Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 11 dicembre 2010

Stromboli. Intensa attività con lancio di lapilli

Dal prinmo pomeriggio è stata registrata una ripresa dell'attività dello Stromboli, avvertita anche dagli abitanti dell'isola di Panarea e da quelli delle borgate di Acquacalda e Canneto a Lipari. Dalla bocca principale del vulcano vi è stata una fuoriuscita di lapilli. "È una decina di giorni - ha raccontato la guida dell'isola Mario Zaia - che lo Stromboli è particolarmente attivo". Nell' isola per le festività natalizie e di fine d'anno sono attesi un centinaio di turisti italiani e stranieri. In molti saluteranno l'arrivo del nuovo anno proprio sul cratere.

Depuratore. La nota del consigliere Biviano (PD)

Riceviamo da Giacomo Biviano (PD) e pubblichiamo:
A quanti fosse sfuggito lo scorso 20 settembre ho inviato una nota, con tanto di allegati e cartine topografiche, con la quale eccepivo alcune perplessità e mostravo una fondata preoccupazione sulla realizzazione del depuratore nella zona di Canneto dentro, indicandone anche l’esatta posizione.
La nota, indirizzata anche al Sindaco, non ha mai avuto alcun riscontro, nonostante sia stata inviata ancor prima della conferenza dei servizi programmata per il 22 settembre scorso e a tutti i membri della stessa.
Inoltre, della stessa nota ne è stata data ampia diffusione attraverso tutti i notiziari on-line .
Ma evidentemente nessuno aveva preso sul serio quanto scrivevo, nonostante lamentassi un mancato coinvolgimento del Consiglio Comunale sulla questione, con la conseguenza che adesso si è arrivati a contestare un opera giunta quasi alla fase finale di approvazione.
Mi fa ridere, quindi, apprendere da alcuni comunicati, avvisi di riunione, dichiarazioni o interviste che nessuno sapesse della questione e che di colpo tutti si siano svegliati con questa novità. Mi fa ancora più ridere che alcuni di questi appartengano alla stessa maggioranza che sostiene il Sindaco Bruno, il quale è stato da sempre e in tutti i passaggi ben informato della vicenda ma che evidentemente ha omesso di riferire e di consegnare gli elaborati progettuali anche ai consiglieri della sua maggioranza o comunque ad esso vicini. In alternativa, questi ultimi, o farneticano o hanno invece fatto finta, fino ad oggi, di non sapere nulla e solo quando una parte consistente della popolazione si è ribellata, perché venuta a conoscenza, si sono immediatamente mossi.
Ma d'altronde, se fossi così, cosa aspettarsi da chi governa solo in funzione di un proprio ego politico personale e non perché spinto da veri interessi collettivi.
Per quanto riguarda la nota, inviata lo scorso 20 settembre, sono convinto che qualcuno dei consiglieri comunali che sostengono quest’Amministrazione l'abbia sicuramente letto.
Dott. Giacomo Biviano ( Consigliere Comunale PD)

Canneto e depuratore di MARIO PROFILIO

Riceviamo da Mario Profilio e pubblichiamo:
Chissà perchè... quando leggo notizie che riguardano Canneto e che coinvolgono la cosa pubblica, non mi riferisco quindi alle iniziative lodevoli delle associazioni locali o di privati cittadini o altro, quasi sempre si tratta di notizie negative.
Mai che si parli di soldi in arrivo per cose importanti, ad esempio, l'ampliamento e l'abbellimento del lungomare, l'arricchimento dell'arredo urbano, ecc. ecc. sono fin troppe le cose che si dovrebbero fare a Canneto per poterle dire tutte.
L'ultimo "regalo di Natale" è la notizia sul depuratore a Canneto Dentro, cioè, in sostanza, si dovrebbero fare chilometri e passare "davanti" ad una collocazione strategica e molto più comoda, (ossia pignataro dentro, nell'area oltre i locali della capitaneria in fase di ristrutturazione), per posizionarlo in un'area limitrofa al dissalatore.
Beh, io spero in un ripensamento dei progettisti, e faccio presente che per le "aree disagiate", su cui ricadono discariche o altre strutture penalizzanti, sono previsti dei risarcimenti doverosi da parte delle istituzioni, come la riduzione o la soppressione della tassa sui rifiuti o sulla depurazione. Buon Natale a tutti
Mario Profilio

Depuratore di Canneto Dentro. Ecco come sarà. In anteprima ed in esclusiva le foto

Si fa un gran parlare in questi giorni (se ne parlerà più nello specifico oggi e domani al comune) del depuratore di Canneto Dentro.
In pochi sanno però come sarà la struttura e la sua precisa allocazione.
In anteprima ed in esclusiva su Eolienews vi mostriamo le foto della struttura e della sua allocazione nell'area di Canneto Dentro.
Le foto sono quelle del progetto definitivo consegnato a fine novembre al comune di Lipari.  Ricordiamo che nel sito di Canneto Dentro oltre che del depuratore, è previsto un ampliamento del dissalatore e la realizzazione della tanto attesa area artigianale.
La nascita del depuratore in quella zona consentirà agli artigiani di affrancarsi dal costo della realizzazione delle opere primarie di urbanizzazione che saranno fatte, per l'appunto, nel contesto dell'impianto di depurazione.

 


venerdì 10 dicembre 2010

Depuratore. Domani riunione preliminare. Domenica consiglio comunale

"Nuovo impianto di depurazione di Lipari ed opere fognarie accessorie" è l'oggetto della riunione, preliminare al consiglio comunale di domenica, indetta per domani pomeriggio alle 17 al comune di Lipari dal presidente del consiglio Pino Longo e dal geometra Gianfranco Guarino, presidente della commissione consiliare lavori pubblici. . All'incontro sono stati invitati i consiglieri di Canneto, i capigruppo consiliari, tecnici e funzionari preposti.
"La riunione- si legge nella convocazione- al fine di approfondire le tematiche relative al progetto definitivo per la realizzazione del nuovo impianto di depurazione di Lipari ed esaminare i relativi atti. Il predetto incontro si rende necessario prima del prossimo Consiglio Comunale già convocato sull’argomento in sessione urgente".
Intanto dobbiamo registrare sull'argomento una nota a firma della signora Anna Miracula che scrive: "Apprezzabile l’impegno assunto dal Presidente del Consiglio Comunale, Rag. Longo nei riguardi della vicenda relativa alla realizzazione dell’impianto di depurazione di Canneto Dentro.
Così come apprezzata sarà, e lo speriamo in tanti , la partecipazione di tutti i consiglieri,maggioranza e opposizione, al Consiglio Comunale di domenica 12 c.m.
Questa si può definire una vera”emergenza” e come tale ha bisogno di supporto da parte vostra, cari Consiglieri : abbiamo bisogno di avere delle risposte chiare e di sapere realmente a quali rischi le nostre frazioni andranno incontro se l’impianto verrà davvero costruito su quel sito.
Domani alla riunione presso il Palazzo comunale alle ore 17 vi sarà quest’incontro dal quale mi aspetto la massima affluenza di gente, soprattutto dalle frazioni interessate.
Pirrera, Serra, Canneto ,tutte dovranno essere presenti sia domani che domenica, perché non dimentichiamo che , pur se colpite in maniera differente , queste tre frazioni sono legate da un unico destino, poiché la realizzazione di questo depuratore segnerà il loro futuro, e che le azioni affinché quest’opera non venga assolutamente posta in quelle zone, saranno decise unanimemente per approdare presto a un risultato positivo che ridia la speranza a tutti indistintamente.
Inutile dilungarsi troppo,ormai credo siano abbastanza noti i fatti e le conseguenze che quest’opera avrà sulle nostre comunità,anche se, momentaneamente , basate su giustificate supposizioni e preoccupazioni e non sulla concretezza ma questo solo perché ad oggi si disconosce il progetto e gli atti relativi ad esso,e dunque la riunione di domani sarà importante anche per produrre osservazioni oggettive
Pertanto,quello che mi auguro sia per domani che per il Consiglio di domenica è che la gente sia partecipe e sensibile a questo grave problema che colpisce direttamente le piccole frazioni ma che, per vari motivi lederà anche il resto dell' isola; mentre per quanto riguarda l’ Amministrazione Comunale spero vivamente che essa tenga ben presente,ancora una volta e soprattutto in questa delicata fase ,il benessere e i diritti del cittadino eoliano".

