Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 16 giugno 2012

Bagnamare riaperta al traffico con regolamentazione semaforica. Per limitare i disagi ai cittadini

Da qualche ora è possibile di nuovo transitare (con regolamentazione attraverso i semafori) sulla via Bagnamare di Lipari che ieri era stata chiusa al transito per quella che può essere definità una vera e propria "esplosione" di uno dei tubi della rete fognaria.
Sono stati risanati oltre 150 metri di di condotta fognaria. Entro la prossima l'intervento dovrebbe essere completato.
Il ripristino della viabilità, attraverso la regolamentazione semaforica,  è stata effettuata per creare meno di disagi possibili ai cittadini, costretti altrimenti a transitare sull'angusta via di Serra.
E' d'obbligo, comunque, raccomandare ad automobilisti, motociclisti e scooteristi la massima attenzione

                               SUGNU SICILIANU di Giovanni  Giardina (16-06-2012)
                                                                                                             
                               Io’ pi natura  era  e riestu  bieddu,
                               puortu  mustazza, coppula  e cutieddu

                                                     Sicilianu sugnu:
                                    Si viu na fimmina, ca mi duna cuocciu,
                               pierdu  lu siennu  e diventu  pacciu.

                                                       Sicilianu sugnu
                                 Io’ quannu  viu  pilu, mai mi scanzu
                                 appena  nni viu una , subitu  allanzu !

                                                    Sicilianu sugnu:
                            Scurri  n’te vini mia, sangu i briganti,
                            nun puozzu fari a menu di l’amanti

                                          Sicilianu sugnu:
                            Scarsu di sordi, ma riccu di sustanza,
                            prima di tuttu  io’ piensu  pa panza.

                                          Sicilianu sugnu:
                            Scrivu ,suonu, cantu e mi nni  vantu
                            e si ci su poeti,………nun mi scantu!
                         
                                          Sicilianu sugnu:
                             E pi finiri, scrivu sti tri viersi,
                             cu la spiranza ca nun vannu piersi,
                             nun e’ na poesia, mancu na prosa,
                             e’ giustu, p’intinnirini i na cosa:
 
                            Idda ,  mi missi a manu supa o cosu,
                            io’,      ci missi a manu supa a cosa,
                            e poi , di cosa,………. nasciu’ cosa !

Isola pedonale. "Incapaci di sacrifici". Lettera al direttore

Caro direttore,
sono un affezzionato lettore del suo giornale on line, oltre ad essere amante del mio paese.
Sono pienamente d'accordo con lei nel plaudire alla funzionalità dell'isola pedonale e alla vivibilità del centro storico liberato dalle auto....ma.... mi permetta, oltre ad un plauso al lavoro dei vigili urbani, una considerazione costruttiva e una "tiratina d'orecchi" ai nostri concittadini.
Sono andato appositamente intorno alle 13 e 30 su alcuni punti nevralgici del Corso e, mi creda, sembrava di essere in un altro luogo rispetto al mattino.
Approfittando del fatto che i vigili avevano lasciato le transenne è stato un vero via vai di mezzi con motorini che sfrecciavano, auto che salivano e scendevano liberamente dalla XXIV maggio e dalla via Umberto-Viale Vescovile. Insomma, se mi passa il termine, un vero e proprio casino.
Premetto che non intendo addebbitare colpe ai vigili (tutt'altro), tanto meno all'assessore Lauria che fortemente ha voluto questa isola pedonale ma...urge un rimedio. Un rimedio non all'ordinanza ma piuttosto un rimedio all'inciviltà di noi cittadini.
Bravi nel rivendicare i nostri diritti ma incapaci di "sacrifici" per rendere questa isola più vivente ed accogliente.
Per concludere auspico ci siano maggiori controlli nelle vie che non rientrano nell'isola pedonale dove stamattina si sono creati situazioni indescrivibili... in netta violazione del codice della strada e del "buon senso civico". Ma così come quanto è accaduto intorno alle13 e 30 purtroppo "protagonisti" siamo stati ancora una volta noi cittadini. Forse è l'ora di abbandonare il buonismo e cominciare a toccare "nelle tasche"  i cittadini poco rispettosi delle norme e del vivere civile 
Lettera firmata

Regione: Varato piano per emergenza caldo

L'assessorato regionale della Salute ha varato un piano organico contro l'emergenza caldo.
L'obiettivo delle linee guida, elaborate dall'Osservatorio epidemiologico, e' quello di mitigare i possibili effetti nocivi sulla salute dei cittadini causati dalle cosiddette ondate di calore, quando cioe' in estate la temperatura supera sensibilmente la media.
E' una campagna di prevenzione e di informazione rivolta soprattutto a cittadini anziani e "fragili" in collaborazione con le nove Asp, la Protezione Civile e i comuni delle aree metropolitane.
E' stata realizzata l'anagrafe degli anziani "suscettibili" su cui orientare gli interventi di prevenzione che sara' validata dalle Asp competenti per territorio. Sara' fondamentale la collaborazione con i medici di medicina generale nelle attivita' assistenziali, di prevenzione e per l'individuazione dei soggetti maggiormente a rischio: prevista l'organizzazione dell'assistenza ospedaliera durante i periodi di caldo eccessivo, il potenziamento dei servizi di assistenza alternativa al ricovero in ospedale, l'utilizzo temporaneo durante le ore piu' calde della giornata di strutture e servizi della rete, la diffusione di alcune funzioni sociali in favore degli anziani come l'approvvigionamento di acqua o di altri beni alimentari, l'accompagnamento per l'accesso a certificazioni, visite mediche e terapie, il ritiro delle ricette, delle analisi e la consegna dei farmaci.
Ogni giorno, sui siti web dell'assessorato, delle Asp e delle principali istituzioni, verra' pubblicato un bollettino meteo con le indicazioni dei diversi livelli di rischio.
 Le Asp dovranno predisporre un Piano operativo aziendale che contenga quattro ordini di informazioni: le strutture coinvolte, il coordinamento dei servizi sanitari territoriali, l'organizzazione ed i rapporti con la Protezione Civile locale e l'organizzazione del volontariato.
E' prevista anche una sorveglianza epidemiologica degli effetti delle ondate di calore tramite l'impiego di sistemi informativi correnti o "strutture sentinella" che fornira' indicazioni utili per potenziare, in caso di necessita', l'efficacia dei programmi di protezione sociale.
La campagna di prevenzione e sensibilizzazione, inoltre, servira' a far conoscere i principali sintomi delle malattie associate al caldo e le principali raccomandazioni da adottare per ridurre i rischi di esposizione alle ondate di calore fra cui limitare l'esposizione all'aria aperta nella fascia compresa tra le 12.00 e le 18.00, bere molta acqua e consumare molta frutta e verdura, controllare la corretta conservazione degli alimenti, indossare abiti leggeri di cotone, lino o fibre naturali, proteggere l'esposizione della testa al sole, non lasciare persone in auto parcheggiate al sole ed evitare di intraprendere viaggi nelle ore piu' calde della giornata, non assumere bevande alcoliche o pasti pesanti in caso di lunghi viaggi in auto, garantire la corretta conservazione e assunzione di farmaci come da indicazioni mediche e particolari cautele nei confronti dei bambini.

Vulcano: Festa della Ginestra. Premio solidarietà a Tiberio Timperi e Elisa Isoardi

Gent.le Direttore,
con la presente segnalo il programma di eventi che si svolgeranno sull'isola di Vulcano dal 17 al 24 giugno nell'ambito della "Festa della Ginestra". Una tradizione che finalmente viene ripresa grazie all'impegno del comitato organizzatore e delle attività commerciali. Un programma vario che spazia dal cinema ad attività artistiche, musicali, eventi di moda, folkloristici, teatrali, e l'immancabile maratona gastro-agonistica Piano/Porto del 24 mattina, e la chiusura in bellezza col l'elezione di Miss e Mister Ginestra e la consegna del premio solidarietà a Tiberio Timperi ed Elisa Isoardi. Insomma per Vulcano una settimana ricca di emozioni e divertimento. Vi aspettiamo, non mancate.
A.S.R.C. Vulcano
Parrocchia S.S. Angeli Custodi

Un Eoliano Deputato alle Regionali. Comunicato

COMUNICATO
Con molta gioia comunico che la riunione all’Hotel La Filaldefia si è tenuta con la consapevolezza di tutti i presenti che Le Eolie hanno bisogno di un progetto comune per uno “Sviluppo” e una garanzia di servizi.Si terrà una nuova riunione la prossima settimana per coinvolgere ogni parte sociale delle nostre isole.Le Eolie per una volta sono e saranno unite (Daniele Corrieri)

"Buon esordio" per l'isola pedonale nel centro di Lipari

E' stato sicuramente un "buon esordio" (per dirla in termini calcistici)per  l'isola pedonale che da oggi è entrata in vigore nel centro urbano di Lipari. Probabilmente qualche "limatura" potrebbe renderla più efficace ma dobbiamo dire che, ad onor del vero, da stamani alle 9,00, circa sino ad una decina di minuti fa, quando abbiamo lasciato il Corso principale, lo stesso era decisamente più vivibile del solito. Dalle 8 alle 12 è stato consentito il transito e la sosta per il carico e scarico della merce.
Certo bisognerà pensare ai parcheggi esterni (si parla di gratta e sosta) e principalmente abituare la gente poichè è impensabile che i vari varchi vengano costantemente presidiati come è accaduto oggi dalla polizia municipale.
Anche perchè i vigili urbani hanno anche altri compiti d'istituto e pensare di "sacrificarli" sull'altare dell'isola pedonale è improponibile.
Come era prevedibile non sono mancate le critiche o le polemiche da parte di chi non ha potuto avere accesso ma, nel complesso, quanto previsto nell'ordinanza è stato rispettato, grazie lo ribadiamo all'impegno e alla fermezza di tutti i vigili urbani, nessuno escluso.
I giorni a venire, già da oggi pomeriggio quando le "forze in campo" saranno più esigue, diranno se si è sulla strada giusta.

