Cerca nel blog

sabato 28 settembre 2019

Recuperato il progetto dell'aviosuperficie. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 28.09.19


E' deceduta la signora Nancy Rando ved. Ziino


REGIONE: INFRASTRUTTURE, CANCELLERI LUNEDÌ A PALAZZO D’ORLEANS

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci riceverà, in visita di cortesia, lunedì alle ore 17 a Palazzo d’Orleans, il viceministro alle Infrastrutture e trasporti Giancarlo Cancelleri.
Saranno presenti pure l’assessore rregionale alle Infrastrutture Marco Falcone e quello al Territorio e ambiente Toto Cordaro. Sarà anche l’occasione per affrontare i temi legati ai rapporti con Anas e Rfi, alla superstrada Ragusana e al recupero della viabilità provinciale.

Foto di Rita Mandarano, copertina della trasmissione Geo e geo in onda domani.

Una foto della liparese Rita Mandarano è stata scelta per essere la copertina del programma Geo e geo. Il programma andrà in onda domani, 29 settembre, su Rai Tre, alle ore 8 e 30.

FRIDAYS FOR FUTURE ANCHE ALLE ISOLE EOLIE.

(Comunicato) Anche noi come IC "ISOLE EOLIE" abbiamo partecipato alla manifestazione mondiale indetta dal movimento ambientalista di Greta Thunberg per sensibilizzare tutti i paesi e governi del pianeta sull'emergenza climatica. I docenti e gli studenti della Scuola primaria di Lipari hanno visionato e commentato l'ultimo intervento di Greta all'ONU, mentre le Scuole di Salina accompagnate dalla DS e dai docenti hanno partecipato ad una manifestazione nella piazza di Malfa portando cartelloni e scandendo slogan in difesa della Terra e degli ecosistemi. In tutte le Scuole dell'Arcipelago Eoliano si è dedicata la giornata alla riflessione su futuro dei nostri territori. E' stato molto bello ed emozionante, forse più efficace di una lezione di geografia !!
LA DIRIGENTE SCOLASTICA
IC ISOLE EOLIE
prof.ssa Mirella Fanti

Lipari: arrestato dai Carabinieri, 51enne. Deteneva 57 grammi di hashish.

(Comunicato Carabinieri) Nel pomeriggio di giovedì, nel corso di servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Lipari hanno arrestato, in flagranza di reato, C.B. 51enne, di origini messinesi, residente a Lipari, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, aveva insospettito i carabinieri della locale Stazione che, da alcuni giorni, avevano notato un’assidua presenza di giovani nei pressi della sua abitazione. I militari dell’Arma, pertanto, hanno avviato un’attività di osservazione che si è conclusa con una perquisizione domiciliare che ha consentito di recuperare 57 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish, già suddivisa in sei involucri ed un bilancino di precisione perfettamente funzionante, che erano stati occultati all’interno di un doppio fondo ricavato nel cassetto di una credenza.
La sostanza stupefacente è stata sequestrata ed il 51enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. All’esito dell’udienza di convalida dell’arresto, celebrata nella tarda serata di ieri, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria l’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Barcellona P.G..

Nozze Sidoti - Mazzeo: Auguri!

Coronano oggi il loro amore, con il matrimonio, 
Massimo Sidoti e Annalisa Mazzeo.
Il matrimonio sarà celebrato alle 16 e 30 nella Basilica di San Cristoforo a Canneto.
A Massimo e Annalisa i nostri più cari auguri!

Vulcano. Tutto pronto per l'avvio del dissalatore. A regime produrrà 400mila metri cubi d'acqua l'anno.

COMUNICATO - Tutto pronto per l’avvio del dissalatore sull’isola di Vulcano. Il governo Musumeci ha sbloccato un iter fermo da anni e a breve l’impianto entrerà in funzione. Nei giorni scorsi, la struttura è stata messa temporaneamente in funzione, prospettando così la fine imminente dei disagi dei residenti per l’approvvigionamento idrico. Non appena entrerà a regime, infatti, l’impianto sarà in grado di rendere l’isola delle Eolie autonoma, azzerando la fornitura proveniente dalle navi-cisterna.
Il dissalatore sarà in grado di produrre circa quattrocentomila metri cubi l’anno di acqua, assicurando una portata di circa venticinque litri al secondo.
I test hanno avuto esito positivo. I tecnici hanno pure bevuto i primi bicchieri d’acqua e hanno constatato il perfetto funzionamento. Adesso verranno effettuate le prove “in contraddittorio” tra la Veolia Water Technologies Italia spa, la società capogruppo dell’associazione temporanea di imprese che ha realizzato l’impianto, il dipartimento Acqua e rifiuti della Regione Siciliana e la ditta che effettuerà le analisi.
Successivamente, l’Asp di Messina effettuerà le prove di potabilità per verificare che i valori del liquido erogato rientrino nei parametri previsti dalla legge. Secondo le stime dei tecnici, verosimilmente per la fine di ottobre, pertanto, l’acqua potrà essere immessa in rete.
L’iter per la messa in funzione del dissalatore era bloccato da diversi anni per un contenzioso con la ditta che aveva vinto la gara per il progetto, col rischio di creare danni ambientali ed economici sia ai territori isolani sia alle casse della Regione.
La transazione approvata dalla giunta regionale prevede il pagamento di quasi tre milioni di euro e in cambio l’Ati si impegna a rinunciare alle riserve e agli interessi, oltre a provvedere a titolo gratuito alla gestione temporanea per dodici mesi del dissalatore di Vulcano e dei depuratori di Lipari e Vulcano. Una proposta che ha ricevuto il parere favorevole Avvocatura dello Stato e che garantisce un consistente risparmio per le casse regionali, stimabile in oltre 13 milioni di euro.
«Si avvia così verso la soluzione definitiva - evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci - una lunga storia iniziata nel 2013. Una situazione paradossale visto che ogni anno le casse pubbliche pagano milioni di euro per rifornire le Eolie di acqua potabile. Fin dall’inizio del nostro mandato, il tema delle ‘realtà minori’ è stato al centro dell’agenda di Governo per comprendere appieno le esigenze quotidiane di chi vive in “un’isola nell’isola”. Era un impegno che avevamo assunto e lo stiamo rispettando».

Laurea con 110 e lode per Valentino Merlino

Si è laureato in Informatica e Matematica,presso il Dipartimento di Catania,  conseguendo il punteggio di 110 e lode,
VALENTINO MERLINO.
Valentino è anche candidato al Premio Archimede, quale miglior studente dell'anno accademico 2018 - 19. 
A Valentino l'augurio per un futuro ricco di soddisfazioni.
Felicitazioni per i genitori e i parenti tutti.

Buon Compleanno!

Auguri a Luale Bertoncini, Stella Amico, Rosaria Traviglia, Virginia Caruso, Giuseppe Giardina, Gabriele Famularo.

All'Aleph libri di Lipari, oggi, omaggio al Maestro Camilleri.


