Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 20 luglio 2013

Saggio '13 Isla Dance (Foto di Massimo Bonfante- 15° gruppo)




 Continua la proposizione (a gruppi) circa 200 foto del Saggio della scuola ISLA DANCE (rappresentato sabato scorso al Castello di Lipari). Con le foto abbiamo creato un album (in costante aggiornamento) sulla pagina fb del nostro direttore. Questo il link
www.facebook.com/ssarpi/media_set?set=a.10201648901806023.1073741847.1283460370&type=3
Tutte le foto che pubblicheremo sono di MASSIMO BONFANTE al quale va il nostro grazie.
NB. Le foto si ingrandiscono cliccandoci sopra

Efesto d'oro e Eolie in video. I premiati

COMUNICATO STAMPA
SERATA FINALE E VINCITORI
Premiati con l’Efesto d’Oro: Maria Pitarresi, Peppino Mazzotta e Marcello Mazzarella
GENESIS di Donatella Altieri vince il concorso Eolie in Video e una menzione speciale.
Ammore di Paolo Sassanelli vince il Golden Spike Award.
 Una menzione speciale anche per Arradio, realizzato a Lipari
Dopo la consegna di ieri dell’Efesto d’Oro alla regista e scrittrice Giovanna Sonnino e all’attrice siracusana Lucia Pardo, sono stati assegnati questa sera, nella serata conclusiva, tutti gli altri riconoscimenti della trentesima edizione del festival Un Mare di cinema – Eolie in video.
Conduttrice della serata è stata la giornalista Maria Lombardo che ha assegnato, alla presenza dei vincitori, un premio alla carriera all’attrice e madrina del festivalMaria Pitarresi, agli attori Peppino Mazzotta Marcello Mazzarella. Un Efesto d’Oro è stato assegnato anche alla regista milanese – ma siciliana d’adozione - Roberta Torre che purtroppo non ha potuto presenziare alla serata. Ogni premiazione è stata accompagnata dalla proiezione di alcune clip dedicate specificamente alle personalità presenti.
Nella seconda parte della serata è stato poi annunciato il vincitore del ConcorsoEolie in Video che è risultato essere Genesi di Donatella Altieri, premiato dalla giuria con la seguente motivazione:
Per la capacità di rendere lo spettatore partecipe di una genuina cultura contadina, legando tradizioni, sentimenti e rapporti attraverso un’aura di sacralità.
La regista porta alla luce valori di una realtà fisiologica e naturale, vita e morte che scuotono gli animi in un ritmo secolare che rigenera le speranze della vita. È una riflessione sulle origini e l’essenza dell’uomo a cura di una sapiente regista, che ha saputo tradurre in immagini temi esistenziali sullo sfondo di una natura quasi umana.
page1image15448
Per queste motivazioni, consegniamo il premio del concorso Eolie in video 2013 a Genesi di Donatella Altieri.
Una menzione speciale del Centro Studi è stata poi assegnata a Arradio di Sara Basile e Flavia Grita, un corto di produzione liparota di grande cura visiva.
Il direttore generale del Social World Film Festival Giuseppe Alessio Nuzzo ha poi assegnato il Golden Spike Award del Social World Film Festival, festival internazionale del cinema sociale, ad Ammore di Paolo Sassanelli.
Per aver raccontato, attraverso un registro linguistico delicato ma deciso, un orribile rituale che rende vittime ancora troppe bambine nell'Italia più rurale.
Ricevono le menzioni speciali in questa categoria: Genesi di Donatella Altieri eNon è successo niente di Chantal Toesca, per il coraggio produttivo nella realizzazione di opere filmiche brevi ma di grande contenuto sociale.

