Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 1 dicembre 2007

INTERROGAZIONI: RICORSO DEL CENTRO SINISTRA

Il sindaco di Lipari Mariano Bruno non risponde nei termini previsti dalla legge alle interrogazioni della minoranza consiliare e i consiglieri comunali del centro-sinistra, che sostengono di non avere ricevuto ancora risposte a ben sedici interrogazioni, iinoltrano un ricorso al Presidente della Regione Siciliana, all'Assessore Reg.le alle Autonomie Locali, al Prefetto di Messina e alla Procura della Repubblica di Barcellona P.G.
Chiedono di diffidare il Sindaco a rispondere nei termini di legge alle interrogazioni con risposta scritta presentate dai consiglieri comunali (nella foto Rosario Centorrino di Eolie nel cuore)

EOLIE: FONDI PER IL PARCO

E' stato previsto l'impiego di fondi pubblici per le quattro nuove aree protette in Sicilia. La legge finanziaria ,appena approvata dal Governo Prodi, ha disposto lo stanziamento di un badget coplessivo di tre milioni di euro destinati agli enti di gestione. Il provvedimento stabilisce, in particolare, un’ erogazione equamente distribuita nel corso degli anni 2008, 2009 e 2010 . Col beneficio di questi fondi prenderà quindi il via la fondazione di quattro nuovi parchi nazionali, istituiti nel 2007: Parco delle Egadi e del litorale trapanese, Parco delle Eolie, Parco degli Iblei e di Pantelleria.

PUMEX: CONSEGNATE LE LETTERE DI LICENZIAMENTO


Sono state consegnate stamani ai dipendenti della Pumex, a conclusione della procedura di mobilità, le lettere di licenziamento.
Subito dopo l'assemblea sindacale, tenuta alla presenza di Maurizio Bernava e Santino Barbera operai ed impiegati sono stati invitati a raggiungere l'ufficio della società per la consegna, brevi mano, della lettera di licenziamento. Il provvedimento riguarda 45 dipendenti.
In precedenza il segretario della Cisl Maurizio Bernava aveva avuto parole pesanti nei confronti del sindaco di Lipari Mariano Bruno che, per l'atteggiamento tenuto in questa vicenda, ha definito “Don Abbondio”. Il sindaco, da noi contattato, ha definito farneticante l' intervento di Bernava e ha evidenziato di aver agito sempre con coerenza e nell'interesse dei lavoratori. "Forse Bernava- ci ha dichiarato Mariano Bruno- tenta di scaricare sulla mia persona il fallimento del sindacato e suo personale in questa vicenda".

ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI: COMUNICATO STAMPA

Si è tenuta ieri la seduta di Comitato dei Sindaci del Distretto socio-sanitario 25 Isole Eolie, presieduta dall’Assessore ai Servizi Sociali, Avv. Maggiore, delegato dal Sindaco del Comune di Lipari, capofila del distretto.
Nel corso della riunione sono state ridefinite le modalità di affidamento delle azioni progettuali previste nel Piano di Zona ed ancora da attivare : ◦ Centro socio-educativo Isola di Lipari
◦ Centro Intergenerazionale Isola di Salina
◦ Impresa sociale e sviluppo locale , in collaborazione con il Dipartimento Salute Mentale ASL 5 .
E’ stata inoltre approvata la rimodulazione del Progetto “ Solo nido “ ora denominato “Servizi socio-ricreativi e culturali “ e sono state riconfermate le procedure per l’affidamento dell’azione 8 “ Trasporto studenti finalizzato”.
Il comitato dei sindaci ha approvato in via definitiva il Regolamento per il funzionamento del Gruppo Piano Distrettuale, organismo tecnico preposto alla progettazione degli interventi, individuati sulla base dei bisogni rilevati nella relazione sociale.
Si ricorda che con il Piano di Zona del I triennio sono stati progettati servizi destinati a quattro aree tematiche principali ( famiglia e responsabilità genitoriale – giovani – disabilità – anziani ).
In atto, risultano attivati gli interventi di telesoccorso e teleassistenza, di assistenza domiciliare agli anziani, di trasporto disabili e di segretariato sociale.
Sono invece in fase di attivazione le iniziative riguardanti l’istituzione dei centri sociali a Lipari ed a Salina, la promozione di interventi di inclusione sociale in favore dei soggetti con disabilità psichica , il trasporto degli studenti finalizzato alla fruizione del centro risorse nonché la promozione di servizi socio-ricreativi e culturali destinati ai ragazzi, per una crescita matura e responsabile in seno alla comunità.
Per ulteriori informazioni :
www.comunelipari.it (link servizi sociali “ Piano di Zona “)
ufficio servizi sociali – Via Maurolico ( Palazzo CST) tel. 090-9887857
L’ASSESSORE
(Avv. Giovanni Maggiore)

