Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 11 giugno 2011

SANITA': ATTIVATO IL SITO DELL'ANAGRAFE CANINA REGIONALE

E' stato attivato il sito dell'anagrafe canina regionale per la Regione siciliana (ACReS) al quale e' possibile accedere dalla home page del sito istituzionale dell'assessorato regionale della Salute nonche' direttamente dal link https://anagrafecanina.izs.it/sicilia o tramite la Banca dati nazionale dell'anagrafe canina del ministero della Salute.
L'attivazione di ACReS, in attuazione del programma di innovazione digitale regionale, e' stata realizzata gratuitamente, per l'assessorato e per tutte le aziende sanitarie provinciali della Sicilia, dal Centro servizi nazionale dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise.
L'utilizzo di ACReS consentira' all'assessorato regionale di disporre di un applicativo gestionale in grado di rispondere alle esigenze informative regionali e che consentira' alle Asp di interfacciarsi semplificando le procedure relative allo scambio di informazioni e alla movimentazione dei cani in ambito regionale.
Grazie alla utilizzazione di ACReS verranno uniformate a livello regionale le procedure operative e la modulistica, sara' possibile aggiornare costantemente la Banca dati nazionale dell'anagrafe canina e assolvere al debito informativo nei confronti del ministero della Salute, accedendo cosi' alla quota parte dei finanziamenti previsti per la prevenzione del randagismo.
Tramite l'accesso al sito sara' possibile effettuare la ricerca dei cani iscritti nella Regione: bastera' inserire il numero del microchip per ottenere informazioni relative ad alcuni dati segnaletici del cane e per conoscere l'Asp di riferimento per le ulteriori informazioni, utili agli operatori della Pubblica Amministrazione.

Palermo, UGL Sicilia organizza incontro-dibattito sulla formazione in Sicilia

COMUNICATO STAMPA
INCONTRO DIBATTITO SUL TEMA-" QUALE FUTURO PER LA FORMAZIONE IN SICILIA?".
LA SEGRETERIA CONFEDERALE UGL SICILIA IN DATA 18/06/2011 HA ORGANIZZATO A PALERMO C/O SALA TERRASI-CAMERA DI COMMERCIO IN VIA EMERICO AMAURI,11 CON INIZIO ALLE ORE 09,30 UN INCONTRO -DIBATTITO SUL TEMA:-" QUALE FUTURO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN SICILIA????'-". INTERVERRANNO:
* GIUSEPPE MESSINA NELLA QUALITA' DI ESPERTO POLITICHE FORMATIVE UGL SICILIA;
* BARTOLO PAVONE NELLA QUALITA' DI SEGRETARIO REGIONALE UGL SCUOLA SICILIA;
* ON.LE SALVINO CAPUTI NELLA QUALITA' DI PRESIDENTE DELLA III COMMISSIONE LEGISLATIVA ( ATTIVITA' PRODUTTIVE);
* ON.LE SALVATORE LENTINI NELLA QUALITA' DI PRESIDENTE DELLA V COMMISSIONE LEGISLATIVA ( CULTURA,FORMAZIONE E LAVORO);
CONCLUDE IL SEGRETARIO REGIONALE DELLA CONFEDERAZIONE UGL SICILIA IL DOTT. GIOVANNI CONDORELLI.


PALERMO 11/06/2011 LA SEGRETERIA REGIONALE UGL SCUOLA SICILIA.

Liparische Inseln - Filicudi (Viaggio nelle Eolie con i video di PMMEDIA1)

Prosegue con questo video il viaggio nelle nostre Eolie. Un viaggio-video realizzato da PMMEDIA1 e che vi proponiamo nella lingua originale. Oggi: Filicudi

Filicudi: Due arresti per violazione normativa ambientale e abbandono rifiuti speciali

COMUNICATO STAMPA COMANDO PROVINCIALE
Nella giornata di ieri, nell’ambito delle attività finalizzate a contrastare le violazioni di carattere ambientale, anche alla luce del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9.7.2010, che ha previsto lo stato di emergenza per lo smaltimento dei rifiuti nel territorio della Regione Siciliana sino al 31.12.2012, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno arrestato, in flagranza reato, per raccolta, trasporto e abbandono rifiuti speciali in assenza autorizzazione, due persone, identificate in A.B., nato a Lipari (ME) cl. 1953, ma residente a Filicudi (ME), muratore, con precedenti polizia e H.I., nato in Tunisia cl. 1975, e domiciliato a Filicudi (ME), operaio, con precedenti polizia, sprovvisto del permesso di soggiorno.
L’intervento dei Carabinieri della pattuglia della Stazione di Filicudi è scattato intorno alle 19:00 di ieri sera, quando, i due prevenuti sono stati sorpresi mentre abbandonavano, in quella località “Le Scale”, senza la prevista autorizzazione, rifiuti speciali ed altro materiale di risulta edile.
L’area ove era stato scaricato il materiale rinvenuto, nella circostanza, è stata sottoposta a sequestro.
I due arrestati, su disposizione dell’A.G. competente sono stati associati presso i rispettivi domicili, dove permarranno in regime di arresti domiciliari, in attesa di giudizio.

