Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 2 agosto 2014

Canneto. Ancora senza acqua il cimitero

Resta per l'ennesima volta senz'acqua il cimitero di Canneto. Lo segnalano i parenti dei defunti costretti, ormai da circa una settimana, a portarsi dietro l'acqua da casa oppure a rimandare il posizionamento di fiori sulle tombe dei propri cari. Possibile non si riesca a trovare una soluzione definitiva?
Facciamo appello all'assessore al servizio idrico Gaetano Orto affinchè intervenga.

Vacanza alle Eolie in barca a vela

Benvenuti su Amazonas, e Sagaponack due splendidi catamarani dotati di ogni comfort, ed allestimenti da suite di lusso.
Rivoluzionate la vostra idea di vacanza..godetevi le Isole Eolie da una prospettiva diversa senza rinunciare alla comodità ed al relax.
Questi sono i nostri servizi:
Uscita giornaliera (a partire da 50€ a persona), possibilità di imbarco a Vulcano, Lipari, Salina, Panarea e Stromboli.
Imbarco ore 9: trascorreremo la giornata visitando le baie più belle ed isolate del nostro arcipelago, prendendo comodamente il sole e facendo lunghi bagni. Per coccolarvi penseremo noi al nostro pranzo con piatti tipici Eoliani. Il rientro è previsto per le ore 18.
Weekend, infrasettimanali e settimane (a partire da 50€ al giorno a persona)
Imbarco a Milazzo, con possibilità di concordare insieme itinerari, baie ed isole da visitare.
Per conoscere tutti i dettagli dei nostri Charter alle isole Eolie visitate il sito  http://www.sagaponackcharter.com/it/charter-isole-eolie.html
Il nostro personale di bordo , attento ad ogni vostra richiesta , sarà lieto di mostrarvi gli angoli più caratteristici di queste meravigliose isole.

Nelle strade di Lipari sempre più buche. E per ridurre i pericoli scatta "il fai da te"


Continuare a parlare dello stato disastrato e disastroso delle strade di Lipari, e dei pericoli per la pubblica incolumità e per i possibili danni ai mezzi, è ormai perfettamente inutile...tempo sprecato.

La speranza è che non accada nulla di grave. 
Per ridurre i pericoli e per "tamponare" qualche voragine qualche cittadino, armato di buona volontà, degli attrezzi e di una buona quantità di cemento, mette in opera il "fai da te".
Al di la della buona volontà....non c'è che dire....siamo ridotti proprio male

Vendesi a Canneto rudere con annesso terreno in area fabbricabile

Vendesi a Canneto (Lipari) rudere con annesso terreno in area fabbricabile.
Il rudere con il terreno, dotato di tre ingressi con possibilità di realizzare un passo carrabile sulla strada provinciale, sono ubicati in località San Vincenzo a 200 metri dal mare.
PREZZO DA VERO AFFARE.
Per informazioni telefonare al 338.29.09.619


Concorso canoro "Da Salina a Sanremo" si afferma Valentina Allegra. Nella sezione danza il duo Alessandro-Ocello

Mare Festival Salina ha incoronato ieri sera quale vincitrice del concorso canoro "Da Salina a Sanremo" Valentina Allegra col brano di Adele 'Make you feel my love'. A premiarla Jury Chechi.
Alla fase finale ha preso parte anche l'eoliana-milazzese Ramona Parisse (nella foto)
Per la sezione danza, presieduta da Kledi Kadiu, si è affermato il duo barcellonese di contemporaneo Chiara Alessandro e Asia Ocello.

Strade, Canneto e anarchia totale. Lettere al direttore

Caro direttore,
premetto che sono una assidua lettrice del suo giornale on line che, nei bui giorni brianzoli, mi mantiene attaccata alla terra della mia povera mamma che, in cerca di lavoro, lasciò quest'isola nel lontano 1948.
Entro nel merito della mia breve lettera che non vuole, assolutamente, essere polemica ma solo un input a chi amministra Lipari e a chi dovrebbe esercitare i dovuti controlli a tutela dei residenti e dei turisti.
Sono tornata a Lipari dopo cinque anni con mio marito e una bimba di sei mesi. Ho trovato una situazione allucinante dal punto di vista della viabilità.
Strade piene buche da fare invidia alle trazzere di campagna, dove si rischia oltre all'incidente anche il mezzo; strade che portano nei punti storici-naturalistici invase da erbe, arbusti e dove la carreggiata diventa poco più di un sentiero. 
Ho provato in prima persona la strada di S. Calogero e quella per Monte ma mi dicono che altre strade sono nelle stesse condizioni o peggio.
Chiudo con Canneto dove risiedo per questa mia vacanza. E' un caos totale con decine e decine di auto parcheggiate (specie nelle ore di balneazione e cioè dalle 9 alle 18 circa) sul marciapiede. 
Possibile che nessuno veda ? Possibile che pedoni e bimbi nei passeggini debbano scendere sulla parte carrabile, per decine e decine di metri, rischiando di essere travolti (è accaduto più volte a noi) ?
Che fa la polizia municipale e quanti altri sono preposti ai controlli? Lipari ha un codice della strada a parte? E se accade qualche incidente? Chi ne risponde?
Ognuno ha il diritto di godersi l'estate, il mare, ma non a discapito della sicurezza altrui.
Scusi lo sfogo ma mi spiace vedere l'isola della mia mamma, ridotta così
Matilde Maria Tavecchio 

COMPRENSORIO MILAZZESE, LA FILCA CISL ACCENDE I RIFLETTORI SULLE OPERE PUBBLICHE FERME PER PROBLEMI BUROCRATICI. “SUL TAVOLO 58 MILIONI DI EURO PER OPERE STRATEGICHE PER TUTTO IL TERRITORIO E PER L’OCCUPAZIONE DEL SETTORE”

Opere pubbliche ferme, lavori appaltati ma bloccati per questioni burocratiche. La Filca Cisl di Messina accende i riflettori sull’emergenza del settore dell’edilizia sul versante milazzese. “Opere strategiche per l’economia e lo sviluppo di tutto il territorio”, sostiene Giuseppe Famiano, segretario provinciale della Filca Cisl.
Sul tavolo, lavori per circa 58 milioni di euro che potrebbero rappresentare una boccata di ossigeno per i lavoratori che vivono giornalmente il dramma del precariato e della disoccupazione.
I dati sono stati illustrati nel corso del direttivo zonale della Federazione degli Edili Cisl che si è tenuto a Milazzo.
Tra gli esempi evidenziati dalla Filca Cisl ci sono i lavori che interessano il porto di Milazzo, con un importo di 7.682.236,96 euro affidati il 16 giugno 2011 alla ditta F.lli Scuttari e a tutt’oggi fermi. Quindi il pontile di Giammoro, importante opera per lo sviluppo dell’area industriale, i cui lavori per circa 21 milioni di euro, sono stati appaltati a dicembre 2012 alla Ricciardello Costruzione ancora fermi.
Sempre a Giammoro ci sono i lavori per il depuratore per 17.923.277,03 euro dove, a causa del mancato pagamento dello stato di avanzamento dei lavorida parte dell’ASI, la Dondi ha sospeso i lavori nel settembre 2012 e licenziato 15 lavoratori.
Altro caso è l’asse del mare tra Villafranca Tirrena e Milazzo, gara appaltata il 27 agosto 2012 per un importo di 1.352.785,99 euro ancora fermi per una perizia di variante al progetto. Quindi i lavori nel lungomare di ponente a Milazzo, per i quali è stata aggiudicata la gara per l’importo complessivo di 1.358.892,61 euro. Infine il completamento del Palasport di Milazzo con un progetto per 650 mila euro da appaltare e il potenziamento del depuratore con un progetto per 8 milioni di euro, la cui gara di appalto è slittata di almeno 6 mesi.
“Sollecitiamo gli enti appaltanti ad attivarsi per lo sblocco delle opere già appaltate – è l’esortazione del segretario generale della Filca Cisl Messina, Giuseppe Famiano – è fondamentale l’avvio delle gare di appalto per dare in tempi brevi risposte vere in termini occupazionali ai lavoratori”.

