Cerca nel blog

sabato 20 febbraio 2021

Piano spiagge, altra "mazzata". L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 20 febbraio 2021


Lipari al via la vaccinazione anti - covid per gli over 80. Vaccinato anche un 97enne. In calo in Sicilia i casi e i decessi per Covid.

Al via anche a Lipari stamane la vaccinazione anti-covid per gli over 80.

Quaranta gli anziani vaccinati, tra questi un 97enne, uno dei 5 super-nonni vaccinati oggi in provincia di Messina

Sono 474 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Sicilia su 23.307 tamponi processati (tra molecolari e test rapidi).

Rimane dunque buona la situazione sull'isola, con la curva epidemica che prosegue nella sua discesa: rispetto a sabato scorso i contagi sono calati del 13% e con un numero di tamponi maggiore.

In calo anche le vittime, oggi 18, mentre è boom di guariti: 2.219 nelle ultime 24 ore. Negli ospedali ancora in calo i ricoveri: sono 862 quelli in regime ordinario (-22 rispetto a ieri) e 145 in terapia intensiva (-5).

Le famiglie D'Ambra e Lo Presti ringraziano


 

Sanità: positivo il percorso di ristrutturazione intrapreso (di Sandro Biviano,Danilo Conti e Salvatore De Gregorio)


Riceviamo e pubblichiamo:


Tornati da Palermo, provati da 40 giorni di protesta silenziosa che ci ha permesso di far arrivare la voce della lotta per l’ospedale alle più alte cariche della regione, dopo qualche giorno di meritato riposo, abbiamo ricominciato a lavorare ma questa volta in sordina.

Abbiamo ascoltato, tante critiche, tante insinuazioni, ma senza nessun clamore siamo rimasti costantemente in contatto con i vertici istituzionali. Procedure lente, affaticati di nuotare controcorrente, contro la burocrazia, la politica, l’emergenza ma con la determinazione di sempre. Forze avverse e occulte si muovono in provincia contro Lipari, ma siamo certi di poterle vincere e portare a casa i risultati che meritiamo anche se siamo solo all’inizio di un percorso.

La Virtù dei forti è la pazienza, la perseveranza, non mollare mai, ma soprattutto credere in quello che si fa senza perdere di vista l’obiettivo, senza strumentalizzazioni politiche e senza avere dei secondi fini, come è stato tentato di far credere, perché la salute è un bene prezioso e va salvaguardata e tutelata.
Questa è una battaglia che non possiamo permetterci il lusso di perdere perché ne vale la vita di tutti noi.
Abbiamo iniziato una lotta per la vita e non per la campagna elettorale, non per favoreggiamenti politici, ma solo per i nostri diritti.

Nessun isolano deve ringraziare nessuno, questa lotta è una lotta cittadina contro il tempo fatta da isolani che a seguito del silenzio istituzionale hanno trovato il coraggio di ribellarsi a un sistema che stava distruggendo la sanità e con essa le nostre vite.

Ieri c’è stata una videoconferenza riguardo l’ospedale riportiamo a tutti i cittadini quanto accaduto tra: Assessorato della Salute, ASP Messina, Comuni Isole Eolie, Comitato cittadino, ANSPI.

Sono state effettuate le necessarie verifiche per il trasporto dei farmaci chemioterapici ed avviate tutte le procedure per effettuare, presso il Presidio Ospedaliero di Lipari, i trattamenti con farmaci antitumorali;

È stata fissata la data al 30 marzo per l’effettuazione del sopralluogo tecnico impiantistico per procedere alla strutturazione stabile di due posti di terapia sub-intensiva ;

Sono in corso le procedure per la riattivazione della Camera Iperbarica, compreso il reclutamento del personale tecnico specialistico;

Sono state avviate le procedure per il reclutamento di tutto il personale a completamento della dotazione organica del dell’ospedale, anche attraverso il ricorso a convenzioni con altri istituti;

Sono in corso di attivazione i posti letto di lungodegenza con personale sanitario dedicato;

Per quanto riguarda la permanente presenza di un elicottero del 118 sul nostro territorio, durante il sopralluogo fissato al 30 marzo, saranno effettuate le necessarie verifiche relative l’ubicazione temporanea in attesa, tra qualche mese (non meno Di 6) della collocazione definitiva a Lipari, sia pure con i tempi burocratici che possono apparire lunghi e interminabili, legati anche all’emergenza pandemica, non possiamo non esprimere la nostra positività verso un percorso avviato di ristrutturazione della sanità sul nostro territorio, ringraziamo tutte le persone che si stanno impegnando per rendere possibile tutto questo, in particolare Ferdinando Croce.

Verso un'Italia tutta arancione per un certo periodo?. La proposta dalla maggioranza dei Governatori

Si sta parlando di un’Italia arancione per un certo periodo, con restrizioni anti-Covid omogenee ovunque, ipotesi avanzata dal presidente Stefano Bonaccini, ma anche di nuovi criteri alla base del sistema dei colori, oggi nella Conferenza delle Regioni, in corso dalle 17. 
Le proposte saranno poi portate al governo Draghi, che deve prendere decisioni a partire dallo stop agli spostamenti tra regioni che scade il 25 febbraio, e in vista di un possibile, nuovo Dpcm.
La maggior parte dei governatori sono concordi nel chiedere misure omogenee e di superare la logica delle fasce a colori. Ieri il presidente dell’Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, ha caldeggiato l’idea di restrizioni di «qualche settimana» e «omogenee» su tutto il territorio nazionale per rallentare la corsa del virus. 
Non un lockdown totale, ma il modello potrebbe essere simile a quello sperimentato durante le vacanze di Natale.

