Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 8 novembre 2014

Per la squadra di Protezione civile comunale "operazione Portinente". "Trasbordati" turisti ed auto

Oltre a tutta una serie di interventi sul territorio da parte della squadra comunale di Protezione Civile, dei quali vi abbiamo parlato in altri post, vi è da evidenziare una situazione "particolare" che si è verificata a Lipari, intorno alle 13 e 30.
La pala meccanica della Protezione civile e gli operatori sono dovuti intervenire in località Portinente per “liberare” un gruppetto di persone 
che, ospiti di una struttura ricettiva, erano rimasti bloccati con la propria auto in prossimità della spiaggia limitrofa alla struttura.
I marosi, infatti, avevano trasportato su quel tratto di strada, che costeggia la spiaggia, una serie di grossi massi, insuperabili per l’autovettura che, di fatto, insieme ai suoi occupanti, era "prigioniera"
Con la pala meccanica si è proceduto a rimuovere gli ostacoli e nello stesso tempo ad agganciare e sollevare la parte anteriore del mezzo per tirarlo fuori da tale situazione. 

Agli operatori Gaetano Iacono e Bartolo Giulianoal geometra Placido Sulfaro (Responsabile dell'unità tecnico-operativa della PC comunale), all'ispettore Agostino Portelli (responsabile settore operativo della squadra comunale di PC) , nonchè all’assessore Giovanni Sardella, che si è subito mobilitato per risolvere la situazione, è andato il plauso dei turisti.
Vi proponiamo un breve video dell'intervento:

Collegamenti primi "segnali di normalità". I danni causati dai marosi portano alla chiusura di una parte della struttura portuale di Sottomonastero

Primi "segnali di normalità" nel campo dei collegamenti marittimi da e per le Eolie. Nello specifico verso Vulcano, Lipari e Salina. 
Oltre alla nave Laurana, che ha raggiunto Lipari e a seguire Rinella e Vulcano, si sono mossi da Milazzo anche due monocarena dell'Ustica Lines.
Il tutto è consentito dal deciso miglioramento delle condizioni meteomarine. 

Restano, al momento, ancora isolate, le altre isole e la piccola frazione di Ginostra. L'isolamento di queste è giunto al quarto giorno.
Intanto, dopo l'allagamento da mareggiata, il porto di Sottomonastero si presenta con tutta una serie di danni. Motivo per il quale, in attesa dell'effettuazione degli interventi, il comandante di porto T.V. Paolo Margadonna ha emesso una ordinanza che vieta il transito e l'accesso alla parte del porto utilizzata in genere per il transito dei mezzi che sbarcano dai traghetti e per la sosta di mezzi delle strutture turistico-ricettive.
Ne consegue che imbarco e sbarco dei mezzi dalle navi traghetto avverranno nelle corsie poste dalla parte opposta, ovvero lato che da sulla Ten. Mariano Amendola.
Per ripulire l'area portuale è intervenuta la squadra comunale di Protezione civile alla presenza del geometra Placido (responsabile dell'unità tecnico-operativa della PC comunale), dell'ispettore Agostino Portelli (responsabile settore operativo della squadra comunale di PC) e dell'assessore Giovanni Sardella.
Da segnalare anche l'intervento, 
per quanto necessario, in ambito portuale degli ormeggiatori e del comandante Andrea Magazzù. 
Hanno, tra l'altro, riposizionato le strutture mobili poste sul molo e che i marosi avevano trascinato via.
La squadra di Protezione civile comunale, nonostante l'ora, sta proseguendo nei suoi interventi. 



Rispetto al comunicato della società CdI (ex Siremar), del quale vi abbiamo dato notizia, c'è una  novità. E' stato deciso che la Laurana toccherà prima Lipari

La Laurana alle 14 collegherà Milazzo con l'arcipelago. Prima tappa Rinella

Il miglioramento delle condizioni meteomarine permetterà almeno un collegamento tra Milazzo-Rinella-Lipari e Vulcano (con conseguente corsa di ritorno) Alle 14, infatti, la nave Laurana - così come si evince da un comunicato della ex Siremar- partirà da Milazzo. Seguirà questo itinerario orario:
Milazzo p. 14.00 – Rinella a.16.30/p.16.45 – Lipari a.17.45/p.18.00 – Vulcano a.18.20/p.18.30

Per ciò che concerne altri collegamenti al momento non ne sono previsti. Ma ci si aggiorna di ora in ora
Nella foto di Alessio Pellegrino: Sottomonastero la notte scorsa

Calcio a 5. Slittano gli incontri delle eoliane. In terza categoria domani vi dovrebbe essere il derby Malfa-Filicudi

Causa le avverse condizioni meteomarine gli incontri Salina-Atene e Sport club Peloritana - Ludica Lipari, validi per il campionato di C2 di calcio a cinque, sono stati rinviati a data da destinarsi.
In dubbio, a questo punto, lo svolgimento domani degli incontri del campionato di terza categoria dove sono impegnate le eoliane.
In programma vi sono Malfa-Filicudi e Stromboli-Juvenilia

Il sindaco Lo Schiavo si appresta ad emettere ordinanze per vietare vendita e uso di piatti e bicchieri di plastica

Post pubblicato su fb dal sindaco di S.M. Salina, Massimo Lo Schiavo
In fase di predisposizione apposita Ordinanza per vietare la vendita e l'uso di piatti e bicchieri e quanto altro, di plastica e-o di materiale non compostabile!!
Cerchiamo di agganciare oggi il futuro!!
Basta sprechi e azioni dannose per l'ambiente e per le nostre tasche!!!!

Chiese, Santi e Processioni nelle Eolie (VII PUNTATA)

ANCORA FOTO DEL VENERDI' SANTO A LIPARI

Nelle foto di Isabella Libro, Il porto di Sottomonastero a Lipari ...una piscina

Nelle foto di Isabella Libro come si presentava il porto di Sottomonastero a Lipari stamattina di buon'ora.
Una vera e propria piscina. 
Pressochè identica la situazione sulla sottostante Via Ten. Mariano Amendola


Il forte vento di stanotte e il mare in tempesta mettono le Eolie in ginocchio.

