Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 4 agosto 2018

In tre mesi recuperati 17 km. di plastica. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Salina avrà un secondo porto turistico. Sorgerà a Rinella, nel Comune di Leni. Gullo fa il bis


A San Salvatore (Lipari), la Festa della Trasfigurazione del Signore.

Offerta lavoro

CERCASI BANCONISTA PER HAPPY HOUR ISOLA DI VULCANO. DISPONIBILITA' IMMEDIATA. CONTATTARE 0909811004.

Nesos: Piccole aliene alla conquista dell'acropoli di Lipari


COMUNICATO STAMPA.
Piccole aliene alla conquista dell’acropoli di Lipari.
È stata pubblicata oggi su “Naturalista siciliano”, la rivista della Società Siciliana di Scienze Naturali, la notizia della scoperta di una minuscola specie aliena che cresce abbondante sulla scalinata e sul selciato del Castello: si tratta di Cotula australis, una pianta della famiglia delle Asteracee, che comprende le margherite, i seneci e i cardi. Effettivamente la specie ha le sembianze di una margherita, ma in miniatura, dato che i capolini sono alti soltanto pochi millimetri. L’articolo dove viene segnalata la specie (on-line a: http://www.sssn.it/PDF/PDF%20NS%2042/125-135.pdf ) è a firma di Pietro Lo Cascio e Carmelo Mustica dell’associazione Nesos, insieme a Riccardo Guarino e Salvatore Pasta.
“È la prima segnalazione non soltanto per l’arcipelago, ma per l’intera Italia meridionale”, dichiara Carmelo Mustica, che ha realizzato alcune splendide macro della specie per il prossimo volume della Flora d’Italia, “non è stato facile ritrarre il soggetto, sia per le sue piccole dimensioni, sia perché i fiori sono poco appariscenti”.
Cotula australis è nativa dell’Australia”, spiega ancora la guida naturalistica di Nesos, “anche se ormai è distribuita in tutto il mondo. E proprio il forte legame che esiste tra Lipari e quel continente, con figli e nipoti di immigrati eoliani che tornano a visitare luoghi e famiglie di origine, potrebbe spiegare la presenza della specie, forse giunta con semi trasportati accidentalmente”.
Da oggi, dunque, la flora aliena delle Eolie conta un nuovo rappresentante. Le specie alloctone (introdotte da altre aree geografiche) possono divenire una minaccia per gli equilibri ecologici quando, in assenza di competitori o predatori, si espandono a danno delle specie native: è il caso del fico d’India, del fico degli Ottentotti, dell’ailanto e della robinia, per citare quelle più invasive nel territorio delle Eolie, o del punteruolo delle palme, per spostarci nel regno animale. Relegata in ambito urbano, Cotula australis appare al momento decisamente meno minacciosa; per prevenire eventuali sorprese è tuttavia opportuno monitorare la dinamica e l’evoluzione dei suoi popolamenti, al pari di quelli delle altre specie aliene.

Montezemolo alle Eolie

Luca Cordero di Montezemolo sta navigando nel mare delle Eolie. 
L'imprenditore, ex presidente di Ferrari e Confindustria, è stato avvistato a Panarea. Gentile e cordiale ha concesso a chi l'ha riconosciuto una foto ricordo.

Domani ingresso gratuito al Bernabò Brea. Possibilità di tour con l'Associazione Guide Turistiche Eolie Messina Taormina

Come ogni prima domenica del mese in tutti i musei statali, anche domenica 5 agosto il Museo archeologico Bernabò Brea permette l'ingresso alle sale gratuitamente.
Sarà pertanto possibile visitare gli scavi e il museo archeologico gratis e usufruire di un tour all'interno del museo accompagnati da una guida turistica abilitata pagando solo la guida.
Infatti l'Associazione Guide Turistiche Eolie Messina Taormina offre il toru del museo, dello scavo, della cattedrale e del chiostro normanno al prezzo di € 6,00 per gli adulti, € 2,00 per i ragazzi dai 12 ai 18 anni.
L'appuntamento è alle ore 10.30 all'ingresso principale del Castello (accanto biglietteria del Museo)

Il Sindaco metropolitano De Luca annuncia la chiusura di tutti i plessi scolastici di competenza della Città metropolitana di Messina

COMUNICATO STAMPA
Il Sindaco metropolitano, on. Cateno De Luca, nel corso della riunione, tenutasi ieri pomeriggio a Palazzo dei ha annunciato di avere preso la decisione di emette un'ordinanza indifferibile e urgente di chiusura di tutti i plessi scolastici di competenza della Città metropolitana e del Municipio di Messina.
La drastica decisione è scaturita dal quadro dei sopralluoghi effettuati dal Sindaco nelle ultime 48 ore e dal confronto, avvenuto ieri, con il Responsabile provinciale dei Vigili del Fuoco.
La situazione emersa crea inquietudine e molta preoccupazione – ha dichiarato De Luca - per l’assenza di un quadro chiaro e definito della situazione riguardante lo stato dell'arte di ogni singolo plesso scolastico. L’ordinanza di chiusura ha la finalità di individuare, entro sette giorni, le certificazioni di cui è provvisto ogni singolo immobile e di acquisire un quadro riguardante eventuali istanze di finanziamento presentate o eventuali somme, pronto uso, per interventi da fare, ma a monte, ovviamente, la prima verifica è se esiste già un progetto che metta l'Amministrazione nelle condizioni di poter agire. Inoltre, tutti i Dirigenti scolastici dovranno entro 7 giorni presentare una precisa certificazione degli spazi in uso e della consistenza della popolazione scolastica, ciò al fine di razionalizzare l’utilizzo degli spazi che in qualche plesso sono sovrabbondanti in rapporto alla popolazione scolastica, per destinarli là dove vi è carenze di aule.
Il Sindaco De Luca ha sottolineato che, alla conclusione di questo percorso, si procederà alla revoca parziale dell'ordinanza o alla revoca dell'ordinanza riferita a specifici plessi che sono in possesso delle certificazioni previste dalla legge.

Ricordando... Maria Grazia Morabito in Carbonaro

Per ricordare gli eoliani defunti, spazio giornaliero con foto tratte dal nostro archivio.

Clonato il sito web della Polizia Postale. Una pagina fake che appare come una pagina ufficiale del “Commissariato di PS” e che invita a proteggere il proprio account Instagram.

