Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 11 gennaio 2014

Scossa di terremoto alle 19 e 8 nel distretto sismico delle Eolie

Una scossa  di terremoto di magnitudo 2.1 è stata registrata, alle ore 19 e 8 minuti, dai sismografi dell'INGV nel distretto sismico delle Eolie, Epicentro in mare a 117,6 km di profondità.  
L'evento non ha causato danni e non è stato avvertito dalla popolazione

Del Bono (Federalberghi) su dichiarazioni Saverio Merlino su tassa di sbarco

Con riferimento alla nota prodotta quest’oggi dal segretario locale del PD Saverio Merlino sulla tassa di sbarco - pur non entrando nelle considerazioni di merito dallo stesso espresse anche per evitare di ripeterci sull’argomento - al fine di non ingenerare ulteriore confusione, occorre chiarire che la tassa di sbarco può essere introdotta soltanto in luogo di quella di soggiorno. Le due tasse non possono infatti in atto coesistere.
Il Dott. Merlino aveva avuto modo di suggerire: “Dedicare a questa tassa di sbarco maggiore considerazione vuol dire distinguere le fasce di visitatori fra quelli che giungono per un certo periodo e soggiornano in alberghi, residence, pensioni, ostelli e campeggi: probabilmente per questi potrebbe essere sufficiente l'imposta di soggiorno accompagnata, eventualmente, da una tassa di sbarco minima”
Si condivide invece pienamente l’auspicio del Segretario del PD per la formulazione di un regolamento condiviso.
Christian Del Bono

Vento Eoliano invita l'assessore Borsellino ad una tavola rotonda dal tema: Quale sanità per le isole minori?

Spett.le Assessore dott.ssa Lucia Borsellino
p.c. Al Sig. Sindaco del Comune di Lipari
Rag. Marco Giorgianni
Vento Eoliano

Deliberato d’Assemblea I/2014
Oggetto: quale sanità per le Isole Minori?
Vista l’approvazione del piano di ottimizzazione dell’assistenza sanitaria nelle località disagiate siciliane, elaborato dall’Assessorato Regionale alla Salute e presentato in giunta dall’Assessore dott.ssa Lucia Borsellino, con cui è stato deciso:
  1. il mantenimento e la messa in sicurezza dei punti nascita di Lipari, Pantelleria, Mistretta, Bronte, Nicosia, Mussomeli e della casa di cura Attardi di Santo Stefano di Quisquina. Tali ospedali pur avendo un numero di parti annui inferiore a 500, presentano peculiari caratteristiche d’isolamento territoriale e/o difficoltà di trasferimento dei pazienti alle strutture più vicine. 
  2. l’ammodernamento e l’ampliamento delle dotazioni tecnologiche delle strutture sanitarie nelle aree disagiate;
  3. il consolidamento della telemedicina per la rete dell’infarto e il teleconsulto neurochirurgico, al fine di mitigare i disagi dovuti ai trasferimenti in terra ferma;
  4. la richiesta di un apposito finanziamento al Ministero della Salute.
Vista la particolarità geografica e demografica del comprensorio delle Isole Eolie, e ritenendo
  1. corretta tale visione;
  2. corretto che tante altre prestazioni sanitarie possono esser offerte dal nuovissimo nosocomio di Lipari, dato il recente ampliamento costato milioni di euro;
  3. necessario, considerando la peculiarità della località, che i cicli di chemioterapia antiblastica siano eseguiti nel nosocomio di Lipari, rispettando gli standard di sicurezza per i pazienti e gli operatori, evitando pertanto notevoli disagi e oneri ai numerosi pazienti oncologici eoliani.
In seguito al diffondersi di notizie contraddittorie circa la linea intrapresa dalla Regione Siciliana, che vedrebbe con il nuovo Patto per la salute in fase di approvazione, l’ospedale eoliano rientrare tra i 175 ospedali italiani con meno di 120 posti letto a rischio di definitiva chiusura.
Invitiamo
La S.V. a una tavola rotonda, in data da concordare, al fine di esplicitare quale assistenza si prospetti per la comunità eoliana.
La presente sarà diffusa fra la cittadinanza al fine dell’opportuna conoscenza e sottoscrizione, in forma di petizione popolare.
Certi di un Vostro positivo riscontro, attendiamo fiduciosi
Distinti saluti
Movimento Vento Eoliano
I promotori: Francesco Rizzo, Annarita Gugliotta, Gennarino Saltalamacchia, Giuseppe Vassallo, Daniele Cannistrà, Massimiliano Cortese, Emilio La Rosa, Fabrizio Giuffrè, Antonio Gugliotta, Ada Conti, Giuseppe Fiorenza, Alessio Pellegrino, Francesco Natoli, Franco La Greca, Silvana Clesceri, Giulio Salpietro, Roberto Oliveri, Antonio Marino, Barbara Blandino.