Crocetta blitz alla direzione del PD e spara a zero

Duro affondo di Rosario Crocetta alla direzione regionale del Pd riunita a Palermo. Il governatore ha fatto irruzione a riunione in corso e prendendo la parola ha sparato a zero. Dopo avere difeso il suo movimento, il Megafono, ricordando che "furono Maurizio Migliavacca e Davide Zoggia a volere che presentassi una mia lista alle regionali", Crocetta, maglietta e giacca con una vistosa spilla col simbolo del 'Megafono', ha attaccato i dirigenti del partito che gli chiedono di scegliere tra il Pd e il suo Movimento (la questione è finita sul tavolo della commissione di garanzia). "Io sono e resto un dirigente del Pd - ha detto il governatore - Il Megafono non è un partito, ma una idea". Quindi ha blindato il governo chiudendo le porte a ipotesi di rimpasto, spingendosi oltre. "Sia chiaro, se mi propongono di fare una giunta con Mirello Crisafulli (ex senatore Pd) e Nino Dina (Udc) tanto vale che presentino una mozione di sfiducia nei miei confronti: questo governo se lo facciano loro". L'intervento del presidente è proseguito in un crescendo e in un clima di tensione tra i dirigenti, già impegnati nella fase pre-congressuale. "O ci teniamo il segretario Giuseppe Lupo oppure se volete il rinnovamento allora il segretario può farlo Nelli Scilabra", dando così investitura ufficiale alla giovane assessore alla Formazione in prima linea nella lotta agli scandali che stanno provocando un terremoto proprio all'interno del Pd, con diversi esponenti del partito arrestati e indagati (il riferimento all'inchiesta che vede coinvolte le mogli del deputato Francantonio Genovese e il cognato Franco Rinaldi, deputato-questore all'Ars) nelle inchieste della Procura di Messina. Proprio Rinaldi, ha sostenuto Crocetta, avrebbe fatto parte della rosa di nomi che tempo fa il Pd aveva stilato in vista di un eventuale rimpasto di governo, "assieme a quelli di Crisafulli e di Luigi Cocilovo, che qualche problema con la formazione ce l'ha". Dopo l'intervento, Crocetta, che ha criticato anche dirigenti renziani in sala, è andato via, tra la disapprovazione dei dirigenti. Tra il governatore e il Pd la tensione è massima.

La pomice nell'isola di Lipari (video)

La "Navetta del sorriso"...un servizio "umano" che meriterebbe più considerazione

Gentilissimo Direttore,
Desidero avvalermi del suo giornale per ringraziare pubblicamente l’Associazione "Salus D'Agostino" che, in collaborazione con l'Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, offre a noi eoliani un servizio eccezionale attraverso il Progetto "La Navetta del Sorriso" che trasporta, gratuitamente, da Milazzo all’U.O. di Oncologia Medica dell’Ospedale “S.Vincenzo” di Taormina e viceversa i cittadini delle Isole Eolie che devono effettuare il ciclo chemioterapico.
Mi consenta, però, di esprimere il mio rammarico per la poca “divulgazione” e “considerazione” riservata a una tale lodevole iniziativa, anche da parte di qualche personalità.
Sì, è vero, è un servizio convenzionato.
Conosciamo, però, tante altre prestazioni contrattate e ben rimunerate che spesso non garantiscono ai cittadini ammalati prestazioni degne di tale nome, ma, nonostante tutto, hanno intere pagine di giornali, lettere di encomi e la corsa dei soliti personaggi a rivendicarne la paternità, anche politica.
Mi creda, Signor Direttore, il servizio “umano” che il personale della “Navetta del Sorriso" offre alle persone ammalate che come me da anni affrontato il “calvario” dei viaggi verso l’Ospedale di Taormina, a proprie spese e con tanti sacrifici anche economici, pur se una goccia d’acqua in mezzo all’oceano, la mattina, quando sbarchi a Milazzo per recarti all’Ospedale, sapendo cosa ti aspetta, essere accolti all’arrivo con un “sorriso” sincero da “splendide” persone che mettono a tua disposizione la loro professionalità e ti assistono, anche “moralmente” durante il viaggio…non ha prezzo e, principalmente, non ti fanno sentire “sola” a combattere contro la tua malattia.
Lipari, 20 luglio 2013

Ivana Merlino

Saggio '13 Isla Dance (Foto di Massimo Bonfante- 14° gruppo)