Revocato lo sciopero degli operatori ecologici nel Comune di Lipari

Lo sciopero degli operatori ecologici Loveral, indetto dalla CGIL per il 22 febbraio, è stato revocato a seguito delle rassicurazione ricevute dall'impresa sulle tematiche oggetto del contenzioso (mensilità ecc.)

Messa di suffragio lunedì prossimo in Cattedrale per Angela Pastore (Lina) deceduta a Melbourne


 

Giusi Lo Rizio: "Questa è la Lipari che mi piace"

Con riferimento alle recenti donazioni sanitarie da parte del Comitato "L'Ospedale di Lipari non si tocca" e Soroptimist Club Lipari – Isole Eolie, riceviamo e pubblichiamo questa nota del consigliere comunale Giusi Lo Rizio

"Questa - ha scritto - è la Lipari che mi piace. Quella Lipari che si dà da fare e si adopera per la comunità donando per esempio, Holter pressori per l’ospedale e attrezzature mediche per la Croce Rossa. 

Aldilà delle contestazioni, delle accuse, dei meriti, c’è chi comprende che in questo difficile momento la coesione sociale e la solidarietà sono elementi essenzial e fattivi di appartenenza sociale! 

Se è vero, come è vero, che la popolazione ha bisogno delle Istituzioni, è anche vero che le Istituzioni segnate da tempi infelici sotto vari aspetti, hanno bisogno del supporto e della collaborazione del popolo. Isole Eolie: un grande Popolo".

Ricordiamo che la Lorizio da tempo sostiene che, senza collaborazione con il territorio, non ci può essere sanità fattiva ed efficiente! 

Istruzione, la Regione finanzia formazione in attività motoria per docenti dell’infanzia e della primaria

Formazione teorica e pratica in attività motorie e sportive per i docenti delle scuole dell’infanzia e primarie siciliane. Ai blocchi di partenza il progetto sperimentale “Natura moving”, finanziato dall’assessorato dell’Istruzione della Regione Siciliana con quasi 174 mila euro e promosso dal Coordinamento di Educazione fisica e sportiva dell’Ufficio scolastico regionale, in collaborazione con il dipartimento di Scienze psicologiche, pedagogiche, dell’esercizio fisico e della formazione dell’Università di Palermo.

Si tratta di un percorso formativo di metodologia e didattica rivolto a 720 docenti curriculari e di sostegno, che operano con gli alunni più piccoli nelle nove province siciliane. Saranno organizzati 18 corsi, ciascuno con 40 docenti partecipanti (tre corsi a Palermo, Catania e Messina; due ad Agrigento, Trapani e Siracusa; uno a Ragusa, Caltanissetta ed Enna), con 30 ore di lezioni teoriche a distanza, che partiranno nei prossimi giorni, altre 30 ore di laboratori pratici in presenza all’aperto nei prossimi mesi di settembre e ottobre (sempre compatibilmente alle condizioni sanitarie), 5 ore di seminario e un convegno conclusivo. Sono previste anche attività di primo soccorso, dopo le quali sarà rilasciata una certificazione.

«Grazie all’impegno del governo Musumeci – sottolinea l’assessore regionale dell’Istruzione, Roberto Lagalla – si colma una lacuna che riguarda da tempo la fascia scolastica dell’infanzia e della primaria, migliorando le competenze nelle attività motorie, che in questi ordini di scuola restano purtroppo compresse. Si tratta di un elemento fondamentale per educare a una buona qualità della vita e all’armonizzazione corporea».

«La finalità del progetto – dichiara il direttore dell’Usr Sicilia, Stefano Suraniti - è quella di riuscire ad attuare una scuola all’aperto che faciliti l’acquisizione di sane e durature abitudini di vita, la pratica costante di attività motoria, la tutela della salute come pieno benessere fisico, psichico e sociale, l’educazione al tempo libero, il rispetto dell’ambiente naturale».
«È importante cominciare queste attività sin dall’età infantile – aggiunge Giovanni Caramazza, coordinatore del progetto per l’Usr Sicilia – perché consentono di prevenire malattie anche di tipo metabolico».

E' deceduta la signora Giuseppa Puglisi ved. Costanzo

Le onoranze funebri sono a cura della ditta

ALFA E OMEGA di Lipari
Alla famiglia le nostre condoglianze

 

Spesa mia: Offerte da venerdì 19 a domenica 21 febbraio


Spesa mia è a Canneto, Lipari (contrada Maddalena) e Pianoconte

Soroptimist Club Lipari – Isole Eolie: donata attrezzatura medica alla Croce Rossa

COMUNICATO

Nel pomeriggio di venerdì 19 febbraio 2021, presso il Gattopardo Park Hotel, la Presidentessa del Soroptimist Club Lipari – Isole Eolie Dott.ssa Francesca Sparacino ha consegnato ad una rappresentanza della Croce Rossa di Lipari uno zaino per il primo soccorso e dei misuratori di pressione, frutto di una raccolta fondi da parte delle socie, con lo scopo di supportare, attraverso tale piccola donazione, una delle realtà più impegnate nelle attività assistenziali, di soccorso e in emergenza nel nostro territorio.