venerdì 30 novembre 2007

Regolamento comunale servizio idrico: Proposta del Faro

Una proposta di modifica al Regolamento Comunale del Servizio Idrico, approvato con Delibera del Consiglio Comunale di Lipari n. 93 del 10/12/2002, arriva dai consiglieri comunali del gruppo consiliare "Il Faro" Gesuele Fonti (nella foto) e Francesco Megna. Ciò anche alla luce delle bollette "salate" notificate ai cittadini che consumano bassi quantitativi di acqua potabile. Il testo integrale della proposta di modifica in www.webalice.it/s.sarpi/DOCUMENTI.html

PUMEX: CHIUSA LA PROCEDURA DI MOBILITA'

Si è chiusa ieri, all'Ufficio provinciale del Lavoro di Messina, la procedura di mobilità dei dipendenti della Pumex di Lipari. All'incontro, tenutosi davanti ai dottori Antonio Marcantonio e Francesco De Francesco, hanno preso parte il presidente della Pumex Enzo D'Ambra e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Santino Barbera, Giuseppe Devardo, Giovanni Mastroeni. Il verbale è stato firmato dalle parti in causa dopo che l'azienda ha confermato, anche in sede di ufficio provinciale del Lavoro, la sua intenzione di risolvere il rapporto di lavoro con tutti i dipendenti “non essendoci allo stato attuale soluzioni alternative al licenziamento. Le organizzazioni sindacali dei lavoratori hanno espresso, malgrado tutto, parere favorevole alla mobilità, considerato che non c'è stato seguito all'incontro e agli impegni assunti a Roma e “pertanto non è stato possibile trovare soluzioni alternative che consentissero la continuità lavorativa e quindi occupazionale”. Adesso l'azienda dovrà trasmettere all'INPS l'elenco dei lavoratori licenziati e, ovviamente, comunicare agli stessi il licenziamento.
Le lettere di licenziamento potrebbero essere consegnate già stamattina.

giovedì 29 novembre 2007

FONDI COMUNITARI: IL DOTTORE D'AMBRA DAVANTI AL GIUDICE

(NADIA MAIO) Prima udienza a Lipari per il processo che vede indagato Enzo D'Ambra, nella sua qualità di presidente della Pumex, per una vicenda collegata alla realizzazione del pontile di carico dell'azienda con i fondi erogati dall'unione europea tramite la legge 488. Davanti al giudice Roberto Gurini è comparso il capitano Strano della Guardia di Finanza a cui è toccato il compito di riferire i fatti emersi dall'indagine da lui condotta negli anni 2002-2003. Tutto ruoterebbe, secondo gli inquirenti, attorno ad un giro di fatture gonfiate, secondo un meccanismo volto ad ottenere la copertura totale delle spese sostenute e non una parte, come previsto dalla stessa legge, oltre che delle agevolazioni fiscali. Sotto il mirino della guardia di finanza prima, dei giudici ora, soltanto la realizzazione del pontile, rientrante in realtà in un più ampio progetto di finanziamento che si aggirava complessivamente sui 19 miliardi di vecchie lire. Di questi 1 miliardo e 600 milioni sarebbero stati spesi per l'opera in questione. Mirati accertamenti delle fiamme gialle avrebbero tuttavia dimostrato come i costi effettivi sarebbero stati nettamente inferiori, aggirandosi intorno ai 900 milioni.
Tre le imprese coinvolte. Si tratta della Hippocampe Marine Enjeneering lsd. di Malta, vincitrice dell'appalto, e delle due subappaltanti che di fatto hanno svolto i lavori: la Sigma srl, palermitana, per il progetto e la CMI di Pace del Mela, per l'esecuzione. Tra i reati contestati ad Enzo D'Ambra, a quanto pare, anche il falso. L'opera, in quanto soggetta a finanziamenti comunitari, prevedeva un termine di realizzazione. I finanzieri hanno accertato che, nonostante sia stato fatta figurare la conclusione dei lavori entro detto termine, nei fatti essi si siano protratti per un periodo ben più lungo.