Vulcano. Pakistano arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico

I Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno intensificato negli ultimi giorni i servizi di prevenzione dei reati, incrementando nel territorio dell’arcipelago eoliano con ulteriori pattuglie l’attività di controllo al fine di garantire sicurezza per cittadini e turisti presenti in quel territorio.
In tale contesto, si inquadra la particolare attività di prevenzione che i Carabinieri della Stazione di Vulcano hanno operato nel territorio di competenza e che ha consentito di trarre in arresto, poco dopo le 17:00 di ieri pomeriggio, un cittadino straniero, responsabile di resistenza a Pubblico Ufficiale.
Il 35enne pakistano, venditore ambulante provvisto di regolare permesso di soggiorno, è stato fermato dai Carabinieri della pattuglia della Stazione di Vulcano, i quali stavano effettuando un servizio di prevenzione dei reati lungo la baia di Ponente dell’isola, dove si trovavano numerosi turisti.
A finire in manette, SHAH PEER ZAIN Abidin, nato in Pakistan cl. 1975, il quale, nel corso del controllo di polizia, alla richiesta di esibire i propri documenti, senza alcuna motivazione andava in escandescenza e, tentando la fuga, strattonava violentemente i Carabinieri, venendo però prontamente bloccato. Stante la flagranza di reato, SHAH PEER ZAIN Abidin veniva tratto in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale. Dopo le formalità di rito, il prevenuto veniva quindi ristretto in attesa di giudizio nel proprio domicilio dove permarrà, come disposto dall’A.G. competente, in regime degli arresti domiciliari.

Partorire a Lipari. L'assessore Russo incontra Merlino e Siragusa...ma non si aprono spiragli

Ieri, 10 giugno, l’on. Alessandra Siragusa, parlamentare del Pd, e Saverio Merlino, responsabile del Comitato spontaneo ” Voglio nascere a Lipari ma forse non potrò più farlo” (che conta su Facebook più di 1100 contatti, oltre il 75% donne)  hanno incontrato, a Palermo, l’Assessore Regionale alla Sanità dott. Russo per affrontare la questione della chiusura del reparto di ostetricia ginecologia dell’ospedale di Lipari.
Merlino e Siragusa hanno evidenziato le difficoltà e i disagi a cui le famiglie vanno incontro quando si deve affrontare un parto fuori Lipari.
L’accoglienza riservata da Russo è stata molto cordiale e l’Assessore si è mostrato disponibile al dialogo.
Purtroppo le sue risposte, in parte già note, non  sono state rassicuranti, anzi: egli sostiene che ormai è stabilito, in ossequio alle direttive dell’Organizzazione Mondiale della Sanità,  che laddove non avvengono almeno 500 parti l’anno (sembrerebbe che prima il parametro era 1000)  vanno chiusi i centri di parto, e ciò per la sicurezza dei neonati e delle madri.
Merlino e Siragusa hanno chiesto all’Assessore un approfondimento per verificare come in casi analoghi nel resto di Italia e negli altri Paesi Europei si affronti la questione. L’Ass, Russo ha chiesto alla dott.ssa Murè, dirigente dell’Assessorato alla salute, di verificare quanto rappresentato.
L’Assessore Russo ha dimostrato disponibilità sulla possibilità di un aiuto alle famiglie costrette a recarsi fuori Lipari per la nascita dei figli.
L’on. Siragusa e Saverio Merlino hanno assicurato l’Assessore Russo che torneranno presto sull’argomento e gli chiederanno impegni conseguenti alla luce dei risultati degli approfondimenti richiesti.
Intanto continua la campagna del Comitato e tantissime sono le cartoline di richiesta di solidarietà inviate al Presidente della Repubblica, on. Giorgio Napolitano, innamorato, da sempre, delle Eolie e della loro cultura e tradizione. Siragusa e Merlino ritengono importante che l’Assessore alla Sanità abbia avuto modo di ascoltare le ragioni degli eoliani e confidano che questo ascolto porti risultati di miglioramento delle condizioni degli ospedali delle piccole isole.