COMUNICATO STAMPA

Il colmo dei colmi nella lotta al crimine informatico è quanto sta accadendo nei confronti di chi combatte questi delinquenti del terzo millennio. Proprio in data odierna, infatti, è stata la stessa Polizia Postale con un proprio post apparso sulla pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” ad ammettere di essere nel mirino di hacker e truffatori telematici che avrebbero clonato il proprio sito web attraverso una pagina fake che appare come quella ufficiale del “Commissariato di PS” ove viene suggerito agli utenti del social network Instagram di proteggere il proprio account, utilizzando un software sviluppato direttamente dalla stessa forza di polizia. Come tiene a precisare con il post in questione la stessa Polizia Postale: “Il donwnload di tale software avverrebbe attraverso il link presente sulla pagina stessa. In realtà, cliccando sul link, si apre una nuova pagina fake , solo apparentemente simile a quella di login di Instagram. E’ bene precisare che il sito ufficiale del Commissariato di PS OnLine è raggiungibile in Rete solo ed esclusivamente al seguente indirizzo www.commissariatodips.it, mentre, su Facebook, la pagina “official” è individuata dalla url https://www.facebook.com/commissariatodips/ . Si ribadisce inoltre che non è mai stato sviluppato alcun tipo di applicazione da parte della Polizia Postale finalizzata a rendere il profilo Instagram “sicuro”. Vi consigliamo pertanto di non cliccare assolutamente sul link né di inserire dati personali, se richiesti.”. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ormai questi malintenzionati utilizzano ogni mezzo, anche il più subdolo come quello di simulare di rappresentare la forza di Polizia nazionale maggiormente impegnata nella lotta al crimine informatico, pur di accedere abusivamente ai nostri dispositivi. 

Accadde oggi alle Eolie... nel 1981

La prima rapina nelle Eolie nella ricostruzione dello storico Pino La Greca

Cedesi "cufuni" (braciere) di seconda mano...dotato anche di contenitore per caldarroste!!!!

Ultima rimanenza di magazzino 😂. Lo trovi sulla Cesare Battisti a Canneto 

Il Santo e la frase del giorno

La Chiesa festeggia oggi San Giovanni Maria Vianney

L' appuntamento di oggi al Centro Studi


Buongiorno ai lettori con questa foto e i nomi dei festeggiati di oggi...con tanto di auguri! .

Gabbiano su scogliera alle Eolie - 
Buon Compleanno a Antonella Gullifa, Francesca Marturano, Francesco Rifici, Manuela Milanese, Enza Travia, Maria Grazia Fonti, Cettina Cincotta, Bartolo D'ambra, Marta Di Maggio, Mattia Mazzeo, Angelina Manfrè, Federico Cannistrà, Loredana Bruno, Anna Spadaro, Lola Simigliani, Domenico Andaloro, Bartola Costanzo, Janetta Ziino, Pia Di Losa, Silvana Urso

venerdì 3 agosto 2018

Vigili del fuoco all'opera a Canneto

Nel momento in cui scriviamo i Vigili del fuoco (caposquadra Pannuccio) sono all'opera a Canneto, sulla parte terminale della Cesare Battisti. Stanno intervenendo su un edificio per eliminare il potenziale pericolo costituito da un cornicione pericolante. 

Canneto. Completata degenza per i cani. Il post del presidente della sezione ENPA di Lipari.

"Il raggiungimento di un obiettivo,perseguito con perseveranza, è la giusta ricompensa per chi, come noi volontari ENPA - scrive su fb, il presidente della locale sezione, Eleonora Zagami - ha lavorato senza sosta per l'ottenimento, legittimo, del traguardo. 
Grazie alla collaborazione con il Sindaco Marco Giorgianni, che si è mostrato sensibile alla problematica,finalmente la degenza è completata. Questo ci permetterà di dare asilo, temporaneo, ai cani dopo essere stati opportunamente sterilizzati, o animali feriti. è il primo importante passo che l'amministrazione compie per arginare il fenomeno del randagismo a Lipari. Non sarà facile, e ci vorrà del tempo ma con l'aiuto di tutti possiamo fare in modo che Lipari diventi un esempio da seguire anche per altri comuni. Contiamo sul supporto di chiunque abbia tempo e voglia di collaborare con noi, in qualsiasi modo, insieme è meglio...". 

Benvenuta Matilde!

E' venuta alla luce, 
Matilde Bartone,
figlia di Carmelo e Martina Gugliotta.
Alla neonata l'augurio di ogni bene.
Felicitazioni per i genitori, i nonni, gli zii e i parenti tutti dalla famiglia Sarpi

Accade oggi alle Eolie... nel 1888.

3 agosto 1888 : 
L’ultima eruzione di Vulcano (nella ricostruzione dello storico Pino La Greca)


La notte tra il 3 ed il 4 agosto 1888 il cratere di Vulcano sussultò violentemente. Furono scene apocalittiche quelle che si videro allora e che, a rapide intermittenze, si susseguirono per ben diciotto mesi. Colonne di fumo che si levavano dal cratere, bolidi di enormi dimensioni che cadevano in mare e nella piana del Porto, nuvoloni di ceneri grigiastre che venivano a posarsi sulla città e le campagne di Lipari. Il primo telegramma, spedito al prefetto dal Sindaco Giuseppe La Rosa in quella stessa notte, suonava così "Verificatesi tre eruzioni di ceneri e lapilli. Per ora nessun allarme".