20 febbraio 2019: Le Eolie sulla Gazzetta del sud con un articolo del nostro direttore

Lingua: Ridata dignità al sito archeologico di Mastrognoli (di Carmela Mannuccia)

Si sono conclusi i lavori di manutenzione straordinaria e pulitura del sito archeologico di Mastrognoli, a Lingua, borgo del comune di Santa Marina Salina

Un posto incantevole da dove deliziare del favoloso panorama di Lipari, Panarea e Stromboli e sullo sfondo l'Etna.
Nei prossimi giorni ci sarà la scerbatura per rendere maggiormente fruibile il sito.
Complimenti alla gunta Arabia per aver "riportato in vita" uno dei più bei siti archeologici, tutti da valorizzare per il loro patrimonio artistico culturale

La borsa di studio "Michele Roncaglia" assegnata a Eleonora Bonarrigo

Le problematiche innescate dalla pandemia Covid19, che così pesantemente hanno investito i gioiosi rituali del mondo della scuola in presenza, hanno impedito quest’anno la piccola cerimonia con cui veniva consegnata la borsa di studio “ Michele Roncaglia “ .-.

La borsa, istituita dalla Famiglia per onorare la memoria del Cav. Michele Roncaglia, è così giunta alla sua 26° edizione ed è stata assegnata alla brava Eleonora BONARRIGO (Finanza & Marketing) che, nel biennio 2018-2019 e 2019-2020, ha conseguito la brillante votazione media del 9,08.-

Il riconoscimento è stato consegnato direttamente, con scarna ma commossa semplicità, alla graziosa Eleonora Bonarrigo, cui vanno i complimenti della Redazione ed il paterno augurio di sempre nuovi successi ed altrettanto meritati traguardi.-

San Calogero, bene inestimabile. Adeguamento e riqualificazione dello stabilimento per una valorizzazione sostenibile del turismo termale a Lipari.

COMUNICATO STAMPA Nell'ultima seduta di Consiglio Comunale, il gruppo di Forza Italia ha presentato un ordine del giorno che impegna l’Amministrazione ad avviare le procedure per raccogliere, da parte di soggetti qualificati, pubblici o privati, eventuali manifestazioni di interesse indirizzate a una progettualità per l’adeguamento e la riqualificazione dello stabilimento termale di San Calogero, e per la valorizzazione sostenibile del turismo termale nell’isola di Lipari attraverso azioni ed interventi utili allo sviluppo del territorio. Il documento è stato inoltre sottoscritto dai consiglieri Adolfo Sabatini e Fulvio Pellegrino, dalla consigliera Fabiola Centurrino e dal Presidente Giaocomo Biviano ed è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale. Attraverso le Terme di San Calogero si ripercorre la storia del territorio fin dai tempi più antichi; i numerosi reperti archeologici testimoniano la grandezza dell'isola di Lipari , la memoria e la cultura del popolo eoliano. Conoscere la storia del territorio in cui si vive è importante se si vuole preservare la propria identità. La classe dirigente locale ha la responsabilità del governo del paese e le sue scelte non possono prescindere dalla storia dei territori e dalle origini dei popoli. Lo stabilimento termale di San Calogero rappresenta un bene inestimabile per le Isole Eolie, per il Comune di Lipari che nel corso degli anni ha forse sottovalutato il valore di questo bene prezioso. E’ arrivato il momento di recuperare quella ricchezza immensa che di certo avrà effetti in termini di prosperità per le Comunità insulari.
La presenza di reperti archeologici, tra cui una vasca di epoca ellenistica e un antico tholos miceneo, devono ricondurre la progettualità a funzioni compatibili con la naturale vocazione dello stabilimento. E’ fondamentale scommettere sui requisiti originali del sito ed avere fiducia nella capacità dei territori di essere protagonisti di nuove azioni di sviluppo.

Nei palazzi della politica locale (63° puntata): Erika Pajno, consigliere comunale a Lipari, eletta nel 2017, vice presidente consiglio comunale

 

Comitato "L'ospedale di Lipari non si tocca" consegna due holter pressori al nosocomio eoliano


COMUNICATO

Queste piccole ma importanti apparecchiature (acquistate con parte dei fondi donati dagli eoliani durante la raccolta fondi dell'anno scorso) permetteranno a numerosi malati (in particolare malati cardiaci) di non doversi recare fuori da Lipari e sopportare lunghe liste d'attesa per un banale esame. 
Non dovrebbero essere i privati cittadini ad occuparsi di queste cose: per questo è fin da MAGGIO dell'anno scorso che richiediamo queste (e altre) apparecchiature all'ASP5 e l'ultima comunicazione è stata di appena un mese fa. 
Ma di fronte all'inerzia delle istutuzioni abbiamo dovuto agire, e questo acquisto c'è sembrato un modo utile per spendere i fondi rimasti dalla campagna dell'anno scorso. 
Sono tante le apparecchiature che potrebbero entrare da subito in funzione senza necessità di ulteriori medici, ripetutamente richieste dalla direzione locale e dal comitato L'Ospedale di Lipari non si tocca, che potrebbero migliorare notevolmente la vita dei malati eoliani. 
Non ci fermeremo qui: rimanete sintonizzati.

Buon Compleanno a Maria De Feo, Paolo Margadonna, Domenico Portelli, Gaetano Raffaele, Rossella Sciacchitano, Laura Alessi, Gaetano Ivan Piemonte, Ilaria Raffiti, Martina Costanzo, Fatima Taranto, Rachele Sciacchitano, Roberta Rando

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno


 
Jacinta de Jesus Marto, settima figlia di Manuel Pedro Marto e Olimpia de Jesus, era una pastorella nata ad Aljustrel, in Portogallo l'11 marzo 1910, ma è diventata famosa, assieme a suo fratello Francisco e alla loro cuginetta Lucia, per essere stata testimone di alcuni eventi miracolosi: le apparizioni della Madonna.