"Un seggio per Ginostra". Lo Schiavo torna alla carica e riscrive a Napolitano

Associazione Ambientalista MAREVIVO
prof. Riccardo Lo Schiavo
Delegato Generale Ginostra-Stromboli
via Portella n. 1 - 98050 Ginostra (ME)
                                                                                 Ginostra 11/06/2011
              
                                                                            Sig Presidente della Repubblica
      On. Giorgio Napolitano

                                                      e p.c.                     S.E. Prefetto di Messina
                                                                                
                                                                                        sig. Sindaco Comune di Lipari
                                                                                                                  
Oggetto: consultazione referendarie del 12 e 13 giugno 2011- un seggio per Ginostra
Egregio sig. Presidente,
facendo seguito alla mia precedente nota di pari oggetto in cui sottoponevo alla Sua autorevole attenzione la forte limitazione del diritto di voto della comunità di Ginostra per la mancanza di un seggio elettorale, puntuale è giunto il riscontro da parte della Prefettura di Messina con nota prot. 712\11\EI del 10 c.m. in cui sostanzialmente viene ribadito che in base alla vigente normativa a Ginostra “non è possibile procedere all’istituzione di un seggio elettorale”, “non è consentita l’istituzione di un seggio speciale”, né tantomeno è consentita “l’istituzione di un seggio volante”.
Insomma Dura lex, sed lex!!!
A questo punto ritengo che quella “legislativa” sia l’unica strada da intraprendere per restituire pienamente il diritto di voto alla frazione di Ginostra: sarebbe auspicabile cioè che il sig. Sindaco di Lipari si attivasse politicamente per ottenere dal Legislatore una “legina ad hoc” che, prendendo in esame la particolare realtà della più piccola frazione eoliana, in qualche modo deroghi alla vigente normativa.
 Tornando alle imminenti consultazioni referendarie, nel ringraziare S.E. il Prefetto di Messina, sempre attento e disponibile ad intervenire nell’ambito delle proprie competenze, si ritiene necessario evidenziare come il positivo riscontro della sola società Siremar preveda, per “agevolare l’afflusso al seggio elettorale di Stromboli”, una corsa di andata da Ginostra alle ore 07.30 circa ed una di ritorno da Stromboli alle ore 15.30 circa… insomma non solo un unico orario ma soprattutto una “gita” di 8 - OTTO ore per raggiungere (mare permettendo…) l’altra parte dell’isola ed espletare il più fondamentale dei diritti: il voto!
 A questo proposito ogni commento appare veramente superfluo…
 Nella certezza che le Istituzioni preposte, passato il referendum, non si dimentichino di questa delicatissima problematica ma si attivino per individuarne una concreta e definitiva soluzione, Le porgo i più cordiali saluti
 Riccardo Lo Schiavo

Scuola, Ragioneria Stato: «Illegittimo chiedere contributi alle famiglie» . Un articolo segnalatoci da CittadinanzAttiva


Le ispezioni effettuate dal ministero dell'Economia nelle scuole hanno evidenziato come una delle

irregolarità più diffuse sia la richiesta di contributi avanzata dagli istituti alle famiglie degli alunni.

E' quanto denuncia la Uil scuola, sottolineando il fatto che la richiesta di contributi ai genitori degli studenti

non è legittima ed è stata sanzionata dagli ispettori. La Ragioneria generale dello Stato precisa che è

«indebito l'accollo alle famiglie degli alunni di contributi dovuti in forma obbligatoria dagli Istituti».

La materia è regolata dalla legge 296/2006 (Indebito accollo alle famiglie degli alunni di contributi dovuti in

forma obbligatoria dagli Istituti. L. 296/2006 (Il comma 622); Artt. 28, comma 1, e 30, comma 2, secondo

periodo, del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226. (158).