Vulcano. Per abusivismo tre persone segnalate per abusivismo edilizio


Nell’ambito delle attività volte alla prevenzione ed al contrasto dei reati afferenti le violazioni in materia edilizia, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo, ed in particolare quelli della Stazione Carabinieri di Vulcano, hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto tre persone, ed in particolare un 52enne palermitano, un 35enne di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) ed un cittadino rumeno di 31 anni, in quanto ritenute responsabili di abusivismo edilizio.
Dagli accertamenti eseguiti dai militari dell’Arma è infatti emerso che i citati soggetti stavano eseguendo rispettivamente, il 52enne nella qualità di proprietario ed i rimanenti due nella qualità di operai, in località Vulcanello, lavori in muratura in assenza della prescritta concessione edilizia in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico e sismico.
Al termine degli accertamenti, i Carabinieri hanno a sequestro l’area e le strutture realizzate.

Convegno "Ospedale Sicuro": La formazione come fondamentale strumento per garantire la sicurezza all’interno delle strutture sanitarie


La formazione come fondamentale strumento per garantire la sicurezza all’interno delle strutture sanitarie, considerate ambienti di lavoro ad alto rischio, e tutelare quindi utenti e operatori, è stato il tema del convegno “Ospedale Sicuro: strumenti operativi di buone prassi”, organizzato dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, con il patrocinio dell’Assessorato Regionale della Salute, dell’Università di Messina, del Comune di Messina e dell’INAIL, e svoltosi ieri nell’Aula Magna della Facoltà di Economia.Convegno
Hanno aperto i lavori il Commissario Straordinario dell’ASP Messina, il dott. Francesco Poli, il direttore della sede INAIL di Messina, dott. Vincenzo Amaddeo, e il preside della Facoltà di Economia, prof. Giovanni Moschella.
«L’ospedale sicuro è un concetto complesso, che ha bisogno del contributo di tutti noi, delle nostre azioni ed energie. – ha detto il dott. Poli – Un concetto che significa prevenzione, garanzie ai cittadini, possibilità per il personale di lavorare serenamente, strutture a norma, impiego di buone prassi. “Ospedale sicuro” non è un motto, ma una metodologia. E possiamo affermare che la coscienza della sicurezza si sta allargando ormai a tutta la società».
All’incontro, moderato dal dott. Giuseppe Ruggeri, sono intervenuti il dott. ing. Antonio Leonardi, dell’Assessorato Regionale della Salute, la dott. Isidora Ielo, dell’AOU Messina, il dott. ing. Clara Resconi, del CONTARP INAIL Palermo, il dott. Mirko Piloni, sostituto procuratore del Tribunale di Barcellona P.G., il dott. Gustavo Barresi, dell’AIOP Messina, il dott. Domenico Sindoni, dell’ASP Messina, l'arch. Daniela Grillo del Dipartimento Territoriale INAIL di Messina, il dott. ing. Matteo Ritrovato, dell’IRCCS O.P. Bambino Gesù di Roma, e il dott. Sebastiano Pistorio, dell’ASP Messina.
Quella dei relatori è stata una riflessione ad ampio spettro sulle diverse tematiche relative alla sicurezza, e in particolare su tutte quelle buone prassi che rappresentano lo strumento innovativo per attuare in modo davvero concreto il principio di prevenzione all’interno delle strutture ospedaliere. Una riflessione condotta secondo un’ottica di prevenzione basata sulla “responsabilità soggettiva” di tutti i partecipanti al processo lavorativo – produttivo. Ad essere messo in evidenza, infatti, il ruolo attivo del lavoratore informato, formato, addestrato e protetto, coerentemente con quanto previsto dal Decreto Legislativo 81/08 che ha introdotto importanti novità in materia di sicurezza sul lavoro.
La gestione integrata quale momento fondamentale per il miglioramento degli standard di sicurezza è stato l’argomento affrontato dal dott. Leonardi, che ha posto l’accento sulla sua utilità nel favorire processi di controllo, attraverso procedure univoche, degli adempimenti previsti dalla normativa.
Sui rischi insiti nell’apparecchiatura della Risonanza Magnetica e su quelli associati all’esercizio di questa attività, si è invece soffermata la dott. Ielo, che ha evidenziato l’importanza di un Regolamento di Sicurezza all’interno di un sito di RM.
La dott. Resconi ha poi sottolineato l’impegno, nel settore sanitario, per la realizzazione di nuovi strumenti di valutazione e gestione del rischio ospedaliero, mentre il dott. Sindoni ha ribadito l’importanza di una visione della sicurezza e della prevenzione degli infortuni sul lavoro fondata su un processo di “consapevolizzazione” e “responsabilizzazione attiva” da parte del lavoratori.
La responsabilità penale e civile delle figure aziendali e la necessaria rivisitazione delle procedure aziendali in materia di sicurezza sul lavoro è stato il tema della relazione del dott. Piloni, cui ha fatto seguito l’esperienza in Sanità privata in materia di rischio clinico, con particolare riferimento all’utilizzo dei supporti informatici per una gestione sicura delle procedure di assistenza sanitaria, presentata dal dott. Barresi.
Hanno concluso il convegno, l’arch. Grillo, che ha ricordato l’importanza di “imparare dagli errori”, sottolineando come la prevenzione degli infortuni sul lavoro passi anche dall’analisi degli eventi che solo accidentalmente non si sono trasformati in infortunio, il dott. Ritrovato che ha offerto una riflessione sulla valutazione del rischio in sala operatoria che, per la complessità delle attività e delle apparecchiature presenti, necessita di un controllo sempre maggiore per la tutela del personale sanitario e dei pazienti, e, infine, il dott. Pistorio, che ha illustrato i primi risultati ottenuti dall’ASP Messina nella valutazione da stress da lavoro correlato introdotta dal D. Lgv. 81
L’iniziativa organizzata dall’Unità Operativa Formazione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina rientra nell’ambito di quelle attività volte a uniformare e rendere omogenea l’attività di prevenzione e sicurezza sul lavoro nelle varie strutture sanitarie, secondo l’obiettivo fissato dall’Assessorato Regionale della Salute per poter recuperare il gap con le altre regioni italiane.

Auguri a....

Gli auguri di oggi sono per Simona Zaia
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Isola pedonale in sintesi e in foto quanto previsto per la parte terminale del Corso e per Sottomonastero - Tenente Mariano Amendola

Proviamo a spiegare qualcosa dell'isola pedonale in vigore da oggi.
Cominciamo dalla parte terminale del C.so Vittorio Emanuele che va dal tabacchi sino all'incrocio con l'Esso (foto 1). Qui sarà isola pedonale totale negli orari in cui non è previsto il carico e scarico. 
Unica eccezione: i mezzi diretti all'officina esistente in zona entreranno contromano (rispetto all'attuale senso di circolazione) dall'Esso verso l'attività.