Giacinta era una bambina come le altre e conduceva una vita semplice: le piaceva giocare e ballare quando possibile.

Ma la sua esistenza cambiò quel 13 maggio 1917 quando, in un luogo chiamato Cova da Iria, nei pressi di Fatima, assistè alla prima apparizione di quella conosciuta in seguito come Madonna di Fatima.

Nonostante la sua giovanissima età il cambiamento fu radicale, ella infatti si fece seria e modesta, e il suo spirito di sacrificio divenne parte integrante della sua giovane vita: si privava anche della merenda per aiutare i bambini di due famiglie bisognose, e la sua preoccupazione più grande era la salvezza delle anime dei peccatori, per le quali pregava ininterrottamente.

Per i successivi sei mesi da quella prima apparizione, così come aveva loro annunciato la “Signora più brillante del sole” tornarono in quel luogo ogni 13 del mese fino per raccogliere il Suo messaggio.

Nella sua semplicità capì che l'inferno era una realtà terribilmente seria e che a lei era chiesto di impegnarsi perché tante persone potessero evitare un castigo così severo. Continuava a chiedere a Lucia: «Non si esce mai di là?» «No». «E dopo tanti e tanti anni?» «No, l'inferno non finisce mai». «E se noi preghiamo molto per i peccatori, Nostro Signore li libererà di lì? Poverini! Dobbiamo fare tanti sacrifici».

Giacinta fu vittima dell'epidemia di febbre spagnola che la colpì assieme a tante altre persone e morì all'età di 9 anni il 20 febbraio 1920. Beatificata da Giovanni Paolo II il 13 maggio 2000, è stata proclamata santa da Papa Francesco il 13 maggio 2017, in occasione del centenario della prima apparizione. Il suo corpo attualmente è conservato nel Santuario di Fatima.

«Un giorno, quando Giacinto e Francesco avevano ormai contratto la malattia che li costringeva a letto, la Vergine Maria venne a visitarli in casa, come racconta Giacinta: "A me ha chiesto se volevo ancora convertire peccatori. Le ho detto di sì: E, quando si avvicina il momento della dipartita di Francesco, la piccola gli racco-manda: "Da parte mia porta tanti saluti a nostro Signore alla Madonna e di' loro che sono disposta a sopportare tutto quanto vorranno per convertire i peccatori". Giacinto potrebbe benissimo esclamare con san Paolo: "Mi rallegro di soffrire per voi, completando in me stesso quello che manca alle tribolazioni di Cristo a vantaggio del suo corpo che è la Chiesa"» (Giovanni Paolo li).

MARTIROLOGIO ROMANO. In località Aljustrel vicino a Fatima in Portogallo, Santa Giacinta Marto, che, sebbene ancora fanciulla di tenera età, sopportò con pazienza il tormento della malattia da cui era affetta e testimoniò con fervore la sua devozione alla beata Vergine Maria.

venerdì 19 febbraio 2021

La Paglia: Da oggi e per 60 giorni sospeso dalle funzioni di direttore generale dell'ASP Messina

Dopo l’avvio della procedura, che potrebbe portarlo alla decadenza da direttore generale dell’Asp di Messina, per Paolo La Paglia arriva la sospensione dall’esercizio delle sue funzioni in capo all’azienda sanitaria provinciale, in attesa del risultato dell’istruttoria che, se confermati i rilievi segnalati dalla commissione d’indagine (e considerate non soddisfacenti le sue controdeduzioni), potrebbero portare alla rescissione del contratto.

Il provvedimento di sospensione, firmato dall'assessore Ruggero Razza, è valido per due mesi a partire da oggi, 19 febbraio. 
Il posto di La Paglia, potrebbe essere preso, temporaneamente, dal direttore sanitario Bernardo Alagna.
Secondo il decreto di Razza, “l’iniziativa di proporre la sospensione dalla carica del Direttore Generale del’A.S.P. di Messina appare tra le altre cose motivata: dall’attualità degli addebiti costituenti oggetto dell’avvio del procedimento di decadenza in relazione ad alcune criticità gestionali e organizzative di diretta competenza della governance aziendale; dalla necessità che l’Azienda sia ordinariamente pesta nelle condizioni di affrontare in maniera adeguata l’emergenza da Covid-19, tuttora in evoluzione; dall’attenuazione del vincolo fiduciario precedente dall’intervenuto avvio del procedimento di decadenza dalla carica”

440 i nuovi positivi al Covid in Sicilia. 22 le vittime

Si attesta a 440 nuovi casi di positivi il dato del contagio da coronavirus in Sicilia. Il dato è stato rilevato dal Ministero della Salute nelle ultime 24 ore. Gli ultimi casi si registrano oggi in Sicilia a fronte di 23.206 tamponi processati e una incidenza pari al 1,9% in attesa dell’avanzamento del piano vaccinale. La regione resta stabilmente all’undicesimo posto nel numero dei nuovi contagi giornalieri. 
Le vittime sono state 22 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.963. Gli attualmente positivi sono 31.569, con una diminuzione di altri 1435 casi rispetto a ieri. I guariti sono 1853. Negli ospedali tornano a diminuire i ricoveri e adesso sono 1.034, 41 in meno rispetto a ieri ma tornano a risalire i ricoveri in terapia intensiva dove adesso sono 150, ovvero 5 in più rispetto a ieri.

