Per scrivere ad Eolienews: ssarpi@libero.it o s.sarpi@libero.it Tel. 339.57.98.235

Le notizie, dopo il passaggio in prima pagina, restano nell'archivio (colonna a sinistra di questa pagina). Nella stessa colonna vi è anche l'opzione "Cerca nel blog". Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa (ad es. porto) e saranno visualizzati gli articoli inerenti

Per pubblicità sul nostro sito , per qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc. chiamate il 339.57.98.235 .
I nostri prezzi (regolarmente fatturati) non temono concorrenza

mercoledì 30 luglio 2014

A Panarea....Bar da Carola….e il piacere degli occhi si sposa con quello della gola. E quest'anno la novità è la granita alle erbe mediterranee



Al Bar da Carola potrete gustare, tra l'altro, ben 28 granite tutte preparate con frutta fresca e secondo le più antiche tradizioni eoliane.
Tra queste una vera e propria specialità della casa: la granita pesca e malvasia.
Granita che nasce da una geniale intuizione di Carola che ha pensato, con successo, di miscelare sapientemente i due prodotti che sono alla base di una tradizionale usanza eoliana: l’immersione della pesca nella malvasia e più in generale nei vini della nostra terra.
L’attuale granita pesca e malvasia del Bar da Carola, unica nel suo genere, nonostante le varie imitazioni, ha subito in questi anni un vero e proprio processo di perfezionamento.
 Quella granita pesca e malvasia per la quale tanti personaggi famosi (tra questi Casini, Vespa, Buy) decidono di puntare la prua della loro barca verso il porto di Panarea…per ritornare ad assaggiare, comodamente seduti , davanti allo spettacolo fornito dalla maestosità degli isolotti, un qualcosa di unico!
Un’ unicità che non sta solo nella sapiente e precisa miscelazione degli ingredienti ma anche in quel “nettare degli dei” che Carola esige sia solo ed esclusivamente quello conservato nelle botti di legno..contenitori ideali per mantenere intatte tutte le caratteristiche della malvasia.
E quest'anno una nuova, deliziosa e gustosa  novità: La granita alle "erbe mediterranee  - Elisir di Carola", preparata artigianalmente con le erbe della nostra terra
Il BAR "DA CAROLA" E' A PANAREA, SUL PORTO DI SAN PIETRO

Riqualificazione area pomicifera. Dall'incontro organizzato da Vento Eoliano emersa la necessità di individuare, prima di ogni progetto, i titolari delle particelle catastali

Comunicato Stampa
Nell’incontro organizzato dal Movimento Vento Eoliano svoltosi ieri presso la Frazione di Acquacalda, al fine di valutare le ipotesi di riconversione delle Cave di Pomice,  è emersa chiaramente la volontà e la necessità,  da parte dei  soggetti interessati, di manifestare in democrazia le proprie considerazioni al riguardo.
Convinti che la riconversione e riqualificazione della  zona anzidetta, debba necessariamente essere preceduta da una pubblica discussione con i portatori di interessi occorre avviare una concertazione tra questi  vale a dire tra cittadini di Canneto ed Acquacalda, titolari di concessioni demaniali e stabilimenti balneari, pescatori,  associazioni di categoria ed Autorità Portuale.
Nella partecipata riunione, voluta fortemente dal rappresentante di zona Vento Eoliano  Gennarino Saltalamacchia, i numerosi partecipanti, dopo aver ascoltato con interesse il quadro della situazione formulato dall’Avv. Francesco Rizzo e le ipotesi di riconversione illustrate dalla sig. Falanga Alessandra, intervenuta in qualità di rappresentante del movimento politico “Art. 1” , hanno manifestato le proprie perplessità in merito alle ipotesi elaborate.
Dal dibattito è apparso determinante, affinchè si possano valutare con cognizione di causa le ipotesi avanzate, dapprima tracciare un quadro dettagliato  circa l’effettiva titolarità delle particelle che interessano l’ampia zona oggetto di discussione e dei relativi contenziosi in atto, ragione per la quale, in sede di Commissione Consiliare, allorquando la stessa si riunirà, verrà formalizzata  dal  Consigliere Comunale del Vento Eoliano D.ssa Annarita Gugliotta, una richiesta di approfondimento circa la titolarità delle particelle catastali oggetto di discussione  al fine di indicare con precisione i soggetti proprietari. Richieste già  in parte esperite informalmente.
In conclusione, si annuncia che il Movimento Vento Eoliano, in osservanza a quanto già affermato nel proprio programma elettorale nel 2012, si farà promotore di una petizione affinchè le aree pomicifere ritornino  ad avere una funzione di pubblica utilità.
Il Movimento Vento Eoliano. 