Sottomonastero-Tenente Mariano Amendola(foto 2 e 3) : chiusura con le fioriere con impossibilità quindi di transito verso il Corso; doppio senso di circolazione; vietato anche il parcheggio. Resta sempre valido il discorso relativo agli orari consentiti per il carico e scarico della merce

Panarea. Soccorsi "disastrati"

Dal 25 Aprile la guardia medica di Panarea è senza motorino ( lo stesso è stato inviato in assistenza solo per il cambio della targa) . I medici in servizio, in caso di visita domiciliare, devono chiedere al paziente di inviare un taxi oppure per il malato l'alternativa è aspettare che il medico lo raggiunga a piedi  con ovvii disservizi e ritardi nei soccorsi. Alcune località di Panarea come Drauth o Iditella distano anche mezz'ora a piedi e bisogna tenere conto che, nei casi piu' gravi, i medici devono portare con loro bombola d'ossigeno, borsone delle urgenze ,defibrillatore e barella. E se, durante il soccorso, ci si rende conto che manca qualcosa, bisognerà tornare in guardia, sempre a piedi .
A peggiorare la situazione vi è anche il guasto dell'ambulanza che ormai da circa 3 mesi è in attesa delle batterie. Per i trasporti dei pazienti all'elipista si dovrà ricorrere,allora, alle solite motoapi, attendendo ,prima di poter caricare a bordo il paziente, che vengano svuotate e ripulite dai materiali che solitamente trasportano (pesce ,frutta ,legname...).
Ultima chicca è il
raddoppio dei medici (guardia medica turistica), che, quest'anno, in tutte le isole terminerà ogni sera alle 20:00 con la conseguenza che di giorno ci saranno due medici e di notte uno solo. Forse chi ha pianificato tutto ciò ha trascurato un piccolo particolare: dopo le venti non ci sono aliscafi per far tornare a casa il medico smontante che si ritroverà "sequestrato" sull'isola. E anche i turisti, sicuramente, non spopoleranno l'isola, ma si dovranno augurare, ogni sera, di sentirsi male solo dalle otto alle venti.

venerdì 15 giugno 2012

Lauria: "Da domani isola pedonale totale. Tolleranza zero, nessuna deroga" L' intervista

Ampia intervista all'assessore Bartolo Lauria il quale illustra come funzionerà da domani a Lipari l'isola pedonale,l'impegno dei vigili, la vivibilità del centro storico e le pressioni ricevute. "Sarà-ha detto- un'isola pedonale a "tolleranza zero". Per i vigili pronto anche il pagamento dello straordinario.E si pensa alle strisce blu e ai "gratta e sosta".L'intervista:

Museo Bernabò Brea: Inaugurata la sezione Territorio Uomo e Ambiente


La sezione Territorio Uomo e Ambiente  approfondisce l’uso da parte dell’uomo del territorio delle Isole Eolie e delle materie prime durante la preistoria, la protostoria, l’età greca, romana e medievale. Alcune vetrine sono dedicate alla paleontologia e alle scienze naturali in cui sono esposti i fossili rinvenuti nell’arcipelago eoliano, fra cui quelli vegetali provenienti dal paleolago di Timpone Pataso a Lipari.
La sezione si sviluppa in due sale espositive con un percorso che parte dalla paleontologia e prosegue fra le materie prime utilizzate dall’uomo fin dal V millennio a.C., quando sorse il primo insediamento stabile nell’arcipelago. L’utilizzo nel tempo dell’ossidiana, pomice, zolfo, allume, argilla, caolino, acque termali (tutte materie prime presenti nelle isole) ha incentivato lo scambio determinando le prime forme di commercio nel mediterraneo.  I pannelli raccontano, anche in inglese, i modi, le tecniche, i ritrovamenti riguardanti i siti archeologici eoliani. Fra questi emerge la scoperta di semi di Vitis vinifera in due villaggi dell’età del bronzo.
Importante è stato l’utilizzo dell’ossidiana nelle isole Eolie dove essa è presente solo nella parte Nord Est di Lipari, nella regione della pomice, con la quale è strettamente connessa.
L’immensa quantità di schegge di lavorazione, di nuclei sfruttati che è stata trovata in diversi abitati del neolitico dimostra una forte specializzazione delle comunità preistoriche nella lavorazione di questo materiale. Nelle vetrine sono esposti nuclei, schegge e lame attestanti la scheggiatura. I pannelli spiegano la composizione e l’uso dell’ossidiana e le tecniche di lavorazione.
La ricerca archeologica ha approfondito con numerose analisi di laboratorio i dati provenienti dagli scavi. Un pannello illustra come è stato possibile datare con il metodo del carbonio 14, semi e carboni di legno rinvenuti negli insediamenti umani. Tracce di incendi ma anche tracce di attività agricole rimaste sui suoli delle capanne.
Una grande vetrina è dedicata alla ceramica, già oggetto di analisi pioneristiche negli anni ’60 e oggi approfondite per determinare le diverse produzioni locali o di importazione. L’argilla presente nelle isole non era idonea per la fabbricazione di buone ceramiche, pertanto essa è stata fin dal Neolitico oggetto di importazione e scambio con le comunità della costa tirrenica siciliana. Il momento eccellente per l’impiego di innovazioni nella produzione ceramica è il III sec. a.C., quando inizia l’attività a Lipari della bottega del Pittore di Lipari. I suoi pregiati vasi, rinvenuti in sepolture della necropoli di contrada Diana, sono caratterizzati da un’argilla di colore nocciola chiaro ottenuta miscelando il caolino con argilla importata dalle vicine coste della Sicilia.
L'allestimento, già proposto da Luigi Bernabo' Brea e da Madeleine Cavalier, è stato aggiornato con i recenti studi scientifici attraverso l'opera di Maria Clara Martinelli, Michele Benfari, Pietro Lo Cascio, Flavia Grita, Sara T.Levi, Girolamo Fiorentino, Natalie Brandt e Adelaide Bonsignore e con la valida collaborazione di Marcello Di Giorgi,  Antonino Raccuia e Felice Paino.




Lega Navale Italiana (sezione Lipari) organizza tavola rotonda sul tema "SIC e ZPS “L’importanza di uno sviluppo sostenibile, attraverso le sinergie tra pubblico e privato”

LEGA NAVALE ITALIANA
SEZIONE DI LIPARI
TAVOLA ROTONDA

“Siti di Interesse Comunitario - Zone a Protezione Speciale
“L’importanza di uno sviluppo sostenibile, attraverso le sinergie tra pubblico e privato”

Le problematiche che attanagliano le isole Eolie sono innumerevoli ma indubbiamente quello più evidente è la massiccia presenza estiva di imbarcazioni da diporto in un territorio ricco di
presenze archeologiche.
Lipari, a breve, si dovrà confrontare con una nuova portualità e rischia di arrivare impreparata al cambiamento, e quindi il bisogno di trovare il giusto equilibrio che solo uno sviluppo sostenibile può garantire. Proprio nell’ottica di tale sviluppo bisogna fare di tutto per trovare le giuste sinergie per avviare attività di animazione e di innovazione all’interno del nostro territorio in congruenza con la
necessità di tutela.
Con questo spirito e con gli obiettivi di tutela, salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali ed ambientali si terrà a Lipari un primo incontro tra istituzioni pubbliche, associazioni e privati per la stesura anche di un programma di interventi mirati a far crescere la sensibilità ambientale dei cittadini.
Programma di svolgimento dei lavori
Giorno 20.06.2012
Ore 18:00 Hotel MEA tavola rotonda per gli addetti ai lavori.*
Giorno 21.06.2012
Ore 9:00 Perlustrazione dei siti archeologici sommersi e costieri dell’isola di Lipari.
* Alla tavola rotonda parteciperanno i sigg.ri.:
Prof. Dott. Tusa Sebastiano – Soprintendente del Servizio Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali del Mare.
Casilli Antonino - Presidente della Lega Navale Italiana sezione di Lipari
Giuseppina Lorizio - Presidente della Pro Loco Isole Eolie Lipari
Davide Starvaggi - Presidente della F.S.C. Group Service Soc. Coop. Soc.
Villari Francesco – Comandante della stazione dei Carabinieri di Lipari
Cosimo Bonaccorso – Comandante della Capitaneria di Porto di Lipari
Marco Giorgianni – Sindaco del Comune di Lipari
Dott. Giacomo Biviano – Assessore del Comune di Lipari con delega all’ambiente.
Dott.ssa Patrizia Biagi - Delegato Isole Eolie Ce.S.T.E.S.

L'eoliano Davide Cortese presenta domani a Roma "Ossario"

"Un esemplare caso, quello del Nostro [Davide Cortese] , palesante come la poesia non sia affatto scomparsa - al contrario di quanto la precotta vulgata letteraria si sforza di inculcarci -: è rigogliosa e fulgente per virtù delle penne di sparuti - questo sì - alunni delle Muse; […]"
(Dalla prefazione di Armando Riitano)
Ossario raccoglie ninnananne ed epitaffi, versi, canzoni e frammenti di pensiero che il poeta Davide Cortese ha riesumato da suoi vecchi taccuini e quaderni.
La presentazione di "OSSARIO" avverrà sabato 16 giugno 2012 nello studio di Vincenzo Incenzo, in via Vespasiano 9, Roma.

