari. Si dimette Gullo...e lo segue Lauria

Consiglio comunale di Lipari...in rottura continuata
Non appena insediatosi, seguendo la linea adottata da La Sinistra Eoliana, si è dimesso Simone Gullo. Le dimissioni sono state precedute da un intervento critico.
Buona parte dell'aula ha"contestato" le modalità attuate, ormai da qualche mese, da questo gruppo.
Non ha condiviso le critiche, invece, Bartolo Lauria (Forza Italia) che, per protesta, ha annunciato le sue dimissioni.
E' mancato il numero legale e non è stato possibile proseguire nei lavori. Se ne riparlerà domani

Croce Rossa. Si è concluso il corso di reclutamento dei volontari della sede di Lipari

COMUNICATO
Si è concluso sabato 22 aprile 2017 il corso di reclutamento dei volontari della sede di Lipari della Croce Rossa Italiana Comitato di Milazzo-Isole Eolie Onlus.
L’ingresso dei nuovi volontari rientra nel piano formativo messo in atto dal Comitato C.R.I. per ampliare i servizi resi dall’Associazione sul territorio Eoliano.
Poco più di un anno fa, infatti, è stata costituita la nuova sede C.R.I. di Stromboli con venti volontari che, oltre a prestare la loro opera a beneficio degli abitanti dell’isola, hanno saputo prodigarsi per crescere professionalmente, fino a prestare servizio emergenziale ai terremotati del centro-Italia, attraverso una concreta presenza presso la base di San Severino Marche.
Ed ancora, a seguito di un’intensa formazione dei volontari CRI della sede di Vulcano è stato possibile accreditare il servizio di assistenza sanitaria dell’isola, al servizio di emergenza-urgenza 118 regionale. Grazie allo spirito di abnegazione dei Volontari di Vulcano, il Comitato C.R.I. di Milazzo-Isole EolieOnlus offre sull’isola un servizio di assistenza sanitaria H 24, divenuto, insindacabilmente, prezioso supporto anche per i medici della guardia medica dell’isola.
La Dr.ssa Maria Elena Cutelli, Presidente del Comitato CRI di Milazzo-Isole Eolie, che da oltre vent’anni si prodiga instancabilmente a servizio dei più vulnerabili, così dichiara: 
“Unitamente al Presidente Regionale della Croce Rossa Italiana Siciliana, vorrei manifestare tutto il mio compiacimento per questo ulteriore traguardo, raggiunto a beneficio degli Eoliani e di quanti transitano su un territorio tanto meraviglioso quanto particolare che, non di rado, costringe al superamento di numerosi impedimenti, generati, per lo più, dalla sua insularità. Ci sta a cuore che la gente sappia che ci siamo e che, tra tante difficoltà, restiamo incondizionatamente vicini a tutti coloro che ne hanno bisogno”.  
Auguriamo buon volontariato alla Croce Rossa Italiana e alle sue nuove leve!

Auto "scompare" nella notte a Canneto. L'appello

Questa notte è stata rubata a Canneto una Suzuki Ignis grigia targata bx270ma.
La macchina (nella foto il modello) era parcheggiata vicino alla fermata del bus nei pressi del bar Papisca
Chi è in grado di dare informazioni contatti il 338 8883720

Le Eolie nelle stampe d'epoca (Ventinovesima puntata)

 A Criesia i Santu Stefanu (La Chiesa di Santo Stefano - Filicudi)

Accadde oggi alle Eolie

27 Aprile 2012
Inaugurata la sede di Pignataro della Capitaneria di Porto
http://eolienews.blogspot.it/2012/04/inaugurata-la-sede-di-pignataro-della.html

Gli auguri ai festeggiati di oggi, 27 Aprile

Buon Compleanno a Sara Paratore, Gaetano Reale, Massimiliano Mazzei e Fabio Bonfante.
Particolari auguri di Buon Compleanno al nostro collaboratore Giuseppe La Cava

Oggi è il 27 Aprile. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Vulcanello e Vulcano (Foto Aurora Beninati)

IL SANTO DEL GIORNO:
Nel linguaggio medievale, « zita » equivaleva a quella che, nei dialetti toscani, è ancora detta « cita » o « citta ». Voleva dire cioè « ragazza », e il diminutivo di quel termine esiste ancora nel vocabolario italiano: « zitella », cioè non maritata.