Dire che nelle Eolie è stata una notte poco tranquilla, specie in alcune zone, Canneto tra queste, è dir poco. 
Il vento, che ha toccato punte di 90km/h, oltre a trascinarsi dietro quanto possibile, ha ingrossato il mare che ha invaso porti, sedi stradali e tutto ciò che si trovava in prossimità. 
Il vento adesso sembra essersi placato ma resta il mare  in tempesta e, in molte aree, una situazione di piena emergenza per quanto riguarda la movimentazione sia pedonale che veicolare. 
Le strade, oltre ad essere invase da acqua salmastra, sono piene di detriti e di oggetti di ogni genere.
A Canneto, dove la situazione è davvero precaria in quanto il mare e i detriti coprono larghissima parte del lungomare da Unci sino a Calandra, sono già al lavoro, alla presenza dell'assessore Giovanni Sardella, i mezzi e gli uomini della Protezione civile comunale al comando dell'ispettore Agostino Portelli.
Attraverso le foto tratte da fb, e per le quali ringraziamo gli autori, ci si può rendere conto di cosa è accaduto e di quella che è la situazione.





venerdì 7 novembre 2014

Gal Isole di Sicilia sollecita inoltro domande di pagamento

Gruppo di Azione Locale ISOLE DI SICILIA
Il Dirigente
OGGETTO: PSL Attuazione Misure 312 C/D – 313 A - 323 B – Domande di pagamento –Rinuncia dagli impegni – Proroghe - Chiarimenti
AI BENEFICIARI DELLE DOMANDE DI AIUTO
Loro sedi
Si fa presente che le operazioni ammesse a contributo dovranno essere completate improrogabilmente entro il 2015 e con la tempistica indicata negli atti di concessione e salvo proroghe concesse dall’Autorità di Gestione a fronte di richieste adeguatamente motivate. La proroga è un provvedimento eccezionale, che non può essere utilizzato per coprire errori di programmazione dei beneficiari dei contributi, che si riflettono, poi, in una dilatazione dei tempi di attuazione.
Non saranno quindi previste proroghe, se non quelle consentite dai casi si forza maggiore previsti all’art. 47 del Regolamento CE 1974/2006.
Pertanto, ricorrendo o meno le condizioni sopra riportate si sollecitano i beneficiari dei contributi titolari di concessione ad inoltrare, tramite il sistema SIAN, entro 10 gg dalla presente la domanda di pagamento per l’ottenimento dell’anticipazione non superiore al 50%. Ciò, anche al fine di consentire a questo GAL la necessaria formulazione degli impegni congruentemente con i tempi previsti per la chiusura dei lavori e la successiva rendicontazione.
I beneficiari di contributi per operazioni la cui spesa ammessa è inferiore ai €.100.000,00 sono invitati ad comunicare nello stesso termine se intendono optare per l’erogazione di un unico acconto, che può arrivare al 90% del contributo concesso.
Coloro che non fossero più interessati o non possono rispettare i tempi previsti possono presentare istanza di rinuncia volontaria. Non è ammessa la rinuncia nel caso in cui l’istruttore abbia comunicato al beneficiario la presenza di irregolarità nella domanda o nel caso sia stata avviata la procedura per la pronunzia di decadenza dagli aiuti o qualora sia stato comunicato lo svolgimento di un controllo in loco.
Lì, 07.11.2014 
 Il Responsabile Ufficio di Piano
Arch. Roberto Sauerborn

Rinviato il convegno sulla prevenzione del cancro del polmone

Il Convegno sulla prevenzione del cancro ai polmoni organizzato per domani, sabato 8 Novembre 2014, alle ore 10.30 presso la Chiesa dell'Immacolata al Castello di Lipari, è rinviato a data da destinarsi ma comunque nel mese di dicembre p.v..

Collegamenti: qualcosa si muove. Domani collegamento certo con la Laurana. Da domenica l'Isola di Stromboli sostituirà il "Pietro Novelli" ma non farà scalo a S.M. Salina

L’allerta meteo, prevista per oggi, non ha lasciato tracce particolari nelle Eolie ad eccezione dell’isolamento nei collegamenti marittimi e di due frane, una decisamente di notevoli dimensioni, verificatesi a Lipari. 
Per il resto la bufera notturna non ha lasciato, per fortuna, nessuna traccia evidente se non i detriti trasportati dal mare sulle strade litoranee più esposte. Bisognerà tenere, comunque, gli occhi aperti perchè, tra stasera e domani, dovrebbero esserci consistenti precipitazioni.
Dicevamo dei collegamenti marittimi praticamente “al palo” ad eccezione, sino ad ora, di quello effettuato dall'Eraclide che ha però collegato Milazzo solo con le Vulcano, Lipari, Salina e viceversa. Ancora isolate le isole minori di Alicudi, Filicudi, Panarea, Stromboli e la frazione di Ginostra.
Domani, essendo previsto un miglioramento delle condizioni meteo, la Laurana partirà da Milazzo alle 9, al posto dell'Isola di Vulcano, e raggiungerà nell'ordine Vulcano (10 e 30), Lipari (11,15) , Rinella (12,05) , Stromboli(14,00) , Panarea (15,25) ed ancora, nel percorso inverso, Rinella (16,45), Lipari (17,50), Vulcano (18,30) e Milazzo (20,10) 
Domani, sabato 8 novembre la nave ISOLA DI STROMBOLI, partendo da Palermo si trasferirà a Milazzo. Da domenica 9 novembre, infatti, rileverà sui collegamenti di linea C/3- C/4 la nave PIETRO NOVELLI al momento in avaria tecnica, ovviamente osservando le consuete partenze da Milazzo delle ore 07.00 (linea C/3 il martedì e venerdì, linea C/4 lunedì-mercoledì-giovedì-domenica, sabato nave ferma per riposo settimanale). 

La Compagnia delle isole, in un comunicato, richiama l'attenzione sul fatto che, a causa dell'attuale interdizione di porzione della banchina di sopraflutto, il porto di Santa Marina Salina non può essere scalato dalla nave ISOLA DI STROMBOLI, che pertanto, nell'esecuzione della linea C/3 e C/4 effettuerà solo lo scalo di Rinella.