Si è tenuto sul Corso V.E. il sit-in "Lipari for Gaza".

"Lipari for Gaza" si è tenuto stasera a Lipari, sul Corso Vittorio Emanuele  il previsto sit-in.
 Domani serata di solidarietà al Bar Luna Quinta a Marina Lunga a partire dalle 20:30. Verrà proiettato un documentario e verranno raccolti fondi da inviare a Gaza.
Le foto sono di Gaetano Di Giovanni, nostro collaboratore e fotografo professionista





 Il Pescatore è a Lipari, nello stupendo scenario della piazza di Marina Corta

Francesca Rocco e Giovanni Maniero dal Grande Fratello 13 a Vulcano

Francesca (Chicca) Rocco e Giovanni Mariero, dopo la vacanza a Parigi e quella in Calabria, si sono  spostati alle Eolie, per la precisione a Vulcano. La coppia più amata del Grande Fratello 13 si sta, quindi, godendo una vacanza eoliana. I due sembrano più innamorati che mai.
Nelle foto: La sosta a Capo Grillo; in riva al mare;  il rientro nella casa vulcanara "rigorosamente scalzi"

Vulcano. La Circoscrizione plaude all'operato dell'amministrazione comunale

Gentile Direttore,
la Circoscrizione di Vulcano esprime soddisfazione e apprezzamento verso l' Amministrazione comunale,
poichè grazie all'impegno del Sindaco si stanno effettuando sull'isola i lavori di pulizia delle strade , lavori che non venivano effettuati dalla Provincia da 2 anni, tanto che la sede stradale in molti punti era occupata per buona parte dalla vegetazione, sono state pulite anche le due elipiste dell'isola.
Nonostante i tempi di ristrettezze economiche e le critiche l'amministrazione mette l'impegno per raggiungere importanti obbiettivi,come quello della via A. Magnani, dove da qualche settimana sono stati ultimati i lavori, rendendo il centro strorico più accogliente e decoroso.
Sempre in stretto contatto con la Circoscrizione l'amministrazione comunale è sempre presente sul territorio cercando di colmare qua e la le varie lacune, anche se ancora c'è tanto da fare, il prossimo obbiettivo, come da noi più volte sollecitato sarà quello delle Sabbie Nere, dopo il sopralluogo, insieme cercheremo le soluzioni migliori.
Con spirito di sacrificio e dedizione insieme cerchiamo di rendere l'isola sempre più decorosa e accogliente.
LA CIRCOSCRIZIONE DI VULCANO








Mentre per i vostri ragazzi ci sono le meritate vacanze estive... noi di Partylandia guardiamo avanti... e abbiamo già pensato a come rendere vivace, colorato ed emozionante il loro ritorno tra i banchi di scuola.

Scegliete in tempo ciò che può fare piacere al vostro bambino/a.
Da noi è già  arrivato un carico di zaini scuola e asilo, portacolori, diari, trolley, penne, matite, astucci, bianchetti, borracce, tovagliette per la ricreazione, portamerende, temperamatite, grembiulini....
Il tutto, come al solito, delle marche e dei personaggi più conosciuti: One Direction, Tartarughe Ninja, Violetta, Minnie, Cars, Planes, Super Mario Bros, Barbie, Lala Loopsy, Spiderman, Principesse, Frozen, Winx, Batman, Iron Man, Mia and Me, Spongebob, Peppa Pig e i Puffi.

Per gli amanti del calcio prodotti "marchiati" Milan, Inter e Juve     
Vieni a  trovarci. Partylandia è a Lipari - Via Ten. Mariano Amendola (Sottomonastero) Tel. 090.98.12.657 o 334.82.86.367

COMUNICATO STAMPA Apertura al pubblico delle Sezioni Museali distaccate di Panarea e Filicudi

L’Assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’I.S., il Dirigente Generale del Dipartimento dei BB.CC. e dell’I.S., il Direttore del Museo Archeologico Regionale “Luigi Bernabò Brea” di Lipari, sono lieti di poter comunicare che dal 1 agosto p.v. saranno riaperti al pubblico le Sezioni Museali Distaccate di Panarea e Filicudi. 

