Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 8 giugno 2013

Amico Albero. Saggio di fine anno dei bambini della scuola dell'infanzia di Lipari Centro (3° Gruppo di foto)

Le foto si ingrandiscono cliccandoci sopra

Nuovi canoni demaniali in Sicilia. Il decreto sarà sospeso

PALERMO – Dopo una settimana dalla pubblicazione del decreto sull'aumento dei canoni per la concessione del demanio marittimo arriva il dietrofront della giunta Crocetta. E arriva dopo diverse settimane di polemiche che non erano state sufficienti a impedire che il decreto firmato dallo stesso governatore e dall'assessore al Territorio Mariella Lo Bello entrasse in vigore.Lo stesso decreto che la scorsa settimana era apparso sulla Gazzetta ufficiale ora sarà sospeso. Tirano un sospiro di sollievo, almeno per il momento, gli operatori del settore che avrebbero dovuto corrispondere un canone pari a sei volte quello del 2012. A mettersi di traverso erano state diverse forze parlamentari, con in primo piano Lino Leanza, Nino Germanà e Bernardette Grasso. Proprio il deputato del Pdl è fra i firmatari di un disegno di legge che, fra l’altro, chiede la proroga delle concessioni attuali fino al 2020: “La proroga – sottolinea Nino Germanà – sarebbe un toccasana per la categoria poiché allontanerebbe la jattura del recepimento della direttiva Ue e, di converso, anche per le strutture di ricezione direttamente collegate all’afflusso di turisti attirati dalle condizioni climatiche e dai lidi siciliani, ancor oggi a costi contenuti: prezzi che non potrebbero di certo esser mantenuti in caso di applicazione dell’aumento, oltretutto retroattivo a partire dal gennaio scorso”.
Anche in seno alla maggioranza più di un esponente ha sottolineato le tempistiche sbagliate di un provvedimento che abbina un principio corretto ad un metodo non opportuno. A confermarlo è anche l'assessore Michela Stancheris: “Ridefiniremo i canoni, ma lo faremo insieme a tutti i soggetti coinvolti”. Posizioni differente da quella della collega Mariella Lo Bello che più ha insistito per una normativa nuova che equiparasse la Sicilia alle altre regioni d'Italia dove i canoni sono decisamente più alti. “Abbiamo trovato una posizione comune perché è chiaro i canoni vanno rivisti ma elaborando soluzioni specifiche per le varie realtà che non posso essere omologate”, sottolinea l'assessore al Turismo. Insomma intanto arriva lo stop, nel merito si entrerà solo dopo la conclusione dell'attuale stagione balneare.
Intanto è già in calendario per la prossima settimana l'interrogazione presentata dal capogruppo di Grande Sud Bernardette Grasso per conoscere in modo ufficiale le intenzioni del governo al riguardo. E a rispondere alla deputata messinese sarà l'assessore Mariella Lo Bello.
da livesicilia.it 

M5S. Cordoglio per la morte del capitano La Rosa e una "missione di pace" che non ha senso continuare

Oggi, 8 Giugno 2013, il Capitano Siciliano Giuseppe La Rosa se n’è andato a causa di un attentato avvenuto nella zona di Farh in Afghanistan.
I PortaVoce Messinesi del MoVimento 5 Stelle Francesco D’Uva, Alessio Villarosa e Valentina Zafarana esprimono il proprio cordoglio alla famiglia del soldato barcellonese, 53^ vittima italiana dal 2004 a oggi nella guerra in Afghanistan, una guerra che è costata 4,5 miliardi di euro allo Stato Italiano, che ha causato la morte di 53 valorosi soldati italiani e più di 70mila afgani, per lo più civili.
Una “missione di pace” che pace non porta non ha senso di continuare.Già ad aprile il MoVimento 5 Stelle ha presentato una mozione per chiedere il ritiro dei nostri soldati dall’Afghanistan che è stata programmata per fine luglio. Nella prossima riunione dei capigruppo dei partiti alla Camera chiederemo la calendarizzazione per giugno.
L’Italia non può e non deve assistere alla perdita di un altro connazionale.

Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur
Valentina Zafarana (Portavoce M5S ARS)
Alessio Villarosa (Portavoce M5S Camera dei Deputati)
Francesco D'Uva ( Portavoce M5S Camera dei Deputati)
M5S Lipari

Amico Albero. Saggio di fine anno dei bambini della scuola dell'infanzia di Lipari Centro (2° Gruppo di foto)

 Le foto si ingrandiscono cliccandoci sopra

Amico Albero. Saggio di fine anno dei bambini della scuola dell'infanzia di Lipari Centro (1° Gruppo di foto)

Come già anticipato si è tenuto oggi presso il Palazzetto dello Sport "Nicola Biviano", con una simpatica appendice al parco giochi di Diana, la presentazione da  parte dei bambini della Scuola dell'Infanzia di Lipari Centro del saggio di fine anno "Amico Albero".
All'evento tra oggi pomeriggio e domani dedicheremo ampio spazio con servizi video (2) e fotografici.
Intanto vi proponiamo alcune delle circa 30 foto scattate
 


Afghanistan: ucciso Giuseppe La Rosa, capitano di Barcellona Pozzo di Gotto

E' avvenuto in mattinata nella zona di Farah, l'area più meridionale e a rischio del settore ovest dell'Afghanistan affidato al controllo dei militari italiani, l'attacco in cui un soldato del contingente italiano è morto e altri tre sono rimasti feriti. 
La vittima è il capitano Giuseppe La Rosa, 31 anni di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), effettivo dal dicembre del 2012 al 3/o Reggimento bersaglieri della Brigata Sassari (e non della Brigata Aosta, come comunicato in primo momento) di stanza a Capo Teulada. Celibe, lascia i genitori e due fratelli.
Secondo quanto si è appreso,"elementi ostili" hanno attaccato un Lince che stava tornando alla base di Farah dopo aver svolto un'attività congiunta con i militari afghani. La dinamica dell'attacco è ancora in corso di accertamento.
L'attacco ai militari italiani in Afghanistan è avvenuto "nella mattinata di oggi, alle 10.30 locali (le 7 italiane)", quando "un VTLM Lince appartenente ad un convoglio del Military Advisor Team della Transition Support Unit South (TSUS) che stava rientrando nella base di Farah, dopo aver svolto attività in sostegno alle unità dell'esercito afghano, è stato oggetto di un attacco da parte di elementi ostili a seguito del quale un militare italiano è rimasto ucciso ed altri 3 hanno riportato ferite". E' quanto afferma lo Stato maggiore della Difesa, in una nota. Sono in corso accertamenti, prosegue il comunicato, per chiarire la dinamica dell'accaduto.
N.B. FOTO E ARTICOLO SONO TRATTI DALLA GAZZETTADELSUD.IT