IL "MURO" DI BARTOLUZZO


Se volete lasciare un messaggio per Bartoluzzo metto a vostra disposizione la mail ssarpi@libero.it o s.sarpi@libero.it







- Per il più grande: Bartoluzzo Ruggero>
Ho dei ricordi bellissimi. Da bambina mio padre che amava la musica quando da Acquacalda mi portava a Lipari c'era la tappa obbligatoria nel negozio di Bartoluzzo per sentirlo suonare . G.M.
-Ciao Bartoluzzo, forse non ti ho mai detto quanto sei stato importante per me. Sei stato come un padre visto che il mio è lontano, e credimi io ti ho sempre capito...con la tua dolcezza, tenerezza e semplicità hai saputo darmi tanto affetto e spero di averti trasmesso il mio, sarei sempre nel mio cuore. Ti voglio bene NM
- Grazie Bartoluzzo per tutto quello che ci hai saputo dare attraverso la musica. Grazie a Salvatore per questo spazio che ci hato per ricordare il "MITICO" Bartoluzzo.
(Giovanni- "liparuoto" a Milano)
-Voglio partecipare al cordoglio di tutti i Liparoti e porgere il mio pensiero al maestro, io da ragazzo ebbi la fortuna di stare un mese con lui nel suo negozio, ed oltre alla sua umanità ricordo la passione della musica, ed una delle sue prime canzoni che parla di '' due gabbiani su vulati''A tutti i figli e conoscenti coraggio, persone come lui non moriranno mai. Danilo P.
-Addio bartoluzzo. Sei grande. Antonello di S.Marina Salina
-Fuori sede per motivi istituzionali ho appreso solo oggi la notizia della scomparsa del carissimo maestro Bartoluzzo. Desidero aggiungermi al cordoglio dell'arcipelago tutto. Riecheggiano ancora le sue note suonate questa estate nella piazza di S.Marina... Rimane ancora impresso nelle nostre menti il suo semplice sorriso. Rimanga sempre la testimonianza di un eoliano capace di unire le diverse comunità all'insegna del buon umore e dell'umiltà. (Massimo Lo Schiavo, Sindaco di Santa Marina Salina)
- Siamo fieri di avere potuto conoscere Bartoluzzo Ruggiero, la sua vita è stata come la bella musica che suonava, le note che scriveva come il suo immenso cuore.
Con Tanto Affetto Sabina Kludka (Polonia) Fabio Enea (Palermo)
-Sei stato il nonno migliore che avessi potuto desiderare, grazie per tutto quello che hai fatto per me. Deborah
- Ci hai fatti sentire orgogliosi di essere eoliani. Ciao MAESTRO. Un gruppo di "liparoti" di Melbourne.
-PENSANDO A BARTOLUZZO
...un dolore immenso ed un senso di vuoto incolmabile…
Addio maestro di tanti concerti, che il suono inimitabile del tuo mandolino, rendeva magici, unici, spensierati…
Addio maestro di saggi, paterni e sempre affettuosi consigli…
Addio illustre figlio di questa terra, ambasciatore delle Eolie in tutto il mondo, vanto ed orgoglio delle nostre isole…
Addio maestro di rime e poesie, di storie e racconti, sarcasmo e ironia…
Addio maestro di umanità e simpatia, con il tuo viso segnato dal tempo, sempre gioioso e sorridente…
Addio compagno di tanti “schiticchi” e mangiate di salsiccia che preparavi con impareggiabile destrezza…
Addio nonno, papà, fratello, amico sincero …
non ti dimenticherò mai...ti ho voluto e ti vorrò sempre un gran bene…
Addio caro “Mastru Vartuluzzu”, anzi…ARRIVEDERCI!!! (Francesco Megna)
- Mille e più volte la tua voce, il tuo mandolino mi hanno riportato le mie Eolie. Grazie! Mancherai a tutti Tom da Sidney
-Sei nei nostri cuori la tua "famiglia" di Palermo
-Don Bartoluzzo mi mancherà tanto il suo sorriso e il suo dolcissimo: "Buongiorno, signora Mina". Lo porterò sempre nel mio cuore
-Anche gli eoliani di Germania piangono il maestro Ruggiero (Giovanni da Berlino)
-Chi ha seminato bene nella vita.... non muore mai. E tu resterai sempre con noi. Ciao indimenticabile maestro (Francesco 82)
-Ciao Bartoluzzo. Lorenzo C. da Malfa
-Ciao Maestro….
vola in cielo, cerca Angelino e Cris e organizza la piu’ simpatica Band del Paradiso…
ma suonate sopra le Eolie, per potervi sentire fra il soffiare del vento leggero o il fragore delle onde del nostro mare…. (Mario Profilio)
-Maestro.. l'ho conosciuta un paio di anni fa a Lipari quando suonava divinamente in un bar del centro. La sua musica, il suo sorriso e la sua cordialità non l'ho mai dimenticata. "Le sia lieve la terra". (Francesco da Roma)
-Ore 0-24 Lezione di mandolino per gli angeli. Maestro: l'eoliano Bartoluzzo Ruggiero. (Franco S. da Milano)
-Grande maestro ci mancherai ma resterai nel nostro cuore. (Angelo M. da Lipari)
-Leggo su questo sito una notizia che non avrei mai voluto leggere. Bartoluzzo ci hai lasciato ma la tua musica e il tuo ricordo no. (Tony da Melbourne)
-Un caro amico che se ne va e con lui un pezzo di storia di queste Eolie. Ciao maestro (Bartolo Giunta)
-Bartoluzzo, for ever whitin (Amici per sempre)
-Sindaco intitoliamogli il Palacongressi. GRANDE, GRANDE, GRANDE BARTOLUZZO (eoliano 1978)

