Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 20 aprile 2019

DA SPESA MIA SUPER PROMO DI PASQUA. OFFERTE VALIDE SOLO NEI GIORNI 17,18,19, 20, 22 APRILE.

La Via Crucis dei Cantori Popolari delle Eolie. Due anteprime degli ampi servizi fotografici e video che vi proporremo a partire da martedì.


Si è da poco conclusa all'Anfiteatro del Castello di Lipari la rappresentazione della "Via Crucis" dei Cantori Popolari delle Eolie. Vi proponiamo in anteprima due foto che troverete negli ampi servizi foto e video che pubblicheremo a partire da martedì. 
Foto e video sono del nostro collaboratore Bartolo Ruggiero. 

La Processione del Venerdì Santo 2019 a Lipari. (terzo gruppo di 6 foto a cura di Bartolo Ruggiero)



A PANAREA, VULCANO E MALFA PARTE #EMERGENSEA LA CAMPAGNA DI MAREVIVO. L'INIZIATIVA SOSTENUTA DA CARONTE & TOURIST, AEOLIAN ISLANDS PRESERVATION FUND, BLUE MARINE FOUNDATION

Parte alle Eolie la campagna #EmergenSea di Marevivo con l’installazione della macchina compattatrice per riciclare bottiglie in plastica e ricevere buoni sconto. Dopo Lipari, dove il progetto è partito lo scorso anno, anche Panarea, Vulcano e Malfa aderiscono al progetto.
La campagna è stata resa possibile grazie al rinnovato sostegno delle Fondazioni AEOLIAN ISLANDS PRESERVATION FUND, BLUE MARINE FOUNDATION e della CARONTE & TOURIST e grazie alla collaborazione dei Comuni di Lipari, Malfa e dell’Istituto comprensivo Lipari1.
L’inaugurazione dell’eco compattatore si terrà il 23 aprile a Panarea alle ore 10:00 al Supermarket da Pina e il 24 aprile a Vulcano alle 11:00 al Supermercato Sapori&Dintorni.
Il 10 maggio a Salina alle 11:00, invece, la macchina sarà invece posizionata al plesso dell’Istituto Comprensivo Lipari1.