***

Il Gran Cratere della Fossa iniziò a manifestare la ripresa dell’attività vulcanica sin dal 1873 attraverso forti detonazioni e con l’apertura, nel mese di settembre dello stesso anno, di una voragine nel fondo del cratere sul lato di nord-est, dove era collocata la così detta “Grotta delle fumarole”. Le manifestazioni più evidenti erano date da frequenti esplosioni con getto di vapore, cenere e pietre infuocate. Questo fenomeno era durato circa 45 giorni per poi ritornare alla iniziale quiete. Brevi eruzioni di cenere si registrarono, inoltre, nel luglio 1876, nel settembre 1877, e nell'agosto 1878: finché nel 1879, il 16 gennaio, si rimanifestò lo stato eruttivo allarmante, con energiche esplosioni intermittenti con presenza di vapori, cenere e pietre infuocate. In tale periodo all’interno del cratere si amplio la depressione iniziale sul fianco di nord-est, e subì altre notevoli modificazioni tali da renderlo difficilmente accessibile; per cui fu quasi abbandonata l’industria nel suo interno. L’attività eruttiva cessò nel corso del mese di giugno dello stesso anno, e per i successivi nove anni.
La notte del 3 agosto 1888, infine, il risveglio con il maggior grado di violenza mai registrato a memoria d’uomo nell’isola di Vulcano e nelle altre isole delle Eolie. L’eruzione è preceduta, nella notte tra il 2 ed il 3 agosto, intorno alla mezzanotte, da un leggero terremoto, avvertito esclusivamente dal fanalista che si trovava di guarda sulla Torre del Faro di Gelso, alta 33 metri.
Nella notte tra il 3 ed il 4 agosto dal cratere di Vulcano si vide apparire del fumo nero, rischiarato da frequenti lampi di scariche elettriche: e con detonazioni a poco a poco incalzanti, crebbe la intensità eruttiva, tanto che sul far del giorno, verso le 4,30, incominciarono forti esplosioni, che a brevi intervalli davano fortissime proiezioni di vapori, ceneri e massi infuocati, i quali ricadendo per un raggio di due chilometri dal centro del cratere, determinarono dei danni specialmente sul lato Nord, oggi l’abitato di Porto Levante, che aveva vaste aree coltivate, un caseggiato costituito dalle officine sparse della fabbrica, dall'abitazione del signor A. E. Narlian, (amministratore e comproprietario di Stevenson) e del reclusorio dei coatti, addetti pure ai lavori. I massi che piombavano come grandine, di cui alcuni voluminosi fino a mezzo metro cubico e più, sfondarono i tetti, incendiarono i depositi di zolfo accumulato nei magazzini, divamparono qua e là parzialmente delle vigne, dei boschi di ginestre e di piante arboree.
Gli abitanti dell’area di Vulcano Porto e Vulcanello, fortemente allarmanti, vengono evacuati nella vicina Lipari, mentre quelli del Piano e di Gelso, ancorché intimoriti non subiscono danni particolari se non la pioggia di cenere. Dopo le prime esplosioni forti, altre più deboli ne succedettero fino alle 10 del mattino, quando avvenne una ulteriore violenta eruzione, che eguagliò per intensità la prima.
Dopo le prime eruzioni il vulcano manifesta una tregua di circa 12 giorni, durante i quali da la sensazione di ritornare allo stato di normalità, ma all'alba del 19 agosto ricominciarono le eruzioni con esplosioni violente, sempre accompagnate da forti detonazioni, e con abbondante cenere carica di elettricità e mista ad altro materiale grosso e minuto. Il prodotto eruttivo, rappresentato da una immensa colonna di vapore e di cenere, spinta a due e più chilometri di altezza, si diffondeva nell’aria ed acquistava un aspetto grandioso.


L’attività eruttiva, ad intermittenza, andrà avanti per circa due anni per cessare definitivamente (almeno si spera).

Roux e Casilli incontratevi... a San Calogero. (di Giovanni Rosa)

Il termine mente è comunemente utilizzato per descrivere l’insieme delle funzioni superiori del cervello e, in particolare, quelle di cui si può avere soggettivamente coscienza in diverso grado, quali la sensazione, il pensiero, l’intuizione, la ragione, la memoria, la volontà.(Wikipedia)
In questi giorni di estrema calura, il termine “ragione” si pone al lettore della stampa locale, in ordine al contradditorio pubblico per un fatto accaduto nel convulso periodo di affollamento turistico.
A chi dei due dare ragione? Al navigato Piero o al giovane Antonio ?
Quale il salomonico giudizio su un accadimento che porta alla luce una conflittualità isolana di fondo che esula da interessi economici ma incide profondamente nella fede di entrambi i soggetti ?
Entrambi, a livello mentale, hanno “ragione”…il dissidio nasce da una diversa posizione ideologica, quale conseguenza di quella “diversa fede” che purtroppo rende spesso inconciliabili le opposte posizioni.
Pochi giorni fa , per motivi di ricerca, ho posto alla mia mente la esperienza diretta nel conflitto che nel Donbass ucraino , da anni vede cittadini ucraini gli uni contro gli altri per un motivo ideologico di appartenenza alla Russia.
Una esperienza terribile di confronto ideologico inconciliabile.
Nel momento in cui porgo l’invito a Piero e Antonio di superare il contrasto , in segno di grande stima nei loro confronti , vedrei come favorevole scelta i meravigliosi locali alla terme di S. Calogero.
Giovanni Rosa

Punta da una cubomedusa, bambina italiana muore nelle Filippine

Stava raccogliendo conchiglie sulla spiaggia dell’isola di Sabitang Laya, nelle Filippine, quando è stata punta da una medusa, una cubomedusa per la precisione, che le ha provocato uno choc anafilattico mortale. Una tragedia sulla quale sono scoppiate delle polemiche nel paese asiatico dopo la morte della piccola Gaia Trimarchi, sette anni, bambina romana residente al Portuense, talento del nuoto e atleta del circolo sportivo Fitness Sporting Club 2016. Figlia di un italiano e di una filippina, la bimba si trovava proprio nel paese natio della madre per una vacanza con i parenti. E Gaia il 26 luglio scorso - ma la notizia è stata resa nota solo oggi - stava partecipando a una gita prenotata da tempo dai familiari quando si è messa a gridare disperata per il dolore, come la madre Manette ha raccontato all’Abs-Cbn News.
«Mia figlia - ha detto la madre - amava raccogliere conchiglie nell’acqua bassa, per questo all’inizio ci siamo molto sorpresi che si fosse messa a gridare in quel modo». Con la bambina c’erano gli zii e anche il suo allenatore. La piccola si è rivolta proprio alla mamma dicendole: «Che mi è successo? Ti prego non mi portare più al mare, questa è l’ultima volta». All’improvviso sono comparse bolle viola su una gamba e anche su una mano . I soccorsi sono scattati subito, ma a bordo della barca utilizzata per la gita non c’era nè il kit di pronto soccorso e nemmeno l’aceto che può essere utilizzato in un primo momento per arrestare gli effetti delle punture da medusa. La bambina è stata comunque trasferita con l’imbarcazione in 30 minuti dall’isola alla spiaggia più grande della zona, quella di Caramoan e da lì con una motocarrozzetta fino all’ospedale della località balneare. Ci sono voluti altri dieci minuti. Un tempo troppo lungo perché ormai gli effetti dello choc allergico erano devastanti. «Mi è morta fra le braccia - dice ancora la mamma - dobbiamo fare in modo che questa tragedia sia una lezione per tutti». «Aveva le pupille dilatate ed era in fin di vita», spiega un medico, Minerva Aguirre. «Eravamo pronti a somministrarle alcuni farmaci, ma non abbiamo potuto farlo perché ormai era troppo tardi. Una settimana prima è morta un’altra bimba, di sei anni, sulla stessa spiaggia».

Cosa è la cubomedusa

La cubomedusa è uno degli animali più letali al mondo  (vivono principalmente nelle acque costiere dell’Australia settentrionale e in tutto il bacino Indo-Pacifico tra cui le coste di Filippine, Thailandia, Malesia, India, Papua Nuova Guinea e Hawaii).