GRANDE COMMOZIONE PER BARTOLUZZO


Da qualche ora le spoglie mortali del maestro Bartoluzzo Ruggiero riposano nel cimitero di Lipari.
In precedenza tanta, tantissima, gente, giovani e meno giovani, ha partecipato con grande commozione alle esequie tenute da don Gaetano Sardella nella chiesa di S. Antonio.
La salma è stata accolta in chiesa dalle note della sua canzone dedicata allo Stromboli e nel corso delle esequie più volte don Gaetano, nel ricordare quest'uomo schietto, mai superbo e amico di tutti, ha fatto riferimento alle sue canzoni. Particolarmente toccante il momento in cui Don Gaetano parafrasando un passaggio di una sua canzone "arrivati simu a la banchina cuntenti simu pi stamatina" ha individuato nella banchina, l'approdo di Bartoluzzo al capolinea di una vita fortemente vissuta, l'approdo al cospetto di Dio e di una pace e serenità duratura.
Grande commozione anche quando in chiesa, prima di intraprendere il viaggio verso l'ultima dimora, sono risuonate alcune delle sue canzoni ed è stata recitata una delle sue poesie. Un lungo, commosso applauso, è risuonato nella chiesa. Lo stesso applauso che ha accolto Bartoluzzo all'uscita del luogo sacro.
Il consiglio comunale di Lipari, riunitosi in mattinata, aveva osservato un minuto di silenzio all'apertura dei lavori.
CIAO MAESTRO NON TI SCORDEREMO MAI!!!!!
N.B. da questo momento Eolie news riprende la pubblicazione delle notizie, rompendo il silenzio informativo in corso da ieri e che voleva essere un modo per commemorare e ringraziare Bartoluzzo. Resta aperto il muro per i vostri messaggi.

mercoledì 28 novembre 2007

BARTOLUZZO: SINDACO PER UNA NOTTE

"BARTOLUZZO: SINDACO PER UNA NOTTE" (DA UN MIO ARTICOLO SULLA GAZZETTA DEL SUD DEL 14.03.2004)
Grande entusiasmo al Palacongressi dove per celebrare l'ottantesimo compleanno di Bartoluzzo Ruggiero, il “vate cantore delle Eolie” che ha rappresentato col suo mandolino le Eolie nel mondo, il comune di Lipari ha organizzato la manifestazione “80 Candele per un mandolino”. A rendere omaggio al maestro Ruggiero tutti gli artisti eoliani del mondo musicale che gli hanno reso omaggio accompagnandolo in una performance di oltre due ore. Il sindaco Mariano Bruno gli ha consegnato una targa ricordo e consegnandogli la fascia tricolore lo ha nominato “sindaco di Lipari, per una notte”: Bartolo Ruggiero, il cantore delle Eolie, conosciuto da tutti come Bartoluzzo, è nato a Lipari nel 1924. Il primo incontro, con la chitarra lo ha verso il 1935 ascoltando e guardando suonare i suoi fratelli più grandi: Tanino e Biagino. Qualche anno più tardi, grazie ad un maestro di scuola elementare, che suonava il violino e sapeva di teoria musicale, prende le prime lezioni di solfeggio. In poco tempo grazie alla sua dedizione, all'amore ed alla determinazione, si impadronisce di una scorrevole tecnica esecutiva e cosi comincia l'avventura artistica di Bartoluzzo. Tutti vogliono suonare con lui. A Lipari, cosi come nelle altre isole è richiestissimo. Non c'è ricorrenza, matrimonio,serata danzante o concerto che non lo veda protagonista, con la sua bella musica e la sua incontestabile simpatia. Negli anni sessanta, avviene la svolta definitiva. Bartoluzzo decide di dedicarsi definitivamente al suo strumento preferito: il mandolino. Ma a Bartoluzzo, va il determinante e fondamentale merito del lavoro svolto nella creazione della musica popolare eoliana, egli ha infatti composto con perfetto equilibrio,coerenza e sensibilità delle canzoni popolari che costituiscono un patrimonio musico/culturale di sicuro riferimento per il presente e futuro della nostra gente.

