Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 22 dicembre 2012

Ladri in azione a Quattropani. 1.500 euro "prendono il volo"

Furto in una abitazione di Quattropani- località Aria Morta ai danni della signora S.E., di 71 anni. 
La donna e  il figlio - da quanto si apprende- avevano trascorso la giornata altrove.
Al ritorno a casa la sgradita sorpresa. I ladri, penetrati nell'abitazione, dopo aver rovistato in lungo e in largo hanno portato via da un cassetto circa 1.500 euro. Ovvero la pensione più tredicesima della donna.

Calcio a 5. La Ludica non ferma la marcia della capolista

Niente da  fare per la formazione di calcio a 5 della Ludica che oggi pomeriggio al Freeland Club di Lipari ha affrontato nel big-match della 1^ di ritorno, del campionato di C2 di calcio, la capolista A.S.D. Mascalucia c5.
I catanesi, sinora imbattuti e candidati al salto di categoria, si sono imposti per 7 a 4. I ragazzi della Ludica Lipari non hanno assolutamente demeritato. 

Napolitano ha sciolto le Camere. Fine della legislatura

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dopo aver sentito i presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell'articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. Lo ha riferito il segretario generale del Quirinale, Donato Marra.
NAPOLITANO: TRASMETTERO' A MONTI PREOCCUPAZIONE PDL - "Ho preso nota di quella preoccupazione e la trasmettero' al presidente del Consiglio". Cosi' il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha risposto a una domanda dei cronisti sulle preoccupazioni del Pdl per un impegno diretto in politica, e non piu' 'super partes', di Mario Monti.
NAPOLITANO: NON SPETTA A ME MA A PARTITI GIUDIZIO SU MONTI - "Non do' giudizi di questa natura. Ho via via valorizzato gli effetti che hanno avuto le decisioni del governo Monti in chiave di credibilita' e autorevolezza del Paese in Europa o nei fori internazionali". Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano rispondendo a una domanda se vi siano state 'equita' e rigore' nell'azione del governo Monti. "Spetta alle forze politiche decidere se a loro avviso sia da dare un giudizio di piena soddisfazione per un aspetto o per l'altro del'azione", ha aggiunto.

Anche se.. con qualche difficoltà...Babbo Natale di Partylandia è all'opera



Coldiretti, per Natale spesa da 1 mld per pesca riaperta nel week end

Roma, 22 dic. (LaPresse) - Quasi un miliardo di euro sarà speso per acquistare il pesce durante le festività del Natale, con il giorno della vigilia che farà registrare il consumo più elevato dell'anno. E' quanto stima ImpresaPesca Coldiretti in vista dell'appuntamento del cenone, che quest'anno vede la novità del via libera alle attività di pesca anche nel week end (sabato e domenica), che porterà prodotto freschissimo sulle tavole. "Il provvedimento - informa Coldiretti - disposto dal Ministero, varrà anche per il fine di settimana che precede il Capodanno. La crisi di quest'anno è per molti l'occasione per riscoprire il prodotto made in Italy che, oltre ad essere gustoso, viene venduto ad un prezzo molto più contenuto rispetto a scelte esterofile che pesano su tasche ed ambiente".
"Per portare in tavola pesce realmente Made in Italy - consiglia ImpresaPesca Coldiretti - occorre però fare attenzione, magari acquistando direttamente dal pescatore, laddove possibile. Per non cadere nelle trappole del mercato e garantirsi comunque una tavola di qualità ImpresaPesca Coldiretti propone dunque due menu low cost e interamente tricolori per quattro persone. Il primo, a base di pesce pescato sulle nostre coste, vede come antipasto alici marinate e lumache di mare (6 euro) e sauté di cozze e vongole (5 euro). Per primo, spaghetti o tagliatelle con polpa di granchio fresco (10 euro), mentre il piatto forte è rappresentato dalla zuppa o brodetto di pesce (9 euro) fatto di triglie, calamari, moli, tracine, seppie, canocchie e gallinelle. Ma è possibile anche portare in tavola un menu italiano al cento per cento scegliendo il pesce proveniente dagli allevamenti di acquacoltura: come antipasto anguilla marinata (7 euro) e carpaccio di trota (3 euro), per primo pennette con sugo di trota salmonata (8 euro) e per secondo orata o spigola al forno con pomodorini e patate (12 euro). Entrambi i menu - sottolinea Coldiretti - prevedono una spesa complessiva di 30 euro.
Se si vuole acquistare prodotto pescato del Mediterraneo bisogna però prima verificare sul bancone l'etichetta, che per legge deve prevedere la zona di pesca, e scegliere la zona Fao 37".
"Per garantirsi la qualità, il pesce fresco - ricorda la Coldiretti - deve avere inoltre una carne dalla consistenza soda ed elastica, le branchie di colore rosso o rosato e umide e gli occhi non secchi o opachi, mentre l'odore non deve essere forte e sgradevole. Infine meglio non scegliere i pesci già mutilati della testa e delle pinne mentre - continua la Coldiretti - per molluschi e mitili, è essenziale che il guscio sia chiuso. Il settore della pesca vede impegnate - precisa ImpresaPesca Coldiretti - 13.100 imbarcazioni mentre la top-ten delle produzioni è guidata dalle alici, seguite da vongole, sardine, naselli, gamberi bianchi, seppie, pannocchie, triglie, pesce spada e sugarelli. La classifica delle produzioni per volume di fatturato vede invece primeggiare il nasello, davanti ad alici, seppie, gamberi bianchi, scampi, pesce spada, gamberi rossi, vongole, pannocchie e sogliole. Eppure tre piatti di pesce su quattro che si consumano in Italia sono stranieri, ma nessuno lo sa, soprattutto per quanto riguarda quello servito al ristorante dove Impresapesca Coldiretti chiede venga introdotta anche l'indicazione della provenienza nei menu".

A PALERMO È FUGA DAL PDL VERSO “FRATELLI D’ITALIA”

Anche a Palermo ‘esodo’ dal Popolo della Liberta’ dopo la scissione di Giorgia Meloni e Guido Crosetto. Al nuovo movimento politico Fratelli d’Italia aderiscono il dirigente regionale Raoul Russo, gia’ assessore e consigliere comunale di Palermo, Mauro La Mantia presidente regionale di Giovane Italia (movimento giovanile del Pdl), Davide Gentilecapogruppo all’Ottava circoscrizione del Pdl e presidente provinciale di Giovane Italia, Gaetano Sciortino presidente provinciale di Azione Universitaria (movimento studentesco del Pdl). Tutta la base militante di Giovane Italia a Palermo, che ha nella sede di Via Paolo Paternostro la sezione storica dei giovani di destra in citta’, aderisce a Fratelli d’Italia.
Il movimento giovanile negli anni e’ stato protagonista di forti attacchi alla gestione di Angelino Alfano e alla presenza di persone come Dell’Utri e Minetti nel partito. ”Da anni critichiamo molte scelte del partito – dichiarano La Mantia e Gentile – da quelle politiche a quelle di organizzazione interna. Nel prendere atto che nel Pdl non c’e’ spazio per meritocrazia e buona politica lasciamo un partito ormai dominato da personaggi impresentabili. Andiamo in Fratelli d’Italia dove non saranno candidati i condannati anche in primo grado, dove si svolgeranno primarie interne per la scelta dei parlamentari e dove avranno spazio le idee di una destra sociale e comunitaria”.
”La crisi del Pdl – dichiara Raoul Russo – a livello nazionale e regionale e’ definitiva quanto irreversibile. Un partito oligarchico di cooptati che non e’ riuscito a costruire un serio percorso di partecipazione e di movimentismo popolare. Questo nuovo soggetto politico e’ l’unico che oggi propone con chiarezza e concretezza una idea sociale e nazionale per portare il nostro popolo oltre la crisi”.

