Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 13 settembre 2014

Dopo la pubblicazione del II° video fotografico sugli "Eoliani che non ci sono più" ci è stato chiesto di realizzarne un altro. In previsione di un altro video servono, ovviamente, delle foto,se vi fa piacere potete inviare le foto dei vostri cari e/o amici che non ci sono più a s.sarpi@libero.it o come messaggio privato nella pagina fb del nostro direttore

Madonna di nuovo in processione a Pirrera (Lipari) Video fotografico con foto di Francesca Natoli e Roberto Addamo

Ieri, dopo 14 anni, nella frazione liparese di Pirrera, si è di nuovo svolta la Processione della Madonna. 
Vi proponiamo il video fotografico realizzato con foto di Francesca Natoli e Roberto Addamo

Vibrazione aliscafo è conseguenza del tipo di navigazione con il mare lungo. Le rassicurazioni del comandante Russo

"In presenza di "mare lungo", così come oggi, l'aliscafo, per poter meglio navigare,  prende il mare di poppa. In considerazione di tutto questo la prua esce fuori dall'acqua  e, di conseguenza, l'aliscafo tende a vibrare. Ma non vi assolutamente motivo per preoccuparsi".
La dichiarazione è del comandante Renzo Russo che ci ha contattato, a seguito della nota del dottor Augusto D'Albora (vedi post precedente), per rassicurare circa la sicurezza nella navigazione.
Russo, in questo frangente, pur non essendo il comandante del mezzo "contestato (ovvero l'Eschilo) interviene quale "addetto ai lavori".

Sull'aliscafo Eschilo un viaggio "vibrante". Ma non è l'unica protesta per i collegamenti ex Siremar

Forti proteste arrivano dai passeggeri che oggi pomeriggio con l'aliscafo Eschilo della ex Siremar, oggi Compagnia delle Isole, sono partiti da Lipari alla  volta di Milazzo.
Il mezzo, per tutto il viaggio, ha  vibrato intensamente generando paura ed apprensione tra quanti si trovavano a  bordo.
A farsi portavoce delle rimostranze dei passeggeri è il dottor Augusto D'Albora che, unitamente ad un gruppo di amici della sorella Lucia, aveva preso posto su quel mezzo, per poi proseguire alla volta di Messina. 
"E' impensabile- ci ha riferito al telefono - che si possa viaggiare in simili condizioni e con la paura che possa accadere qualcosa. La società se il problema è strutturale provveda a sostituire l'aliscafo. 
E per restare in tema di ex Siremar lamentele arrivano anche per l'ormai conclamato ritardo dell'aliscafo che dovrebbe  partire da Milazzo alla volta delle Eolie alle ore 13 e 20 (utilizzato dagli studenti eoliani pendolari) e che "puntualmente" parte in ritardo alle 13 e 45 per via del bunkeraggio.
Per restare in tema di collegamenti veloci forte è il malcontento generale per l'entrata in vigore degli orari invernali e la conseguente riduzione del numero di corse. Questo senza tenere conto di un ottimale movimento turistico diretto verso le isole.

Pomeriggio intenso per i vigili del fuoco. Al lavoro per incendio a Lami e un balcone sradicato in via Umberto I°

Apprensione oggi pomeriggio in località Lami per un incendio doloso che si è propagato sino a  lambire alcune abitazioni. Sul posto è intervenuta la squadra dei vigili del fuoco di Lipari al comando di Salvatore Pannuccio che ha evitato gravi conseguenze.
La stessa squadra è stata poi chiamata ad operare in via Umberto I° a Lipari dove un camion ha letteralmente sradicato un balcone che si affaccia su quell'arteria.

SICILIA. Confermata la preapertura della caccia. Respinta dal Tar l'istanza presentata da Legambiente

È stata respinta dal Tar l'istanza presentata da Legambiente, comitato regionale siciliano onlus, nei confronti dell'assessorato regionale all'Agricoltura sul calendario venatorio 2014/2015. Resta dunque la preapertura della stagione fissata per l'1 settembre. La richiesta di sospensiva riguardava, anche, l'autorizzazione allo svolgimento dell'attività venatoria nei Siti Natura 2000 "senza la preventiva ed obbligatoria acquisizione del parere Ispra"; la modifica con la quale viene disposta la registrazione del numero dei capi di selvaggina migratoria nel tesserino regionale alla fine della giornata di caccia e l'estensione del regime di preapertura della stagione anche alla specie "Colombaccio", prevedendone il prelievo anticipato di tre settimane (nei giorni 1-6-7-13-14-20 settembre 2014). Ma le opposizioni sollevate da Legambiente sono state respinte dal Tar per mancanza di ragioni di eccezionale gravità. "Certi di aver lavorato di concerto con l'assessorato, tenendo in considerazione le peculiarità di questa attività nella nostra regione e che le osservazioni di Legambiente non avevano concretezza - dice l'onorevole Paolo Ruggirello - abbiamo proseguito nell'elaborare le modifiche alla regolamentazione dell'attività venatoria nelle isole siciliane, ufficializzando alcune novità che riguardano la caccia ai conigli, che, fino ad oggi, hanno rappresentato un serio rischio per le coltivazioni".

Auguri a Giovanna Sgroi e Francesco Passeri. Oggi sposi

Oggi presso il municipio di Guastalla (Reggio Emilia) si uniscono in matrimonio Giovanna Sgroi e Francesco Passeri .
Attraverso Eolienews, Cristian Sgroi e i suoi genitori fanno giungere questo messaggio agli sposi
"Questo momento unico e indimenticabile resterà per sempre nei vostri cuori. Vi auguriamo una vita a due ricca di felicità e tanto amore" 

Cellule immunitarie che favoriscono il tumore: Il professore Ferlazzo e l'Università di Messina protagonisti della ricerca


Sono cellule immunitarie ma invece di assolvere alla loro tradizionale missione di proteggerci, aiutano il tumore ai polmoni a svilupparsi. È uno studio tutto italiano portato avanti da un gruppo di scienziati e in cui l’Università di Messina è protagonista con il professor Guido Ferlazzo.
Le hanno chiamate “Tink”: un sotto-gruppo delle cellule natural killers che hanno il compito di riconoscere in maniera spontanea i tumori, per poi eliminarli. I ricercatori, però, hanno scoperto che i tumori e il microambiente che li circonda «sono in grado di ri-programmare queste cellule, in modo da favorire la propria crescita attraverso l'induzione dell'angiogenesi»: in pratica costringono il corpo a sintetizzare nuovi vasi sanguigni, che nutrono il cancro e lo fanno crescere.
Finanziato dall’Associazione Italiana per la ricerca sul cancro (Airc), lo studio è stato pubblicato sul prestigioso Journal of the National Cancer Institute (Jnci), la più citata rivista internazionale di oncologia medica e traslazionale.
Insieme al professor Ferlazzo il team di ricerca ha visto la collaborazione dell'Irccs MultiMedica, guidato da Douglas Noonan e Adriana Albini, direttore scientifico della Fondazione MultiMedica e direttore del Dipartimento Ricerca Statistica Irccs "Tecnologie Avanzate e Modelli Assistenziali in Oncologia" dell'Arcispedale S. Maria Nuova di Reggio Emilia, in collaborazione con l'Università dell'Insubria e l'Ospedale di Circolo-Fondazione Macchi.
Il lavoro adesso prosegue ampliando il suo raggio di azione anche su altri tipi di tumori:colon-retto, seno e mieloma multiplo. L’obiettivo è continuare a studiare queste cellule per capire come attraverso la combinazione di farmaci innovativi si possa ripristinare la loro normale funzione.