REGIONE: NUOVO PIANO ENERGETICO, IN 10 ANNI INVESTIMENTI PER 15 MLD

Oltre quattrocentomila lavoratori coinvolti, un’occupazione media di trentacinquemila addetti l’anno tra il 2020 e il 2030, quindici miliardi e mezzo di investimenti da realizzare a regime. Numeri straordinari che possono essere raggiunti in un decennio grazie al potenziamento degli impianti esistenti attraverso una progressiva riduzione dell’impatto ambientale e un’operazione di ristrutturazione delle strutture vetuste. È quanto previsto dal Piano energetico ambientale della Regione Siciliana che il Governo Musumeci ha aggiornato al 2030. Il testo è stato già pubblicato sul sito dell’assessorato regionale all’Energia, nella sezione del dipartimento dell'Energia. Si tratta di una bozza preliminare che dovrà ancora seguire una particolare procedura, passando dalla giunta e dalla commissione Attività produttive all’Ars.
«Un altro importante passo avanti della Regione - sottolinea il governatore Nello Musumeci – sul piano della programmazione. Con il Piano energetico, di cui si avvertiva la necessità in termini di aggiornamento, si potrà lavorare per il prossimo decennio, puntando al potenziamento della produzione di energia e alla contestuale tutela del territorio. Questo è il governo che punta a rimettere le carte in regola!»
Il lungo lavoro, portato avanti dagli uffici dell’assessorato di Alberto Pierobon e del dipartimento guidato dal dirigente generale Tuccio D’Urso, si è concretizzato in un corposo documento di 319 pagine redatte anche con il contributo di oltre venti docenti ed esperti del settore provenienti da Università ed enti pubblici.
«Il Piano energetico ambientale - si legge nel documento - definisce gli obiettivi al 2020-2030. La Regione intende dotarsi dello strumento strategico fondamentale per seguire e governare lo sviluppo energetico del suo territorio sostenendo e promuovendo la filiera energetica, tutelando l’ambiente per costruire un futuro sostenibile di benessere e qualità della vita».
Sull’impiantistica è previsto un lavoro di revamping e repowering, che in sostanza prevedono di rimettere in sesto le strutture spesso vetuste e di applicare nuovi strumenti e tecniche innovative per garantire prestazioni migliori. Nei giorni scorsi la commissione Attività produttive dell’Ars si è riunita all’Orto botanico per discutere del Piano. È emerso che la Sicilia si posiziona al quarto posto per efficienza degli impianti superiori a ottocento megawatt, ma il decadimento è doppio rispetto alla media nazionale. Un impianto su tre presenta un livello di efficienza inferiore del dieci per cento rispetto alla media regionale. Altra problematica emersa: in Sicilia sono presenti il 15, 20 per cento degli impianti in procedura concorsuale a livello nazionale. Su questi la Regione vuole intervenire per sensibilizzare i curatori e i commissari e fornire supporto per una migliore gestione. Intervenendo su tutte queste criticità la Regione intende recuperare una parte sostanziosa di produzione energetica.
Nel frattempo il gestore Gse sta aiutando la Regione a censire aree dismesse o agricole non utilizzate per valorizzarle e renderle produttive. Sono state analizzate cinquantuno cave e miniere per un totale di 3.170 ettari con un potenziale complessivo che raggiunge i 1.800, 2.000 megawatt.
L'assessore Pierobon interviene sulle aree dismesse da recuperare rendendole produttive: «Riteniamo utile - sostiene - dare priorità all'utilizzo di aree confiscate, degradate, in modo da salvaguardare quelle che possono essere destinate a usi agricoli o di comune beneficio. In questo senso lavoriamo anche per prevedere l'obbligo di ripristino e tenuta in decoroso stato dei siti, per non incidere dal punto di vista ambientalmente sui territori»".
La nuova pianificazione energetica regionale prevede la verifica del conseguimento degli obiettivi in collaborazione coi Comuni. Nel nuovo Patto dei sindaci integrato per l’energia e il clima e i firmatari si impegnano a raggiungere entro il 2030 l’obiettivo di ridurre del quaranta per cento le emissioni. Il Patto dei sindaci partito nel 2008 oggi vede l’adesione di quasi 3.500 enti locali per oltre 155 milioni di cittadini europei. L’Italia, con quasi 1.770 Comuni firmatari, è di fatto il primo Paese promotore dell’iniziativa. La Sicilia, su 390 Comuni, conta oltre 350 amministrazioni comunali che hanno sottoscritto l’atto di adesione e di questi circa 240 hanno avuto accettato il Piano di azione a livello comunitario. Con i decreti firmati dal dirigente generale del dipartimento D'Urso sono stati finanziati 343 Comuni, per gli altri a breve ci sarà un’altra possibilità di presentare l’istanza. Di questo argomento e del Piano energetico si discuterà alle ‘Giornate dell'energia’ che si svolgeranno l'11 e 12 aprile a Catania al centro fieristico Le Ciminiere alla presenza del presidente della Regione, Nello Musumeci, dell’assessore regionale Alberto Pierobon e del dirigente generale Tuccio D’Urso.


Cosa è il Piano energetico
Il Piano energetico ambientale definisce gli obiettivi della Regione al 2020-2030 in termini di efficienza energetica e riduzione delle emissioni inquinanti. Attraverso questo strumento la Regione intende governare lo sviluppo energetico del suo territorio sostenendo e promuovendo la filiera energetica, tutelando l’ambiente per costruire un futuro sostenibile di benessere e qualità della vita. L’ultimo piano risale al 2009 e mirava a raggiungere nel 2012 gli obiettivi del protocollo di Kyoto.


Cosa prevede il nuovo Piano
Il nuovo testo prevede di migliorare l’efficienza degli impianti per produrre più energia, realizzare nuovi impianti, ridurre l’impatto ambientale e le emissioni in atmosfera. Regioni e Comuni saranno responsabilizzati in questo percorso che prevede a livello europeo la riduzione entro il 2050 delle emissioni di gas a effetto serra dell'80% rispetto ai livelli del 1990. Le tappe intermedie sono la riduzione delle emissioni del 40 per cento entro il 2030 e il 60% entro il 2040. Complessivamente al 2030 si ipotizza un forte incremento della quota (+147%) di energia elettrica coperta con le fonti di energia rinnovabile elettriche che passerà dall’attuale 29,3% al 72,5%.


