Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 30 giugno 2012

Navi da crociera in arrivo a Luglio a Lipari

Grazie al comandante Andrea Magazzù vi forniamo l'elenco delle navi da crociera in arrivo a Lipari nel mese di Luglio


I familiari annunciano che la camera ardente sarà allestita domani, a partire dalle 10, nella sala convegni dell'hotel "Gattopardo", con ingresso dalla via Isabella Conti. 





Le onoranze funebri sono a cura della ditta Alfa e Omega di Lipari

Si è spento il dottor Bartolino Famularo, pioniere del turismo nelle Eolie. Il cordoglio

Si è spento a Lipari nella notte il dottor Bartolino Famularo,81 anni, uomo dalle grandi doti umane e pioniere del turismo nelle Isole Eolie, più volte presidente della Federalberghi e amministratore del comune di Lipari. Giornalista è stato anche l'editore di "Arcipelago in"
Affranti ne danno la triste notizia i figli Fabrizio, Fabiola, Tania e tutti i familiari.
Per sua precisa scelta aveva deciso di trascorrere questi ultimi giorni nella struttura dell'hotel Gattopardo, una delle sue creature. Creatura che, purtroppo, anche in questo momento di grande dolore non può fermarsi.
I familiari annunciano che la camera ardente sarà allestita domani, a partire dalle 10, nella sala convegni dell'hotel, con ingresso dalla via Isabella Conti.
Ai familiari tutti le più sentite condoglianze di Eolienews e di Eolnet.
Nelle foto lo vediamo alla Bit di Milano e con Mike Bongiorno


  • La famiglia D'Albora con Aurelia, Augusto e Lucia si stringono attorno a Fabrizio, Fabiola e Tania e ai familiari tutti per la perdita del caro Bartolino
  • Silvia e Salvatore Sarpi profondamente rattristati dalla tragica notizia della dipartita del caro Bartolino Famularo si stringono con affetto attorno a Fabrizio, Fabiola e Tania e ai familiari tutti.
  • La Federalberghi delle Isole Eolie piange la perdita dell'amico Bartolino Famularo. Tra i pionieri del turismo alle Eolie e socio fondatore della nostra associazione, ha ricoperto diverse cariche pubbliche, tra cui per anni anche quella di presidente di Federalberghi Eolie, contribuendo in modo significativo alla promozione di iniziative in favore dello sviluppo del turismo eoliano. Siamo vicini ai familiari tutti e in particolare ai figli: Fabiola, Fabrizio e Tania. 
  • Appresa improvvisa e triste notizia per la scomparsa del grande amico Bartolino Famularo, invio sentite condoglianze ai figli Fabrizio, Tania, Fabiola e ai familiari tutti. Un’altro pezzo di Lipari se n’è andato. Ciao Bartolino, finchè avrò fiato canterò sempre la tua “alle Eolie” e sono sicuro che gli amici e artisti Eoliani che ci hanno già preceduto, Ti faranno una gran festa e con Te rivivranno  gli anni e i momenti più belli della nascita del turismo alle Eolie. Giovanni Giardina




Un ricordo di Bartolino Famularo di Aldo Natoli


Ho appreso attraverso una telefonata di mia moglie, con grande tristezza, della scomparsa dell’amico Bartolino Famularo. Ho conosciuto “Don Bartolino”, come affettuosamente l’ho sempre chiamato, da ragazzo  andando nel periodo estivo a lavorare nel suo locale “A Paranza” , di Vulcano, con il compianto amico Saverio Camporeale. Ho  subito apprezzato la sua “voglia di fare” e la sua grande professionalità ed imprenditorialità, divenendo appena più grandicello,  prima un suo collaboratore poi un amico inseparabile ed affettuoso.  Ho seguito la nascita del Turmalin Mare, con la piantumazione del “salice piangente” per mano della moglie, Signora Uta, del Turmalin Corso, dell’Agenzia Viaggi di Corso Buenos Aires a Milano, del ristorante Eolie Eolie sempre a Milano, del Periodico “Arcipelago” del quale ero anche direttore responsabile, della produzione dell’Amaro Eolie, dell’Associazione Albergatori delle Isole Eolie, della Federalberghi delle Isole Eolie, e di tante altre interessanti iniziative. Ho seguito anche con grande interesse e partecipazione la sua attività di Assessore al Turismo del Comune di Lipari, per poi succedergli nel medesimo ruolo di Assessore, facendo tesoro dei suoi saggi consigli. Tanti ricordi affollano oggi la mia mente, ma ve ne è uno in particolare che simboleggia l’operatività e l’intuizione imprenditoriale di Don Bartolino: era il 1974, ed insieme, prima con i camions di arance, poi con le serate eoliane e gli stand fieristici abbiamo fatto veicolare “Le Eolie” in tutto il Mondo.    
Con la scomparsa di Bartolino Famularo la Città di Lipari perde un grande imprenditore, un grande protagonista del turismo dell’intero Arcipelago. Personalmente perdo un fraterno amico ed un grande maestro. Grazie “Don Bartolino”.
Ai cari figli Fabiola, Tania e Fabrizio, ai parenti tutti, porgo le condoglianze più sentite.
Aldo Natoli

SICILIA: GIUNTA REGIONALE NOMINA NUOVI DIRIGENTI GENERALI

La giunta regionale di governo riunita oggi a Palermo, nella sede di Palazzo d'Orleans sotto la Presidenza di Raffaele Lombardo, ha nominato tre nuovi dirigenti generali della Regione siciliana. Si tratta di Salvatore Sammartano che guidera' il Dipartimento regionale della Pianificazione strategica dell'assessorato regionale alla Salute, di Antonio Lo Presti che ricoprira' l'incarico di Dirigente generale del Dipartimento della Pesca e di Vincenzo Di Rosa, gia' capo del genio civile di Palermo, nominato Dirigente generale del Dipartimento azienda regionale foreste demaniali. Nominati, inoltre, il Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Ersu di Catania, Alessandro Cappellani e il presidente del collegio sindacale dello IACP di Siracusa, Sandro beltrami.
L'esecutivo ha poi deciso di prorogare di 15 giorni le convenzioni quadro e i contratti di servizio in essere con le societa' partecipate in attesa che si completi la procedura per la costituzione della nuova societa' che le assorbira'.
In tema di tributi sono state approvate le procedure per la cessione delle partecipazioni in "Riscossione Sicilia SpA" a favore della Regione siciliana e di Equitalia SpA.
Infine in materia di Trasporto pubblico locale su proposta dell'Assessore Andrea Vecchio sono stati approvati gli ambiti o bacini territoriali omogenei per i servizi pubblici locali.
L'adempimento era previsto dal DL 138 del 2011 convertito nella legge 148/2011 e doveva essere assunto entro il 30 giugno 2012. La Sicilia sara' divisa in due unita' di rete: il bacino orientale comprendente le province di Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Ragusa e Siracusa, ed il bacino occidentale comprendente le province di Agrigento, Palermo e Trapani. All'interno di questi bacini saranno comprese linee express, interprovinciali e provinciali. Per express si intendono linee di lunghezza da 50 chilometri in su e con velocita' commerciale non inferiore a 60 km/h. I collegamenti express e quelli interprovinciali che rendano possibili gli spostamenti tra i principali poli di attrazione della Regione saranno ricompresi nel primo livello di rete. Il secondo livello comprendera' la restante parte della rete interprovinciale mentre i collegamenti interni alle province costituiranno la rete di terzo livello.