Santa Zita è dunque la santa ragazza, ed è l'unica Santa di questo nome che ancora viene ripetuto in Toscana, e specialmente in Lucchesia. Santa Zita, infatti, è la Santa di Lucca, e già Dante, per indicare i magistrati della città di Lucca, parlava degli « anziani di Santa Zita ».
Zita era nata vicino a Lucca, a Monsagrati, nel 1218, in una famiglia contadina. Non ebbe nessuna particolare istruzione, ma fin da bambina si dette una regola di condotta religiosa chiedendosi semplicemente: « Questo piace al Signore? Questo dispiace a Gesù? ». Con questa linea di condotta crebbe devota e utile, aiutando i genitori a vendere in città i prodotti dei loro campi. A 18 anni entrò a servizio, a Lucca, nella casa dei Fatinelli, anzi nel palazzo di quella famiglia, che era una delle più ricche della città.
Le tentazioni della città avrebbero potuto aver facile presa nell'anima della semplice campagnola, ma la linea di condotta impostasi dalla fanciulla, pur nella sua ingenuità, non consentiva né errori né distrazioni. « Questo piace a Gesù? E questo gli dispiace? ».
E piaceva a Gesù che ogni mattina, con il permesso della padrona, Zita si recasse in chiesa, mentre tutti gli altri ancora dormivano. E poi accudisse puntualmente, prima di tutti e meglio di tutti, alle pesanti incombenze casalinghe, alle quali si dedicavano le donne di quei tempi. Ma fu soprattutto la straordinaria generosità verso i poveri che costituì il più delicato profumo della santità della servetta. Ogni venerdì, ella, la più fidata tra le domestiche, aveva il compito di distribuire le elemosine ai poveri. E trovava sempre il modo di aggiungervi qualcosa di suo, risparmiato sul magro cibo, sullo scarso salario e sul modestissimo vestiario. Presto il padrone sospettò che Zita donasse ai poveri più di quanto egli aveva disposto. Era vero, ma quel di più non apparteneva a lui. Rappresentava il superfluo della sua serva incredibilmente sobria. Un giorno, incontrando Zita con il grembiule gonfio di alimenti, le chiese severamente che cosa portasse. « Fiori e fronde », rispose la ragazza. Disciolto il grembiule. ne caddero davvero fiori e fronde, miracolosi simboli della carità e della generosità, impersonata da Santa Zita. Sempre più amata, rispettata e venerata, visse nella casa dei Fatinelli fin verso i sessant'anni, considerandosi nient'altro che un'umile, obbediente e devota serva. Soltanto dopo la sua morte i cittadini di Lucca le tributarono onori come a una grande Santa, e gli stessi magistrati della città non disdegnarono di essere indicati come « gli anziani di Santa Zita », senza che facesse velo al loro orgoglio l'umile condizione della Santa servetta, delicato fiore della città gentile.

Folkmare e i 40 anni dei Cantori Popolari: "Occasione per confrontare le proprie tradizioni popolari, la propria cultura originaria con quella di altri popoli"

       
COMUNICATO
    In data 25 aprile 2017 si è conclusa la manifestazione “Folkmare 2017”         .
             Il 2017 segna per l’Associazione “Cantori Popolari delle Isole Eolie” quarant’anni di seria, continua, ricca e suggestiva attività.
Ed è per questo, che il gruppo ha deciso di condividere questo  momento con altre Associazioni.
Da qui ha avuto luogo dal 21 al 24 aprile 2017 l’ ottava edizione di Folkmare, manifestazione che desidera assumere un ruolo di vero e proprio volano per la destagionalizzazione turistica nel nostro territorio.
Colorare Lipari e le Eolie, Sito Unesco Patrimonio dell’Umanità, durante il fine settimana antecedente la celebrazione del 25 Aprile,  con un messaggio di pace e fratellanza, è il gesto d’amore di noi appartenenti ai “Cantori Popolari delle Isole Eolie” per la nostra terra.
FOLKMARE vuole racchiudere in sé, significati e valori che travalicano i confini rigidamente posti da questo genere di manifestazioni.
Confrontare le proprie tradizioni popolari, la propria cultura originaria con quella di altri popoli, significa pervenire all’acquisizione dei contenuti comuni e fondamentali della vita, della storia dell’uomo e del suo umano percorrere.
Vuol dire riscoprire valenze, caratteristiche, espressioni, usi, costumi generati dalla stessa necessità, dalla stessa gioia, dalla stessa fatica.
E averlo fatto in una terra che è stato anfratto accogliente per la gente di mare, angiporto di razze, luogo di scambio e smistamento dei manufatti dell’uomo, sicuramente ha  ammantato  gli incontri previsti con qualcosa di magico.
Voler ridare alle Isole   quell’originario e naturale ruolo di porto di tutte le genti, non deve apparire come un’idea peregrina, oggi più che mai; oggi che andiamo ricercando motivi, modalità e mezzi per stare insieme nello sforzo e nel desiderio di comprenderci ed integrarci.
Ringraziamo il Comune di Lipari per aver dato il Patrocinio alla manifestazione e tutti coloro che in vari modi hanno sostenuto la manifestazione.        

