Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 17 febbraio 2018

È STATO SMARRITO QUESTA SERA IL TELEFONO DEL DIRETTORE DI EOLIENEWS, SALVATORE SARPI. TRATTASI DI UN SAMSUNG J5 2017 CON UNA COVER NERA. SI CHIEDE GENTILMENTE A CHI DOVESSE RITROVARLO DI CONTATTARE IL 3665032611 O RIPORTARLO AL PROPRIETARIO NEI PRESSI DEL PALCO ALLESTITO PER LA PREMIAZIONE DEI CARRI.

Libertylines torna attivo il piano a 4. Aliscafo torna ad approdare ad Alicudi

Come anticipato ieri sera, da oggi pomeriggio i collegamenti veloci da e per le Eolie di Libertylines tornano al "piano a 4", ovvero con 4 aliscafi.
Contestualmente, dopo la pettinatura dei fondali, l'aliscafo di Libertylines ha raggiunto Alicudi, operando nella struttura portuale. 
Ricordiamo che la società trapanese nei giorni scorsi, stante i problemi di operabilità esistenti nello scalo Palombo, aveva immesso in linea un monocarena per non isolare la piccola isola delle Eolie.

Alicudi. Completata pettinatura fondali.

COMUNICATO STAMPA
Completate le operazioni di pettinatura dei fondali del molo di Alicudi. Allo scalo Palomba già dal pomeriggio odierno potrebbero riprendere le normali operazioni di attracco. L’aliscafo Antioco, infatti, nel pomeriggio è partito alla volta della più piccola isola delle Eolie per verificare le possibilità di ormeggio. Da domani il monocarena potrebbe quindi lasciare l’isola a cui aveva garantito, salvo condizioni meteo marine avverse, la corsa quotidiana in sostituzione degli aliscafi di linea. Sarebbe quindi ripristinata la linea abituale.
Ricordiamo che il porto era stato interdetto alle navi e agli aliscafi con ordinanza del Comandante della Capitaneria di Porto Margadonna a seguito dei danni subiti in testata dalle mareggiate della scorsa settimana.
 Dalla Residenza Municipale, 17 febbraio 2018

                                                                                                                 L’Assessore
Ersilia Pajno

Lettere al direttore. Le cisterne, l'acqua piovana e quella pubblica. Ci scrive il dottor Iacolino

Caro Direttore,
bisognerebbe spingere politicamente a Palermo , al governo della Regione, perchè si metta mano ad una legge che agevoli la realizzazione di cisterne per la raccolta dell'acqua piovana. Le agevolazioni finanziarie verrebbero ripagate dal risparmio derivante da una caduta sulla richiesta di acqua pubblica.
Gianni Iacolino

"Tale e quale show" rivive coi medici messinesi trasformisti. Martedì 20 al Teatro Vittorio Emanuele di Messina la V edizione dell'evento benefico promosso dall'AMMI

Di giorno medici, di sera musicisti, cantanti, ballerini e, perchè no, talentuosi imitatori di artisti italiani e internazionali: è lo scopo dell'evento benefico creato dall'AMMI (associazione italiana mogli medici) sezione di Messina giunto alla V edizione e ispirato al noto programma RAI "Tale e quale show". Con l'aiuto tecnico di costumisti, parrucchieri e truccatori e grazie alla direzione artistica dei medici Nino Celona e Massimo Pulitanò, andrà in scena martedì 20 febbraio alle ore 20 lo spettacolo "Medici in scena", che vedrà protagonisti una ventina di professionisti messinesi amanti della musica, del pianoforte, della danza, del canto. I medici "trasformisti" interpreteranno dal vivo i più grandi successi di star come Michael Jackson, Elton John ma anche Raffaella Carrà, Pino Daniele e tanti altri. "Lo spettacolo nel tempo è diventato un appuntamento di altissima qualità - sottolinea la presidente AMMI Francesca De Domenico Leonardi - curiamo ogni dettaglio e particolare e abbiamo deciso per questa ragione di andare in scena nel Teatro più prestigioso della Città. Speriamo il pubblico risponda bene come nelle edizioni precedenti, dato che destineremo i fondi raccolti a varie realtà del nostro territorio: la Comunità di Sant'Egidio per il Centro distribuzione di generi alimentari e Centro di ascolto che nascerà in un immobile confiscato alla mafia a Camaro, al Centro di aiuto alla vita "Vittoria Quarenghi", al Centro socio educatico "E-duco", all'associazione Terra di Gesù onlus per il Centro medico "Buon pastore"; infine acquisteremo 70 sedie necessarie per la sala da pranzo delle Piccole sorelle dei poveri".
Sul palco pronti a esibirsi: oltre a Celona e Pulitanò, Francesco D'Arrigo, Francesco Calogero, Katia Bevacqua,Elvira Marsico, Giovanna Genitori, Salvatore Signorino, Cosimo Milone, Andrea Casablanca, Fabio Catalano, Luisa Barbaro, Oscar Cartagenova, alcuni dei quali saranno accompagnati dalla coreografie di Centro Danza, ASD Acadamy e Full Dance; presentatori della serata i giornalisti Letizia Lucca e Massimiliano Cavaleri, da sempre vicini all'associazione. Guest star della serata il comico siciliano Massimo Spata. La manifestazione è patrocinata dall'Ordine dei medici e odontoiatri di Messina, Archeoclub Messina e Lions Club Messina e sostenuta da Club Medici Finanza, Gioielli Gullo, Gruppo Lem, Palazzo della Moda, IIS Antonello, Linea Emme, Bertia Mode. Per info e biglietti: 339.5906729.

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 17 Febbraio

Buon Compleanno a Rossana Acquaro, Rossella Crivello, Francesco Cataliotti, Francesca La Greca, Nicola Pandolfo, Isabella Lopes, Alexandro Pallone, Maria Concetta Longo

Fiocco rosa in casa Merlino - Lorizio. E' nata Aurora

Per la gioia di mamma e papà e dei parenti tutti, è venuta alla luce all'ospedale di Patti
AURORA MERLINO
figlia di Alessandro e Roberta Lorizio.
Ai neo genitori le felicitazioni della famiglia Sarpi e di Eolienews
Alla piccola l'augurio di ogni bene

Giorgianni intenzionato a portare Rizzo in tribunale per le dichiarazioni di ieri in consiglio comunale

Riceviamo dal sindaco Marco Giorgianni e pubblichiamo:
” Mi viene riferito, non essendo presente nel Consiglio Comunale di oggi, che il Consigliere Rizzo abbia fatto intendere, nel suo intervento, che l’Amministrazione di Lipari da me guidata abbia richiesto e ricevuto dalla Liberty Lines 100.000,00 euro per la festività di San Bartolo in cambio del quale avrebbe a suo dire un atteggiamento connivente che si manifesta nel giustificare le mancanze della stessa società nell’espletamento dei servizi svolti nelle nostre isole.
Nulla di più falso.
Invito il Consigliere a chiarire ciò che ha affermato e gli ricordo che questa affermazione, oltre che insopportabilmente offensiva, contempla anche una ipotesi di reato; per cui se è a conoscenza di un fatto del genere lo esponga e lo denunci agli organi competenti o si astenga da tali false affermazioni.
Per conoscenza di tutti i cittadini la Liberty Lines svolge un servizio sovvenzionato dalla Regione Siciliana e dallo Stato. La stessa Regione è l’ente competente per il controllo dell’attività svolta dalla società ed il Comune di Lipari non è mai mancato nel richiedere alla Regione che venissero rispettati i termini contrattuali ogni qualvolta si siano verificati disservizi, come ad esempio è avvenuto ieri. Addirittura, spesso anche con la collaborazione dei cittadini, come avvenuto recentemente in un incontro fatto ad esempio, presso la società con la partecipazione di una delegazione di cittadini di Stromboli.
Ad onor del vero lo stesso Consigliere Rizzo non ricorda, evidentemente, che il “piano a 3” in queste isole sia durato anni senza che nessuno, lui per primo, se ne sia lamentato, tranne il sottoscritto, mentre oggi questa avviene di rado e registra sempre la pronta azione di protesta di questa Amministrazione.
In quanto ai contributi la Liberty Lines ha contribuito con uno stanziamento al Comitato Organizzatore da me presieduto e non al Comune di Lipari (quindi non in bilancio) con un importo di 5.000,00 euro e non di 100.000,00 euro e con tutto il rispetto e la gratitudine per questo contributo, esso è il più basso in valore di quello conferito dalle altre compagnie di navigazione, che con le loro donazioni ci permettono di svolgere la festa del Santo Patrono a livelli come mai in passato raggiunti.
I contributi provengono infatti da: Siremar, NGI, Grenfleet, MedNav, Tarnav, Marnavi, Augusta 2 ecc….. senza che ciò influisca in alcun modo sulla attività di questa Amministrazione in rapporto ai compiti che la legge gli affida in difesa dei diritti dei nostri concittadini.
Se il Consigliere ha notizie diverse, le fornisca esplicitamente e se ne prenda la responsabilità o smentisca le sue illazioni.
Anticipo, sin d’ora, che la Amministrazione tutelerà la propria immagine in tutte le sedi, perché tutto ciò non ha nulla a che vedere con la politica o con il ruolo di un Consigliere, ma rientra semplicemente nella illazione e nella diffamazione. Se vi fosse ancora necessità di evidenziare la falsità di queste dichiarazioni potete visionare l’elenco degli sponsor che ogni anno pubblicizziamo anche con apposite affissioni che ripubblico in allegato a questa nota ”.