Comunicato - stampa
Sabato 28 settembre ore 20,00 serata speciale all’Aleph libri di Lipari in compagnia di Gerardo Ferrara, giornalista, musicista e scrittore, attivo sostenitore del Festival Letterario “Street books” e direttore artistico dell’evento “Buon compleanno Faber” che si tiene ogni anno in Sardegna per ricordare il grande De Andrè.
Gerardo è a Lipari in vacanza ma non smette di creare reti di solidarietà attraverso la ri-lettura e la contaminazione di testi letterari.
Tra le proposte abbiamo scelto “Una vita a scartamento ridotto” , un omaggio in musica e parole al Maestro Camilleri, recentemente scomparso.

Oggi è il 28 settembre. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il detto/proverbio del giorno.


Panarea, gli isolotti e Stromboli sullo sfondo.

Detto/proverbio del giorno: Morto un papa se ne fa un altro

venerdì 27 settembre 2019

Ospedale di Lipari. Vincenzo Compagno nuovo direttore medico. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 27.09.19



Incidente mortale a Milazzo. Perde la vita diciassettenne di Villafranca.

Incidente mortale, questa mattina, a Milazzo, poco dopo le 11, in via Mangiavacca, la strada che dal Parco collega al bivio di Archi. A scontrarsi con una betoniera, per cause ancora da accertare, una moto condotta da uno studente di 17 anni, Claudio Lo Verde, di Villafranca, figlio di un carabiniere in servizio al Ris di Messina.
Fatale l'impatto per il giovane centauro, studente dell'istituto industriale "Ettore Majorana" di Milazzo. Il giovane è deceduto sul colpo così come constatato dagli uomini del 118 giunti sul posto. Per i rilievi intervento anche della polizia locale e dei carabinieri. Presente anche una squadra dei vigili del fuoco.

Sagra del pesce a Marina Corta (secondo gruppo di 5 foto a cura di Bartolo Ruggiero)

Festa dei popoli il 29 settembre a Marina Corta.


Comunicato Stampa “Festa dei popoli 2019 – migrazioni culinarie e musicali”.
Domenica 29 settembre, a Marina Corta, vecchio porto del centro storico di Lipari - da sempre aperto - avrà luogo la seconda edizione della “Festa dei popoli”. L’evento è sostenuto dall’Associazione Magazzino di Mutuo Soccorso - Eolie, che da quasi due anni promuove sul territorio il concetto di mutualismo ed eco-sostenibilità secondo gli assunti d’integrazione e di sviluppo equo e solidale.
La serata che avrà inizio alle ore 20:00 e vedrà la partecipazione delle rappresentanze di tredici popoli d’oltremare e d’oltreoceano che risiedono sull’isola. Donne e uomini offriranno assaggi delle loro pietanze tipiche in piazza, allestita da luci e tavoli. Una festa di musica e cibo, elementi simbolo di convivialità e condivisione. Durante la Festa saranno proiettate su schermo delle video-interviste di Elena Caronia con tema l’immigrazione e l’integrazione. Si esibiranno sul palco, allestito per l’evento, la cantante rumena Nicola Muntean, I Caravan Tour con il loro jazz manouche ed il gruppo locale I Musici di Eolo.
Quello di Lipari è un popolo meticcio, mescolato da una vasta pluralità di culture, dove per “cultura” s’intende un insieme di esperienze e principi condivisi e convissuti su un pezzo di terra salata dal mare.
L’evento vuole essere promotore di cultura, non marmorea ed elitaria, ma aperta alle pluralità relazionali. Un modo per condividere, conoscere e scambiare. Lo scopo è quello di far accrescere la consapevolezza dell’importanza della mescolanza rubando il termine “soluzione” alla chimica dove significa propriamente miscela omogenea.
Come per la scorsa edizione, la festa organizzata dall’Associazione Magazzino di Mutuo Soccorso - Eolie in collaborazione con l’Associazione SS. Cosma e Damiano, è patrocinata dal Comune di Lipari e sostenuta dai tanti sponsor e donatori locali ai quali vogliamo porgere i nostri più sinceri ringraziamenti per aver permesso la realizzazione dell’evento diventato ormai una realtà della fine dell’estate e dall’inizio dell’autunno eoliano.
Si ringraziano per le generose donazioni:
Federalberghi Isole Eolie, SEL (Società Elettrica Liparese), Cafè La Precchia, Eolian Bunker, Pasticceria D’Ambra, Caffè la Vela, Associazione Nesos, Al Numero Zero, Eoltravel, Ottica Sottile, Paradise Sportswear, La Casa Eoliana, Bungalow Sport, Farmacia Internazionale, Carbomare, Pescheria Lo Re, Edilcisa Srl, Ristorante Filippino, Ristorante Al Pescatore, Sabbia, Supermercati Spesa Mia, Fusion, La Sfiziusa, Eoliana Edilizia, L’ Arcobaleno di Vivian, La dolce vita, Alessia e Vera, Nenzina, Il Botteghino, Trattoria del Vicolo, Lulù, Loredana salzano, Blu Lipari, Viola di Mare, Boutique da Antonella.
Un ringraziamento speciale va a Luigi Mangano dello Studio Mangano Architettura, che c’ha seguito con dedizione e competenza per gli aspetti burocratici e di progettazione della piazza; a Gianluca Lo Surdo per aver prestato anche quest’anno la sua arte per realizzare la locandina della serata; a Flavia Grita per aver realizzato e concepito il logo dell’evento.

REGIONE: LEGGE APPALTI; FALCONE, DIFENDEREMO NORMA CHE INTENDE AGEVOLARE IL LIBERO MERCATO

«Non ci stranizza la presa di posizione della Cgil sull’impugnativa del Governo nazionale contro la riforma del sistema degli appalti pubblici messa a punto dal Governo Musumeci e votata da un’ampia maggioranza all’Assemblea regionale siciliana. Spiace constatare come il sindacato, anziché adottare uno spirito costruttivo, tenti di pescare nel torbido».
Lo afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, rispondendo alla presa di posizione della Cgil sull’impugnativa, promossa dal Consiglio dei ministri, della legge sui lavori pubblici inserita nell’ultimo Collegato alla finanziaria della Regione Siciliana.
«Per quanto ci riguarda – prosegue l’assessore - la Regione si costituirà dinanzi alla Corte costituzionale per far valere le ragioni su cui poggia la decisione politica di modificare la normativa sugli affidamenti da parte della Pubblica amministrazione. Siamo convinti, infatti, che la legge da noi varata servirà a correggere le storture del mercato e non, come sostenuto da critici faciloni, ad alterarne il funzionamento. Liberare, infatti, le procedure dai ribassi d’asta eccessivi o anomali significa garantire la competitività delle imprese del territorio, eliminando anche il peso soffocante dei relativi contenziosi».

Buon Compleanno!

Auguri a Valentina Tesoriero,  Italo Toni, Marenza Tanya, Ciccio Rizzo, Mario Natoli, Angela D'Ambra, Luca Giorgianni, Nezha Sammoudi, Marco Coscione, Mary Zanca Cappadona, Massimo Max Giunta, Massimo Ziino, Andrea De Salvatore.