Continua la proposizione (a gruppi) circa 200 foto del Saggio della scuola ISLA DANCE (rappresentato sabato scorso al Castello di Lipari). Con le foto abbiamo creato un album (in costante aggiornamento) sulla pagina fb del nostro direttore. Questo il link
www.facebook.com/ssarpi/media_set?set=a.10201648901806023.1073741847.1283460370&type=3
Tutte le foto che pubblicheremo sono di MASSIMO BONFANTE al quale va il nostro grazie.
NB. Le foto si ingrandiscono cliccandoci sopra

Centro Studi: Stasera l' Efesto d'oro e premiazione del corto vincitore di "Eolie in video"

COMUNICATO
Nei giardini del Centro Studi Eoliano ieri sera è stato presentato l’ultimo libro della regista Giovanna Sonnino, Chiarmastramma, edito nel 2012 da Giuseppe Maimone Editore, una storia corale nella quale Catania riveste un ruolo di primo piano, con la sua vita di quartiere sulla quale incombe un vulcano in perenne attività. Una storia di iniziazione alla poesia con una “colonna sonora” eccezionale. A corollario dell’evento Sebastiano Gesù ha presentato l’attrice siciliana Lucia Sardo, la quale ha interpretato una lettura drammatizzata tratta dal libro e scritta dalla Sonnino stessa.

Prima dell’ultimo appuntamento con il Concorso Eolie in Video è stato poi proiettato il documentario realizzato da Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro Pietramare. Il mediometraggio delle due registe tratta con stile originale e l’uso di suggestive animazioni, le cave di pomice a Lipari e i problemi derivanti dalla loro chiusura, fonte di lavoro per tanti abitanti dell’isola, ma la cui eredità rimane ancora molto forte.
A chiudere la serata sono stati gli ultimi cortometraggi del Concorso Eolie in Video: Le fils de l’homme di Francesco Maria Attardi, Ci vuole un fisico di Alessandro Tamburini, Bibliotèque di Alessandro Zizzo e Un ritorno di Ciro D’Emilio. Infine per il sodalizio che lega Lipati a Venezia è stato proiettato il cortometraggio vincitore dell’ultimo Ca’ Foscari Short Festival, The Ground is Lava di Laura Lackmann Popescu dell’Accademia di film di Berlino. Appuntamento questa sera, sabato 20, con la premiazione dei vincitori del Concorso Eolie in Video e la consegna degli Efesti d’oro a Maria Pitarresi, Roberta Torre, Giovanna Sonnino, Lucia Sardo, Peppino Mazzotta e Marcello Mazzarella.

Questa sera si concluderà la XXX edizione del festival “Eolie in video – Un mare di cinema” con la serata di premiazione presso i Giardini del Centro Studi Eoliano di Lipari. A partire dalle 21 si svolgerà la cerimonia di premiazione, con la consegna del premio “Efesto d’Oro” all’attrice francese di origini siciliane Maria Pitarresi, madrina del festival di quest’anno, alla regista e sceneggiatrice Roberta Torre, alla regista e fotografa catanese Giovanna Sonnino, all’attrice siracusana Lucia Sardo, all’attore calabrese di cinema, teatro e televisione Peppino Mazzotta e all’attore trapanese Marcello Mazzarella.

Nella serata, presentata da Maria Lombardo e nella quale verranno alternati spezzoni di video dedicati al “Un mare di cinema” e agli ospiti e intrattenimento e recitazioni dal vivo, verrà anche premiato il corto vincitore dell’edizione 2013 di “Eolie in video” e successivamente proiettato

AL VIA LA RASSEGNA “EOLIE, DONNE E CULTURA” A Lipari una settimana di appuntamenti tra riflessione e celebrazione della figura femminile

