Cerca nel blog

sabato 25 aprile 2020

C.S. Lipari... Una storia a tinte rosso - blu: "Ferro regge...Centorrino illumina...Gravina fulmina"

Centorrino
Gravina e Ferro


Oggi, spulciando nell'archivio, guardando le foto del glorioso CS Lipari, per cercarne, in qualche modo di archiviare pezzi di quella storia a "tinte rosso - blù" mi è ritornato in mente uno "striscione", un inno, che esaltava le doti di tre bandiere rossoblù, esposto al Comunale di Santa Lucia e che, credo, è rimasto nel cuore di coloro che, come me, erano allora ragazzi. Che nostalgia!
"Ferro regge...Centorrino illumina...Gravina fulmina"

E' deceduta la signora Bartola Angela Broccio ved. Mollica.

Le onoranze funebri sono a cura della ditta Alfa e Omega di Lipari.


Eolienews partecipa al dolore dei suoi cari

Coronavirus: in Sicilia sempre più guariti e calano i ricoveri. 224 i deceduti. La situazione al 25 aprile.

Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato ad oggi (sabato 25 aprile), in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale.
Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 68.251 (+3.086 rispetto a ieri), su 64.892 persone: di queste sono risultate positive 3.020 (+39), mentre attualmente sono ancora contagiate 2.274 (-46), 524 sono guarite (+81, di cui 24 ricoverati e 57 in isolamento domiciliare) e 224 decedute (+6).
Degli attuali 2.274 positivi, 485 pazienti (-8) sono ricoverati - di cui 33 in terapia intensiva (+1) - mentre 1.787 (-40) sono in isolamento domiciliare.
Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 129 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 116 (15, 21, 11); Catania, 670 (107, 195, 78); Enna, 302 (133, 67, 28); Messina, 402 (98, 83, 45); Palermo, 372 (70, 48, 27); Ragusa, 75 (6, 6, 6); Siracusa, 96 (50, 82, 23); Trapani, 110 (6, 20, 5).
Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani.
Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.

C.S. Lipari... Una storia a tinte rosso - blu: Vecchie glorie, emozioni in campo (17.03.19)due video)

Rivederli in campo, anche se "appesantiti" dal tempo e dagli anni che passano, è stata una forte emozione. Un "tuffo" nel passato quando la bandiera rosso- blù del CS Lipari garriva, prorompente al Vecchio Comunale, al "Monteleone", così come in tutti i campi di Sicilia. E l'emozione, per chi come scrive ha vissuto una buona parte delle pagine del CS Lipari, oggi  è cominciata all'esterno del "Monteleone" dove, come non accadeva ormai da tanti ma tanti anni, vi era una interminabile fila di auto posteggiate. E' vero un grande amore non si scorda mai: è il CS Lipari, di ogni epoca, lo è...a pieno titolo!   

LA PAROLA. Commento al Vangelo di domenica 26 APRILE 2020

Incubo default, salvagente Ars per Lipari. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 25.04.20

L'articolo si ingrandisce cliccandoci sopra

Buon Compleanno!

Auguri a Fiorella Cortese, Liyoni Koswatha, Rosanna Saltalamacchia, Gaetano Agrip

Esenzione canoni per i lidi e per il bollo auto. Via libera all'Ars in Commissione Bilancio.


Anche a Canneto risuonano le note di "Bella ciao". Video di Davide Casamento

Consigliere Pellegrino in cerca di "soci": "Fatti e non parole"

Riceviamo e pubblichiamo:
Una Riflessione sulla bocciatura dell'ordine del giorno presentato dai consiglieri Finocchiaro e Bertè e sonoramente bocciate dall'aula.
Durante la lettura dell' odg i due con colleghi, da apprezzare per il lavoro svolto, impegnavano l'amministrazione ad una serie di misure rivolte, tra le altre, a sospendere i pagamenti dei tributi relativi al l'occupazione suolo pubblico ed al comparto idrico.
Fin qui tutto bene, anzi, iniziativa lodevole.
Subito dopo interviene il collega Sabatini e, legittimamente, chiede di non mettere sullo stesso piano i virtuosi ( quelli che hanno sempre pagato ) con i morosi e su questo principio, sacrosanto, viene bocciato l' odg.
Non credo però che la questione debba finire qui perchè in aula consigliare si è accertato che esistono imprenditori virtuosi ed imprenditori morosi pertanto 
CHIEDO.
Al collega Sabatini o ad altri consiglieri che ne volessero sposare la causa, attraverso una interrogazione scritta, rivolta agli assessori competenti con delega all'idrico, ai rifiuti ed all'ocupazione suolo pubblico, di verificare: il numero di concessioni rilasciate per l'occupazione del suolo pubblico e relativa regolarità contabile.
Il numero di utenze idriche rilasciate, non ad uso domestico, e relativa regolarità contabile se sono state avviate azioni nei confronti dei morosi e con quali risultanze.
Se esistono imprenditori morosi relativamente alla tassa sui rifiuti.
FATTI NON PAROLE

Fulvio Pellegrino

Fase 2 in Sicilia, 600 mila pacchetti per il turismo: tre notti, una gratis.

