Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 2 giugno 2012

Diu e’pintutu ! di Giovanni Giardina 02-06-2012-

Pronto ! Diu mia !....Si Tu ?....Finalmenti !
Staiu disturbannu ?
.......Stavi...durmiennu?                                                                                                                                      
Io’ haiu chiamatu  e Tu ‘un m’arrispunnutu,
Io’T’haiu  priatu,   e Tu ‘un m’ha ascutatu ! 

Ma Ti  nn’accorgi , l’uomu  chi sta fannu ?
U sta vidiennu ,  chi  sta  cumminannu ?
U munnu u stasci  tuttu  distruggiennu !!

O figghiu mia !.....  Io’chi  t’haiu a fari ?
Tu piensi, ca  io’cca , staiu  a  jucari ?
Cca ‘un  si riposa  mai  u Patri  Eternu,
chiddu  chi  succedi dduocu, u staiu  vidiennu !

Vidi :  Io’ quannu fisci u Criatu mi ripusaiu ,
dopu  pi  fari  l’uomu , vuli’a pinsari, vuli’a aspittari,, 
a  forza  d’un  fari nenti,  missi  a  smaniari,
pigghiaiu  a  terra  e  accuminciaiu  a ‘mpastari

O  missi  picca  acqua, o  fu  a  primura ,
ca  Adamu  m’arrinisci  chi  corna  dura. *
U  missi ‘m’paravisu ……..fasci’a u  patruni
ma  dopu  mi  nn’accurgiu,  ch’era   latruni.

Ah!!!m’ammenu dduocu era  unu  sulu,
Cca su tanti ! Chi dicu tanti ,sunnu tutti quanti !
A musica  ‘un cancia mai, e’ sempri a stissa,  
arrobbanu  paru paru ,  sfruttannu  e  fissa !
E  poi  c’e’  a  Casta ………
Ma quali Casta e Casta !
E’ curpa  da  natura , puntu  e  basta !
Io’ t’annu  l’uomu  ‘un  l’avi’a a fari,
ormai  siti  miliardi,…..c’haiu a  fari ?

1)  Pruvaiu  cu  Diluviu  Universali,
     pinsava  di  sarvari  sulu  i nimali,
2) Pruvaiu  a mannari ‘n’terra u Figghiu mia stissu,
    e  mu  giraru  arriedu  Cruscifissu !

Io’ sugnu stancu , fin’ora,‘un ci haiu  pututu ,
Vu vogghiu  diri a  tutti………Sugnu pintutu !
Tantu , avi’ti  tutti  i corna  dura,  *
Si nun ci puozzu  io’…Ci po’a Natura !

*  Corna dura, Questa frase,  nel dialetto eoliano,viene comunemente  usata per dire ad una persona  che ha la testa piu’ dura delle corna del bue .

Cimiteri ed incontri con i cittadini. Intervista all'assessore Lauria.wmv

Vi proponiamo una intervista realizzata oggi pomeriggio con l'assessore Bartolo Lauria si parlerà degli interventi che si intendono effettuare nei cimiteri isolani, di vigili urbani nelle isole, di isola pedonale e degli incontri che la giunta avrà con i cittadini . L'intervista:

Pattugliatore della Finanza nelle Eolie

Pattugliatore veloce della Guardia  di Finanza in normale servizio di perlustrazione quest'oggi nelle isole Eolie.
 Il pattugliatore G3 "Di Bartolo" del Gruppo Aeronavale di Messina, al comando del tenente Vincenzo Casareggia, è rimasto ormeggiato per qualche ora nel porto liparese di Sottomonastero. Ne abbiamo approfittato per fotografarlo qualche attimo prima che mollasse gli ormeggi.

A Rinella rappresentata la "Storia di Giufà"

COMUNICATO
La Margherita Soc. Coop. Sociale di Lipari, in collaborazione con la Compagnia Teatrale “Piccolo Borgo Antico”, nell’ambito del Progetto “servizi socio – ricreativi e culturali” – azione n. 10 in convenzione con il Distretto Socio Sanitario 25 delle Isole Eolie e la partecipazione della regista Tindara Falanga ha presentato il laboratorio teatrale “la Storia di Giufà” . L'iniziativa si è tenuta oggi presso i locali del Centro Culturale di Rinella – Comune di Leni (Salina)
IL PRESIDENTE
GIUSEPPINA LO RIZIO

TIRRENIA: IDV, PRIVATIZZAZIONE NON GENERI MONOPOLIO

“Apprendiamo con soddisfazione la doverosa apertura di una istruttoria dell’Antitrust sull’acquisizione di Tirrenia, da parte della compagnia di Onorato”. Questo il commento di Marta Gazzarri, capogruppo regionale dell’Italia dei Valori e di Giuliano Fedeli, vicepresidente del Consiglio regionale, alla notizia dell’avvio della fase istruttoria sul dossier Tirrenia, la cui acquisizione da parte della Compagnia italiana di navigazione (Cin), controllata al 40% dalla Moby di Vincenzo Onorato, minerebbe seriamente la libera concorrenza.
“La liberalizzazione- commenta Gazzarri- non può e non deve significare monopolio. Più volte siamo intervenuti sulla necessità di garantire una concorrenza equa tra gli operatori del settore, condizione prioritaria per favorire una scelta libera dei cittadini sui servizi offerti. Gravare gli stessi di un inspiegato caro prezzi sarebbe l’ennesimo danno nei loro confronti. L’operazione, dati alla mano, potrebbe determinare pesanti effetti sulle rotte dato che risulterebbero a Cin quote di mercato che, per il trasporto passeggeri, risultano tutte superiori al 60-80%”. “ La possibilità ventilata dell’acquisizione- continua Fedeli- potrebbe verosimilmente portare ad un aumento incomprensibile dei prezzi dei servizi offerti vista la sovrapposizione tra le attività di Tirrenia e di Moby che sarebbero gestiti dal medesimo soggetto, oltre che  favorire una discriminazione pesante tra gli operatori concorrenti”. “ Riteniamo prioritario scongiurare un possibile abuso di una posizione predominante- concludono gli esponenti idv- convinti che una sana e giusta concorrenza possa giovare al territorio”.

Concluso il Progetto "Sportello Ascolto Adolescenti" nelle scuole.