Champions dell'Inter a Salina. Sul sito della società neroazzurra elogi per l'iniziativa del club "Massimo Moratti"

(da inter.it) L’IC “Massimo Moratti” di Salina, grazie al suo intraprendente presidente, Claudio Saltalamacchia, ha organizzato un prestigioso evento che è stato celebrato a Salina durante la mattinata di domenica nella Sala Polifunzionale del Comune di Malfa. La Champions League, dopo oltre 50 tappe di un tour cominciato ad ottobre scorso, è approdata nell’isola più verde delle Eolie. Il trofeo è stato esposto in tutti i capoluoghi di provincia e di regione, quindi Salina rappresenta una delle pochissime felici eccezioni, scelta apposta per sottolineare la grande valenza sociale di una realtà associativa come quella del club locale, che conta circa un centinaio di iscritti, che si distingue sempre per le sue iniziative sociali, che permette una coesione totale e dà la possibilità ai giovani di entrare in contatto con situazioni sociali differenti.
Tra gli ospiti illustri, la signora Bedy Moratti, presidente onorario del CCIC e sorella del Presidente del FC Internazionale, Massimo Moratti, il direttore responsabile del CCIC Fausto Sala e Sergio Spairani.
“L’accoglienza che ci è stata riservata - ha detto Bedy Moratti - è stata straordinaria. In questi giorni abbiamo avuto modo di vivere l’isola ed è stato qualcosa di meraviglioso. Un grande affetto, come quello di tutti i nostri tifosi. Qui si sta talmente bene che spero di tornarci presto”.
“Quello di oggi - ha commentato il presidente Claudio Saltalamacchia - non vuole essere un punto di arrivo, bensì uno stimolo verso nuovi obiettivi”. Conoscendo il personaggio, che quanto ad inventiva è un vulcano in continua eruzione e risiede, appunto, in una delle isole del vento e del fuoco, ci sarà da aspettarsi qualche evento ridondante.
 Il sindaco di Malfa, Salvatore Longhitano, da parte sua ha dichiarato: “Oggi siamo davvero fieri ed orgogliosi di ospitare una delegazione tanto importante ed un trofeo di tale portata. Nel programma della nostra Amministrazione, non a caso, lo sport e la cultura hanno sempre avuto la massima priorità. “Mens sana in corpore sano”, un caro vecchio slogan che ci teniamo tanto a trasmettere a tutti i nostri ragazzi”.
A suggellare il grande spirito sportivo e di solidarietà, Saltalamacchia ha organizzato il 1°Torneo di calcio “Amici di Salina” al quale hanno partecipato le rappresentative dell’Inter Club Salina, L’asp 5 Dipartimento salute mentale di Barcellona Pozzo di Gotto-Patti e si è concluso con la rivincita dell’incontro disputato a Roma in ottobre tra la rappresentativa di Salina ed il Circolo “Due Ponti” di Roma di cui fanno parte personaggi importanti come Nando Orsi (ex calciatore ed ex allenatore in seconda di Roberto Mancini), Giuseppe Capua (presidente della “Commissione Antidoping” della FIGC) e il giornalista Paolo Di Giannantonio, per lungo tempo volto noto del Tg1. 
I rappresentanti dell’Inter, oltre a rendersi conto dello spessore del tifo nerazzurro degli iscritti al club, hanno avuto modo di apprezzare gli aspetti caratteristici di Salina, la verde perla delle Isole Eolie che porta avanti un'esistenza schiva, riservata, poco incline al chiasso e alla folla e si sono arricchiti con la sua salubrità e con il suo buongusto guidati negli attraenti posti da Claudio Saltalamacchia.

venerdì 10 giugno 2011

Aperte buste offerte, Siremar al rush finale

Traguardo piu' vicino per la privatizzazione di Siremar. Sono state aperte, secondo quanto rferiscono fonti industriali, le buste contenenti le offerte per l'acquisizione della compagnia di navigazione siciliana in amministrazione straordinaria. A presentare le proposte vincolanti erano state, nelle scorse settimane, la Compagnia delle Isole, la societa' che fa capo a Mediterranea Holding, e la Societa' di Navigazione Siciliana, costituita da Ustica Lines e Caronte. Le due cordate hanno chiarito le proprie proposta e ora, riferiscono le stesse fonti, e' atteso a breve l'annuncio dell'aggiudicazione della gara. La Compagnia delle Isole avrebbe offerto un prezzo superiore rispetto al raggruppamento concorrente.

PORTI TURISTICI: CAMPO,"RISPETTARE LEGGI E ATTI INDIRIZZO GOVERNO"