Ricordando... Giovanni Merlino


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito

Vaccinazioni pediatriche anche nell'isola di Salina. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 19 febbraio 2021

Area giochi a Canneto. "Tappetino" sollevato in più punti... cadute a ripetizione

Diverse tra le "mattonelle" protettive, installate nell'area giochi di Canneto, sono sollevate e/o discostate tra loro. In particolare quelle posizionate in prossimità dello scivolo.

Le cadute tra i piccoli utenti, che vi incespicano, non si contano più.

Si potrebbe intervenire prima che qualcuno si faccia veramente male?


 

Lipari: Donna tenta il suicidio. Salvata dai carabinieri

COMUNICATO COMANDO CARABINIERI

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno tratto in salvo una donna di Lipari, che aveva minacciato di suicidarsi.

A seguito della richiesta di intervento ricevuta da parte di personale sanitario, i Carabinieri della Stazione di Lipari, impegnati in un servizio di controllo del territorio e pronto intervento, sono intervenuti in un’abitazione dell’isola ove, poco prima, una donna, in evidente stato di agitazione, alla vista dei sanitari che dovevano visitarla, si era barricata, da sola, all’interno della casa, brandendo due coltelli da cucina e minacciando di suicidarsi.

E scattato pertanto il piano operativo previsto per fronteggiare tali eventi e sull’isola è stato inviato, con la Motovedetta “CC814 Monteleone”, personale delle Squadre di Supporto Operativo (SOS) del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia, specializzato nel fronteggiare le situazioni di crisi ad alto rischio e pronto ad intervenire a supporto dei Carabinieri della locale Stazione nel caso in cui la situazione si fosse aggravata.

Sul luogo un Carabiniere “negoziatore” del Comando Provinciale di Messina, esperto nelle trattative, ha avviato una lunga opera di mediazione con la donna al fine di indurla a desistere dal suo intento ed evitare che attuasse gesti inconsulti. Appurato che la donna appariva determinata a compiere atti autolesionistici, il “negoziatore”, nel corso della trattativa, è riuscito a convincerla ad uscire dell’abitazione ed i Carabinieri, approfittando di un suo momento di distrazione, l’hanno bloccata e disarmata, impedendole di farsi del male.

La donna è stata successivamente accompagnata presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Lipari, ove ha ricevuto le prime cure ed è stata sottoposta agli opportuni trattamenti sanitari.

Covid: domani al via la vaccinazione degli over 80, in arrivo gli hub provinciali

La Sicilia entra nel pieno della campagna di vaccinazione di massa. Prenderà il via domani, sabato 20 febbraio, in tutte le province della Sicilia, la somministrazione dei vaccini anticovid sulla popolazione over 80 (fino a tutta la classe 1941). Complessivamente saranno 66 i centri vaccinali coinvolti, a cui andranno ad aggiungersi, a partire dal 1° marzo, le squadre sanitarie che effettueranno la vaccinazione a domicilio per quei cittadini impossibilitati a raggiungere autonomamente i siti dove si effettuano le inoculazioni.

La stima prevista dall'assessorato regionale alla Salute è pari a circa 5.000 vaccini al giorno per la sola popolazione over 80, a cui vanno ovviamente ad aggiungersi le somministrazioni sulle altre categorie che già rientrano nel piano vaccinale modulato secondo le disposizioni nazionali (forze dell'ordine, militari, personale della scuola e delle università e, a seguire, servizi di comunità ed essenziali) e i cittadini ai quali deve essere somministrata la dose di richiamo. Al momento risultano prenotate 129.940 persone appartenenti al target over 80.

La campagna di vaccinazione si avvarrà anche degli hub provinciali in fase di realizzazione nelle città capoluogo. A Palermo, infatti, è conto alla rovescia per l'apertura della struttura in fase di realizzazione nel padiglione 20 della Fiera del Mediterraneo che conterà circa 120 postazioni oltre alle aree di accoglienza e assistenza post inoculazione.

Proseguono, intanto i sopralluoghi nelle altre città siciliane dove verranno allestiti gli hub provinciali.

A Catania, il centro verrà realizzato all'interno dell'ex mercato ortofrutticolo. L'area è stata messa a disposizione dal Comune: nei giorni scorsi l'assessore alla Salute, Ruggero Razza, ha effettuato una ricognizione assieme al sindaco etneo Salvo Pogliese.

A Messina, dopo varie interlocuzioni, è stato individuato uno spazio all'interno della Fiera: si tratta del padiglione 7, ritenuto idoneo dopo un sopralluogo a cui hanno preso parte anche gli esperti della Protezione civile regionale e i rappresentanti dell’Asp.

A Siracusa il centro di vaccinazione verrà realizzato presso l'Urban Center di via Bixio, all'interno saranno predisposte una trentina di postazioni.

Sarà il Cefpas, invece, all'interno del proprio plesso palestre ad ospitare l'hub provinciale di Caltanissetta dove verranno approntati 24 box per le vaccinazioni. A Ragusa, dopo il sopralluogo, è stato individuato l'ex Ospedale civile in piazza Caduti di Nassiryia; ad Agrigento il centro verrà allestito nel Palacongressi, mentre l'hub vaccinale per la provincia di Trapani sarà realizzato nel Centro per l'integrazione degli immigrati, in contrada Cipponeri, e conterà circa 50 postazioni. Ad Enna, infine, si fa riferimento all'ospedale Umberto I.