Stromboli, i diritti negati e l'appello ai vip di CARLO LANZA

Riceviamo da Carlo Lanza e pubblichiamo:
Da qualche tempo la popolazione dell’isola di Stromboli si sente sempre piu’ abbandonata al proprio destino da parte delle istituzioni, a causa dei gravi problemi in cui versa. Ad aggravare la situazione precaria, e’ arrivata la soppressione da dieci giorni a questa parte dell’aliscafo della Siremar delle ore 7,30 che annulla definitivamente per gli studenti il sacrosanto diritto allo studio e aggrava notevolmente, se cio’ fosse ancora possibile, il fondamentale diritto alla sanita’ pubblica. Per gli isolani in genere.
Gli studenti, allo stato attuale raggiungerebbero Lipari dopo le undici del mattino, il che significa soltanto due possibilita’: o abbandonare gli studi (compresi quelli dell’obbligo), o trasferirsi a Lipari, costringendo le famiglie a disgregarsi e, come se non bastasse a caricarsi degli oneri economici causati dai disservizi.
Lo stesso disagio lo vivono le famiglie che hanno i propri figli alle elementari e alle medie, anche se in maniera diversa.
A Stromboli, col disservizio della Siremar, le insegnanti arrivano alle dieci del mattino e, di conseguenza, le lezioni cominciano, nella migliore delle ipotesi mezz'ora dopo. E che dire invece dei problemi che genera la soppressione del primo aliscafo per chi deve seguire delle cure in ospedale, o per fare persino dei semplici esami del sangue? Infine il problema dell’aliscafo si pone anche per tutti coloro che devono disbrigare delle pratiche presso il comune di Lipari o nei pubblici uffici sia del Comune che della provincia.
Insomma sia che lo strombolano debba fare una visita medica, o un certificato al comune occorre partire la sera prima, dormire in albergo e mangiare fuori! Ma il conto chi lo paga? Il Comune, per alleviare i disagi degli isolani o la Siremar con i soldi dei ticket mai versati alle casse comunali come riferito in pubblico dal sindaco dott. Mariano Bruno?
Cosi’ ieri mattina, un comitato spontaneo di cittadini coadiuvato dal sottoscritto, ha organizzato, presso la chiesa di San Vincenzo in Stromboli, un incontro-protesta col sindaco di Lipari, dott. Mariano Bruno, presieduta dai Carabinieri della locale stazione di Stromboli e dalla Polizia Municipale del Comune di Lipari.
All’incontro, avvenuto anche grazie alla disponibilita’ del parroco don Luciano D’Arrigo, hanno partecipato il presidente della Federalberghi dott. Cristian Del Bono e una troupe del Tg1.
L’incontro si e’ tenuto in maniera civile nel rispetto delle figure istituzionali e del luogo in cui ci si trovava.
Dal dibattito sono emersi oltre ai problemi suddetti, degli altri a cui bisognerebbe far fronte quali: l’istituzione del servizio permanente di 118; il dragaggio del molo; la costruzione di una strada d’accesso al cimitero che permetta anche alle persone anziane di visitare i propri cari e in ultimo, ma non per importanza, il problema della spazzatura e del mancato decollo della differenziata, che a Stromboli dovrebbe essere uno dei punti cardine, anche per il rilancio dell’immagine dell’isola.
Per tornare alla vicenda Siremar, ci sono stati momenti di aspre polemiche in cui al sindaco, che asseriva che, come primo cittadino, non poteva far nulla per il disservizio (in quanto, a detta del dott. Bruno, non si riesce a dialogare con i vertici della societa’), veniva chiesto di rimettere il proprio mandato. Qualcun altro, forse provocatoriamente, ma l’idea non sarebbe malvagia, proponeva di rendere Stromboli (e quindi il comune di Lipari) zona franca, ovvero esente iva come la lombarda Livigno, che pur essendo posto disagiato, non ha nemmeno l’un per cento dei problemi a cui sull’isola di Stromboli e nelle Eolie in generale, si e’ sottoposti.
Il presidente di Federalberghi ha evidenziato poi la questione che, a causa dell’incertezza della situazione di Tirrenia e Siremar, non si conosce ancora chi sara’ dal 2011 il nuovo interlocutore dei servizi marittimi, con cui devono dialogare i tour operator italiani e stranieri.
Le previsioni non sono delle migliori, infatti tale situazione potrebbe arrecare danni ingenti al settore turistico, in quanto potrebbero essere annullati buona parte dei pacchetti sulle Isole Eolie.
All’inizio della discussione e’ parso che il Sindaco, con la sua lista di cose fatte per l’isola, tendesse piu’ a giustificare la sua posizione che a sentire i problemi della gente, temendo forse strumentalizzazioni politiche. Si sa che Stromboli e’ stata l’isola che l’ha meno votato, ma e’ pure vero che un amministratore una volta eletto deve rappresentare tutti: Favorevoli e oppositori, ma e' altrettanto vero che questi ultimi devono riconoscere il proprio sindaco come il primo interlocutore!
Col passare del tempo pero’ il dottore Bruno si e’ ravveduto e ha dimostrato di essersi schierato con la popolazione, come evidenziato dall’intervista al Tg1 delle 20 in cui lo stesso Sindaco denunciava con forza la gravita’ dei fatti avvenuti.
Se e’ vero quello che mi e’ stato riferito nella tarda serata di ieri dallo stesso primo cittadino, in merito all'immediato ripristino dell’"aliscafo della discordia”, nel ringraziare il dott. Mariano Bruno per l’interessamento, mi viene in mente che una comunita’ come una grande famiglia, ogni tanto abbia bisogno di confronti, anche “a voce alta” per risolvere i problemi.
Anche nella famiglia puo’ capitare che il padre, distratto da impegni di lavoro, problemi economici ecc. si dimentichi di dar conto a moglie e figli, ma quando vengono fuori le discussioni e se la famiglia e’ sana, le cose si aggiustano.
Chiudo questi pensieri a meta’ tra cronaca e sfogo, augurando a tutti i vip che frequentano l’isola in estate, giornalisti, scrittori, artisti, politici e personaggi dello spettacolo, un sereno Natale, ricordando loro che, quando si verificano questi problemi, in qualita’ di personaggi pubblici, potrebbero veicolare con maggiore impatto gli Sos lanciati da questa piccola comunita', invece di limitarsi ad inviare Sms o messaggi su Facebook che attestano la loro solidarieta’.
Voi che , nelle piacevoli serate d'estate, sorseggiando un aperitivo sotto il vulcano, siete prodighi di consigli su come far funzionare le cose, poi mancate nel momento del bisogno.
Fateci credere, almeno illudendoci che non siete residenti solamente per motivi fiscali!!!
L’isola di Stromboli pur essendo un luogo magico ed unico al mondo, sia dal punto di vista naturalistico e paesaggistico che su quello architettonico, non e’ quel paradiso che si vede nei servizi costruiti “tutti intorno a voi”, che servono da cornice per lanciare i vostri nuovi progetti.
Quando cadono le foglie, il paradiso perduto spesso si trasforma in inferno. Un inferno fatto di isolamento (anche istituzionale) con tutte le cose a cui non abbiamo piu’ diritto. Per noi l’inverno significa quasi perdere il diritto ad essere uomini e questo francamente non ci piace.
Siamo stufi di essere considerati “bestie nella riserva”, voi alla fine della vacanza tornate nelle vostre case e nelle citta’ piene di confort e servizi e a noi ci lasciate in mano una serie di consigli “utili” e un arrivederci all’estate prossima!
Parafrasando il fortunato programma di Fazio e Saviano "Vieni via con me" invito i lettori di questa lettera ad inviare una lista delle cose belle di Stromboli e un'altra dei diritti violati. Una sorta di Vado via - resto qui.
A presto,
Carlo Lanza

Tirrenia/Siremar: In vendita sette navi. Tra queste la Scorpio

Un doppio bando è stato pubblicato stamani su alcuni quotidiani nazionale a firma dell’amministratore straordinario di Tirrenia e Siremar. Riguarda  la vendita di sette navi della flotta.
Il primo lotto riguarda le navi Aries, Capricorn, Guizzo, Scatto, Scorpio (venne utilizzata nelle Eolie), Taurus. Il secondo bando riguarda la motonave Domiziana.
 Le offerte possono riguardare sia le singole unità che più navi. La scadenza per la rpesentazione delle offerte è fissata per il prossimo 7 febbraio.

TURISMO:REGIONE PROMUOVE SEMINARI PER GUIDE SU ITINERARI SICILIANI

L'assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione siciliana, nell'ambito del progetto di valorizzazione turistica "Paesaggi d'autore", organizza due cicli di seminari di approfondimento, rivolti alle guide turistiche, sugli itinerari turistici, rilevabili attraverso le descrizioni, celebrazioni e riproduzioni di scrittori, artisti, pittori, registi, che hanno operato nel territorio regionale. I seminari sono promossi dal Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo, anche ai sensi della Legge n. 40/2007, la cosiddetta "legge Bersani", per migliorare la qualita' dell'offerta del servizio, in relazione allo specifico contesto tematico del progetto.
I cicli di incontri si terranno a Palermo dal 13 dicembre 2010 per le guide della Sicilia occidentale, e a Catania dal 10 gennaio 2011, per quelle della Sicilia orientale. Si svolgeranno con quattro moduli di circa 3 ore al giorno sulle seguenti tematiche: 1) "Topografie letterarie. La Sicilia degli scrittori".
2) "Lo schermo a tre punte. La Sicilia nel cinema".
3) "Per una proiezione estetica dell'ambiente. Il paesaggio nella storia dell'arte siciliana".

FINANZIARIA REGIONALE: CHINNICI MARTEDI' INCONTRA SINDACI DEL MESSINESE

Prosegue la serie di incontri che l'assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, ha programmato con i sindaci dei 390 comuni siciliani. Dopo i primi cittadini delle province di Enna, Caltanissetta, Palermo, Agrigento, Ragusa e Siracusa e Trapani, martedi' 14 dicembre sara' la volta di Messina. L'appuntamento con i 108 amministratori locali della provincia e' fissato alle ore 16.00, presso il Salone delle Bandiere di palazzo Zanca, sede del municipio di Messina.

Obiettivo degli incontri e' l'avvio di un percorso di collaborazione sinergica tra amministrazione centrale e autonomie locali, anche alla luce dell'approssimarsi, all'Assemblea regionale siciliana, dell'approvazione della legge di stabilita', ma anche per ascoltare, dai diretti protagonisti che conoscono il proprio territorio, suggerimenti per l'individuazione di azioni, misure e strumenti che, anche con il supporto della Regione, possano consentire agli enti locali l'avvio di percorsi virtuosi tendenti concretamente a un riequilibrio economico-finanziario stabile.