Bagnamare.....nuovo fiuniciattolo di melma e il mare cambiò colore

Resta chiusa all'altezza dei vigili del fuoco la strada provinciale che da Lipari porta a Canneto. Il tutto come già "documentato" per l'esplosione" di una parte della rete fognante. Da Canneto si può accedere solo verso Pignataro.
Intanto sono iniziati celermente i lavori. Siamo stati nel primo pomeriggio nella zona e abbiamo ripreso non solo i lavori in corso ma anche un altro fiumiciattolo che finisce nel mare sottostante. Un mare che, come si può vedere dal video, ha cambiato praticamente colore.
IL VIDEO:

Daniele Corrieri: "Il nostro assessore al turismo latita.....Le Eolie meritano di più".

Con il permesso del Direttore vorrei porre alcune mie opinioni personali ai lettori.
Passato più di un mese dalle elezioni,  tanti proclami prima e per adesso zero risultati per come era prevedibile e logico, non per incapacità ma per ovvi motivi.
 Premesso che vanno fatte le lotte per i trasporti, per incrementare sovvenzioni di ogni genere, capire e cercare in ogni modo come risolvere i problemi delle casse del Comune e dei trasporti, domando e chiedo: Tutte queste cose si sapevano, da settembre denuncio che i finanziamenti di ogni genere diminuivano del 70%, quindi  è possibile che questa amministrazione e il gruppo dei 20 Consiglieri Comunali  specie quelli della maggioranza non avevano un piano inteso come progetto all’immediato  e non come strumento musicale?
Vado avanti, si è coscienti che le Eolie vivono di turismo e che a prescindere ogni iniziativa e qualsiasi altra cosa serve far lavorare le attività turistiche,  bisognava dare o avere una programmazione e un’organizzazione alla stagione estiva con idee chiare e da attuare nell’immediato.
Il nostro Assessore al Turismo latita, è stata presentata come persona capace e competente, capisco tutto, ma quel ruolo non è un ruolo qualsiasi, quel ruolo conta più di tutti. Batta un colpo!
Che nessuno mi dica o scriva (sfiderebbe l’intelligenza degli Eoliani), siamo arrivati da poco come facciamo? Rispondo nel caso tentassero di scriverlo: Hai accettato e avete accettato gli incarichi , sapevi e sapevate, come fai a dire si se non hai la minima idea da dove partire? Aspettiamo fine settembre? O aspettiamo che gli Hotel come dice il Presidente della Federalberghi portino le chiavi al Comune o alla Regione, perché magari otteniamo più corse ma nello stesso tempo non arriva nessuno!
E gli altri operatori turistici le chiavi dove li portano?
Molte cose tipo pulizie sentieri, strade e stradine sono state fatte da valorosi volontari Eoliani, ma poi chi darà continuità alla manutenzione? Servono i volontari della Protezione Civile? O ci sarà seguito e con quali soldi e quale personale?
Per adesso siamo non fermi, peggio , affossati, credo che il tempo dei proclami debba finire, serve una scossa unitaria per dare un senso alla stagione turistica eoliana.
Le Eolie non meritano questo auto declassamento, le Eolie meritano di più.
Le persone preposte facciano 24 ore su 24 ore di lavoro, non servono politici o partiti in questo momento, servono persone che abbiano un minimo concetto di sviluppo e di idee  da fare nell’immediato.
Sono preoccupato per molte famiglie, invito la redazione a fare un’indagine di come ogni operatore turistico vede la stagione estiva, di come ognuno di essi brancola nel buio.
Manca una guida, non una guida Turistica, ma una guida per lo sviluppo del turismo.
In questo Caos serve un colpo forte e deciso . . . chi lo batte?
Daniele Corrieri

Attività subacquee, alle Eolie Mareuisp

Il mondo della subacquea torna in Sicilia dal 23 al 30 giugno, ma questa volta alle Eolie. La Lega Attività Subacquee UISP, propone MAREUISP  per la cooperazione attraverso lo sport. Una festa, aperta a tutti, famiglie, sportivi, appassionati insomma, a tutti coloro  che amano il mare e vi trovano il modo di svolgere una attività compatibile. In programma pacchetti immersioni di vario tipo, apnea, snorkeling passeggiate naturalistiche e in barca, conferenze, sagre e Giulio Melegari, (già presidente di IDSA International Diving School Association) in collaborazione con Scuola Palombaro e Hydrolab, daranno la possibilità di avventurarsi in un’esperienza dell’ambiente professionale, provando a scendere con le attrezzature dei palombari. Per i più piccoli i laboratori creativi ed insieme agli esperti della Scuola di Robotica del CNR potranno costruire un incredibile Subacqueo da pilotare.

Isola pedonale e controlli sul territorio. Secondo Corrieri non ci sono i numeri

Riceviamo da Daniele Corrieri e pubblichiamo:
Servono rinforzi o i controlli previsti non si potranno mai fare?
Andiamo per ordine: A Lipari abbiamo 19 vigili urbani più 2 ausiliari, totale 21.
Nel periodo estivo 3 sono in ufficio e 3 in media sono di servizio in altre isole. Ne rimangono 15.
Di questi 15 che rimangono dobbiamo considerare che durante le ore di servizio sono in 7/8 (turno giornaliero) e che gli stessi dovrebbero occuparsi di tutto il territorio Comunale che va dalla viabilità, all’isola pedonale, uno di loro spesso bloccato al porto per intasamento traffico per imbarchi vari, oltre alla normale attività di servizio, senza considerare che dei 7/8 disponibili uno di essi è in pianta stabile a Canneto, se poi qualcuno si ammala o ha giorni di permesso scende la quota.

Passiamo alla capitaneria di Porto: In Capitaneria da informazioni ottenute abbiamo un totale di 40 componenti, di questi da quattro a otto durante l’estate sono impegnati con le motovedette. Altri 4/6 sono nelle sedi della capitaneria. Altri due tre sono in servizio nelle altre isole. Totale 13/15 che girando i turni sono da considerare da 26 a 30 impegnati. Ne rimangono dieci considerando i turni sono cinque. Quindi il controllo per l’ordine e il rispetto delle ordinanze è affidato a 5 durante gli orari di servizio.
Fatto questo calcolo avremmo 5 soggetti della Capitaneria e 7 vigili che devono controllare e svolgere l’attività sul territorio senza considerare altre problematiche e servizi da svolgere.
Di suo e per uguaglianza di controllo e servizio andrebbe fatto anche in tutte le altre sette isole, in particolar modo su Vulcano, Panarea, Stromboli. Ma li se va bene avremo un vigile e uno di capitaneria.
Servono volontari anche per questo o serve capire se le risorse non bastano e rimangono solo i proclami?
Aggiungo, non ho considerato da parte dei Vigili il servizio sino alle 22, ma se cosi fosse e cosi dovrebbe essere la quota si abbassa.
Di solito è la somma che dà il totale e questa volta i numeri non mi tornano.
Dimenticavo: ci sono pure i Carabinieri, ma hanno altre funzioni sul territorio.

Comunicato Stampa: LIPARI: DA LUNEDI’ 18 A VENERDI’ 22 GIUGNO 2012, LIMITAZIONE AL TRANSITO DELLA S.P. 179, DAL KM. 0+300 AL KM. 2+500


Il dirigente del 4° Ufficio dirigenziale “Protezione Civile, Difesa Suolo e Viabilità 1° Distretto”, Giuseppe Celi, con ordinanza n. 47/2012, ha disposto la limitazione al transito, con l’istituzione del senso unico alternato regolato da impianto semaforico mobile o da minimo tre movieri a terra muniti di bandiera rossa o paletta regolamentare, della S.P. 179 dal km. 0+300 (ndd. all'altezza del Gattopardo) al km. 2+500, ricadente nel territorio del Comune di Lipari.
Il provvedimento dirigenziale è stato emanato per permettere la realizzazione dei lavori di ripristino del piano viabile al termine degli interventi di ammodernamento, adeguamento e messa in sicurezza e per il miglioramento della viabilità e la valorizzazione degli interventi PIT n. 12 (Eolo, Scilla e Cariddi) e dei poli culturali sul circuito turistico dell’isola di Lipari SS.PP. 179-179 bis-179 ter-179 quater-180-180 bis.
Il provvedimento avrà effetto dal 18 giugno e fino al 22 giugno 2012 (da prorogare fino al 29 giugno qualora le condizioni meteo non consentano il transito dei mezzi via mare).
Lunedì 18 giugno saranno interessati i tratti della S.P. 179 in prossimità del centro abitato; nei giorni 18 e 19 giugno sarà eseguita la scarificazione e dal 20 al 22 giugno si procederà alla formazione dello strato d’usura della pavimentazione stradale.
E’ fatto obbligo, a chiunque spetti, osservare e far osservare l’ordinanza dirigenziale che dovrà essere adeguatamente segnalata, a cura del Comune di Lipari, nelle strade comunali che interferiscono con la viabilità provinciale.

Auguri a.....