Tirrenia–CIN: UGL Federazione Trasporti scrive al Ministro Passera

Ore decisive per la conclusione delle procedure utili a definire il passaggio di consegne alla Compagnia Italiane di Navigazione (CIN) della Tirrenia. La Regione Liguria, Comune di Genova e Provincia, Autorità Portuale di Genova, unitamente alle organizzazioni sindacali del comparto trasporti della Cgil, Cisl, Uil hanno sottoscritto un documento per sollecitare il Governo a mantenere gli accordi definiti: “tutela dei livelli occupazionali, retributivi e territoriali”, e soprattutto garantire la “continuità territoriale” con la Sardegna sia nelle rotte che nelle tariffe.
La Regione Liguria interviene soprattutto per tutelare la sede di Genova di Tirrenia che conta 57 amministrativi e 250 marittimi. Ma anche altre regioni, sedi distaccaste di Tirrenia, sono preoccupate dall’andamento dell’intera vicenda. Proprio ieri, UGL Trasporti , tramite la Segreteria Nazionale, settore Mare e Trasporti, a firma di Pasquale Mennella, ha inoltrato al Governo una richiesta  urgente di incontro nell’ambito della procedure di raffreddamento delle vertenze, L. 146/90, proclamando lo stato di agitazione nazionale del personale Tirrenia spa in a.s. Destinatari della missiva sono Ministro Passera, il Commissario di Tirrenia, CIN, Fedarlinea, Commissione di garanzia ed Osservatorio Conflitti Sociali. Nella richiesta, oltre a sottolineare le problematiche relative alla liberalizzazione del cabotaggio Europeo e la privatizzazione di Tirrenia, si legge: “ Nel venire a conoscenza che ad ostacolare tale auspicabile traguardo, essenziale sia per la garanzia della continuità Territoriale Isolana, sia per l’aspetto occupazionale del settore marittimo, sia la mancata richiesta da CIN (e Banche) da parte del Dicastero dello Sviluppo Economico e dei Trasporti, garanzia di non dover subire eventuali addebiti per atti pregressi da parte della Commissione Europea relativamente alla procedura in corso circa gli aiuti di stato di Tirrenia dal 2008 ad oggi.
Che per effetto di ciò, si materializza il concreto rischio di fallimento del processo con le immaginabili ripercussioni sociali e occupazionali, alla vigilia tra l’altro dell’imminente stagione estiva, momento, che richiede il massimo sforzo dei lavoratori interessati”. Per i motivi esposti, la lettera di Mennella dichiara lo stato di agitazione di tutto il comparto marittimo, qualora le procedure di raffreddamento venissero a mancare, e non sarà garantito il servizio estivo e non escludendo eventuali ritardi di partenze già nei prossimi giorni. Sembrava un iter facile e quasi concluso, ma gli “europei” sono ancora lunghi!

Abele Carruezzo

Mantenimento dell'ATO EOLIE. L'apprezzamento di Legambiente Eolie


Legambiente Circolo delle Isole Eolie
 Comunicato stampa del 30 giugno 2012

 Le notizie pubblicate ieri sul mantenimento della A.T.O. delle Isole Eolie confermano la nostra intuizione del 17 maggio u.s., nello scrivente al sindaco Giorgianni che:
(…) Le ricordo che il nostro Comune ai sensi dell’art. 5 della Legge 9/2010 è inserito nell’ATO 10 – Isole Minori, comprendente le isole minori della Regione Siciliana.
Il nuovo comma prevede che i comuni possono presentare all’Amministrazione Regionale, la proposta di individuazione di specifici bacini territoriali per la modifica degli ambiti territoriali ottimali per la gestione integrata dei rifiuti. Tale richiesta va presentata entro il termine del 31 maggio 2012, purché tale proposta sia motivata sulla base di criteri di differenziazione territoriale, socio economica, nonché attinenti alle caratteristiche del servizio. Tale previsione va immediatamente attenzionata per verificare se una modifica che riconduca la nostra ATO al solo ambito delle Isole Eolie possa condurre a dei risparmi di spesa, sia in termini di racconta, sia in termine di trasporto via mare e deposito dei rifiuti in discarica.
Rivolgiamo i nostri apprezzamenti al Sindaco Giorgianni ed all’assessore Berzioli che si sono attivati per mantenere la nostra A.T.O. al solo ambito delle Isole Eolie.
La nuova amministrazione comunale adesso deve dare un segno di grande discontinuità, infatti, non è pensabile che la vecchia ATO si trasformi nella nuova ATO senza un reale rinnovamento in tutte le sue componenti.

Il Presidente del Circolo
Dott. Giuseppe La Greca

In edicola nuovo libro dello storico La Greca

E' in edicola da oggi il nuovo volume del dottor Pino La Greca dal titolo "Curzio Malaparte alle isole Eolie" Presentazione di Piergaetano Marchetti; Prefazione di Gian Antonio Stella. Edizioni del Centro Studi eoliano.

Caldo da bollino rosso, SOS anziani

E' emergenza caldo per la popolazione anziana, soprattutto in vista di domenica quando le temperature raggiungeranno livelli record. Lo dichiara il presidente di Federanziani, Roberto Messina, intervenendo sulla morte di due anziani a Tirrenia, sul litorale pisano, molto probabilmente a causa di un colpo di calore. "Sappiamo oramai da tempo che in presenza di temperature elevate aumenta sensibilmente la mortalità degli anziani - spiega il presidente di Federanziani, Roberto Messina - specialmente se affetti da particolari patologie o ricoverati presso strutture assistenziali. Ciò dovrebbe indurre le istituzioni preposte a mettere in campo tutte le possibili strategie di contrasto a un fenomeno che si ripete ogni anno, attivando in tutte le città i sistemi previsionali che possano segnalare più efficacemente le situazioni meteo a rischio, dotandosi di numeri verdi, organizzando delle task force di sostegno alla popolazione più fragile".
Messina spiega che "domenica si toccheranno record storici di caldo, con picchi di calore tra le ore 13 e le 16, quando si raggiungeranno temperature elevatissime". Vivono da soli, spesso ai pianti alti dei palazzi, a volte senza ascensore, in appartamenti piccoli, hanno problemi di salute e forse solo la pensione minima: questo l'identikit degli anziani più a rischio caldo in estate tracciato da Federanziani. "E' per questo - rileva - che chiediamo alle famiglie italiane di assicurarsi che i loro nonni seguano le regole fondamentali del nostro decalogo contro il caldo, evitando di uscire nelle ore più pericolose, assumendo molti liquidi, facendo arieggiare i locali in cui si vivono, riparandosi sempre il capo dal sole".

Accadde un anno fa

Riproponiamo un articolo pubblicato lo scorso anno, nello stesso giorno

Ars. 5 milioni di euro per i rifiuti nelle isole minori

"Sono molto soddisfatto per il via libera del Parlamento regionale alla rimodulazione delle riserve del fondo per le autonomie locali. Con questa procedura si pongono le premesse per il mantenimento di impegni sul territorio che il governo della Regione ha sempre ritenuto prioritari". Lo dice il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.
" Da questa piccola manovra tecnica - continua - arrivano le risorse per la tutela dei centri storici di Ibla e Noto, ma arrivano anche fondi per gli aeroporti di Comiso e Birgi e i comuni alluvionati nel messinese, con sei milioni di euro stanziati per Scaletta Zanclea e Itala. Con la rimodulazione si assegnano anche le risorse per il centro storico di Agrigento, colpito recentemente da una serie di crolli, per il quale l'amministrazione regionale ha gia' attivato il tavolo tecnico. In tema di tutela del territorio, la norma che ridisegna l'assegnazione le riserve finanziarie agli enti locali, prevede fondi anche per il Comune di Favara".
In tema di solidarieta' sono previste iniziative per soggetti svantaggiati, disabili e ricovero dei minori. La norma libera anche 5 milioni di euro per l'emergenza rifiuti nelle isole minori, interventi per le saline di Trapani e un fondo da 11 milioni di euro per le polizie municipali.
IL COMITATO PER I FESTEGGIAMENTI RENDE NOTO CHE VI E' STATA UNA MODIFICA DEGLI ORARI: Alle 17 e 30 è in programma il trasferimento del simulacro di San Calogero dalla chiesa all'area antistante lo stabilimento termale. Alle 19 la processione e alla 19,30 la Santa Messa

Auguri a......

Gli auguri di oggi sono per Sabrina La Greca, Rahma Azaroual e Bartolomeo Ziino
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

venerdì 29 giugno 2012

Incarico legale al comune di Lipari. Il cittadino Corrieri chiede di sapere

Riceviamo da Daniele Corrieri e pubblichiamo:
L’ Avv. Francesco Amalfa di Milazzo ha avuto un incarico dal comune di Lipari per € 4000 o giù di li; sembrerebbe che sull’incarico l’ufficio legale del Comune avesse dato parere negativo perchè il costo da affrontare non è conveniente.
Addirittura lo stesso avvocato avrebbe stipulato una convenzione con il Comune di Lipari che scade il 30 giugno. Sarà rinnovata?
L’ufficio legale e la ragioneria sono a conoscenza di questa convenzione quale “per problemi ufficio idrico” fatta dal dirigente Blasco e firmata dal Sindaco Mariano Bruno ? Quali sono i costi di questa convenzione? Ma soprattutto chi ha fatto questa convenzione? Sembrerebbe che pochi lo sanno e al Comune nelle aree legali e amministrative sono sorpresi.
Posso avere da cittadino qualche chiarimento?
Saluti
Daniele Corrieri

"Provocazioni populiste". Così Alessandro Lopes, presidente del consiglio comunale di Santa Marina Salina, definisce le recenti dichiarazioni del sindaco di Milazzo