"Randagi" e leggi a favore degli animali non applicate. Ci scrive Noemi

Riceviamo e pubblichiamo:
Gentilissimo direttore,
sono una ragazza residente a Lipari, lettrice del suo notiziario on line.
Vorrei utilizzare questo mezzo per mandare un messaggio di aiuto,a chi competente, per i nostri amici animali, definiti randagi.
Due sere fa, ho trovato un piccolo cucciolo di cane davanti al mio cancello, infreddolito e affamato.
L'ho accolto in casa, gli ho dato da mangiare e dormire come fosse mio.
La mattina seguente, dopo essermi accertata che il cane era un randagio, ho chiesto aiuto in quanto non potevo adottarlo, ma nessuno ha saputo darmi risposta; così,delusa dalle risposte ricevute, sono ritornata a casa a prendermi cura del nuovo arrivato.
"Un canile a lipari non c'e' " : mi e' stato riferito...purtroppo e' questa la dura realta'.. sono a centinaia i randagi che vagano per le nostre vie, affamati e senza un rifugio".
Vista la situazione,ci ho pensato e ripensato e ho deciso di tenere il cucciolo con me, l'ho chiamato Simba.
Sono molte le leggi a favore degli animali, ma perche' soprattutto al sud non vengono applicate?
Poi si parla di branchi pericolosi, di malattie; quando succede qualcosa di eclatante e di veramente spiacevole si comincia a puntare il dito verso quelle povere bestie costrette a vivere in condizioni pessime.
Perche' nel nostro comune si contianuano a progettare ville e alberghi e non una struttura adeguata per i randagi?
Con queste poche righe,nel mio piccolo, invito chi di competenza, a riflettere su questa problematica che ci riguarda piu' di quanto possiamo immaginare.
Simba ha trovato una casa,ma purtroppo non e' così per tutti.
Noemi Virgona
 Bartolo, un ragazzo liparese, ha smarrito ieri un cellulare marca NOKIA 5800 di colore nero. Lo ha smarrito ieri mentre con i ragazzini della Ludica Lipari rientrava da una trasferta.
Il  ragazzino ricorda benissimo che, fino all'arrivo a Lipari, lo aveva con se sull'aliscafo, quindi, presumibilmente, lo avrà perso nel tragitto che va dallo sbarco sino all'auto dei genitori.
Il ragazzino tiene molto al cellulare poichè lo aveva comprato con i suoi risparmi.

Chiunque ne fosse entrato in possesso può restituirlo al legittimo propietario contattando la nostra redazione o per mail ssarpi@libero.it o telefonando al 335.12.00.334/339.57.98.235

E' ripartita da Stromboli per i collegamenti ultraprecari verso le isole minori

Nel corso dell´incontro - organizzato dal Comitato spontaneo dei Cittadini di Stromboli e dal Consiglio di Circoscrizione - tenutosi ieri mattina, in una chiesa di S. Vincenzo gremita di gente, il Sindaco Mariano Bruno è stato tempestato di domande sul futuro dei collegamenti marittimi. Non sono mancate le contestazioni per quella che ormai da qualche anno a questa parte sembra essere diventata la principale spada di Damocle sullo sviluppo di molte delle isole minori di Italia.
Il presidente della Circoscrizione Carlo Lanza ha denunciato con fermezza la violazione di alcuni diritti basilari dell´individuo: istruzione, sanità e mobilità in generale. Gli hanno fatto eco diversi cittadini, ormai esasperati per la precarietà dei servizi che continuano, ormai da troppo tempo, ad essere erogati a singhiozzo.
Il Sindaco di Lipari, Mariano Bruno, nel mostrare apertura al confronto, non ha nascosto le continue difficoltà nel far breccia sullo Stato, sulla Regione e sulla stessa Siremar, spesso colpevolmente inadempienti. Ha, infatti, richiamato le numerose note ufficiali attraverso le quali ha più volte richiamato l´attenzione degli organi competenti fino anche a dover ricorrere alla denuncia per interruzione di pubblico servizio.
Il presidente di Federalberghi Isole Minori della Sicilia, Christian Del Bono, presente all´incontro, ha denunciato l´impossibilità di poter programmare per la stagione turistica 2011 e ha proposto l´immediata convocazione di una riunione ANCIM aperta alle associazioni di categoria nell´ambito della quale affrontare tutti quegli aspetti tecnici, del processo di privatizzazione della società di Stato, necessari a garantire il futuro dei collegamenti marittimi per le isole di Sicilia.

giovedì 9 dicembre 2010

Lieve scossa nel Tirreno tra Filicudi e Alicudi

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.1 è stata registrata alle 19.33 di oggi, tra le isole di Alicudi e Filicudi. L’epicentro è stato localizzato a 5.3 km di profondità, in mare. La scossa non è stata avvertita dalla popolazione.

Stromboli: Torna l'aliscafo Siremar delle 7 e 20 da Milazzo

Da domani mattina sarà ripristinata la corsa Siremar in partenza (ore 7.20) da Milazzo per l'isola di Stromboli.
Ce lo comunica il presidente della circoscrizione di Stromboli-Ginostra, Carlo Lanza.
Sembra aver quindi sortito effetto la pacifica protesta messa in atto stamani dagli strombolani per protestare contro l'isolamento al quale sono sottoposti ormai da qualche tempo per la soppressione di questa importante corsa che porta sull'isola gli insegnanti e che consente ai residenti di raggiungere Lipari.
Sull'isola stamani è anche giunto il sindaco di Lipari, Mariano Bruno.

Il depuratore a Canneto dentro. L'intervento- lettera aperta di Angelo Ferlazzo

Riceviamo e pubblichiamo:
Credendo nella buona fede e nell’onestà intellettuale della classe Politica che attualmente ci rappresenta sia nell’ambito Regionale che Nazionale, e che in passato ha saputo ben interpretare le esigenze della popolazione, frapponendosi spesso tra imposizioni dell’esecutivo centrale e le esigenze-necessità locali, sicuramente nell’ interesse nella salvaguardia quanto nel rispetto di una economia precaria quale quella delle frazioni, oggi una di quelle è Canneto.
Con grande interesse preoccupazione si apprende dalla stampa e non aimè dagli organi istituzionali preposti, la notizia che il depuratore cambierà locazione, da Lipari a Canneto dentro con una tubazione che fuoriuscirà dal Monterosa e che raggiungerà una profondità massima di 80 mt..
Se la notizia è reale ed in questi termini, credo che vi sia un problema che riguarda Canneto, i suoi abitanti, l’economia della zona, una ipotesi di inquinamento anche se si tratta di acquee pretrattate, visto che sempre più spesso lo scirocco è il vento predominante, mi pare che basterebbe questo per trovare una locazione diversa e meno onerosa dato i lavori che sono previsti, per esempio a Pignataro dopo la Capitaneria di Porto, zona che con l’avvento del nuovo porto e la vocazione del posto niente a che fare ha con la balneazione.
Da che cosa è dettata la necessità di spostamento del depuratore e la decisione di collocarlo a Canneto? In una zona che fino a poco tempo fa, se non ricordo male, era destinata a zona artigianale, è possibile che anche gli artigiani rinuncino a quella che si prospettava come una bella possibilità?
A chi interessa uccidere quel poco dell’economia di Canneto di cui l’unica fonte di sopravivenza oggi è la fruibilità estiva della spiaggia ?! Vi è la possibilità che nel giro di qualche anno senza bisogno che goletta verde faccia prelievi, l’inquinamento delle spiagge lento ma inesorabile sarà molto evidente.
Perchè per una scelta così importante non si sia investito anche se non obbligatorio il parere di una
comunità di 1700 anime? E chi le doveva informare?
Oggi la petizione contro il depuratore è firmata da circa 200 persone ma solo perché la notizia è poco diffusa, sono convinto che tutti gli abitanti di Canneto e quelli di altre frazioni che vengono a godersi il mare d’estate nella nostra frazione si aggregheranno presto alla protesta e diventeranno migliaia.
Io invito tutti Sindaco, Consiglieri e Assessori ad ascoltare la voce di chi vi ha eletto, ascoltare rappresentanti della società civile, associazioni e quanti credono che quello che ci sta venendo imposto è sbagliato, unitevi e fate sentire unanimemente la voce per dire no al depuratore a Canneto, proponendo per esempio e lo ribadisco Pignataro lato nord, meno spesa perché zona demaniale, niente espropri meno soldi pubblici sborsati un’alternativa seria e praticabile prima che sia tardi.
Mi auguro che non avvenga il classico scarica barile Ente Locale – Ministero, e soprattutto un rimpallarsi di responsabilità, già dal prossimo Consiglio comunale, che mi auguro sia convocato urgentemente e al quale spero che vi siano unanimi proposte di protesta e non solo di facciata, ma che si traccino linee vere di una eventuale protesta o azione che scongiuri un disastro socio-economico per la frazione di Canneto e per l’Isola tutta.
Cordialmente
Angelo Ferlazzo

Impianto depurazione. Longo convoca il consiglio. Il difensore civico chiede gli atti al commissario

E' stato convocato- come informa il presidente Pino Longo in una nota- il consiglio comunale pdi Lipari per il prossimo12 dicembre 2010, alle ore 9, al fine di trattare la questione inerente al progetto definitivo per la realizzazione del ” nuovo impianto di depurazione di Lipari ed opere fognarie accessorie”.
"La convocazione urgente è stata ritenuta indispensabile- afferma Longo- in quanto nel corso della conferenza di servizi, tenutasi a Messina lunedì 6 dicembre, è stato statuito dal commissario delegato per l’emergenza idrica ,Avv. Luigi Pelaggi il termine di sette giorni  per presentare osservazioni al progetto.
Tuttavia si contesta- continua Longo- tale modo di procedere, poiché gli atti di che trattasi, elaborati progettuali, planimetrie ecc.. , non sono stati messi a disposizione dei vari Enti per un periodo congruo, né tantomeno è stata data la prevista pubblicità al fine di consentire a tutti i cittadini ed agli stessi consiglieri comunali, di visionare gli atti e produrre osservazioni ".
Sull'argomento, con una nota inviata al commissario Pelaggi, è intervenuto anche il difensore civico del comune di Lipari, avvocato Francesco Rizzo. Ha chiesto di"trasmettere con urgenza, copia della documentazione inerente ai lavori, al fine di poter formulare ogni opportuna valutazione. La legittimazione alla superiore richiesta deriva direttamente dal ruolo istituzionale svolto dal sottoscritto".