Si è concluso, il 31 Maggio 2012, il progetto "SPORTELLO ASCOLTO ADOLESCENTI" a scuola, organizzato dalla “Cooperativa Margherita” di Lipari, progettato e coordinato dall’educatore Samuele Amendola, nell’ambito delle offerte migliorative relative all’azione progettuale del “Piano di Zona -Distretto Socio - Sanitario n. 25 Isole Eolie” , “Servizi Socio - Ricreativi e culturali - Laboratori artistici”. Il progetto “Sportello Ascolto Adolescenti” ha  visto la creazione, all’interno della scuola, di un apposito spazio in cui un educatore, esperto in scienze dell’educazione e della formazione, in giorni ed orari stabiliti, si è reso disponibile all’ascolto per le famiglie degli studenti, per i ragazzi che frequentano la scuola secondaria di primo e secondo grado e per i loro docenti. Uno spazio di consulenza prettamente pedagogica all’interno della scuola che ha rappresentato una preziosa opportunità, perché ha permesso di accendere i riflettori sull’importanza della relazione con l’altro, l’ascolto del disagio, delle problematiche che stanno alla base di molte difficoltà scolastiche e relazionali. Lo sportello di consulenza pedagogica prevedendo la presenza all’interno della struttura scolastica della figura dell’educatore, un professionista in grado di riconoscere, osservare e comprendere i processi relazionali, sociali e apprenditivi, ha permesso di svolgere un’azione mirata relativamente all’attivazione e all’ampliamento delle risorse presenti nei genitori al fine di accrescere la loro capacità educativa e di sostenere i docenti nel loro difficile compito educativo.                                                                  
I destinatari del progetto sono stati:
Gli ADOLESCENTI: oggi più consapevoli dei loro disagi, difficoltà, bisogni, che hanno potuto trovare in uno spazio di ascolto un’opportunità per superare difficoltà nell’apprendimento, affrontare il malessere che vivono, comunicarlo ed esprimerlo, per lanciare quel grido di aiuto che spesso rischia di non trovare voce    ( Scuole Secondarie di Primo e Secondo grado );
I GENITORI: per i quali uno spazio di consulenza pedagogica ha rappresentato un’occasione di confronto con un professionista relativamente alle difficoltà di rapporto che vivono con i figli, un’occasione per trovare un aiuto su particolari problematiche nate nel relazionarsi con i ragazzi, un’opportunità per affrontare finalmente un disagio di cui non si aveva mai avuto la forza di parlare;
I DOCENTI: i quali, per primi, vivono l’esigenza, oggi ancora più di ieri, di potersi confrontare con professionisti dell’educazione a cui rivolgersi per chiarire dubbi, incertezze, superare eventuali difficoltà frequentemente emerse nel rapporto con gli alunni.
In totale sono stati 102 gli interventi educativi messi in atto dall’educatore dello Sportello Ascolto con oltre 200 consulenze. Dal mese di Novembre 2011 al mese di Maggio 2012 sono state 67 le ragazze rivoltesi allo sportello e 35 i ragazzi. Le problematiche più frequentemente affrontate sono state quelle relative a difficoltà relazionali tra coetanei, ma numerosissime sono state le richieste di aiuto relative a: problematiche relazionali con i genitori, problemi di scarsa autostima e/o ricerca di una propria identità personale e sessuale, problematiche familiari varie, difficoltà di apprendimento, problematiche comportamentali. Sono state affrontate, anche se con minore frequenza, problematiche relative all’alimentazione e all’uso di sostanze stupefacenti. Inoltre, sono stati effettuati anche colloqui di orientamento, colloqui di sostegno alle competenze genitoriali e colloqui con i docenti relativi alle diverse problematiche di conduzione della classe e di intervento educativo nel caso di alunni con bisogni educativi speciali. Oltre agli interventi individuali sono stati svolti incontri di gruppo sia per i ragazzi che per i genitori e i docenti tenuti dagli educatori Samuele Amendola e Laura Ventrice, dalla sociologa Guendalina Catena e dall’assistente sociale Valeria Coppola.
Le tematiche affrontate negli incontri per i ragazzi sono state:
·                       Le relazioni con gli altri: l’innamoramento
·                       Accettare il proprio corpo
·                       Il rapporto genitori figli
·                       Il rapporto genitori figli: come comunicare?
Le tematiche trattate negli incontri rivolti ai genitori e ai docenti sono state:
·                       Il bullismo: dinamiche relazionali distorte
·                       La comunicazione educativa
 Presso la scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo Lipari 1, sede di Canneto, su richiesta della Dirigente Prof.ssa Mirella Fanti, sono stati realizzati una serie di incontri con le classi I° e III°.  Gli incontri dal titolo “Star bene a scuola”, si sono resi necessari a seguito di alcuni comportamenti illeciti da parte di alunni dello stesso Istituto. Le tematiche degli incontri sono state:
·                       Prepotenze e violenza;
·                       Rispetto e regole;
·                       Bullismo;
·                       Legalità.
Gli incontri, ai quali i ragazzi hanno partecipato da subito con entusiasmo, sono stati condotti con il metodo del “cooperative learning” e tenuti dall’educatore Samuele Amendola in compresenza con l’insegnante di classe. L’obiettivo è stato quello di stimolare la riflessione individuale ed in gruppo e favorire la gestione positiva dei conflitti, attraverso momenti di “circle time” e “brainstorming”, promuovendo il confronto dei punti di vista e il sapersi “mettere nei panni” dell’altro attraverso simulazioni e “role-plays”.
La Cooperativa Margherita, ringrazia tutti quanti si sono adoperati nell’organizzazione del servizio ed in modo particolare i Dirigenti Scolastici Mirella Fanti e Renato Candia, Istituti Comprensivi Lipari 1 e Lipari 2, che hanno condiviso il progetto, messo a disposizione spazi e materiali, partecipando attivamente anche ai momenti di “debriefing”.
La speranza è che questo “Dialogo” iniziato con i ragazzi … non si interrompa con la scadenza di un progetto, ma si trovino le risorse e si creino le condizioni affinché quest’importantissimo servizio di ascolto e di aiuto possa riprendere a Settembre.
Dott. Samuele Amendola

L'Antitrust apre il dossier Tirrenia

L'Antitrust italiano ha aperto la fase istruttoria sull'acquisizione di Tirrenia da parte della Compagnia italiana di navigazione (Cin), sottolineando che l'operazione «potrebbe creare una posizione dominante», su alcune rotte per la Sardegna, della società controllata al 40% dalla Moby di Vincenzo Onorato (altri soci sono il fondo Clessidra, col 30%; la Gip di Luigi Negri col 20% e l'imprenditore Francesco Izzo, col 10%).
La mossa dell'Authority per la concorrenza non giunge inaspettata. I legali di Cin attendevano che l'Antitrust aprisse la "fase due" dell'analisi avviata sull'acquisizione, consci che alcune rotte di Moby fossero in sovrapposizione con quelle di Tirrenia. Anzi, l'obiettivo dell'avvocato Francesco Sciaudone, di Grimaldi Studio Legale, che assiste Cin, è proprio di stringere i tempi in modo che l'istruttoria possa essere chiusa entro il 21 giugno, data stabilita dal commissario di Tirrenia, Giancarlo D'Andrea, per il closing del passaggio della compagnia a Cin. Un'operazione con la quale, rileva l'Autorità garante, «il capitale di Cin, oggi detenuto da Onorato Partecipazioni srl, sarà trasferito a Moby spa» e «a L19, società veicolo del fondo Clessidra», che «in via indiretta, eserciteranno il controllo congiunto di Tirrenia». Cin, ha precisato l'ad Ettore Morace, «sta collaborando con l'Antitrust per trovare impegni coerenti» con le richieste dell'Autorità. L'Authority ha 45 giorni di tempo dal 30 maggio (apertura dell'istruttoria) per concluderne l'iter. Quindi la data del 21 giugno potrebbe essere sforata. La speranza dei legali (che hanno 10 giorni per essere sentiti) è che tutto possa concludersi in tempo per consentire a Cin di avere la proprietà di Tirrenia con l'apertura della stagione estiva.
L'Antitrust, però, solleva questioni non secondarie. L'operazione «determinerà importanti effetti strutturali sulle principali rotte di collegamento della Sardegna con il continente (Genova-Porto Torres, Genova-Olbia, Civitavecchia-Olbia, prevalentemente per il trasporto passeggeri, e Genova-Olbia, Livorno-Cagliari, per il trasporto merci)». Rotte sulle quali, prosegue il documento, «risulterebbero in capo a Cin quote di mercato che, per il trasporto passeggeri, risultano tutte superiori al 60-80% e, con riguardo al trasporto merci, si collocano fra il 70-80% e il 90-100%». Il che comporta «il rischio di incrementi dei prezzi». Anche perché gli attuali concorrenti «non appaiono poter rappresentare un adeguato vincolo all'esercizio di potere di mercato da parte di Cin». Peraltro, dice l'Autorità, «l'azione della concorrenza potenziale appare, allo stato, limitata, in ragione della congestione delle banchine nei porti di partenza e destinazione, in particolare nelle stagioni e negli orari di punta, che impedirebbe la possibilità d'ingresso di nuovi operatori sulle rotte interessate».
Secondo l'Antitrust, infine, «considerato che l'operazione determina un'integrazione verticale tra le attività di gestione dei terminali marittimi e dei servizi di rimorchio di Moby e Tirrenia e i servizi di trasporto marittimi di passeggeri e merci, la concentrazione potrebbe comportare rischi di discriminazione per gli operatori concorrenti non integrati».

Accadde un anno fa

Vi riproponiamo un articolo da noi pubblicato lo scorso anno, nello stesso giorno

Stromboli. Operazione anti-abusivismo della Guardia Costiera. Malcontento tra i pescatori

Operazione "anti boe abusive" da parte della Guardia Costiera-Circomare Lipari.  Dopo Panarea ieri e l'altro ieri è toccato a Stromboli. La guardia costiera ha sequestrato una ventina di boe collocate in mare per l'ormeggio ormeggiare di barche, motoscafi e yacht. Sequestrati, inoltre, cinque vericelli di pescatori che erano situati nel litorale per il varo di imbarcazioni. Inflitte sei multe da 206 euro ciascuna per l'utilizzo di ruspe lungo la spiaggia senza previa  autorizzazione.
A Stromboli, dopo l'operazione della Guardia Costiera, che è opportuno evidenziare non ha fatto altro che applicare la legge, è scattato un certo malcontento tra i pescatori anche perchè autorizzazioni richieste alla Regione, dopo analoghi interventi degli anni scorsi, non hanno trovato alcun riscontro. I pescatori strombolani evidenziano come- senza verricelli e ruspe - sono privati della possibilità di andare a pesca non potendo lasciare le imbarcazioni a stazionare in mare aperto.