CIAO BARTOLUZZO! DA IERI UN MANDOLINO SUONA IN CIELO

Da ieri sera un mandolino suona negli immensi spazi del cielo. A suonarlo, con la maestria di sempre, è Bartoluzzo Ruggiero.
Bartoluzzo che, per chi crede, ha concluso il suo viaggio terreno. La terra, l’arcipelago più nello specifico, ha perso un personaggio sicuramente unico. Unico dal punto di vista umano e professionale, unico nell’affrontare la vita e quanto questa nel bene e nel male riesce a dare.
Bartoluzzo è stato uno dei personaggi di queste isole. Con il suo mandolino e le sue canzoni è stato l’ambasciatore(non sempre ripagato come avrebbe meritato) dell’eolianità e dell’orgoglio di esserlo in Italia e all’estero.
Dall’età di 14 anni quando ha imparato a fare “cantare” il mandolino non ha mai smesso di suonare. Ha suonato per tutti e dappertutto: per la povera gente e per i personaggi famosi; nelle feste di piazza alle grandi platee; dalla piccola Alicudi all’immensa Australia.
Un piccolo grande uomo che ha lasciato il segno del suo passaggio.
E oggi nel ricordarlo, e stringermi affettuosamente attorno ai figli, alla moglie e ai parenti, voglio farlo con un brano tratto da “Fahrenheit 451”, romanzo di fantascienza scritto dall’americano Ray Bradbury.
Ognuno deve lasciarsi qualcosa dietro, quando muoreOgnuno deve lasciarsi qualcosa dietro quando muore,
diceva sempre mio nonno: un bimbo o un libro o un
quadro o una casa o un muro eretto con le proprie mani
o un paio di scarpe cucite da noi. O un giardiano piantato
col nostro sudore.
Qualche cosa insomma che la nostra mano abbia toccato, in modo che la nostra anima abbia dove andare quando moriamo, e quando la gente guarderà l’albero o il fiore che abbiamo piantato noi saremo là.
Non ha importanza quello che si fa, diceva mio nonno, purchè si cambi qualche cosa da ciò che era prima in qualcos’altro che porti poi la nostra impronta.
La differenza tra l’uomo che si limita a tosare un prato e un vero giardiniere sta nel tocco, diceva. Quello che sega il fieno poteva
anche non esserci stato, su quel prato: ma il vero giardiniere vi resterà per tutta la vita.
CIAO BARTOLUZZO E GRAZIE
Chi volesse ricordare Bartoluzzo da queste pagine anche con un breve pensiero può farlo attraverso la mail ssarpi@libero.it

BREVI DALLE EOLIE

Un milione e cinquecentosedicimila euro, a base d'asta, sono stati messi a disposizione per i lavori di manutenzione straordinaria e miglioramento tecnico dell'approdo della frazione di Ginostra nell'isola di Stromboli. Approdo realizzato grazie alla Protezione civile e nel quale le forti mareggiate di questo inverno hanno ulteriormente compromesso la struttura portante già fortemente danneggiata nove mesi fa.


Si spera di riuscire a completare entro la prossima estate i lavori di messa in sicurezza del porto di Marina Corta di Lipari. Il 2008 vedrà, invece, la realizzazione dei primi 110 metri della banchina che da Sottomonastero chiuderà verso Pignataro. Lo ha affermato a Lipari l'ing. Eugenio Ferraco dell'impresa Scuttari di Chioggia. Il tecnico dell'azienda è stato ieri al comune per la firma e la consegna da parte dell'ente dei lavori relativi a Sottomonastero e Pignataro. Opere, finanziate dal Dipartimento regionale dei lavori pubblici con 3 milioni e 146 mila euro.