«Stiamo preparando 600mila pacchetti turistici che immetteremo sul mercato e che regaleremo ai turisti che soggiorneranno almeno 3 notti in Sicilia, una di queste la regalerà l’assessorato al Turismo della Regione Siciliana, con cui acquisteremo servizi da tutti i settori della filiera turistica che saranno messi in circolazione per il recupero dei flussi sia individuali che gruppi».
Lo ha detto l'assessore regionale al Turismo Manlio Messina intervenuto al meeting online con gli operatori turistici privati organizzati da 'Skal International Palermo' e dal portale travelnostop.com. «Stiamo mettendo a disposizione 50 milioni - ha annunciato inoltre l’assessore - per cercare di dare subito liquidità alle imprese, sappiamo che non risolveremo il problema ma sicuramente si tratta di piccole risorse che consentiranno al comparto di respirare».

Leni: Emergenza economica e sostegno del turismo. Le proposte dei consiglieri di minoranza


C.S. Lipari... Una storia a tinte rosso - blu: la formazione che vinse il campionato di Prima categoria.

In alto, da sx: Nello D'Auria, Bartolo Natoli, Tonino Tripi, Gaetano Bisazza, Giovanni Cincotta, Giovanni Saltalamacchia, Lorenzo Capuano, Natalino Barrica, Carmelo Marino.
In basso da sx: Lillo Bottari, Angelino Puglisi, Franco Li Castro, Salvatore Cristiano, Maurizio Fichera, Giovanni Lo Schiavo, Salvatore Borgia (all.), Giacomo Torino e Santi Cataliotti. 
Si tratta, come ci evidenzia Massimo Di Franco, che nel tempo è stato anche presidente del sodalizio rossoblù, della formazione che vinse il campionato di Prima categoria, dopo diversi anni di "purgatorio" in prima categoria. Presidente il compianto Tanino Taranto. 

Alla fine ne usciremo insieme! Un messaggio di speranza dai Soundsgood! (video musicale)

Complimenti, davvero emozionante! 
Insieme ce la faremo. Andrà tutto bene!

Stromboli: Carabinieri sanzionano cittadino sorpreso fuori casa, senza giustificato motivo e in stato di ubriachezza.

Continuano sull'isola di Stromboli i controlli legati all’emergenza Covid-19. 
I carabinieri della locale stazione, durante un servizio di pattugliamento, effettuato di sera, nella  centrale via Roma, hanno fermato un isolano, riscontrando che era in stato di ubriachezza. 
L'uomo, quindi,  è stato segnalato alla prefettura e sanzionato per aver violato le ordinanze vigenti, essendosi allontanato dalla propria abitazione senza giustificato motivo. 

La Chiesa festeggia oggi San Marco Evangelista.

S. Marco fu eletto da Dio ad essere il portavoce dello Spirito Santo, scrivendo la vita e la dottrina di N. S. Gesù Cristo nel Vangelo che porta il suo nome.

Nacque a Cirene ed era cugino di S. Barnaba: sua madre si chiamava Maria. Rimase ubbidiente alla legge di Mosè fino dopo la risurrezione di Gesù, quando fu da S. Pietro convertito alla fede cristiana, istruito e creato sacro ministro.

Dalla sua conversione in poi non si staccò più dal Principe degli Apostoli, da cui era amato qual tenero figliuolo, come lo chiamò in una sua lettera: « Vi saluta anche Marco, mio figlio ». S. Marco era il segretario, l'interprete di S. Pietro. Il suo Vangelo, come dicono i Ss. Padri, non è altro che la predicazione di S. Pietro fissata sulla carta. Accompagnò l'Apostolo nei suoi viaggi a Roma, ove appunto scrisse il suo Vangelo in lingua greca, la più parlata in quei tempi. Lo scopo del Vangelo secondo S. Marco è di dimostrare la potenza di Gesù Cristo, Figlio di Dio, che si manifesta nell'operare molti e grandi miracoli.

Simbolo del suo Vangelo è il leone, il re degli animali, che molto bene rappresenta la potenza di Gesù Cristo.

Scrisse il suo Vangelo tra l'anno 40 e 60, dopo quello di S. Matteo, e prima di quello di S. Luca, come ci assicura la tradizione. Incomincia con un preambolo, quindi parla della divina missione di Gesù in Galilea, poi delle varie escursioni apostoliche in altre parti della Palestina, e termina col descrivere l'ultimo viaggio a Gerusalemme, l'ultima Pasqua, le sofferenze, la morte, la risurrezione e la gloria di Gesù Cristo.

Nessuno tra i fedeli poteva possedere le divine verità meglio di S. Marco, il quale continuamente le apprendeva dalle labbra del Principe degli Apostoli.

Ordinato vescovo, fu mandato da S. Pietro in Egitto a predicare il santo Vangelo. Confermando la sua predicazione con l'esempio d'una vita santa e penitente, con innumerevoli prodigi, aiutato dalla divina grazia fondò in Alessadria una fiorente comunità la quale divenne la celebre Chiesa Alessandrina, che ci diede un S. Chino, un S. Antonio, una S. Caterina e tanti altri servi del Signore.

Dopo una vita di travagli, tutta spesa a gloria di Dio e al bene delle anime, subì un martirio lungo e crudele. Fu legato ad una fune e trainato da un cavallo per luoghi sassosi e scoscesi, finchè il 25 aprile dell'anno 68 l'anima sua entrò nella gloria colla triplice aureola del vergine, dello scrittore e del martire.

Le sue reliquie furono trasportate a Venezia, e riposte nella basilica di S. Marco, ove sono oggetto di grande venerazione.

PRATICA. S. Marco ci offre il S. Vangelo: leggiamolo, e impareremo a conoscere Gesù, ad amarlo e a seguirlo.

PREGHIERA. O Dio, che hai nobilitato il beato Marco mediante la grazia della predicazione evangelica, deh concedici di approfittare sempre del suo insegnamento e di essere difesi dalla sua predicazione.