venerdì 12 settembre 2014

Per Lucia intervento riuscito. Adesso è in rianimazione. Grazie a Dio i segnali sembrano essere incoraggianti

Abbiamo contattato telefonicamente Augusto D'Albora, il fratello di Lucia, il quale attraverso il nostro giornale vuole ringraziare quanti, e in vari modi, si sono stretti attorno a Lucia in questo momento delicatissimo. "Ringraziando Papà e Gesu'- ci ha detto Augusto- Lucia ha superato lo scoglio nero dell'intervento ed ora è in rianimazione, in coma farmacologico. Sottoposta a sollecitazioni ha reagito, dando, quindi, qualche segnale positivo. Ovviamente è sempre assistita e monitorata. Mi auguro che la mia Lucietta esca da questo incubo terribile e torni a godere appieno dell'amore eoliano, di quelli eoliani che non ci hanno mai lasciato soli...con il pensiero e con la preghiera.. Un grazie sentito all'equipe del dottor Longo e, in particolare al dottor Papa, per l'eccezionale lavoro di altissima e delicata chirurgia svolto durante '"l' operazione madre" effettuata al Policlinico. Lavoro che prosegue con alta professionalità in rianimazione qui al Papardo. Forza sorellina mia, ti voglio bene".

Nuova "perla" dell'Ustica Lines. Partenza in ritardo di oltre un'ora e..si attende l'ufficiale in "cerca di cibo"

Riceviamo da Antonio Favaloro e pubblichiamo: 
Alle 19 ci avvisano che l'aliscafo dell'Ustica parte con 1 ora di ritardo. Alle 20 si fanno imbarcare i passeggeri.
Alle 20 e 19 chiedo al personale di bordo cosa stiamo aspettando per partire e, mentre stanno sgranocchiando un pezzo di pizza e bevendo una "messina", mi dicono che manca l'ufficiale che è andato a prendere da mangiare. Credo che sia un po' assurdo, anche perché è la seconda sera che si verifica la stessa storia Attenzione a bordo ci sono anche una decina di neonati

NDD - Sin qui il messaggio del nostro lettore. Ovviamente mettiamo a disposizione analogo spazio per chi intendesse replicare

C'è una sola corsa in aliscafo da Milazzo per Filicudi/Alicudi. Ma per over-booking (il mezzo collega anche altre isole) oggi ha lasciato a terra isolani e turisti diretti in queste isole

Riceviamo e pubblichiamo: 
Oggi, 12 Settembre, turisti e residenti diretti a Filicudi e Alicudi non sono stati imbarcati sull'unico aliscafo giornaliero che da Milazzo raggiunge le due isole.
In luoghi dove la bella stagione si prolunga talvolta fino a Dicembre, dall'11 Settembre entra in vigore l'orario invernale che prevede , il venerdì, una sola corsa di aliscafo da Milazzo per Filicudi/Alicudi, alle ore 13,15.
Questo aliscafo imbarca anche le persone dirette in tutte le altre isole con conseguente rischio di over-booking, come oggi si è verificato. 
Questa circoscrizione, supportata dal Sindaco, ha già fatto richiesta di rimodulazione orari, nel frattempo basterebbe non imbarcare i passeggeri diretti a Vulcano e Lipari, isole servite da numerosi altri mezzi, ed il problema sarebbe risolto.
Il turismo deve essere garantito per tutte le isole nello stesso modo ed i residenti devono tutti avere lo stesso diritto alla mobilità.
Cordialmente
Daniela Tagliasacchi

Il presidente Crocetta in navigazione verso le Eolie

Il presidente della Regione, Rosario Crocetta - così come apprendiamo dall'amico Claudio Merlino - è ospite sulla nave "Isola di Vulcano" partita da Milazzo alla  volta di Vulcano e Lipari.
Sul suo viaggio alle Eolie non trapela nulla. Ma non dovrebbe trattarsi di una visita ufficiale. Piuttosto l'occasione per "tirare il fiato". Presumibilmente a Vulcano

Guardia costiera di Milazzo. Controlli al depuratore di Saponara marittima

Nei giorni scorsi la Guardia costiera di Milazzo congiuntamente al Laboratorio ambientale mobile del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto Guardia Costiera, ha effettuato un’attività di vigilanza e controllo presso il depuratore di Saponara. Detta operazione era finalizzata ad una verifica del possesso da parte dell’Amministrazioni comunali, dei titoli autorizzativi all’occupazione delle aree demaniali marittime e degli specchi acquei, nonchè delle prescritte autorizzazioni allo scarico dei reflui urbani depurati ai sensi del D.Lgs. 152/2006, tuttavia, non ha tralasciato la verifica del corretto funzionamento degli impianti di depurazione.
Durante l’attività svolta si è accertato che il Comune era privo dell’apposita autorizzazione allo scarico dei reflui depurati  nonché dei registri di carico e scarico dei rifiuti prodotti dall’impianto di depurazione (sanzione amministrativa di euro 5.200), pertanto sono stati sanzionati sia i responsabili dell’amministrazione comunale, sia il titolare della società cui è affidato il servizio di manutenzione del medesimo impianto, con n. 2 sanzioni amministrative rispettivamente da euro 6.000 a 60.000 ed euro 5.200.
Il personale del “Laboratorio ambientale mobile” della Guardia costiera ha inoltre effettuato dei campionamenti dei reflui in uscita dal depuratore, prima dell’immissione nella condotta sottomarina per lo scarico in mare, al fine di verificarne il rispetto dei limiti tabellari contenuti dal citato D.Lgs. 152/2006.

I militari intervenuti hanno, inoltre, accertato che i rifiuti prodotti dal processo depurativo in particolare dalla grigliatua dei reflui provenienti dalla pubblica fognatura, erano depositati e custoditi in violazione delle prescrizioni contenute nella normativa ambientale che disciplina il deposito temporaneo di rifiuti. Gli operatori della guardia costiera hanno, pertanto, proceduto al sequestro dei citati rifiuti stoccati all’interno del depuratore provvedendo altresì a redigere apposita informativa alla competente Autorità giudiziaria.

Lipari. La SRR rispetta tutti gli adempimenti di legge

Riceviamo da Angelo Sidoti e pubblichiamo:
Sarebbe interessante conoscere gli atti promossi dal consiglio di amministrazione della SRR e se tutti gli adempimenti previsti dalla legge regionale n.9/2010 sono stati rispettati.
Faccio solo alcuni esempi:
Art.9 dello statuto sociale: “la dotazione organica della SRR è adottata dal Consiglio di Amministrazione della stessa società e approvata con decreto dell’Assessore Regionale per l’energia e i servizi di pubblica utilità, con le modalità di cui all’articolo 4, quarto comma, della L.R. 29 dicembre 1962, n. 28 e successive modifiche ed integrazioni”.
Domando: si può avere evidenza dell’organizzazione e della dotazione organica della SRR, con indicazioni di ruoli e funzioni ed estremi del Decreto Assessoriale?
Art.22 funzioni del Presidente: “Può rilasciare anche a terzi procure speciali per atti e categorie di atti di ordinaria amministrazione predeterminati con deliberazione del Consiglio di Amministrazione”.
Domando: il Presidente (ovvero il Sindaco di Lipari) ha rilasciato procure a dipendenti della SRR e sono conformi a quanto dettato dallo statuto? Non rilevo nello statuto alcun articolo che regola la eventuale nomina di un Direttore Generale esempio: ruolo, funzioni e responsabilità?
Art.23 Organo di Monocratico di controllo: “All’organo di controllo di applicano le disposizioni sul collegio sindacale previste per le società per azioni, compresa la revisione legale del conti ai sensi dell’art.2477 c.c.”
Domando: L’assemblea della SRR ha provveduto alla nomina ed alla determinazione del relativo compenso? Dal camerale ad oggi non risulta alcuna nomina eppure è passato un anno dalla costituzione della società?
Art.26 Norme della Trasparenza
Domando: La norma statutaria viene applicata/rispettata?
Sul tema trasparenza la legge regionale n.9/2010 all’art.6 comma 8 prevede “gli atti adottati dalla SRR sono pubblicati per intero sul sito web della stessa”.
Domando: ma il sito WEB della SRR delle ISOLE EOLIE è stato realizzato?

