Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 6 dicembre 2014

Lettera aperta di Michele Giacomantonio a Sua Santità Papa Francesco sulla vicenda del Vescovo Francesco Micciché

Santità,
Lei conosce la vicenda di monsignor Francesco Micciché già Vescovo di Trapani inopinatamente e traumaticamente deposto, proprio al culmine della sua azione pastorale, con grande sconcerto di un grande numero di cittadini e cristiani. Cittadini e cristiani che hanno avuto modo di conoscere il Vescovo Francesco prima nella Arcidiocesi di Messina, Lipari e S.Lucia del Mela come vescovo ausiliare e poi in quella di Trapani. Nelle isole Eolie ha lasciato un ricordo forte ed indelebile contribuendo significativamente al rinnovamento religioso di queste isole ed al passaggio da una religiosità legata alle feste ed alle tradizioni popolari ad una fede adulta capace di misurarsi sui problemi sociali e politici.
Non spetta a me entrare nel merito dei fatti accaduti e sindacare i comportamenti delle autorità ecclesiastiche in questa vicenda, anche se le notizie che sono trapelate creano sconcerto e grande tristezza. Dov’è la Chiesa profezia di un mondo caratterizzato dalla fraternità e dall’amicizia civile? Dov’è la Chiesa che non giudica e sa ascoltare tutti a cominciare da chi è impegnato in situazioni difficili? Quella che si intravvede, in questa vicenda, è invece una chiesa dell’omertà e del silenzio, una chiesa che si chiude a riccio e crede di potere risolvere tutto al proprio interno senza dare conto a nessuno. Una chiesa che non ha capito come oggi l’opinione pubblica non è un male ma un valore. Altrimenti non si è una comunità ma un regime.
Santità, 

l’impressione che si ha è che i comportamenti di questa vicenda siano tutti in controtendenza non solo rispetto alla Sua azione pastorale che il mondo intero ha imparato a conoscere ed apprezzare in questi ventuno mesi del Suo pontificato, ma anche con la Chiesa emersa dal Concilio Vaticano II.
Lei non ha pensato due volte a compiere scelte coraggiose e fortemente innovative con grandi ripercussioni a livello mondiale. Certo questa vicenda ha dimensioni al più regionali eppure ci sembra che non sia meno importante per la Chiesa ed il popolo di Dio. Dissolvere le ombre che si sono formate, ricostruire con coraggio e carità la verità dei fatti, ripristinare la giustizia, non è cosa da poco anche se riguarda solo una diocesi.
Santità.
Lei ci insegna che il fare un passo indietro, il tornare sui propri passi non sempre è segno di debolezza, ma molte volte è dimostrazione di forza. Quella forza che ci viene dal Signore che fa nuove tutte le cose, anche i comportamenti tradizionali, anche le prassi consolidate.
Ecco Santità, rinnovi il comportamento della burocrazia vaticana, chieda che si riverifichi tutta la vicenda e se non ci sono, come in molti crediamo che non ci siano, responsabilità del Vescovo Francesco Micciché gli si dia la possibilità di riprendere la sua azione pastorale. E così si darà anche al Popolo di Dio che è in Sicilia, e che da questa vicenda è rimasto ferito, la gioia di far parte di una comunità viva dove si può anche sbagliare ma dove non si ha paura di verificare i propri passi ed, eventualmente, di riconoscere gli errori.
Con infinita umiltà da un cristiano come tanti che, giunto a settantaquattro anni, ama la Chiesa ogni giorno di più.
Michele Giacomantonio – Lipari

Angelo De Santis eletto Presidente della Divisione di Magnetismo Terrestre della Unione Europea di Geoscienze

Angelo De Santis è stato eletto Presidente della Divisione Earth Magnetism and Rock Physics (EMRP) di European Geoscience Unione che raccoglie le comunità di Geomagnetismo, Palomagnetismo e Fisica delle rocce.

Pavone: “ A Lipari, a breve, l’insediamento di una nuova confederazione sindacale a tutela di tutti i lavoratori pubblici e privati interessati.”

Carissimo Direttore,
sono ben lieto di comunicare a tutti gli eoliani, a breve, l’insediamento di una nuova confederazione sindacale ben radicata nel territorio Nazionale e in Sicilia di cui sto definendo alcuni dettagli preliminari. 
A Lipari c’è bisogno di una confederazione che tuteli gli interessi e le rivendicazioni di tutti i lavoratori e le lavoratrici comunque dipendenti in Italia, di tutte le categorie, in servizio con qualsiasi tipologia di contratto di lavoro comunque classificato. 
Questa confederazione, inoltre, tende alla rappresentanza degli interessi e delle rivendicazioni di tutti i Pensionati di qualsiasi nazionalità e organizza e tutela i pensionati di tutte le categorie del lavoro, soggetti a qualsiasi regime delle pensioni. Ha come principale obiettivo la tutela e la cura della piena dignità di tutti i lavoratori, secondo una programmazione delle opportunità di lavoro che tenga comunque conto dell'obiettivo primario della piena occupazione, utile per lo sviluppo delle condizioni sociali, culturali, morali, professionali, giuridiche ed economiche, nel rispetto assoluto dei valori della persona e della dignità umana. 
Sarà molto determinata nelle vertenze sindacali, nella stipulazione dei contratti di lavoro, nella norma di tutti gli altri rapporti che insorgono nel corso delle trattative e fuori di esse e che, comunque, riguardino gli interessi di tutti i lavoratori e dei pensionati.
Cordiali saluti.
Ins Bartolo Pavone

Calcio a 5. Ludica Lipari ancora una sconfitta. Salina soffre ma vince

Non è servito il cambio di allenatore alla Ludica Lipari per "ritrovare la retta via". D'altronde dopo un paio di giorni non ci si poteva attendere miracoli da mister Rosi.
I liparesi sono stati superati per 6 a 5 dal Real Aci tra le mura amiche.
Più dura del previsto la vittoria per i ragazzi del Salina che, nell'incontro casalingo di oggi, si sono imposti per 4 a 3 alla "cenerentola" Libertas Zaccagnini. Quel che contano, alla fine, sono però i tre punti

"Natale insieme". Appuntamento l'otto Dicembre presso la rotonda "Ex Esso"