Le caratteristiche

L’animale è piccolo, trasparente e dotato di quattro lunghi tentacoli. Di notte si sposta verso la riva perché è attratta dalla luce. Il suo nome scientifico è Carybdea marsupialis e la sua puntura è urticante. Appartiene al gruppo dei cubozoi, lo stesso delle vespe di mare, ossia le meduse killer delle coste dell’Australia. Purtroppo essendo quasi trasparenti è molto facile imbattersi nei loro piccoli tentacoli. Alcune specie di cubozoi sono conosciute come meduse Irukandji, dal nome della sindrome che il loro contatto può scatenare ì

Choc anafilattico immediato

La Cubomedusa (nota anche con il nome Medusa Scatola, Vespa di Mare e Box Jellyfish) contiene delle tossine che attaccano il cuore, il sistema nervoso e le cellule della pelle dell’uomo pizzicato. Nonostante esista l’antidoto, una parte delle persone che ne vengono in contatto non sopravvivono. La strisciata provocata dai tentacoli, è talmente dolorosa che provoca uno choc immediato.

Ricordando ... Vittoria Peluso.

Per ricordare gli eoliani defunti, spazio giornaliero con foto tratte dal nostro archivio.

Sirna (Asp Me) "contesta" la nota dell'assessore De Luca sulla sanità eoliana

Domani a Lipari, raccolta di sangue straordinaria

Domani, Sabato 4 Agosto, dalle ore 8 alle 13, presso l'Ospedale di Lipari, la raccolta di sangue straordinaria per far fronte alla drammatica emergenza nella Provincia di Messina.
Le adesioni pervenute fino a questo momento fanno sperare che la partecipazione sia adeguata alle aspettative.
Dalla Segreteria dell'AVIS di Lipari

Accadde oggi alle Eolie...nel 2008 e nel 2010

Gli eventi riproposti oggi risalgono: il primo al 3 Agosto 2008 ; il secondo al 3 agosto 2010

Il Santo e la frase del giorno

La Chiesa festeggia Santa Lidia di Filippi

"Un mare di cinema" del Centro Studi. Il programma di oggi, 3 Agosto

Buongiorno ai lettori con questa foto di Assuntina Sulfaro e i nomi dei festeggiati di oggi...con tanto di auguri!

Panarea e Stromboli sullo sfondo - 

Buon Compleanno a Marinella Natoli, Alessia Ioppolo, Floriana Lopes, Peppe Gullifa, Gaetano Palino, Laura Calenda, Marco Giardina, Nancy Mandile

giovedì 2 agosto 2018

Sanità isolana: deluse le promesse di attenzione. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi



Vi preannunciamo per domani una nota del direttore generale dell'ASP di Messina che contesta i rilievi mossi dall'assessore Tiziana De Luca

Sondaggio. Bocciato dai lettori il senso unico a Canneto

I lettori che su fb hanno votato il nostro sondaggio sul senso unico, istituito a Canneto, hanno per il 70,4 per cento bocciata la decisione della giunta Giorgianni.
Un 25,75 per cento, invece, la ritiene positiva ma con la presenza di un vigile in pianta stabile.
Il 3,85 per cento si è espresso favorevolmente per il senso unico. 

Ricordando ... Giovanna Alacqua.

Per ricordare gli eoliani defunti, spazio giornaliero con foto tratte dal nostro archivio.

#EMERGENSEA A LIPARI IN SOLI TRE MESI RICICLATE 50.000 BOTTIGLIE DI PLASTICA.

COMUNICATO STAMPA

Installato ad aprile da Marevivo, con il sostegno di Aeolian Islands Preservation Fund, l’eco-compattatore per recuperare le bottiglie di plastica ha contribuito a diffondere comportamenti virtuosi tra i cittadini
In soli tre mesi a Lipari sono state recuperate, e correttamente riciclate, 50.000 bottiglie di plastica che se disposte in fila coprirebbero una distanza di circa 17 km, una distanza pari alla circumnavigazione dell’isola di Stromboli.
Un risultato reso possibile grazie alla macchina compattatrice inaugurata ad aprile da Marevivo nell’ambito della campagna “#EmergenSea: ognuno di noi può fare qualcosa per difendere il mare”, avviata con il prezioso sostegno della Aeolian Islands Preservation Fund in collaborazione con Blue Marine FoundationComune di Lipari - Assessorato all'Ambiente e Istituto Comprensivo Lipari Santa Lucia, dove il compattatore è stato posizionato.
Il riciclo virtuoso ha permesso ai cittadini di ricevere buoni sconto in tutti gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa: Bar Ritrovo La Latteria; Gioielleria- Articoli da Regalo Rita Subba; il Giardino di Lipari, Bar Papisca; La Casa Eoliana; Artesana; San Bartolo Vineria e Dispensa e Marakanà Calcetto Lipari.
«Marevivo con la campagna #EmergenSea – spiega Rosalba Giugni Presidente di Marevivo - punta ad unire attività di sensibilizzazione con azioni concrete, per contribuire a combattere e prevenire il degrado ambientale, e a promuovere comportamenti virtuosi nelle comunità, soprattutto sulle isole minori. Una conferma che ci arriva proprio da Lipari con questo ottimo risultato raggiunto. Ringraziamo quanti si sono impegnati per la realizzazione di questa iniziativa che dimostra come ciascuno può davvero proteggere l’ambiente con semplici gesti e comportamenti corretti».
«Siamo entusiasti di aver supportato il progetto #EmergenSea di Marevivo – dichiara Luca del Bono Chairman diAeolian Islands Preservation Fund - e che con un solo eco-compattatore al momento si siano potuti raggiungere questi risultati. La comunità eoliana dimostra che anche le piccole azioni possono fare la differenza ed avere un impatto rilevante sul territorio, a partire dalle nuove generazioni. E’ significativo infatti che questo progetto abbia nella scuola un partner così importante che contribuisca anche a condividere, diffondere e a far abbracciare iniziative come queste. E siamo solamente all’inizio»

Roux (Nostos) replica a Casilli (LNI)