Tre eventi sismici stamani nelle Eolie e nei golfi di Patti e Milazzo

Una scossa di magnitudo 2.7 è stata registrata stamani alle 5 e 58 nel distretto sismico delle Eolie. Si è verificata in mare, ad una profondità di 7.1 km.
Altre due scosse alle 8 e 19 (2.5) e alle 11 e 14 (2.2) sono state registrate nell'area sismica dei Golfi di Patti e Milazzo

Terzo appuntamento stasera per la Rassegna"Eolie,Donne e Cultura - Premio Caterina Conti

COMUNICATO
RASSEGNA "EOLIE,DONNE E CULTURA - Premio Caterina Conti 2014"
Terzo appuntamento stasera 02 agosto per la Rassegna"Eolie,Donne e Cultura - Premio Caterina Conti 2014" organizzata dal Comune di Lipari.
Ieri serata dedicata alle Associazioni locali sul tema"VIAGGI PER LA LIBERTA':TRA INTIMO E REALTA'". L'Ass.I.dee e la Consulta Comunale Giovanile hanno recitato dei testi dell'"Arte della Gioia" della nota scrittrice siciliana Goliarda Sapienza, donna ricca di intime conflittualità che ha fatto della ricerca della libertà un suo manifesto di vita ed un principio da raggiungere contro pregiudizi e difficoltà materiali dell'esistenza. Moira Casella, Catia Toni e Paola Centurrino con le loro voci e la musica della nota arpista Silvana Urso hanno emozionato la folta platea.
Le parole di Antonella Longo e Nora Liotta, i video di Elena Caronia e l'intervento di Tilde Paino sulla ricerca della reale libertà, l'immigrazione e l'accoglienza, ci hanno lasciato una riflessione in essere: uomini e donne, bambini e madri, che dalla loro terra sono espulsi verso un ignoto, che spesso non clemente, rappresenta per loro un porto di liberazione e libertà.
Stasera LE MALMARITATE - Gruppo Musicale delle Narciso Records di Carmen Consoli: 4 donne che con i loro strumenti ed i loro canti medievali e della tradizione popolare siciliana ci regaleranno della buona musica, che racchiude in sé l'autenticità dei sentimenti delle donne, di quelle donne di un tempo che dalle delusioni per un amore sbagliato trovavano nell'arte melodica la loro soddisfazione, il loro riscatto, la loro rinascita.
SABATO 2 AGOSTO - ORE 21,30
CASTELLO DI LIPARI - Piazzale CHIESA ADDOLORATA E CHIESA IMMACOLATA
"LE MALMARITATE"
L'Assessore
Tiziana De Luca

Vulcano: Si chiamava "Rocce Rosse", era il tempio del divertimento dagli anni 90, oggi totalmente abbandonato

Gli anni d' oro dell' isola di Vulcano, dove la stagione estiva iniziava dall' inizio di maggio per concludersi a fine settembre; si registrava il tutto esaurito nei villaggi, ai tempi Lentia, Baia Fenicia e Vulcano Blu e nei vari Hotel e casa vacanza.
Oltre 20 mila giovani presenti ogni stagione dove le due discoteche Rocce Rosse e Pyro Pyro (gestiti da Manlio Cilona e Martino Ricciardi) risultavano essere per i ragazzi l' attrazione principale dell' intero arcipelago eoliano, difatti, interminabili fino all' alba erano i mezzi a mare che trasportavano comitive di turisti e residenti nelle Eolie.
Uno dei locali principali di Vulcano erano le Rocce Rosse che, dagli anni 90 per oltre 15 anni, ha ospitato tantissimi turisti presenti sull' isola da tutta Italia, registrando il tutto esaurito talvolta per intere settimane. Chi, in quegli anni era in vacanza alle Eolie, e possibilmente a Vulcano, non puo' non ricordare la discoteca Rocce Rosse, oggi in completo stato di abbandono, l' intera area che arriva praticamente fino alle porte dell' hotel Therasia è competamente trascurata. Un vero peccato anche per l' isola stessa, aver lasciato "morire" nel nulla il destino di quel locale che per tutti era insieme al Pyro Pyro (oggi trasformato in abitazione privata) un punto di riferimento

Gli auguri ai festeggiati di oggi

Eolienews augura Buon Compleanno a Marta Casamento che compie 1 anno, a Giuseppe Cracolici, Giacomo Corda, Roberta Saglimbeni, Dino Billè, Tindaro Merlo, Angelo Ferlazzo, Lucia Di Benedetto, Nadia Falanga, Angela Falanga e Sebastiano Tusa

Le novità letterarie del Centro Studi "in tour". Da oggi 2 Agosto

Nell'ambito dei Pomeriggi Culturali Eoliani, sabato 2 agosto e domenica 3 agosto inizierà il tour del Centro Studi Eoliano per la presentazione delle Novità 2014 edite dal medesimo.
Sabato 2 agosto la presentazione avverrà presso la Libreria sull'Isola di Stromboli mentre Domenica 3 agosto sarà la volta dell'Hotel Cutimare di Acquacalda (Lipari): ad entrambe le presentazioni sarà presente l'autore Giuseppe La Greca, storico eoliano di Lipari, con particolare predilezione per la ricerca di episodi ed eventi inediti nella storia delle isole Eolie.
Il volume "Voci dal confino" è un'antologia degli scritti dei numerosi confinati che furono inviati a Lipari (Isole Eolie) nel 1926 per motivi politici dal regime fascista e qui trovarono un'isola bella e accogliente, molto diversa da ciò che si aspettavano.Nell’immaginario degli stranieri e degli antifascisti Lipari era l’isola maledetta, l’isola del Diavolo, la Siberia di Mussolini. La definizione era inaccettabile per gli eoliani: orribile non era Lipari, ma coloro i quali l’avevano trasformata in un luogo di deportazione per secoli. Il desiderio dell'autore, oggi, è quello di ridare voce ai confinati, a «quelli che c’erano», ai protagonisti e ai testimoni diretti della vicenda, per conoscere tramite loro Lipari e gli eoliani. Il libro è arricchito da una raccolta di scatto della fotografa Maria Vittoria Backhaus intitolata "Percorso della memoria. I luoghi del confino a Lipari".
La "Nota sulle miniere di pietra pomice" di Leonardo Bacot è il più antico testo pubblicato sullo sfruttamento della pietra pomice dell'isola di Lipari nella seconda metà dell'Ottocento. Si tratta sostanzialmente di un business plan redatto in lingua francese dall'autore per conto di Gabriel Barthe, titolare della concessione dello sfruttamento del giacimento pomicifero liparoto, finalizzato a dimostrarne la convenienza economica. Dopo anni di ricerche i curatori sono riusciti a reperirlo presso la Biblioteca Nazionale di Francia, a Parigi, ed oggi il Centro Studi lo ristampa raccontando l'avventura degli imprenditori francesi che per primi hanno raggiunto le Isole Eolie ed hanno vissuto la loro vita tra gli eoliani. La nota è preceduta da un'interessante introduzione di Giuseppe La Greca, che chiarisce alcuni aspetti tecnici del processo produttivo della pietra pomice, ed è seguita da alcuni scritti privati e immagini della famiglia Bacot-Vichier che arricchiscono la pubblicazione con una nota di costume.
Nelle prossime settimane le Novità 2014 edite dal Centro Studi Eoliano saranno presentate anche a Santa Marina Salina, a Malfa (isola di Salina) e nell'isola di Panarea.
La presentazione è seguita da aperitivo; l'ingresso è libero, tutti gli interessati sono invitati a partecipare.

Un "lido" per i nostri amici cani. Lunedì si consegna la petizione con centinaia di firme

Lunedì verrà consegnata all’Ufficio Circondariale Marittimo e al Comune di Lipari la petizione, sottoscritta da centinaia di firmatarie e firmatari, con la richiesta di concessione di un tratto di spiaggia dove permettere l’accesso ai cani, con apposita regolamentazione e opportuni accorgimenti. Un piccolo gesto di civiltà e di progresso che, confidiamo, verrà accolto favorevolmente da autorità e enti ai quali spetta decidere la localizzazione e le modalità dell’apertura di un tratto di litorale ai nostri amici a quattro zampe, e che sicuramente apporterà un miglioramento nella qualità di vita della nostra comunità, ma anche agli standard di accoglienza che la stessa oggi offre ai numerosi turisti che viaggiano in compagnia dei loro animali domestici.
Daniela Russo (promotrice della sottoscrizione popolare)

venerdì 1 agosto 2014

Lettere al direttore. "Comitato ex lavoratori della pomice. Priorità a che titolo?"