Lo Cascio richiede al sindaco pubblicizzazione del PRG

Al Signor Sindaco del Comune di Lipari Richiesta al Signor Sindaco di Lipari per pubblicizzazione Piano Regolatore Generale.
Gentile Signor Sindaco,
dal giorno 24 novembre è pienamente operante, tranne che per le aree oggetto di ricorso od osservazioni, il Piano Regolatore Generale del Comune di Lipari. Ritengo sia indispensabile che tale strumento abbia la massima pubblicizzazione presso la cittadinanza e pertanto chiedo che, per un periodo e un luogo da stabilirsi, le tavole e la normativa di detto Piano siano messe a disposizione del pubblico che potrà così prenderne visione. Ritengo sia necessario anche precisare quali aree sono soggette a ricorsi od osservazione e sulle quali, pertanto, il Piano non è operativo. Le rivolgo tale richiesta nell’ottica di una sempre maggiore trasparenza degli atti pubblici di codesto Comune, necessaria per una partecipazione realmente democratica della cittadinanza, ma anche in considerazione del notevole carico di lavoro che grava sull’Ufficio Tecnico comunale e del fatto che, se un privato intendesse prendere visione del Piano, oggi incontrerebbe notevoli difficoltà.
Nella certezza che vorrà accogliere tale richiesta, la ringrazio e porgo distinti saluti
Pietro Lo Cascio, consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà

Festival di Sanremo. Il liparese Joseph Parisi presentato nella sezione giovani

L'Associazione Italiana Musica Emergente ha presentato il giovane cantante liparese Joseph Parisi nella sezione giovani del prossimo Festival di Sanremo con la canzone " Senza di te " scritta per lui dal rocker eoliano, Daniele Profilio.
"Senza di te" segna l'esordio di Joseph nel mondo della musica come professionista. Inoltre è in lavorazione un videoclip ed il brano sarà distribuito nei migliori digital store.

Accertamento danni eventi calamitosi. Segnalazioni alla Condotta Agraria di Lipari

COMUNICATO

Accertamento danni eventi calamitosi
Da Condotta Agraria, Sportello locale 128 Lipari:
A seguito degli eventi calamitosi verificatesi nel compreso tra l’1 Ottobre e il 3 Novembre 2010, si invitano le aziende agricole, che a seguito degli eventi citati, sia per quanto concerne la produzione vegetale che le strutture fondiarie, segnalino tempestivamente tali danni presso codesto ufficio.
Dato che l’Unità Specializzata SIAS – Sicilia Orientale – ha già segnalato l’eccezionalità dei fenomeni che potrebbero far scattare le provvidenze previste dalla legge.
Il Funz. Dir.
Angelo Ferlazzo

Lavori sulle strade provinciali di Lipari e Vulcano. Consigliere provinciale Branca chiede riunione III commissione

COMUNICATO
Il consigliere provinciale, Massimiliano Branca, ha chiesto per domani una seduta urgente della III commissione della Provincia Regionale di Messina al fine di valutare con gli altri membri i lavori di rifacimento che, a breve, verranno avviati e quelli da organizzarsi per i prossimi mesi delle strade provinciali nelle isole di Vulcano e Lipari.
"Ogni anno assistiamo a frane, smottamenti, ed ammaloramenti dell'asfalto delle strade per via delle copiose piogge invernali che non sempre riescono ad essere smaltite e ben canalizzate-ha dichiarato Branca- è giusto quindi agire d'anticipo e le opere che a breve dovranno essere iniziate sulle strade provinciali delle Isole di Vulcano e Lipari serviranno proprio alla messa in sicurezza ed a tutelare così l'incolumità dei cittadini."

Judo: Trofeo Sicilia per Francesca Russo

Si è concluso ieri, con la gara disputata a Messina, il IV° Gran Premio Sicilia 2010, manifestazione a circuito riservata ad atleti agonisti :Trofeo Sicilia “ Esordienti B “; Gran Prix Sicilia “ Cadetti “; Coppa Sicilia “ Juniores “
Degli atleti dello Sporting Judo Lipari, Federica Finocchiaro (Esordiente B kg 52) Francesca Russo (Esordiente B kg +70)  Alessandro Vitagliana (Cadetto kg 66) e Cassandra Finocchiaro (Juniores kg 57) soltanto Francesca Russo ha vinto l’ambito Trofeo siciliano, salendo sul gradino più alto del podio.
Non è bastato il secondo posto per Cassandra e Federica ed il terzo per Alessandro
Non si è ancora concluso l’anno sportivo per lo Sporting Club Judo Lipari: giorno 19 dicembre grande trasferta a Messina per i piccoli judoka. Parteciperanno infatti numerosi al RANDORY DAY organizzato dalla ASD Yama Arashi di Messina .

Prima serata del Mercatino di Natale a Lami

Grande partecipazione ieri nella piccola borgata liparese di Lami di grandi e piccoli che hanno trascorso una piacevole serata, acquistando doni e dolcetti fatti a mano, nella splendida atmosfera del presepe, del villaggio di casette, addolcita da cioccolata calda.
Quello di ieri è il primo di una serie di appuntamenti che porteranno sino al Natale
L'iniziativa è dell'Associazione Borgata Lami, presieduta da Saverio Merlino.

Cliccando sul link che segue potrete vedere altre foto e un breve filmato della serata di ieri
http://borgatalami.blogspot.com/2010/12/prima-serata-del-mercatino-di-natale.html

VIETATO NASCERE A LIPARI di Aldo Natoli

(Aldo Natoli) In questi giorni l’attenzione di tutti è rivolta a tre problemi di grande importanza: la realizzazione del megaporto, la messa in sicurezza della banchina di Sottomonastero e l’istituzione del Parco Nazionale delle Isole Eolie. Tre avvenimenti che potevano trovare una giusta soluzione se accompagnati dal buon senso e da un chiaro dibattito tra le varie Istituzioni ed i cittadini per giungere a delle soluzioni “partecipate” e non a conflitti tra Amministrazione, Consiglieri comunali e cittadini, con il risultato di “scantonare” e darla vinta a coloro che a Roma ed a Palermo hanno deciso di impoverire le Eolie per svenderle a personaggi già noti. Così facendo si rischia che:il megaporto verrà realizzato anche se distruggerà le due Marine e l’economia dell’isola; la messa in sicurezza di Sottomonastero verrà eseguita anche se comprometterà gli ormeggi delle navi e metterà in pericolo le abitazioni prospicienti; il Parco, bene o male che sia, verrà istituito ignorando ogni suggerimento e protesta. Tutto si compirà come deciso a Roma ed a Palermo, e come condiviso dall’Amministrazione Comunale dal momento che si ostina a non ascoltare i deliberati del Consiglio Comunale, i suggerimenti degli esperti, la voce sovrana dei cittadini. Tutto questo gran da fare, questa guerra tra poveri, ha fatto perdere di mira un altro “scippo” posto in essere dai nostri Governanti a danno degli eoliani: la graduale estinzione dell’Ospedale Civile di Lipari ridotto ormai a centro prenotazioni per il “viaggio della speranza”, semprechè esistono posti liberi negli altri nosocomi. Poco importa se l’attesa spesso significa morire; se sono stati spesi dei bei soldini per costruire nuovi padiglioni che speriamo vengano trasformati in alloggi per le famiglie bisognose; se l’utilizzo degli elicotteri ha un determinato costo; se le professionalità mediche esistenti debbono impoverirsi giorno dopo giorno. Ma la notizia raccapricciante di questi giorni, che mortifica tutti noi cittadini, è che non è più garantito alle gestanti di partorire nell’Ospedale di Lipari per la mancanza di apposite attrezzature e reparti in caso di necessità. Chi decide di partorire a Lipari deve farlo a proprio rischio e pericolo. Questo oltre ad incidere psicologicamente ed economicamente sulle famiglie contribuirà a modificare la storia demografica del nostro Paese. Non ci saranno più nati a Lipari. Cosichè i figli dei nostri figli saranno originari di Milazzo, Patti e Messina. Il silenzio fino ad oggi da parte delle varie Istituzioni locali su questa ulteriore imposizione della Regione Siciliana è inquietante e significativo. Tutti tacciono. Quindi tutti accettano. E, per noi cittadini addio eolianità. I servizi di un Ospedale al quale fanno riferimento gli abitanti di sette isole non può valutarsi in base al numero di ricoveri, o nel caso specifico delle nascite che non debbono essere sotto la soglia dei mille annui. A mio giudizio dovremmo tutti provare vergogna accettando in silenzio questo ulteriore sopruso. Naturalmente la vergogna deve essere maggiore per le Istituzioni locali che ci rappresentano, e soprattutto per i Parlamentari nazionali e regionali che sono stati votati nelle nostre isole. Ma nuove elezioni, dicono, sono prossime!

Messina: Presentazione sabato del Centro Antiviolenza - Antistalking - Famiglia "Oikìa"

Sabato 11 dicembre, alle ore 10.00, presso il Salone delle Bandiere di palazzo Zanca, sarà presentato il Centro Antiviolenza – Antistalking – Famiglia “ Oikìa ”, creato dall’associazione “Circolo Messina”.