La riapertura dei due antiquaria rappresenta il raggiungimento di un obiettivo importante dell’Amministrazione Regionale che risponde alla necessità di promuovere interventi finalizzati alla valorizzazione e conoscenza del patrimonio storico – archeologico dell’Arcipelago ed all’esigenza di potenziare l’offerta culturale e l’attrattiva turistica delle due isole. 
Il risultato raggiunto è frutto del proficuo rapporto di collaborazione instaurato dalla Direzione del Museo con il Comune di Lipari, la Curia Vescovile e gli Operatori turistici locali. 
In particolare, sull’isola di Panarea è risultato fondamentale l’apporto ed il sostegno assicurato dalla Confindustria Messina e la sua Delegazione Alberghi e Turismo Eolie, che hanno consentito la realizzazione di una serie di interventi necessari per ridare decoro ai luoghi e consentirne la piena fruizione. 
Sull’isola di Filicudi, invece, preziosa e indispensabile si è rivelata la collaborazione delle ditte locali Scaldati e Letizia e della famiglia Santamaria. 
L’apertura delle due sezioni museali verrà assicurata dal personale dipendente del Museo che, con disponibilità e dedizione, presteranno servizio nelle due isole, garantendo, nel prossimo mese di agosto, l’apertura al pubblico, nelle giornate e negli orari di seguito specificati: 
Panarea: tutti i lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 9,30 alle 14,00 e dalle 14,30 alle 18,00. 
Filicudi: tutti i martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 12,00 alle ore 18,30. 
Nei restanti giorni, su richiesta e previa prenotazione, sarà comunque consentita la visita delle predette Sezioni Museali.

"Sputate pure sul nosocomio eoliano ma...." (di Giancarlo Baldanza)

Le lettere delle 3 Signore eoliane su presunti casi di malasanita' attribuiti all'Ospedale di Lipari presentano vistose lacune e gravi accuse verso le quali non si puo' non reagire, con civilta' ovviamente ma anche con assoluta fermezza. 
L'Ospedale eoliano effettua ogni anno migliaia di prestazioni sanitarie e i presunti casi di malasanita' ad esso attribuiti (l'ottanta per cento delle denunce di malasanita' in Italia risultano infondate!) sono al di sotto della media nazionale. 
Pulizia dei locali, disponibilita' di tutto il personale verso i pazienti, tempi di attesa bassissimi rispetto a cio' che avviene nella terraferma, pazienti trattati come persone e non come numeri ai quali viene collegata una patologia, rappresentano il miglior biglietto da visita del nostro nosocomio, cosi come ci attestano silenziosamente ogni giorno le persone locali e forestiere che si rivolgono a noi per le loro necessita' sanitarie. 
Non siamo esenti da errori, sia ben chiaro, ma risulta inaccettabile che fatti drammatici, ai quali va il massimo del rispetto, specialmente se trattasi di casi luttuosi, vengano denunciati sull'onda di un'emotivita' di un evento personale drammatico, ma rimangono pericolosamente generici nella descrizione oggettiva dei fatti. 
Questa metodica accusatoria coinvolge, nell'immaginario colletivo di chi legge certi articoli, tutto il personale sanitario, soprattutto medico, compresi anche coloro come me che nulla hanno avuto a che fare con i 3 casi denunciati a mezzo stampa. 
A seguito delle 3 lettere molto pesanti indirizzate al presidio sanitario liparoto, le 3 Signore hanno il dovere di formare un comitato pro-chiusura dell'ospedale, cosi da poter vedere quanti tra i 15.000 residenti eoliani sarebbero d'accordo con loro. 
Sputate pure sul nosocomio eoliano, poi quando lo chiuderanno, non arrabbiatevi se anche per una min... min... minima necessita' sanitaria, bisognera' recarsi sulla terraferma, meteo permettendo. 
Per essere chiari, porto un esempio tra i tanti che si possono fare, vissuto personalmente qualche anno fa a Roma. Un mio parente ebbe una violenta colica renale, lo accompagnai al PS di un noto ospedale romano, gli fu attribuito un numero e il codice verde. Abbiamo dovuto aspettare 3 ore e 50 prima che i colleghi romani potessero visitarlo e somministrare le cure del caso. Se a Lipari invece si aspetta oltre 10 minuti perche' il personale e' occupato con altri pazienti..... apriti cielo!.... e giu' fango sulla struttura e su chi vi lavora. Scriveva molto bene Solgenitzing nel suo famoso Arcipelago Gulag:" la liberta' si apprezza quando la si perde" Vogliamo fare altrettanto con l'ospedale di Lipari!? Chiedetelo a tutte quelle mamme e ai loro familiari che, a seguito della chiusura del reparto di ostreticia, sono dovute andare a fare i controlli e i parti lontano da Lipari, chiedete a loro se e' stato un bene o un'odissea. Credo di poter affermare a nome di tutto il personale sanitario e non (chi non dovesse essere d'accordo, puo' pubblicamente dissociarsi) che, nonostante tutto, continueremo a lavorare con la dedizione e il senso del dovere di sempre. I numeri e soprattutto i silenziosi attestati di stima dei nostri numerosi pazienti, cosi come le critiche se costruttive, sono dalla nostra parte. 
Dr. Giancarlo Baldanza - orgogliosamente Dirigente Medico dell'Ospedale e del Distretto Sanitario di Lipari