NDD - Nel corso della suddetta seduta è stato approvato con 5 voti favorevoli e 4 astenuti il rendiconto 2016

Collegamenti veloci. Assessore Pajno convoca Libertylines


COMUNICATO STAMPA

    A seguito degli ultimi avvenimenti che hanno interessato i collegamenti veloci Liberty Lines tra Milazzo e le Eolie, l’Assessore ai trasporti ha convocato i vertici della Liberty Lines giorno  20 alle ore 12,00 presso il Palazzo comunale. L’incontro verterà sulle condizioni dei mezzi e sulle problematiche che generano disaggi e disservizi. Saranno richiesti interventi tempestivi per ripristinare i mezzi nella loro funzionalità in considerazione dell’imminente Santa Pasqua e dei maggiori servizi necessari per affrontare la prossima stagione estiva, oltre che a garanzia del servizio prestato per gli isolani e i pendolari.
L’Assessore
Ersilia Pajno
                                                                 

Oggi è il 17 Febbraio. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Veduta sulla sommità dello Stromboli -
Santo del giorno:  Santi Sette fondatori dell'Ordine dei servi
della Beata Vergine Maria - 

Santi Sette Fondatori dell'Ordine dei Servi della Beata Vergine Maria


Vivevano in Firenze, all'inizio del secolo xm, sette illustri patrizi che alla nobiltà del sangue, univano una grande virtù; Bonfiglio Monaldi, Bonagiunta Manetti, Manetto dell'Antella, Amedeo degli Amedei, Uguccione degli Uguccioni, Sostegno dei Sostegni, Alessio dei Falconieri.

Ascritti alla congregazione cittadina di S. Maria Maggiore, nella festa dell'Assunta dell'anno 1233, in chiesa, furono rapiti in estasi ed ebbero una visione. Parve loro di vedere partire da un globo infocato sette raggi di vivida luce e penetrare in loro, ispirandoli a rinunciare alla vita del mondo e a ritirarsi per attendere unicamente al servizio di Dio.

Finiti gli esercizi di pietà gli altri confratelli se ne uscirono di chiesa, essi però vi si fermarono.

Si guardarono attoniti l'un l'altro e nessuno osava dire per primo la visione. Ruppe finalmente il silenzio Bonfiglio, raccontando quanto aveva visto e sentito, e gli altri rimasero sbalorditi nel sentirsi manifestare ognuno la propria visione. Conchiusero quindi di consacrarsi al servizio di Dio e, senza frapporre tempo, assestarono le proprie cose domestiche e si ritirarono in solitudine.

Coll'approvazione e benedizione del Vescovo, andarono a Camarzia, nei pressi di Firenze e colà vestirono rozze lane, nascondendovi sotto il cilicio e una grossa cintura di ferro. Colla celebrazione della S. Messa di un sacerdote inviato dal Vescovo e colla S. Comunione,
inaugurarono la nuova vita il di della Natività di Maria SS.

Dovendo in seguito recarsi nuovamente a Firenze a chiedere al Vescovo quale regola dovevano abbracciare, al loro passaggio per le vie, i bimbi in fasce e i lattanti gridavano: — Ecco i servi di Maria, ecco i servi di Maria!

A Camarzia la loro casa divenne meta di pellegrinaggi onde essi, per non essere disturbati, pregarono la SS. Vergine a indicare loro un luogo più solitario. E furono esauditi, poiché, apparendo loro, indicò il monte Senario. Ritiratisi su quelle alture scoscese ed impraticabili, dapprima abitarono nelle grotte scavate nel sasso dalla natura, quindi cominciarono a fabbricarsi delle capannucce di legno e più tardi una chiesa ed altri caseggiati migliori, cingendo poi il tutto di ima siepe.

Il cardinale Goffredo Castiglione, legato pontificio per la Toscana, recatosi col Vescovo al monte, esortò quei solitari a mitigare la loro vita di penitenza e ad accogliere nella loro comunità quanti desideravano entrare. Fu così che d'allora cominciarono a moltiplicarsi i religiosi e i nuovi monasteri.

Una visione determinò poi la regola da seguire. Apparve loro un giorno la SS. Vergine circondata da Angeli: alcuni di questi portavano simboli della passione di Gesù, altri un libro aperto con le regole di S. Agostino, altri abiti religiosi di color nero, altri infine una scritta: « Servi di Maria ».

Così si può dire che la Madonna fu in modo sensibile e diretto la fondatrice della congregazione ed essi i cooperatori docili e fedeli. 

venerdì 16 febbraio 2018

Aliscafi. Da domani pomeriggio Libertylines torna al piano a quattro

Il "piano a tre” di Libertylines , cioè con l'utilizzo di tre aliscafi nei collegamenti Milazzo – Eolie e viceversa, resterà in vigore sino a domani mattina. Nel pomeriggio si tornerà al piano a quattro. 
E questo nonostante alcune difficoltà verificatesi oggi e delle quali la società si scusa con l'utenza.   

L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi



Domani serata finale con premiazione del Carnevale Eoliano 2018

Serata finale domani a Lipari per il Carnevale Eoliano 2018. L'inizio della sfilata è previsto per le 17 e 30.
La premiazione si terrà all'inizio della Francesco Crispi (Marina Lunga) ed è prevista per le 22 e 45 /23,00 circa

Undici atleti pre - agonisti dello Sporting club judo Lipari in gara a Carini

Sono 11 gli atleti pre-agonisti che parteciperanno alla gara che si svolgerà a Carini (Palermo) : Manganaro Elisabetta ,Raffaele Giulio ,Schiacchitano Edoardo,Licari Adrian, Basile Paolo ,Merlino Paolo,Valenti Mario ,Palino Cristian, Giuffre Simone Eolo e da Vulcano Belardo Tomas e Abbondanza Francesco

Doppio importante riconoscimento per l'imprenditore mecenate Luca Del Bono

COMUNICATO
Giorno 19 febbraio, l’eoliano Luca Del Bono riceverà il titolo di Ambasciatore del Gusto 2018 in occasione di Best in Sicily, il premio alle eccellenze del gusto e dell’ospitalità ideato da Cronache di Gusto. Il riconoscimento viene conferito ogni anno ad un personaggio che porta avanti l’immagine della Sicilia all’estero.
L’evento avrà luogo al Teatro Massimo di Palermo e sarà un’occasione importante per promuovere la cultura delle Isole Eolie.
Il prossimo 21 febbraio, Luca del Bono riceverà inoltre il Diploma di Benemerenza e la Medaglia al Merito dell’Ambiente per aver fondato, insieme al finanziere inglese Ben Goldsmith, l’Aeolian Islands Preservation Fund che, citando il Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare, “raccoglie fondi per finanziare progetti di tutela delle Isole Eolie, promuovendo e supportando iniziative sostenibili. Tra le finalità, la realizzazione di aree marine protette ben gestite, traendo ispirazione da modelli già presenti in altre zone del Mediterraneo che hanno contribuito ad aumentare il benessere locale attraverso un bilanciato equilibrio tra economia turistica e attività autoctona.”
L’Aeolian Islands Preservation Fund, con il riconoscimento del Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare, continua ad impegnarsi per tutelare il patrimonio naturalistico e il delicato ecosistema delle Isole Eolie.
Spinto dalla sua passione e pensando ai tanti amanti dell’arcipelago nel mondo,
Luca Del Bono da anni promuove le Isole Eolie all’estero, attraendo sofisticati flussi turistici, dal Regno Unito all’America, ed investendo personalmente le sue risorse a beneficio delle isole.
A Londra ha fondato il South Kensington Club, il ristorante eoliano “Iddu”, oltre ad una serie di multinazionali tra le quali il gruppo Quintessentially e piu’ recentemente Ondalife.com.
L’Aeolian Islands Preservation Fund sta lavorando per finanziare nuovi progetti, tra i quali la campagna “EmergenSea” di Marevivo che prevede l’istallazione del primo eco-compattatore per plastica nella scuola IC Santa Lucia di Lipari. L’obiettivo è quello di incentivare i cittadini al giusto conferimento della plastica, ricompensandoli con dei coupon sconto. Tra i progetti che saranno finanziati quest’anno, anche il primo corso di muretti a secco organizzato dall’Associazione DottEolie insieme al CNR/ISAC, per tutelare il paesaggio terrazzato delle Isole Eolie, nel pieno rispetto della tradizione e della sostenibilità.