CHIUSURA DELLA PARTITA
Il Sig. Casilli è intervenuto sulla vicenda delle due mostre Nostos  (“”Il Copialettere”” e “”I mattoni del mito “”) abortite per indisponibilità dei locali.
Dubitiamo che l’intervento sia frutto della volontà personale del sig. Casilli, quanto,  piuttosto,  che sia stato indotto,  ispirato, suggerito dal palazzo e dai suoi contorni “ presidenziali “ nel comprensibile intento di superare l’impasse, deviare l’attenzione, annacquare i termini della vicenda, …  mandando nell’arena  un personaggio sostanzialmente  estraneo all’accaduto e, comunque, nel “ cast “ della controversia, palesemente di secondo piano .
Il sospetto di strumentalità dell’intervento Casilli, è supportato dal palese  imbarazzo  dell’Autore che, pur di far delle “ righe “,  si abbandona ad una pregevole illustrazione della Lega Navale Italiana, fornendoci preziosi riferimenti  sull’epoca di fondazione, sui numeri e le  date dei vari e numerosi provvedimenti legislativi che  ne hanno fatto un Ente Pubblico e che l’hanno successivamente eretta, fin dal 1907, in Ente Morale.-
E’ sicuramente interessante, ma assolutamente fuori posto, la pregevole e dettagliata elencazione dei meriti, dei programmi, delle iniziative e delle attività in corso della Sua Associazione.
Che, non ce ne voglia il buon Casilli, Associazione era ed Associazione resta, … perché così, puntualmente, ripetutamente ed orgogliosamente si autodefinisce nell’ottimo e nutrito sito ufficiale che la stessa Lega Navale Italiana mantiene ed aggiorna  su Internet.- 
Per orientamento personale, suffragato adesso dal suggerimento di tanti Amici testimoni di vicinanza e solidarietà, avremmo voluto non rispondere, sia perché il sig. Casilli, nella fattispecie,  non è assolutamente il nostro interlocutore, sia per evitare di abboccare al tentativo  di gettarla in polemica, con sicure ed inevitabili derive da cortile,  per la grassa gioia delle comari. –
Con rispetto ed apprezzamento (pur disattendendoli) per i suggerimenti degli Amici, abbiamo deciso di chiudere la partita con  una breve nota al sig. Casilli , perché :
I° - Dare un cenno di risposta, prescindendo dai soggetti e dall’oggetto, resta comunque e sempre un fatto di buona educazione ;
II° - E’ doveroso dichiarare che, tolta la parte  celebrativa,  le poche righe dedicate dal buon Casilli alla “sostanza”,  sono un concentrato di inesattezze, imprecisioni, approssimazioni e disinformazione.-
Consideriamo chiusa la partita, rifiuteremo ogni sorta di polemica e non risponderemo ad eventuali ulteriori interventi.
Desideriamo aggiungere una nota propedeutica, forse, ad una più corretta lettura di questo brutto accadimento : la provvisoria, contingente (e speriamo  superata) assenza dalla scena dell’Assessora De Luca, (impedita per motivi  sanitari), ha probabilmente favorito, forse propiziato,  il risultato negativo.- La Sua presenza e la Sua personalità,  amiamo credere, lo avrebbe evitato.-                                                                                                                  
Associazione Nostos
Piero Roux

Teatro. Domani al castello di Lipari "Le voci di dentro"

"Ci sono certi dire ...che ci ricordano tanto quelli di un famoso Ponzio Pilato". Uiltrasporti replica a Giorgianni sulla "questione rifiuti"




Accadde oggi...nel 2008 e nel 2010

2 Agosto 2008
2 Agosto 2010 
ZTL a Lipari da domani divieto assoluto di circolazione ad esclusione di diversamente abili e mezzi per il carico e scarico- Da domani fino al 14 ottobre scatta il divieto assoluto di circolazione per tutti i mezzi, compresi quelli precedentemente autorizzati, nella Ztl di Lipari( Via Vittorio Emanuele e via Maurolico). Il divieto scatterà nella fascia oraria compresa tra le 10,00 e le 12,00 ad esclusione dei diversamente abili e dei mezzi commerciali relativamente alle operazioni di carico e scarico. Lo dispone l'ordinanza n° 82 del 31 luglio. Restano confermati tutti i divieti relativi all'area pedonale già istituita e in vigore dalle 12,00 alle 6,00.

Lipari: Il Consiglio sul "piano casa" dovrà essere riconvocato- Mancava il numero legale stamani alle 9,00 nel consiglio comunale di Lipari che, in aggiornamento, doveva discutere del "Piano Casa". In sei i consiglieri dichiarati presenti anche se, ad onor del vero, bisogna dire che all'esterno dell'aula (si era allontanato per un attimo) vi era anche il consigliere Guarino.
Per Guarino un'assenza, che suona come una beffa, considerando che era stato tra i primi ad arrivare stamani.
Un'altra seduta di consiglio comunale era prevista per le 10. Non si è riusciti a "raccogliere" 11 numero di consiglieri utili. Presenti in 10, ne servivano 11

Eolie: Due scosse di terremoto in mare- Una scossa di terremoto di magnitudo 2.9 è stata registrata ieri alle 21:42:32 dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico Isole Lipari, ad una profondità di 13.4 km, in mare aperto. Una seconda scossa di terremoto di magnitudo 3 è stata registrata alle ore 23:31:53 sempre nel distretto sismico Isole Lipari a 10 km. di profondità. Anche questa scossa si è verificata in mare aperto. Le scosse sismiche rientrerebbero in uno sciame in corso da giorni

Ricordando ... Angela Aiello

Per ricordare gli eoliani defunti, spazio giornaliero con foto tratte dal nostro archivio.

In corso il consiglio comunale su Caolino. Emergenza rifiuti. Si apre uno spiraglio. Gesto di buona volontà degli operatori ecologici

E' in corso a Lipari il consiglio comunale che al primo punto dell'odg ha la "questione Caolino". Presenti 10 consiglieri . In aula in apertura dei lavori anche il sindaco Marco Giorgianni, il vice Gaetano Orto, l'assessore Davide Merenda, il dirigente Mirko Ficarra. Sono poi arrivati gli assessori Tiziana De Luca e Massimo D'Auria.
Finocchiaro, Sabatini e Lo Rizio hanno chiesto di aggiungere all'odg tre emergenze: rifiuti, idrico e sanità. Il consiglio ha dato il via libera.

Su Caolino ha relazionato il dirigente Ficarra. E' stato anche evidenziato che è stata emessa una nuova ordinanza. Al momento, in cui scriviamo, sono in corso gli interventi dei consiglieri.
Aggiornamento: L'argomento su proposta di Sabatini torna in commissione per tutta una serie di approfondimenti
Novità vi sono per quanto riguarda la questione rifiuti. Nell'assemblea di oggi degli operatori ecologici, durata solo un'ora e convocata da Uiltrasporti, è stato deciso di sospendere l'ulteriore assemblea sindacale di 2 ore prevista per giorno 4. Addirittura dopo l'assemblea odierna si è deciso di riprendere a lavorare per un'ora, che inizialmente era prevista come assemblea.
Un segno di buona volontà in attesa della riunione che dovrebbe tenersi, ad inizio settimana, tra Comune, Loveral, operatori e sindacato.
Intanto sembra essersi sbloccati i mandati di pagamento per la Loveral che - come ha evidenziato il sindaco Giorgianni - "erano fermi solo per un blocco verificatosi nel nuovo sistema di pagamento in vigore dal 1° Luglio 2018 che ha condizionato tutti i pagamenti del Comune e non solo quelli indirizzati alla Loveral"

Aggiornamento - ll civico consesso, dopo aver affrontato il tema Caolino, ha approvato il testamento biologico con 9 voti favorevoli. Sui rifiuti ha relazionato il sindaco Giorgianni. Si è poi deciso che sanità e idrico saranno tratttati in una prossima riunione.

