Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 3 luglio 2010

Il presidente della Provincia Ricevuto a Salina per condividere la protesta del sindaco Lo Schiavo

COMUNICATO STAMPA
Si è tenuto oggi presso i locali della stazione marittima, sede del Primo Cittadino dal 28.06.2010, l’incontro tra il Presidente della Provincia Regionale di Messina, On. Ricevuto, e il Sindaco di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo.
Il Presidente Ricevuto giunto da Lipari intorno a mezzogiorno, è stato accolto al porto dal Sindaco, dagli Assessori Sidoti e Arabia, dal capo gruppo di maggioranza consiliare, Dr. Lopes, dal Comandante dei Carabinieri Salina, Maresciallo Stefani, dal Capo servizio delle Guardie Provinciali, Elio Benenati e dal Comandante di Delemare Salina, Capo Brancato.
Il Presidente, essendo tra i destinatari del telegramma inviato la scora settimana alle diverse istituzioni nazionali, regionali e provinciali con il quale il Sindaco Lo Schiavo lamentava i mancati interventi alle strutture portuali e i problemi derivanti dalla Concessione Demaniale Marittima 121/08, ha ritenuto di condividere detta protesta attraverso la propria presenza in loco.
L’On. Ricevuto ha personalmente constatato l’incresciosa situazione in cui versano le strutture portuali e ha assicurato il sostegno della Provincia Regionale di Messina attraverso richieste d’intervento agli enti di competenza.
Un sincero ringraziamento per la Sua presenza a Santa Martina Salina e per la condivisione dell’azione di protesta è stato espresso dal Sindaco, il quale, contattato dal Dirigente Generale della Protezione Civile, aspetta che siano posti in essere tutti gli interventi richiesti.

Arteolie 2010 - I giochi di Franco "Figlio d'oro" : "Turista ietta u sordu a mari"

Una volta era il turista che sbarcava o era in partenza da Marina Corta a gettare, su richiesta (spesso) insistente dei tanti ragazzini che si aggiravano sul molo, a gettare in mare una moneta (in genere 50/100 lire) che gli stessi ragazzini si affrettavano a recuperare dai fondali, o anche prima, tuffandosi dalla banchina.
Era un modo per coniugare divertimento, folclore, e perchè no anche per recuperare qualche soldino per un gelato o qualcos'altro.
Oggi che questo non accade più a riproporre questa pagina della nostra "storia" ci ha pensato Franco "Figlio d'oro" che, nel contesto di Arteolie 2010, ha, tra gli altri giochi, ha inserito " Turista ietta u sordu a mari" (Turista getta la moneta in mare) .
Come vedrete dal video, notevole la partecipazione di ragazzini e non, e di un consistente pubblico.
L'unica variante, rispetto al passato, è che il buon Franco non ha gettato in mare monete ma tappi di bottiglia.
Franco dopo aver disperso le "monete" in mare ha dato il via e i ragazzi, divisi in squadre, riconoscibili dalle magliette di diverso colore, si sono tuffati per recuperarle.
Una volta recuperato un congruo bottino si tornava verso riva a depositarle in un apposito contenitore o a consegnarle, per analoga operazione, alle rappresentanti della squadra rimaste sulla spiaggia. Il numeri maggiore di "monetine" raccolte ha decretato la squadra vincitrice
VI PROPONIAMO UN AMPIO VIDEO

"E la collana non c'è più... Incredibile episodio all'ospedale di Lipari

Va all'ospedale e non trova più la collana d'oro. E' accaduto a Lipari ad un eolo- australiano. L'incredibile episodio, per il quale i familiari hanno già preannunciato l'intenzione di presentare denuncia ai carabinieri si è verificato nei locali di radiologia dove l'uomo è transitato per essere sottoposto a radiografia dopo aver avuto accesso al pronto soccorso.
L'uomo- così come hanno evidenziato i familiari - all'interno della sala raggi è stato invitato a liberarsi della collana, così come da prassi.
L'ha appoggiata su una sedia, dimenticandosene facendo ritorno al pronto soccorso. Accortosi della dimenticanza (non erano passati neanche dieci minuti) ha inviato un familiare a recuperarla ma....con grande sorpresa...della collana neppure l'ombra. Per fugare ogni dubbio l'uomo stesso ha chiesto di essere sottoposto a perquisizione!
Conoscendo la professionalità e la serietà di chi opera in quel settore appare ovvio che, qualcuno, si è introdotto nella stanza e si è impossessato della collana.
Davvero incredibile...e vergognoso !

BENI CULTURALI: LIPARI, ARMAO INAUGURA "CAMMINAMENTO DELLA RONDA"

Oggi a Lipari, nell'area del Castello, l'assessore regionale ai Beni Culturali e all'Identita' siciliana, Gaetano Armao, ha inaugurato il restaurato "camminamento della Ronda" fino alla torre normanna. La fortificazione fu realizzata a diretto contatto con il "banco" lavico, antico di 40.000 anni, proprio per la sua naturale stabilita' e servi' in parte come base anche per le fortificazioni successive, greche, normanne e spagnole.
L'assessore Armao ha poi presentato il parco archeologico delle Isole Eolie e delle aree archeologiche di Milazzo, Patti e dei comuni limitrofi, appena istituito, con delibera di giunta regionale, nell'ambito della riorganizzazione dell'assessorato dei Beni culturali. Il parco archeologico-culturale avra' sede a Lipari:l'assessore ha proposto la riconferma dell'intestazione a Luigi Bernabo' Brea. Esso ricomprendera' il museo regionale archeologico di Lipari e quello di Patti-Tindari, gli antiquaria di Panarea e Filicudi, il museo regionale della pomice di Lipari.
"L'istituzione di questa vera infrastruttura culturale a servizio dello sviluppo del territorio, che integrera' meglio l'offerta ai visitatori ed agli studiosi, il ritrovamento delle due navi romane a largo di Panarea, illustrato qualche giorno fa con il soprintendente Tusa, ed il connesso programma di ricerca - ha precisato l'assessore Armao - evidenziano la valenza strategica delle Eolie nel piano di rilancio culturale e di internazionalizzazione del nostro patrimonio culturale".
A margine dell'incontro l'assessore si e' impegnato ad attivarsi entro qualche giorno per la rimozione delle antenne e dei ripetitori televisivi che deturpano l'area appena restaurata, cosi' come a far dialogare con una convenzione sinergica le tre realta' che insistono nell'area della "Civita", vale a dire Regione, Comune e Curia.

ALLARME INQUINAMENTO SULLE NOSTRE COSTE (di Anna Miracula)

(Anna Miracula) E’ probabilmente da attribuire al lavaggio della stiva di qualche nave petroliera in transito nei nostri mari eoliani e che si trovava probabilmente anche molto vicina alla costa, l’inquinamento avvistato da me (ma vi erano anche turisti ) ieri,venerdì 2 luglio sulla bellissima spiaggia della scogliera di Sotto il Monte che precede quella di Valle Muria,una delle spiagge fiore all'occhiello di Lipari.
Sulla battigia della stessa spiaggia infatti si notava chiaramente un deposito di catrame ancora fresco,non essiccato dal sole di questi giorni,dunque si tratta con molta probabilità di un episodio piuttosto recente.
E’un fatto abbastanza increscioso e che porta a riflettere sullo stato di salute decisamente non ottimo in cui versano le nostre spiagge,e quel che più colpisce è il fatto che non soltanto dobbiamo fare i conti con la temibile erosione che sta riducendo visibilmente e rapidamente i nostri litorali , ma anche con un terribile inquinamento provocato dall’incuria e impudenza dell’uomo.
L’Unione Europea ha istituito un quadro giuridico che permette di applicare delle sanzioni anche penali, per lo scarico nelle acque comunitarie di idrocarburi e di sostanze nocive da parte dalle navi. www.europa.eu
Si tratta della Direttiva 2005/35/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 7 settembre 2005, relativa all’inquinamento provocato dalle navi e all’introduzione di sanzioni per violazioni.e della Decisione quadro 2005/667/GAI del Consiglio, del 12 luglio 2005, intesa a rafforzare la cornice penale per la repressione dell’inquinamento provocato dalle navi.
La presente legislazione stabilisce che gli scarichi di sostanze effettuati dalle navi in violazione al diritto comunitario costituiscono un’infrazione penale, e che si possono imporre sanzioni, penali o amministrative, se le persone coinvolte sono riconosciute colpevoli di avere agito intenzionalmente o per negligenza. La direttiva incrimina tali scarichi di sostanze inquinanti quando essi sono effettuati:
-nelle acque interne, compresi i porti, di uno Stato membro;
-nelle acque territoriali di uno Stato membro;
-negli stretti utilizzati per la navigazione internazionale e soggetti al regime di passaggio di transito, - come specificato nella Convenzione delle Nazioni Unite del 1982 sul diritto del mare;
-nella zona economica esclusiva di uno Stato membro;
-in alto mare.
Allora se le leggi esistono,perché non iniziare con un adeguato e più stretto controllo delle nostre coste e iniziare ad applicarle severamente?
Le nostre isole già da qualche anno stanno attraversando un periodo di “magra” dovuto principalmente alla crisi finanziaria che ha riguardato e riguarda ancora l’Italia intera, ma per tanti altri motivi “interni” all’Arcipelago ,tra i quali l’inadeguatezza dei trasporti,il carovita ,l’assenza di porti sicuri,il degrado ambientale che da un po’ ci contraddistingue e a causa del quale negli ultimi tempi abbiamo perso molto di quel prestigio acquisito in passato.
Vero è che i paesi esteri attirano il turista con la proporzione qualità- prezzo pur non avendo a volte attrattive particolari,che però si inventano con fantasia e per tirare a campà.
Di certo noi abbiamo meravigliosi paesaggi, mare incantevole ma per quanto ancora potrà durare tutto questo? Se si mette in pericolo anche il nostro ecosistema, che già non gode di ottima salute,cosa andremo a offrire ai pochi che ancora visiteranno le nostre amate isole?
Di certo il turista che visita le Eolie lo fa principalmente per godersi il mare e il sole,trovare spiagge pulite e senza rifiuti di ogni genere e questo alle Eolie non si garantisce più.
I litorali,anche quelli non raggiungibili a piedi sono cosparsi di ogni genere di spazzatura, buttata in mare dall’uomo e portata sulle coste dai marosi specie durante l’inverno.
Che bello fare il giro dell’isola in barca e ammirare grandi contenitori di plastica e altri materiali anti-ecologici e distrutti dal mare che fanno bella cornice proprio sugli scogli.
Ma quanto si crede che potrà durare questa presa in giro per chi ci visita e paga per i pochi servizi che offriamo?ne stiamo già raccogliendo i frutti da un po’ mi sembra. Quest’estate ne è l’inaugurazione ufficiale.
I turisti, che oltre me hanno notato questo altro scempio, oltre agli altri , sulla natura, quanto ci metteranno a cambiare meta e a cancellare le Eolie dalla loro lista dei luoghi di vacanza? Poco direi,come poco è il rispetto che si ha ormai per il nostro territorio.
Ci si scanna per l’interrogativo : Parco Eolie sì,Parco Eolie no,Parco Eolie forse; l’uno contro l’altro sullo stesso territorio, per una oscura e determinata volontà che vuole tutti contro tutti. Chi si offende,chi si indispettisce, chi si indigna a destra e chi si fa il muso a sinistra,ma le cose per cui dovremmo indignarci sono ben più importanti di qualche fotomontaggio che urta gli animi di qualcuno
Ma ci siamo chiesti andando avanti di questo passo COSA resterà e SU QUALI ELEMENTI sarà basato il patrimonio naturalistico delle Eolie? Lascio aperto il quesito tanto la risposta , ma penso riguardi la sfera solo di coloro che ancora e disinteressatamente vogliono il bene di questo territorio,è presto data.
Anna Miracula

Canneto (Lipari): Vetro sul molo, 50 punti di sutura per un bambino. E ci sono altri pericoli.