Barcellona Pozzo di Gotto, in manette ex assessore, divieto di dimora per il sindaco Materia

(gds.it) La polizia ha eseguito ordinanze di misure cautelari a carico di otto amministratori e funzionari, sia in carica che non più in servizio del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, accusati di concussione, abuso d’ufficio e falso.
Il provvedimento è stato emesso dal Gip presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, su richiesta della locale Procura della Repubblica. Secondo l’accusa gli indagati avrebbero falsificato certificazioni su alcuni immobili privati.
Al centro dell'inchiesta c'è Angelo Coppolino, ex assessore comunale allo Sport che avrebbe esercitato pressioni su tecnici e amministratori compiacenti per occultare difformità e illeciti edilizi di alcuni suoi parenti.
Attraverso false attestazioni, velocizzazione indebita delle relative pratiche, omissione di atti dovuti, Coppolino avrebbe fatto ottenere un ingiusto vantaggio patrimoniale ad amici e parenti nella speranza di ottenere futuri vantaggi, dice l'accusa. Il sindaco di Barcellona Roberto Materia, invece è accusato di abuso d'ufficio per aver revocato illegittimamente l'incarico all'ex comandante della Polizia Municipale. Il sindaco è stato sottoposto al divieto di dimora e di ingresso nel comune di Barcellona PdG.
Le persone alle quali la polizia di Stato ha notificato le ordinanze per concussione, abuso d'ufficio e falso (a vario titolo) sono oltre a Materia, l'ex assessore Angelo Coppolino, Salvatore Di Pietro, vice comandate polizia municipale, Carmelo Rucci, funzionario dell'Ufficio Tecnico Edilizia Privata, Concessioni Edilizie e Sanatoria, l'architetto Bruno Isgrò, i tecnici comunali Francesco Livoti e Giuseppe Bonomo e Santi Alligo, ex segretario generale. Coppolino si trova in carcere, Rucci ai domiciliari, Livoti, Bonomo e Di Pietro sono ottoposti alla misura interdittiva della sospensione da ogni ufficio ricoperto all'interno del Comune. Per Isgrò è scattata la misura del divieto di esercitare la professione di architetto per sei mesi. Sottoposto al divieto di dimora Alligo.

Questa, pubblicata da strettoweb, la dichiarazione del sindaco Roberto Materia, al quale va la solidarietà di Eolienews nella certezza della sua correttezza e del fatto che riuscirà a chiarire la sua posizione.  Divulgo queste brevi parole quando la notizia è già ampiamente nota, tuttavia non intendo sottrarmi al dovere d’informazione che ho verso i miei concittadini. Come ormai ampiamente noto, mi è stato notificato stamani provvedimento giurisdizionale che mi fa obbligo di dimora al di fuori del territorio di Barcellona Pozzo di Gotto, provvedimento che è stato adottato nel quadro di un’indagine relativa a vicende di qualche anno addietro e che vede coinvolte anche altre persone. Desidero riferire ai miei concittadini che sono assolutamente sereno, di quella serenità che nasce dall’intimo convincimento, dalla consapevolezza, di avere agito sempre all’interno del percorso tracciato dalla legge, non soltanto in questa vicenda ma in tutta la mia esperienza di vita. A questa consapevolezza si accompagna la fiducia che ho sempre riposto nelle Forze di Polizia e nella Magistratura e che riconfermo anche in quest’occasione. Difenderò la mia posizione, la mia dignità di politico e di uomo, nelle sedi deputate, sostenuto da questi pensieri e dalla professionalità dei miei avvocati, fiducioso, dunque, di poter chiarire tutto in breve tempo. Rassicuro tutti, infine, che l’attività della Giunta Municipale, temporaneamente presieduta dal Vice Sindaco, continua regolarmente nei modi previsti dalla legge”- è quanto dichiara in una nota il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto, Roberto Materia.

Lettere al direttore. Ci scrive Simone Patti: "Meritiamo più rispetto e considerazione"

Riceviamo e pubblichiamo:
Come tantissimi miei colleghi ho viaggiato mezza vita seduto sui sedili di un aereo per recarmi a lavoro, la sete di conoscenza mi ha portato a studiare le regole e leggi per calcolare la portanza, oppure come funziona fisicamente e meccanicamente un motore a reazione. Eppure tutta questa conoscenza non mi ha reso un pilota di aeromobile, sono solo un passeggero più colto. 
Dovrebbe essere così per tutti i tipi di navigazione, le isole Eolie hanno dei capitani eccezionali, conosco più della metà di loro(questo mi ricorda che mi sto facendo vecchio). 
Chi non parte viene condannato, chi parte è un eroe. Chi parte però rischia il lavoro, l'arresto e tante altre cose ( nonostante non sia obbligato e non prenda gratific ae premi di nessun tipo). Io non vado ad indagare se il ragioniere ha un disavanzo di un euro e cinquanta oppure se il geometra sta facendo tutto in regola. 
Eppur, tutti si sentono in diritto di giudicare, gente che il mare lo ha visto solo nella cartolina oppure chi ha viaggiato 30 anni seduto nel sedile e adesso si sente pilota. 
Grazie al cielo, è andato tutto bene, mi rattrista pensare che chi ci loda perché riusciamo a fare queste imprese e pronta a inchiodarci nella croce se qualcosa va storto. 
Invito tutti ad andare a casa di chi parte in condizioni proibitive a stringergli la mano e guardarlo negli occhi perché ha fatto più del suo dovere. 
Penso che prima di giudicare bisogna conoscere, invece chi affronta il mare tante volte è soggetto ai commenti di tutti. 
Forse meritiamo più rispetto e considerazione!!!
Simone Patti

Addio monete da 1 e 2 centesimi, sospeso il conio. Cosa cambia. Sospensione della fabbricazione in Italia delle monetine da 1 e 2 centesimi di euro a partire dal 1° gennaio 2018

La conversione in legge del decreto n° 50/2017 ha ufficializzato, a partire dallo scorso gennaio, la sospensione del conio delle monete da 1 e da 2 centesimi. Le monete in circolazione avranno comunque valore legale anche nel periodo di sospensione, ed è previsto che l’importo del prezzo venga arrotondato “a tutti gli effetti” per eccesso o per difetto, al multiplo di cinque centesimi più vicino.
Nel caso in cui invece un prezzo dovesse essere pagato tramite carta di credito, bancomat e simili, questa regola non si applicherà perché il pagamento elettronico rispecchierà quanto previsto, senza arrotondamenti.
È indubbio che si tratta di monete non facilmente utilizzabili; spesso ce le ritroviamo a riempirci il portafoglio, ma nella maggioranza dei casi non vengono accettate neanche dalle macchinette per la sosta dell’auto o da quelle che distribuiscono merende, bibite e caffè. Inoltre, la sospensione del conio di queste monete potrebbe comportare un risparmio di 20 milioni di euro da usare per l’ammortamento dei titoli di Stato.
Il rovescio della medaglia, segnala Altroconsumo, potrebbe riguardare l’arrotondamento dei prezzi. Ma da questo punto di vista la norma disciplina fin da subito le caratteristiche precise dell’arrotondamento. Va precisato comunque che l’arrotondamento deve riguardare solo i pagamenti in contanti e dunque quando si paga con una carta o con lo smartphone, i centesimi resteranno.

Pontile di Ginostra, ora anche al buio. Nuova lettera del delegato di Marevivo

Al sig. Sindaco Comune di Lipari
e p.c. dott. Angelo Borrelli Capo Dip. Protezione Civile
S.E. Prefetto di Messina

Oggetto: pontile di Ginostra – isola di Stromboli

Egregio sig. Sindaco, anche facendo seguito a precedenti note di pari oggetto (tutte rimaste senza alcun riscontro), ritengo necessario segnalare che ben tre "luci" dell'impianto di illuminazione (foto allegata) del pontile di Ginostra non sono funzionanti; La invito dunque a volere valutare l'opportunità di verificare se tale situazione possa pregiudicare l'attracco di mezzi, anche di soccorso, durante le ore notturne. Rinnovo poi ancora una volta la richiesta di conoscere i motivi per cui "lavori di manutenzione straordinaria e miglioramento tecnico" dell'opera menzionata - di cui all'ordinanza n. 0094 del 13/06/2013 del Dipartimento di Protezione Civile - non sono stati neanche appaltati. Sig. Sindaco, ma cosa deve fare un cittadino per sapere UFFICIALMENTE, dopo un così lungo periodo di tempo, quale sia lo stato reale dell'iter del progetto di quell'infrastruttura da cui dipende la vivibilità e la sicurezza della propria comunità?!?
Riccardo Lo Schiavo ( Delegato Generale di Marevivo per Ginostra-Stromboli)

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 16 Febbraio

Buon Compleanno a Graziano Di Maggio, Nando Bianchi, Giovanna Mangano, Anna Pera, Maurizio Fonti, Francesco Giunta, Maria Mangano, Grazia Cappadona

Nuovo appuntamento con il premio “Storie di Alternanza” Ripartono le iscrizioni alla 2. sessione per le esperienze realizzate nel I semestre 2018