Bollette energia più care in Sicilia, un piano per ridurre prezzi e il paradosso dei consumi
L’ultimo triennio (2016-2018) è stato caratterizzato da un sensibile aumento (+43%) del PUN, il Prezzo Unico Nazionale dell’energia, a causa di vari fattori: aumento prezzo del gas, blocco importazione energia da Francia, incremento dei consumi. Si è passati da 42,78 euro per megawatt ora a 61,31. A livello regionale il costo è del 13 per cento più caro. Analizzando i dati orari si riscontra come i picchi di prezzo della zona Sicilia si registrino soprattutto nelle ore serali, quando il fabbisogno dell’isola viene coperto facendo ricorso anche alle centrali termoelettriche ormai obsolete. Il piano prevede di ridurre i prezzi incrementando la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili attraverso dei sistemi di accumulo che possano coprire una parte del carico serale o incrementare la diffusione di politiche comportamentali atte a spostare una parte della domanda nelle ore diurne caratterizzate da una maggiore presenza di fonti rinnovabili.


Potenziamento fonti di energia rinnovabile
Per il settore fotovoltaico si ipotizza di raggiungere il valore di produzione pari a 5,95 TWh a partire dal dato di produzione nell’ultimo biennio (2016-2017) che si è attestato su circa 1,85 TWh. Questo attraverso interventi di revamping e repowering degli impianti esistenti e successivamente ricorrere sia alle installazioni di grandi impianti a terra che ad impianti installati sugli edifici e manufatti industriali. Cioè si aumenta l’efficienza e si usano nuove strutture che garantiscono maggiore potenza. Relativamente al settore eolico si prevede un incremento della produzione di un fattore 2,2 rispetto alla produzione normalizzata del 2016 (2.808 GWh) al fine di raggiungere un valore di circa 6.117 GWh. Tale incremento di energia prodotta sarà realizzato attraverso il revamping e repowering degli impianti esistenti e la realizzazione di nuove realtà.


Nuovi impianti realizzati nelle aree abbandonate
Altra linea progettuale riguarda il recupero di aree dismesse attraverso l’installazione di nuoni impianti. Sono 1.265 i siti censiti per una superficie di 15.738 ettari dove poter realizzare impianti di energia rinnovabile. Ovviamente i lavori non saranno semplici, non risultano definiti con precisione i soggetti proprietari di tali aree e lo stato di bonifica con i relativi costi , per cui la stima è di usarne il 30 per cento al 2030 per un totale di circa 1.100 megawatt. Sarà data precedenza ai terreni agricoli degradati (non più produttivi). Relativamente ai terreni agricoli produttivi dovranno essere valutate specifiche azioni per favorire lo sviluppo dell’agro-fotovoltaico.


Impianti domestici
Altro 500 MW saranno prodotti in impianti domestici da realizzare sui tetti. Attualmente la taglia media degli impianti domestici si attesta su 5 kW, ipotizzando una forte diffusione della tecnologia è ipotizzabile una riduzione della taglia a circa 4 kW. Di conseguenza il numero dei nuovi impianti domestici sarà compreso tra 100.000-125.000 unità. Il conseguimento del target implicherebbe che in circa il 10% degli edifici residenziali siciliani al 2030 dovrà essere presente un impianto fotovoltaico. Il livello di penetrazione della tecnologia, prendendo in considerazione i soli siti idonei, passerebbe quindi dall’attuale 4% a circa il 15%.


Terziario agricolo
Altri 600 MW saranno recuperati in impianti installati nel settore terziario e agricolo. Attualmente in tali settori risultano installati circa 6.000 impianti per circa 800 MW. Il target al 2030 prevede un incremento del 70% della potenza installata realizzabile con circa 11.000 nuovi impianti. Il target è ritenuto raggiungibile considerato che nel settore operano quasi 280 mila imprese.
Riduzione emissioni nei trasporto
L’utilizzo di mezzi pubblici di trasporto in Sicilia, misurato dalla percentuale di occupati, studenti e scolari, utenti di mezzi pubblici sul totale delle persone che si sono spostate per motivi di lavoro e di studio e hanno usato mezzi di trasporto nel 2017, è in Sicilia del 12,4% contro il 20,4% della media nazionale. Di contro, andando invece al dettaglio del parco auto, in Sicilia abbiamo 65 auto ogni 100 abitanti contro le 63 della media nazionale. In tutto nell’Isola si muovono 3 milioni e 300 mila auto. Il 51,1% delle autovetture è alimentato a benzina e il 43,9% a gasolio. Il restante 5,6% è alimentato da altre varie fonti. Nel parco veicoli della Sicilia sono presenti 204 autovetture elettriche e 2.760 ibride di cui, 2.677 ibride a benzina, e solamente 83 ibride a gasolio. In totale, queste tre tipologie rappresentano lo 0,2% delle autovetture. Il numero di autovetture alimentate a metano è di 1.443 unità, un valore percentuale pressoché insignificante, rispetto al totale delle autovetture.