Lavoratori ex Pumex, l’Ars approva articolo sulla stabilizzazione, Calderone (FI): “Una mia battaglia sin dal primo giorno di Legislatura”

 “L’Assemblea regionale siciliana ha approvato l’art. 18 del Collegato, il quale riguarda la stabilizzazione dei lavoratori Pumex di Lipari. Si attende solo il voto finale ma la strada è tracciata. Sin dal primo giorno di Legislatura ho portato avanti la battaglia in favore dei lavoratori Pumex. Sin dalla prima finanziaria avevo provato a inserire una soluzione alla problematica, che purtroppo è stata sempre spostata. Finalmente il momento è arrivato”. Così in una nota il Capogruppo di Forza Italia all’ARS, on. Tommaso Calderone.
“Mi compiaccio – conclude il Parlamentare – che all’unanimità in Assemblea si sia votato a favore dei lavoratori, scrivendo una bella pagina di politica. Finalmente tanti precari che da lustri aspettavano certezze, adesso potranno essere stabilizzati. Aspettiamo il voto finale ma, fiduciosi che non ci saranno sorprese”.

REGIONE: SANTA MARINA DI SALINA, IN GARA I LAVORI PER IL LAGHETTO DI PUNTA LINGUA

Sarà presto messa al riparo, dalle 
violente mareggiate che l'hanno 
in più occasioni sfregiata, l'area 
dell'isola di Salina che conserva le 
antiche testimonianze dell'estrazione 
del sale. 
Si tratta dello specchio d'acqua di 
Punta Lingua, separato dal mare da 
una sottile lingua di spiaggia e che 
ricade nel territorio del Comune di 
Santa Marina, nelle Eolie. Già agli 
inizi degli anni Ottanta i flutti 
avevano quasi distrutto il laghetto 
che successivamente, 
con una serie di esondazioni, minacciò il centro abitato, una struttura alberghiera
e, soprattutto, l'area archeologica in cui sorge il reticolato delle vasche. 
L'Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione 
Siciliana Nello Musumeci e diretto da Maurizio Croce, ha adesso pubblicato la 
gara per affidare i lavori che serviranno a proteggere l'intero tratto di costa alla 
cui estremità si trova, tra l'altro, il faro che dallo scorso agosto ospita il “Museo 
del mare e del sale”. L'importo a base d'asta è di circa un milione e mezzo di 
euro e le domande dovranno essere presentate entro il sei novembre. 
L'intervento prevede la creazione di due pennelli di rocce, a est e a ovest, e di 
una scogliera soffolta che sia in grado di proteggere il ripascimento che sarà 
contestualmente realizzato.

Libro di Italo Toni sarà presentato all'Oasi della Divina Misericordia il 28 settembre.

Il libro verrà presentato anche a Medjugorje nel mese di novembre

REGIONE: ARCHEOLOGIA, REPERTI SICILIANI IN MOSTRA AL COLOSSEO A ROMA

Centoventi preziosi reperti siciliani, provenienti da sei musei dell’Isola, ‘illumineranno’ per sei mesi la mostra “Carthago: il mito immortale” al Parco archeologico del Colosseo di Roma. L’esposizione, in programma da domani (27 settembre) al 29 marzo 2020, avrà come tema Cartagine, le sue origini e i suoi rapporti con Roma e il Mediterraneo. Si tratta della prima grande mostra, interamente dedicata alla storia e alla civiltà di una delle città più potenti e affascinanti del mondo antico. L’iniziativa - presentata alla stampa, stamane, nella Capitale - sarà allestita nei monumentali spazi del Foro Romano, all’interno del tempio di Romolo e della Rampa imperiale, con oltre quattrocento reperti, provenienti dalle più prestigiose istituzioni museali italiane e straniere, grazie a prestiti straordinari, frutto di un lavoro assiduo di cooperazione internazionale.
La mostra - curata da Alfonsina Russo direttrice del Parco del Colosseo e da Francesca Guarneri, Paolo Xella e José Ángel Zamora López, con Martina Almonte e Federica Rinaldi - si articola in otto aree tematiche e guiderà il pubblico attraverso le vicende che hanno legato le due grandi potenze del mondo antico. Il percorso racconterà la storia della città fenicia e dei suoi abitanti, dalla fondazione fino all’espansione nel Mediterraneo e descriverà la ricchezza degli scambi commerciali e culturali con Roma, sino a giungere alla complessità del processo di romanizzazione e alla battaglia delle Egadi.
La Sicilia sarà protagonista assoluta nella sezione “Cartagine e Roma”, dedicata alle guerre puniche, con i reperti subacquei provenienti dallo specchio di mare a nord-ovest dell’isola di Levanzo, dove la flotta romana, il 10 marzo del 241 avanti Cristo, sconfisse quella cartaginese. I reperti in mostra appartengono alle collezioni di: Soprintendenza del mare, Soprintendenza dei beni culturali di Trapani e dei Musei del Satiro di Mazara del Vallo, “Paolo Orsi” di Siracusa, “Lilibeo” di Marsala e “Salinas” di Palermo.
Tra gli importanti oggetti che la Regione Siciliana, tramite l’assessorato dei Beni Culturali, ha prestato figurano alcuni rostri di navi che hanno combattuto la battaglia delle Egadi, ceppi di ancore, elmi di bronzo, anfore, statuette votive, piatti punici, ritratti di imperatori romani e urne cinerarie.
«Si tratta - sottolinea il governatore Nello Musumeci - di una collaborazione avviata dalla Regione con il Parco archeologico del Colosseo, con l’intento di valorizzare il ricco patrimonio culturale dell’Isola e che, grazie a eventi di respiro internazionale come questo, pone la Sicilia in un contesto culturale mondiale. L’inserimento dei reperti archeologici ritrovati e custoditi nella nostra regione all’interno della mostra su Cartagine è il coronamento di un percorso che aveva fortemente voluto Sebastiano Tusa, che nello scorso gennaio aveva accettato di far parte del Comitato scientifico dell’esposizione di Roma. La ricerca delle tracce e la scoperta di testimonianze della presenza punica nelle acque che circondano la nostra Isola furono oggetto del costante lavoro di minuziosa indagine condotto da Tusa. L’esposizione di questi reperti alla mostra di Roma è un doveroso omaggio alla sua memoria e motivo di orgoglio per la Sicilia». 
Dal “Salinas” proviene una stele funeraria del III secolo avanti Cristo e i corredi funerari della necropoli punica della città, con una collezione di gioielli in oro, argento e pasta vitrea, oltre a numerose anfore, di cui una con un bollo che raffigura la Dea Tanit. Da Siracusa arriva, invece, una corazza in lamina di bronzo del IV secolo avanti Cristo.
Numerosi i reperti dell’isola di Mozia: la famosa maschera ghignante in terracotta del VI secolo avanti Cristo; un amuleto raffigurante il simbolo di Tanit; un medaglione d’oro raffigurante il disco solare e collane in pasta vitrea e ornamenti in bronzo; quattro stele in pietra utilizzate come segnacoli delle sepolture puniche (dal santuario del Tophet); urne cinerarie e tre statuette fittili completano la serie di manufatti che arricchiscono la sezione “La vita quotidiana in una città punica”.
Il prezioso corredo di bordo della nave punica di Marsala con anfore, piatti, resti di animali, cime di bordo, chiodi in bronzo, parti di fasciame della nave e tre frammenti di lamine di piombo, costituisce una straordinaria testimonianza dell'unico esemplare di imbarcazione fenicia esistente datata al III secolo avanti Cristo. 
Da Pantelleria vanno in esposizione i ritratti in marmo del I secolo dopo Cristo di Giulio Cesare, Antonia Minore e Tito Flavio, ritrovati in una cisterna punica durante lo scavo dell’Acropoli. Sempre dall’Acropoli dell’isola provengono una trapeza (tavolo in marmo) con iscrizione punica, un candelabro in bronzo, uno specchio con iscrizione punica dedicata al Dio Melqart e una preziosa lamina in oro appartenuta a una corona con foglie di alloro. Da Mazara del Vallo arriva la zampa di elefante in bronzo, recuperata nella zona dove fu rinvenuto il Satiro danzante. 
Come forma di compensazione per il prestito, il Parco archeologico del Colosseo ha messo a disposizione i tecnici dell’Istituto superiore per la conservazione e il restauro per tutti gli interventi necessari all’esposizione di alcuni reperti: il rostro bronzeo denominato “Egadi XVIII” della Soprintendenza del mare; la dotazione di bordo della nave punica di Marsala - Punta Scario del Museo Lilibeo (comprendente parte della struttura della nave, tre cime in sparto, un tappo in sughero per anfora, un’olla da cucina, una coppa a vernice nera, un bicchiere, resti faunistici e ramoscelli di una pianta); una trapeza (tavola) in marmo con iscrizione punica della Soprintendenza dei beni culturali di Trapani. 