Due Giugno: "Tutti al mare" a Canneto


Imposta di sbarco il consiglio di Santa Marina Salina approva il regolamento


Nella serata di ieri si è riunito il Consiglio Comunale di Santa Marina Salina. Tra gli argomenti all’Ordine del Giorno l’esame ed approvazione del Regolamento comunale di applicazione dell’Imposta di sbarco, la nomina della Commissione Elettorale Comunale e l’utilizzo della Posta Elettronica Certificata per la notificazione degli avvisi di convocazione del Consiglio Comunale e degli elenchi delle deliberazioni della Giunta Municipale.
Dopo una lunga ed attenta analisi, il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità il Regolamento di applicazione dell’Imposta di sbarco, proposto dal Sindaco Lo Schiavo, sul modello già concordato in sede di direttivo ANCIM (Associazione Nazionale Comuni Isole Minori). Detto Regolamento, adottato in attuazione delle disposizioni di cui all’art. 4, comma 3 bis, D.Lgs 23/2011, come modificato ed integrato dalla L. 44/2012, istituisce l’imposta di sbarco in luogo della c.d. Tassa di soggiorno, che gravava interamente sugli ospiti che soggiornavano in strutture alberghiere. L’imposta di sbarco sarà corrisposta da ogni persona fisica che, per giungere all’Isola di Salina, Comune di S. Marina Salina, utilizzi traghetti o altri mezzi delle Compagnie di navigazione che forniscano collegamenti marittimi di linea e da altri Vettori pubblici e privati, compresi coloro che svolgono servizi turistici. L’imposta sarà riscossa, a cura delle Compagnie di navigazione e dei Vettori, all’atto della emissione del biglietto, nel periodo compreso tra il 15 giugno ed il 15 settembre di ogni anno ed è determinata nella misura di 1,50 euro per ogni singolo passeggero. Sono esentati dal pagamento dell’imposta i residenti nei comuni delle Isole Eolie, i lavoratori e gli studenti pendolari, i bambini di età inferiore ai 6 anni, le persone fisiche soggette al pagamento dell’imposta municipale propria nel Comune di S. Marina Salina, i componenti del nucleo familiare come autocertificato dal soggetto passivo dell’imposta municipale propria. Inoltre, il Civico Consesso ha stabilito un’ulteriore esenzione: su proposta del Sindaco Lo Schiavo , da sempre vicino alle problematiche degli eoliani nel mondo ha esentato dal pagamento della tassa di sbarco i soggetti iscritti nell’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero ( AIRE)di uno dei comuni delle Isole Eolie. Per queste ultime tre categorie di soggetti esentati, l’Ufficio Anagrafe del Comune rilascerà, dietro apposita richiesta, un tesserino/attestazione di durata annuale. Il gettito derivante dall’applicazione dell’imposta di sbarco è destinato a finanziare esclusivamente interventi relativi a servizi pubblici, a servizi turistici e ad interventi tesi a valorizzare la funzione ed il recupero dei beni culturali ed ambientali.
Il Consiglio Comunale ha poi nominato i componenti della Commissione Elettorale Comunale nelle persone dei Consiglieri Simonetta Longo, Davide Osvaldo e Paola Saltalamacchia quali componenti effettivi, Santina Gullo, Sergio Zavone e Domenico Bartolo Giuffrè quali componenti supplenti.
Infine il Consiglio Comunale, su proposta del Presidente Lopes, ha deliberato all’unanimità di procedere, con decorrenza 1 luglio 2012, alla notificazione degli avvisi di convocazione del Consiglio Comunale e dell’elenco mensile delle deliberazioni della Giunta Municipale a mezzo della posta elettronica certificata. Ad oggi, la modalità di convocazione del Consiglio Comunale si sostanzia nella notifica del relativo avviso presso il domicilio del singolo consigliere tramite messo comunale. Tale procedura è apparsa al Consiglio obsoleta, farraginosa e dispendiosa in termini di tempo, risorse strumentali (vedi utilizzo di carta e toner per la stampa degli avvisi, di auto di servizio per raggiungere i domicili dei consiglieri, ecc.) e umane (utilizzo dei messi comunali per diverse ore della giornata e, a volte, oltre l'orario di servizio) e pertanto non in linea con gli obiettivi di efficienza, efficacia, economicità e semplificazione cui ogni Pubblica Amministrazione deve uniformarsi mediante l'utilizzo di tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Domani il sindaco Giorgianni e gli assessori incontrano i cittadini di Pirrera

Domenica 3 giugno 2012 alle ore 18.00 il neo-sindaco di Lipari, dott. Marco Giorgianni, insieme agli assessori del Comune di Lipari  incontreranno i cittadini della borgata di Pirrera.
L’ incontro si terrà presso la piazzetta antistante la chiesa SS. Nome di Maria di Pirrera.
Tutti i residenti della frazione sono invitati a partecipare.

Personaggi delle Eolie: "Bubu" Rizzo con l'inseparabile Macchia


Eolie: E' sbarcato il "Vespa tour Sicilia"

Il Vespa Tour Sicilia fa tappa nelle isole Eolie: fino al 3 giugno si terrà l'VIII edizione dell'evento promosso dal Vespa Club Messina in collaborazione con Barcellona e l'Area Sud del nazionale. Un appuntamento atteso da tempo da centinaia di appassionati delle due ruote d'epoca.
Dopo Vulcano, e in particolare alle sabbie nere e a Capo Grillo, “Vespa InVita” con storici ed esperti a confronto sulla storia del veicolo, il meeting cui hanno preso parte il responsabile Vespa Club Area Sud Mariano Munafò e il presidente messinese Giuseppe D'Arrigo e una degustazione di prodotti tipici “made in Eolie”, stamane gita a Salina con la visita del Museo dell'Emigrazione di Malfa e del Museo Civico e Archeologico, guidati dall'esperto di relazioni internazionali Marcello Saija, docente dell'Università di Messina.
A seguire giro dell'isola sempre in vespa fino a Pollara e Rinella e l'allestimento di due mostre sul lungomare di Lingua e nella piazza di Santa Marina, in cui saranno esposte circa 50 vespe d'epoca, dalla capostipite “faro basso” fino alle versioni più moderne a iniezione come la Gran Turismo 300.
Nella giornata di domenica infine il tour di Lipari, con la visita del Museo Civico e del Castello e un'esposizione sul corso principale. L'iniziativa si svolge con il patrocinio della Regione Siciliana e dei Comuni di Messina, Lipari, Leni, Malfa e Santamarina Salina.
Foto: Massimo Lo Schiavo

SICILIA: SU SITO REGIONE MISURE A SOSTEGNO SISTEMA PRODUTTIVO

Un nuovo servizio on line per le imprese siciliane e' disponibile da oggi sul sito della Regione siciliana. Basta cliccare dalla home page sull'icona "Misure di sostegno alle imprese siciliane" per accedere direttamente alla documentazione utile per conoscere le iniziative messe in campo per sostenere il sistemna delle aziende dell'Isola.
Sono 5 gli strumenti da subito disponibili: il credito d'imposta per nuovi investimenti, il microcredito alle imprese, la moratoria sulla esposizione debitoria delle imprese, l'esenzione quinquennale dell'Irap e la certificazione dei crediti delle imprese verso la P.A..
Per ciascuno di questi strumenti sono disponibili la documentazione necessaria e i riferimenti legislativi.
"Abbiamo ritenuto particolarmente utile - ha dichiarato l'assessore per l'Economia, Gaetano Armao - far conoscere agli imprenditori siciliani quanto fatto dalla Regione per sostenerli in un momento cosi' difficile. Si tratta di iniziative gia' operative alle quali ciascuno puo' accedere da subito con grande facilita' e massima trasparenza".

