Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 5 gennaio 2013

Leni: Vivaio in fiamme

Un magazzino-vivaio di fiori è andato completamente distrutto nella zona di Valdichiesa, comune di Leni, nell'isola di Salina. Il vivaio, di cui il titolare è il signor Domenico Nania, è stato letteralmente avvolto dalle fiamme e a nulla è servito l'intervento del titolare, di alcuni vicini e dei vigili del fuoco (caposquadra Pannuccio) che, affrontando il mare in tempesta, sono sbarcati a Rinella con la motovedetta della guardia costiera di Lipari. 
L'incendio, presumibilmente doloso (almeno questi sono i rumors che raccogliamo da Salina) si è sviluppato su una superficie di circa 200 mq.
Al momento in cui scriviamo i vigili del fuoco, considerando che la motovedetta ha fatto ritorno a Lipari, sono bloccati nell'isola di Salina dove potrebbero restare sino a domani. 

Calcio a 5. Ludica battuta dal Merì

Nella seconda gara del girone di ritorno del torneo di calcio a 5 di C2 la Ludica Lipari è stata superata per 5 a 3 in trasferta dal Merì. 

Le Eolie e le date storiche: 5 gennaio 1908 (a cura del dottor Pino La Greca)


Prende il via quest'oggi, con questa pubblicazione, una nuova rubrica del nostro giornale online, ovvero: Le Eolie e le date storiche. Una rubrica per riportare alla mente fatti, avvenimenti e personaggi più o meno recenti e per la realizzazione della quale abbiamo chiesto ed ottenuto la collaborazione dello storico eoliano, dottor Giuseppe (Pino) La Greca
 5 gennaio 1908

Il 5 gennaio 1908 viene votata dal Parlamento Nazionale, su iniziativa dell’Onorevole Ugo Di Sant’Onofrio, la Legge 10 istitutiva della Tassa Comunale sulla Pietra Pomice che consentirà la sopravvivenza  del Comune di Lipari per circa 70 anni. L'iter per il raggiungimento del fondamentale risultato nasceva nel secolo precedente in seguito al fallimento della Eolia, ed aveva visto l’impegno di quasi tutte le amministrazioni comunali di Lipari. Il 6 maggio 1907 il deputato Di Sant'Onofrio presentava alla Camera dei Deputati la proposta di legge n. 741. Grazie, anche, a questa sua iniziativa il ministro all’agricoltura, industria e commercio, Cocco-Ortu, dispose degli accertamenti a Lipari e la creazione di una prima forma di tutela degli operai addetti all’escavazione.
Rispetto alla proposta di un articolo unico fatto dal Di Sant'Onofrio, la commissione votò una legge composta da 5 articoli.
La Legge 5 gennaio 1908 n. 10, approvata dal IV Governo Giolitti, ed il successivo regolamento comunale di esecuzione, permisero di dare una nuova sistemazione a tutta la materia relativa alle tasse comunali sulla pietra pomice escavata sia in zone demaniali che private, rivelandosi nell'insieme fondamentale per le finanze del Comune.

Ugo Di Sant’Onofrio del Castillo

Qualche parola, inoltre, vogliamo dedicare alla figura del Marchese Ugo Di Sant’Onofrio del Castillo. I rapporti con il deputato del collegio erano intensi da oltre un ventennio.
Ugo Di Sant’Onofrio era nato il 30 agosto 1844 a Baden (Germania).
Già il 22 dicembre 1907 il consiglio comunale di Lipari tributa un voto di riconoscenza e gratitudine; successive iniziative vengono intraprese nel corso del 1908, a seguito dell’approvazione della Legge 10.
Il Consiglio Comunale nella seduta dell’8 agosto, deliberò di onorare il Capo del governo e il deputato del collegio, intestando delle piazze nel centro urbano di Lipari, precisamente la Piazza del “Pozzo” viene rinominata “Piazza Giolitti” (oggi piazza Matteotti), mentre Marina Corta, conosciuta come “Piazza del Commercio” viene intestata al Marchese Ugo di Sant’Onofrio.
Sempre nel corso del 1908 (10 ottobre) vengono tributati dei festeggiamenti all’On.le di S. Onofrio per la sua venuta a Lipari.
Nelle elezioni del 7 maggio 1909, a seguito dell’ampio consenso degli eoliani, venne eletto deputato al primo scrutinio riportando, nel collegio, ben 1285 voti su 1632 votanti. Perse il seggio alla Camera dei Deputati nelle elezioni del 1919 ed il 3 ottobre 1920 venne nominato senatore. Muore il 7 luglio 1928.
NELLE FOTO: Il Marchese Ugo di Sant'Onofrio(1 e 2) e la folla che lo accoglie nel 1908 al suo arrivo a Lipari (foto 3)

Tensostrutture per il Carnevale eoliano. Il montaggio dovrebbe essere completato tra martedì e mercoledì

A gestire il Carnevale eoliano 2013 sarà un comitato che, contrariamente alle voci diffuse, non sarà composto dagli stessi elementi che hanno realizzato il calendario delle manifestazioni in occasione dei festeggiamenti per il Patrono S. Bartolomeo. Di questo comitato, che sta affiancando l'assessore Giacomo Biviano, impegnato sin dalle prime battute per dare alle Eolie un Carnevale degno di nota (a partire dalla disponibilità per i carristi di contare su strutture idonee), fanno parte diversi elementi, di cui solo qualcuno in comune con il comitato per i festeggiamenti per S. Bartolomeo.
Intanto il lavoro di montaggio delle tensostrutture (che impropriamente abbiamo definito capannoni), nello spazio fra il megaparcheggio e la scuola S. Lucia di Lipari,  va avanti  speditamente.
Martedi/Mercoledì al massimo dovrebbe essere completato.

Pausa caffè. Rubrica di Daniele Corrieri. Il megaparcheggio

Cari lettori, ci sono temi che spesso per giorni vengono scritti, riscritti e ribolliti, poi come sempre nella nostra Comunità vengono dimenticati.
Oggi ritorno sul tema Megaparcheggio, sappiamo benissimo come è andata negli ultimi mesi, ricordando che il Comune per circa 4 mesi non ha beccato un €, che al primo bando (affidamento provvisorio di sei mesi) non si presentò nessuno e con molte probabilità il motivo fù o per le troppe polemiche o per quel vincolo famoso, poi successivamente con delle modifiche al bando venne aggiudicato, strano ma vero!
Ora mi domando: essendo che l’affidamento è provvisorio e scade tra circa sei mesi, quando il Comune prepara il nuovo bando e il regolamento onde evitare che ci ritroviamo ancora con proroghe su proroghe?
Il Megaparcheggio è un business se ben gestito e organizzato, ricordando che serve cambiare una cosa fondamentale nel nuovo bando: Il Megaparcheggio deve rimanere aperto 24 ore su 24, cosa che oggi e ieri non esiste visto la chiusura alle ore 23
Inutile sottolineare che nel rifacimento del bando si sono dimenticati di pensare a due dipendenti che avevano perso il posto, tra questi il Direttore di questo giornale, ma mi auguro che nel nuovo bando si trovi un sistema per far si che si obblighi l’aggiudicatario (sempre se consentito) di dare lavoro ai residenti.
Spero che attraverso questo giornale a breve possiamo ricevere delle risposte o segnali da parte dell’amministrazione, tra questi e in particolar modo dall’Assessore Berzioli essendo che il megaparcheggio è un immobile del Comune, ovviamente anche da parte dell’Assessore al Bilancio G. Biviano e di chi ne ha voglia. Chissà cosa ne pensa il Consigliere Gesuele Fonti, gli altri della minoranza non li considero essendo che a parte le sporadiche presenze in Consiglio Comunale detto alla Liparota a oggi non hanno fatto “Scruscio”!
Quasi sicuramente salvo colpi di scena nessuno risponderà, ma di certo questo tema sarà seguito da parte mia e marcherò stretto l’amministrazione.
D. Corrieri