Le Eolie su youtube. Oggi: "Magie invernali"

Domenica a Lipari le celebrazioni in memoria dei ” caduti per la vittoria - Festa dell'Unità Nazionale"

In un comunicato l’amministrazione comunale di Lipari rende noto che,  a seguito direttive della Prefettura di Messina, le celebrazioni in memoria dei caduti per la vittoria – Festa dell’Unità Nazionale, ricadenti il 4 novembre, si svolgeranno domenica 9

"Lipari, l'isola dalla bellezza colta". Cambio di programma. Stasera al Centro Studi “Le Eolie, porte dell'inferno” e la nascita del Purgatorio a cura di Giuseppe La Greca e Angelo Natoli.

COMUNICATO STAMPA
Si comunica un cambio di programma nell'appuntamento di questa sera, alle 19,00, al Centro Studi nell'ambito della II edizione di “Lipari, l'isola della bellezza colta.”
In sostituzione della presentazione del volume “Un suicidio di Mafia, la strana morte di Attilio Manca” di Luciano Mirone, rinviato al 28 novembre prossimo, a causa delle condizioni meteo marine avverse, si terrà a conferenza su “Le Eolie, porte dell'inferno” e la nascita del Purgatorio a cura di Giuseppe La Greca e Angelo Natoli.
L'Ufficio Stampa

Doppia frana a Monterosa. Duro lavoro per sgomberare la strada. Urge intervento definitivo di messa in sicurezza

Una frana di notevoli dimensioni si è verificata questa mattina sulla strada che collega Bagnamare con Monterosa. Per fortuna, in quel momento, non si trovava a transitare nessuno.
Dal costone limitrofo alla strada si sono staccati, oltre a terriccio e materiale tufaceo, arbusti ed alberi di fico d'india.
Sul posto sono intervenuti la squadra di protezione civile comunale, al comando dell'ispettore Agostino Portelli, i vigili del fuoco (caposquadra Coglitore) e gli ispettori di polizia municipale Franco Cataliotti e Guido Natoli.
L'intervento per liberare la strada e per cercare di mettere, seppure momentaneamente, in sicurezza il costone si è protratto per diverse ore.
Proprio mentre l'intervento era stato completato, sempre sulla stessa strada, si è verificata un'altra frana, sulla quale si sta operando.
L'area urge di un intervento definitivo di messa in sicurezza. Diffidando se è il caso i proprietari dei terreni limitrofi alla strada e dai quali si verificano le frane.
Ricordiamo che, qualche giorno fa, si era staccata, lungo la stessa strada, un'altra frana.

Paralisi dell’Ufficio Demanio Marittimo di Milazzo Per Confindustria Messina un paradosso inaccettabile


“Inaccettabile che le imprese continuino a subire le inefficienze della Pubblica Amministrazione senza che nessuno se ne assuma le responsabilità”. 
È quanto dichiara Alfredo Schipani, Presidente di Confindustria Messina con riferimento  all’incresciosa paralisi dell’Ufficio Demanio marittimo di Milazzo, già emersa e segnalata dagli organi di comunicazione.L’ufficio, a seguito dell’avvicendamento di competenze dalle Capitanerie di Porto all’Assessorato regionale Territorio e Ambiente,  rimane ad oggi totalmente paralizzato a causa di un cortocircuito burocratico. 
Da quanto riferito dallo stesso dirigente dell’ufficio, e come già noto agli operatori, le istanze presentate dalle imprese non possono essere istruite poiché i funzionari, pur muniti della qualifica idonea, non sarebbero abilitati a completare i procedimenti. 
Tutto si blocca perché dall’Assessorato Territorio e Ambiente non arriva l’atto utile a formalizzare tale competenza, mentre le imprese subiscono grave danno economico.   
“Questa omissione amministrativa – segnala Alfredo Schipani - sta procurando disagi e ingenti danni alle imprese che svolgono attività sulle aree demaniali, soprattutto per impossibilità di rinnovare le licenze o di completare iter di progetti da sottoporre agli enti locali; diverse sono le attività a rischio per la prossima stagione balneare”.   
Peraltro, nella giurisdizione del Demanio marittimo di Milazzo, ricadono territori a forte vocazione turistico-balneare, come Isole Eolie, Milazzo, Sant' Agata Militello. Non vi è dubbio che tale situazione arreca grave danno ad un’importante comparto economico, strettamente legato al diportismo ed al turismo e già fortemente danneggiato dalle carenze di infrastrutture e trasporti. 
“Si tratta di una situazione paradossale, in cui si ravvisa anche il danno erariale – aggiunge l’Avv. Eduardo Omero, Presidente della Delegazione Eolie di Confindustria Messina -. Mentre le casse delle nostre pubbliche amministrazioni languono, si procura il danno derivante dal mancato introito dei canoni di concessione e dalla compromessa operatività di uffici sostenuti da fondi pubblici, ossia dal contributo di ciascuno di noi, cittadini e imprese”.       
“La Regione, nel suo doveroso esercizio delle pubbliche funzioni – conclude Omero – deve risolvere la questione con carattere di urgenza; diversamente le imprese danneggiate non potranno che richiedere accertamento delle responsabilità e risarcimento dal danno ai competenti organi giudiziari”. 

Chiese, Santi e processioni nelle Eolie (V puntata)

IL VENERDI' SANTO A LIPARI

Kickboxing: Alessandro Di Giuseppe e Andrea Faralla protagonisti a Modica

 COMUNICATO
Gli atleti eoliani soci dell'A.S.D. Fitness Planet hanno partecipato a Modica ad una kermesse sportiva che vedeva impegnati kickboxeur italiani e stranieri ottenendo, come al solito, risultati ragguardevoli.

Di seguito riporto il resoconto fatto dal Maestro Massimiliano Paladino che deve essere veramente contento per il lavoro che sta facendo. 
Speriamo nelle prossime occasioni di iscrivere più atleti alle competizioni e ringrazio il responsabile di questo giornale online che ospita sempre con cortesia i miei resoconti.

Fiero ed orgoglioso dei miei atleti Andrea Faralla ed Alessandro di Giuseppe. 
Ottimi risultati al 1° master Regionale Kombat League. Andrea parte forte e supera in semifinale un ottimo atleta del team Sinone, mentre in finale subisce un duro colpo al naso che condiziona la sua performance, perde ai punti, e conquista un buon 2°posto. 