Gli auguri di Aldo Natoli

Auguri di Buon natale e Felice Anno nuovo
Aldo

Catamarano della CdI e montagne russe. La riflessione del sindaco Lo Schiavo

Durante traversate come questa, con il catamarano A.Lauro che beccheggia da morire,tipo montagne russe, vorrei avere accanto il sen. Lauro per fargli capire come ci divertiamo noi sindaci nel vedere i nostri anziani, e non solo, stare male da morire....!!
Massimo Lo Schiavo

Gli albergatori si abbassano l'IMU. L'intervista a Radio Radicale dell'eoliano Stefano Imnruglia al presidente di Federalberghi Del Bono

Attraverso google alert abbiamo appreso di una intervista rilasciata  da Cristian Del Bono di Federalberghi all'eoliano Stefano Imbruglia di Radio Radicale.
La potrete ascoltare cliccando sul link sottostante:
http://www.radioradicale.it/scheda/369022/intervista-a-ch...

I FATTI DEL 2012

MALFA: RICLASSIFICAZIONE DI NOVE STRUTTURE RICETTIVE

L’8° Ufficio dirigenziale "Area Metropolitana, Pianificazione strategica e Turismo", U.O.C. "Strutture ricettive" della Provincia regionale, con determinazione dirigenziale n. 209 del 12 dicembre 2012, ha proceduto a classificare, per il quinquennio 2012-2016, le strutture ricettive site nel Comune di Malfa.
La classifica ha validità  fino al 31 dicembre 2016.
La determinazione in oggetto è consultabile sul sito dell’Ufficio Stampa www.quadernidelvaldemone.it

Calcio a 5. Oggi la capolista a Lipari incontra la Ludica

Oggi pomeriggio al Freeland Club di Lipari alle ore 15,00 si giocherà il big-match della 1^ di ritorno del campionato di C2 di calcio tra C.S.D. Ludica Lipari e la capolista A.S.D. Mascalucia c5

Anche a Lipari è partita la raccolta firme del Movimento 5 stelle

Come anticipato in questo week-end anche a Lipari è possibile firmare per consentire la presentazione delle liste del Movimento 5 Stelle in vista delle prossime elezioni nazionali.  Al banchetto, posizionato sul Corso Vittorio Emanuele, di fronte alla Sala delle Lettere, sarà possibile accedere oggi Sabato 22 e Domenica 23 dicembre, dalle ore 11:00 alle 13:00. 
Necessario un documento d'identità in corso di validità (Carta di Identità, Patente o Passaporto). 
Ricordiamo che la vostra firma serve unicamente a consentire la presentazione della lista e non rappresenta in alcun modo un impegno di voto.
Al banchetto, oltre agli esponenti locali del Movimento 5 stelle, era presente anche il consigliere comunale Gesuele Fonti. Per fugare ogni dubbio nessun passaggio di Fonti ai grillini ma la sua presenza è funzionale all'autenticazione delle firme, così come concesso ad ogni consigliere comunale

Pallavolo. Netta sconfitta casalinga per le eoliane

Ieri pomeriggio si è disputato al Nicola Biviano di Lipari  il previsto recupero dell'incontro di pallavolo femminile tra l'Hotel Cutimare e il Pgs Savio di Messina. Le eoliane sono state superate per tre a zero.

MISTERO: DEPUTATI LASCIANO IL GRUPPO MA NON IL PARTITO

I sette cambi di casacca che hanno regalato alla legislatura dell’Assemblea regionale siciliana un record di ripensamenti della prima ora nei gruppi parlamentari potrebbero non avere niente a che fare con la politica, i conflitti interni, le consuete scaramucce di ogni tempo o, se volete, improvvisi abbandoni “ideologici”. Ci sarebbe dell’altro. Che cosa? La gestione dei contributi ai gruppi parlamentari.
L’Assemblea impegna una parte delle sue risorse per i contributi ai gruppi parlamentari. I contributi sono di carattere ordinario e straordinario. Ci sono quattrini attribuiti al singolo deputato – segreteria, portaborse – e contributi attribuiti al gruppo parlamentare sulla base della sua consistenza: tot deputati, tot soldi.
Il deputato regionale non deve rendere conto ad alcuno del contributo che gli viene conferito. Potrebbe non farsi aiutare da nessuno, spendere solo una parte del contributo
Il contributo straordinario viene erogato dall’Assemblea per pagare gli emolumenti al personale in forza ai gruppi, sulla base delle unità assegnate. Il contributo ordinario, assegnato i  base alla consistenza del gruppo, viene suddiviso fra i deputati.
Questa, su grandi linee, la situazione. Succede però che gli stabilizzati – il personale – non siano retribuiti affatto allo stesso modo. Per quale ragione? Il conferimento dell’Assemblea è la base stipendiale per molti: a questa base, tutto sommato dignitosa (1500-1700 euro mediamente)  si aggiunge una somma che viene stabilita di volta in volta dai capigruppo, cui viene intestato il contributo (straordinario ed ordinario). In tempo di vacche grasse, i capigruppo sono stati molto generosi, finendo con il perdere il controllo dei costi. Per questa ragione due gruppi parlamentari – l’Udc tre anni or sono, il Pdl qualche mese fa – hanno dovuto ricorrere (il Pdl sta per farlo) all’Assemblea per un prestito, per pagare i contributi previdenziali o altro.
Questo che c’entra con il trasferimento dei deputati da un gruppo all’altro? C’entra, c’entra. Quando vengono meno i quattrini, il contributo ordinario viene intaccato in modo drastico e la divisione dei “pani” ne risente. A questo punto può capitare che qualche deputato dia forfait, cioè cambi casacca, magari rifugiandosi nel gruppo misto dove questi problemi non esistono e può prendersi la sua parte di contributo assegnato al gruppo, perché rimane intonsa.
Santi Formica e Fazio hanno lasciato il gruppo del Pdl dopo una riunione di gruppo in cui è stato spiegato che il piatto piange e bisogna ricorrere a mezzi di fortuna per affrontare la crisi economica, adottando espedienti. C’era il rischio, insomma, che tutti i componenti del gruppo perdessero parte dei loro emolumenti. Solo il rischio, però, allo stato. Ma c’è chi non vuole correre nemmeno il rischio.
Questa versione dei fatti, tuttavia, potrebbe essere inquinata. Insomma si potrebbe benissimo trattare di illazioni, sospetti senza fondamento, suscitato dalla casualità. E’ un fatto, tuttavia, che il gruppo Pdl per un deputato regionale non è, al momento, il più redditizio; è un fatto che sia Formica quanto Fazio non hanno lasciato il Pdl.
Una considerazione, infine. L’adozione di espedienti per ottenere contributi dall’Assemblea non nasce oggi. Anzi, la situazione è migliorata per qualche verso. Fino a pochi anni fa, bastava mettere in piedi un gruppo parlamentare di poche unità, in deroga, per ricevere un contributo fisso uguale per tutto, oltre che vari altri appannaggi. Per questa ragione nascevano i gruppi come funghi e venivano concordati separazioni consensuali. Basti ricordare che c’erano due “margherite” (Margherita popolare o qualcosa di simile, e Margherita per Rutelli). L’Udeur e l’Udr di Mastella. O il caso del gruppo della Rete, che ricevette in prestito un deputato da altro gruppo per accedere ai contributi.