A Lipari e Canneto: Panificio Leonardi


Per consegne a domicilio e/o ordinazioni tel. 090.98.11.885- 090.98.13.467

Le nostre isole..la nostra casa. L'analisi di Francesco Coscione sul disinteresse dei cittadini per il territorio

Gent.mo Direttore,
ieri in un tragitto di qualche chilometro nelle nostre strade, ho notato, ma non era la prima volta e non voglio scoprire l'acqua calda, ciò che si trova a fianco dei cassonetti della spazzatura. C'è anche un cinescopio di una vecchia TV che risulta essere materiale pericoloso e ad alto rischio tossico come rifiuto. 
Per tutti sarebbe facile scaricarsi da ogni responsabilità dicendo il solito "piove governo ladro" ma le persone che hanno una coscienza civile, e ancora ne esistono, dovrebbero uscire da questo stupido alibi morale. Tutti noi che viviamo queste isole, nel senso più pieno della parola, ci rendiamo conto che sono la nostra casa? Che quello schifo è come se lo facessimo dentro il nostro soggiorno? Inviteremmo una persona a casa nostra con la spazzatura buttata in ogni angolo delle stanze? Penseremmo di vendere i nostri prodotti se nel nostro negozio ci fossero carcasse di copertoni e vecchi televisori a far bella mostra di se? La prima cosa che salta agli occhi quando si entra in una casa, non è se si mangia bene o se c'è un bel televisore per lo spettacolo serale ma se è pulita e ordinata.Ma già noi siamo convinti che "tanto i polli vengono sempre basta che c'è il 
sole e il mare".
Dilaga la difesa del mio orticello, pensare solo a se stessi come se fossimo tutti eremiti socialmente ed economicamente. Come se il sociale fosse una cosa che appartiene a chi amministra e il decoro urbano fosse di esclusiva pertinenza di un assessore onnipresente che deve riparare i danni degli incivili. E per favore non adduciamo a discolpa che ci sono i turisti, le stesse scene, anche peggiori, si vedono anche in pieno inverno. Chi non rispetta norme, leggi e divieti, ai nostri occhi, è degno di ammirazione perchè furbo? Quante volte ci siamo detti che se lo fanno gli altri è consentito? Abbiamo o no la forza civile di pensare che sporchiamo casa nostra? 
L'amministrazione può avere le sue responsabilità, quella perfetta è un' utopia, ma i padroni del nostro territorio siamo noi.
So che queste mie parole lasceranno la maggior parte indifferenti, che per alcuni di noi eludere un divieto è motivo di orgoglio, che ci fa comodo incolpare sempre gli altri per lavarci la coscienza, ma a me fa piacere pensare che esiste, e sono molti, chi la pensa come me, chi crede di poter fare qualcosa per il paese dove vive, anche cose piccole e poco visibili. So di essere un sognatore ma mi piacerebbe una nazione dove la bandiera e l'inno nazionale non si usassero solo per i mondiali e poi gli altri giorni per deriderli e farci le canzoncine stupide. Tutto avviene a cascata. Se vogliamo farcela dobbiamo ricostruire la casa dalle fondamenta, non dal tetto e, che ci piaccia o no, le fondamenta siamo tutti noi.
Francesco Coscione