Ricadute occupazionali complessiva al 2030
Da quanto precedente riportato con riferimento al periodo 2019-2030 si possono stimare in circa 410.000 il personale impegnato full time nell’implementazione delle azioni previste nel piano a cui corrisponde un’occupazione media annuale di circa 35.000 lavoratori di cui il 65% impegnata nel settore dell’efficienza energetica e fonti di energia rinnovabile termiche mentre il restante 35% nel settore delle fonti di energia rinnovabile elettriche.


Ricadute economiche
Complessivamente è possibile stimare in circa 15,4 miliardi di euro le ricadute economiche che l’implementazione delle azioni riportate nel presente piano produrrebbero rispetto allo scenario di base che si riscontrerebbe al 2030 a seguito dell’applicazione delle attuali politiche attive nel settore energetico.


Pasqua alle Isole Eolie. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 20.04.19

Pasquetta con forte sciroccata alle Eolie. Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava.

Il Week-end Pasquale sarà caratterizzato da una forte ventilazione sciroccale già dalla serata festiva con tendenza ad ulteriore rinforzo dal pomeriggio di Pasquetta quando si potranno raggiungere i 60 km orari e picchi eolici di 80 km orari.
Le raffiche di scirocco potranno raggiungerere intensità di forte burrasca o di tempesta (forza 10) lungo il versante Tirrenico tra Capo Peloro e il Barcellonese ove, nel tratto di mare antistante, si potranno raggiungere picchi di 130 km orari
Il moto ondoso da molto mosso nella giornata di Pasqua tenderà Lunedì ad aumentare fino ad agitato..La colonnina di mercurio tenderà a salire raggiungendo i 20 C. 
La forte ventilazione si attenuera' nella mattinata di Martedì. 
Probabili piovaschi saranno possibili nel pomeriggio di Pasquetta.
La settimana entrante si preannuncia calda con temperature oltre la media del periodo.
Per maggiori informazioni visitate la pagina Facebook di Meteo Eolie.
BUONA PASQUA!

La Processione del Venerdì Santo 2019 a Lipari. (secondo gruppo di 6 foto a cura di Bartolo Ruggiero)

Eolie "scorpacciata" di vacanzieri pasquali e a Canneto è già tempo di mare.


Pasqua all'insegna della genuinità e del buongusto al Ristorante "A Menza Quartara" di Quattropani.

Voi pensate a festeggiare, 
al vostro pranzo pasquale ci pensiamo noi.

La Processione del Venerdì Santo 2019 a Lipari. (primo gruppo di 5 foto a cura di Bartolo Ruggiero)

Annunciata fortissima tempesta di Scirocco e a Sottomonastero... (di Gianni Iacolino)

Da circa dieci giorni tutti i bollettini meteo concordano nel prevedere una fortissima tempesta da sud - est ( scirocco) con punte massime di velocitá del vento che sfiorano gli 83 km/ora, per lunedi prossimo. Pensavo che sarebbero stati tolti dalla banchina di Sottomonastero tutti quei materiali che, stando così le cose, saranno trascinati in mare . 
A parte i titolari della ditta esecutrice dei lavori, credo che tante altre istituzioni abbiano voce in capitolo, anzi il dovere di interverlnire per evitare il peggio. 
A vedere lo stato dei luoghi, sembra un cantiere fantasma , la calma assoluta prima del disastro.
Gianni Iacolino

Oggi la "Via Crucis" dei Cantori popolari delle Isole Eolie.

“Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua”.