Politiche. I sondaggi

Il professor Mario D’Alimonte avverte che ai sondaggi bisogna dare modesto affidamento, perché l’opinione pubblica in queste ore è bombardata dalle notizie elettorali, dal gran battage dei partiti e dei loro leaders, gli umori sono cangianti ed i pareri pure. C’è tuttavia da tenere conto di quei dati che vengono confermati nel tempo e da più istituti di ricerca, com’è il caso delle intenzioni di voto attribuite al Partito Democratico ed al centrosinistra, che viene unanimamente indicato ormai da mesi come il vincitore delle prossime elezioni politiche.
Vuol dire che i giochi sono fatti? Questo no, perché può sempre capitare qualcosa d’imprevisto, ma è difficile che si verifichi un ribaltamento della situazione.
La prima rilevazione dell’anno è firmata dall’Istituto Piepoli che indica il Partito Democratico in cima alla graduatoria con il 33 per cento, a conferma di una consolidata stabilità. Il Pd  sembra trascinare anche Sel che insieme ai democratici ha svolto le primarie, ed è stato premiato anche per questa ragione. Un dato di stabilità che caratterizza anche l’altro partito di Centrosinistra coinvolto nelle primarie per il Parlamento, Sinistra Ecologia e Libertà, che si attesta al 6%. Sommando altri schieramenti minori della coalizione, il centrosinistra potrebbe aspirare al 42%.
Il Popolo della Libertà (17 per cento) perde per strada mezzo punto, la nuova formazione di La Russa, Meloni e Crosetto raggiungerebbe il 2 per cento, Intesa Popolare il 2 per cento e La Destra il 3 per cento. Il centrodestra potrebbe aspirare così al 24%, con la Lega Nord (6%) al 30 per cento. Le rilevazioni di Piepoli non sono generose con lo schieramento che sostiene il premier Monti (12%), e con il Movimento 5 Stelle. Che in 14 giorni dal 14% arretrerebbe all’11%.
La ricerca del Cise per il Sole 24 Ore, coordinata dal professore Mario D’Alimonte, disegna invece un quadro diverso:
- Coalizione del centro-sinistra (PD + SEL), con la guida di Pierluigi Bersani (36,2%)
- Coalizione del centro (UDC + Italia Futura), con la guida di Mario Monti (23,3%)
- Coalizione del centro-destra (PdL + Lega Nord), con la guida Silvio Berlusconi (21,8%).
Significative differenze si verificherebbero, secondo il sondaggio all’Istituto Cise fra il voto ai partiti e quello alle coalizioni nelle intenzioni di voto. Il Partito Democratico otterrebbe il 34,6% delle preferenze, appena due punti in meno della coalizione Pd-Sel, il Popolo delle Libertà  il 19,7% e il Movimento 5 Stelle il 14,3%. L’Udc e la Lista Montezemolo-Riccardi – in coalizione al 21,6% , da soli otterrebbero rispettivamente il 6,4% e il 3,0%.
Il risultato del sondaggio di Sky appare in sintonia con i risultati dell’Istituto Piepoli: per Pd, Sel e le liste minori di centrosinistra indica il 40%; il Pdl e la Lega, più altre liste, concederebbero al centrodestra il 30%. Il raggruppamento di Monti, invece, è quotato al 12% sommando tutti gli alleati, mentre M5S ottiene il 19 per cento.
Ricapitolando, il sondaggio di Sky offre questi numeri: Pd: 35,3%, Pdl: 19,5%, Movimento 5 Stelle: 16%, Lista Monti: 6%, Udc: 4,8%, Sinistra, Ecologia e Libertà: 4,1%, Lega Nord: 3,9%, Rivoluzione Civile: 3,8%, Futuro e libertà: 1,2%
Il sondaggio dell’Istituto piepoli: Pd: 33%, Pdl: 17%, coalizione Monti (Udc+Fli+Lista Monti+Montezemolo): 12%, Movimento 5 stelle: 11%, Lega Nord: 6%, Sel: 6%.
Un’annotazione finale, Terza Primavera – associazione che promuove Antonio Ingroia – con una nota all’Ansa suggerisce  a Grillo di dare un’occhiata ai sondaggi. “Si accorgerebbe che il suo movimento unito ad Ingroia vincerebbe le elezioni politiche”. ”Silvio Berlusconi”, rivela la nota, “ha visto i sondaggi riservati e non ancora pubblici che assegnano alla lista ‘Rivoluzione Civile’ di Ingroia percentuali a doppia cifra ed è nervoso il Cavaliere per l’erosione da ogni parte dei suoi voti”.
Dobbiamo tenere conto anche dei sondaggi riservati? Ci pare troppo, in verità.

Befana con il sole da metà mese freddo

Festa della Befana sotto un sole mite, con temperature decisamente più vicine alla primavera che alla stagione in corso. Queste in sintesi le previsioni de il Meteo.it, secondo cui il tempo stabile durerà più o meno fino a metà mese. Poi dalla Siberia arriverà aria molto fredda che porterà sullo stivale neve anche a bassa quota.
"Dieci giorni di tempo stabile con nebbie sulle pianure, poi arriva 'l'Orso Siberianò a metà mese che porterà freddo e gelo e neve a tratti fino a metà Febbraio", fa sapere l'esperto che aggiunge: "Da domenica 13 è attesa una svolta, il serbatoio gelido presente sulla Russia, punterà verso l'Europa e anche l'Italia, dove sono attese nevicate e clima rigido con diffuse ed estese gelate che perdureranno fino a metà Febbraio".

Furto a Canneto. Il comunicato dei carabinieri parla di 5.000 euro

Comunicato stampa Compagnia di Milazzo
Lipari (ME); accertamenti dei Carabinieri a seguito di una rapina in un’abitazione.
Sono in corso accertamenti da parte dei Carabinieri della Stazione Carabinieri di Lipari, a seguito della rapina perpetrata, nella nottata di oggi, da due individui, in un’abitazione privata ubicata nella frazione Canneto, dove viveva sola una 80enne dell’Isola di Lipari.
Secondo quanto emerso nel corso dei primi accertamenti dei Carabinieri, due malviventi, con il volto travisato da passamontagna, si sono introdotti all’interno dell’abitazione previa effrazione della porta d’ingresso, e, sotto minaccia, si sono fatti indicare dall’anziana signora dove custodiva i soldi.
I malviventi, dopo essersi impossessati della somma in contanti di euro 5.000,00, che l’anziana custodiva in un cassetto, si sono dati alla fuga. Nella circostanza l’anziana vittima non ha riportato alcuna lesione.
Sulla vicenda sono in corso ulteriori approfondite indagini dei Carabinieri della Stazione di Lipari e della Compagnia di Milazzo per risalire all’identità dei malfattori, che dopo la rapina sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce.

NOTA DEL DIRETTORE Sin qui il comunicato dell'Arma. Perfettamente coincidente con quanto da noi scritto in precedenza. Differisce solo la cifra. A noi personalmente la signora ha parlato di 500 euro. Probabilmente si sarà confusa poichè la cifra "asportata" è realmente di 5.000 euro. Intanto..specie..tra gli anziani e chi vive solo cresce la preoccupazione e il rimpianto di quando "si dormiva con le porte aperte". Purtroppo..dobbiamo dire: ALTRI TEMPI !

Conosci le tue isole? Domani con Nesos a Monte dei Porri

Domani, 6 Gennaio, l’’Associazione Nesos riprende il calendario di “Conosci le tue isole?”.
Si va a Salina, Monte dei Porri, un’escursione abbastanza impegnativa ma di straordinaria bellezza ed interesse.
Partenza con l'aliscafo delle 8.10
(Appuntamento alla biglietteria alle 8.00)
Rientro previsto intorno alle 17.00.
Si raccomanda una minima attrezzatura da trekking (scarpe, scopa, gatto nero e abbigliamento adatto), il pranzo al sacco e una scorta d’acqua. La partecipazione è libera; il costo dell’aliscafo e del bus a Salina è a carico dei partecipanti. 

