Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 28 ottobre 2017

Il diritto a un'istruzione degna. Le Eolie pretendono rispetto. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi



Lettere al direttore: Per acquistare una fotocopiatrice nella scuola di Pianoconte si dovranno "tassare" i genitori. Ma perchè?. Vorrei capire!"

Riceviamo e pubblichiamo:
Salve,
chi scrive è la mamma di un alunno della scuola di Pianoconte. Lo faccio per mettere chi di competenza a conoscenza di un problema sopraggiunto in queste settimane e relativa soluzione. 
Da un periodo l'unica fotocopiatrice a disposizione di asilo,elementari e medie non funziona, normale amministrazione verrebbe da dire, fino al punto che le maestre chiedono a noi mamme di fare le fotocopie per i nostri figli. 
Tra mamme d'accordo e mamme non, alla fine questo non accade e tutto tace, fino a ieri, giornata di riunione. 
Riunione dove ci è stato comunicato che tutti i bambini dovranno portare 2 euro per l'acquisto di una nuova fotocopiatrice, tanto un gelato in più o in meno non da fastidio a nessuno. Tante mamme d'accordo,altre zitte. 
Ecco, premetto che io sarò una di quelle che consegneranno questo "gelato" alla scuola perché per i nostri figli, figuriamoci se non si fa questo minimo sforzo, ma mi domando: Perché la scuola non può acquistare questa fotocopiatrice che tra l'altro non sarà di uso solo per una classe ma per tutto il plesso (segreteria compresa)?
Penso sia una cosa indispensabile della quale la scuola dovrebbe essere fornita. 
Ho capito che questa quota verrà versata anche dalle insegnanti e capisco le loro buone intenzioni. Si è anche detto che per toner e carta provvederà il Preside, almeno così ci è stato riferito. 
Anche se, vista la situazione, sorge il dubbio di dover fare altre collette obbligatorie al riguardo, staremo a vedere. 
Tutto questo non è per i 2,5 o 10 euro che donero' volentieri  ma per mettere in luce un problema che non dovrebbe essere risolto da noi genitori. Oltre al fatto che se l'iniziativa fosse partita dai genitori lo spirito sarebbe stato diverso, a mo' di donazione. Qui, invece, veniamo "tassati" per garantire un diritto dei nostri bambini e anche se doneremo non lo trovo molto carino. 
Possibile che la scuola non possa effettuare una riparazione o una sostituzione dell'unica stampante a disposizione? 
Possibile che non esiste un ufficio comunale che si occupi di ciò? 
Nella mia ignoranza al riguardo, ma con educazione e desiderio di conoscere le motivazioni, chiedo.
Lettera firmata

Nel Comune di Lipari arriva l'ispettore ambientale volontario

La giunta Giorgianni ha deliberato il regolamento per l'istituzione dell'ispettore ambientale volontario comunale per il servizio di difesa ambientale e controllo, deposito, gestione, raccolta e smaltimento rifiuti. 
L'obiettivo è contrastare il fenomeno del deposito indiscriminato di rifiuti ingombranti e non solo di questi. 
Gli ispettori ambientali, nell'espletamento del servizio, saranno equiparati a pubblici ufficiali e saranno dotati di divisa e tesserino. Avranno un rimborso spese, saranno assicurati e utilizzeranno mezzi del Comune.
Per visualizzare la delibera di giunta cliccare sul link https://www.sfogliami.it/fl/157704/g7nf6mmgt2hj9msf5x1621qyjq7kr56x 
 Cliccando sul bordo dx inferiore dell'immagine che si apre si può leggere l'intera delibera

Sulle strade di Lipari per rivendicare il diritto all'istruzione. Dalle fasi preparative al corteo (Foto: 5° parte)

A Lipari i corsi di Aeolian singing Academy di Giusi Lorizio

Sono aperte le iscrizioni. 