ARDIZZONE: “EVITARE IL DEFAULT DEI COMUNI O RISCHIA LA REGIONE”

Tagli, trasparenza e impegno: buoni propositi per l’anno nuovo? Non proprio. Il presidente dell’Assemblea regionale, Giovanni Ardizzone,  l’impegno lo prende per il 31 dicembre, giorno in cui dovranno essere pronte le proroghe per i precari (la discussione in Aula del ddl è prevista per lunedì), l’esercizio finanziario e l’adeguamento al ‘decreto Monti’ sui tagli ai costi della politica.
“Ho già concordato con gli uffici e la segreteria generale – ha annunciato Ardizzone – i tagli alle indennità di funzione. Poi verrà tutto il resto, a cominciare dai tagli ai fondi destinati ai gruppi”, che dovrebbero prevedere un massimo di cinque mila euro annui per deputato, a fronte dei tre mila mensili che i parlamentari hanno, invece, ricevuto fino a questo momento.
Tutti provvedimenti che dovranno passare al vaglio del voto di Sala d’Ercole, ed è  lì che i nodi verranno al pettine. Ma il presidente dell’Ars non sembra preoccupato: “Tutti – ha detto – abbiamo la consapevolezza che i tempi sono cambiati. Non faccio demagogia, ma se ci contestano i costi della politica è perché finora non c’è stata una buona politica”. E se ci saranno maldipancia, poco importa. “Cambino medicine, io non sono un medico, sono presidente di un’Assemblea in cui non esiste una maggioranza, ma tre minoranze. La consapevolezza dei problemi esistenti dovrebbe farci cambiare,perché se non si votano i singoli provvedimenti non si va da nessuna parte. La gente ha aspettative”.
La prima delle quali riguarda l’emergenza di comuni ed enti locali, dove molti dipendenti non percepiscono lo stipendio da mesi. “Andranno fatte scelte impopolari – ha detto Ardizzone -, ma senza macelleria sociale. Altrimenti non arriviamo a fine anno”.
“La prima emergenza e’ quella di garantire i trasferimenti agli enti locali. Ci sono alcuni enti che sfiorano il dissesto finanziario, piccoli e grandi Comuni. Se iniziano ad andare in default i Comuni si scatenera’ un effetto domino che coinvolgera’ anche l’ente Regione”.
E all’incontro con la stampa si è parlato anche di tabella H, cioè i fondi per enti o associazioni. Ardizzone si è detto “poco convinto” di alcune voci, ma si è anche dichiarato contrario ai tagli indiscriminati, ad esempio, alle associazioni per sordomuti e non vedenti. Poi la cultura, che “va incentivata”.
Comincia, quindi, una “nuova epoca”, e il decreto Monti sarà il punto di riferimento per un “riassetto complessivo dei costi della politica e delle istituzioni”. Nel quadro di una crisi che ha investito soprattutto i settori più deboli della società il buon esempio, insomma, deve arrivare proprio da casa nostra, da quello che è stato definito “il parlamento che costa di più”: una bella responsabilità
Carissimi amici, da parte di Slow Food Valdemone porgiamo i nostri migliori auguri di buon Natale e Felice anno nuovo e come usiamo dire :
SALUTI E CUNTINTIZZA!!! 

Auguri a...Giulia

Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Giulia Stella
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

venerdì 21 dicembre 2012

Sindacati e Compagnia delle isole. Tre giorni di "confronto"

USCLAC UNCDIM  COMUNICATO
La nuova proprietà di Siremar ha voluto instaurare un tavolo di confronto NO STOP, 19 – 20 – 21 dicembre 2012, teso al perfezionamento di una nuova e condivisa contrattazione di secondo livello.
Nel corso del primo giorno Compagnia delle Isole, ha prospettato i propri intendimenti prendendo in esame il contenuto del documento 14 novembre 2012 fatto pervenire alle OO.SS.
La nostra delegazione con forza ha ribadito con forza che ogni nuovo accordo sindacale può essere perfezionato esclusivamente nel pieno rispetto della Direttiva U.E. 1999/63/CE, dell’art. 12 del D.P.R. 324/01 e del D.L. 27/05/2002, n. 108. Infatti, quale soggetto propositivo, per le Categorie rappresentate, abbiamo prodotto apposita Piattaforma realizzata nel rispetto delle normative richiamate e tenendo conto anche delle esigenze di Compagnia delle Isole.
Giorno 20 dicembre 2012 Compagnia delle Isole ha illustrato una propria disamina tecnica delle “fasce di lavoro” aliscafi e traghetti in subordine ai vigenti itinerari orari. Nel contesto abbiamo avuto di affrontare il problema della cosiddetta degli Aliscafisti e abbiamo sostenuto che potrà essere ricercato accordo secondo esigenze Sociali ma che, soprattutto, non arrechi danno economico ai Lavoratori Marittimi. E’ stato sottolineato, infine, il problema della indennità mensa immotivatamente scomparsa dalla busta paga di alcuni Colleghi Amministrativi.
Oggi, infine, si è sottoscritto un Verbale di Incontro elencante il lavoro dei tre giorni su cu noi Sindacato effettueremo ulteriore valutazione tesa verificare le condizioni per realizzare la nuova integrativa aziendale sulla base anche della nostra Piattaforma datata 10 dicembre 2012 già fatta pervenire a Compagnia delle Isole il 12/12/2012.
Il prossimo incontro sarà il 07 gennaio 2013 ed abbiamo già avanzato richiesta permessi sindacali retribuiti per i nostri Delegati componenti la R.S.A. Com.te Vito Di Girolamo e Direttore di Macchina Giacomo Nicocia, ambedue Area Traghetti, nonché per il Direttore di Macchina Area Aliscafi Giancarlo Cancemi.
Genova, lì 21/12/2012
LA SEGRETERIA NAZIONALE

Oggi a Lipari "Minibasket sotto l'albero"


Sabato 22 dicembre presso il Palasport "Nicola Biviano" di Lipari si svolgerà la manifestazione "Minibasket sotto l'albero 2012", dedicata ai piccoli cestisti della ASD Basket Eolie. A partire dalle 15.30 gli stessi si cimenteranno in giochi, gare di tiro e minipartite passando un pomeriggio all'insegna dello sport e del divertimento.
L'occasione è gradita per augurare a tutti Buone Feste.
Il Presidente
Ivan Ferlazzo

La rinascita di Giampilieri e Scaletta, intensa giornata di appuntamenti al Genio Civile alla presenza del presidente della Regione Crocetta

La bellezza per non dimenticare la tragedia e come monito per il futuro. Domani sarà una giornata ricca appuntamenti per il Genio Civile di Messina, in prima fila per la messa in sicurezza del territorio dopo la tragedia di Giampilieri e Scaletta dell’1 ottobre 2009.
Si inizia alle 10 presso la sede del Genio Civile con l’assegnazione del premio Zanclea d’oro ad Anna Giordano, per il suo impegno ultratrentennale in difesa dell’ambiente alla presenza del presidente della Regione Rosario Crocetta, con gli interventi dell’Ingegnere Capo Gaetano Sciacca e del direttore del Museo del Fango Michele Cannaò.
Subito dopo, nella Sala delle lune d’agosto del Genio Civile sarà inaugurata la mostra sulla ricostruzione dopo l’alluvione del 2009 con le foto di Gianrico Battaglia donate dal giornale Messina.Sicilians e realizzate in occasione del terzo anniversario della tragedia per documentare la rinascita del territorio.
Alle 12 sarà inaugurata a Scaletta Zanclea la terza opera del museo all’aperto che si sta realizzando man mano che si completano gli interventi di messa in sicurezza, la “Notte di San Lorenzo” di Sara Teresano.
Infine alle 18.30 a Forte Petrazza si terrà l’inaugurazione del laboratorio permanente del Museo del Fango alla presenza di Michele Cannaò e di Gaetano Giunta.
Messina, 21 dicembre 2012

GOVERNO: MONTI AL COLLE DA NAPOLITANO, SI E' DIMESSO

(AGENPARL) - Roma, 21 dic - "Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto oggi alle ore 19.00 al Palazzo del Quirinale il Presidente del Consiglio dei Ministri, senatore Mario Monti, il quale, essendosi concluso l’iter parlamentare di esame e di approvazione della legge di stabilità e del bilancio di previsione dello Stato, ha rassegnato le dimissioni del governo da lui presieduto, già preannunciate come irrevocabili secondo quanto risulta dal comunicato diramato dal Quirinale l'8 dicembre scorso. Il Presidente della Repubblica ha preso atto delle dimissioni e ha invitato il governo a rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti. Il Capo dello Stato consulterà i Presidenti dei gruppi parlamentari nella giornata di domani". Lo comunica il Quirinale in una nota.