Auguri a...

Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Lorenza Famularo, Anna Maria Iacono, Luciano Mandarano
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Rapina a Canneto. Due uomini con volto travisato penetrano in casa di una anziana

Rapina nella notte in pieno centro a Canneto sulla via Marina Garibaldi. A subirla l'ottantenne signora Grazia Portelli che- stando al suo racconto- si è vista arrivare in casa, intorno alle 23 e 30, due uomini con il volto mascherato con un cappuccio che le hanno intimato, pistola in mano, di consegnarli il denaro e l'oro che aveva in casa.
La signora che, stando al suo racconto, è stata sorpresa mente si trovava a letto, ha dato ai due rapinatori circa 500 euro, sostenendo di non avere preziosi. Per fortuna i due, dopo aver rovistato in alcuni punti della casa, si sarebbero limitati ad inveire e a lasciare l'appartamento che si trova al primo piano dello stabile. I rapinatori sarebbero usciti dalla stessa porta d'ingresso dalla quale sarebbero entrati. Una porta che da proprio sulla Marina Garibaldi e dalla quale sarebbero entrati con una forte spinta, stante che la stessa- sempre secondo il racconto dell'anziana-  non era chiusa a chiave e il blocco difettoso.
Una volta che i due rapinatori si sono  allontanati la donna-comprensibilmente impaurita- ha allertato i conoscenti e i carabinieri. Le indagini da parte dell'Arma sono in corso e- sino a qualche minuto fa- i carabinieri sono stati nell'abitazione della donna per acquisire ulteriori elementi.
Certamente quanto accaduto fa crescere la tensione e la preoccupazione nell'isola dove, negli ultimi tempi, si è ripreso a commettere furti nelle abitazioni, in particolare di anziani.
Il fatto che la signora sia stata minacciata con una pistola  rappresenta in tal senso una "novità preoccupante".  Anche se non è detto al 100% che la pistola fosse vera.

In arrivo cometa che "oscurerà" la Luna

Daranno spettacolo quest'anno anche due asteroidi: il primo appuntamento ci sarà il 9 gennaio, "quanto l'asteroide Apophis, che ha un diametro di circa 300 metri, - spiega Masi - passerà a circa 15 milioni di chilometri dalla Terra"
Per l'astronomia, il 2013 sarà l'anno delle comete: ben due 'visiteranno' i nostri cieli e una, di nome Ison, si annuncia memorabile, brillante come la luna piena e visibile in pieno giorno. Ma sono previsti anche appuntamenti con asteroidi, eclissi di Luna e le immancabili stelle cadenti. La prima cometa, che si chiama Panstarrs, sarà visibile in primavera, "quando nel mese di marzo passerà a circa 50 milioni di chilometri dalla Terra" spiega l'astrofisico Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope. 
Ma lo spettacolo che si annuncia memorabile sarà quello della cometa Ison che, rileva Masi, potrebbe essere la più bella cometa degli ultimi 100 anni, se sopravviverà al passaggio ravvicinato al Sole, che potrebbe frantumarla. Questa cometa, secondo le previsioni, sarà visibile dal novembre 2013 al gennaio 2014 e potrebbe diventare la super cometa di Natale 2013. 
La cometa Ison, sottolinea Masi, "potrebbe diventare molto luminosa in prossimità del suo massimo avvicinamento al Sole, a fine novembre 2013, quando arriverà a soli 1,5 milioni di chilometri dalla nostra stella". In questa fase, rileva Masi, Ison potrebbe eguagliare la luminosità della Luna, diventando visibile in pieno giorno. Nel mese di dicembre, in particolare, la cometa diventerà sempre meglio visibile dall'emisfero nord, poi la sua luminosità inizierà a diminuire gradualmente.
 Daranno spettacolo quest'anno anche due asteroidi: il primo appuntamento ci sarà il 9 gennaio, "quanto l'asteroide Apophis, che ha un diametro di circa 300 metri, - spiega Masi - passerà a circa 15 milioni di chilometri dalla Terra". "Sarà un passaggio molto interessante dal punto di vista scientifico - prosegue l'esperto - perché aiuterà gli astronomi a calcolare la distanza con cui questo asteroide ripasserà vicino alla Terra nel 2036". Un passaggio, quello del 2036, su cui da anni si concentrano le attenzioni degli astronomi, perché ritenuto potenzialmente pericoloso.
 Apophis ritornerà anche nel 2029 a una distanza di sicurezza di 35.000 chilometri dalla Terra. Il 15 febbraio, invece, passerà vicino alla Terra l'asteroide 2012 DA14: "del diametro di circa 50 metri – rileva Masi - questo oggetto passerà a 35.000 chilometri dalla Terra". "Ovviamente – osserva l'esperto - non vi sarà alcun pericolo di impatto con il nostro pianeta ma sarà una occasione ghiotta per astronomi e appassionati perché l'oggetto si vedrà benissimo dall'Italia anche con un piccolo binocolo". Quest'anno sono previste anche due eclissi parziali di Luna, la prima il 25 aprile e l'altra il 19 ottobre che sarà una eclissi di 'penombra'. "La Terra - spiega Masi - proietta nello spazio la sua ombra e una penombra, dovuta all'atmosfera terrestre, la Luna passerà in questa penombra e si noterà appena un calo di luce del nostro satellite". Da non mancare anche gli appuntamenti con le stelle cadenti: le Perseidi, il cui picco è previsto l'11 e il 12 agosto e le Geminidi, il 13 e il 14 dicembre.

Sequestrati 24 kg di totani : "Operazione Mekong" del Circomare Lipari nell'arcipelago


Comunicato Stampa
Oggetto:   Attività di controllo in materia di pesca e commercializzazione del prodotto ittico - Resoconto attività ispettiva – Operazione “Mekong”.
              Dal 10 al 22 Dicembre scorso, si è svolta, nell’ambito di una operazione complessa di controllo sulla filiera del prodotto ittico a carattere nazionale, una serie di controlli in materia di “Etichettatura e Tracciabilità” del prodotto ittico, della pesca marittima professionale e sportivo/ricreativa, nonché della grande e piccola distribuzione.
            Gli uomini dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, coordinati dal Comandante Cosimo BONACCORSO, nell’ambito della predetta attività di polizia e vigilanza, hanno effettuato n°19 controlli ispettivi in pescherie, grossisti locali, ristoranti, supermercati, accertando, con particolare riferimento alle rivendite, la presenza di idonea documentazione accompagnatoria al prodotto ittico unitamente alla corretta “etichettatura” del prodotto esposto, il tutto finalizzato a tutela ed a garanzia del consumatore finale.
Sono stati effettuati numerosi controlli a terra, rilevando n°02 infrazioni amministrative che hanno portato all’elevazione di verbali di contestazione degli addebiti per un totale di € 3.500,00 ed il sequestro di Kg.23,8 di prodotto ittico della specie TOTANO (Todaroes Sagittatus) – (SQE) che, a seguito di visita del Dirigente Sanitario dell’ASP.5, è stato devoluto in beneficienza.                      
Per tutelare il consumatore dalle Frodi in commercio, sono stati anche effettuati controlli in merito alla corretta indicazione di “prodotto surgelato” contrassegnato da asterisco nei menu di numerosi ristoranti eoliani, controllando la reale presenza di prodotto fresco in giacenza.
Principale obiettivo della predetta operazione, e dei successivi controlli, è quello di garantire la corretta applicazione della vigente normativa comunitaria in materia di pesca e tracciabilità del prodotto il tutto sempre a tutela del consumatore finale e della salute pubblica non trascurando, ovviamente, gli aspetti repressivi che, comunque, rimangono un importante deterrente ad eventuali futuri comportamenti non conformi alla legge.
Tuttavia, con estrema soddisfazione del Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, è stata rilevata, dal confronto dei dati statistici dei controlli, una flessione della percentuale di infrazioni rispetto al numero di controlli effettuati, chiaro segnale di un generale maggiore rispetto delle regole e delle norme che disciplinano la filiera della pesca
IL COMANDANTE T.V. (CP) Cosimo BONACCORSO