Caro direttore,
abbiamo avuto modo di leggere sul suo giornale un comunicato stampa, a firma del signor Bartolo Natoli, nel quale si annunciava la nascita di un "Comitato degli ex lavoratori della pomice" 
Ci ha particolarmente colpiti questo passaggio "In ogni caso il comitato richiederà a tutti gli organi, associazioni ed istituzioni competenti di essere ufficialmente invitato, tramite i propri delegati, a partecipare a tutti gli incontri, tavoli tecnici e/o iniziative riguardanti il sito Unesco, il suo mantenimento e la sua gestione che non possono assolutamente prescindere dal coinvolgimento dei lavoratori ex Pumex.
Ci chiediamo e chiediamo a che titolo viene rivendicato questo diritto, questa priorità, rispetto a chi, pur non essendo tra i lavoratori ex Pumex che sono impiegati come precari al comune di Lipari, nelle cave di pomice ci ha lavorato? Ed in aggiunta ha avuto, come alcuni di noi, i propri cari che nelle cave non solo hanno lavorato ma hanno contratto la terribile silicosi...ed  in alcuni casi hanno perso la vita.
Per questi nessuna  "corsia preferenziale"? Ci sono ex lavoratori della  pomice di serie A e altri di serie B ?. 
Ed ancora che senso ha annunciare la costituzione di un "Comitato degli ex lavoratori della  pomice" e poi puntare solo sui 35 ex Pumex?
Lettera firmata

Guardia Costiera Milazzo. Attività e raccomandazioni/consigli

Nel’ambito dell’Operazione Mare Sicuro 2014, anche questa settimana gli uomini della Guardia Costiera del Circondario Marittimo di Milazzo, sono stati impegnati in un’intensa attività operativa lungo i litorali di propria competenza con autopattuglie e con mezzi navali al fine di garantire la sicurezza dei bagnanti a tutela della sicurezza della navigazione del diporto nonché dell’ambiente marino costiero.
Il personale impegnato in detta attività ha accertato che il conduttore di una imbarcazione da diporto adibita al noleggio, intento in navigazione dalle Isole Eolie in direzioine Milazzo, non rispettava le prescrizioni relative alla composizione dell’equipaggio. Lo stesso è stato sanzionato ai sensi del “Codice del diporto” con un verbale amministrativo pari ad euro 100. Il Gommone GC A 64 ha proceduto, altresì, ad elevare due sanzioni amministrative dell’importo complessivo pari ad euro 100, ad altrettanti conduttori di natanti da diporto per violazione dell’ordinanza di sicurezza balneare, per avere ancorato la propria unità ad una distanza dalla costa inferiore ai 200 mt. sostando entro l’area riservata esclusivamente alla balneazione. I mezzi nautici dalla Guardia Costiera di Milazzo hanno, altresì, rilasciato n. 5 Bollini blu” ad altrettante unità da diporto “virtuose” in quanto soggette a controllo con esito positivo. Il personale della Delegazione di spiaggia di Patti, inoltre, ha sanzionato il gestore di uno stabilimento balneare per mancanza delle dotazioni di sicurezza prescritte dall’ordinanza balneare elevando un verbale di euro 1.032. lo stesso personale ha inoltre sanzionato un perscatore subacqueo sportivo sorpreso in attività di pesca con fucile subacqueo entro 200 mt. dalla costa. allo stesso è stato contestato un verbale amministrativo di euro 1.000 e si è proceduto al sequestro del fucile e del pescato.
A tal proposito il locale Comando della Guardia Costiera di Milazzo vuole dare alcune raccomandazioni/consigli per un corretto esercizio di tale attività sportiva/ricreativa:
"MARE SICURO" - Pesca subacquea sportiva
La pesca subacquea sportiva può essere effettuata solo nelle ore diurne e senza l’uso di apparecchi ausiliari di respirazione osservando le prescrizioni sotto indicate ed eventuali altre indicate nelle Ordinanze dalla locale Autorità Marittima:
- distanza superiore a 500 metri dalle spiagge frequentate da bagnanti;
- distanza superiore a 100 metri da reti da posta;
- età minima per praticare la pesca con fucile subacqueo: 16 anni;
- divieto di transitare in zone frequentate da bagnanti con arma subacquea carica;
- segnalazione con galleggiante provvisto di una bandiera rossa con striscia diagonale bianca visibile a 300 metri; se è presente un mezzo nautico di appoggio, la bandiera va issata su di esso;
- il subacqueo non si deve allontanare oltre i 50 metri dalla bandiera segnaletica;
- divieto di raccogliere corallo, molluschi e crostacei.

Comunicazione per i componenti i seggi elettorali delle Europee

Sono in pagamento presso l'Unicredit di Piazza Luigi Salvatore D'Austria a Lipari le indennità per presidenti, segretari e scrutatori relative alle scorse consultazioni elettorali (Europee)

Regione. Manovra ter, approvazione notturna fra le polemiche

È stata approvata solo all’alba di oggi,con 42 voti favorevoli, 21 voti contrari e 1 astenuto, dopo una maratona d’aula durata quasi venti ore, la manovra finanziaria all’Assemblea regionale siciliana. Una manovra stravolta rispetto al testo iniziale, che permetterà di pagare solo migliaia di stipendi e di finanziare diversi enti e associazioni ma che caricherà la Regione di un nuovo mutuo da 55 milioni di euro.
Non sono mancate le polemiche, gli scontri d’aula, anche all’interno della maggioranza e persino un insulto arrivato dal deputato autonomista Giovanni Greco al collega disabile del Pd Franco Rinaldi. Un insulto (“ringrazi il suo handicap…”) costata a Greco l’espulsione dall’aula da parte del presidente Ars Giovanni Ardizzone.
Via libera dalla Finanziaria a tagli per circa 7 milioni di euro ma anche all’allegato 1 che paga anche gli stipendi dei dipendenti delle società collegate alla Regione e alla norma su enti e associazioni della ex Tabella H. È stata proprio l’ex Tabella H la norma più contestata dall’aula con una discussione durata quasi dieci ore. Adesso si attende la decisione del Commissario dello Stato Carmelo Aronica 

Sottomonastero. Serrati controlli della Guardia Costiera

Giornata di serrati controlli, e ove si è reso necessario di "pugno duro", da parte della Guardia Costiera di Lipari nell'ambito portuale di Sottomonastero e nelle limitrofe aree di pertinenza.
L'operazione, che si potrebbe battezzare "porto pulito"  ha riguardato sia l'accesso all'area portuale sia l'attività di coloro che operano ed agiscono in quella zona. 
Il tutto nell'ottica di rendere l'area più vivibile ed in linea con quelle che dovrebbe essere la sua destinazione-utilità. 
Sono stati anche elevati nei verbali per violazione delle norme che disciplinano la sosta nell'area posta alle spalle delle agenzie, di competenza portuale
I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni. 
La foto a destra rende l'idea della "pace" e dell'ordine che regnava stamattina nel porto. 

Santa Marina Salina : spara con un fucile al vicino e aggredisce i Carabinieri, arrestati padre e figlio.