Auguri..... a Marina e Renzo

A Marina e Renzo che, oggi pomeriggio, nella Basilica minore di San Cristoforo a Canneto alle 16 e 30, coronano con il matrimonio il loro amore, i nostri più affettuosi auguri affinchè questo giorno, ricco di emozioni e felicità, sia solo il primo di una serie infinita di momenti unici.... e di una vita colma di amore e felicità

La bellezza delle Eolie..... viste attraverso l'obiettivo di Silvia Sarpi

Canneto e la baia viste da Capo Rosso

SICILIA: VENTURI, "GIUNTA APPROVA IL TESTO UNICO DEL COMMERCIO"

PALERMO, 1 GIU (SICILIAE) - La giunta di governo, presieduta da Raffaele Lombardo, ha approvato il Testo unico del commercio, presentato dall'assessore regionale alle Attivita' produttive, Marco Venturi.
"Il testo, composto di 106 articoli - concertato con tutte le parti sociali, le associazioni sindacali e datoriali ricevendo anche il parere dell'Ufficio legislativo e legale della Regione Siciliana - raccoglie tutte le norme regionali in materia garantendo cosi' - afferma Venturi - a tutti gli operatori del settore un importantissimo vademecum che consenta loro di avviare e gestire le proprie attivita' nell'ambito della piena legalita' e trasparenza".
In linea con la scadenza stabilita dalla recente normativa nazionale in tema di liberalizzazioni, fissata per il 31 dicembre 2012, il Testo unico del commercio garantisce anche all'interno dell'ordinamento regionale il recepimento dei principi comunitari, gia' sanciti dal legislatore nazionale, in tema di liberta' d'iniziativa economica.
Tra i punti salienti:
- con riferimento alle grandi strutture di vendita ed ai centri commerciali, le conferenze dei servizi per il rilascio dell'autorizzazione sono espressamente svolte in sedi aperte al pubblico, e' stata estesa la partecipazione con diritto di voto ai comuni, alle province, alle camere di commercio, alle prefetture e a un rappresentante dell'assessorato Territorio e dell'ambiente e partecipano altresi' i rappresentanti dei sindacati; - inoltre, sempre con riferimento alle grandi strutture ed ai centri commerciali, e' previsto il coinvolgimento delle Prefetture nella valutazione dei flussi finanziari; - in relazione alle norme sulla definizione degli orari di apertura delle strutture, la determinazione di tali orari e' attribuita alla singola amministrazione comunale che deve pero' operare di concerto con le associazioni di categoria; - e' in ogni caso preclusa la possibilita' di aprire nei giorni di 1 gennaio, del giorno di Pasqua di Resurrezione, del 25 aprile, del 1 mag! gio, de l 2 giugno, del 1 novembre, dell' 8 dicembre, del Santo Natale e del giorno della Festa patronale; eccezionalmente, in relazione a specifici comuni laddove si registrano forti flussi turistici, previa specifica autorizzazione dell'assessorato Attivita' Produttive, d'intesa con l'assessorato Turismo, e' possibile concedere limitate deroghe; - e' enfatizzato il principio, di derivazione comunitaria e fatto proprio anche a livello nazionale, sulla scorta del quale e' consentita ogni attivita' che non risulta espressamente vietata; - viene valorizzato l'uso della Scia (segnalazione certificata di inizio attivita') rispetto al rilascio di provvedimenti autorizzatori;
- sono dettate delle linee guida in tema di programmazione regionale del commercio contenenti misure che prevedono altresi' l'adeguamento dei Piani Regolatori Generali (Prg) dei Comuni; - sono aumentate le superfici di vendita degli esercizi di vicinato e delle medie strutture di vendita; - e' sancita l'impossibilita' di rilasciare autorizzazioni per medie e grandi strutture (centri commerciali) laddove i Comuni non abbiano adeguato i Prg alle linee guida regionali.
"Con il Testo unico - aggiunge l'assessore Venturi- la facolta' di stabilire le aperture domenicali e festive degli esercizi commerciali e' assegnata ai comuni, sentite le associazioni di categoria. All'assessorato regionale delle Attivita' produttive restera' la possibilita' di concedere deroghe soltanto per quei giorni dell'anno, per alcune festivita' ben precisate, in cui i negozi dovranno restare chiusi per legge. E' un passo avanti, perche' questa elasticita' consentira' di decidere le eventuali aperture alla luce delle condizioni economiche contingenti delle varie localita', delle esigenze delle imprese e dei lavoratori".
Adesso, il Testo unico passa all'Assemblea regionale per l'esame nelle commissioni di merito e per l'approvazione definitiva in Aula.



Turisti aggrediti a Lipari, undici rinviati a giudizio


(Gazzetta del sud) Barcellona - Il giudice Sara D'Addea, su richiesta del sostituto procuratore Fabio Sozio, ha disposto il rinvio a giudizio per il prossimo 26 settembre per 11 indagati residenti a Lipari per le aggressioni ed i danneggiamenti subiti all'alba del 19 agosto dello scorso anno da due giovani villeggianti di Messina, al termine di una nottata trascorsa in una discoteca dell'isola.
Sette degli 11 indagati, Gabriele Cacace 19 anni, già arrestato per altri episodi; Luca Natoli 23 anni, Marco Lo Schiavo 23 anni, Salvatore Pace 24 anni, Gabriele Favaloro 23 anni, Andrea Mantineo 24 anni e Stefano Merlino 38 anni, assieme ad un minore, tutti residenti a Lipari, sono accusati di lesioni gravi nei confronti di due villeggianti messinesi che avevano avuto solo la sfortuna di viaggiare, accompagnati dalle rispettive fidanzate, sulla stessa imbarcazione che, all'alba, dalla discoteca (ubicata in una insenatura raggiungibile solo dal mare) aveva riportato il gruppo sulla spiaggia di Canneto. Le scene di violenza, dopo le minacce e gli insulti ai danni delle due coppie di messinesi iniziati sull'imbarcazione per motivi banali forse a causa del prezzo del biglietto di viaggio ritenuto caro, si sarebbero verificati una volta sbarcati a terra nella piazza di San Cristoforo. Gli aggressori che sono accusati di aver lanciato pietre e colpito una delle due ignare vittime persino con una coltellata all'avambraccio, avrebbero usufruito di presunte complicità locali. Infatti altre tre persone, tra cui i gestori di un ritrovo, avrebbero negato quanto denunciato dagli aggrediti e per questo sono stati indagati per false dichiarazioni e favoreggiamento personale. Si tratta del titolare del Miramare, Roberto Mezzapica e del figlio Marco Mazzapica, nel cui locale i due aggrediti, assieme alle rispettive fidanzate avevano trovato rifugio. I due gestori, interrogati, affermavano, pare contrariamente al vero, di non aver mai assistito ad alcun atto di violenza e tanto meno di lancio di pietre contro lo stesso locale e un'auto risultata danneggiata. Dello stesso tenore la dichiarazione di un avventore del locale, Valentino Sebastiano Trovato, il quale asseriva che sarebbero stati gli aggrediti a rivolgere le violenze agli aggressori. Le vittime invece hanno riportato svariate ferite.(re.mi.)

2 GIUGNO: IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA/ VIDEO

"Il più cordiale augurio a tutti gli italiani in questo giorno anniversario della nascita della Repubblica, che è la nostra casa comune". Inizia così il testo del video messaggio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dell'anniversario della nascita della Repubblica. "Celebriamo oggi il 2 giugno per esprimere lo spirito di solidarietà e unità nazionale che ci guida e che costituisce la miglior garanzia in tempi così difficili e anche dolorosi. Sì, sentiamo profondamente il dolore di chi nel terremoto dei giorni scorsi, in Emilia e altrove, ha perduto i propri cari, di chi ha perduto la propria casa, sentiamo l'angoscia di chi ha visto travolte vite operaie e certezze di lavoro nel crollo dei capannoni. L’impegno dello Stato e la solidarietà nazionale non mancheranno per assistere le popolazioni che soffrono e per far partire la ricostruzione. Ce la faremo, e lo dico con fiducia innanzitutto a voi – gente emiliana – conoscendo la vostra tempra. Lo dico con fiducia anche guardando alle Forze Armate, ai Corpi di Polizia, alle rappresentanze della Protezione Civile e del volontariato, che domani passeremo in rassegna con rispetto per quello che hanno fatto e fanno nel nostro comune interesse: penso a quel che fecero i militari da protagonisti del movimento di liberazione da cui 66 anni fa nacque la Repubblica, penso ai nostri contingenti impegnati in missioni internazionali di pace. È giusto onorare gli italiani che in quelle missioni hanno sacrificato la vita o riportato gravi ferite ; è giusto onorare il contributo che anche dai militari viene dato alla nostra sicurezza e, in ogni emergenza, al soccorso civile. Unità e solidarietà : questo ci occorre per superare tutte le emergenze e le prove, come ci dicono i nostri 150 anni di storia. Libero confronto tra diverse opinioni e proposte, non vecchie contrapposizioni ideologiche. Senso dell'interesse generale, senso dello Stato, volontà di cambiamento – nel grande scenario dell'Europa unita – per far crescere l'economia, dare futuro ai giovani e rendere più giusta una società troppo squilibrata e iniqua. Volontà di riforme e di partecipazione per rinnovare la politica e rafforzare la democrazia. Con questi intenti, anche se con animo turbato, celebriamo concordemente in questi giorni la Repubblica e la Costituzione, per trarne forza, per costruire un'Italia migliore". IL VIDEO:

venerdì 1 giugno 2012

ASSOCIAZIONE AMBIENTALISTA "AMICI DELLA TERRA" -CLUB DELLE ISOLE EOLIE "Lipari: porto si ma non così