NATALE INSIEME
La Consulta Giovanile ed il Comune di Lipari con il gradissimo sostegno degli sponsor, nell'ambito degli eventi in programma per le prossime festività natalizie, invita tutta la cittadinanza a partecipare - giorno 08 dicembre alle ore 18:00 presso la Rotonda ex Esso - alla manifestazione “Natale Insieme”. 
Nello specifico, durante la giornata, alle ore 15:30, i più piccoli creeranno addobbi con materiali eco – sostenibili, in un laboratorio di riciclo creativo, che si terrà alla “Terrazza sul Mare”.
Alle ore 18:00 “Accendiamo l’Albero”, a seguire allieteranno la serata un dolce sottofondo musicale natalizio e la lettura teatrale tratta dalla favola “La piccola fiammiferaia”, a cura dei “Teatri Efestiadi”.
La serata si concluderà con una dolce sorpresa per grandi e piccini…
Gli intenti del nostro progetto sono “vestire” a festa la nostra isola, renderla più accogliente, e sensibilizzare sulle tematiche legate alla tutela dell'ambiente e dell'inquinamento, aumentare la consapevolezza rispetto al valore della raccolta differenziata e al riuso degli oggetti. 
Si ringraziano: l'Amministratore Delegato della Compagnia delle Isole Alessandro Seminara, la S.E.L., la Banca Popoloare di Ragusa, la ditta Urso, Falcon Floreal, il Preside Candia, gli Insegnanti e i ragazzi dell’ Istituto Comprensivo Lipari 1, Hotel Aktea ed Edilcisa, le ditte edili Raimondo Paino e Biviano Angelo, la N.G.I., il Sealight, la Terrazza sul Mare, la G.M.M.  Service, Popolo Giallo, l’imprenditore agricolo Luciano Manfrè, Shanty, il centro estetico “Essenza della Bellezza”, Madame, palestra Aeolian Gym.
Vi aspettiamo numerosi!
Responsabile del progetto “Natale Insieme”:
Alessandra Cassarà
Referenti del Laboratorio Creativo:
Cinzia Russo, Moira Casella, Alessandra Lo ricco
Presidente Consulta Giovanile:
Fabrizio Giuffrè

Santa Marina Salina e San Vito Lo Capo chiedono a Crocetta di impugnare la parte del "Decreto Sblocca Italia" relativo alle trivellazioni

COMUNICATO
Le trivelle libere nei mari di Sicilia non convincono nessuno. Proprio ieri, con una nota congiunta trasmessa al Presidente della Regione Rosario Crocetta, al Presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone ed a tutti i Presidenti dei Gruppi Parlamentari all’Ars, i Sindaci dei Comuni di Santa Marina Salina e di San Vito Lo Capo, Massimo Lo Schiavo e Matteo Rizzo, hanno richiesto formalmente di procedere all’impugnazione dell’art. 38 del D.l. n.133/2014 ( il cosiddetto “Sblocca Italia” recentemente convertito con L. N. 164/2014 ). 
I due Primi Cittadini, anche in virtù della posizione geografica che colloca i due rispettivi Comuni in aree geografiche poste agli estremi capi della Sicilia, vogliono con questa nota congiunta abbracciare e rappresentare idealmente e simbolicamente i dubbi, le perplessità e lo sconforto che appartiene a tante altre realtà della Regione Nella nota dei Sindaci emerge chiaramente, in prima battuta, il dissenso verso un provvedimento che, così come congegnato e codificato, sancisce un assoluto accentramento dei poteri nelle mani dello Stato e che estromette le Regioni, gli Enti Locali e quindi le comunità locali dalla prerogativa di entrare nel merito di scelte fondamentali riguardanti il modello di sviluppo dei territori interessati. La preoccupazione si concentra anche sulle procedure previste che, semplificando la concessione dei titoli abilitativi per le attività di ricerca, prospezione ed estrazione sia in terra che in mare, mettono a rischio l’ambiente e contrastano in modo netto con le strategie di sviluppo sostenibile proposte, negli ultimi decenni, da molte amministrazioni locali siciliane. Santa Marina Salina e San Vito Lo Capo rappresentano, in questo senso, due eccellenze nel panorama regionale e nazionale: da anni ormai, entrambe le realtà, si fregiano ad esempio delle 5 vele, il prestigioso riconoscimento attribuito da Legambiente e dal Touring Club Italiano ai Comuni virtuosi che hanno brillato per la qualità dei servizi offerti sul territorio e per le forti politiche ambientali messe in campo dalle rispettive Amministrazioni. Un riconoscimento questo che – sottolineano i Sindaci – “attesta in maniera netta quanto paghi puntare sullo sviluppo verde”. “La vocazione del territorio siciliano – sottolineano i Sindaci Lo Schiavo e Rizzo – è ben chiara a chi lo vive e dev’essere ben chiara a chi lo amministra: occupare oggi i nostri mari ed il nostro entroterra con impianti di trivellazione così come sono state occupate in passato le nostre coste dalle troppe raffinerie, rappresenterebbe un errore imperdonabile che non ci possiamo permettere. Soprattutto oggi – continuano – che la Sicilia si sta riproponendo, a fatica ma in maniera incisiva, sul mercato turistico nazionale ed internazionale e si prepara a vivere, ci si augura da protagonista positiva, la grande avventura dell’Expò 2015”. Il grido d’allarme alla politica siciliana è lanciato e proviene ormai da più parti: sono infatti ormai numerose le delibere di tante Giunte Municipali e di molti Consigli Comunali così come le manifestazioni di esplicito dissenso provenienti sia da privati cittadini che dal mondo dell’associazionismo. La palla passa ora al Presidente Crocetta che, come prevede lo Statuto Siciliano, ha facoltà di procedere all’impugnazione del discusso articolo di fronte alla Corte Costituzionale.

Vulcano 1980 da almanacco siciliano Grifasi

Grazie a Massimo Ristuccia per la ricerca

Buon Anniversario...amore mio !

Festeggiamo oggi il nostro sesto anniversario di matrimonio e voglio dirti grazie per ogni istante di questi anni, per tutto quello che sei, per l'amore immenso che mi dai, per essere la moglie e la mamma tenera  e dolcissima che sai essere !
Ti amo! Buon anniversario!