GIOCHI: VIAGGIO NEL TUNNEL DELLA DIPENDENZA, L'INCHIESTA

GIOCHI D'AZZARDO - ITALIA PAESE DEI BALOCCHI Il gioco è la terza industria in Italia. Non conosce crisi e aumenta ogni anno il suo giro di affari che è stimato in 76,1 miliardo di euro. Quello illegale, in mano alle organizzazioni criminali, vale in termini di giro d'affari 10 miliardi di euro e vede coinvolti 41 clan mafiosi. Un video:

PROFEZIA MAYA: ADINOLFI CANTA INNO ALLA CAMERA

ELEZIONI: MONTI AL QUIRINALE IN SERATA, INGROIA PRESENTA IL SUO MOVIMENTO

(AGENPARL) - Roma, 21 dic - Potrebbero arrivare questa sera - dopo lo svolgimento del Consiglio dei Ministri che inizia alle 19 - le dimissioni di Mario Monti da Presidente del Consiglio. Dopo la riunione con l'esecutivo che dovrebbe dare il via libera - tra le altre cose - all'importante decreto di proroga delle missioni militari internazionali, il Professore potrebbe prendere la via del Quirinale, salire al Colle e rassegnare le sue dimissioni nelle mani del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano. Si dovrà però attendere per avere più chiarezza sul futuro di Monti: è slittata a domenica, alle 11, la tradizionale conferenza di fine anno.
Nel pomeriggio, intanto, un'altra personalità scende direttamente in campo per la corsa a Palazzo Chigi: si tratta del pm Antonio Ingroia che presenta al Teatro Capranica di Roma il movimento "Io Ci Sto", insieme al sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Ingroia sarà il candidato premier.

Affondamento del Santamarina e del Maria Immacolata. Cincotta scrive al sindaco Lo Schiavo (con foto)

Egregio Sig. Sindaco di Santa Marina Salina,
Invio a Lei e, per conoscenza, alle redazioni dei principali notiziari delle isole Eolie, una breve nota sull'affondamento del Santa Marina e alcune foto tratte dal libro "Con il favore di Eolo", da me pubblicato, e che ha la presentazione dell'amico professor Marcello Sajia, Suo concittadino.
Cordiali saluti,

Vincenzo Cincotta


Cagliari, 21 dicembre 2012

Seguito articolo apparso su Eolienews di Salvatore Sarpi qualche giorno fa circa un monumento da realizzare in memoria dell’affondamento del Santa Marina, nel quale perse la vita, tra gli altri, Emilio Ortese, direttore di macchina e mio zio, perché sposato con Caterina La Cava, sorella di mia madre, Vi invio alcune immagini del libro da me pubblicato nel 2000 e che si intitola “Con il favore di Eolo”, dove, oltre all’affondamento del Santa Marina, si parla tra l’altro dell’affondamento del Maria Immacolata, al cui comando si trovava mio padre, il Cap. Bartolo (Lillino) Cincotta, che fu ferito da un colpo d’arma da fuoco all’emitorace destro con ritenzione di proiettile da 5 cm, il quale fu ritrovato circa 35 anni dopo in un polpaccio.
Cordiali saluti,
Vincenzo Cincotta





Napolitano "grazia" Sallusti. Carcere commutato in pena pecuniaria. Il giornalista: "Lo ringrazio, ma è una chiara indicazione ai magistrati"

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che questa mattina ha ricevuto dal Ministro della Giustizia Paola Severino la documentazione relativa alla domanda di grazia in favore di Alessandro Sallusti avanzata dall'avvocato Ignazio La Russa, ha firmato - ai sensi di quanto previsto dall'art. 87, comma 11, della Costituzione - il decreto con cui e' stata concessa al direttore del quotidiano il 'Giornale' la commutazione della pena detentiva ancora da espiare nella corrispondente pena pecuniaria (quantificata, secondo i parametri normativi indicati dall'art.135 del Codice penale, in 15.532 euro). Lo comunica uan nota del Quirinale.
La decisione, nel rispettare le pronunce dell'autorita' giudiziaria in applicazione dell'attuale normativa, tiene conto dell'avviso favorevole formulato dal Ministro della Giustizia a conclusione dell'istruttoria compiuta con l'acquisizione delle osservazioni (contrarie) del Procuratore generale di Milano e del parere (favorevole) espresso dal magistrato di sorveglianza. Sono state anche considerate le dichiarazioni gia' rese pubbliche dalla vittima della diffamazione. Cosi' come si e' preso atto che il giornale sul quale era stato pubblicato l'articolo giudicato diffamatorio dopo la condanna del suo ex direttore ha riconosciuto la falsita' della notizia formalizzando con la rettifica anche le scuse.
La decisione di commutare la pena raccoglie altresi' gli orientamenti critici avanzati in sede europea, in particolare dal Consiglio d'Europa, rispetto al ricorso a pene detentive nei confronti di giornalisti. Si e' anche valutato che la volonta' politica bipartisan espressa in disegni di legge e sostenuta dal governo, non si e' ancora tradotta in norme legislative per la difficolta' di individuare, fermo restando l'obbligo di rettifica, un punto di equilibrio tra l'attenuazione del rigore sanzionatorio e l'adozione di efficaci misure risarcitorie.
Con il provvedimento di commutazione della pena detentiva, il Presidente della Repubblica ha inteso ovviare a una contingente situazione di evidente delicatezza, anche nell'intento di sollecitare, nelle istituzioni e nella societa', una riflessione sull'esigenza di pervenire a una disciplina piu' equilibrata ed efficace dei reati di diffamazione a mezzo stampa.
"Ringrazio Napolitano. Accetto la grazia, precedente. Deve valere per tutti i giornalisti, chiara indicazione a magistratura e politica". Cosi' ha commentato Sallusti su twitter.
21 dicembre 2012

Dalla Provincia quattordicimila e 200 euro (IVA) per lavori di somma urgenza al Conti

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA
Determinazione dirigenziale n. 124 del 10 ottobre 2012 avente ad oggetto: «Lavori di somma urgenza per garantire l’incolumità pubblica e la continuità del servizio scolastico oresso l’ITC “Conti Vainicher” di Lipari.Revoca Ordine di servizio n. 2130 del 9-12-2008 ed approvazione Ordini di servizio n. 1632 del 10-09-2012 e n.1756 del 5-10-2012 – Affidamento lavori alla ditta con sede a Lipari».
L’importo complessivo della nuova perizia di spesa è di quattordicimila 200 euro, I.V.A. compresa.
============================================
Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, che si è prodigato affinchè le richieste degli studenti del Conti potessero ottenere il giusto riscontro in sede provinciale, non appena informato dell'avvenuto stanziamento per i lavori di somma urgenza da effettuarsi nell' Istituto liparese, si è dichiarato soddisfatto. Ha anche evidenziato  come "lavorando in sinergia si  ottengono sempre dei risultati".