COMUNICATO
IL  megaporto turistico di Lipari dovrà essere ridimensionato. E’ a rischio stravolgimento l’habitat naturale delle coste di Lipari e la permanenza stessa delle Eolie nell’Unesco. Una catastrofe che siamo chiamati a scongiurare.  La nostra associazione concorda sulla necessità di poter disporre di un adeguato e funzionale porto commerciale per permettere ai mezzi di linea l’attracco con qualsiasi mare. Siamo, inoltre, d’accordo sulla possibilità di realizzare a Pignataro un porto turistico. La tutela dell’ambiente e degli Eoliani prima di tutto. IL megaporto così come è concepito sarà uno scempio ambientale che porterà benefici  reali solo ad una stretta cerchia di persone e distruggerà l’immagine delle Eolie nel mondo. Siamo fiduciosi nell’operato del sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, che ha già annunciato la volontà di voler ridimensionare notevolmente il megaporto. Riportiamo testualmente quanto dichiarato,agli organi di stampa, dal neo sindaco Giorgianni:
  ‘Tutte le scelte che riguarderanno il territorio eoliano dovranno passare dal consiglio comunale e non come si è fatto fino ad ora. Ai rappresentanti di 'Condotte d'Acquà lo diremo chiaramente: se ci sarà la disponibilità a rivedere l'opera, potremo continuare a discutere. Viceversa vedremo legalmente quali saranno le soluzioni e potremo anche arrivare a sciogliere la società".
Amici Della Terra, Club delle Isole Eolie è una sezione di un’associazione ambientalista nazionale, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, per cui si batterà in ogni sede per la tutela delle Eolie e per evitare lo scempio del megaporto di Lipari.
 Lipari, 01/06/2012
IL Presidente
Gianluca Giuffrè

Il sindaco Giorgianni nominato componente della conferenza regionale-autonomie locali

Il sindaco di Lipari Marco Giorgianni, in rappresentanza dell’ANCI Sicilia presso l’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, è stato designato quale componente della conferenza Regionale – Autonomie Locali.

Accadde un anno fa

Riproponiamo un articolo da noi pubblicato lo scorso anno, nello stesso giorno

Cuore rosso-blu. Da Genova a Lipari per "incontrare" il professore Scoglio

Vi proponiamo il video messo in onda da primocanalesport.it che mostra le fasi più salienti di una trasferta, avvenuta una decina di giorni fa, di un gruppo di tifosi genoani dalla Liguria sino al cimitero di Canneto dove riposa l'indimenticato Franco Scoglio, rimasto nel cuore dei tifosi del Genoa. I tifosi hanno incontrato anche la famiglia del professore
Il link da cliccare per visualizzare il filmato:
http://www.primocanalesport.it/video.php?id=39722

Intervista all'assessore Giacomo Biviano "Il lavoro non ci manca". E pensa anche allo sportello unico.

Vi proponiamo una intervista realizzata stamani con l'assessore Giacomo Biviano (PD) "Il lavoro- ci ha detto tra l'altro- non ci manca". Con Biviano, che pensa anche allo sportello unico, abbiamo realizzato una intervista ad "ampio raggio" dove affrontiamo la situazione economica dell'Ente, l'IMU, la disabilità e i servizi, cosa si può fare e cosa non si vorrebbe fare e tanti altri argomenti.

Viaggiare sui mezzi Siremar costa di più. Per i non residenti. Così non si incrementa il turismo

(ANSA) Scatta, ma non per i residenti, l'aumento del costo del biglietto di aliscafi e traghetti della Siremar che collegano le sette isole Eolie con Milazzo e Napoli.
Da Milazzo per Lipari si pagano 15,80 invece di 14,70. Da Lipari per Vulcano 5,80 (5,50) e da Lipari per Stromboli 17,80 (16,80). 
Le societa' private Ngi e Ustica Lines (al momento) non hanno ancora proceduto all'aumento dei biglietti. I turisti - come e' noto - dovranno anche pagare un euro e 50 per la tassa di sbarco voluta dal governo Monti.
Domenica 10 giugno, dalle 10 alle 13, e' stata organizzata dal movimento "Vento Eoliano" una protesta nel porto di Lipari contro il taglio nei trasporti voluto dalla Regione.

IMU. Il consigliere Gianni Iacolino scrive al sindaco

Al signor Sindaco del Comune di Lipari
Rag. Marco Giorgianni
Oggetto: IMU
Signor Sindaco,
a seguito dell'introduzione dell'IMU, che a nostro parere rappresenta un’imposta iniqua ed alla quale siamo profondamente contrari perché vessatoria nei confronti dei ceti più deboli , rappresentando un modo di “fare cassa” colpendo i cittadini comuni e non i grandi patrimoni e le speculazioni finanziarie, anche nel nostro Comune dovremo far fronte ad un drenaggio di risorse finanziarie dagli enti locali al Centro, rispetto alla disciplina dell'ICI.
Tale Imposta sicuramente graverà sulle famiglie e sulle prime case dei nostri concittadini in quanto la legge prevede l’applicazione anche sulla prima abitazione di un'aliquota base dello 0,4 %.
Nella situazione di profonda crisi economica che ha investito le nostre isole questo ulteriore prelievo sicuramente penalizzerà, ancora una volta, le fasce più deboli della popolazione.
Pur consapevoli che tale imposta è resa obbligatoria da una legge dello Stato nei confronti dei Comuni, noi riteniamo che ci siano le condizioni per una riduzione dell’aliquota sulla prima casa allo 0,2%, in quanto riteniamo che non bisogna incidere su un bene primario, frutto spesso di risparmi e rinunce da parte di chi ha lavorato e risparmiato una vita per realizzare la casa in cui vivere.
Riteniamo di poterLe formulare una proposta di diversificazione delle aliquote tale da consentire al nostro Comune di mantenere gli equilibri di gestione del bilancio spostando il carico fiscale su chi ha più immobili, come già operato in altri Comuni. Alla luce di quanto sopra detto, Le chiediamo un incontro per illustrarLe la nostra proposta, certi della Sua attenzione.
Distinti saluti.
Il Consigliere Comunale “La Sinistra”
Dott. Giovanni Iacolino

Uomo precipita giù dal muraglione di Bagnamare: Resta praticamentete illeso

Si era seduto sul muretto che delimita dal mare la strada provinciale che da Lipari centro porta alla frazione di Canneto. Poi, probabilmente, colto da malore, è precipitato giù da una altezza di circa dieci metri. Solo il fato ha voluto che non finisse su una piattaforma in cemento armato o su uno degli scogli che si trovano in mare, proprio alla base del muraglione. L'uomo, Bartolo Pace, 48 anni, di Canneto, è finito invece in acqua proprio nel mezzo di due degli scogli.
Qui, aggrappato ad uno di essi, lo hanno recuperato i vigili del fuoco(caposquadra Giuseppe Dina) che, una volta scattato l'allarme, si sono calati in mare da una spiaggetta limitrofa. Alle operazioni di recupero e di soccorso hanno preso parte, una volta allertatati, anche gli uomini della Guardia Costiera, i vigili urbani(che hanno provveduto a disciplinare il traffico, reso caotico anche dal grande numero di curiosi che si sono fermati) e il personale del 118.
Pace, una volta posto su una barella, attraverso un tunnel limitrofo che consente di attraversare la sede stradale, è stato caricato a bordo dell'ambulanza del 118 e trasferito in ospedale. 
Qui, dopo gli accertamenti del caso, gli sono state riscontrate delle ferite lacero-contuse alle gambe e alla parte inferiore della schiena. Un vero e proprio miracolo considerando la dinamica dell'accaduto. In passato, sempre sulla stessa arteria stradale, ma da un punto diverso, era finito in mare uno scooterista. Anch'egli miracolosamente illeso. Nelle foto: l'uomo caricato sull'ambulanza
IL VIDEO DELLA FASE TERMINALE DEL SOCCORSO