Ischia e le Eolie alla BTO di Firenze

Importante momento social alla BTO di Firenze per Ischia e le Isole Eolie. Ciro Cernatiempo presenta “(non) sentirsi un’isola” e, assieme ad Ermando Mennella e Christian Del Bono, coglie l’occasione per mettere in scena un fantastico spot per Ischia e le Isole Eolie. Mito, utopia, meraviglia, esotismo, sogno, desiderio…sono solo alcuni dei driver richiamati dal giornalista/scrittore per esaltare l’appeal di località ancora ricche di mistero e sempre da scoprire. Definisce Ischia un piccolo continente e le Eolie un arcipelago con una pluralità di espressioni. Interviene al panel anche il co-founder di BTO, Robert Piattelli che, nel richiamare il percorso formativo avviato sull’isola di Ischia, sottolinea l’importanza per l’isolano di non rinchiudersi resistendo gli input positivi che possono provenire dall’esterno. Gli ha fatto eco, Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Eolie e isole minori Sicilia, evidenziando la difficoltà di raggiungere il giusto equilibrio tra la consapevolezza del patrimonio naturalistico e culturale in cui si vive e l’esigenza di mantenere la giusta umiltà ed apertura mentale per riuscire a valorizzarlo adeguatamente.
Il panel è stato organizzato da #Iloveischia un progetto, di Federalberghi Ischia lanciato nel marzo scorso, per rappresentare l’amore degli operatori turistici ischitani per la propria isola. Il progetto rappresenta, inoltre, un’occasione di riflessione su cosa è possibile attendersi dal Governo del Turismo del territorio e dai portatori d’interessi collettivi per lo sviluppo della Destinazione Ischia.
Ermando Mennella, presidente di Federalberghi Ischia e Isole Minori, intervenendo nel corso del panel e sostenuto dalla presenza di circa 30 albergatori ischitani, ha sottolineato l’importanza di fare rete tra gli operatori per valorizzare l’unicità del prodotto insulare. Da qui anche l’idea di avviare il confronto con le Eolie. “Credo – aveva dichiarato nei giorni scorsi Mennella - che sia importante discutere, rilevare le criticità del settore, dopodiché è indispensabile “fare”. Possiamo sbagliare, certo, ma il “fare” è condizione imprescindibile per crescere, cambiare e adeguarsi alle nuove esigenze del travel 2.0. Noi ci stiamo provando e lo faremo anche portando la nostra esperienza a BTO”.
Federalberghi Isole Eolie ha avuto modo di presentare in anteprima la propria strategia sui social network. “L’obiettivo, ha sottolineato il presidente Del Bono, è quello di promuovere l territorio attraverso le immagini esaltandone le principali chiavi di lettura sui social network: in particolare su facebook e pinterest. Abbiamo già attivato la pagina facebook loveolie, attraverso la quale, nelle prossime settimane avvieremo un contest fotografico basato su immagini eoliane di alta qualità il cui vincitore sarà premiato con un soggiorno alle Eolie”. Da qui, la partnership con SocialEolie e, quindi, Gianfranco Taranto, il cui video - con le splendide immagini ritratte da Andrea Grano - ha affascinato il pubblico presente. “Attraverso i Social network, prosegue Del Bono, punteremo inoltre a riproporre i voucher tematici già proposti in passato: “Arrivare alle Eolie è diventato più semplice e costa meno” e “Tasteolie”. Il primo con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità al territorio. Il secondo, in collaborazione con la Condotta Isole Slow siciliane, con quello di promuovere ricette che utilizzino i prodotti a chilometro zero. Passeremo, quindi, ha concluso Del Bono, a declinare gli altri temi che ci stanno a cuore e sui quali riteniamo si debbano spendere le nostre politiche di valorizzazione del patrimonio locale: sentieri e natura, vulcani, storia, eventi culturali e tradizioni popolari.
Federalberghi Isole Eolie
Federalberghi Isole Minori Sicilia

venerdì 5 dicembre 2014

Canneto...verso il Natale

L'albero di Natale, sul sagrato della Basilica minore di San Cristoforo a Canneto, c'è già. Per il presepe...lavori in corso...anche di muratura. 
Stamani sul presepe era al lavoro Ferruccio Palino


Calcio a 5 . La Ludica Lipari, che ha cambiato allenatore, affronta il temibile Real Aci. Meno ostico l'impegno per il Salina



Si giocano domani le gare della penultima giornata del girone d'andata del campionato di C2 (girone C) di calcio a 5 . La Ludica Lipari, che in settimana ha riaffidato la sua panchina a Domenico Rosi, affronta tra le mura amiche il Real Aci, attualmente quarto in classifica.
Un incontro non facile dal quale, con una vittoria, i liparesi potrebbero riprendere slancio in un campionato, sino ad oggi, decisamente oscuro.
Meno ostico, almeno sulla carta, l'incontro che vedrà opposto il Salina, tra le mura amiche alla Libertas Zaccagnini, ultima in classifica e a zero punti.

Chiese, Santi, Processioni e Sacerdoti (XXVII puntata)

CHIOSTRO NORMANNO DELLA CATTEDRALE

Strada Provinciale di Serra. Muro delimitatorio della sede stradale "sradicato"

Sulla strada Provinciale di Serra 
(versante Canneto Dentro), all'uscita della doppia curva, un'ampia parte del muraglione che delimita l'arteria stradale è stato letteralmente "sradicato". 
A quanto sembra a "sbattere" contro il muro è stata un'automobile e non un tir, come paventato.
Ciò, sicuramente - come ci è stato segnalato - costituisce una situazione di pericolo. Sarebbe opportuno porre in essere il necessario intervento.

Bomba d’acqua tra Lipari e Vulcano. Monocarena si ferma per dieci minuti. E a Vulcano ha grandinato.

” La foto forse non e’ chiara: e’ uno dei finestrini del monocarena della Usticalines in viaggio tra Lipari e Vulcano. Siamo rimasti fermi per 10 minuti in mezzo al canale tra le due isole a causa di una pioggia torrenziale violentissima che ha ridotto la visibilita’ a pochi metri. Per sicurezza il comandante ha fermato il monocarena in attesa che l’autentica bomba d’acqua esaurisse tutta la sua violenta azione. Siamo arrivati con un po’ di ritardo a Vulcano e ora stiamo proseguendo per Milazzo. Mai vista in navigazione, in qualita’ di passeggero, una burrasca d’acqua cosi forte.”
Così h scritto il dott. Giancarlo Baldanza su Facebook. Il riferimento è al collegamento delle ore 13,40 da Lipari per Vulcano e Milazzo

La foto in alto si riferisce a quanto si "vedeva" dal finestrino del mezzo veloce
A Vulcano- come si evince dalla foto di Antonella Campisi - ha anche grandinato

Eolie: Come preannunciato è arrivato il maltempo. La baia di Lipari "immersa" nel temporale (foto Roberto Addamo)

Nelle Eolie, come preannunciato nella nostra rubrica meteo, è arrivato il maltempo. Vento, scrosci di pioggia, nuvolosità intensa e tuoni, da circa trenta minuti, hanno "preso possesso" delle isole.
Nelle eloquenti foto di Roberto Addamo, che ringraziamo, la situazione attuale nella baia di Lipari




A.A.A. Cercasi segnaletica orizzontale a Canneto

Se non è scomparsa del tutto (in alcune aree lo è) poco ci manca.
Parliamo della segnaletica orizzontale nella frazione di Canneto. Strisce pedonali ed altro praticamente sono state "cancellate" dal tempo. 
Sarebbe ora di una bella "rinfrescatina". 
Principalmente per una questione di sicurezza.