La sofferenza del Cristo lungo le strade della passione altro non è se non la necessaria anticipazione di quell’immensa gioia che scaturisce dalla luce della Resurrezione. È questo il messaggio di speranza per le festività pasquali sul quale riflettere, attraverso la partecipazione alla Sacra rappresentazione della “Via Crucis” vivente, in programma Sabato 20 aprile alle ore 18.00 al Castello di Lipari.
Patrocinata dal Comune di Lipari e dal Museo Archeologico Regionale Eoliano, la rappresentazione curata dai “Cantori Popolari delle Isole Eolie” sotto la Regia di Nino Alessandro, vive grazie anche alla straordinaria partecipazione di figuranti esterni, circa 150, che riescono sempre più ad unire ed entusiasmare l’intera comunità.
Un entourage, nel suo insieme, capace di riportare indietro nel tempo i fedeli, immedesimandosi nei personaggi e trasmettendo emozioni che coinvolgono il pubblico nel dramma storico della passione di Cristo.
La Sacra rappresentazione dopo l’ultima cena proseguirà con il tormento di Gesù nel Getzemani, il suo arresto ed il processo davanti a Pilato.
Il corteo, subito dopo, si dipanerà lungo un suggestivo percorso, tracciando i momenti salienti della passione, scanditi dalle tradizionali quattordici stazioni del rito della “Via Crucis” , le cadute lungo la salita, il commovente incontro con la Madre e con la Veronica, immagini queste in grado di creare un’atmosfera di profondo raccoglimento e riflessione, ricca di pathos e suggestioni.
Particolare rilevanza è stata data dagli organizzatori ai momenti dell’incontro di Gesù con gli altri personaggi che la tradizione evangelica colloca sulla via verso il Calvario: Simone di Cirène, l’uomo che si accollò il peso della croce per alleviare le sofferenze di Gesù; le donne del popolo, che hanno accompagnato con il loro pianto i momenti più intensi della Via Crucis.ì
Il rito avrà il suo culmine con la rappresentazione del Golgota, il tragico momento della crocifissione.
Qui la drammatica immagine della croce sul cruento palcoscenico del Calvario farà da sfondo ad un affresco vivente particolarmente significativo: il corpo del Cristo tra le braccia della Madre, che la storia dell’arte ci ha fatto conoscere nelle varie rappresentazioni della Pietà, come momento significativo della rievocazione del sacrificio del figlio di Dio.
L’evento lascia in chi lo vive una traccia indelebile, in quanto si è come presi per mano e calati per qualche istante nel pieno del mistero stesso.
Una rappresentazione, quella messa in scena dai “Cantori Popolari delle Isole Eolie”, volutamente realistica, cruenta, finalizzata a fotografare e presentare il dolore della croce in tutta la sua drammaticità.

Auguri ai lettori di Eolienews, festeggiati oggi.

Buon Compleanno ad Amelia Di Franco, Dario Santostefano, Susana Tesoriero, Antonino Saltalamacchia, Vera Costanzo, Concetta Biviano, Eva Mandarano. 

Ricordando...Annetta Falanga.


Per ricordare con gli eoliani che non ci sono più, con foto tratte dal nostro archivio.

Navi ed aliscafi (XLII puntata) 3 foto

Nelle foto di oggi: 1) Il varo della Canaletto (Articolo da Il Secolo XIX del 4 giugno 1968); 2) La Canaletto a Trapani; 3) Il Duccio

Accadde alle Eolie. 20 Aprile 2012: Inaugurata la via Prof. Tommaso Carnevale.


Palazzo dei Leoni,aderisce alla nona edizione del Maggio dei libri.

Anche quest'anno la Città Metropolitana di Messina ha aderito alla campagna nazionale del Maggio dei Libri, giunta alla sua nona edizione e promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con il patrocinio della Conferenza delle regioni e delle province autonome e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.
La Campagna nazionale, nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile, avrà inizio in tutto il territorio nazionale lunedì 23 aprile, Giornata mondiale del libro e si concluderà il 31 maggio 2019 coinvolgendo moltissime realtà:enti locali, scuole, biblioteche, associazioni culturali, Gallerie d'arte e Musei.
Vasto il programma delle iniziative, curato dal Servizio Cultura e della Biblioteca "G. Pascoli" dell'Ente, nella Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea "Lucio Barbera" di via XXIV Maggio.
Inoltre, in contemporanea, si svolgerà anche l'iniziativa "Lo Scambialibro”, rivolta a tutti coloro che possiedono libri, nuovi o vecchi ma ancora in buono stato, classici, di narrativa, di saggistica, di poesia potrà scambiarli con il semplice sistema del baratto con i libri messi a disposizione presso la Biblioteca della Città Metropolitana di Messina.
Lo scambio è completamente gratuito e potrà avvenire più volte.