L'amministrazione Giorgianni ringrazia CDI per il passaggio gratuito ai mezzi impegnati nella campagna antirandagismo

ComunicatoL'Amministrazione Comunale intende ringraziare sentitamente la Compagnia delle Isole per essere venuta incontro alle richieste avanzate e relative al passaggio gratuito sui propri mezzi in occasione della campagna antirandagismo effettuata da questo Ente nel mese di Novembre in collaborazione con l'associazione 
" Eolo a Quattro Zampe" e l'Enpa , contribuendo in tal maniera a dare un notevole per la risoluzione della problematica che da diversi anni affligge il territorio eoliano.
Il Sindaco
Marco Giorgianni

Nuovi argomenti all'odg del consiglio comunale di Lipari del 27 Dicembre


Si "arricchisce" di argomenti la riunione del consiglio comunale convocato, per il 27 dicembre alle 10, dal presidente Adolfo SaBATINI.   
Tra gli argomenti aggiunti: l'approvazione piano di sviluppo locale Gruppo Azione Costiera (Gac) Isole di Sicilia FEP 2007/2013 - Asse IV - Misura 4.1, Schema di Statuto e di Atto costitutivo della costituenda associazione GAC Isole Minori Sicilia; adesione "Io come Tu": conferimento cittadinanza italiana onoraria al 1° nascituro straniero 2013 nel comune di Lipari; approvavazione piano comunale Protezione civile; Adozione di piano attuativo in variante e deroga al P.R.G. , che prevede l'approvazione di un programma costruttivo per la realizzazione di due caserme per l'Arma dei carabinieri nelle isole di Panarea e Lipari e di n° 140 alloggi di edilizia convenzionata agevolata nelle isole di Lipari e Vuulcano, ai sensi dell'art.25, della L.R. n.22/96 

Pescherecci in mare a Natale e Capodanno

Palermo, 21 dic.- (Adnkronos) - Pescherecci in mare nei week-end che precedono il Natale e Capodanno. Ad annunciarlo e' la Coldiretti Impresa-Pesca Sicilia, dopo l'ok del Ministero delle Politiche agricole al decreto che da' la possibilita' alle imbarcazioni di uscire da oggi. Il provvedimento riguarda tutti i sistemi di pesca: strascico, volante, circuizione e cattura dei molluschi bivalvi (vongolare) e varra' anche per il week end che precede capodanno. Per Coldiretti Impresa Pesca Sicilia si tratta di un'opportunita' per un comparto messo in grave difficolta' dal caro gasolio e dal credit crunch. E' anche importante ricordare che all'interno del decreto stabilita' e' stato dato il via libera a uno stanziamento di 30 milioni di euro per le risorse destinate alla cassa integrazione in deroga per il settore nazionale della pesca. Per garantire l'equilibrio tra risorse e attivita', le giornate di pesca effettuate in piu' dovranno essere recuperate entro il prossimo 28 febbraio con appositi fermi tecnici.

ELEZIONI: SWG, MONTI CANDIDATO? 60% ITALIANI DICE NO

Secondo il 60 percento degli italiani Mario Monti non dovrebbe candidarsi alle prossime elezioni. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre. Per il 15 percento degli intervistati il Professore dovrebbe candidarsi da solo, mentre il 10 percento ritiene che debba farlo con il centro, che comprende Casini, Fini e Montezemolo. Per l’8 percento degli italiani, invece, il premier dovrebbe unirsi al centrodestra (in cui c'è anche il Pdl), mentre il 7 percento è convinto che sia la formazione di centrosinistra quella a lui più affine. Dal sondaggio, infine, emerge che a volere Monti candidato è più della metà degli elettori di centro (53%).

CAMERA: IN AULA ESAME DDL STABILITA' E BILANCIO

(AGENPARL) - Roma, 21 dic - L'Aula di Montecitorio è alle prese, dalle 10:30, con la discussione e la votazione finale sui ddl di stabilità e di bilancio.
Alle 11:30 si comincia con le votazioni sui disegni di legge sulle disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2013) e Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 (e relative note di variazioni). I testi sono già stati approvati dalla Camera e poi modificati dal Senato. 
All'ordine del giorno c'è anche l'esame del disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 18 dicembre 2012, n. 223, recante disposizioni urgenti per lo svolgimento delle elezioni politiche nell'anno 2013.

Pallavolo. Eoliane oggi impegnate nel recupero casalingo

Oggi pomeriggio si disputerà al Nicola Biviano il recupero previsto tra l'Hotel Cutimare e il Pgs Savio di Messina; appuntamento alle ore 14:30

M5S Firma Day anche a Lipari

Cari amici, questo week-end anche a Lipari è possibile firmare per consentire la presentazione delle liste del Movimento 5 Stelle in vista delle prossime elezioni nazionali. Saremo sul Corso Vittorio Emanuele Sabato 22 e Domenica 23 dicembre, dalle ore 11:00 alle 13:00, di fronte alla sala delle lettere. Ricordatevi di portare con voi un documento d'identità in corso di validità (Carta di Identità, Patente o Passaporto). Vi ricordiamo che la vostra firma serve unicamente a consentire la presentazione della lista e non rappresenta in alcun modo un impegno di voto.

Metodo Globale Autodifesa. Corso per il personale della Guardia Costiera di Milazzo, Lipari, S. Agata


Si è concluso giorno 18 dicembre u.s. con gli esami finali svoltisi presso la palestra Akradina di Siracusa alla presenza del Direttore Marittimo della Sicilia Orientale Contrammiraglio (CP) Domenico DE MICHELE, il corso di Metodo Globale di Autodifesa (M.G.A.) svolto a favore del personale militare della Guardia Costiera di Milazzo, Lipari e S. Agata Militello le cui lezioni si sono tenute presso la palestra ASD-DAI-KI DOJO di Barcellona del maestro Alessandro Bengala.
            Il Metodo Globale di Autodifesa, ideato nell’ambito della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali (FIJLKAM) ha quale scopo principale lo studio e l’apprendimento di tecniche per neutralizzazione uno o più avversari alfine di permettere ad ogni operatore militare di avere quel giusto atteggiamento mentale che consenta di condurre l’attività istituzionale affidatagli anche in presenza di situazioni critiche ed ostili, riducendo al minimo gli eventuali danni fisici sia dell’operatore stesso che dell’aggressore.
            Tale aspetto educativo, che è insito in tutte le discipline marziali, consente di aumentare la capacità di autocontrollo in caso di aggressione e di ridurre al minimo il ricorso alla violenza, oltreché consentire al personale addestrato delle forze di polizie di intervenire senza ricorre all’uso delle armi, circostanza ritenuta utile soprattutto in particolari situazioni (quali la presenza di pubblico) che comporterebbero inaccettabili rischi per la pubblica incolumità.
            Il corso è stato articolato in due momenti formativi, uno prettamente pratico ed uno teorico incentrato sul concetto della difesa proporzionata all’offesa secondo i dettami normativi del codice penale (art. 52 c.p.), nonché sull’analisi degli aspetti psicologici legati all’apprendimento e all’utilizzo di tali tecniche di autodifesa, tenuti rispettivamente da magistrati e da psicologi. 