” Accendi l’Azzurro”. Il grazie di Telefono azzurro ai Cantori Popolari delle Isole Eolie

Siamo lieti riportare di seguito una nota inviataci da Telefono Azzurro circa il grande successo ottenuto nel 2013 con l’iniziativa “Accendi l’Azzurro”.
Come “Cantori Popolari delle Isole Eolie” esprimiamo viva soddisfazione e contestualmente diciamo Grazie a tutti Voi Eoliani che con estrema sensibilità avete risposto all’iniziativa di cui sopra certi, che anche per il 2014 non farete mancare il Vostro puntuale sostegno.
I Cantori Popolari delle Isole Eolie

Carissimi Volontari dell’Associazione “Cantori Popolari delle Isole eolie”,
prima di tutto un sentito e sincero grazie di cuore per aver partecipato ad Accendi l’Azzurro 2013.
E’ infatti grazie anche al vostro impegno e al tempo che avete dedicato alla nostra Associazione, che l’iniziativa è stata determinante per Telefono Azzurro al fine di sostenere le attività di ascolto ed intervento: per questo, a nome di tutti, voglio ringraziarvi ed esprimervi la mia più sincera gratitudine.
Per ogni candela distribuita da voi e da tutti i volontari coinvolti, Telefono Azzurro è riuscito a dare una nuova luce di speranza a tutti quei bambini e adolescenti vittime di bullismo e cyberbullismo.
Grazie quindi alla vostra grande adesione e partecipazione attiva, l’Associazione ha potuto ampliare e potenziare i propri canali di ascolto e di aiuto rivolto ai ragazzi (dalle linee alla chat, dai social al web) ed è intervenuta in centinaia di scuole per operare direttamente con i bambini e adolescenti, ma anche formare ed informare insegnanti e genitori.
Una intensa attività di prevenzione, di ascolto ed intervento possibile solo grazie all’aiuto di tutti voi generosi volontari!
Grazie alla vostra presenza nelle piazze di Lipari, Telefono Azzurro con i suoi servizi e progetti ha avuto grande visibilità tra la gente, facendo riflettere ed approfondire il delicatissimo quanto rilevante problema del bullismo che coinvolge purtroppo 1 bambino su 3 qui nel nostro Paese!
Con la vostra disponibilità hai quindi contribuito a rendere le persone più consapevoli delle problematiche per cui insieme combattiamo da oltre 27 anni, ma avete anche reso partecipi più persone ad un impegno sociale necessario per essere più efficaci in aiuto ai bambini di oggi.
La vera forza di Telefono Azzurro, ovviamente, è data da voi volontari, per questo contiamo sulla vostra presenza anche per la prossima edizione di Accendi l’Azzurro 2014 che vedrà un netto cambiamento: un nuovo simbolo (la casetta di Telefono Azzurroper essere sempre più vicini ai bambini e per sottolineare la necessità di maggior protezione ed attenzione verso le esigenze e problemi dei più piccoli.  
Dedicandoci quindi un po’ del vostro tempo e del vostro entusiasmo siamo sicuri di poter ottenere grandi ed importanti successi, necessari per l’ulteriore e necessario ampliamento dei nostri servizi a sostegno dei bambini e adolescenti. E a ringraziare saranno soprattutto loro che potranno sempre più facilmente trovare risposte concrete di ascolto e di aiuto anche tramite piattaforme e canali diversi per un Telefono Azzurro sempre più a portata di mano!
Un profondo GRAZIE da parte quindi di tutti i bambini e gli adolescenti in più che riusciremo ancora ad aiutare.
E un GRAZIE anche da parte del Consiglio Direttivo e dello staff perché siamo convinti che, tutti insieme, potremo davvero diventare un vero e proprio movimento per i diritti dell’Infanzia.
Con profonda stima,
Prof. Ernesto Caffo (Presidente di SOS il Telefono Azzurro Onlus)

Passaggio di consegne al Circomare Lipari. Intervista al neo-comandante Margadonna: "Per me è un privilegio essere qui"

In occasione del passaggio di consegne avvenuto stamani al Circomare Lipari abbiamo intervistato anche il neo-comandante Paolo Margadonna che, tra l'altro ci ha dichiarato: "E' un privilegio essere qui". 
Nel video l'intervista integrale:

"Tre anni importanti, intensi ed entusiasmanti e a Lipari lascio un pezzo di cuore". Intervista al comandante uscente del Circomare Lipari, Cosimo Bonaccorso

"Sono stati tre anni importanti , intensi ed entusiasmanti, con qualche problema che abbiamo cercato di risolvere,   e a Lipari lascio un pezzo di cuore".
E' uno stralcio dell'intervista che abbiamo realizzato stamani al comandante uscente del Circomare Lipari, capitano di corvetta,Cosimo Bonaccorso e che vi proponiamo integralmente in questo video :

Circomare Lipari. Passaggio di consegne tra i comandanti Bonaccorso e Margadonna.


Passaggio di consegne stamani al Circomare Lipari tra il capitano di corvetta Cosimo Bonaccorso, che negli ultimi tre anni ha guidato il circondario marittimo eoliano, e il tenente di vascello Paolo Margadonna, proveniente dalla Capitaneria di Porto di Trieste.

Il comandante Bonaccorso, che raggiungerà la Direzione marittima di Catania, è apparso visibilmente emozionato e, nel suo intervento di commiato, non ha lesinato parole d'elogio nei confronti di tutti gli addetti al settore marittimo, che a vario titolo lo hanno supportato in questo periodo, la cittadinanza e le altre forze dell'ordine. 
Un grazie particolare lo ha voluto rivolgere ai suoi uomini, al suo equipaggio-così come lo ha definito. "Siete stati-ha detto- una parte della mia famiglia. Grazie a voi quello che oggi lascia Lipari e le  Eolie è un altro uomo, un altro ufficiale, rispetto a quello che è arrivato qui tre anni fa"
Il neo-comandante Margadonna, nel suo discorso d'insediamento, ha detto chiaramente di voler continuare sulla strada tracciata dal suo predecessore e si è detto orgoglioso di essere stato destinato al comando del Circomare Lipari "una struttura che abbraccia ben sette isole e con un patrimonio marittimo-naturalistico che ha pochi eguali"
Ma quella odierna è stata per il Circomare Lipari una giornata intensa, carica di emozione e commozione non solo per il cambio di guardia al vertice.


