Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 2 marzo 2013

Carnevale eoliano 2013: Foto di Luana Zaia

Liquidi fognari riversati sulla Marina Garibaldi. Si tratterebbe, invece, di acque bianche


Abbiamo ricevuto segnalazioni circa  lo sversamento di liquidi (ritenuti fognari) sulla  Marina Garibaldi di Canneto a partire dalle ore 12  di stamani.
Per avere chiara la situazione ci siamo recati sul posto (in contemporanea è stata fermata una pattuglia della polizia municipale in transito) e ci è stato riferito dal diretto interessato che si trattava di acque bianche provenienti dall'area circostante e che, ogni volta che piove, attraverso una canalizzazione, difettosa, finiscono nel tombino che si stava svuotando (vedi foto). In caso contrario il troppo pieno avrebbe fatto riversare il tutto nella sua struttura. Problematica già evidenziata più volte e ribadita, anche in questa occasione, alla polizia municipale. 

Viaggiano anche i mezzi veloci ma non mancano le proteste per lo stop alla nave delle 18 e 30 di ieri

Pausa nelle avverse condizioni meteomarine e da e verso l'arcipelago eoliano si muovono anche i mezzi veloci. 
Ma  non mancano le prese di posizione per il mancato collegamento di ieri sera che la nave delle 18 e 30 (Compagnia delle isole) avrebbe dovuto effettuare verso Vulcano-Lipari. Una nostra lettrice- a tal proposito- ci ha scritto" ieri siamo rimasti bloccati a Milazzo con la motivazione che non si poteva attraccare a Lipari.. ma da Lipari verso Milazzo(fino alle 18) sono arrivati 3 aliscafi. Vorrei spiegato da chi lo sa..la differenza fra sbarco e imbarco passeggeri". 
Noi abbiamo chiesto informazioni ci è stato riferito "che la risacca a Sottomonastero non permetteva l'attracco e che si rischiava l'incolumità dei passeggeri e di danneggiare il natante".
Ci piace pensare agli avventurosi viaggi di tanti anni fa con mare in tempesta e..altro che risacca! Ma erano altri tempi e forse...come dice un nostro amico...altri uomini! 

Mentri u miedicu studia , u malatu si nni va !


                               Dutturi,  u sceccu mia sta mali ‘un voli caminari !
                               Tu scerca di nù  sfurzàri, e fallu  arripusari !

                              Dutturi, u sceccu mia si sforza , ma a tratti nun mi ragghia !
                             ‘Un’è nenti di gravi , prova a canciari a pagghia !

                              Dutturi, u sceccu mia si sforza , ma ‘un ci attisa !
                              Aiutalu cu viagra, quannu ci puorti a spisa !

                              Dutturi, u sceccu  ‘un’havi forza, fa scilecca !
                              Ahh! Po capitari a tutti, forsi ‘un ci piasci a scecca !

                             Dutturi, u sceccu  vasci  arriedu , si stasci annichiliennu !
                             Sta calmu, sarà curpa  da scecca ca invesci u sta strudiennu !

                             Dutturi, u sceccu  perdi forza di pilu da mantella !
                             Uhmm! Bruttu signu ! ‘Un’è ca vinni l’ura, i fari a murtadella !

                             Dutturi, u sceccu da vucca  jetta forza i bavi !
                             Ma mu sa diri, stu sceccu, quantu cazzu d’anni havi ??

                             Dutturi, passaru già du misi ca iò vaiu sbattiennu,
                             e mentri tu va studiannu,.u sceccu u staiu pirdiennu !

                                 di Giovanni  Giardina         Lipari -02-03-2013-

Canneto..Mareggiata a Calandra


Carnevale eoliano 2013: Foto di Luana Zaia

MUSOTTO CHOC: ”LE PROVINCE? VANNO ABOLITE”

di Giuseppe Bianca -
Sono diventate in queste ore, “l’antistress” della politica italiana , come le palline che si stringono nelle mani. Favorevoli o contrari. Dentro o fuori. Tutto pare dipendere, all’improvviso, dal loro destino. Piccole, brutte ed insignificanti, come gli anatroccoli della favola, importanti , necessarie, da rivalutare. Ma di chi si parla? Ma come, delle Province. Il cui vero torto è forse quello di essere rimaste a metà strada, nè carne nè pesce, e di vivere una dimensione difficile, all’interno di un momento di confusione ed incertezza epocale. Ma, dentro un dibattito , fatto al solito con le consuete regole del si o del no, con poca profondità e molta contingenza, alza la mano uno che le Province le conosce bene.
Francesco Musotto, uno che sta a Palazzo Comitini, come Orlando sta al Comune di Palermo.
“Le Province sono inutili, vanno abolite. Per come sono concepite. Per quello che non riescono più a garantire in termini di produttività , e soprattutto in relazione ai costi. Sono pletoriche e costose…”.
Il suo mi pare un linguaggio da “citoyen”, più che uomo della politica…
“Proprio perché ho vissuto dentro la politica e soprattutto dentro la Provincia, posso affermarlo con tranquillità. Oggi la gente cerca trasparenza, rigore, magari lo fa con argomenti sommari ed è poco lucida, ma occorre chiedersi perché, di chi è la colpa, se siamo a questo punto”.
Presidente mi sembra più grillino di Beppe Grillo…
“Il mio è un punto di vista disinteressato e neutro. Non sono più interessato ad un partito politico, ma per tornare alla Provincia, chi amministra deve essere in grado di fornire risposte, ed invece oggi questo ente è un cimitero degli elefanti, serve da parcheggio per chi vuol rimanere attaccato alle poltrone”.
Qualcosa mi dice che lei non intende tornarci, ma non ci vorrà far credere che l’unica età dell’oro a Palazzo Comitini sia stata la sua?
Io, potrò apparire anche immodesto, ma mi sono inventato un modo di interpretare la Provincia nel territorio. Posso esserci riuscito o non esserci. Sono legato al ricordo del prof. Lorello, un grande consigliere, a Tommaso Romano. Ho anche “lanciato “ una generazione che si è affermata . Da Sammartano a Bignardelli , da Scelta a Pirillo, Marcello Caruso… Il Palermo in seria A aveva la scritta Palermo Provincia turistica…”.
Ci saranno stati anche errori?
“Tanti, ma rimpianti nessuno. Avevo un contatto costante con i Sindaci, abbiamo cercato di dare una dimensione dignitosa a molte questioni. Certo in qualche caso, non ci siamo riusciti”.
Presidente se le province sono inutili, quelle poche competenze, dalla viabilità all’edilizia scolastica, converrà che non sono secondarie?
“Bisognerà farle diventare strutture periferiche. I centri di spesa della regione sono più che sufficienti. In tempi di spending review, il risparmio è una necessità, non si può interpretare, come un metodo o una filosofia”.
Dopo di me, quindi, più o meno, il diluvio, mi pare di capire.
“Io non sono più a Palazzo Comitini dal 2008, se altri non sono stati in grado di farlo notare, non è certo colpa mia…”.
Quindi lei consiglia al governatore di andare avanti e di anticipare il governo nazionale sulla strada dell’abolizione?
“Decisamente. Oggi è tempo di coraggio, non di mezze misure”.

Grillo: sì a un governo Pd-PdL. Poi frena (gazzettadelsud.it)

"Se il Pd di Bersani e il Pdl di Berlusconi proponessero un cambiamento immediato della legge elettorale, l'abolizione dei rimborsi dei costi della campagna elettorale e al massimo due legislature per ogni deputato, noi sosterremmo naturalmente, subito un governo del genere. Ma non lo faranno mai". Lo dice Grillo al settimanale tedesco Focus.
"Loro bleffano soltanto - ha aggiunto - per prendere più tempo". Il leader del M5S ha poi ribadito: "Io do ai partiti ancora sei mesi, e poi è finita qui". "Poi non potranno più pagare le pensioni e gli stipendi pubblici", ha aggiunto. Nell'intervista, di cui è stata diffusa una anticipazione, Grillo dice: "Saremo schiacciati non dall'euro ma dai nostri debiti. Se gli interessi salgono a 100 miliardi all'anno siamo morti. Non c'é alternativa". "Se compro le azioni di una società che fallisce sono sfortunato. Ho rischiato e perduto", spiega. "Se le condizioni non cambiassero l'Italia vorrebbe lasciare l'euro e tornare alla lira", si legge nell'anticipazione. 
La precisazione di Beppe Grillo, messa nera su bianco in calce all'intervento di ieri dal titolo 'Il mercato delle vacche del Pd', arriva dopo un'intervista al settimanale tedesco Focus in cui il leader del Movimento 5 Stelle sembrava aprire a un governo Pd-Pdl per fare alcune riforme. Nessuna apertura, ribadisce invece Grillo: "Il M5S non darà la fiducia a nessun governo".
Una proposta, quella del comico genovese, che evidenzia la strategia dell’ex comico: restare fuori dai giochi per poter ulteriormente usufruire del consenso elettorale dopo quello che verrebbe visto come un “inciucio” tra i partiti di destra e di sinistra. E arrivare così a Palazzo Chigi, dopo le prossime elezioni, senza concorrenti che gli possano sbarrare la strada. 
"Dico no ai governissimi e vedo difficile che Grillo sostenga o faccia nascere un governo del Pd. E credo che sarebbe sbagliato blandire parlamentari o offrire presidenze, si dimostrerebbe di non aver capito la natura del Movimento". Così, in una intervista al Corriere della Sera l'ex segretario dei democratici Walter Veltroni, secondo il quale dopo l'esito delle urne "l'unica strada è un governo nato dall'iniziativa del presidente della Repubblica, che senza una maggioranza precostituita vada in Parlamento a cercare il consenso su un programma di riforme", a partire da "legge elettorale e riduzione del peso della politica". 
Per Veltroni "questo voto precipita l'Italia in una situazione che negli ultimi cinquant'anni c'é stata solo due volte", con il rapimento di Aldo Moro del marzo '78 e con la crisi valutaria del '92, e, sottolinea, in questi due periodi "la recessione non c'era". "Questo voto - aggiunge - è stata la tempesta perfetta. Ci consegna un Paese in cui non c'é maggioranza possibile e per chi ama la storia la crisi di Weimar nacque esattamente così ". E "se non si capisce che questo è il tempo più difficile della storia italiana non si mette a fuoco il problema". Veltroni non vuole "gettare la croce" addosso a Bersani per l'insuccesso elettorale, e invita a non concentrarsi sui nomi di possibili nuove guide del partito. Il Pd, sottolinea, non deve "chiudersi" ora ma deve invece "ritrovare la sua vocazione originaria" perché "un partito democratico non è semplicemente progressista, è qualcosa di molto più aperto e radicale: è un partito che assume su di sé elementi di rottura con il passato, che si batte per una politica lieve". (re.on.)

La scuola di Stromboli sarà intestata a Bergman-Rossellini

L'edificio scolastico dell'isola di Stromboli sarà intestato a Ingrid Bergman e Roberto Rossellini. La coppia nel 1948 grazie al film "Stromboli" contribui' a far consocere nel mondo l'isola eoliana. 
Lo ha deciso la locale circoscrizione presieduta da Carlo Lanza.

Calcio a 5. Rinviata la gara della Ludica

A causa delle condizioni meteo avverse e le alluvioni nella zona del catanese,la partita tra Ludica Lipari e Futsal Puntese,che doveva svolgersi quest'oggi al Freeland Club di Lipari, alle ore 15,00,e' stata rinviata a data da destinarsi

CROCETTA E LE CONSULENZE: RIPARTE LA MACCHINA DELLE NOMINE

di Miriam Di Peri -
Lo aveva promesso e lo ha fatto. Rosario Crocetta aveva assicurato lo stop alle nomine in campagna elettorale. E, in effetti, per settimane intere sulla pagina dei consulenti della Regione non è stato inserito alcun esperto esterno all’amministrazione. Ma archiviata l’estenuante fase di campagna elettorale, ecco comparire i nomi dei componenti della cabina di regia regionale che coordinerà le attività degli enti locali aderenti al “Patto dei sindaci”, fortemente voluto dalla comunità europea.
A farne parte, il coordinatore Antonello Pezzini e i componenti Rosario Lanzafame e Salvatore Lupo. Per i tre supervisori, un contributo di 4.131,66 euro lordi ciascuno, da oggi, 1 marzo, fino al 30 aprile 2013.
Imprenditore del settore tessile, Pezzini è inoltre docente di Economia e gestione delle imprese all’Università di Bergamo, nonché docente del Master in diritto d’impresa del Sole 24 Ore e giornalista pubblicista.
Lanzafame è invece ordinario di sistemi per l’energia e l’ambiente all’università di Catania, mentre Salvatore Lupo è un docente di lingue e culture europee e nel biennio 2010/12 ha ricoperto il ruolo di consulente all’ufficio di rappresentanza di Bruxelles.

Eolie. Viaggia solo il traghetto della Compagnia delle isole

Eolie praticamente isolate. L'unico mezzo che sta rompendo l'isolamento di Vulcano e Lipari (non si dispera di raggiungere anche Salina) è il traghetto della Compagnia delle isole partito da Milazzo alle 9,05 e che a bordo, oltre ai mezzi, circa 120 passeggeri, molti dei quali bloccati da ieri nella città mamertina.
AGGIORNAMENTO: Il traghetto sta raggiungendo anche Salina

Carnevale eoliano 2013: Foto di Luana Zaia







Auguri a..Carmelo, Desirèe e Rossella

Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Carmelo Palino, Desirèe Villani e Rossella Mollica
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. 
Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Il Movimento 5stelle segnala: "Il Tribunale di Pozzuoli contro il novello “redditometro”.

I giudici campani chiamati in causa da un contribuente infastidito dal numero e dalla varietà delle informazioni richieste con il nuovo strumento accertativo (oltre cento voci di spesa!), hanno infatti riconosciuto che quest’ultimo può tradursi in una vera e propria invasione della sfera privata, perché consente almeno potenzialmente all’Agenzia delle Entrate di venire a conoscenza di singoli aspetti della vita quotidiana dei contribuenti ledendo sia la riservatezza, che la stessa libertà individuale e di autodeterminazione della persona.
Inoltre, così come è strutturato, il nuovo redditometro non permetterebbe neppure una adeguata ed efficace difesa da parte degli “inquisiti” dato che, come è intuibile, la varietà (oltre al numero) delle voci di spesa che vi partecipano è tanta e tale che pur ipotizzando per assurdo che sia conservata con pazienza certosina la documentazione di tutte le
spese sostenute, anche le più minute e quotidiane, non si raggiungerebbe mai, verosimilmente, la piena prova che non sia stata sostenuta altra spesa al di fuori di quelle documentate.
Pertanto i magistrati hanno inibito all’Agenzia delle Entrate di controllare, analizzare e archiviare le spese di quel contribuente, e anche di cessare - se iniziata - ogni attività di accesso, analisi o raccolta di dati e, infine, di distruggere tutti gli archivi eventualmente già formati riguardanti il medesimo ricorrente.
E' senz'altro una decisione che crea in questo momento un grande dibattito...

venerdì 1 marzo 2013

Vulcano: seconda fase della microchippatura, sterilizzazione, tatuaggi d'identificazione dei cani vaganti e dei gatti

Comunicato stampa
Da domenica 3 a giovedi' 14 marzo il Comune di Lipari in collaborazione con l' associazione Eolo a 4 zampe onlus e Enpa onlus - Ente Nazionale Protezione Animali organizza il 2° intervento sanitario per il controllo delle nascite e contro il randagismo.
Cani: sterilizzazione e microchippatura dei cani vaganti maschi e femmine.
Gatti: sterilizzazione di maschi e femmine, tatuaggi di identificazione delle colonie feline ( legge regionale 3 luglio 2000 n. 15, pubblicata sulla GURS n. 32 del 7 luglio 2000).
In questa fase di intervento si operera' a Lipari e Vulcano.
Tutta la cittadinanza e' invitata a collaborare contattando i volontari.
N. cell. 334 7330551
dalle ore 10 alle ore 12.
Aiutateci ad aiutarli!!!
Grazie
L'assessore Gabriella Berzioli

Auguri a....Nunzia, Bernadette e Mariella

Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Nunzia Ziino, Bernadette Marsile e Mariella Buttò
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. 
Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Il comune di Lipari ha un "portavoce" in Peppe Natoli. "Ma serve un giornalista" (di Daniele Corrieri)

Con tutto il rispetto per Peppe Natoli portavoce del Sindaco e dell’amministrazione, (di solito i portavoce devono essere giornalisti o politici d’eccellenza) quali dei due è Natoli? Nulla di personale.
Sempre in tema di addetto stampa ricordo al Sindaco che il sito del Comune ha bisogno del suo ufficio stampa e di un direttore. Farà un bando o troverà un volontario? Qui però serve un giornalista! Ne segnalo qualcuno . . Salvatore Sarpi, Peppe Paino, Bartolino Leone, Luigi Barrica i più conosciuti . . .altri .. .? Non so se all’interno degli amici della maggioranza ve ne siano, fateci sapere!
Sono contento che il Peppe Natoli riporta notizie già date da parte mia mesi fa “cimitero Quattropani”, speriamo che a breve domanda al Sindaco quando si provvederà per Acquacalda e per Pianoconte e altri cimiteri di cui necessitano interventi, magari il Suo comunicare sarà più forte e molto più incisivo, visto che sia io che altri ne parlammo già quando si seppe dei soldi stanziati per i cimiteri di Quattropani, Filicudi e Pianoconte con riserva (devono trattare un terreno che vale 40 mila e ma sembra che il proprietario ne vuole di più! Chi sarà’? Attendiamo il nome. Quando lo comunicherà?
Sempre a Peppe Natoli consiglio di verificare alcuni articoli riferiti ai taxi e al bourdellin di sottomonastero e che possibilmente la proposta la faccia l’amministrazione per come organizzare e che non chieda a chi già col nuovo piano organizzativo porto è inc….
Per fortuna che oggi c’è un portavoce, almeno so a chi chiedere quando serve!
Questo fine settimana me la sono presa con il mondo? Assolutamente no, semplici riflessioni!
Sig. Natoli mi permetto di firmarmi . . . Il Portavoce da Milano! Tanto non ho titolo di Giornalista e neppure sono diplomato..solo licenza media!
D. Corrieri

Sidoti...la macrostruttura comunale e...altro

Sono poche le notizie che trapelano sul tema "riorganizzazione macro struttura comunale". Dai giornali apprendiamo solo che ci saranno:
1) solo tre dirigenti distribuiti per i seguenti settori amministrativo,economico e tecnico
2) dei servizi migliori per i cittadini
3) risparmi per l'Ente.
Facciamo pero' un passo indietro.
Tutto e' iniziato con la delibera di Giunta n.89 del 29/10/2012 uno degli atti di indirizzo deliberati da questa amministrazione.
Il tutto doveva essere predisposto dal dirigente del I settore. Ma e' stato veramente lui a predisporre questo piano? Ma questo sostanzialmente poco importa anche se e' importante conoscere la paternità di questo progetto onde individuare eventuali responsabilità o meriti.
La proposta contenuta della predetta delibera individuava due obiettivi da raggiungere:
1) la modifica entro il 31/12/2012 dell'assetto organizzativo dell'Ente con la "soppressione" di n.1 posto dirigenziale
2) la rimodulazione delle posizioni organizzative sempre entro il 31/12/2012
Secondo la mia opinione ci stiamo allontanando dagli obiettivi indicati nell'atto di indirizzo peraltro descritti in modo al quanto generico.
In realtà:
A) non vi e' la soppressione di nessun dirigente se non una limitazione delle competenze di quello del IV settore che vengono trasferite al Sindaco.
Risultato: "Risparmio ipotizzato al netto delle imposte di quasi 18mila euro".
Vorrei ricordare al Sindaco che "sopprimere" la figura di un dirigente (termine usato nell'atto di indirizzo e devo dire anche poco piacevole) causa un licenziamento non una limitazione delle competenze.
Ma licenziare un dirigente e' complicato in quanto entrano in gioco i sindacati ed io purtroppo conosco bene l'argomento in quanto rappresento la categoria come Federmanager presso l'Ufficio Provinciale del Lavoro di Messina.
B) vi e' stata la soppressione delle Posizioni Organizzative a partire dal 1/1/2013.
Risultato: "Risparmio ipotizzato netto di circa Euro 68mila".
Quindi registriamo un risparmio complessivo di circa 90mila euro sul totale delle retribuzioni nette (base 2012) pari a meno del 3%.
Le uscite riferite alle retribuzioni, infatti, nel 2012 si sono attestate ad Euro 3.078.777 (i dati sono stati ricavati dall'albo pretorio e dal sito operazione "poca trasparenza").
Quindi stiamo parlando di pochi spiccioli in termini di minori uscite. Solo il 3% del totale delle retribuzioni nette e se lo rapportiamo al totale delle uscite avremo lo zero, zero periodico e forme qualche decimale.
Per quanto attiene i miglioramenti dei servizi per i cittadini sarà argomento tutto da scoprire al momento nessun segnale.
I dirigenti in organico alla data odierna sono sempre n.5: il segretario comunale, il dirigente del I settore, il dirigente del II settore, il dirigente del III settore ed il comandante dei vigili urbani, così vengono qualificati nelle schede presenti nel sito del comune. A proposito aggiornate le schede delle retribuzioni con quelle del 2012.
Chiudo rappresentando una preoccupazione "che significa le retribuzioni dei dirigenti post riorganizzazione saranno equilibrate in base al carico di lavoro che saranno chiamati a svolgere".
Non e' che facciamo il gioco delle tre carte. Da una parte togliamo e dall'altra parte distribuiamo quello che abbiamo risparmiato?
Fatto grave rilevato durante la ricerca dei documenti effettuata nell'albo pretorio e' stato oscurato il riepilogo paghe di gennaio 2013 come mai? Come mai la 13ma mensilità distribuita ai vigili ausiliari ammonta a quasi il doppio della retribuzione mensile?
Fatto incoraggiante le uscite del mese di febbraio sono state minori dello scorso anno forse per effetto di pensionamento e di qualche indennità in meno. Ogni tre mesi aggiornerò la situazione generale sempre che non ci oscurino i dati a quel punto sarò costretto a comunicare a chi di competenza il fatto.

Angelo Sidoti

Gli incontri del sindaoi Giorgianni

Nel bar di Quattropani il sindaco Marco Giorgianni ha tenuto ieri sera un incontro con la cittadinanza. Erano presenti anche il presidente del consiglio comunale Adolfo Sabatini, l'assessore Gabriella Berzioli e il consigliere comunale Gaetano Orto.
Si è parlato dei progetti che si intendono realizzare nella frazione.
Oggi il  sindaco ha incontrato i rappresentanti dei Taxi, di Federalberghi  e i proprietari dei  locali notturni che si trovano fuori da Lipari centro

Il presidente del consiglio comunale di Lipari.... (di Daniele Corrieri)

Sembra che Lipari stia cambiando oppure che ci stiamo prendendo in giro.
Oggi ho letto due Comunicati del Presidente del Consiglio Adolfo Sabatini:
Il primo comunicato è che lo stesso ringrazia il Presidente della Repubblica perché a Ginostra vi era il seggio elettorale in quest’ultima tornata.  Ricordo le dure battaglie dei miei paesani e quant’altro riportato negli anni di cronaca dei paesani di Ginostra. La domanda mi sorge spontanea? Ma dobbiamo pure ringraziare per i nostri diritti? Ma stiamo scherzando o ci stiamo prendendo in giro? Parere personale: Abbiamo pagato un telegramma inutile!
Il secondo comunicato è tragicomico secondo il mio parere, oppure per essere più buono è un ripensamento: Il Presidente del Consiglio fa degli apprezzamenti su un comunicato fatto dagli attivisti del movimento 5 stelle, sottolineando e apprezzando i contenuti. I contenuti? Che la Politica oggi si fa per i blog e per i media e che andrebbe fatta per strada, anche perché i blog sono uno squallido teatrino, specie quelli locali. Chissa cosa ne pensano gli iscritti del blog di facebook del movimento 5 stelle di Lipari?
Probabilmente si è ravveduto il Presidente Adolfo Sabatini del suo modo di comunicare che aveva con Mariano Bruno Sindaco, i media locali e i blog locali erano compiaciuti di comunicati e note del Consigliere Sabatini e soprattutto i loro lettori.
Concludo: ma Beppe Grillo la sua Politica l’ha fa sui blog o per strada? Ma soprattutto da dove iniziò?
Saluti
D. Corrieri

Bye bye Bersani, scordati Grillo. Casaleggio: "Nessuna alleanza"

(da affaritaliani.it) Il Movimento 5 Stelle "non appoggera' nessun governo". Lo afferma al 'Guardian', Gianroberto Casaleggio ribadendo il 'no' del Movimento ad un governissimo. Il Movimento, ribadisce, "votera' per tutte quelle proposte che sono parte integrante del nostro programma". E aggiunge: "Il presidente della Repubblica decidera' a chi dare il mandato, per tentare di fare un governo. Lui decidera' se ci sono le condizioni per formare un governo e se quel governo ha la fiducia alla Camera e al Senato. Noi non vogliamo entrare in quel processo".
"Cio' che sta accadendo in Italia e' solo l'inizio di un cambiamento molto piu' radicale. E' un cambiamento che tocchera' tutte le democrazie". Ne e' convinto Gianroberto Casaleggio, 'guru' del Movimento 5 stelle, che parlando con il 'Guardian' sulle prospettive future di M5S dice: "Dipende da quanto saremo coerenti. Ma sicuramente cresceremo". Un giorno M5S governera' l'Italia? "Lo spero" ha risposto Casaleggio. "I membri del Movimento 5 stelle - ha aggiunto - non sono soltanto quelli che parlano (sul web), ce ne sono altri. Il fatto che pochi commentano sul blog, non significa che le persone in M5S non condividano la linea del Movimento". Poi fa riferimento al codice di comportamento che prevede che i deputati e i senatori "non devono unirsi ad altri partiti o coalizioni, tranne che per voti su singoli punti. Ma loro - ha ricordato - lo sapevano fin dall'inizio".
Su governi tecnici (ieri si e' parlato dell'ipotesi di una proroga del governo Monti per avere un 'governo parlamentare' che faccia alcune leggi urgenti, ndr), Casaleggio sottolinea che "il governo Monti ha avuto una maggioranza che gli ha permesso di far passare molte leggi e molti decreti legge". Il braccio destro di Grillo riferisce anche: "Prodi mi ha riconosciuto e mi ha salutato". Altri politici l'hanno chiamata? "No, nessuno ha chiamato".
GRILLO - "Leggo e ascolto con stupore presunti 'esperti' discutere di economia, di finanza o di lavoro a nome del M5S. Queste persone sono ovviamente libere di farlo, ma solo a titolo personale". E' quanto si legge in un post anonimo in prima persona sul sito Beppegrillo.it, quindi attribuibile al leader del Movimento 5 stelle. Fra i vari intervistati in questi giorni dai quotidiani e indicati come vicini al leader 5 Stelle ci sono gli economisti Loretta Napoleoni e Mauro Gallegati, ma Grillo non nomina esplicitamente nessuno: "I contributi - avverte - sono sempre bene accetti, ma non l'utilizzo del M5S per promuovere sé stessi".

"Il M5S dispone di un programma - prosegue il comico genovese - che sarà sviluppato on line nel tempo da tutti i suoi iscritti. La piattaforma, uno spazio dove ognuno veramente conterà uno, è in fase di sviluppo dopo il rallentamento dovuto all'anticipo delle elezioni".

Un governo con un programma di sette-otto punti, sui quali Pierluigi Bersani intende chiedere la fiducia al Parlamento. All'indomani della porta in faccia sbattuta da Grillo, il segretario del Pd in rilancia "il governo di responsabilita'", ribadendo che "prima di tutto c'e' da rispettare l'esito del voto. A noi spetta la prima parola perche' abbiamo la maggioranza, larga alla Camera e relativa al Senato", "il cambiamento non e' un'esclusiva di M5S". Bersani esclude la possibilita' di dar vita a governissimi con il Pdl, "l'ipotesi delle larghe intese non esiste e non esistera' mai", perche' proposte di governissimo sarebbero "la morte del Pd".
Ma le parole del leader democratico non trovano terreno fertile nel Movimento 5 Stelle e da Grillo arriva un nuovo duro attacco: "Questi hanno la faccia come il culo. I vertici del pdmenoelle si stanno comportando come dei volgari adescatori", scrive il comico genovese su twitter. Poi, nel sul blog, aggiunge: "Al M5S arrivano continue offerte di presidenze della Camera, di commissioni, persino di ministri. Il Pdmenoelle ha gia' identificato a tavolino le persone del M5S per le varie cariche dando loro la giusta evidenza mediatica sui suoi giornali e sulle sue televisioni. E' il solito modo puttanesco di fare politica. Per attuarlo pero' ci devono essere persone disposte a vendersi. E il M5S, i suoi eletti, i suoi attivisti, i suoi elettori non sono in vendita". La replica di Largo del Nazareno non si fa attendere: "Nessuna trattativa ne' calcoli sottobanco. Il Pd gioca a viso aperto".
E mentre si susseguono i vari scenari per uscire dall'impasse post voto, da Berlino Giorgio Napolitano spazza il campo da qualsiasi ipotesi di una sua permanenza al Quirinale: "Non esistono proroghe, non esistono rielezioni a tempo", "l'ho gia' detto tante volte. Non credo che sia onesto dire 'tranquilli, posso fare il Capo dello Stato fino a 95 anni'". Non solo. Il Capo dello Stato chiarisce anche che il ritorno alle urne non rappresenta una strada al momento percorribile: "Andare a votare di nuovo non mi interessa", "l'importante e' dare un governo all'Italia". "Non ho potere di scioglimento delle Camere", ha aggiunto, "dubito che il nuovo Presidente possa pensare solamente allo scioglimento", indicando quello che e' l'obiettivo principale: "bisogna dare un governo all'Italia". Infine, il Presidente della Repubblica tranqullizza: "potremo superare le difficolta'".
Ma a rendere ancor piu' teso il clima post elettorale sono le nuove vicende giudiziarie che coinvolgono Silvio Berlusconi che oggi, dal Tribunale di Milano dove ha reso dichiarazioni spontanee nell'ambito del processo Mediaset, torna a invocare la piazza e da' appuntamento al 23 marzo. "Vogliono cambiare l'esito delle elezioni nella aule dei Tribunali", tuona l'ex premier che attacca: "parte della magistratura e' una patologia del nostro sistema, un cancro della nostra democrazia".

Carnevale eoliano 2013: Foto di Luana Zaia

Pausa Caffè (Rubrica di Daniele Corrieri). "Voglio solo far lavorare la macchina pubblica"

Oggi tante telefonate e vari messaggi privati sul mio profilo. Bravo, complimenti dicevano!
A momenti mi nominano capo dell’opposizione al Comune di Lipari! Ringrazio tutti, ma nello stesso tempo non stò né con l’opposizione e tanto meno con la maggioranza.
Spesso vengo interpretato male, ma molti non si sono accorti che non tiro ne a dx ne a sx per non stare al centro.
Ciò che col mio contributo dilettantistico di opinionista voglio dare alla mia isola e alle altre isole è: far lavorare la macchina pubblica e non serve spiegare i motivi, sono ben visibili i problemi sociali e imprenditoriali che abbiamo nel nostro Comune.
Purtroppo spesso per non dire giornalmente chi dovrebbe fare è cieco oppure non riesce a dare risposte o peggio ancora non è il suo mestiere.
Sembra che da Lunedì ci sia un cambio di guardia, attendo conferme.
Comunque in riferimento al prossimo Consiglio Comunale convocato dalla Minoranza, non voglio meriti, il merito è dei Consiglieri che hanno firmato. Ovviamente questa convocazione indirettamente fatta da Milano sarà sminuita o venduta a altri. Il tutto non ha importanza. L’importante è che iniziano a lavorare.
Sono certo che il Presidente Adolfo Sabatini non copierà il fare dell’ex Presidente Longo, anche perché lo stesso Sabatini lo giudicò il peggior Presidente di sempre. Quindi caro Presidente Sabatini le ricordo che la convocazione deve essere fatta entro e non oltre il 20 marzo! Ma questo lo sa già! A proposito una domanda Presidente: quando qualcuno va a casa di altri  e saluta và salutato?
Mi dispiace per il Sindaco dove un giorno prima rilasciando un intervista diceva che non serviva un Consiglio Comunale, forse non era attento a quanto accadeva attorno a Lui dove addirittura (credo ingenuamente) nei firmatari di questa convocazione si legge la firma di Gaetano Orto. E pensare che già la richiesta di convocazione era agli atti!
E’ proprio vero la maggioranza tra di loro non si parla ivi compreso fattore “Consigliere o assessore”
Buon Consiglio
D. Corrieri

Domenica a Pianoconte recital "Sulla Tua Parola"

Domenica 3 marzo verrà presentato il Recital del Centro Giovanile di Lipari “Sulla Tua Parola” a Pianoconte. 
Il programma si svolgerà nella Chiesa di SANTA CROCE:
ore 18 Santa Messa animata dai giovani
ore 19 Recital: “Sulla Tua Parola”
a seguire un momento festa
 Vi aspettiamo numerosi!!

GAL Isole Sicilia. Il consigliere Fonti invita a dare riscontro alla sua interrogazione e "ad aprire gli occhi"

Al Signor
Sindaco del Comune di Lipari
Gent.mo Signor Sindaco,
Sono costretto per l'ennesima volta a dover sollecitare il riscontro alla mia interrogazione del 5 ottobre 2012 e successiva diffida del 5 dicembre 2O12 riguardanti il GAL Isole di Sicilia.
Inoltre, La informo che numerose anomalie mi sono state segnalate da parte di alcuni partecipanti alla selezione, tra le quali, ma non le uniche, riguardano la ricezione dei plichi e l'attribuzione del punteggio relativo ai titoli, tanto che la graduatoria è stata ripubblicata a distanza di qualche giorno e, numerosi partecipanti sono stati riammessi al colloquio.
Pertanto, con la presente, La invito nella qualità di socio e Presidente pro tempore del Gal Isole di Sicilia, a voler dare compiuto riscontro alla mia interrogazione del 5 ottobre 2012, contestualmente, La invito a voler Vigilare e verificare affinché il procedimento di selezione del personale avvenga nel rispetto delle norme che regolano la materia, e che nello stesso, non vi siano coinvolti soggetti incompatibili, avendo cura di informare lo scrivente consigliere comunale nel caso in cui venissero riscontrate anomalie nella procedura.
Lipari 01/03/13
Il consigliere comunale
Gesuele Fonti

Seggio elettorale a Ginostra. Il presidente del consiglio Sabatini ringrazia il Presidente della Repubblica


Il presidente del consiglio comunale Sabatini sul "garbato" intervento di Finocchiaro (Movimento 5stelle)

“……..Se qualcuno non se ne fosse accorto la comunicazione ente/cittadini che avviene attraverso i notiziari da qualche anno è un continuo criticare ed aggredire, persone che litigano online e che poi abbassano gli occhi quando si incontrano per strada! Non va bene, è un continuo scambio di “vibrazioni negative” che non giova a nulla... 
Abbiamo in sostanza ricreato sui blog locali lo squallido teatrino che su scala nazionale ci propinano con i talk Show televisivi.
Siamo convinti che la “politica” non sia questo......”


Inizio la mia breve nota, riportando integralmente una parte del garbato e interessante intervento di Francesco Finocchiaro in qualità di attivista del Movimento 5 Stelle di Lipari, per esternare pubblicamente il mio apprezzamento sia sul contenuto che nei modi. Ho apprezzato la chiarezza, il messaggio politico-sociale e, ancor di più apprezzo Francesco per averlo scritto.
  Il Presidente del Consiglio Comunale
                           Adolfo Sabatini

Carnevale eoliano 2013: Foto di Luana Zaia


DA MESSINA CON FURORE: D’ALIA E GENOVESE, DESTINI PARALLELI

di GB -
L’avevano pensata bene. Nei dettagli. D’Alia e Genovese. Messinesi, giovani, e post democristiani. L’avevano messa a punto con lucidità, nei giorni in cui Casini, avanzava verso il PD e verso un sogno che non si è per lui realizzato, il governo del Paese. D’Alia e Genovese, parlavano, s’incontravano, ragionavano. Ambizioni legittime di entrare in una compagine di governo nazionale, ma anche di creare qualcosa di più, una forza trasversale che mettesse al centro il territorio di Messina, in chiave regionale, ma in prospettiva di durata.
E così Genovese piazza Rinaldi, il cognato all’ Ars, ma soprattutto lavora in profondità nel tessuto della sua città, che lo vede da sempre un riferimento assoluto. Fu sindaco di Messina nel 2005, quasi “re per una notte”, destino toccato anche a Peppino Buzzanca, deputato all’Ars, ma soprattutto, accetta il consiglio di chi gli spiega di andare a Roma. Il vento sta per cambiare, gli dicono.
D’Alia invece parte da lontano. Nella DC fa tutta la trafila. Dai giovani in poi. Se lo ricordano ancora nel 2008, quando sbattè il pugno che voleva andare in lista al Senato, addirittura davanti a Cuffaro. A Roma, il responsabile delle liste girò i tacchi e se ne andò, lasciando ad altri la soluzione del problema. Poi decise Casini. Nello stesso momento in cui Genovese è sindaco a Messina, lui è sottosegretario agli interni.
Ed ecco che ritorna l’asse con Genovese. In realtà nessuno dei due impazzisce per l’attuale Governatore, ma alla fine, si sono fatti carico della scelta. E la centrano, secca. Crocetta diventa Presidente. Tutto sembra andare per la direzione giusta. Le “Politiche” sono il momento della verità. La crisi ed il disfacimento dell’impero berlusconiano, suggeriscono ai due di insistere. Si lavora duro, ma alla fine, l’imponderabile, si presenta sotto forma di Grillo parlante.
I destini, fino ad oggi paralleli e vicini, oggi vengono messi a dura prova. Genovese ha vinto ed ha convinto a Messina, D’Alia un po’ meno. Se opterà per circoscrizione di Palermo, facendo a Messina un piccolo “sgarbo”, aprirà le porta del parlamento a Pistorio, l’unico lombardiano a varcare nuovamente la soglia. In caso contrario, quest’ultimo seguirà la sorte del suo ex amico Presidente. Rimanendo fuori.

"Il voto gioioso". L'analisi del voto di Luca Chiofalo

Da giorni provo a condividere la soddisfazione espressa circa l'esito del voto nazionale da alcuni concittadini, ma non trovo appigli razionali.
Il mio limite credo sia quello di non possedere "l'orgoglio di casacca" dei suddetti: non vivo la soddisfazione personale di chi può sfogare i propri istinti da ultras o sperare in qualche vantaggio da "vicinanza" agli eletti.
Anzi, ragionando da cittadino italiano "senza santi in paradiso" e capitali all'estero mi chiedo: quali esaltanti prospettive apre questo scenario tanto frammentato e confuso?
Quali motivi di ottimismo e felicità possono scaturire da un voto che avrà come conseguenza un probabile caos politico, istituzione ed economico...?
Mi avventuro, siate indulgenti, in un'analisi profana ed essenziale del risultato elettorale.
Berlusconi, fenomenale (solo) in campagna elettorale, ha salvato il salvabile: (forse) se stesso e i suoi fedelissimi, non certo l'Italia come sostiene Sallusti. Grillo ha fatto "boom" ma (furbo) non vuole governare, preferisce speculare sul potenziale disastro. Monti, l'unico timoniere affidabile ma digiuno di esperienza elettorale, è stato ridotto all'irrilevanza da una campagna diffamatoria trasversale che ne ha fatto il responsabile di tutti i guai italiani dal dopoguerra ad oggi.
Dal canto loro, Bersani e la sinistra tutta sono "casi umani": partiti con i favori del pronostico hanno fatto di tutto (come altre volte) per perdere il vantaggio, masochisti non dichiarati e dispensatori di speranze puntualmente disattese.
Dunque, quadro politico bloccato e problemi ingigantiti, con l'aggravante che la campagna elettorale più dissennata della storia ci restituisce un paese spaccato da pulsioni pseudo-rivoluzionarie e diffusi rigurgiti anti-euro, ormai politicamente rappresentati.
Ultimamente, ho l'impressione sempre più netta di vivere in un paese poco lucido (eufemismo) e lungimirante nelle riflessioni e nelle scelte;
gli elettori berlusconiani che ho sentito, stamane, sostenere di averlo votato perchè proponeva il programma più serio e credibile (parole testuali) me ne hanno dato conferma.
La democrazia obbliga a tollerare, ma chi è causa del suo mal pianga se stesso...    
CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

Corrieri preannuncia convocazione del consiglio comunale di Lipari

Caro Direttore.. ti comunico che i nostri sforzi hanno avuto un primo risultato. Già raccolte 5 firme per la convocazione del Consiglio Comunale!!! Il tutto entro e non oltre il 20 marzo!Ordine del giorno: Trasporti … ma qualcuno inserirà anche altri temi suggeriti da Milano!
Mi raccomando, quando il Presidente del Consiglio convocherà ufficialmente il Consiglio Comunale . . . il titolo lo avremo già !
Milano attraverso Eolienews e Lipari.biz … riesce a far convocare un Consiglio Comunale!
Ringrazio i singoli consiglieri, sollecitati attraverso gli organi di stampa, che hanno aderito al mio appello! (forse anche uno della maggioranza)
Ringrazio Lei e il direttore di Lipari.biz che mi date la possibilità di esprimermi in modo libero.
Dai che iniziano i lavori!
Grazie ancora
D. Corrieri

giovedì 28 febbraio 2013

Un tuffo nel passato: Il "mitico" C.S. Lipari (1980)

Anno 1980:
 In alto da sinistra a destra: Mario Riganò, Nino Germaná, Giovanni Lo Schiavo, Enzino Sampieri, Gaetano Accetta, Presidente: Gianni Lo Re
In basso da sinistra a destra: Mr.Enzo Ferro, Lillo Bottari, Giovannello Arricò, Pippo De Salvo, Giacomo Torino, Umberto Zanca(Massaggiatore) Elio Sciacchitano

Pesca:da 2013 due stop per spada, da domani primi 30 giorni. Federcoopesca, periodo comunicato oggi senza preavviso

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - Da domani nuovo stop per la pesca del pesce spada in Italia. Ai due mesi di divieto fissati dal 1 ottobre al 30 novembre di ogni anno, si aggiungono infatti, a partire da questa notte, altri trenta giorni duranti i quali non si potrà pescare, detenere a bordo e trasbordare esemplari di questa specie. Lo rende noto all'Ansa la Federcoopesca-Confcooperative, riportando il contenuto di un decreto direttoriale diffuso oggi che rispetta quanto stabilito dalla Raccomandazione della Commissione internazionale per la conservazione dei tonni dell'Atlantico (Iccat), dove si lasciava al singolo Stato la facoltà di scegliere il periodo. Una decisione che crea problemi agli operatori non solo per un ulteriore periodo di inattività ma sopratutto per il mancato preavviso dei tempi di attuazione del provvedimento. Secondo l'associazione, infatti, la disposizione è stata comunicata troppo a ridosso dell'inizio del fermo, creando inevitabili problemi a chi è già per mare o chi non si aspettava di dover sospendere nell'immeditato l'attività. La Federcoopesca stima che la produzione nazionale di spada è di circa 6 mila tonnellate annue, con un prezzo finale che in questo ultimo mese é in media di 24 euro al chilo. (ANSA).

Etna: eruzione da nuova frattura, a Stromboli colata lavica cessata

Due vulcani, situazioni opposte. L’Etna appare in piena fase eruttiva. Come gli esperti Ingv avevano anticipato, le osservazioni hanno evidenziato la formazione di una frattura eruttiva nella sella fra il vecchio e il nuovo cono del cratere sud-est.

Un nuovo episodio parossistico si è verificato, con boati, esplosioni, lava e la fuoriuscita di una colonna di fumo, cenere e pietre vulcaniche. La colata si è riversata sulla desertica Valle del Bove, la nube di materiale piroclastico è stata spinta verso est, interessando la zona fra Milo e Fornazzo, fino a Giarre e Riposto.L’eruzione era stata preceduta da intensa attività stromboliana, alla Voragine e alla Bocca Nuova.  Opposta situazione per il vulcano Stromboli: al termine del trabocco lavico dal cratere, iniziato nel pomeriggio del 27 febbraio, ha cessato l’attività.

Intervista al sindaco Marco Giorgianni su macrostruttura comunale, dirigenti, sicurezza ecc.

Vi proponiamo l'ampia intervista realizzata congiuntamente al collega Peppe Paino con il sindaco del comune  di Lipari, Marco Giorgianni:

"Il Movimento non sta entrando in politica, il Movimento sta “cambiando” la politica". Finocchiaro (Movimento 5stelle) replica a Corrieri

Riceviamo da Francesco Finocchiaro, attivista liparese del Movimento 5stelle, una nota garbata, e direi esplicativa, al pezzo dell'amico Daniele Corrieri che poneva dei quesiti a proposito dell'attività del Movimento a Lipari.
Rispondo al simpatico Daniele Corrieri, precisando comunque che non sono certo il capo dei 5 stelle ma, in quanto uno dei fondatori del gruppo, credo di poterne oggi esprimere l'essenza e oltretutto, visto il forte successo elettorale avuto alle isole Eolie, mai come oggi è doverosa una puntualizzazione su ciò che il Movimento rappresenta e vuole essere, altrimenti si rischia di non comprendere questo fantastico fenomeno di rivoluzione democratica che sta accadendo in Italia.
Il Movimento 5 Stelle non nasce necessariamente per un impegno “politico” in senso stretto, ma ha una presunzione più ampia, pretende infatti di generare e diffondere un cambiamento “culturale”, cambiare innanzitutto noi stessi ed il nostro modo di ragionare. Un cambiamento dunque “sociale” nel nostro modo di rapportarsi alla cosa pubblica, nel nostro modo di rapportarsi alla natura.
E senza dubbio si cerca un nuovo modo di fare politica, si cerca di  ritrovare il contatto con la gente e di risvegliare la voglia di partecipare, ma solo attraverso il cambiamento della sensibilità comune.
Qualcuno mi ha anche chiesto come mai non ci siamo presentati alle scorse elezioni comunali e ci siamo costituiti subito dopo.
Semplicemente perchè sarebbe stato assurdo, la partecipazione attiva alla politica è solo la naturale conclusione di un processo di crescita e di condivisione che dobbiamo fare noi tutti.
Il Movimento vive della partecipazione attiva dei suoi membri e questa deriva dall'entusiasmo che ci trasmettiamo a vicenda, l'obbiettivo è creare un gruppo  affiatato ed organizzato in cui le discussioni si possano svolgere in un clima di collaborazione. Il nostro paese ha assoluto bisogno di ritornare ad essere una comunità e di lavorare in armonia, di riscoprire il piacere di lavorare in gruppo, cominciare a far politica “per servizio”.
Armonia, che strana sconosciuta parola da queste parti....
Ora tu mi chiedi perchè non scriviamo comunicati a tutto spiano contro l'amministrazione, ed io ti rispondo subito.
Se qualcuno non se ne fosse accorto la comunicazione ente/cittadini che avviene attraverso i notiziari da qualche anno è un continuo criticare ed aggredire, persone che litigano online e che poi abbassano gli occhi quando si incontrano per strada! Non va bene, è un continuo scambio di “vibrazioni negative” che non giova a nulla...  Abbiamo in sostanza ricreato sui blog locali lo squallido teatrino che su scala nazionale ci propinano con i talk Show televisivi.
Siamo convinti che la “politica” non sia questo.
So che molti reputano il Movimento molto innovativo ma pur sempre un partito come gli altri, invece a me pare di percepire un cambiamento senza precedenti nella storia, qualcosa  che attualmente sfugge ai tentativi di catalogarlo con i vecchi schemi.
Il Movimento non sta entrando in politica, il Movimento sta “cambiando” la politica, proprio perchè mira a cambiare le persone, e secondo me chi non coglierà questo aspetto resterà inevitabilmente indietro...
Stiamo cominciando ad assaggiare questa nuova  “attitudine” da un po' e ci piace, e senz'altro comprendo anche che facilmente chi è estraneo alla realtà del Movimento può avere difficoltà a comprendere.
A questo punto, posto che l'attività che tu ed altri fate di controllo e sensibilizzazione su varie tematiche può comunque essere utile e doverosa, al momento preferiamo crescere e maturare attraverso il contatto diretto con le persone, il dialogo faccia a faccia e le riunioni, abbiamo elaborato una fase di “ascolto” della cittadinanza durante la quale desideriamo trovare le soluzioni insieme ai cittadini, preferiamo elaborare e scrivere progetti reali che portino risultati concreti e non limitarci ad individuare il problema.
Il nostro approccio è individuabile nella nostra prima attività, lo streaming live del consiglio comunale.
Non ci siamo neanche sognati di criticare l'amministrazione perchè non lo svolgeva, abbiamo organizzato un gruppo che partecipa, abbiamo preso pc e webcam, chiesto il permesso di usare la rete comunale, ed ogni volta siamo là  a riprendere le sedute del consiglio comunale. Punto e basta.
Nel Movimento vige una regola: se c'è qualcosa che viene fatta male o viene trascurata bisogna impegnarsi personalmente a fornire una soluzione e possibilmente aiutare a metterla in pratica, siamo abbastanza stanchi di chi sta affacciato alla finestra, giudica tutto e tutti e poi non muove un dito per cambiare le cose. 
Siamo stanchi della mediocrità e del pressappochismo, ci vuole un cambio radicale e per farlo serve un cambio mentale.
Insomma, il  Movimento alla fine secondo me è come uno strumento a disposizione dei cittadini, che si uniscono e si aggregano in una rete di utenti e contenuti straordinaria, a patto però di avere una partecipazione “interiore” con quello che si fa e di accettare di giocare con “nuove” regole.
Tutto avverrà con i suoi tempi, grazie comunque dell'attenzione.

Francesco Finocchiaro
Attivista
Movimento 5 Stelle Lipari 

Servizio 118(Sise). La Corte dei Conti condanna al pagamento l'ex giunta Cuffaro

La sezione d'appello della Corte dei conti per la Sicilia ha condannato (sentenza nr. 62/A/2013 depositata ieri), al pagamento di 12.481.474,56 di euro (il danno erariale in primo grado era era stato quantificato in oltre 37 milioni) i componenti della ex giunta regionale guidata da Cuffaro. I giudici d'appello hanno parzialmente accolto il ricorso della Procura regionale contro l'assoluzione dei componenti dell'esecutivo tra il 2006 e il 2008 e dei membri della commissione sanità dell'Assemblea siciliana, sempre nello stesso periodo.La vicenda riguarda il potenziamento (ritenuto "arbitrario") del servizio di emergenza 118, all'epoca gestito dalla Sise (società interamente partecipata dalla Cri). In prossimità delle elezioni regionali del 2006, "senza alcuna preventiva verifica di utilità - scrivono i giudici - ed economicità, e nonostante il legislatore avesse previsto la non prorogabilità della convenzione oltre il 2005", la giunta e alcuni parlamentare facenti parte della commissione Sanità, decisero il potenziamento del numero delle ambulanze, quasi raddoppiandolo (da 167 a 280) e la diminuzione, da 36 a 30, del monte ore settimanale del personale già in servizio, consentendo l'assunzione diretta di circa tremila persone individuate nel bacino del precariato (precari della Sise e corsisti dell'ente di formazione Ciapi, di recente al centro di un'indagine della Guardia di finanza anche per il resto di
finanziamento illecito ai partiti).
I condannati sono Salvatore Cuffaro (729.877,88 euro), Innocenzo Leontini (598.612,38), Carmelo Lo Monte (598.612,38), Antonio D'Aquino (729.877,88), Francesco Scoma (729.877,88), Francesco Cascio (729.877,88), Fabio Granata (598.612,38), Michele Cimino (598.612,38), Mario Parlavecchio (729.877,88), Giovanni Pistorio (729.877,88) e i componenti della Commissione Sanità dell'Ars: Santi Formica (729.877,88), Antonino Dina (729.877,88), Giuseppe Basile (729.877,88), David Costa (729.877,88), Giuseppe Arcidiacono (729.877,88), Giancarlo Confalone (729.877,88), Angelo Moschetto (729.877,88). 

ARS. RIORDINO DELLE PROVINCE, LA PARTITA È APPENA COMINCIATA

di G.B -
Si conclude con un rinvio la riunione della Commissione affari istituzionali sulla legge di riordino delle Province. Duro sull’argomento Santi Formica : “Abbiamo sventato il tentativo subdolo portato avanti da Udc, parte del Pd, dai Grillini e dal Mpa, di rinviare sine die il turno elettorale di maggio per i rinnovi dei consigli provinciali, con l’evidente scopo di abolire definitivamente le stesse Province, sulla falsariga dell’indirizzo nazionale, commissariando, nel frattempo, tutti e nove i consigli provinciali”.
 “Si tratta – aggiunge il capogruppo Formica – di un vero e proprio attacco alla democrazia, che passa attraverso l’eliminazione del voto diretto e popolare per la elezione dei consigli provinciali, sostituendolo con un organismo che mantiene in piedi i costi e le funzioni, con la sola differenza che, anziché essere i cittadini ad eleggerlo, sarà il governo a nominarlo”. E poi ancora prosegue “Il nostro intento, quindi, è di salvare la buona politica, eliminando i costi della malapolitica”.
Il presidente della commissione, Marco Forzese, incontrera’ nel pomeriggio il governatore. Al momento in commissione ci sono nove disegni di legge, compreso un testo scritto dagli uffici che fara’ da base per il confronto. Le posizioni in campo sono disparate. Il M5S chiede l’abolizione delle Province sostituiti dai liberi consorzi, il Pdl invece propone di andare al rinnovo degli enti a maggio di quest’anno.
La partita è lontana dall’essere finita. Anzi pare appena cominciata.

Lipari- Giuramento vigili urbani-agenti P.S. : L'intervento del comandante Blasco

Lipari. Giuramento agenti di P.S.: Castrogiovanni, Grella, Luca, D'Ambra e Di Pietro

Dimensionamento scolastico. I quesiti e le risposte di Pavone

Con il presente comunicato, visto che le nostre isole sono coinvolte nel piano di dimensionamento scolastico per a. s. 2013/2014, si informa il personale in servizio presso le nostre scuole isolane che tale piano potrà comportare modifiche in termini di posti e di docenti soprannumerari. Per dare un quadro piu’ chiaro alla questione, ho deciso di formulare delle domande con le relative risposte , su eventuali ricadute positive o negative che potranno scaturire prossimo anno scolastico. Ecco le domande con le relative risposte:
• Che cosa accade nel caso un singolo plesso confluisce in un altro circolo o Ist. comprensivo? 
R:Tutti i docenti titolari, assegnati nel corrente anno scolastico dal Dirigente scolastico sul plesso coinvolto nel dimensionamento, al fine di garantire la continuita' didattica, possono esprimere un'opzione per acquisire la titolarità nel circolo o Istituto
comprensivo di confluenza. Sulla base di tale opzione, l’USP assegna la titolarità prima delle operazioni di mobilità.
• Come s’individuano i soprannumerari nel circolo o IC di arrivo? 
R:Nel circolo o IC di arrivo si fa una graduatoria unica che mette insieme sia i docenti già titolari della scuola che quelli divenuti titolari a seguito della scelta espressa.
• E i docenti in servizio nel plesso che non esprimono nessuna scelta?
R: Questi restano, anche ai fini dell’individuazione del soprannumero,
nel circolo o IC di precedente titolarità.
• E se il circolo o IC di precedente titolarità è soppresso, cosa
accade a questi docenti? 
R: In questo caso, in assenza di scelta, detto personale diventa automaticamente soprannumerario. 
Cordiali saluti 
Prof.Bartolo Pavone ( Dirigente sindacale regionale Anief)