Oggi è il 27 settembre. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il detto/proverbio del giorno


Pomice sul mare di Porticello (Lipari)

Detto/proverbio del giorno: Giacca cravatta e stirato pantalone, 
non miglioran le persone

giovedì 26 settembre 2019

Notificata a giovane liparese, già in carcere, ordinanza coercitiva in quanto indiziato di estorsione, lesioni e danneggiamento

COMUNICATO DELL'ARMA
Nel pomeriggio di ieri, presso la Casa Circondariale di Barcellona P.G., i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Milazzo hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura personale coercitiva nei confronti di G. R. , 29enne di Lipari, attualmente detenuto per altra causa, poiché gravemente indiziato dei reati di estorsione continuata, lesioni personali e danneggiamento aggravato.
Il provvedimento restrittivo scaturisce dalla richiesta di applicazione di misura cautelare avanzata dalla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, guidata dal Procuratore Emanuele Crescenti. Le attività di indagine svolte dai Carabinieri della Stazione di Lipari e coordinate dal Sostituto Procuratore, Dott. Matteo De Micheli, in particolare, hanno dimostrato come l’indagato, fra i mesi di gennaio e luglio di quest’anno, si sia periodicamente recato presso un locale del centro di Lipari, facendosi consegnare, con violenza e minacce, dalla titolare dell’esercizio commerciale, bibite ed altri generi alimentari, in particolare birre e panini, senza mai pagare. Inoltre in un’occasione in cui l’esercente non aveva aderito alla sua richiesta, aveva aggredito la donna cagionandole delle lesioni personali.
I Carabinieri di Lipari hanno ricostruito gli episodi di violenze e minacce poste in essere dell’uomo a seguito delle indagini avviate nel mese di luglio 2019 quando era stato identificato dai militari poiché, in stato di alterazione psicofisica, aveva danneggiato con una mazza da baseball i gradini della chiesa di San Pietro nel centro storico di Lipari.
In quell’occasione i militari avevano raccolto diverse testimonianze che hanno consentito, unitamente ai riscontri acquisiti dalle immagini dei sistemi di video sorveglianza della zona, di ricostruire le condotte messe in atto dall’arrestato sia in occasione di quel danneggiamento sia delle sue richieste estorsive avanzate nei confronti della titolare dell’esercizio commerciale.
L’arrestato, già recluso per altri fatti presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto, rimane in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Trasporti, strategie di crescita. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 26.09.19


Sagra del pesce a Marina Corta (primo gruppo di 5 foto a cura di Bartolo Ruggiero)






Domani, interruzione energia elettrica a Porticello e Ghiozzo

Tsunami sulla costa vibonese, causato da una violenta eruzione dello Stromboli. L'Arma dei carabinieri ha effettuato stamane una simulazione

(fonte: ilvibonese) Un allarme tsunami sulla costa vibonese neppure tanto surreale. È lo scenario su cui si è mosso questa mattina il 14º Battaglione Carabinieri Calabria nel corso di un’esercitazione allo stadio comunale di Parghelia. Una vera e propria simulazione con tanto di procedure di primo soccorso e recupero di reperti e persone allo scopo di addestrare il personale dell’Arma a mantenere un’alta capacità di intervento nel caso in cui la provincia di Vibo venisse colpita da un maremoto o da un’onda anomala. Il litorale è infatti esposto a notevoli rischi se dovesse presentarsi una violenta eruzione dello Stromboli (o di altri vulcani sottomarini) con conseguente tsunami. Un’ipotesi da non sottovalutare, anche in considerazione degli eventi del 2002, quando si verificò quanto paventato, e dei recenti fenomeni che hanno provocato anche una vittima il 3 luglio scorso sull’isola. All’esercitazione di questa mattina erano presenti, tra gli altri, anche i prefetti di Vibo Valentia e Catanzaro, Francesco Zito e Francesca Ferrandino, il comandante della prima Brigata Mobile dei carabinieri, Pietro Salsano, il comandante della Divisione unità mobili e specializzate, Maurizio Detalmo Mazzavilla e il comandante Divisione unità specializzate, Claudio Vincelli, oltre al padrone di casa, il sindaco di Parghelia, Antonio Landro, e a un gruppo di alunni della locale scuola elementare.
Interessante la simulazione che ha visto impegnati i reparti speciali in un’irruzione all’interno di un locale, dove un detenuto evaso dalla caserma investita dalla colata di fango, si era rifugiato. Altrettanto avvincente il recupero di un reperto archeologico effettuato dai Cacciatori Calabria e dal Nucleo tutela patrimonio culturale con il supporto di tecnici del Mibact. «La nostra è una struttura che non vuole assolutamente sostituirsi alla protezione civile che è l’organizzazione competente in questi casi – ha sottolineato il generale Salsano –. Il nostro compito è di fornire supporto ai carabinieri che devono operare in caso di calamità e quindi continuare ad assistere la popolazione».

ARS approva norma per ex Pumex. Moderati per Calderone: soddisfazione per chiusura "odissea"

(COMUNICATO)
Collegato: tra le norme approvate l’Articolo 18 (provvedimenti in favore dei lavoratori ex Pumex) e adesso si attende il voto finale alla legge. Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’approvazione della norma in favore degli ex operai della Pumex, una storia infinita non priva di risvolti dolorosi che trova finalmente un lieto fine. Desideriamo ringraziare l'On. Tommaso Calderone,  vicino alle problematiche dei lavoratori e alle esigenze dei territori, che con impegno e responsabilità ha portato avanti un’azione volta alla risoluzione delle problematiche inerenti gli ex Pumex. 
Eliana Mollica - Gesuele Fonti (Consiglieri Comune di Lipari. Gruppo Moderati per Calderone)
 26 Settembre 2019

Buon Compleanno!