Rizzo e Gugliotta (Vento eoliano) chiedono adeguamento accessi ai mezzi veloci a Milazzo

All’Autorità Portuale di Messina-Milazzo; Alla Capitaneria di Porto di Milazzo; All’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari ; Alla Compagnia delle Isole S.p.a.; All’Ustica Lines S.p.a. 
E p. c. Al Sindaco del Comune di Lipari Rag. Marco Giorgianni; Alla Commissione Speciale Trasporti del Comune di Lipari
OGGETTO: Molo di imbarco mezzi veloci Milazzo /adeguamento accessi mezzi di trasporto veloci
I sottoscritti Dott.ssa Annarita Gugliotta in qualità di Cons. Com. di Lipari e l’ Avv. Francesco Rizzo, fondatore del movimento Vento Eoliano, esprimendo un plauso per i lavori di adeguamento e messa in sicurezza che hanno interessato l’aria di imbarco di Milazzo, convinti che questo sia solo il primo passo per rendere sempre più accoglienti ed adeguate le aree di imbarco, nello spirito proposito che da sempre ci contraddistingue, al fine di rendere l’area più consona, anche sulla scorta delle segnalazioni più volte effettuate dal componente della Commissione Speciale Trasporti del Comune di Lipari sig. Calogero Campisi, si espone quanto segue. 
Dapprima, occorre rappresentare che nonostante le numerose segnalazioni effettuate dal mese di settembre dello scorso anno agli organi competenti da parte del nostro Movimento, ancora oggi, persiste lo stato di difficoltà per l’imbarco sui mezzi veloci per i soggetti diversamente abili, segnatamente presso lo scalo di Milazzo, a causa della collocazione di passerelle ritenute non idonee. Difatti, così come sostenuto dall’Autorità portuale interpellata alcune passerelle utilizzate per l’imbarco/sbarco già dispongono di scivolo per disabili mentre altre ne sono sprovviste. 
Inoltre, sarebbe opportuno, visti i lavori che hanno interessato la copertura verso l’imbarco, provvedere a posizionare dei frangisole sulla tettoia in questione al fine di riparare i passeggeri dal sole ed evitare il nefasto “effetto serra” che al momento si viene a creare sotto la copertura in questione a causa del materiale utilizzato. 
Oltre a ciò, al fine di favorire un rapido scorrimento dei passeggeri in entrata ed uscita dai mezzi di trasporto, occorrerebbe tracciare per terra della segnaletica orizzontale che descriva il percorso da seguire in entrambi i sensi di scorrimento. 
Altresì di fondamentale importanza sarebbe l’apertura dei cancelli laterali in uscita facilitando così il deflusso dei viaggiatori ed evitando il sovraffollamento del terminale che ospita coloro i quali si apprestano a fare i biglietti e non solo. 
In ultimo, così come già predisposto per lo scalo di Lipari, utile apparirebbe un display con l’aggiornamento in tempo reale degli arrivi e delle partenze da e verso le Eolie, implementando altresì il numero dei posti a sedere. 
Lipari, lì 30.07.2014 
Avv. Francesco Rizzo 
D.ssa Annarita Gugliotta

Supermercati Alis : Le offerte dal 25 Luglio al 10 Agosto


ALIS di Canneto (Lipari) - Via Cesare Battisti
Pianoconte - Via Stradale / Vulcano - Via Porto Levante/ Lipari - Via Maddalena 7 (questo punto vendita è aperto anche la domenica dalle 8,30 alle 13
IL MEGLIO DELLA CONVENIENZA

Alcune delle offerte in vigore dal 25 Luglio al 10 Agosto
Per visualizzare tutte le offerte in corso cliccare sul filmato 



Vieni a trovarci! Crial è a Lipari in via Prof. Emanuele Carnevale

Blitz anti-ambulantato selvaggio a Vulcano

E' in pieno svolgimento a Vulcano un blitz congiunto tra la  polizia municipale, giunta da Lipari con la Laurana, e i locali carabinieri.
Riguarda l'ambulantato selvaggio. Con particolare riferimento a quello insistente nei pressi della  pozza dei fanghi