Le strutture verranno realizzate dal dipartimento regionale di Protezione civile nell'ambito delle misure collegate alla emergenza Covid e andranno a integrarsi con i centri già operativi dallo scorso 27 dicembre.

Per la campagna vaccinale sul target over 80, secondo le disposizioni del piano nazionale, è previsto l'impiego dei vaccini Pfizer e Moderna.

N.B. Si rimanda alle comunicazioni delle Asp e/o alle Aziende ospedaliere circa il luogo e l’ora in cui seguire le fasi della prima somministrazione in ciascuna provincia o azienda.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CCII puntata): Terme di San Calogero


 

Accadde alle Eolie. 19 febbraio 1957: Trovato un cadavere negli scogli di Panarea

Nei palazzi della politica locale (62° puntata): Emanuele Carnevale, più volte consigliere, assessore e sindaco di Lipari

Buon Compleanno a Melina China, Cinzia Minniti, Giuseppe Vattemi, Tobias Scoglio, Maria Bianca, Andrea Caprara, Filippo Isaija, Giuseppe Farchica, Valentina Martelli, Davide Cafarella, Norma Chiarelli, Alessandro Monteleone, Danilo Conti, Valentina Marino, Genj Groppo

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Lipari, prima dell'alba -
Santo del giorno: San Corrado Confalonieri - 

San Corrado Confalonieri


Egli era un nobile del Trecento, sposo felice di una gentildonna sua pari, e aveva un debole per la caccia. Un giorno, lungo la riva del Po giallastro, un ghiotto capo di selvaggina, ch'egli inseguiva a cavallo, circondato dai cani e dai bracconieri, cercò scampo dentro una macchia impenetrabile.

Dominato dall'impazienza e dal dispetto, l'appassionato cacciatore impartì un ordine imprudente: quello di dar fuoco alla macchia per stanare l'animale. Era estate, e nella pianura riarsa dal sole, gli uomini di Corrado non furono in grado di controllare le fiamme da loro stessi suscitate. Si sviluppò un incendio che, con l'aiuto del vento, distrusse le messi e le cascine vicine.

Corrado e i suoi uomini rientrarono in città senza esser notati. Nessuno era stato testimone del loro involontario malestro. Il rimorso e la paura tennero suggellate le bocche. Ma i proprietari e i contadini danneggiati protestarono presso il governatore della città, che ordinò un'inchiesta. Fu allora arrestato un vagabondo, trovato nei boschi, vicino al luogo dell'incendio. Le prove a suo carico parvero sufficienti, ed egli venne senz'altro condannato a morte. Ma sulla piazza della città, poco prima che avesse luogo l'esecuzione, Corrado non poté resistere all'impulso della propria coscienza, che gl'imponeva di scagionare l'innocente e di accusarsi colpevole al suo posto.

La sua inaspettata confessione chiarì come erano andate le cose. Poiché non si trattava di dolo, ma di responsabilità colposa, dovuta ad una imprudenza, il nobile piacentino venne condannato a risarcire tutti i danni arrecati dalle fiamme. Corrado era ricco, ma l'incendio era stato rovinoso. Quando l'ultimo danneggiato fu risarcito, egli aveva finito non solo tutti i suoi beni ma anche quelli della moglie.

I due sposi ridotti all'indigenza non si angustiarono per questo. Per ambedue quel drammatico avvenimento aveva illuminato di nuova luce tutta la loro vita, come un segno del cielo. La donna rivestì così l'abito delle poverissime figlie di Santa Chiara, entrando nel convento di Piacenza. Corrado si unì ad alcuni devoti eremiti che vivevano fuor di città, sotto la Regola del Terz'Ordine francescano.

I meriti dell'incendiario fattosi penitente furono così luminosi, che molti ammiratori presero a visitarlo e a seguirlo. Per questo Corrado preferì allontanarsi dai luoghi natali, incamminandosi verso Roma. Ma non si fermò presso le tombe degli Apostoli. Proseguì il suo lungo viaggio percorrendo tutta la penisola e passando in Sicilia. Qui si fermò, nella valle di Noto, non lontano da Siracusa, in vista del ceruleo mare Ionio, dove visse trent'anni prima presso 'un ospedale poi come eremita sui monti. E anche qui volò alta la fama della sua santità, e soprattutto l'eco delle durissime privazioni di quel devoto penitente. Ogni venerdì egli scendeva a Noto, e, dopo essersi confessato, pregava a lungo davanti ad un celebre crocifisso che si conserva nella cattedrale della città. In quella stessa cattedrale furono riposte le sue reliquie, dopo la morte avvenuta nel 1351, 2 i cittadini di Noto onorarono con culto vivissimo il miracoloso eremita piacentino. Ottennero anche, dal Papa Leone X, di poterlo invocak come secondo Patrono della città, subito dopo il grande San Nicola, al quale è dedicata la chiesa che ospita i venerati resti del Beato Corrado, nobile di Piacenza e primo cittadino di Noto.

"Silurato" La Paglia. Musumeci avvia procedimento di decadenza del direttore generale dell'Asp


(fonte: Gazzetta del sud)
  Nell'infinita telenovela dell'Asp di Messina  s'inserisce ora un provvedimento clamoroso che per la verità era ormai nell'aria da parecchio tempo.

Con una nota diffusa ieri pomeriggio il presidente della Regione Nello Musumeci ha messo nero su bianco l'avvio del procedimento di decadenza del direttore generale dell'Asp Paolo La Paglia, finito nella bufera da diverse settimane e in pratica commissariato nella gestione dell'intera emergenza coronavirus, a Messina e provincia, con l'arrivo della funzionaria regionale Marzia Furnari.