Auguri a Nicoletta Biviano, Sharon Allegrino, Giuseppe Giunta, Angela Chiara Ziino.

Comune di Pontremoli e vincitrice del Premio Bancarellino Giulia Besa al convegno di Lipari “Le isole in rete. (fonte: Eco della lunigiana)

La lettura avvicina. Il libro unisce.
Le emozioni della condivisione del libro con l’autore e con gli altri lettori diventa elemento di coscienza collettiva e a crescita del tutto.
Questo è il filo che unisce Pontremoli alle piccole isole e a Lipari in particolare, isole Eolie, dove proprio nei giorni scorsi si è tenuto un importante convegno dal titolo “Isole in rete. L’arte di accorciare le distanze”, al quale ha partecipato anche il comune di Pontremoli portando l’esperienza della sperimentazione fatta a maggio 2019, o della partecipazione della classe II media dell’Istituto Comprensivo “Rallo” di Favignana al Premio Bancarellino.
Al convegno hanno partecipato anche il sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini e la vincitrice dell’edizione 2019 con Gemelle (giunti Editore), Giulia Besa. Proprio la sua presenza e la casuale pubblicazione lo scorso 18 settembre del suo ultimo romanzo, ha favorito l’organizzazione della presentazione a Lipari, grazie all’associazione “Centro Studi Eoliano” in collaborazione con la Società Verve e il comune di Lipari. Il tutto poi è avvenuto grazie all’opera del direttore dei Servizi Generali Amministrativi Grazia Verduci, che ha voluto e saputo creare queste importanti reti e significativi momenti di incontro e di confronto.
Grande è la soddisfazione per aver avuto l’occasione di portare il Premio Bancarellino quale opportunità di crescita del percorso grazie all’utilizzo della app per il voto a distanza messa a punto dal dottor Biagi sempre grazie al progetto di promozione culturale della Società Verve, alla rete delle piccole isole.
Le emozioni e le suggestioni che Giulia Besa ha saputo comunicare con il libro vincitore diventa occasione per proseguire il viaggio “partecipato” da ogni lettore dei diversi protagonisti che ben presentano uno spaccato della società che ci accoglie.
Desiderio della città del Premio Bancarellino è, anche grazie all’utilizzo di strategie tecnologiche, sostenere e implementare il meraviglioso mondo della lettura e del libro cartaceo proprio con quella fascia di età ancora capace di stupirsi e di viaggiare con la propria fantasia.
“Grande emozione nel portare il mondo di Giulia a Lipari – ha commentato entusiasta il sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini – e cogliere l’occasione, da lei esplicitata nella dedica del suo libro, di portare in un luogo da sogno la sua promessa d’amore”.
“Ho potuto avere esperienza diretta di cosa significhi per chi vive nelle Eolie sentirsi difficilmente collegati al mondo esterno – ha commentato la scrittrice Giulia Besa – E se da un lato, anche grazie alla distanza, queste isole mantengono l’unicità che le contraddistingue, dall’altro la stessa distanza rende difficoltosa la condivisione delle esperienze con persone che non siano di quel mondo. Il Premio Bancarellino 2019 ha superato questa distanza, mettendo in contatto Pontremoli e le isole. Ho avuto il piacere di conoscere i ragazzi dell’Istituto Comprensivo ‘Rallo’ di Favignana durante una videochiamata organizzata negli uffici del comune di Pontremoli pochi giorni dopo il Bancarellino. La classe aveva partecipato tramite un collegamento telematico al Premio: gli studenti avevano potuto votare i loro libri preferiti in diretta, senza necessità di viaggiare. Durante la presentazione del mio nuovo libro, ho potuto discutere la circostanza con dirigenti scolastici e insegnanti provenienti da scuole italiane dalle Egadi alla Sardegna. Ci siamo confrontati su cosa ha significato per i ragazzi poter partecipare direttamente a un premio come il Bancarellino, ‘incontrandosi’ e parlando con gli altri studenti delle scuole italiane partecipanti, e con gli autori finalisti presenti al premio. Una possibilità che speriamo tutti si ripeta in futuro, magari anche coinvolgendo più isole”.

La Notte Europea dei Ricercatori INGV si prepara ad animare piazze e luoghi di ricerca in Italia

È tutto pronto per la quattordicesima edizione della Notte Europea dei Ricercatori, l’iniziativa in programma domani 27 settembre in centinaia di città europee, promossa dalla Commissione Europea nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska–Curie e finanziata dal programma Horizon 2020.
Obiettivo della manifestazione, diffondere la cultura scientifica e stimolare il coinvolgimento dei cittadini nella ricerca, creando occasioni di incontro e di dialogo tra ricercatori e non addetti ai lavori.
L’edizione che propone quest’anno l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) prevede un ricco programma di appuntamenti organizzati dalle sue Sedi di Bologna, Catania, L’Aquila, Lucca, Napoli, Palermo, Pisa, Rende e Rocca di Papa.

…gli eventi di Bologna
Exhibit, filmati e attività interattive dedicate ai bambini per raccontare i diversi processi geologici che interessano il nostro pianeta: è questo il programma pensato dalla Sede di Bologna dell’INGV nell’ambito del progetto Society, con un particolare focus sulle due eruzioni parossistiche che hanno interessato Stromboli nel corso dell’estate. Spazio anche ai più grandi con una conversazione pubblica tra scienza e filosofia organizzata in collaborazione con l’Università di Bologna.

…gli eventi di Catania
Nell’ambito del progetto Sharper i ricercatori dell’Osservatorio Etneo guideranno i bambini delle scuole primarie alla scoperta delle rocce e dei segreti dei vulcani. Tre conferenze illustreranno, inoltre, i risultati raggiunti nello studio del radon e nello studio dei terremoti attraverso l’uso di tecniche di realtà aumentata. Non mancherà, infine, una visita alla Sala Operativa dell’Osservatorio Etneo e uno sguardo alle ultime eruzioni dell’Etna.

…gli eventi de L’Aquila
Una caccia al tesoro a squadre con un viaggio virtuale all’interno di un esperimento attraverso dei visori 3D: a L’Aquila la collaborazione tra INGV e altre importanti realtà scientifiche del territorio ha dato vita anche quest’anno, nell’ambito del progetto Sharper, a un appuntamento in cui ricerca, scienza, tecnologia e intrattenimento si mescolano per dare a tutti la possibilità di confrontarsi con le sfide che i ricercatori affrontano ogni giorno.

…gli eventi di Lucca
A Lucca, all’interno del Chiostro di San Francesco, i ricercatori dell’INGV allestiranno un’esposizione con un viaggio nel tempo che ripercorrerà i cambiamenti climatici della Terra ricostruiti grazie agli indizi che hanno lasciato nelle concrezioni di grotta e nei sedimenti dei fondali marini.