COMUNICATO STAMPA COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI

Nel pomeriggio di ieri intorno alle 16, i Carabinieri della Stazione di Santa Marina Salina, agli ordini del Maresciallo Ordinario Gabriele BIANCHI, ricevono una telefonata da parte di una donna che in lacrime richiede l’intervento dei Carabinieri perché qualcuno ha sparato a suo marito. I Militari, giunti sul posto in pochi minuti, ovvero in prossimità di un terreno agricolo nella frazione “Lingua”, dopo aver chiamato il 118 e aver prestato i dovuti soccorsi alla persona ferita, un 37enne militare dell’esercito e residente a Busto Arsizio, rivolgevano la loro attenzione alla persona che aveva sparato. I Carabinieri, quindi, facevano irruzione a casa dei Natoli, confinanti con il terreno dove era stata colpita la vittima. Vistosi scoperto, Natoli Antonino 63enne di Salina, nel tentativo di divincolarsi e di darsi alla fuga aggrediva i Carabinieri intervenuti colpendoli con calci e pugni. Suo figlio, vista la resistenza opposta dal padre, si scagliava a sua volta sui Carabinieri aggredendoli. Nel frattempo però arrivavano sul posto altri militari in ausilio che bloccavano i due, padre e figlio, dichiarandoli in arresto in flagranza :

- Il primo Natoli Antonino 63enne di Salina, agricoltore, per tentato omicidio, resistenza, violenza minaccia e lesioni a pubblico ufficiale;
- E suo figlio Natoli Tindaro 35enne di salina, agricoltore, esclusivamente per resistenza, violenza minaccia e lesioni a pubblico ufficiale;
I militari perquisivano l’abitazione dei Natoli e sequestravano 3 fucili da caccia legalmente detenuti, tra i quali una doppietta dalla quale erano stati esplosi due colpi a pallini da caccia.
Alla base della vicenda ci sarebbero dei dissapori legati alla proprietà di un terreno agricolo. Già nei giorni scorsi, i Carabinieri erano intervenuti su dei litigi tra loro che però sembravano essersi ricomposti in maniera bonaria. Nessuna delle due parti infatti aveva ancora proceduto per vie legali e nessuno poteva immaginare un epilogo del genere. Nella giornata di ieri, invece, all’apice di questi attriti, con modalità che sono ancora in corso di accertamento, Natoli Antonino imbracciava uno dei sui fucili da caccia e da distanza relativamente breve esplodeva due colpi caricati a pallini all’indirizzo del suo vicino, ferendolo seriamente agli arti inferiori. Resosi conto di ciò che aveva fatto ritornava a casa per cercare di nascondere l’arma, ma l’immediato intervento dei Carabinieri rendevano vano ogni suo tentativo.
Il ferito veniva trasportato tramite elisoccorso all’ospedale Papardo di Messina dove si trova tutt’ora ricoverato non in pericolo di vita.
I Carabinieri intervenuti, aggrediti dai due arrestati, riportavano lievi ferite, escoriazioni e contusioni.
Natoli Antonino su disposizione dell’Autorità giudiziaria veniva tradotto presso il carcere di Messina Gazzi mentre il figlio Natoli Tindaro veniva ristretto presso propria abitazione in regime arresti domiciliari.

Vendesi a Canneto terreno agricolo coltivato ad alberi da frutta e vigneto

Vendesi a Canneto (Lipari), in zona San Vincenzo, terreno agricolo confinante con la strada  provinciale.
Il terreno è recintato ed è coltivato ad alberi da frutta e vigneto.
E' dotato di due  ingressi
Prezzo Affare
Per informazioni chiamare il 3388209619

Lipari. "Donne&Cultura"

Si è svolta ieri 31 Luglio 2014  la prima serata della Rassegna culturale “Eolie, Donne e Cultura – Premio Caterina Conti 2014” (31 Luglio, 1-2-3- Agosto 2014) organizzata dal Comune di Lipari, nello splendido scenario del piazzale della Chiesa dell’Addolorata, accanto alla Chiesa dell’Immacolata, al Castello di Lipari.

 Dopo la presentazione della Rassegna ed il saluto dell’Assessore Tiziana De Luca, è partito con slancio il primo appuntamento dedicato alle Donne nel Mito, nella Storia e nell’Archeologia grazie ad un interessante intervento del Direttore del Museo Arch.Reg.le”L.Bernabò Brea”, Dott.ssa Maria Amalia Mastelloni ed alla rappresentazione dell’Ass. teatrale Piccolo Borgo Antico “Le Donne al Parlamento”di Aristofane.
Più di un centinaio di persone, tra abitanti e turisti, hanno partecipato all’evento ed hanno trascorso una piacevole serata all’insegna di un passato mitico ed archeologico che non poteva che inaugurare una rassegna dedicata alle donne, ma che fa dell’attenzione al proprio territorio ed alla propria storia un leitmotiv essenziale.
Vi aspettiamo stasera con il secondo appuntamento”VIAGGI VERSO LA LIBERTA’:TRA INTIMO E REALTA’ “ che vedrà esibirsi, attraverso letture, racconti e voci che decantano  la sensibilità e la forza delle donne, l’Ass. culturale I.DEE e la Consulta Com.le Giovanile di Lipari, sulle note della nota Arpista Silvana Urso, a seguire l’ospite d’onore della serata, il Sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini e per finire l’intervento di Tilde Paino sull’immigrazione e le donne a Lipari.
VENERDI’ 01 AGOSTO ORE 21, 30
CASTELLO DI LIPARI
(Piazzale Chiesa dell’Immacolata e Chiesa dell’Addolorata)
2° Appuntamento della RASSEGNA
“EOLIE, DONNE E CULTURA – PREMIO CATERINA CONTI 2014”
L’Assessore Tiziana De Luca

Stop ai mozziconi abbandonati sulle spiagge italiane grazie a “Ma il mare non vale una cicca?”. Anche il comune di Lipari aderisce all'iniziativa

Il 2 e 3 agosto torna la campagna promossa da MAREVIVO per proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi. Saranno distribuiti 120.000 posacenere su oltre 400 spiagge italiane, comprese 22 Aree Marine Protette.
Anche IL COMUNE DI LIPARI partecipa all’iniziativa e nelle date 2 e 3 agosto 2014 le spiagge e porticcioli di Lipari, Vulcano, Filicudi, Alicudi, Stromboli e Panarea vedranno la presenza di volontari che distribuiranno gratuitamente i posaceneri “salva-ambiente”.
Come ogni anno, la campagna è promossa dall’associazione Marevivo in collaborazione con JTI (Japan Tobacco International), con il supporto del Sindacato Italiano Balneari, il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e il sostegno del Corpo delle Capitanerie di Porto. Testimonial dell’edizione 2014 Massimiliano "Max" Giusti, attore, comico, conduttore televisivo, doppiatore e imitatore, che ha deciso di sostenere la campagna, condividendo l’impegno di Marevivo a difesa del mare italiano.
L’iniziativa intende dunque promuovere un gesto semplice, da cui dipende però l’integrità delle nostre spiagge e dei nostri mari: riporre il mozzicone di sigaretta nell’apposito posacenere anziché abbandonarlo sulla spiaggia. 
Difendiamo il nostro ambiente affinchè resti sano e pulito il più a lungo possibile.
L’Assessore all’Ambiente
Tiziana De Luca

Gli auguri ai festeggiati di oggi

Eolienews augura Buon Compleanno a Clarissa Cipriano, Domenico Parisi, Gianluca Pini e Sara Bartolone

I deputati M5S Villarosa e D'Uva visitano a sorpresa l'ospedale di Milazzo

COMUNICATO
I deputati Alessio Villarosa e Francesco D’uva comunicano che Lunedì 28 Luglio hanno effettuato una visita a sorpresa al nosocomio Milazzese, l’iniziativa nasce dall’esigenza di verificare l’eventuale persistenza dei problemi riscontrati durante la precedente visita, oltre che dalle numerose segnalazioni che i deputati ricevono dalla cittadinanza. 