Ottimo riscontro a Lipari al convegno ""Informiamoci sulla sicurezza", organizzato dallo Studio tecnico Marotta

Si è tenuto stamane all'hotel "La Filadelfia" di Lipari l'importante convegno dal tema "Informiamoci sulla sicurezza". I relatori che si sono susseguiti (tutti altamente qualificati) hanno evidenziato l'importanza della sicurezza in ogni posto di lavoro e come questa oggi rappresenti, al di là dell'imprendiscibilità, anche un'opportunità per le aziende.
Evidenziato anche come le misure di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori hanno il fine di migliorare le condizioni di lavoro, ridurre la possibilità di infortuni sia ai lavoratori che ai collaboratori esterni, così come a quanti si trovano, anche occasionalmente, all'interno dei luoghi di lavoro.
In apertura dei lavori, che hanno visto una notevole partecipazione di pubblico, studenti ed esponenti delle varie categorie professionali, ha portato il saluto dell'amministrazione il sindaco Marco Giorgianni. Sono anche intervenuti, preliminarmente ai lavori del convegno, anche il presidente del consiglio comunale di Lipari, Giacomo Biviano, il presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Barcellona PG, Aldo Campo, il presidente dell'Associazione forense Isole Eolie, Luca Zaia.
Il dottor Francesco Marotta, titolare dell'omonino e qualificato studio tecnico per la sicurezza negli ambienti di lavoro ed organizzatore del convegno, oltre ad illustrare con competenza la tematica, ha ufficializzato la donazione di un defibrillatore al Comune di Lipari


Polizia municipale di Lipari. La dottoressa De Pasquale lascia l'incarico di "comandante facente funzioni".

La dottoressa Francesca De Pasquale dal 25 Ottobre non è più il "comandante facente funzioni" della Polizia municipale di Lipari. Dopo circa tre mesi dal conferimento dell'incarico a tempo si è dimessa. 
Lo ha comunicato con una lettera al sindaco Marco Giorgianni. 
Sulle dimissioni e sulle motivazioni abbiamo ricevuto una nota della dottoressa De Pasquale che pubblichiamo integralmente
Dopo avere parlato con il Sindaco e l’ Assessore al ramo,  in data 25 c.m. ho  rinunciato alle temporanee  mansioni superiori, di Ispettore  Superiore di Vigilanza  - Ufficiale di P.G. - Cat.D1, assegnatemi  con Determinazione N.193/2017 del 25/07/2017 dall’Amministrazione comunale.
Le ragioni di tale rinuncia, che,  con grande rammarico, sono stata costretta  presentare, sono da ricercare nella scelta organizzativa presa dall’Amministrazione Comunale, che ha affidato  le mansioni tipiche del Comandante di Polizia Municipale a due distinte figure: un Dirigente f.f.  Settore Polizia Municipale  e, in subordine, un Ispettore Superiore di Vigilanza di Cat. D1.
Tale soluzione organizzativa, lungi dal risultare più sinergica ed efficiente, si è rivelata  farraginosa e poco efficace per lo svolgimento delle specifiche e delicate funzioni che fanno capo al Corpo di Polizia Municipale.
Infatti, lo sdoppiamento della catena decisionale:
- Ha comportato ritardi nell’assunzione di decisioni in circostanze che, spesso, richiedono tempestività di intervento;
-  ha reso poco chiare le attività di competenza di ciascuna delle due figure, con la conseguenza che,  per esigenze di servizio e senso del dovere, mi sono  dovuta assumere la responsabilità di svolgere ruolo e funzioni che vanno ben oltre a  quelle corrispondenti alla Cat.D1 assegnatami  e che rientrano, invece, nel ruolo e funzioni di un Comandante;
-  ha sminuito il  mio ruolo nei confronti del Personale, rendendo meno agevole il mio compito, già di per sé delicato e complesso, di coordinamento e controllo dello stesso ai fini di un’ottimale organizzazione dei servizi.
Quanto sopra evidenziato  mi è apparso chiaro, fin dall’inizio,  ma, ciò nonostante, ho profuso volontà e impegno per cercare, purtroppo inutilmente, di ovviare agli effetti negativi sopra evidenziati. Da ciò, la  sofferta, ma coerente, decisione di rinunciare  alle mansioni di Ispettore Superiore di Vigilanza che mi  erano state assegnate.
Spero che sia il Sig. Sindaco che l’Assessore Orto  abbiano compreso  le ragioni  che hanno indotto la scrivente a tale rinuncia. A loro va, comunque,  il mio personale ringraziamento per la fiducia accordatami  e l’assicurazione che  continuerò,  come sempre,  a  dare il  mio  contributo lavorativo.
Ringrazio di cuore le tante persone  che  mi hanno dimostrato affetto e stima, tutti coloro che mi hanno incoraggiata e sostenuta, anche con i tanti messaggi  su fb., assicurando  loro che il mio impegno,  al di là del ruolo rivestito,  resta immutato.