MARTIROLOGIO ROMANO. Ad Alessandria il natale del beato Marco Evangelista. Questi, discepolo ed interprete dell'Apostolo Piétro, pregato in Roma dai fratelli, scrisse il Vangelo, col quale se ne andò in Egitto, e per primo annunziando Cristo in Alessàndria, vi fondò la Chiesa. Poi, preso per la fede di Cristo, legato con funi e trascinato fra i sassi, fu gravemente tormentato; quindi, chiuso in carcere, prima fu confortato da un'angelica visione, e finalmente, apparendogli lo stesso Signore, fu chiamato ai gaudii celesti, nell'anno ottavo di Nerone.

25 aprile: Da Casa Santa Marta in Vaticano, Santa Messa presieduta da Papa Francesco

Oggi è il 25 Aprile. Buongiorno con la bandiera italiana e con i cenni storici di questo evento.

«Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l'occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e a Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire.»
(Sandro Pertini proclama lo sciopero generale, Milano, 25 aprile 1945[?·info])

L'anniversario della liberazione d'Italia (anche chiamato festa della Liberazione, anniversario della Resistenza o semplicemente 25 aprile) è una festa nazionale della Repubblica Italiana che ricorre il 25 aprile di ogni anno.
È un giorno fondamentale per la storia d'Italia e assume un particolare significato politico e militare, in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze armate alleate, dall'Esercito Cobelligerante Italiano ed anche dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale a partire dall'8 settembre 1943 contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l'occupazione nazista.
Il 25 aprile 1945 è il giorno in cui il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI) – il cui comando aveva sede a Milano ed era presieduto da Alfredo Pizzoni, Luigi Longo, Emilio Sereni, Sandro Pertini e Leo Valiani (presenti tra gli altri il presidente designato Rodolfo Morandi, Giustino Arpesani e Achille Marazza) – proclamò l'insurrezione generale in tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti, indicando a tutte le forze partigiane attive nel Nord Italia facenti parte del Corpo Volontari della Libertà di attaccare i presidi fascisti e tedeschi imponendo la resa, giorni prima dell'arrivo delle truppe alleate; parallelamente il CLNAI emanò in prima persona dei decreti legislativi, assumendo il potere «in nome del popolo italiano e quale delegato del Governo Italiano», stabilendo tra le altre cose la condanna a morte per tutti i gerarchi fascisti, incluso Benito Mussolini, che sarebbe stato raggiunto e fucilato tre giorni dopo.

«Arrendersi o perire!» fu la parola d'ordine intimata dai partigiani quel giorno e in quelli immediatamente successivi.

Entro il 1º maggio tutta l'Italia settentrionale fu liberata: Bologna (il 21 aprile), Genova (il 23 aprile) e Venezia (il 28 aprile). La Liberazione mise così fine a vent'anni di dittatura fascista e a cinque anni di guerra; la data del 25 aprile simbolicamente rappresenta il culmine della fase militare della Resistenza e l'avvio effettivo di una fase di governo da parte dei suoi rappresentanti che porterà prima al referendum del 2 giugno 1946 per la scelta fra monarchia e repubblica, e poi alla nascita della Repubblica Italiana, fino alla stesura definitiva della Costituzione.

Il termine effettivo della guerra sul territorio italiano, con la resa definitiva delle forze nazifasciste all'esercito alleato, si ebbe solo il 3 maggio, come stabilito formalmente dai rappresentanti delle forze in campo durante la cosiddetta resa di Caserta firmata il 29 aprile 1945: tali date segnano anche la fine del ventennio fascista.

Su proposta del presidente del Consiglio Alcide De Gasperi, il re Umberto II, allora principe e luogotenente del Regno d'Italia, il 22 aprile 1946 emanò un decreto legislativo luogotenenziale ("Disposizioni in materia di ricorrenze festive") che recitava:

«A celebrazione della totale liberazione del territorio italiano, il 25 aprile 1946 è dichiarato festa nazionale.»


La ricorrenza venne celebrata anche negli anni successivi, ma solo il 27 maggio 1949, con la legge 260 ("Disposizioni in materia di ricorrenze festive"), essa è stata istituzionalizzata stabilmente quale festa nazionale:
«Sono considerati giorni festivi, agli effetti della osservanza del completo orario festivo e del divieto di compiere determinati atti giuridici, oltre al giorno della festa nazionale, i giorni seguenti: [...] il 25 aprile, anniversario della liberazione;[...]»

Da allora, annualmente (cosa che, purtroppo, quest'anno, per via della pandemia, non avverrà) in tutte le città italiane – specialmente in quelle decorate al valor militare per la guerra di liberazione – vengono organizzate manifestazioni pubbliche in memoria dell'evento.

Tra gli eventi del programma della festa c'è il solenne omaggio, da parte del Presidente della Repubblica Italiana e delle massime cariche dello Stato, al sacello del Milite Ignoto con la deposizione di una corona d'alloro in ricordo ai caduti e ai dispersi italiani nelle guerre.

venerdì 24 aprile 2020

Canoni demaniali: Cordaro, Commissione approva esenzione per il 2020

La Commissione Bilancio dell’Ars ha approvato l’esenzione totale del pagamento dei canoni demaniali per l’anno 2020. «Accogliamo con grande soddisfazione la soluzione concordata con tutta la Commissione che ha votato all’unanimità l’esenzione - ha dichiarato l’assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro - garantendo una copertura che darà ristoro a una categoria alla quale il governo Musumeci guarda con grande attenzione e che è strategica per il tessuto economico della Sicilia».