mercoledì 26 aprile 2017

In arrivo alle Eolie a maggio altri soccorritori d'Abruzzo

COMUNICATO
Le Isole Eolie sono pronte ad accogliere, nel mese di maggio, i gruppi di soccorritori dell’Abruzzo e alcuni familiari delle vittime nel quadro dell’iniziativa promossa dall’AIPF (Aeolian Islands Preservation Fund) per ringraziare coloro i quali, mettendo a rischio la propria vita, hanno lavorato per il salvataggio dei sopravvissuti dell’Hotel Rigopiano e i familiari delle vittime.
L’iniziativa è stata lanciata dal Chairman dell’Aeolian Islands Preservation Fund Luca Del Bono lo scorso febbraio ed è stata accolta calorosamente alle Isole Eolie e ha già visto la partecipazione di moltissimi, fra strutture e semplici cittadini, per accogliere i dipendenti dell’Hotel Rigopiano lo scorso Aprile.
I gruppi soggiorneranno alle Isole Eolie da mercoledì 3 a lunedì 8 maggio. Si tratta dei familiari delle vittime del crollo del velivolo del 118 a Campo Felice e degli psicologi dell’emergenza in Abruzzo che hanno assistito i sopravvissuti e i parenti delle vittime. Da mercoledì 10 a lunedì 15 maggio saranno ospitati i rappresentanti della Protezione Civile Modavi, associazione che si è spesa molto per le persone colpite dal terremoto e i tecnici del soccorso alpino, intervenuti a Rigopiano. Da mercoledì 24 a lunedì 29 maggio arriveranno invece i rappresentanti della Protezione Civile che hanno lavorato senza sosta per salvare i sopravvissuti. Sarà coinvolta la Protezione Civile presente sull’Isola di Lipari, il cui delegato è il Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni.
Le compagnie di navigazione Siremar, Caronte Tourist e Liberty Lines confermano anche in questa occasione, la propria disponibilità nel partecipare al progetto; anche Trenitalia (Gruppo FS Italiane) continua a dimostrare il suo entusiasmo nel partecipare all’iniziativa, garantendo il viaggio gratuito dei vari gruppi fino alla Stazione di Napoli Centrale.
Gli ospiti alloggeranno a Lipari, Panarea e Stromboli. Ringraziamo anticipatamente le strutture ricettive che si sono offerte con generosità di partecipare. L’elenco di tutte le strutture coinvolte si può visualizzare su 
http://www.aeolianpreservationfund.org/2017/04/in-arrivo-i-prossimi-soccorritori-alle-isole-eolie/
Le referenti sull’isola di Lipari per questa iniziativa sono Rosi Mollica, AIPF, e Valentina Marino, tour operator Le Isole d’Italia, che stanno continuando a svolgere un lavoro meraviglioso in forma del tutto volontaria, insieme alla coordinatrice AIPF, Federica Tesoriero e a tanti volontari che hanno aderito all’iniziativa.
Vi ricordiamo che potete ancora dare una mano! Chiunque voglia collaborare, partecipare, mettendo a disposizione anche solo un po’ del proprio tempo, per accogliere queste persone speciali e farle sentire a casa, può contattare Rosi Mollica e Valentina Marino mandando una email a info@leisoleditalia.com

Sanità, rete ospedaliera e adeguamenti atti aziendali delle ASP. Antonino "Nuccio" Russo: "Non resta che il ricorso amministrativo per le illegittimità"