Depuratore di Vulcano e Sito Unesco. Il comunicato della Sinistra eoliana

COMUNICATO STAMPA
La vicenda del depuratore di Vulcano ha forse ricevuto poca attenzione mediatica, quando questa era essenzialmente rivolta al sito di Lipari e alle arbitrarie decisioni del commissario all’emergenza Pelaggi, ma entrambi sono frutto della stessa logica: realizzare opere sovradimensionate, i cui onerosi costi di gestione sono destinati a ricadere interamente sulle comunità locali.
Nel caso di Vulcano, tuttavia, le scelte operate dal commissario all’emergenza presentano un aspetto ancora più controverso: l’impianto che si sta realizzando sorge alla base del vulcano La Fossa, uno dei due crateri attivi dell’arcipelago che – come tali – costituiscono l’elemento più espressivo e importante del riconoscimento delle Eolie quale “Patrimonio dell’Umanità” per i valori naturalistici.
Quale potrebbe essere il giudizio dell’Unesco su tale scelta e quali conseguenze potrebbe avere lo stesso per il mantenimento del Sito Isole Eolie nella World Heritage List? Certamente non potrà essere lusinghiero, alla luce di un precedente – quello delle cave di pomice sui versanti di Monte Pelato a Lipari – che per lungo tempo ha relegato l’arcipelago tra i siti a rischio di cancellazione dalla WHL.
Se è vero che – in questo caso – va considerata la necessità di dotare l’isola di un impianto di depurazione, è anche vero che risulta incomprensibile come due uffici regionali – la Soprintendenza di Messina e l’Assessorato al Territorio e Ambiente – possano avere rilasciato rispettivamente le necessarie autorizzazioni paesaggistiche e di impatto ambientale a un impianto localizzato sulle pendici del cratere e a poche centinaia di metri in linea d’aria dalla sua sommità.
Era possibile un’altra localizzazione? Tale quesito è destinato a rimanere insoluto, perché all’amministrazione e alla comunità locale non è mai stato dato modo di entrare in merito a scelte operate in nome dell’emergenza, e anche perché tutt’oggi manca un ente gestore del Sito Unesco che possa muovere eventuali obiezioni legate al rispetto di criteri di conservazione per i quali siamo, forse ancora per poco, un “Patrimonio dell’Umanità”.
Tuttavia, non si può non rilevare come alcuni passaggi della procedura di rilascio delle abilitazioni da parte dei soggetti competenti richiedano un riesame severo, ancorché tardivo, allo scopo di appurare se vi siano state omissioni o se siano frutto di analisi eccessivamente  superficiali riguardo allo stato e all’importanza ambientale e paesaggistica dei luoghi coinvolti.
Sarebbe infatti alquanto paradossale che il Ministero dell’Ambiente, ovvero il principale soggetto che risponde all’Unesco per il mantenimento delle Eolie nella World Heritage List, sia allo stesso tempo il principale responsabile – tramite l’affidamento della progettazione alla Sogesid e la nomina di un suo amministratore a commissario – di una scelta per la quale l’arcipelago potrebbe essere cancellato dalla lista dei “Patrimoni dell’Umanità”.
La Sinistra eoliana

Tassa di sbarco. La Sinistra eoliana interviene sulla nota di Merlino (PD)

COMUNICATO STAMPA DE LA SINISTRA
Spiace ma non sorprende leggere le ultime dichiarazioni del segretario del PD, a conferma di come questo partito – dopo qualche malumore post-assessoriale – si sia rapidamente allineato alle posizioni espresse dal capo dell’amministrazione comunale di Lipari. Spiace perché – pur nel rispetto delle opinioni altrui – si rende indispensabile confutarle quando alterano la realtà nel tentativo di giustificare come ineluttabile l’istituzione della tassa di sbarco.
Si sostiene la necessità di ammortizzare i costi legati al flusso turistico, in particolare quello giornaliero dei barconi e delle navi crociera; tuttavia quest’ultimo, stando alla proposta di regolamento presentata a fine dicembre dall’amministrazione, sarebbe esonerato dal pagamento, e il motivo reale lo chiarisce finalmente Merlino: sebbene anche questo usufruisca dei servizi di accoglienza al pari dei giornalieri da barcone, contribuisce più di questi all’economia locale poiché si tratta di “visitatori a più alto reddito che possono contribuire più agevolmente alla qualificazione del turismo”. A parte la facile ironia sul fatto che ad affermare un concetto del genere sia il segretario di un partito cosiddetto democratico, è interessante notare come tale assioma (crocieristi = gente facoltosa che contribuisce all’economia locale) venga sciorinato come un dogma nonostante sia del tutto privo di fondamento. Esistono studi, indagini, sondaggi che dimostrino a livello locale questo presunto “potere d’acquisto” e la propensione dei crocieristi nell’esercitarlo, o ci raccontiamo favole, magari funzionali a giustificare domani un bel megaporto per farli scendere più comodamente? Merlino ha idea del fatto che oggi si può andare in crociera con meno di 500 euro a settimana? Dunque, di quale qualificazione sta parlando? Da qui a chiedere la dichiarazione dei redditi come requisito per lo sbarco, poi, il passo sembra breve.
Ma il nodo principale, a nostro avviso, rimane quello di una esigenza spacciata come “imprescindibile” per i comuni delle isole. Il segretario del PD evoca i servizi di accoglienza, “a cominciare da quelli igienici”, e cita lo spazzamento, la pulizia delle spiagge, le aree attrezzate per i picnic, la manutenzione di beni culturali, punti panoramici e sentieri. Un libro dei sogni verosimilmente destinato a rimanere tale. I proventi della tassa di sbarco, oltre che per far quadrare il bilancio, sono stati infatti citati in innumerevoli occasioni dal sindaco di Lipari come strumento per ridurre la pressione tributaria sui cittadini e sugli operatori economici: IRPEF, TARES, suolo pubblico, in tutto sarebbero magicamente intervenuti i 5 euro estorti ai malcapitati viaggiatori (non quelli delle navi crociera, però); questa grande opportunità pare sia stata vantata persino nei saluti natalizi ai dipendenti comunali, i quali finalmente avrebbero avuto risorse per i rispettivi servizi, dopo l’austerità imposta dalla spending review. Con tale carico di aspettative, appare abbastanza ovvio che di soldini per lo spazzamento e il picnic ne resteranno pochini, per non parlare di sentieri, la cui manutenzione può essere effettuata soltanto successivamente al loro recupero, e quello costa. Costa parecchio, tant’è che non si fa.  
Certamente, la tassa di sbarco è “imprescindibile” per i comuni che non hanno intenzione di avviare una profonda e sostanziale revisione dell’impianto di gestione (e di spesa) dei servizi essenziali, a cominciare dalla differenziata e dalla vendita dei rifiuti di pregio; che non hanno avviato alcuna programmazione per attivare misure e interventi finanziabili con fondi comunitari (forse l’ultima tornata, poi non ne vedremo più) o con quelli previsti per i siti Unesco che abbiano un ente gestore e le carte in regola per ottenerli; che non mostrano la minima intenzione di sfruttare ogni possibile opportunità economica attraverso gestioni in house e revisioni della spesa che riducano gli sprechi piuttosto che i servizi per i cittadini. E, purtroppo sembra il nostro caso, anche per quelli che intendono presentare al turista come biglietto da visita un dazio odioso e medioevale, dispensato a seconda delle categorie “socio-antropologiche” – tu barconista si, tu crocierista no – e soprattutto che in tempi come quelli attuali, dove il turismo soffre una evidente crisi, può risultare in termini di immagine un atteggiamento suicida.
Ma, per carità, almeno risparmiamoci l’ipocrisia della “fragilità dell’ecosistema delle piccole isole”: non è con 5 euro di tassa che si gestisce l’afflusso dei barconi o si sviluppano “accoglienza e professionalità”, come dichiarato dal segretario del PD. Piuttosto, il suo partito e questa amministrazione non avevano come priorità l’istituzione dell’area marina protetta, che oltre a nuove prospettive di sviluppo permetterebbe di gestire concretamente e in maniera razionale il traffico dei barconi? Che fine ha fatto, questa pia intenzione? Sorge il dubbio che possa essere stata barattata con un nuovo decreto, che alla luce dei dietro-front di recente memoria potrebbe chiamarsi decreto “salva-faccia”.
La Sinistra Eoliana