Lega Pesca, regole tonno rosso 2013 Ecco le novita' scaturite dalla 18/ma sessione annuale dell'Iccat

(ANSA) Sono ''equilibrate'' le nuove raccomandazioni che regoleranno la prossima campagna di pesca del tonno rosso. Lo afferma la Lega pesca che riassume le principali novità scaturite dalla 18/ma sessione annuale dell'Iccat, organismo internazionale per la protezione dei grandi pelagici che definisce i quantitativi massimi di cattura e le modalità di pesca a livello internazionale.Sono aumentate sia la quota di cattura totale di 500 tonnellate sia quella della Ue del 30%, passando dalle attuali 5.756,41 tonnellate alle 7.548,06 per il 2013. La campagna di pesca delle tonnare volanti slitta dal 16 maggio-14 giugno al 26 maggio-24 giugno, assecondando una richiesta presentata dall'Italia.
Le catture accidentali di pesci sotto-taglia da parte di imbarcazioni in possesso di quota di cattura possono arrivare fino al 5% per singola operazione di pesca, ma il loro peso totale va comunque conteggiato nella quota; un limite che però non si applica se la legislazione dello Stato membro prevede che tutto il pesce morto venga sbarcato (eliminazione di rigetti). Tutte le operazioni di sbarco di tonno rosso possono essere effettuate solo nei porti designati e i quantitativi vanno riportati nel giornale di bordo. A partire da maggio 2013, infine, ricorda la Lega pesca, si applicherà il sistema di trasmissione del Documento di Cattura Elettronico (eBCD), ma fino al febbraio 2014 sarà ancora accettato il sistema di trasmissione cartaceo.

Aspettando la Befana. Oggi a Lipari festa con ingresso libero organizzata dalla "Margherita"

La Margherita Soc. Coop. Sociale affidataria dei servizi sociali a favore di minori ed anziani residenti nel distretto socio-sanitario isole Eolie  organizza, per oggi, giorno 5 gennaio 2013 alle ore 16:00, la festa "'..........aspettando la befana" , presso i locali ex house service in località Mendolita.
Ingresso libero a tutti i bambini e ai loro familiari.

venerdì 4 gennaio 2013

SEL, L’ELENCO SICILIANO: C’È FORGIONE. ULIVIERI IN TOSCANA

La Direzione nazionale di Sel ha diramato l’elenco nominativo che andra’ a costituire le teste di lista dei candidati per le prossime elezioni politiche di febbraio-
Una sorta di “conseguenza” delle candidature espresse dalle primarie del 29 e 30 dicembre scorso. Tra gli altri, in Sicilia c’è Francesco Forgione (Senato). Nell’elenco toscano spicca il nome  di Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione nazionale degli allenatori di calcio, con un lungo passato in panchina (anche Sampdoria, Bologna e Parma).
Confermato il rispetto della parità dei sessi:  perfetto equilibrio (50%-50%) tra uomini e donne. L’elenco definitivo delle candidature sara’ reso noto nei prossimi giorni.
Ecco l’elenco siciliano reso noto dall’ufficio stampa nazionale di Sel:.
Camera Sicilia 1: Laura Boldrini – portavoce Agenzia ONU rifugiati -, Erasmo Palazzotto.
Camera Sicilia 2: Laura Boldrini – portavoce Agenzia ONU rifugiati, Sofia Martino.
Senato Sicilia: Francesco Forgione – ex presidente commissione parlamentare antimafia -, Raffaele Gentile, Anna Bonforte.

BERLUSCONI-MICCICHÈ, AFFARE FATTO RAFFAELE LOMBARDO SULLA SOGLIA

Il nome e il simbolo dovrebbe essere quello di ‘Grande Sud’. L’obiettivo e’ fare una lista meridionalista da presentare al Senato e alla Camera, alleata del Pdl, che ruoti attorno ai governatori Giuseppe Scopelliti (Calabria), Stefano Caldoro (Campania), Michele Jorio (Molise), Gianni Chiodi (Abruzzo) e alcuni big pidiellini come Raffaele Fitto in Puglia. Tra i principali promotori del nuovo progetto politico, c’e’ Gianfranco Micciche’ che ieri ha incontrato Silvio Berlusconi a palazzo Grazioli, alla presenza di Pippo Fallica, titolare del marchio ‘Grande Sud.
L’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio, riferiscono ambienti vicini al movimento ‘arancione’, avrebbe raggiunto un’intesa elettorale con il Cavaliere. Il faccia a faccia e’ stato preparatorio del vertice di oggi pomeriggio:  alle 16, in via del Plebiscito, infatti, si vedranno tutti i promotori della nuova lista di stampo meridionalista (sul tavolo il nodo delle candidature dei governatori e la partecipazione come alleato della formazione autonoma di Raffaele Lombardo, Mpa-Pds).
Il raggruppamento sponsorizzato da Micciche’, una sorta di ‘Grande alleanza sudista’, farebbe da contrappeso alla Lega Nord, conla quale Berlusconi dovrebbe chiudere a stretto giro un accordo elettorale in Lombardia e a livello nazionale.

Lipari. I capannoni per i carristi

I tanto attesi (nel tempo) capannoni per i carristi del Carnevale Eoliano sono una realtà. Uno di questi, l'altro è in fase d'allestimento,(vedi le nostre foto) è stato installato nell'area (di circa 600 mq.) tra il megaparcheggio e la scuola media statale S. Lucia. 
I capannoni sono stati noleggiati (a seguito della prevista procedura) per un importo di 10.000 euro più Iva e, oltre ad ospitare i carri nella fase di allestimento, saranno utilizzati per il ricovero degli stessi dopo le sfilate. L'organizzazione del Carnevale eoliano è affidata allo stesso comitato che ha "gestito", in modo più che soddisfacente, gli eventi legati alla festa di San Bartolomeo

Migliorano le condizioni del dottor Formica

Buone notizie da Messina per ciò che riguarda le condizioni del dottor Giovanni Formica, colpito nei giorni scorsi da una emorragia cerebrale. Le sue condizioni sono notevolmente migliorate al punto che si è deciso di "farlo uscire" dal coma farmacologico.  

Le Bagatelle a Lipari in via Garibaldi, 86


Pausa Caffè di Daniele Corrieri "...se si vuole coinvolgere l'isola...."


Caro Direttore, 
senza sottovalutare l’importanza della Manifestazione del Carnevale Eoliano e che lo stesso si prospetta per l’anno 2013 un Carnevale “Unico e indimenticabile” (non è una battuta!), mi domando se sia un modo per distrarre i giovani e le genti dai problemi di mancanza di lavoro e mille altri problemi che abbiamo sulla nostra isola o se sia un modo per coinvolgere le genti per distrarli per due mesi. 
Mi piace ricordare che non esiste solo il Carnevale ma che ci sarebbero altre cose dove coinvolgere le persone, tipo: Cooperative turistiche, Consorzi Turistici, riunioni delle varie categorie di trasporti mare e terra per dare un immagine diversa agli arrivi e alla relativa organizzazione estiva dei trasporti e escursioni, di organizzare e studiare un sistema di suolo pubblico che non invade strade e marciapiedi, un sistema che non permetta un caos notturno di motorini e schiamazzi vari ecc ecc.
Il Carnevale Eoliano è la dimostrazione che se si vuole coinvolgere l’isola si può! Mi domando perché sui vari temi da me riportati sopra non si riesca, forse abbiamo troppo individualismo oppure manca colui o colei che sappia unire?
Non so quanti falegnami abbiamo a Lipari visto le richieste di tavoli, ma da tempo sento parlare di tavoli per discutere i problemi, con tutti questi tavoli organizzati e in arrivo penso che io e Lei possiamo aprire un bel ristorante da mille posti dopo che questi tavoli vengono usati! Si, faremo un ristorante di solo “secondi”, perché per come stanno andando le cose Lipari arriverà sempre seconda mentre altre località sorrideranno e avranno la pancia piena di pasti completi e a noi rimarranno solo i tavoli ma vuoti!
Daniele Corrieri