Dal domani a Panarea il "Raya Summer Fest 2018". Tra gli artisti Marshall Jefferson, guru della musica house


Raya Summer Fest 2018


PANAREA (ISOLE EOLIE)
Hotel Raya  3, 6, 8, 16 e 18 agosto

Comunicato Stampa  

A PANAREA MARSHALL JEFFERSON, GURU DELLA MUSICA HOUSE


Al RAYA SUMMER FEST di Panarea arriverà anche il guru della musica house, Marshall Jefferson, il produttore di «Move your body», una sorta di manifesto del genere. Jefferson sarà al festival delle Isole Eolie il 18 agosto e non da solo. Sul palco con lui Ananesworld, di origini capoverdiane, nota anche per avere sposato il popolare dj di New York Little Louie Vega. La produzione del Festival, la GStudio Adv, ha così arricchito con un colpo a sorpresa il già prestigioso parterre della grande kermesse dell’Hotel Raya di Panarea, che in passato ha ospitato star come Bob Sinclar e Nicky Romero. In questa edizione 2018, caratterizzata dalla presenza – l’8 agosto – di Robin Schulz e dei suoi hit di grande successo, gli ospiti del Raya potranno ballare anche al ritmo della musica del duo Ofenback, dell’italo-svizzero Edx e degli olandesi originari del Suriname Sunnery James & Ryan Marciano. Schulz, la stella polare della rassegna 2018, è l’autore dei remix più apprezzati dal pubblico, con numeri-record di visualizzazioni su YouTube, mezzo miliardo solo con la più celebre di queste produzioni, l'rmx di «Prayer in C» del duo Lilly Wood & The Prick.

Il RAYA SUMMER FEST è il frutto dell’ingegno di Myriam Beltrami, una delle regine di Panarea: vi sbarcò alla fine degli anni Cinquanta e assieme a Paolo Tilche fece di un rudere con vista sulle sciare di fuoco di Stromboli un accogliente rifugio sospeso tra il cielo e il mare pronto ad ospitare chiunque avesse voluto soggiornare in questo angolo di Paradiso. Nacque così l’Hotel Raya, un luogo che Myriam negli anni ha saputo preservare dalle mire dell’industria turistica. In questo scenario suggestivo da anni si svolgono party e raduni tra i più esclusivi dell’estate e dal 2016 la rassegna con i più affermati dj della scena internazionale, che Myriam Beltrami è riuscita a mettere su con l’ausilio del suo infaticabile staff, guidato da Anna Calì, Giovanni Greco e Giovanni Mandanici. La produzione e l’organizzazione del RAYA SUMMER FEST sono affidate a GStudio Adv, azienda leader nel settore della comunicazione.

Il quasi sessantenne Marshall Jefferson, americano di Chicago, è uno dei pionieri della musica house, nata proprio nella sua città. Cominciò a frequentare la console alla corte di Ron Hardy, dj del Music Box di Chicago, l'ex Warehouse, il locale che aveva dato il nome al genere house proposto del mitico Frankie Knuckles. Jefferson, nel 1986, produsse il primo disco di genere house capace di superare i confini Usa e imporsi in Europa. Era «Move your body», noto anche con il sottotitolo «The house music anthem», l'inno della musica house. In quel periodo Jefferson collaborò anche alla registrazione di «Acid Tracks» del trio Phuture, il primo singolo di acid house. Sottogenere che si diffuse in tutta Chicago. Ma alla lunga Jefferson se ne distaccò per dedicarsi a una forma di musica più spirituale, in seguito definita deep house.

Anané Vega, o Ananesworld, è una cantante e dj di origini capoverdiane. La famiglia fu presto sradicata dalle isole al largo della costa occidentale africana negli anni della lotta per l'indipendenza. Durante un viaggio la giovane Anané restò incantata da New York e decise che lì avrebbe costruito il suo successo, ribellandosi peraltro alla volontà della sua stessa famiglia, che riteneva, come si legge nella biografia pubblicata sulla sua pagina, che le donne fossero inferiori all'uomo e dovessero limitarsi a badare alla casa e ad allevare i figli. Non fu così per Anané, già avvezza alle passerelle grazie ai concorsi di bellezza: con i pochi risparmi che possedeva si trasferì nella città della grande Mela, dove - tra studi di danza e teatro - approdò presto alla musica, la sua grande passione. Fino ad incontrare il grande dj Little Louie Vega, che sarebbe poi diventato suo marito. Anané sbarcò così nel mondo dell’house, mettendo in mostra tutta la sua creatività. «Adoro - dichiara - la capacità di condensare tutto il meglio della musica in un momento in cui è possibile fare esplodere una festa. Puoi inserire qualsiasi musica, non è imbarazzante, hai la folla nel palmo della tua mano». 

IL PROGRAMMA
A Marshall Jefferson e Anané Vega è affidato il compito di chiudere il RAYA SUMMER FEST, il 18 agosto.

Le altre date sono altrettanto affascinanti. Si comincia venerdì 3 agosto con
Maurizio Colella, noto sulla scena con il nome di EDX, campione del remixing, tanto da avere messo mano alle produzioni di artisti del calibro di Bob Sinclar, Axwell, Armand van Helden, Steve Angello, Kool & The Gang, per citarne solo alcuni.

Il 6 agosto toccherà agli Ofenbach. Sono due ragazzi di Parigi, Lo e César Laurent de Rummel. Genere deep house e pop dance, la loro «Be Mine» è stata un must dell’estate 2017. Un successo subito replicato con «Katchi», remake del brano di Nick Waterhouse, che ha collaborato alla parte vocale.

La serata clou è quella di mercoledì 8 agosto, quando sul palco salirà Robin Schulz: l’artista tedesco ha raggiunto un successo planetario nel 2014 con il remix del brano Waves del rapper olandese Mr. Probz. Poi, sempre nel 2014, con l'album Prayer contenente il famoso remix di Prayer in C, del duo Lilly Wood and the Prick, e il singolo «Sun Goes Down» al fianco di Jasmine Thompson. Da allora una hit dopo l'altra: nel 2015 ad aprile il singolo «Headlights» con la collaborazione di Ilsey, e a luglio la splendida «Sugar» (370 milioni di visualizzazioni YouTube), con la melodiosa voce dell'allora neppure ventenne cantante canadese Francesco Yates.