Il programma completo delle manifestazioni è il seguente:

giovedì 9 maggio - Galleria d'Arte, ore 10,00
Presentazione del volume di poesie :“Metamorfosi dei Silenzi” di Stefania Giammillaro, Edas Edizioni, 2017 alla presenza degli studenti.
Relatrice la poetessa e scrittrice Fortunata Cafiero Doddis.
L'incontro sarà inframezzato dalla lettura delle poesie dell'autrice e da brani musicali suonati al pianoforte.

venerdì 10 maggio - Galleria d'Arte- ore 17,00
Presentazione del Libro: “Parole Prigioniere. I graffiti delle carceri del Santo Uffizio di Palermo” di Giovanna Fiume, docente dell'Università degli Studi di Palermo e di Mercedes Garcia-Arenal - Istituto Poligrafico Europeo, in collaborazione con Naxos Legge, Presidente Fulvia Toscano.
Riscoperti e studiati nei primi anni del Novecento da Giuseppe Pitrè, graffiti, disegni e iscrizioni delle carceri segrete del Santo Uffizio spagnolo in Sicilia, collocati all’interno del complesso monumentale dello Steri, rappresentano un unicum nel loro genere e una fonte storica straordinaria e di grande interesse.

lunedì 13 maggio, Galleria d'Arte, ore 11,00
Presentazione del volume: “Orizzonti Siciliani” di Mario Sarica, “Forme di lavoro, figure di festa e segni musicali di tradizione popolare”, Pungitopo, 2019. Presenta l'arch. Nuccio Lo Castro, direttore della rivista Paleokastro.
Il libro offre un significativo contributo sulla conoscenza ed esplorazione di aspetti diversi del patrimonio etnografico del Messinese e del paesaggio antropologico della Sicilia. Nelle sue pagine il popolare non è mai materia di nostalgica archeologia né tanto meno di rivendicazione etnica ma tema e motivo di peculiarità culturali locali, di riconoscibilità storica e identitaria del territorio, di memorie radicate, collettivamente rielaborate.

giovedì 16 maggio, Galleria d'Arte, ore 10,00
Presentazione del volume: “Femminicidio e violenza di genere” di Maria Concetta Tringali, Edizioni Seb 27, 2019.
Presenta l'avv. Carmen Currò, Presidente emerito del Cedav (Centro Donne Antiviolenza di Messina).
L'autrice, avv. Maria Concetta Tringali, volontaria presso il Centro Antiviolenza Galatea, racconta come questo libro nasca dalla propria personale esperienza.
Le toccanti storie con le quali l’avvocatessa, che si occupa prevalentemente di diritto di famiglia, è entrata in contatto sono il collante del romanzo/manuale.

venerdì 17 maggio, Galleria d'Arte, ore 17,00
Presentazione dei volumi: “Chi ha conosciuto Bosco Nedelcovic?” di Giuseppe Campolo e la Silloge poetica: “Orizzonti di Versi” di Antonella Giordano in collaborazione con le Associazioni “Sicilia Esperantista”, “Convegno di Cultura Maria Cristina di Savoia” e “Antonello da Messina”.
Relatori Anna Maria Crisafulli Sartori ed Ella Imbalzano.

martedì 21 maggio, Galleria d'Arte, ore 10,00
Presentazione del volume: “Il Paradiso degli scrittori” di Vanni Ronsisvalle. Edizione Pungitopo, 2019.

giovedì 23 maggio, Galleria d'Arte, ore 17,00
Presentazione del volume: “Mamma Li Turchi” di Andrea Bambaci e Nino Principato edizioni ANVGC, 2018.
Storie di Pirati, Torri e Torrari nella difesa del litorale di Messina

martedì 28 maggio, Galleria d'Arte, ore 10,00
Presentazione del volume: “Rosie e gli scoiattoli del St.James” di Simonetta Agnello Hornby, Giunti Editore, 2018 in collaborazione con l'Istituto Comprensivo “Pascoli - Crispi”

giovedì 30 maggio, Galleria d'Arte, ore 10,00
Presentazione del volume: “Sonjuščka Mio Passerotto” di Rosa Luxemburg, a cura di Vanni Ronsisvalle. Edizioni Pungitopo, 2019

Oggi è il 20 Aprile, Sabato Santo. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie.