Dopo la I sessione, svoltasi nel novembre scorso, ripartono le iscrizioni per il premio “Storie di alternanza”, l’iniziativa promossa da Unioncamere e dalle Camere di commercio italiane con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti di progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado.
Il Premio è suddiviso in due categorie: Licei e Istituti tecnici e professionali. Sono ammessi a partecipare gli studenti, singoli o in gruppo, che fanno parte di una o più classi di uno stesso o più istituti di istruzione secondaria superiore italiani; che hanno svolto e concluso, a partire dall’entrata in vigore della legge 13 luglio 2015 n. 107, un percorso di alternanza scuola-lavoro; che hanno realizzato un racconto multimediale (video) che presenti l’esperienza di alternanza realizzata, le competenze acquisite e il ruolo dei tutor (scolastici ed esterni).
Il Premio prevede due livelli di partecipazione: il primo locale, promosso e gestito dalle Camere di commercio aderenti, il secondo nazionale, gestito da Unioncamere, cui si accede solo se si supera la selezione locale. È possibile presentare domanda di iscrizione fino al 20 aprile 2018.
Sono previsti premi sia per il livello nazionale che per il livello locale e, oltre ai premi messi in palio da Unioncamere e dalle Camere di commercio, un’ulteriore sorpresa aspetta i vincitori: entrare nel cast del sequel del cortometraggio BeataAlternanza e vivere un’intera giornata su un vero set cinematografico, in compagnia del noto regista e attore Massimiliano Bruno e di tutto il suo staff.

Oggi è il 16 Febbraio. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con Il Santo del giorno

Muli ad Alicudi -
Santo del giorno: Santa Giuliana di Nicomedia - 

Santa Giuliana di Nicomedia



Santa Giuliana, quella che spaventò il demonio. Le storie, o meglio le leggende, delle Sante martiri dei primi secoli del Cristianesimo sembrano, a prima vista, tutte simili. Hanno invece sfumature sapienti e diversità di significato, o almeno di poesia. Sant'Agata e Sant'Agnese, per esempio, furono come angioli purissimi che l'amore dello Sposo mistico conservò attraverso le insidie della passione.

Santa Giuliana, invece aveva accettato di andare sposa ad Eulogio, prefetto pagano della sua città, Nicomedia in Bitinia. Dopo le nozze, però, si rifiutò fermamente all'amplesso dello sposo idolatra. Per comprendere meglio il suo gesto, bisogna pensare che in quell'epoca le fanciulle erano maritate giovanissime, e spesso non era neppure richiesto il loro consenso. Il matrimonio cioè era combinato dai parenti, ai quali era difficile rifiutare un partito influente, come era in questo caso il prefetto di Nicomedia. Giuliana, Santa ubbidiente, accettò lo sposo impostole.

Fu poi Santa amorosa, di amore sovrumano, quando mise il suo corpo come premio alla conversione dello sposo pagano. Ma lo sposo, superficiale innamorato, temeva troppo la potenza dell'Imperatore. Rifiutò di convertirsi; anzi, spaventato dall'idea di una moglie cristiana, si valse della sua autorità di prefetto e comandò che fosse torturata, perché apostatasse, cioè rinnegasse la sua fede.

Giuliana fu così finalmente Santa eroica, nei tormenti sostenuti per la fede. Ed eroica nel suo disperato tentativo amoroso di aprire alla luce l'anima dello sposo terreno.

Quella del demonio è poi una storia a sé, inserita con devota fantasia nella sua leggenda.

Si narra infatti che il tentatore le apparve in carcere, sotto forma di Angiolo, esortandola a sacrificare agli dei e a por fine ai suoi lunghi tormenti. Con l'ausilio della preghiera, Giuliana riconobbe però il demonio, e « allora - narra la Leggenda - gli legò le mani di dietro, e gittandolo in terra si 'l batté durissimamente con la catena con la quale era legata, e 'l diavolo sì la pregava: Madonna Giuliana, abbi misericordia di me" ».Andò al supplizio traendosi dietro il demonio in catene che supplicava: « Madonna mia Giuliana, non fare ischernie di me, ch'io non potrò, da qui innanzi, avere valore contro altrui ».

Una storia ingenua, una delicata leggenda, che ci rappresenta, con parole di favola, quanto grande fosse la virtù di Santa Giuliana, fanciulla di Nicomedia, decapitata verso il 305, ai tempi della persecuzione di Diocleziano

giovedì 15 febbraio 2018

Domani Consiglio comunale a Lipari


Per un uomo di Lipari condannato in primo grado arriva la riforma della sentenza presso la Corte d'Appello

G.V., un liparese di 82 anni, è stato assolto dalla Corte d'appello di Messina alla quale hanno fatto appello i suoi legali di fiducia Annunziata Pajno e Susanna La Greca dopo che, in primo grado, era stato condannato per minaccia grave.
I giudici, accogliendo le tesi dei difensori dell'uomo, hanno riformato la sentenza emessa dal Tribunale di Barcellona P.G. Sezione Distaccata di Lipari, assolvendolo ldal reato a lui ascritto "perché il fatto non sussiste". Revocate per l'effetto le statuizioni civili disposte in primo grado.
L'uomo era stato condannato ad 8 mesi di reclusione, a risarcire con 500,00 euro ciascuno le due parti civili costituite e al pagamento delle spese processuali


REGIONE: FONDI EUROPEI; MUSUMECI, SPESI SOLO 7 MILIONI

Incontro stamane alla Presidenza del Consiglio dei ministri per fare il punto sullo stato di attuazione degli interventi del ‘Patto per la Sicilia’ e sull’avanzamento della spesa dei Fondi strutturali nell’Isola. Alla riunione, protrattasi per più di un’ora e presieduta dal ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, hanno partecipato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, con gli assessori alla Salute, Ruggero Razza, alle Attività produttive, Mimmo Turano, e all’Istruzione e formazione professionale, Roberto Lagalla. Presenti anche il ragioniere generale della Regione, Giovanni Bologna, e il dirigente generale del dipartimento della Programmazione, Vincenzo Falgares.
“E’ stato posto l’accento - afferma il presidente Musumeci - sul notevole ritardo degli anni precedenti. Abbiamo, infatti, ereditato una situazione pesante perché dal 2014 a oggi, durante il governo Crocetta, non è stato fatto molto, forse neanche il minimo necessario. Entro il prossimo 31 dicembre, dobbiamo certificare oltre settecentocinquanta milioni di euro del Fondo di sviluppo regionale, mentre ne risultano spesi appena sette”.
E’ emersa, quindi, la necessità di monitorare le varie fasi degli interventi e accelerare le opere in esecuzione e in affidamento, ponendo dei correttivi. Per il ‘Patto per la Sicilia’ (2,3 miliardi di euro), in particolare, si procederà a rimodulazione del Parco progetti (circa millecinquecento), per evitare un’eccessiva polverizzazione della spesa, pur mantenendo come priorità le risorse idriche, i rifiuti e il dissesto idrogeologico, oltre ad accelerare sulla depurazione.
“Per questo motivo - conclude Musumeci - sarà costituita una task force composta da rappresentanti del ministero e del governo regionale e torneremo a riunirci frequentemente. Da qui al 2020 dovremo spendere 5 miliardi di euro. E’ un’occasione che una terra povera come la Sicilia non può assolutamente farsi sfuggire”.

Aliscafi, domani "piano a tre"

Domani ” piano a tre” per Libertylines. 
Il "piano a tre" porterà alla non effettuazione dei collegamenti delle 9 e 30 e delle 13,00 (in partenza da Lipari) e delle 12,15 e delle 16,00 (in partenza da Milazzo).
Anche domani la società Libertylines ha disposto che l'aliscafo mattutino, proveniente da Stromboli, raggiungerà Santa Marina Salina da dove ripartirà alle 8 e 30 per Lipari, Vulcano, Milazzo.
"Accorgimento" attuato poichè, con il "piano a tre", non vi sarebbero stati collegamenti da Salina nell'arco temporale che va dalle 7 e 30 alle 11.