Si terrà a Lipari, a partire da domani 21 luglio e fino a domenica 27, la rassegna intitolata “Eolie, Donne e Cultura”, organizzata dal Comune di Lipari e in particolare dalla dottoressa Tiziana De Luca, Assessore alla Cultura e ai Beni Culturali, con il supporto della Consulta Giovanile.
Una settimana ricca di eventi, dibattiti, incontri, frutto del condiviso desiderio di rendere omaggio alla “donna”, in particolare quella eoliana, in una la manifestazione che seguirà un doppio percorso di riflessione, parallelo e complementare.
Scegliere di mettere al centro la figura della “donna” non può slegarsi infatti da un serio impegno contro ogni forma di prevaricazione e violenza di genere, dal riflettere e far riflettere sulla drammaticità dei sempre più numerosi episodi di cronaca, inserendosi così nel più ampio dibattito nazionale sul tema del femminicidio che ha portato in questi ultimi mesi alla ratifica, da parte di Camera e Senato, della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, altrimenti nota come Convenzione di Istanbul.
Un’emergenza, tuttavia, che è anzitutto “emergenza culturale”, necessità di un cambiamento, a cui Lipari ha deciso di dare risposta lasciando spazio al talento di alcune donne, la cui storia personale rappresenta un valore aggiunto per il proprio territorio, motivo di orgoglio e modello per tutta la comunità.
Cinque sono percorsi tematici ideati nell’ambito di “Eolie, Donne e Cultura”: “Le Donne tra passato e presente, tra realtà e finzione”, “Donne e tradizione: i valori si tramandano”, “Donne e Abusi: un mondo di violenza da conoscere e combattere”, “Scuola e Famiglia: due ‘donne’ dai molteplici volti”, “Isole d’Arte: dall’architettura al teatro, dalla musica alla pittura”, in cui interverranno personalità come la regista Giovanna Taviani, la scrittrice Macrina Marilena Maffei, il gen. Luciano Garofano autore, insieme a Rossella Diaz, de “I Labirinti del Male - Femminicidio, stalking e violenza sulle donne in Italia: che cosa sono, come difendersi”.
Una “bellezza”, quella che sarà raccontata nel susseguirsi di appuntamenti, che abbraccia tutti gli aspetti della cultura e della vita e che culminerà sabato 27 con la consegna del premio “Caterina Conti”, donna e imprenditrice eoliana che massimamente si è distinta e si distingue per l’impegno nel lavoro, nel sociale mai staccato dall’amore verso la sua terra. Alla consegna del premio seguirà lo spettacolo a cura della compagnia Daf – Teatro dell’Esatta Fantasia “Sogno d’Amore Ubriaco – Studio su Otello”, vincitore del Premio Scintille 2013, che racconterà la storia d’amore e gelosia più celebre di tutti i tempi attraverso un nuovo ed originale punto di vista.

Per tutta la settimana, inoltre, sarà possibile visitare la mostra fotografica “IN-DIFESA… Il coraggio di essere donna” degli artisti Betsabea Riganò e Giovanni Mandarano, presso il centro giovanile di Lipari.
Il programma è visibile cliccando sulla foto

Saggio '13 Isla Dance (Foto di Massimo Bonfante- 13° gruppo)

 Continua la proposizione (a gruppi) circa 200 foto del Saggio della scuola ISLA DANCE (rappresentato sabato scorso al Castello di Lipari). Con le foto abbiamo creato un album (in costante aggiornamento) sulla pagina fb del nostro direttore. Questo il link
www.facebook.com/ssarpi/media_set?set=a.10201648901806023.1073741847.1283460370&type=3
Tutte le foto che pubblicheremo sono di MASSIMO BONFANTE al quale va il nostro grazie.
NB. Le foto si ingrandiscono cliccandoci sopra

Madonna di Porto Salvo restaurata e "riconsegnata" ieri sera ai fedeli (foto)





Madonna di Porto Salvo restaurata e "riconsegnata" ieri sera ai fedeli (foto)

Ieri, in occasione dell'inizio dei Festeggiamenti religiosi in onore della  Madonna di Porto Salvo a Lipari, la statua della Madonna, dopo un  intervento di ristrutturazione effettuato con i fondi raccolti tra i fedeli della Parrocchia, è stata di nuovo esposta alla venerazione dei fedeli.
Prima della Santa Messa delle 20 si è proceduto a "liberare" la Vergine dal drappo che la ricopriva e alla sua benedizione da parte di Mons. Gaetano Sardella.
A conclusione della Santa Messa si è proceduto ad una  breve processione con in testa il Santissimo Sacramento.
A tutti i momenti, oltre a Don Gaetano e ai fedeli, hanno preso parte anche tutti i componenti del comitato "Porto Salvo", presieduto da Franco Giunta, he quest'anno si occupa, insieme a Mons. Sardella, solo della parte religiosa e della Processione a mare che si terrà domani.