Gli auguri di oggi sono per Santino Ruggera, Sergio Subba, Giusy Biviano, Carmelo Bertè e Bartolo Reitano
Inoltre abbiamo ricevuto una mail da Elena Biasin la quale ha scritto testualmente "vorrei inviare tramite "Eolienews" gli auguri di Buon Compleanno ad un caro amico "quattrupanaro", Bartolo Reitano detto Sballo"
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Bagnamare. "Eruzione" fognaria. E i liquami finiscono a fiumi in mare

Ore 11.30 "esplode" una fogna a Bagnamare. Un notevole quantitativo di liquami invade la strada e, come visibile dalle immagini, dopo aver percorso la sede stradale si "tuffa" in mare da uno degli scarichi fluviali dell'arteria. Un vero e proprio fiume che, oltre ad inquinare l'acqua, ammorba l'aria. Sotto gli occhi e il naso di turisti in transito.
Sul posto e a Canneto è intervenuta la polizia municipale che ha chiuso la strada al transito automobilistico. Si transita al momento Via Serra.
IL VIDEO:

Scossa tellurica nelle Eolie. Alle 6 e 40 di stamani

Una scossa di magnitudo 2.4, questa mattina, è stata registrata alle 6.40, al largo delle isole Eolie. Il sisma è stato localizzato dagli strumenti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, a una profondità di 220 chilometri. La scossa non è stata avvertitadalla popolazione

Isola pedonale. Lettera aperta dell'avvocato Ziino all'assessore Lauria

Egregio Assessore Lauria, non intendo discutere se la decisione di interdire la circolazione veicolare nell' intero centro storico di Lipari, ventiquattro ore su ventiquattro, sia fatto lodevole o meno. Ciascuno avrà in proposito le proprie idee. Le faccio però notare alcune cose.
 
E' contro logica e contro legge impedire la circolazione dei mezzi adibiti al trasporto pubblico, quali bus e taxi. Un anziano, un diversamente abile, un baldo giovane onusto di bagagli, ha diritto di  accedere alla propria abitazione o di uscirne. Altrettanto dicasi per un diversamente abile, conducente la propria autovettura. Questo per la logica. La rimando al Comandante il Corpo di Polizia Municipale per la legge.
Aggiungo. Un provvedimento, quale quello in oggetto, così oneroso per tanti cittadini deve provenire da una Pubblica Amministrazione credibile. Ed in proposito Le formulo alcune domande.
 
Lipari è un territorio invaso da diversamente abili. I contrassegni, da applicare sulle autovetture al fine di usufruire dei benefici loro riconosciuti dalla legge, sono circa duemila. L' auto che espone il contrassegno predetto può liberamente sostare nelle zone disco o a pagamento e circolare, e sostare, nelle aree interdette al traffico veicolare. Ma detti benefici sono riconosciuti per intero al conducente dell' auto che sia egli un diversamente abile. In caso contrario, ove il conducente sia altro soggetto, questi può soltanto "accompagnare" il titolare del contrassegno e, successivamente andar via. Tale prescrizione non è stata, fino ad oggi, fatta rispettare, con la conseguenza che persone sanissime, sol perchè hanno un parente afflitto da una qualche patologia, invadono parcheggi ad ora, sostano in aree interdette, circolano in zone vietate.
 
Altro tema. Che esercizi bar o ristorante godano della concessione di un suolo pubblico a servizio della propria attività, mi appare fatto normale. Quel che non è normale, e che è contro legge, è che titolari di negozi di abbigliamento o altro, recingano lo spazio antistante il loro esercizio con fioriere, vasi o altro (in genere di pessimo gusto, e per solito, adibiti a mini discariche), al fine di avere una libera visuale dei loro espositori, fissi o mobili che siano. Mi è stato riferito, da Agenti la Polizia Municipale da me interpellati, che detti soggetti godono di una concessione di suolo pubblico, motivata dal fatto che, se la ha il barr o il ristorante, "perchè non debbo averla anch' io?". Più che un abuso, ed è un abuso, è una follia. Al pari di titolari di concessione che "si allargano", sempre con fioriere e simili schifezze, per evitare che auto o moto sostino di fronte al loro esercizio.
 
Ultimo tema. I noleggiatori di scooter ed auto, in luogo della rimessa che la legge impone loro di avere, invadono strade e marciapiede con i mezzi offerti in locazione. E' certo un bel risparmio, ma è anche un furto di beni comuni, sottratti alla disponibilità degli altri cittadini.
Domanda. Egregio Assessore, cosa intende fare?
Avvocato Alfio Ziino

Il sindaco Giorgianni a Stromboli

 Stromboli:- Fine settimana intenso per il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, che, tra venerdì e sabato, ha presenziato ad una serie di incontri in alcune isole minori dell'arcipelago eoliano. Il primo cittadino ha fatto una ricognizione delle problematiche di Panarea, Stromboli e della frazione di Ginostra.I temi affrontati sono quelli inerenti l'emergenza Estate. Si è parlato di isole pedonali, del miglioramento di alcuni servizi come lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed il rifornimento idrico, del disserbamento delle strade, del riordino delle zone portuali e della pulizia di spiagge e cimiteri. Problematiche che stanno a cuore agli isolani e che a breve saranno affrontate dalla nuova amministrazione. Il sindaco Giorgianni, per il momento sta concentrando i suoi sforzi su una buona riuscita della stagione estiva nell'arcipelago, per la programmazione vera e propria ci sarà tutto il tempo a partire da Settembre. A Stromboli,alla presenza dello stesso sindaco, venerdì si è insediato anche il consiglio di circoscrizione. Grande ed calorosa accoglienza è stata riservata al primo cittadino ed all'assessore ai trasporti ed alle isole minori, Federica Masin, al loro arrivo a Ginostra. In neanche un mese dal suo insediamento è già la seconda visita del neo sindaco nella minuscola borgata di Stromboli. Segno dell'attenzione riservata da questa amministrazione anche alle comunità più piccole e meno numerose. Durante il suo giro, il sindaco Giorgianni, ha ricordato quanto sia importante l'interevento delle associazioni  e dei singoli cittadini nel campo del volontariato   visto le esigue risorse economiche presenti nelle casse comunali. A Lipari, infatti, alcuni interventi di pulizia e di riordino sono stati fatti anche grazie alla disponibilità di tanti volontari che credono in questo nuovo corso della politica. Insomma, si respira un aria nuova, c'è tanto ottimismo e la gente è fiduciosa nel cambiamento nonostante la situazione economica  dell'Ente.  Tra breve, inizieranno pure i lavori  per il dragaggio dei fondali di Stromboli e per la sistemazione del pontile degli aliscafi lato Nord e il posizionamento dei nuovi respingenti. Opere di emergenza che i cittadini chiedevano da anni  senza ottenere risposte e che Giorgianni sta trasformando in realtà in brevissimo tempo.
Gianluca Giuffrè

Eolie. Santa Marina Salina sempre più "blu"