A Perugia, III° edizione della Borsa internazionale del turismo culturale. Presenti le Eolie anche con quattro studentesse del "Conti"

Due giorni di incontri B2B con 55 buyers turistici internazionali provenienti da venti Paesi del mondo ai quali è stata presentata l’offerta dei dieci territori di “Mirabilia”, tra cui quello Messinese. Sono soddisfatti i diciotto imprenditori della provincia peloritana che hanno partecipato, a Perugia, alla III edizione della Borsa internazionale del turismo culturale: Il progetto delle Camere di commercio di Matera (ente capofila), Messina, Brindisi, Genova, La Spezia, Padova, Perugia, Salerno, Udine e Vicenza che hanno sul proprio territorio almeno un sito riconosciuto come patrimonio Unesco e intendono inserirsi nel circuito delle destinazioni emergenti.
“L’idea è di mettere insieme la domanda e l’offerta di turismo lungo itinerari spesso ancora poco conosciuti dal grande pubblico internazionale – afferma il commissario dell’Ente camerale, Franco De Francesco – puntando a valorizzare i territori e le loro peculiarità culturali ed enogastronomiche, la creazione di strumenti di promozione e network di imprese, per la definizione di prodotti turistici integrati rivolti ad un pubblico mondiale. Siamo lieti del coinvolgimento delle nostre aziende in un’iniziativa così importante, che il prossimo anno si svolgerà alle Eolie”.
Gli imprenditori sono stati accompagnati dal responsabile per le Attività promozionali dell’Ente camerale, Giuseppe Salpietro: “Ormai da tempo, la Camera di commercio ha deciso di scommettere sull’internazionalizzazione e i risultati ottenuti ci danno ragione della strada intrapresa. L’edizione 2015 di “Mirabilia” alle Eolie ci permetterà di promuovere la bellezza dell’arcipelago eoliano e di tutto il comprensorio. Sarà fondamentale, per la riuscita dell’evento, vigilare sulla qualità dei buyers”. 
A Perugia erano presenti anche il presidente di Federalberghi Isole Eolie e isole minori Sicilia, Christian Del Bono; l’assessore al Turismo di Santa Lucia del Mela, Rosario Torre; e le studentesse Donna Morena Arena, Erika Sapienza, Alessia Kordyaka e Lorenza Famularo dell’Istituto “Eller Conti Vainicher” di Lipari, con la prof. Maria Jose Calderone, che hanno fornito assistenza ai seller.
“Le Eolie, sito Unesco, si confermano un brand vincente – dichiara Del Bono - abbiamo registrato un grande interesse da parte dei buyers stranieri. Occorre operare in sinergia e impegnarsi, tutti insieme, in un'operazione di branding condivisa tra pubblico e privato, che ci accompagni adeguatamente all'Expo e alla IV edizione di “Mirabilia” che l'anno prossimo si terrà proprio alle Isole Eolie. In quell'occasione, punteremo su un'accurata selezione dei buyers e, nell'ambito dell'organizzazione dell'evento, diverrà fondamentale offrire tutti i servizi necessari per esaltare il nostro patrimonio naturalistico e culturale, ottimizzandone la fruizione turistica”.
La due giorni a Perugia è stata preceduta dal percorso formativo “Experience Lab”: una full immersion dal tema “Esperienze turistiche “visitor-driven” in una destinazione Unesco – Whl” rivolta agli operatori turistici. Gli incontri preparatori, tenuti dalla prof. Barbara Marcotulli, si sono svolti all’hotel “La Filadelfia” di Lipari. Ai due incontri, se ne è aggiunto un terzo, svoltosi all’Istituto tecnico “Eller Conti Vainicher”, al fine di coinvolgere anche le future leve sull’importanza di valorizzare adeguatamente il patrimonio culturale ed ambientale facendolo diventare attrazione turistica.

Auguri da Partylandia per Giusy Saltalamacchia

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Giusy Saltalamacchia che oggi compie 14 anni

Come erano le Eolie e gli eoliani

Nelle foto di oggi: Quelle che erano le spiagge bianche e lo scivolo della pomice a Lipari






L'ANPCI SCRIVE AL MINISTRO PADOAN SULLA PROBLEMATICA DEI TERRENI AGRICOLI MONTANI ASSOGGETTABILI AD IMU.

Gent.mo on. Pier Carlo PADOAN
MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
R O M A
OGGETTO: Individuazione comuni montani ex D.L. n. 66/2014
Egregio Ministro,
in questi giorni la scrivente associazione rappresentativa dei piccoli comuni italiani sta ricevendo numerose segnalazioni da parte di sindaci fortemente preoccupati per l’impatto negativo che sta provocando sui cittadini e sulle finanze comunali l’esclusione di un gran numero di Comuni dall’esenzione IMU del terreni finora classificati come agricoli.
Come è facile intuire, i Comuni più colpiti e penalizzati da questa operazione saranno, come al solito, quelli minori che in gran parte si trovano in zone montane o collinari.
La stima del maggior gettito appare “ottimistica” e forse calcolata su dati “aggregati”. In tali zone, infatti, la proprietà contadina è molto parcellizzata e, per giunta, gli stessi dati catastali non sono quasi mai aggiornati per cui si rende particolarmente difficile riscuotere quanto empiricamente previsto, con gravi rischi dal punto di vista della stabilità delle finanze comunali.
Per giunta, in particolari e estese zone d’Italia molti intestatari catastali sono emigrati all’Estero da decenni e quindi sono di quasi impossibile reperibilità.
La misura in corso di attivazione appare iniqua ai sensi dell’art. 44 della Costituzione e contravviene ad una prassi consolidata sin dal lontano 1993 che ha visto quei territori esenti da ICI e, finora, da IMU.
Ora, a pochi giorni di scadenza dal pagamento della rata finale dell’IMU e ad assestamenti di bilancio fatti, come si fa ad informare contribuenti irraggiungibili o completamente ignari? 
Inoltre, proprio per la parcellizzazione della proprietà e delle rendite comprensibilmente molto basse, molti contribuenti non raggiungeranno la soglia di rilevanza fiscale (12 €) per cui l’obiettivo fissato dal DL 66/2014 appare irrealistico e graverà in gran parte sui comuni. 
In relazione a quanto sopra, si chiede di rivedere completamente la questione e, nel frattempo, l’emanazione di un atto che sospenda l’obbligo di versare il saldo IMU per i terreni in questione.
Nella convinzione che la S.V. valuterà approfonditamente la tematica ora evidenziata e adotterà i provvedimenti consequenziali ora richiesti, rimane in attesa di cortese. sollecito riscontro e invia i migliori saluti
LA PRESIDENTE NAZIONALE ANPCI
Franca Biglio

giovedì 4 dicembre 2014

Previsioni meteo-marine Eolie a cura di Giuseppe La Cava


Previsto un peggioramento delle condizioni meteo da domani pomeriggio-sera con piovaschi in arrivo. Possibili locali deboli temporali. Venti tesi di libeccio renderanno il mare molto mosso in nottata. 
Per la giornata di Sabato 6 si prospetta una giornata variabile con piovaschi alternati a schiarite e annuvolamenti accompagnati da rovesci intermittenti e locali temporali. I venti proverranno da ponente e spireranno tesi con raffiche anche forti e mare molto mosso o agitato specie tra Alicudi -Filicudi e Salina. Le precipitazioni intermittenti saranno presenti anche nelle giornate festive di Domenica e Lunedi, I venti si disporranno da maestrale spirando moderatamente con mare tra il mosso e il molto mosso, mentre le temperature diminuiranno per effetto del maestrale fino a toccare i 15 C