                                                                                                       Francesca De Pasquale

Nozze d'oro per i coniugi Mantineo

Giuseppe (Pippo) e Maria rinnovano oggi la promessa che si sono fatti 50 anni fa.
I figli, le nuore, il genero e i nipoti augurano loro tantissima felicità.
Felicitazioni dalla famiglia Sarpi e da Eolienews

1 -2 novembre - Commemorazione dei Defunti e l'isola di Vulcano (di Michele Giacomantonio)



La devozione dei defunti al 2 novembre è, in qualche modo, è legata alle Eolie e in particolare all’isola di Vulcano come narra San Pier Damiano (1007-1072), benedettino, abate, dottore e cardinale di Santa Romana Chiesa, nella sua “Vita Sancti Odilonis abbatis cluniacensis et confessoris, ordinis Sancti Benedicti”: “Un religioso oriundo della città di Rodez, ritornava da Gerusalemme. Nel mentre egli traversava quel mare che si estende dalla Sicilia sino a Tessalonica…veniva sospinto da orrendi e furiosi venti, approdarono ad un’isola, o scoglio, dove viveva tutto solo un santo servo di Dio” Conversando questo eremita chiese al religioso se sapeva di quel monastero che è detto Cluniacense e del suo abate Odilone e “quello assicurò che ne era perfettamente a conoscenza. Il religioso domandò al servo di Dio perché mai gli avesse fatta questa domanda . E l’altro rispose: Ci sono qua vicino dei luoghi dai quali fuoriescono enormi cumuli di fiamme vorticose, e in questi luoghi le anime dei malvagi sono sottoposte a diversi tormenti a seconda della qualità dei loro peccati. Ad accrescere le loro sofferenze ci sono deputati un gran numero di demonii i quali ogni giorno rinnovano le pene, e continuamente sottopongono le anime a reiterate torture. Questi diavoli io li ho spesse volte sentiti urlare con alti lamenti e piangere con voce dolente per la ragione che, con le orazioni e le elemosine di certuni che concordemente tramano contro di essi, di frequente dalle loro mani vengono strappate le anime dei condannati. Tra l’altro, questi demoni i fanno assai dure rimostranze nei confronti della comunità cluniacense e del suo abate, giacché a causa di questi vengono privati delle prede che di diritto gli appartengono. Pertanto, nel nome terribile di Dio io ti scongiuro di riferire fedelmente ai venerabili confratelli le cose che ti ho detto, e di ricordargli anche da parte mia che devono sempre più perseverare nelle elemosine e nelle orazioni, e principalmente con l’intenzione di liberare dalle mani dei demonii tutti coloro che da essi vengono tormentati, cosicché dalle quotidiane perdite ne venga pianto al nemico del genere umano e si moltiplichi l’esultanza del cielo.
Rientrato poco dopo nella sua patria, il religioso puntualmente narrò al venerabile abate e alla venerabile comunità tutto ciò che aveva udito dal racconto dell’uomo di Dio. Allora il venerabile padre Odilone emanò un generale decreto per tutti i monasteri: che come al primo di novembre, in virtù di una norma della Chiesa universale, si celebra la solennità di Tutti i Santi, così nel successivo giorno si facesse memoria di tutti coloro che dormono in Cristo con canti ed elemosine, e in primo luogo, con le Messe”.

Infatti nel 998 l’abate di Cluny Sant’Odilone fissa il 2 novembre come giornata del suffragio da celebrarsi in tutti i monasteri della sua congregazione. In seguito l’usanza attecchì in diverse diocesi d’Europa fino a che , a cominciare dal secolo XVI , la Chiesa ha stabilito la commemorazione di tutti i defunti come pratica universale.