Antonello Venditti. Parole d'elogio per Salina. "Panarea, un bellissimo giardino, che andrebbe innaffiato"

E' un Venditti "agro-dolce" quello che ieri, dopo la sosta al Bar "Da Carola" a Panarea, si è fermato a parlare delle Eolie con il nostro amico Maurizio Ferrara.
"Salina (dalla quale proveniva)- ha detto Venditti- è splendida, ordinata, pulita, in grado di fornire tutti i servizi ai residenti così come ai turisti, un gioiellino insomma. Panarea- ha continuato- è un bellissimo giardino che avrebbe però bisogno di essere innaffiato, cosa che non sembra accadere. Davvero un vero peccato".
Antonello Venditti ha poi ricordato i tempi in cui a Panarea non c'era la luce e i soggiorni a Stromboli (con il compianto Lucio Dalla) anche quelli non "illuminati" dall'energia elettrica. "Tempi diversi che davano a queste due isole una magia del tutto particolare".
Venditti, ovviamente, che- come anticipato ieri ha gustato la favolosa granita "pesca e malvasia" del Bar "Da Carola"(lo si intravede nella foto) sta adesso risalendo l'Italia con il suo catamarano e si prepara per il tour che lo porterà a fine giugno anche in Sicilia.

Il discorso del presidente Gisabella in occasione della riapertura della rinnovata sede del Circolo Eoliano Pensionati e del Centro Sociale Comunale Anziani di Lipari

Amici miei carissimi, Signori componenti dell'Amministrazione Comunale qui presenti,  un sincero ringraziamento per aver accettato l'invito a partecipare a questo incontro.
Sicuramente è un momento di enorme soddisfazione potervi ospitare, oggi,  in questa  sede completamente rinnovata.
I tanti frequentatori di questo edificio ricorderanno quale era lo stato di degrado dello stabile appena  meno di due mesi  orsono : le pareti fatiscenti, la copertura del tetto divenuta un vero colabrodo, l'impianto elettrico da brivido. E a nulla potevano valere i nostri continui, dispendiosi, enormi sforzi di far apparire accoglienti questi locali.
Peraltro eravamo ben consapevoli della crisi economica che attanaglia il nostro Comune, le nostre famiglie, l'intero Paese, per cui la soluzione del problema poteva scaturire solo ricorrendo ad una incisiva e fattiva opera di collaborazione.
Così l'Amministrazione Comunale, mediante l'encomiabile disponibilità dell'Arch. De Vita, che ha curato l'intervento di alcuni dipendeneti comunali ( i Signori Eliseo Bonfanti, Bartolomeo Giuliano, Renzo Aiello ai quali va il mio personale ringraziamento) ci ha consentito di attuare quanto è sotto gli occhi di tutti.
Da parte nostra abbiamo dato fondo a tutte le nostre modeste risorse finanziarie, praticamente azzerando 14  anni di  oculata e saggia amministrazione del nostro Circolo, fornendo tutto il materiale necessario per trasformare dei locali ormai fatiscenti in una accogliente " bomboniera"
Ed\ è con orgoglio che consegno a voi tutti Soci in particolare, e a tutta la cittadinanza di Lipari, la rinnovata Sede del Circolo Eoliano Pensionati  " Giuseppe Gisabella" e del Centro Sociale Comunale Anziani di Lipari, di cui mi onoro essere Presidente, per continuare ad espletare ogni attività socio-culturale, a beneficio non solo di tutti gli anziani ma di tutti coloro che operano per il bene e lo sviluppo sociale delle nostre isole.
Lasciatemi ora rivolgere un affettuoso, profondo e fraterno ringraziamento a Gina Bertè ed Enzo Mottola.
Durante la mia recente e prolungata assenza, la solerte Vice Presidente, Gina Bertè, mi ha sostituito egregiamente, fornendo tutta la collaborazione necessaria al regolare svolgimento dei lavori.
Il nostro Coordinatore delle attività, Enzo Mottola, ha il merito di aver progettato, seguito senza sosta, eseguito personalmente ove opportuno, curato attentamente tutte le opere , fino al raggiungimento del bellissimo risultato finale.  ( C'è  ancora qualche cosina da fare..............)
A voi, Gina ed Enzo, un grazie personale e da parte di tutti i Soci.
Non è mio costume parlare così  a lungo e mi scuso per il tempo sottrattovi, ma, prima di concludere,  mi rivolgo a voi rappresentanti l'Amministrazione Comunale, per chiedere una cortesia che, spero,  vorrete tramutare in  una promessa :  a nome  mio, dei Soci e di tutta la cittadinanza  chiediamo di valutare concretamente la possibilità di realizzare al più presto il ripristino delle facciate della "Sala delle  Lettere"  (  ovviamente questa volta a vostro totale carico ) poichè il suo riacquistato decoro sarebbe un motivo di vanto per il Centro Sociale Anziani e per il Comune di Lipari, pur sempre "Patrimonio dell'Umanità".

Vi ringraziamo per quanto riterrete opportuno fare. Grazie  a  tutti  e ............ buon Circolo.
Giuseppe Gisabella

ARRIVANO 50 MILIONI DI EURO PER 20MILA DISOCCUPATI

La giunta regionale, su proposta dell’assessore al Lavoro e alla Famiglia Ester Bonafede ha deciso di autorizzare un piano straordinario di cantieri di servizio prevedendo uno stanziamento di 50 milioni di euro.
Destinatari delle risorse saranno i comuni che presenteranno piani di utilizzo lavorativo che includano per il settanta per cento giovani disoccupati e inoccupati nella fascia entro i trentacinque anni e per il trenta per cento ultra cinquantenni esclusi dal mercato del lavoro.
L’occupazione stimata e’ di ventimila unita’ per tre mesi. Le risorse saranno distribuite ai comuni in proporzione agli indici di disoccupazione e inoccupazione del territorio.
Il compenso che riceveranno i beneficiari sara’ determinato in base a quello attribuito ai cantieri di servizio di cui alla legge regionale 5/2005. Per il presidente della Regione e l’assessore al Lavoro e alla Famiglia “questa prima misura di intervento straordinario per la lotta contro la poverta’ in Sicilia, che sara’ estesa con le variazioni di bilancio, dara’ un po’ di respiro alla crisi occupazionale, in attesa dell’imminente partenza delle zone franche urbane e di una serie di interventi produttivi previsti con lo sblocco della spesa europea”.

Monte e la "foschia da calura"

Amico Albero. Saggio di fine anno dei bambini della scuola dell'infanzia di Lipari Centro

Si è concluso presso il Palazzetto dello Sport "Nicola Biviano", con una simpatica appendice al parco giochi di Diana, la presentazione da  parte dei bambini della Scuola dell'Infanzia di Lipari Centro del saggio di fine anno "Amico Albero".
All'evento tra oggi pomeriggio e domani dedicheremo ampio spazio con servizi video e fotografici

Auguri da Partylandia per Domenico ed Annalisa nel giorno del loro matrimonio

Auguri per una vita ricca di ogni gioia e felicità a Domenico ed Annalisa nel giorno del loro matrimonio. Lo staff di Partylandia 
A Domenico ed Annalisa vanno anche gli auguri più sinceri dal direttore di Eolienews, Salvatore Sarpi

Auguri da Partylandia per Francesca e Yhonn

Lo staff di Partylandia formula i suoi più affettuosi auguri a Francesca e Yhonn nel giorno del loro fidanzamento

Nel decimo anniversario della scomparsa di Attilio Conti


















Isabella, Ada, Angela, Caterina, Gustavo e tutti i familiari

Auguri da Eolienews a Grazia,Monica,Rossano,Giuseppe,Marinella e Noemi

Auguri di Buon Compleanno da Eolienews a Grazia e Monica Aresu, all'amico Rossano Giorgi, a Giuseppe Di Pietro, a Marinella Imbruglia e a Noemi Saltalamacchia.

venerdì 7 giugno 2013

Primi vip a Panarea. Venditti conquistato dalla granita "pesca e malvasia" di Carola

Primi vip della stagione nelle Eolie. A Panarea quest'oggi, proveniente da Salina e in proseguimento per  è approdato con il suo catamarano il cantautore romano Antonello Venditti.
Per Venditti si tratta di un ritorno alle Eolie dove c'è già stato un paio di volte nel passato.
Venditti a Panarea, oltre che dalla magia dello scenario, è stato conquistato dalla granita "pesca e malvasia", una specialità del "Bar Da Carola".
Ma non poteva essere altrimenti. Nel passato, ad essere "presi per la gola", oltre ai tradizionali habituè, sono stati altri vip. Da Margherita Buy a Casini, a Vespa ect.
Non per niente lo slogan di questa estate a Panarea è "Bar da Carola….e il piacere degli occhi si sposa con quello della gola".
Domani vi proporremo delle "dichiarazioni" rilasciate da Venditti al nostro amico Maurizio Ferrara. Si parlerà di Panarea, Salina, delle vacanze a Stromboli con Dalla, delle visite a Panarea quando ancora non c'era la luce.

Come eravamo: La visita del Presidente Scalfaro a Salina (foto Domenico Re)

Judo. Atleti eoliani a Catania. La prossima settimana appuntamento con il "Città di Lipari"

COMUNICATO
Atleti dello Sporting judo club Lipari in partenza per Catania per partecipare alla Dynamic Judo Cup organizzata Dal Maestro Giovanni Strazzeri.
La manifestazione  è differenziata in tre gare :
La terza e ultima gara del circuito Criterium Giovanissimi alla quale parteciperanno: Daniel Ceniti, Enya Livoti, Andrea De Salvo e Ugo Oliveri.
Gran Prix Italia  e Gran Prix Sicilia  per Cadetti e Juniores. Vi parteciperanno: Francesca Russo, Marco Resinaro e Alessandro Vitagliana.

Lunedì pomeriggio alle 18:00  inizierà a Lipari lo stage di judo che come ogni anno organizziamo al PalaBiviano di Lipari, quest'anno sarà diretto dal campione olimpico Girolamo Giovinazzo: Sarà presente, oltre ai club provenienti da tutta Italia, anche la Nazionale Italiana Cadetti con lo staff tecnico.
La manifestazione proseguirà Sabato 15 e domenica 16  con il 21° Torneo  di Judo " Città di Lipari " Memorial N.Biviano.

Comunicato stampa del comune di Lipari

Si informano i contribuenti che anche quest’anno è possibile destinare il 5 per mille delle trattenute Irpef al sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza.
Per farlo è sufficiente, compilando il modello Unico, il CUD, o il 730, firmare nell’apposito spazio, all’interno del riquadro con la scritta “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza”.
Non firmare non porta nessun risparmio, perché la cifra viene comunque assegnata allo Stato. La scelta va effettuata entro lo stesso termine di scadenza previsto per la presentazione della denuncia dei redditi.
Chi non è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi, può compilare la scheda fornita insieme al CUD dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, inserire la scheda in una busta chiusa, scrivendo all’esterno "DESTINAZIONE CINQUE PER MILLE IRPEF" e indicando nome, cognome e codice fiscale. La busta dovrà essere consegnata ad un ufficio postale, ad uno sportello bancario - che le ricevono gratuitamente - o ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti...).
Scegliere di destinare il 5 per mille al proprio Comune è un gesto importante, perché serve a sostenere la spesa sociale, cioè gli interventi vòlti ad alleviare le situazioni di disagio in cui versano alcuni nostri concittadini. 

Santa Marina Salina. Secondo posto e 5 vele da Legambiente e Touring club per qualità dei servizi, per la tutela dell’ambiente e per la propria politica volta alla sostenibilità.

Si è svolta questa mattina presso la sede di Legambiente a Roma , in collaborazione con Touring Club Italiano,la consegna delle 5 Vele alle località balneari e di lago che si sono distinte per qualità dei servizi, per la tutela dell’ambiente e per la propria politica volta alla sostenibilità.
Premiata anche quest’anno con il massimo riconoscimento, per il settimo anno consecutivo, Santa Marina Salina piazzandosi al secondo posto dopo Posada(NU) e Pollica(SA).
“Il lavoro profuso in questi anni dalle mie Amministrazioni” commenta il Sindaco lo Schiavo da Roma “ viene ripagato con la soddisfazione di ricevere questi premi, riconoscimenti al buon lavoro svolto dagli Enti Locali nella preservazione e promozione sostenibile dei propri territori,  le cui ricadute positive sul turismo sono state, e continueranno ad essere, positive”.
Dal 2007 a oggi il piccolo comune isolano si è distinto per la propria politica ambientale, volta alla sostenibilità e alla creazione di un modello di “Isola Sostenibile” che potesse essere d’esempio per altre realtà insulari.
Numerose le iniziative che il Comune di Santa Marina Salina ha posto in essere o in fase di attuazione per poter ottenere tale importante premio anche nel 2013: con l’adesione al progetto N.O.WA.S.T.E., un sistema di implementazione e promozione del sistema di trattamento dei rifiuti organici e promozione del compostaggio domestico, che ha ottenuto ottimi risultati nei comuni in cui è stato sperimentato ( Melilli, Gaggi, Castelmola) unitamente ad azioni specifiche sul territorio( raccolta porta a porta domestico, eliminazione cassonetti dei rifiuti, etc) il Comune di Santa Marina Salina si propone la riduzione dei rifiuti in discarica e l’aumento delle percentuali di raccolta differenziata.
È stata rinnovata senza alcun problema la certificazione ambientale ISO 14001:2001 che attesta l’esistenza presso le strutture comunali un corretto sistema di gestione ambientale, in linea con i concetti e le azioni di sostenibilità finora realizzate.
Novità importante è stata l’adozione del SEAP( Susteinable Energy Action Plane) da parte del Comune di Santa Marina Salina (primo Comune insulare siciliano a dotarsene), un piano programmatico di sviluppo e sostegno delle energie alternative, con il quale è stata concretizzata l’adesione al “Patto delle Isole” e al “Patto dei Sindaci”, azioni promosse dall’ Unione Europea volte alla riduzione dell’emissione di CO2 in atmosfera.
Sempre in tema di riduzione del CO2 , questo Comune ha aderito ad una sperimentazione avviata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio per la creazione di un modello pilota di isola sostenibile, da esportare in altre realtà insulari italiane ed estere.
Tra le attività che il Comune di Santa Marina Salina, inerenti alla propria politica ambientale, vi è la partecipazione alle iniziative promosse da Legambiente ( Spiagge e fondali puliti)e ad altre iniziative caratterizzate da volontariato, come la pulizia della sentieristica rurale e delle aree archeologiche presenti sul territorio, nonché la collaborazione con associazioni ambientaliste a carattere scientifico che permette di monitorare, soccorrere e preservare alcune specie protette ( come delfini e tartaruga caretta caretta) nel mare circostante l’isola.
Confermate e potenziate,infine , la manifestazioni sportive “sostenibili” e perfettamente integrate con il territorio, come l’Eolian Sailing Week ( campionato nazionale FIV), il Giro podistico dell’isola e il Tour in mountain bike e della montagna, che quest’anno ha visto lo svolgersi della prima edizione, nonché l’adesione alle iniziative promosse da Sloow Food Valdemone, come la “Salina Isola Slow” giunta ormai alla decima edizione.
 “Tanto è stato fatto e molto altro deve essere ancora realizzato” continua il Sindaco “ e i prossimi obiettivi da raggiungere sono la riduzione del conferimento in discarica dei rifiuti, attraverso il progetto N.O, WA.S.T.E. e la creazione della S.R.R. Isole Eolie, che purtroppo ancora stenta a decollare, così come lo sviluppo e l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili , tra cui fotovoltaico ed eolico”.
“Dispiace constatare, però, che sono ancora troppo poche le località siciliane premiate con il massimo riconoscimento di Legambiente e Touring Club Italiano” afferma il Sindaco “segno di un sistema, quello regionale, che non sostiene i Comuni nelle azioni rivolte alla tutela e alla salvaguardia dei territori: basti pensare alla politica sui rifiuti e ai continui tagli economici, anche ai comuni virtuosi come il nostro, che stanno ostacolando le lodevoli iniziative promosse realizzate nel corso degli anni, anche con importanti riconoscimenti a livello nazionale. Ci auguriamo che il Presidente Crocetta accolga questo nostro risultato con soddisfazione e ponga la giusta attenzione alla problematiche che partono dalle Isole Minori e coinvolgono tutti i piccoli comuni siciliani”.
“Invito tutti gli operatori commerciali e turistici del territorio a promuovere e far conoscere le 5 Vele” conclude Lo Schiavo “attraverso l’apposizione di questo prestigioso simbolo nei propri websites e nelle pubblicità di ogni attività: solo attraverso la promozione e la pubblicità si riesce a far arrivare il messaggio che Salina è un’sola sostenibile, dove l’attività umana è in sintonia con la natura e quindi ottima meta per le proprie vacanze”.

Ancora un atto vandalico ad Acquacalda

Ennesimo atto vandalico nella notte nella frazione liparese di Acquacalda. Ignoti con una, o più, pietre hanno letteralmente frantumato e distrutto il lunotto posteriore della Citroen "Berlingo"(nella foto) di Gennarino Saltalamacchia.
Il proprietario presenterà denuncia ai carabinieri
Da Eolienews auguri di Buon Compleanno per Anna Spinella, Tonino Fonti e Deborah Sgroi

giovedì 6 giugno 2013

Istituto Comprensivo Statale “Lipari 1”: Progetto RiciclArte

Comunicato stampa
Gli alunni della classe IVA la scuola primaria “Domenico Savio” di Lipari si sono cimentati in una mostra-spettacolo nella quale hanno presentato i loro “lavori”, tutti rigorosamente creati da materiale destinato a finire tra i rifiuti.
L’evento odierno è il momento conclusivo del progetto didattico “RiciclArte”, una serie di incontri sul  tema del riciclo e sul riutilizzo creativo gli oggetti e i materiali destinati a finire nella spazzatura.
I piccoli artisti hanno partecipato con curiosità ed estro al laboratorio didattico, che prevedeva la realizzazione  di opere, originali e fantasiose, utilizzando materiali che normalmente gettiamo via: scatole da scarpe, bottiglie di plastica, cartoni per le uova, vasetti dello yogurt, ecc.
In un'epoca in cui l'emergenza ambientale è sempre di preoccupante attualità, è importante impegnarsi sul fronte educativo, sensibilizzando i bambini, fin da piccoli, al rispetto, all'amore, alla salvaguardia del mondo che ci circonda e ci ospita, la cui sopravvivenza è una condizione necessaria per la vita dell'uomo. 

Vigili del fuoco. Dal recupero di un gatto ad un incendio

Giornata intensa per i vigili del fuoco  in servizio presso il distaccamento di Lipari.
In mattinata, gli uomini del caposquadra Saro D'Agostino, sono stati impegnati nella frazione di Acquacalda in un non facile recupero di un gatto dentro una cisterna.
Oggi pomeriggio, intorno alle 17, i pompieri sono poi intervenuti in contrada Santa Margherita (Timpone del Corvo) per un poderoso incendio che ha interessato un'ampia area ricoperta da sterpaglie. Le fiamme, presumibilmente di natura dolosa, senza il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, avrebbero potuto creare problemi anche alle abitazioni della zona.
L'intervento si è protratto circa 90 minuti.

L'11 e il 12 Giugno si ferma il dissalatore

Il Sindaco avvisa la popolazione che i giorni 11 e 12 giugno si attuerà il fermo della produzione di acqua del dissalatore di Canneto per lavori necessari alla realizzazione del nuovo impianto. Verra' sospesa l'erogazione idrica nelle zone di Lipari e zone alte dell'isola – Canneto – Sparanello - Agliozzo –Lami- Penninella.Gli utenti interessati dovranno provvedere con anticipo ad accumulare le scorte idriche adeguate a sopperire al fermo impianto per la durata prevista.
Le restanti zone dell'isola potranno subire temporanee sospensioni o modifiche all’erogazione programmata.
Per urgenze sarà disponibile il servizio sostitutivo a mezzo autobotte da richiedersi presso il servizio idrico comunale ( Via Maurolico tel. 090 9887- 515-516-517-518)
Il Sindaco 
Marco Giorgianni

Lavori per il depuratore. Secondo Sidoti dovrebbe mobilitarsi anche la gente di Lami

Ritengo che oltre a mobilitarsi la gente di Canneto dovrebbero farlo anche quelli residente nella frazione di Lami.
Mi riferisco all'utilizzo dell'area di contrada Lami - Malopasso quale sito per conferimento dei materiali provenienti dagli scavi per la realizzazione del depuratore a Canneto dentro.
Dagli elaborati predisposti per la modellazione della discarica si rilevano termini poco felici.
Innanzitutto nella prima parte della relazione si afferma a chiare lettere che "l'area è stata utilizzata in passato come discarica non controllata di rifiuti solidi urbani e che tale attività si è protratta per lungo tempo senza osservare criteri di gestione adeguati alla salvaguardia ambientale".
Si attesa, inoltre, che l'impianto versa in condizioni di elevato degrado ed in precarie condizioni statiche per l'instabilità dei vari fronti di rifiuti.
Infine che la recinzione dell'area è in pessime condizioni ed in alcuni tratti totalmente dismessa di conseguenza "gli animali erranti" accedono liberamente e diffondono rifiuti  in tutta l'area.
 Per chiudere in bellezza si precisa che i materiali conferiti in discarica erano indifferenziati....
Insomma con questa premessa stiamo dicendo che si tratta di un'area che dovrebbe essere oggetto di interventi di bonifica e di ripristino ambientale.
Fatte queste premesse desidero alcuni chiarimenti..
Questi materiali provenienti dagli scavi in cosa consistono? Inerti, sabbia, materiali edili...
Le fasi della modella della discarica dovrebbero essere le seguenti:
1) risagomatura parziale del profilo mediante la movimentazione in loco delle materie già presenti
2) posizionamento del materiale proveniente dagli scavi per ricoprire il corpo della discarica  (circa 95.000 m3)
Il costo per queste due attività ammonta ad Euro 450.000.
E mi domando: se un domani si dovesse procedere ad una attività di bonifica vera a propria della suddetta area i lavori esposti al punto 1 e 2 costituiscono attività preparatorie oppure si dovrà ricominciare da capo.....
Angelo Sidoti

Riprendono le attività del Circolo Eoliano Pensionati “G. Gisabella” e del Centro Sociale Comunale per Anziani di Lipari.

CIRCOLO EOLIANO PENSIONATI “G. GISABELLA”
 CENTRO SOCIALE COMUNALE PER ANZIANI LIPARI
Riprendiamo le attività socio – culturali del Circolo Eoliano Pensionati “G. Gisabella” e del Centro Sociale Comunale per Anziani di Lipari.
Venerdì 07. 06. 2013 alle ore 18,30, il Presidente dei due sodalizi Giuseppe Gisabella, avrà il piacere di riaprire ai Soci i locali completamente rinnovati.
Sono invitati all’evento il Sindaco e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, i Soci e coloro che seguono affettuosamente le iniziative delle due Associazioni.
Franco Bertè


Ma quale pizzo! Solo due ex detenuti che cercavano di "sbarcare il lunario"

Nessuna tentata estorsione o celata richiesta di “pizzo”, così come non è stato eseguito alcun arresto. Gli inquirenti smentiscono categoricamente (la notizia è stata diffusa dall'Ansa)  che a Lipari stamattina, contrariamente alle voci diffusesi, si sia verificato un fatto del genere a danno di esercenti alcune attività commerciali del centro dell’isola. La notizia “di due uomini ben vestiti che cercavano un contributo per le famiglie dei carcerati” non trova nessun riscontro nella realtà. Di vero vi è soltanto che due uomini,  in jeans e maglietta, della provincia di Palermo, sono stati fermati dai carabinieri ed identificati in quanto sorpresi a tentare di “vendere” braccialetti, collanine con immagini di Santi e anche qualche prodotto di profumeria. A fare scattare l’equivoco che ha messo in allarme qualche commerciante liparese è stato il fatto che i due si sono presentati come ex detenuti inseriti in un progetto di riabilitazione. Probabilmente il termine detenuti e una interpretazione del tutto personale di quanto i due hanno esplicitato ha fatto scattare la psicosi del “pizzo” La verità- così come abbiamo avuto modo di approfondire attraverso un colloquio con un esercente venuto a contatto con i due uomini- è ben diversa e si può tranquillamente inquadrare in questo momento di drammatica crisi economica dove ognuno cerca di “sbarcare il lunario” così come può, andando incontro anche alla diffidenza di altri soggetti che, pur essendo titolari di attività, non navigano certo nell’oro e tentano di “proteggere” come possono quel poco che ricavano. Tra l'altro-come ci ha confermato l'esercente da noi interpellato- si sono presentati con grande educazione e non hanno assolutamente imposto l'acquisto di nulla. I due, come anticipato, originari di Palermo, in effetti ex detenuti, una volta individuati dai carabinieri dell’isola (si era mobilitata anche la polizia municipale), sono stati condotti in caserma, identificati e invitati a lasciare l’isola con il primo mezzo utile. Cosa che hanno poi fatto. Ribadiamo, quindi, nessuna celata richiesta di pizzo ma, molto probabilmente, un ulteriore aspetto della drammaticità in cui ci si dibatte a livello economico. D’altronde, anche a rigor di logica, sbarcare nelle Eolie per chiedere il “pizzo” in questo momento, in cui le attività se non chiudono sopravvivono a stento e dove oltre 100 famiglie si accalcano alla Caritas per portare a casa viveri e generi di prima necessità, sarebbe davvero una follia

"Caro portavoce del sindaco ti scrivo". Nuovo capitolo della corrispondenza epistolare tra Sidoti e Giacomantonio

Caro Michele e portavoce del Sindaco, ho letto la tua risposta e ti ringrazio.
Saremo tutti pazienti ed aspetteremo fino a Luglio per quanto attiene la "norma recente" relativa alla trasparenza nella PA.
Vorrei solo fare qualche appunto. Alcuni documenti sono già in possesso dei Funzionari (penso ai rendiconti preventivi e consuntivi) quindi in pochi secondi potrebbero essere pubblicati come anche trova assurdo "non pubblicare" i curriculum vitae degli assessori (visto che già sul sito ci sono quelli dei consulenti).
Mi permetto di darti un suggerimento per rappresentare ai cittadini lo stato attuale delle finanze del nostro Comune e la comprensione di alcuni termini che spesso vengono utilizzati. Chiedi al Ragioniere Generale di predisporre poche slide nelle quali rappresenta le uscite e le entrate del nostro Comune ed un breve spiegazione sul significato di alcuni termini utilizzati frequentemente tipo: la legge di stabilità, i crediti residui, le anticipazioni di cassa etc etc.
Alcuni Comuni lo fanno.....
Sul tema Ecosviluppo ho letto con l'attenzione la lettera di dimissioni della Mazziotta del 2010 e sono rimasto basito.
Come mai il Consiglio Comunale e la Giunta dell'epoca non ha ritenuto opportuno prendere alcun provvedimento dopo che l'amministratore delegato "denuncia a chiare lettere" una responsabilità dell'Ente ed in particolare del Socio di Maggioranza nella impossibilità di gestire lo stesso Consorzio perseguendo le finalità previste al momento della sua costituzione?
Ripeto vengono espressamente indicate responsabilità del socio di maggioranza ovvero il Comune di Lipari.
Concludo chiedendoti una conferma: la società SIM S.r.l. è quella che ha sede in Pistoia (PT) Via Atto Vannucci,38 con codice fiscale 01230900472 ed un'unità locale in Palermo in Piazza dei Leoni?
Grazie 
Angelo Sidoti

"Contributo per le famiglie dei detenuti". Due uomini fermati dai carabinieri

(Ansa) Due uomini (non eoliani) sono stati fermati stamattina dai carabinieri di Lipari in quanto su segnalazione di alcuni esercenti gli stessi si sarebbero presentati presso le loro attività per chiedere "un contributo per le famiglie dei carcerati".
Secondo gli esercenti poteva essere una "celata" richiesta di pizzo e per questo hanno ritenuto di segnalare l'episodio.
Sulle loro tracce si sono messi polizia municipale e carabinieri ma sono stati quest'ultimi ad individuarli e a  condurli in caserma dove si è proceduto alla loro identificazione e a quelle che quelle che sono le normali prassi in questi casi.
Non vi è stato, comunque, alcun arresto.
Come anticipato il testo di cui sopra prende spunto da una notizia battuta dall'Ansa

Saltalamacchia di "Vento Eoliano" chiede il posizionamento di rallentatori di velocità

In una nota, inviata al sindaco di Lipari, all'assessore alla viabilità, al comandante del corpo di polizia municipale e al dirigente del III settore , il signor Gennarino Saltalamacchia (responsabile per Acquacalda del  Movimento "Vento Eoliano" chiede il posizionamento nell'isola di appositi rallentatori di velocità 

Oggetto:  Posizionamento rallentatori di velocità
Considerato l’incremento del traffico veicolare sulle strade dell’Isola Madre, peraltro  non proporzionato alla capacità delle strade stesse.
Considerata la mancanza di civiltà di taluni  automobilisti e ciclomotoristi, inosservanti dei limiti di velocità  e dell’ educazione stradale
Considerati i frequenti incidenti stradali causati dalla mancanza di rispetto dei limiti di velocità a discapito dei pedoni , fino ad oggi fortunatamente con conseguenze non mortali, tuttavia  in vari casi  si e’ sfiorata la tragedia.
Considerato altresì che tutti i giorni i nostri amici domestici  a quattro zampe pagano le
conseguenze di tale mancanza di educazione civica, rimanendo senza vita sull’asfalto
al fine di ovviare a quanto sopra esposto                                                                                                                      
si propone

di posizionare dei rallentatori di velocità, nello specifico  di dossi artificiali, così come previstio dall’art. 179 del Regolamento del Cod. della Strada comma 4°, al fine di regolamentare la velocità ed educare i conducenti  al rispetto delle norme stradali vigenti.

Voglia
 codesta Amministrazione in sinergia con gli organi preposti,  in considerare quanto proposto e porre rimedio in tempi celeri.

Si allega copia dell’ art. 179 del Regolamento del Cod. della Strada, nel quale si specificano le modalità di posizionamento dei  suddetti dossi.
Gennarino  Saltalamacchia ( Responsabile “ Vento Eoliano”  Fraz. Acquacalda

·  Art. 179 (Art. 42 Codice della strada)
(Rallentatori di velocita')
·  Su tutte le strade, per tutta la lunghezza della carreggiata, ovvero per una o piu' corsie nel senso di marcia interessato, si possono adottare sistemi di rallentamento della velocita' costituiti da bande trasversali ad effetto ottico, acustico o vibratorio, ottenibili con opportuni mezzi di segnalamento orizzontale o trattamento della superficie della pavimentazione.
·  I sistemi di rallentamento ad effetto ottico sono realizzati mediante applicazione in serie di almeno 4 strisce bianche rifrangenti con larghezza crescente nel senso di marcia e distanziamento decrescente. La prima striscia deve avere una larghezza di 20 cm, le successive con incremento di almeno 10 cm di larghezza (figura II.473).
·  I sistemi di rallentamento ad effetto acustico sono realizzati mediante irruvidimento della pavimentazione stradale ottenuta con la scarificazione o incisione superficiale della stessa o con l'applicazione di strati sottili di materiale in rilievo in aderenza, eventualmente integrato con dispositivi rifrangenti. Tali dispositivi possono anche determinare effetti vibratori di limitata intensita'.
·  Sulle strade dove vige un limite di velocita' inferiore o uguale ai 50 km/h si possono adottare dossi artificiali evidenziati mediante zebrature gialle e nere parallele alla direzione di marcia, di larghezza uguale sia per i segni che per gli intervalli (fig. II.474) visibili sia di giorno che di notte.
·  I dossi artificiali possono essere posti in opera solo su strade residenziali, nei parchi pubblici e privati, nei residences, ecc.; possono essere installati in serie e devono essere presegnalati. Ne e' vietato l'impiego sulle strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per servizi di soccorso o di pronto intervento.
·  I dossi di cui al comma 4, sono costituiti da elementi in rilievo prefabbricati o da ondulazioni della pavimentazione a profilo convesso. In funzione dei limiti di velocita' vigenti sulla strada interessata hanno le seguenti dimensioni:
·  per limiti di velocita' pari od inferiori a 50 km/h larghezza non inferiore a 60 cm e altezza non superiore a 3 cm;
·  per limiti di velocita' pari o inferiori a 40 km/h larghezza non inferiore a 90 cm e altezza non superiore a 5 cm;
·  per limiti di velocita' pari o inferiori a 30 km/h larghezza non inferiore a 120 cm e altezza non superiore a 7 cm. I tipi a) e b) devono essere realizzati in elementi modulari in gomma o materiale plastico, il tipo c) puo' essere realizzato anche in conglomerato. Nella zona interessata dai dossi devono essere adottate idonee misure per l'allontanamento delle acque. Nelle installazioni in serie la distanza tra i rallentatori di cui al comma 4, deve essere compresa tra 20 e 100 m a seconda della sezione adottata.
·  Il presegnalamento e' costituito dal segnale di cui alla figura II.2 di formato preferibilmente ridotto, posto almeno 20 m prima. Ad esso e' abbinato il segnale di cui alla figura II.50 di formato ridotto, con un valore compreso tra 50 e 20, salvo che sulla strada non sia gia' imposto un limite massimo di velocita' di pari entita'. Una serie di rallentatori deve essere indicata mediante analoghi segnali e pannello integrativo con la parola "serie" oppure "n. E' rallentatori".
·  I rallentatori di velocita' prefabbricati devono esse fortemente ancorati alla pavimentazione, onde evitare spostamenti o distacchi dei singoli elementi o parte di essi, e devono essere facilmente rimovibili. La superficie superiore dei rallentatori sia prefabbricati che strutturali deve essere antisdrucciolevole.
·  I dispositivi rallentatori di velocita' prefabbricati devono essere approvati dal ministero dei Lavori pubblici - Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale. Tutti i tipi di rallentatori sono posti in opera previa ordinanza dell'ente proprietario della strada che ne determina il tipo e la ubicazione

Liquami. Ditta Gitto al lavoro sotto il diretto controllo dell'Arma. Ma che brutta figura nei giorni precedenti

Ditta di Saro Gitto in azione a Lipari per interventi sulla rete fognaria, in particolare sulle pompe di sollevamento, dopo il via libera "condizionato" dato ieri dal gip del tribunale di Barcellona, dottoressa Anna Adamo, ad interventi di manutenzione ordinaria dell'impianto di pre-trattamento liquami(sequestrato il 10 maggio) e di quanto ad esso collegato. Le operazioni, come si evince dalla foto scattata stamani mentre la ditta era al lavoro a Marina Lunga, avvengono alla presenza dei carabinieri. 
Il giudice, con l'impianto che resta sotto sequestro, ha disposto venga "sorvegliato"  dai dipendenti della ditta Gitto per tre ore ore (due antimeridiane ed una pomeridiana) con la possibilità di intervenire in caso di sversamenti ed emergenze varie.
Una soluzione-tampone in attesa del nuovo depuratore e che arriva dopo un paio di giorni di vera e propria emergenza igienico-sanitaria e con un danno d'immagine sicuramente notevole. Basta pensare alle centinaia di turisti che, sbarcati a Marina Corta, dalle navi da crociera hanno "goduto" di un poco gradevole profumo ed immortalato e "dribblato" il fiumiciattolo di liquami che scorreva sulla via Roma-Marina Corta. 

La maestosità della Royal Clipper. Lo stupendo 5 alberi in rada oggi a Lipari

Spettro depuratore a Canneto Dentro. Lettera aperta di Angelo Ferlazzo ai cannetari

Lettera aperta ai residenti e concittadini di Canneto.
È curioso e al quanto strano, il silenzio che è calato nella nostra frazione riguardo l’eventuale e sottolineo eventuale, realizzazione del Depuratore a Canneto dentro.
Questa mattina leggo che, con arroganza e determinazione si ripropone e si consolida, l’idea di realizzare tale opera necessaria alla nostra Isola proprio nel cuore della stessa, con tutto quello che ne conseguirà e dopo le numerose proteste e prese di posizione da parte di tutti noi. Forse oggi siamo distratti dalla crisi economica? Forse siamo stanchi di lottare per un diritto alla dignità? Alla comprensione? alla Giustizia. Forse…..?
Ma sicuramente in molti vorrebbero esprimere il proprio dissenso, non lo fanno queste non sono posizioni politiche o di scuderia, ne va della dignità umana e delle sue aspettative, di gestire il territorio e fare scelte che non ne condizionino il futuro, figuriamoci precluderlo.
È sotto gli occhi di tutti che la scelta pur con tutte le sue ragioni, non è quella giusta, visto che alla base, lo studio ne aveva fatta un’altra condivisa. Canneto non può e non deve pagare il costo più alto di una operazione come questa, 13 mesi fa tutti anno creduto alle promesse di revisione del sito che si diceva fattibile ed in tempi brevissimi, bene oggi assistiamo ad una retromarcia imbarazzante, non è così che si conquista la fiducia del cittadino negli uomini che lo rappresentano.
Mi auguro che le associazioni  e i Comitati catalizzino e si muovano in tempi ragionevoli, così come mi aspetto da una classe politica che difendeva queste posizioni e le agitava quando erano all’opposizione. La Sogesid, la Lotti avranno le loro ragioni e i loro interessi, a noi non interessano, a noi interessano i nostri di interessi, il nostro territorio, i nostri bisogni, le nostre vite e quelle dei nostri figli a cui dovremo spiegare perché abbiamo permesso ed acconsentito  che questo accadesse, ecco questo è l’interrogativo a cui nei prossimi anni saremo chiamati a dare una risposta.
Pesante eredità.
Angelo Ferlazzo

Violenza e lesioni ai danni del fotografo Gaetano Di Giovani. Naomi Campbell a giudizio a Lipari

(Notizia Ansa) Lesioni personali e violenza ai danni del fotografo liparoto Gaetano Di Giovanni. Con questa ipotesi di reato Naomi Campbell e' stata citata a giudizio e il 4 dicembre prossimo dovra' comparire davanti al giudice della sezione distaccata del tribunale delle Eolie. Il rinvio a giudizio e' stato firmato dal sostituto procuratore Francesco Massara. A fine luglio 2009 la top-model era stata denunciata per aver aggredito e picchiato il giovane fotografo che in pieno centro, a due passi dalla famosa piazzetta di Marina Corta le aveva scattato alcune immagini.
Di Giovanni aveva riportato graffi in un occhio che gli costarono tre giorni di prognosi, accertata e certificata dai medici al pronto soccorso dell'ospedale
.

Ecco come noi di Eolienews avevamo trattato la notizia il giorno dopo

Naomi Campbell. "Vip d'assalto" a Lipari

Naomi Campbell“show” a Lipari. Per non farsi immortalare da Gaetano Di Giovanni, un giovane fotografo free-lance locale, lo colpisce, per fortuna molto lievemente, con una borsettata e tenta di schiaffeggiarlo. E' accaduto ieri notte a Marina Corta nel momento in cui la “Venere nera “ , dopo aver consumato la cena unitamente al suo compagno il miliardario Vladislav Doronin in un noto ristorante, si apprestava a risalire sul tender che l'avrebbe trasportata sullo yacht “Lady in blue” rimasto alla fonda nel tratto di mare antistante la piazza. La scena della “borsettata” è stata fotografata da un collega del Di Giovanni.

Che non fosse la serata giusta per fotografare la Campbell lo si era capito sin dal suo arrivo a Marina Corta quando per sfuggire alla curiosità di turisti e residenti e agli scatti anche amatoriali di coloro che l'hanno riconosciuta si è “barricata”, unitamente al suo compagno, nella chiesa di San Giuseppe. Luogo dal quale è stata prelevata dal ristoratore.
Per il giovane fotografo eoliano, che lo scorso anno a giugno aveva fotografato la Campbell con il compagno durante un blitz a Lipari, e le cui foto erano finite su una nota rivista di gossip, non è stato possibile scattare foto neanche dalla strada adiacente al locale.
Il proprietario del locale lo ha impedito fisicamente così come sottolineato dal fotografo liparese. A Marina Corta, poi, come raccontato l'epilogo.
Notizia del 31/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

SULL'ARGOMENTO SIAMO RITORNATI UN PAIO DI GIORNI DOPO RIPRENDENDO IL TESTO E LE FOTO PUBBLICATE DA NOVELLA

Naomi ci ricasca: picchia un fotografo a Lipari 

(dal blog di Novella)(Testo e foto sono tratte dal blog di Novella )Avrà pure abbandonato le passerelle, ma non la condotta da diva. Naomi Campbell,una sfilza di precedenti per aggressione e percosse, per lo più ai danni delle sue assistenti, stavolta ha aggredito un fotografo. Lo sventurato aveva infatti avuto l’ardire di fotografarla, da lontano, mentre passeggiava in una piazzetta di Lipari dopo una cena romantica col suo bel milardario russo Vladimir Doronin, che secondo alcuni il mese prossimo la porterà all’altare. La venere nera si è scagliata addosso al paparazzo urlando frasi incomprensibili e prendendolo a borsettate. Nella foga, gli ha hanche graffiato un occhio. Prognosi: tre giorni. La musa di Versace non si è accorta che mentre lei dava di matto c’era un altro fotografo che scattava. Quelle foto e il racconto del malcapitato paparazzo saranno in esclusiva solo su Novella in edicola giovedì 6 agosto.