Insieme al comandante Bonaccorso lasciano Lipari e le Eolie: capo Marco Miuccio, che prenderà il comando della Delegazione di spiaggia a Salina, il comandante di Delemare Salina, Antonio Brancato, destinato alla Capitaneria di porto di Milazzo, il secondo capo Francesco Natoli, anch'egli destinato a Milazzo, il sergente Antonio Mollica, destinato a Capo D'Orlando, il sottocapo Paolo Nigrelli che raggiungerà Santo Stefano di Camastra.

Alla cerimonia del passaggio di consegne erano presenti le autorità civili, militari e religiose dell'arcipelago, oltre ad un consistente numero di addetti ai lavori del settore marittimo.
Nelle foto: 
1) Margdonna e Bonaccorso
2) Bonaccorso
3) Miuccio, Mollica, Nigrelli, Natoli e Brancato
4) Miuccio, Mollica, Nigrelli, Margadonna, Bonaccorso, Natoli e Brancato

Forza Lucia..è una "battaglia" da vincere

Non è nello stile, nè nella consuetudine, di questo giornale on line, occuparsi di fatti che interessino la  sfera personale e quindi la privacy di ognuno, a meno che non si tratti di fatti di cronaca.
Stamani, nello scrivere queste righe, facciamo una eccezione alla nostra linea editoriale.
Una eccezione dettata dal fatto che in tanti, telefonicamente, via  mail o sulla posta privata di fb, hanno  chiesto di sapere notizie della carissima Lucia D'Albora, nostra amica e direttrice della  filiale del Banco Popolare a  Lipari.
Lucia, ieri, come si sa, è stata colpita da un aneurisma cerebrale e, nel momento in cui il malessere si è manifestato in tutta la sua brutalità, anche da un arresto cardiaco.
Dopo le  vicissitudini, legate al reperimento di un posto in una struttura ospedaliera fuori dall'isola, è stata trasferita al Policlinico di Messina dove è stata sottoposta ad  un delicatissimo intervento chirurgico.
Lucia, al momento - così come abbiamo appreso dal fratello Augusto che, abbiamo raggiunto telefonicamente - è in coma farmacologico al Papardo (dove è stata trasferita dopo l'intervento, come è normale che sia in questi casi. Solo il tempo dirà se ci sono stati danni e di che proporzioni.
Lucia, oltre ad essere una persona squisita, disponibile, a modo, è anche dotata di una forte tempra e siamo sicuri riuscirà a vincere anche questa  battaglia.
Agli amici, a coloro che la  conoscono e l'apprezzano, sia  nella vita di ogni giorno che in quella professionale, chiediamo di stringersi attorno a lei con la preghiera. 
Lucia...Lipari, i tuoi amici, chi ti vuole bene e ti rispetta... ti attende !

Tra Lipari e Vulcano l'INGV effettuerà verifiche delle variazioni del livello marino e delle deformazioni del suolo.

L'INGV (ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA) di Roma effettuerà dei lavori di rilievo batimetrico e sismico nello specchio acqueo antistante le isole di Lipari e Vulcano, ai fini di verificare le variazioni del livello marino e delle deformazioni del suolo.
Tali lavori saranno effettuati tra il 15 Settembre e il 15 Ottobre mediante l’utilizzo dell’unità navale d’appoggio denominata “Big One” di propria proprietà. Per tale attività saranno impiegati strumenti con tecnologia multibeam (per rilievi batimetrici) e laser a scansione (per rilievi topografici), lavori di rilievo batimetrico e sismico. Con ordinanza n° 73/2014 l'attuale comandante del porto di Lipari, t.v. Cosimo Bonaccorso ha disposto, tra l'altro, che nel predetto periodo e negli specchi acquei interessati, durante lo svolgimento dei lavori, per un raggio di 150 metri dal mezzo nautico denominato “BIG ONE”, è vietato: 

· Navigare, ancorare o sostare con qualunque unità sia da diporto che ad uso professionale;
· praticare la balneazione e/o comunque accedervi;

· effettuare attività di immersione con qualunque tecnica;

· svolgere attività di pesca di qualunque natura.

Anche quest'anno "Eolie in classico" a gonfie vele

Solo gli inquieti sanno
com’è difficile sopravvivere alla tempesta
e non poter vivere senza.
Emily Brontë

Cominciato con una riflessione sul personaggio di Ulisse, sul viaggio fuori e dentro di sé, cui ciascun essere è chiamato a compiere, domenica 7 settembre si è concluso il Festival Eolie in Classico IX Edizione, con una applauditissima rappresentazione dellintermezzo buffo di Pergolesi La Serva Padrona, alla quale ha preso parte da partecipe e divertito spettatore, anche il professore Vittorio Sgarbi.
Non è solo per caso che il Festival questanno ha seguito una tematica che è stata riproposta “… in crescendo, sera dopo sera, per quasi due settimane: lamore per la vita che conduce luomo ad affrontare qualsiasi ostacolo, che per gli isolani diventa sistematico quotidiano, pur di raggiungere benessere, saggezza e conoscenza.
Il viaggio di Ulisse, è stato salutato alla partenza, il 27 agosto, dalle note della chitarra classica di un giovane liparese, Pietro Lo Cascio, e dal dolce e incantevole suono di due archi, nello scenario incomparabile della Piazzetta di San Bartolomeo extramoenia, dove nel 2006, per una felice intuizione della giovane Presidente della ProLoco Isole Eolie, vede la luce e muove i primi passi Eolie in Classico.
Concepito e nato solo per il desiderio di creare, sulla scia della movida estiva eoliana, una proposta alternativa che potesse intrattenere una fascia di utenza amante della musica e dellarte, la manifestazione lascia ben presto la navigazione costiera e si avventura in mare aperto, scoprendo, anno dopo anno, nuovi orizzonti, e al contempo affrontando sfide più audaci fino al salto di qualità, grazie allincontro con un professionista, il maestro Carlo Palleschi, che si innamora dellidea e delle Eolie e da quel momento assume la direzione artistica dellevento.
Palleschi fa salire a bordo della navicella, un equipaggio ben addestrato, fatto di professori ed allievi del Conservatorio Morlacchi di Perugia, dove egli insegna, e dei Teatri Cilea (RC) e Vittorio Emanuele (Me), nei quali ha prestato la sua opera in qualità di direttore dorchestra e di coro.
Eolie In Classico si gemella con il Festival di Spoleto  cerca di ottenere il riconoscimento di " Festival dal Ministero delle Attività Culturali, in quanto corrispondente a quelle che sono le direttive e le raccomandazioni europee e gli obiettivi fissati dalle norme nazionali.
Nonostante questo, il momento di crisi che la cultura in generale, attraversa nel nostro Paese, non consente lattribuzione di alcun contributo pubblico (eccezione fatta per un minimo di partecipazione comunale), e tutto si gioca sulla buona volontà degli addetti ai lavori e al buon cuore degli operatori turistico commerciali dellarcipelago.
Eolie in Classico è itinerante per sua natura e, dopo essere approdato nelle scorse edizioni a  Vulcano e Salina, questanno sfida la modaiola e trasgressiva Panarea, riuscendo ad accendere linteresse degli ospiti, anche giovani, che fin dalla prima sera ci hanno seguito in un crescendo di interesse e partecipazione, con enorme soddisfazione soprattutto degli amici albergatori e ristoratori che hanno offerto ospitalità e che aspettano di ritrovarsi con il Festival negli anni a venire.
A coloro che sostengono il progetto e agli artisti che prestano la loro professionalità, rinunciando a qualsiasi compenso, dal Direttore Carlo Palleschi a Pietro Lo Cascio, passando per il grandissimo pianista, direttore e soprattutto amico Gianrosario Presutti, a Carmelo Corrado Caruso, Angelo Villari, Claudia Munda e Giusi Lorizio, protagonisti del Gran Galà Lirico, che ha segnato una tappa fondamentale della manifestazione; dagli archi di Rosaria Mastrosimone, Graziano Spinnato, Pasquale Faucitano, Paola Russo, Giovanni Caridi, Sergio Tommasini alla rivelazione Alessandro Praticò, che a soli diciassette anni ha incantato con il suo pianoforte, riuscendo a emozionare e facendo rivivere con coraggio e professionalità anche uno strumento di fine 800, e che solo per lincommensurabile amore per la musica e per il canto, ha portato a salire la passerella della barca, va il plauso più sincero e riconoscente da parte dei responsabili del Festival e di tutta quella parte di comunità eoliana che ancora ci crede.
A loro uniamo Agostino e Melina Zumbo, attore e costumista, che sono riusciti a coinvolgere il Piccolo Teatro di Catania Nel ricordare che siamo isole, ricche ancora di valori, dotate di straordinarie bellezze naturali, storiche e cult
urali, ma fin troppo spesso ostaggio degli umori, dei personalismi, della precarietà in cui versano alcuni settori primari (i trasporti in primis), dellincomprensione per lo stato particolare in cui ci si trova ad operare, che cede troppo spesso il passo ad inutili e dannose controversie burocratiche, senza tenere conto della qualità dellofferta,
i responsabili della Associazione Pro Loco Isole Eolie Lipari, continuano ad essere presenti nel territorio e per il territorio, con la loro navicella e il loro equipaggio, pur tra scogli e secche che attentano alla navigazione, pur tra improvvisi quanto violenti temporali, ai quali si alternano dolci e sinuosi richiami delle sirene di turno, e già si pensa a come festeggiare le Nozze di Carta con Eolie in Classico.