Alessandro in semifinale demolisce il suo avversario fisicamente piu prestante, ed il match non ha storia. in finale deve limitarsi, a non distruggere l 'avversario, epilogo scontato, vittoria strameritata con verdetto unanime. 
Grazie ai miei fightter ho passato una meravigliosa giornata respirando aria di sana e genuina competizione.
Marco Basile

Eolie. Pausa dopo la bufera notturna.

Dopo la bufera notturna le condizioni meteo generali nelle Eolie sembrano essere in leggero miglioramento. Il vento non soffia più con la stessa intensità e piove a tratti, non in modo alluvionale.
Ricordiamo, in ogni caso, che si è in presenza di una allerta meteo e, quindi, essere prudenti al massimo.
Le scuole di Lipari,  come da  ordinanza  sindacale, sono chiuse e tutti i mezzi, al momento, sono fermi nel porto di Milazzo. Isolate da oltre 60 ore risultano, quindi, essere Alicudi, Filicudi, Panarea, Stromboli e la frazione di Ginostra

Gli auguri ai festeggiati di oggi

Eolienews augura Buon Copleanno a Valery Paino e Giusylena Cullotta

giovedì 6 novembre 2014

Allerta meteo. Sospese per domani le lezioni di scuola calcio della Ludica Lipari

COMUNICATO C.S.D. LUDICA LIPARI
Il Centro Sportivo Dilettantistico Ludica Lipari, comunica ai propri iscritti ed alle relative famiglie, che nella giornata di Venerdì 7 novembre, visto lo stato di allerta per le condizioni meteo avverse, le lezioni di scuola calcio verranno sospese  e riprenderanno regolarmente nella giornata di lunedi 10.
Il presidente
Giuseppe Cirino

Consulta Giovanile di Lipari. Sabato incontro-dibattito alla presenza del sindaco e dell'assessore alle Politiche giovanili

COMUNICATO
Si comunica ai giovani residenti del Comune di Lipari che il giorno 08/11/2014 alle ore 16:00, nella sede municipale di Piazza Mazzini - alla presenza del Sindaco e dell’Assessore alle Politiche giovanili - si terrà un incontro-dibattito per un momento di confronto, di dialogo aperto e ascolto su quella che è la realtà giovanile e sulle aspettative che gli stessi giovani hanno.
L'Amministrazione comunale intende creare per le nuove generazioni, condizioni ed opportunità per favorire reali occasioni di sviluppo e valorizzare la loro creatività e professionalità mettendola al servizio del territorio.
Vi aspettiamo SABATO 08 NOVEMBRE alle ore 16:00 presso la "Sala Consiliare" del nostro Comune !!! 
Consulta Giovanile del Comune di Lipari

Vendesi storico bar gelateria rosticceria gastronomia a Lipari

Lipari, vendesi storico bar gelateria rosticceria gastronomia, di fronte porto commerciale e turistico su strada di grande scorrimento. Veranda permanente su suolo pubblico con relativa licenza edilizia e concessione demaniale stagionale su spiaggia (lungomare). Cucina/laboratorio attrezzata e locale ristrutturato con doppio ingresso.  Trattativa riservata. Per contatti: 3486613369   no perditempo solo se veramente interessati.

Scuola di Filicudi. Non si fa attendere la replica del presidente di circoscrizione Bonica alla dirigente Fanti: "Dirigente non si rende conto..."

Riceviamo e pubblichiamo:
In risposta alla energica e imprecisa difesa della Dirigente della scuola primaria di Filicudi scrivo, supportata dalle notizie avute direttamente dai genitori, quanto segue.
A) La scuola di Filicudi, non ha funzionato al meglio negli ultimi anni, e se lo ha fatto è solo grazie alla disponibilità delle due insegnanti residenti che ne hanno sempre garantito l'apertura trovandosi sull'isola.
Il meglio di cui parla la dirigente,evidentemente, non è il meglio che a questi bambini si è potuto dare.
Basta chiedere a chi è stato costretto a portare i propri figli fuori, smembrando la propria famiglia, pur non avendo impegni lavorativi se non sull'isola.
B) In merito all'organico della scuola, i genitori dei bambini sin  dall'inizio della scuola, assieme alla sottoscritta, alla Vicepresidente  e all'assessore De luca, hanno chiesto notizie telefoniche ed epistolari che non hanno mai ricevuto risposta.
Solo alla sottoscritta, la Dirigente , circa un mese fa, in un'unica telefonata, sembrò  confermare che non appena superate le difficoltà venutesi a creare nelle scuole di Lipari,  avrebbe  ovviato anche  alle carenze della scuola di Filicudi. E così non è stato.
C) Non è vero che i bambini fanno lezione di inglese. Non ne hanno fatta neanche un'ora.
E poi,  l'inglese  che è materia curricolare non può essere oggetto di progetto. I progetti affiancano la didattica principale. Non funziona  cosi come esposto. 
I progetti hanno altre finalità.
D) E' vero che alcuni genitori, di cui qui si tacciono i nomi per opportune ragioni, sono stati invitati telefonicamente da impiegati della Direzione di Malfa, a portare via i bambini dalla scuola. Come dire: che ci state ancora a fare lì?
La Dirigente, di stanza a Lipari, non ha ben chiara tutta la realtà nella quale opera.
E) I bambini della scuola di Filicudi  non fanno 27 ore di lezioni  settimanali; ne farebbero solo 24 se avessero le insegnanti del curricolo.
 Il turno pomeridiano è stato soppresso, riferiscono i genitori, per motivi economici.
Quindi nessuna ora di potenziamento o recupero.
F) Un solo progetto di drammatizzazione e un corso di tempera, dovrebbe sapere la Dirigente, per quanto importanti, non insegnano a questi bambini, nè a leggere, nè a scrivere e neanche le tabelline e il far di conto.
Le carenze esistenti nella nostra scuola e di cui  Ella evidentemente, fin qui , non si è resa conto,  sono sotto gli occhi di tutti coloro che, per esempio, usano facebooK.
Basta darci uno sguardo per vedere cosa alcuni  ragazzi di Filicudi, scrivono come è loro diritto fare , diventando ahimè oggetto di scherno di tanti che hanno avuto il privilegio di "andare a scuola".....veramente.
Quanto alle pluriclassi , presentate come "occasione" di crescita e di scambio e di tanto altro che serve solo a giustificare  l'ingiustificabile, rappresento alla Dirigente che:
1) la programmazione settimanale nella scuola primaria è una realtà anche nelle pluriclassi e non può esistere in tutte le scuole di Italia e a Filicudi no;
2) la qualità didattica non può essere garantita da un'unica insegnante che, su cinque ore deve spalmare tutte le discipline di quattro classi sebbene di due o tre alunni per ognuna;
3) viste le ingenti risorse destinate alle piccole isole da parte degli organi regionali preposti all'istruzione , allora, l'attenzione a queste piccole realtà non può essere diminuita. Anzi, va incrementata proprio per il disagio che già soffrono questi ragazzi , territorialmente penalizzati e che forse determinano, proprio per questo, certe destinazioni economiche proprio in loro favore.
Non si tolga al più debole per dare al più forte!.
La scuola  resta, in questi piccoli centri,  l'unica istituzione atta a garantire l'inserimento prossimo di questi studenti in altre comunità educative culturalmente più adeguate a stimolare la capacità di apprendimento e socializzazione.Non si può non saperlo se si ha a cuore la vera istruzione.
Occorrono quindi condizioni e qualità didattica per garantire le basi per un futuro dignitoso ad ognuno di  loro.
E questo non può prescindere certo  dalla qualità e dalla motivazione dei docenti, ma neanche da una complessiva  valida offerta formativa.
Il Presidente di circoscrizione
Maria Grazia Bonica