Musumeci ha recepito le determinazioni dell'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza dopo l'ispezione decisa proprio da Razza a dicembre all'Asp, e cita nelle nota le risultanze finali della relazione ispettiva, depositata dai commissari nell'ormai lontano 24 dicembre del 2020: «... con la quale sono state evidenziate alcune rilevanti criticità emerse in sede di controllo».

Da dicembre ad oggi l'iter previsto dalla legge in materia ha registrato l'invio di controdeduzioni da parte di La Paglia ai rilievi dei commissari ispettivi, e l'audizione dello stesso direttore generale dell'Asp, che è stato ascoltato il 20 gennaio scorso a Palermo nella sede dell'assessorato alla Salute. Dopo aver chiuso il cerchio su controdeduzioni e audizioni i dirigenti generali dell'assessorato il 10 febbraio scorso hanno inviato le loro conclusioni all'assessore Razza. E Razza, pochi giorni dopo, il 16 febbraio, «... ha trasmesso la proposta di avvio del procedimento di decadenza». Una proposta che Musumeci scrive nella nota di aver «ritenuto di condividere».

Non è però finita qui, la normativa in materia è chiara, perché prevede «ai fini dell'esercizio del contraddittorio» la possibilità per il dg La Paglia di accesso agli atti e il deposito di controdeduzioni entro trenta giorni dalla notifica, che è avvenuta formalmente ieri. Adesso, come prevede la legge, e come scrive il governatore Musumeci nella ultime due righe della nota, «... è in ogni caso fatta salva, nelle more della conclusione del presente procedimento, l'adozione di eventuali provvedimenti di sospensione previsti dalla vigente normativa». Quindi il dg La Paglia (del quale da mesi il sindaco Cateno De Luca chiedeva la rimozione) potrebbe essere anche sospeso nelle prossime ore dalla carica amministrativa, in attesa che si concluda in contraddittorio l'iter del procedimento di decadenza.

giovedì 18 febbraio 2021

La strada indicata da Draghi (di Luca Chiofalo)

Tanti i significativi passaggi del discorso di Draghi al Senato per la fiducia al suo governo.

Tra le chiare indicazioni sulla strada da percorrere, questa:

“Anche nel nostro Paese alcuni modelli di crescita dovranno cambiare.

Ad esempio il modello di turismo, un'attività che prima della pandemia rappresentava il 14 per cento del totale delle nostre attività economiche. Imprese e lavoratori in quel settore vanno aiutati ad uscire dal disastro creato dalla pandemia. Ma senza scordare che il nostro turismo avrà un futuro se non dimentichiamo che esso vive della nostra capacità di preservare, cioè almeno non sciupare, città d’arte, luoghi e tradizioni che successive generazioni attraverso molti secoli hanno saputo preservare e ci hanno tramandato.”

La chiave è preservare e valorizzare il patrimonio…

Ambiente, luoghi e tradizioni.

Su questa linea e senza cedere alla tentazione di inseguire modelli inadeguati e di fare scempio del territorio, potremo sperare che le nostre Eolie tornino a prosperare.

Ed ancora, Draghi in merito alla permanenza al potere: “Conta la qualità delle decisioni, conta il coraggio delle visioni, non contano i giorni. Il tempo del potere può essere sprecato anche nella sola preoccupazione di conservarlo…”

Concetto sublime. Uno spunto di riflessione (spero) anche per coloro che a livello locale tentano disperatamente di conservare la poltroncina a dispetto del tempo in cui l’hanno inutilmente (o dannosamente) occupata.

Il “potere” è uno strumento da usare per essere utile alla collettività, per risolverne i problemi e disegnarne il futuro.

Chi vi ambisce per darsi un tono o per “curare” questioni personali e clientelari è solo una zavorra per la comunità.

W l’Italia! W le Eolie! Forza Draghi!

CORDIALMENTE

LUCA CHIOFALO

Coronavirus, in Sicilia il tasso di positività più basso d'Italia. Stabili i nuovi contagi

Sono 480 i nuovi contagi da coronavirus in Sicilia, praticamente in linea con quelli di ieri (che erano 484). La regione è all’undicesimo posto nel numero dei nuovi contagi giornalieri. Stabile quindi la curva di crescita dei contagi sull'Isola, mentre tornano a salire i decessi: sono 26 oggi, mentre ieri erano stati 24 e nei giorni scorsi il numero era stato intorno a 20. Ma ci sono altri dati positivi, a cominciare dal calo notevole dei ricoveri: sono 9 in meno in terapia intensiva (il totale scende quindi a 145 posti occupati) e 31 in meno in regime ordinario (per un totale di 930).

Inoltre, oggi la Sicilia è la regione italiana con il miglior rapporto tra positivi e tamponi: 1,9% una percentuale molto bassa con un alto numero di tamponi effettuati, cioè 24.774. Infine, il dato dei guariti, anche questo in linea con i giorni precedenti anche se un po' più basso: 1.105. Gli attualmente positivi sono 33.004, con una diminuzione di altri 651 casi rispetto a ieri.