L’iniziativa, presentata dall’avv. Carmelo Raspaolo, segretario dell’Associazione “Circolo Messina”, dall’avv. Alessia Giorgianni, responsabile legale del centro e dalla sig.ra Mary Graziano, coordinatrice dell’Associazione, si ispira all’esigenza di offrire un ulteriore punto di riferimento a tutti coloro che hanno subito, o subiscono violenza nella vita quotidiana.
Interverranno: il sindaco Giuseppe Buzzanca, l’Assessore alle Politiche Sociali e per le Pari Opportunità avv. Pinella Aliberti, il maggiore del Nucleo investigativo dei Carabinieri dott. Piero Vinci, la Dirigente della Squadra mobile Questura di Messina - reati contro la persona dott.ssa Rosalba Stramandino, l’ispettore della Polizia Postale Mario Crisafulli oltre a varie personalità politiche e professionali.
Il centro “Oikìa”, innovativo e unico, nella provincia di Messina, oltre ad occuparsi di prevenzione e contrasto alla violenza su donne e minori, dà, per la prima volta, pari opportunità anche agli uomini.
Pensato e voluto da alcuni soci, dell’Associazione “Circolo Messina”, che ne hanno curato la realizzazione, ha trovato largo consenso nei numerosi professionisti che, con lo stesso entusiasmo, hanno dato la loro disponibilità, in regime di volontariato.
Il centro Oikìa, s’insedia nel territorio come luogo in cui tutti coloro che subiscono o hanno subìto violenza e/o sono vittime di stalking, trovano uno spazio di ascolto, condivisione, sostegno e aiuto, nel rispetto della segretezza e dell’anonimato, attraverso una relazione efficace di supporto con le diverse figure professionali (sociologhe, psicologhe, psichiatre, medici e avvocati) che offrono la loro collaborazione, in regime di volontariato, al centro.
Il Centro Oikìa vuole dare anche una risposta concreta a quelle famiglie che, nelle diverse situazioni della vita, si sentono disorientate, smarrite e hanno bisogno di un punto di riferimento in cui poter ricevere sostegno.
Sono sempre più frequenti i casi, resi pubblici dai mass media, di famiglie distrutte da tensioni e violenze in genere che, se gestiti o mediati in tempo utile e in modo professionale, avrebbero avuto epiloghi diversi.
I servizi offerti dal “ Centro Oikìa”- antiviolenza, antistalking e famiglia sono: colloqui telefonici per individuare i bisogni e fornire le prime informazioni. Colloqui che si svolgono con operatrici che instaurano con la persona, vittima della molestia o dell’abuso, una relazione di fiducia basata sull’empatia e sul riconoscimento della centralità del vissuto del soggetto.
Colloqui informativi di carattere legale, con avvocati specializzati, sugli strumenti giuridici cui la persona può far ricorso per tutelare i propri diritti. Percorsi di autostima. Gruppi di auto aiuto, per creare spazi di confronto e di condivisione tra vittime che hanno simili esperienze di vita.
L'obiettivo del centro è di offrire, alle vittime, la possibilità di elaborare i vissuti di maltrattamento e creare nuove reti di relazioni positive, basate sul rispetto e la valorizzazione di sé e degli altri. Creare un collegamento diretto e continuo con le Forze dell’Ordine, per offrire supporto, nel percorso di accoglienza, a chi denuncia la violenza.
Affiancamenti, quando richiesti, nella fruizione di servizi quali: Forze dell’Ordine, visite mediche, colloqui con assistenti sociali, pratiche presso Ufficio del Lavoro, Centro Immigrati o altri luoghi, in cui la presenza delle operatrici, rappresenti un punto di forza per la vittima; questi momenti sono importanti per realizzare una rete integrata di sostegno indispensabile alla vittima per costruire efficaci strategie di uscita dalla situazione di violenza.
Inoltre è stata realizzata, a fine divulgativo, una brochure nella quale, con terminologie di facile comprensione, sono spiegate le finalità del Centro, le modalità d’intervento e soprattutto si dà una definizione di violenza in tutte le sfaccettature, affinché chiunque ne fosse vittima, si possa riconoscere.

mercoledì 8 dicembre 2010

Calcio. Per La Ludica Lipari la vittoria sfuma al 90°. Ma l'arbitro fa la sua parte

Ludica Lipari – Furci = 1-1

Marcatori: 49° Giunta R. , 90° Carpillo
Ludica Lipari: Orto 7, Formica 5,5 (46° Rosi 6), Morales 6, Currò 6,5, Caruso 6 (72° Saltalamacchia s.v.), Fiorenza 6, Mazzeo 6,5, Giunta R. 6,5, Licari 6, Sturniolo 6, Marino 6
Furci: Burgio 6, Cali 6, Mercurio 6 (73° Carpillo 6,5), Cerrito 6, Pino 6, Frazzica 6, Giuffrida 5,5 (74° Silvio s.v.), Romeo 6,5, Foti 6, Ponzio 6 (68° Coglitore 6), Proteggente D. 5,5
Arbitro: Bertè (Barcellona) 5
Nulla da fare per la Ludica che non riesce ad andare oltre il pari con il quadrato Furci. E' stato un incontro double-face. Gli ospiti, nel primo tempo, avrebbero meritato il gol. Nella ripresa i padroni di casa hanno dominato il campo e possono reciminare su alcune “letture” del fuorigioco da parte del direttore di gara. Come anticipato, nel primo tempo sono stati gli ospiti a farsi pericolosi con Orto bravo a sventare in angolo due pericolissime conclusioni di Ponzio e Pino. Nella ripresa, oltre alla splendida azionale corale che ha portato al gol di Giunta al 49°, la Ludica deve recriminare per un paio di occasioni sprecate e per la traversa colpita da Rosi a portiere battuto. Gli ospiti hanno pareggiato al 90° su punizione battuta da Carpillo

Megaporto di Lipari. Paino e Sabatini scrivono al senatore D'Alia

Al Senatore

Giampiero D’Alia
Segretario UDC Sicilia
Oggetto: Progetto Megaporto Lipari.
Il 6 dicembre ultimo scorso, anche alla Sua presenza, la cittadinanza di Eoliana ha partecipato al convegno organizzato dalle forze di opposizione rappresentate nel Comune di Lipari, soffermandosi sulla questione della realizzazione di un megaporto a Lipari, iniziativa promossa dalla Amministrazione e dal Sindaco in carica.
Abbiamo avuto modo in quella occasione di manifestare anche a Lei tutte le preoccupazioni e le angosce che questa iniziativa, da noi non condivisa, suscita nella maggioranza degli Eoliani.
Ci siamo tutti trovati d’accordo nel sostenere la necessità di realizzare adeguate opere portuali, ma unanimemente i partecipanti al convegno hanno rilevato le negatività della proposta in essere, che sproporzionata nelle dimensioni, esproprierebbe, per la formula scelta dalla amministrazione, gli Eoliani del proprio territorio e delle opportunità di crescita che il diportismo rappresenta per queste isole.
Alla luce dell’unanime sentire dei numerosi partecipanti al convegno Le trasmettiamo un sunto delle questioni sollevate, affinché Lei possa avviare tutte le iniziative politiche e istituzionali utili alla salvaguardia degli interessi di tutti gli Eoliani.
Di seguito si evidenziano quindi i seguenti punti emersi:
La ricaduta negativa di questa speculazione immobiliare, che in un progetto per la realizzazione di porti, prevede la costruzione di numerosi e sovradimensionati immobili in aree demaniali;
La possibilità di realizzare un’opera così imponente in assenza di un Accordo di Programma sottoposto al parere preventivo del Consiglio Comunale, che è l’unico delegato alla programmazione Urbanistica;
La scelta operata da questa Amministrazione di seguire un percorso che prevede di affidare ad una società a stragrande maggioranza privata la gestione di aree demaniali adibite a servizi pubblici ci appare inaccettabile, e per quanto riguarda la possibilità informalmente paventata di affidare alla stessa solo le aree corrispondenti ai soli porti turistici, ci appare come un modo di evadere le più elementari norme di libera concorrenza;
L’assenza di adeguate garanzie, sostituite da fumose dichiarazioni di intento, per le categorie che oggi operano nelle stesse aree come i pescatori o gli operatori titolari di regolari concessioni demaniali per la gestione di pontili per l’attracco dei natanti oggi operanti;
La concessione ad una società a maggioranza privata dell’intero ambito portuale di Lipari e conseguentemente di tutti i flussi che da esso transitano per un cinquantennio, che ci appare come una svendita del nostro territorio, considerato che il gestore sicuramente applicherebbe inaccettabili tasse di accesso al nostro territorio sottoforma di diritti d’ormeggio;
L’enorme impatto ambientale per la realizzazione di un’opera in un territorio già patrimonio UNESCO.
In considerazione di quanto evidenziato, grati per la disponibilità già espressa in quella sede, Le chiediamo di intraprendere tutte le iniziative istituzionali percorribili sia a livello di Governo Regionale che di Governo Nazionale per dare voce ad una protesta che non è solo della parte politica in cui ci onoriamo di militare, ma nell’interesse di tutti gli Eoliani.
Mario Paino (UDC)  Adolfo Sabatini (Nuovo giorno)

Cisl Fp e Uil Fpl: L´ASP DI MESSINA FA FINTA DI ISTITUIRE I PRESIDI TERRITORIALI AMBULATORIALI

Con una lettera inviata all´Assessore Regionale alla Salute e al Direttore dell´Asp di Messina, i segretari generali di Cisl Fp e Uil Fpl Calogero Emanuele e Pippo Calapai e della Cisl Medici e Uil Medici Gianplacido De Luca e Mario Capitanio, hanno evidenziato come l´ASP di Messina abbia deliberato l´istituzione dei Presidi Territoriali Ambulatoriali di Lipari, Barcellona P.G., Mistretta, ma "stranamente manca solo S. Agata di Militello".
"Il tutto - sottolineano i sindacalisti - dopo le fortissime azioni sindacali condotte da Cisl e Uil che, per loro conto, hanno già avviato le procedure di ricorso giurisdizionale contro la dotazione organica proposta dall´Asp per aver totalmente disatteso le proposte di parte sindacale e principalmente i decreti assessoriali che prevedono il potenziamento della rete territoriale sanitaria con l´istituzione dei PTA e delle UTAP, vere non solo sulla carta, per sopperire e far fronte anche al fortissimo taglio dei 561 posti letto degli ospedali della Provincia di Messina".
Infatti, le nuove Strutture sanitarie istituite, disattendendo l´obbligo del confronto sindacale, per Cisl Fp e Uil Fpl sono solo scatole vuote e trasposizione delle competenze degli attuali Distretti Sanitari.
"Sicuramente - affermano - tali provvedimenti confliggono con quanto previsto dalla vigente normativa che regola la materia e che individua nei PTA il punto di accesso della rete territoriale. La scelta dell´Asp è stata quella di creare artificiosamente i PTA svuotandoli del vero contenuto previsto dai Decreti Assessoriali. Day Service, Ambulatorio di gestione integrata, unioni funzionali territoriali, ambulatori infermieristici e unità di assistenza primaria: tutto ciò che deve dare ruolo ai Presidi territoriali che puntualmente l´Asp ha disatteso".
Cisl Fp e Uil Fpl per questi motivi chiederanno un urgente incontro per riportare il tutto nell´alveo della normativa e delle direttive assessoriali nonché nella giusta direzione per dare servizi veri e risposte concrete alla collettività