"Credo che l'assessore regionale per il territorio e l'ambiente Gianmaria Sparma sia stato male informato in ordine a una mia recente circolare alle soprintendenze e ai parchi archelogici costieri, pubblicata sul sito istituzionale". Comincia cosi' l'intervento del dirigente generale dei Beni culturali, Gesualdo Campo, in seguito all'emanazione della circolare sull'autorizzazione paesaggistica "su progetti di costruzione entro 200 metri dai confini dei parchi archeologici".
"Come gli altri colleghi dirigenti generali - continua Campo - ho un dovere di lealta' verso il Governo regionale e non posso, ne' voglio, adottare autonome strategie personali, ne' miopi ne' lungimiranti che possano essere, ma devo applicare le leggi e operare conformemente agli atti d'indirizzo dell'esecutivo che pure non possono discostarsi dalle volonta' espresse dal legislatore".
"In tal senso - prosegue Campo - la circolare in cui richiamo limitazioni e impedimenti di legge che impongono, come ha anche indicato l'Ufficio legislativo e legale della Presidenza della Regione, che per autorizzare volumi edilizi in cui ospitare "servizi complementari" ai porti turistici occorre verificarne il rapporto di funzionalita' con il porto al cui interno sono previsti. Naturalmente cio' implica che un eventuale loro cambiamento di destinazione d'uso sia comunque diretto, come prescrive la legge, alla fruizione del mare. Inoltre nessuna costruzione puo' essere realizzata entro 200 metri dai confini dei parchi archeologici, con la conseguenza che - nel caso di parchi costieri - un limitrofo porto, turistico o meno che sia, potrebbe offrire servizi complementari non all'interno di costruzioni di nuova realizzazione".
"La legge - conclude Campo - prescrive anche che eventuali ripascimenti costieri devono essere operati con materiale di essenza mineralogica e granulometria analoghe a quelle dei luoghi interessati (ricordo in merito l'azione della magistratura quando la sabbia dell'Etna fu scaricata sulla scogliera di San Giovanni Li Cuti a Catania), mentre e' sotto gli occhi di tutti come quelli di alcuni porti turistici dell'isola siano stati operati con materiale "tout venant", ovvero di varia provenienza, e anche di scarto, in barba al gran parlare sullo sviluppo sostenibile del territorio e dell'ambiente regionali".

SPARMA E VENTURI, PORTI TURISTICI SONO SVILUPPO SOSTENIBILE

"E' una strategia miope dare indicazione a tutte le soprintendenze di negare per principio le autorizzazioni paesaggistiche alle infrastrutture dei porti turistici, quando nello stesso tempo la Regione ha predisposto un piano che individua ben 42 siti per lo sviluppo della portualita' turistica in Sicilia. Nel Fesr sono previsti 58 milioni di euro per il completamento e la realizzazione di infrastrutture portuali in quei siti che oggi presentano le potenzialita' per divenire infrastrutture armonizzate nel sistema della nautica da diporto.
Forse qualcuno vorrebbe che i porti turistici si costruissero a 150 metri dal mare, ma cosi' non puo' essere".
Lo dice l'assessore regionale al Territorio e Ambiente Gianmaria Sparma, replicando a una circolare del dirigente generale del dipartimento Beni culturali Gesualdo Campo, che invita il dipartimento Urbanistica dell'assessorato Territorio ad adeguarsi e vigilare quando vengono convocate le conferenze di servizio sui porti turistici.
"Questo assessorato - aggiunge Sparma - proprio in materia di demanio, di lotta all'abusivismo, di difesa dell'ambiente, di protezione della biodiversita' ha indirizzato le sue linee d'azione, e i suoi dirigenti scrupolosamente verificano nelle istruttorie ogni rapporto di funzionalita' con l'approdo turistico. Allora non imbalsamiamo il territorio perche' il turismo nautico e' una delle direttrici dello sviluppo sostenibile, cui il governo Lombardo ha incentrato prioritarimente la sua azione riformatrice".
Anche l'assessore regionale alle Attivita' produttive, Marco Venturi, interviene sulla vicenda.
"Disporre in maniera aprioristica un diniego, come quello che si vorrebbe attuare sui porti turistici vuol dire soffocare sul nascere lo sviluppo dell'economia siciliana che si basa sugli approdi per la nautica da diporto. Sono convinto - conclude Venturi -che questo tipo di infrastrutture possano muovere il volano dell'economia reale della Sicilia e che sia anacronistico e fuori da ogni logica imporre un diniego per principio"

Liparische Inseln - Alicudi (Viaggio nelle Eolie con i video di PMMEDIA1)

Prosegue con questo video il viaggio nelle nostre Eolie. Un viaggio-video realizzato da PMMEDIA1 e che vi proponiamo nella lingua originale.
Oggi: Alicudi