CROCETTA APRE ALLA PINK REVOLUTION PER UNA SICILIA… A FORMA DI SVEZIA

di Enzo Bonsangue -
Una pink revolution della politica siciliana senza semafori rossi. E nemmeno gialli. Il programma sull’incremento di donne al potere nell’Isola è più vivo che mai, e dopo l’innaffiata rosa del post-insediamento, il presidente Crocetta mantiene le promesse e continua a schiacciare il piede sull’acceleratore. Dopo la svolta novembrina, con la chiamata di ben sette donne nella squadra degli assessori, il vento del rinnovamento torna a soffiare con il disegno di legge che prevede la preferenza di genere in tutte le sedi amministrative. Il provvedimento riguarderà, in particolare, le “poltrone” di ogni Giunta. Che si tratti, insomma, di quellecomunali o provinciali, quanto di quelle regionali. L’obbligo, secondo il ddl, sarà quello “del 30 per cento di presenza femminile in tutte le giunte”. Decisi anche i tempi della riforma: dal momento in cui sarà dato l’ok per l’approvazione, le amministrazioni avranno “sei mesi di tempo per inserire le donne”, e “pena sarà la decadenza”.
DONNE E FEDE. Sulle quote rosa, il leit motiv del presidente, d’altronde, non è mai “decaduto”: “Mi piace quando si parla della Madonna – aveva detto Crocetta, qualche settimana fa – come il lato femminile di Dio, che affida alle donne un grande ruolo, e le rende protagoniste”. E la “sfida” del governatore ai vichinghi (“Io con sette donne assessore, roba che neppure in Svezia…”) è sempre stata fra i punti cardine, sin dal giorno dell’incoronamento: “Le donne sono state spesso isolate,costrette a vedere i figli andar via alla ricerca del lavoro o a cadere per la guerra di mafia. Ho conosciuto donne  che mi hanno strappato lacrime. Nel giorno delle elezioni – ha raccontato Crocetta –  sono andato al Santuario della Madonna delle Grazie, a Gela. Nelle elezioni o si vince o si perde, ma ci sono cose più importanti nella vita: non è il potere che ci deve interessare. Ci vuole  un rapporto con noi stessi e una grande fede”.
EUROPA E DINTORNI. Quello dell’impoverimento politico femminile continua oggi ad essere un tasto dolente per un po’ tutti i Paesi. Al di là delle cifre del Parlamento europeo, dove le donne rappresentano il 35 per cento, nei singoli Paesi del Continente la quota crolla vertiginosamente. E dal 40% della Svezia, citato da Crocetta (la quota è simile in Olanda e Finlandia), per l’Italia si scende fino al 21 per cento. Per non parlare del Senato, dove nel nostro Paese si arriva al 18%, contro Norvegia, Belgio e Svezia, che sfiorano il 30 per cento.
RIVOLUZIONE SICILIANA. Ma torniamo alla quota-Crocetta. Il 30 per cento aprirebbe le porte alla rivoluzione, in quanto nelle Province, restando al nostro Paese, le donne sono soltanto il 12% fra i consiglieri, ed il 6% degli assessori. Sostanziale equilibrio anche per i Comuni: le donne rappresentano il 19% dei consiglieri ed il 6% degli assessori. Il “peso” del rinnovamento siciliano è ben evidente se si considera che il numero più alto di assessori, fra tutte le regioni italiane, è quello registrato in Emilia Romagna: nelle giunte comunali la quota non va, comunque, oltre all’11 per cento. E il paragone con l’idea-Crocetta, non regge nemmeno.

Auguri a...Tania, Maurizio e Angela


Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Tania Zaia, Maurizio Alessandro Virgona e  Angela La Torre
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

GRILLINI ALL’ARS, “UNA VITA DA SFRATTATI”


Non hanno una stanza, una rete internet, né materiale informatico a propria disposizione, né tantomeno uno staff di supporto. E’ dura la vita dei grillini all’Ars. Il Movimento 5 stelle denuncia una situazione che va avanti da tre settinane. Costretti a lavorare stipati l’uno accanto all’altro, nella stanza di Antonio Venturino, cioè quella della vicepresidenza dell’Ars.
E dire che quello dei grillini è il primo partito siciliano con circa il 15% dei consensi e il cui gruppo conta 15 deputati, la seconda forza per consistenza numerica. Sfrattati all’Ars. Sì, perché non c’è posto nei locali attualmente occupati dagli onorevoli di gruppi come Pdl, Pds-Mpa e Pd.
“Una situazione di disparita’ che provoca disagio”, denunciano i parlamentari. E ora? “Abbiamo gia’ individuato la sede che ci spetta – dicono – e ora ci aspettiamo che Ardizzone sia davvero il presidente di tutti come aveva assicurato”, Si attende un pronunciamento del Collegio dei questori e del presidente dell’Assemblea Giovanni Ardizzone, che intanto assicura: “I disagi finiranno a gennaio”.

FORMAZIONE, SCILABRA PROMETTE: “SUBITO 6 MILIONI PER GLI STIPENDI”


”Verranno anticipati immediatamente agli enti, per pagare i lavoratori della formazione siciliana, circa 6 milioni di euro a valere sull’Avviso 20/2011″. Lo comunica l’assessore alla Formazione della Regione siciliana, Nelli Scilabra, direttamente ai lavoratori. “Altri 6 milioni di euro verranno erogati nelle prossime settimane- assicura- al fine di superare l’emergenza dei lavoratori e delle loro famiglie. E’ un impegno che avevamo preso, insieme al presidente, qualche giorno fa, incontrando il mondo della formazione, e che oggi manteniamo”. ”Non tollereremo – conclude l’assessore – usi diversi da parte degli enti di queste risorse, rispetto al pagamento delle spettanze ai lavoratori”.
”Oggi manifestano sotto  l’assessorato i lavoratori della formazione professionale aderenti  alla Cisl. Ci stupisce che sia stata questa sola sigla sindacale a  promuovere la protesta. Ci stupisce che sempre questa sigla sindacale  ritenga la questione dei pagamenti relativi all’Avviso 20/2011 come il problema principe della formazione siciliana, che sebbene io e il  presidente abbiamo assunto precisi impegni per una rapida e regolare  risoluzione, ritengo assolutamente marginale rispetto alla questione  complessiva del mancato pagamento degli stipendi ai lavoratori, in  quanto riguarda solo le tre ultime mensi-lita’ dell’ anno 2012”. Ha aggiunto  l’assessore alla Formazione. ”Abbiamo infatti rilevato – spiega – gravi criticita’ nella  gestione dei 185 milioni di euro gia’ erogati dalla Regione siciliana  a taluni enti e destinati al pagamento dei lavoratori sino a maggio  2012, a valere sul Prof Sicilia 2011. Non si comprende – continua  l’assessore Scilabra – perche’ in taluni casi, come quello che  riguarda lo Ial Sicilia, i lavoratori non percepiscano stipendio da  oltre tredici mensilita”’.
Ieri pomeriggio, infatti, alcuni lavoratori dello  IAL Sicilia, non aderenti ad alcun sindacato, ricevuti negli uffici di diretta collaborazione dell’assessore, hanno lamentato il mancato  pagamento dello stipendio per diverse mensilita’. ”Contesteremo  immediatamente all’ente le circostanze, chiedendo di produrre tutte le certificazioni attestanti i pagamenti al personale – spiega  l’assessore – e adotteremo i provvedimenti consequenziali se dovessero trovare conferma le prospettate irregolarita’ e violazioni di legge o  dei contratti di lavoro. Analoghi accertamenti faremo su tutti gli  altri enti beneficiari dei fondi a valere sul Prof 2011”.
”Si vuole assicurare la massima trasparenza dell’azione  amministrativa dell’assessorato nei settori di competenza, e gia’ da  oggi, su mia disposizione e nel rispetto delle leggi vigenti, gli  uffici hanno pubblicato sul sito istituzionale dell’assessorato e sul  sito www.sicilia-fse.it, tutte le informazioni concernenti ogni  aspetto relativo all’iter procedurale e all’utilizzo delle risorse in  ordine ai singoli avvisi a valere sul Fse e sul Prof 2011. Da oggi  rendiamo pubblici i pagamenti effettuati verso gli enti di formazione  per due ragioni: perche’ non abbiamo nulla da nascondere e perche’  siamo liberi da condizionamenti di ogni tipo”

giovedì 20 dicembre 2012

ELEZIONI: CAOS SU DL FIRME, BOTTA E RISPOSTA IN AULA TRA BRESSA E LA RUSSA (con video)

(AGENPARL) - Roma, 20 dic - Alla Camera è scontro sul decreto per la raccolta delle firme a sostegno delle liste per le prossime elezioni politiche. Il provvedimento, varato dal governo martedì e che prevede nella sua versione originaria il dimezzamento delle firme per le forze politiche non presenti in Parlamento nell'attuale legislatura, è stato modificato in Commissione Affari Costituzionali e ora rischia di slittare. In Aula, durante l'esame del testo, volano accuse tra Gianclaudio Bressa del Pd, che annuncia le due dimissioni da relatore, e Ignazio La Russa, considerato il beneficiario di uno degli emendamenti approvati e ribattezzato 'salva La Russa'. Clicca sul play per il botta e risposta tra Bressa e La Russa

Partylandia "porta" Babbo Natale a Quattropani

PRECARI COMUNE MESSINA: INCONTRO SINDACATI-COMMISSARIO CROCE. SI VA VERSO PROROGA DEI 12 LAVORATORI DEL FONDO NAZIONALE A SCADENZA IL PROSSIMO 31 DICEMBRE

Sul tavolo dell’incontro tra il Commissario straordinario del Comune dott. Luigi Croce e i sindacati confederali e di categoria tenutosi questa mattina c’era la posizione dei 12 lavoratori precari in servizio da cinque anni presso il Comune di Messina e con il contratto in scadenza il prossimo 31 dicembre. La prosecuzione del loro rapporto con Palazzo Zanca è stato l’impegno preso dal Commissario straordinario che però vuole attendere l’approvazione della legge regionale, annunciata da Crocetta e in discussione all’Ars il 24 dicembre, che consentirebbe sia la proroga dei contratti di tutti i precari siciliani e, per i 12 lavoratori, l’inclusione del bacino unico del precariato così da consentire l’eventuale stabilizzazione a tempo indeterminato attraverso l’applicazione della legge regionale 24/2010 anch’essa in procinto di essere prorogata alla scadenza del 31 dicembre 2012.