Vista da Capo Grillo (Vulcano) sui Faraglioni,Lipari e Salina
(Foto Antonio Iacullo)

Il terzo giorno del Triduo Pasquale è il Sabato santo che commemora la discesa agli inferi di Nostro Signore Gesù. Gesù resta negli inferi per un breve tempo compiendo la sua vittoria sulla morte e sul diavolo, liberando le anime dei buoni e giusti morti prima di lui apre loro le porte del Paradiso. Compiuta tale missione, l'anima di Gesù si ricongiunge al corpo nel sepolcro: e ciò costituisce il mistero della risurrezione, centro della fede di tutti i cristiani, che verrà celebrato nella seguente domenica di Pasqua.
Questo giorno è dunque incentrato sull'attesa dell'annuncio della risurrezione che avverrà nella solenne veglia pasquale. Viene professato da alcuni Simboli antichi e tuttora dalla preghiera eucaristica, quale annuncio di salvezza per ogni uomo: nessuno è escluso dalla salvezza che Dio ha preparato per gli uomini in Cristo, nessuno è smarrito, Dio si fa solidale anche nella morte. 
Per quanto le tradizioni delle Chiese siano unanimi nel ritenere per fede questo aspetto della Pasqua, si tratta di un articolo del Simbolo sovente trascurato. Introducendo la celebrazione comunitaria dell’Ufficio delle Letture e delle Lodi del mattino o come breve omelia, questo mistero può essere adeguatamente presentato quale tesoro di fede della Chiesa.
La Chiesa cattolica considera degno di lode protrarre il digiuno ecclesiastico e l'astinenza dalla carne anche per tutto il sabato santo, tuttavia non ne fa un obbligo per i fedeli.

venerdì 19 aprile 2019

Area marina protetta “Capo Milazzo”, la Guardia Costiera di Milazzo intensifica i controlli.

(Comunicato) Prosegue l’attività dei mezzi nautici della Guardia costiera di Milazzo impiegati in operazioni di vigilanza all’interno dell’area marina protetta denominata “Capo Milazzo”. Nei giorni scorsi, infatti, il battello GC A64 della Guardia costiera, durante l’attività di sorveglianza ha individuato e rimosso un attrezzo da pesca abbandonato in prossimità della baia Sant’Antonio.
Nella mattinata di ieri lo stesso battello presso Punta Mazza ed a pochi metri dalla costa, ha individuato un attrezzo da pesca, appartenente al tipo rete da “posta fisso”, non opportunamente segnalato secondo le previsioni delle vigenti normative nazionali e comunitarie che si estendeva parallelamente alla linea di costa ad una distanza molto ravvicinata.
Il personale del battello della Guardia Costiera ha provveduto al recupero ed al sequestro della rete, dopo avere effettuato una ricognizione dell’intera area.
Lo specchio acqueo all’interno del quale è stato posizionato l’attrezzo in parola ricade interamente nella zona “B” dell’area marina protetta, pertanto sottoposta a regime di riserva generale.
L’impegno per la tutela dell’ambiente marino e costiero è tra le priorità del corpo delle Capitanerie di Porto e, in ragione di tali funzioni istituzionali, la Guardia Costiera di Milazzo sarà impegnata in prima linea nelle attività di sorveglianza dell’Area Marina Protetta.
In vista del periodo estivo, le operazioni di vigilanza e controllo all’interno dell’Area Marina Protetta, si intensificheranno mediante l’impiego di uomini e mezzi, navali e terrestri, al fine di tutelare l’ambiente marino da eventuali attività illecite, nel rispetto delle disposizioni regolamentari.

Come eravamo: Eoliani ai campionati studenteschi del 1955 a Messina (foto Casali)

Da sinistra: Elio Raffaele ( Morto dopo questa competizione sportiva, investito da un camion mentre andava a casa), Silvano Saltalamacchia, Guglielmo Sardella, Pino Merenda, Carlo Pavone, Stefanino Mazza. 
Accovacciati: Fraco Corrieri, e Girolamo Casali 

Otto foto di alcune delle "barette" che andranno in processione stasera a Lipari









Altare della Reposizione nella chiesa di Purità di Maria SS. in Quattropani

Papa Francesco - La Santa Messa "in Coena Domini" di ieri. In collaborazione con Vaticanonews

La 

Filicudi, giunta Giorgianni delibera tre interventi di manutenzione stradale.