Piccolo incidente per Don Lillo Maiorana. Per fortuna nulla di grave

Piccolo incidente ieri sera, per fortuna senza gravi conseguenze, per Don Lillo Maiorana. Il sacerdote da poco inviato da Mons. La Piana nella  frazione di Canneto ha riportato, uscendo dall'abitazione di Don Gino, una forte distorsione ad un piede. Nonostante il forte dolore ha celebrato ugualmente la Santa Messa serale.
Gli accertamenti effettuati ieri sera (dopo la Santa Messa) all'ospedale di Lipari e quest'oggi a Milazzo hanno confermato che non si tratta di nulla di grave.
Dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) osservare una ventina di giorni di riposo.
Al giovane sacerdote, che dopo "aver lasciato il segno" a Milazzo, così come bene sta facendo a Canneto, vanno i nostri affettuosi auguri.

Calcio a 5. Sconfitte per la formazione maschile della Ludica Lipari (serie C2) e per le ragazze dello stesso club

Brutta battuta d'arresto per la formazione maschile della Ludica Lipari di calcio a 5 impegnata nel campionato di C2.  I liparesi sono stati superati per 10 a 6 dall'ASD SIAC di Messina.
L'altra formazione eoliana, il Salina, giocherà domani.
Sconfitta in trasferta anche per le ragazze della Ludica. Sono state superate per 3 a 2 contro l'Acquedolci.

Estateolie diventa App

Riceviamo da Ezio Giunta e pubblichiamo:
Estateolie 2014, anno XXI, va considerato come l’inizio di una nuova era. Dopo 20 anni di volumi cartacei, ho sentito il bisogno di cambiare, attualizzando il risultato e garantendo un servizio ancora migliore. Ferme restando le informazioni di base sulle Eolie, che da sempre contraddistinguono l’opera, la Guida Estateolie diventa un’APP per dispositivi mobili, dotata di ben 600 indirizzi, distribuiti su tutto l’arcipelago ed immediatamente fruibili, tramite geolocalizzazione grazie alla quale è sempre possibile trovare il luogo di interesse, il locale più vicino nel rispetto delle singole esigenze.
Estateolie2app è una guida totalmente personalizzata, si potrà scaricare e consultare gratuitamente direttamente sul proprio cellulare, anche in modalità offline!
Una guida che si adatta perfettamente alle esigenze di chi ha una clientela turistica (come hotel, ristoranti, negozi), oppure per chi sta organizzando un evento.
Ma come avverrà la promozione dell’App Estateolie?…
“offline”: attraverso una segnaletica creata ad hoc ed una cartina particolareggiata distribuita gratuitamente in tutto l’arcipelago con il QR code per il download dell’app!
“online”: con la pubblicità sui nostri nuovi siti web ben disegnati. Una singola pagina con una serie di immagini, un testo ed un pulsante call-to-action che inviti al download.
Sarà disponibile gratuitamente su App Store e Google Play dalla prima settimana di aprile.
Ezio Giunta (Estateolie – Eolie lifestyle Magazine)

A Canneto-S. Vincenzo sondaggi in corso

Sondaggi in corso nella zona di San Vincenzo a Canneto nell'area che si trova dirimpetto al Crocifisso. 
Al lavoro la ditta Tri-Geo di Capo D'orlando sotto la supervisione del geologo, dottor Domenico Russo.
Le operazioni in corso sono finalizzate al trasferimento in quell'area del distributore Esso

Auguri da Partylandia per Patrick Oriti

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Patrick Oriti che compie 14 anni

Via il mega-depuratore di Vulcano. Avviata una petizione. Le modalità per sottoscriverla. Ci scrive Christine Berart.

(Christine Berart) A tutte le persone che AMANO le Isole Eolie e la loro bellezza, i VULCANI ,a tutti quelli che sono contrari allo spreco di denaro pubblico. Aiutateci a impedire la costruzione di un ECOMOSTRO sulle falde del cratere attivo di Vulcano, Isole Eolie, Patrimonio Mondiale Unesco. 
Avviata una petizione online. Per saperne di piu' sulla petizione cliccare nel link che segue:
https://secure.avaaz.org/it/petition/Presidente_della_Repubblica_italiana_Sindaco_di_Lipari_dirigenti_SIBA_VIA_IL_MEGADEPURATORE_DAL_CRATERE_DI_VULCANO_PATRI/?pv=4

Lipari, l'isola della bellezza colta


Tutti gli eventi si svolgeranno presso il CENTRO STUDI EOLIANO (via Maurolico) dalle ore 19.00  

Programma:

17 gennaio: Preistoria delle Isole Eolie: dal primo insediamento alla scomparsa dei grandi villaggi - Con Maria Clara Martinelli


24 gennaio: L’apoikiaLa fondazione della Lipara cnidia  - Con Giuseppe La Greca 


07 febbraio: Il Pittore di Lipari: artigianato raffinato e arte - Con Umberto Spigo e Maria Clara Martinelli 


13 febbraio: “I corti” - Anteprima 2014 - Presenta  Antonino Saltalamacchia


21 febbraio: Dibattito: Cinema, Eolie e turismo - La filmografia degli anni ’50 (Stromboli terra di Dio, Vulcano, La guerra dei vulcani) 


07 marzo: Dibattito: Cinema, Eolie e turismo  - La filmografia degli anni '60 - Cineolie - Michelangelo Antonioni (L’avventura e Ritorno a Lisca Bianca). 