Carnevale Eoliano 2018: Ballando sotto la pioggia

Per il video grazie ad Alessio Pellegrino

Sicilia...(di Luca Chiofalo)

L’auspicio che ritorna frequente (ma che perde smalto ad ogni ripetizione senza seguito e frutti) è che la Sicilia ed il meridione tutto si reggano sulle proprie gambe per rinascere...
Bello, immaginifico. Ma di quali gambe stiamo parlando? Siamo realisti...
Ci reggiamo sull’assistenzialismo scriteriato e anti-competitivo di Roma (sperando che pure Bruxelles si adegui) a cui non sappiamo e non vogliamo rinunciare, la Regione Sicilia ha 5 volte il numero dei dipendenti della Lombardia (che ha il doppio degli abitanti), una macchina burocratica elefantiaca e inefficiente e buchi di bilancio in quasi tutti i comparti.
Soffriamo, rispetto all’Europa avanzata, un divario ‘culturale’, reddituale, infrastrutturale e tecnologico praticamente insanabile, siamo piegati alle logiche familiste e di clan e non siamo nemmeno capaci, per ignavia e incompetenza, di dare impulso al settore turistico su cui potremmo davvero far rinascere la nostra economia. Aldilà dei proclami grotteschi e ipocriti, finiamo sempre per votare mezze calzette e traffichini, con la ciliegina sulla torta della recente (ri) elezione di Micchichè (leggerne la storia personale, se non si conosce) presidente dell’Ars...
io resto qui perché amo la mia terra, ma credo sempre meno alla possibilità che la Sicilia si affranchi dalla miseria materiale e morale in cui si trova. Da siciliano, provo pena e vergogna!
CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

CAPITE CINERE ... HUMILES ET SILENTES "Cenere sei e cenere ritornerai!". (di Gianluca Veneroso)

CAPITE CINERE ... HUMILES ET SILENTES "Cenere sei e cenere ritornerai!". 
Nel mio immaginario infantile, il monito che Dio tuona contro il peccatore Adamo nella Genesi, rammentandogli l'essenza fittizia del corpo e l'indissolubile certezza della mortalità, ha sempre suscitato in me un angusto senso di timore. In realtà, tempo e consapevolezza, spiritualità e riflessione hanno restituito a quel MEMENTO imperativo una connotazione diversa...straordinariamente confortante. Il ritorno alla cenere costituisce una promessa allettante e unica: la liberazione dai vincoli del CORPO-LIMITE per sublimarsi in un TUTTO-ANIMA impastato di luce ed eternità ! Ecco come la Chiesa saluta il popolo dei fedeli e lo immette lungo l'intenso iter quaresimale. 
La celebrazione delle Ceneri, presieduta ieri alle 18:00 presso la Chiesa di San Pietro da Padre Gaetano Sardella, ha rappresentato un toccante spaccato di fede e meditazione, un vibrante invito a chinare il capo, a spogliarsi dagli abiti DELL'AVERE e dalle pretese del RICEVERE, per affidare ogni minima corda del proprio ego al disegno divino. Quella cenere di cui siamo stati cosparsi non è richiamo a un "non essere più" ma il ricordo del vero nostro essere...IN PATRE ET CUM PATRE! L'intera liturgia ha respirato la leggerezza eterea della sacra cenere: dalla visione purificatrice dei digiuni e del perdono a cui inneggia il profeta Gioele alla contrita ammissione DELL'ABBIAMO PECCATO ribadita con fermezza nel Salmo RESPONSORIALE; dalla sete di giustizia accesa da Paolo di Tarso in un'accorata Epistola ai Corinzi alle parole di denuncia contro gli atti ipocriti e compiacenti con cui Matteo ripercorre gli insegnamenti di Cristo ai suoi discepoli. Che dire poi dell'omelia? L'ennesimo cameo-tributo all'autenticità dei valori dell'agapé e del confronto collettivo, in una comunità scossa e incrinata dai bradisismi di miti fatui e falsi idoli...duri da estirpare. Una carezza morale su quelle ceneri (fiducia, altruismo, speranza) che rendono fertili i campi del quotidiano. 
I canti, poi, intonati dall'infaticabile Corale del Maestro Gianluca Zanca, hanno trapuntato l'avvio alla Quaresima di germi vivi e fecondi, accarezzando in note messaggi preziosi quali il risveglio di Sion per la festa che verrà o l'immagine del Signore come Buon Pastore inviato tra le genti. 
Durante l'elargizione delle ceneri si é intonato IL TUO VOLTO NOI CERCHIAMO, splendido inno con cui Giosy Cento alletta e diletta le orecchie del cuore e lo sguardo dei cuori. Cenere...allora...cenere ovunque la rinascita del NOI avvenga attraverso l'anelito dell'Oltre. 
GIANLUCA VENEROSO

Ci lascia Bruno Martello

E' deceduto Bruno Martello, una vita dedicata alla Polizia municipale di Lipari, aveva 79 anni.
Alla moglie, ai figli, ai nipoti e ai parenti tutti, le condoglianze di Eolienews.

Corsa straordinaria Milazzo-Eolie. Annullata Milazzo-Eolie-Napoli

Siremar rende noto che a causa del persistere delle avverse condizioni meteomarine la motonave Laurana non effettuerà la partenza prevista per le 13,50 da Milazzo verso le Eolie-Napoli.
La società, per venire incontro alle esigenze degli abitanti delle Eolie, impegnerà la stessa motonave in un viaggio straordinario sulla linea Milazzo-Eolie, alle 13,00.
Lo scalo di Salina sarà assicurato se le condizioni meteo lo consentiranno. In alternativa la nave ormeggerà a Rinella.

Il maltempo non dà tregua, ancora disagi nei collegamenti con le isole minori

COMUNICATO SIREMAR
A causa del persistere delle cattive condizioni meteomarine si registrano ancora disagi nei collegamenti con le isole minori. Di seguito le corse annullate nella mattinata di oggi: Trapani-Egadi, Milazzo-Eolie, Palermo-Ustica.
Per aggiornamenti consultare il sito https://carontetourist.it/it/avvisi

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 15 Febbraio

Eolienews augura Buon Compleanno a Pino Casella, Caterina Biviano, Salvatore Trapani, Lidia Mantineo, Geltrude Bonsignore, Clara Favaloro, Christian Favaloro, Giselle Basile, Paolo Benforte, Tito Cavaleri e Emanuela Taranto

REGIONE: MUSUMECI, BENE DDL SU NUOVE COMPETENZE ANTIMAFIA

“Esprimo soddisfazione per il voto unanime dell’Aula al disegno di legge Fava che, fra l’altro, attribuisce alla Commissione regionale antimafia maggiori competenze di indagine, pur nei limiti della giurisprudenza costituzionale. Sarebbe bello se l’Assemblea regionale siciliana, con lo stesso slancio, esaminasse e votasse il ‘Codice etico’, predisposto, con il voto di tutti i gruppi parlamentari, dall’Antimafia regionale nella scorsa legislatura. Un atto di coraggio al quale, purtroppo, si è sottratto il precedente Parlamento”.
Lo dichiara, in una nota, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, commentando l’approvazione a Sala d’Ercole del disegno di legge che istituisce la Commissione regionale antimafia.

Tavolo tematico sul turismo, insediato a Palazzo dei Leoni il gruppo di concertazione per la valorizzazione del comparto

Si è insediato a Palazzo dei Leoni il tavolo tematico sul turismo, composto da Enti e organismi operanti nel settore della promozione del territorio che, insieme a quello agricolo, rappresenta una delle colonne principali dell'economia dell'intero comprensorio metropolitano.
Il Commissario straordinario della Città Metropolitana di Messina, Francesco Calanna, che sin dal suo insediamento ha promosso l'istituzione di una serie di tavoli tecnici volti a realizzare una concreta concertazione nell'ambito del Masterplan, ha sottolineato l'importanza del coinvolgimento di tutti gli operatori economici e sociali che, con le loro esperienze e competenze, saranno indispensabili protagonisti della programmazione e rimodulazione delle progettazioni da inserire nei programmi di investimento.
Nel corso della riunione il Commissario Calanna ha posto l'attenzione sulle differenti realtà che caratterizzano il territorio metropolitano; se, infatti, il comprensorio taorminese e quello eoliano possono definirsi sistemi turistici maturi che già costituiscono un'industria turistica vera e propria, quello tirrenico-nebroideo è un sistema turistico ma non costituisce ancora un'industria nel senso compiuto del termine; risulta evidente che il ruolo della Città Metropolitana sarà quello di armonizzare le varie tipologie di sistemi, nel rispetto delle singole peculiarità culturali ed economiche, ma ponendo sempre attenzione ai nuovi sviluppi di un settore in contiuna evoluzione.
Gli interventi di Palazzo dei Leoni dovranno garantire un insieme di servizi, primo tra tutti l'ottimizzazione della mobilità, che permettano di usufruire di un sistema viario adeguato e funzionale; un altro punto strategico è costituito dai contratti di rete, un sistema di aggregazione che garantisce una più efficace promozione del territorio e dei servizi offerti e in cui sono i privati ad essere i protagonisti, al contrario dei precedenti distretti in cui i promotori principali erano gli enti pubblici.
Nel corso della riunione  i rappresentanti dei vari organismi intervenuti hanno esposto le varie esperienze settoriali maturate negli anni passati, un patrimonio fondamentale da cui partire per questo nuovo percorso di sviluppo, ed hanno fatto il punto sia sulle attuali criticità che richiedono una rapida soluzione attraverso il massimo impegno di tutti gli operatori pubblici e privati, sia sulle grandi potenzialità di un territorio storicamente vocato al turismo di qualità.
“Il tavolo tematico sul turismo che vede l'avvio con l'insediamento odierno – ha sottolineato il Commissario Calanna – sarà il principale propulsore per la costituzione dell'agenda strategica della Città Metropolitana di Messina; nascerà dalla complessa attività di concertazione dei singoli tavoli tecnici da me fortemente voluti che vedrà la realizzazione di una pianificazione condivisa che sarà sintetizzata ed articolata nella redazione del Piano strategico. I dati Istat sul turismo in provincia di Messina ci confortano perchè ci confermano la ripartenza di un settore economico fondamentale che, insieme a quello agricolo, deve costituire l'eccellenza della nostra offerta, un grande potenziale economico legato alla bellezza del territorio ed alla biodiversità in termini di prodotti agroalimentari”.