In merito alle considerazioni espresse del Sindaco di Milazzo, Avv. Pino, ed apparse sugli organi di informazione qualche giorno fa, a parte le legittime valutazioni sulla opportunità della istituzione della tassa di sbarco, rimesse al libero giudizio di ogni cittadino e di ogni amministratore, non è possibile accettare provocazioni populiste in merito al disturbo recato alla città mamertina per lessere il porto di imbarco per le Eolie.
Non sfugge ad un occhio attento lindotto di cui gode Milazzo in funzione del suo rapporto con le Isole. A titolo meramente esemplificativo: gli alberghi pieni in inverno, quando gli aliscafi non viaggiano, i servizi di ristorazione e gli acquisti, in genere, negli esercizi commerciali della città; gli incarichi ai professionisti; il turismo riflesso di coloro che, tendenzialmente diretti alle Eolie, si fermano a Milazzo, qualche ora o qualche giorno. Non si trascuri leffetto sul mercato immobiliare: se un fabbricato in zona centrale, fino a 20 anni fa, si poteva acquistare a prezzi ragionevoli, oggi lo stesso fabbricato ha un valore di mercato almeno triplicato. Tutto ciò, oltre a portare ricchezza immediata al privato milazzese, porta ricchezza mediata e immediata allente comunale (addizionali sulla ricchezza prodotta, IMU seconde case, ecc..).
Per come, giustamente, già fatto notare su questo organo dinformazione, nessun riconoscimento è mai stato manifestato nei confronti degli eoliani a suggellamento di questo rapporto privilegiato. Oltre agli aspetti già opportunamente ricordati dalla Sig.ra Laura Natoli, vorrei aggiungere la tematica relativa ai parcheggi, sapientemente studiata per far pagare la sosta ai soli eoliani. Sosta libera ed illimitata, per i residenti; sosta libera ad ore, per coloro che lavorano in zona. Impensabile che un soggetto che vive o lavora alle eolie possa spostare lauto entro 2 ore dalla sosta, quindi paga al Comune di Milazzo 5 euro al giorno (nuova tariffa in vigore a breve), o ad un privato almeno il doppio. Se lAmministrazione mamertina vuole instaurare un rapporto privilegiato con le amministrazioni eoliane, faccia un passo distensivo: esenti dal pagamento della sosta i residenti nei comuni eoliani e noi esenteremo i milazzesi dal pagamento dellimposta di sbarco.
Peraltro mi risulta che il Sindaco Lo Schiavo abbia giàpreso in considerazione la possibilitàdi individuare delle agevolazioni in favore dei cittadini milazzesi. Considerato che in una serena convivenza bisogna avere entrambi voglia di crescere insieme, facendosi reciproche concessioni, nel caso in cui da una delle parti questa volontà fosse mutata (tra le righe le recenti dichiarazioni del Sindaco Pino e del Consigliere Scicolone e quelle, più datate, dell ex Consigliere Pippo Russo) si assumano delle chiare determinazioni politiche così da potersi comportare di conseguenza ed avviare, dal canto nostro, azioni concrete per lo spostamento del terminal navale preferenziale in altri territori, e per i quali i relativi amministratori hanno già manifestato grande entusiasmo. Sono convinto che si aprirebbe una gara per accaparrarsi il nostro disturbo, estate e inverno, con conseguente maggiore attenzione, in termini di servizi, riservata a questi ospiti fastidiosi!

Milazzo: Da domenica si parte dal nuovo terminal aliscafi

Da domenica 1° Luglio 2012 le partenze e/o arrivi da e per Milazzo avverranno presso il nuovo terminal degli aliscafi, ubicato al molo "Luigi Rizzo"

COOPERAZIONE: FINANZIATI 29 PROGETTI SICILIANI

Per due giorni, l'autorita' di gestione del programma europeo MED, coordinata dalla Regione Provence Cote d`Azur, ha esaminato a Palermo i 29 progetti siciliani che sono stati ammessi al finanziamento nel 2012.
La Sicilia ha ottenuto, in occasione del primo bando del programma di politica transnazionale della Politica di coesione europea, la migliore performance continentale, con un tetto molto alto di progetti considerati validi tra i 104 ammessi a finanziamento in tutta Europa.
I capifila e/o partner siciliani sono soprattutto dipartimenti regionali, ma anche Universita', enti locali, associazioni e organismi no-profit.
L'eccezionale risultato e' il frutto non casuale di un'azione preparatoria - anche formativa - intrapresa negli anni scorsi dal dipartimento Affari extraregionali per rendere competitiva la Sicilia a livello europeo e internazionale.
Si tratta ora di diffondere questa cultura della competizione a tutti i soggetti fruitori di fondi europei.
I progetti sono tutti in avanzato corso di realizzazione e gli incontri mirano a monitorarne l'evoluzione, offrendo l'assistenza tecnica fornita dall'Autorita' di gestione transnazionale in collaborazione con il Dipartimento Affari extraregionali della Presidenza della Regione.
La Sicilia, capofila delle Regioni italiane per le politiche europee e internazionali e attuale Presidente delle Regioni mediterranee, sta chiedendo alla inizianda presidenza cipriota del Consiglio dell'UE (1°luglio - 31 dicembre 2012) un significativo incremento dei fondi destinati alla Cooperazione territoriale transnazionale, finora limitati a circa il 2% dell'intero ammontare della Politica di coesio

"Agire per le Eolie" (di Daniele Corrieri)

 L’indifferenza Eoliana mi sorprende! Circa due mesi fa tutti per strada a parlare del futuro , oltre 200 bei Eoliani che volevano cambiare il mondo, si, come le frasi di una canzone “Eravamo quattro amici al Bar”.
Sostanzialmente tutti gli Eoliani o gran parte di essi erano convinti che il Messia arrivava! Ma più che Messia era una Messa cantata!
Nel frattempo  hanno tolto la corsa aliscafo diretta a Reggio Calabria, hanno confermato i tagli sovvenzioni e contributi statali e regionali, si prospettano tasse a pieno andare, abbiamo un isola pedonale con molte probabilità non regolare, gli hotel vuoti, i conti correnti tra il rosso e l’arancione, un eletto Consigliere Comunale che non poteva presentarsi in lista, siamo senza vice Sindaco, un’amministrazione Comunale a termine o meglio dire che durerà sino a ottobre . .. prego smentitemi . . . , il Comune paga euro su euro (colpe precedenti) decreti ingiuntivi, avvocati con incarichi per le tante cause in corso, di crediti Tarsu e Oneri Urbanizzazione non se ne parla ma quando si stava in minoranza chiedevano, la differenziata non funziona o meglio non ha mai funzionato, lavoratori pomice che prestano lavoro al Comune senza capire con che titolo e con quali rischi, randagismo che si denuncia giornalmente, il porto aliscafi/navi sembra il porto di Tunisi con al fianco il centro di Napoli, bagni pubblici inesistenti, biglietterie aliscafi che non pagano affitti e per chiudere in bellezza, il povero Francesco Subba che lancia allarmi su allarmi, sostanzialmente nulla di nuovo. Anzi peggio.
Che nessuno dica nel frattempo abbiamo fatto questo, anche perché se si è fatto andava fatto!
So che quello che scrivo è un ripetersi di ciò che ho sempre scritto, ma per  non voler diventare logorroico ho rifatto un riassunto dell’ultimo mese.
Dei  200 ne sono rimasti venti, con l’aggiunta di due luminari e consulenti vari, chi a gratis, chi pagato, ma per far cosa? Per lasciare andare la barca alla deriva  o per aver tirato i remi in barca?
No, cari signori che ci rappresentate, questa è una situazione che non possiamo più continuare ad accettare, serve che quello spirito battagliero di un mese fa si tramuti in “Agire per le Eolie”, e non che dobbiamo aspettare nomine o sapere che litigate per nomine tipo “Le commissioni”, o perdersi in polemiche per una macchina elettrica in quel di Filicudi che probabilmente serve a Lauria per tranfert centro vie del centro e  per avere qualche autista in più nell’isola pedonale.
Il tempo delle chiacchiere deve finire, il 7 maggio è passato, da un mese che non vi riunite, da un mese che tutti aspettano le moltiplicazioni delle promesse, invece è un moltiplicarsi di cariche.
Vi prego, se non siete capaci di risolvere il minimo sindacale, fatemi una cortesia: Non parlate di porti o megaporti, sarebbe come dire che uno che ha la quinta elementare voglia fare l’Ingegnere, quindi prendete la licenza media, il diploma, la laurea, un po’ di praticantato e siete a norma. Pertanto risolvete ciò che è da risolvere nell’immediato con la laurea che conseguirete, poi parlate di porti e di  portate!
Saluti
Daniele Corrieri

Al via lunedì 2 luglio il progetto Asp "Sharing"