STATUTO SPECIALE: LISTA MUSUMECI, SI ISTITUISCA SUBITO ALL'ARS LA COMMISSIONE PER LA RIFORMA

"Una commissione per la riforma dello Statuto speciale della Sicilia che aggiorni, adeguandola alla nuova realtà sociale e istituzionale, il testo varato dalla commissione speciale e trasformato in disegno di legge voto nel 2005, già approvato dall'Ars, ma mai preso in esame dal Senato". Lo chiedono i deputati di Lista Musumeci Nello Musumeci e Gino Ioppolo. "Il lavoro elaborato dalla commissione nel 2005 è ormai datato, quella proposta va rivista e aggiornata - hanno detto i parlamentari - facendo salva la specialità dell'Autonomia siciliana e allargando semmai le competenze, alla luce della riforma dell'articolo V della Costituzione, del federalismo fiscale e degli sviluppi dei rapporti economici, in particolare con i paesi del Mediterraneo".

Come eravamo: In ricordo dei coniugi Pavone


Direttore, 
mi farebbe piacere se puoi pubblicare una foto dei miei nonni Pavone visto che oggi, se fossero in vita, avrebbero compiuto 70 anni di matrimonio. 
La foto risale a quando erano con Anna Magnani nel film Vulcano!
Loro sono a destra, la coppia abbracciata che ride!
Marenza

L'architetto Ficarra confermato a capo del 3° settore del comune di Lipari

Il sindaco Marco Giorgianni ha confermato all'architetto Mirko Ficarra, con decorrenza dal 1° Dicembre 2015 e sino alla scadenza del suo mandato di primo cittadino, l'incarico di Dirigente del 3° Settore -Tecnico Urbanistico-Sviluppo e Tutela Territoriale.

Illustrare a Roma le idee progettuali nel contesto della premiazione della terza edizione del Concorso internazionale di idee “Sole vento e mare - Le energie rinnovabili per le isole minori e le aree marine protette italiane”

Eleganti taxi-boat ad energia solare ed eolica per i turisti di Ponza, pontili elettrici scomponibili in base alle necessità effettive dell’afflusso vacanziero, un faro energeticamente autosufficiente e bioclimatico, riconvertito ad osservatorio a Strombolicchio: queste sono alcune delle soluzioni made in Italy selezionate per “Sole vento e mare - Energie rinnovabili e paesaggio”, in grado di conciliare l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia con la tutela dello scenario paesaggistico del Mediterraneo.
Le idee progettuali sono state illustrate a Roma, nell’ambito della premiazione della terza edizione del Concorso internazionale di idee “Sole vento e mare - Le energie rinnovabili per le isole minori e le aree marine protette italiane”, promosso da Marevivo con ENEA, GSE, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee -, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Segretariato Generale – e Centro di Ricerche Citera dell'Università di Roma La Sapienza. Al museo MAXXI sono intervenuti Margherita Guccione, Direttore Maxxi Architettura, Rosalba Giugni, Presidente di Marevivo, Giovanni Lelli, Commissario Enea, Gerardo Montanino, Senior Advisor GSE, Livio de Santoli, direttore Citera Università La Sapienza, Antonio Agostini, Segretario Generale Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Roberto Banchini, Dirigente Servizio Tutela e qualità del paesaggio - Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Carlo Tricoli, responsabile Unità Centrale Studi e Strategie Enea, Andrea Lazzari, tecnologo Enea.
Per la categoria dedicata ai fari, promossa dalla Marina Militare, ha consegnato il premio il Capo di Stato Maggiore Marina Militare Ammiraglio Giuseppe De Giorgi. A coordinare i lavori la giornalista Donatella Bianchi. Anche per questa edizione - che ha goduto del contributo di Fondazione Nando Peretti, Enel, Trevi Energy e Castalia - le vere protagoniste sono state le isole minori italiane e le aree marine protette, intese come possibili laboratori naturali per l’utilizzo delle energie rinnovabili. Il Concorso ha premiato le migliori idee e proposte progettuali mirate all’efficienza, al risparmio energetico e all’innovazione e che trovano perfetta contestualizzazione in questi territori di particolare pregio ambientale e paesaggistico. Da segnalare l’età dei premiati: gli architetti e gli ingegneri vincitori sono quasi tutti giovani, prevalentemente di età inferiore ai quarant’anni.
Intanto, sta diventando realtà, a Capri, un altro progetto, presentato per la prima edizione del Concorso “Sole, vento e mare” nel 2010: si tratta di uno speciale componente “solare”, ideato da “Dyaqua” e che, dopo essere stato sottoposto agli studi dell’Enea, è ora pronto per il mercato. Il componente è realizzato con una resina, che simula perfettamente l’aspetto esteriore delle pietre e dei materiali, rendendo al contempo invisibile il generatore fotovoltaico. Il prototipo sarà installato nei prossimi mesi sull’isola azzurra, grazie al contributo di Lux Italia, e permetterà così di illuminare una strada panoramica caprese, senza modificarne l’aspetto paesaggistico. Le Isole Minori - 36 Comuni, oltre 200.000 persone residenti che, come noto, divengono milioni durante la stagione estiva - devono affrontare diversi limiti: esiguità del loro territorio, scarsità delle risorse naturali (acqua, energia), costi supplementari dei trasporti e delle comunicazioni, difficoltà nella gestione dei rifiuti e delle acque reflue e inquinamento marino e costiero. Nonostante ciò, l'insularità costituisce un potenziale da valorizzare nell’ambito di una mirata strategia di sviluppo sostenibile.

Festeggiata a Lipari S. Barbara

Monsignor Gaetano Sardella ha celebrato quest'oggi nella Chiesa di Porto Salvo la Messa in onore di Santa Barbara. Presenti autorità militari e civili.