Oggi è il 15 Febbraio. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Vista su Filicudi ed Alicudi -
Santo del giorno: Faustino e Giovita -

Santi Faustino e Giovita


I Ss. Faustino e Giovita nacquero a Brescia da nobile famiglia, e fin dalla più tenera età furono educati cristianamente. Durante la persecuzione di Adriano, si consacrarono alla visita ed al conforto dei confessori della fede cristiana. In premio della loro costanza in questo apostolato, Apollonio. allora vescovo della città, li ammise agli ordini sacri: Faustino fu fatto sacerdote e Giovita diacono.

Dopo la consacrazione i santi fratelli raddoppiarono lo zelo e procurarono ai prigionieri, oltre che la parola di conforto, la grazia dei Ss. Sacramenti.

In pari tempo si dedicarono alla predicazione ottenendo abbondante frutto di conversioni. Ma tanto zelo non poteva restare a lungo nascosto: un certo Giuliano li denunziò e li fece arrestare.

Condotti dinanzi ad Adriano imperatore, di passaggio in quei giorni per Brescia, furono invitati a sacrificare agli dèi dell'impero.

— Noi giammai sacrificheremo ai vostri dèi bugiardi, perchè uno solo è il Dio vero: Gesù Cristo il quale si fece uomo e mori sulla croce per la nostra salvezza! — risposero con coraggio.

— Ed io vi costringerò colle torture — disse l'imperatore.

— E noi non vogliamo offendere il nostro Dio con simile atto di idolatria!

— Io vi farò scorticare vivi, vi taglierò le mani se non getterete una manata d'incenso sul turibolo del tempio; vi taglierò la lingua se non griderete « Evviva gli da dell'impero! » e poi vi butterò alle fiere!

— Ma noi non ti ubbidiremo ugualmente! Le tue minacce, o imperatore, non ci fanno tremare, perché. senza il permesso del nostro Dio, non ci puoi torcere un sol capello!

Adriano, viste inutili le minacce, li condannò alle fiere.

— Oh, quanto dolce ì il patire e morire per il Signore! — cantavano i santi fratelli mentre venivano condotti al circo.

Furono dati in pasto alle fiere. Queste uscirono saltelloni con alti ruggiti, ma giunti vicine ai due Santi, si accovacciarono ai loro piedi lambendoli dolcemente. A nulla valsero le urla, le istigazioni dei domatori e del popolo, a nulla valse il prolungato digiuno delle belve: non era ancora scoccata l'ora di Dio.

Tratti fuori dal circo, furono tradotti a Milano e da Milano a Roma; quindi a Napoli, sempre fatti segno al ludibrio della plebaglia e assoggettati a tormenti d'ogni specie. Ma gli invitti confessori di Cristo pregavano e tacevano, e il Signore dava loro la forza per resistere e vincere.

Da Napoli furono rimandati a Brescia, ove si compi il loro lungo martirio, colla decapitazione. 

mercoledì 14 febbraio 2018

Forte maltempo, ancora disagi nei collegamenti con le isole minori

A causa del peggioramento delle condizioni meteomarine si registrano ulteriori disagi nei collegamenti con le Egadi, le Eolie, Pantelleria e le Pelagie. La motonave Vesta non ha effettuato la corsa delle 15,50 da Trapani alle Egadi. Alle Eolie la “Filippo Lippi” e la nave veloce Isola di Vulcano sono state costrette a non ormeggiare a Rinella e Vulcano, mentre è stata sospesa la corsa delle 17,15 da Milazzo alle Eolie. In serata infine le corse previste per le 23 da Trapani per Pantelleria e da Porto Empedocle per le Pelagie sono state annullate.
Per aggiornamenti consultare il sito https://carontetourist.it/it/avvisi

REGIONE: RISCOSSIONE SICILIA, IL GENERALE ACHILLE NUOVO PRESIDENTE

La giunta di governo ha designato i nuovi componenti del Consiglio di amministrazione di Riscossione Sicilia, la società partecipata della Regione che si occupa di tasse.
Il ruolo di presidente sarà ricoperto dal generale della Guardia di finanza, oggi in pensione, Domenico Achille, già responsabile del Comando delle Fiamme gialle in Sicilia, Calabria e Italia meridionale. Nel Cda sono stati nominati anche l’ex procuratore aggiunto della Repubblica di Catania, in quiescenza, Michelangelo Patanè, e la commercialista siracusana Graziella Germano, esperta di diritto tributario e societario, oltre che revisore contabile.

Rendiconto 2014 e rilievi Corte dei Conti, conclusioni (di Angelo Sidoti)

Concludiamo questa analisi sul rendiconto del 2014 anche rispetto ai rilievi  contenuti nella deliberazione della Corte dei Conti n.298/2016/PRSP, auspicando di non dover leggere in futuro altre simili osservazioni.
Il quadro generale della situazione finanziaria dell’Ente e della gestione amministrativa vengono racchiuse in queste poche righe dal giudice contabile:
“La complessità della situazione riscontrata evidenzia – allo stato degli atti e nonostante le misure programmate – la presenza di anomalie amministrativo-contabili che, come esplicitato in motivazione, potrebbero pregiudicare gli equilibri del Comune. Pertanto, l’Amministrazione è invitata ad attenersi a quanto già prospettato nella presente deliberazione, adottando le opportune misure correttive”.
Quindi qualcuno dovrebbe riflettere sul significato di:
-       Presenza di anomalie amministrativo-contabili, che potrebbero pregiudicare gli equilibri del Comune;
-       Il continuo richiamo ad una corretta programmazione e sana gestione finanziaria;
-       Il richiamo su un maggiore impegno amministrativo e idonea capacità organizzativa;
-       La raccomandazione sull’adozione delle opportune misure correttive.
In sintesi, le criticità più rilevanti sollevate sono:
a)     Quantificazione dell’apposito fondo svalutazione crediti e riaccertamento ordinario dei residui attivi;
b)    Riaccertamento straordinario, in quanto in passato l’applicazione di nuovi criteri ha portato all’emersione del disavanzo;
c)     Quantificazione dello stato del contenzioso e delle passività latenti (vedi relazione contenzioso);
d)    Attività di accertamento tributario e solerte attività della riscossione dei tributi;
e)    Contenimento dei debiti fuori bilancio;
f)      Mancato allineamento di crediti e debiti con la società partecipate;
g)     Gestione delle Società Partecipate poco diligente e negligenza dei soci nell’esercizio dei loro diritti.
Poi se riuscite a risolvere una volta per tutte anche la gestione dell’idrico ed il sistema di riscossione di questo tributo vi saremo grati, così come un maggior controllo sulla gestione dei rifiuti sia con riferimento al passato che al futuro.
Angelo Sidoti

Federalberghi: La Regione Sicilia si presenta in grande spolvero alla BIT di Milano. Si punta al destination marketing?

La Regione Sicilia si presenta in grande spolvero alla BIT di Milano. Si punta al destination marketing?
Alla conferenza stampa della Regione in BIT, abbiamo rivisto dopo alcuni anni di assenza, un presidente della Regione, circondato da ben due assessori, oltre che dal sindaco e dall’assessore alla cultura del capoluogo siciliano. Gli operatori turistici devono – non fosse altro, per mission e vocazione – attribuire un significato positivo e di rilievo a questa importante presenza, sostiene Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Minori della Sicilia.
Il Presidente Musumeci non ha nascosto le difficoltà ma anche le enormi potenzialità di una terra ricca di risorse culturali, naturalistiche e enogastronomiche, immaginando anche lo sviluppo di nuove forme di turismo e la valorizzazione dei borghi e della ricettività diffusa. Sgarbi, opportunamente più contenuto rispetto ad altre uscite in BIT del passato, si è limitato a tenere calda la polemica che in atto interessa la venere di Morgantina, rimandando ad una prossima conferenza stampa la presentazione delle attività culturali della Regione. Non si è, invece, fatto sfuggire l’occasione per uno spot a tutto tondo della città di Palermo, capitale della cultura, il Sindaco Orlando, uomo di mondo, come si suol, dire e abile comunicatore.
Sul retro dello stand, i desk degli operatori turistici, anima di queste fiere, sempre pronti a scommettere anche oltre le proprie possibilità per il “rilancio”, che probabilmente sarebbe più opportuno definire “lancio”, del prodotto turistico siciliano. Si, perché, se è vero che la Sicilia vive in buona parte di turismo è altrettanto vero che le sue potenzialità, a detta di politici ed esperti, rimangono tutt’ora inespresse.
Il presidente Musumeci ha parlato di un logo, di uno slogan, per la Sicilia, intuendo a mio avviso – ritiene Del Bono - la necessità di avviare un’operazione di destination marketing del prodotto turistico siciliano. Un prodotto che tecnicamente, per troppi versi, non può ancora definirsi tale, e che deve avere la capacità di trasformare in attrazioni fruibili, per buona parte dell’anno, quelle che ad oggi nella maggior parte dei casi rappresentano ancora delle mere risorse culturali, naturalistiche ecc.
A gran voce viene richiesta dagli operatori turistici – quelli veri, quelli grandi e quelli piccoli, quelli regolari, quelli che follemente ancora ci credono – una strategia di sviluppo turistico per la Sicilia, nella consapevolezza che ormai da anni il turismo è diventata scienza (quasi) esatta e che, pertanto, non ci si possa permettere il lusso o meglio, la miseria, di navigare a vista. È necessario un confronto sistematico – in parte già avviato con grande disponibilità dall’Assessore Pappalardo – con gli stakeholders ma è allo stesso tempo ancora più necessario l’intervento costante e duraturo di esperti (quelli veri) e competenze (quelle serie) per avviare un processo virtuoso che dia vita al sistema (turistico), che crei il network tra le sue diverse componenti, che attivi le sinergie necessarie con gli altri settori (agricoltura, cultura, artigianato ecc.), che inneschi i processi virtuosi di cui l’industria turistica siciliana necessita per potersi sviluppare. “Noi, conclude Del Bono, abbiamo il dovere di crederci, di farci trovare pronti e di partecipare attivamente al processo. Il Presidente Musumeci, l’autorevolezza per avviare e seguire il percorso. Senza una strategia vera e condivisa, rimaniamo però punti distanti di uno stesso progetto con un obiettivo comune: lo sviluppo sostenibile della Sicilia”.