Ginostra. L'associazione Amici della terra sollecita la pulizia del sentiero che conduce ai crateri dello Stromboli

Dipartimento  Azienda Regionale Foreste Demaniali (Palermo); Corpo Forestale Lipari; Sindaco di Lipari; Assessore al Turismo Comune di Lipari: Presidente Consiglio di Circoscrizione di Stromboli e.p.c Guida Vulcanologica Antonio Famularo (Stromboli); Organi di Stampa
Oggetto: PULIZIA DEL SENTIERO CHE CONDUCE AI CRATERI (LATO GINOSTRA)
Su segnalazione delle guide vulcanologiche, dei residenti e degli operatori turistici:
la  presente per sollecitare la pulizia  del sentiero (Punta Corvi – Pizzo Sopra La Fossa) lato Ginostra che conduce ai crateri sommitali dello Stromboli.
Ciò al fine di rendere pienamente fruibile il percorso, tra i più suggestivi dell’isola, agli escursionisti. Percorso che nonostante le difficoltà è stato battuto più volte dalle guide vulcanologiche nella stagione 2012.
Si invitano gli Enti in indirizzo, ciascuno per le proprie competenze ad intervenire prima dell’apertura della stagione turistica 2013.
Ringraziando anticipatamente per quanto verrà posto in essere si inviano
Distinti Saluti
Gianluca Giuffrè
(Presidente Amici della Terra  Club delle Isole Eolie)
Lipari, 04/01/2013.

Tempo di sacrifici all’Ars. Ridotti i contributi dei gruppi parlamentari

Tempo di sacrifici all’Ars. I contributi dei gruppi parlamentari passano 12,6 a 7,1 mln. Alla fine i gruppi parlamentari dovranno rinunciare a 5,4 mln rispetto al 2012. Il Consiglio di presidenza dell’Ars ha approvato il bilancio 2013. Si tratta dei tagli annunciati dal presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, che ammontano a un totale di 11 milioni di euro, 3 in più della bozza iniziale proposta dai questori in sede di proposta.
Ardizzone rilancia così la politica della trasparenza: il bilancio (si tratta di una novità assoluta) è online, è stato infatti pubblicato sul sito del Parlamento.
Le sforbiciate sul personale interno si attestano 2,4 mln di euro. Tagli sulle indennita’ di funzione e di risultato di dirigenti e funzionari del Parlamento con 970 mila euro in meno e i rimborsi con 400 mila euro in meno.

TERREMOTO: SCOSSE TRA MILAZZO E LE ISOLE EOLIE NELLA NOTTE

Una lieve scossa di terremoto di magnitudo 2.4 è stata registrata alle ore 5:36:03 italiane nel distretto sismico Golfi di Patti e di Milazzo. Il sisma è stato localizzato dalla Rete Nazionale dell'INGV alla profondità di 118.4 km con epicentro tra Condro' (Me), Milazzo (Me), Pace Del Mela (Me), Roccavaldina (Me), Rometta (Me), Saponara (Me), Spadafora (Me), Torregrotta (Me), Valdina (Me), Venetico (Me) e Villafranca Tirrena (Me). La scossa non è stata avvertita dalla popolazione anche per la rilevante profondità alla quale si è prodotto il sisma.
Sempre nella notte appena trascorsa altre scosse di terremoto sono state registrate nel Distretto sismico Isole Lipari.Una scossa di terremoto di magnitudo 2.3, avvenuto alle ore 2:05:06 alla profondità di 18.9 km, con epicentro tra Leni (Me), Lipari (Me), Malfa (Me) e Santa Marina Salina (Me).Un'altra scossa di terremoto di magnitudo 2.4 è stata registrata circa cinque minuti prima, alle ore 2:00:52, nel distretto sismico Isole Lipari, alla profondità di 17 km circa e con lo stesso epicentro di cui sopra.
Una scossa di terremoto di magnitudo 2.4 era stata registrata la sera precedente, alle ore 20:52:10 italiane (03/Gen/2013) nel distretto sismico Isola di Ustica, ed un'altra scossa di terremoto di magnitudo 2.7 alle ore 20:06:47 italiane nel distretto sismico Isole Lipari, alla profondità di 218.9 km.

Tares, Iva, patrimonialina: tutti i rincari del 2013

Se il 2012 è stato l'anno dell'austerità, il 2013 potrebbe essere ricordato come quello dei rincari. Iva, tassa sui rifiuti, pedaggi autostradali. E ancora rincari sulle multe, bollo sui conti correnti e patrimonialina. Senza dimentifare gas, canone Rai e trasporti. Una raffica di aumenti: ecco tutte le spese che cresceranno nel corso dei prossimi 12 mesi. 
TARES - La nuova tassa sui rifiuti sarà più cara dell'attuale. La Uil stima una spesa media di 305 euro, 80 euro in più rispetto allo scorso anno. Più di qunto non sia costata l'Imu.
IVA - Dal primo luglio arriverà la mazzata dell'Iva, che aumenterà dal 21 al 22% su caffè, cioccolato, televisori, abbiglamento. Il governo stima che la nuova aliquota garantirà incassi per 4,2 miliardi. Secondo Adusbef, la raffica di rincari peserà poco meno di 1500 euro in più rispetto all'anno appena trascorso.
CANONE RAI  - Il canone delle emittenti pubbliche sale da 112 a 113,5 euro. Passa da 60 a 70 centesimi il francobollo per la posta prioritaria.
GAS - Le tariffe sul gas aumenteranno dell'1,7%. Un esborso in parte bilanciato dall'energia elettrica che, dopo mesi di aumenti, calerà dell'1,4%.
TRASPORTI - Peseranno anche le spese aeroportuali (+31 euro, secondo le associazioni dei consumatori) e quelle per treni e trasporto locale (+83 euro). E per chi scegliesse l'auto? Ancora peggio.
AUTO - Uno degli aumenti più consistenti riguarderà i pedaggi autostradali. I concessionari hanno chiesto rincari medi pari al 3,9%, con punte del 13% Veneto e del 14% in Valle D'Aosta. Sarà il miniestero delle Infrastrutture a decidere, probabilmente con adeguamenti al di sotto delle richieste dei concessionari.
MULTE - Vita dura per gli automobilisti poco diligenti. Salgono del 5,7% le sanzioni per le infrazioni del codice della strada. Per fare un esempio: chi passa con il rosso dovrà pagare 163 euo e non più 154.
RISPARMI - Dal 2013 andranno a regime l'imposta di bollo sui conti correnti e i libretti di risparmio sia sullapatrimonialina. Il bollo da 34,2 euro riguarderà tutti i conti correnti (tranne sui conti base e sui conti con una giagenza inferiore ai 5 mila euro). Capitolo patrimonialina: a fine anno si dovrà versare lo 0,15% sul valore di tutti gli investimenti finanziari.

Autostrade - Investimenti sulle reti autostradali a rischio dal parziale blocco degli aumenti tariffari deciso dal governo. E' quanto denuncia l'Aiscat dopo l'approvazione degli adeguanto annuale dei pedaggi pari ad un +2,91% medio ponderato dal 1 gennaio. ''A fronte dell'impegno profuso da parte dell'intero comparto autostradale anche nel 2012 - sottolinea l'Aiscat - risulta del tutto incomprensibile l'azione del Governo, in forza della quale e' stato sospeso per alcune concessionarie ogni adeguamento tariffario, ovvero e' stato riconosciuto solo un parziale adeguamento, pur in presenza di rilevanti investimenti gia' realizzati, integralmente riconosciuti in sede di controllo, dalla apposita Struttura di Vigilanza e dallo stesso Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti''.