COMUNICATO STAMPA
Si è svolta nella giornata del 14 giugno presso la sede di Legambiente a Roma la presentazione della Guida Blu 2012: la mappa delle vacanze con le località costiere amiche dell’ambiente. Durante la manifestazione sono state assegnate le 5 Vele di Legambiente, il prestigioso premio che, in collaborazione con il Touring Club Italiano, sancisce ogni anno le 13 località che hanno ottenuto il massimo riconoscimento.
Quest’anno a guidare la classifica delle 13 località marine a 5 vele c’è Santa Marina Salina che per la prima volta giunge in testa alla classifica, dopo essere stata presente nella top ten per ben cinque edizioni.
Il comune eoliano ha ottenuto il massimo riconoscimento per il costante impegno nella cura del territorio e per aver intrapreso politiche energetiche e di gestione dei rifiuti efficaci che consentono sia agli abitanti sia ai turisti di vivere al meglio le bellezze naturali che in questo piccolo comune sono particolarmente tutelate.
Tante sono le azioni intraprese dall’Amministrazione Comunale nell’ultimo anno, in materia di salvaguardia ambientale e risparmio energetico. Sul fronte dei rifiuti ha incrementato notevolmente la raccolta differenziata, raggiungendo il 35 %( valore tra i più alti in Sicilia) e ha acquistato un bio trituratore per lo smaltimento di tutti i rifiuti vegetali presenti sul territorio. Inoltre, L’amministrazione Comunale si è fatta promotrice di un progetto che prevede la chiusura del ciclo di smaltimento dei rifiuti in loco, attraverso azioni che impediscano l’arrivo di alcuni materiali sull’isola, l’incremento della raccolta differenziata e la creazione di siti di compostaggio. Sul piano energetico, invece, ha ottenuto un finanziamento per la realizzazione di pensiline fotovoltaiche per ricaricare biciclette elettriche e inoltre ha promosso l’utilizzo di un mezzo elettrico per l’attività di controllo del territorio da parte della Polizia Municipale.
L’amministrazione Comunale, guidata dal rieletto Massimo Lo Schiavo, ha provveduto a sostituire o realizzare l’illuminazione a basso consumo energetico di molti vicoli; ha ottenuto la certificazione ISO 14001:2004, divenendo il primo comune insulare siciliano a potersi fregiare di tale importante sistema di gestione ambientale, a cui si aggiunge la costante cura del verde pubblico, una grande attenzione per la pulizia e la protezione dei litorali e del decoro urbano in generale.
Ma molte altre sono le azioni intraprese in questi ultimi anni dall’Amministrazione Lo Schiavo: dall’aver aderito e sostenuto la costituzione del Parco Nazionale delle Isole Eolie alla progettazione di un campo boe comunale innovativo ( di prossima realizzazione) che salvaguarderà i fondali di Santa Marina Salina, impedendo l’ancoraggio selvaggio delle imbarcazioni; dall’essere stati uno dei promotori per l’istituzione della tassa di sbarco per le isole minori in luogo della tassa di soggiorno all’aver progettato la riqualificazione del lungomare del capoluogo, integrandolo con il sistema Loges per ipovedenti e non vedenti.
“Non avrei mai immaginato che in sei anni di amministrazione saremmo riusciti a portare il nostro Comune al primo posto, in vetta alla classifica delle località più belle d’Italia” commenta soddisfatto il Sindaco Lo Schiavo “Certamente è palese l’impegno delle mie Amministrazioni per la valorizzazione e la tutela del nostro territorio: non è un caso, infatti, che siamo stati da subito favorevoli all’istituzione del Parco Nazionale delle Isole Eolie, così come è sotto gli occhi di tutti l’attenzione data alla salvaguardia e promozione delle risorse storico-archeologiche e paesaggistiche.”
“Essere oggi insigniti da Legambiente e dal TCI con il massimo riconoscimento nazionale è davvero un emozione ineguagliabile, un regalo verso la nostra popolazione che segue costantemente con attenzione tutta la nostra attività” continua il Sindaco Lo Schiavo “ed è anche un prestigioso riconoscimento ad un’ Amministrazione Comunale giovane e vitale che vede nella tutela del’ambiente l’unica risorsa in grado di sviluppare un turismo di qualità ed ecosostenibile che non subisce crisi, ma anzi che possa incrementarsi, innestandosi tranquillamente nelle tradizioni e nelle bellezze paesaggistiche che la nostra Isola racchiude.”
Il Sindaco Lo Schiavo durante il suo intervento, dopo aver ringraziato tutti i presenti , e in particolare il Presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza e il Responsabile Mare Legambiente Sebastiano Venneri ha voluto condividere questo successo con i rappresentanti dell’Amministrazione di Pollica, in ricordo del Sindaco Angelo Vassallo ucciso dalla camorra nel 2010. Infine ha colto l’occasione per evidenziare la necessità di riuscire ad ottenere una legislazione ad hoc per le isole minori affinché questi territori abbiano la possibilità di sopravvivere alle normative nazionali, in alcuni casi controproducenti, che non tengono in debita considerazione le peculiarità delle realtà insulari e che rischiano di innescare processi di spopolamento.

La bellezza delle Eolie....vista attraverso l'obiettivo di Silvia Sarpi

La ginestra si "riprende" il terreno pomicifero

giovedì 14 giugno 2012

GERMANA’(PDL): BENE NOMINA MISURACA. AVANTI CON IL DIALOGO E LA PARTECIPAZIONE

“Accolgo con piacere la nomina da parte del Presidente Berlusconi, dell’Onorevole Misuraca a Co-coordinatore del Popolo della Libertà per la Regione Siciliana. Riconoscendo le sue capacità personali e le sue competenze ed attitudini politiche, voglio salutare con estremo favore la sua nomina, ma contestualmente all’augurio per questa nuova avventura, vorrei esortare il neo coordinatore a ricoprire questa carica con il consueto spirito conciliante ed attento alle esigenze che provengono dal territorio. Solo con la partecipazione ed il coinvolgimento si potrà sconfiggere l’antipolitica, e spero che Misuraca possa avviare un dialogo proficuo creando una dialettica costruttiva volta alla composizione delle diverse istanze per il bene dei siciliani. Nuove sfide si pongono per il Pdl, e un rinnovamento reale ed un cambiamento concreto fortemente auspicati ed attuati con determinazione dal nostro Segretario Angelino Alfano, si potranno realizzare solo ripartendo dai singoli volti che compongono il Popolo della Libertà che oggi più che mai hanno bisogno di risposte nette e segnali chiari per recuperare quel senso di appartenenza minato da una crescente sfiducia.”. Questa la dichiarazione del deputato del Pdl Nino Germanà, Vice Coordinatore vicario del Pdl nella provincia di Messina.

Bandiere blu. La regina é S. Marina Salina con 5. Ci sono anche Leni, Malfa(4) e Lipari (2)

Spiagge pulite, mare cristallino, luoghi turistici che sanno integrare natura, arte, tradizione ed enogastronomia con forme di accoglienza sostenibili e a basso impatto sul territorio. Sono queste le caratteristiche di 82 spiagge siciliane che hanno ottenuto le bandiere blu di Legambiente che oggi ha presentato insieme al touring club italiano la Guida blu 2012 a Roma, illustrando i vantaggi economici del turismo sostenibile. In cima alla classifica Santa Marina Salina, nell'arcipelago messinese delle Eolie. Seguono Pollica (Sa), Posada (Nu), Castiglione della Pescaglia (Gr), Capalbio (Gr), Villasimius (Ca), l'altra siciliana San Vito Lo Capo (Tp), Bosa (Or), la terza spiaggia siciliana di Noto (Sr), Ostuni (Br), Maratea (Pz), Baunei (Og) e la new entry di quest'anno Melendugno (Le).
La Sicilia quest'anno si è aggiudicata il maggior numero di bandiere blu per le sue spiagge: ben 82 nella lista della Guida blu di Legambiente. I comuni ad aver ricevuto 5 vele sono stati, come detto: Noto, Santa Marina Salina e San Vito Lo Capo. Quattro bandiere alle Isole Egadi e a Leni e Malfa nelle Eolie. Tre bandiere per Brolo (Me), Campobello di Mazara (Tp), Cefalù (Pa), Custonaci (Tp), Gioiosa Marea (Me), Lampedusa e Linosa (Ag), Marsala (Tp), Menfi (Ag), Modica (Rg), Pantelleria (Tp), Patti (Me), Piraino (Me), Realmonte (Ag), Sant'Agata di Militello (Me), Sciacca (Ag), Siculiana (Pa) e Ustica (Pa). Due bandiere per Acireale (Ct), Capo d'Orlando (Me), Cinisi (Pa), Erice (Tp), Ispica (Rg), Lipari (Me), Portopalo di Capo Passero (Sr), Pozzallo (Rg), Ragusa (Rg), Scicli (Rg), Selinunte (Tp) e Taormina (Me).

TG PARLAMENTO DEL 14 GIUGNO, EDIZIONE POMERIGGIO

AGRICOLTURA: AIELLO, "PER OCM VINO RECUPERATI 1,5 MLN DI AIUTI"

Palermo, 14 giu. (SICILIAE) - "Nella ripartizione, con le altre Regioni, dei fondi destinati al sostegno dell'Ocm vino, la Sicilia ha recuperato ulteriori risorse da destinare al settore. Gli imprenditori avranno a disposizione 1 milione e 500 mila euro in piu' rispetto al 2011, per un ammontare complessivo di oltre 56 milioni di euro, di cui 900 assegnati alla ristrutturazione dei vigneti". Lo ha detto l'assessore alle Risorse agricole e alimentari della Regione siciliana, Francesco Aiello, che ha partecipato stamattina, a Roma, alla Commissione delle Politiche agricole insieme agli altri assessori al ramo delle altre Regioni.
Gli assessori hanno anche incontrato il Presidente della commissione Agricoltura e Sviluppo rurale del Parlamento europeo, Paolo de Castro. L'assessore Aiello ha anticipato che invitera' in Sicilia Paolo de Castro "per preparare insieme ai parlamentari regionali un documento programmatorio che modifichi alcune scelte della nuova Pac, necessario alla valorizzazione dell'agricoltura siciliana".