CittadinanzAttiva e i referendum

Amici CITTADINIATTIVI, vorremmo ricordarvi che il referendum che si terrà Dom. 12 e Lun. 13 è di importanza vitale per noi cittadini, non andando a votare si fa in modo che il quorum non venga raggiunto, ed è proprio questo che si augurano i soliti noti. In questa ultima settimana, siamo stati tartassati dalle televisioni e radio, pubbliche e private, sull'argomento, tutti con le proprie ragioni (politici, conduttori, ospiti e altri) ma ho spesso notato che le ragioni esposte non erano del tutto trasparenti, anzi oserei dire a volte ingannevoli, ciò non lo troviamo corretto, e per nulla democratico, in quanto ogni cittadino ha il diritto dovere di avere la propria opinione giusta o sbagliata che sia.
Per non parlare della mascalzonata fatta da alcuni nostri politici nazionali, i quali esortavano i cittadini a non andare a votare, in quanto questo referendum era di poca importanza,
anzi aggiungevano di "andare al mare" se il tempo lo permetteva, 
Cari amici, costoro hanno perso il senso della realtà, pensano, o per lo meno credono, di poterci raggirare a loro piacimento, ma tutti noi sappiamo, per loro sfortuna, che è finito.
Marcello Benedetto Tedros
il tempo dei " Canonici di legno ".
Per cui cari amici, andiamo tutti serenamente a votare,(come tra l'altro  ha suggerito il Presidente Napolitano) sopratutto per dimostrare ai soliti noti, che non sempre riescono a
raggirarci, confonderci, ingannarci

Judo. Eoliani al "Torneo internazionale Città di Messina"


COMUNICATO STAMPA
Sabato 11 e domenica 12 con il "Torneo Internazionale Città di Messina" si concluderanno  le competizioni in trasferta per gli atleti  agonisti dello Sporting Club Judo Lipari .
La gara, valida anche per il  "23° Memorial Giuseppe Minissale",  si disputerà   al Palarescifina,  organizzata  dall' ASD Yama Arashi di Messina e  si inserisce nel circuito nazionale del Gran Prix Italia Juniores e Cadetti. 
Per la nostra associazione sportiva parteciperanno :
Alessandro Vitagliana – juniores  kg. 60
Francesca Russo – cadetta kg +70
Roberta Rando – cadetta kg 70
Da lunedì 13 giugno (pomeriggio)  fino al 17, tutti gli atleti dello Sporting Club Judo Lipari saranno impegnati  al palazzetto N. Biviano di Lipari nell’importante stage internazionale  di judo e, poinei giorni 18 e 19 con il  "19° Torneo Internazionale Città di Lipari"
Sia per lo stage che per la gara sono arrivate molte adesioni da tutta Italia, tra cui la Nazionale Italiana Cadetti, i Gruppi Sportivi Militari, oltre alle rappresentative straniere.
Tutti  gli eoliani sono invitati a venire al palazzetto…..,   anche solo per dare   un’occhiata, per curiosità.
Portate i bambini dalle 11:00 alle 12:00 o dalle 16:30 alle 17.30 a guardare  i coetanei a scuola di judo
Per quanto riguarda gli adulti, ogni giorno dalle 09:00 alle 10:45 e dalle 17:30 alle 19:30, i migliori atleti italiani saranno sul tatami a dare spettacolo.  Vi aspettiamo. 
  A.Ferlazzo