Sanità a Lipari. Ancora una drammatica testimonianza. Ci scrive la signora Piera Biviano

Gentile direttore,
Le chiedo la possibilità di poter pubblicare anche la mia esperienza riguardo la malasanità dell’ospedale di Lipari, per affermare quanto dichiarato dalla sig.ra Mandarano e Saltalamacchia .
Mia madre è stata operata al cuore due anni fa all’ospedale Papardo di Messina, (by pass e cambio valvola aortica), la degenza è stata lunga ma mia madre nel giro di sei mesi  si è ripresa è tutto procedeva bene; l’unica conseguenza dell’operazione(che tra l’altro mi era stata già anticipata dai medici del Papardo prima ancora dell’operazione), è stata che mia mamma soffrendo di insufficienza renale cronica sarebbe entrata in dialisi subito dopo l’operazione. Difatti così è stato.
Trisettimanalmente mia mamma si recava all’ospedale di Lipari per sottoporsi alle sedute di dialisi, per il primo anno tutto sembrava procedere bene, ma nel mese di Settembre 2013  cominciò ad accusare i primi problemi: difficoltà nel dializzare e affanno.
I medici del reparto dialisi di Lipari, dopo varie sedute di dialisi non procedute nella maniera più consona e non capendo come comportarsi,  decidono di trasferirla al reparto dialisi di Milazzo; qui i medici decidono di farle un piccolo intervento, cambiando il catetere venoso con il quale mia mamma si sottoponeva alle sedute di dialisi, in quanto a detta dei medici non era più funzionante (solo dopo un anno e mezzo!!!).
Tornata a fare dialisi all’ospedale di Lipari, per qualche mese è proceduto bene, dopodiché si sono presentati nuovamente gli stessi problemi: difficoltà nel dializzare e affanno.
Anche stavolta i medici del reparto dialisi di Lipari vogliono trasferire mia mamma a Milazzo per cambiare per l’ennesima volta il catetere venoso, allorchè io mi allarmo e mi lamento dicendo che non è possibile che mia mamma sia l’unica paziente a dover cambiare il catetere ogni due mesi quando tutti gli altri pazienti dializzati lo tengono per anni.
Sta di fatto che mia mamma insieme a mio padre si recano a Milazzo (a loro spese) per cercare di capire come bisognava procedere. Qui i medici dopo una seduta di dialisi, la mandano nuovamente a casa dicendo che per loro il catetere venoso funzionava e che mia mamma dializzava bene. Oltre al danno pure la beffa: non solo mia mamma si reca inutilmente all’ospedale di Milazzo, rimane anche bloccata una notte lì per le condizioni meteo marine avverse.
Inutile soffermarmi sul fatto che io e  mio marito abbiamo litigato con i medici del reparto dialisi di Lipari che gli hanno fatto fare ad una persona che stava poco bene un inutile viaggio.
Quindi i medici di Lipari decidono di cambiare la terapia  intradialitica e domiciliare. Le fanno diverse analisi del sangue, ECG, visite cardiologiche etc. e mi dicevano stai tranquilla sua mamma non ha nulla sta bene, i valori sono nella norma. Ma mia mamma continuava a stare male a non dializzare bene e ad avere sempre l’affanno. Così i medici del reparto dialisi di Lipari, decidono di ricoverare mia mamma  al reparto medicina dell’ospedale di Lipari per tenerla in osservazione, ma tutti i valori risultavano nella norma l’unico nuovo dato emerso è che c’era la valvola mitralica che non funzionava più bene(di grado moderato) e non severo per cui decidono di dimetterla e continuare nuovamente con più sedute di dialisi. Tra l’altro anche il personale medico e infermieristico del pronto soccorso non aveva dato le giuste valutazioni ai malesseri di mia mamma dicendo che tutti i valori erano nella norma e dimettendola puntualmente ogni volta.
Ma a nulla tutto ciò è valso perché mia mamma ha smesso di respirare dopo qualche giorno, nell’incredulità mia e di tutte le persone che le volevano bene. Nessun medico ha capito che si doveva intervenire nella maniera più celere e cioè trasferirla in un ospedale nel reparto di cardiochirurgia e sottoporla a un intervento cardiaco, mi hanno solo comunicato la diagnosi senza capirne la gravità e le conseguenze a cui sarebbe andata incontro.
Mia mamma adesso non c’è più e (almeno spero), ha smesso di soffrire. Purtroppo non ha avuto la fortuna di godersi l’ultimo nipotino arrivato solo quindici giorni prima che lei smettesse di respirare.
Spero che nessun’altro/a possa passare ciò che ho vissuto io, ma vivo nella speranza che prima o poi l’ospedale di Lipari venga migliorato con strutture moderne ma soprattutto con medici competenti in grado di valutare e capire le diagnosi, poiché a poco o a nulla vale avere una tale struttura e affinché nessun altra vita debba lasciare questo mondo in questa maniera.
Piera Biviano