LIPARI: QUATTRO AUTO-CONVOCAZIONI DI CONSIGLIO COMUNALE

Il centro-sinistra ha “seppellito” il presidente del consiglio comunale di Lipari rag. Pino Longo sotto ben quattro richieste di auto-convocazione del civico consesso. Gli argomenti per cui viene richiesta la convocazione del consiglio comunaler sono: 1) Problematiche relative alla stagione turistica 2008 delle isole del comune di Lipari ed adeguata campagna promozionale; 2)Piano di gestione del sito Unesco del comune di Lipari, importante strumento di programmazione e tutela è richiesto nel corso della 31^ sessione della commissione Unesco per “l'Heritage List” del luglio 2007; 3) Problematiche relative alla frazione di Canneto, (viabilità, trasporti interni, attività economiche); 4)Campagna antincendio nel territorio del comune di Lipari (anno 2008) e predisposizione del catasto del soprassuolo percorso dal fuoco.

martedì 27 novembre 2007

EOLIE: Si lavora al "ciclo dell'acqua"

Il “ciclo dell'acqua” per l’arcipelago eoliano “accelera” in vista della riunione del 14 dicembre prossimo a Roma nel corso del quale dovrà essere presentata tutta la programmazione su cosa si dovrà realizzare, dove e in che tempi con gli oltre 34 milioni di euro messi a disposizione dal CIPE e dal Ministero delle Infrastrutture. Fondi ai quali andranno ad aggiungersi altri 30 milioni che dovranno essere stanziati dalla Regione per il completamento delle opere. In quest’ottica ieri sono sbarcati a Lipari tecnici e funzionari della Sogesid per concretizzare e verificare sul campo, di concerto con il sindaco Mariano Bruno, commissario delegato per l'emergenza idrica nell'arcipelago eoliano, la progettualità relativo al ciclo delle acque (approvvigionamento idrico e gestione acque reflue). L’arrivo a Lipari di funzionari e tecnici segue la convenzione firmata a Roma, presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, resasi necessaria per assicurare al commissario delegato, così come previsto dal Governo nazionale, il supporto di una adeguata struttura competente nei settori tecnico, amministrativo e legale e per tutti gli aspetti operativi per l'attuazione del ciclo delle acque. La Sogesid ha già elaborato un piano di massima e gli interventi primari saranno mirati a realizzare mini dissalatori in tutte le isole dell’arcipelago, al potenziamento dell'ormai vetusto dissalatore di Lipari, alla realizzazione e potenziamento delle opere di fognatura, collettamento, depurazione e riutilizzo delle acque reflue di Lipari e Vulcano. La SOGESID, è opportuno ricordare, è una società per azioni a capitale interamente pubblico (Ministero dell'Economia e delle Finanze).

LIPARI: LA CORTE DEI CONTI E IL DOTTOR PAOLILLO


La Corte dei Conti si appresta a presentare il conto all’ex segretario generale del comune di Lipari, dott. Alfonso Paolillo per il consumo di energia elettrica e per la TARSU, la tassa sui rifiuti. Entrambe relative all’immobile di proprietà comunale(conosciuto come case gialle) nella quale il dottor Paolillo ha dimorato durante il suo soggiorno nell’arcipelago e per la quale comunque pagava un regolare affitto calcolato con l’equo canone. La dottoressa Maria Aronica, uno dei pubblici ministeri della Corte dei Conti- Procura regionale presso la Regione siciliana, ha sollecitato il comune di Lipari ad intraprendere (se non già intraprese) le iniziative necessarie “per il recupero di quanto dovuto dal dott. Paolillo sia a titolo di consumo di energia elettrica(periodo 1996-1999), sia a titolo di TARSU (dal 1996 sino al 23/12/2002). La Corte dei Conti, nel contesto del procedimento per mancato pagamento di luce e rifiuti contro l’ex segretario comunale e contro l’ex sindaco Michele Giacomantonio(in carica dal luglio 1994 al giugno 2001- periodo in cui Paolillo dimorò nell’edificio in piazza Marina Corta), ha anche chiesto una relazione dettagliata sul fatto, anche con riferimento al responsabile in materia di assegnazione di alloggi. Ha, inoltre, sollecitato il sindaco Bruno e il direttore dell’ufficio tributi comunale Bartolo Mondello, “a procedere all’immediata costituzione in mora del dott. Paolillo, oltre che dei responsabili che hanno consentito la perdurante situazione dannosa, per il danno cagionato e che si provvederà tempestivamente a calcolare”.