TURISMO: TRANCHIDA, NASCITA DISTRETTI PUNTO DI SVOLTA

Palermo, 14 giu. (SICILIAE) - "L'attuazione dei distretti turistici non e' solamente un adempimento che deriva dalla legge istitutiva, la n. 10 del 2005, ma un concreto sostegno alla economia della Regione in un settore particolarmente strategico, che proprio gli odierni dati della Banca d'Italia confermano in una fase positiva".
Cosi' l'assessore regionale del Turismo, Sport e Spettacolo, Daniele Tranchida in occasione della presentazione dei Distretti turistici avvenuta oggi a Villa Igiea.
Secondo quanto previsto dalla legge regionale sono Distretti Turistici "....i contesti omogenei o integrati comprendenti ambiti territoriali estesi anche a piu' province e caratterizzati da offerte qualificate di attrazioni turistiche e/o di beni culturali, ambientali, ivi compresi i prodotti tipici dell'agricoltura e/o dell'artigianato locali. I Distretti Turistici possono essere promossi da enti pubblici, enti territoriali e/o soggetti privati che intendono concorrere allo sviluppo turistico del proprio territorio, o di piu' territori appartenenti anche a province diverse, attraverso la predisposizione e l'attuazione di specifici progetti".
Per la loro attivazione verranno impiegati i fondi Po-fesr 2007-2013 della misura 3.3.3.4.A-C per un totale di 40 milioni di euro, di cui la meta' gia' disponibili.
I distretti che sono stati deliberati sono 7 a carattere tematico e 15 di carattere territoriale. Il 36% dei comuni siciliani aderisce ad un distretto tematico e il 77% aderisce ad un distretto territoriale.
I requisiti fissati nel bando finalizzato al riconoscimento sono: l'adesione di 12 comuni, con almeno 150.000 abitanti nel territorio interessato; capacita' di ospitalita' a fini turistici con non meno di 7.500 posti letto ed 1 esercizio commerciale ogni 350 abitanti; di governance con almeno il 30% della compagine sociale a titolarita' privata. E' lasciata facolta' di scelta in merito alla forma aggregativa.
Presupposto indispensabile resta la presenza, degli elementi di attrazione turistica e delle emergenze culturali, ambientali e paesaggistiche che caratterizzano il territorio nonche' le sue potenzialita'.
Ai promotori dei Distretti e' stata chiesta, inoltre, la predisposizione di un piano di sviluppo turistico non inferiore a tre anni, e un relativo piano finanziario che contenga una dettagliata ricognizione delle risorse turisticamente rilevanti, disponibili nell'area.
I Distretti Turistici della Regione Siciliana sono quindi pensati come organismi che, attraverso lo studio e la valutazione delle risorse e degli elementi condizionanti esistenti in un territorio, ne programmano lo sviluppo, con particolare riguardo al contesto economico fondato sul turismo, attraverso l'attuazione di specifiche azioni.. Un modo di rivalutare e potenziare le capacita' dei comuni dell'isola lasciando loro il compito di auto aggregarsi, auto valutarsi e, conseguentemente, stabilire il proprio modello di sviluppo.
"La scelta dei distretti turistici - ha detto Tranchida - segna un punto di svolta nella gestione del turismo in Sicilia perche' coinvolge a pieno titolo le realta' territoriali, quelle che poi devono gestire in concreto i flussi, e perche' mette in sinergia pubblico e privato in una progettazione dal basso, condivisa e con risorse certe".

BUONO SANITARIO: LA RIPARTIZIONE DELLE SOMME TRA I 55 DISTRETTI

Sara' pubblicato a giorni sul portale della Regione Siciliana (link dipartimento famiglia e politiche sociali) la tabella di riparto e il relativo decreto dirigenziale che assegna 26 milioni di euro del buono socio sanitario ai 15 mila 975 richiedenti dei 55 distretti della Sicilia. L'assessorato della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, ha proceduto all'emissione dei mandati di pagamento di queste somme che sono state stanziate dal Fondo Nazionale della non Autosufficienza ai quali si aggiungeranno 2 milioni di euro del cofinanziamento regionale.
Nello specifico, il 42% delle somme stanziate pari a euro 10 milioni e 933 mila sono state assegnate ai 6617 richiedenti dei 10 distretti della provincia di Palermo; 3 milioni e 924 mila euro pari al 15% andranno ai 2411 richiedenti dei 9 distretti di Catania; oltre 2 milioni e 800 mila euro (10,79%) sono stati assegnati ai 1725 richiedenti dei 7 distretti di Agrigento; 2 milioni e 550 mila euro (9,80%) andranno ai 1567 richiedenti degli 8 distretti di Messina; ai 4 distretti di Siracusa sono destinati 1 milione e 463 mila euro (5,62%) per 899 richiedenti; agli 843 richiedenti dei 6 distretti di Trapani andranno 1 milione e 372 mila euro (5,27%); 1 milione 363 mila euro (5,24%) sono destinati agli 838 richiedenti dei 4 distretti di Caltanissetta; 831 mila euro (3,19%) andranno ai 511 richiedenti dei 4 distretti di Enna; ai 463 richiedenti dei 3 distretti di Ragusa sono destinati 753 mila euro (2,89%).
La somma di 26 milioni di euro, e' stata ripartita fra i 15.975 assistiti dell'isola a cui andranno 1.627,54 euro a cui va aggiunta l'ulteriore somma di circa 125 euro quale quota della ripartizione dei 2 milioni di euro del cofinanziamento regionale.
Il buono socio sanitario e' stato erogato per il 50% per acquisti di ausili e presidi non previsti nel nomenclatore sanitario e per il 50% come buono di servizio (voucher). Si tratta di una sorta di assegno che ogni nucleo familiare potra' utilizzare per pagare prestazioni professionali destinate alle persone non autosufficienti come il trasporto, gli assistenti sociali o gli ausiliari.

Un saluto alla maestra Ferlazzo (di Samuele Amendola)


“Amici del sole…!!!” Con questa frase esordiva appena varcata la soglia dell’aula e ricordando questa frase voglio rivolgere il mio “arrivederci” alla maestra Giuseppina Ferlazzo, insegnante ed educatrice appassionata e profondamente dedita al suo lavoro che viveva come una vera e propria missione. Come ho avuto modo di fare qualche anno fa, quando l’andai a trovare in occasione della pubblicazione di un mio libro di poesie, intendo oggi rinnovarle il mio più sincero “grazie”. Grazie maestra perché sei stata ancor prima che un’insegnante una grande “maestra di vita”, insegnandomi il valore del rispetto di se stessi e degli altri, l’importanza delle regole per vivere in un mondo di pace, il rispetto per le tradizioni ma anche il sapersi mettere in gioco per scoprire, fare e ricercare nuove possibilità in tutte le cose. Ricordo ancora oggi, a distanza di oltre venti anni le tue spiegazioni: le “parti del discorso”, gli ausiliari … “che vanno a braccetto del verbo” e i tempi verbali, passato, presente e futuro, accompagnati dai movimenti delle nostre mani che battevano sui banchi. Avevi una grande capacità di coinvolgerci in ogni momento della giornata scolastica ma anche la prontezza di sospendere la lezione se qualcosa tra noi alunni non andava ed era il momento in cui iniziavi quelle che chiamavi … “lezioni di vita”. Così voglio salutarti maestra, dandoti quel “tu”… carico di rispetto, di ammirazione e di affetto che ti davamo sui banchi delle elementari, quando ad ogni difficoltà o ad ogni nostra paura sapevi rispondere dispensando i tuoi generosi abbracci e le tue dolci parole. Insegnante che oggi verrebbe definita “tutta d’un pezzo”, perché sapevi essere anche autorevole, quando necessario e i tuoi rimproveri rari ma severi ci toccavano il cuore perché ci rendevamo conto di avere, col nostro comportamento, deluso te, cara maestra, di aver deluso chi credeva profondamente in noi, nelle nostre capacità e nelle nostre potenzialità. Eri la maestra che metteva ai primi banchi i bambini meno “bravi” che avevano bisogno di un maggiore aiuto, mentre gli ultimi posti erano riservati ai più “bravi”, eri l’insegnante che riusciva anche solo con lo sguardo a comunicarci i suoi sentimenti. Per questo, oggi voglio ricordarti così maestra Ferlazzo, immaginando di sentire quella frase che mi metteva tanta gioia e mi faceva sentire orgoglioso di essere tuo alunno: “Amici del sole…!!!” Samuele Amendola
In una nota inviataci l'otto giugno scorso il signor Merlino evidenziava con tanto di foto( una ve la riproponiamo in alto a sinistra) come le sterpaglie ostacolassero la visuale nel bivio Serra/Balestrieri. Ebbene, dopo la segnalazione, da noi pubblicata, si è proceduto al disboscamento (vedi foto in basso)


Comunicato: Al via torneo di ping pong dello Snoopy

Al via domani venerdi 15 giugno il 1° torneo di ping pong organizzato dallo Snoopy club di Lipari.
La manifestazione vedrà impegnati 25 iscritti, per chi fosse interessato e per i partecipanti, il calendario con le date e gli orari degli incontri è affisso presso la sede del circolo, in via Falcone e Borsellino.
Buon Divertimento!