Si comunica che in data 18 aprile è stata deliberata dalla Giunta Municipale l’approvazione di tre interventi per la manutenzione stradale dell’isola di Filicudi, per un importo totale di 217.000,00 euro, grazie alle somme svincolate dall’avanzo di amministrazione relative all’esercizio finanziario 2018.
In particolare, gli interventi riguarderanno il ripristino della sede stradale di via Comunale denominata Fossetta, il ripristino della sede stradale di Via Comunale denominata Stimpagnato e il ripristino della sede stradale denominata Canale.
Si procederà, dunque, a breve con le procedure di gara per l’affidamento dei lavori.

Parte come da programma "Islands of Sicily", la DMO delle Isole di Sicilia

Comunicato
Si è costituita a Palermo dopo una lunga gestazione la Destination Marketing Organisation che punta a promuovere e commercializzare il prodotto isole di Sicilia in Italia e all’estero.
Già dotata di un’immagine coordinata unitaria, utilizzata per presentare il prodotto isole di Sicilia a Monaco in febbraio e a Berlino in marzo, la DMO parte con un buon numero di soci privati, tra singoli imprenditori, associazioni e consorzi, riuniti in forma di s.r.l. Una massa critica considerevole messa insieme dai soggetti promotori l’iniziativa: ATA Isole Egadi, Federalberghi Isole Eolie, Federalberghi Isole Pelagie, Pantelleria Islands e Visit Ustica. Tutti soggetti aderenti a Federalberghi Isole Minori della Sicilia ed espressione dei cinque componenti del consiglio di amministrazione: Nino Mazzara, Christian Del Bono, Giandamiano Lombardo, Fabio Casano e Gigi Tranchina.
Nei giorni scorsi la DMO è stata presentata durante una serie di incontri che hanno interessato i cinque comprensori delle isole siciliane, raccogliendo molti consensi tra soggetti pubblici e privati.
Con questa operazione il privato dimostra di credere in una promozione unitaria del prodotto isole minori della Sicilia, scommettendo su un’operazione importante e duratura di destination marketing. Un’azione molto partecipata e che parte dal basso, nella consapevolezza che sia necessario lavorare con attenzione e perseveranza sulle varie connessioni del sistema turistico delle isole per valorizzare, promuovere e commercializzare al meglio un prodotto di nicchia alla cui base sono stati individuati otto temi principali: paesaggi e antiche tradizioni, storia e cultura popolare, mare e natura, e cibo e vino.
“Si tratta di un percorso irto e impegnativo, ha dichiarato il presidente della DMO, Christian Del Bono, ma abbiamo il dovere di crederci visto che abbiamo deciso di rimanere e continuare ad investire e soprattutto a vivere nelle nostre isole. Siamo certi che di fronte a un progetto credibile e aperto a tutto il territorio insulare sia i comuni delle isole minori che la Regione sapranno fare la propria parte per supportarne l’attività di promozione. Noi, dal nostro canto, stiamo già investendo direttamente e gettando le basi per attivare i meccanismi necessari per consentire alla DMO di autofinanziarsi”

Auguri ai lettori di Eolienews, festeggiati oggi.

Buon Compleanno a Mariarosaria Avino, Loredana Siracusa, Caterina Salvo, Maria Angela Galia, Marcella Paino, Nancy Campisi, Fabio Lo Schiavo, Giande Mondello, Michele Ferlazzo.

Crocieristi americani d'elite a Lipari per il terzo anno consecutivo. "Frutto" dell'impegno di due lungimiranti giovani.


 Quest'anno, per il terzo anno consecutivo, grazie ai lungimiranti Iavano Giulitti e Marco Arnone, abbiamo il piacere e privilegio di ospitare a Lipari i crocieristi della "Grand Cruise line", società che porta in giro per il mondo crocieristi d'elite, americani. Da qui ad ottobre sbarcheranno a Lipari circa 800 passeggeri per visite guidate e degustazioni di vini e prodotti tipici presso "La vela" a Marina corta. 
Grazie a questi due giovani l'occasione per portare, ancora di più, le Eolie al centro dell'attenzione.

Navi e aliscafi (XLI° puntata) 4 foto

Nelle foto di oggi: 1) Basiluzzo (oggi Capri) a Santa Marina Salina; 2) Basiluzzo a Sottomonastero; 3) Basiluzzo a Milazzo; 4) Parziale del Basiluzzo ormeggiato a Milazzo (anno 1967)