La foto è di Alessandro La Torre

Cresce la preoccupazione per le condizioni del porto commerciale di S.M. Salina

COMUNICATO
L’inverno è arrivato e Santa Marina non ha ancora il suo porto commerciale agibile. La problematica si trascina ormai da quasi quattro anni e, a parte l’azione inesorabile degli agenti atmosferici e del mare che ha causato ulteriori danneggiamenti alla struttura, poco o nulla si è mosso per arrivare alla risoluzione definitiva del problema. 
Il Comune di Santa Marina Salina, con una nota dello scorso 2 Dicembre, ha provveduto a segnalare ulteriormente, ai soggetti tecnici competenti, agli Assessori Regionali ed al Presidente della Regione Siciliana il disagio ed il pericolo che la situazione in atto comporta, anche alla luce della nuova ordinanza di chiusura del porto disposta, lo scorso 10 novembre, dal Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari. 
La nota fa riferimento ai “numerosi appelli lanciati” nel corso degli anni ed alla necessità di provvedere a risolvere in tempi rapidi la problematica, considerata soprattutto l’importanza che l’ambito portuale interessato riveste per l’isola intera. Nell’appello lanciato si sottolinea pure come, senza i dovuti interventi urgenti di ripristino che, se predisposti per tempo, potrebbero comportare degli esborsi tutto sommato esigui, si corra il serio rischio di compromettere del tutto la funzionalità dell’intera struttura, per realizzare la quale sono stati spesi milioni di euro pubblici. “Mi sembra superfluo – commenta il Sindaco di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo – sottolineare la centralità che un porto riveste in un’isola minore. Attorno ad esso gira infatti la vita stessa dell’intera comunità ed una chiusura o interdizione, anche parziale, comporta dei forti disagi tanto da un punto di vista economico quanto e soprattutto da un punto di vista sociale. Se poi, come nel caso di Santa Marina Salina, questi disagi si trascinano da anni e le risposte tangibili di chi avrebbe il dovere di intervenire tardano ad arrivare, la situazione rischia di divenire drammatica.L’azione del mare – continua il Sindaco – è inarrestabile ed incontrollabile: intervenire oggi, quando ancora ci sono margini per eseguire un intervento che possa essere nel contempo risolutivo e non troppo dispendioso, sarebbe accorto e lungimirante. Mi auguro – conclude il Sindaco Lo Schiavo – che il grido d’allarme che rilanciamo, pazienti, non rimanga ancora una volta inascoltato: gli organi tecnici competenti e la politica regionale non si assumano però la responsabilità di abbandonare Salina al suo destino negando alla cittadinanza la possibilità ed il diritto di godere di un porto agibile e sicuro al più presto”.   

Partylandia augura Buon Compleanno a Manuel


Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Manuel che compie 8 anni

Lipari. Ancora danneggiamenti e furti a Piazza Mazzini

Non conoscono sosta gli atti vandalici compiuti a Piazza Mazzini ai danni di auto e di mezzi a due ruote. 
L'ultimo, in ordine di tempo, si è verificato nel corso della notte. 
Una signora stamani ha trovato rotta la sella del suo motorino. 
Per impossessarsi di una bottiglietta di olio motore hanno causato alla donna un danno economicamente più consistente del prezzo di quanto è stato rubato.
La zona è sempre più oggetto di piccoli furti ai danni dei mezzi posteggiati o di danneggiamenti ad auto e mezzi a due ruote.
I cittadini, in attesa che ci si decida a dotare l'isola (nei punti strategici) delle ormai indispensabili telecamere, auspicano maggiori controlli.

Come erano le Eolie e gli eoliani

Chi volesse vedere pubblicate foto del passato in suo possesso può inviarle in formato jpg a ssarpi@libero.it o a s.sarpi@libero.it
 Nelle foto di oggi:
1 e 2 ) La Banda "Città di Lipari" a Piazza Mazzini e in processione (qualche annetto fa)
3) La famiglia Li Donni: Catena e Pino Li Donni, Nunziello e Roberto


STIPENDI DEPUTATI ARS: MUSUMECI, ABROGHIAMO LA LEGGE 44 DA MEZZO SECOLO SIMBOLO DI PRIVILEGIO

"Sia chiaro: la legge 44 è il simbolo di uno status di privilegio che tutte le forze politiche si diedero ed hanno mantenuto in vita per quasi mezzo secolo. Quella legge, votata alla vigilia del Natale 1965, in appena cinque minuti, senza dibattito in aula e con una relazione dei proponenti di sole venti parole, oggi costituisce il retaggio di un privilegio che fa a pugni con l'uso largamente irresponsabile che si è fatto dell'autonomia regionale". Lo afferma l'esponente dell'opposizione Nello Musumeci. "Certo, sul piano operativo l'aggancio col Senato è stato superato in quest'ultimo anno, anche grazie alla sensibilità del presidente dell'Ars Ardizzone, ma quella legge va cancellata e sostituita, se si vuole anche nella forma testimoniare una inversione di tendenza del nostro parlamento."

Incendiata la motonave ” Eolo d’oro” della Navisal di Milazzo. Nei mesi estivi effettuava mini-crociere per le Eolie


   Hanno lavorato tutta la notte due 
squadre dei vigili del fuoco di Milazzo e Messina per spegnere l’incendio che ha distrutto quasi completamente la nave in vetroresina “Eolo d’oro” della società Navisal di Milazzo.
L’incendio, come avrebbero già accertato i vigili del fuoco i quali hanno riferito ai carabinieri, è stato doloso. La navetta veloce, che nei mesi estivi era impiegata in minicrociere con le Isole Eolie, si trovava da alcuni giorni nel cantiere navale, dell’Abacus nella zona industriale di Giammoro per il solito rimessaggio invernale. L’allarme è stato dato qualche minuto dopo le due di notte.
L'imbarcazione è andata quasi interamente distrutta. All’interno del cantiere non c’è vigilanza costante per cui i piromani hanno potuto lavorare in maniera indisturbata. Nella mattinata i carabinieri della stazione di Pace del Mela hanno iniziato ad ascoltare gli armatori della nave che non sanno spiegarsi il perché dell’intimidazione. (ANSA)

E' uscito "Tattoo Motel", il primo romanzo di Davide Cortese

E' appena uscito "Tattoo Motel", il primo romanzo di Davide Cortese. Edito dalla casa editrice Lepisma, il romanzo dell'autore eoliano sarà presente alla Fiera "Più libri più liberi" al Palazzo dei Congressi di Roma, dal 4 all'8 dicembre. Ecco uno stralcio della prefazione di Pietro Pisano:
"Che cos'è in fondo la pelle? E' la nostra casa, la nostra storia, ciò che ci espone al contatto con il mondo. Nel romanzo di Davide Cortese, Tattoo Motel, la pelle è una pagina dove è possibile, tramite il disegno e l'espressione figurativa, lasciare una traccia del proprio passaggio, scrivere in qualche modo una storia, fissare gli istanti e istituire un controllo sul tempo e sugli altri. Ed è proprio quello che farà uno dei personaggi chiave del romanzo, un artista del tatuaggio, un'anima inquieta e tormentata, ossessionata dalle proprie creazioni. La scrittura di Tattoo Motel è cinematografica in tutto e per tutto, procede per brevissimi flash, brandelli stranianti di una narrazione a singhiozzo avente come tema la creazione artistica e le vicissitudini di una storia d'amore."
Davide Cortese si era già cimentato con la narrativa: "Ikebana degli attimi", pubblicato da L'autore Libri nel 2005, raccoglieva undici suoi racconti. Altri testi di narrativa sono stati pubblicati su riviste e antologie.