14 marzo: Dibattito: Fare cinema a Lipari .Le esperienze dei giovani eoliani - Flavia Grita, Sara Basile, Gabriele Furnari Falanga, Katia Cortese

Mahara (2004) di Davide Cortese / Arradio, (2013) di Sara Barile e Flavia Grita- Ciaula scopre la luna (2013) di Gabriele Furnari Falanga 


21 marzo: Dibattito: Cinema, Eolie e turismo- La filmografia degli anni '70 (Un amore cosi fragile cosi violento, Senza Buccia). 


28 marzo-: Dibattito: La trasformazione delle Eolie attraverso la filmografia moderna (Caro Diario, Iddu e le sette sorelle)  


04 aprile: Dibattito: Parliamo di Pomice - Introduce Giuseppe La Greca  


11 aprile: Dibattito: Terme e termalismo - introduce Giuseppe La Greca


25 aprile : Dibattito: Dai coatti al confino Politico -  introduce Giuseppe La Greca - Presentazione del volume: Italiani, il Regno e la Repubblica  di Loreto Giovandone e Miriam Campagnino 


09 maggio: Letture Malapartiane -Con G. La Greca, S. Campantico, T. Pajno, S. Carbone, M.C. Martinelli


30 maggio: Le Giornate di Filicudi - Con Giuseppe La Greca

Ore 19,30 proiezione del film "Il maggio di Filicudi" di Flavia Grita e Pino La Greca

Personaggi che non ci sono più: Monsignor Nicolosi e Padre Agostino da Giardini

Anno 1968: Prima comunione nella chiesa di Porto Salvo. Il Vescovo Mons. Salvatore Nicolosi (deceduto ieri) porge la Comunione ad Immacolata Lo Presti.
Accanto a lui il compianto Padre Agostino da Giardini. Grazie ad Immacolata Lo Presti per averci concesso questa foto

Tassa di sbarco e regolamento. Il punto di vista di Saverio Merlino (segretario PD-Lipari-Eolie)

La tassa di sbarco rappresenta, in particolare per le isole minori, un’esigenza imprescindibile, ancora più importante dell’imposta di soggiorno.
Essa, infatti, offre l'opportunità ai comuni insulari di ripartire tutta una serie di costi legati al flusso turistico e in particolare al flusso giornaliero dei barconi e delle navi da crociera, su una popolazione più ampia dei residenti su cui fino ad oggi questi costi continuano a pesare.
Si pensi ai servizi di accoglienza a cominciare da quelli igienici, si pensi al doppio turno di spazzatura, si pensi alla pulizia delle spiagge, si pensi alle aree attrezzate per i picnic e i momenti di ristoro per non parlare dei costi legati alla cura e alla manutenzione dei beni culturali, dei punti panoramici, dei sentieri, alla viabilità, etc.
L’averla cancellata all’ultimo momento dal decreto così detto "mille proroghe " può essere stato un atto di saggezza per permettere una maggiore considerazione ed evitare che fosse confusa in un calderone indistinto dove, parlamentari furbetti, ne hanno approfittato per inserire di tutto e di più.
Ora non bisogna però frapporre altro indugio se vogliamo che le nostre isole possano prepararsi per tempo alla stagione estiva e affrontare i flussi turistici in maniera più adeguata di quanto finora sia avvenuto.
Proprio la fragilità dell'ecosistema delle piccole isole richiede professionalità nell'esercizio dell’accoglienza e la professionalità costa in un mercato che si rivela sempre più agguerrito sul piano dell'offerta.
Dedicare a questa tassa di sbarco maggiore considerazione vuol dire distinguere le fasce di visitatori fra quelli che giungono per un certo periodo e soggiornano in alberghi, residence, pensioni, ostelli e campeggi: probabilmente per questi potrebbe essere sufficiente l'imposta di soggiorno accompagnata, eventualmente, da una tassa di sbarco minima.
Diversa è invece la realtà dei cosiddetti turisti "mordi e fuggi" che giungono con i barconi, beneficiano dei servizi e contribuiscono in maniera minimale all'economia locale: per costoro dovrebbe essere prevista una tassa più alta variabile secondo il numero di località toccate e di soste effettuate.
Infine una terza categoria è quella dei visitatori che giungono con navi da crociera: anch'essi usufruiscono dei servizi di accoglienza e se è vero che spesso contribuiscono più dei primi all'economia locale, è anche vero che si tratta di visitatori a più alto reddito che possono contribuire più agevolmente alla qualificazione del turismo.
Sappiamo bene che, proprio in questi giorni, la questione della tassa di sbarco è stata affrontata dal Ministro del Turismo e che è già in discussione una proposta di decreto che nei prossimi giorni sarà presentata al Consiglio dei Ministri per una probabile approvazione entro il mese di gennaio.
A questa decreto, se approvato, come auspichiamo, dovrà seguire un regolamento da parte del Comune di Lipari e una riflessione ampia, che coinvolga categorie sociali ed economiche, forze politiche e sociali, cittadini in genere, può senz’altro contribuire concretamente all’emanazione di regolamento ampiamente condiviso.
Lipari, 10 gennaio 2014
  Saverio Merlino ( Segretario PD Lipari-Eolie)

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi

Il direttore Salvatore Sarpi e lo staff di Eolienews augurano Buon Compleanno a Fabrizio Monteleone, Marco Lo Schiavo, Matteo Mollica e Anto Murabito

Auguri da Partylandia a Luciano Ziino, ad Albarosa Sgroi e a Chiara Furnari Falanga

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Luciano Ziino che compie 9 anni, ad Albarosa Sgroi che ne compie 18 e a Chiara Furnari Falanga che ne compie 7

Come erano le Eolie ..e gli eoliani

Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa http://ssarpi@libero.it
Nelle foto di oggi:
1) Due bandiere del glorioso C.S. Lipari: da sx Franchino Monteleone e Bartolo Merrina
2) Quando a Stromboli si sbarcava con il rollo