Una delle segnalazioni ricevute con più frequenza riguardava la presunta mancanza di anestesisti. La dott.ssa Emanuele, attuale Direttore Sanitario della struttura, ha confermato la mancanza, o meglio, l’assenza, degli anestesisti, asserendo che la maggior parte degli stessi risultino spesso “assenti” per malattia, maternità, paternità, allattamento, privilegi della legge 104 o infortuni vari e convalescenze. Questa situazione crea numerosissimi problemi soprattutto per quanto riguarda i reparti inerenti la chirurgia che si trovano costretti ad operare solo in urgenza creando però lunghe liste d’attesa per le “semplici” operazioni di routine. In particolare si è notato come il reparto di ortopedia abbia una lista d’attesa di circa 200 persone e che negli ultimi 20 giorni abbia potuto effettuare, causa assenze degli anestesisti, solo 6 operazioni!
La dott.ssa Emanuela informava i deputati di aver fatto presente più volte al direttore generale Dott. Sirna la problematica, ricevendo, dallo stesso, rassicurazioni sulla creazione di un progetto ad hoc per garantire la copertura/sostituzione del personale che si “assenta” dal lavoro usufruendo, ed utilizzando con abilità, tutto ciò che l’attuale normativa prevede. Purtroppo però, ad oggi, non si riscontra nessun’azione concreta e molte persone vengono rimandate a casa o dirottate in altre strutture. I deputati hanno avuto modo di constatare che, dopo all’accorpamento degli ospedali di Barcellona e Milazzo, i cittadini di entrambi i comuni vivono ancor più disservizi.
Altra stranezza che i deputati hanno riscontrato nel presidio Mamertino è la presenza di un servizio territoriale quale il PPI, gestito dal distretto (figura esterna al P.O.) che però si trova all’interno di quest’ultimo. Punto di Primo Intervento che dovrebbe svolgere un’importante funzione di filtro per il pronto soccorso trattando i codici bianchi senza dover effettuare ricoveri e sgravando il PS da prestazioni non urgenti, ma che per problemi di connessione al pronto soccorso e di gestione, derivati dalla diversa figura gestionale, non garantisce in piena regola la sua reale funzionalità. I deputati sperano in una rapida attivazione di un servizio essenziale quale l’OBI (Osservazione Breve Intensiva), previsto già nel vecchio piano ospedaliero, che permetterebbe al presidio un ulteriore smaltimento dei ricoveri impropri.
I deputati M5S ritengono infine che il presidio sia in buono stato, non hanno più riscontrato, durante la loro visita, la fila alla cassa ticket, e sono stati informati dalla dott.ssa Emanuele del futuro spostamento, della cassa ticket in un’ala appena ristrutturata, lontana dall’ingresso principale facilitando così l’accesso per i malati che non possono deambulare. Ottimo riscontro anche per la nuova ala destinata al centro trasfusionale. 
I deputati del MoVimento5stelle invieranno ufficialmente il report, redatto durante la visita ispettiva, al responsabile Dott. Sirna in modo da metterlo al corrente della situazione allarmante e continueranno, nelle prossime settimane, la loro azione di controllo delle varie realtà ospedaliere segnalando le mancanze riscontrate nei vari presidi visitati, in modo da far avere ai cittadini risposte rapide volte alle soluzioni dei numerosi problemi dei nostri ospedali.

Lingua (Salina). Spara al vicino con il fucile. I carabinieri lo arrestano insieme al figlio

Padre e figlio sono stati tratti in arresto ieri dai carabinieri a Lingua (Salina). 
Il primo - secondo quanto si apprende- ha ferito, con un colpo di fucile, un vicino di casa.
I carabinieri, prontamente intervenuti, sono stati fatti oggetto di resistenza e di minacce da parte dell'uomo. 
Per lo stesso atteggiamento(resistenza e minacce) il figlio, intervenuto a supporto del padre, è stato anch'esso arrestato.   

giovedì 31 luglio 2014




Malfa. 1° Agosto denso di appuntamenti presso la Sala Polifunzionale

1° agosto 2014 - ore 19,00 (Sala Polifunzionale Comune di Malfa)
Incontro con Bruno BRANCIFORTE su presentazione di tre video
- "ALLA BELLEZZA SE ESISTE" (proiezione e libro)
- "IL FALCO CHE NON SAPEVA NUOTARE" (video)
e la terza proiezione... a sorpresa!
E, infine, presentazione del libro
"LA STORIA DELLA SQUADRA CHE NON C'E' PIU' ".
L' incontro sarà preceduto dalla presentazione del libro " LA SICILIA E' TERRA NOSTRA, VALORIZZIAMOLA" di Aldo PALMERI.
(Nella foto: da sin.Bruno BRANCIFORTE, Salvatore LONGHITANO e Antonio BRUNDU nel Patio della Biblioteca Comunale di Malfa nel 2013).

Al limite...estremo dell'inciviltà e senza timore alcuno. Nelle foto di Nunzia Cincotta l'ennesima discarica in pieno centro storico

Proliferano discariche di ogni genere a  Lipari....in ogni angolo e in ogni dove. Nelle foto l'ultima in ordine di tempo...in Via Isa Conti.
Ed il territorio, l'ambiente già "moribondi" per l'incuria...subiscono ancora.
Visto che all'inciviltà non si riesce a  porre fine e non si riesce a beccare nessuno sul fatto....un sistema di videosorveglianza...almeno nei punti strategici...è davvero impossibile ?

E nella rotonda ex Esso....spuntò il gozzo

Abitanti di Pianogreca e Montegallina sul "piede di guerra" per la strada abbandonata, pericolosa e disastrata preannunciano iniziative giudiziarie

Facendo riferimento alla petizione che si allega alla presente, inoltrata al protocollo Generale del Comune di Lipari in data 29/05/2014 con prot. n° 14558, a firma dei residenti e/o proprietari di immobili siti nelle località Pianogreca e Montegallina di Lipari, rappresentante il grave pericolo derivante dalle profonde buche e sconnessioni presenti sulla sede stradale, e sull’invasione di rovi, canne ed erbacce varie che rigogliosi e indisturbati crescono a discapito dell’ampiezza della carreggiata e della visibilità, soprattutto in corrispondenza delle curve, ad oggi non  si è visto nulla, se non qualche effimero intervento da parte di alcuni privati, atti a scongiurare qualche grave incidente che, continuando di questo passo, sicuramente si verificherà. Nonostante diversi solleciti verbali all’Assessore al ramo che, in diverse occasioni, ha riferito che a breve si sarebbe intervenuto, usufruendo degli operai ex Pumex a tale scopo, ad  oggi non si è vista l’ombra di alcun tipo di intervento!
Essendo ormai praticamente nel mese di Agosto, viene spontaneo chiedersi “quando”, ma soprattutto “SE” verranno effettuati gli interventi sollecitati… sembra davvero assurdo, tutto questo! I turisti che percorrono giornalmente le strade che collegano la località Pianogreca alla località Montegallina, prendendosi i loro bei rischi, rimangono stupiti e sconvolti dell’abbandono più assoluto nel quale versano le predette strade. Non osiamo immaginare quali possano essere i loro pensieri! …trovandosi nel capoluogo delle isole Eolie, “Patrimonio Unesco dell’Umanità”…. CHE VERGOGNA!
Risulta pacifico che il perdurare di tale situazione, stante la grave situazione di pericolo, potrebbe causare conseguenze che verrebbero immediatamente segnalate alle Autorità Giudiziarie, configurandosi, chiaramente, delle responsabilità penali, in concomitanza del verificarsi di eventuali incidenti. Oltre al rischio per gli automobilisti e per i motociclisti, GRAVE è il rischio per i pedioni, in quanto i conducenti dei veicoli, a causa del restringimento della sede stradale, non possono mantenere la traiettoria dei propri mezzi, trovandosi sovente costretti a procedere nel centro della strada o, addirittura, sulla corsia opposta!
Per non parlare del rischio incendi: basterebbe che qualcuno gettasse una cicca di sigaretta ai margini della strada, per generare un incendio dalle gravissime conseguenze, stante la vicinanza con le abitazioni…
Detto tutto ciò… COSA STIAMO ASPETTANDO????? La nostra pazienza, sta arrivando al limite, trovandoci tra l’altro a dover constatare amaramente che MAI prima d’ora, si era verificata una situazione del genere, in queste località! Dovremmo tutti star lì a compatire l’Amministrazione per i problemi lamentati e per le difficoltà alle quali deve far fronte, o dovremmo invece PRETENDERE quanto ci spetta di diritto, essendo che tutti paghiamo le tasse ed abbiamo il sacrosanto diritto di aver garantita la Nostra sicurezza, oltre alle normali condizioni di decoro e pulizia degne di un paese Civile?
Gli abitanti di Pianogreca e  Montegallina
La petizione alla quale si fa riferimento nella lettera la si può leggere cliccando su questo link: http://eolienews.blogspot.it/2014/05/strada-comunale-pianogreca-monte.html