(di Antonino Nuccio Russo) L'approvazione della rete ospedaliera nel rapporto pubblico privato, con decreto Assessore Regionale n. 629 del 31 Marzo 2017, ha determinato una sperequazione perchè avrebbe tagliato i posti letto nel pubblico e non ha tagliati quelli nel privato!
Questo è illegittimo perchè la normativa nazionale Balduzzi prevede un rapporto di riduzione dei posti letto per acuti al 60% a carico del pubblico e 40% a carico del privato.
L'assessore regionale con nota del 18 aprile 2017 ha chiesto di fare l'adeguamento degli atti aziendali e delle dotazioni organiche al decreto predetto.
Oggi in una riunione a Palermo presso l'Assessorato hanno comunicato che l'adeguamento degli atti aziendali deve essere fatto dalle ASP entro il 3 maggio e entro il 20 maggio deve essere fatto l'adeguamento della dotazione organica.
Sembra che l'ASP di Messina ha già fatto venerdì scorso l'adeguamento degli atti aziendali, anche dell'Ospedale di Lipari, così come comunicato da Sirna.
Non resta allo stato altra strada che il ricorso amministrativo per le illegittimità e successivamente la modifica della normativa di riferimento!

Verso le elezioni nelle Eolie. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Lipari. Amministrazione aderisce a bando per adeguamento sismico edifici privati

COMUNICATO STAMPA
Con delibera di giunta n. 53 del 26/04/2017 l’Amministrazione comunale ha aderito a quanto previsto dall’O.C.D.P.C. n. 344/2016 grazie alla quale nei prossimi giorni verrà pubblicato un bando pubblico per accedere a contributi per l’adeguamento sismico di edifici privati. Nello stesso saranno note le procedure per poter usufruire di detti contributi.
Il Sindaco
Marco Giorgianni

Area pedonale a Marina Corta. Carlo Di Paola "Dovreste cambiare mestiere"

Riceviamo da Carlo Di Paola e pubblichiamo:
Volevo fare i complimenti per l'area pedonale di Marina corta : camion, macchine, motorini, 24 ore no stop. Questa telenovela da 10 anni , si rischia di fare morire qualche bambino Se non siete capaci dovreste cambiare mestiere. 
Carlo di Paola

Riflessioni su un paese dall’incerto futuro (di Piero Roux)

(di Piero Roux) In un paese caratterizzato da un dormiente o addirittura assente senso civico, ove all’approssimarsi di nuove elezioni amministrative s’inaugurano cantieri e si promettono ricchi premi e cotillon ai votanti di parte, mi ritrovo a chiedere: “Come mai promettere a posteriori, quando molte cose potrebbero essere realizzate subito?” 
Abbandonando quella che, a una prima lettura, potrebbe apparire solo polemica gratuita, vado velocemente ai fatti. 
Stamane, da abitante del luogo, sono salito al Castello, vivacizzato da una folta schiera di turisti e alcuni di questi, non sapendo che gli unici servizi pubblici si trovano all’interno dei padiglioni del Museo, accessibili dietro pagamento di un biglietto di entrata, cercavano – disperatamente- ove espletare i propri bisogni fisiologici. Grande l’imbarazzo dei custodi e degli operatori turisti nell’informare i malcapitati “visitatori” che i W.C. fuori dall’area museale erano chiusi da tempo per problemi tecnici (mancanza d’acqua) e problemi economici ( remunerazione personale addetto alle pulizie). 
Poi, provo a pensare a quanto merito abbia tratto quest’ amministrazione nell’aver chiesto ed ottenuto un aumento del ticket d’ingresso alle isole, il cui introito, secondo logica dovrebbe essere usato per offrire un miglior servizio al turismo. Quale migliore occasione per attivare subito i servizi pubblici: 
- del Castello (convenzione con la regione); 
- di Marina Corta ( convenzione con la Società Condotte d’Acqua); 
- di Piazza Mazzini (da anni in disuso) 
Ed installare dei W.C. autopulenti ( a gettone) sui percorsi trekking (evitando la eccessiva concimazione della macchia mediterranea da parte dei visitatori). 
Questo un primo – ma significativo- passo su ciò che chiamo “assistenza all’utenza” che per noi isolani sono i “visitatori- turisti”, mostrando loro che siamo una comunità civile, malgrado il progressivo imbarbarimento dovuto all’isolamento a cui lo Stato lentamente ci sta condannando - togliendoci i pochi privilegi acquisiti nel tempo… (compreso l’Ospedale).

Domani il consiglio comunale a Lipari. Una marea di debiti fuori bilancio ed il Regolamento della tassa di sbarco