…gli eventi di Napoli
I ricercatori dell’Osservatorio Vesuviano saranno presenti a Napoli nella sede dell’Accademia di Belle Arti ed in Piazza del Gesù e, a Portici, al Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa con laboratori e dimostrazioni scientifiche organizzati nell’ambito del progetto Sharper. In particolare, il focus sarà sul vulcanismo napoletano, sul gas radon e sui “lunamoti”, gli eventi sismici registrati sul nostro satellite grazie al primo sismografo lunare installato nel 1969.

…gli eventi di Palermo
La Sezione di Palermo dell’INGV allestirà uno stand espositivo nel Complesso Monumentale dello Steri dove, con il VOLCANO LAB “Vulcani e Terremoti: i tweet della Terra!”, verranno illustrate le caratteristiche delle attività sismica e vulcanica del nostro territorio attraverso strumenti multimediali e campioni di rocce.

…gli eventi di Pisa
Filo conduttore delle attività proposte a Pisa dai ricercatori dell’INGV di Pisa e Portovenere nell’ambito del progetto Bright saranno i vulcani. I visitatori potranno navigare dai fondali del Mar Tirreno alla scoperta dei vulcani sottomarini per poi volare su Marte a esplorare il Mons Olympus, la montagna più alta del Sistema Solare. Non mancherà, inoltre, un aggiornamento sulle eruzioni parossistiche che hanno recentemente interessato l’isola di Stromboli.

…gli eventi di Rende (CS)
I ricercatori INGV di Rende parteciperanno allestendo, presso l’Università della Calabria, uno stand condiviso con la Protezione Civile regionale. Il pubblico verrà guidato alla scoperta di fenomeni quali terremoti, eruzioni vulcaniche e maremoti attraverso video ed esperimenti. Una stazione sismica in registrazione sarà poi esposta presso lo stand e ne verrà illustrato il funzionamento in tempo reale.

…gli eventi di Rocca di Papa (RM)
Nell’ambito dell’iniziativa ScienzaInsieme, il Museo Geofisico di Rocca di Papa partecipa con il progetto ERN-Apulia. Per l’occasione il Museo aprirà al pubblico le sue porte con visite guidate al percorso museale per conoscere il nostro pianeta e scoprire i segreti dei terremoti, dei vulcani e del geomagnetismo.

Oggi è il 26 settembre. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il detto/proverbio del giorno.


Malfa. 

Detto/proverbio del giorno: Val più un cattivo accordo che una buona sentenza.

mercoledì 25 settembre 2019

S.M. Salina: La minoranza rinuncia ad insediarsi in Consiglio. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 25.09.19

Calcio a 5 - Serie C2. Ufficializzato il calendario. Ludica esordio in trasferta. Meligunis in casa. Il derby alla 6° giornata

Reso noto il calendario di C2 di calcio a 5 per la stagione 2019/20.
Al nastro di partenza del girone C, come da noi già scritto la Ludica Lipari ed il Meligunis Lipari. 
La prima giornata si giocherà il 5 ottobre, l'ultima il 28 marzo. 
La Ludica esordirà in trasferta, sul campo della Città di Barcellona.
Il Meligunis in casa contro il Domenico Savio.
Il derby d'andata si giocherà il 16 novembre. Quello di ritorno il 29 febbraio.  

Ospedale di Lipari: Il dottor Compagno, nuovo direttore medico di presidio. Subentra al dottore Noto.

Comunicato - Preso atto della nota 105825 di pari data con la quale il Dott. Giovanni Noto, Direttore ff di Radiologia dei PP.OO. di Milazzo, Barcellona e Lipari ha chiesto di essere dispensato dall'attività di referente della direzione medica del presidio di Lipari, per i carichi di lavoro già disimpegnati in altra sede; ritenuto indispensabile procedere alla individuazione di un nuovo referente per la direzione medica di presidio dell'Ospedale di Lipari, visto il curriculum, la riconosciuta competenza e l’esperienza professionale maturata nonché la capacità organizzativa acquisita, nelle more dell’approvazione del nuovo atto aziendale e del nuovo documento organizzativo relativo alla dotazione organica, ai fini di evitare soluzione di continuità nella gestione, la Direzione Strategica dell'ASP di Messina con nota 105914/2019 ha disposto che, con decorrenza immediata, il Dott. Vincenzo Compagno, mantenendo le funzioni già espletate presso l’U.O. di Chirurgia, assuma le funzioni di Referente la Direzione Medica del Presidio di Lipari, raccordandosi per quanto necessario con il Direttore Medico UOC Direzione Medica di Presidio di Milazzo Barcellona e Lipari.
La Direzione Strategica ringrazia il Dott. Giovanni Noto per il fattivo contributo reso nell’espletamento delle funzioni egregiamente disimpegnate presso la direzione medica di Lipari.

REGIONE: WELFARE, 24 MLN PER EVITARE LA MARGINALITA’ SOCIALE

Ventiquattro milioni di euro per l'inclusione lavorativa delle persone con disabilità, più vulnerabili e a rischio di discriminazione. Li ha stanziati la Regione Siciliana, tramite l’assessorato per le Politiche sociali, che ha definito la graduatoria relativa all'avviso 19/2018. Sessanta le istanze ammesse a contributo.
«Per contrastare il rischio di deriva verso la marginalità sociale - evidenzia il governatore Nello Musumeci - abbiamo voluto potenziare il sostegno a percorsi di autonomia delle persone a maggiore rischio di esclusione sociale, favorendone l'inserimento in ambienti lavorativi».
Gli interventi previsti riguarderanno cinque aree. «La prima - spiega l’assessore Antonio Scavone - interesserà le persone portatrici di handicap fisici, mentali e sensoriali, con un grado di invalidità certifica non inferiore al 66 per cento, esclusi quei soggetti per i quali sia certificata la non collocabilità al lavoro. La seconda è rivolta agli immigrati e alle persone appartenenti a minoranze etniche e beneficiari di protezione internazionale. E ancora a favore delle donne vittime di violenza, agli alcolisti (o ex), ai tossico-dipendenti (o ex), oltre ai soggetti affetti da ludopatia. Infine, la quinta ai minori e ai giovani in condizione di disagio sociale».
A presentare istanza erano chiamati: gli organismi del terzo settore, (come cooperative sociali, enti senza scopo di lucro e associazioni), le agenzie per il lavoro, le imprese, (anche attraverso le associazioni di categoria), i centri antiviolenza e gli enti di formazione ai quali è stato chiesto, nella redazione dei progetti, il coinvolgimento attivo di enti pubblici come i Comuni capofila dei Distretti socio-sanitari, le Aziende sanitarie provinciali territorialmente competenti, o i Centri di giustizia minorile che hanno istituzionalmente in carico le persone destinatarie delle attività progettuali.
«L'obiettivo - sottolinea ancora l'assessore delle Politiche sociali - è quello di creare e valorizzare vere e proprie reti che possano garantire modalità di inclusione sociale integrate, efficaci e durature, oltre a conseguire una reale integrazione delle persone a rischio di esclusione nei processi produttivi, consolidandone la presenza nel mercato del lavoro».
La graduatoria definitiva verrà trasmessa alla Corte dei conti per il necessario visto di competenza.