Messina, 29/06/2012. Per 50 giovani volontari del Servizio Civile quello che comincerà lunedì prossimo sarà un anno intenso, durante il quale vivranno un’esperienza di crescita unica, che farà loro comprendere il bisogno “dell’altro” e conoscere a fondo il sistema sanitario per diventare un giorno, da cittadini adulti, fruitori capaci di dare preziosi contributi allo stesso sistema.
Partirà infatti il 2 luglio il progetto per il Servizio Civile promosso dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina “Sharing: Condivisione e Scambio di Percorsi in Sanità”, destinato, appunto a 50 volontari, tra i 18 e i 28 anni, che per un anno potranno sperimentare una prima esperienza lavorativa nel settore della salute. I ragazzi selezionati saranno impiegati nelle strutture ospedaliere e territoriali dell’Azienda: le direzioni sanitarie, ad esempio, i Pronto Soccorso, ma anche i Presidi Territoriali di Assistenza e i Servizi di Riabilitazione e di Salute Mentale.
Per i giovani volontari, nel loro primo giorno di attività, l’ASP Messina (Azienda accreditata alla 1. Classe dell’Albo della Regione Sicilia degli Enti di Servizio Civile Nazionale) ha pensato di organizzare un evento speciale. Un momento di accoglienza, in programma, a partire dalle 8, all’interno della Cittadella della Salute (ex Mandalari).
A dare il benvenuto ai partecipanti, saranno i massimi dirigenti dell’Azienda, i 25 Operatori locali di progetto che seguiranno i ragazzi lungo tutto il periodo del servizio, e naturalmente i membri dello staff che ha realizzato “Sharing”.
In continuità, per quanto riguarda i metodi e le aree di intervento, con il primo progetto realizzato nel 2010, “Territorio Solidale”, “Sharing”, finanziato dall’Ufficio Nazionale Servizio Civile, non solo darà ai giovani volontari l’opportunità di vivere un percorso qualificato di crescita personale, ma al contempo valorizzerà il Servizio Civile come risorsa aggiuntiva per una Sanità più vicina ai cittadini, finalizzando le azioni dei volontari alla relazionalità, all’accoglienza, all’ascolto, all’informazione e alla guida nei percorsi di salute.
Fine ultimo dell’ASP Messina è infatti, attraverso il prezioso contributo che il Servizio Civile è in grado di dare, quello di umanizzare e migliorare i servizi, accogliere e facilitare l’interazione tra gli utenti e i Presidi Ospedalieri e Territoriali dell’ASP, sostenere e affiancare le attività di connessione della rete che integra i percorsi assistenziali ospedale – territorio.

Ginostra: Ripristinata la piena funzionalità dell'impianto del pontile di Protezione Civile

Associazione Ambientalista MAREVIVO
prof. Riccardo Lo Schiavo
Delegato Generale Ginostra-Stromboli
via Portella n. 1 - 98050 Ginostra (ME)                                          

COMUNICATO STAMPA
Ginostra – Ripristinata la piena funzionalità dell’impianto di illuminazione del pontile di Protezione Civile di Ginostra.  Il nuovo Sindaco Marco Giorgianni ha dunque mantenuto con straordinaria tempestività il primo degli impegni assunti nell’incontro con la comunità ginostrese ( foto allegata) subito dopo la sua elezione.
Più volte richiesto dai residenti e sollecitato anche dal Circomare Lipari, l’intervento, per il quale sono stati stanziati 5 mila e 300 euro attingendo dai fondi introitati con i ticket, si rendeva necessario e improcrastinabile anzitutto per completare  la messa in sicurezza dell'approdo ma anche per garantire l’attracco della nave per Napoli che, come noto, fa scalo a Ginostra in orario notturno.
Altra lodevole iniziativa della nuova Amministrazione è stata la regolamentazione, tramite apposita ordinanza, delle modalità e delle fasce orarie per l’utilizzo dei mezzi utilizzati per il trasporto delle merci dal porto al centro del paese.
Si è cercato quindi di conciliare le oggettive esigenze della popolazione locale, ed in particolar modo dei titolari di attività commerciali, con la tutela di quelle che indubbiamente sono la ricchezza e la peculiarità della frazione: la pace ed il silenzio!
Per la comunità di Ginostra dunque il nuovo corso della politica eoliana si presenta ricco di speranza ma soprattutto all’insegna della serenità e della leale collaborazione con l’Amministrazione del Sindaco Marco Giorgianni che già in pochi giorni ha dimostrato di voler rispondere con i fatti e opportuno tempismo alle istanze prioritarie anche delle realtà più piccole e, nel passato, troppo spesso bistrattate.

                                                                                     Prof. Riccardo Lo Schiavo
 Delegato MAREVIVO

    Ginostra, 29 giugno 2012

Continuità didattica nelle piccole isole. Lupo presenta odg alla Regione


Riceviamo da Saverio Merlino e pubblichiamo. "Invio, in allegato, l'ordine del giorno che ho fatto presentare all'On. Giuseppe Lupo -Segretario Regionale del PD - sulla continutà didattica nelle scuole delle piccole isole


ORDINE DEL GIORNO
 
L'Assemblea Regionale Siciliana

Nel richiamare la necessaria attenzione sul problema della continuità didattica nelle zone geograficamente disagiate, in montagna e nelle isole minori;
Ricordato che la continuità didattica è premessa per il successo formativo e le pari opportunità ma sia l’uno che le altre diventano impossibili quando per lunghi periodi gli studenti restano senza docenti e senza personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA), in attesa che qualcuno accetti l’incarico in tali zone disagiate;
Ribadendo la necessità di assicurare il pieno diritto allo studio dei minori residenti in montagna e nella isole minori e di salvaguardare il principio della continuità territoriale;

impegna
il Presidente della Regione
 a individuare e verificare nell’amministrazione regionale e in ogni altra sede, in particolare col Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, un’azione coordinata per recuperare i fondi necessari al funzionamento delle scuole di montagna e delle isole minori e gli strumenti informatici e multimediali per gli istituti scolastici in tali aree, assicurando un’adeguata copertura del personale ATA che, specie nel caso d’interruzione dei collegamenti marittimi, è l’unico che può garantire la sicurezza dei minori presenti a scuola;
ad assicurare la stabilità  del personale costituendo l’organico funzionale sulla base al numero delle iscrizioni nell’arco di almeno tre anni consecutivi e dando la precedenza ai docenti di ruolo che dimostrino di risiedere stabilmente nella località disagiata e garantendo la rapida sostituzione dei docenti assenti dando la precedenza ai docenti residenti nel territorio in cui viene conferita la docenza;
 a prestare la dovuta attenzione alla politica degli incentivi a favore del personale direttivo, docente e ATA  e, in particolare verso questi ultimi, a operare perché siano riviste le tabelle ministeriali prevedendo le necessarie e opportune deroghe per le isole minori.

Palermo, 26 giugno 2012                                                Lupo

Isola pedonale, ZTL e telecamere (di Daniele Corrieri)

Egregio Direttore, congratulandomi con Lei essendo l’unico che ha fatto un sondaggio sull’isola pedonale oso col suo consenso dire la mia e dare qualche consiglio:
Non trovo corretto che un turista per arrivare al Museo – ristoranti- negozi hotel  non possa usufruire di un servizio pubblico essendo che il servizio non è garantito dal Comune di Lipari con altri sistemi, non credo che due tre macchine elettriche risolvano il problema.
Non trovo corretto che ci sia l’area pedonale ma nello stesso tempo a negozi, bar, ristoranti, venga fatto occupare l’intero marciapiede con conseguenza che il pedone non abbia passaggio sullo stesso.
Trovo deleterio i taxi vista mare e i bar vista taxi (stalli a tempo a Marina corta)
Non capisco perché tutta questa rigidità si faccia su tutte le vie del centro di Lipari e non venga attuata sulle varie frazioni (alta presenza turistica) di Canneto e Vulcano.
Non capirò mai come un residente per le vie del corso o per la via Garibaldi o altre zone non accessibili possa nel caso di partenza/arrivi: uscire di casa con bagagli e bagaglini e andare per le vie del centro sino al porto, stessa cosa dicasi per il turista, per non parlare delle persone anziane che in pieno caldo devono portarsi borse spesa e quant’altro a mano e con 35/40 gradi all’ombra.
Ovviamente sono d’accordo che l’area pedonale serve,  la stessa è presente in tutti i Comuni che si rispettano, ma nel nostro caso mi sembra un ara pedonale e una zona ZTl fatta “ A Casum” con molte lacune.
Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, perché in assenza dei vigili, o per necessità o per vecchie abitudini, o per inciviltà, l’isola pedonale e l’area ztl è come se non ci fosse.
Alcuni consigli: Studiare bene come provvedere a non dare disagi al turista, come non darli alle vere persone bisognose. Un turista arriva deve andare in centro o area pedonale: Mostri documento di prenotazione e da li gli si permetta di raggiungere l’ubicazione. Un Eoliano deve partire? Mostra documento di viaggio e da li gli si permetta di raggiungere il porto o con arrivo al porto gli si permetta di arrivare a casa. Le porto un esempio: se io vado a Firenze o qualsiasi città Italiana e ho prenotato un hotel in centro o area pedonale, mi è consentito entrare e scaricare i bagagli in hotel, addirittura molti hotel provvedono a fare giusta comunicazione di arrivo e partenza dei loro clienti segnalando n° di targa.
Non serve sottolineare che l’isola pedonale pecca dell’assenza di parcheggi, tra l’altro non avendo un limite di veicoli in sbarco sulla nostra isola le lascio immaginare cosa accade tra un mese.
Ovviamente fatte le considerazioni di cui sopra, mettiamo le telecamere e salassiamo i trasgressori, non solo incassiamo danari, ma nello stesso tempo liberiamo tanti vigili urbani da un servizio a tempo e li possiamo impegnare in altre cose.
Daniele Corrieri