Circa 50 punti di sutura alla gamba destra (tra interni ed esterni) per F. I. , un ragazzino residente nella frazione liparese di Canneto. Gli sono stati applicati al pronto soccorso dell'ospedale di Lipari.
Il ragazzino, mentre si trovava sul molo di Canneto, è andato a finire contro un contenitore in vetro, già parzialmente rotto che al contatto si è frantumato del tutto, che si trovava nei pressi di una bitta d'ormeggio (vedi video). Immediatamente soccorso dal padre e da un giovane del luogo è stato trasferito in ospedale.
Quanto accaduto, al di la di quelle che saranno le iniziative di carattere legale che i genitori intendono intraprendere, deve fare riflettere sia gli incoscienti (forse siamo troppo buoni) che abbandonato sulle spiagge e sui moli di tutto sia coloro che sono preposti al controllo e alla pulizia. Anche perchè nella zona, basta vedere le nostre immagini di un tratto della spiaggia limitrofa al molo, si trova di tutto. Con grave pregiudizio per la pubblica incolumità

Come erano le Eolie ..e gli eoliani (54° puntata) (R)

Continua il "viaggio fotografico" attraverso la rubrica "Come erano le Eolie...e gli eoliani".
Per molti sarà un viaggio nel passato, per altri sarà uno scoprire un parte delle "radici", una parte di queste isole e di coloro che le hanno popolato ed amate, per molti rivedere volti conosciuti, per altri ancora rivedersi.. come non si è più.
Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa http://ssarpi@libero.it
In caso di problemi di scannerizzazione si possono affidare a noi foto contattandoci al 339.57.98.235.
Le foto cartacee saranno restituite.
Nelle foto:
1) Peppe Marino, Venanzio Casamento, Ciccio Carbonaro
2) Stella Saglimbeni, Marina Gallo, Ciccio Carbonaro, Giancarlo Antognoni
3) Gruppo di giovani di Canneto
5) Polisportiva Canneto
6) Il bar Miramare a Canneto

NB. CLICCANDO SULLE FOTO, ATTRAVERSO I PASSAGGI DI SLIDE, SI PUO' OTTENERLE INGRANDITE

SICILIA, EMANATO BANDO FONDI UE PORTUALITA' TURISTICA. ANCHE PER LE ISOLE E ARCIPELAGHI DI SICILIA

Il dirigente generale del dipartimento regionale Turismo, Sport e Spettacolo, Marco Salerno, ha firmato il decreto per il "Bando pubblico per la realizzazione di interventi strutturali ed infrastrutturali finalizzati all'attuazione del Piano strategico regionale della portualita' turistica attraverso l'attivazione di un regime di aiuti, a favore delle piccole e medie imprese operanti in Sicilia nel settore turistico.", in esecuzione della direttiva emanata dall'assessore al Turismo, Nino Strano.
La dotazione finanziaria disponibile per l'attuazione del regime di aiuto e' di 51.684.039,02 euro, destinati a rafforzare la competitivita' del sistema turistico siciliano attraverso l'ampliamento, la riqualificazione e la diversificazione dell'offerta turistica.
La domanda per il bando della portualita' turistica va corredata con un programma d'investimento, una scheda tecnica, un quadro economico, un businnes plan, una fidejussione bancaria o una polizza assicurativa e un'analisi che illustri il potenziale incremento dei flussi turistici a seguito dell'investimento.
"La nautica di diporto - ha spiegato Strano - avra' cosi' le risorse per il completamento e la realizzazione di infrastrutture portuali. Le scelte relative agli investimenti da realizzare dovranno considerare il porto turistico non come un semplice punto di arrivo del diportista nautico, bensi' come una delle porte di accesso all'intero sistema turistico siciliano, punto di partenza di possibili itinerari per la fruizione e integrazione con gli altri segmenti dell'offerta turistica anche retrostante la costa".
Nel bando sono individuati i siti che oggi presentano le potenzialita' per divenire infrastrutture armonizzate nel "sistema" di portualita' turistica.
42 sono complessivamente i porti individuati, per una copertura geografica di tutte le coste siciliane, e i tre porti "hub", quelli di Marsala, Sant'Agata di Militello e Marina di Ragusa.
Sono compresi anche interventi nelle isole e arcipelaghi di Sicilia.
Le imprese dovranno possedere tra i requisiti inderogabili una concessione demaniale relativamente al programma di investimento da realizzare, ovvero essere richiedenti di concessione demaniale sulla base di un progetto approvato dalla conferenza di servizi Le attivita' economiche cui destinare le risorse previste dal regime di aiuti sono quelle inerenti la realizzazione di approdi sicuri a ricettivita' elastica e le attivita' inerenti la realizzazione, il completamento, la funzionalizzazione e la qualificazione di strutture portuali e infrastrutture portuali turistiche.
Gli aiuti non possono riguardare gli investimenti finalizzati semplicemente a sostituire macchinari, attrezzature o fabbricati esistenti, o parte degli stessi, con edifici o macchinari o attrezzature nuovi o aggiornati, senza aumentare la capacita' di produzione di oltre il 25 per cento.
E' prevista l'erogazione di contributi in conto impianti pari al 50 per cento dell'importo delle spese ammissibili dei progetti presentati dalle piccole imprese, ed al 40 per cento per i progetti presentati dalle medie imprese. Il contributo massimo concedibile per ogni progetto e' pari a otto milioni di euro (anche in presenza di progetti il cui valore superi i 16 milioni di euro).
La domanda di partecipazione al bando per la linea d'intervento 3.3.2.5, dovra' essere presentata dai titolari delle imprese entro 120 giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.
I progetti, muniti di tutte le autorizzazioni e pareri, devono essere presentati esclusivamente all'assessorato regionale Attivita' produttive, che effettuera' l'istruttoria delle istanze.
Strano ha ringraziato l'assessore Marco Venturi, per avere permesso una rapida definizione delle procedure di emanazione all'amministrazione che aveva curato la linea di intervento, prima del trasferimento delle competenze, prevista dalla riforma della PA regionale.
I bandi e gli allegati sono disponibili sul sito dell'Assessorato regionale al Turismo www.regione.sicilia.it/turismo alla sezione: PO FESR 2007-2013

Brevi (in aggiornamento durante la giornata)

ANCHE A LIPARI "NO BAVAGLIO DAY"- La protesta che sta interessando tutta l'Italia domani arriverà anche a Lipari si terrà a Marina Corta dalle 20 alle 21

Siremar, scioperi il 6 e il 7 luglio- La Siremar Spa, in un comunicato, informa che un'organizzazione sindacale autonoma ha proclamato uno sciopero di 48 ore per i giorni 6 e 7 luglio prossimi. Lo stato di agitazione potrà avere riflessi sulla regolare programmazione dei servizi marittimi previsti in queste date. La Siremar, si legge nella nota, garantirà i collegamenti minimi essenziali visibili in tutti i punti di vendita, comandi, navi, aliscafi e unità veloci.


ARMAO INAUGURA OGGI CAMMINAMENTO TORRE NORMANNA A LIPARI- L'assessore regionale ai Beni culturali e all'Identita' siciliana, Gaetano Armao, inaugurera' oggi alle 17.00, a Lipari, il restaurato "camminamento della Ronda" fino alla torre normanna. La fortificazione fu realizzata a diretto contatto con il "banco" lavico, antico di 40.000 anni, proprio per la sua naturale stabilita' e servi' in parte come base anche per le fortificazioni successive, greche, normanne e spagnole. L'iniziativa intende restituire ai fruitori del Castello, l'ingresso privilegiato della Rocca sin dall'eta' preistorica e protostorica. All'inaugurazione, oltre all'assessore Armao, saranno presenti i dirigente generale dei Beni culturali, Gesualdo Campo, il soprintendente di Messina Rocco Scimone, il sindaco di Lipari, Mariano Bruno, il direttore del museo, Michele Benfari, e lo storico dell'archittetura, Franz Riccobono.