Movimento 5stelle Lipari: Comunicato Stampa Progetto "Decoro Urbano"

Il Movimento 5 stelle di Lipari ha presentato all'amministrazione comunale, nella persona dell'Assessore all'urbanistica Giovanni Sardella, un progetto a costo zero sia per le casse del comune ma anche e soprattutto per le tasche dei cittadini.
Il progetto prevede la partecipazione diretta dei cittadini per segnalare, mediante una semplice applicazione da scaricare gratuitamente sui cellulari dotati di fotocamera, direttamente al comune tutti gli stati di degrado, causati quasi sempre dalla scarsa educazione al senso civico delle persone, senza dover dunque passare, come avviene sempre più spesso, dai notiziari locali o dal numero diretto dell’assessore di turno.
Il progetto prende il nome di "Decoro Urbano", è già utilizzato in moltissimi comuni italiani e permette in tempo reale al comune di ricevere su un qualsiasi computer le segnalazioni degli utenti attraverso una mappa interattiva che mostra il luogo della segnalazione, con la possibilità di inserire foto e una breve descrizione del problema.
Al momento è possibile segnalare discariche abusive, atti di vandalismo, dissesti stradali, affissioni abusive, zone verdi mal curate, segnaletica stradale mancante.
Il comune tramite i propri operai potrà così tentare di risolvere il problema e tramite tre pulsanti ( rosso: segnalazione non presa in carico, giallo: segnalazione in lavorazione, verde: segnalazione risolta ) comunicare all'autore della segnalazione lo stato attuale delle operazioni.
Ci auguriamo che questo progetto non finisca nel dimenticatoio e che venga al più presto adottato dall'attuale amministrazione per restituire alle nostre isole uno stato accettabile di “Decoro Urbano”, tanto più che vivendo noi in un comune pluri-insulare un tale approccio può aiutare ad organizzare gli interventi in maniera più funzionale.
La pagina del programma “Decoro Urbano” è a questo indirizzo:
http://www.decorourbano.org/
Saluti in Movimento

La Corte dei Conti non può dichiarare dissesto dei comuni

La Corte dei Conti non potrà (e non poteva) in alcun modo decretare il “dissesto” di un ente locale. Tanti comuni siciliani, a cominciare da quello di Messina sul ciglio del precipizio da mesi, possono tirare un sospiro di sollievo. È la clamorosa conseguenza della sentenza depositata ieri dalla Corte Costituzionale, dopo l’udienza del 19 giugno. Alla Consulta si erano rivolte molte regioni, tra cui quelle a Statuto speciale come appunto la Sicilia, con un giudizio promosso in via autonoma. In sostanza la Corte Costituzionale, redattore Lattanzi, ha “smontato” il decreto legislativo n. 149 del 2011, comportando la non applicabilità alle regioni a Statuto speciale di tutte le disposizioni contenute nel decreto impugnato. Due gli aspetti più importanti sottolineati nella sentenza della Corte: era fondamentale la concertazione con la Regione e un accordo appunto all’interno della Conferenza Stato-Regioni. La Corte dei Conti, quindi, non ha poteri sanzionatori nei confronti degli enti. Possono, dunque, respirare gli enti come il Comune di Messina che potevano presto essere vittima del dissesto coatto da parte della Corte dei Conti. Così come di colpo diventano un lontano ricordo le sanzioni per lo sforamento del Patto di Stabilità, così come avevano sostenuto i due legali del Comune, Arturo Merlo e Marcello Scurria, che con la precedente amministrazione avevano firmato i ricorsi e dato vita alla battaglia legale davanti ai tribunali amministrativi.da gazzettadelsud.it

Le Eolie e le date da ricordare (a cura del dottor Giuseppe (Pino) La Greca)