Previsioni meteomarine Eolie (aggiornamento) a cura di Giuseppe La Cava

Prestare la massima attenzione tra la nottata di oggi e la mattinata di Venerdi 7, in quanto e' previsto che negli approdi di Milazzo e Messina le raffiche di scirocco potranno raggiungere la velocità di 90 km/h (pari a Forza 10) , specie durante i temporali 
Nell'approdo di Sottomonastero le raffiche sfioreranno i 70-80 km orari. 
La direzione nel moto ondoso sarà, nella giornata di Venerdì,da Est-Sud E-st, in rotazione(in serata) a Nord-Est, quando i marosi raggiungeranno i 2,5 e i 3 metri.di altezza

BENI CULTURALI: LISTA MUSUMECI, UN DDL PER LA FRUIZIONE ISTITUISCE OSSERVATORIO PERMANENTE

Un disegno di legge che istituisce in Sicilia un Osservatorio Permanente sul patrimonio culturale. E' stato presentato all'Ars dai deputati di Lista Musumeci - Gino Ioppolo (primo firmatario) Nello Musumeci, Santi Formica. Il ddl va a colmare l'attuale vulnus normativo nella gestione dei beni culturali, intervenendo sulla catalogazione dei beni artistici, archeologici e monumentali e sul loro stato di conservazione. Prevede un censimento di tutte le sedi museali pubbliche e private, la dettagliata descrizione delle piante organiche e la creazione di un elenco di beni artistici che necessitano di restauro, secondo una scala di priorità e di intervento finanziario. 

"Siamo l’Arabia Saudita dei beni artistici ma non sappiamo quantificarne i “giacimenti” scrivono i parlamentari nella relazione al ddl. 
"Le ultime stime del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (MiBAC) indicano che nell’ultimo secolo sono stati sottoposti ad apposito vincolo 51.693 immobili, pari a circa 55 mila chilometri quadrati, in altri termini il 18% della superficie del Paese; di questi, oltre il 60% insiste in Sicilia. Si tratta di una porzione, quella siciliana, di gran lunga maggiore di quella esistente in altre nazioni europee". "Siamo titolari di un enorme patrimonio artistico - proseguono i parlamentari dell'opposizione - spesso malamente gestito, ma in grado di offrire un cospicuo gettito alle casse erariali e, soprattutto un grande slancio all’ economia nazionale".
Il disegno di legge va ad integrare la carenza di manutenzione delle aree artistiche ed archeologiche affidate a gestione commissariale, non in grado di programmare interventi e rivisita il ruolo delle soprintendenze e della loro capacità di spesa. L’Osservatorio Permanente della Regione Siciliana per il Patrimonio Culturale, creerebbe le condizioni concrete per la fruizione di tutti i beni artistici e culturali della Sicilia, d’intesa con le Soprintendenze, collaborando con gli enti pubblici di competenza (Università, Comuni, ex Provincie etc.) e i privati, anche attraverso accordi di programma pluriennali. L'obiettivo è ampliare la conoscenza a mezzo di dibattiti pubblici, tavole rotonde, incontri con associazioni e scuole di ogni ordine e grado, perché si qualifichi la coscienza collettiva culturale, organizzare di corsi di formazione nella tutela di beni culturali per vigili urbani, che normalmente sono i primi riferimenti per i turisti, promuovere il sistema delle sponsorizzazioni da parte di istituzioni economiche, bancarie e imprenditoriali, finalizzato al restauro di opere e beni da rendere fruibili,assicurare la migliore e prolungatala fruizione dei beni, dei siti e dei luoghi in genere. I componenti dell'Osservatorio - prevede il ddl - svolgeranno la loro attività a titolo gratuito". 

Scuola Filicudi, La dirigente Fanti: ” Protesta inutile e dannosa per i bambini “ e fornisce ulteriori precisazioni

Lettera del dirigente dell’Istituto Comprensivo Lipari 1, prof.ssa Mirella Fanti ai genitori scuola primaria Filicudi, presidente di circoscrizione Filicudi, all'assessore P.I. del comune di Lipari, alla stazione carabinieri Filicudi e p.c. Dirigente USP Messina