Ospedale di Lipari: meno male che c'è. Ci scrive Armando Vernuccio

Riceviamo e pubblichiamo:
Gentile direttore, 
le scrivo per esprimere quanto segue:
Il sottoscritto è nato 45 anni fà nell'ospedale di Lipari,e posso affermare che per la maggior parte della mia vita è stata la mia seconda casa,dato che mia madre Lidia Buonannella,ha esercitato per 44 anni presso lo stesso la professione di ostetrica.
Nel mese di Luglio di quest'anno, per essere precisi il Venerdì 4 alle ore 17 circa portavo mio figlio Riccardo di anni 11 e affetto da disturbo autistico dell'infanzia(da premettere che i soggetti autistici hanno grosse difficoltà a dare spiegazioni,non mi dilungo a spiegare cosa sia l'autismo,sarebbe troppo lungo) al pronto soccorso,mio figlio era in preda a dolori lancinanti al fianco inferiore destro,immediatamente gli venivano fatti tutti gli accertamenti del caso e il medico di guardia chiamava il Dott. Compagno e il Dott.Belfiore che visitavano Riccardo,riscontrando una appendicite acuta,intorno alle 20'00 veniva predisposta la sala operatoria e mio figlio veniva operato,per fortuna tutto è andato bene,e non finirò mai di ringraziare i medici e il personale ospedaliero di turno quella sera,se dovevamo aspettare l'elicottero.......a quest'ora avrei un figlio in meno e occhi che non avrebbero avuto più lacrime da versare,sono stato nei migliori ospedali D'Italia per curare i miei figli posso citarne alcuni: Stella Maris - Pisa,Ospedale di padre Pio a San Giovanni Rotondo, Ospedale dei Bambini Buzzi a Milano,e per ultima ma non meno importante IRCSS E.MEDEA di Bosisio Parini (LC) posso quindi dire,lunghe liste di attesa per esami e ricoveri,lunghi e costosi soggiorni a mie spese(a volte impossibilitato ad affrontare),fatica e disagi per tutta la famiglia, e a chi si lamenta del centro di Canneto dico che"grazie alla guida e al supporto indispensabile del personale medico e degli operatori della riabilitazione del centro di Canneto ho sempre avuto la MASSIMA ASSISTENZA PER LA MIA FAMIGLIA.
Molto spesso sento dire"questo ospedale,non va speriamo che lo chiudano",vorrei dire a chi pensa questo,di avere sempre i soldi e la possibilità per potersi curare e scegliere,ma credetemi stare in una stanza e aspettare che un medico,ti chiami o fissare un appuntamento solo per fare delle domande sul tuo caso,guardate che non è bello,specialmente se ti trovi lontano migliaia di km da casa.Io ringrazio Dio,che ci sia questo ospedale e chi ci lavora,con calore e umanità che fuori da qui è difficile trovare...e credetemi ne ho girati tanti....ma davvero tanti!!
Cordiali saluti
Armando Vernuccio

Lipari. Costituito il comitato degli ex lavoratori della pomice

COMUNICATO STAMPA

OGGETTO: COSTITUZIONE COMITATO DEGLI EX LAVORATORI DELLA POMICE
 A seguito delle vicissitudini lavorative di cui siamo stati incolpevoli protagonisti in questi anni, ma soprattutto in virtù di quanto accaduto negli ultimi 7 mesi, alla partecipata assemblea dei lavoratori ex Pumex tenutasi il 29.07.2014 si è deciso di procedere alla costituzione del comitato in oggetto.

Dalla risultanza delle votazioni il direttivo del comitato risulta cosi’ composto:
PRESIDENTE:             Geom.            Natoli Bartolo                       (n. 24 voti su 24);
SEGRETARIO:             Rag.                Saltalamacchia Osvaldo      (n. 23 voti su 24);
CASSIERE:                  Rag.                Saltalamacchia Neda           (n. 22 voti su 24);
CONSIGLIERE:            Sig.                  Puglisi Francesco                  (n. 20 voti su 24);
                                   Rag.                Mandarano Rosario             (n. 14 voti su 24);
                                   Sig.                  Carbonaro Angelo                (n. 13 voti su 24);
                                   Sig.                  Sturniolo Giacomo               (n. 10 voti su 24).

Il comitato si prefigge di adoperarsi affinché venga posto in essere quanto dichiarato nel verbale conclusivo della missione presieduta dal Prof. Hamilton in visita ufficiale a Lipari dal 21 al 28 Marzo 2007, oltre al rispetto di quanto previsto nel Progetto di Decisione Unesco n. 31 COM 7B.23 e 31 COM 7B24 ed in ogni caso garantire a tutti i lavoratori ex pomice licenziati a causa della chiusura della Pumex, avvenuta alla fine dall’anno 2007, la giusta ricollocazione lavorativa promessa ed ad oggi non mantenuta oltre alla salvaguardia del titolo “Patrimonio dell’Umanità” conseguito dalle Isole Eolie.
In ogni caso il comitato richiederà a tutti gli organi, associazioni ed istituzioni competenti di essere ufficialmente invitato, tramite i propri delegati, a partecipare a tutti gli incontri, tavoli tecnici e/o iniziative riguardanti il sito Unesco, il suo mantenimento e la sua gestione che non possono assolutamente prescindere dal coinvolgimento dei lavoratori ex Pumex.
Il comitato valuterà, infine, ogni e più ampia azione si renda necessaria al fine di tutelare i diritti degli ex lavoratori della Pumex, sia in ordine a quest'ultimo aspetto riguardante la partecipazione alla creazione di un Piano di Gestione del sito Unesco alle Isole Eolie, sia in ordine alla prestazione lavorativa degli stessi presso il Comune di Lipari.
Cordiali Saluti.
Il Presidente (Geom. Natoli Bartolo)

Aeroporto a Lipari. Persa occasione irripetibile. Ci scrive Vincenzo Cincotta

Riceviamo e pubblichiamo:

Si e' persa un'occasione irripetibile
Aviolipari srl da me costituita e chiusa dopo una decina d'anni con grave perdita economica aveva questo scopo e inizialmente era stata incoraggiata da Giacomantonio e poi da Bruno
Prima di tutto parliamo di aereoporto e non di aviopista la quale non consente di avere l'abilitazione al trasporto regolare di linea
Minimo Categoria A3 con circa 1150 metri di pista
Purtroppo molti, in particolare a Quattropani, hanno remato contro e quando c'e' stato il crollo di una parete dello Stromboli, Bruno, da Commissario straordinario per la Protezione Civile, se avesse voluto o avesse potuto fare spianare il sito ( di cui aveva il progetto che tra l'altro era stato inserito nel PRG) almeno per fare atterrare gli elicotteri molto probabilmente oggi avremmo avuto l"aereporto!
In questi ultimi anni le cose si sono ulteriormente complicate, ora c'e' l'UNESCO, la burocrazia si e' ingigantita per dare da mangiare ai Burosauri e neanche il potere politico e' in grado di portare avanti una sia pur minima scelta per cui l'Italia precipita sempre di piu' in un baratro di cui non si vede l'uscita se non cacciando a pedate chi ha occupato il sistema a proprio unico tornaconto e non per il bene della collettivita'
Vedere Aviolipari su yu tube il cui solo rendering mi e' costato 2 mila euro
Saluti
Vincenzo Cincotta 

Gli auguri ai festeggiati di oggi

Eolienews augura Buon Compleanno a Maria Luisa Tesoriero

"Se si segnalano "anomalie" all'ospedale di Lipari non è causa di emotività inespressa ma un messaggio per migliorarlo". Il signor Mandarano replica al dottore Baldanza