DISAGI SCOLASTICI NON DIPENDENTI DALLA SCUOLA (di Mirella Fanti)

Alla BUONA NOTIZIA che abbiamo aperto le Scuole su tutte le Isole Eolie giorno 16 settembre, grazie alla presenza di gran parte dei Docenti, segue purtroppo la notizia meno buona che su due Isole (Stromboli e Filicudi) i Collaboratori scolastici siano stati presenti in maniera meno assidua. La ragione di questo risiede nel fatto che le convocazioni per il personale ATA sono state fatte a Messina ad anno scolastico già iniziato (18 settembre) sottraendo personale che aveva già accettato da noi, ma non garantendo la presenza di nuovi incarichi. La legislazione scolastica impone che il Dirigente possa nominare nel momento in cui l'Ufficio provinciale o Ambito abbia autorizzato la procedura. Da quel momento ci siamo attivati per espletare le nomine che seguono una tempistica non immediata: richiesta di disponibilità, intervallo per le risposte, convocazione candidati, nomina. Tutto ciò è avvenuto con un Ufficio di Segreteria completamente sguarnito: la DS e la DSGA sole figure presenti, perché anche gli Assistenti amministrativi dovevano essere nominati.
Risultato: a Stromboli e Filicudi sono state presenti 2 collaboratrici scolastiche di Lipari, le quali con molto sacrificio si sono trasferite sulle due isole per garantire il servizio minimo di sorveglianza e pulizia.
Un ringraziamento speciale a Giuseppina Laganà, Marinella Imbruglia, Francesca Palermo per essere corse ad aiutare altre Scuole di altre Isole.

A questo punto le BUONE NOTIZIE ritornano:
1) abbiamo nominato i Collaboratori scolastici per tutte le Scuole;
2) da oggi riaprono le attività dei CPE di Alicudi, Flicudi, Panarea;
3) abbiamo gli Assistenti amministrativi in Segreteria.

Ringrazio di cuore TUTTI i Docenti, TUTTI i Collaboratori scolastici, TUTTI gli Assistenti amministrativi che hanno scelto di tornare o di iniziare a lavorare sulle nostre splendide e vulcaniche Isole, accettando la bellezza ed i disagi di vivere lontano da casa per i nostri meravigliosi alunni.
Ringrazio di cuore TUTTI i genitori e TUTTI gli studenti, che hanno avuto la pazienza di aspettare e sopportare.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
IC ISOLE EOLIE
prof.ssa Mirella Fanti

Presentato, presso il Dipartimento di Oncologia della A.O. Papardo Messina, il progetto “DANCE FOR ONCOLOGY (D40)”

 
Dance for Oncology (D4O) è il primo progetto in Italia di ballo dedicato a pazienti oncologici uomini e donne che permette di migliorare l’umore, la condizione psico-fisica e ritrovare entusiasmo e gioia di vivere. Il concetto di resilienza è ormai abbastanza noto; capacità di reagire ad un forte trauma, come può esserlo un percorso oncologico. E sicuramente l’attività fisica, oltre ad essere una ottima compagna di viaggio anche durante le terapie, risulta essere terapeutica. Il ballo, in particolare, sta rivoluzionando l’universo del percorso di recupero di molte patologie.
In Italia sono 3,4 milioni le persone che vivono con una diagnosi di tumore. La maggior parte di loro, attraverso le terapie oncologiche e chirurgiche, risolve il proprio percorso e prosegue nei controlli periodici. Le donne colpite da un carcinoma della mammella, infatti, hanno una sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi dell’87%, e a 10 anni dell’80%. Una percentuale che sale fino il 91% per le forme operabili del tumore alla prostata e del 65% per le neoplasie del colon retto. Un universo di ex-pazienti che tornano ad una vita lavorativa ed affettiva di ‘normalità’; sempre più spesso questa normalità viene mantenuta anche nel percorso di cura, grazie alle figure dei caregivers (coloro che sostengono i pazienti nel percorso) e delle molteplici attività di supporto che attraverso l’associazionismo vengono messe in campo (laboratorio teatrale, ballo, premi letterari e medicina narrativa, nordic walking, pagaia e molto altro).
Anche i pazienti che vivono invece una situazione di malattia avanzata, hanno una buona percentuale di controllo e stabilizzazione della malattia attraverso i nuovi percorsi della medicina di precisione e personalizzata. E anche per loro deve esserci la massima attenzione al recupero psicofisico, attraverso corretta alimentazione e l’attività fisica.
Dance For Oncology mette i pazienti al centro dell'impegno dei clinici e dei maestri di ballo che, in collaborazione con tredici Centri oncologici, da settembre avvieranno i corsi in altrettante città (Roma, Messina, Cagliari, Palermo, Lecce, Napoli, Torino, Milano, Verona, Pisa, Cosenza, Catanzaro, Forlì).
Incontra Donna onlus già nei mesi scorsi, grazie ad un progetto europeo, aveva testato la positività dell’utilizzo della danza come strumento per favorire il movimento, la socializzazione, affiancando le in campo oncologico per le sole pazienti con tumore del seno. A quell’esperienza positiva e unica è seguita l’idea di un lavoro più ampio, che coinvolgendo i Centri di oncologia su rete nazionale, potesse avvicinare al ballo il maggior numero di pazienti per favorire così un complessivo miglioramento delle loro condizioni psicofisiche”.
Oggi Messina, una delle 13 città italiane inserite, è pronta per l’avvio del progetto “Dance for Oncology (D4O)” presso l’Oncologia della A.O. Papardo.
Il Direttore Generale dell’A.O. Papardo dott. Mario Paino ed il Direttore del Dipartimento di Oncologia prof. Vincenzo Adamo hanno accolto con grande entusiasmo l’invito della prof.ssa Adriana Bonifacino, presidente di IncontraDonna onlus e promotrice del progetto, del prof. Paolo Marchetti, presidente della Fondazione per la Medicina Personalizzata, e di Carolyn Smith, una delle più famose ballerine al mondo e giudice di gare di ballo a livello internazionale e presidente di Dance Academy, a coinvolgere in tale progettualità i pazienti donne ed uomini seguiti presso la oncologia medica della azienda.
Il dott. Paino, all’apertura della conferenza di presentazione, sottolinea il forte impegno della A.O. Papardo e dei suoi operatori in merito alla umanizzazione delle cure attraverso molteplici attività che accompagnano il paziente lungo il percorso diagnostico terapeutico previsto per la sua specifica patologia. Il prof. Adamo, nel ringraziare i cari colleghi Adriana Bonifacino e paolo Marchetti, conferma la mission della Oncologia Medica del Papardo dedicata non solo alle terapie oncologiche più innovative, frutto di una corretta valutazione multidisciplinare e finalizzate ad ottenere il miglior risultato, ma anche a tutte quelle attività finalizzate a mantenere una buona qualità di vita sia nel corso delle cure sia nel corso dei controlli nel tempo. In tal senso, sottolinea Adamo, un progetto di danza così qualificato ed un progetto di corretta nutrizione così innovativo meritano grande attenzione.
Sono presenti Samuel Peron, famoso ballerino ideatore insieme a Carolyn Smith del progetto, che con grande spirito di solidarietà ed alta professionalità avrà il compito di seguire nella progettualità i maestri coinvolti nei vari centri, e la Sig.ra Siracusano Raffa, responsabile del Centro Danza Sportiva Maracaibo di Messina, che seguirà con grande entusiasmo il progetto per la nostra città.
Naturalmente presenti anche molti dei pazienti, seguiti presso l’Oncologia del Papardo, che hanno accolto con grande entusiasmo questa importante iniziativa. Saranno loro i veri protagonisti di questa bella e significativa iniziativa da intendere come ‘prescrizione’ di salute finalizzata a migliorare la qualità della vita e che si svilupperà attraverso un periodo di tre mesi.
Il progetto complessivo che ha ottenuto il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, prevede, oltre i corsi di ballo offerti gratuitamente nella prima fase, la‘ informazione e formazione’ dei pazienti, attraverso la distribuzione gratuita di materiale informativo su stili di vita e su gli elementi base delle innovazioni terapeutiche in oncologia.
Per il sostegno al progetto si ringrazia POSTE ITALIANE; Con il contributo non condizionante di: MSD e ROCHE
Per aderire al progetto, richiedere informazioni ed essere costantemente informati sulle attività di D4O è attivo il sito www.dance4oncology.it e la mail di contatto contattaci@dance4oncology.it