Il 16 agosto sarà la giornata di Sunnery James & Ryan Marciano. Il duo arriva da un'altra grande capitale europea, Amsterdam. Sono entrambi di origine surinamese. Sunnery, oltre che come dj, è popolare per avere sposato nel 2010 la supermodella Doutzen Kroes, anche lei olandese, uno degli angeli di Victoria's Secret. I due dj si sono incontrati nel 2006, ad Amsterdam, nel negozio di abbigliamento in cui lavorava Sunnery e dove Ryan aveva fatto domanda per uno stage. Lavorando insieme, hanno scoperto di avere musicalmente molti punti in comune ed è nato un duo che presto ha spopolato in tutta Europa. Il 18 agosto infine closing-party di altissimo livello con Marshall Jefferson e Anané Vega.

LINK DEI VIDEO DEGLI ARTISTI OSPITI

Prayer in C Remix (Robin Schulz)

Be Mine (Ofenbach)

Waves Remix (Robin Schulz)

Affective Ep (Sunnery James & Ryan Marciano)

Move your body (Marshall Jefferson)

SITO UFFICIALE:

INFO & TICKETS:
📧 booking@gstudioadv.it
📞 +39 392 0756506 (WhatsApp)

PRESS CONTACT:
📞 +39 366 5008977

PARTNER & SPONSOR:
GREY GOOSE – CONTADI CASTALDI – TRIDIAL – AIR PANAREA –
CENTRO PORSCHE CATANIA – BULLDOG – LA CUBA – VIVO CONCERTI

Il Santo e la frase del giorno

La Chiesa festeggia oggi Sant'Eusebio da Vercelli

Caolino e Registro testamenti biologici.Oggi consiglio comunale a Lipari


Piccoli delfini e mamme in libertà. Il "Nursery Group" ripreso a Filicudi (con video)

A girare il video sono stati i ragazzi dell'associazione Filicudi Wildlife Conservation (su facebook li trovate a questo link): uno spettacolo di mare, cielo e madre Natura racchiuso in un "Nursery group" di delfini.
Cuccioli e mamme che nuotano insieme in libertà, a largo dell'isola di Filicudi, nell'arcipelago delle Eolie, si tratta di "stenelle": esemplari della famiglia dei delfini e a loro molto simili per l’aspetto ma con un corpo più piccolo, snello e slanciato.
L’associazione opera da diversi anni tra i mari di Sicilia e fino a oggi ha censito 42 delfini, compreso questo gruppo si muove vicino alla barca nel silenzio di un assolato giorno estivo. IL VIDEO :

Rifiuti : il sindaco Giorgianni replica alla nota del sindacato, diffida la Loveral al pagamento degli stipendi e chiede di non interrompere ulteriormente il servizio.

COMUNICATO
Leggo sugli organi di stampa la nota di UITRASPORTI (di cui ero tra l'altro già a conoscenza , poiché la stessa mi era stata personalmente inviata) con cui si comunica che sono stati indetti altri 2 gg di parziale sospensione nel corso dei quali è stata convocata un' assemblea di due ore per turno, in cui gli operatori della N U si asterranno dal servizio.
Questi ulteriori due giorni fanno si che negli ultimi 10 gg sono state indette ben 5 assemblee, praticamente un giorno si ed uno no, con evidenti conseguenze sulla qualità del servizio prestato.
A tal proposito ho già inviato nota a tutte le parti interessate chiedendo di non interrompere ulteriormente il servizio e diffidando la ditta Loveral ad eseguire immediatamente i pagamenti dovuti al personale, anche perché il ritardo, vero o presunto, delle somme dovute dal Comune di Lipari, non giustifica il mancato pagamento degli stipendi al personale impiegato in un servizio di pubblica utilità, che condiziona anche la tenuta delle condizioni igienico-sanitarie del territorio.
Nello specifico il Comune di Lipari ha già emesso mandati a favore della Loveral per più di 300.000,00 euro e sta solo attendendo la conferma del loro buon esito non per una mancanza del Comune, ma per un blocco verificatosi nel nuovo sistema di pagamento in vigore da gg 1 di luglio 2018 che ha condizionato tutti i pagamenti del Comune e non solo quelli indirizzati alla Loveral.
Nella stessa nota protocollata oggi si convocano le parti. Stupisce però (a dire il vero non stupisce affatto) che tra i punti all’ordine del giorno di una protesta così condizionante e condotta tra fine luglio e i primi di agostano non vi siano i ritardati pagamenti che sono al secondo punto della missiva ma l’adeguamento del contratto di lavoro ed il riconoscimento di una diversa classificazione di parte del personale.
Mi lascia perplesso inoltre, l’accusa che mi viene rivolta di aver un atteggiamento “poliziesco”, termine che io non considero negativo, sia per il fatto che sottintende il modo di operare di una forza dell’ordine che gode di tutto il mio rispetto , sia perché ritengo di aver giustamente attivato ogni struttura di controllo, compresa la Polizia Municipale, oltre che la SRR e gli uffici competenti, per verificare puntualmente la qualità del servizio prestato e i mezzi utilizzati in conseguenza degli evidenti disservizi degli ultimi giorni.
Il Sindaco

Marco Giorgianni

Buongiorno ai lettori con questa foto di Marco Giaquinta e i nomi dei festeggiati di oggi...con tanto di auguri!

Lipari al calar della sera - 

Buon Compleanno a Angelo Ferlazzo, Antonino Gugliotta, Margherita Muzzioli, Valentina Giardina, Roberto Palamara, Carmoz Aimée, Lorenza Rando, Sebastiano Tusa, Nadia Falanga, Roberta Saglimbeni, Angela Falanga, Lucia Di Benedetto, Tindaro Merlo

mercoledì 1 agosto 2018

Operatori ecologici di Lipari senza stipendio da mesi. Sindacato indice due ulteriori assemblee e critica fortemente "atteggiamento poliziesco" di Comune e SRR



Efficienza energetica e mobilità. Finanziati progetti. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


Accadde oggi....nel 2008

Proponiamo a partire da oggi una nuova rubrica. Andremo a "ripescare" nel nostro archivio articoli su fatti e avvenimenti accaduti alle Eolie in uno specifico giorno del mese...qualche anno prima

CIMO chiede reintegro all'ospedale di Lipari del medico trasferito a Milazzo

COMUNICATO
Il CIMO, sindacato dei medici, fa presente che in questo momento di intenso afflusso di turisti alle Isole Eolie, e a Lipari in particolare, diventa pericoloso ridurre il personale medico gia' ridotto del presidio eoliano ed in particolare al pronto soccorso. 
Per cui se ne chiede l'immediato reintegro del medico al p.s. di Lipari.
Dr. Mario Pettinato (Componente direzione nazionale CIMO) 

Da stasera disinfestazione da zanzare nelle isole minori.