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 14 Febbraio

Buon Compleanno al direttore di Eolienews, Salvatore Sarpi ed ancora a Margherita Cafarella, Sergio Li Volsi, Valentina Gallo Lucisano, Vincenzo Giuffrè, Clelia Giunta, Carlotta Pavone, Alex Pellegrino, Paolo Munafò, Maria Marino, Valentina Bartolone

Carnevale Eoliano 2018. Danzando sotto la pioggia: I Minions

Per il video grazie a Liliana Di Stefano

Snoopy Tennis femminile promosso in serie B

Comunicato Snoopy Tennis
Si è concluso in questi giorni il campionato invernale di serie C femminile con la vittoria della nostra squadra sul campo del tc Brolo , le abbiamo vinte tutte ! 
Complimenti al nostro capitano Assunta Russo e a Martina Villanti che passano prime nel girone e che giocheranno in serie B. Evviva il tennis eoliano !
Alle ragazze e alla società le congratulazioni di Eolienews

Ma come si può fare questo? Rispetto delle regole, buon senso e altruismo sempre più sconosciuti

Ambulanza del 118 impossibilitata a parcheggiare nel parcheggio a lei riservata all'interno dell'ospedale di Lipari, in quanto il posto è occupato da un'auto. 
Tra l'altro quel posto è fondamentale in quanto permette di caricare i monitor che si trovano all'interno del vano sanitario. Salvavita per le persone

Vulcano. Strada gravemente dissestata. Vento Eoliano lo segnala al sindaco

Al Sig. Sindaco del Comune di Lipari 
Al Comando di Polizia Municipale di Lipari 
Al Presidente della Provincia di Messina 
Al Prefetto di Messina 
Oggetto: Segnalazione strada provinciale / comunale gravemente dissestata. 
Con la presente, i sottoscritti Consiglieri Comunali del Comune di Lipari, gruppo Vento Eoliano: Rag. Franco Muscarà, nella qualità di vice capo gruppo Avv. Annarita Gugliotta, nella qualità di capo gruppo Avv. Francesco Rizzo, Consigliere Comunale 
Segnalano estremo pericolo causato sia dalle forti piogge, sia dai ripetuti interventi di manutenzione per la condotta idrica, sul tratto di strada sita in Vulcano, Via Provinciale. (Vulcano Porto- Vulcano Piano) 
Tale strada mette in grave pericolo la circolazione soprattutto per chi utilizza le due ruote per i propri spostamenti, oltre che ovviamente l’incolumità di automobilisti che di lì transitano. Va inoltre ricordato, che suddetta strada transita giornalmente l’ autobus di linea, che trasporta anche i bambini frequentanti le scuole, site in zona Vulcano Piano. 
Per questo motivo invitiamo i destinatari, nell’ambito delle precipue competenze e responsabilità, a porre in essere ogni provvedimento volto a ripristinare la sicurezza stradale, ricordando che, in caso di incidente con morti e/o feriti a causa di detta insidia, invierà istanza/denuncia alla Autorità Giudiziaria chiedendo di accertare l'esistenza obiettiva di pericolo o di insidie della strada, dovuti a condotta colposa omissiva o commissiva dell'ente proprietario e l'eventuale nesso di causalità tra tale condotta e danni subiti dagli utenti. 
Si chiede di dare sollecito riscontro alla presente istanza ai sensi della Legge 241/90 e dell’art. 328 del C.P. 
Consiglieri Comunali: Franco Muscarà Annarita Gugliotta Francesco Rizzo

Oggi è il 14 Febbraio. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Il centro di Lipari visto da Monte Gallina (Foto: Angela Monteleone) -
Santo del giorno: Le Sacre Ceneri - San Valentino -
Sacre Ceneri


Il Mercoledì delle Ceneri è il giorno nel quale ha inizio la quaresima, il periodo di quaranta giorni che precedono la Pasqua di Risurrezione e nei quali al Chiesa cattolica invita i fedeli ad un cammino di penitenza, di preghiera, di carità per giungere convertiti al rinnovamento delle promesse battesimali, che si compirà appunto la Domenica di Pasqua.

Momento caratteristico della liturgia del Mercoledì delle Ceneri è lo spargimento, da parte del celebrante, di un pizzico di cenere benedetta sul capo dei fedeli. Si accompagna tale rito con le parole «Convertitevi e credete al Vangelo» (Mc 1,15), frase introdotta dal Concilio Vaticano II, mentre prima si utilizzava l'ammonimento, contenuto nel Libro della Genesi, «Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai», forma quest'ultima ancora in uso nella Messa tridentina.

È consuetudine che le ceneri utilizzate per l'imposizione delle ceneri sul capo dei fedeli si ricavino dalla bruciatura dei rametti di palme o di ulivo benedetti in occasione della Domenica delle Palme, dell'anno precedente.

Altro aspetto caratteristico della liturgia che ha inizio il Mercoledì delle Ceneri è l'uso del colore viola per i paramenti sacri nonché il fatto che per tutto il periodo quaresimale non si canta l'alleluia e non si recita il gloria.

PREGHIERA. «L'umiltà di Cristo ci ha insegnato ad essere umili: nella morte infatti si sottomise ai peccatori; la glorificazione di Cristo glorifica anche noi: con la risurrezione infatti ha preceduto i suoi fedeli. Se noi siamo morti con lui ‒ dice l'Apostolo ‒ vivremo pure con lui; se perseveriamo, regneremo anche insieme con lui (2 Tim. 2, 11. 12)» (Sant'Agostino Sermoni, 206, 1).

PRATICA. La chiesa richiede in questo giorno si osservi il digiuno e l'astinenza dalle carni. Per quanto attiene il periodo di quaresima, che inizia con il Mercoledì delle Ceneri, insegna Sant'Agostino: «Il cristiano anche negli altri tempi dell'anno deve essere fervoroso nelle preghiere, nei digiuni e nelle elemosine. Tuttavia questo tempo solenne deve stimolare anche coloro che negli altri giorni sono pigri in queste cose.»