Oggetto: risposta a lettere datate 8.10.2014 (8 firme) e 3.11.2014 (6 firme) dei genitori scuola primaria di Filicudi.
In risposta alle lettere in oggetto, si precisa quanto segue:
Premesso che sono venuta a conoscenza per caso della prima lettera – non indirizzata a me – e che nessun genitore mi ha contattato prima di scrivere, nonostante il mio cellulare sia sempre acceso e il numero è conosciuto da tutti sulle isole;
alcune delle affermazioni contenute nelle lettere sono false ed irreali, nonché infamanti ed offensive per il lavoro del dirigente, dei docenti e dell’Ufficio per i seguenti motivi:• Premesso che sono venuta a conoscenza per caso della prima lettera – non indirizzata a me – e che nessun genitore mi ha contattato prima di scrivere, nonostante il mio cellulare sia sempre acceso e il numero è conosciuto da tutti sulle isole;
1. Si parla di “disservizi moltiplicatisi negli ultimi anni nell’ambito di questa scuola” che in realtà è sempre stata aperta e ha sempre funzionato al meglio. Anche nei giorni di maltempo e di sospensione dei trasporti marittimi è stato sempre assicurato il servizio dalla/e docente/i residenti e recuperate le ore eventualmente perse dalle docenti non residenti. Negli ultimi anni, pur con classi di pochi alunni ( 8-12), per le attività curricolari sono state sempre assegnate le 2 docenti residenti + inglese + religione. Si ricordano inoltre gli interventi di miglioramento dell’offerta formativa dal 2008 al 2014:
- corsi di recupero;
- inglese settimanale impartito dalla docente laureata del CPE;
- inglese impartito da docente madrelingua;
- corsi di drammatizzazione e recite;
- corsi di acquerello e tempera;
- scambi e gemellaggi con gli studenti delle altre isole;
- gite scolastiche in Sicilia;
- computer, LIM e rete Internet.
2. Si nega che la dirigente abbia richiesto un “incremento organico” quando in realtà era stato chiesto un totale di 38 posti e ne sono stati accordati 37. A questo proposito si precisa che L’USP (ex Provveditorato) ha sempre avuto un particolare riguardo per le scuole delle isole, tanto è vero che il rapporto complessivo alunni/docenti è decisamente superiore alla media nazionale e a quella delle scuole siciliane.
3. Si afferma che “persone degli uffici scolastici locali” abbiano suggerito di “andarsene altrove”, quando nessun operatore scolastico dell’Ufficio di Lipari o di Malfa ha mai pronunciato frasi del genere. Anzi, data l’attenzione degli organi dell’Istituto – dalla Dirigente alla Segreteria agli Organi Collegiali – per le isole più disagiate, si è cercato di assicurare che ogni sede e plesso avessero assicurati gli insegnamenti e le attrezzature adeguati.
4. Si parla di “genitori costretti a trasferirsi in altri luoghi con i loro figli” a causa dei disservizi della scuola, quando tutti sappiamo che sono le esigenze familiari, personali e lavorative che spingono le famiglie a lasciare l’isola d’inverno.
5. Al TGR Sicilia del 3 novembre è stato diramato un comunicato ingannevole che recita “la scuola primaria continua ad essere senza insegnanti”, “l’insegnante in malattia non è stato neppure sostituito”: entrambe le affermazioni sono false e lesive dell’immagine della scuola. Sono presenti a scuola sia l’insegnante curricolare, sia l’insegnante di inglese.
Entrando nel merito delle richieste, che sono comunque pervenute a me direttamente solo negli ultimi giorni (i genitori hanno prima preferito rivolgersi alla Circoscrizione, all’Assessorato, alla Procura, all’USP), quando il nome del Dirigente è stato aggiunto in fondo all’elenco dei destinatari, si chiarisce quanto segue, come già spiegato all’unico genitore che mi ha telefonato qualche giorno fa:
1. Nell’a.s. in corso non è stato possibile assegnare 2 docenti di posto comune alla pluriclasse composta di 7 alunni dalla prima alla quarta, in quanto l’organico complessivo è stato ridotto di una unità mentre le classi sono aumentate di due unità.
2. Gli insegnanti assegnati a Filicudi sono i seguenti:
- 1 docente di posto comune per 24 ore
- 1 docente di inglese per 3 ore (impartite dalla docente di inglese laureata del CPE)
- 1 docente di religione per 2 ore
Per un totale di 29 ore settimanali. Dal momento che l’orario settimanale di lezione è di 27, sono previste 2 ore settimanali di recupero/potenziamento per un totale di circa 60 ore annue che rappresentano l’ammontare di un progetto significativo (normalmente i corsi di recupero/potenziamento non superano le 20/30 ore).
Certo, si può immaginare che questo provochi una delusione rispetto al passato, ma tutta la scuola italiana sta sopportando tagli e riduzioni di organico, a cominciare dalle classi di Lipari con 20 alunni e 2 docenti, per finire con le classi della terraferma con 30 alunni ed un solo docente. Ricordo ai genitori che un docente con 7 alunni può dedicare più tempo a ciascun bambino di quanto possa farlo un docente con 20 alunni anche se tutti della stessa età. Ricordo inoltre che la didattica della scuola primaria non è incentrata su un programma rigido corrispondente all’età dei bambini, quanto su obiettivi formativi adattati ai livelli cognitivi di ciascun bambino, che viene inserito in piccoli gruppi per fasce di livello e attenzionato periodicamente a livello individuale.
Un buon docente – e i nostri sono eccellenti – è perfettamente in grado di seguire il gruppo di 7 bambini, di dedicare a ciascuno individualmente e ai micro-gruppi tutta l’attenzione necessaria ad una scuola di qualità, molto più che se gli stessi alunni si trovassero in una classe della stessa età di 20/30 iscritti. Inoltre la pluriclasse – come è ormai riconosciuto da tutti i pedagogisti ed educatori – rappresenta una formidabile occasione di crescita nel senso dell’autonomia e della collaborazione, perché i più grandi possono rinforzare le conoscenze facendo da tutor ai più piccoli. Su questi aspetti prettamente didattici sarà mia cura organizzare un incontro apposito in sede.
All’Assessore che parla di “enorme disagio e discriminazione nel godimento dei diritti di alunni e familiari”, lamentando la “inaccettabile condizione che permane sull’isola” vorrei rivolgere l’invito ad abbassare i toni e limitare le esagerazioni che non rendono giustizia al lavoro dei docenti e all’impegno della scuola, alimentando invece il senso di irrealtà che a volte colpisce chi vive sulle isole.
In conclusione si invitano:
- I genitori a ripensare serenamente il rapporto con la scuola e con il servizio formativo in termini più realistici e più collaborativi, abbandonando una protesta inutile e dannosa per i bambini, che ricevono un messaggio negativo e perdono preziose ore di scuola;
- L’Assessore a non cavalcare i conflitti, ma a coltivare il dialogo;
- I Carabinieri a verificare gli estremi per una querela da parte della scuola che viene oltraggiata e lesa da affermazioni false; nonché ad esercitare il dovuto controllo su una volontaria ed ingiustificata evasione dell’obbligo scolastico da parte dei genitori.
Infine, vorrei ricordare che l’Istituzione da me diretta, nella sua autonomia organizzativa e didattica, è il polo educativo sul territorio, che riceve contributi ingenti dagli altri organi pubblici dell’Istruzione – il MIUR, la Regione Siciliana, l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Ufficio XIV di Messina, il Comune. Tutti gli attori della Pubblica Istruzione assegnano finanziamenti e risorse umane per assicurare il diritto allo studio a tutti gli alunni delle isole, che, data la caratteristica geografica e la frammentarietà territoriale, richiedono uno sforzo economico ed umano notevole, che non ha eguali nel panorama formativo italiano.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
f.to Prof.ssa Mirella Fanti