Sabatini "invia" cartoline da Alicudi- Alcuni scatti del geometra Sabatini che documentano la situazione in cui versa una parte dell'isola eoliana:





Lipari: L'Acqua non si vende - Ultimo appuntamento a Lipari per la campagna referendaria “L'ACQUA NON SI VENDE”, promossa da centinaia di comitati e associazioni riunitesi nel Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua, che ha già raccolto più di un milione di firme in tutta Italia.
Sinistra Ecologia e Libertà e Rifondazione Comunista sostengono la campagna referendaria promossa dal Forum, e allestiranno un banchetto per la raccolta firme a Lipari-Marina Corta, Domenica 4 Luglio, dalle ore 18.00 alle ore 21.00

Commissario alla Tirrenia. Pecorini verso l'uscita

Tirrenia fa rotta verso il commissariamento. Lo prevede un decreto approvato nella serata di mercoledì dal consiglio dei ministri. Dopo 26 anni ininterrotti alla guida della compagnia di navigazione pubblica (aveva impugnato il timone nel 1984), Franco Pecorini, il gentiluomo del Papa, padre-padrone della società, si appresta a lasciare, sull'onda della privatizzazione del gruppo. Una gara dove è rimasto, con un'unica offerta vincolante, un solo concorrente: Mediterranea holding di navigazione, partecipata da armatori, imprenditori e dalla Regione Sicilia col 37% .
Il testo definitivo del dpr in questione sarà divulgato nelle prossime ore ma i contenuti sono ormai emersi. Con l'obiettivo, espresso sibillinamente in una nota del governo, di «assicurare la regolarità del servizio pubblico di trasporto marittimo con le isole nel periodo di intenso traffico estivo, nelle more del completamento delle procedure di dismissione della società Tirrenia», il decreto prevede, in primis l'intervento di Fintecna (cioè del ministero dell'Economia) a garanzia di alcuni fidi bancari, in scadenza, della compagnia. Ma il testo, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore, va oltre. Contempla, in tempi brevi (pochi giorni), tramite un atto firmato di concerto dal ministro dell'Economia e da quello dei Trasporti, lo scioglimento del cda di Tirrenia e l'arrivo di un amministratore unico, un commissario, al posto di Pecorini.
Intanto si rinsalda la cordata di Mediterranea holding che, secondo rumors ministeriali, avrebbe la strada spianata (magari dopo una trattativa sulle condizioni economiche) per garantirsi l'aggiudicazione della gara. Ieri Ttt Lines ha, infatti, deciso di sottoscrivere la propria quota (30,5%) dell'aumento di capitale utile all'acquisizione di Tirrenia; per la quale la holding offre 10 milioni e l'accollamento di 520 milioni di debiti. Di questi, 120 andranno in scadenza a fine 2010 e si sta rinegoziando (il decreto serve anche a quello) la posizione debitoria di Tirrenia nei confronti di 53 banche. Sul commissariamento arriva la critica di Giuseppe Caronia(Uiltrasporti): «Non si capisce perché il provvedimento venga fatto in un momento così delicato».

venerdì 2 luglio 2010

Brevi

Alle Eolie arriva di tutto. Oggi lo yacht torpediniere nero- E' spuntato al calare della sera a Monterosa per riprendere subito dopo il largo. Uno yacht- torpediniere nero da queste parti non si era ancora visto. E l'estate è appena cominciata! Un breve video:



Arteolie 2010: Spazio ai giochi tradizionali- Oggi pomeriggio, nel contesto di Arteolie 2010, hanno avuto inizio i giochi tradizionali, ideati e curati da Franco“Figlio d'oro”, con la “Gara delle tinozze”, che agiterà le acque del “piccolo golfo”di Marina Corta, e “Spinci u vuzzu”, esordio dell'animo competitivo della piazza della ”Marina”.
Vi proponiamo un breve video della "Gara delle tinozze"


Lipari: Olio sulla sede stradale- La rottura della pompa dell'olio del camion dei rifiuti ha praticamente inondato del liquido la strada di Mendolita a Lipari con potenziali rischi per moto, motorini e auto. Per far assorbire l'olio la sede stradale è stata ricoperta da idoneo materiale. Sono anche intervenuti i vigili del fuoco. Un breve video:


Basole ballerine - Vibranti proteste arrivano ancora da residenti nella Via Umberto I° di Lipari per via di quelle che ormai sono una decina di "basole ballerine" che creano una situazione di pericolo e disagio. Nonostante le promesse- ci viene segnalato- il problema non accenna ad essere risolto.


Le Eolie sulla Gazzetta del sud di oggi: "Smarrita e ferita canadese prelevata con l'elisocccorso" e " Sotto il sole di Panarea spuntano i primi vip". Due pezzi a firma del nostro direttore



Tirrenia/ Ok governo a decreto per garantire trasporti marittimi con le isole- Il consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge per "assicurare la regolarità del servizio pubblico di trasporto marittimo con le isole nel periodo di intenso traffico estivo". Lo comunica Palazzo Chigi al termine della riunione di governo, spiegando che il provvedimento è stato preso in attesa del "completamento delle procedure di dismissione" di Tirrenia



Associazione "Valentino..uno di noi": Indagine conoscitiva per intervento a supporto - L´Associazione "Valentino... uno di noi" opera per la tutela dei diritti delle minoranze e delle fasce deboli della popolazione (donne, minori, anziani, disabili); in ottemperanza dell'art. 2 dello Statuto dell'Associazione, si comunica alla cittadinanza eoliana di avere avviato un´indagine conoscitiva sul territorio allo scopo di acquisire dati utili per intervenire in supporto e/o in accompagnamento delle persone e delle famiglie interessate.
Per segnalazioni relative all'iniziativa intrapresa è possibile contattare l'Associazione al tel.0909880352, o scrivendo alla e-mail: http://wpop1.libero.it/cgi-bin/webmail.cgi?Act_V_Compo=1&mailto=valentinounodinoi@gmail.com&ID=Iv4WGKOnv4hrPaDdWAZrBw6lnyVIwihvmKbxgqPvXS&R_Folder=SU5CT1g=&msgID=17056&Body=0
Il Presidente: Vera Zagami

Enzo Lo Schiavo, "Pesca grossa" a Ginostra

Vincenzo Lo Schiavo (per gli amici Enzo) protagonista a circa un miglio fuori dalla frazione strombolana di Ginostra della cattura di un totano imperiale (nella foto) di circa 9 Kg. Il totano imperiale è stato catturato a circa 150/170 metri di profondità.
COMPLIMENTI!!!!

Lettere al direttore. Dalla Sardegna "cinque stelle e più" non a chi aspetta i vip ma a Gaetano e Gisa e all'ospitalità e cordialità degli eoliani.

Riceviamo e pubblichiamo:
Egregio Direttore,
solo oggi, purtroppo, apprendo della polemica tra la Federalberghi e il Maestro Gaetano Bisazza, del quale mi onoro di essere amico.
Non entro in merito a quanto ho letto sul suo notiziario, voglio solo portare una tangibile testimonianza sul lavoro che lo staff del M° Bisazza e di Adalgisa Ferlazzo (in tutta l'Italia simpaticamente conosciuta come "GISA") compie in tutti questi anni e ciò non può essere una meteora visto che si ripete da ben 18 anni. Chi le scrive conosce approfonditamente le problematiche di chi vive in un'isola.
La nostra Associazione partecipa al torneo di Lipari da 10 anni e affronta grandi sacrifici logistici per arrivare a Lipari dalla Sardegna, ma appena sbarchiamo nella Vostra Splendida e Affascinante Isola, ci dimentichiamo di tutto.
Non so che idea abbia del turismo, il signore dell'albergo a "cinque stelle", forse aspetta solo i VIP che arrivano in avanscoperta per capire dove si potrà "cementificare" , in Sardegna questo, purtroppo, è stato capito troppo tardi. Per noi le stelle (e non solo 5) se le meritano la Grande Ospitalità e Cordialità di tutti gli Eoliani .
Gaetano e Gisa.... avanti sempre così !!!!!
Claudio Camba & Hobby Sport Pirri

Lipari: Collaudo in corso d'opera per il molo di Marina Corta. Potrebbe essere utilizzabile entro metà luglio

Collaudo in corso d'opera stamani per il pontile lato sud del molo di Marina interessato dai lavori per il prolungamento e la messa in sicurezza. Erano presenti il collaudatore, il RUP arch. Biagio De Vita, l'ARUP ing. Francesco La Spada, l'ing. Fabio Arena del Genio Civile Opere Marittime, progettista e direttore dei lavori, l'ing. Feraco per la ditta Scuttari, Carmelo Letizia per la ditta sub-appaltante e il titolare dell'impresa Gitto.
In poche parole si è trattato di un pre-collaudo che ha interessato principalmente l'impianto di illuminazione. Il collaudo definitivo si avrà non appena sarà completata la scogliera (lato S. Giuseppe). Per tale completamento si attende l'arrivo del pontone. L'opera dovrebbe essere completata e quindi collaudata al massimo entro metà luglio.
Nel molo, dove tra l'altro è approdata la motovedetta dei carabinieri che ha condotto a Lipari il capitano Francesco Coppola in visita di cortesia, erano presenti il sindaco Mariano Bruno, gli assessori Corrado Giannò, Giuseppe Finocchiaro e Anna Spinella e l'esperto del sindaco per la portualità dott. Lelio Finocchiaro.
Il video di una fase del sopralluogo:



"Stia tranquillo gli sportivi non hanno le pulci ma sono portatori sani di valori forse a qualcuno sconosciuti". Sportivo risponde a imprenditore

Riceviamo e pubblichiamo:
Caro direttore,
Amici eoliani mi dicono che un notissimo imprenditore turistico dell'isola in una nota inviata ad un giornale on line (non a questo precisiamo ndd) ha scritto testualmente riferendosi alla manifestazione di judo "Città di Lipari" che "un albergo a 5 stelle non può essere messo a disposizione dei gruppi sportivi".
Chi scrive, e si onora di fare parte di un gruppo sportivo prestigioso, da anni partecipa a manifestazioni di judo in Italia e nel mondo. Proprio per questo posso tranquillamente affermare che, dappertutto, veniamo accolti in strutture che nulla hanno a che invidiare a "stelle" e a bellezza, all'albergo di cui quell'imprenditore è titolare.
Tra di noi per chi non lo sapesse ci sono atleti azzurri e di altre nazioni, arbitri internazionali, uomini e donne di spessore. Stia tranquillo caro imprenditore eoliano: gli sportivi non hanno le pulci ma sono portatori sani di valori forse a qualcuno sconosciuti.
Caro direttore devo purtroppo constatare che a volte il razzismo non si basa solo sul colore della pelle ma, come in questo caso, anche su altro.
Ove le fosse possibile la pregherei di omettere il mio nome è quello del gruppo sportivo a cui appartengo, non per timore alcuno (chi dice la verità non ha nulla da temere) ma per evitare che venga coinvolta in una polemica chi mi onoro di rappresentare in Italia e nel mondo.
Cordiali saluti
Lettera firmata