Coronavirus: dati del 24 aprile in Sicilia, sempre meno ricoveri e più guariti. 218 i deceduti

Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato ad oggi (venerdì 24 aprile), in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale.
Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 65.165 (+3.015 rispetto a ieri), su 63.626 persone: di queste sono risultate positive 2.981 (+55), mentre attualmente sono ancora contagiate 2.320 (+19), 443 sono guarite (+31) e 218 decedute (+5).
Degli attuali 2.320 positivi, 493 pazienti (-17) sono ricoverati - di cui 32 in terapia intensiva (-2) - mentre 1.827 (+36) sono in isolamento domiciliare.
Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 129 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 119 (18, 19, 10); Catania, 721 (93, 128, 77); Enna, 316 (155, 56, 25); Messina, 397 (98, 83, 45); Palermo, 360 (70, 48, 27); Ragusa, 71 (4, 6, 6); Siracusa, 97 (49, 81, 22); Trapani, 110 (6, 20, 5).
Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani.
Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.

Lipari: l'incubo del default, istanze per la sopravvivenza. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 24.04.2020

L'artcolo diventa leggibile cliccandoci sopra

Moderati per Calderone: All'ARS approvato in Commissione Bilancio emendamento per contributo di 10 milioni a noleggiatori e locatori di natanti e ai trasportatori marittimi di passeggeri ecc.

Comunicato
Apprendiamo dall'On. Tommaso Calderone che un suo emendamento alla legge finanziaria a favore dei noleggiatori e locatori di natanti, nonché ai trasportatori marittimi di passeggeri, tassisti, ncc di auto e autobus, e' appena stato approvato in Commissione Bilancio. È un contributo significativo a sostegno dei titolari delle suddette attività. Le Isole Eolie attraversano una crisi profonda a seguito dell'emergenza sanitaria, tali provvedimenti rappresentano un solido sostegno allo sviluppo economico e sociale delle isole minori nonché un segnale di attenzione verso le priorità delle comunità insulari. Ringraziamo l'On. Tommaso Calderone, capogruppo all'ARS di FI, nostro instancabile punto di riferimento per l'impegno costante a sostegno delle comunità dell' arcipelago eoliano. 
 24 Aprile 2020 
Gesuele Fonti e Eliana Mollica (Moderati per Calderone)

Ricordando...Manlio Spinella.

Azienda Ospedaliera Papardo: avviate le nuove attività di screening sul personale

Su disposizione dell’Assessorato Regionale della Salute sono state diramate le nuove direttiva in tema di alleggerimento della quarantena da covid-19, in particolare, rende noto in premessa l’Assessorato, al fine di poter avviare in concreto una nuova fase di convivenza col virus - cosiddetta Fase due - si rende necessario un nuovo protocollo sanitario. 
Seguendo le direttive, sono chiamati ad effettuare gli screening per tramite di test sierologici quantitativi sulle categorie elencate nel decreto e, quindi, medici e personale delle strutture pubbliche e private - non soltanto Covid-Hospital. Questo bacino viene definito “il più esposto e a maggiore rischio di complicazioni a seguito del contatto con il virus” in riferimento soprattutto alle RSA/CTA, ai pazienti anziani e con patologie pregresse, sulle quali la disposizione assessoriale entra nel merito.
L’Azienda Ospedaliera Papardo, direttamente interessata da queste nuove misure, ha quindi avviato l’attività di screening interna all’Ospedale coinvolgendo medici e personale sanitario, sfruttando i laboratori interni dell’Azienda stessa.
Il primo passaggio è stato fatto coinvolgendo nello screening il personale dell’Unità Operativa di Oncologia. Le attività proseguiranno secondo il cronoprogramma stabilito dal Direttore Sanitario dell’Azienda, il Dott. Giuseppe Ranieri Trimarchi.




Associazione Magazzino mutuo soccorso aderisce all’appello Anpi: "Domani tutti ad intonare "Bella ciao"".

(Comunicato) Come Associazione “Magazzino di Mutuo Soccorso – Eolie” siamo lieti di aderire e promuovere l’appello nazionale dell’ANPI #BellaCiaoInOgniCasa, per continuare a celebrare, nonostante la quarantena, la Resistenza e la Liberazione del nostro Paese dal nazifascismo.
Appuntamento alle 15:00 in punto sui nostri balconi, terrazzi e finestre, per cantare, suonare e ballare tutti insieme “Bella Ciao”!
Ancor più convinti oggi, in questo momento di precarietà esistenziale, nell’impossibilità di scendere in piazza e di ritrovarci gli uni con gli altri, della necessità di portare avanti la nostra narrazione contro i sistemi politici e le strutture sociali che opprimono i diritti dell’uomo.
Saremo comunque insieme, seppur virtualmente, per rivendicare con forza: “W l’Italia libera e antifascista” nella tutela delle libertà fondamentali, nel rispetto di qualsiasi etnia e cultura, e in contrasto a tutto quello che incoraggia oppressione, sopraffazione, antidemocrazia, razzismo e sessismo.
Oggi e sempre, Resistenza!

Ridare decoro ai vicoli del centro storico di Lipari. Assessore Taranto annuncia sopralluoghi, riqualificazione e rimozioni.