Il viaggio prosegue e Ulisse è sempre il comandante della nave.

Dopo Vulcano "brucia" Lipari. Incendi nella notte a Quattropani e San Calogero (foto Cristiana Salanitro)


Dopo Vulcano, nella notte è tornata a bruciare Lipari. Due incendi si sono sviluppati a Quattropani, in località Chiesa Vecchia, e a San Calogero. 


Il primo incendio, domato dopo circa tre ore, ha distrutto un paio di ettari tra vegetazione e sterpaglie. L'incendio di San Calogero, alquanto esteso (come è visibile dallle foto di Cristiana Salanitro), ha messo a dura prova tutti coloro che sono intervenuti. La zona, infatti, è alquanto impervia. 
Dalle prime luci del mattino, a dare man forte alle squadre a terra, sta operando un Canadair dei vigili del fuoco.




giovedì 11 settembre 2014

Canadair ancora in azione a Vulcano Gelso

Grazie alla complicità del vento, che ha alimentato piccoli focolai, si è riproposto l'incendio che, già nella notte scorsa, ha interessato Vulcano Gelso. 
Dopo i due canadair, che avevano già operato in mattinata, sono dovuti intervenire altri due velivoli che hanno effettuato un numero notevole di lanci d'acqua salmastra. Le fiamme sono state domate intorno alle 18.


Al via ieri la due giorni di formazione rivolta ai docenti organizzata dall’Associazione PAIDEIA di Lipari

Ha preso il via ieri, la due giorni di FORMAZIONE rivolta ai DOCENTI organizzata dall’Associazione PAIDEIA di Lipari, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Lipari – S. Lucia e con il patrocinio dell’Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani (APEI).
Il Seminario dal titolo: “Dall’ottica dei disturbi all’ottica dei bisogni” tenuto dal dott. Samuele Amendola(Educatore), vedrà i Docenti dell’Istituto Comprensivo Lipari impegnati per due intense mattinate di formazione, riflessione e informazione. Tema centrale del Seminario come riportare al centro la Pedagogia nella Scuola e come passare da un’ottica che vede il bambino etichettato come portatore di disturbi ad un’ottica prettamente educativa che invece guarda principalmente ai bisogni individuali o, meglio ancora, che dia la giusta attenzione ai DIRITTI EDUCATIVI di tutti e di ciascuno. Anche gli insegnanti, dunque, si formano, studiano e ripensano in maniera sempre critica e vitale il proprio ruolo all’interno di una scuola che è in continuo mutamento. Una scuola che sappia sempre mettere al centro il bambino con tutte le sue energie e potenzialità, una scuola a misura di bambino da realizzare attraverso un cambiamento radicale e profondo della didattica in senso “inclusivo”.Una scuola di tutti che valorizzi le diversità ma che non “dispensi” e non rinunci alla sua prerogativa: EDUCARE… ricordandosi, come diceva Albert Einstein, che “imparare è un’esperienza, tutto il resto è solo informazione”. Una scuola che non lasci indietro nessuno e dove non si “boccia”, perché come suggeriva un docente durante i lavori del seminario: “una scuola che boccia, boccia se stessa! Per realizzare ciò è necessario che gli insegnanti si riapproprino delle responsabilità pedagogiche che negli ultimi anni sono state loro sottratte, che non possono e non devono essere delegate ad altri enti e/o servizi, perché per dirla con le parole di Maria Montessori: “Il bambino ha diritto alla scienza che gli è propria, la Pedagogia”. Sull’esempio di don Lorenzo Milani è necessario, oggi più che mai, ripensare il ruolo del docente e della scuola in un ottica moderna ma guidata da valori solidi: al centro la pedagogia ed il bambino, una pedagogia che sappia … “perdere tempo” ... “Pedagogia della Lumaca”…come affermava Zavalloni, che metta in primo piano l'osservazione e la sperimentazione, per dimostrare che l'inclusione si può realizzare nei fatti e che ... cambiare la scuola è possibile! Un ringraziamento particolare al Dirigente Scolastico Prof. Renato Candia, ai docenti che hanno partecipato numerosi e con entusiasmo. A tutti, l’augurio di un buon inizio d’Anno Scolastico.

Giuseppe Fonti (Matrix) "prende il largo" con la MSC Sinfonia. Sarà lo special guest dj della Nave dei giovani....per una musica senza confini

Dopo la magica estate trascorsa a far ballare le sue amate Eolie e migliaia di residenti e vacanzieri, per Giuseppe Fonti (Matrix) è arrivato il momento di salutare Lipari per il "Sealight in tour". Sbarco a Napoli il 13 settembre, dove il dj liparoto colorerà il sabato notte del "Movo Beach", per poi salpare da Genova con la "MSC Sinfonia". 