Riceviamo e pubblichiamo:
In merito all’intervento del Dott. Baldanza, avente come riferimento le critiche sull’operato dell’Ospedale di Lipari e del suo personale, prendo atto che lo stesso abbia voluto intraprendere le difese dei suoi colleghi. Tuttavia lo stesso Dirigente Medico si sbaglia quando afferma che trattasi di pericolose critiche generiche, perché, a ben vedere, la Sig.ra Biviano (mia moglie), ha parlato di errori di valutazione del reparto dialisi, di medicina e del pronto soccorso: quindi non accuse generiche ma critiche più che legittime, visto e considerato ciò che è assurdamente accaduto, verso specifici settori dell’Ospedale dove, mi pare non presti servizio l’orgoglioso Dott. Baldanza, il quale è apparso preoccupato più che altro per la sua reputazione messa a repentaglio dall’”immaginario collettivo di chi legge certi articoli”.  Lo stesso Dottore parla inoltre di “fatti drammatici denunciati sull’onda di un evento personale drammatico”; personalmente ritengo che certi accadimenti vadano resi pubblici a maggior ragione se poggiano sulle basi di esperienze personalmente vissute, altrimenti, caro Dottore, è in questo modo che si rischia di esporre le persone a pericolose denunce generiche. Inoltre si parla di “Pulizia dei locali, disponibilita' di tutto il personale verso i pazienti, tempi di attesa bassissimi rispetto a cio' che avviene nella terraferma, pazienti trattati come persone e non come numeri ai quali viene collegata una patologia”; per carità tutte cose vere e lodevoli, ma le stesse possono trovare facile spiegazione nel fatto che, rispetto alla terraferma, la mole di lavoro è decisamente più bassa, anche nel periodo estivo, e nella considerazione che lo stesso ospedale è ubicato in un isola dove tutti conoscono tutti. Inoltre, a ben vedere, tutte queste qualità rappresentano o dovrebbero rappresentare la regola di ogni Ospedale che si rispetti e non l’eccezione, condizione necessaria ma non sufficiente, poiché ad esse devono aggiungersi le apparecchiature e le competenze mediche oltreché umane del personale. Tutto ciò rappresenta le legittime aspettative di un paziente quando entra in un Ospedale; ma se lo stesso paziente perde la vita per cause superficialmente valutate dai medici, come accaduto a mia suocera, è altrettanto legittima l’indignazione non solo dei parenti ma di tutta la cittadinanza.
Il Dott. Baldanza ha tirato poi in ballo la chiusura del reparto di ostetricia e i disagi delle donne partorienti ad affrontare viaggi ecc. ecc. Probabilmente lo stesso, per distrazione, non ha notato che mia moglie (la Sig.ra Biviano) ha raccontato di aver dato alla luce uno splendido figlio in quel di Patti dove, nonostante l’emergenza del momento, le comprensibili preoccupazioni di un parto prematuro, i viaggi e le spese economiche sostenute da entrambi, tutti i disagi sono stati metaforicamente cancellati e dimenticati grazie a tutto il personale di UTIN, pediatria e ginecologia, il quale, a dispetto dell’enorme mole di lavoro e di emergenze che devono quotidianamente affrontare, ha dimostrato di possedere delle qualità umane, professionali e competenze mediche di alto livello.
Caro Dottore, se si segnalano certe “anomalie” nell’Ospedale di Lipari, non è a causa di un emotività inespressa, ma è un messaggio latente di migliorarlo questo Ospedale, perché se resterà allo stato attuale, purtroppo ho paura che casi analoghi a quello di mia suocera purtroppo si ripeteranno.

Maurizio Mandarano

Utilità e realizzazione di una aviopista a Lipari. Movimento “Art.1 Autonomia e Libertà” si intesta una raccolta firme

COMUNICATO STAMPA
Il Movimento “Art.1 Autonomia e Libertà” comunica di voler lanciare l’iniziativa “prenota il tuo volo – destinazione Lipari” e ciò avverrà nel mese di agosto nei punti strategici delle isole attraverso una raccolta firme per coinvolgere quante più persone possibili su una questione che viene trattata da ormai troppo tempo e che non può essere più rinviata.
Gli eoliani, ma anche i villeggianti , saranno chiamati ad esprimersi sul tema dichiarando il proprio consenso riguardo l’utilità e la realizzazione di una aviopista.
Noi,da sempre favorevoli,abbiamo affrontato una campagna elettorale mettendo al centro dei nostro programma e condividendo le intenzioni di questa amministrazione, il miglioramento e l’ampliamento del sistema trasporti, dalla realizzazione dell’aviopista al progressivo ma radicale cambiamento dei mezzi in esercizio con l’introduzione di mezzi più efficienti e compatibili con quella che è un’area facente parte del patrimonio UNESCO.
Vi è da tempo l’impossibilità nel garantire la certezza degli orari di arrivo e di partenza,non è più possibile viaggiare con mezzi che percorrono la tratta Milazzo-Lipari in 3 ore,non è più possibile consentire agli armatori che investono nelle isole, di beneficiare dei contributi regionali pur mantenendo prezzi poco accessibili ed utilizzando mezzi obsoleti a danno dell’immagine delle Eolie.
Noi siamo assolutamente convinti di non essere gli unici ad avere fatto riflessioni di questo tipo,pertanto abbiamo deciso di implementare il nostro impegno sul territorio per sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica rispetto a tale tema che non può e non deve avere un colore politico ma semplicemente il comune interesse nel migliorare la base dell’economia locale,il collegamento con la terra ferma!!!
È possibile contattarci al seguente indirizzo di posta elettronica per condividere tale iniziativa: volasulipari@virgilio.it
 Il segretario cittadino
Alessandra Falanga

Previsioni meteo-marine Isole Eolie a cura di Giuseppe La Cava


 Giovedi 31 le precipitazioni al mattino saranno piu' probabili, previste deboli piogge, il vento continuerà a soffiare da ponente-maestro tra il moderato e il teso ed il mare sarà molto mosso al mattino con tendenza ad attenuazione del moto ondoso.La temperatura massima tenderà a diminuire a causa della instabilità , che renderà le giornate piu' fresche e ventilate.Sconsigliata la balneazione e la pesca nei tratti di mare posti ad ovest delle Isole di Alicudi e Filicudi maggiormente esposte al vento a tratti forte di ponente.
Dopo i residui piovaschi mattutini di Venerdi 1 Agosto, il tempo si ristabilirà e inizierà una fase piu' calda prevista tra il 3 e il 5 Agosto con sbalzo termico di 8-10 gradi rispetto alle giornate di Mercoledi-Giovedi 
A corredo dell'articolo vi segnalo link con immagini satellitari e situazione del vento e del moto ondoso nel Tirreno Meridionale http://terminimeteo.altervista.org/satellite.php http://www.meteocefalu.altervista.org/tirrenomer.php

mercoledì 30 luglio 2014

Riqualificazione area pomicifera. Dall'incontro organizzato da Vento Eoliano emersa la necessità di individuare, prima di ogni progetto, i titolari delle particelle catastali

Comunicato Stampa
Nell’incontro organizzato dal Movimento Vento Eoliano svoltosi ieri presso la Frazione di Acquacalda, al fine di valutare le ipotesi di riconversione delle Cave di Pomice,  è emersa chiaramente la volontà e la necessità,  da parte dei  soggetti interessati, di manifestare in democrazia le proprie considerazioni al riguardo.
Convinti che la riconversione e riqualificazione della  zona anzidetta, debba necessariamente essere preceduta da una pubblica discussione con i portatori di interessi occorre avviare una concertazione tra questi  vale a dire tra cittadini di Canneto ed Acquacalda, titolari di concessioni demaniali e stabilimenti balneari, pescatori,  associazioni di categoria ed Autorità Portuale.
Nella partecipata riunione, voluta fortemente dal rappresentante di zona Vento Eoliano  Gennarino Saltalamacchia, i numerosi partecipanti, dopo aver ascoltato con interesse il quadro della situazione formulato dall’Avv. Francesco Rizzo e le ipotesi di riconversione illustrate dalla sig. Falanga Alessandra, intervenuta in qualità di rappresentante del movimento politico “Art. 1” , hanno manifestato le proprie perplessità in merito alle ipotesi elaborate.
Dal dibattito è apparso determinante, affinchè si possano valutare con cognizione di causa le ipotesi avanzate, dapprima tracciare un quadro dettagliato  circa l’effettiva titolarità delle particelle che interessano l’ampia zona oggetto di discussione e dei relativi contenziosi in atto, ragione per la quale, in sede di Commissione Consiliare, allorquando la stessa si riunirà, verrà formalizzata  dal  Consigliere Comunale del Vento Eoliano D.ssa Annarita Gugliotta, una richiesta di approfondimento circa la titolarità delle particelle catastali oggetto di discussione  al fine di indicare con precisione i soggetti proprietari. Richieste già  in parte esperite informalmente.
In conclusione, si annuncia che il Movimento Vento Eoliano, in osservanza a quanto già affermato nel proprio programma elettorale nel 2012, si farà promotore di una petizione affinchè le aree pomicifere ritornino  ad avere una funzione di pubblica utilità.
Il Movimento Vento Eoliano. 