Di tutto un po (notizie in aggiornamento durante la giornata)

Ludica Lipari oggi in campo - Oggi pomeriggio alle 14,30 la Ludica Lipari affronterà al "Franchino Monteleone" il Furci Siculo. L'imperativo è vincere


Depuratore di Canneto Dentro: Se ne interessi il consiglio comunale- Continuano le proteste e il malcontento per il depuratore che si intende realizzare a Canneto Dentro. Dopo la conferenza di servizi tenutasi a Messina e nel corso della quale non è stato concesso di intervenire alla delegazione di cittadini dobbiamo registrare una nota a firma di Anna Miracula che, tra i vari passaggi, scrive: "Ci aspettiamo dunque che il Consiglio Comunale su questa vicenda venga indetto nel più breve tempo possibile,visti anche i tempi ristretti che ha il Comune di Lipari per porre delle osservazioni al progetto e fare le dovute considerazioni tenendo conto anche di una petizione popolare che ha già raccolto a oggi oltre 200 firme ,delle contestazioni sul come è stata gestita tutta la vicenda e dei forti dubbi della popolazione".


Tirrenia: Confermato lo sciopero del 15 dicembre - Resta confermato lo sciopero dei lavoratori della Tirrenia in programma il 15 dicembre. L'incontro tra il commissario straordinario della compagnia marittima Giancarlo D'Andrea e i sindacati si e' rivelato infatti solo interlocutorio e non ha fornito le soluzioni attese. E cosi' Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno deciso di andare avanti con la protesta. Il tavolo di confronto e' comunque ora ufficialmente avviato e le parti torneranno ad incontrarsi entro Natale. Lo sciopero di 24 ore di tutti gli addetti di Tirrenia, indetto per il 15 dicembre, fa seguito allo stop del 22 novembre, ed e' stato proclamato da Filt, Fit e Uiltrasporti contro la richiesta di cassa integrazione a rotazione per 722 marittimi avanzata unilateralmente dall'azienda. Tra le motivazioni della protesta ci sono anche la mancanza di notizie sul processo di privatizzazione, l'opposizione alla sospensione delle linee e la rivendicazione del diritto alla totale corresponsione della tredicesima. Di tutto questo commissario e sindacati hanno parlato per oltre due ore, seduti intorno ad un tavolo nella sede romana della compagnia. Ma senza entrare nel merito. E' stato un 'passaggio interlocutorio, c'e' un tavolo che prosegue sui tanti problemi aperti. C'e' l'attenzione, non la soluzione', ha sintetizzato il segretario generale della Filt Cgil, Franco Nasso

Cineforum a Santa Marina Salina - Giovedì 9 dicembre per la rassegna cineforum sarà proiettato : All That Jazz .
Lo spettacolo continua (All That Jazz) è un film del 1979 diretto da Bob Fosse, interpretato da Roy Scheider, Jessica Lange e da un folto gruppo di attori comprimari.
Proiezione ore 21.00 centro studi di Santa Marina Salina

martedì 7 dicembre 2010

Centro Studi: Presentato a Roma il libro "Cineolie"

Si è svolto ieri sera, presso la fiera del libro di Roma, l’aperitivo eoliano organizzato dal Centro Studi di Lipari. L’evento ha riscosso grandissimo successo di pubblico, pienone in sala per il nuovo volume edito dal Centro Studi Eoliano: “Cineolie”, del giornalista e storico del cinema Nino Genovese.
La serata è stata coordinata dal Presidente del Centro Studi, Antonino Saltalamacchia. Hanno relazionato la presentazione, il Prof. Angelo Ferro, presidente dell’UCID (Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti); il giornalista Marcello Sorgi; il Presidente di Rai Cinema, Franco Scaglia; la critica cinematografica Irene Bignardi.
Il libro presentato raccoglie tutta la cinematografia eoliana. Un’escursus, completo di documentazioni, schede, foto, commenti, dei film ambientati nelle magnifiche Eolie. Nel corso della serata scorrevano le immagini de “Il Postino” di Radford, “Stromboli terra di Dio” di Rossellini, “L’Avventura” di Antonioni, “Caro Diario” di Moretti, “Kaos” dei fratelli Taviani, “Un’amore così fragile così violento” di Pittoni ed altri ancora. Così il pubblico in sala è stato catturato da quei luoghi, alcuni ormai cambiati, ed ascoltando le splendide relazioni dei curatori della serata e dell’autore stesso, accompagnate da frammenti di film, la gente si è commossa ricordando Troisi in bicicletta nello sfondo della splendida baia di Pollara a Salina, si è immaginata a bordo di un motoscafo a volare sulle onde tra gli scogli di Panarea, si è tuffata nell’incantevole montagna di pomice delle spiagge bianche di Lipari, indimenticabili, scivolando con nostalgia fino a rotolare sulla spiaggia.
Il libro “Cineolie” ci racconta tutto questo, un unico viaggio, punto di riferimento sul rapporto cinema/Eolie. Ma la serata non ha solo ricordato, o fatto scoprire a chi non ha avuto ancora la fortuna di visitare le Eolie, questi luoghi. Si è parlato anche del futuro; finalmente è ormai certa la realizzazione del Museo del Cinema alle Eolie, il progetto portato avanti dal Centro Studi Eoliano, dall’UCID e dal Comune di Lipari, progetto lungamente esposto dal Prof. Ferro.
Alla serata erano presenti, tra gli altri, ospiti quali Olga D’Antona, Paola Scola, Osvaldo De Santis, Alberto La Volpe, James Ruscoe, la Principessa Adriana Pignatelli di Santo Spirito, Mons. Giovanni Marra, A. Savoca, giornalisti del National Geografic e giornalisti inviati dai quotidiani La Repubblica e la Gazzetta del Sud.
Un’intervista circa la presentazione è già uscita su Radio Popolare mentre, nei prossimi giorni, usciranno servizi sull’evento nei TG Rai. Un ringraziamento va alle aziende che hanno contribuito per la degustazione dei prodotti tipici: Caravaglio, Giona, Tasca D’Almerita, Virgona.
Il Centro Studi di Lipari, che si conferma il più grande promotore della cultura eoliana, è stato premiato ancora una volta ed ancora in futuro continuerà la promozione per il lustro delle Eolie attraverso il costante impegno e la forza organizzativa di un’Associazione che volge al suo 30 ° anno di vita.

Ex Pumex: Firmato protocollo con Regione. Chemio a Lipari: Primi passi

Firmato il protocollo d'intesa con l'assessorato regionale al Lavoro per il "progetto obiettivo" a favore degli ex Pumex. Arriva così in porto questo importante passaggio per il quale si è fortemente spesa l'assessore Anna Spinella. Il progetto partirà a fine anno e sembra possa prolungarsi attraverso la richiesta di ulteriori finanziamenti almeno sino al 2012. Gli ex Pumex saranno impiegati in due macro-aree: supporto al personale interno all'Ente; attività esterne (giardini ecc.)
Dopo il convegno di sabato scorso sulla necessità di attuare la chemioterapia a Lipari, organizzato dal collega Peppe Paino, c'è stato un incontro tra il sindaco Mariano Bruno e l'assessore Giuseppe Finocchiaro, che ha preso in mano la situazione, con il direttore dell'ASP 5 Salvatore Giuffrida.
Il cammino non sarà breve ma sono state gettate le basi per un day hospital oncologico. 

Lettere al direttore, "Il mostro di Lipari". Ci scrive Antonio Mancini

Caro direttore,
come Lei ben sa da oltre dieci anni frequento Lipari con la mia famiglia. Isola dove ho conosciuto gente stupenda e cordiale come Lei. Ricorda il nostro primo incontro al megaparcheggio?
Proprio perchè amo le Eolie cerco di seguirle il più possibile, anche quando ne sono lontano. Attraverso il suo puntuale ed efficiente giornale, attraverso quotidiani e riviste in cui si parla di esse.
Oggi ho avuto modo di leggere un articolo (che le allego) su "Il Manifesto" a firma del giornalista Luigi Barrica: si parlava del progetto del megaporto e già il titolo "Il mostro di Lipari" mi ha sconvolto.
Ma davvero si vuole realizzare un'opera della portata riportata nell'articolo?
Davvero il sindaco di Lipari può fare quelle dichiarazioni riportate nell'articolo? Se è così siamo alla follia. Non si può giustificare la necessità di dare lavoro con quella che, a leggere l'articolo sul Manifesto, sembra essere un vero e proprio "omicidio del territorio".
Cordialmente
Antonio Mancini

Caro sig. Mancini,
la ringrazio per le belle parole usate nei miei confronti e dei miei concittadini.
Avevo già avuto modo di leggere l'articolo di Barrica. Non è mia abitudine sindacare il lavoro di un collega, in questo caso di Luigino. Anche perchè alla famosa riunione su questa portualità non c'ero per motivi di salute.
Certo il pezzo, come è nello stile di Luigino, è pesante....specie in alcuni passaggi. Per quanto riguarda i "virgolettati" non voglio entrare nel merito. Se quello che viene "messo in bocca" al sindaco Bruno risponde al vero o meno non lo so e mi creda non tocca a me indagare.
 Luigi l'ha scritto, toccherà ad altri smentire se non dovesse corrispondere al vero.
Per quanto riguarda la mia posizione sul porto non sto qui ad enunciarla.
In questo senso Lei e chi ha avuto di leggere questo giornale on line se ne può fare una idea.
Anche se, sempre, al di là delle mie vedute, ho cercato di dare spazio a chi è pro o contro.
Cordiali Saluti
Salvatore Sarpi