Stromboli, è allerta gialla. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 18 febbraio 2021


 

Ricordando... Giovanni Grammauta


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito

Turismo, l’assessore Messina incontra le guide alpine e vulcanologiche: «Insieme per un turismo responsabile»

Operare insieme per lo sviluppo del turismo siciliano con un approccio cosciente e responsabile verso il territorio. Questa l’indicazione venuta dall’incontro dell’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, con Cesare Bianchi, presidente del Collegio regionale Guide alpine e vulcanologiche della Sicilia (equiparato per legge statale e regionale a un ordine professionale) e Umberto Tomasello, guida alpina ad honorem.
«Con il presidente Bianchi – ha detto l’assessore Messina – c’è piena sintonia: per proporre un turismo compatibile con le esigenze del territorio il rapporto istituzionale tra guide e assessorato riveste un’importanza fondamentale. Solo così potremo pianificare congiuntamente percorsi e attività che possano fare crescere il comparto e tutelare il nostro patrimonio naturalistico».

ASP Messina, già attiva dal 3 febbraio la lungodegenza all'Ospedale di Lipari


Comunicato
Il 3 Febbraio 2021 è iniziata nel Presidio Ospedaliero di Lipari l'attività della Unità Operativa di Lungodegenza in atto con n. 2 posti letto attivati nei locali della Unità Operativa di Medicina; un obiettivo che l'Assessore Ruggero Razza ha fortemente sostenuto per implementare la qualità della assistenza e per rispondere ai bisogni sanitari della popolazione eoliana.
La programmazione è stata gestita, su indicazione del Direttore Generale Paolo La Paglia, dal Direttore della Rete Assistenziale Geriatrica e della UOC di Geriatria della ASP di Messina Dr. Ferdinando D'Amico, che ha predisposto le procedure di attivazione in sinergia con il Direttore della Unità Operativa di Medicina del Presidio Ospedaliero di Lipari dott. Sergio Crosca.
Una delle funzioni più importanti della Unità Operativa di Lungodegenza, alla quale sarà assegnato un Dirigente Medico di Geriatria, è di garantire la continuità assistenziale per pazienti fragili che presentano bisogni di stabilizzazione clinica dopo ricovero in Unità Operative per malattie acute, che 
con maggiore frequenza in questi pazienti sono malattie cardiache, respiratorie, neurologiche, ortopediche.
L'Unità Operativa di Lungodegenza, oltre al completamento del percorso terapeutico, come necessaria premessa alla deospedalizzazione, risponderà al bisogno di presa in carico prevedendo interventi riabilitativi individualizzati e non erogabili in regime alternativo al ricovero ospedaliero.

“Educare in comune”. Avviso di manifestazione di interesse a partecipare in qualità di partner del Comune di Lipari alla co-progettazione

COMUNICATO STAMPA

Si rende noto che è pubblicato nella sez. Amministrazione Trasparente del sito del Comune di Lipari e all’Albo Pretorio On Line l’Avviso di manifestazione di interesse a partecipare in qualità di partner alla co-progettazione della candidatura del Comune di Lipari in risposta all’Avviso “Educare in comune” del Dipartimento per le politiche della famiglia - Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il finanziamento di progetti per il contrasto della povertà educativa e il sostegno delle opportunità culturali e educative di persone minorenni – Area tematica C “Cultura, Arte e Ambiente”.

Possono partecipare all’Avviso e alla co-progettazione tutti gli enti pubblici interessati, le scuole, i servizi educativi per l’infanzia, uno o più soggetti del Terzo settore, imprese sociali, enti ecclesiastici ed enti di culto dotati di personalità giuridica, singolarmente o raggruppati in partnership.

L’area tematica di riferimento di tale manifestazione di interesse individua i temi della cultura e dell’ambiente quali indispensabili per il corretto sviluppo della vita culturale, sociale e cognitiva dei bambini e degli adolescenti. Le iniziative dovranno favorire la fruizione, regolare e attiva, della bellezza, del patrimonio materiale e immateriale e del territorio, con un’offerta di iniziative educative e ludiche di qualità che spaziano dalle biblioteche ai musei, dai teatri ai monumenti, dai cinema ai siti archeologici, e che prevedono modalità di fruizione innovative che sperimentano nuove e diversificati linguaggi di comunicazione artistica.

Al tempo stesso, le proposte progettuali dovranno prevedere interventi e azioni e volti a contrastare gli effetti negativi prodotti dalla pandemia su bambini e ragazzi. Tutte le proposte dovranno tenere conto degli aspetti relativi al genere, all’età e alle provenienze culturali nonché alle diverse abilità dei bambini e adolescenti coinvolti.

 

Le candidature dovranno essere trasmesse, secondo le modalità indicate nell’Avviso e con i relativi allegati,  esclusivamente via PEC all’indirizzo servizisocioculturali@pec.comunelipari.it entro la data di martedì 23/02/2021, a pena di esclusione. Nell’oggetto della PEC deve essere indicato l’oggetto: Avviso pubblico “EDUCARE IN COMUNE” – Area C “Cultura, Arte e Ambiente”.  

                                                             Assessore

                                                        Tiziana De Luca

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CCI puntata): Scariu di Camardei (Panarea)


 

18 febbraio 2018: Le Eolie sulla Gazzetta del sud con un articolo del nostro direttore

Nei palazzi della politica locale (61° puntata): Emanuele Carnevale, Beppe Rodriquez, Tommaso (Masino) Carnevale

Buon Compleanno a Lucrezia Capuano, Marco Mazza, Alba Saltalamacchia, Massimo Lauricella, Michael Gualdi, Adelaide Orlando, Silvia Profilio, Santino Liotta, Robert Merlo, Lucrezia Finocchiaro, Maria Tindara Mandarano, Marina Rando, Davide Favaloro,