Si è tenuto sul Corso V.E. il sit-in "Lipari for Gaza".

"Lipari for Gaza" si è tenuto stasera a Lipari, sul Corso Vittorio Emanuele  il previsto sit-in.
 Domani serata di solidarietà al Bar Luna Quinta a Marina Lunga a partire dalle 20:30. Verrà proiettato un documentario e verranno raccolti fondi da inviare a Gaza.
Le foto sono di Gaetano Di Giovanni, nostro collaboratore e fotografo professionista




Francesca Rocco e Giovanni Maniero dal Grande Fratello 13 a Vulcano

Francesca (Chicca) Rocco e Giovanni Mariero, dopo la vacanza a Parigi e quella in Calabria, si sono  spostati alle Eolie, per la precisione a Vulcano. La coppia più amata del Grande Fratello 13 si sta, quindi, godendo una vacanza eoliana. I due sembrano più innamorati che mai.
Nelle foto: La sosta a Capo Grillo; in riva al mare;  il rientro nella casa vulcanara "rigorosamente scalzi"

Vulcano. La Circoscrizione plaude all'operato dell'amministrazione comunale

Gentile Direttore,
la Circoscrizione di Vulcano esprime soddisfazione e apprezzamento verso l' Amministrazione comunale,
poichè grazie all'impegno del Sindaco si stanno effettuando sull'isola i lavori di pulizia delle strade , lavori che non venivano effettuati dalla Provincia da 2 anni, tanto che la sede stradale in molti punti era occupata per buona parte dalla vegetazione, sono state pulite anche le due elipiste dell'isola.
Nonostante i tempi di ristrettezze economiche e le critiche l'amministrazione mette l'impegno per raggiungere importanti obbiettivi,come quello della via A. Magnani, dove da qualche settimana sono stati ultimati i lavori, rendendo il centro strorico più accogliente e decoroso.
Sempre in stretto contatto con la Circoscrizione l'amministrazione comunale è sempre presente sul territorio cercando di colmare qua e la le varie lacune, anche se ancora c'è tanto da fare, il prossimo obbiettivo, come da noi più volte sollecitato sarà quello delle Sabbie Nere, dopo il sopralluogo, insieme cercheremo le soluzioni migliori.
Con spirito di sacrificio e dedizione insieme cerchiamo di rendere l'isola sempre più decorosa e accogliente.
LA CIRCOSCRIZIONE DI VULCANO

COMUNICATO STAMPA Apertura al pubblico delle Sezioni Museali distaccate di Panarea e Filicudi

L’Assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’I.S., il Dirigente Generale del Dipartimento dei BB.CC. e dell’I.S., il Direttore del Museo Archeologico Regionale “Luigi Bernabò Brea” di Lipari, sono lieti di poter comunicare che dal 1 agosto p.v. saranno riaperti al pubblico le Sezioni Museali Distaccate di Panarea e Filicudi. 

La riapertura dei due antiquaria rappresenta il raggiungimento di un obiettivo importante dell’Amministrazione Regionale che risponde alla necessità di promuovere interventi finalizzati alla valorizzazione e conoscenza del patrimonio storico – archeologico dell’Arcipelago ed all’esigenza di potenziare l’offerta culturale e l’attrattiva turistica delle due isole. 
Il risultato raggiunto è frutto del proficuo rapporto di collaborazione instaurato dalla Direzione del Museo con il Comune di Lipari, la Curia Vescovile e gli Operatori turistici locali. 
In particolare, sull’isola di Panarea è risultato fondamentale l’apporto ed il sostegno assicurato dalla Confindustria Messina e la sua Delegazione Alberghi e Turismo Eolie, che hanno consentito la realizzazione di una serie di interventi necessari per ridare decoro ai luoghi e consentirne la piena fruizione. 
Sull’isola di Filicudi, invece, preziosa e indispensabile si è rivelata la collaborazione delle ditte locali Scaldati e Letizia e della famiglia Santamaria. 
L’apertura delle due sezioni museali verrà assicurata dal personale dipendente del Museo che, con disponibilità e dedizione, presteranno servizio nelle due isole, garantendo, nel prossimo mese di agosto, l’apertura al pubblico, nelle giornate e negli orari di seguito specificati: 
Panarea: tutti i lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 9,30 alle 14,00 e dalle 14,30 alle 18,00. 
Filicudi: tutti i martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 12,00 alle ore 18,30. 
Nei restanti giorni, su richiesta e previa prenotazione, sarà comunque consentita la visita delle predette Sezioni Museali.

"Sputate pure sul nosocomio eoliano ma...." (di Giancarlo Baldanza)

Le lettere delle 3 Signore eoliane su presunti casi di malasanita' attribuiti all'Ospedale di Lipari presentano vistose lacune e gravi accuse verso le quali non si puo' non reagire, con civilta' ovviamente ma anche con assoluta fermezza. 
L'Ospedale eoliano effettua ogni anno migliaia di prestazioni sanitarie e i presunti casi di malasanita' ad esso attribuiti (l'ottanta per cento delle denunce di malasanita' in Italia risultano infondate!) sono al di sotto della media nazionale. 
Pulizia dei locali, disponibilita' di tutto il personale verso i pazienti, tempi di attesa bassissimi rispetto a cio' che avviene nella terraferma, pazienti trattati come persone e non come numeri ai quali viene collegata una patologia, rappresentano il miglior biglietto da visita del nostro nosocomio, cosi come ci attestano silenziosamente ogni giorno le persone locali e forestiere che si rivolgono a noi per le loro necessita' sanitarie. 
Non siamo esenti da errori, sia ben chiaro, ma risulta inaccettabile che fatti drammatici, ai quali va il massimo del rispetto, specialmente se trattasi di casi luttuosi, vengano denunciati sull'onda di un'emotivita' di un evento personale drammatico, ma rimangono pericolosamente generici nella descrizione oggettiva dei fatti. 
Questa metodica accusatoria coinvolge, nell'immaginario colletivo di chi legge certi articoli, tutto il personale sanitario, soprattutto medico, compresi anche coloro come me che nulla hanno avuto a che fare con i 3 casi denunciati a mezzo stampa. 
A seguito delle 3 lettere molto pesanti indirizzate al presidio sanitario liparoto, le 3 Signore hanno il dovere di formare un comitato pro-chiusura dell'ospedale, cosi da poter vedere quanti tra i 15.000 residenti eoliani sarebbero d'accordo con loro. 
Sputate pure sul nosocomio eoliano, poi quando lo chiuderanno, non arrabbiatevi se anche per una min... min... minima necessita' sanitaria, bisognera' recarsi sulla terraferma, meteo permettendo. 
Per essere chiari, porto un esempio tra i tanti che si possono fare, vissuto personalmente qualche anno fa a Roma. Un mio parente ebbe una violenta colica renale, lo accompagnai al PS di un noto ospedale romano, gli fu attribuito un numero e il codice verde. Abbiamo dovuto aspettare 3 ore e 50 prima che i colleghi romani potessero visitarlo e somministrare le cure del caso. Se a Lipari invece si aspetta oltre 10 minuti perche' il personale e' occupato con altri pazienti..... apriti cielo!.... e giu' fango sulla struttura e su chi vi lavora. Scriveva molto bene Solgenitzing nel suo famoso Arcipelago Gulag:" la liberta' si apprezza quando la si perde" Vogliamo fare altrettanto con l'ospedale di Lipari!? Chiedetelo a tutte quelle mamme e ai loro familiari che, a seguito della chiusura del reparto di ostreticia, sono dovute andare a fare i controlli e i parti lontano da Lipari, chiedete a loro se e' stato un bene o un'odissea. Credo di poter affermare a nome di tutto il personale sanitario e non (chi non dovesse essere d'accordo, puo' pubblicamente dissociarsi) che, nonostante tutto, continueremo a lavorare con la dedizione e il senso del dovere di sempre. I numeri e soprattutto i silenziosi attestati di stima dei nostri numerosi pazienti, cosi come le critiche se costruttive, sono dalla nostra parte. 
Dr. Giancarlo Baldanza - orgogliosamente Dirigente Medico dell'Ospedale e del Distretto Sanitario di Lipari