Questi investimenti, ricorda l'associazione delle concessionarie, ''nel solo 2011, secondo gli ultimi dati ministeriali disponibili, sono stati pari ad oltre 2,2 miliardi di euro, superando quanto previsto dagli stessi piani finanziari, con un incremento di oltre il 10% rispetto all'anno precedente''. Secondo l'Aiscat, poi, ''il metodo dell'ultimo giorno non appare assolutamente in linea con l'importanza derivante da dispositivi di questo genere. Tale scelta che avrebbe natura cautelativa nell' attesa del perfezionamento delle procedure relative ai rispettivi piani economico finanziari, in corso di definizione. Procedure che competono agli stessi due Ministeri che hanno deciso la sospensione degli adeguamenti tariffari. Purtroppo, ancora una volta, siamo costretti e sottolineare la scarsa attenzione, sia nei confronti del mercato sia degli investitori, dimostrata anche dal fatto che l'Esecutivo ha atteso l'ultimo giorno utile per decretare un parziale congelamento degli aumenti tariffari laddove lo stesso Governo avrebbe avuto il potere/dovere di completare nei tempi previsti le istruttorie in base ai contratti con i concessionari. Questi ultimi, tra l'altro, si sono gia' impegnati a realizzare investimenti per circa 40 miliardi di euro. Investimenti il cui finanziamento e' da considerarsi a rischio se viene meno la certezza regolatoria, con pesanti conseguenze per il sistema autostradale e per il sistema Paese''.

NEL PD LA RIVOLUZIONE ROSA CONTINUA, FUORI PERÒ…

di Stefania Brusca -
Le primarie Parlamentari Pd in Sicilia sono state in parte sorprendenti. In parte perché hanno ratificato la sopravvivenza della vecchia classe dirigente, tranne un caso eclatante a Palermo, che continuerà, anche per questa legislatura, a guidarci dall’alto degli scranni romani. Inutile fare nomi, sono noti ai più.  Anche se bisogna prendere atto del fatto che  i  giovani, o presunti tali, si sono fatti strada verso la conquista del loro posto al sole.
D’altra parte però queste primarie hanno  sancito la scomparsa, si spera definitivamente, del vecchio tabù degli uomini al comando in Sicilia, dando spazio all’avanzata di una travolgente onda rosa, alla faccia delle famigerate quote.  Una questione, questa delle quote, annosa e tormentata, a volte osteggiata anche dalle  stesse donne che non capiscono perché occupare un posto di dirigenza o di potere solo in base al sesso, mettendo da parte il merito.
Le donne si sono fatte valere in tutte le città interessate dal voto, sbaragliando a volte  anche volti noti della politica locale e nazionale.
Degna di nota è l’affermazione di Magda Culotta,  la più votata (3029 voti) alle primarie del Pd a Palermo e provincia.  Ha lasciato al secondo posto, staccandolo di 19 voti,  il renziano Davide Faraone. Laureata , gravita intorno all’area Bersani. Non solo è una donna ma a soli  27 anni  è il più giovane sindaco siciliano (Pollina).  A incoronarla regina delle primarie  è stato il largo consenso  riscosso nei paesi madoniti.
Un altro risultato notevole lo ha ottenuto  Venerina Padua che ha vinto le primarie del Partito Democratico a Ragusa. L’ex consigliere provinciale  ha sbaragliato i rivali con 1164 voti, conquistati in larga parte a Scicli,  sua città di origine, Ragusa e Modica . Alle sue spalle, Gigi Bellassai che ha ottenuto poco più di mille voti (1029), di cui 624 a Comiso.
Lotta all’ultimo voto tra i due  sfidanti alle primarie di Caltanissetta, Daniela Cardinale e Lillo Speziale.  Solo 65  preferenze in più consentono alla giovane di candidarsi alla rielezione. Anche se non sono mancate le polemiche.
Gli attivisti del Movimento Cinque Stelle intanto non sono stati con le mani in mano, e hanno già la lista dei candidati, anche se con una prevalenza di presenze maschili.  Anche se i più votati nelle due circoscrizioni Sicilia 1 e 2 hanno sancito dalla vittoria di Riccardo Nuti  nella circoscrizione Sicilia occidentale e di  Giulia Grillo nella Sicilia orientale.
Mentre nel Pd le donne proseguono la loro marcia alla onquista del Parlamento, il Pdl è a caccia di volti nuovi. Dopo l’addio di La Russa e il dietrofront di Angelino, Stefania Prestigiacomo ha annunciato trionfale:  ”Finalmente con Berlusconi si torna a parlare di programmi e di contenuti.  Il leader del Pdl ha toccato una serie di temi importanti tra cui quello delle donne e della loro partecipazione alla vita politica, annunciando che sara’ loro riservato oltre il 33 per cento dei posti nelle liste elettorali”.
Staremo a vedere. Con il Cavaliere non si sa mai.

Discarica di Mazzarà. Il sindaco di Furnari "chiede" le carte

Il sindaco di Furnari, Mario Foti, in una nota indirizzata all'Assessorato regionale Territorio ed Ambiente e alla Provincia regionale di Messina ha inoltrato di ottenere:

1 - Richiesta di accesso e consultazione con facoltà di estrarre copia  ex art. 24 D.Lgs.  152/2006   degli atti e documenti inerenti all’attivazione da parte della Tirrenoambiente s.p.a.  della procedura  di V.I.A. ex art.23 del D.lgs 152/2006 coordinata con la procedura A.I.A. art.10 del D.lgs 152/2006 per il progetto di completamento  di un impianto di percolato presso la discarica di Mazzarà Sant'Andrea, avviso pubblicato nella Gazzetta del Sud di Messina del 20/12/12.
2 - Richiesta di annullamento e/o sospensione dell’avviato iter procedimentale avviato per irregolarità dell’avviso pubblicato, nonché per  insussistenza delle preventive necessarie autorizzazioni presupposte all’intervento progettuale,  in conseguenza dell’intervenuto annullamento ad opera del  T.A.R. Sicilia sez.II  Catania con sentenze depositate il 7 dicembre 2012 dei provvedimenti  rilasciati dall’ A.R.T.A.reg. Sicilia in favore della Tirrenoambiente s.p.a. con i decreti n. 391 e 393 del maggio 2009. 
ed inoltre, copia di estratto del giornale "Gazzetta del Sud" del 20.12.2012.

Il porto e il centro di Lipari...visti attraverso l'obiettivo di Silvia Sarpi


Auguri a...Rosy, Gianluca, Emilio e Stella

Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Rosy Bertè, Gianluca Zanca, Emilio La Rosa e Stella Ziino
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

giovedì 3 gennaio 2013

Bigliettazione Siremar-CdI si cambia sede anche a Lipari

Non solo a Milazzo ma anche a Lipari la bigliettazione per i mezzi Siremar - CdI non avviene più dal 1° gennaio nei tradizionali locali. A Milazzo- come da noi anticipato ieri- per traghetti ed aliscafi i biglietti vengono emessi in quella che è la sede della Taranto Navigazione.
A Lipari per i mezzi di Siremar - CdI si biglietta nel locale posto, praticamente, quasi di fronte al distributore Esso. Tanto per capirci accanto  al negozio di alimentari-frutta e verdura che vi è nella zona.
Potrebbe per Lipari essere una soluzione provvisoria in attesa di stipulare con il comune una convenzione per l'uso della ex biglietteria Siremar, ubicata nell'immobile sul porto dove insiste anche l'agenzia Ustica Lines.