Strade abbandonate. Pianogreca...e la frana restò lì

Problemi di percorribilità e di sicurezza non solo nelle vie principali dell'isola ma anche nelle vie secondarie che, comunque, portano ad abitati più o meno densi e dove- cosa da non dimenticare - risiedono cittadini che pagano tutti i balzelli comunali e statali.
Quest'oggi documentiamo, con le foto inviateci da una nostra lettrice, lo stato in cui versa la strada di Pianogreca. Quella, per intenderci, che dallo stradale Piaconoconte porta per l'appunto a Pianogreca e a Monte.
Da diverso tempo ai margini su questa strada è franato un vecchio muro. Il materiale, che in un primo momento aveva invaso la sede stradale, è stato postato lateralmente da qualche volontario per permettere la circolazione.
Ci risulta che della frana è stato portato a conoscenza il Comune ma, sino ad oggi, non si è visto nessuno. Eppure basterebbe ben poco per liberare la strada.
Certo si tratta di un muro privato, caduto, comunque, su una strada comunale. In mancanza dell'intervento del proprietario potrebbe intervenire in sostituzione (con addebito spese) la pubblica amministrazione.
Tra l'altro bisognerebbe anche diffidare  il proprietario del fondo, dal quale si è verificata la frana, a porre il tutto in sicurezza..onde evitare rischi per la pubblica incolumità.
Tra l'altro, non è l'unica situazione sulla quale nella zona bisognerebbe intervenire
Accadrà mai tutto questo? Il piccolo book fotografico servirà? Speriamo ma...ne dubitiamo !

venerdì 10 gennaio 2014

Al via domani il campionato Under 14 di basket. L'ASD Basket Eolie sarà di scena tra le mura amiche

Al via domani, sabato 11 gennaio, il Campionato Under 14 maschile di basket cui parteciperà la società eoliana ASD Basket Eolie. I giovani cestisti eoliani saranno opposti al Peppino Cocuzza 1947 di S. Filippo del Mela alle ore 16 presso il Palasport "N. Biviano" di Lipari.
Annalisa Piazza (Dirigente Responsabile ASD Basket Eolie)

Domani premiazione del Presepe eoliano e della Nacatola Doc

Comunicato stampa della Pro Loco Isole Eolie Lipari
Domani 10 gennaio 2014 alle ore 18,30 nella piazzetta antistante il Palazzo delle lettere si svolgerà la premiazione del Presepe Eoliano e della Nacatola Doc organizzati dalla Pro Loco Isole Eolie Lipari.
Con grande piacere si comunica, inoltre, che ospite della serata sarà la Consulta Giovanile del Comune di Lipari che premierà il vincitore del concorso di idee “Crea il logo della Consulta Giovanile del Comune di Lipari”.
Grazie a tutti coloro che ogni anno consentono, con il loro impegno, di portare avanti questi momenti di confronto e di aggregazione.
Il Presidente
G. Lorizio

Colto da malore, uomo perde la vita a Canneto

Colto da malessere, davanti alla Basilica di S. Cristoforo a Canneto, ha perso la vita nella prima serata di oggi il signor Gaetano Iacono di 80 anni
Alla moglie Caterina, ai figli Domenico, Maria, Giovanna, Angelo, Giuseppe e ai familiari tutti vanno le nostre più sentite condoglianze

Domani riunione per il Carnevale eoliano 2014. Il comunicato

Comunicato stampa
Si comunica a tutti gli interessati che domani sabato 11 gennaio 2014 presso il palazzo municipale di piazza Mazzini alle ore 11,00 si terrà il primo incontro relativo all'organizzazione del "Carnevale Eoliano” 2014.
L’Assessore allo Spettacolo
Davide Starvaggi

I nuostri, ‘un si sbagghiavanu mai ! . 20 Proverbi e detti siciliani (dalla raccolta di Giovanni Giardina)

1 ) Sinnacu  giuvani..................paisi  ruvinàtu !

2 ) Cu  si  metti  chi  carùsi,  a  matina  abbrisci  cu  culu  cacàtu.

3 ) Arburu  c’on  fa  fruttu,   tagghialu  ‘mpedi.

4 ) Mentri  u  miedicu  studìa,  u  malatu  si  nni  và .

5 ) Cancia  u  maestru,  ma  a  musica  è sempri  a  stissa .

6 ) Tavulinu senza sieggi,  famigghia ca nun reggi

7 ) Cu  cancia  a  vecchia  pa  nova, tintu  lassa e  peju  trova.

8 ) U  bon  giornu  si  vidi  da  matìna

9 ) U saziu ‘un cunsidira  u dijunu .

10 ) Fatti  accattàri  i  c ‘un  ti  sapi !

11 ) U  cumannàri  è  miegghiu  du  futtiri .

12 ) A  squagghiata  a  nivi  si  vidunu  i  purtùsa !

13 ) Cu  di  spiranza  campa ,  dispiràtu  mori
                                                                                                                                                               
14 ) Cu  havi  dinàri  campa  felici, cu  havi  diebiti, perdi  l’amici

15 ) Tri  su i  cuosi  c’ha  teniri  a  cori,  rispiettu, dignità  e  onori .

16 ) Ci  dissi  u  voi  o  mulu,  simu  nati  pi  dari  u  culu.

17 ) Quannu ci sunnu danni.........c’è  ccu s’annichilisci  e cu è ca s’arrichisci

18 ) Pi fari durari u fuocu, ci vonnu zzucca dura , pirchì u fuocu di pagghia, puocu dura !

19 ) Si stava miegghiu quannu si stava peggiu !

20 ) Iò sugnu  petra  di scagghia minùta, ma  siervu pi  fari  gran  muragghia .

Contrari alla chiusura totale del Corso V.E. la domenica e i festivi. Gli esercenti lo hanno evidenziato al sindaco di Lipari

"La chiusura totale al traffico veicolare del Corso Vittorio Emanuele di Lipari, nelle domeniche e nei giorni festivi, danneggia le attività che ivi vi insistono. Ne sono prova gli incassi delle festività appena trascorse che sono, di gran lunga, inferiori all'anno precedente".  
Lo ha evidenziato stamani al sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, durante un incontro tenutosi intorno alle undici, presso il palazzo comunale di piazza Mazzini, una delegazione di esercenti le cui attività sono ubicate nella zona centrale dell'isola 
Questi hanno chiesto al sindaco di rivedere l'ordinanza in vigore dal giorno di Natale in quanto la stessa contribuisce a creare ulteriori difficoltà di carattere economico (per via dei mancati incassi) ad attività che già devono fare i conti con la crisi e con tutta una serie di balzelli ed uscite non indifferenti. 
Gli esercenti hanno proposto che il divieto d'accesso al corso principale, nelle domeniche e nei festivi , venga ristretto alle sole ore pomeridiane e serali. 
Il primo cittadino si è riservato di dare una risposta la prossima settimana.