È Giuseppe Fonti, infatti, lo special guest Dj della "Nave dei Giovani"! Il luminoso e illuminato progetto della MSC crociere, che coinvolge ed entusiasma migliaia di ragazzi, è diventato un vero e proprio fenomeno dell'estate: pool party, feste a tema e notti indimentabili per una vera e propria movida sul Mediterraneo. 
E sarà Giuseppe Fonti il "comandante" della "Sinfonia" che, sulle onde della musica, farà rotta il 16 settembre a Cannes per poi sbarcare il 17 ad Ibiza, capitale indiscussa della nightlife. 
Per ulteriori informazioni, e per consultare ed essere aggiornati su tutte le date del tour del dj liparota, andate sulla pagina facebook ufficiale di Giuseppe Fonti www.facebook.com/giuseppefontiofficial

Cima nell'elica del monocarena dell'Ustica Lines. Si viaggia a velocità ridotta

Sta procedendo ad  un quarto della  velocità il monocarena "Diego Morace" della Ustica Lines partito da Milazzo alle 15. 
Per un problema all'elica ( il comando di bordo ha comunicato questo ai passeggeri, scusandosi per l'inconveniente)  il mezzo diretto a Lipari, all'altezza di Vulcano ha dovuto frenare la sua corsa.
Sul monocarena, pieno sino al limite della capienza, ci sono fortissime vibrazioni sul lato di dritta.
Per fortuna, anche se al minimo, è in funzione l'aria condizionata. La vicinanza a Lipari dovrebbe permettere di non accumulare un eccessivo ritardo

Si conclude stasera "Spartiti per le Eolie"

Scende stasera, nella chiesa dell'Addolorata a Lipari, il sipario sulla manifestazione "Spartiti per le Eolie". 
Alle ore 20 e 30  serata "Schubertiade" con Gérad-Marie Fallour e Salvatore Gitto in opere per pianoforte e Giuseppe Russo Rossi alla viola

Paura nella notte a Vulcano Gelso per un poderoso incendio


Piromani all'attacco la notte scorsa a Vulcano Gelso. Hanno appiccato le fiamme in punti diversi creando una situazione di estremo pericolo per gli abitanti in alcune case della zona e per un noto ristorante. 
Per domare le fiamme sono intervenuti la squadra antincendio della Forestale, i carabinieri e dei volonntari. 
Le fiamme hanno avvolto anche cavi elettrici e tubature dell'acqua.
In mattinata è intervenuto un Canadair

Ticket di sbarco nel comune di Lipari. Incassi da record a maggio e giugno

A maggio e giugno con il ticket di sbarco il comune di Lipari ha messo in cassa circa 243 mila euro. Praticamente quasi il doppio incassato nello stesso periodo dello scorso. Con gli incassi di luglio-agosto e settembre si paventa il raggiungimento di almeno 750 mila euro. Se saranno rispettate le previsioni si va verso un vero e proprio record.

Calcio a 5. Orto difenderà i pali del Salina. Mirko Pellegrino allenerà la Ludica. Nell'organico torna il bomber Tripi. Acquistato il giovane D.Ziino

Il portiere Salvatore Orto, che nella scorsa stagione ha difeso i pali dell'Eoliana Lipari, è stato ceduto in prestito per un anno, dalla Ludica Lipari di calcio a 5 che ne detiene il cartellino, alla formazione di calcio a 5 del Salina. 
L'accordo è stato raggiunto ieri sera tra il presidente della Ludica, Carmelo Sparacino e il presidente del Salina Santino Ruggera.
In casa della  formazione maschile della Ludica Lipari si deve invece registrare un cambio alla guida della formazione. 
Allenatore per questa stagione sarà Mirko Pellegrino subentra a Domenico Rosi che resta nell'organico
Da segnalare anche l ritorno del bomber Peppe Tripi e l'acquisto del giovane Daniele Ziino (Rush) 
Nel campionato di C2 2014/15 la Ludica Lipari esordirà il 20 settembre  in casa con il Montalbano. Il Salina sul campo del Santo Messina

mercoledì 10 settembre 2014

"Mancata approvazione delle tariffe della TARI nei termini previsti sarà una catastrofe economico-finanziaria". Il dirigente Subba scrive alla giunta e ai consiglieri comunali di Lipari. In ballo 2 milioni e mezzo di euro

Prego tutti voi di scusarmi se avrete la sensazione che chi vi scrive è una persona che non è serena ma Vi assicuro che la Vostra impressione corrisponde ad un reale stato delle cose perchè per questa vicenda il sottoscritto ha, assolutamente e completamente, perso la serenità.
Da mesi e mesi scrivo per evidenziare quanto riporterò di seguito, ribadendo il contenuto delle precedenti comunicazioni, e credo di essere assolutamente a posto in termini di responsabilità personale o di responsabilità della struttura che dirigo, ma quello che mi preme oggi non è evitare le responsabilità ma evitare le conseguenze che l'ente potrà subire da mancate determinazioni degli organi competenti.
Ci sono in ballo circa 2 milioni e mezzo di euro e questo Comune non può permettersi tali problematiche/criticità finanziarie.
Una eventuale mancata approvazione delle tariffe della TARI nei termini previsti dalle norme sarà una autentica CATASTROFE ECONOMICO-FINANZIARIA, senza contare le responsabilità per i mancati introiti da parte dell'ente.
DI SEGUITO RIPORTO QUANTO EVIDENZIATO CON LE MIE PRECEDENTI MISSIVE CHE CONFERMO INTEGRALMENTE:
Nel richiamare integralmente il contenuto delle mie precedenti comunicazioni sulla questione devo ricordare, ancora una volta, che il termine in atto fissato per la determinazione delle tariffe della TARI è il 30/09/2014 e, considerati i tempi delle procedure ovvero:
- approvazione del piano finanziario da parte del Consiglio Comunale;
- conferimento incarico per lo studio dei coefficienti da applicare alla TARI;
- attività della ditta incaricata per lo studio dei coefficienti da applicare e resa degli elaborati necessari per l'approvazione della TARI;
- predisposizione proposta da sottoporre all'approvazione del Consiglio Comunale dell'ente per l'approvazione della TARI;
- acquisizione parere dell'organo monocratico di revisione contabile;
- trasmissione della proposta all'Ufficio Consiglio Comunale;
- approvazione della proposta da parte del Consiglio Comunale;
per il 30/09/a mio avviso, non arriveremo più.
Devo ricordare, ancora una volta, che nell'anno in corso non siamo in presenza di un tributo consolidato, per il quale se non si approvano le nuove tariffe valgono quelle dell'anno precedente, qui siamo in presenza di un nuovo tributo e quindi se non si approvano le relative tariffe entro il termine quali saranno le conseguenze...? Chi si intesterà il potenziale danno che deriverà dalla eventuale mancata approvazione e relativa applicazione delle tariffe...?? Ci sarà un provvedimento legislativo che salverà gli inadempienti o gli inadempienti saranno messi di fronte alle proprie responsabilità...???
Devo ribadire, ancora una volta che diventa facile per il sottoscritto declinare ogni responsabilità, cosa che comunque faccio con la presente, visto che sono uno dei pochi che scrive sollecitando gli adempimenti, ma la mia intenzione non è solo mettermi al riparo da responsabilità (circostanza alla quale ovviamente tengo molto) ma anche ottenere la soluzione del problema e, nella speranza che le mie sollecitazioni/evidenziazioni/richieste possano essere d'aiuto per la soluzione della problematica rimango a disposizione per ogni chiarimento e/o ogni forma di supporto ritenuta necessaria.