Eolie ambiente...in pillole (di Angelo Sidoti)

Eolie ambiente s.r.l. si definisce una stazione appaltante ma non opera come tale. Il sistema di fatturazione verso l'Ente andrebbe approfondito. Mi riferisco al ribaltamento con IVA delle prestazioni effettuate. Ma quali sono le prestazioni effettuate? Sono di natura finanziaria o sono relativi alla prestazione di un servizio?
Faccio un esempio per essere più comprensibile.
La società da quanto traspare dai dati di bilancio non ha molti macchinari, non ha molto personale, quindi non e' organizzata per svolgere un servizio ovvero identificarsi come gestore.
Per far fronte ai propri impegni riceve periodicamente la disponibilità da parte dei comuni. E nella sua gestione non si limita a ribaltare i costi subiti ma addirittura ne ricava un "utile" su un servizio reso ai cittadini.
Ricordo, che diversamente da quanto accade nel diritto civile, la finalità nella gestione di una partecipata non è quella proprio del lucro e della ripartizione degli utili, ma quella del perseguimento di finalità di diritto pubblico, quali, nel caso di specie, il necessario contenimento della spesa, anche a detrimento del predetto lucro.
Inoltre l'Ato attribuisce la causa dei cattivi risultati della raccolta differenziata (il 16% a Lipari??) alla amministrazione la quale non fa rispettare le ordinanze già in vigore sul tema rifiuti.
Percentuale dichiarata in bilancio della differenziata e' del 16% a Lipari mentre Salina viaggia sul 30%.
In ultimo nessun evento di rilievo si e' rilevato durante il 2012... Ma siamo proprio sicuri?!

Angelo Sidoti

Lipari. Disimpegno delle somme(legate al ticket) rimaste disponibili


Pausa caffè: La rubrica di Daniele Corrieri "Lipari ha altre ppriorità"

Con tutto il rispetto del Presidente Makwan Arcigay Messina, ma a noi di Lipari con tutti i problemi che abbiamo cosa ci frega di riproporre e portare ancora una volta in Consiglio Comunale il registro delle Unioni Civili che tra l’altro anche approvandolo non è neanche un dettaglio di legge, ma sarebbe un Registro chiuso in un cassetto. Lo stesso Presidente invita il Pd locale a preparare un nuovo incontro.
Probabilmente sarebbe più utile che Il Pd locale insieme a tutte le forze politiche del Comune di Lipari si occupassero di: Occupazione, di sviluppo, di turismo, del sociale, delle scuole e di altri mille problemi che abbiamo nel nostro Comune, perché siamo alla camera a GAS!
Pertanto invito il Presidente Makwan a riproporre quanto da Lui richiesto in altre date, in questo momento abbiamo altre priorità! Oppure disconosce la situazione Liparese?
E’ anche vero che qualcuno dell’opposizione in questo caso il Dott Iacolino presentò la proposta con le firme dei due esponenti Consiglieri Comunali del PD e di Ugo Bertè, come è anche vero che il Presidente del Consiglio e altri erano favorevoli, fermo restando che in prima convocazione ci fu parere favorevole e il giorno successivo qualcuno mancò e il tutto non passò! Bocciata!
Pertanto l’occasione c’è stata, adesso non riprendiamo lo stesso argomento anche perché anticipo al Presidente Makwan difficilmente questa proposta passerà in Consiglio Comunale! Si rassegni, riprovi tra qualche anno ribadendo che a Lipari si deve discutere di altre priorità e tralasciare i segnali politici e morali che lo stesso Presidente Makwan richiede. Dimenticavo, suggerisco al Presidente Makwan di venire a Lipari e farsi un giro dell’isola, annotando nella sua agenda quante chiese e quanti simboli Cattolici ci sono, forse capirà meglio il succo di questa mia nota.
Nulla da parte mia contro il gruppo Arcigay , ma tanto sui problemi di Lipari.
Pertanto invito i Consiglieri Comunali di dare priorità a altre cose, onde evitare che Eolo arrivi a Milano e incomincio a soffiare più forte!
D. Corrieri
Nota del direttore - Daniele Corrieri, nel ruolo di "conduttore" di questa rubrica ha espresso il suo parere. 
Parere che, in parte (vedi problemi di  Lipari), coincide con quello di questo direttore. Di diverso avviso siamo per quanto riguarda sia la possibilità di aprire un dibattito all'interno della comunità(ricordiamo che l'argomento non riguarda solo le  coppie gay ma anche le famiglie di fatto), sia per quanto riguarda (una volta effettuato un  dibattito franco ed aperto) di  riportare l'argomento in consiglio comunale. 
Certo non si tratta di una priorità ma di un fatto di grande civiltà che va al di la dell'essere cattolici o meno e della legge che (ci sarà?) regolerà una parte del vivere della comunità italiana. Fatto salvo, ribadiamo, la libertà che  ognuno di noi ha di "leggere" e "interpretare" la questione.

L'assessore Masin e le borse per il turismo? Ci scrive Daniele Corrrieri

Caro Direttore, 
sono desolato per ciò che non accade a Lipari e nelle nostre isole. Unione e programmi!
Il nostro Assessore al Turismo latita, addirittura su 20 mila € destinate alle fiere ne impegna 8/9 per la Bit per fare uno stand unico a nome “Comune di Lipari”. Non sa che esitono altre fiere?
Pensi se questa somma la sommavano allo spazio che compra annualmente la Federlaberghi Isole Eolie e magari qualche altro imprenditore Eoliano cosa poteva venir fuori senza considerare il ritorno di immagine! Addirittura da quello che ho percepito io, la Federalberghi Isole Eolie si aspettava ciò!
Come dicevo all’inizio, l’ Assesore Masin dei 20 mila € destinati alle fiere ne impegna 8/9, il resto lo dimentica per strada. Considerando che le somme andavano impegnate entro il 31-12-2012 qualcun altro ha provveduto certamente a destinarle a altre cose dove ovviamente l’Assessore Masin non ci ha messo bocca.
Lei mi insegna che l’Assessore al Turismo deve essere colui che da un indirizzo alla stagione Turistica, ma secondo Lei a oggi che indirizzi  ha dato? Il Nulla, senza considerare che della categoria Hotel se ne frega e se lo dico ho le prove! Ricorda quando in Consiglio Comunale l’Assessore Lauria attaccò gli hotel di Lipari? Bene, in quel caso l’Assessore Masin neanche si alzò dalla sedia per dissociarsi dalle dichiarazioni di Lauria! Ma forse visto che non l’ha fatto e essendo la stessa albergatrice erano indirizzate a Lei? Non lo so e non lo voglio sapere, di certo un Assessore al Turismo che non propone ma addirittura perde i soldi destinati al suo portafoglio andrebbe rimosso non dal Sindaco ma da una forte protesta di tutti gli imprenditori turistici Liparesi
Saluti da Milano
D. Corrieri

Il presepe del Mare a Marina Corta e le iniziative dell'Associazione SS. Cosma e Damiano

Omicidio a Barcellona P.G.: Regolamento di conti?

Potrebbe nascere da un regolamento di conti interno al locale clan mafioso l'omicidio di Giovanni Perdichizzi, 41 anni, avvenuto martedì sera in un bar di Barcellona Pozzo di Gotto (Me). E' l'ipotesi degli investigatori, suffragata anche dalle modalità del delitto. Perdichizzi nel dicembre 2011 fu arrestato con l'accusa di essere il mandante dell'attentato al direttore generale del Gruppo Bonina, Giuliano Gentile.

Neonata morta a Messina, medici indagati omicidio colposo

Sara' fissato nei prossimi giorni l'incidente probatorio per la morte della piccola Laura, la neonata di dodici giorni deceduta la sera di Natale al Policlinico di Messina. Intanto, sono state notificate le prime informazioni di garanzia nell'ambito nell'inchiesta per omicidio colposo avviata dalla procura. Sarebbero una decina i medici indagati. Il sostituto procuratore Roberta La Speme, il magistrato che si occupa di questo caso, in questa prima fase ha individuato i camici bianchi che si sono occupati della piccola, un atto dovuto: quindi ha presentato la richiesta di incidente probatorio al gip. Quando tutte le notifiche saranno completate il gip potra' fissare la data dell'incidente probatorio nell'ambito del quale sara' anche effettuata l'autopsia.