Le vele blu di Salina. L'articolo sulla Gazzetta del sud di oggi

A Salina, per la quinta volta consecutiva, le 5 vele blu  
Salvatore Sarpi
Salina
È l'isola di Salina la regina dell'estate siciliana e la damigella d'onore di quella italiana, secondo la Guida blu 2011 di Legambiente e Touring Club Italiano che è stata presentata ieri a Roma dai maggiori esponenti le due associazioni, insieme ai sindaci delle località premiate con le cinque vele. Per l'isola eoliana, divisa nei comuni di Santa Marina Salina, Malfa e Leni, che ottiene per il quinto anno consecutivo le 5 vele blu (nel 2007 fu premiato solo il comune di Santa Marina), si tratta oggi più che mai di un riconoscimento prestigioso e che riempie d'orgoglio gli amministratori locali che hanno portato avanti numerose iniziative di salvaguardia ambientale Alla cerimonia romana era presente il sindaco di Santa Marina Salina, Massimo Lo Schiavo che ha espresso tutta la sua soddisfazione per il prestigioso riconoscimento: «Non ci appaga ma che ci spinge a fare sempre di più e meglio. Siamo davvero orgogliosi di ricevere per il quinto anno consecutivo le 5 vele di Legambiente e soprattutto di collocarci al secondo posto in classifica, prima località siciliana; segno che le politiche a favore della salvaguardia del nostro territorio e dei nostri litorali, così come le tante iniziative di sviluppo dei servizi, unitamente al pregio naturalistico e paesaggistico di Salina, si sono incanalate nella giusta direzione. La mia amministrazione da sempre è attenta alle problematiche ambientali e di salvaguardia del territorio: abbiamo attivato la raccolta differenziata, giunta oggi ad oltre il 30%, la più alta dell'arcipelago, grazie alle campagne di sensibilizzazione e alla predisposizione di strutture adeguate per la raccolta, come "l'isola ecologica" nel territorio di Santa Marina Salina, unico centro di raccolta interrato per la differenziata nelle Eolie; abbiamo promosso la realizzazione di opere volte alla riduzione del rischio idrogeologico e la salvaguardia del litorale, come un grandioso intervento per il ripascimento naturale delle spiagge, che inizierà dopo l'estate; offriamo servizi che mirano alla qualità delle nostre spiagge, come la vigilanza e la pulizia costante dei litorali. Inoltre abbiamo avviato le procedure per la certificazione ISO 14001 del nostro territorio che si concluderà entro l'anno e che rappresenterà un valore aggiunto alla nostra isola che si sta caratterizzando sempre più per l'eccellenza».
Salina, che già lo scorso anno si era piazzata al primo posto tra le località siciliane, nella graduatoria nazionale avanza di ben sei posizioni passando dall'ottavo al secondo posto, preceduta solo da Pollica (SA). Complessivamente sono 14 le località che conquistano le 5 vele, il massimo riconoscimento assegnato alle amministrazioni che coniugano al meglio qualità del territorio, dei servizi e politiche di tutela e sostenibilità.

giovedì 9 giugno 2011

COMUNI: DA REGIONE OK A PRIMA TRANCHE FINANZIAMENTI PER 140 MLN

Via libera a una prima tranche di finanziamenti di circa 140 milioni di euro a favore dei 390 comuni siciliani. A deciderlo la Conferenza Regione-Autonomie locali che ha approvato la proposta dell'assessore al ramo, Caterina Chinnici, sulla ripartizione del Fondo per il 2011. L'ammontare complessivo del Fondo delle Autonomie per quest'anno, cosi' come stabilito dalla legge finanziaria regionale, e' di 750 milioni di euro, dal quale vanno dedotte le somme vincolate per usi specifici, le cosiddette "riserve".
Si e' concordato, inoltre, sull'opportunita' di avviare una revisione dei criteri di ripartizione delle somme tra i vari enti locali, in modo tale che siano piu' rispondenti alle attuali esigenze socio-economiche. Nelle more della definizione dei nuovi parametri, per consentire ai comuni di iscrivere nei termini di legge le somme in bilancio, si e' comunque ritenuto di dover procedere ad applicare i criteri degli anni scorsi.
"Sono soddisfatta - spiega l'assessore Chinnici, che ha presieduto la Conferenza su delega del presidente della Regione, Raffaele Lombardo - dell'esito della riunione e soprattutto del fatto che, nonostante la riduzione del Fondo rispetto all'anno scorso, gli amministratori locali continuino a condividere quel percorso di collaborazione gia' intrapreso da diversi mesi e portato avanti fino ad ora".
Alla riunione ha partecipato anche il segretario generale dell'Anci Sicilia e assessore regionale per la Famiglia, le Politiche sociali e il lavoro, Andrea Piraino

PRG di Lipari e Mancanza di controdeduzioni. La nota della Regione con cui si prende atto dell'assenza di queste e si trasferisce per il decreto di approvazione

OGGETTO: Comune di LIPARI (Me) - Piano Regolatore Generale e Regolamento Edilizio - adottato con Delibera Commissariale n.1 del 02/05/2007.
RACCOMANDATA A/R

Dip. Urb.
Al Servizio 7
SEDE
e.p.c.
Al Comune
 LIPARI (ME)
Con provvedimento dirigenziale n.16436 del 16/03/2011, questo Dipartimento ha trasmesso al Comune di Lipari, nei termini dell'art. 4 comma 5° della L.R. 71/78, il voto n.303 espresso dal Consiglio Regionale dell'Urbanistica nella seduta del 15/02/2011, con il quale detto Consesso si è espresso sul piano regolatore generale del Comune stesso.
Nell'evidenziare che il medesimo voto, già pervenuto al Comune di Lipari come risulta dalla nota prot. n. 17799 del 14/05/2011, con la quale il segretario Generale dello stesso Comune comunica che il Consiglio Comunale non si è pronunziato sulle valutazioni espresse dal CRU con il suddetto voto n.303 del 15/02/2011, non può che rivelarsi che sono trascorsi i termini previsti dall'art. 4 comma 6° , senza che siano pervenute le eventuali considerazioni e/o controdeduzioni a quanto espresso da questo Dipartimento a seguito del voto CRU sopra citato in ordine al piano regolatore in oggetto, formulate ed adottate con atto deliberativo del Consiglio Comunale.
Per quanto sopra evidenziato si trasmettono gli atti ed elaborati relativi al P.R.G, in argomento, al fine di consentire l'emissione del Decreto Dirigenziale di approvazione del P.R.G. in oggetto citato.