Sulla vicenda abbiamo ricevuto una ulteriore mail. La pubblichiamo:
Egr. Direttore
leggendo qua e la il suo notiziario e quello degli altri direttori, ho soffermato la mia lettura sulla “disputa” torneo internazionale judo Lipari 2010.
Come avevo già scritto in occasione della manifestazione di triatlhon, avvenuta circa due mesi fa, mi ripeto affermando ulteriormente che ogni iniziativa, di qualunque matrice sia, sportiva – culturale – ricreativa – gastronomica, vada promossa ed incentivata in ogni suo aspetto.
La manifestazione di judo che si svolge ogni anno nell' isola di Lipari, durante un periodo che potremmo definire di “standby” per il nostro territorio, ha richiamato nella sua 18° edizione, non solo gruppi sportivi, ma atleti di grande livello, società sportive militari provenienti dall'Italia ma anche dalla Romania, dall'Ungheria, dal Brasile e dalla Slovenia, la nazionale italiana di judo giovanile e la direzione tecnica della nazionale italiana di judo.
Caro maestro Bisazza, non deve sentirsi amareggiato e rammaricato perchè quello che lei – unitamente alla sua squadra di lavoro – ha fatto sinora e quello che, mi auguro, continuerà a fare nel futuro, è lodevole.....
Certamente, affermazioni come quelle fatte da alcuni albergatori lasciano perplessi e sbigottiti, atteggiamenti ambigui da parte di imprenditori turistici che hanno investito forze e capacità nel settore turistico. E' vero che ognuno della propria vigna fa ciò che vuole ma mi chiedo “che idea si ha del concetto di ospitalità?” E perchè alberghi ben qualificati non possono essere messi a disposizione di gruppi sportivi?
Maestro Bisazza, quanto le scrivo è per riconoscenza del suo operato; ciò che conta veramente è la bella immagine che questa manifestazione dà alla nostra terra, la cordialità della gente liparota, l'affetto con cui i nostri atleti ospitano i loro concorrenti.
La macchina diabolica del turismo a volte si inceppa e per fortuna c'è ancora qualcuno che promuove qualcosa perchè continui a funzionare; una cosa è certa – se continueremo a dimostrarci ostili a qualunque forma di turismo si presenti nelle nostre isole- finiremo col venirci noi, da turisti a lipari, perchè dovremo cercare altrove il nostro pane!!
Francesca Giardina

Come erano le Eolie ..e gli eoliani (53° puntata) (R)

Continua il "viaggio fotografico" attraverso la rubrica "Come erano le Eolie...e gli eoliani".
Per molti sarà un viaggio nel passato, per altri sarà uno scoprire un parte delle "radici", una parte di queste isole e di coloro che le hanno popolato ed amate, per molti rivedere volti conosciuti, per altri ancora rivedersi.. come non si è più.
Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa http://ssarpi@libero.
In caso di problemi di scannerizzazione si possono affidare a noi le foto contattandoci al 339.57.98.235.
Le foto cartacee saranno restituite
Nelle foto di oggi: Alcune delle navi che nel passato hanno collegato le Eolie


NB. CLICCANDO SULLE FOTO, ATTRAVERSO I PASSAGGI DI SLIDE, SI PUO' OTTENERLE INGRANDITE

giovedì 1 luglio 2010

Panarea. Primi vip.

Primi vip sotto il sole di Panarea e ce n'è per tutti i gusti. Dal portiere Marco Storari, neo juventino, al cantante catanese Mario Venuto. Da Stefania Petyx , inviata di Striscia la notizia, con il bassotto al seguito, a Ludovico Fremont (Walter Masetti dei Cesaroni, nella foto con la signora Carola).
Durante la giornata si può incrociarli al largo degli isolotti o nelle caratteristiche calette ma l'appuntamento fisso per tutti coloro prima della partenza mattutina e/o a sera e al Bar- Ritrovo da Carola sul porto di San Pietro per gustare quella che è ormai diventata una vera e propria specialità della casa: la granita pesca e malvasia.
E, secondo i bene informati, a breve dovrebbe sbarcare nell'isola anche il ministro Stefania Prestigiacomo per una mini pausa da trascorrere nell'abitazione di propria. Un "primo assaggio" in attesa delle ferie estive che coinciderannno, come al solito, con la sospensione dell'attività parlamentare.
Spostandoci a Stromboli vi è da segnalare la presenza dell'ex ministro Girolamo Sirchia. Resta ancora "top secret" se arriverà ad Agosto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, habituè dell'isola. Anche se sotto il vulcano viene dato per scontato che il Capo dello Stato anche quest'anno riuscirà a "ricavarsi" dei giorni da trascorrere nella "sua" isola

Brevi

Stromboli: Nuovo incendio sulla montagna - Alle 13 e 40 circa un nuovo incendio si è sviluppato sulla montagna. Sono intervenuti due Canadair che, giunti alle 16.00 circa, hanno operato incessantemente per oltre 2 ore. L'incendio sembra essere domato

Prende avvio oggi il Progetto “Servizi socio-ricreativi e culturali” inserito nel Piano di Zona del Distretto 25 Isole Eolie – I triennio. L’iniziativa prevede la realizzazione di laboratori musicali e teatrali per ragazzi di età compresa tra gli 11 ed i 17 anni, a Lipari centro, nella frazione di Quattropani e nell’isola di Salina
Durante i mesi di luglio ed agosto i laboratori si terranno : a Rinella (Comune di Leni) nella sede del Centro Culturale, il mercoledì e il giovedì dalle 9,30 alle 11,00 , a partire dal I luglio ; a Lipari, nel plesso scolastico elementare, il lunedì ed il martedì dalle 9,30 alle 11,00 , a partire dal 5 luglio . Per le iscrizioni rivolgersi agli uffici servizi sociali dei comuni del distretto.

TURISMO: BANDO FONDI UE PER RICETTIVITA' ALBERGHIERA IN SICILIA- Risorse per 125 milioni di euro di fondi comunitari per la ricettivita' alberghiera in Sicilia. Il dirigente generale del dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo, Marco Salerno, ha firmato il decreto riguardante la linea d'intervento "offerta turistico-alberghiera del PO Fesr 2007-2013", in esecuzione della direttiva emanata dall'assessore al Turismo, Nino Strano, e concordata con il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo.
"Si tratta di un importante strumento per imprese siciliane, - ha detto il presidente Lombardo - a sostegno dello sviluppo in settori strategici dell'economia turistica, come quello della ricettivita' alberghiera".
La domanda di partecipazione al bando per la linea d'intervento 3.3.1.4, dovra' essere presentata dai titolari delle imprese turistiche entro 120 giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.
Il contributo massimo concedibile per ogni progetto e' pari a otto milioni di euro, anche in presenza di progetti superiori ai 16 milioni di euro, relativo al 50 per cento delle spese ammissibili.

PESCA: COSTITUITA UNITA' CRISI REGIONE SICILIANA- Per studiare e approfondire i vincoli e le prescrizioni del nuovo Regolamento mediterraneo per la Pesca, la Regione siciliana mette in campo l'Unita' di crisi.
La decisione e' stata presa nel corso dell'ultima riunione del Consiglio regionale della Pesca e il percorso e' stato ratificato con un decreto dell'assessore regionale alle Risorse agricole e alimentari della Sicilia, Titti Bufardeci. L'Unita' di crisi sara' composta dai membri del Consiglio regionale del settore.
"Abbiamo accolto la richiesta delle associazioni di categoria del mondo della pesca - spiega Bufardeci - per assicurare il massimo sostegno al settore, in questo delicato momento di transizione, con i nuovi limiti al prelievo imposti alla nostra marineria da un regolamento che, secondo noi, e' stato studiato a fondo per i mari aperti, ma e' carente dal punto di vista scientifico per le specificita' della Sicilia e dei suoi specchi d'acqua. All'Unita' di crisi siciliana - continua Bufardeci - spettera' il compito di studiare misure di compensazione sociale e interventi per il settore che si affianchino alle previsioni del governo nazionale"


La festa di San Pietro a Panarea- Si è conclusa la partecipatissima festa di S. Pietro. Ogni anno si conferma essere una delle più belle feste patronali del nostro arcipelago, un modello, un esempio, un riferimento per tutte le altre. La festa si è conclusa con il bellissimo concerto dei Liparayon (http://www.liparayon.com/) che hanno fatto scatenare tutta la piazza con tre ore di balli e puro divertimento. Tutto merito della splendida organizzazione curata da Don Lio Raffaele e dal comitato, ma anche del preziosissimo contributo della GMM service Audio e Luci di Lipari. Particolarmente ricco è stato anche lo spettacolo pirotecnico che ha chiuso i festeggiamenti. Ai numerosi villeggianti sull’isola si sono aggiunti diverse centinaia di persone provenienti dalle vicine isole che con parecchie imbarcazioni, private e non, hanno raggiunto Panarea per l’occasione.
Alcune foto della processione per le quali ringraziamo Antonio Formica





Stromboli: Tutto nella normalità- L'attività dello Stromboli, dopo l'esplosione di ieri, sembra essere rientrata in quella che è la normalità. Delle piccole frane sono state registrate lungo la Sciara del Fuoco. Questo quanto si evince dal comunicato odierno dell'INGV

Lipari: Vigili del fuoco e 118 salvano turista canadese rimasta per 24 ore in un dirupo. Noi c'eravamo. Servizio e video fotografico

Per circa 24 ore è rimasta al sole e all'addiaccio in una zona impervia di Palmeto (Lipari), razionalizzando l'acqua che aveva e delle fibre e steccandosi con quanto aveva a disposizione la gamba che si era fratturata scivolando in una scarpata. Protagonista C.L. , una 53enne turista canadese, che poi è stata soccorsa tra non poche difficoltà dai vigili del fuoco del distaccamento di Lipari (caposquadra Aurelio Coglitore, componenti Gennaro Biviano, Renato Cacciapuoti, Ivan Parafiliti e Vincenzo Vadalà) e dagli uomini del 118 (Roberto Vetrano ed Enzo Pirrone) che hanno dovuto raggiungere a piedi la zona e, successivamente, dopo aver recuperato la donna, l'hanno trasportata a piedi, sotto un sole cocente, con la barella spinale per circa due-tre chilometri in una strada sterrata. Qui, poi, è stata prelevata dall'elicottero del 118 che è riuscito ad atterrare, rischiando non poco, in uno spazio alquanto ristretto di località “Torricelle”. Il medico di bordo Salvatore Leonardi, che si è avvalso della collaborazione dell'infermiere Gaetano Foti, dopo averla visitata gli ha riscontrato la frattura scomposta della tibia. Il soccorso alla donna, infortunatasi intorno alle dieci di mercoledì, è scattato grazie alla segnalazione di alcuni turisti che, circa 24 ore, dopo si sono trovati a transitare nella zona e sono stati richiamati dalle grida di aiuto. La turista canadese, infatti, nonostante fosse dotata di telefonino non è riuscita a mettersi in contatto con nessuno poiché nella zona in cui si trovava non vi era assolutamente campo. L'intervento di vigili del fuoco di Lipari e del 118 si è concluso intorno alle 15,00 quando la sfortunata turista è stata ricoverata al reparto ortepedia dell'ospedale Papardo.
IL VIDEO-FOTOGRAFICO:

Circuito del Mito. Otto eventi nel comune di Lipari

Comunicato Stampa
Una serie di eventi, spettacoli, concerti e mostre legati tra loro dal binomio turismo – cultura, questo in sintesi quanto si prefigge la manifestazione denominata “Il Circuito del Mito” presentata a Palermo attraverso una partecipatissima conferenza stampa, presso la sala “Alessi” di Palazzo D’Orleans.
L’assessore Regionale al Turismo e Spettacolo, Nino Strano, promotore dell’iniziativa, ha presentato il programma agli Amministratori, agli operatori turistici, ai rappresentanti degli albergatori sottolineando come “….. la Sicilia, che pur in un periodo di crisi globale, resta pur sempre una delle mete preferite del turismo internazionale grazie a un’offerta più che variegata e che può abbracciare i gusti di tutti i “turisti – visitatori”, è pronta ad una nuova sfida: la Sicilia capitale della cultura in tutta l’area del Mediterraneo”.
Grande soddisfazione viene al riguardo espressa dall’Amministrazione Comunale di Lipari, la quale attraverso una azione continua, precisa e puntuale è riuscita ad essere inserita tra le principali location per le varie manifestazioni.
Saranno infatti ben otto le serate che vedranno Lipari, e/o le altre isole appartenenti al nostro Comune, interessata da vari eventi che di seguito elenchiamo.
Lunedì 19 Luglio spettacolo musicale a cura dei “Made in Sicily”;
Domenica 25 Luglio spettacolo musicale a cura della “Vintage Orchestra”;
Martedì 10 Agosto spettacolo musicale a cura de “Gli Anni Zero”;
Venerdì 13 Agosto spettacolo teatrale “Anfitrione di Kleist”;
Venerdì 20 Agosto spettacolo teatrale “Magicomio”;
Giovedì 26 Agosto spettacolo musicale “Piazzolla ….. e Tango”;
Domenica 29 Agosto spettacolo musicale “Histoire du Soldat”
Venerdì 03 Settembre spettacolo teatrale “Il Custode”.
Una selezione di eventi, come è facilmente intuibile, che ne ha per tutti i gusti e che andrà ad inserirsi in una serie di tante altre iniziative che l’Amministrazione Comunale di Lipari, grazie anche alla preziosa collaborazione delle Associazioni locali, ha messo sù e che si spera possa ancora avere delle altre importanti performance, con l’obiettivo di rendere sempre più ricco ed interessante il cartellone degli spettacoli per “l’Estate Eoliana 2010” .
Gli Assessori
Corrado Giannò (Spettacolo), Ivan Ferlazzo (Cultura), Giuseppe Finocchiaro (Affari Generali) , Anna Spinella (Turismo)

Comune di Lipari: "Quei fascicoli...lasciati un po così" (di Aldo Natoli)

(di Aldo Natoli) L’archivio del Comune, a parte la conservazione imposta dalle varie normative, rappresenta la memoria storica di ogni Paese. Custodirlo e mantenerlo integro pertanto non solo significa rispettare la Legge, ma anche, e direi soprattutto ottemperare ad un dovere morale nei confronti della cittadinanza. Ma in un momento di decadenza di ogni valore, e di totale abbandono, come quello che attraversa in questi anni il Palazzo comunale, non bisogna stupirsi più di niente.
Partecipando all’animazione per l’istituzione del Distretto Turistico delle Isole ed Arcipelaghi della Sicilia nella sala cinematografica del Palazzo comunale di Via Falcone e Borsellino, ho avuto modo di scorgere, e fotografare, come, e dove, vengono tenuti i fascicoli comunali.
Dinanzi a tale degrado, soprattutto morale e culturale, diventa inutile e superfluo ogni commento. A questo punto sono curioso di sapere in che condizioni sono le pratiche di Urbanistica e LL.PP. depositati con gli armadi nella ex sala Consiglio di Piazza Mazzini. Mi risulta che sono in tanti ad entrare ed uscire dal Palazzo per consultare le pratiche. Ma queste sono tenute in ordine? Sono rubricate? Viene documentato l’accesso, la visione e l’eventuale prelievo? Chi detiene le chiavi della sala ed autorizza i vari accessi?
Spero che dinanzi alla documentazione fotografica qualche “scimmia cinese” si sciolga e la smetta di “non vedere, non parlare, e non sentire”.

Il punto sull'ultima edizione del "Città di Lipari" e sugli "equivoci" con la Federalberghi. Parla il maestro Bisazza

Vi proponiamo una intervista con il maestro Gaetano Bisazza, presidente dello Sporting judo Lipari. Bisazza, nel ringraziare tutti gli sponsor, compresi quelli istituzionali (Provincia di Messina e Comune di Lipari) fa il punto sull'ultima edizione del Torneo "Città di Lipari" e sugli "equivoci" sorti con la Federalberghi delle Eolie:



Le varie fasi della "diatriba" con Federalberghi. Botta e risposta
Martedì 29 Giugno: Judo. Il grazie dello Sporting club Lipari, il bilancio, le riflessioni, l'amarezza, i dubbi... e la "stoccata" alla Federalberghi
Riceviamo e pubblichiamo:

Desidero informare, con non poco rammarico, sulla conclusione del 18° Torneo Città di Lipari e dello Stage di judo.Sette giorni di sfide sportive e di sfide sulla logistica organizzativa. Ben 400 persone hanno vissuto da 7 a 9 giorni a Lipari; Vuol dire una media di 3200 posti letto, colazioni, pranzi, cene, gite nelle isole e souvenir vari. Un trionfo per lo sport e mi permetto di dire per il turismo eoliano in un periodo con pochissimo turismo dovuto anche al periodo di esami scolastici. La presenza tra l’altro di atleti provenienti dalla Polonia, Romania, Malta, San Marino associata a campioni, arbitri, consiglieri e preparatori nazionali hanno dato ancora un significato importante alla nostra associazione ( e con “nostra” ciriferiamo alla comunità eoliana) che porta i ragazzi eoliani in giro per l’Italia. Le Eolie non hanno certamente bisogno del nostro apporto pubblicitario, però …ogni acqua toglie sete. Ci siamo rivolti nel 2009 alla Federalberghi locale che ci aveva promesso un contributo e noi( fidandoci) abbiamo pubblicizzato il loro patrocinio. Ed invece il silenzio assoluto e neanche una risposta ai nostri solleciti verbali e scritti, siamo ancora in attesa di risposta dallo scorso anno. E’ proprio vero che Lipari è il paese dei forestieri! Per altre manifestazioni sportive recenti svoltesi a Lipari ( organizzate da gente che con le Eolie non ha niente da spartire, sbarcati a Lipari solo in tali occasioni ) i contributi ci sono stati. Con questo però ci preme ringraziare gli albergatori, i ristoratori, i bar, i noleggi scooter, e noleggibarche, la Ustica Lines e la N.G.I. perché ci hanno permesso di ospitare ed accogliere i gruppi sportivi con delle buone agevolazioni, e tutto questo girando “ porta a porta “ direttamente per chiedere collaborazione, e ringraziamo anche il Comune di Lipari per l’uso gratuito dell’impianto sportivo “ N. Biviano “ , la Provincia Regionale di Messina e l’Assessorato Regionale al Turismo, Sport e Spettacoli per il loro piccolo contributo. Naturalmente ribadisco che la Federalberghi delle Isole Eolie, completamente assente, non ha avuto un comportamento consono alla funzione per cui ritengo dovrebbe avere motivo di esistere e menefreghista verso i suoi associati albergatori e la collettività eoliana! In questo momento la nostra associazione fa un serio appello al mondo del lavoro e al mondo politico eoliano, in virtù dei numeri sopra riportati e soprattutto a garanzia di una attività sportiva che tanto necessita ai giovani d’oggi. Se dobbiamo, vogliamo continuare a questi livelli, senza nessun aiuto esterno, non saremo in grado di garantire più l’organizzazione della manifestazione qui a Lipari, dove magari a giugno c’è chi lavora nel lusso, ma c’è tanta gente che ha bisogno anche di queste boccate d’ossigeno . Non sarò io a spiegare che il marketing del turismo si fa anche con le associazioni sportive del nostro livello che operano alla luce del sole. La nostra associazione è libera, non porta voti a nessuno ed è aperta a tutti. Noi non facciamo di questa lamentela una ulteriore bandiera giornaliera, ma una bandiera del fare finché possiamo, prima di alzare per ovvii motivi bandiera bianca che andrebbe a confondersi con tante già impolverate. Un grazie a tutti per il passato ed un benvenuto a chi vorrà collaborare. ASD SPORTING CLUB JUDO LIPARI Il Presidente: Gaetano Bisazza

Martedì 29 Giugno: Del Bono (Federalberghi): "Comunicato dell'Asd Sporting judo Lipari, delirante e tendenzioso"
Riceviamo e pubblichiamo: Mi trovo costretto a replicare ad un comunicato tanto inatteso quanto delirante e tendenzioso apparso sui notiziari online, a firma di Gaetano Bisazza, Presidente dell´Asd Sporting club judo di Lipari, che arriva a definire la Federalberghi - rea di non avergli concesso un contributo - addirittura: "menefreghista verso i suoi associati albergatori e la collettività eoliana". È bene, preliminarmente, precisare che mai nessun contributo in denaro è stato promesso al Sig. Bisazza né mai alcuna autorizzazione gli è stata rilasciata per l´utilizzo del logo di Federalberghi Isole Eolie.Valutata la richiesta del Sig. Bisazza, gli è stato comunicato che la nostra Associazione aveva ed ha difficoltà a concedere contributi in denaro sia perché questa si sostiene attraverso le quote versate dagli associati sia perché concedere un contributo a lui avrebbe significato doverlo concedere anche ad altre manifestazioni che regolarmente si tengono su tutte le isole dell´arcipelago. Gli è, invece, stato spiegato che Federalberghi, laddove possibile, contribuisce agli eventi offrendo un numero di camere gratuite per gli ospiti e gli organizzatori delle manifestazioni. Tale metodo, rivelatosi come vedremo in seguito vincente, oltre ad evitare la possibilità di fare figli e figliastri, elimina anche il solo dubbio che gli organi direttivi possano utilizzare l´associazione per fare politica spicciola a fini meramente personali. Le richieste di sponsorhip in cambio merce vengono, infatti, girate regolarmente agli associati che poi decidono cosa offrire in base alla propria disponibilità. Attraverso questo metodo, Federalberghi, diversamente da quanto sostiene il Sig. Bisazza, contribuisce regolarmente a sponsorizzare la maggior parte degli eventi organizzati sul territorio: da Eolie in Classico a Eolie in Video, dai vari eventi organizzati dai Comuni e dalla Provincia a quelli organizzati dal Centro Studi Eoliano, dal Museo di Lipari, dal Rotary ecc. Senza contare quelli organizzati da noi direttamente e gli educational e i workshop con giornalisti e tour operator stranieri. A questi va aggiunta la partecipazione alle fiere turistiche e ogni altra forma di promozione che Federalberghi pone in essere a proprie spese nell´interesse degli associati e dell´intero arcipelago. Infine, lo stesso Sig. Bisazza, riconosce che anche gli albergatori hanno offerto, come ogni anno, un congruo numero di camere a prezzi scontatissimi proprio per dare il proprio personale contributo alla riuscita dell´evento sportivo. Per quanto sopra esposto, qualora il Sig. Bisazza per il futuro vorrà avere accesso alle modalità di sponsorship che Federalberghi mette a disposizione di tutti gli organizzatori di eventi (in grado di promuovere positivamente il nostro territorio), saremo ben lieti di valutare le sue richieste. Diversamente, non saranno certo comunicati denigratori e deliranti a intimarci cosa fare e a costringerci a modificare la nostra attuale politica associativa. Christian Del Bono (Presidente Federalberghi Isole Minori della Sicilia- Presidente Federalberghi Isole Eolie)