mercoledì 3 dicembre 2014

E' nato il sito interparrocchiale Farecomunione

Farecomunione è un sito interparrocchiale che vuole esprimere le iniziative programmate e realizzate delle parrocchie Cattedrale, San Pietro e Portosalvo di Lipari. Queste parrocchie  comprendono larga parte della cittadina. L'altra parrocchia della città è quella di San Giuseppe. Il nuovo Consiglio Pastorale Interparrocchiale, nella sua prima seduta, ha deciso di realizzare un sito internet come strumento di comunicazione con gli abitanti e di conoscenza dell'attività delle parrocchie. Naturalmente il sito non si limiterà a riferire le iniziative della parrocchia ma amplierà la sua attenzione a quanto accade nella Chiesa e nel mondo. Una attenzione particolare sarà dedicata al Sinodo sulla famiglia che è giunto in una fase cruciale. Il sito è anche una occasione di dialogo. Chiunque voglia inviare notizie, riflessioni o porre domande può inviarle a farecomunione2014@gmail.com. Vi risponderemo.
 La redazione di  www.farecomunione.it

CONSULTA GIOVANILE DI LIPARI ORGANIZZA "Bimbi...si parte", LABORATORIO ARTISTICO CREATIVO PER BAMBINI DAI 5 ANNI IN SU

La Commissione Politiche Sociali e Istruzione della Consulta Giovanile, insieme con il Comune di Lipari, organizza nell'ambito degli eventi in programma per le prossime festività natalizie, un laboratorio artistico-creativo, gratuito, di decorazioni sostenibili riservato a tutti i bambini e ragazzi che vorranno parteciparvi .
Il laboratorio vuole sensibilizzare sulle tematiche legate alla tutela dell'ambiente e dell'inquinamento, aumentare la consapevolezza rispetto al valore della raccolta differenziata, al riuso degli oggetti, creandone di nuovi con elementi da riciclo e della natura. Il Natale rappresenta un momento di festa, spesso legato all'effimero, il nostro intento è quello di far creare ai più piccoli addobbi "originali", frutto della propria fantasia e creatività, puntando certamente sull'allegria e il divertimento.
Vorremmo che il messaggio arrivasse però anche ai più grandi. Invitiamo a tal proposito la cittadinanza a raccogliere in questi giorni bottiglie di plastica, scatole di cartone e carta regalo, da farci pervenire in occasione del laboratorio, previsto per giorno 8 dicembre alle ore 15:30 presso il locale “ La Terrazza sul Mare”. Dopo il laboratorio seguirà la cerimonia di illuminazione dell’albero di Natale.
Vi aspettiamo.
Insieme si può!
Referenti del progetto: Cinzia Russo, Moira Casella, Alessandra Lo Ricco
Presidente Consulta Giovanile
Fabrizio Giuffrè

Si è laureata Scharon Natoli

Stamani all'Università Niccolò Cusano di Roma si è laureata Scharon Natoli. 
Ha conseguito il dottorato in SCIENZE DELLA FORMAZIONE E DELL'EDUCAZIONE.
Alla neo dottoressa vanno le nostre congratulazioni e i migliori auguri per un futuro radioso e ricco di soddisfazioni.
Ai genitori e ai parenti tutti le nostre felicitazioni

MONSIGNOR MICCICHE’ SI DIFENDE ED ACCUSA LE NUOVE RIVELAZIONI DELL’EX VESCOVO DI TRAPANI, I CONTI BANCARI, I DOCUMENTO INEDITI E TUTTI I RETROSCENA SULLA GESTIONE DELL’ENTE E DELLA DIOCESI ED I RAPPORTI DIFFICILI CON L’ARCIVESCOVO PLOTTI