* * * * * * * * * * * * * * * * *
Il comma 683 dell'art. 1 della Legge 147/2013 testualmente recita: "Il Consiglio Comunale deve approvare, entro il termine fissato da norme statali per l'approvazione del bilancio di previsione, le tariffe della TARI in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, redatto dal soggetto che svolge il servizio stesso ed approvato dal consiglio comunale o da altra autorità competente a noma delle leggi vigenti in materia........".
Oggi vi prego di considerarmi a disposizione per ogni forma di supporto ritenuta necessaria e vi prego, inoltre, con forza, di CORRERE.... CORRERE..... per far si che l'ente possa tentare di avere le tariffe TARI approvate nei tempi e modi previsti dalle norme in vigore.
Visto che ogni volta che scrivo per PEC ai consiglieri comunali ho una miriade di segnalazioni di errori, credo perchè le caselle di posta elettronica sono piene o per problematiche varie, invio la presente per protocollo ordinario e invierò il file a chi in genere insiste per avere la corrispondenza anche per posta elettronica.
Dott. Francesco Subba (Dirigente Comune di Lipari)

Stromboli. Si è costituito il circolo territoriale del PD. Nel comitato promotore consiglieri circoscrizionali e comunali

COMUNICATO
Si è costituito nell’isola di Stromboli un circolo territoriale del Partito Democratico (PD).
Fanno già parte di tale Comitato Promotore, diversi esponenti  rappresentativi del Comune di Lipari (consiglieri circoscrizionali e comunali).
L’ intento perseguito è di entrare a far parte di un organismo più ampio ed organizzato, che sia di supporto per l’ Amministrazione Comunale.
Di qui, l’esigenza di una “struttura”, emanazione diretta di un partito nazionale, più attenta ad affrontare concretamente tutte le irrisolte problematiche del nostro territorio, con l’ auspicio di poter riportare la politica verso la comunità e di poter agire con il suo contributo partecipativo
Comitato Promotore Stromboli

Eoliani che non ci sono più. Video fotografico (II parte)

Vi proponiamo un nuovo video, montato oggi e della durata di circa 8 minuti, con le foto di eoliani che non ci sono più. Ringraziamo coloro che ci hanno inviato le foto dei loro cari che abbiamo aggiunto ad altre in nostro possesso

Nell'ambito di "Spartiti per le Eolie" stasera si esibiscono Gérad-Marie Fallour e Salvatore Gitto

Stasera nell'ambito della manifestazione "Spartiti per le Eolie" nella chiesa dell'Addolorata a Lipari (alle ore 20 e 30) si esibiranno : Gérad-Marie Fallour e Salvatore Gitto in opere per pianoforte a 4 mani di Franz Schubert e in Ma mère l'Oye e Rhapsodie espagnole di Maurice RAVEL
Domani serata "Schubertiade" con Gérad-Marie Fallour e Salvatore Gitto in opere per pianoforte e Giuseppe Russo Rossi alla viola....

La Sicilia simbolo della disfatta turistica

Luca Chiofalo ci segnala questo articolo di Gian Antonio Stella
La Sicilia simbolo della disfatta turistica
Nessuna protesta significativa per i voli tagliati nell’isola
E la Sicilia? «’tu culu la Sicilia!», risponderebbe Antonio Albanese nei panni del leggendario Cetto Laqualunque, la cui volgarità, come dire, è ancella della sintesi. Spiega infatti Tony Zermo su La Sicilia di Catania che, grazie alla nuova strategia Alitalia-Etihad, dal prossimo 1° ottobre AirOne ha deciso non solo di chiudere la propria sede di Catania ma anche di cancellare i «voli diretti per Monaco, Mosca, Berlino, Amsterdam, Parigi, San Pietroburgo, Dusseldorf, Praga. È rimasta Londra, assorbita da Alitalia, ma con una sola cadenza, quella del sabato. Per i nazionali sono stati cancellati Bologna, Torino, Venezia, Verona. C’è ancora il Pisa assorbito da Alitalia. Restano Roma e Milano operati da Alitalia. Lo stesso discorso in parallelo vale per l’aeroporto palermitano di Punta Raisi». Il tutto, accusa il quotidiano, senza particolare proteste tranne quella dell’assessore regionale al Turismo Michela Stancheris, «che quantomeno ha scritto a Matteo Renzi». Per il resto, al contrario di quanto avvenuto a Torino (dove contro i tagli ai voli si sono levate le voci di Sergio Chiamparino e Pietro Fassino), il silenzio: «Il governatore Crocetta è alle prese con gli avversari interni del Pd, il sindaco di Catania Enzo Bianco è a Istanbul assieme al cantautore Franco Battiato, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando agisce per i fatti suoi». Insomma: nonostante l’isola non abbia treni veloci né autostrade all’altezza del terzo millennio, insiste il giornale, «sembra che il problema non li tocchi».
Spiegano gli esperti che come ogni vuoto anche questo da qualcuno sarà riempito. E che ad esempio sono già aumentati i voli su Istanbul e sono in arrivo quelli della Finnair su Helsinki. Speriamo. La scelta della nuova compagnia italo-araba che ha assorbito la nostra storica compagnia di bandiera, però, conferma una volta di più una cosa. E cioè che il degrado progressivo dei trasporti e dei collegamenti nord-sud sono la dimostrazione plastica di come la questione meridionale esista ancora e non interessi granché a chi governa, decide, fa accordi. Sono anni, infatti, che tutti si riempiono la bocca sulla necessità che il Sud investa massicciamente sul turismo. Il quale sta vivendo il più spettacolare boom mondiale di tutti i tempi senza che il Meridione riesca a intercettare qualche viaggiatore in più. Anni di proclami, promesse, bla bla… Basti ricordare che con 17 siti Unesco e tre quarti delle coste italiane, il Mezzogiorno fatica ad arrivare a un ottavo dei ricavi dal turismo straniero e tutto insieme raccoglie, secondo il Touring Club, molto meno degli arrivi e delle presenze del solo Veneto.
La Sicilia è il simbolo di questa disfatta turistica: con sei siti Unesco che rappresentano quasi un ottavo del patrimonio nazionale, raccoglie un trentunesimo dei soldi del turismo straniero. Domanda: che sia anche perché appare lontanissima a chi cerca di arrivarci in macchina (sulla Salerno-Reggio!), in treno (ve le raccomando, certe littorine…) o in aereo? In un mese tipo (luglio) di due anni fa, dice Boston Consulting, i voli charter sulle Baleari furono 14 volte superiori a quelli su Palermo, Catania, Trapani o Comiso. C’è da stupirsi se poi l’arcipelago spagnolo ha 11 volte più turisti e un reddito pro capite molto più alto?

"Sbarchi incontrollati" dalle imbarcazioni per mini-crociere. Scendono in campo Pro Stromboli e Legambiente Stromboli

Una lettera avente per oggetto  "Controllo degli sbarchi sull’Isola di Stromboli" è stata  inviata ai soggetti preposti dall'Associazione Pro Stromboli e Legambiente Stromboli 