Eoliani che non ci sono più (XXI° parte) Durata 4 minuti circa

In questo video anche foto di Eoliani d'adozione

Dissuasori acustici. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud


Le Eolie nelle stampe d'epoca (Ventunesima parte)

Casa contadina a Panarea con forno sferico all'esterno

Sulle strade di Lipari per rivendicare il diritto all'istruzione. Dalle fasi preparative al corteo (Foto: 4° parte)


Auguri ai festeggiati di oggi, 28 Ottobre

Buon Compleanno a Martina Stanzione, Liliana Biviano, Vera Puglisi, Simona Benenati e Enza Puglisi

Torna l'ora solare. Stanotte lancette indietro di un'ora

Nella notte ricordatevi di portare le lancette dei vostri orologi indietro di un’ora, torna l’ora solare. Si dormirà un'ora in più
Il cambio avverrà tra le 2 e le 3 di notte 

Oggi è il 28 Ottobre. buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

- Stromboli: La luna sul mare -
Santo del giorno: Simone e Giuda
Santi Simone e Giuda





S. Simone fu soprannominato Cananeo o Zelote per distinguerlo da S. Pietro e da S. Simone, che succedette a S. Giacomo il Minore nella sede vescovile di Gerusalemme. Dopo la sua chiamata fu zelantissimo per la gloria del Maestro. Egli mostrò una santa indignazioné contro quelli che disonoravano colla loro condotta la fede che professavano. Il Vangelo parla poco di questo santo Apostolo; tutto quello che riferisce di lui è che il Divin Maestro lo ammise nel numero dei suoi Apostoli.

Egli ricevette insieme agli altri lo Spirito Santo nel gran giorno della Pentecoste e fu sempre fedelissimo alla sua vocazione. Predicò la divina parola ai popoli dell'Egitto e della Mauritania. Recatosi nella Persia fu assalito da sacerdoti idolatri e da quelli crocifisso dopo aver sofferto i più atroci tormenti per il santo nome di Gesù Cristo. Si ritiene che gran parte delle sue reliquie si trovino nella chiesa di S. Pietro a Roma e nella cattedrale di Tolosa.

S. Giuda, soprannominato Taddeo per non confonderlo col traditore del Signore, era figlio di Cleofa e di Maria, cugina della Beatissima Vergine; parente quindi del Divin Redentore, al quale fu caro non tanto per i vincoli del sangue, quanto piuttosto per il disprezzo del mondo e per l'ardore del suo zelo. Dopo la discesa dello Spirito Santo, predicò nelle Indie, nella Samaria, nella Siria; ma soprattutto nella Mesopotamia. Nell'anno 62, il santo Apostolo fece ritorno a Gerusalemme.

Passato nella Persia, operò gran bene colla sua parola ispirata. Tra le conversioni quivi operate va ricordata quella di tutta la famiglia reale e di molti dignitari della corte, che ricevettero il battesimo dalle sue mani. Aprì chiese e fondò una comunità di fedeli, in Babilonia. In Persia subì il martirio suggellando col sangue i suoi insegnamenti.

Ci lasciò una bellissima lettera indirizzata a tutte Ie chiese dell'Oriente, in particolare ai Giudei convertiti che furono l'oggetto principale delle sue apostoliche fatiche. In essa si rivela il suo grande zelo per tener lontano dalla Chiesa ogni errore, poichè in quei tempi si erano già manifestate tre sorti di eresie: il Simonianismo, il Nicolaitismo e lo Gnosticismo. Egli si serve, descrivendo gli eretici, di forti epiteti e di similitudini molto espressive. Li chiama meteore erranti, che dopo un effimero bagliore vanno a perdersi nella notte eterna. La loro caduta deriva dall'essere mormoratori, dall'abbandonarsi all'orgoglio, all'invidia, all'amore dei piaceri sensuali, e dalla negligenza nel mortificare le proprie passioni.