COMUNICATO STAMPA

Si informa la cittadinanza che nei prossimi giorni saranno effettuati dei sopralluoghi per verificare lo stato di pulizia e decoro dei vicoli del centro storico dell'Isola di Lipari.
In particolare le azioni che saranno determinate, a seguito dei suddetti sopralluoghi, riguarderanno la riqualificazione dei vicoli e la rimozione forzata di impedimenti di qualsiasi natura, privata e pubblica, compresi gli arredi rotti e/o danneggiati, che possono arrecare danno a cose e persone o che sono contrari alle norme di pubblico decoro e di sicurezza dei luoghi
Tali interventi hanno due ordini di ragioni: in primo luogo, quello della sicurezza, dell'incolumità e della prevenzione di possibili rischi di incidenti. In secondo luogo, l'ordine, la pulizia e il decoro delle strade in cui viviamo.
È impegno di tutta l'Amministrazione fare ogni sforzo perché l'isola sia pulita e curata ma è necessaria la collaborazione dei cittadini nel rispettare le regole e nel provvedere, laddove ne hanno responsabilità, ai propri doveri verso la comunità, prendendosi cura del luogo in cui vivono a partire da quanto è di propria pertinenza.
Si anticipa inoltre che, a breve, verrà emanata una ordinanza in merito.

                                                                       L’Assessore
                                                                    Massimo Taranto

Pavone (Confintesa scuola Sicilia): "In arrivo importanti risorse per l'edilizia scolastica ma occorre muoversi"

Carissimo Direttore,
vista la fase delicata che stiamo attraversando a causa del coronavirus, mi permetto di informare tutte le istituzioni presenti nel nostro territorio tramite il vostro giornale online che sono in arrivo, risorse per l’edilizia scolastica, circa 320 milioni di euro nell’ambito della Programmazione unica nazionale 2018-2020 che consentiranno alle Regioni di fare interventi di messa in sicurezza nelle scuole dei loro territori.
Questi finanziamenti andranno in erogazione diretta agli enti locali sulla base delle priorità individuate dalle Regioni nell’ambito della Programmazione nazionale. Questa comunicazione è necessaria per agire in maniera rapida e mirata, mettendo al centro la sicurezza dei nostri alunni, studenti, personale scolastico.
Sono risorse molto importanti che non bisogna sottovalutare che si aggiungono ai 510 milioni già assegnati agli enti locali lo scorso 10 marzo. Le Regioni avranno tempo fino al prossimo 29 Maggio per inviare al Ministero dell’Istruzione gli elenchi degli interventi da finanziare.
Alla regione Sicilia sono state assegnate Euro 29.459.756,29 per l’edilizia scolastica e la messa in sicurezza dei nostri Istituti. Invito i nostri Consiglieri Comunali e chi di competenza di essere curiosi e attenti alla questione.
In fede
Segretario regionale Confintesa scuola Sicilia
Ins. Bartolo Pavone

Buon Compleanno!

Auguri a Antonio Galofaro, Angelo Ficarra, Roberta Criscuolo, Martina De Michele, Andrea de Salvo, Francesca Mirabile, Walter Pozzolini, Gaia La Macchia, Mariano Giovenco, Roberto Peluso.

Incentivi e sgravi per Stromboli a seguito dell'emergenza vulcanica e del Covid - 19. Richiesta al sindaco di Lipari da Federalberghi. Auspicato ripristino accesso al vulcano


CORONAVIRUS, APPELLO DEI SINDACI DELLE ISOLE MINORI A CONTE. ORLANDO (ANCI SICILIA): “SOLUZIONI PER SOSTENERE L’ECONOMIA DI QUESTI TERRITORI”

“La situazione finanziaria dei comuni siciliani a seguito delle necessarie misure messe in atto dal Governo nazionale e dal Governo regionale per contenere la diffusione del Covid-19 è gravissima, ma lo è ancor di più quella dei comuni delle Isole minori a causa della penalizzante condizione di insularità”. Ha dichiarato Leoluca Orlando, presidente dell’ANCI Sicilia intervenendo a sostegno dei sindaci di Favignana, Lampedusa, Malfa, Pantelleria, Santa Marina Salina, Lipari e Ustica che hanno rivolto, in queste ore, un appello al presidente Conte e al presidente Musumeci per sollecitare interventi normativi e finanziari in favore delle Isole minori.
“Bisogna tenere presente – conclude Orlando- che il settore del turismo, su cui si basa prevalentemente l’economia di questi territori, è in forte crisi e serve, quindi, un cambio di passo da parte del Governo nazionale e della Regione per trovare soluzioni mirate anche su questo fronte, in previsione di una stagione turistica che assume sempre di più i contorni del disastro annunciato”.

Come eravamo...spulciando nel nostro archivio: Banda S. Bartolomeo in occasione del 150° Unità d'Italia.


La Chiesa festeggia oggi San Fedele da Sigmaringen.

Nacque nel 1577 nella città di Sigmaringa. Il nome di nascita era Marco, cambiato poi in Fedele nella professione religiosa. Nel dargli questo nome, il maestro dei novizi gli disse queste parole dell'Apocalisse: « Sii fedele sino alla morte e ti darò la corona della vita ».

La natura e la grazia lo favorirono dei loro doni e il nostro giovane fece in breve tempo sì ammirabili progressi nella scienza, da essere indicato come esempio ai suoi condiscepoli, ed insieme fiorì meravigliosamente in lui il fiore d'ogni virtù, così da giungere presto all'apice della santità.

Studiò filosofia nell'università di Friburgo, e ottenne con brillante esito la laurea dottorale a Villigen, ove esercitò poi l'avvocatura.

Ma questa carica, occasione continua di peccato, fu presto abbandonata da quell'anima assetata di giustizia, la quale scelse una via più sicura per la sua eterna salvezza, passando nella famiglia del serafico S. Francesco: si fece religioso cappuccino.