Partylandia augura Buon Compleanno a Lorenzo Quadara

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Lorenzo Quadara che compie 3 anni

Omicidio Biviano. Cannistrà condannato a trent'anni


E' stato condannato a trent' anni di carcere Roberto Cannistrà, il 38enne manovale di Lipari accusato di aver ucciso, con un arma da taglio, la vigilia del Natale 2011 la sessantaduenne Eufemia Biviano di Quattropani.  L'uomo dovrà inoltre corripondere alle parti civili una provvisionale di 15 mila euro. 
La sentenza è stata emessa oggi dalla Corte d'Assise di Messina. Il Pm Mirko Piloni aveva chiesto per l'uomo, detenuto in carcere dal 3 gennaio 2012, l'ergastolo in quanto ritenuto responsabile di omicidio volontario aggravato dal furto di preziosi e dall'uso di un'arma da taglio. 
La Corte d'Assise (presidente Trovato) lo ha, invece, condannato per omicidio in concorso con persone non identificate. 
In conseguenza di ciò gli sono state concesse anche le attenuanti generiche. 
Cannistrà è stato difeso dagli avvocati Gaetano Orto e Luca Frontino che si sono avvalsi della consulenza dell'ex generale dei Ris di Parma, Luciano Garofalo.  
Questi, dopo aver effettuato sopralluoghi e rilievi sulla scena del crimine e acquisito tutta la documentazione a disposizione, è giunto alla determinazione che il manovale non poteva essere l'esecutore materiale dell'omicidio della signora. 
 Secondo Garofano le macchie di sangue della Biviano, ritrovate sulle scarpe dell'uomo, sarebbero state depositate in seguito a "gocciolamento". In poche parole l'uomo non avrebbe colpito la donna ma avrebbe, presumibilmente, preso parte ad un possibile "spostamento" del corpo.  
Orto e Frontino, forti delle determinazioni alle quali era giunto l'ex generale dei Ris, avevano chiesto il proscioglimento di Cannistrà dall'accusa di omicidio. 
Come si ricorderà la povera donna venne ritrovata cadavere nel suo garage, intorno alle 22 e 30 del 24 Dicembre 2011, da un amico che, unitamente alla sua famiglia, l'aspettava a cena, per poi prendere parte alla Santa Messa di mezzanotte. 
Il delitto, però, non sarebbe maturato nel garage ma all'interno dell'abitazione della povera Eufemia Biviano. 
Secondo il medico legale Giulio Cardia, che ha effettuato l'autopsia sul corpo della pensionata, questa sarebbe deceduta per choc emorragico sopravvenuto a causa della ferita da arma da taglio. Arma-sottolineiamo- che non è stata ritrovata. 
L'individuazione di Cannistrà, quale responsabile dell'omicidio che sconvolse la collettività isolana, certamente non avvezza a tali episodi criminosi, venne resa possibile grazie all'instancabile lavoro svolto dai carabinieri di Lipari in collaborazione con il Ris di Messina. Questi ultimi, nel lavabo della cucina della donna, individuarono, con l'ausilio del luminol, delle minuscole tracce ematiche, non visibili all’occhio umano. 
Le successive analisi di laboratorio consentirono sia di stabilire che appartenevano ad uomo sia ad estrapolare il DNA. I carabinieri, quindi, procedettero ad acquisire campioni salivari di una sessantina di soggetti, tra i quali il Cannistrà. La comparazione del DNA, ricavato dalla saliva con quello ricavato dalle tracce ematiche, portò gli inquirenti a ritenere il manovale responsabile dell'efferato omicidio. Tra l'altro in un paio di scarpe dell'uomo vennero ritrovate delle tracce di sangue appartenenti alla donna uccisa. 
Cannistrà-  a seguito del provvedimento emesso dai sostituti procuratori di Barcellona, Francesco Massara e Mirko Piloni – venne prelevato alle 4 e 30 del 3 gennaio nella sua casa di Quattropani e , dopo una permanenza di circa sei ore nella caserma dei carabinieri di Lipari, venne trasferito con una motovedetta dell'Arma a Milazzo e da qui al carcere di Messina Gazzi. 
Successivamente venne appurato che Cannistrà, un paio di giorni dopo l'omicidio, raggiunse Messina dove cedette dei preziosi ad un compra-oro. Che i preziosi, costituiti da un bracciale, due collane e due anelli con pietre, appartenessero alla vittima è stato accertato dai familiari della stessa.  
E' più che probabile che i legali di Cannistrà non appena in possesso delle motivazioni che hanno portato a tale sentenza (saranno prodotte entro 90 giorni) presenteranno appello. 

E' deceduto Mons. Salvatore Nicolosi. E' stato vescovo di Lipari per 7 anni

Stamane alle ore 6,30 è deceduto presso la sua abitazione di Noto, Monsignor Salvatore Nicolosi, Vescovo emerito di Noto. Avrebbe compiuto 92 anni il prossimo 20 febbraio.
Monsignor Nicolosi è stato anche Vescovo di Lipari su nomina di Papa Giovanni XXII avvenuta il 21 marzo del 1963. Alla guida della Chiesa eoliana resto sino al giugno del 1970. Il 27 di quel mese Papa Paolo VI lo nominò vescovo di Noto
Dopo 28 anni di ministero episcopale, il 19 giugno 1998, diventa Vescovo emerito di Noto 
Sulla Gazzetta del sud di oggi ampio spazio alle notizie dalle Eolie con due articoli del nostro direttore Salvatore Sarpi dal titolo: "Strade, a Lipari è un dramma" e Ostetricia non c'è, eppure a Lipari ancora si nasce