L'Apostolo esorta i fedeli a trattar con molta compassione quelli che hanno errato; a distinguere i falli che derivano da malizia da quelli che nascono da debolezza; ad allontanare gli uomini dalle eresie e dai vizi. Egli vuole che ci stia sempre innanzi agli occhi l'obbligo che abbiamo di erigere l'edificio spirituale della carità, crescendo nell'amor di Dio, ed implorando la sua misericordia per i meriti infiniti di N. S. Gesù Cristo.

PRATICA. A imitazione dei due Apostoli, professiamo e difendiamo la fede cattolica senza rispetto umano. 

PREGHIERA. O Dio, che per mezzo dei tuoi beati Apostoli Simone e Giuda ci hai concesso di giungere alla conoscenza del tuo nome, concedici di celebrare con frutto la loro gloria eterna e di trarne profitto

venerdì 27 ottobre 2017

Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava. Verso un peggioramento generale

A SEGUITO DEI PIOVASCHI PREVISTI TRA LA NOTTE E LE PRIME ORE DEL MATTINO DI SABATO, IL VENTO, IN MATTINATA, SPIRERA' MODERATAMENTE DA GRECALE IN ROTAZIONE POMERIDIANA A MAESTRALE.
IL CLIMA SARA' FRESCO A CAUSA DELLA VENTILAZIONE SETTENTRIONALE CON TEMPERATURA MASSIMA CHE NON SUPERERA' I 19 C.
DOMENICA I VENTI RUOTERANNO DA PONENTE E TENDERANNO AD INTENFIFICARSI NEL POMERIGGIO-SERA CON RAFFICHE DI BURRASCA FORZA 7, CHE FARANNO RINFORZARE IL MOTO ONDOSO FINO AL MOLTO MOSSO.
NELLE PRIME ORE DEL MATTINO DI LUNEDI IL MARE CONTINUERA' A PRESENTARSI MOLTO MOSSO PER ONDE DI MARE LUNGO.
PER AGGIORNAMENTI VISITATE LA PAGINA FACEBOOK www.facebook.com/meteoeolie
(previsioni elaborate il 27)

Diritto all'istruzione garantito ai quattro studenti di Alicudi. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


Sulle strade di Lipari per rivendicare il diritto all'istruzione. Il video.

Sulle strade di Lipari per rivendicare il diritto all'istruzione. Dalle fasi preparative al corteo (Foto: 3° parte)

Si è conclusa a Verona la VI edizione di “Mirabilia - European Network of Unesco Sites” . Fino a domani il territorio messinese ospiterà sei buyers per il post tour

COMUNICATO STAMPA
Messina, 27 ottobre 2017. Sono stati accolti dal presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina, i sei buyers che, nell’ambito della VI edizione di “Mirabilia”, hanno scelto la provincia di Messina per il post tour previsto dal progetto.
I buyers - provenienti dall’Estonia, dalla Russia, dall’India, dal Giappone, da Israele e dalla Germania – hanno visitato il Palazzo camerale e hanno ricevuto in omaggio alcuni volumi sulle opere d’arte della Camera di commercio. Fino a domani, il territorio messinese li ospiterà a Taormina e alle Isole Eolie.
“Mirabilia - European Network of Unesco Sites”, avviato con la realizzazione della Borsa internazionale a Lerici nel 2012, a Matera nel 2013, a Perugia nel 2014, a Lipari nel 2015, a Udine nel 2016 e a Verona quest’anno, è un progetto di rete degli Enti camerali di Messina, Matera (ente capofila), Bari, Caserta, Genova, Molise, Pavia, Perugia, Potenza, Ragusa, Riviere di Liguria, Verona e Udine, finalizzato a promuovere un’offerta turistica integrata dei siti Unesco e a proporli a un pubblico internazionale sempre più attento ed esigente a un turismo culturale di grande qualità. La Camera di commercio della città dello Stretto, tramite la sua Azienda speciale servizi alle imprese, partecipa dal 2012. «L’Ente camerale di Messina è stato tra i primi ad aderire – afferma Blandina – convinto, ieri come oggi, dell’importanza di questa iniziativa. Valorizzare il patrimonio culturale e ambientale della nostra provincia, che può vantare dal 2000 il sito Unesco delle Isole Eolie, è la strada giusta per attrarre turismo e, dunque, promuovere lo sviluppo».
Alla VI edizione, hanno partecipato nove aziende del Messinese, appartenenti ai settori “turismo” e “food & drink”. L’edizione 2017 ha previsto anche una sezione dedicata all’artigianato con “ARTinART”, espresso attraverso opere realizzate con tecniche e materiali scelti dagli artigiani.
A rappresentare Messina, sono stati gli artisti Loredana Salzano, Carlo e Sonia Maio, Paola Costanzo e Massimo Ziino.