Santa Marina Salina capofila delle località italiane a 5 vele.

E' Santa Marina Salina, nell'arcipelago delle Eolie, la meta balneare migliore per trascorrere le vacanze estive

A incoronarla la 'Guida Blu' 2012 di Legambiente e Touring Club, che per il 2012 premia 13 località costiere con le '5 vele' e dà la medaglia d'oro regionale, anche quest'anno, alla Sardegna, con quattro località al top: Posada, Villasimius, Bosa e Baunei.
Presentata  a Roma, la 'Guida 'Blù comprende 378 località tra mari e laghi, destinazioni perfette per una vacanza all'insegna della tutela del territorio ed esempio di come il turismo sostenibile porti vantaggi economici. "Secondo un sondaggio Ipr il 56% degli italiani sono disponibili a pagare qualcosa in più se c'é garanzia per l'ambiente", ha spiegato il responsabile mare di Legambiente Sebastiano Venneri, che ha sottolineato come "un'analisi dei Comuni con le '5 vele' mostri un costante trend di crescita della domanda turistica, più ampio rispetto alla crescita della media delle località balneari".
Tra le prime mete in classifica, dopo Santa Marina Salina, spicca Pollica, la perla del Cilento vincitrice delle due scorse edizioni, seguita dalla sarda Posada e da due mete grossetane, Castiglione della Pescaia e Capalbio.
Per le Regioni la medaglia d'argento va alla Basilicata con Maratea, mentre chiude il podio la Toscana. Sul fronte dei laghi le vele sventolano copiose in Trentino Alto Adige, che domina sul podio con Appiano (lago di Monticolo), Fié allo Sciliar (lago di Fié) e Molveno (lago di Molveno). 

Assemblea Delegati Cisl Sicilia a Messina. 14 giugno 2012 (video-intervista)

CRISI; CISL: ASSEMBLEA DELEGATI SICILIA, SERVE SEGNALE DI SVOLTA. ECCO NUMERI FALLIMENTO CLASSE POLITICA. “ECONOMIA NAUFRAGA, POLITICI VADANO A CASA”, NO A RICANDIDATURE. E LANCIA ULTIMATUM MOBILITAZIONE

In Sicilia quest’anno il Pil regionale calerà di quasi il 3% e del 2,2% si ridurranno gli occupati “cosicché a lavorare sarà poco più del 40% dei siciliani in età da lavoro”. E non è andata meglio l’anno scorso. Nel 2011 il tasso di occupazione s’è attestato al 56,4% per gli uomini (-0,7%) e al 27,7% per le donne (-1%). Complessivamente ha perso 0,4 punti. Sempre nel 2011 nell’Isola l’indebitamento delle famiglie è aumentato del 3% ed “è, ora, più alto della media nazionale”. È volato l’indebitamento della Regione (5,3 miliardi) e degli enti locali dell’Isola (oltre 7 miliardi). E solo nell’ultimo anno è calato di oltre un miliardo il gettito delle entrate fiscali prodotte nella regione. Ancora, sono crollati gli investimenti industriali: -8%. E quanto ai giovani, è su loro che pende, soprattutto, una spada di Damocle: il 36% di chi ha tra 15 e 29 anni, non studia né lavora. Insomma, una débâcle per l’economia dell’Isola.
Per la Cisl, un “fallimento storico”. Meglio: “il fallimento economico e politico della classe dirigente regionale che, negli anni, ha consolidato il proprio consenso sui trasferimenti finanziari e sulla mera gestione clientelare delle risorse pubbliche”.
La Cisl, stamani, ha riunito a Messina l’assemblea generale dei delegati, 700 rappresentanti sindacali delle nove province dell’Isola che, presenti Annamaria Furlan, segretario confederale nazionale e Giuseppe Gallo, leader nazionale Fiba (i bancari), hanno lanciato alla politica regionale un vero e proprio “ultimatum”. Un aut aut che annuncia “mobilitazione sociale”. Perché “questa classe dirigente – sostiene il sindacato guidato nella regione da Maurizio Bernava – s’è mostrata incapace di promuovere creazione di ricchezza, risanamento del debito, riorganizzazione dei sistemi locali”. E di mettere al centro dell’azione politica la crisi che, invece, specialmente in questa fase dell’economia, è “l’unità di misura della lungimiranza politica”.
Per la Cisl Sicilia, il fallimento della classe politica regionale è “un fatto smaccatamente doloso”. A sostenerlo è l’assemblea generale dei delegati, riunita oggi a Messina. “È dal 2009 che governo e politica siciliani ricevono suggerimenti, proposte, contributi, indicazioni dal mondo del lavoro e delle imprese. Ma non s’è mossa foglia”, contesta il sindacato. Così, tuona la Cisl: “Se ne vadano a casa”. “La politica, e il governo, o sono etica, trasparenza, competenza, legalità, o non sono”. Né merita di candidarsi alle elezioni regionali chi è stato incapace di sciogliere i nodi della crisi, segnatamente mediante la riprogrammazione dei fondi Ue, incalza Maurizio Bernava, segretario generale regionale.
L’assemblea dei delegati della Cisl Sicilia, riunita oggi a Messina, afferma, si legge in una nota, che nell’Isola “il momento di più dura contrazione economica coincide, oggi, con quello di maggior disagio istituzionale e con la più vistosa degenerazione etica della politica”. È in questo contesto che è stata convocata l’assemblea generale, “per dare un segnale forte, di svolta”, precisa il sindacato. E aggiunge Maurizio Bernava, segretario generale: “Vigileremo, pronti alla mobilitazione, contro le onerose, insostenibili, vecchie logiche di spartizione elettorale”. Al riguardo il sindacato si chiede pure, “che senso ha, ora, con una recessione che tende a degenerare in depressione, l’ennesima overdose, per settimane, di logiche e clientele meramente elettorali?”.
La Cisl proporrà un Manifesto per la buona politica in una decina di punti, al cartello delle forze economiche e sociali che l’1 marzo hanno sfilato assieme a Palermo, “per la prima volta nella storia dell’Autonomia”, ponendo all’unisono il tema della crescita economica e sociale. Lo ha deciso l’assemblea dei delegati della Cisl Sicilia, in corso oggi a Messina.
“È alle associazioni che hanno promosso la Marcia per il lavoro produttivo, che proporremo – sono parole del segretario generale Maurizio Bernava – un manifesto con l’indicazione di azioni e priorità per portare la regione fuori dalla crisi: attraendo investimenti, risanando il debito, riorganizzando i sistemi locali”.
La Cisl pone l’accento sulle politiche attive per la crescita e l’occupazione; l’accelerazione della spesa; le infrastrutture; il taglio dei costi della politica e della pubblica amministrazione.
Insomma, “la Sicilia non può farsi risucchiare dalle combine elettorali e spartitorie del passato”, incalza il sindacato. Dovrà essere “un piano per energia, innovazione, ricerca e infrastrutture”, il pilastro della strategia per lo sviluppo che sarà al centro del consiglio dei ministri di domani. A sostenerlo è la Cisl per voce di Annamaria Furlan, segretario confederale nazionale, intervenuta stamani all’assemblea dei delegati della Cisl Sicilia, a Messina. Per Furlan è, questo, “un piano strategico di assoluta urgenza per il Paese anche se lo sviluppo è questione che attiene alla responsabilità del governo centrale come di quelli locali e che passa pure per una riforma fiscale che tagli il peso delle tasse su lavoratori e pensionati”.
Furlan sollecita lo sblocco delle grandi opere già finanziate dal Cipe, “abbiamo bisogno di investimenti importanti”; e sottolinea che perché la crescita si metta in moto “i comuni virtuosi devono poter derogare dal patto di stabilità per le opere medio-piccole urgenti per le città”.
Bisogna tagliare il cordone ombelicale tra banche e titoli del debito pubblico. È la madre di tutte le riforme europee. Ne è convinto Giuseppe Gallo, segretario nazionale dei bancari Cisl, che lo ha ribadito stamani nel corso dell’assemblea generale dei delegati della Cisl Sicilia, a Messina. Le banche italiane, sostiene Gallo, hanno complessivamente un buon equilibrio patrimoniale e mostrano una buona sostenibilità economica. Hanno però in portafoglio qualcosa come 272 miliardi di titoli italiani del debito pubblico. È questo il punto dolente, perché “sale lo spread e i titoli perdono valore”, cosicché le banche sono costrette a fare aumenti di capitale e “conseguentemente, riducono il credito all’economia”. Per Gallo, “da questo cul de sac se ne può uscire solo consentendo alla Bce di acquistare direttamente sul mercato primario i titoli del debito pubblico degli Stati o facendo della Bce un creditore di ultima istanza”. È questa una riforma europea alla quale non ci si può più sottrarre.