In religione fu luminoso esempio a tutti i confratelli nell'osservanza delle regole, nello spirito d'orazione e nell'unione con Dio. Elevato alle più alte cariche del convento, tutte le disimpegnò con prudenza, giustizia, mansuetudine e umiltà ammirabili.

Distinguendosi nel ministero della predicazione e ardendogli in cuore il desiderio di dare il suo sangue per la fede, fu scelto a capo di una missione, la quale si portava nella Rezia per' la conversione degli eretici.

Predicò a Sevis, ove con zelo apostolico e con accento paterno, esortava i Cattolici a serbare immacolata la loro fede, a non dare ascolto ai violatori del sacro patrimonio, ai lupi rapaci, seminatori della zizzania calvinista.

Ogni giorno più, particolarmente nel celebrare la S. Messa, il desiderio del martirio si accendeva in lui; ogni giorno ripeteva al Signore la sua supplica, e Gesù infine lo appagò.


Un giorno, mentre celebrava, un eretico sacrilegamente gli sparò contro; ciò visto, i fedeli lo pregarono a porsi in salvo, ma egli protestò di non temere la morte, e di essere pronto a sacrificare la sua vita per Gesù e la Chiesa.

Invitato con inganno dagli eretici a predicare loro la verità, simulandosi desiderosi di conversione, S. Fedele, il 21 aprile del 1622 si portava a Cruch, quando fu assalito dai suoi nemici, i quali barbaramente lo trucidarono, abbandonandolo in una pozza di sangue.

S. Fedele consacrò le primizie dei Martiri del suo ordine. Da quel giorno prodigi e miracoli lo resero illustre, specie a Coira e a Veldkrich, dove si conservano le sue reliquie e dove è tenuto in somma venerazione dal popolo. Fu canonizzato dal Papa Benedetto XIV.

PRATICA. — S. Fedele ci dà esempio di costanza e fedeltà nel servizio del Signore: siamo anche noi fedeli, e costanti, qualunque sia la nostra missione.

PREGHIERA. — Dio, che nella propagazione della fede ti sei degnato decorare della palma del martirio e di gloriosi miracoli il beato Fedele, deh! per i suoi meriti ed intercessione, confermaci così nella fede e nella carità, che meritiamo d'essere trovati fedeli nel tuo servizio fino alla morte.

MARTIROLOGIO ROMANO. A Sèvis, nella Svizzera, san Fedéle da Sigmaringa, Sacerdote dell'Ordine dei Minori Cappuccini e Martire, il quale, mandato là a predicare la fede cattolica, nello stesso luogo, ucciso dagli eretici, compì il martirio, e dal Papa Benedétto decimoquarto fu annoverato fra i santi Martiri.

Da 24 Aprile: Da Casa Santa Marta in Vaticano Santa Messa presieduta da Papa Francesco

Oggi è il 24 aprile. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie.

La rocca e il castello di Lipari

giovedì 23 aprile 2020

Al via oggi, a Lipari. la consegna delle mascherine da parte dei Volontari della Protezione civile comunale.



Comune a rischio crac. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 23.04.20

Prorogate sino al 15 maggio ZTL e area pedonale nel centro storico.

Resterà in vigore, sino al 15 maggio, nel centro storico di Lipari l'attuale disciplina a proposito di ZTL e area pedonale. La ZTL sarà in vigore dalle 6,00 alle 17,00. L'area pedonale dalle 17,00 alle ore sei del giorno successivo. 

Nota di Fonti e Mollica: Via libera all'ARS all'emendamento che equipara il Comune di Lipari ai Comuni sino a 5mila abitanti.

Riceviamo e pubblichiamo:
Abbiamo appreso dall'on. Tommaso Calderone, componente della Commissione Bilancio all'ARS, che stamattina nel corso della seduta di Commissione è stato approvato l'emendamento che prevede di equiparare il Comune di Lipari ai Comuni fino a 5 mila abitanti, che in virtù di una legge regionale non subiscono la contrazione dei trasferimenti. 
L'approvazione dell'emendamento è un primo importante passo che da l'opportunità al Comune di Lipari di recuperare circa un milione e mezzo di euro. 
È una buona notizia che ci lascia ben sperare, attendiamo fiduciosi il voto in aula della finanziaria. 
23 Aprile 2020 
Gesule Fonti e Eliana Mollica (Moderati per Calderone)

Coronavirus: Situazione al 23 aprile in Sicilia, diminuiscono ancora i ricoveri e aumentano i guariti. Duecentotredici i deceduti

Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato ad oggi (giovedì 23 aprile), in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale.
Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 62.150 (+3.418 rispetto a ieri).
Di questi sono risultati positivi 2.926 (+43), mentre attualmente sono ancora contagiate 2.301 persone (+14), 412 sono guarite (+24) e 213 decedute (+5).
Degli attuali 2.301 positivi, 510 pazienti (-25) sono ricoverati - di cui 34 in terapia intensiva (-1) - mentre 1.791 (+39) sono in isolamento domiciliare. Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani.
Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 129 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 119 (17, 16, 10); Catania, 706 (96, 123, 76); Enna, 321 (160, 40, 25); Messina, 397 (103, 78, 44); Palermo, 358 (68, 48, 27); Ragusa, 62 (4, 6, 6); Siracusa, 97 (56, 81, 19); Trapani, 112 (6, 18, 5).
Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.