Mezzo dell'Ustica Lines collega Milazzo con Lipari. Omessa la corsa per Napoli della Laurana

Un monocarena dell'Ustica Lines ha collegato oggi pomeriggio alle 15 Milazzo con Lipari. Lo stesso mezzo è ripartito alle 16 per il viaggio inverso. 
Ricordiamo che, in mattinata, il  traghetto NGI aveva collegato Milazzo con Vulcano-Lipari e Salina. Effettuando a seguire il viaggio inverso.
Intanto la CdI (ex Siremar) ha emesso questo comunicato:
Sì comunica che la corsa della nave “Laurana” schedulata in partenza oggi giovedì 6 novembre 2014 ore 13:50 per Isole Eolie e Napoli viene OMESSA CAUSA AVVERSE CONDIMETEO. Conseguentemente verrà OMESSA anche la partenza da Napoli per Isole Eolie e Milazzo schedulata per domani venerdì 7 novembre 2014 ore 20.00.
Il servizio di linea C/1, Milazzo/Isole Eolie/Napoli e viceversa, riprenderà salvo avverse condimeteo lunedì 10 novembre 2014.

Allerta meteo. Il comune di Lipari chiude da oggi pomeriggio e sino a domani tutte le scuole.

Comune di Lipari
Comunicato stampa
CHIUSURA SCUOLE DEL COMUNE DI LIPARI
Si informa la Cittadinanza che con Ordinanza sindacale n.71 del 06.11.2014, il Sindaco ha disposto la chiusura, a decorrere dal pomeriggio di oggi 6 novembre 2014 e sino al 7 novembre 2014 compreso, delle Scuole di ogni ordine e grado del Comune di Lipari.
La decisione è stata presa in via cautelativa in ordine agli avvisi di condizioni meteorologiche avverse ricevute dalla Protezione Civile e si raccomanda di adottare comportamenti prudenziali al fine della salvaguardia della pubblica e privata incolumità.
Si invita a non parcheggiare le auto in prossimità di torrenti o in luoghi di potenziale pericolo e a seguire in ogni caso norme preventive autotutelative.
Lipari, 06.11.2014
L’Amministrazione comunale

Ginostra. Per la messa in sicurezza del porto, sollecito al Capo della Protezione civile

Al sig. Sindaco Comune di Lipari
    dott. Franco Gabrielli (Capo Dip. Protezion civile) 
e p.c.                 
On. Ministro dell’Interno
S.E. Prefetto di Messina
                                                                       
Oggetto: messa in sicurezza del pontile di Ginostra – isola di Stromboli 

Facendo seguito alle precedenti note del 08/04/13, del 27/05/2013, 22/05/2014 ancor oggi senza alcun riscontro, la presente per manifestare viva preoccupazione ed inquietudine per il mancato  inizio dei lavori di cui in oggetto per i quali il Dipartimento di Protezione Civile, con ordinanza n. 0094 del 13/06/2013, ha stanziato la somma di 880 mila euro, incaricando nel contempo il Sindaco del Comune di Lipari di provvedere al completamento dei “lavori di manutenzione straordinaria e miglioramento tecnico” dell’approdo in questione.
 Considerato che dalla piena efficienza e funzionalità del pontile dipende la vivibilità e la sicurezza dell’intera comunità (il vulcano “Stromboli” con la sua imprevedibile attività eruttiva – che proprio nel corso dell’estate appena trascorsa ha fatto registrare momenti di alta criticità! -  non manca di rimarcare l’ineluttabile bisogno di infrastrutture adeguate per eventualmente soccorrere o evacuare la popolazione), si chiede al sig. Sindaco di Lipari 1- di conoscere i motivi per cui i lavori non sono ancora iniziati; 2- di volere  inoltre garantire, qualora ve ne fosse bisogno, che le somme finanziate siano tuttora disponibili e che saranno interamente destinate agli interventi per la manutenzione straordinaria e miglioramento tecnico del pontile di Ginostra.
Preso atto poi che le ripetute mareggiate dall’inverno 2013 ad oggi hanno progressivamente ulteriormente danneggiato la vitale infrastruttura - i marosi in particolare hanno “risucchiato” e trascinato via diversi  tetrapodi che erano posti a difesa della testata del pontile lato di nord-ovest, lasciando la stessa sguarnita e pericolosamente vulnerabile -  si chiede ancora una volta l’autorevole e diretto intervento del Capo della Protezione Civile atto a superare questa apparente incomprensibile fase di “stallo”. 
Confidando in una tempestiva risoluzione della problematica, si porgono cordiali saluti.
prof. Riccardo Lo Schiavo (Delegato Marevivo)

Quei colori orribili sulle nuove costruzioni. Ci scrive Caterina Conti

Avendo visto, da qualche tempo, i colori delle nuove costruzioni ho cercato di informarmi, e sembrerebbe che siano stati indicati o dalla soprintendenza, o dall’ufficio tecnico del comune di Lipari, poco importa.
Gli ultimi colori utilizzati, almeno su Lipari, sono colori orribili ed inesistenti che corrono il rischio di stravolgere la personalità delle nostre isole, che sono sempre state caratterizzate dai colori meravigliosi dei nostri antenati, come il rosa, l’azzurro e il giallo.
E’ inutile pensare che poi i colori realizzati sbiadiranno, è meglio fare già in partenza dei colori secondo la tradizione.
Questo, credo, sia l’interpretazione ed il pensiero della maggior parte della cittadinanza e dei nostri ospiti.
 Grazie .
 Caterina Conti.