PIANO TRIENNALE OPERE PUBBLICHE:RICORSO DEL CENTRO-SINISTRA

I consiglieri comunali del centro-sinistra hanno presentato ricorso ai competenti uffici regionali avverso l'approvazione del Piano Triennale delle OO.PP. del comune di Lipari.
Il testo del ricorso in http://www.webalice.it/s.sarpi/DOCUMENTI.html

lunedì 26 novembre 2007

CALCIO: Battuta d'arresto per la Ludica Lipari

E' stata superata per tre a zero in trasferta sul campo del Trappitello la formazione eoliana della Ludica Lipari (campionato II categoria). L'incontro si è disputato in anticipo sabato.

LIPARI:Saverio Merlino, presidente associazione "Borgata Lami"

Ieri si sono svolte le elezioni per la nomina del Presidente e del Consiglio Direttivo della neonata associazione “ Borgata Lami” che conta, sino ad oggi, 125 iscritti. Alle elezioni ha partecipato il 92% degli iscritti.
Presidente è stato eletto il ragionier Saverio Merlino.
I componenti il Consiglio Direttivo sono: Lilli Borzoni, Bartolo Cambria, Dario Di Losa, Giuseppe Faranda, Domenico Iacono, Albarosa Merlino, Marco Merlino, Salvatore Naso, Terence Parisi .
L’associazione nasce- si legge in un comunicato- per stimolare la partecipazione dei cittadini alla vita civile e sociale della comunità, valorizzare, sotto ogni forma opportuna, le risorse della borgata e intervenire per migliore la qualità della vita sia dal punto di vista sociale che ambientale.

ACQUACALDA: TENTATO FURTO ALL'UFFICIO POSTALE

Tentato furto all’ufficio postale di Acquacalda. Ignoti, dopo aver troncato la catena del cancello d’ingresso e successivamente forzato la porta principale, sono penetrati all’interno del locale. Ma non sono riusciti ad aprire la cassaforte e quindi hanno desistito allontanandosi dalla struttura senza portar via altro.
Essendo l’ufficio postale di Acquacalda aperto solo tre volte la settimana e non giornalmente non vi è stato presumibilmente un immediato riscontro al tentativo di furto. Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato un dipendente delle Poste che, trovandosi a transitare in zona, ha notato la porta semiaperta. Ha informato il direttore dell’ufficio postale di Lipari e questi i carabinieri che hanno effettuato un sopraluogo.
Non è la prima che l’ufficio finisce nel mirino dei ladri ma ogni volta senza risultato

LIPARI: SEMINARIO SULLA RISORSA MARE

La valorizzazione della risorsa mare è stato il tema del seminario scientifico tenutosi a Lipari. Il seminario, arricchito da presenze qualificate che hanno portato alla discussione un notevole apporto dal punto di vista tecnico-scientifico, è stato organizzato dalla cooperativa “Piccola pesca eoliana” del presidente Pinuccio Spinella. Fra i presenti i professori Mario Gattuso, preside della Facoltà di Scienze all’Università di Messina, Antonio Manganaro, docente di “Conservazione della natura” della nostra Università, la professoressa Marisa Ziino, docente di “Chimica degli alimenti” dell’Ateneo peloritano. E’ inoltre intervenuto il dott. Salvino Roccapalumba, dirigente dell’assessorato regionale cooperazione, commercio, artigianato e pesca. Durante il seminario si è affrontato, tra l’altro, il tema della sistemazione e modernizzazione dello sforzo di pesca compatibile con il recupero delle tradizioni di pesca e della cultura marinaresca delle isole Eolie. Le relazioni e gli interventi sono stati accompagnati da supporti audio-visivi. Particolarmente apprezzato quello che ha accompagnato la relazione del presidente Spinella che ha spaziato dalle aree di pesca eoliana alla tipologia di pescato, dai dati storici della pesca nelle Eolie, tratti da uno dei libri dell’arciduca Luigi Salvatore d’Austria, alle problematiche attuali che investono il settore, sino alle aspirazioni e speranze della marineria eoliana. Si è trattato di un seminario che ha gettato le basi per un rapporto diverso con la risorsa mare, nel rispetto dell’ambiente, degli stessi pescatori e delle loro aspettative lavorative.