Lipari, commemorazione di Giuseppe Persiani


«Sabato 7 luglio 2012, alle ore 19, nell’ “Isola del purgatorio” a Marina Corta di Lipari commemorazione di Giuseppe Persiani.
Nel corso della cerimonia, organizzata dall’Associazione “Casa del Popolo Milazzo” ,sarà presentato il libro dal titolo: “Perchè è stato ucciso Pio La Torre?” di Elio Sanfilippo e Nino Caleca».
Programma
Ore 19: Ricordo di Giuseppe Persiani (Franco Andaloro- presidente associazione "Casa dei Popolo Milazzo")
Ore 19,30: presentazione del libro Elio Sanfilippo (autore del libro - presidente “Legacoop Sicilia”
Ore 20: saluti dei convenuti
Ore 20,15: interventi
Gino Amato (ex consigliere comunale di Lipari); Prof. Giuseppe Restifo (storico - Docente di Storia Moderna Università di Messina); Prof. Angelo Raffa (storico - ricercatore)
Moderatore: Luigi Barrica (giornalista de 'La Repubblica")
 Segue dibattito

Auguri a.......

Gli auguri di oggi sono per Serena Scoglio
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

"Perchè bisogna vedere sempre il marcio?". Ci scrive il prof. Previti

Caro Salvatore,
vorrei chiederti e chiedermi perchè se c'è qualcosa che sta funzionando,anche se con qualche piccolo limite, bisogna per forza vederci il marcio,la non  legalità,la protervia e la supponenza dei Soloni di turno!
Bravo Bartolo so che non hai bisogno del mio plauso ma ancora una volta stai  dimostrando di avere i cosiddetti....  ricorda il padre Dante:''Non ti curar di loro ma guarda e passa''.
Ricordo ai giovani che per una sedia cadde un sindaco!
                                    Saluti prof. Antonio Previti

Dramma a Lipari

Dramma nel tardo pomeriggio di ieri a Lipari. Un bimbo, la cui nascita era imminrente, ha perso la vita nel grembo materno. Da quanto trapela la giovanissima donna, non avvertendo più la presenza del bimbo, si è recata in ospedale per effettuare i controlli necessari.
Da questi è emersa la tristissima notizia. Il cuoricino del piccolo già non batteva più.

Accadde un anno fa

Articolo pubblicato lo scorso anno, nello stesso giorno

Battesimo a Panarea per il piccolo Storari. Le foto di Gaetano Di Giovanni


Battesimo stamani a Panarea, in occasione della festività di San Pietro, per il piccolo Tommaso Storari, figlio dell'estremo difensore bianconero Marco e di Veronica Zimbaro.
Il battesimo è stato celebrato da Padre Lio.
Con un caicco (lo stesso utilizzato dal presidente Schifani la scorsa estate) sono giunti da Milazzo i parenti della coppia.
Grande delusione nell'isola poichè il tam-tam popolare annunciava la presenza di alcuni calciatori juventini, che non si sono visti. L'unico calciatore presente era Luciano Zauri

Grazie al nostro collaboratore, fotografo professionista Gaetano Di Giovanni, vi proponiamo tre foto.
Il viso di Tommaso è oscurato in rispetto alla normativa inerente i minori.

giovedì 28 giugno 2012

Digitale terrestre, regione sosterrà aziende

Palermo, 28 giu. (SICILIAE) - "Il passaggio al digitale terrestre segna una svolta anche nel sistema radio televisivo regionale. La Regione Siciliana intende accompagnare gli operatori del settore in questa circostanza, mettendo in campo tutti gli strumenti e le opportunita' di cui dispone, per sostenere le emittenti regionali nel passaggio al nuovo sistema. Sottoporro', nel corso del prossimo comitato di sorveglianza previsto per settembre, l'introduzione di una specifica linea di intervento nell'ambito del Po Fers 2007-2013, per garantire le risorse necessarie all'evoluzione tecnologica del settore".
Lo dichiara l'assessore regionale per l'Economia, Gaetano Armao.

Udc-Pd accordo per Gianpiero D'Alia candidato alla presidenza della Regione

( Giacinto Pipitone) Nel giorno in cui nel Pdl esplode lo scontro sulla candidatura del coordinatore Giuseppe Castiglione, Pd e Udc chiudono a Roma l’intesa per lanciare Gianpiero D’Alia nella corsa alla presidenza della Regione. Il Pdl ha vissuto un’altra giornata che ha scosso le segreterie da Palermo a Roma. L’annuncio del coordinatore Giuseppe Castiglione - «porto avanti le primarie e mi candido» - ha indispettito l’area palermitana. Francesco Cascio, l’altro big in rampa di lancio, si è messo di traverso: «Se Castiglione insiste sulle primarie posso solo fargli un in bocca al Lupo. Io sono contrario. Farle a luglio è una follia. E poi noi non sappiamo farle. Le primarie lasciano ferite che difficilmente poi si rimarginano durante la campagna elettorale». A queste condizioni Cascio fa sapere di non essere disponibile a correre per la Regione.
È uno scontro che si muove all’interno dell’area alfaniana del partito. E che contrappone i big della Sicilia orientale a quelli della parte occidentale. Se Castiglione ha il sostegno sul progetto-primarie dell’altro coordinatore, il messinese Domenico Nania, da Roma è l’area Schifani a sostenere il no di Cascio. Per Simona Vicari, molto vicina al presidente del Senato, «non è il momento e non c’è il tempo per le primarie. Il Pdl deve giungere alle elezioni di ottobre senza le divisioni che le primarie si portano dietro. Dobbiamo guardare a giovani di qualità e trovare una personalità in grado di unire e coinvolgere le varie risorse».
È il segnale che da Palermo a Roma si lavora sull’indicazione di Cascio superando la logica delle primarie. Come il braccio destro di Alfano, Salvatore Iacolino, aveva lasciato intendere la settimana scorsa. La polveriera esplosa ieri in Sicilia ha convinto Alfano a riconvocare a Roma oggi i tre coordinatori regionali (c’è anche il palermitano Dore Misuraca) per affrontare il caso. A margine Alfano vedrà anche lo stesso Cascio, la cui candidatura è stata ipotizzata creando un ticket col catanese e leader de La Destra, Nello Musumeci, che altrimenti tenterebbe nel 2013 di strappare il Comune etneo al pidiellino Raffaele Stancanelli. Ma per Musumeci «il Pdl si sta impegnando a perdere».
Il Pdl avrebbe tuttavia già perso il treno dell’Udc. I centristi sono pronti a replicare a Palermo l’alleanza che Casini ha annunciato a Roma con Bersani. Il patto Pd-Udc siglato nella Capitale prevede che a Palermo il candidato sia il messinese leader dello Scudocrociato Gianpiero D’Alia: è un’operazione a cui ha lavorato soprattutto l’area Innovazioni, che fa capo al messinese ex margheritino Francantonio Geneovese. È una mossa che - come sembra accadere anche a Roma - potrebbe spingere ad autoescludersi dall’alleanza Idv, Sel e Rifondazione.
E, nelle intenzioni degli ex margheritini, potrebbe però permettere di tentare una riapertura del dialogo col Nuovo polo orfano di Lombardo (ma che ha già candidato Massimo Russo e Fabio Granata). Anche se nel Pd non tutti sono convinti dell’opportunità di cedere la candidatura: fra questi ci sarebbe lo stesso segretario Giuseppe Lupo. E c’è anche chi non vuole l’alleanza con l’Udc e pensa di convergere sulla candidatura di Rosario Crocetta (voce critica del Pd) che infatti ieri ha ribadito che non farà passi indietro di fronte a un accordo con i centristi: «Chi tende a inserirmi negli schemi dei partiti ha fatto male i calcoli. Non appartengo a nessuna corrente. Il Pd e il centrosinistra decidano subito la data delle primarie e tutte le forze dell'alternativa sappiano cogliere la grande voglia di cambiamento che c'è dietro la richiesta della mia candidatura».