Proposta dei consiglieri comunali di minoranza di Santa Marina Salina per il redigendo PUDM.

Il Gruppo di minoranza consilare al Comune di Santa Marina Salina ha notificato via pec all'Amministrazione ed al Presidente del Consiglio Comunale una proposta relativa al redigendo Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo.
Il documento, per la cui redazione sono stati stanziati circa 5 mila euro, rappresenta un fondamentale strumento di programmazione territoriale di cui tutti i Comuni costieri della Sicilia dovranno dotarsi rapidamente. Nel Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo (P.U.D.M.) saranno individuate le aree demaniali che verranno affidate alla gestione amministrativa dei Comuni. Questi ultimi hanno urgente bisogno di dotarsi di questo strumento di pianificazione: la vigente normativa, infatti, prevede in modo chiaro che saranno i Comuni, una volta approvato il piano, a provvedere all'espletamento di ogni attività propedeutica al rilascio, modifica, rinnovo dei titoli concessori, nonché alla manutenzione, agli interventi ordinari, di recupero ambientale e di disinquinamento delle aree demaniali marittime.
La norma individua come "nuove concessioni" quelle rilasciate dai Comuni a favore di terzi a partire dal trasferimento delle funzioni operato a seguito dell'approvazione del P.U.D.M. A corredo delle nuove richieste di concessioni demaniali è già prevista, come spiega un avviso pubblicato dall'Assessorato lo scorso settembre, un'attestazione di coerenza al P.U.D.M prodotta dai Comuni competenti per territorio.
"La semplice lettura della normativa – sottolineano Domenico Giuffrè, Mariagiulia Romagnolo e Giuseppe Capasso, consiglieri del gruppo "Per Santa Marina" - fa comprendere la centralità che il Comune acquisirà nel rilascio delle concessioni demaniali e l'evidente necessità di produrre in tempi brevi un piano di utilizzo del Demanio Marittimo che sia tecnicamente solido e ben articolato".
L'iter di approvazione prevede infatti, oltre alla preventiva adozione del piano da parte del Consiglio Comunale, anche il vaglio e l'approvazione propedeutici dell'Assessorato Regionale l'Assessorato del Territorio e dell'Ambiente entro il termine perentorio di novanta giorni dal ricevimento della delibera di adozione del consiglio comunale, decorsi i quali i piani acquisiscono efficacia. E' indispensabile, quindi, che il piano proposto non sia soggetto ad osservazioni e stop forzati che allunghino le tempistiche previste.
"Se consideriamo che già nel 2008 il Comune di Santa Marina Salina aveva destinato altri 5 mila euro per la redazione di un analogo strumento, poi adottato nel Novembre del 2009 anche dal Consiglio Comunale ( Delibera n. 38 del 6.11.2009) - continuano i Consiglieri di minoranza – e che lo stesso è rimasto e tuttora giace, non approvato, nei competenti uffici regionali, c'è da augurarsi che, impegnando nuove ed importanti risorse per la redazione ex novo del P.U.D.M., questa sia la volta buona per produrre un documento efficace, definitivo e coerente in toto con le linee guida imposte dalla Regione".
Le concessioni attualmente attive, in virtù delle proroghe concesse, resteranno valide fino al 2020. Con il redigendo P.U.D.M. si andrà pertanto ad individuare, per l'immediato, eventuali nuove aree nelle quali sarà possibile richiedere concessioni, quelle dove sviluppare servizi pubblici e le aree del territorio costiero da salvaguardare. Il P.U.D.M. potrà confermare la destinazione o anche eventualmente ridestinare le aree attualmente in concessione: in questo caso le modifiche diventerebbero efficaci dal 2021.
Le nuove concessioni andranno rilasciate, come previsto dalle direttive europee recepite nell'Ordinamento nazionale, con procedure ad evidenza pubblica.
"Tale complessa pianificazione, che può aiutare lo sviluppo del mercato turistico-balneare-ricreativo, dare nuovi input ad iniziative imprenditoriali giovanili e salvaguardare le aree di grande pregio ambientale come le zone riconosciute ZPS ( Zone Protezione Speciale) e SIC ( Siti Interesse Comunitario ) – concludono Giuffrè, Romagnolo e Capasso – non può a nostro avviso prescindere da un confronto serio e costruttivo tra l'Amministrazione ed il territorio inteso nel suo complesso. Anche al fine di non incappare in errori già commessi in passato al momento di stilare un fondamentale strumento di programmazione territoriale come il P.R.G. E' per questi motivi che abbiamo proposto al Sindaco l'attivazione, in tempi brevi, di focus tematici, assemblee e conferenze di servizi dedicate che coinvolgano tecnici locali, forze dell'Ordine, imprenditori, associazioni e cittadini, aprendo la strada ad un serio ed ampio confronto sul tema. Nel contempo – concludono – abbiamo proposto al Presidente del Consiglio Comunale la costituzione di una Commissione Consiliare temporanea, così come previsto dallo Statuto, che segua e si documenti circa ogni fase relativa alla stesura del P.U.D.M., che possa avanzare eventuali proposte migliorative e che consenta all'intero Consiglio Comunale di prepararsi al meglio sull'argomento per esprimersi in modo totalmente consapevole sull'adozione o meno del piano".