ANVU omaggia di mascherine chirurgiche riutilizzabili la Polizia municipale di Lipari. Il grazie del comandante Cataliotti

Il comando di Polizia municipale di Lipari, attraverso il suo comandante Francesco Cataliotti, ringrazia Giovanni Battista D'Amico, presidente dell'ANVU (Associazione Professionale Polizia Locale d 'Italia -Presidenza della Regione Siciliana) che lo ha omaggiato di mascherine chirurgiche riutilizzabili da utilizzare nei servizi esterni. 
"La ns/associazione - ha il presidente Giovanni Battista D'Amico, nell'inviare le mascherine - vuole essere vicina ai colleghi della Polizia minicipale che sono costretti a svolgere servizi esterni in questo momento delicato di pandemia, augurandoci che possa finire il più presto possibile di modo che si possa ritornare alla nostra normale vita quotidiana"

Acquacalda: Interrogazione del consigliere Pellegrino

AL SINDACO DI LIPARI
Rag. Giorgianni Marco

OGGETTO: Lavori urgenti strada di Acquacalda. INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA.

Il sottoscritto consigliere comunale Pellegrino Fulvio:
/ considerato che la frazione di Acquacalda è stata completamente abbandonata dalla sua amministrazione,
/ che anche la pulizia delle strade non viene fatta nei modi e nei termini previsti nel contratto (fatto salvo il brutto tempo che ha rotto la strada),
/ che la piccola frazione non ha ricevuto interventi che facessero fare un salto turistico,
/ che nessun intervento è stato previsto per un futuro sviluppo,
con la presente interrogazione chiede di conoscere:

- Quando avranno inizio i lavori di sistemazione della strada di Acquacalda, già di fatto frazione abbandonata da lei e dalla sua amministrazione,
- Quanto tempo dureranno i lavori considerato che siamo già nel periodo estivo,
- Quale è l’importo che è riuscito a farsi dare e se basta per sistemare il tratto di strada danneggiato, il tipo di lavori e se verrà fatto un bando, cottimo fiduciario o affidamento diretto,
- Se e quando cominceranno i lavori di protezione dell’abitato.
Resto in attesa di avere sue notizie.
Distinti saluti.
Fulvio Pellegrino (consigliere comunale)

Lipari li 22/4/2020

La ministra Lamorgese ha dichiarato che si impegnerà per permettere la celebrazione di riti funebri e messe

La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ha rilasciato un’intervista all’Avvenire in cui ha parlato della possibilità di riprendere con le celebrazioni religiose, in particolare i funerali. 
“Non è umanamente sopportabile impedire le celebrazioni dei funerali alle tantissime famiglie colpite da un lutto. Proporrò al Governo, in vista della fase di graduale riapertura, di compiere un passo concreto“, ha annunciato il capo del Viminale.
“Dobbiamo poter tornare a celebrare i funerali, seppure alla presenza soltanto degli stretti congiunti, seguendo le modalità che l’Autorità Ecclesiastica riterrà di applicare nel rispetto delle misure di distanziamento fisico dei partecipanti”, ha sottolineato Luciana Lamorgese.
Luciana Lamorgese sulla libertà di culto
“Il tema dell’esercizio della libertà di culto, cattolico e di altre confessioni religiose, è stato alla mia attenzione fin dall’insorgere dell’emergenza coronavirus“, ha spiegato la ministra dell’Interno sulle pagine dell’Avvenire.
“I continui e proficui contatti con la Cei ci hanno permesso di tracciare le prime indicazioni per lo svolgimento in sicurezza delle funzioni religiose, seppure senza la presenza dei fedeli, a causa della grave situazione epidemiologica”, ha evidenziato.
“Adesso però, in considerazione di un quadro sanitario in parziale miglioramento, sono allo studio del Governo nuove misure per consentire il più ampio esercizio della libertà di culto”, ha annunciato Luciana Lamorgese
.

Buon Compleanno!

Auguri a Giuseppe Marturano, Antonio Villa, Marina Vitagliano, Domenico Biviano, Ella Parisi, John Taylor, Rita Lo Nardo, Bartolo Natoli, Ilaria Uccello, Tatiana Podetti

Come eravamo: LIPARI (Fonte: Archivio storico eoliano)


Aiuti economici dalla Regione. Quando ci sarà il bando?. Lettera al direttore

Gentile direttore,
pensavamo che ieri, durante la diretta, il sindaco poteva parlare anche dell'aiuto inviato dalla regione per le famiglie difficoltose. 
Qualche giorno prima aveva parlato che sarebbe stata fatta una distribuzione diversa dai buoni e che si faceva un bando che spiegava chi poteva presentare la domanda.
Può informarsi lei? . Noi non abbiamo entrate e abbiamo grandi difficoltà ad andare avanti, in quanto non lavoriamo e abbiamo dei bambini. Grazie


Nota del direttore di Eolienews: il messaggio, giunto su messenger, è firmato da quattro nuclei famigliari. Omettiamo, vista la delicatezza dell'argomento, i nomi. 
Provvederemo a girare questo post al sindaco, certi che darà esaustiva risposta.

Ricordando... Giovanna Spinella.


"Ci avete scaldato il cuore". Il messaggio di LN Garden dei fratelli Giorgianni.