Per visualizzare le offerte in vigore sino al 9 Agosto 2014 cliccare sul link
https://www.youtube.com/watch?v=3fCN53cfkYw&feature=youtu.be


L'orologio a carica solare "Low Cost" alla portata di tutti
A SOLI € 39,00
Garantito da CITIZEN
In vendita presso
PINO SUBBA GIOIELLI  
C.SO VITTORIO EMANUELE - LIPARI

Alle spalle del Palazzetto dello Sport "Nicola Biviano". Il degrado e non solo

Pubblichiamo una sequenza fotografica che ci è giunta in redazione per evidenziare lo stato di degrado in cui versa la parte esterna (lato scuola) del Palazzetto dello Sport "Nicola Biviano" a Lipari. 
Nell'area, stante il cancello sempre aperto (ingresso da via Diana), si registrerebbe- da quanto apprendiamo un continuo via vai, specie durante le ore serali. 
Oltre a sottrarre l'area dal degrado sarebbero auspicabili controlli e magari la chiusura del cancello nelle ore in cui l'area non viene utilizzata dalla scuola.


Gli auguri ai festeggiati di oggi

Eolienews augura Buon Compleanno ad Ugo Biviano, Catia Paino, Alessio Zagami, Gianluca Profilio, Giuliana Galletta, Gabriele Cappadona e Francesca Casamento

Previsioni meteo-marine Isole Eolie a cura di Giuseppe La Cava

Nella mattinata di Mercoledi 30 passaggi nuvolosi con possibili deboli ed isolati piovaschi. Nell'arco del pomeriggio-sera il cielo sara' nuvoloso, il vento si disporrà da ponente spirando moderatamente ma con raffiche tese, rendendo il mare da mosso a molto mosso in serata.
Nella mattinata di Giovedi 31 le precipitazioni al mattino saranno piu' probabili, previste deboli piogge, il vento continuerà a soffiare da ponente-maestro tra il moderato e il teso ed il mare sarà molto mosso al mattino con tendenza ad attenuazione del moto ondoso.La temperatura massima tenderà a diminuire a causa della instabilità , che renderà le giornate piu' fresche e ventilate.Sconsigliata la balneazione e la pesca nei tratti di mare posti ad ovest delle Isole di Alicudi e Filicudi maggiormente esposte al vento a tratti forte di ponente.
Dopo i residui piovaschi mattutini di Venerdi 1 Agosto, il tempo si ristabilirà e inizierà una fase piu' calda prevista tra il 3 e il 5 Agosto con sbalzo termico di 8-10 gradi rispetto alle giornate di Mercoledi-Giovedi 
A corredo dell'articolo vi segnalo link con immagini satellitari e situazione del vento e del moto ondoso nel Tirreno Meridionale http://terminimeteo.altervista.org/satellite.php http://www.meteocefalu.altervista.org/tirrenomer.php

martedì 29 luglio 2014

A Lipari: Hotel Villa Augustus

Cliccando sull'immagine in alto sarete trasferiti al nostro sito per informazioni e/o prenotazioni