Con la presente, le sottoscritte Associazioni intendono segnalare alle SSLL la situazione di seguito descritta, e porre in merito alcuni quesiti, chiedendo una risposta scritta e, possibilmente, pubblica alle Istituzioni preposte al controllo e al governo della sicurezza, dell’igiene, dell’ordine pubblico e del decoro dell’Isola di Stromboli. Le nostre Associazioni terranno al corrente gli organi di informazione delle risposte a questa segnalazione.
  Nell’estate del 2014 l’Isola di Stromboli (in particolare l’area del molo di Scari, della via Roma fino alla piazza san Vincenzo, e la prima parte di via Di Mattina) è stata meta, più degli altri anni, di sbarchi di turisti delle mini-crociere, condotti sull’isola per una o due ore, durante le quali affollano gli spazi antistanti l’area di sbarco perché il poco tempo a disposizione rende impossibili delle visite più ampie. Per dare un’idea delle dimensioni del fenomeno, per esempio, nello spazio di un’ora e mezza nel pomeriggio del 28 agosto i nostri volontari hanno contato e annotato i nomi di ben 27 imbarcazioni, provenienti dalla Calabria (Vibo, Reggio Calabria, Lamezia e Tropea) dalle Isole Eolie (Salina e Lipari), dalla Sicilia (Milazzo, Capo D’Orlando), che hanno scaricato migliaia e migliaia di passeggeri, la cui presenza sul molo ha reso difficile, tra l’altro, il soccorso a un turista infortunatosi su una imbarcazione privata, che doveva essere prelevato per essere trasportato in ospedale in elicottero. Nella zona del molo infatti ricade anche la pista di atterraggio per gli elicotteri delle emergenze sanitarie.
  Non è la prima volta che le sottoscritte Associazioni segnalano i problemi di sicurezza connessi alla presenza simultanea di molte (forse più di una diecina) di migliaia di persone, su un vulcano attivo strettamente monitorato dall’INGV e dalla Protezione Civile e soggetto a piani di evacuazione; i problemi di sicurezza e di intralcio per l’attracco al molo dei mezzi marittimi pubblici e dei mezzi di soccorso; la situazione emergenziale creata dall’abbandono dei rifiuti su un litorale e in strade sprovviste di recipienti di raccolta; l’assenza di servizi igienici (con la paradossale conseguenza del mancato versamento della tassa di sbarco al Comune con questa motivazione); gli intralci alla circolazione privata, dei taxi, dei mezzi di soccorso.
  Ci sembra che la situazione creatasi quest’anno moltiplichi i rischi e i pericoli, e quindi le gravi responsabilità per le istituzioni preposte al controllo e al governo della sicurezza dei cittadini (turisti, viaggiatori e residenti).
  Desideriamo perciò chiedere alle SSLL:
·         se è noto il numero effettivo dei turisti sbarcati giornalmente a Stromboli durante la stagione estiva;
·         se tale numero è tenuto in considerazione nei piani di sicurezza ed evacuazione;
·         quanti sono gli armatori delle minicrociere, e se sono tutti in possesso delle previste autorizzazioni;
·         quali sono le misure poste in essere per gestire correttamente dal punto di vista igienico e sanitario delle presenze così consistenti
·         se la regolamentazione dello smistamento degli attracchi di mezzi privati, pubblici e commerciali è compatibile con le suddette condizioni di sovraffollamento.
  Restiamo fiduciosi in attesa delle appropriate risposte, consapevoli delle gravi responsabilità omissive che eventualmente ciascuna istituzione potrebbe avere in caso di incidenti o calamità naturali; e nel frattempo inviamo i più cordiali saluti.
Per l’Associazione Pro Stromboli, la Presidente Patrizia Serpe Piva
Per Legambiente Stromboli, la presidente Giuseppina Moleta

martedì 9 settembre 2014

I.C. Lipari 1 "affogato" nei problemi strutturali. E il via dell'anno scolastico è dietro l'angolo. Rappresentanti d'Istituto sollecitano l'assessore De Luca

All’ Assessore all’ Istruzione del comune di Lipari
 E p.c.  al sindaco del comune di Lipari, al Dirigente del 3°settore, al Dirigente I.C. Lipari 1
Lipari, 09/09/2014
Gent.mo assessore De Luca, 
in relazione anche all’ultimo incontro con il Sindaco, cui Lei ha partecipato, desideriamo richiamare la Sua attenzione nei riguardi del plesso scolastico di Lipari centro ( il cosiddetto Istituto Comprensivo Lipari 1), i cui locali si apprestano ad aprirsi, il prossimo 15 settembre, alla popolazione scolastica locale con numerosi problemi, piccoli e grandi, rimasti, purtroppo, irrisolti da parecchi mesi nonostante le richieste, l'impegno e la sollecitazione del Consiglio d’Istituto ed in particolare dei membri della componente genitori. 
Duole rilevare, innanzitutto, che vi è una grande difficoltà di comunicazione fra gli enti (scuola e Comune di Lipari), così come fra uffici diversi di uno stesso settore dello stesso Ente (Comune di Lipari) ed una certa apparente ingiustificata "resistenza" nei nostri confronti. 
Nel concreto Le vorremmo rammentare,  elencandole, le problematiche che riteniamo tra le più urgenti:
·        dalla scorsa primavera, a causa di un fulmine durante un temporale, la scuola è senza linea telefonica per il guasto ad uno switch; problema che “rimbalza” letteralmente da un ufficio all’altro senza trovare ad oggi soluzione concreta con il risultato che l’istituto scolastico è pesantemente penalizzato dal punto di vista operativo anche con ricadute negative per gli adempimenti cui lo stesso deve far fronte anche per importanti scadenze;
·        i lavori di messa in sicurezza del plesso, finanziati dal comune di Lipari (r.u.p.  geom. Meduri e direttore dei lavori ing. Martines),da quello che ci risulta, già da tempo ultimati con non pochi disagi, non sono ancora stati collaudati e questo non ci permette di disporre né dei nuovi impianti ( ascensore per i disabili, impianto di riscaldamento e servoscala) né del cortile interno, unica vera via di fuga in caso di  eventi calamitosi (incendi, terremoti, ecc..). Inoltre alcune installazioni (ci riferiamo essenzialmente ai servoscala) sono state, a suo tempo, da noi contestate perché, evidentemente, mal progettate e/o maldestramente installate e quindi non conformi alla normativa sulla sicurezza. Per tutta risposta sono rimaste, inspiegabilmente, “a far bella mostra di sé; 
·        da tempo chiediamo che fine ha fatto il progetto di sistemazione del cortile interno che, da quello che ci risulta, è stato già approvato, deliberato con il relativo stanziamento in bilancio ed appaltato dalla precedente amministrazione, con cui si sarebbe potuto non solo rendere finalmente fruibile ai bambini questo spazio ma anche modificare l’accesso a scuola rendendolo più agevole quantomeno in caso di condizioni meteo avverse;
·        in ultimo, ma non meno importante, gradiremmo conoscere se il comune di Lipari ha fatto richiesta, al governo Renzi, dei fondi per interventi di ristrutturazione per una scuola del proprio comune, come da noi auspicato più volte. 
Fermo restando il nostro ruolo, ben definito dalla Legge, nel contesto dell’Istituzione scolastica, Le chiediamo quali iniziative ha intrapreso e/o intende intraprendere in relazione a quanto sopra elencato e, certi della sua comprensione e della sua collaborazione, ci auguriamo di poter affrontare e discutere intorno ad un tavolo, preferibilmente nella sede della scuola, con tutti i soggetti competenti coinvolti (scuola, amministrazione comunale, dirigenti e funzionari dei settori interessati).-
Fiduciosi in un celere riscontro porgiamo distinti saluti.
Laura Natoli, Roberto Piemonte, Arnaldo Lumia, Massimiliano Taranto, Giuseppina Speranza, Salvatore Naso

Al cimitero di Canneto manca l'acqua... a Pianoconte si spreca ed esce a fiumi. Torna a scriverci Luca Giuffrè




Egregio Direttore, 

oggi mi sento misericordioso e pertanto desideravo suggerire agli abitanti della frazione di Canneto, col cimitero a secco, di passare da Pianoconte e attingere l'acqua per i loro cari defunti direttamente dalla sorgente miracolosamente apparsa lungo una anonima stradella comunale, abitata purtroppo da persone poco, anzi per niente, "influenti" come il sottoscritto...
Le foto allegate (scattate nella giornata di ieri) illustrano la situazione ad una settimana dalla mia prima segnalazione.
Suggerisco inoltre di prendersi tutto il tempo necessario a coloro che vorranno approfittare del miracolo, in virtù del fatto che il prezioso liquido sgorga allegramente da un paio d'anni!
Cordiali saluti.
Luca Giuffrè