Nel ringraziarVi per la collaborazione si porgono i più sinceri auguri di un buonNatale ed un felice 2013
L'Ufficio Stampa della Provincia Regionale di Messina

"Cari genitori del Comprensivo Lipari 1..." di Bartolo Pavone

Cari genitori del Comprensivo Lipari N.1.ho letto e sentito, le vostre lamentele. Credo che quanto accaduto vada valuto con un pensiero diverso.
Ho lavorato per molti anni presso l’I.C. Lipari, per questo motivo, quello che scrivo è il frutto di un’esperienza di fatti consolidati nel tempo e disponibile a qualsiasi confronto purché abbia l’intento di migliorare e fare chiarezza su problematiche che si possono risolvere in trentacinque secondi, basti volerlo. Ho svolto incarichi istituzionali presso il Comprensivo n.1 per molti anni. Posso garantire che non si tratta di malafede, di estromissione ecc ma solo di presunzione da parte di chi avrebbe dovuto rendere conto che in assenza del dirigente scolastico, l’I.C. necessità di un valido collaboratore o collaboratrice con competenze legislative di alto livello.  

La mancanza di una figura istituzionale presente all'interno  del plesso di Lipari centro che svolga compiti istituzionali con professionalità e nel rispetto dei ruoli, fa scaturire discussioni, inadempienze, anomalie varie. Mi permetto di dire questo perché l'anno scorso ho ricoperto il ruolo di fiduciario di plesso a Lipari - centro per tutto un quadrimestre, rendendomi conto che questi banali errori non si possono commettere. Tante volte dissi: Preside, con tutte le riforme attuate dal Miur, oggi la scuola ha bisogno dell’aiuto di tutti, di gente con competenze specifiche e che rispetti i ruoli. Voi svolgete un compito arduo, complesso, ricco di difficoltà; le scuole situate in piccole isole vivono quasi tutti i giorni difficoltà di ogni genere. Invece,si continua a soprassedere o a far finta di niente. Molto spesso,si preferisce scegliere o riconfermare,gente, preparatissima e professionale nell’insegnamento, ma, molto  scadente in termini di conoscenze di norme e leggi. . Solo in questo modo si possono risolvere questioni banali nell’applicazione, importanti per chi non condivide i criteri di attuazione. Occorre puntare sulla meritocrazia, sulle competenze accertate e sulla fiducia dimostrata con fatti .  
Chi commette lo stesso errore più di una volta, non è più un errore ma è una scelta-“. Bisogna cambiare mentalità. Cari
genitori, l’I.C. Lipari n. 1 con tre ritocchi fattibili eliminerebbe tutti questi disagi. Basta volerlo e basta aver il coraggio e la determinazione richiesta dal nuovo modo di gestire la scuola del futuro.
La legge n.241/90 è chiara e non ammette ignoranza. 

Saluti affettuosi e
un sereno Buon Natale a Tutti. 

Prof. Bartolo Pavone

Esercitazione antincendio al porto di Milazzo


Questo pomeriggio, nel porto di Milazzo si è svolta un’esercitazione antincendio organizzata dalla Capitaneria di Porto, che ha visto la partecipazione di dipendenti pattuglie automontate a terra e mezzi nautici a mare, unitamente ad una squadra antincendio dei Vigili del Fuoco, a tutti i servizi tecnico-nautici del porto di Milazzo e del Servizio Sanitario 118 con una autoambulanza di soccorso.
Per l’occasione, è stato simulato un incendio a bordo di una imbarcazione da diporto ormeggiata presso il porticciolo turistico “Marina del Nettuno”, scaturito a causa di un’avaria all’apparato motore con conseguente ustione al malcapitato a bordo.
In particolare, nel corso dell’esercitazione sono state immediatamente attivate le procedure previste dal Piano antincendio locale, che, in questi casi, prevedono l’immediato intervento congiunto degli uomini e dei mezzi della Capitaneria, le forze di polizia, i servizi antincendio e degli Enti sanitari competenti nonché la collaborazione e l’ausilio degli operatori portuali e dei servizi tecnico-nautici presenti nello scalo (rimorchiatori,ormeggiatori e piloti), che hanno portato a termine, in tempi ristretti, tutte le operazioni di spegnimento, messa in sicurezza dell’unità interessata dall’incendio e di contestuale soccorso alle persone infortunate per ustioni, a seguito di contatto diretto con le fiamme sprigionate dall’incendio.
Al termine dell’esercitazione, si è tenuto subito un incontro per verificare l’esito degli interventi effettuati, che è stato ritenuto adeguato ai piani ed ai protocolli di emergenza in vigore.
Queste esercitazioni, che si svolgono periodicamente, servono a testare il livello di addestramento e la sinergia tra le diverse componenti che operano durante l’emergenza nonché a monitorare l’efficienza e la funzionalità dell’organizzazione di security, dei mezzi antincendio immediatamente e direttamente disponibili in ambito portuale, unitamente a quelli presenti sui mezzi di soccorso intervenuti.
Nel complesso, tutte le operazioni si sono svolte con tempestività ed efficacia, consentendo di verificare l’ottimo coordinamento operativo, funzionale ed a livello di comunicazioni intercorso tra le pattuglie impiegate a terra e quelle imbarcate sui mezzi nautici presenti in mare, dipendenti dai diversi Enti istituzionalmente preposti a gestire l’emergenza.
Milazzo 20.12.2012

Bufera Novamusa. Interrogazione del deputato regionale Antonella Milazzo


“Il governo regionale intervenga a tutela dei lavoratori delle società che fino ad oggi hanno gestito i siti museali in Sicilia e verifichi se, affidando la gestione ai precari, sarà assicurato il ‘miglior livello di valorizzazione’ come richiesto dall’articolo 115, comma 4, del Codice dei Beni culturali”. 
Lo dice il deputato regionale del PD Antonella Milazzo, che ha presentato un’interrogazione all’assessore ai Beni Culturali Antonio Zichichi e al presidente della Regione Rosario Crocetta. In seguito al procedimento giudiziario a carico dell’amministratore pro tempore della società Novamusa – si legge nell’interrogazione – l’assessorato ai Beni Culturali avrebbe dichiarato la decadenza delle concessioni alle società cui, con gara, erano stati affidati i cosiddetti servizi aggiuntivi dei siti museali, intimando di riconsegnare i siti gestiti in concessione. Di conseguenza, da venerdì 21 dicembre i lavoratori dovranno abbandonare il posto di lavoro, senza ulteriori chiarimenti circa la loro futura collocazione.
“La gestione dei siti – si legge ancora nell’interrogazione – finora affidata in concessione a terzi a seguito di gara pubblica, dovrebbe, pertanto tornare alla gestione diretta da parte della Regione siciliana; il Presidente della Regione ha affermato di volere utilizzare per l’espletamento dei servizi finora dati in concessione personale in forze nelle Soprintendenze ai BB.CC.”.
Nell’interrogazione, firmata anche da un’altra parlamentare del PD, Marica Cirone di Marco, si chiede di “adottare provvedimenti a tutela dei lavoratori delle società concessionarie” e di verificare se “l’espletamento dei servizi da parte del personale precario possa “assicurare il miglior livello di valorizzazione” come richiesto dall’articolo 115, comma 4, del Codice dei Beni culturali ai fini della scelta tra gestione diretta e indiretta dei siti museali”.