Subito dopo la pubblicazione di quanto sopra abbiamo ricevuto e riportiamo un breve "inciso" del collega Luigi Barrica
Ringrazio,sentitamente, l'amico collega,Salvatore Sarpi, per l'equilibrata risposta serbata al suo (anche mio!) lettore.
Lettore ,al quale sottolineo,senza mezzi termini,che il virgolettato è assolutamente autentico!
Signor Mancini, il sindaco di Lipari,Marino Bruno, quelle affermazioni le ha ripetute,anche in altre sedi: basta scorrere la rassegna stampa,compresa quella visiva,e rendersi conto che il primo cittadino è sistematicamente e coerentemente "recidivo".
Tanto che, civilmente, non ha mai smentito,nella fattispecie, alcun resoconto giornalistico.
Con stima,
Luigi Barrica

Lipari: Furto con "autografo". "Il gatto e la volpe" portano via una cassaforte

 Ladri sempre più sfacciati e temerari a Lipari. Questa volta non si sono limitati, infatti, a penetrare all'interno di un locale asportando la refurtiva ma hanno ritenuto, opportuno, "firmare" il colpo.
E' accaduto la notte scorsa in pieno centro a Lipari nel noto negozio di ferramenta di Domenica Mangano, proprio di fronte al supermercato.
I ladri, dopo essere penetrati da un giardino posto sul retro dell'attività, si sono calati da un muro e dopo aver divelto un lucchetto e spaccato una porta a vetri sono penetrati all'interno del negozio.
Qui hanno raggiunto l'ufficio dove, dopo averla scardinata dalla sua allocazione, si sono impossessati di una cassaforte del peso di una cinquantina di chili al cui interno si trovavano circa 4.000/5.000 euro. La buona parte in monetine.
Da quanto abbiamo appreso non è stato prelevato null'altro, ad esempio i cellulari che si trovavano sul tavolo. Nulla o poco sarebbe stato asportato del materiale in vendita.
I ladri, prima di lasciare l'attività, hanno pensato presumibilmente, a mo' di sfida, di porre l'autografo "Il gatto e la volpe" sia su una parete che su una lavagna. Quest'ultima acquisita dai carabinieri che hanno avviato le indagini dopo essere stati allertati dai propietari che si sono accorti dell'accaduto qualche ora dopo l'apertura di stamani.
Ladri che non si fermano, anzi diventano più sfacciati.
Il ripetersi di questi episodi delinquenziali (solo 48 ore prima, come si ricorderà, era stato portato a compimento un "colpo grosso" ai danni della famiglia Bernardi) non può che destare preoccupazione.

Di tutto un po (notizie in aggiornamento durante la giornata)

Via libera al depuratore di Canneto Dentro nonostante le contestazioni - Via libera al depuratore da realizzare a Canneto Dentro. E' arrivato dopo la conferenza di servizi tenutasi ieri alla Prefettura di Messina. Non è stata consentita la partecipazione della delegazione dei rappresentanti del comitato spontaneo dei cittadini di Canneto, Serra e Pirrera. Acquisita agli atti la petizione prodotta dagli abitanti delle zone interessate con, al momento, 190 firme.
In rappresentanza del comune di Lipari ha partecipato il presidente del consiglio comunale Pino Longo che ha sollevato le giuste perplessità sull'opera.


Trasporti. Denuncia da Filicudi sul "calvario" -  Diventa sempre più drammatica la questione dei collegamenti nelle Eolie, soprattutto per coloro che risiedono nelle isole più distanti. L'ennesimo disservizio ha indotto proprio una residente a Filicudi di presentare un esposto contro la Siremar al prefetto, alla procura di Barcellona e al sindaco di Lipari. Nel documento, la signora G. Z. denuncia che «da mesi gli abitanti di Filicudi si ritrovano costretti a fare i "profughi" nei vari scali di Milazzo o Lipari a causa dei continui disservizi degli aliscafi della Siremar che, molte volte a torto e poche a ragione, sospendono o interrompono le corse da e per la piccola isola». L'ultimo episodio – segnala la donna – si è verificato domenica quando la trasferta da Milazzo a Filicudi si è interrotta a Lipari. «Già qualche giorno prima ero potuta rientrare a Filicudi dopo ben 72 ore, dopo un soggiorno forzato prima a Messina e poi a Lipari. Domenica però è accaduto l'incredibile in quanto mentre a Milazzo intorno alle 12,30 la Siremar aveva già il divieto di staccare biglietti per Filicudi a causa delle paventate condizioni del mare tra quest'ultima e Salina, i ragazzi della locale squadra di calcio, arrivati a Rinella in gommone, alle 14,15 sono potuti rientrare, mentre la sottoscritta è stata costretta a rimanere a Lipari».

lunedì 6 dicembre 2010

Lipari: Il magnifico presepe della Chiesa del Purgatorio a Marina Corta

Nascerà nell' androne di una abitazione di un villaggio di pescatori liparesi, ubicato proprio ai piedi del Castello di Lipari, il Gesù Bambino dell'Associazione Santissimi Cosma e Damiano di Marina Corta.
L' Associazione, che in questo anno di vita "concreta" si è distinta per tutta una serie di iniziative a cominciare da quelle del Natale scorso, ha quasi ultimato all'interno della Chiesa del Purgatorio sulla penisoletta omonima il presepe che sarà aperto a residenti e turisti presumibilmente già nelle prossime 48 ore.
Ci aveva parlato di un qualcosa di eccezionale, di unico nel suo genere. Siamo andati a curiosare stasera e siamo rimasti a bocca aperta di fronte al lavoro realizzati dai soci dell'Associazione e da collaboratori.
Un villaggio di pescatori, realizzato lavorando quasi con il cesello il polisterolo, che è il materiale di cui è composto il buon 90% del presepe marinaro, che ci ha sinceramente lasciati a bocca aperta per l'originalità, le rifiniture, la cura dei dettagli e dei particolari.
Vi proponiamo in anteprima assoluta alcune foto che abbiamo realizzato.
In basso vi proponiamo un viaggio in video dentro a questo presepe che, non appena sarà aperto al pubblico, merita veramente di essere visitato






PD Lipari chiede impegno deputazione regionale contro progetto "Megaporto"

Questa la lettera inviata dalla segreteria del PD di Lipari alla propria deputazione regionale e che ha per oggetto: impegno della deputazione del PD all’Assemblea Regionale Siciliana contro il progetto del “Mega-Porto” di Lipari.
Signori Onorevoli,
in questi giorni a Lipari abbiamo assistito alla presentazione del c.d. progetto del “Mega-Porto” da parte della Lipari Porto s.p.a. una società mista a prevalente capitale privato (70%).
Il progetto, così come presentato, ha i caratteri di una grande speculazione, un modo per fare business a discapito di Lipari e di tutte le Eolie.
La dirigenza locale del nostro partito ha sempre operato nella consapevolezza che Lipari e tutte le Eolie hanno bisogno di porti, unica via d’accesso alle isole e pertanto siamo favorevoli alla realizzano di strutture portuali.
Siamo contrari, tuttavia, alla realizzazione di un’opera faraonica (Mega–Porto!), come quella proposta da Condotte d’Acqua spa, che mette nelle mani di privati, per ben cinquant’anni, le sorti delle nostre isole, creando gravi problemi sia in termini di tutela e di identità e del territorio, sia in termini di sviluppo economico. Il mega-porto, così come progettato, costituirebbe un’isola nell’isola: l’isola degli eoliani che resterebbe alle spalle del mega-porto e quella dei padroni del mega-porto, i quali gestiranno pochi posti barca e molte attività collaterali: negozi, centro benessere, appartamenti, ecc.
In data 4 dicembre 2010, unitamente ai partiti dell’UDC, di SEL, di Rifondazione, abbiamo organizzato un’incontro con la cittadinanza di Lipari nel corso del quale è emersa, con tutta evidenza, la contrarietà di gran parte della popolazione alla realizzazione dell’opera ed è stato chiesto ai partiti promotori dell’incontro di attivarsi, con tutte le iniziative democratiche possibili, a cominciare dalla presentazione di una mozione in Assemblea Regionale che vincoli il Governo siciliano, per scongiurare questa eventualità.
Siamo sicuri di avere in questa lotta la delegazione regionale del PD al nostro fianco perché certamente ogni nostro deputato ha a cuore le sorti delle Eolie Patrimonio dell’Umanità e quindi si attiverà per una portualità giusta ed adeguata. In caso contrario ci vedremmo costretti a trarne le dovute conseguenze, anche le più drastiche, poiché prima di tutto è nostro dovere ragionare nell’interesse di Lipari, di tutte le Eolie, e della loro popolazione e soltanto dopo da dirigenti di partito.
Giuseppe Cincotta
Segretario Comunale PD “Lipari”

Processo privatizzazione Tirrenia/Siremar. Federalberghi chiede convocazione urgente Ancim Sicilia