Capitaneria di porto di Milazzo: Controlli sulla filiera della pesca. Operazione “Mekong”.

Si è svolta per tutto il mese di dicembre sotto il diretto coordinamento della Direzione Marittima di Catania l’attività di controllo sull’intera filiera della pesca denominata “Operazione Mekong” , effettuata con l’intento di verificare il rispetto delle normative italiane ed europee che regolano tale settore a tutela della salute dei consumatori.
            Durante l’operazione sono stati effettuati numerosi controlli presso esercizi commerciali (ingrosso e dettaglio), ambulanti e punti di sbarco alfine di prevenire e reprimere le attività illecite inerenti la cattura e la commercializzazione dei prodotti ittici.
            In particolare, a Barcellona P.G sono stati sorpresi 3 venditori ambulanti che commercializzavano specie ittiche senza la prevista etichettatura, in violazione dell’art. 18 del Reg. CE n° 178/2002: ad ognuno di loro è stato elevato verbale di illecito amministrativo di € 1500 ed il relativo pescato )circa 70 kg) è stato sottoposto a sequestro amministrativo e successivamente, dopo il controllo dei veterinari dell’A.S.P,  devoluto in beneficienza.
A Patti e a Falcone due titolari di pescherie esponevano sui banconi specie ittiche senza indicare correttamente il nome del prodotto, la provenienza ed il metodo di cattura in violazione degli artt. 1 e 2 del D.M. 27 marzo 2002; nei loro confronti è scattata una sanzione amministrativa pari a € 1166.
            A Torrenova una ditta di vendita all’ingrosso di prodotti ittici era intenta al confezionamento dei prodotti con indicazione errata del luogo di cattura: al titolare è stata elevato un verbale di illecito amministrativo pari a € 6000.
            Infine, a Spadafora un venditore ambulante poneva in vendita il pescato senza aver ottemperato alle disposizioni dell’art. 6 del D.lvo 6 novembre 2007, che prevedono la denuncia d’inizio attività, venendo, pertanto, sanzionato con un verbale di € 3000.
            Si evidenzia, altresì, che nell’ambito della medesima operazione, personale militare dipendente ha provveduto al sequestro contro ignoti di n° 2 attrezzi da pesca non consentiti del tipo sciabica della lunghezza complessiva di circa 600 mt., utilizzati per le catture del novellame di sarda, nelle località di Monforte Marina e laghetti di Marinello.
            Inoltre, nei confronti di 2 venditori ambulanti sono state redatte 2 distinte notizie di reato, rispettivamente per il commercio di specie ittiche di dimensioni inferiori alle taglie minime consentite (novellame di sarda) e per frode in commercio, atteso che veniva posta in commercio come novellame di sarda, del pesce ghiaccio (neosalanx tangkahkeii) appartenente ad una specie ittica meno pregiata. Il prodotto ittico, per un totale di circa 10  kg. è stato sottoposto a sequestro penale, successivamente convalidato dalla competente Procura della Repubblica di Barcellona P.G.
Parte del prodotto ittico sequestrato, acquisito il parere del competente servizio veterinario in merito all’idonieità al consumo umano, è stato devoluto in beneficenza ad enti benefici, mentre la restante parte, giudicata non commestibile, è stata avviata alla distruzione ai sensi della vigente normativa.
Milazzo lì 03 Gennaio 2013

Natale a Lami tra funzioni religiose, tombolate e intrattenimenti vari


Io come tu. Lettera aperta di Saverio Merlino al presidente del Comitato provinciale UNICEF

Caro Direttore,
Avendo letto sul tuo giornale la risposta della gentilissima Presidente del Comitato UNICEF di Messina, Avv. Luisa Carrozza, circa le mie considerazioni a seguito di alcuni post lanciati da membri del Gruppo Fabebook “Voglio nascere a Lipari ma forse non potrò più farlo” dopo l’adozione da parte del Consiglio Comunale di Lipari della delibera “Io come Tu”.
Nel confermare che nessuna polemica è stata fatta nei confronti della “lodevole” iniziativa dell’UNICEF, che sarei pronto a sottoscrivere immediatamente, desidero, attraverso la presente, che ti prego di pubblicare, chiarire il perché di qualche rammarico (non certamente per il contenuto della proposta “Io e Tu).
Conosciamo bene la “missione” dell’UNICEF il cui mandato principale è quello di tutelare e promuovere i diritti di bambine, bambini e adolescenti, in tutto il mondo, nonché di contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita e, parimenti, conosciamo la campagna promossa dall’UNICEF Italia Io come Tu “ per affermare il diritto alla non discriminazione dei bambini e degli adolescenti di origine straniera che vivono, studiano e crescono in Italia.
Confermiamo, quindi, nel caso si potesse pensare il contrario, che personalmente e tutti i 1.444 membri del Gruppo Facebook “Voglio Nascere a Lipari ma forse non potrò più farlo”, condividiamo e siamo ben lieti di sostenere l’iniziativa “Io come Tu”: un gesto simbolico per prendere coscienza del dibattito che si è aperto in Italia per l’'ottenimento della cittadinanza per i minorenni di origine straniera, un elemento sempre più importante della nostra società.
Ci permettiamo, però, di citare anche un eccezionale slogan che l’UNICEF ha coniato per l’occasione e che apprezziamo ”Tutti uguali davanti alla vita, tutti uguali di fronte alle leggi”.
Oserei dire, tuttavia, che a Lipari, per l’aspetto che ci riguarda, questo slogan non funziona perché, appunto, non siamo “Tutti uguali davanti alla vita, tutti uguali di fronte alle leggi”.
Qui come ormai tantissimi sapranno, non si ha il sacrosanto diritto di poter nascere e, di conseguenza, è negata la sacralità naturale che il “nascere” contiene e dal quale emerge e si rivela la inviolabilità dell'intera natura (alla quale peraltro il "nascere" fornisce “l'etimo”).
Da almeno tre anni ci stiamo battendo per garantire il diritto di “Nascere a Lipari” in contrasto con la posizione che fino a ieri ha avuto l’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia.
Su questa richiesta di civiltà e di rispetto di diritti Costituzionali gli attuali amministratori sono stati sempre al nostro fianco e qualcuno di loro è stato fra i promotori del Movimento che come potrà capire ha un significato non solo morale e civico ma anche sociale perché, tra l’altro, l'obbligo delle partorienti di trasferirsi fuori dall’isola colpisce soprattutto le famiglie più disagiate.
Il nostro semplice e civile commento all’adozione della delibera da parte del Consiglio Comunale di Lipari sull’argomento è scaturito perché ci ha sorpreso non il fatto che ha votato il provvedimento ma che lo ha fatto senza affermare almeno nella dichiarazione di voto che né l’Amministrazione, né il Consiglio ha smesso di lottare per rivendicare il sacrosanto diritto di poter nascere eoliani.
Il momento della delibera “Io come Tu” poteva e doveva essere un'occasione del Consiglio comunale per riaccendere i riflettori sul problema del Centro Nascite di Lipari alla vigilia della pubblicazione della sentenza del CGA.
Solo per questo il nostro rincrescimento.
Ci rammarichiamo, invece, per lo zelo che qualcuno ha avuto nell’avvertire il Presidente del Comitato UNICEF di Messina e avrebbe fatto bene, piuttosto, a riproporre la ferma determinazione a difendere il diritto dei più deboli.
Purtroppo ha perso l’occasione per dirlo chiaramente anche ai cittadini Eoliani senza bisogno di dover ricorrere a intermediari. 
Un grazie comunque al Presidente del Comitato UNICEF di Messina, Avv. Luisa Carrozza per aver voluto supplire chi doveva dare le risposte in questo frangente e abbia, Caro Presidente, i nostri più cordiali apprezzamenti e auguri.
Saverio Merlino 
Gruppo Facebook “Voglio Nascere a Lipari ma forse non potrò più farlo”.

Lipari, 3 Gennaio 2013