20 luglio 1866 : La Battaglia di Lissa
Nel corso della Battaglia di Lissa, durante la III guerra d’Indipendenza italiana, il nostro Comune paga un pesante tributo di vite umane. Tredici corazzate italiane si scontrarono con sole sette corazzate austriache: era il primo scontro di grandi proporzioni fra tali nuovi mezzi navali. La flotta italiana aveva preso il mare senza piani di battaglia e senza carte accurate dell’Adriatico. Le attrezzature e il grado di specializzazione della flotta austriaca numericamente inferiore, erano di gran lunga maggiori di quelli della nostra flotta. Ma soprattutto furono determinanti della sconfitta la sfiducia degli ufficiali italiani nell’ammiraglio Persano, nonché la sua limitata capacità di comando.
Lissa è una piccola isola situata di fronte alla costa Dalmata Nel 1866, l'8 di aprile, a Berlino si celebrava il Trattato della triplice alleanza fra l'allora Regno d’Italia, la Prussia e la Francia, in base al quale "entro tre mesi" si doveva dichiarare guerra all'Austria. Il 16 giugno (seppure con otto giorni di ritardo…), con il proclama di Vittorio Emanuele II, veniva dichiarata la guerra, e il giorno 24 successivo a Custoza l'esercito Italiano veniva sconfitto da quello Austriaco. L'esercito Italiano operava una "ritirata strategica" fino oltre il Po, per difendere l'allora capitale: Firenze. Il 3 luglio le armate Prussiane sconfiggevano l'esercito Austriaco a Sadowa. Due giorni dopo la disfatta di Sadowa, Francesco Giuseppe chiedeva l'armistizio e pur di concluderlo offrì di cedere il Veneto alla Francia, la quale lo avrebbe dovuto "girare" agli Italiani.
Il governo del tempo era contrario a questa proposta perché umiliava le loro forze armate e, vista la penosa condizione dell'esercito dopo la dura batosta di Custoza, puntarono sulla marina per poter riportare una vittoria sul nemico che consentisse loro di finire onorevolmente la guerra.
Il primo Ministro, Bettino Ricasoli, telegrafò all'ammiraglio Persano dicendo: «E' indispensabile che fra una settimana la flotta austriaca sia distrutta".
Ma qual’era lo stato della nostra marina? Leggiamolo dalle pagine del quotidiano Francese La Presse: «pare che all'amministrazione della Marina Italiana stia per aprirsi un baratro di miserie: furti sui contratti e sulle transazioni con i costruttori, bronzo dei cannoni di cattiva qualità, polvere avariata, blindaggi troppo sottili, ecc. Se si vorranno fare delle inchieste serie, si scoprirà ben altro!». e così il quadro è completo!
Dunque, giunge il fatidico 20 luglio, e quanto segue lo leggiamo dalle Memorie del Regio Commissario Italo-Piemontese, conte Genova Thaon di Revel, incaricato dell'annessione forzata del Veneto all'Italia.
L'ammiraglio Persano non andava d'accordo con il suo capo di stato maggiore. Nulla sapevano i comandanti delle squadre del piano d'azione che aveva combinato Persano. Uscita la flotta dal porto di Ancona, varie squadre furono mandate a sparare inconsideratamente contro le batterie di terra altolocate di Lissa ed altri diversi punti della costa Dalmata, senza ottenere alcun risultato. E quando la flotta nemica giunse improvvisamente, le nostre navi divise, in bordeggiare incerto, ebbero pena a riunirsi. All'appressarsi del nemico, egli lasciò inopinatamente la nave ammiraglia, dalla cui alta alberatura attendevasi segnali, per andare a rinchiudersi nella torre dell'Affondatore.