Sulle strade di Lipari per rivendicare il diritto all'istruzione. Dalle fasi preparative al corteo (Foto: 2° parte)



Deliberata chiusura del "Conti" per il 2 e 3 Novembre

Il Dirigente Scolastico dell'IIS Isa Conti Eller Vainicher - Lipari comunica che il Consiglio d'Istituto ha deliberato la chiusura dell'Istituto "Isa Conti" nei giorni 2 e 3 novembre pp.vv..
La scuola riaprirà regolarmente il 6 novembre 2017

Sulle strade di Lipari per rivendicare il diritto all'istruzione. Dalle fasi preparative al corteo (Foto: 1° parte)

Sulle strade di Lipari per rivendicare il diritto all'istruzione nelle Eolie.


 Si è appena concluso a Lipari il corteo per il diritto all'istruzione nelle Eolie.
Il corteo, partito dall'area prospicente il "Conti" e la scuola media "S. Lucia" ha attraversato il centro storico per concludersi davanti al plesso "San Domenico Savio".
Il corteo, promosso dalle consigliere comunali Tiziana De Luca e Annarita Gugliotta e dal presidente del consiglio Giacomo Biviano, oltre a rivendicare il diritto all'istruzione, ha sollecitato la richiesta di una deroga per la scuola delle isole minori. Questo nelle more dell'applicazione di quella che è la normativa già esistente per le piccole comunità isolane e montane e per i territori a rischio sismico, quali sono le Eolie.

Per dare forza a queste richieste sono scesi in piazza studenti, alunni, genitori, il sindaco Marco Giorgianni e la sua giunta, i consiglieri comunali
Notevole la presenza di alunni, genitori e altri cittadini giunti da Vulcano (tra questi l'ex sindaco Mariano Bruno), così come dalle lontane Filicudi e Alicudi.

 Cartelli, striscioni e slogan, inneggianti al diritto all'istruzione, ad una "scuola vera e formante" alla pari di tutti gli studenti ubicati sul territorio nazionale, hanno caratterizzato il corteo.
Purtroppo ieri siamo stati facili profeti. In tanti cittadini, anche se la partecipazione è stata tutto sommato accettabile, se ne sono rimasti a casa.
Ma Lipari, purtroppo, questa è diventata. Se un problema non ci tocca direttamente, e nell'immediatezza, meglio stare a guardare.
Al corteo dedicheremo ampi servizi fotografici e un lungo video.
Del video vi proponiamo, adesso, uno stralcio registrato durante la sosta nei pressi dell'ex Esso