LAVORO: SPAMPINATO INCONTRA PREFETTI E SINDACI

La vicenda degli ammortizzatori sociali in deroga sono stati al centro dei colloqui che l'assessore regionale al Lavoro, Giuseppe Spampinato ha avuto, stamani in prefettura, incontrando il Prefetto di Palermo, Umberto Postiglione. In mattinata ha incontrato anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Ai rappresentanti territoriali del Governo nazionale l'assessore ha ufficialmente comunicato il grave disagio che e' maturato in Sicilia a seguito dell'esiguo trasferimento delle somme da utilizzare per gli ammortizzatori sociali. Altri incontri sono programmati domani e all'inizio della prossima settimana con il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli e il Prefetto di Catania, Francesca Cannizzo.

RANDAGISMO: PARTE LA CAMPAGNA INFORMATIVA DELL'ASSESSORATO SALUTE

Palermo, 28 giu. (SICILIAE) - L'assessorato regionale della Salute rilancia la sfida contro il randagismo e fara' partire, nei prossimi giorni, una campagna di informazione e sensibilizzazione verso i cittadini.
L'obiettivo, in particolare, e' quello di incentivare ulteriormente la microchippatura della popolazione canina della Sicilia, che viene costantemente registrata dal sistema di anagrafe informatizzata, ormai in fase di completamento.
L'iscrizione all'anagrafe e' gratuita; e' sufficiente andare al servizio veterinario dell'Asp di competenza con un documento d'identita' e il codice fiscale.
L'altra azione principale della campagna antirandagismo sara' quella del controllo delle nascite. I cani randagi, prelevati dalla strada, saranno sterilizzati dal servizio veterinario delle Asp che e' anche a disposizione di tutti i proprietari di cani regolarmente iscritti all'anagrafe per una consulenza specifica.
"Vogliamo promuovere - ha spiegato l'assessore regionale per la Salute, Massimo Russo - un corretto rapporto tra uomo e animale, fare crescere la sensibilita' dei cittadini su un fenomeno che ha risvolti sanitari, di sicurezza, economici e sociali, contrastando i comportamenti dannosi e pericolosi che alimentano il fenomeno dell'abbandono, grazie anche al coinvolgimento delle associazioni animaliste. La nostra campagna di promozione, anzi, punta anche al benessere e al rispetto delle esigenze fisiologiche ed etologiche degli animali. In questi ultimi anni, grazie anche alla proficua e indispensabile collaborazione con il Ministero della Salute, abbiamo posto le basi per arginare un fenomeno che in Sicilia ha assunto carattere di emergenza e sul quale ancora c'e' tanto da fare".
L'assessore Russo guarda con soddisfazione alla manifestazione in programma sabato prossimo a Lampedusa dove, alla presenza del sottosegretario Elio Cardinale, sara' presentata la campagna nazionale di comunicazione che il ministero della Salute ha realizzato per sensibilizzare la popolazione contro l'abbandono dei cani.
"Risolvere il problema del randagismo e' un dovere sociale - ha concluso Russo - e sono contento che questa campagna parta proprio dalla Sicilia e in particolare dall'isola di Lampedusa dove, insieme al sindaco, al servizio veterinario dell'Asp e all'azienda Foreste demaniali, abbiamo affrontato e risolto il problema dei locali che saranno destinati ad ambulatorio veterinario per la microchippatura e la sterilizzazione dei cani".
Nell'opuscolo informativo, realizzato dal Dipartimento attivita' sanitarie dell'assessorato della Salute, sono precisati alcuni obblighi di legge quali la comunicazione della morte del proprio cane, entro dieci giorni dal decesso, la cessione a qualsiasi titolo e il cambio di residenza entro trenta giorni, l'iscrizione all'anagrafe canina entro il secondo mese di vita e comunque entro trenta giorni dal possesso. Gli opuscoli, che contengono anche tutti gli indirizzi utili, saranno distribuiti in tutti i comuni della Sicilia attraverso i servizi veterinari delle Asp e le associazioni di volontariato iscritte all'Albo regionale delle associazioni per la protezione animale.
gm/sl

ABITARE SOCIALE: LA REGIONE STANZIA 30 MILIONI DI EURO

Trenta milioni di euro per avviare anche in Sicilia un piano di edilizia sociale. A questi se ne aggiungeranno circa 20 della Cassa Depositi e Prestiti. Attraverso l'acquisizione del valore degli immobili e l'effetto moltiplicatore che l'iniziativa avra' sul tessuto economico regionale, saranno disponibili complessivamente di circa 80 milioni che, opportunamente investiti, potranno produrre fino a circa 800 unita' immobiliari.
Questo, quanto emerso dalla conferenza stampa di oggi cui hanno preso parte l'assessore per l'Economia, Gaetano Armao, quello per le Infrastrutture e la Mobilita', Andrea Vecchio, e quello per il Territorio e l'Ambiente, Alessandro Arico', "Con la legge n.1/2012, elaborata insieme al collega Piercarmelo Russo, - ha detto l'assessore Armao - la Regione si e' dotata di nuovi strumenti per rispondere alle sempre piu' pressanti esigenze abitative di famiglie e giovani coppie. Si tratta del superamento del tradizionale approccio dell'edilizia residenziale pubblica, attraverso un intervento, anche complesso, caratterizzato da un mix sociale di funzioni e di offerta abitativa pubblica/privata, attraverso un approccio strategico e integrato. In Italia 4,6 milioni di famiglie sono in affitto e altre 3,1 milioni abitano in case non di loro proprieta'. Crescono vertiginosamente gli sfratti. L'offerta di alloggi in locazione da persone giuridiche e' limitata e costituita in gran parte! da all oggi di edilizia residenziale pubblica (Erp)".
Con la riforma si vara anche in Sicilia l'Edilizia Sociale, oltre all'edilizia sovvenzionata e la cooperazione a proprieta' indivisa, si estende anche all'edilizia convenzionata e agevolata orientata alla vendita, anche se in parte minoritaria, e si apre contemporaneamente a nuovi modelli di partenariato pubblico-privato.
"Il governo regionale - ha spiegato Armao - intende realizzare iniziative fattibili attraverso il ricorso ai fondi immobiliari e alle risorse del sistema integrato di fondi introdotto nel panorama nazionale dalla legge 133/2008 e dal DPCM 16 luglio 2009 (Piano Nazionale di Edilizia Abitativa), art. 1 comma 1 lett. a).
Si potranno cosi' costruire case a costi accessibili, con risorse in gran parte private e modalita' attuative privatistiche incrementando l'offerta di alloggi sociali in locazione ai canoni concordati per almeno 8 anni (ma anche fino a 25 anni) e in vendita a prezzi convenzionati, tenendo presente il vincolo di sostenibilita' sul piano economico
 "Diventa fondamentale - ha spiegato l'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilita', Andrea Vecchio - individuare zone a basso costo in cui edificare, in modo da coniugare rivitalizzazione urbanistica, con la modifica dell'ambiente sociale, ed economicita'. I meccanismi di premialita' previsti, e che sono relativi alla volumetria, possono d'altronde incentivare questo tipo di scelte, a cominciare dai centri storici e, piu' in generale, dalle aree maggiormente degradate".
"Il mio predecessore, l'assessore Pier Carmelo Russo - ha voluto sottolineare Vecchio - ci ha consegnato il regolamento pressoche' completo e oggi, dopo l'ultimo passaggio in giunta, possiamo dire che il social housing in Sicilia e', di fatto, una realta'.
Contiamo di definire in un paio di settimane il bando: poi dipendera' dai Comuni, che dovranno interloquire con i privati, accelerare i tempi per potere, cosi', accedere al fondo di rotazione e cominciare a realizzare i primi alloggi ai quali potranno aspirare famiglie che abbiano comunque un reddito, in modo da potere onorare il mutuo agevolato che sottoscriveranno".
"Di sicuro - conclude l'assessore - non appena riceveremo i progetti li esiteremo velocemente. E' questa, infatti, l'idea che, sin dal primo momento, ho voluto trasmettere ai miei uffici: le scrivanie devono rimanere sgombre e, per riuscirci, le pratiche devono essere lavorate in pochissimo tempo""Ci sono molte famiglie, soprattutto giovani coppie,in Sicilia con un reddito superiore a quelli fissati per potere accedere all'edilizia sociale, ma comunque insufficiente per acquistare con le loro risorse una abitazione o affittarla a prezzi di mercato. Si pensi alle famiglie appena costituite, a quelle monoreddito, agli studenti fuori sede, ai soggetti con bisogni abitativi temporanei, a quelle che comunque hanno un reddito certo: molte tra queste, se adeguatamente sostenute economicamente, potrebbero raggiungere questo obiettivo. La legge regionale n.1 del gennaio di quest'anno, intende venire incontro a queste esigenze e oggi siamo in grado di indicare un percorso certo, che consenta loro di divenire proprietari di abitazione".
Cosi' ha detto l'assessore per il Territorio e l'Ambiente, Alessandro Arico'.
"Saranno privilegiati - ha proseguito - i progetti con un elevato grado di cantierabilita', che intervengono in zone in stato di degrado sociale e si integrano con le politiche pubbliche locali e con i programmi comunali per edilizia sociale, nonche' con i piani di valorizzazione del patrimonio pubblico. I Comuni possono incentivare la localizzazione degli interventi di edilizia sociale, mediante: la sostituzione edilizia di manufatti, l'inserimento di edifici con destinazioni connesse e complementari alla residenza, l'inserimento, accanto alle funzioni abitative, di funzioni di servizio alla persona. Abbiamo ritenuto anche di privilegiare le zone che hanno subito eventi alluvionali come quelle del messinese"