C' è qualcosa che non va ... e puzza!

Ci scrive Gianluca Giuffrè: "Ecco come si presenta il centro di stoccaggio e trasferenza di Ginostra. Siamo invasi dai turisti e dai rifiuti. 
Da Patrimonio dell'Umanità a simbolo della vergogna. 
La nave non arriva dal 26 Luglio ed i rifiuti in bellavista sotto il sole, emano un lezzo che invade tutto il borgo. 
Orfani del Comune di Lipari chiediamo aiuto a chi occhi per vedere ed orecchie per sentire".

Concorso cortometraggi "Eolie in video". La pace dannata di Adelaide De Fino è il miglior corto dell'edizione 2018. Miglio regia per Mauro Maugeri. Premio speciale per Javier Macipe


XXXV Festival Internazionale del Cinema delle Isole Eolie
“UN MARE DI CINEMA”
“Eolie in video”, Concorso dei Cortometraggi
una selezione della
Filmoteca Laboratorio 451
a cura di Andrea Di Falco
 in collaborazione con
Chiara Pitti, Elisa Ragusa, Francesco Savarino

 comunicato stampa
La pace dannata di Adelaide De Fino è
il “Miglior Cortometraggio” di “Eolie in video” 2018

A Mauro Maugeri il premio per la “Miglior Regia”
per il corto documentario “Acquasanta”

Il premio “Speciale della Giuria” va a
Un Minutito dello spagnolo Javier Macipe

La pace dannata di Adelaide De Fino è il “Miglior Cortometraggio” di “Eolie in video” 2018, il Concorso dei Cortometraggi del XXXV Festival Internazionale del Cinema delle Isole Eolie, “Un Mare di Cinema”, in programma a Lipari, dal 23 al 30 luglio scorsi. La direzione artistica del festival è stata opera di Nino Saltalamacchia. La selezione di "Eolie in video" è stata firmata dalla Filmoteca Laboratorio 451 e curata dal giornalista Andrea Di Falco, in collaborazione con Elisa Ragusa, Chiara Pitti e Francesco Savarino.
La giuria della kermesse, ha scelto all’unanimità di premiare La pace dannata. Il corto racconta la storia di Miriam ed Elena. Due donne barricate nel loro condominio, unite dal dolore e dalla disperazione per i due figli arruolati nell'Isis. Fino a quando escogitano un piano per far tornare a casa i loro ragazzi. «Un film breve di straordinario valore artistico – si legge nelle motivazioni della giuria – si caratterizza per una sceneggiatura perfetta, studiata con cura. La storia appassionante vira, lentamente, verso il dramma. Ottima l’attrice protagonista. Esemplare la costruzione del cortometraggio d’autore». Adelaide De Fino è laureata in Arti e scienze dello spettacolo  alla Sapienza di Roma. Nel 2007 è assistente di Andy Garcia e Terry Gilliam al Festival di Spoleto. Si specializza in televisione, cinema e produzione multimediale presso l'Università Iulm, avendo come relatore Gianni Canova, con cui collabora per la trasmissione Il Cinemaniaco, in onda su Sky nel 2010. Lavora per Magnolia alla produzione dell'ottava stagione di Camera Cafè, per Italia Uno. Oggi è autrice e regista di spot e cortometraggi.
Il premio per la “Miglior Regia” è stato assegnato ad Acquasanta del catanese Mauro Maugeri. Il corto è ambientato nel borgo marinaro di Santa Maria la Scala, in Sicilia. La festa della Madonna è l’occasione per ripopolare le case e il porto, silenziosi per il resto dell’anno. Giovani pescatori, vecchi e bambini sono il corpo vivo di riti arcaici legati all’acqua e al riconoscersi come comunità benedetta dal mare. Da ogni parte del Mediterraneo lasceranno la pesca per celebrare, anche questa volta, un "battesimo" esplosivo in cui c'è spazio per tutti. Per la giuria, si tratta di «un documentario breve che desta ammirazione. Eccezionale la fotografia. Efficace la scelta di utilizzare i suoni ambientali. La comunità rappresentata viene descritta attraverso il racconto di una giornata di festa religiosa vissuta con passione. Un cortometraggio tenero, dominato dall’acqua e dai colori». Mauro Maugeri è autore di numerosi documentari brevi di carattere sociale e antropologico con i quali ha partecipato a festival nazionali e internazionali. Nei suoi lavori si occupa di tutti gli aspetti produttivi, in particolare della scrittura, della regia e della fotografia. Dal 2005 è socio dell’associazione culturale “Scarti”, promotrice del festival di cinema Magma, di cui è stato direttore tecnico dal 2006 al 2010.  Negli anni collabora ad una serie di progetti targati Rai, Mediaset e Sky.  Tra il 2009 e il 2017 gira otto cortometraggi documentari, insieme a Daniele Greco: Il cielo sopra Librino, Miemorie, Le facce dell'antimafia, Jeanne e Monia, Il contorsionista, Suoni D’oc, A lu cielu chianau, Three of us.
Il premio “Speciale della Giuria” è andato a Un Minutito dello spagnolo Javier Macipe. È la storia di María, una ragazza che trascorre le sue giornate cercando di raccogliere firme contro una legge che ritiene ingiusta. Ma nessuno ha il tempo di ascoltarla. Quando comincia a disperare, incontra Alejandro, che ha un regalo per lei. «Il cortometraggio – scrive la giuria nelle motivazioni – mette in luce il magistrale talento del regista nel racconto dell’esistenza di una giovane d’oggi, attraverso una descrizione asciutta. Film breve di eccezionale attualità, costruito nel contesto di una storia sincera, condensata in pochi minuti». Javier Macipe ha studiato Comunicazione audiovisiva e si specializza in regia alla Scuola di cinema di Cuba. Il suo primo lungometraggio, Gli svantaggi di non essere Dio, presentato in anteprima al Festival di Malaga, vince numerosi premi nazionali e internazionali. Nel 2014 in Portogallo realizza il suo cortometraggio Os Menino do rio. Sta lavorando al suo secondo lungometraggio di finzione.
Per Nino Saltalamacchia, «l’edizione numero 35 del festival è stata memorabile. Abbiamo registrato un numero di presenze eccezionale. Abbiamo puntato sulla qualità e siamo stati premiati. Dai corti ai lunghi, il festival si è caratterizzato per la ricerca di un cinema d’arte di straordinario impatto emotivo. È un ottimo messaggio per il futuro di questa manifestazione».
 Ufficio Stampa
DocuMedia

 Lipari, mercoledì 1 agosto 2018.  
La video - dichiarazione di Maugeri: