Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 26 novembre 2011

Verso le elezioni. "Per un confronto serio e sereno" (di Luca Chiofalo)

Le elezioni amministrative si avvicinano, torna il tempo dei "buoni" propositi...
I cittadini-elettori dimenticati e bistrattati tornano, improvvisamente, al centro dell'interesse di partiti e movimenti.
Comunicati "mielosi" e patetici si sprecano, fioccano gli inviti alla partecipazione e al sacrificio in nome del bene comune, ma la "puzza" del mero interesse elettorale copre ogni presunto slancio di reale interesse per le sorti della comunità.
Risulta, per esempio, grottesco e "urticante" che coloro che hanno amministrato il paese per 10 anni (in modo presuntuoso e iniquo), comincino la loro campagna elettorale propinandoci un elenco delle problematiche irrisolte e l'auspicio di soluzioni condivise per il futuro.
Credo sia tempo di imporre un cambio di metodo. I "neofiti" della politica facciano uno sforzo coraggioso e condizionante per gli altri: abbandonino i "tatticismi" imparati dai politici di lungo corso e cerchino consenso e aggregazione attorno ad un programma definito e chiaro, invece di aspettare gli eventi per garantirsi i "posti" migliori. Si parta dalle idee insomma, si offra un'autentica alternativa alla popolazione e si lasci agli immarcescibili "decani della politica" l'obbligo di inseguire il "cambiamento". Si mettano (adesso!) sul tavolo le soluzioni che si vogliono applicare per le grandi questioni: portualità, servizi, trasporti, ecc., si dica come si intende dare respiro alle casse comunali, come meglio distribuire il prelievo fiscale e come recuperare le pendenze (acqua, spazzatura, ecc.). Si prospetti un'idea compiuta e sostenibile concernente il rilancio turistico dell'arcipelago, si dica come si intende arginare la disoccupazione giovanile e la piccola criminalità incipiente; si restituisca, in definitiva, alla popolazione eoliana la speranza di un'esistenza serena e sicura. Questo è il compito dei soggetti che vogliono farsi nuova classe dirigente in un momento tanto difficile, avere l'ardire di presentare, dunque, un "progetto arcipelago" prima di discutere di occupazione di "posti" e alleanze, finalizzate, spesso, ad vittoria elettorale senza benefici per la comunità.
Personalmente, la partecipazione alla prossima "contesa" elettorale non mi entusiasma, ma ad un confronto serio e sereno su questi presupposti parteciperei volentieri... 
CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

Sportello ascolto adolescenti. Inizio attività nel plesso di Lipari centro-S.Lucia. Progetto affidato al dottor Amendola

 Nell’ambito delle attività promosse sul territorio, in sinergia con Enti e Associazioni, prende il via il Progetto denominato ‘Sportello Ascolto Adolescenti’, coordinato e condotto dal dott. Samuele Amendola. Il progetto prevede la creazione, all’interno della scuola, di un apposito spazio in cui un educatore, esperto in pedagogia, in giorni e orari stabiliti, sarà disponibile all’ascolto, in forma gratuita, per gli alunni della scuola, i loro genitori e i docenti.
Lo sportello di consulenza pedagogica intende porsi come un servizio a supporto di casi di disagi di apprendimento, favorendo la condivisione di diagnosi e la promozione di strategie di intervento per gli alunni, con la collaborazione coordinata e condivisa dell’azione educativa delle famiglie e dei docenti.
Nei prossimi giorni l’esperto incontrerà le classi e successivamente verranno forniti giorno e orario di ricevimento dell’utenza interessata. Il progetto durerà a partire dal corrente mese di novembre 2011 fino al luglio 2012.

f.to   IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof. Renato CANDIA

Slitta l'incontro sulla dislessia

Si comunica che l’incontro previsto per il giorno venerdì 25 novembre 2011, è stato spostato per impedimenti dei relatori a lunedì 28 novembre 2011, dalle ore 14.30 alle ore 17,30, presso l’Aula Magna del plesso Lipari centro–S.Lucia,
Il collegio docenti è convocato.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO (Renato CANDIA)

Anche i vigili del fuoco di Lipari nelle zone alluvionate del Messinese

In occasione del recente nubifragio che ha colpito la Provincia di Messina, su disposizione della Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco, è stato disposto il raddoppio di turno nelle seguenti sedi:
- Messina Centrale
- Distaccamento Nord di Messina
- Distaccamento Porto Messina
- Distaccamento Milazzo
- Distaccamento Letojanni
- Distaccamento S.Agata
- Distaccamento Patti
- Distaccamento Porto Milazzo
A seguito di tale disposizione anche il personale del Distaccamento di Lipari è impiegato, per turni in regime di straordinario di 24 ore, nelle zone colpite dal nubifragio.

Un mio pensiero (di Angelo SidotI)

Riceviamo e pubblichiamo;
Carissimi,
mi sono reso conto che lavorare con serenità ad un nuovo progetto "politico" nel nostro Paese e' un'impresa non da poco.
Incomprensioni, mancanza di dialogo, invidie, gelosie, voglia di primeggiare, convinzioni di essere unici detentori del modo di fare politica, approccio alla risoluzione dei problemi, polemiche inutile e sterili, compromessi, promesse, garanzie, "sono elementi che minano un'azione di rinnovamento".
Tale rinnovamento dovrebbe avere come base un obiettivo comune e largamente condiviso.
Ma qual'e l'obiettivo comune per NOI?
Alcuni mi dicono che forse ho sbagliato ad affrontare queste questioni in un forum su Facebook.
Ma con tutta sincerità devo dirvi invece che mi sento soddisfatto dell'iniziativa intrapresa.
Un risultato penso di averlo raggiunto :  ho acceso la voglia ed il desiderio di molta gente di esprimersi in pubblico, occupandosi dei problemi del proprio paese esponendosi in prima persona affrontando alcune discussioni in un luogo ormai visibile a migliaia e migliaia di persone ovvero Facebook.
Purtroppo l'Eoliano di oggi ha dei limiti come:  la difficoltà ad affrontare un confronto costruttivo, la resistenza ad una discussione allargata, la non partecipazione ai problemi del paese, insomma cerca sempre di isolarsi.
Mentre quello l'obiettivo comune per noi e' l'unione.
In questi giorni assistiamo nell'area del cosiddetto terzo polo alla costruzione di una alleanza aperta, a quanto appare, anche a SEL (sinistra ecologica e libertà).
Staremo a vedere quali  programmi ci presenteranno e se effettivamente questa Unione ha come fondamento un spirito politico condiviso di cui parlavo in precedenza (SEL secondo me avrà qualche difficoltà a seguirli vista la propria ideologia politica).
La destra e' completamente assente. Non vi sono: segnali concreti,  ricerca di alleanze, un  programma politico e non di meno una candidatura di un proprio rappresentante a sindaco. Anzi su quest'ultimo punto vi e' una rosa di candidati che  diffonde sul web segnali contrastanti  in alcuni casi ricerca di intese  ed in altri pure e semplici smentite.
Di contro Mpa sta a guardare attendendo, pertanto, il maturare degli eventi e quindi individuare il migliore alleato (diciamo cosi......).
Questo scenario secondo me desta una grande  preoccupazione in quanto ci troveremo "forse" con un'unica alleanza allargata che non favorira' il confronto tra le diverse correnti politiche e l'eventuali liste civiche, ma invece l'imposizione di una linea ben tracciata.
Sara' così? il programma del cosiddetto terzo polo e' un programma accettabile? L'anima critica della sinistra rappresentata da Sel avrà un suo ruolo o verra' emarginata? La Destra ed Mpa cosa faranno?
Come vedete mi sono soffermato ad analizzare cio' che sono i comportamenti dei cosiddetti partiti ed i loro orientamenti.
Ho tralasciato, pertanto, il pensiero del nostro gruppo da molti battezzato come il "Nuovo".
Quale dovrebbe essere il ruolo di un eventuale "Nuovo". Certo io vorrei che la nostra idea rappresentasse l'alternativa alle prossime elezioni non ve lo nascondo.
Ma mi rendo conto che e' un progetto molto ambizioso.
Bisogna  lavorare duro  per fare diventare nei prossimi due mesi questa idea virtuale una concreta concreta realtà.
Ritengo che all'interno del gruppo vi sono elementi che potrebbero dare un contributo alla formazione di una alternativa valida.
Certo non bisogna precludere un'apertura alle altre correnti politiche e quindi non chiudersi di fronte ad eventuali coalizioni. Il confronto sta alla base della realizzazione di un progetto comune che ha come obiettivo la crescita e lo sviluppo del nostro arcipelago.
Con alcuni del gruppo stiamo lavorando ad un nostro programma e quindi stiamo andando oltre quelle linee guida indicate inizialmente cogliendo anche gli spunti che nello stesso gruppo "scegli il tuo nuovo sindaco" sono stati espressi dagli iscritti.
Attraverso Facebook stiamo pertanto condividendo con un campione di concittadini pensieri e progetti.
Attendiamo pertanto che la politica faccia i propri passi per dare anche il nostro contributo in occasione di prossimi incontri.
Spero che queste mie esternazioni vengano percepite in modo corretto e che non vengano come solito  strumentalizzate.
Voglio soltanto con questa lettera comunicare agli iscritti al gruppo il mio pensiero e le iniziative che abbiamo pensato di fare insieme.
Un caro saluto a tutti Angelo

venerdì 25 novembre 2011

Il Caporale Rando. Ci torna a scrivere Peppe Cirino

Caro direttore,
questa mattina, aprendo la pagina delle news di Eolnet, ho trovato con mia somma gioia, le importanti e preziose informazioni inviateLe dal sig. John R. Bonica da Houston . Questi dati, mi permetteranno di restringere il campo della mia ricerca, consentendomi di identificare i possibili parenti del Caporale Felice Rando, nella speranza che essi conservino una sua foto.  Sarebbe un immenso piacere vedere il suo volto nell’albo dei decorati  accanto alla motivazione della medaglia concessagli. La mia paura però e che nessuno abbia conservato un suo ricordo o peggio che, la medaglia consegnata circa cento anni fa alla mamma Angela, possa essere andata perduta.
Ringrazio sentitamente di cuore il sig. Bonica,  per la  tempestiva risposta data  all’appello da me lanciato qualche giorno fa. Ciò è  conferma che, i nostri concittadini partiti  molti anni fa per terre lontane , in cerca di miglior fortuna, hanno saputo infondere ai loro figli e nipoti, l’amore e la fierezza di appartenere  ad una grande terra.  E bello apprendere che nel lontano Texas, qualcuno custodisca la nostra memoria.
Con sentita gratitudine e riconoscenza
Giuseppe Cirino

A Lipari si lavora alla formazione di un coro di voci bianche. Chi è interessato può aderire

Riceviamo da Christine e pubblichiamo:
Per tutti i bambini e ragazzi dai 6 fino ai 15 anni è stato organizzato a Lipari  nell'ambito del progetto europeo "Ragazzi all'Opera" un corso di canto in previsione della formazione di un coro di voci bianche. La prima lezione ha avuto luogo oggi.
Domani si terrà una nuova lezione alle ore 15.00 nella scuola media Santa Lucia. Tutti bambini interessati sono i benvenuti!!!! Evviva la musica!!!"

A Vulcano scoperti 18 minerali mai trovati in nessun posto al mondo

meteoweb.eu - Scoperte sull’Isola di Vulcano, in Sicilia, 18 nuove specie di minerali mai trovate in nessun altro posto al mondo. Si tratta di minerali di origine fumarolica, scoperti nel corso degli studi intrapresi negli ultimi cinque anni sull’isola nell’ambito di una convenzione stipulata tra la sezione napoletana (Osservatorio Vesuviano) dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e il Dipartimento di Chimica strutturale e stereochimica inorganica dell’Università degli studi di Milano. Le 18 nuove specie minerali sono state già approvate dalla commissione dell’International Mineralogical Association (Ima), composta di mineralogisti di tutto il mondo, l’organismo di controllo all’approvazione di nuovi minerali. Sull’isola di Vulcano sono state trovate in totale oltre cento specie mineralogiche. Dalla ricerca si evince che l’isola è la località tipo (Type Locality) per 25 specie di minerali. La scoperta è stata possibile grazie a metodologie di analisi all’avanguardia: grazie alle nuove strumentazioni negli ultimi venti anni il numero delle specie mineralogiche conosciute è infatti passato da 2.000 a 4.700. Sull’isola di Vulcano, in particolare, la scoperta è avvenuta grazie a strumentazioni sofisticate, come il microscopio elettronico a scansione (SEM) con analizzatore (EDS) per valutare la composizione chimica, il diffrattometro a raggi-X per polveri e per cristallo singolo (strumenti indispensabile per studiare la struttura dei minerali).

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Noi diciamo no !

La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne che si celebra oggi, indetta dall’Assemblea generale della Nazioni Unite, deve essere un momento di riflessione. Se si leggono i dati che riguardano l'Italia, le cifre sono da brivido: l'esercito delle vittime è composto da sette milioni di donne. Nell'universo femminile una do...nna su tre, tra i 16 e i 70 anni è stata colpita nella sua vita dell'aggressività di un uomo e nel 63% dei casi, alla violenza hanno assistito i figli (dati Istat). Le più numerose ad essere colpite sono le donne più giovani, quelle tra i 16 e i 24 anni, ma nella quasi totalità dei casi le violenze non sono denunciate: il 96% delle donne non parla con nessuno delle violenze subite. I maggiori responsabili delle aggressioni sono i partner, artefici della quota più elevata di tutte le forme di violenza fisica, mentre tra le violenze in famiglia, i maggiori responsabili risultano gli zii.

VOLONTARI CRI di Vulcano raccolgono generi alimentari per popolazioni del messinese

I VOLONTARI DELLA CROCE ROSSA ( GRUPPO DI VULCANO) 
HANNO ORGANIZZATO PER GIORNO 26/11/2011 PRESSO I SUPERMERCATI “ TRIDIAL” E  “MANDARANO” UNA RACCOLTA DI GENERI ALIMENTARI DI PRIMA NECESSITA’ DA INVIARE ALLE POPOLAZIONI DEL MESSINESE COLPITE DAI NUBIFRAGI DEI GIORNI SCORSI.
I PUNTI DI RACCOLTA, ISTITUITI PRESSO I SUPERMERCATI SOPRA CITATI, VERRANNO PRESIDIATI DAI VOLONTARI DELLA C.R.I. – GRUPPO DI VULCANO.
INOLTRE TUTTI COLORO CHE VOLESSERO PARTECIPARE ALLA RACCOLTA VIVERI E BENI DI PRIMA NECESSITA’, TUTTO RIGOROSAMENTE NON DEPERIBILE, POTRANNO EFFETTUARE LA CONSEGNA DIRETTAMENTE PRESSO LA SEDE C.R.I. – VULCANO (accanto Guardia Medica) GIORNO 28/11/2011 DALLE ORE 09:00 ALLE ORE 12:00 E DALLE ORE 14:00 ALLE ORE 17:00
                                                       I VOLONTARI DELLA CROCE ROSSA
GRUPPO DI VULCANO

MALTEMPO: GIUNTA HA DICHIARATO STATO CALAMITA' PER 24 COMUNI

La giunta regionale di governo, presieduta da Raffaele Lombardo, si e' riunita in seduta straordinaria ed ha deliberato la dichiarazione dello stato di calamita' e nel contempo ha deciso di avanzare richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza per le piogge alluvionali del 22 novembre scorso che hanno causato i drammatici fatti in provincia di Messina ed in particolar modo nei comuni di Antillo, Barcellona Pozzo di Gotto, Castroreale, Condro', Fondachelli Fantina, Gualtieri Sicamino', Meri', Messina, Milazzo, Monforte San Giorgio, Pace del Mela, Roccavaldina, Rodi Milici, Rometta, San Filippo del Mela, San Pier Niceto, Santa Lucia del Mela, Saponara, Spadafora, Terme Vigliatore, Torregrotta, Valdina, Venetico e Villafranca Tirrena.

Abitazione in fiamme a Quattropani. Ingenti i danni ma senza l'intervento dei pompieri sarebbe andata peggio

Ha corso il rischio di essere inghiottita stamani dalle fiamme una abitazione ubicata in località Pietrovito nella frazione liparese di Quattropani.
Il tempestivo ed efficace intervento dei vigili del fuoco, in assenza dei proprietari che sono giunti mentre erano in corso le operazioni di spegnimento dell'incendio, ha limitato sensibilmente i danni che sono, comunque, ingenti.
L'incendio si è sviluppato intorno alle 8 e 30 nell'abitazione di Nicola Milazzo e le fiamme, presumibilmente sviluppatesi a causa di un corto circuito, hanno carbonizzato alcuni elettrodomestici, legname e una tettoia in legno. Da qui le fiamme senza l'intervento dei pompieri (caposquadra Marcello Villari, vigili Cacciapuoti, Natoli, Biviano, Spanò e con il prezioso supporto di Giuffrè, intervenuto seppure libero dal servizio) si sarebbero propagate all'intera abitazione.
Le operazioni di spegnimento e di bonifica, effettuate con l'ausilio di ben tre mezzi, si sono concluse dopo circa due ore. Sono anche intervenuti i carabinieri che hanno avviato le indagini del caso.

Le news di CittadinanzAttiva di B.M. Tedros

Dal 17 novembre, in seguito all'entrata in vigore di un provvedimento della Commissione Europea, diventa obbligatoria per tutti i paesi UE. In sostanza il provvedimento obbliga i produttori di tabacco a vendere solo "sigarette antincendio", a ridotta propensione di combustione che si spengono da sole quando vengono gettate. In questo modo si riduce il rischio di incendi, involontariamente causati da fumatori ignari.

Evitabile il 92% delle cadute in ospedale. Ecco la Raccomandazione del ministero

Cattiva gestione del paziente e carenze strutturali dell’ospedale. Queste sono le cause del 92% delle cadute dei pazienti in ospedale. Per prevenirle il ministero della Salute ha elaborato una nuovaRaccomandazionecondivisa con le Regioni.

 Il 78% delle cadute dei pazienti in ospedale avviene a causa delle loro condizioni di salute (difficoltà a deambulare o disorientamento) che il personale dovrebbe conoscere bene e sulle quali, dunque, dovrebbe esercitare un maggiore controllo, aiutando i pazienti nei vari spostamenti. Ma c’è un altro 14% di cadute in ospedale che sarebbe evitabile, perché determinato da fattori ambientali come l’assenza di corrimano lungo i corridoi o pavimenti scivolosi.
Solo l’8% delle cadute sarebbe, di fatto, imprevedibile.
Eppure si tratta di un problema che ha gravi conseguenze sul paziente. La metà degli anziani che cade in ospedale riporta una frattura del femore e il 20% di loro muore dopo 6 mesi a causa di complicanze. Ma una caduta può essere la causa anche di altri problemi: aumento della disabilità, paura di cadere di nuovo, in generale una riduzione anche significativa della qualità della vita. E, al contrario, un consistente aumento dei costi per il Ssn legato a degenze più lunghe del previsto, attività diagnostico e terapeutiche aggiuntive, aumento dei costi sociali e sanitari.
Per questo dal ministero della Salute arriva la nuova Raccomandazione, condivisa con il Comitato tecnico delle Regioni per la sicurezza del paziente, per la prevenzione della caduta dei pazienti nelle strutture sanitarie e, dove anche avvenisse, per la riduzione delle conseguenze derivanti. Come? Con un’attenta valutazione e monitoraggio di ciascun paziente e l’attuazione di interventi mirati alla riduzione dei fattori di rischio personali e ambientali. E poi con l’attivazione di appropriate modalità di gestione del paziente caduto.

Tra i fatto di cui tenere conto rispetto alle condizioni di salute dei pazienti, ad esempio, c’è l’età (gli anziani rischiano di più di cadere), casi di caduta precedenti, deterioramento dello stato mentale e delle funzioni neuromuscolari, deformazioni degli arti, incontinenza.
Per quanto riguarda la struttura, dovrebbe essere dotata di sostegni lungo i corridoi e nelle stanze, illuminazione adeguata e pavimenti non scivolosi, ma anche letti o barelle regolabili in altezza, e di ausili per la deambulazione a portata di paziente.
Fondamentale anche una corretta gestione della terapia farmacologica,  informando ad esempio i pazienti su eventuali terapie che possono compromettere il loro equilibrio.

Ovviamente, sottolinea il ministero, la diffusione della raccomandazione e la formazione del personale è fondamentale. A migliorare deve essere non solo la competenza nella gestione delle cadute, ma anche la consapevolezza del rischio e della problematica. Consapevolezza e informazioni che, afferma il ministero, vanno trasmesse anche al paziente stesso e ai suoi familiari.
TICKET SANITARI: GARANTITA LA PRIVACY DEGLI ASSISTITI


No alla “dichiarazione dei redditi” in farmacia. 
Non ci sarà bisogno di dichiarare il proprio  reddito al farmacista per individuare l’importo
del ticket da pagare.
Basterà che i medici appongano un codice sulle ricette per l’acquisto dei
farmaci e per le altre prestazioni sanitarie.
In questi termini il Garante privacy ha dato via libera allo schema di linee di indirizzo in materia di misure regionali di compartecipazione alla spesa sanitaria per fasce di reddito, predisposte dal Ministero dell’economia e delle finanze.
Le nuove misure, che avranno valore su tutto il territorio nazionale, traggono origine dalle
segnalazioni di pazienti che, per usufruire delle esenzioni sul  ticket, erano stati costretti a
comunicare il loro livello di reddito al farmacista, magari in presenza di altri clienti, o alle persone
che eventualmente acquistavano medicinali per loro conto.
Alcune Regioni, infatti, in seguito alla manovra economica 2011, avevano deciso di non introdurre il pagamento di 10 euro sulle ricette per le prestazioni specialistiche ambulatoriali, differenziando invece il ticket richiesto in base alla fascia di reddito familiare.
Le modalità adottate, però, non garantivano un’adeguata protezione dei dati personali dei pazienti.
Lo schema di linee di indirizzo, che tiene conto delle indicazioni fornite dal Garante al
Ministero dell’economia e delle finanze e al Ministero della salute, prevede che, a tutela della
privacy, sia il medico stesso ad apporre sulla ricetta un codice teso a identificare, non in chiaro, la
fascia di reddito di appartenenza dell’assistito, e quindi a definire l’entità del contributo da pagare.
All’atto della prescrizione, il medico dovrà verificare il codice da inserire per ogni persona
collegandosi al Sistema tessera sanitaria oppure utilizzando l’apposita documentazione cartacea o
digitale predisposta dalla azienda sanitaria locale.

Messi notificatori del comune di Lipari "appiedati". Biviano (PD) interroga il sindaco e auspica almeno l'acquisto di scarpe resistent


Egregio Sindaco,
Ho appreso che da circa un mese i nostri messi sono costretti a percorrere chilometri e chilometri a piedi per consegnare le notifiche ai Consiglieri comunali e ai cittadini o semplicemente  per fare la spola tra una sede e l’altra del nostro Comune.
Presumo, infatti, anzi spero, che gli stessi non utilizzino mezzi propri in quanto ciò contravverrebbe alle attuali disposizioni legislative, regolamentari e sindacali, oltre al fatto che agli stessi, in caso d’incidente, non verrebbe garantita alcuna forma assicurativa INAIL.
Sembrerebbe, infatti, che siano scadute le assicurazioni delle autovetture utilizzate dai messi e che le stesse non siano state ancora rinnovate.
Inoltre, per oscuri e ignoti motivi, tutte le autovetture a disposizione del nostro Comune, ma adibite ad altri settori, non possono sostituire, neanche in via provvisoria, le auto non ancora assicurate oppure guaste di altri settori, tra i quali il servizio notifiche.
Si tratta per lo più di autovetture utilizzate dal servizio tributi, dal servizio economato, dai lavori pubblici, ecc; servizi per i quali il mezzo gommato, “forse”, costituisce  oggi uno strumento fondamentale più della carta da scrivere, dei moderni calcolatori e delle stesse penne biro.

Alla luce di quanto sopra, la interrogo per sapere

Pèrchè ad oggi non si è ancora provveduto al rinnovo delle assicurazioni di cui sopra visto che queste spese si configurano come servizi essenziali? Siamo combinati così male o forse vi sono delle responsabilità personali?
Cosa, o meglio, chi le impedisce di autorizzare i messi, momentaneamente, ad utilizzare altre autovetture di proprietà dell’Ente. Sono per caso di proprietà di qualche particolare dipendente comunale?
Infine, visti i lunghi tragitti da percorrere, la invito a comperare ai nostri “eroici” messi delle scarpe resistenti e di buona manifattura.

                                                                                            Il Consigliere Comunale
                                                                                                Partito Democratico
                                                                                              Dott. Giacomo Biviano

Il soldato di Filicudi e l'appello di Cirino. Ci scrive John R. Bonica

A seguito dell'appello di Peppe Cirino inerente il soldato di Filicudi decorato al valor militare abbiamo ricevuto questa mail dall'amico John R. Bonica da Houston. Speriamo possa essere utile
There was a man baptized on Filicudi on 5 August 1895 named “Felice Della Chiesa.” His record is at Liber Bap Filicudi 1895:74. His mother was said to be Angela Rando daughter of Antonino.
I don’t know for certain who Angela Rando the mother of Felice was; however, Antonino Rando (born abt 1835) and Angela DiFina (born abt 1943) had two daughters who never married. One was born on September 10, 1870. The other was born on 18 March 1874. My guess is that the 1870 Angela died young and that that the Angela born on 18 March 1874 was the mother of the war hero Felice Della Chiesa. There was also an Angela Rando born on 9 Sept 1883 to Antonino Rando and Rosaria Cappadona but I believe she would have been too young to be the mother of Felice Della Chiesa (and she was married). There were no other Angela Randos in the right time frame who were daughters of an Antonino other than these Angelas.
C'era un neonato battezzato su Filicudi il 5 agosto 1895 chiamato "Felice Della Chiesa." Liber Baptizorum Filicudi 1895:74. Sua madre era Angela Rando fu Antonino.

Antonino Rando (nato circa 1835) e Angela DiFina (nato circa 1943) ha avuto due figlie che non si sposò mai. La prima Angela è nata il 10 settembre 1870. L'altra è nata il 18 marzo 1874. La mia ipotesi sono che la prima Angela era morta giovane e la seconda Angela era la madre di eroe di guerra Felice Della Chiesa. C'era anche un Angela Rando nato il 9 settembre 1883 da Antonino Rando e Rosaria Cappadona, ma credo che sarebbe stata troppo giovane per essere la madre di Felice Della Chiesa (e lei era sposata).

giovedì 24 novembre 2011

Biviano (PD) e le risposte di Poli

Oggetto: Parziale risposta di Poli.
Considero la lettera una parziale risposta.Vengono citati solo due documenti richiesti e nessuna risposta alle domande poste dalla Commissione Speciale Sanità.Domani mi recherò a Messina alla sede legale dell'ASP per avere i documenti autorizzati nella lettera e chiedere allo stesso tempo il resto della documentazione e lumi sulla mancata risposta ad alcuni quesiti.Riporto di seguito quanto richiesto dalla Commissione nella nota del 18/10/2011:
SI CHIEDE
Di conoscerela pianta organica prevista per l’ospedale di Lipari ed eventuale copia della stessa, il personale attualmente in servizio e se lo stesso risulta nell’attoaziendale;
Di conoscere le disposizioni e gli ordini di servizio emanati dal Direttore Sanitario dell’ospedale di Lipari negli ultimi due anni ed eventuale copia degli stessi;
Di conoscere se il personale in servizio svolge il ruolo per cui è stato assunto ed eventualmente quanti sono adibiti ad altro ruolo;
Di conoscere il numero di trasporti effettuati in elisoccorso negli ultimi due anni ed irelativi costi;
Di conoscere se l’area di ostetricia è accorpata o afferita all’area di Chirurgia;
Di conoscere se l’area di pediatria è accorpata o afferente all’area di Medicina;
Di conoscere il piano dei conti dell’ospedale di Lipari ed eventuale copia dello stesso.

Alluvione in provincia. La sezione CRI organizza raccolta

ALLUVIONE IN PROVINCIA DI MESSINA,I VOLONTARI DEL SOCCORSO DELLA CROCE ROSSA DI LIPARI INVITANO LA CITTADINANZA A DONARE GENERI DI PRIMA NECESSITA' A LUNGA SCADENZA, IN FAVORE DEGLI ALLUVIONATI DELLA PROVINCIA DI MESSINA VERRANNO ISTITUITI DEI PUNTI DI RACCOLTA NEI SUPERMERCATI E NELLA SEDE OPERATIVA DI VIA AVVOCATO MAGGIORE(SCUOLE ELEMENTARI),
AIUTATECI AD AIUTARE 
ARMANDO VERNUCCIO 
Vds Cri

Il commissario ad acta diffida il comune di Lipari per il bilancio di previsione 2011

Barcellona PG. Il video del nubifragio del 22 novembre

La "tragedia" di Saponara. Immagini dall'alto dall'elicottero dei carabinieri

mercoledì 23 novembre 2011

Incendio ieri pomeriggio in una attività di Pianoconte. Danni limitati per l'intervento dei vigili del fuoco

Ieri, nel primo pomeriggio, in località Pianoconte di Lipari, si è verificato un incendio all'interno di una nota attività artigianale della zona di C.G.. Il pronto intervento dei Vigili del Fuoco con ben tre automezzi ha evitato l'espandersi dell'incendio. Danni contenuti anche se è andato in fumo un sollevatore meccanico utilizzato dalla ditta ed è stata danneggiata parte di una tettoia. Sulle cause del rogo i Vigili del Fuoco hanno mantenuto il riserbo affermando di aver svolto tutte le indagini del caso.

PD e SEL verso un percorso comune con UDC e Nuovo Giorno

Comunicato stampa 
Nei giorni scorsi, i direttivi del Partito Democratico e di Sinistra Ecologia Libertà, con i propri consiglieri comunali, hanno avviato una fase di confronto in previsione delle prossime elezioni amministrative, anche alla luce delle profonde modifiche del sistema elettorale che stabiliscono l’elezione a turno unico del sindaco e del consiglio comunale.
La discussione ha preso avvio dalla comune esperienza di opposizione alla giunta Bruno negli ultimi cinque anni, opposizione che ha visto un compatto gruppo di partiti e liste civiche, nato in occasione del ballottaggio del 2007 (UDC, PD, SEL, Nuovo Giorno ed Eolie nel Cuore), avanzare proposte e idee, dimostrando la capacità di comprendere e analizzare i problemi del Paese. Questi consiglieri, (Biviano, Centorrino, D’Alia, Lauria, Lo Cascio, Paino, Sabatini, Sardella) hanno avuto coraggio, hanno rifiutato le lusinghe del potere, hanno condotto battaglie nell’interesse della propria comunità.
Appare chiaro a tutti che qualsiasi discussione preliminare debba partire dall’istituzione di un tavolo di concertazione tra questi consiglieri e i loro partiti o liste di riferimento, con l’obiettivo di costruire una proposta alternativa di amministrazione a quella fallimentare dell’attuale maggioranza.
Questo tavolo deve individuare percorsi comuni, trasparenti e partecipati (scelta del sindaco, della squadra di governo e del programma) e coinvolgere quella parte della società civile che non si riconosce nella maggioranza del centro-destra e nell’attuale amministrazione; quella parte di società civile che si è impegnata con coerenza e che non è rimasta indifferente, apatica, o – ancora peggio – ha fiancheggiato la giunta Bruno. Per le forze della sinistra (PD e SEL), infatti, la condizione essenziale per delineare una nuova proposta di governo locale è che tale percorso veda come esclusivi protagonisti quelli che, in questi anni di pessima amministrazione, hanno contrastato il degrado politico e morale prodotto dal centro-destra in questo Paese.
Tale pregiudiziale è a nostro avviso la garanzia fondamentale affinché ogni eventuale, futuro percorso comune non venga snaturato e reso non credibile dai professionisti del trasformismo, ai quali non consentiamo di passare indenni da uno schieramento all’altro alla ricerca di qualche poltrona e per la difesa dei propri interessi clientelari. Chi ha fatto parte dell’attuale maggioranza, chi l’ha sostenuta o fiancheggiata, abbia il coraggio di presentarsi davanti agli elettori rendendo conto di quello che ha fatto. Saranno i cittadini a decidere quale proposta premiare, o bocciare.
Nei prossimi giorni chiederemo l’allargamento della discussione anche all’UDC e a Nuovo Giorno per chiarire la loro eventuale disponibilità a un possibile percorso comune nel rispetto di tali garanzie e – in questo caso – concertare insieme le nuove azioni da intraprendere.
 Lipari, 23 novembre 2011
Il segretario del Partito Democratico
Giuseppe Cincotta
 Il coordinatore di Sinistra Ecologia Libertà
Pietro Lo Cascio

MPA di Lipari. Per un programma condiviso

COMUNICATO STAMPA
Nel corso dell’ultimo incontro del direttivo  dell’  MPA   “movimento per le autonomie”  organizzato al fine di programmare le future iniziative da intraprendere  in vista delle elezioni che si terranno nel Comune di Lipari nel mese di maggio del 2012, si è determinato, dopo un’ampia discussione, caratterizzata dalla reciproca volontà di tutti i partecipanti di trovare le giuste determinazioni per garantire alle nostre isole lo sviluppo socio economico che meritano, di affrontare questa nuova competizione elettorale partendo da principi fondamentali che caratterizzano questo movimento, che sono l’autonomia rispetto a qualsiasi schieramento di destra o sinistra . 
A tal proposito, considerata la disastrosa situazione nazionale ed internazionale  ed in particolare gli innumerevoli problemi del territorio eoliano non risolti da decenni,  si è determinato di redigere un programma di sviluppo ambizioso partendo dall’ ascolto di tutte le categorie sociali .
Il Nostro dovrà essere un programma condiviso, realizzato nell’interesse della comunità eoliana, dove la volontà di agire sarà l’elemento conduttore di un nuovo modo di fare politica a Lipari.
Con questa filosofia e solo dopo aver redatto questo programma il movimento si impegnerà a ricercare le giuste alleanze politiche e sociali capaci nel prossimo futuro di portare avanti con impegno e  determinazione tutti i punti del programma, senza dimenticare le esigenze di ogni giorno del territorio e della comunità eoliana.
Per tutto questo saremo risoluti nel proporre alla gente, alle prossime elezioni, un’ Amministrazione costituita da uomini e donne di ampia esperienza, che rappresentino in ogni luogo con autorevolezza e determinazione  le esigenze della nostra comunità, con a capo un sindaco capace di aggregare tutte le forze sane del paese, nell’interesse comune  di risolvere  con immediatezza i problemi che avviliscono e bloccano lo sviluppo di questo territorio .
Saremo vigili e determinati a costruire il futuro di queste meravigliose isole insieme agli uomini di buona volontà che vorranno mettersi in gioco, visto il grave momento socio-economico che attraversa tutta l’Italia ed in particolare la nostra comunità.
Vogliamo affermare con forza e determinazione questi principi,  per aprire nel comune di Lipari un nuovo periodo dove le divisioni e  ripicche personali siano solo un ricordo cancellato da una rinnovata coesione sociale  . 
Solo così potremo recuperare il tempo perduto e saremo capaci di costruire nuove opportunità di sviluppo, utilizzando in primis  le innumerevoli risorse di questo territorio e degli uomini che lo abitano.
                                               Il Segretario
                                                        Salvatore Coppolina

ARS. Si riparla della riduzione di parlamentari

L'Assemblea regionale siciliana, nella seduta pomeridiana di martedì 22 novembre 2011 presieduta dal vice presidente Camillo Oddo, ha discusso le interrogazioni e le interpellanze alle quali ha risposto l'assessore alla Salute Massimo Russo.
Ha discusso ed approvato anche un ordine del giorno che impegna il Presidente della Regione a promulgare , con l'omissione delle parti impugnate dal Commissario dello Stato, la delibera legislativa approvata recante "Interventi per lo sviluppo dell'agricoltura e della pesca. Norme in materia di artigianato, cooperazione e commercio. Variazioni di bilancio".
Nel corso della seduta il Presidente ha comunicato che la Conferenza dei Presidenti dei gruppi parlamentari riunitasi oggi 22 novembre, presieduta dal Presidente Francesco Cascio, presenti i vice presidenti Santi Formica e Camillo Oddo, con la partecipazione del Presidente della Regione Raffaele Lombardo, ha deciso il seguente programma: la discussione in Aula dei documenti finanziari avrà inizio lunedì 12 dicembre. A tal fine la commissione bilancio concluderà i propri lavori entro venerdì 9 dicembre.
La prevista finestra legislativa avrà inizio martedì 29 novembre e si concluderà mercoledì 7 dicembre.
Le commissioni sono autorizzate a riunirsi per definire prioritariamente il parere sui documenti finanziari e completare l’iter dei disegni di legge individuati per l’esame nell’ambito della finestra legislativa programmata nella Conferenza dei capigruppo ed in particolare: la I Commissione, in riferimento al disegno di legge di modifica dello Statuto in materia di riduzione del numero dei deputati, definirà l’esame dello stesso in tempi utili per la trattazione nella predetta finestra. Qualora la Commissione non esprima il proprio parere nei tempi programmati, il disegno di legge a firma dei componenti del Consiglio di Presidenza e di tutti i capigruppo sarà iscritto nel testo dei proponenti all’ordine del giorno dell’Aula nella seduta di mercoledì 30 novembre; la II e III commissione completeranno l’esame del disegno di legge sulla “Costituzione dell’Istituto regionale delle attività produttive” (IRSAP); la V Commissione completerà l’esame del disegno di legge sulla “Promozione della scuola alfamediale”; la VI Commissione darà priorità al disegno di legge sulle “Norme in materia di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie”.
La Conferenza ha altresì deciso di inserire tra le priorità il disegno di legge già approvato dalla Giunta, ed in corso di presentazione all’Ars, in materia di proroghe di contratti.
L’Aula terrà seduta dal martedì 29 novembre a giovedì 1 dicembre e da martedì 6 dicembre a mercoledì 7 dicembre per l’esame dei disegni di legge sopra individuati nel frattempo esitati dalle competenti commissioni nonché per l’esame dei seguenti disegni di legge già pronti per l’Aula:
1) “Ricollocazione del personale dell’Ente autonomo Fiera del Mediterraneo” (relatore onorevole Apprendi).
2) “Riqualificazione urbanistica con interventi di edilizia sociale convenzionata. Misure urgenti per lo sviluppo economico”. (relatore onorevole Mancuso). Al predetto disegno di legge il Governo ha preannunciato un emendamento relativo all’emergenza abitativa nel comune di Favara.
3) “ Schema di progetto di legge costituzionale da proporre al Parlamento della Repubblica ai sensi dell’articolo 41 ter, comma 2, dello Statuto recante ‘Modifiche e integrazioni dell’articolo 36 dello Statuto della Regione, in materia di entrate tributarie’” (relatore on. Vinciullo).
L’Aula esaminerà altresì il disegno di legge n. 790 (riduzione deputati).
In riferimento, infine, al disegno di legge di iniziativa popolare di istituzione della provincia regionale di Gela, che la Conferenza dei capigruppo in data 18 ottobre 2011 ha deliberato di calendarizzare dopo la conclusione della sessione di bilancio, la I Commissione legislativa che ha già completato l’esame delle parti di propria competenza sui disegni di legge bilancio e finanziaria, è invitata ad avviare l’istruttoria del predetto disegno di legge. In tale sede la Commissione convocherà in audizione, i rappresentanti del comitato promotore, per una maggiore completezza dell’esame di propria competenza. Resta naturalmente ferma la necessità della valutazione degli aspetti finanziari da parte della Commissione Bilancio.
Il Presidente Oddo ha rinviato i lavori d'Aula a martedì 29 novembre alle ore 16.00 con all'ordine del giorno la discussione dei disegni di legge riguardanti: 1) Riqualificazione urbanistica con interventi di edilizia sociale convenzionata. Misure urgenti per lo sviluppo economico; 2) Schema di progetto di legge costituzionale da proporre al Parlamento della Repubblica ai sensi dell’articolo 41 ter, comma 2, dello Statuto recante "Modifiche e integrazioni dell’articolo 36 dello Statuto della Regione, in materia di entrate tributarie"; 3) Ricollocazione del personale dell’Ente autonomo Fiera del Mediterraneo.

Preparativi per il Mercatino di Natale a Lami. Primo appuntamento il 12 dicembre

Comunicato Associazione Borgata Lami
Sono già iniziati i preparativi per la quarta edizione del “Mercatino di Natale” a Lami: “Il fascino di una Borgata semplice” che moltiplica l’atmosfera natalizia.
Appuntamento, quindi, per i giorni domenica 12, sabato18 e domenica 19 Dicembre, a partire dalle 15.00 e sino alle 19.00, nel villaggio natalizio di Penninella per tuffarsi in un’insolita scenografia a cielo aperto di un palcoscenico ideale per un Natale speciale.
E…non mancheranno le piacevoli sorprese
IL PRESIDENTE
Saverio Merlino

martedì 22 novembre 2011

“Progetto per la realizzazione e fruizione di percorsi naturalistici, museali e della memoria all’interno del sito Natura 2000 – Isola di Lipari”.
Questo è il tema del convegno organizzato dalla cooperativa Fsc group, che si svolgerà il prossimo sabato 26 novembre all'hotel Mea di Lipari

Le Eolie.. gli eoliani ed altro.. visti da Giancarlo D'Ambra e dalla sua macchina fotografica

Prende il via oggi un rapporto di collaborazione con il bravissimo fotografo dilettante Giancarlo D'Ambra. Attraverso questa rubrica pubblicheremo gli scatti che ci invierà.
Le foto odierne si riferiscono alla mareggiata di oggi a Marina Corta e a Marina Lunga

C' è un Rando di Filicudi "sconosciuta" medaglia d'argento al valor militare. L'appello di Peppe Cirino per dare il giusto risalto a questo eoliano.


Egr. Direttore,
a seguito di una ricerca storica sui caduti Eoliani della Grande Guerra, mi sono imbattuto nel nome di un ragazzo, partito dalle nostre isole ed inghiottito come tanti sui coetanei, dai turbinosi eventi storici che gettarono tra il 1914 ed il 1918 l’intera Europa, in uno dei periodi più bui e neri, sul quale ancora oggi è difficile fare chiarezza.
Nel confrontare i dati in mio possesso (relativi ai soldati eoliani del primo conflitto mondiale), con quanto riportato nell’Albo d’Oro dei  Caduti della campagna 1915 – 1918, ho notato che, nel trafiletto riportante il nome del caporale Rando Felice del 257° reggimento di fanteria (milizia mobile) Brigata Tortona ,  vi era aggiunta in grassetto la nota: “decorato alla memoria di medaglia d’argento al Valor Militare”.
Dalle informazioni raccolte fino a quel momento, nel comune di Lipari, mi risultava un solo decorato con tale onorificenza (tra l’altro, la più anta concessa a un soldato del nostro Comune ) , il sottotenente Rosario Aricò. Ho pertanto provveduto ad effettuare un’ulteriore ricerca, per avere conferma, ma nell’albo Provinciale dei decorati, non vi era traccia del caporale Rando Felice. Ho quindi scritto all’Istituto Nazionale   del Nastro Azzurro (che raccoglie i nomi di tutti i decorati) e dopo qualche giorno, ho ricevuto dal presidente la seguente risposta, con allegato una copia dell’estratto del libro onorificenze:
 Medaglia d’argento al Valore Militare concessa  alla memoria del caporale Rando Felice da Isole Lipari (Messina) Caporale del 257 reggimento di fanteria (M.M.) n°241 di matricola:  “Alla testa dei suoi uomini, incitandoli con nobili parole e con l’esempio del suo mirabile coraggio, li trascinava fin sotto i reticolati nemici, presso i quali gloriosamente cadde colpito a morte. – Monte Santo 25 maggio 1917.”
L’istituto del Nastro Azzurro Provinciale, sta provvedendo alla pubblicazione di una edizione aggiornata del volume dei decorati della provincia di Messina, e mi è stata richiesta, qual’ora riuscissi a trovarla una foto del Caporale Felice Rando nativo di  Filicudi.
Purtroppo le memorie storiche locali , non sono in possesso di informazioni relative a questo valoroso soldato, ed ogni mio sforzo per cercare di rintracciare qualche parente che conservi ancora memoria  (anche tramandata) di quegli eventi o una foto del nostro concittadino, è stato fino ad oggi  vano.
Ho dunque pensato di rivolgermi al suo sito, per diffondere un appello a chiunque avesse qualche informazione da potermi generosamente concedere, in modo da  rendere a questo figlio delle Eolie dimenticato, il giusto tributo d’onore. E’ anche possibile che, i parenti del soldato Rando, possano essere emigrati nella lontana Australia o in America e questo spiegherebbe il perché della mancanza di fonti . Estendo per questo il mio appello anche ai fratelli d’Australia e d’America.
I dati in mio possesso sul soldato Rando Felice sono i Seguenti:
Rando Felice  nato a Lipari (Filicudi) il 01 Agosto  1895 – distretto militare di Messina
Caporale  del 257° Reggimento di Fanteria 11^ Compagnia– matricola n°241
Morto il 25 Maggio 1917 Sul Monte Santo per ferite riportate in combattimento all’età di 22 anni
Sepoltura: Sepolto sul luogo – sepoltura attuale ignota.
La Paternità del soldato è ignota, mentre la maternità è di Angela Rando fu Antonino di Filicudi.
Sono Passati cento anni dalla sua morte, ma sono sicuro che qualcuno possa ancora oggi  aiutarmi a restituire alla storia ed ai posteri, il ricordo di questo nostro valoroso concittadino.
Grazie
Giuseppe Cirino

NB. Chiunque fosse in grado di darci notizie e/o foto puo' contattarci al 339.57.98.235 o alla mail s.sarpi@libero.it  . Li metteremo in contatto con il signor Cirino