Tremano ancora le Eolie. INGV "Si tratta di normale sismicità di quella zona"

da siciliainformazioni.com

Una scossa sismica di magnitudo 2.3 e’ stata avvertita questa mattina dalle popolazione delle isole Eolie. La scossa è stata registrata alle 9.04 di stamattina al largo delle isole, tra le coste siciliana e calabrese.
L’Ingv fa sapere che l’epicentro e’ stato localizzato ad una profondita’ di 123 chilometri. Nell’ultima settimana l’area attorno all’arcipelago del Messinese è stata interessata da una serie quotidiana di lievi scosse: sette negli ultimi cinque giorni.
E stamattina, alle 8.18, sempre in provincia di Messina era già stata registrata una prima scossa di terremoto (sempre di magnitudo 2.3) con epicentro localizzato nel distretto sismico dei Golfi di Patti e di Milazzo, ad una profondita’ di 9.6 chilometri. I comuni piu’ vicini sono quelli di Barcellona Pozzo di Gotto, Castroreale, Falcone, Furnari, Mazzarra’ S. Andrea. Un altro sisma di magnitudo 2.8 era stato registrato ieri sera alle 19.25, con lo stesso epicentro.
Gli eventi sismici nelle isole Eolie – come si legge sul sito dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – hanno avuto inizio il 27 maggio, con un terremoto di magnitudo 2.2 Richter verificatosi vicino alla costa di Salina. Il 28 maggio altre due scosse, entrambe di magnitudo 2.6: una alle 16.29, con epicentro in mare, tra Stromboli e le coste della Calabria, e l’altra alle 18.13, al largo di Milazzo. I giorni successivi la terra si è mossa al largo di Lipari. Il 29 maggio alle 11.52, si è verificata una lievissima scossa di magnitudo 1.8. Due giorni fa, invece, quella più forte di questo periodo che ha raggiunto i 2.9 Richter alle 11.02. All’alba di ieri un’altra piccola scossa di 1.9 al largo di Milazzo, seguita dall’ultima di magnitudo 2.8, nei pressi di Stromboli, alle 19.25.
Si tratta comunque di eventi lievi che – secondo quanto fanno sapere dall’Ingv – non desterebbero alcuna preoccupazione. “Siamo di fronte ad una normale sismicità per quella zona, – spiega Raffaele Azzaro, responsabile dell’Unità funzionale di Sismologia – è un’area dove passano numerose faglie e non è la prima volta che si verificano eventi del genere”. Si apprende, inoltre, che i terremoti nel distretto eoliano non sarebbero in alcun modo collegati con quelli che hanno interessato, in questi giorni, la zona del Pollino, in Calabria.

Il consigliere provinciale Branca: Finalmente al via i lavori sulla SP a Vulcano

Il consigliere provinciale Massimiliano Branca è intervenuto  in merito all' inizio dei lavori della  strada provinciale Vulcano- porto - Gelso : "Finalmente dopo anni di battaglie politiche e dopo l' aggiudicazione dei lavori, mercoledì mattina è iniziato il ripristino della strada provinciale Vulcano piano - Gelso; ritengo necessario da parte di chi ha oggi il compito di rimettere in sicurezza  questa strada, per altro  percorsa da numerosi  isolani  e turisti ogni giorno, di  monitorare tutti gli interventi necessari da attuare, viste le condizioni oramai pessime del tratto provinciale e visto il rischio che ogni giorno i residenti percorrono a causa delle numerose frane che nei passati anni hanno completamente distrutto alcuni tratti dal porto a Gelso. Sarò comunque vigile anch' io, - conclude Branca -  per quel che mi compete e nel rispetto di chi lavora per la  messa in sicurezza della  strada provinciale di Vulcano piano- Gelso, sperando, di poter ridare a breve, la massima sicurezza per chi transita quotidianamente da quel tratto stradale."

Porto di Sottomonastero a Lipari. Marinai al lavoro

Prime "avvisaglie" d'estate all'imbarcadero di Sottomonastero, anche in coincidenza dell'arrivo di un nutrito gruppo che prenderà parte ad una manifestazione che si terrà a Lipari. Gran lavoro anche per uomini e donne della Guardia Costiera impegnati a disciplinare il traffico. IL VIDEO DI UNO DEI MOMENTI CRUCIALI:

Articolo 1 propone una ricognizione "seria del territorio messinese"


Comunicato stampa
Oggetto:appello ai Sindaci ed alla Deputazione Messinese
 In conseguenza  della tragedia, avvenuta in Emilia, che ha causato 17 morti, oltre 7000 sfollati ed ha messo in ginocchio tutto il tessuto produttivo di quelle zone mettendo a rischio occupazione circa 12000 persone,
considerata la atavica lentezza burocratica con la quale in questo paese si affrontano le emergenze,
considerato il particolare momento di crisi economica complessiva,
ritenuto che sia un dovere morale impegnarsi per non lasciare a casa altri nobili lavoratori,
 proponiamo
a tutti i Sindaci della provincia di Messina,alla classe politica regionale e nazionale ed a tutti gli enti interessati,di fare una ricognizione seria su tutto il nostro territorio ed in tutte le aree artigianali, industriali e commerciali, per individuare quelle strutture che ad oggi sono rimaste inutilizzate per la incapacità politica di incidere in maniera seria e concreta nel tessuto produttivo.
L’individuazione di tali aree libere consentirebbe di proporre agli imprenditori colpiti da questa tragedia l’utilizzo delle strutture in comodato d’uso,
consentirebbe allo Stato di essere operativo subito nel garantire quanto necessario per attrezzare tali strutture attraverso anche l’utilizzo di quei strumenti che consentono investimenti agevolati  in territori ad obiettivo 1,
consentirebbe alla Regione di varare un piano produttivo straordinario per agevolare l’avviamento e l’insediamento in tali strutture con ulteriori sgravi contributivi,
consentirebbe agli imprenditori emiliani di ripartire subito senza aggravi di costi garantendo il mantenimento del posto di lavoro alle loro maestranze senza ricorrere all’ennesima cassa integrazione straordinaria,
consentirebbe ai nostri territori di ripopolarsi e rilanciarsi in settori a noi quasi sconosciuti ,
consentirebbe alle tante famiglie che intendessero trasferirsi al Sud di apprezzare le bellezze dei nostri territori.
Consentirebbe al popolo meridionale,per una volta,di sentirsi protagonista di una azione di rilancio di una parte dell’economia italiana grazie a questa grande gara di solidarietà,
Consentirebbe l’inversione di quella tendenza che negli ultimi anni ha visto i nostri figli lasciare la propria terra per trovare lavoro al nord.(non dimentichiamoci che tra le vittime vi era un messinese)
Certi che tale proposta possa essere presa in considerazione, Art.1 Autonomia e Libertà è pronta a mettere a disposizione tutte le proprie risorse professionali qualora si rendesse necessario.
 Messina.01/06/2012                                                                         il Presidente
 Alessandro La Cava

Personaggi delle Eolie: Angelino Ziino

Lo incontri a Canneto sotto il sole cocente, sotto la pioggia scrosciante, con il vento impetuoso.
Sempre con il suo "fedele" carrettino e contribuisce(e non poco) a rendere più pulita Canneto.
E' Angelino Ziino

Auguri a......

Gli auguri di oggi sono per Katia Totaro
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Eoliani che non ci sono più



giovedì 31 maggio 2012

La bellezza delle Eolie.....vista attraverso l'obiettivo di Silvia Sarpi

Marina Corta, la Penisoletta del Purgatorio, il Castello, uno squarcio del centro urbano di Lipari