Martedì 29 Giugno: Manifestazione di judo "Città di Lipari". Bisazza a Federalberghi: "Forse non sono stato chiaro..."
Riceviamo e pubblichiamo: Voglio solo ribadire e chiarire alcuni punti i in merito alla mia lettera relativa alla Manifestazione di Judo, evidentemente non sono stato chiaro. Attendiamo ancora qualsivoglia risposta dalla Federalberghi delle Isole Eolie già dal 2009 ripero 2009, nessuna risposta ....... Non ci hanno fatto quindi alcuna proposta di collaborazione, non avremmo voluto un contributo in denaro ma delle gratuita afferte dalla Federalbeghi per accogliere qualche gruppo sportivo che soggiornava a Lipari a carico dell'associazione. Gli albergatori che quest'anno ci hanno offerto delle riduzioni sui prezzi, lo hanno fatto solo perchè capiscono le nostre esigenze e sono coscienti del periodo di magra di giugno non perchè sollecitati dalla Federalberghi delle Isole Eolie e/o soci della stessa. Io non so quali siano gli albergatori soci di detta federazione ma alcune strutture alberghiere e cito dei nomi solo perchè così ci hanno risposto via mail (Carasco, Mendolita, Pinnata Tritone) ... si sono dichiarati non disponibili alla convenzione con la nostra associazione sportiva...... Da parte nostra non c'è altro da dire e non vogliamo comunque polemizzare....non serve, sono i fatti che parlano ; le belle parole .......discorsi, chiacchiere.... cortesemente, fatene a meno, grazie. Gaetano Bisazza

Mercoledì 30 Giugno: Federalberghi e Sporting judo Lipari: Repliche e controrepliche
Riceviamo da Cristian Del Bono di Federalberghi e pubblichiamo: Il Sig. Bisazza si replica da solo e continua a non comprendere che la nostra associazione non risponde dell´operato commerciale dei singoli associati. La richiesta della Sporting Club Lipari, formulata nel 2009, diversamente da quanto asserisce il Sig. Bisazza, era tesa ad ottenere un contributo in denaro tanto che ci era stato proposto di saldare la fattura delle coppe degli atleti. Ripeto, non abbiamo alcuna difficoltà a formulare delle proposte di sponsorizzazione ai nostri associati dal momento in cui queste vengono gestite in maniera organica. Non possiamo certo chiedere un numero di gratuità in alcune strutture associate per poi assistere alla prenotazione di camere paganti presso altre strutture ad opera della medesima organizzazione. Per cui, ribadiamo la nostra disponibilità a valutare proposte di sponsorizzazione che possano avere un senso per l´associazione e per gli associati, senza per questo sentirci obbligati di dover sponsorizzare qualsiasi tipo di manifestazione. Mi insospettisce, invece, non poco il motivo alla base di tanto astio non giustificato da parte del Sig. Bisazza nei confronti di Federalberghi. Chissà cosa si cela dietro questa messa in scena. Può davvero essere considerato così grave il non aver ceduto alle pressioni della Sporting Club Lipari per la concessione di un contributo (volontario) secondo modalità non previste dall´attuale politica associativa? Christian Del Bono( Presidente Federalberghi Isole Minori della Sicilia Presidente Federalberghi Isole Eolie)

"Parchi si ma non così". L'intervento del dottor Pino La Greca

(Pino La Greca) In questi giorni ho letto tantissime note intorno alle vicende della possibile istituzione del Parco Nazionale delle isole Eolie, e in più occasioni ha letto della petizione di 4055 firme contro l’istituzione di questo strumento.
Naturalmente l’alto numero di firme raccolte invita tutti, cittadini, consiglieri comunali, amministrazioni, ad una attenta riflessione, innanzi tutto per rispetto delle persone che, consapevolmente e liberamente, hanno firmato questa petizione.
Una petizione (dal verbo latino peto, "chiedo per ottenere") è una richiesta ad un'autorità - generalmente governativa - o ad un ente pubblico. Naturalmente non tutte le petizioni sono uguali, possono essere :
- indirizzate positivamente, cioè per ottenere una legge che il legislatore non ha previsto (ad esempio una legge a favore delle Isole Minori o per i trasporti marittimi interisole);
- per sensibilizzare l’attenzione dell’organismo pubblico su di un determinato problema (per esempio vogliamo più strutture sportive nelle nostre isole);
- abrogative, come nel caso della petizione contro l’istituzione del Parco, indirizzata al consiglio comunale, ( ma probabilmente da indirizzare ai vertici politico istituzionali regionali e nazionali in quanto l’istituzione del Parco delle Isole Eolie è una legge dello Stato, in questo caso la suddetta petizione avrebbe più un valore “politico” e nessun valore legale, in quanto i parametri per l’abrogazione di una legge sono ben al di sopra dell’intera popolazione eoliana.)
Nella mia esperienza di cittadino ed ex amministratore del Comune di Lipari mi sono trovato coinvolto, per motivi diversi, in alcune petizioni.
La prima che ricordo (e che giudicai profondamente sbagliata), era una petizione rivolta ad ottenere l’annullamento del progetto per la realizzazione della pista eliportuale per l’emergenza sanitaria nell’attuale sito per collocarla a Quattropani. I promotori erano, naturalmente, i proprietari dei fondi e gli abitanti dell’area limitrofa, e raccolsero oltre duemila (2000) firme contro tale progetto. Io, nella qualità di assessore, mi pronunciai contro tale petizione, insistendo con il Prefetto del tempo, il compianto Dott. Renato Profili, per mantenere l’originaria ubicazione. Sicuramente questa mia posizione non mi ha portato consensi elettorali nel Paese, ma ogni volta che l’elicottero arriva a Lipari e salva una vita umana, scusatemi, io vivo una mia piccola vittoria personale. Era una petizione sbagliata, non indicava nessun luogo alternativo serio, spostava il tutto a Quattropani, dove probabilmente un’altra petizione era pronta per chiedere di non realizzarla, provocando la perdita dell’opera, la perdita dei finanziamenti e alla lunga la perdita di vite umane.
La seconda petizione riguardava il progetto dei Porti così come proposti nel corso del 2007 da “Condotte d’Acqua” al Comune di Lipari. Si trattava, in questo caso, di una petizione contro un’idea progettuale ben definita accompagnata da elaborati grafici, stampati, relazioni; tuttavia, non si trattava di una petizione contro “i porti”, ma di una petizione che recitava “Porti sì, ma non così”. Anche quella petizione ha raccolto diverse migliaia di firme ma l’amministrazione Bruno e la maggioranza di consiglio comunale non hanno ritenuto di dover accogliere quella proposta di rigetto. Molto probabilmente, quando saranno presentati i progetti esecutivi per l’approvazione (se mai ci sarà da parte del consiglio) noi, i promotori di allora, proporremo un referendum, così come previsto dallo Statuto del Comune di Lipari, per cercare, democraticamente e secondo le regole, di ribaltare una decisione politica che non condividiamo. In questo secondo caso, come si può facilmente evincere, non si è tratta di una guerra contro un principio “Porti” o “Parco” ma di un diverso modo di vedere e pensare allo sviluppo del nostro arcipelago.
I consiglieri comunali, tutti e venti, rappresentano l’intera cittadinanza eoliana, sia quelli che hanno firmato la petizione, sia quelli (come me) che non l’hanno firmata, e proprio per il loro ruolo di rappresentanti di tutta la comunità devono avere gli strumenti, le informazioni, e tutto ciò che occorre per poter decidere e deliberare su come vogliamo lo sviluppo delle Isole Eolie. Nessuno può e deve credere di poter “condizionare” e/o “creare” timore nei consiglieri comunali che la pensano diversamente, nessuno si deve sentire minacciato nello svolgimento del proprio ruolo, sia d’accordo o no con la petizione, senza doversi preoccupare di altro se non di rispondere, in sede di consultazione elettorale del proprio operato ai cittadini, che potranno, liberamente e democraticamente, decidere di votarlo o non votarlo. Nessuno ha minacciato i consiglieri della maggioranza quando si sono allontanati dalla “Laurana” mentre i consiglieri di minoranza restavano a bordo nella certezza di difendere dei diritti fondamentali degli eoliani; il giudizio è stato espresso “dopo” non “prima” e, ribadisco, nessuno ha minacciato nessuno.
Le leggi, le regole, sono fondamentali per la tenuta di qualsiasi democrazia.
Noi eoliani, e forse qualcuno lo dimentica facilmente, siamo stati fra i popoli che per primi, già 2500 anni fa, si sono dati una Costituzione democratica, nella quale tutti erano uguali, con medesimi diritti e doveri, mentre in altre città greche regnavano i tiranni e le oligarchie
Ancora una volta mi auguro che daremo l’esempio in un Paese, in una nazione, che giorno per giorno, vede indebolita la propria Costituzione, le proprie regole di civile convivenza, nella quale un ministro, con delega al “nulla”, pensa bene di evitare di andare in Tribunale per rispondere di un possibile reato, trovando scuse banali. Una nazionale nella quale al posto delle leggi e delle regole democraticamente stabilite, il Presidente del Consiglio, si richiama ai sondaggi, domani forse si richiamerà agli indovini per finire con gli stregoni per dire “la gente è con me, posso fare tutto quello che mi pare”, stravolgendo la Costituzione e le regole democratiche che questo Paese si è dato dopo oltre un ventennio di dittatura ed una guerra abominevole nella quale il fascismo ci ha condotti.
Discutiamo, confrontiamo, parliamo, senza preconcetti, senza l’assillo di qualche improbabile compagna elettorale a venire, semplicemente pensando al meglio che possiamo ottenere per il nostro arcipelago, per le nostre isole, per la nostra comunità, pensando che forse una possibile risposta è “Parchi si, ma non cosi”.
Lipari 30 giugno 2010
Giuseppe La Greca