Incontro a Canneto sul tema delle installazioni selvagge di antenne cellulari. La SRB di Canneto centro e le altre installazioni urbane.

COMUNICATO
La cittadinanza di Canneto e tutti gli interessati sono invitati a partecipare all’incontro che si terrà a Canneto domenica 9 novembre presso il bar Miramare alle ore 11.30. Il sito non è casuale in quanto antistante la SRB di TIM che ha causato ulteriori problemi alla comunità, dopo il suo potenziamento ed ampliamento delle frequenze, effettuati in  data 11/9/2014.
Sono invitati a prendere al dibattito il sindaco , l’assessore all’ambiente del comune di Lipari ed i consiglieri interessati, per affrontare i seguenti aspetti :
·         Impatto paesaggistico
·         Interferenze sugli impianti di ricezione TV
·         Possibili ripercussioni a lungo termine sulla Salute del cittadino
Nell’incontro si vuole rimarcare l’importanza di individuare  siti idonei per l’installazione di queste sorgenti di inquinamento elettromagnetico in fase incrementale, al fine di tutelare il diritto all’informazione ed il diritto alla salute del cittadino                                              Il coordinatore
MARCO MANNI                                                      
Le 2 foto mettono in evidenza il fenomeno in evoluzione delle installazioni sconsiderate: la vecchia antenna gsm di 10 anni orsono e la nuova antenna installata in data 11/9/2014, sempre a Canneto centro.

Filicudi e scuola. Ci scrive il presidente Bonica

Preg.mi Direttori,
n.q.di Presidente della Consiglio Circoscrizionale di Filicudi -Alicudi, attraverso i vostri giornali, informo la cittadinanza che relativamente al grave disagio sofferto da bambini e genitori della scuola primaria di Filicudi, l'assessore alla P.I., T. De Luca, ha fatto pervenire a questa Presidenza una nota di condivisione della problematica lamentata a causa della mancanza di insegnanti nell'organico previsto per la scuola dell'isola.
Chiarisco che la protesta attuata dalle famiglie di Filicudi è da considerare l'ultimo tentativo di far comprendere che i propri figli sono bambini "italiani"appartenenti a questa Repubblica.
Che come tali hanno diritto ad essere istruiti ed educati.
Fin'oggi, le risposte che questi genitori hanno ricevuto dagli uffici che gestiscono l'attività scolastica nelle isole minori, sono assolutamente incongrue ed offensive dei diritti e della dignità umana loro e dei loro figli.
Questa tendenza alla scarsa attenzione per l 'istruzione da parte di chi la dovrebbe invece garantire su isole già tanto disagiate, è confermata dalla presenza di un' unica insegnante su quattro classi .
Una pluriclasse sebbene di sette alunni, resta una pluriclasse che ha necessità di portare avanti il programma di italiano, matematica, arte e immagine,inglese, scienze, educazione motoria , religione, storia e geografia. Come si può pensare che una sola maestra possa insegnare tutte queste discipline, giornalmente, su quattro classi ? E senza neanche il rientro pomeridiano?
La logica del risparmio ha già portato questa scuola a perdere i propri bambini che hanno dovuto lasciare l'isola per trasferirsi a Milazzo o Lipari, al solo scopo di seguire lezioni complete e avere una formazione adeguata, sebbene con grave disagio familiare ed economico.
A Filicudi c'è una scuola, nuova e bellissima, che se ben organizzata potrebbe essere più che adeguata per tutti gli alunni.
Pertanto invito i Dirigenti scolastici a pensare che sull'istruzione non si risparmia e che le graduatorie sono piene di insegnanti volenterosi e sicuramente disponibili.
Basta solo chiedere che vengano nominati laddove sono mancanti.
Cordialmente
Maria Grazia Bonica

Il video del 70° Anniversario Sacerdotale di Mons. Ignazio Cannavò, Arcivescovo emerito di Messina Lipari S. Lucia del Mela - Martedì 4 novembre 2014


Pubblichiamo, oltre a queste due foto, il video "A tu per tu con". Si tratta della puntata realizzata il 4 novembre scorso per il 70° Anniversario Sacerdotale di Mons. Ignazio Cannavò, Arcivescovo emerito di Messina Lipari S. Lucia del Mela.
Nel video, a cura dell'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali dell'Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela, avrete modo di assistere ai vari momenti e a all'intervento di un lucidissimo, nonostante la veneranda età, Mons. Cannavò





IL VIDEO:


Viaggia solo la NGI. Il mezzo della società dell'armatore La Cava ha anche riportato a casa la notte scorsa un centinaio di eoliani

Arcipelago eoliano ancora al centro dell'intensa ondata di scirocco. 
Con i collegamenti ex Siremar ed Ustica Lines fermi "al palo", l'unico mezzo che ha collegato Milazzo con Vulcano, LIpari e Salina è stato il traghetto "Ulisse" della NGI (nella foto il momento dello sbarco dei mezzi a Lipari). 
Alle 12,30 il mezzo della società di Sergio La Cava ripartirà da Lipari per Vulcano-Milazzo.
Il traghetto della NGI nella notte aveva collegato Milazzo (partenza ore 21,00) con l'arcipelago, riportando a casa oltre un centinaio di eoliani che, altrimenti, sarebbero rimasti bloccati nella città del Capo

Sottomonastero. Ci risiamo. Area allegata dal mare e fogne in "ebollizione"


Non è quello odierno un buon inizio di giornata per i tanti residenti e per tutte le attività commerciali di Sottomonastero. 

Oltre al mare che ha invaso la sede stradale, sono tornate a "bollire" le fogne. 
I liquami, oltre che dai tombini, fuoriescono anche dalle "basole" del marciapiede.

Uno "spettacolo" del quale residenti e operatori commerciali farebbero volentieri a meno e, per la risoluzione del quale, si invoca, inutilmente, una soluzione definitiva


Chiese, Santi e Processioni nelle Eolie (IV puntata)

Oggi facciamo una eccezione. Le foto si riferiscono ai festeggiamenti di San Bartolo in Australia