"Processo di privatizzazione Tirrenia e Siremar e collegamenti marittimi isole minori siciliane. Richiesta convocazione riunione urgente ANCIM Sicilia, allargata alle associazioni di categoria" è l'oggetto della nota inviata dal presidente Christian Del Bono. IL TESTO:
Visto che ad oggi, nonostante le numerose richieste avanzate alla Regione Sicilia (Assessorato ai Trasporti e Presidenza della Regione) e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, non è stata fornita alcuna reale garanzia sul futuro dei collegamenti marittimi per le isole minori della Sicilia, attualmente operati da Siremar SpA.
Considerato che il processo di privatizzazione della Tirrenia e della stessa Siremar continua a presentare contorni poco chiari sia in termini di tempistica sia in relazione all’effettivo contenuto delle convenzioni che dovranno garantire tali servizi.
Accertato che nonostante le rassicurazioni fornite dal Ministro dei Trasporti, On. Altero Matteoli, circa il
mantenimento dei servizi di collegamento marittimo per le isole minori, di fatto questi hanno presentato (nel 2009 e nel 2010) e continuano a presentare evidenti carenze, presumibilmente dovute ad una ormai cronica
insufficienza dei fondi trasferiti dallo Stato alla Siremar per l’erogazione di tali servizi.
Viste le allarmanti dichiarazioni del Commissario D’Andrea che (dal suo canto) legittimamente, si impegna a garantire il rispetto degli obblighi convenzionali solo in considerazione della disponibilità e dell’efficienza dei mezzi operativi, dalla continuità di impiego del personale marittimo e amministrativo e dall'agibilità finanziaria consentita dalla procedura di amministrazione straordinaria.
Considerato che a tutt’oggi la Siremar non è ancora stata in grado di pubblicare gli itinerari orari per l’anno 2011, creando non pochi problemi di programmazione agli operatori del settore turistico e deteriorando ulteriormente il grado di fiducia che gli stessi nutrivano nei confronti della compagnia di Stato.
Visti gli evidenti danni subiti dalle economie insulari a causa delle carenze dei servizi di collegamento Siremar(troppe le corse saltate negli ultimi anni) e della continua incertezza che avvolge costantemente tali servizi da almeno tre anni a questa parte.
Tutto ciò premesso, visto, accertato e considerato, chiediamo che venga convocata una riunione urgente dell’ANCIM Sicilia, allargata alle Associazioni di Categoria, con all’ordine del giorno la definizione di una strategia politica da assumere a salvaguardia e miglioramento dei collegamenti marittimi delle isole minori della Sicilia. A tal proposito, ci permettiamo di formulare alcune tra le istanze che vorremmo potessero essere oggetto di discussione e, possibilmente, avanzate alla Regione e al Ministero:
1. un impegno affinché la qualità dei servizi venga immediatamente ripristinata e garantita, a prescindere dalla procedura di amministrazione straordinaria posta in essere;
2. chiarezza sull’effettivo livello di qualità (tratte, frequenze, naviglio ecc.) dei servizi di collegamento marittimo che lo Stato intende garantire;
3. garanzie sul trasferimento duraturo dei fondi necessari a garantire un livello soddisfacente dei servizi di collegamento marittimo nel tempo;
4. l’immediata definizione e successiva adozione di una convenzione che stabilisca impegni precisi, da parte del soggetto aggiudicatario della gara, con riferimento ai criteri di qualità ed efficienza da rispettare nella gestione e nell’erogazione dei servizi di collegamento. Ciò, affinché il mancato rispetto di tali criteri non debba poi ricadere - come purtroppo ormai avviene da troppo tempo a questa parte - sull’economia degli
abitanti e degli operatori turistici delle isole siciliane.
In attesa di riscontro, porgiamo i nostri più cordiali saluti
Christian Del Bono

Di tutto un po (notizie in aggiornamento durante la giornata)

Un poster per la pace: Premiata l'alunna Lorena Porteli della scuola di Canneto- Comunicato
La scuola media di Canneto ha partecipato anche quest’anno al concorso organizzato dai Lions International ‘Un poster per la Pace’ con il quale gli alunni erano chiamati ad creare e stimolare uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo ed educare al valore della Pace, attraverso un elaborato grafico da realizzare con tecniche libere. Per la scuola media Galilei di Canneto è stata premiata l’alunna Lorena Portelli, segnalata dal club Lions Messina Peloro, nella cerimonia svoltasi il 2 dicembre scorso presso la sede della Provincia di Messina, nel salone degli Specchi.
Il Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Lipari 1
Renato Candia


Poche ore all'Aperitivo eoliano a Roma - Le Eolie in pole position questa sera a Roma. Mancano poche ore all’appuntamento con l’aperitivo eoliano organizzato dal Centro Studi di Lipari, che si terrà stasera all’interno della nona edizione della fiera nazionale della piccola e media editoria “Più libri, più liberi” in corso in questi giorni a Roma e che si concluderà mercoledì 08.
Il Centro Studi Eoliano, presente anche quest’anno con lo stand dedicato in toto alla cultura delle Isole Eolie, staserà presenterà la nuova pubblicazione “Cineolie” di Nino Genovese. Il volume che raccoglie tutta la cinematografia eoliana. Tra i relatori Il Prof. Ferro, i giornalisti Irene Bignardi, Marcello Sorgi e Franco Scaglia. Nella foto assieme al Presidente del Centro Studi Eoliano, Serena Dandini e la giornalista D’Angelo, moglie dello scrittore Francesco Piccolo, in testa alle classifiche con il libro Momenti di trascurabile felicità. Tanti i personaggi che transitano per lo stand eoliano.
Aspettando l’appuntamento di stasera… Diamo una voce alle Eolie!

Lipari: Padroni di casa al matrimonio del figlio. I ladri ne approfittano

Padroni di casa al matrimonio del figlio..... Ladri in “visita” poco cortese nella loro abitazione.
E' accaduto a Lipari, in località Monte Gallina, una contrada decentrata dell'isola, alla famiglia di Filippo Bernardi, discendente della nota famiglia che a Lipari ha dato vita al conosciutissimo ed apprezzato Ristorante Filippino di piazza Mazzini.
Il furto, realizzato nottetempo mentre erano in corso i festeggiamenti per il matrimonio del figlio Antonio e di Odette Ziino, è stato scoperto dai padroni di casa al rientro, diverse ore dopo la mezzanotte.
Dall'abitazione, ubicata in una zona dove la maggior parte delle altre case appartiene a turisti e/o a residenti non stanziali, sarebbero stati asportati dei preziosi e si vocifera anche del denaro. Al di la del valore dei preziosi asportati, che sarebbe comunque di una certa rilevanza, notevole è il danno per quello che diversi tra i preziosi asportati costituivano dal punto di vista affettivo.
I ladri, evidentemente del posto o con riferimenti ben precisi sull'isola, erano chiaramente a conoscenza del fatto che proprio in quelle ore i coniugi Bernardi, così come altri familiari, non potevano essere in casa impegnati come erano con le nozze del figlio Antonio. Tutto lascia di conseguenza pensare che il furto fosse stato ben pianificato magari con dei complici appostati in posti strategici ed in grado di dare l'allarme in caso di rientro della famiglia.
Sulle modalità e per individuare i responsabili stanno indagando i carabinieri dell'isola.  
La notizia diffusasi in mattinata ha creato apprensione tra i residenti ed è stata accolta con notevole dispiacere considerato l'apprezzamento e la stima che nell'isola si ha nei confronti di questa famiglia.

Milazzo: Il Comune pensi a una strategia per rilanciare il porto

(Andrea Italiano/Gazzetta del sud) Con un documento il consigliere comunale Santo Napoli ha smosso le acque del porto. L'ha fatto sostenendo che tocca al Comune deciderne il destino forse più dell'Autorità Portuale che sta effettuando interventi in funzione delle specifiche esigenze delle Isole Eolie. Il consigliere Napoli ha chiesto una convocazione urgente del consiglio comunale con la presenza del presidente dell'Autorità portuale. Tra l'altro – ha aggiunto poi il consigliere Francesco Antonio Cusumano – all'interno dell'Autorità portuale il Comune è rappresentato da soggetti che sono portatori di interessi di categoria. Con l'adesione all'iniziativa di quasi tutti i consiglieri comunali, Napoli ha sostenuto che il Consiglio deve proporsi sulla portualità in maniera più costruttiva rispetto al passato.

A tal fine ha indicato quelli che a suo avviso sono i dati necessari per un esame approfondito e complessivo dei problemi inerenti il porto di Milazzo. Premettendo che la situazione è caratterizzata dalla mancanza fisica degli spazi oggettivamente indispensabili, Napoli ha rappresentato l'esigenza dell'attuazione di un piano regolatore che sia adeguato alle necessità operative. Conseguentemente ha proposto: prosecuzione del molo Marullo con la previsione di idonei attracchi per le navi da crociera; netta separazione tra zona destinata al terminal dei mezzi veloci e alla nautica da diporto da altre zone portuali; una zona destinata all'invasatura delle navi traghetto che collegano il porto di Milazzo con le Isole Eolie, Napoli ed altri scali; spostamento verso la zona Acqueviole delle banchine destinate al traffico commerciale con la previsione di sufficienti aree per lo stoccaggio delle merci. È stato fatto presente come la Compagnia portuale si sia sempre lamentata per essere stata costretta quotidianamente ad affrontare problemi gravissimi per la mancanza di spazi adeguati. Ma per potere realizzare adeguatamente tutto ciò che comprenderà il piano regolatore del porto – è la conclusione di Santo Napoli – si dovrà rendere libera la zona di Acqueviole attualmente data in concessione.

domenica 5 dicembre 2010

Terremoti: L'INGV registra quattro scosse nel distretto sismico Isole Eolie

 Quattro scosse di terremoto, nell'arco di un'ora, sono state rilevate dalla Rete sismica nazionale dell'Ingv nel distretto sismico delle isole Lipari-Eolie.
La prima scossa, di magnitudo 2.3, si e' verificata alle ore 12,14 si è verificata ad una profondità di 10.3 km; ne e' seguita un'altra, di magnitudo 2.3, alle 12,32 (profondità 26.3 km.); la terza scossa, di magnitudo 2.6, e' stata registrata alle ore 12.50  (profondità 9.4 km.) ; l'ultima, di magnitudo 2.8, si e' verificata invece alle ore 13,18 (profondità 11 km.).
Tutte le scosse sono state localizzate in mare ma non sono state avvertite dalla popolazione. Non si registrano danni

Di tutto un po (notizie in aggiornamento durante la giornata)

Ludica ancora una sconfitta in trasferta - Nuova sconfitta in trasferta per la Ludica Lipari che ieri è stata superata per 4 a 2 a Messina sul campo del Piero Mancuso. Gli eoliani erano andati in vantaggio con Licari che, poi, ha anche realizzato la rete che ha fissato il risultato sul 4 a 2.