Pubblichiamo questa nota di ringraziamento dei fratelli Giorgianni ed il testo di un messaggio che hanno ricevuto a seguito della lodevole iniziativa di deporre un fiore in tutte le tombe dei cimiteri del Comune di Lipari: "In un momento così particolare che nessuno di noi si sarebbe mai aspettato di vivere volevamo ringraziarvi di vero cuore x le dimostrazioni di affetto e di stima che avete mostrato nei nostri confronti dopo che abbiamo terminato la distribuzione dei fiori nei cimiteri.....noi nel nostro piccolo abbiamo cercato di portare un po' di calore con un semplice fiore sperando sempre che tutto andrà bene 🌈🌈🌈🌈
Un ringraziamento doveroso va anche al nostro sindaco Marco Giorgianni e all'assessore Massimiliano Taranto che hanno subito accolto la nostra proposta e ci hanno permesso con le dovute autorizzazione di poter realizzare questo gesto simbolico
Qui di seguito riportiamo un messaggio che abbiamo ricevuto tra i tanti che sintetizza tutto ciò che ci avete dimostrato scaldando veramente il nostro cuore....infinite grazie a tutti voi da parte di tutto lo staff LN Garden Antonino Nuccio Giorgianni, Luigi Giorgianni, Paola Quadara e Christian Pittari Goccia ❤ !
"

Carissimi Luigi e Nuccio,
anche se con notevole ritardo, vogliamo porgervi le nostre più sentite congratulazioni per il gesto da voi compiuto nei giorni scorsi nei confronti di tutti i defunti che si trovano nei cimiteri delle isole (comunque, crediamo che quello che veramente conta è il gradito e gentile pensiero, poiché non siamo frequentatori dei social).
Siamo orgogliosi di voi per il notevole sforzo e il duro lavoro profuso, dimostrando a voi stessi e a tutti di cosa siete capaci, dove sicuramente avete dato un buon esempio di altruismo nel vostro settore e non solo.
Siamo certi che l'iniziativa meritevole da voi intrapresa ne è valsa veramente la pena, sapendo che il successo avuto farà in tutti i sensi la differenza nel vostro percorso lavorativo.
Non smettete mai di credere in voi stessi, non smettete mai di amare ciò che fate continuate a migliorarvi per il vostro futuro .... siete semplicemente fantastici, una forza della natura ed una fonte inesauribile di innovazione ...."

Al Premio "Borgese" ennesimo riconoscimento per lo storico eoliano, Giuseppe La Greca.

La Chiesa festeggia oggi San Giorgio.

S. Giorgio visse nel III secolo, sotto l'impero di Diocleziano. Di questo Santo, tanto venerato ovunque, e specialmente in Inghilterra, si hanno poche notizie, tuttavia sappiamo che egli fu onorato in tutta l'antichità quale soldato valoroso e martire illustre, e invocato patrono della milizia cristiana.

Nacque in Cappadocia da genitori cristiani e come il Maestro Divino, crebbe in sapienza, in età ed in grazia presso Dio e gli uomini.

Arruolato nella milizia imperiale, grazie alla sua perizia nelle armi e al suo valore salì al grado di capitano.

Però servì assai più generosamente a Dio; e combattè sotto una ben più nobile bandiera, quella divina. Fu il campione intrepido di Gesù Cristo, il nemico giurato di Satana: non per nulla è rappresentato in atto di sconfiggere colla lancia il dragone, mentre legata ad un palo sta in atto supplichevole una fanciulla. Onde osserva il cardinale Baronio, che quest'antica usanza di rappresentare S. Giorgio non è che un simbolo della sua potente protezione contro le tentazioni del demonio.

Nella terribile persecuzione di Diocleziano, il nostro santo guerriero animava i Cristiani perseguitati a ricevere con fortezza il martirio, a non cedere alle lusinghe dei tiranni, a professare sinceramente Gesù Cristo.

L'imperatore gli impose di cessare questo suo ministero e di piegarsi davanti agli dèi di Roma imperiale; ma S. Giorgio francamente gli rispose: « Rispetto le tue leggi, ma non piego le ginocchia a terrene e false divinità ». Infuriato a tale risposta, il tiranno lo degradò, lo condannò a molti terribili supplizi, ma Giorgio miracolosamente rimase illeso, finché gli fu troncato il capo e cadde martire di Cristo il 23 aprile del 303.

Nella notte precedente al martirio, gli era apparso in sogno Gesù, il quale, ponendogli sul capo una corona, gli aveva detto: « Ah! Giorgio, tu sei degno di regnare meco in eterno ».

PRATICA. S. Giorgio ci è esempio di perfetta carità; egli ci insegna le opere di misericordia: consigliare i dubbiosi, confortare gli afflitti e i travagliati, fortificare i deboli nella fede e aiutare il prossimo in tutte le sue necessità, ricordandoci che in Cristo siamo tutti fratelli.

PREGHIERA. Dio, che ci aiuti con i meriti e l'intercessione del tuo beato martire Giorgio, concedici propizio, che mentre domandiamo per suo mezzo i tuoi bene fizi, li conseguiamo abbondantemente.

MARTIROLOGIO ROMANO. Natale di san Giorgio Martire, il cui illustre martirio si venera dalla Chiesa di Dio tra le corone dei Martiri

Da Casa Santa Marta in Vaticano: Santa Messa presieduta da Papa Francesco

Oggi è il 23 aprile. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie.

L'alba vista da Lingua (Salina)

mercoledì 22 aprile 2020

Scossa di terremoto al largo di Ginostra.

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che le stazioni della Rete Sismica, alle ore 17:02:18 locali (15:02:18 UTC), hanno registrato un terremoto di magnitudo locale pari a 1.7 (±0.1). 
L'evento risulta localizzato a 3.8 km a N di Ginostra, n mare, a profondità zero.  
La scossa è stata avvertita nell'isola di Stromboli.