A Lipari la mostra "Kosmos - "Paesaggi Interni" di Stello Quartarone

Autorità portuale. Messina accorpata con Catania e Augusta

Messina con Augusta e Catania. Alla fine il governo nazionale ha previsto l’accorpamento delle tre autorità portuali siciliane, inserito all’interno del decreto “Sblocca Italia”. Nell’ultima bozza del provvedimento, infatti, alla voce “piano porti”, nell’ambito del “piano strategico nazionale della portualità e della logistica”, saranno costituite le “autorità portuali di rilevanza europea”, tra le quali quella che legherebbe appunto Augusta, Catania e Messina. In tutto sono quattordici i nuovi enti. In Sicilia, secondo questa formula, Trapani dovrebbe unirsi a Palermo. In Calabria, invece, manterrebbe l’autonomia Gioia Tauro. Le altre del Paese sarebbero Genova-Savona, La Spezia-Marina di Carrara, Livorno Piombino, Napoli-Salerno, Cagliari-Olbia-Porto Torres, Taranto, Bari-Brindisi, Ancona-Ravenna, Trieste- Monfalcone e Venezia- Chioggia. Nei mesi scorsi la prospettiva di un venir meno della libertà d’azione dell’Autorità portuale di Messina, aveva scatenato una raffica di reazioni contrarie degli amministratori locali, non convinti dalle possibilità di sviluppo unitario e timorosi di poter perdere investimenti economici a scapito delle altre realtà. Secondo chi ha definito il decreto questa nuova struttura permetterebbe invece di attrarre risorse comunitarie ed accentuare le diverse peculiarità dei porti che, nel caso di Messina, evidentemente dovrebbe essere quella crocieristica.

Bagnamare. Il mare scava sotto. Rischi per la strada? La segnalazione


Una parte del piede della strada di Bagnamare appare decisamente erosa dai marosi e ci segnalano piccoli crolli di materiale che presumibilmente provengono dalla strada stessa. 
Non sarebbe forse il caso di fare una verifica onde evitare cedimenti sull'arteria stradale e conseguenti pericoli per chi vi transita??





Per maggiori informazioni cliccare sul link sottostante
La promozione è valida fino al 27 Luglio

EUREKA è in Via Vittorio Emanuele 287 a Lipari  (vicino al porto) 
VIENI A TROVARCI 

Filicudi. Ci risiamo? Pontili galleggianti in arrivo? Legambiente regionale chiede al sindaco Giorgianni un intervento in autotutela

Quattro piccoli pontili galleggianti starebbero per essere installati a Filicudi nel tratto di mare compreso tra Filicudi Porto e Capo Graziano.
Si tratta, ovviamente, di una indiscrezione che però, bisogna pur dire, sta facendo il giro dell'isola destando forti perplessità e non solo. Anche perchè, a più riprese, nel passato i residenti si sono espressi negativamente su queste strutture che andrebbero, tra l'altro, ad essere posizionate nei pressi di un'area balneabile.
Abbiamo appreso che Legambiente regionale, su sollecitazione dei residenti e coerente con la posizione assunta nel passato su questa tematica, chiederà al sindaco di Lipari un intervento in autotutela affinchè, nell'attesa di tutte le verifiche necessarie, non si installino i suddetti pontili

A Lipari: Hotel-Residence La Giara


L' Hotel - Residence La Giara, situato in una zona tranquilla a circa 200 m. dal centro di Lipari, isola madre delle Eolie, è immerso nel verde e a pochi passi dal mare. E’ sicuramente il luogo ideale per trascorrere un soggiorno piacevole e rilassante. Costruito nel pieno rispetto dello stile eoliano, dispone di mini appartamenti dotati di ogni confort che possono ospitare da 2 a 6 persone. Il trattamento offerto è di tipo alberghiero e comprende pulizia giornaliera, biancheria da letto e da bagno e prima colazione, offerta nell’accogliente terrazza della hall.
Per ulteriori informazioni e una visita virtuale della struttura http://www.residencelagiara.it/

Da Partylandia auguri a Giusy Lorizio e Gabriel Ziino per il loro compleanno

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Giusy Lorizio che oggi compie 43 anni e a Gabriel Ziino che ne compie 1
Invitiamo la popolazione di Lipari e tutti i villeggianti ad aderire al sit-in che si terrà mercoledì 30 Luglio in Via Vittorio Emanuele ("alla Palma") alle ore 19:30 ed alla serata di solidarietà che si terrà giovedì 31 al Bar Luna Quinta a Marina Lunga a partire dalle 20:30, durante il quale verrà proiettato un documentario e verranno raccolti fondi da inviare a Gaza.

Da oggi al 20 Settembre alla Biblioteca comunale di Malfa la mostra fotografica di Davini "Il mare di Salina"

Biblioteca Comunale di Malfa, isola di Salina, Mostra fotografica di Giuseppe DAVINI "IL MARE DI SALINA"
Dal 30 luglio al 20 settembre (locali Biblioteca Comunale).