CRIAS: VENTURI, "DOMANI SI INSEDIA COMMISSARIO STRAORDINARIO"

Palermo, 28 giu. (SICILIAE) - "Si insedia domani mattina Mariella Amoroso, neo commissario straordinario della Cassa regionale per il credito alle imprese artigiane". Ne da notizia l'assessore regionale alle Attivita' produttive, Marco Venturi.
Mariella Amoroso e' stata nominata - su designazione di Venturi - nel corso della giunta del 21 giugno presieduta da Raffaele Lombardo.
"Gia' domani mattina la dottoressa Amoroso sara' nella sede della Crias a Catania - afferma Venturi - per cercare di recuperare il tempo perduto a causa della decadenza degli organi di amministrazione e di alcuni intoppi burocratici che hanno allungato oltremodo l'iter per l'individuazione del commissario".
Tra i primi provvedimenti che il commissario dovra' adottare certamente lo sblocco di risorse pari a 10 milioni di euro. "E' uno stanziamento a valere sul Fondo unico a gestione separata, sbloccato ai primi del mese, su cui pero' la Cassa regionale per il credito alle imprese artigiane non ha potuto emettere i finanziamenti in mancanza dell'organismo deliberante. Si tratta di un provvedimento urgente e atteso dalle imprese artigiane". La somma accreditata in due tranche, una da 3 e una da 7 milioni, ai primi del mese in seguito a una sollecitazione dell'assessore Venturi che, sull'argomento, aveva raccolto le istanze provenienti dalle associazioni di categoria degli artigiani.
A beneficiarne saranno circa 90 mila imprese siciliane che possono, attraverso questo fondo, accedere a 3 tipologie di finanziamento a un tasso agevolato che oscilla tra il 2,5 e il 3 per cento: non superiore ai 50 mila euro per sostenere i costi di gestione dell'attivita' commerciale; fino a 116 mila euro per l'acquisto delle scorte di materiali; fino a un massimo di 516 mila euro per l'acquisto di macchinari.

TG PARLAMENTO DEL 28 GIUGNO, EDIZIONE POMERIGGIO

ALIMENTARE: IL GRUPPO WAHAHA SCEGLIE LA SICILIA PER MERCATO CINESE

Palermo, 28 giu. (SICILIAE) - La Cina sceglie la Sicilia per immettere prodotti dell'agroalimentare, in particolare vino, nella piu' grande catena di distribuzione del Paese del Sol Levante.
Domani alle 12.30 l'assessore alle Risorse agricole e alimentari, Francesco Aiello, insieme al direttore regionale dell'Istituto per il commercio estero (Ice), Alessio Ponz de Leon Pisani, e al presidente della di Legacoop agroalimentare Sicilia, Pino Gullo, incontreranno in assessorato il presidente del Gruppo Wahaha, Zong Qinghou, arrivato nell'Isola con una una delegazione di esperti per stringere, domani, accordi con 35 aziende agroalimentari siciliane interessate al progetto, di cui 16 produttrici di vino.
Il gruppo Wahaha di Hangzhou, una delle piu' importanti realta' agroindustriali cinese, sta sviluppando un'attivita' di retail di prodotti importati dall'Europa nei settori dell'abbigliamento, scarpe, gioielli, cosmetica, prodotti per la casa, agroalimentare e prodotti per l'infanzia, per individuare articoli di qualita' prodotti da aziende medio-piccole, con marchi non ancora conosciuti nel paese del Sol Levante.
La missione in Italia dei rappresentanti di Wahaha, organizzata con il supporto degli uffici dell'Ice di Pechino e della Rete Italia competenti territorialmente, tra la fine di giugno e l'inizio di luglio, oltre alla tappa di Palermo, prevede anche anche quelle di Milano, Firenze e Napoli per selezionare altre aziende di settori merceologici diversi.

Lipari: 20enne arrestato dai Carabinieri in esecuzione di ordine di carcerazione.


COMUNICATO STAMPA COMANDO PROVINCIALE
Ieri mattina, i Carabinieri della Stazione di Lipari hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Messina, a carico di R.S., nato a Lipari (ME) cl. 1992.
Il citato R.S., minorenne all’epoca dei fatti, secondo quanto indicato nel provvedimento custodiale, dovrà scontare quattro mesi di reclusione, per incendio doloso in concorso.
I reati erano stati commessi dal prevenuto nel Comune di Lipari (ME) nell’anno 2007.
Dopo la notifica del provvedimento, il prevenuto è stato quindi condotto presso l’Istituto penale per minori di Acireale (CT) a disposizione dell’A.G..

Aggiornata Cartografia geologica regionale

"Il Progetto CARG del dipartimento Ambiente della Regione, con la nuova Cartografia geologica suddivisa in fogli geologici e geotematici, che rappresentano la copertura dell'intero territorio regionale, e' uno strumento utile per la comprensione e la valorizzazione del territorio siciliano".
Lo ha detto l'assessore regionale al Territorio e Ambiente Alessandro Arico'.
"Questo permette - ha aggiunto Arico' - una pianificazione maggiormente corretta dello stesso ai fini della prevenzione e mitigazione dei rischi naturali, primo fra tutti quello idrogeologico, nonche' la gestione e tutela delle risorse naturali. Di particolare utilita' anche per lo studio dei fenomeni sismici dell'isola".
Lo stato di attuazione del progetto e' disponibile sul sito www.artasicilia.eu/old_site/web/carg/, ed e' stato appena aggiornato. Le amministrazioni territorialmente competenti, come comuni, province regionali, Protezione civile, uffici e Genio civile, i professionisti e i privati cittadini potranno consultare tutti i fogli geologici e le cartografie geologiche e geotematiche informatizzate, in scala 1:50.000, quale utile strumento per una corretta e adeguata pianificazione territoriale del territorio regionale.
Per il territorio siciliano, il progetto CARG vede la realizzazione di 29 Fogli geologici di cui: 21 realizzati dalla Regione Siciliana per il tramite del dipartimento regionale dell'Ambiente; 4 realizzati dal SNG; 2 realizzati dal CNR; 2 realizzati dall'Universita' di Catania.
I fogli gia' realizzati coprono tutta la fascia settentrionale e parte del settore orientale della Sicilia, ricoprendo circa 1/3 del territorio siciliano.
Nel sito, curato dal servizio Assetto del territorio e difesa del suolo, uno spazio e' dedicato anche all'archivio informatico degli studi geologici a supporto dei PRG in vigore e presenti nell'archivio de Dipartimento Regionale Urbanistica.
Si tratta di una banca dati consultabile per singolo Comune, dove nel geo-database sono visionabili cartografie geologiche georeferenziate, sezioni geologiche, ubicazione sondaggi e relative colonne stratigrafiche.

Non si può dormire..speriamo si possa mangiare (di Daniele Corrieri)