martedì 13 febbraio 2018

REGIONE: GIUNTA MUSUMECI NOMINA NUOVI DIRIGENTI GENERALI

La giunta di governo ha proceduto alla nomina dei dirigenti generali della Regione Siciliana, dopo la revoca dei precedenti incarichi, avvenuta la scorsa settimana, in applicazione della legge sullo ‘spoils system’.
Sedici le nuove nomine, sette le rotazioni, sei le conferme e un interim. A questi si aggiungeranno, poi, i due dipartimenti rimasti esclusi dal ‘spoils system’ (Istruzione e formazione professionale e Beni culturali), visto che i due dirigenti (Giovanni Silvia e Maria Elena Volpes) sono in procinto di andare in pensione.
“Voglio ringraziare ancora - afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci - tutti coloro che hanno servito l’amministrazione regionale in questi anni. Nella scelta abbiamo seguito il criterio della competenza e del rapporto fiduciario, così come prevede la legge. La nuova quadra di dirigenti generali comprende volti nuovi e dirigenti già collaudati. Ogni dirigente sarà messo alla prova e, tra un anno, opereremo una verifica dei risultati, specie per quanti si occuperanno di gestione della spesa. Sul trattamento economico, è stata inoltre decisa la riduzione del venti per cento sulla parte variabile dello stipendio”.
Questo il nuovo organigramma dei 27 dipartimenti e dei 3 uffici equiparati dell’amministrazione regionale.
Segreteria generale: Maria Mattarella
Ufficio legislativo e legale: Gianluigi Amico
Protezione civile: Calogero Foti
Affari extraregionali: Vincenzo Falgares
Programmazione: Vincenzo Falgares (interim)
Autorità certificazione programmi cofinanziati dalla commissione europea: Patrizia Valenti
Audit programmi coofinanziati dalla Commissione europea: Grazia Terranova
Agricoltura: Carmelo Frittitta
Sviluppo regionale e territoriale: Mario Candore
Pesca mediterranea: Dario Cartabellotta
Attività produttive: Rosolino Greco
Funzione pubblica e personale: Rosalia Pipia
Autonomie locali: Margherita Rizza
Beni culturali e identità siciliana: Maria Elena Volpes
Ragioneria generale: Giovanni Bologna
Finanze e credito: Benedetta Cannata
Coordinamento sistemi informativi regionali e attività informatica: Maurizio Pirillo
Acqua e rifiuti: Salvo Cocina
Energia: Tuccio D’Urso
Famiglia e politiche sociali: Salvatore Giglione
Lavoro: Francesca Garoffolo
Infrastrutture, mobilità e trasporti: Fulvio Bellomo
Dipartimento regionale tecnico: Salvo Lizzio
Istruzione e formazione professionale: Giovanni Silvia
Pianificazione strategica: Mario La Rocca
Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico: Maria Letizia Di Liberti
Ambiente: Giuseppe Battaglia
Urbanistica: Giovanni Salerno
Corpo forestale: Filippo Principato
Turismo: Lucia Di Fatta

Lettere dei lettori. Ennesimo grazie al comandante Tesoriero

Riceviamo dal dottor Francesco Subba e pubblichiamo:
Gentile direttore buonasera, 
volevo rendere noto che, ancora una volta, centinaia di eoliani sono riusciti a rientrare a casa grazie ad una corsa di aliscafo (ore 16.00) comandato dal solito ANDREA TESORIERO. A bordo anche diversi turisti. 
Al comandante Tesoriero e al suo equipaggio il nostro ennesimo grazie..!!! 
Francesco Subba

Carnevale Eoliano 2018. Danzando sotto la pioggia : Gli Avatar

Per il video grazie a Liliana Di Stefano

Maltempo. Salta per la seconda volta consecutiva la processione di San Bartolomeo. Video dell'asta dello stendardo

Non si terrà, per via delle avverse condi meteo, la Processione di San Bartolomeo prevista per oggi a Lipari. Era già accaduto lo scorso 16 novembre.
Grazie a Daniele Corrieri e a Controcorrente eoliana vi proponiamo il video della tradizionale e caratteristica asta dello stendardo, tenutasi a Marina Corta

BIT SI CHIUDE CON SUCCESSO PER STAND SICILIA . Intervista al presidente Musumeci

Si conclude oggi a Milano la Bit, la Borsa internazionale del turismo. La manifestazione, che ormai da quasi quaranta anni porta operatori turistici e viaggiatori nella città lombarda, ha visto un grande successo di pubblico nello stand allestito dalla Regione Siciliana. All’interno dell’area destinata all’offerta turistica dell’Isola hanno trovato spazio i diversi settori sui quali punta la Regione: musica, arte, teatri, ambiente ed enogastronomia.
Nei tre giorni di apertura, migliaia le persone, operatori e curiosi, che hanno fatto la fila all'interno dello stand per assistere alla tradizionale Opera dei pupi, rappresentata, ormai da cinque generazioni, dalla famiglia Napoli di Catania o alle esibizioni musicali dell'Orchestra sinfonica siciliana di Palermo.
Boom per le degustazioni di spremute di arancia rossa e per l’assaggio di prodotti tipici dell'Isola, offerti da Slow Food Sicilia. Grande interesse anche per i cartelloni dei teatri 'Massimo' di Palermo, 'Bellini' di Catania e 'Vittorio Emanuele' di Messina.
Nel corso della tradizionale conferenza stampa della Regione, presenti il presidente Nello Musumeci e gli assessori al Turismo e ai Beni culturali, Sandro Pappalardo e Vittorio Sgarbi, sono state illustrate le iniziative che verranno messe in campo per conquistare nuove fette di mercato.
Il presidente Musumeci ha lamentato la mancanza di un logo unico che promuova l'immagine turistica della Regione, annunciando un concorso di idee tra gli studenti delle Accademie di belle arti dell’Isola per realizzare un marchio che abbia come slogan 'Sicilia, il Paradiso in terra"
L'intervista al presidente Musumeci :

“Resto al Sud” conquista i giovani: in tanti hanno preso parte alla presentazione del nuovo incentivo per aspiranti imprenditori svoltasi questa mattina alla Camera di commercio di Messina

Messina, 13 febbraio 2018. Sono 5.143 le domande, già presentate o in compilazione, per “Resto al Sud”. Il nuovo incentivo per giovani aspiranti imprenditori, promosso dal ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno e gestito da Invitalia con una dotazione finanziaria di 1.250 milioni di euro, è stato presentato questa mattina al Palazzo camerale, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo, sport e spettacolo, Sandro Pappalardo : «Il Governo farà tutto quello che potrà per non fare andare più via i giovani – afferma – noi ce la stiamo mettendo tutta, ma non bastiamo. Per risollevare i problemi della Regione e per creare nuovi posti di lavoro ci vuole un’inversione di mentalità. Tutti noi, istituzioni, imprenditori e la parte buona della Sicilia, che è il 99%, dobbiamo prenderci per mano e dare una svolta a questa terra, ricca di potenzialità».
Le agevolazioni sono rivolte ai giovani tra i 18 e i 35 anni compiuti, residenti nelle regioni del Mezzogiorno. «La Camera di commercio si preoccuperà affinché la vostra idea diventi un progetto concreto e abbia successo sul mercato – dichiara il presidente dell’Ente camerale, Ivo Blandina, rivolgendosi a una platea gremita di giovani – un impegno che l’Ente assume sin da oggi. Oggi che siamo nella “casa delle imprese”, alla presenza anche di associazioni di categoria, di sindacati e dell’associazione “Startup Messina”. Vi invito a rivolgervi alle associazioni, a chiedere il loro supporto: associazioni di imprenditori che aiutano aspiranti imprenditori».
Si può ricevere un finanziamento fino a 50 mila euro per ogni soggetto richiedente: se la richiesta arriva da più soggetti, il finanziamento massimo è di 200 mila euro. Le agevolazioni possono coprire il 100% delle spese. «Il Governo ha messo in campo le risorse – precisa il direttore generale dell’Agenzia nazionale per i giovani, Giacomo D’Arrigo – noi dobbiamo mettere in campo idee e progetti economicamente sostenibili». E, nell’illustrare il programma “Erasmus+”, finalizzato a favorire l’autoimprenditorialità giovanile e l’acquisizione di competenze spendibili sul mercato del lavoro, D’Arrigo ha aggiunto: «Come “Resto al Sud”, anche questo è uno strumento che investe sul capitale umano, sulle persone, sulle loro idee e sui loro talenti. Non sono preoccupato perché i giovani vanno via dal Sud, ma sono preoccupato che non tornino».
«Fate molta attenzione – puntualizza il responsabile dell’area Promozione sviluppo nuove iniziative della Banca del Mezzogiorno, Guglielmo Belardi, nel parlare ai giovani presenti in sala – è necessario il massimo impegno perché il progetto vada a buon fine. “Resto al Sud” è una splendida idea, ma i protagonisti dovete essere voi perché la dovete realizzare». Presente ai lavori, moderati dalla giornalista Manuela Modica, anche l’assessore comunale allo Sviluppo economico, Guido Signorino: «Siamo contenti di questa presentazione a Messina, che si collega con le attività che l’amministrazione comunale sta avviando per sostenere la nascita di imprese, in particolare con lo Sportello per l’imprenditorialità giovanile e femminile».
A spiegare nel dettaglio l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno, è stato Gian Marco Verachi di Invitalia.
L’incontro, promosso da Invitalia in sinergia con la Regione, e organizzato in collaborazione con l’Agenzia nazionale per i giovani e la Camera di commercio, si è concluso con l’intervento di Giuseppe Coco, coordinatore degli esperti del ministro per la Coesione: «L’obiettivo è quello di affrontare il problema della disoccupazione e di frenare l’emigrazione, spesso qualificata. “Resto al sud” punte sulle forze vive del Mezzogiorno. Servono giovani imprenditori, persone che hanno voglia di fare e di ritornare ».

Maltempo, non parte la nave da Milazzo per le Eolie

COMUNICATO
Siremar rende noto cha a causa del peggioramento delle condizioni meteomarine la partenza prevista per le 17,15 della nave veloce isola di Vulcano da Milazzo per le Eolie è stata annullata. Per gli stessi motivi la motonave Filippo Lippi non ha ormeggiato a Salina.

Carnevale Eoliano 2018: La sfilata a Canneto vista dall'alto (quarta parte di quattro)

Per le foto, grazie a Marina Centorrino