CinemAmbiente: Protagonista anche la signora Aimée Carmoz di Stromboli

Cos’hanno in comune una simpatica vecchietta francese impegnata per una gestione più sostenibile dei rifiuti a Stromboli, un ragazzo marocchino che ha recuperato un terrazzamento nella Valle del Brenta per coltivarci la menta, e un gruppo di signori bolognesi alle prese con i loro orti urbani alla periferia della città? Sono i protagonisti di tre pellicole italiane in concorso quest’anno a CinemAmbiente, uno dei festival più importanti a livello internazionale nell’ambito del cinema ambientale, che si aprirà questa sera a Torino.
Tre film in realtà un po’ speciali, perché, in linea con il cambio di passo della kermesse, abbandonano l’approccio angosciante di certi documentari (comunque molto pregevoli) sui disastri ecologici, e assumono un atteggiamento più costruttivo. “Dopo anni di documentari che terrorizzavano il pubblico con le prospettive apocalittiche dello sfruttamento dell’ambiente, adesso è arrivato il momento di lungometraggi che propongono delle soluzioni”, spiega il direttore artistico Gaetano Capizzi. Film che, aggiunge il responsabile Programmazione del Festival Francesco Giai Via “rappresentano  milioni di persone che si prendono sulle spalle la responsabilità del cambiamento”.  Proprio come loro.
Salvo Manzone è il regista de La crociera delle bucce di banana, primo capitolo di un documentario più ampio, ancora in fase di lavorazione, sulla gestione dei rifiuti. Protagonista è Aimée, anziana signora francese che da 40 anni abita a Stromboli: combatte per una corretta gestione dei rifiuti sulla sua isola, dove le limitazioni del suolo obbligano a trasportare tutto via mare. Le soluzioni ci sarebbero (il compostaggio, il progetto sperimentale di raccolta “carretta carretta”), ma il politico, “che rappresenta la forza conservatrice, preferisce lasciare tutto com’è e creare il problema dei rifiuti da usare come pretesto per ricevere finanziamenti”, racconta il regista, lui stesso impegnato nell’associazione Rifiuti Zero Sicilia. Di fronte a esperimenti di gestione alternativa ben riusciti, infatti, “si giustifica ingigantendo il problema, dicendo che tutto è molto più complicato di come sembra”. E così Stromboli,  diventa il “paradigma della Sicilia. In scala ridotta sono riconoscibili le stesse dinamiche della regione e dell’Italia intera: l’emergenza rifiuti, l’assenza di raccolta differenziata, il disagio dei netturbini, le lotte degli ambientalisti e l’opposizione dei potenti”. Alla fine, in bocca rimane il sapore dolce amaro delle piccole buone pratiche finite in una bolla di sapone, ma l’impegno di Aimée e la sua determinazione autorizzano a sperare.
Così come lasciano un po’ di spazio all’ottimismo le storie raccontate da Michele Trentini in Piccola Terra, ambientato in Valstagna, in provincia di Vicenza. I protagonisti, racconta il regista, “sono persone che con entusiasmo cercano di dare nuova vita ad un paesaggio terrazzato piuttosto suggestivo” oggi spesso in stato di abbandono. Tra di loro c’è anche Aziz, un ragazzo di origine marocchina che “ha avuto la felice intuizione di adottare un terrazzamento per coltivarvi la menta del Maghreb e l’integrazione. Assieme siamo andati sui monti dell’Atlante per recuperarla”. Accanto a questa, ci sono altre storie di ritorno alla terra, controcorrente: da chi rimane aggrappato con ostinazione e orgoglio all’antico podere di famiglia, a chi decide di lasciare il posto di operaio presso una cava per ritrovare se stesso, fino a chi, venendo dal mondo urbano, decide di prendersi cura di campi e muri a secco grazie a un innovativo progetto di adozione. “Ognuno dei protagonisti – spiega Trentini, che si è laureato a Dresda con tesi su una comunità ecologista della Germania dell’Est – comunica le idee e i valori in cui crede. La menta di Aziz, ad esempio, ha un grande valore simbolico; riuscire a mettere le mani nella terra che da anni ti ospita è un po’ come affermare per sé e per i propri figli: ‘Questa è anche la nostra terra’. In generale ognuno dei protagonisti è la dimostrazione di quanto si possa ricevere dalla terra e dall’ambiente, non solo in termini materiali, se ci si prende cura di loro”.
Proprio come avviene tra gli anziani del centro sociale Casa del Gufo, che coltivano gli orti urbani nella periferia bolognese. La loro storia è al centro di Ortobello. Primo concorso di bellezza per orti, diretto da Marco Landini e Gianluca Marcon. “E’ una comunità molto interessante di persone che frequentano l’orto e hanno molte cose da raccontare”, spiega Landini. Dalle parole degli ortolani, “a emergere è il rapporto dell’uomo con la natura, l’inesorabile scorrere del tempo che appassisce il primo e fa maturare la seconda e l’esperienza di un gruppo di anziani trasformata nel racconto di una memoria collettiva, pubblica e universale”. Tra zucche e pomodori, in questi pezzetti di terra “bellissimi anche dal punto di vista estetico”, infatti, “si vive in un tempo dilatato e sospeso, lontano dai ritmi concitati della città. Negli orti non serve andare veloci: è un buon modo di affrontare la vita”.
Veronica Ulivieri

Sisma nel Golfo di Policastro. Paura ma nessun danno a sud di Salerno

(FONTE TELECOLORE) Sono state avvertite in diversi centri del Golfo di Policastro, a sud Salerno, le due scosse registrate nelle prime ore di oggi dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Le scosse, la prima si e’ verificata intorno all’1.45, mentre la seconda alle 4,45, non hanno causato danni anche se in alcune abitazioni sono cadute a terra le suppellettili poste sui mobili. Tanta, invece, e’ stata la paura tra i cittadini. A Sapri, in particolare, decine di persone sono scese per strada nel corso della seconda scossa che e’ stata avvertita maggiormente rispetto a quella dell’1.45. Di fronte la fascia costiera del Golfo di Policastro c’e’ il vulcano marino “Palinuro” che si trova a 32 km di distanza dalla costa, di fronte lo specchio d’acqua di Scario, frazione marina del comune di San Giovanni a Piro.
Il vulcano Palinuro dista circa a 150 km. dal golfo partenopeo e a 83 dalla costa calabra di Diamante, in direzione nord-est rispetto ad un altro vulcano sottomarino, il Marsili. L’origine risale a meno di due milioni di anni fa. Proprio gli eventi sismici degli ultimi giorni hanno riportato all’attenzione la possibile pericolosità della cintura tirrenica di vulcani. Una sorta di cintura di fuoco immersa negli abissi: il Vesuvio, il Marsili, il Valinov, il Palinuro, i vulcani delle Eolie.
Il Vulcano Marsili
Il Vulcano Marsili
Uno dei più pericolosi, comunque, sarebbe il Marsili, tra i vulcani marini più grandi d’Italia. Uno studio del C.N.R. ne ha rilevato gli aspetti più delicati. Alto 3000 m. il vulcano sottomarino Marsili dista 150 km. a sud del golfo di Napoli e 70 km. dalle isole Eolie. Si sviluppa da 3000 a 505 m. di profondità. Lungo 55 km. e largo 35, ha due milioni di anni, le sue fumarole furono riprese nel 1990 da un video-robot di ricercatori americani.
A lanciare l’allarme sul Marsili è stato nei giorni scorsi Franco Ortolani, direttore del Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio ed ordinario di Geologia presso l’università Federico II di Napoli che avrebbe segnalato un risveglio dell’attività e la preoccupazione per una sua eruzione e conseguenti eventi franosi sui suoi versanti. Allo stesso tempo Ortolani, pur dedicando molta attenzione a ciò che avverrà nel Marsili, ha invitato ad evitare facili allarmismi. Per il geologo, comunque, è fondamentale organizzare, nel più breve tempo possibile, dei ‘sistemi di difesa dei litorali‘. Ortolani dà un’idea di come si realizzano tali sistemi mediante uno studio approfondito pubblicato sul Portale Meteo del Mar Mediterraneo, con il quale collabora da diverso tempo.
Secondo l’idea del professore, si potrebbero sfruttare le isole dell’arcipelago delle Eolie come delle vere e proprie ‘sentinelle’, che possano preannunciare con un tempo sufficiente all’organizzazione l’arrivo dell’onda anomala. Questo studio è stato definito dal professor Ortolani in seguito al maremoto verificatosi il 30 dicembre del 2002, e che aveva colpito Stromboli, le isole nelle vicinanze e anche le coste della Sicilia vicino a Milazzo e quelle campane di Marina di Camerota. I dati raccolti in quell’occasione e pubblicati dal dipartimento di fisica dell’università di Bologna e dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma hanno rivelato come, negli ultimi duemila anni, sono stati 72 i movimenti anomali del mare che si sono abbattuti lungo le coste italiane.
Rilievo dell’Osservatorio Vesuviano degli effetti del maremoto di Stromboli del 30.12.2002 sulla costa salernitan
Arcadia boutique è on line. Visita il nostro sito all'indirizzo http://www.arcadiaboutique.net/ e sfoglia i cataloghi di Armani Jeans e Nero Giardini donna/uomo - Emporio Armani swimwear donna/uomo
Visita il nostro sito troverai i cataloghi con le ultime novità dell' Autunno/Inverno 2012

SICILIA: FRANCESCO AIELLO ASSESSORE ALLE RISORSE AGRICOLE

Palermo, 31 mag. (SICILIAE) - Francesco Aiello e' il nuovo assessore alle risorse agricole della Regione siciliana. Aiello, nominato questo pomeriggio dal presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo subentra a Elio D'Antrassi. Deputato regionale dalla IX alla XI legislatura, Aiello ha gia' ricoperto l'incarico di assessore all'agricoltura nel 46° e nel 47° governo regionale, nel periodo compreso tra il 1992 e il 1993. Francesco Aiello e' stato anche sindaco e consigliere comunale di Vittoria, l'importante centro agricolo in provincia di Ragusa