E se non pagassimo la tassa di circolazione? Ci scrive Giovanni Giardina

Egregio direttore,
la prego di aggiungere questa mia nota in seguito alla missiva del consigliere Giacomo Biviano rivolta al Sindaco di Lipari ..
 “ Il saggio Toto’ vide oltre , il suo non fu un pensiero vago, sempre attuali le sue parole, “ai vertici scialacquano.........E IO PAGO !
Ora c’e’ il rinnovo del bollo di circolazione . Mi chiedo dove vanno a finire i soldi delle tasse  automobilistiche  ?  Visto che a Lipari non c’e’ piu una strada che si salva  dal degrado, non sarebbe meglio se per protesta, tutti, DICO  TUTTI....   non pagassimo piu’ la tassa di circolazione fino a quando I signori si decideranno a farci sistemarci tutte le strade , ridotte ormai simili al post terremoto dell’ Abruzzo ? Perche’ dobbiamo  continuare ad accettare  di essere trattati  come soggetti solo da spremere ? Fino a quando il buon Dio ci assiste, chi pensa ai  danni, ai pericoli,agli infortuni che giornalmente sono in agguato ? Tutto questo per le inefficienze,il menefreghismo, l’abbandono della cosa pubblica e di chi ha invece il compito di tutelare e salvaguardare l’incolumita’ dei poveri cittadini , rimasti ormai  senza difesa e solo soggetti , perseguitati dalle continue tasse, che servono solo per fare campare alcuni, mentre ad altri gli viene negato persino quel minimo ed indispensabile diritto di sopravvivenza .
Ringrazio il consigliere Biviano che è  gia’ tanto che abbia fatto una missiva al Sindaco, tutto il resto lo lascio giudicare a quelli, che come me, giornalmente continuano a soffrire e a piangere per la sorte di questo paese  .Con l’augurio di non assistere mai a disgrazie, ringrazio ed ossequio 
Giovanni  Giardina

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi

Il direttore Salvatore Sarpi e lo staff di Eolienews augurano Buon Compleanno ad Enzo Mottola, Antonello Coppolino e Gabriele Biviano

giovedì 9 gennaio 2014

L'Ars da il via libera per accedere ad un mutuo di 90 milioni di euro

ANSA) – PALERMO, 9 GEN – La Regione potrà accendere un mutuo di 90 milioni di euro per finanziare parte delle spese d’investimento di comuni e Province. La norma, approvata dall’Ars, è contenuta nella legge di stabilità, in discussione in aula. In Sicilia vengono ridotte le royalties per le estrazioni, anche petrolifere, dal 20 al 13 per cento. La norma, approvata dall’Ars, è stata inserita dal governo nella legge di stabilità, all’esame dell’aula. Il provvedimento è passato con 44 voti a favore e 26 contrari.

L’ETNA TORNA A FARSI SENTIRE. SBUFFI DI CENERE A NORD EST

L’unità di crisi dell’aeroporto di Catania Fontanarossa ha deciso la chiusura del settore 1 dello spazio aereo della Sicilia Orientale, in relazione alla ripresa dell’attività dell’Etna. Lo scalo catanese resta, al momento, operativo.
L’attività del vulcano è in corso da questa mattina, con piccoli sbuffi di cenere e degassazione dai crateri Nord-Est: la “Bocca nuova” e la “Voragine”.
Il materiale piroclastico si dirige in direzione Ovest. Gli strumenti dell’Ingv di Catania hanno registrato tremori vulcanici di intensita’ medio-bassa.

Traffico dirottato su Serra. Occhi aperti. Le paure dei nostri lettori espresse sulla nostra pagina di fb

Lucio Raffaele - Ma prima di firmare l'ordinanza  il sindaco ha visto le condizioni dello stradale di Serra....? Sembra Beirut nell'anno 82....Allertiamo per tempo il 118 perchè ci sarà tanto lavoro
Sandro Saccheri Evviva che novità! Manutenzione ragazzi Manutenzione!!!!
Tiziana Subba - State attenti al buco che c'è nella curva del dissalatore scendendo da Serra, lì se lo prendi fori o distruggi la macchina
Lucio Raffaele - se nn ti ammazzi prima Tiziana ...quel buco è li da mesi, creato da chi ha interrato i cavi elettrici che vanno al dissalatore e mai più richiuso...nn parliamo delle carcasse di auto in curva o alle uscite delle curve, nn calcoliamo poi il via vai che c'è in zona per i cantieri di lavoro dissalatore e depuratore , i mezzi parcheggiati in curva sempre zona cantieri. Ma chi di competenza si rende conto che manda la gente a farsi male...?
Salvatore Agrip - Un paese disastrato !
 Lucio Raffaele - La faccio anche io tutti i giorni e qualche tempo fa avevo anche segnalato i problemi...ma mi sono reso conto di aver buttato soltanto acqua dolce in mare....attualmente quella strada nn è in grado di sopportare il traffico veicolare giornaliero da e per Canneto. Inoltre lì dovrebbero passare anche i tir per i cantieri di Canneto dentro. E' da pazzi abilitarla ad un simile stress veicolare. Si blocchino i cantieri allora. Si vieti a grossi camion e tir di passarci e la si abiliti al solo passaggio delle auto...mettendola in sicurezza prima naturalmente...
Salvatore Agrip - Ho sempre detto, che gli amministratori a forza di stare chiusi dentro il palazzo non sanno e non si rendono conto di come siamo veramente combinati e come questa isola insieme alle altre siano in una caduta degradante.
Laura Zaia - In questa isola razionalità zero. Ci sta che facciano qualcosa a bagnamare prima che la strada crolli in mare ma, magari, prima potevano bonificare la strada di serra che è combinata abbastanza maluccio da quello che ho visto sabato scorso recandomi da amici. Principalmente x la sicurezza dei mezzi a due ruote.
Lucio Raffaele - Sicuramente i tempi nn saranno brevi....non dimentichiamo che bagnamare deve essere anche interessata ai lavori di scavo per la posa dei tubi del depuratore...
Lucio Raffaele - Visto che già si sapeva dell'intervento di posa dei tubi...si poteva prevedere per tempo la messa in sicurezza di Serra , è in condizioni a dir poco pietose e pericolosissima sia per gli scavi effettuati sia per il notevole breccio lungo la carreggiata...nn parliamo poi dei pericoli in zona dissalatore cn via vai continuo di mezzi che entrano ed escono dai cantieri in piena curva....che Dio ce la mandi buona
Sonja Raffaele - Non voglio essere pessimista,ma quello che i miei occhi vedono "Ovunque",e' UN DISASTRO!!! E non credo sia solo una mia impressione...C'e' uno scatafascio totale!!!!
Bernardette Godillon - A Lipari le strade sono piene di buche. Non sono capaci di sistemare dopo tutti scavi che hanno fatto . Mi chiedo il RUP controlla i lavori ? E cosa ne pensa il comune? Va di male in peggio 
Marialuisa Tesoriero - Agite anche nella frazione di Pianoconte che le strade fanno a dir poco schifo! Almeno che non aspettano che qualcuno rompa qualche mezzo, macchina o motorino che sia o peggio ancora che qualcuno lasci i denti attaccati sull' asfalto!!!!
Francesca Monte - Caro Salvo da notare bene che anche la strada di Serra è tappezzata di buche, Passando proprio davanti al nostro cancello esiste una bella voragine grazie ai lavori del cavolo che ormai siamo abituati a vedere!
Lucio Raffaele - Una domanda mi sorge spontanea....ma i tir diretti ai cantieri di Canneto Dentro , da dove passeranno....?!!!! premettendo che la rotabile di Serra non SAREBBE idonea al loro passaggio ?