Calcio a 5 . Rinuncia la Belpassese

La Società BELPASSESE C5 ha fatto pervenire nota di rinuncia al campionato di calcio a 5 Serie C2. La formazione era  inserita nel girone dove vi è la Ludica Lipari 
Le Società che, secondo il calendario ufficiale, avrebbero dovuto incontrare la società BELPASSESE C5, osserveranno un turno di riposo.

Buchi "tappati" a Lipari

Una serie di interventi-tappabuchi sono stati posti in essere stamattina dagli operai comunali in diverse strade dell'isola di Lipari. Interventi tampone volti a scongiurare pericolose cadute per i centauri e danneggiamenti alle sospensioni delle auto.

SONDAGGIO: PD PRIMO PARTITO AL 32%, CON GRILLO AL 19% ED IL PDL IN LIEVE RIPRESA AL 16%


(AGENPARL) - Roma, 20 dic - Quasi un italiano su due non ha ancora deciso se e per chi votare. Resta altissima – secondo Demopolis – la richiesta di rinnovamento della classe politica che proviene da strati ampiamente maggioritari dell’opinione pubblica italiana.
Se ci si recasse domani alle urne per il rinnovo del Parlamento, il Partito Democratico si confermerebbe, con il 32% dei consensi, prima forza politica del Paese, registrando, grazie all’effetto Primarie ed alla sfida Renzi-Bersani, una crescita di oltre 5 punti percentuali negli ultimi due mesi. È uno dei dati che emerge dal Barometro Politico di dicembre dell’IstitutoDemopolis.
In assenza di una nuova legge elettorale, resta altissima la richiesta di rinnovamento della classe politica che proviene da strati ampiamente maggioritari dell’opinione pubblica italiana. Nonostante una lieve flessione, il Movimento 5 Stelle si attesta, con il 19%, al secondo posto, con un elettorato che premia l’assoluta contrapposizione di Grillo agli schemi tradizionali della politica. Doppiato nelle stime elettorali dal PD, ottiene il 16% il PDL che, sia pur diviso al proprio interno, recupera circa due punti dopo il ritorno al centro della scena mediatica di Silvio Berlusconi, alla ricerca di una improbabile rimonta a circa due mesi dal voto.
Tendenzialmente stabili – secondo i dati dell’Istituto Demopolis – appaiono l’UDC di Casini al 6,1% e SEL di Vendola al 6%; in lieve ripresa al 5,2% la Lega di Maroni; sotto il 3% le altre liste. Si posizionerebbe intorno al 4% il Movimento Verso la terza Repubblica, nato in attesa che il Premier sciolga la riserva su un suo diretto impegno nell’imminente campagna elettorale. Nonostante le perplessità su diverse scelte compiute dall’Esecutivo negli ultimi mesi, la fiducia personale dei cittadini in Mario Monti resta piuttosto alta.
 
“Risulta complesso valutare oggi con esattezza – afferma il direttore dell’Istituto Demopolis Pietro Vento – il possibile impatto elettorale di una ampia coalizione di Centro che supporti politicamente il progetto di un ritorno dell’attuale Premier a Palazzo Chigi nel 2013. Grazie ad un consenso piuttosto trasversale e ad un appeal tra gli elettori non collocati, Mario Monti, con un suo impegno diretto nella campagna elettorale, potrebbe modificare in modo sostanziale gli equilibri del quadro politico nazionale in vista del voto di fine febbraio. 
Sia pur ridotta rispetto ai mesi scorsi, l’area dell’astensione e dell’incertezza - conclude Pietro Vento - rimane tuttora molto vasta, soprattutto tra gli elettori di Centro Destra: il 28% degli italiani  non si recherebbe alle urne, il 19% non ha ancora deciso il proprio voto”.

LEGGE STABILITA': DA SENATO OK A FIDUCIA, 199 I SI'

(AGENPARL) - Roma, 20 dic - Arriva l'ok dell'Aula del Senato alla fiducia sulla legge di stabilità. 199 i sì, 55 i no, 10 gli astenuti.

Regione Sicilia, tagli nella Formazione professionale: 2 mila esuberi

Incentivi per il personale in esubero, aggregazione di enti, riqualificazione dei lavoratori: il governo nazionale aiuterà la Sicilia a riformare la formazione professionale attraverso il piano d’azione per la coesione territoriale. Nel documento varato dal ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, sono stanziati 45 milioni di euro per la riforma del settore che conta circa ottomila lavoratori. Le somme hanno già ricevuto il via libera dall’Unione europea e nell’Isola attendono solo la pubblicazione dei bandi. Un passaggio che, stigmatizza il ministero, arriva in ritardo per via della «durata dei processi decisionali interni alla Regione, che ha comportato uno slittamento di alcuni mesi rispetto a quanto indicato nel piano». Un ritardo che sarebbe stato tra i motivi che avevano spinto l’ex dirigente generale della Formazione, Ludovico Albert, che ha lavorato in prima persona alla redazione del piano, a rassegnare nei mesi scorsi le dimissioni, poi ritirate. «L’obiettivo – spiega l’ex burocrate di Palazzo d’Orleans, il cui incarico è stato revocato da Crocetta – è ridimensionare il settore attraverso delle somme stanziate dal governo nazionale».
Il piano di Roma, da attuare nel periodo 2012-2015, prevede l’assegnazione di 28 milioni di euro al fondo a sostegno dell’esodo e della mobilità del personale in esubero, nonché ad azioni di aggregazione tra enti. Secondo il ministero, saranno coinvolti duemila operatori del settore. Altri due milioni di euro serviranno per riorganizzare gli enti a livello gestionale e interesseranno 1.400 lavoratori. E ancora, con otto milioni e mezzo saranno riqualificati circa 2.500 lavoratori mentre 3,5 milioni sono destinati a 3.500 dipendenti per «interventi specialistici per il ricollocamento lavorativo».
Tra gli obiettivi finali, la «riduzione dei costi del sistema della formazione professionale» e «l’assunzione di standard di qualità sui livelli nazionali ed europei». Sempre nell’ambito del piano, sono previste misure per favorire l’occupazione giovanile al Sud incentivando gli enti a garantire la massima qualità nella formazione degli allievi.
Tanto che il piano prevede incentivi da 500 euro fino a mille euro per l’ente che alla fine del percorso, grazie a un’attività di
accompagnamento all’inserimento lavorativo, riuscirà ad occupare il giovane per almeno un anno.

Ins Bartolo Pavone ( Anief )

IDONEITA’ PROFESSIONALE PER L’AUTOTRASPORTO DI MERCI PER CONTO TERZI: PUBBLICATO IL BANDO PER L’AMMISSIONE ALL’ESAME

L' 8° Ufficio dirigenziale “Area Metropolitana-Pianificazione strategica-Turismo” Unità operativa “Gestione trasporti” della Provincia regionale ha pubblicato il bando per l’ammissione all’esame per il conseguimento dell’idoneità professionale per l’autotrasporto nazionale ed internazionale di merci per conto terzi.
Le sessioni d’esame previste sono così determinate:
- I sessione: seconda decade di febbraio, il termine di scadenza della presentazione della domanda è fissato agiorno 20 gennaio 2013:
- II sessione: seconda decade di giugno, il termine di scadenza della presentazione della domanda è fissato a giorno 20 maggio 2013:
- III sessione: seconda decade di ottobre, il termine di scadenza della presentazione della domanda è fissato agiorno 20 settembre 2013.
Gli esami si svolgeranno presso i locali ex I.A.I. della Provincia regionale siti in Via S. Paolo, 351
La determinazione contenente i requisiti di partecipazione, i programmi d’esame e lo schema di domanda di ammissione è consultabile sul sito dell’Ufficio Stampa www.quadernidelvaldemone.it