Ricordato il professor Piermaria Luigi Rossi


CENTRO STUDI E RICERCHE DI STORIA E PROBLEMI EOLIANI
COMUNICATO STAMPA


Un pubblico attento e coinvolto ha seguito il ricordo del prof. Piermaria Luigi Rossi che il Centro Studi Eoliano ha organizzato nella Chiesa dell’Immacolata la sera di Lunedì 23 settembre scorso.
Dopo il saluto del Presidente Nino Saltalamacchia ha preso la parola il prof. Claudio Tranne, prima allievo e poi collega di Luigi nella stessa Università di Bologna che ha illustrato le tappe più significative della brillante e significativa carriera scientifica del professore scomparso il 20 luglio a Rimini. Non c’è continente dove Luigi non si stato presente con la sua attenzione ai fenomeni del vulcanesimo e ai paesaggi che ce li tramandano. Le Alpi meridionali, il Tirreno, il Canale di Sicilia, le isole dell’Egeo, Atlante e il Marocco, l’Algeria, l’Indonesia, il Messico e al centro di tutto questo le Eolie per le quali aveva una predilezione particolare come aveva confessato nella nota di accettazione alla nomina di cittadino onorario di Lipari.
Luigi col suo rigore scientifico ma anche con la sua umanità che dava al suo carattere un taglio tutto particolare, attento ai fenomeni ma anche alla sensibilità della gente, proteso nell’obiettivo che si era prefisso con decisione ed anche irruenza ma senza trascurare di coinvolgere gli altri partecipanti alla missione, di ascoltare il loro parere ed il loro giudizio.
Questo felice amalgama di rigore scientifico e di umanità è emerso oltre che nell’intervento di Claudio Trame arricchito di fotografie e filmati anche nel contributo di Pietro Lo Cascio che assieme a Luigi ha partecipato alla stesura dei due libri sulle Eolie pubblicati, una guida al vulcanesimo di queste isole, ed auna guida ai fossili vegetali ritrovati nei depositi vulcanici.
Ed un contributo in questa direzione è venuto anche da Michele Giacomantonio che è stato il Sindaco che nel 1997 ha conferito a Rossi la cittadinanza eoliana associandolo a Vincenzo Cabianca ed a Giuseppe Sinopoli, un trittico di personaggi che illuminano la vocazione di queste “isole dalla bellezza colta” come amava definirle Sinopoli, erede della grande tradizione greca e dal 2000 Patrimonio dell’Umanità.
Non sono mancati gli aneddoti come quello raccontato da Gianni Iacolino relativo ad una missione di archeologia subacquea nel nostro mare e dallo stesso Giacomantonio relativo ad una conferenza su Santorini dove Sinopoli scoprì che il famoso affresco di Acrotiri a giudizio di Luigi Bernabò Brea e di Christos Doumasraffigurava il Castello di Lipari ed era la prima immagine di questo risalente al XV secolo avanti Cristo, cioè prima del collasso dell’antica Thera.
Ha chiuso la serata un commosso intervento della Signora Laris, la moglie del professore, che ha ricordato scherzando con la irruenta determinazione del marito creava a volte problemi nella stessa famiglia sollecitata a seguirlo nel suo ritmo ed ha rivelato che Luigi aveva conosciuto le Eolie nel viaggio di nozze per cui il legame con queste isole prima che scientifico era sentimentale.
Lipari, 25 settembre 2019
                                                                  Ufficio Stampa Centro Studi

GEOSCIENZE News - I volumi di roccia mobilitati dalla sequenza sismica Amatrice - Norcia.

Buon Compleanno!

Auguri ad Alessia Carbonaro, Alessio Ferrara,Roberta Lorizio, Rosanna Mandarano, Lucia Ziino, Paola Cincotta, Andrea Cordaro, Antonello Favorito, Manuela Giunta. Francesca Fonti.

Da domani, convegno e incontri a Lipari su “La progettualità Europea per la Sicilia e le Eolie. Gli ultimi bandi 2014-2020 e le nuove linee 2021-2027. Come non perdere le occasioni per usare al meglio quanto offerto dai fondi comunitari Europei”.

Comunicato
“La progettualità Europea per la Sicilia e le Eolie. Gli ultimi bandi 2014-2020 e le nuove linee 2021-2027. Come non perdere le occasioni per usare al meglio quanto offerto dai fondi comunitari Europei”. 
 Questa due giorni, organizzata da Eolnet srl, per il 26 e 27 settembre, con il graditissimo patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Lipari e quello della Presidenza del Consiglio Comunale di Lipari, si articolerà nel Convegno di giovedì 26 settembre, alle ore 11, presso la Sala del Consiglio Comunale di Lipari, in cui verrà illustrata l’attuale situazione dei bandi e quali sono le tendenze per i prossimi e verranno presentate alcune interessanti esperienze locali (Gal Tirreno Eolie) e modelli utilizzabili per Sicilia e Eolie (progetto Interreg SWAN) e proseguirà nel pomeriggio del 26 settembre e nel 27 settembre, presso Unieolie con gli incontri tra Marco Boaria responsabile della ricerca e sviluppo di ALDA + (https://www.alda-europe.eu), una tra le prime 20 agenzie in Europa che si occupa di progettazione e utilizzo dei Fondi Europei e che ora ha una sede a Lipari, e chi avesse idee, voglia di proporre progetti e desiderasse capire se c’è la possibilità di realizzarli attraverso la progettualità e i fondi europei.

Oggi è il 25 settembre. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il detto/proverbio del giorno.

Stromboli
Detto/proverbio del giorno: Al nemico che fugge ponti d'oro.