Come erano le Eolie ..e gli eoliani (52° puntata) (R)

Continua il "viaggio fotografico" attraverso la rubrica "Come erano le Eolie...e gli eoliani".
Per molti sarà un viaggio nel passato, per altri sarà uno scoprire un parte delle "radici", una parte di queste isole e di coloro che le hanno popolato ed amate, per molti rivedere volti conosciuti, per altri ancora rivedersi.. come non si è più.
Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa http://ssarpi@libero.
In caso di problemi di scannerizzazione si possono affidare a noi le foto contattandoci al 339.57.98.235.
Le foto cartacee saranno restituite
Nelle foto:
1) Da sinistra: Nino Scaramozzino, Giacomo Centorrino, Franco Scoglio e la piccola Maria La Greca
2 e 3) Tifosi durante una partita della Polisportiva Canneto
4) Una formazione della Polisportiva Canneto
5) Le ex spiagge bianche


NB. CLICCANDO SULLE FOTO, ATTRAVERSO I PASSAGGI DI SLIDE, SI PUO' OTTENERLE INGRANDITE

Lipari: Discarica di rifiuti speciali a pochi metri dalla scuola. Anche questo nostro video finisce su SkyTg24

A Lipari, a pochissimi metri dalla scuola media e dal liceo scientifico e a ridosso del centro storico- come segnalano diversi cittadini- si trova una vera e propria discarica di rifiuti speciali: auto, gomme, motocicli, materiale edile da risulta, olii esausti, materassi ecc. L'area è di proprietà comunale. In passato tale vergognosa situazione era stata evidenziata dal consigliere comunale Giacomo Biviano.
Il video che abbiamo pubblicato ieri e che vi riproponiamo finirà, così come quello dello spreco d'acqua a Bagnamare, su SkyTg 24. Abbiamo, infatti, ricevuto stamattina questa richiesta (ovviamente autorizzando l'uso):
Sono Martina Chichi, la contatto da SkyTg24 dopo aver visto il video che ha girato sulla discarica nei pressi del complesso scolastico a Lipari. Vorremmo trasmetterne un estratto all'interno del nostro tg. Attendiamo sua autorizzazione.

IL VIDEO:

Stromboli. Sono stati almeno tre gli eventi esplosivi sul vulcano. Il più forte alle 18 e 35 . Un incendio sta ancora impegnando un Canadair

Sembra essere ritornata nella norma l'attività dello Stromboli dopo quanto accaduto ieri nel tardo pomeriggio.
Questo quanto si evince dal bollettino emesso dall'INGV.
Sempre dal bollettino si evince che " Gli eventi esplosivi sarebbero stati almeno tre a partire dalle 18 e 33. L’evento più forte è avvenuto alle 18.35 .
La sua componente VLP ha un’ampiezza circa 12 volte superiore alla media giornaliera mentre la sua componente explosion-quake associata è di ampiezza molto alta. L’evento principale è stato preceduto di circa un minuto da un altro evento esplosivo di minore entità (circa la metà). L’evento esplosivo maggiore è stato seguito da un forte incremento dell’ampiezza del tremore vulcanico della durata di circa 3 minuti".
Il lancio di scorie ha dato origine, quasi subito, ad incendi di lieve portata tra la vegetazione. Questi piccoli roghi evidentemente non "bloccati" come si sarebbe dovuto si sono trasformati nella tarda serata di ieri in un grosso incendio che ha interessato la montagna sin quasi all'Osservatorio.
Da Lipari sono giunti i vigili del fuoco e la forestale che hanno lavorato per tutta la notte sul fronte del fuoco. Supportati in mattinata da un canadair che, tutt'ora, sta effettuando operazione di bonifica

L'artista tedesca Fehr espone a Stromboli. I quadri traggono ispirazione dall'isola

L’artista tedesca Andrea Fehr di Duisburg espone le sue opere presso la “Sirenetta Parkhotel” di Stromboli.
Dal 16 luglio 2010 in poi si potranno ammirare i suoi dipinti in acrilico e olio che traggono ispirazione dall’isola di Stromboli. L’artista vuole rappresentare nelle sue opere la particolare atmosfera dell’isola vulcanica. Rivivono, dunque, le facciate antiche e cadenti delle vecchie case eoliane, che come in un vecchio film, attraverso la forza evocativa dell’arte figurativa, lasciano assistere a scene di vita arcaica. Così le immagini che provengono dal passato entrano nell’animo dell’osservatore, prendono forma, si concretizzano e si sovrappongono alla moderna vita quotidiana. Questo significativo processo interiorizzazione culmina con l’apertura di nuove vie volte a cogliere odierna quotidianità, fatta di provocazioni, di emozioni febbrili e tecnicamente evoluto.
I paesaggi marini, per i quali l’artista nutre una particolare predilezione e che la avvicinano all’Italia e, in particolar modo alla Sicilia e alle isole Eolie, rievocano il ricordo della natura incontaminata, basata sull’equilibrio ambientale.
L’artista tedesca, grazie al Progetto Erasmus ha studiato storia e letteratura italiana presso l’Università di Catania. Il soggiorno in Sicilia le ha consentito di visitare numerose località siciliane, dalle zone più interne alle isole minori, spingendosi fino alle Eolie. Tra tutte le isole dell’arcipelago, Stromboli ha affascinato particolarmente la pittrice con la sua natura ancora incontaminata che conferisce ai luoghi ancora fascino primitivo e arcaico.
Proprio la forza e la potenza che l’isola rappresenta, unita alla sua selvaggia natura, infatti, offrono all’artista spunti di ricordo e di evocazione fondamentali nella determinazione esistenziale della pittrice e aprono un cammino di nuova energia che conduce ad ampi orizzonti, necessari per far fronte ai bisogni reali.
L´attrice nasce nel 1962 a Duisburg, dal 2008 frequenta l’Atelier presso il Kunstverein Duisburg e.V. Nel 20098 riceve il Premio speciale di arte grafica per il V anniversario della morte di Alfred Röder. Ha frequentato inoltre corsi di: disegno e nudo con Detlef Becherer; arte grafica con Bernd Jußenhofen; arte grafica e pittura presso l’Accademia delle belle arti di Treviri.

"Il sindaco Lo Schiavo ha fatto fuori l'assessore Santisi". Ci scrive il consigliere Giuffrè

Riceviamo dal consigliere di Santa Marina Salina Domenico Bartolo Giuffrè e pubblichiamo:
Con la presente, ritengo doveroso comunicarvi l’ultima “novità” del nostro onnipotente sindaco Massimo Lo Schiavo.
Con determina n°22 del 29/06/2010, ha revocato l’incarico di Assessore al Dr. Maurizio Santisi.
Tra le motivazioni si legge: Considerato che … il programma elettorale della coalizione Nuova Salina… non è stato, ad oggi, pienamente realizzato secondo quanto stabilito, invece dai sottoscrittori di quello stesso programma elettorale. Ritenuto che ciò sia da imputare principalmente all’attività degli Assessori Comunali … con danno per l’attività e l’immagine dell’Amministrazione Comunale... è ritenuto necessario procedere alla revoca di uno degli assessori.
Considerazione: fortuna che tutti i meriti sono solo del sindaco !
Certo, a chi conosce i fatti di Santa Marina Salina, viene da riflettere sulla “vera motivazione”, forse quella della grande amicizia del Dr. Santisi con il sottoscritto che da quando il sindaco non ha più la maggioranza in Consiglio Comunale, anzi si trova in netta minoranza, non è più sopportata. Ma questa è solo una delle ipotesi.
Ringrazio pubblicamente il Dr. Santisi per quello che ha fatto fin’ora. Adesso anche l’ultima persona valida dell’attuale Amministrazione è stata fatta fuori.
Grazie sindaco.
Domenico B. Giuffrè

I costi e l'attività della Lipari porto. I quesiti di Luca Chiofalo

(Luca Chiofalo) Qualche tempo fa, azzardai la volontà di creare un comitato civico di controllo sugli atti dell'amministrazione comunale.
Considerata la difficoltà di molti Eoliani ad "esporsi" per difendersi da abusi, soprusi e sprechi, rimarrà, forse, solo un desiderio irrealizzato, ma qualche domandina sull'amministrazione della cosa pubblica spero mi sia permessa comunque.
Quelle di oggi riguardano i costi e le attività della società mista LIPARI PORTO Spa, la cui costituzione risale all' ottobre 2007 e sulla quale sembra essere calato un silenzio preoccupante. Tutto fermo o attività "silenziosa"?
Per quello che trapela, il progetto del megaporto, fortemente avversato da molti Eoliani e ragion d'essere della costituzione della società, è impantanato in problemi che mi dicono di non facile soluzione, almeno in tempi brevi. Senza attività, i costi della società, come per esempio gli emolumenti del consiglio di amministrazione, da chi e in che modo sono coperti?
Spero di sbagliarmi nel sostenere che il nostro comune, socio di minoranza col 30% (il rimanente 70% appartiene a Condotte d'Acqua spa), debba onorare da contratto, in misura proporzionale alla quota detenuta, eventuali esposizioni debitorie del "sodalizio", a prescindere dall'effettiva realizzazione del suddetto progetto. E spero di "prendere un abbaglio" anche nell'affermare che esistano già consistenti perdite di esercizio e consulenze da saldare, che graveranno, in parte, sulle casse del nostro disastrato comune.
Se poi non mi sbagliassi e, per di più, il porto (malauguratamente?) non si potesse realizzare, aggiungendo al danno la beffa, con chi dovremmo prendercela per cotanto spreco?
Attendo rassicurazioni...
CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

mercoledì 30 giugno 2010

Forte boato dello Stromboli. La sommità vulcanica ricoperta di una densa nube nera

Una fortissima esplosione alle 18 e 34 ha scosso lo Stromboli e l'intero centro abitato, Ginostra compresa. Una densa nube nera di cenere sta coprendo da allora la sommità vulcanica. Sul vulcano vi erano una ottantina circa di escursionisti , con tanto di guide, ma da quanto trapela non hanno riportato danno alcuno. Solo grande paura.
In questo momento con le guide vulcanologiche, e sotto il coordinamento del presidente della circoscrizione Carlo Lanza e dei carabinieri, stanno tornando verso il paese.
La nuvola di cenere si è alzata per circa 4oo metri dalla sommità vulcanica e vi sarebbe stata una ricaduta di massi e lapilli in prossimità della bocca. Non è dato a sapere se vi è fuoriuscita di lava.
Nelle foto.
A sinistra: Nuvola di cenere sopra il cratere
A destra: Lo Stromboli visto alle 19 e 15 (ora locale) attraverso la telecamera dell'INGV posta a quota 400

Brevi

Polizia municipale di Lipari: Blasco ha sciolto la riserva. Sarà il comandante - Stefano Blasco sarà il nuovo comandante della polizia municipale.
Blasco, dopo essersi classificato al primo posto nel concorso per "Dirigente -Capo Settore -Comandante del Corpo di Polizia Municipale", aveva avanzato qualche perplessità ad accettare l'incarico e a lasciare il comando di Cefalù. Adesso ha sciolto la riserva e tornerà a Lipari dove ha già espletato servizio. Si dovrebbe insediare a conclusione della stagione estiva.