Il Re d'Italia colò a picco oppresso dalle navi nemiche, mentre la Palestro saltò in aria. L’ammiraglio austriaco Tegetthoff, le cui navi erano seriamente scosse, si rivolse verso Pola ed allora solamente si vide un segnale di Persano: «libertà di manovra!». Sull'ordine del giorno osò scrivere essere rimasto «padrone delle acque». Al rovescio dei generali battuti a Custoza, egli si proclamò vincitore, essendosi tenuto fuori del pericolo. Salvò la vita, ma non il suo onore militare.
Le perdite sono state complessivamente di 620 mori e 40 feriti fra gli equipaggi Italiani, e di 38 morti e 138 feriti fra quelli austro-veneti.
La corazzata Re d'Italia, speronata da quella austriaca, fu affondata in pochi minuti con la tragica perdita di 400 uomini, la corvetta Palestro fu colpita da un proiettile incendiario ed esplose trascinandosi dietro oltre 200 uomini.
Ben 17 eoliani, andarono a picco con le due corazzate su cui erano imbarcati. Eccone l’elenco, forse incompleto.
Nell’affondamento della “Re d’Italia” morirono:
  1. Il marinaio Bartolomeo Rando, di Salvatore e di Marianna Tesoriero, nato a Lipari il 13 aprile 1842;
  2. Il marinaio fochista Domenico Favorito, di Giuseppe e di Rosalia Alajmo, nato a Lipari il 10 novembre 1842;
  3. Il carbonaro Giuseppe Di Losa, di Onofrio e di Maria Giuseppa La Nassa, nato a Lipari il 2 gennaio 1842 (quest’ultimo probabilmente di Stromboli);
  4. Il marinaio fochista Francesco Lo Schiavo, di Vincenzo e di Francesca Pirera, nato a Lipari il 22 gennaio 1843;
  5. Il marinaio Giovanni La Greca, di Antonino e di Marianna Picone, nato a Lipari il 24 giugno 1843;
  6. Il marinaio cannoniere di seconda classe Giuseppe Famularo, di Giuseppe e di Rosa Basile, nato a Lipari il 13 novembre 1844;
  7. Il marinaio Giuseppe Russo, di Giuseppe e di Marianna Galletta, nato a Lipari il 16 luglio 1843;
  8. Il marinaio timoniere Gaetano Sciarrone, di Giovanni e di Angela Muleta, nato a Lipari il 5 maggio 1843;
  9. Il marinaio Antonio Mollica, di Domenico e di Giovanna Natoli, nato a Lipari l’8 settembre 1843;
  10. Il marinaio fochista Bartolomeo Sale di ignoti, nato a Lipari il 3 aprile 1837.
Nell’affondamento della “Palestro” persero la vita:
  1. Il marinaio Pasquale Maria, di Giuseppe e di Grazia Cafarella, nato a Lipari il 16 marzo 1844;
  2. Il marinaio Giovanni Bongiorno, di Antonio e di Giuseppa Picone, nato a Lipari il 4 novembre 1842;
  3. Il marinaio Carmelo Conte, di Felice e di Giuseppa Cusolito, nato a Lipari il 31 dicembre 1844;
  4. Il marinaio Giuseppe Renda, di Giovanni e di Concetta Mollica, nato a Lipari il 1° luglio 1842;
  5. Il marinaio Andrea Renda, di Gaetano e di Marianna Ristuccia, nato a Stromboli il 2 febbraio 1840;
  6. Il marinaio Bartolomeo Russo, di Bartolo e di Maria Famularo, nato a Stromboli il 6 febbraio 1845;
  7. Il marinaio Gaetano Ricciardi, di Gaetano e di Maria Quadara, nato a Lipari il 18 novembre 1843.
Abbiamo voluto ricordare questi giovani perché sono stati i primi cittadini eoliani del nuovo stato unitario a morire in un conflitto del cui significato, dei cui fini politici e militari forse non si rendevano affatto conto. Molti di loro certamente non avevano neanche una chiara cognizione dei cambiamenti politici nei quali le loro stesse isole erano state coinvolte. Per i giovani come loro il primo concreto contatto con la nuova entità nazionale italiana era stato proprio il servizio di leva, che li aveva tenuti lontani da casa per diversi anni; almeno venti di loro a casa non ci tornarono più, iniziando quella lunga serie di feriti, morti e dispersi che, in un secolo di guerre terribili, folli e comunque quasi sempre incomprensibili per color ch’erano chiamati a combatterle, punteggerà purtroppo anche la piccola storia contemporanea del nostro arcipelago.