L’allarme turismo continua, servono ricette immediate!!!
L’affluenza su campeggi e villaggi in Italia sono in calo del 10%, addirittura l’Assocamping richiede al governo misure per rilanciare il settore. Già qui visto i costi c’è da riflettere!
La Federturismo, attraverso rilevazione Istat,confrontando stagione 2008 e stagione 2011 sull’attività alberghiera rivela un calo del 2,1%, considerando altre mie ricerche quest’anno andrà peggio. Sempre la Federturismo denuncia un calo del 10% dei viaggi per l’ Italia e un calo del 10% delle camere occupate in albergo. Aggiungo quest’anno salirà al 12%.
La Codacons conferma che i viaggi vacanza degli italiani sono diminuiti sia come budget sia giorni di pernottamento, pertanto molti di essi scelgono località con minor spesa e maggior servizi e divertimento.
I dati di cui sopra indicano: chi oggi organizza una vacanza a parte che farà meno giorni e sarà un italiano su 3 ,lo stesso  ridimensionerà la spesa, quindi andrà alla ricerca di offerte e servizi.
Eccoci al nocciolo della richiesta ricetta: Noi alle eolie che promozioni abbiamo a parte la visibilità degli hotel sui vari portali on-line?  Nelle fiere si parlava di promozioni da fare con tour operator con dei pacchetti? Dove sono e con chi? Che servizi diamo al turista a parte le bellezze naturali? Rispondo io : Nessuna! Divertimento ? Nessuno! Mare e sole... sempre!
Credo che ogni singolo operatore deve capire che d’inerzia non si vive, che singolarmente non si va avanti, senza idee di sviluppo si va sempre peggio, senza programmazione anticipata si rimane fuori dal mercato, quindi servirebbe visto le pecche elencate che: Gli amministratori e con capo fila l’Assessore al turismo insieme ai vari operatori turistici e in particolar modo gli albergatori, facciano si di organizzare manifestazioni che attraggono turismo,  che trovino delle soluzioni di pacchetti da vendere formula roulette come last minute e chi ne ha più ne metta. Ma da subito.
Capisco che qualcuno potrà dire è tardi, ma ribadisco che è una piccola ancora di salvezza.
Avverto, la batosta sarà pesante, la lezione di non aver programmato e non essere uniti servirà a qualcosa, sperando che il prossimo anno parleremo delle Eolie: Organizzate, visibili, collegate con aeroporti e stazioni marittime con mezzi idonei e puliti, con presenze in fiere importanti con relativi immagini e  no per  come ho visto in Bit, che ci sarà un palazzo congressi funzionante e operativo, che non aspettiamo i soldi da chissà chi e chissà dove andranno a finire, ma soprattutto che tutti gli operatori e l’amministrazione comunale una volta per tutte si siedono a tavolino a fine settembre e facciano il necessario per non subire un’altra catastrofe per programmare la stagione 2013 degna da definirsi STAGIONE TURISTICA, (e stagioni si programmano a settembre/ottobre), caso contrario, avremo meno, ci teniamo i giovani turisti che fanno casino per le vie del centro, che leggeremo che non si può dormire, ma speriamo mai che non leggeremo che non si può mangiare.!
Daniele Corrieri

Riserva Naturale di Salina in arrivo oltre due milioni di euro

La Provincia con determinazione dirigenziale n. 89 del 15 maggio 2012 avente ad oggetto: “Lavori di ammodernamento, adeguamento e messa in sicurezza e per il miglioramento della viabilità e la valorizzazione degli interventi P.I.T. n. 12 (Eolo, Scilla e Cariddi), della Riserva Naturale Orientata Monte Fossa delle Felci e dei Porri e dei poli culturali sul circuito turistico dell’isola SS.PP. 182 e 183 Malfa Pollara, ha approvato la perizia di variante e suppletiva. E' stata redatta in data 16 aprile 2012 per un importo netto complessivo di due milioni centotrentottomila 564,09 euro.

TG PARLAMENTO DEL 28 GIUGNO, EDIZIONE MATTINA

“ZTL E CREDITI A BABBU MORTU”

Buongiorno Direttore,
ho letto l’articolo dell’Avvocato A. Ziino riferito all’isola pedonale.
Se ho ben capito l’isola pedonale c’è,  ma da provvedimento N° 43 del 13 giugno 2012 non è regolare o meglio “Invalida” quindi “ nullo” essendo che questi provvedimenti vanno fatti  con un atto dall’amministrazione da relativa delibera.
Se cosi fosse:
Che dire siamo alle comiche, ma nello stesso mi sorprende non dico l’incapacità, ma il disconoscere le leggi o meglio dire le procedure da parte di chi ha promosso questa iniziativa.
Ora mi domando se qualche operatore turistico del centro storico (ristoranti, bar, negozi, minimarket) fanno richiesta di danni al Comune chi paga? Se un gruppo di residenti chiede i danni morali per disagi conseguiti chi paga? Capisco che al Comune siamo pieni di avvocati ben pagati, ma nello stesso tempo se per questi semplici provvedimenti non si sa dove mettere le mani e ovvio domandarmi in che mani siamo.
Sarebbe utile che l’Assessore Lauria visto i fatti esposti dall’Avv. A. Ziino , dia immediati chiarimenti ai cittadini, anche perché non è cosa da poco.
Nell’occasione per la quarta volta invito l’Assessore Lauria a dare risposta alle sue domande fatte alla precedente amministrazione: quanti sono i crediti Tarsu e quanti i crediti di Oneri di Urbanizzazione? Quando e come il Comune recupera i crediti, anche perché il Comune per debiti è pieno di decreti ingiuntivi, per crediti da ricevere oltre a essere senza liquidità in gergo li lascia a “Babbu Mortu”
Gran parte del Popolo Eoliano gli sarà grato!
Daniele Corrieri

Accadde oggi...un anno fa

Riproponiamo un pezzo pubblicato lo scorso anno, nello stesso giorno

Precipita nel lucernario e muore a 9 anni. La tragedia della piccola Sara (dalla Gazzetta del sud di oggi)


Tito Cavaleri (Gazzetta del sud) Non ce l'ha fatta la piccola Sara. Il suo cuore ha lottato fino all'ultimo. Ma una terribile escalation di complicazioni ha annientato con impressionante rapidità ogni speranza; lasciando attoniti tutti, compresi i medici che hanno fatto quel che c'era da fare; e di più. Perché quando a casa hai una figlioletta della stessa età e pensi che sulla barella ci potrebbe essere lei, le cose cambiano. Su questa disgrazia è stata aperta un'inchiesta dalla Procura di Barcellona, atto dovuto, ma a giudicare da come sembra siano andate le cose, pare che il destino stavolta ci abbia messo del suo, accanendosi violentemente su questa povera bambina che a soli 9 anni ha visto un tranquillo momento di gioco trasformarsi presto in una terrificante spirale di dolore, capace di strapparla alla vita dall'oggi al domani. E pensare che subito dopo l'incidente, le sue condizioni non avrebbero mai lasciato immaginare una simile fine.
Ci troviamo a Vulcanello, splendida diramazione dell'isola di Vulcano, dove sorgono pregevoli insediamenti vacanzieri. Ed è proprio una di queste meravigliose ville sul mare a fare da cornice alla tragedia; una di quelle costruite fra le prime dell'arcipelago, non lontana dalla famosa residenza del popolare presentatore Mike Bongiorno. È un soleggiato weekend eoliano e Sara, nata a Voghera (Pavia) ma residente in provincia di Alessandria si trova qui in Sicilia assieme a mamma e papà per trascorrere una vacanza con parenti e amici.
Sono le 18,30 di sabato. La bambina si trova sulla terrazza della casa, sta giocando con altri suoi compagnetti quando d'improvviso precipita in un lucernario finendo nel vano scala. Fa un volo di circa tre metri, ma atterra sfortunatamente malissimo, perché batte violentemente il capo, verosimilmente su un muretto sporgente della stessa scala (dinamica ancora in fase di accertamento). Scattano i soccorsi. Viene portata alla Guardia medica da dove si richiede l'intervento dell'elisoccorso. Dall'incidente trascorrono un paio d'ore circa prima che l'elicottero atterri per recuperare la piccola paziente. E via, alla volta di Messina, Policlinico Martino. Qui alle 20,15 – come conferma lo stesso direttore sanitario dell'ospedale Manlio Magistri – una telefonata del servizio 118 annuncia l'avvio delle operazioni di soccorso e quindi l'arrivo del mezzo nella città dello Stretto. Sono le 23 quando Sara giunge al Pronto soccorso pediatrico. Viene immediatamente sottoposta a una prima tac "total body", esame che mette subito in evidenza un moderato trauma cranico a seguito di frattura. Secondo quanto riferito dai medici, la bambina riportava piccoli focolai contusivi nella regione frontoparietale bilaterale. Scatta il ricovero in neurochirurgia dove, all'una di notte, viene eseguita un'altra tac. La situazione sembrerebbe sotto controllo. Passano alcune ore di osservazione e alle 7,30 di domenica mattina viene eseguita un'altra tac. Da questo momento in poi le cose precipiteranno inesorabilmente.
All'orizzonte, una serie di terribili complicanze che renderanno sempre più debole la tempra della bambina. Si decide un'altra tac quando l'orologio segna le 17,07. Sara peggiora ulteriormente, respira con enorme difficoltà. Ciò è dovuto a una pericolosa ipertensione endocranica cui si affianca una sofferenza del tronco encefalico. Si deve intervenire. Ore 17,30: la piccola entra in sala operatoria. Ci rimarrà fino alle 21. I due neurochirurghi, cui è affidata, hanno a che fare con numerosi arresti cardiorespiratori; sulla bambina vengono praticati poi massaggi cardiaci per ripetute volte. Le sue condizioni sono ormai compromesse. Non c'è più nulla da fare. All'uscita dalla sala operatoria, la piccola passa in Rianimazione dove il suo cuore smetterà di battere, poco dopo, intorno alle 21,15.
Su disposizione del magistrato i carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno avviato le indagini per risalire alla dinamica dell'accaduto e alle eventuali responsabilità.