AREE RURALI: 164 MILIONI PER PIANI DI SVILUPPO LOCALI. ESCLUSO IL PROGETTO DI "ISOLE DI SICILIA"- Oltre 164 milioni di euro per realizzare i piani di sviluppo a favore dei territori rurali con ritardi di crescita socio economica. Le risorse sono state sbloccate grazie al decreto con cui è stata approvata la graduatoria dei GAL, i gruppi di azione locale, organismi misti pubblico - privato che avranno il compito di realizzare i piani di sviluppo per i territori con deficit di crescita. Il decreto comprende l'elenco dei Gal ammissibili a finanziamento. I Gal "promossi" sono quindici.
Esclusi soltanto due progetti: il Gal Nebrodi Plus (per la "scissione del partenariato) e Isole di Sicilia (poiche' l'importo del finanziamento richiesto e' maggiore del massimo consentito e la successiva memoria di riesame e' pervenuta oltre i termini previsti dalle disposizioni attuative).


La "Cini" torna a Lipari - E' tornata a Lipari, come accade ormai da qualche anno, la nave scuola "Giorgio Cini" della Guardia di Finanza. A bordo, oltre ai finanzieri, ragazzi e ragazzi impegnati nel "Progetto Giovani - E.state con la Guardia di Finanza"

Servizio di assistenza di base per alunni disabili e "Il mondo salvato dai ragazzini" - Due comunicati dell'ufficio Servizi sociali del comune di Lipari- E’ stata riavviata la procedura per l’affidamento del servizio di assistenza di base in favore degli alunni disabili. L’iniziativa prevede interventi di assistenza igienico-sanitaria in ambito scolastico in favore di alunni scolarizzati e sarà attivata a partire dal prossimo settembre per due anni scolastici.
L’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica ha accolto la rimodulazione del progetto “Il mondo salvato dai ragazzini”, che prevede interventi di sostegno domiciliare in favore dei bambini svantaggiati, segnalati dai servizi territoriali di base.
Le attività , finanziate dall’ Assessorato Regionale con una consistente partecipazione economica dell’Ente, prenderanno avvio entro il prossimo mese di settembre.


Tirrenia, sul piatto meno di 10 milioni - E’ di Mediterranea Holding di Navigazione spa l’unica offerta vincolante arrivata ieri all’advisor Unicredit per la gara di privatizzazione di Tirrenia. E Raffaele Lombardo, presidente della Regione Sicilia – che detiene il 37 per cento delle quote della newco – conferma l’intenzione di spostare la sede centrale da Napoli e Palermo.
Del piano industriale costruito da Ernst&Young, non si conosce ancora però l’importo offerto per una flotta che vale circa 700 milioni, ma ne ha altrettanti di debiti. E’ certo che l’unica cordata rimasta in piazza ha messo sul piatto una cifra al di sotto dei 10 milioni di euro e il saldo del debito pregresso.
Ora tocca a Fintecna, la finanziaria controllata dal ministero del Tesoro che detiene la proprietà della Tirrenia, accettare o meno la proposta. Sindacati perplessi sugli esuberi, che saranno 211 (196 in Tirrenia e 15 in Siremar).
La cordata è composta da Regione Sicilia (37%), dall'armatore greco Alexandros Tomasos (30,5%), dal Gruppo Lauro (18,5%), Isolemar (8%), Nicola Coccia (3%) e le famiglie Busi-Ferruzzi (3%).


Revoca domiciliari - Con proprio provvedimento il Giudice di Lipari dr. Roberto Gurini ha dichiarato inefficace la misura cautelare degli arresti domiciliari, imposta a carico del sig. Galletta Domenico, residente in Salina e di conseguenza il prevenuto è tornato in libertà.
Il sig. Galletta era stato tratto in arresto in data 31.05.2010, in Santa Marina Salina, per resistenza a pubblico ufficiale e per guida in stato di ebbrezza , venendo condannato pertanto alla pena di mesi sei per il primo capo di accusa ed assolto per il secondo .
In ogni caso avverso la sentenza i difensori Francesco Rizzo e Giuseppe Cincotta, hanno proposto appello.

Il mare delle Eolie cela tanti tesori. Il video di uno dei due relitti rinvenuti nel mare di Panarea e le interviste a Tusa ed Armao

L'eccezionale ritrovamento, di cui oggi sono stati resi noti i dettagli, è avvenuto nel 2009 nell'ambito della prima campagna di archeologia subacquea denominata "Archeorete Eolie", condotta dalla Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana con la collaborazione della fondazione americana Aurora Trust.
La Soprintendenza del Mare ha intrapreso nel 2009 un progetto di ricerche in alto fondale in collaborazione con la Fondazione statunitense Aurora Trust denominato “Archeorete Eolie” che ha già avuto come obiettivo la ricognizione di un tratto di mare di circa 150 kmq a Sud dell’isola di Panarea. In seguito a quella ricerca effettuata con “side scan sonar” si indiziò strumentalmente, già nella campagna effettuata a luglio 2009, la presenza di due relitti ad oltre cento metri di profondità.
In occasione della registrazione di una puntata per il programma televisivo “Pianeta Mare” effettuata in collaborazione con l’ISPRA del Ministero dell’Ambiente che ha messo a disposizione la nave oceanografica Astrea , si è tornati sui luoghi della ricognizione i giorni 24 e 25 del mese di giugno 2010.
La nave Astrea è dotata di sofisticate attrezzature per la ricognizione subacquea, nonché di personale qualificato; tra le attrezzature di cui la suddetta nave è dotata vi è un ROV estremamente maneggevole e versatile per la ricerca in alto fondale. Il ROV (Remotely Operated Vehicle) è uno strumento dotato di telecamere, fari illuminatori e propulsori ad elica capace di inviare in diretta immagini estremamente nitide del fondale. E’ inoltre dotato di manipolatori idraulici per la raccolta di campioni e reperti dal fondo.
Grazie a questo ROV si è tornati sul luogo ove l’anno prima era stata indiziata la presenza di uno dei due relitti individuati in seguito alle ricerche condotte in collaborazione con la Fondazione Aurora Trust. Con grande soddisfazione dei ricercatori della Soprintendenza del Mare e delI’ISPRA, il carico del relitto si è materializzato attraverso le nitide immagini del ROV.
Il carico è formato da centinaia di anfore del tipo Dressel 21-22 databili al I sec.d.C., di fabbricazione laziale, adibite al trasporto di garum o frutta fresca o secca, oltre che granaglie di vario tipo. Le anfore si trovano disposte in posizione leggermente diversa da quella originale nella nave. Esse sono, infatti, quasi tutte coricate su di un lato. Ciò indicherebbe che la nave, scivolando sul fondo, si sia appoggiata su un fianco. Tuttavia le anfore mantengono ancora la disposizione originale dimostrando che l’affondamento sia avvenuto probabilmente per turbolenza marina che ha fatto imbarcare acqua alla nave facendola scivolare delicatamente sul fondo.
Al fine di chiarire più precisamente la natura del carico si è effettuato il prelievo di un’anfora per accertamenti di natura tipologica, cronologica e merceologica.
L’intera sequenza della scoperta del relitto e del recupero dell’anfora sarà oggetto di una puntata del magazine televisivo “Pianeta Mare” in onda su Rete 4.
Il progetto di ricerca “Archeorete Eolie” è coordinato per la Soprintendenza del Mare da Stefano Zangara e per la Fondazione “Aurora Trust” dall’archeologo Timmy Gambin. Il progetto s’inquadra nella collaborazione tra la Soprintendenza del Mare, diretta da Sebastiano Tusa, e la Fondazione Aurora Trust diretta da Craig Mullen e Ian Koblick.
Le operazioni in mare che hanno portato nella notte tra il 24 ed il 25 giugno 2010 alla identificazione visiva del relitto sono state eseguite in collaborazione con ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) del Ministero dell’Ambiente coordinato dal biologo marino Franco Andaloro.
Le ricerche archeologiche in alto fondale nel mare intorno a Panarea riprenderanno il 15 luglio del 2010.
Vi proponiamo le immagini di uno dei due relitti, pieno di anfore, ritrovato nel mare di Panarea:






Ulteriore video con le immagini della conferenza stampa e le interviste con il Soprintendente del mare Sebastiano Tusa e con l'assessore regionale ai Beni culturali Gaetano Armao sulla scoperta dei relitti di navi romane cariche di anfore a sud est di Panarea.



Malfa: I Carabinieri arrestano una coppia che deteneva piante di “marijuana” e semi

I carabinieri della stazione di Santa Marina Salina hanno arrestato una coppia che dimorava nel comune di Malfa, in quanto responsabili di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.
A finire in manette due incensurati, entrambi domiciliati nel Comune di Malfa: la cittadina di origine britannica DONZELLA Samantha, nata in Inghilterra cl. 1975, residente a Palermo, decoratrice, e MAURIGI Corrado, nato a Palermo cl. 1976,residente ad Alia (PA), viticoltore.
In particolare i carabinieri, nel corso di alcune perquisizioni svolte per prevenire l’attività di spaccio di stupefacenti sull’Isola, hanno focalizzato l’attenzione sui due prevenuti e, nel corso della perquisizione del loro domicilio, i militari dell’Arma rinvenivano tre piante di cannabis indica nonché oltre 200 semi della medesima sostanza stupefacente.
Stante la flagranza di reato, i due prevenuti veniva tratti in arresto per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.
Su disposizione del Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto,i due prevenuti venivano accompagnati presso il proprio domicilio per ivi permanere in regime di arresti domiciliari.