Riprendiamo da Social e pubblichiamo
FONDAZIONE AUXILIUM
MONSIGNOR MICCICHE’ SI DIFENDE ED ACCUSA
LE NUOVE RIVELAZIONI DELL’EX VESCOVO DI TRAPANI, I CONTI BANCARI, I DOCUMENTO INEDITI E TUTTI I RETROSCENA SULLA GESTIONE DELL’ENTE E DELLA DIOCESI ED I RAPPORTI DIFFICILI CON L’ARCIVESCOVO PLOTTI
di MAURIZIO MACALUSO
Di soldi in questa storia ne sono girati tanti. S’è detto di conti bancari aperti presso la banca del Vaticano. Di altre somme finite all’estero. Mons. Francesco Miccichè è pronto a chiarire tutto. Con carte alla mano, l’ex Vescovo di Trapani dimostra di avere gestito la Diocesi in maniera corretta e di avere lasciato i conti in buon ordine. Documenti ufficiali ed estratti di conto bancari. Nomi e cifre nero su bianco. “ Ho taciuto per troppo tempo per amore alla Chiesa, ma dopo gli inutili tentativi di aprire un varco nel muro impenetrabile del Vaticano sono costretto a rendere pubbliche anche queste carte”. Miccichè parla non per difendersi da eventuali contestazioni giudiziarie. L’ex Vescovo di Trapani non risulta in alcun modo indagato. Dice di essere stato costretto ad uscire allo scoperto invece per mettere a tacere una volta per tutte le insinuazioni circolate sul suo conto, alimentate anche da dichiarazioni di alcuni esponenti del Clero. “ L’Arcivescovo Alessandro Plotti, chiamato a guidare temporaneamente la Diocesi dopo il mio allontanamento, in diverse interviste a testate nazionali e giornali locali, mi ha dipinto come un ladro che avrebbe spolpato la Diocesi. Ha detto che, al suo arrivo a Trapani, non avrebbe trovato neppure un euro. Non è assolutamente vero”. Quando ha lasciato Trapani, spiega Monsignor Miccichè, i conti della Diocesi e della Fondazione Auxilium erano perfettamente in ordine. Sui conti della prima c’era un saldo attivo di 1.149.313,95 di euro. Quello della Fondazione Auxilium era di 8.896.452,74 di euro. Miccichè dice di avere provveduto personalmente a consegnare le distinte dei conti bancari al suo successore. Ed a riprova di ciò mostra la corrispondenza tra lui e l’Arcivescovo Alessandro Plotti. “ Nessuno vuole mettere in dubbio la consistenza dei due conti bancari”, scrive l’ex amministratore apostolico in una missiva indirizzata a Miccichè. “ Il conto della Diocesi è stato purtroppo spolpato non certo da Lei, che non poteva più operare su quel conto, dopo il provvedimento del Papa di rimozione dall’incarico. E’ stato prosciugato per far fronte a cospicue spese già previste e decise da lei, prima che io arrivassi a Trapani”. Plotti avanza dure contestazioni al suo predecessore: “ L’aver dato deleghe e procure ad omnia a suo cognato, lo ha reso unico ed insindacabile gestore della Fondazione, contravvenendo allo spirito del canone 492 par.3 del Codice di Diritto Canonico e creando una struttura di potere inaccettabile. Per questa anomalia, la Congregazione dei Vescovi, mi intimava di modificare lo statuto dell’Ente con la costituzione di un consiglio di amministrazione. Cosa che ho fatto”.  Accuse ingiuste ed ingenerose, secondo Monsignor Miccichè che sostiene di avere operato sempre per il bene della Fondazione. “Ho rinunciato alla somma che la Fondazione Auxilium elargiva al Vescovo pro tempore (100 milioni di lire annue), attendendo tempi migliori per la stessa e destinandoli ad opere di miglioria della struttura”, scrive l’ex Vescovo di Trapani. La lettera, che reca in calce la sua firma, è indirizzata all’Arcivescovo Alessandro Plotti. “Ho attinto al mio patrimonio personale, riservandomi poi di farmi rifondere dalla Fondazione in momenti economici più floridi per la stessa, per affrontare quelle spese che i miei predecessori effettuavano con la somma elargita loro dall’Auxilium. Se vostra Eccellenza ha potuto provvedere ai lavori di rifacimento del Palazzo Vescovile, lo ha potuto fare grazie al contributo a suo tempo da me richiesto ed ottenuto dalla Conferenza Episcopale Italiana ed a quota parte dell’economia di bilancio fino allora realizzata, che come mi dà atto, Le ho lasciato. Con la stessa economia di bilancio Vostra Eccellenza ha potuto riacquistare  e quindi riacquisire al patrimonio diocesano la Chiesetta della Madonna di Custonaci, alienata con inganno da don Antonino Treppiedi”. Nella lettera vengono elencati una serie di interventi realizzati sotto la gestione di Monsignor Miccichè. Ristrutturazioni ed adeguamenti di immobili, richiesti dalle vigenti normative, per un valore complessivo di oltre otto milioni di euro. L’ex Vescovo di Trapani non comprende, a distanza di mesi, cosa abbia potuto spingere l’Arcivescovo Alessandro Plotti a fare quelle dichiarazioni alla stampa. “ Cosa può motivare un uomo ultraottantenne, già da mesi estraneo alla Diocesi di Trapani, ad infierire, ieri come oggi, sparando a zero, spargendo veleno a destra ed a manca con interviste vergognose ed indegne per un sacro ministro? Chi c’è dietro di lui che muove le fila di un progetto tendente a distruggere la mia immagine? Questo confratello si è fatto lecito offendermi ed insultarmi pur essendo consapevole che le aberranti affermazioni erano e sono smentite categoricamente ed, inconfutabilmente, dall’esistenza di documenti che dimostrano l’esatto contrario rispetto a quanto sbandierato ai quattro venti da Plotti per il semplice quanto sadico gusto di provocare in me ulteriore sofferenza”. Monsignor Miccichè va giù duro: “ Constato con profonda amarezza che nella Chiesa vi sono sacri ministri, salottieri,avidi di potere, di denaro, dimentichi dei tanti Lazzaro che elemosinano le briciole che cadono dalla mensa dei padroni, cultori della giustizia fai da te, della giustizia del più forte, della giustizia tipica di quegli ambienti nei quali non esistono leggi e regole. Soggetti che creano scandalo con i loro comportamenti, con i loro stili di vita borghese, professionisti del sacro, arrampicatori sociali piuttosto che servi per amore, l’uno contro l’altro armati, senza carità fraterna, incapaci di compiere gesti di misericordia e di perdono, guidati da logiche del mondo che ignora la bellezza della vita donata per amore, attori protagonisti di una tragica farsa che si consuma ogni giorno sui mezzi di comunicazione. Di questa genia mi sento vittima. Mi chiedo: è lecito rimanere nel silenzio o bisogna ribellarsi, gridare con forza il no alle calunnie, alle verità distorte, ai tentativi di demolizione dell’atro fino a volerne la morte fisica oltre che quella morale?” L’ultima stoccata Monsignor Miccichè la riserva ancora a Plotti: “Sarei curioso di conoscere i nomi di tutti gli assunti in Fondazione per ‹‹ via di parentela e di amicizia e non sulla base di professionalità ›› come sostenuto da Plotti. Malgrado i miei tentativi, non sono riuscito ad avere un chiarimento su cosa l’illustre Presule intende dire quando afferma: ‹‹ Una gestione opaca ››”.Mi chiedo – conclude Monsignor Miccichè – se per caso l’Arcivescovo emerito di Pisa e l’altro confratello non abbiano pianificato, persino, di addebitarmi fatti avvenuti in epoca successiva al mio sollevamento quali l’addio al sacerdozio di un presbitero, l’uccisione di un altro sacerdote e, ciliegina sulla torta, l’arresto eclatante del direttore della Caritas diocesana. Se per parte loro questa è normalizzazione di cui vantarsi – conclude amareggiato Monsignor Miccichè -, siamo veramente a posto!”                   
La Crial allarga i suoi orizzonti. 
Dai primi di Dicembre apre un nuovo punto vendita a Milazzo nel centro commerciale di contrada Faraona.
Dopo le Eolie esportiamo competenza, professionalità e prezzi competitivi anche nella città del Capo

Come erano le Eolie e gli eoliani

Nelle foto di oggi:
1) Giovannino Spanò
2) Pippo Calderone e una formazione dello Snoopy tennis femminile
3) Quando ci si imbarcava con il rollo

Chi volesse vedere pubblicate foto del passato in suo possesso può inviarle in formato jpg a ssarpi@libero.it o a s.sarpi@libero.it

Scossa tellurica nelle Eolie

Un terremoto di magnitudo 2.3 è avvenuto alle ore 14:47:31 di oggi, in mare, ad una profondità di 9.7 km. (13:47:31 03/Dic/2014 - UTC).
Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico: Isole Lipari o Eolie

Posizionato l'albero di Natale offerto da CdI. Il comunicato della Consulta giovanile che annuncia altre iniziative

 La Consulta Giovanile, con il Comune di Lipari, ha il piacere di informare che oggi è stato posizionato l'albero, da noi fortemente voluto, offerto dall'Amministratore Delegato della Compagnia delle Isole Alessandro Seminara, presso la Rotonda ex Esso. 
Grazie al contributo di diversi privati l'albero verrà addobbato, l'accensione dell’albero avverrà giorno 08 dicembre. Nella stessa giornata ci saranno altri eventi di cui a breve forniremo dettagli più precisi
La Consulta Giovanile
Referente del progetto
Cassarà Alessandra