Buon Compleanno ! Auguri Mamma! Auguri Mina !

Oggi avresti compiuto 52 anni. 
Purtroppo il destino ha voluto non potessi farlo qui con noi!  
Da qualche parte nel cielo serviva un angelo adulto!
Ma anche se fisicamente non ci sei, ti portiamo sempre e, comunque, nel cuore. Certi che, anche da lassù, non ci hai lasciato e non ci lascerai mai. Sarai sempre la stella cometa alla quale guardare!
Ti vogliamo bene! Auguri!

Guardia Costiera di Lipari soccorre imbarcazione in avaria con 2 bambini a bordo

COMUNICATO STAMPA
Un’operazione di soccorso e’ stata brillantemente portata a termine dagli uomini della Guardia Costiera di Lipari; nella serata  di ieri, infatti, la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, veniva informata, tramite numero blu di soccorso 1530, che un’imbarcazione a vela denominata “SCURSUNE” con a bordo 4 persone, di cui 2 bambini di 10 e 8 anni, che si trovava in difficoltà nel tratto di mare antistante la località “Pollara”dell’Isola di Salina.
L’imbarcazione presentava un avaria al motore e, quindi, era impossibilitata alla navigazione mediante propulsore meccanico, rischiando di finire contro la scogliera.
Immediatamente, dalla Sala Operativa, scattavano i soccorsi, coordinati dal Comandante T.V. (CP) Cosimo BONACCORSO e dal personale della Sala Operativa.
Si disponeva l’immediato invio sul punto della segnalazione, del dipendente battello pneumatico G.C.A65. il quale, dopo aver intercettato l’unità in avaria ed essersi assicurato delle condizioni di salute delle persone a bordo, che risultavano essere per tutti buone, procedeva all’assistenza dell’unità in difficoltà sino all’ormeggio in sicurezza, nel Porto di Santa Marina Salina.
Grazie al tempestivo intervento degli Uomini di Circomare Lipari, tutti gli occupanti sono giunti sani e salvi al porto di S. M Salina, portando con loro solo il ricordo di una giornata iniziata male ma conclusasi con un lieto fine.
IL COMANDANTE
T.V. (CP) Cosimo BONACCORSO

Partylandia augura Buon Compleanno a Sara e Michael

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Sara che compie 8 anni e a Michael che ne compie 3

Auguri a....

Eolienews augura Buon Compleanno a Cassandra Finocchiaro

venerdì 19 luglio 2013

Saggio '13 Isla Dance (Foto di Massimo Bonfante- 12° gruppo)

 Continua la proposizione (a gruppi) circa 200 foto del Saggio della scuola ISLA DANCE (rappresentato sabato scorso al Castello di Lipari). Con le foto abbiamo creato un album (in costante aggiornamento) sulla pagina fb del nostro direttore. Questo il link
www.facebook.com/ssarpi/media_set?set=a.10201648901806023.1073741847.1283460370&type=3
Tutte le foto che pubblicheremo sono di MASSIMO BONFANTE al quale va il nostro grazie.
NB. Le foto si ingrandiscono cliccandoci sopra

Un mare di cinema- Domani consegna Efesto d'oro

Nella giornata di sabato 20 luglio 2013 si concluderà la XXX edizione del festival “Eolie in video – Un mare di cinema” con la serata di premiazione presso i Giardini del Centro Studi Eoliano di Lipari. A partire dalle 21 si svolgerà la cerimonia di premiazione, con la consegna del premio “Efesto d’Oro” all’attrice francese di origini siciliane Maria Pitarresi, madrina del festival di quest’anno, alla regista e sceneggiatrice Roberta Torre, alla regista e fotografa catanese Giovanna Sonnino, all’attrice siracusana Lucia Sardo, all’attore calabrese di cinema, teatro e televisione Peppino Mazzotta e all’attore trapanese Marcello Mazzarella.
Nella serata, presentata da Maria Lombardo e nella quale verranno alternati spezzoni di video dedicati al“Un mare di cinema” e agli ospiti e intrattenimento e recitazioni dal vivo, verrà anche premiato il corto vincitore dell’edizione 2013 di “Eolie in video” e successivamente proiettato.