Personaggi eoliani che non ci sono più: Ciccio Mondello (nella foto con la figlia Antonella)

Dalla pagina fb di Antonella Mondello:
Mille sensazioni mille ricordi qualcosa di indescrivibile che non si puo' trasmettere al mondo. Un personaggio che restera' sempre vivo alle Isole Eolie e soprattutto un grande papa'. ti amo

D'ASERO, VINCIULLO, GERMANA’ E FONTANA: “ALTRI 10 MILIONI A PROVINCE PER GARANTIRE SERVIZI AI DISABILI E DIRITTO ALLO STUDIO”

“Il governo ha fatto propria la proposta delle opposizioni di destinare ulteriori 10 milioni alla province regionali per le spese dei servizi socio-assistenziali, in favore dei disabili e per garantire il diritto allo studio e il pagamento dello stipendio al personale dipendente” lo dichiarano il capogruppo Ncd, Nino D'Asero, Vincenzo Vinciullo, vicepresidente vicario della commissione Bilancio, Vincenzo Fontana e Nino Germanà.
“Siamo soddisfatti che l’Ars abbia approvato all’unanimità la proposta formulata dall’opposizione poiché questa va nel senso sperato sia dei lavoratori quanto delle famiglie dei ragazzi diversamente abili nonché - concludono – di quelle delle quali i figli frequentano le scuole ancora gestite dalle Province”.

Chiusa la strada di Bagnamare. Traffico "dirottato" a Serra. Raccomandazione obbligatoria: Occhi aperti

Dalle 13 è chiusa alla circolazione, come da ordinanza sindacale n.1/2014, la strada provinciale conosciuta come "Bagnamare".
La chiusura è stata adottata per via di cedimenti strutturali dell'arteria all'altezza della caserma dei vigili del fuoco.
Il traffico da Lipari per Canneto-Acquacalda e viceversa viene dirottato sull'angusta strada di Serra.
Non è possibile, al momento, quantificare per quanto la strada resterà chiusa. Dovranno essere, infatti, effettuati i sondaggi e, a seguire, l'intervento per eliminare il pericolo.
Ricordiamo, inoltre, che la stessa strada sarà, successivamente,  interessata dai lavori per il posizionamento della condotta del nuovo depuratore.
Stante le condizioni della strada di Serra (con buche e "granelli" d'asfalto un po ovunque) raccomandiamo ad automobilisti e scooteristi la massima attenzione, specie nelle ore notturne quando la strada è al buio in larghissimi tratti

Strade dissestate a seguito di lavori. Il consigliere Biviano scrive al sindaco " Intervenire immediatamente e agire contro le ditte che non hanno ripristinato la carreggiata"

Al Sindaco del Comune di Lipari

E, p.c.

Al Dirigente del III settore

Al Comandante della Polizia Municipale

OGGETTO: Strade dissestate e richiesta d' intervento

Purtroppo devo ancora tornare su un argomento che ho più volte in precedenza affrontato con la speranza che vi fosse da parte del Comune una maggiore attenzione e severità nel far rispettare leggi, regolamenti e norme sulla sicurezza.
Le continue denunce dei cittadini, in ultima quella del signor Giardina Giovanni, e le continue chiusure di tratti di strade, debbono indurre a prendere dei seri e tempestivi provvedimenti.
Le strade del nostro Comune sono passate dallo stato di colabrodo a quelli di veri e propri percorsi di guerra.
Capisco che le principali arterie sono di competenza della provincia, ma queste non possono sottrarsi al controllo che devono effettuare i nostri uffici ( lavori pubblici, polizia municipale, protezione civile ) e alle conseguenti denunce a chi di competenza.
Il problema principale, spesso, è causato da alcuni lavori che prevedono il taglio della carreggiata..
Inutile, infatti, nascondersi dietro un dito.
Nell'ultimo periodo molte ditte che hanno effettuato dei lavori riguardanti il taglio delle nostre strade, tra questi in particolar modo quelli del passaggio di alcuni conduttori del nostro dissalatore, non hanno provveduto ad effettuare il conseguenziale ripristino della carreggiata, secondo le attuali norme tecniche di sicurezza ed agibilità, prima della riapertura della circolazione veicolare o lo hanno fatto con notevole ritardo e spesso dopo ripetuti e continui solleciti.
Una situazione che ha e che continua a determinare notevoli disagi e pericoli per la sicurezza di tutti i cittadini.
Pertanto, alla luce di quanto sopra, Le chiedo
  • di intervenire immediatamente al fine di eliminare i pericoli per la circolazione delle strade dissestate a seguito dei lavori di taglio del manto stradale;
  • di valutare ed eventualmente denunciare a chi di competenza le ditte che hanno eseguito i lavori riguardanti il taglio del manto stradale e non hanno provveduto all'immediato ripristino della carreggiata, ed in particolar modo del manto stradale, secondo le attuali norme di sicurezza ed agibilità, prima della riapertura della circolazione veicolare;
  • di valutare eventuali azioni legali risarcitorie per i danni subiti e per il disagio arrecato ai nostri cittadini.
Il Consigliere Comunale
Dott. Giacomo Biviano