Lipari (Me): teatro del fuoco dal 26 al 28 luglio

La più grande delle sette sorelle dell'arcipelago Eoliano, Lipari, ospiterà dal 26 al 28 luglio prossimi la V edizione del teatro del fuoco, international firedancing festival che prevede una serie di spettacoli notturni al castello di Lipari. Ritorna dunque un appuntamento unico nel suo genere in Italia: il festival dei danzatori del fuoco inserito nel calendario dei grandi eventi della Regione Siciliana, che già da quattro anni viene realizzato nell'arcipelago eoliano.
Il Teatro del Fuoco rappresenta un valore aggiunto per l'offerta turistica eoliana ed è un progetto artistico nato per valorizzare il territorio attraverso l’arte del fuoco con una varietà di canali espressivi potenti che vanno dalla danza, al canto, alla pantomina, fino al mimo ed al cabaret. L’espressione del corpo in movimento, nel recupero di una gestualità primordiale, la sublimazione delle forme e delle suggestioni, sono strumenti propri del Teatro del Fuoco, che della luce e del calore delle fiamme fa un’arte espressiva vitale e purificatrice. Esprimersi attraverso il corpo è dare voce all’anima mentre il fuoco è vita, energia, conservazione, forza creatrice. Con questa idea Amelia Bucalo Triglia ha dato vita alla spettacolare kermesse, attingendo a piene mani dalla natura e dai suoi elementi per creare un indimenticabile viaggio evocativo fra suggestioni e rappresentazioni di altissimo livello portate in scena da artisti che sono giunti dalla Germania, Polonia, Argentina, Israele, Spagna, Australia, Francia, Nuova Zelanda, Austria ed Italia.
La valenza e l’importanza di questa iniziativa carica di cultura siciliana ed internazionale, ha suscitato l’interesse del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che, nel 2009, ha conferito all’evento eoliano una medaglia per il suo valore strategico di marketing territoriale.
Il Fuoco diventa il simbolo metaforico dello spirito e della giovialità del popolo siciliano, della sua natura, della sua tradizione antica. Le Isole Eolie, con i due vulcani attivi (Stromboli e Vulcano) e vitali ed i suoi luoghi selvaggi e incontaminati tutelati dall’Unesco, rappresentano uno scenario unico e ideale per questo tipo di teatro che di anno in anno rafforza il legame atavico fra fuoco e spettatore in una sorta di magia sacrale.
Ogni anno il fuoco esprime un significato diverso. E' stato rappresentato come Energia (2008), Trasformazione (2009), Dio e Miti del Fuoco (2010) e Passione (2011), ma per il tema delle rappresentazioni del 2012 l'organizzazione lascia ancora un velo di mistero.
Giorni vissuti ardentemente in un palcoscenico naturale fra i più belli al mondo con artisti internazionali pieni di talento, estro e gioia di vivere regaleranno immagini indimenticabili destinate ad incastonarsi nella memoria come lapilli ardenti sparati nella notte dalla bocca di un vulcano. Incontri, performaces, laboratori di tango ed espressione corporea, daranno luogo a un mix di culture, organizzazioni sociali e valori capaci di attrarre e sedurre il viaggiatore che farà tappa alle Eolie.

TG 31 MAGGIO, EDIZIONE POMERIGGIO

Lipari. Maquillage in corso

Continua l'opera di maquillage di aree e strade dell'isola di Lipari su disposizione della giunta municipale presieduta dal sindaco Marco Giorgianni.
Nelle foto di oggi: (1 e 2) operai comunali al lavoro per il rifacimento della segnaletica sul Corso V.E.
3) ex Pumex ed operai comunali al lavoro per ridare dignità all'area archeologica di Diana, dove, negli ultimi tempi, le testimonianze storiche della antica civiltà eoliana erano sepolte sotto un notevole quantitativo di erbacce.
In quest'area l'intervento si presenta alquanto difficoltoso perchè nei giorni a venire si interverrà su quella parte di area prospicenti il Viale Vescovile (Via Mons. Bernardino Re) dove gli operai troveranno una vera e propria "giungla"

Finanziaria regionale: operativa da oggi

Gazzetta del Sud
PALERMO Sarà subito promulgata e pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Regione la legge che consentirà di pagare gli stipendi fino al prossimo dicembre ai 27 mila operai della forestale, ai dipendenti dell'Eas e dell'Esa e che prevede la corresponsione altri otto milioni ai teatri di Palermo, Catania, Messina e Agrigento, alle associazioni dei ciechi e dei sordomuti e per alcune fondazioni e società sportive. Il commissario dello Stato, infatti, non ha impugnato la norma finanziaria approvata il 23 maggio scorso. Per dare copertura a questa legge, parte dei fondi necessari sono stati recuperati riducendo ulteriormente gli stanziamenti per i comuni (-35 milioni), per le province (-5 mln) e cinque milioni e 600 mila euro dai fondi destinati al pagamento del buono scuola. Per la parte rimanente si provvederà con l'accensione di un mutuo di 140 milioni e non da 180 milioni come previsto inizialmente.
Di queste somme, 93 milioni sono destinati al pagamento degli stipendi ai forestali, 11,600 milioni ai dipendenti Eas e 4 milioni ai dipendenti Esa. Inoltre, 3,5 milioni sono destinati al Teatro Bellini di Catania, un milione ciascuno al Vittorio Emanuele di Messina, al Biondo di Palermo e alla Fondazione Teatro Massimo di Palermo; due milioni all'Orchestra sinfonica siciliana. (m. c.)

La Siremar umanizzi il lavoro. L'appello della Federmar Cisal

"La Siremar umanizzi il lavoro". Questo l'appello lanciato dalla Federmar Cisal Sicilia in una nota inviata al Commissario straordinario Giancarlo D'Andrea e al direttore generale Martino Casagrande. "La società - ha scritto il rappresentante della sigla sindacale Gesualdo Accardi- propone per l'estate stessi servizi, stessi tempi e stessi orari. Ma non tiene conto di tutte quelle componenti che rendono impossibile il rispetto degli orari programmati, che se lo sono stati fino al passato recente non sono più attuali e pertanto costringono le maestranze a rincorrere i tempi di attuazione di ogni servizio. Lo stress psico-fisico raggiunge livelli di guardia, la sicurezza potrebbe , se fosse necessario, non essere garantita". Nella nota si evidenzia anche come " i ritardi accumulati insieme alle operazioni di bunkeraggio assorbono i tempi che sulla carta sembrerebbero periodi di sosta in porto, mentre la vetustà dei mezzi non rende, spesso, fruibile il programma a quattro oppure a tre e perfino a due aliscafi. Pertanto - viene fatto rilevare- alle invettive dei viaggiatori sono da sommare quelle degli operatori commerciali che scaricano sul personale marittimo imbarcato la loro frustrazione nel caso di un servizio ridimensionato a causa di mezzi fuori servizio per guasti; condizione non proprio rara". Federmar Cisal ha ovviamente richiesto un'incontro per cercare di risolvere i problemi più urgenti.

Al Conti oggi incontro con il dottor Gratteri e il professor Nicaso, autori del libro "La mafia fa schifo

COMUNICATO STAMPA
OGGETTO: Conferenza “Incontro con l’Autore” 
Il giorno 30 maggio 2012, presso l’Aula Magna dell’Istituto istruzione Superiore “Isa conti – eller Vainicher” – Lipari, si è svolta una conferenza sul tema della legalità e della lotta contro la mafia.
Di fronte ad una cospicua componente degli studenti della scuola, che per iniziativa di docenti, nel corso dell’anno scolastico hanno partecipato a specifici progetti curricolari ed extra curricolari sul tema della legalità e della cittadinanza attiva,  il magistrato Nicola Gratteri e il prof. Antonio Nicaso, autori del libro  La mafia fa schifo”, hanno sensibilizzato i giovani alla presa di coscienza del fenomeno mafioso in Italia, promuovendo nei singoli una concreta azione di prevenzione e contrasto del fenomeno mafioso.
La manifestazione, introdotta dalla dirigente scolastica, prof.ssa Tommasa Basile,  si è svolta in un clima di serena e proficua partecipazione; gli studenti hanno poi rappresentato i lavori tematici realizzati nel corso dell’anno scolastico, con riflessioni personali e di gruppo.
Non è stato possibile invece allargare alla cittadinanza la stessa conferenza, su richiesta specifica del giudice Gratteri; unica eccezione, la prof.ssa Caterina Conti, ex insegnante ed icona dell’istituto, che ha relazionato sulla lotta intrapresa, negli anni ’70 del secolo scorso, dai cittadini di Filicudi, contro l’arrivo di mafiosi sull’isola e presentando il libro “le giornate di Filicudi”, dell’isolano Giuseppe la Greca.