LIPARI: Visita dell'assessore regionale Colianni

“Non vi è nessuna illegittimità nella nomina del dottor Gaspare Sinatra a commissario straordinario del comune di Messina”.
Lo ha dichiarato ieri mattino a Lipari a margine di un incontro con il sindaco Mariano Bruno l’assessore regionale agli Enti Locali Paolo Colianni che ha così indirettamente risposto al nuovo coordinatore provinciale del Partito Democratico Franco Rinaldi che, dopo aver presentato nei giorni scorsi una interrogazione in tal senso, era ritornato sulla presunta illegittimità del commissario Sinatra nel corso dell’assemblea che sabato scorso ha portato alla sua elezione a coordinatore provinciale del neonato Partito Democratico. L’assessore Colianni ha anche anticipato che, salvo imprevisti, nel fine settimana dovrebbe essere al comune di Messina al comune per un incontro istituzionale.
Per quanto riguarda Lipari l’assessore ha incontrato nel palazzo comunale di via Falcone-Borsellino il sindaco Mariano Bruno, l’assessore Giulio China e Salvatore Coppolino uno dei “capisaldo” dell’ MPA nell’arcipelago. Con il sindaco è stata affrontata la delicata situazione che vivono gli isolani delle isole minori siciliane a causa del loro particolare stato di insularità, la necessità di una maggiore attenzione da parte del Governo regionale per queste realtà. Il sindaco Bruno ha anche posto l’accento sulla necessità di un maggiore supporto sia per quanto riguarda i contributi e le iniziative nei confronti delle categorie più deboli e svantaggiate sia per evitare che la “scure” dei tagli si abbatta sulle isole minori. Il dottor Bruno, nelle sue vesti di presidente regionale dell’Ancim, ha anche chiesto l’emanazione di un apposito provvedimento che equipari in determinate situazioni le isole minori ai comuni siciliani con meno di 5.000 abitanti. Nello specifico, paragonando le isole a quei comuni, si vorrebbe restare fuori dai tagli ai fondi regionali che per l’appunto non ricadono nei piccoli comuni siciliani. L’assessore Colianni è stato anche fortemente critico nei confronti delle ATO e ha lasciato intendere che per le isole minori siciliane “simili in mille cose, fra cui anche nella problematica legata ai rifiuti” potrebbe essere trovata una soluzione ad hoc.

domenica 25 novembre 2007

EX LAVORATORI POMICE: L'assessore Formica precisa

L'assessore regionale al Lavoro Santi Formica respinge al mittente le accuse di immobilismo e disinteresse per la causa degli egli ex lavoratori della pomice che gli erano piovute addosso, nei giorni scorsi, (non solo a lui ma anche agli altri organismi politici regionali) dal sindaco di Lipari Mariano Bruno e dalla Cisl.
“E' assolutamente fuorviante- ha affermato- parlare di disinteresse. Anche perchè, in tempi non sospetti, mi sono attivato per trovare uno sbocco dal punto di vista occupazionale per i lavoratori della pomice in previsione di quella che appariva la logica chiusura dell'attività pomicifera, sollecitata dall'Unesco. In questo contesto ho trovato delle soluzioni da attivare con i fondi di questo assessorato ma che, sino ad oggi non sono state messe in atto, poiché il requisito fondamentale per accedervi è che questi lavoratori fossero messi in mobilità, inseriti nelle apposite liste di quello che una volta si chiamava ufficio di collocamento. Requisito che- continua Formica- sino ad oggi i lavoratori non avevano essendo in corso la procedura per la messa in mobilità e che potranno avere non appena nei prossimi giorni l'Ufficio provinciale del Lavoro convocherà le parti e queste apporranno la firma all'apposito verbale”. L'asssessore, in questo contesto, ha anticipato di aver sollecitato il direttore dell'Ufficio provinciale del Lavoro di Messina a convocare, nel giro di qualche giorno, la riunione(così come prevede la legge) fra azienda Pumex e sindacati. Convocazione che, può essere effettuata solo adesso, a conclusione di una prima fase durante la quale si sarebbero dovuti incontrare per una specie di “contrattazione” azienda e sindacati.

La riunione di Messina, salvo colpi di scena, dovrebbe costituire di fatto il “lucchetto” con cui chiudere la procedura di mobilità dei lavoratori della pomice e, nello stesso tempo, il “grimaldello” con cui accedere alla mobilità e al conseguente inserimento, previa richiesta del comune di Lipari, museo o altri enti pubblici, di questi ex dipendenti della Pumex in una nuova attività lavorativa(in questo momento legata alla durata della mobilità) che garantisce loro il mantenimento dello stipendio erogato in precedenza dalla società pomicifera.

L'assessore Formica ha lasciato intendere che, comunque, in un futuro più o meno vicino, gli enti che prendono in carico questi lavoratori possono chiedere alla Regione un loro impiego costante.