Il Dirigente del servizio
Arch. Maurizio Denaro
Il Dirigente dell'U.O.3.1
Arch. Domenica Gambino

Creiamo insieme. Da Venerdì mostra a Lipari

Comunicato
Venerdì 10 giugno p.v. alle ore 18,00 nei locali del Palazzo CIPRA (Via Maurolico, Lipari) verrà inaugurata la mostra "Creiamo insieme" che raccoglie gli elaborati realizzati dai ragazzi del Centro integrazione di Salina e del centro socio-educativo di Lipari.
Saranno esposti disegni, collages, plastici, dipinti e piccoli lavori di artigianato creati a partire dall'attivazione dei centri di aggregazione inseriti nel Piano di Zona del Distretto 25 Isole Eolie.
L'iniziativa è aperta a tutti e si protrarrà anche nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 giugno in orario antimeridiano, dalle 10,30 alle 12,30 ed in orario pomeridiano, dalle ore 17,30 alle 21,00.
Il coordinatore Gruppo PianoMatilde Pajno

Massimo Lo Schiavo: "Orgogliosi di ricevere le cinque vele per il 5° anno consecutivo". Le dichiarazioni del sindaco di S. Marina Salina presente a Roma

COMUNICATO STAMPA
 Si è svolta questa mattina presso la sede nazionale di Legambiente a Roma, la consegna delle  “5 vele”, l’ambito riconoscimento di Legambiente e Touring Club Italia che premia le migliori località balneari della nostra penisola.
Come consueto, ormai da ben cinque anni, è presente l’Isola di Salina, che anche per quest’anno si è vista assegnare il massimo riconoscimento, piazzandosi alla 2^ posizione.
“Siamo davvero orgogliosi di ricevere per il quinto anno consecutivo le 5 vele di Legambiente” commenta il Sindaco di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo “ e soprattutto collocarci  al secondo posto in classifica, prima località siciliana, segno che le politiche a favore della salvaguardia del nostro territorio e dei nostri litorali, così come le tante iniziative di sviluppo dei servizi, unitamente al pregio naturalistico e paesaggistico di Salina, si sono incanalate nella giusta direzione”.
 “Abbiamo fatto tanta strada a riguardo e, per un’Amministrazione Comunale composta interamente da under 40, riuscire in pochi anni a scalare la classifica, da quel decimo piazzamento ottenuto soltanto dal Comune di Santa Marina Salina nel 2007, a quello attuale è certamente un risultato notevole”.
 La mia Amministrazione da sempre è attenta alle problematiche ambientali e di salvaguardia del territorio: abbiamo attivato la raccolta differenziata, giunta oggi ad oltre il 30%, la più alta dell’arcipelago, grazie alle campagne di sensibilizzazione e alla predisposizione di strutture adeguate per la raccolta, come “l’isola ecologica” nel territorio di Santa Marina Salina, unico centro di raccolta interrato per la differenziata nelle Eolie; abbiamo promosso la realizzazione di opere volte alla riduzione del rischio idrogeologico e la salvaguardia del litorale, come un grandioso intervento per il rinascimento naturale delle spiagge, che inizierà dopo l’estate; offriamo servizi che mirano alla qualità delle nostre spiagge, come la vigilanza e la pulizia costante dei litorali. Inoltre abbiamo avviato le procedure per la certificazione ISO 14001 del nostro territorio che si concluderà entro l’anno e che rappresenterà un valore aggiunto alla nostra isola che si sta caratterizzando sempre più per l’eccellenza”.

Un seggio elettorale per Ginostra. Appello al Presidente della Repubblica di Lo Schiavo (Marevivo)

Associazione Ambientalista MAREVIVO
         prof. Riccardo Lo Schiavo
Delegato Generale Ginostra-Stromboli
via Portella n. 1 - 98050 Ginostra (ME)


Ginostra 09 giugno 2011
                                                                      Al Presidente della Repubblica
           On. Giorgio Napolitano
                                                                                                          fax 06/46993125
                                                                      
 e p. c.            S.E. Prefetto di Messina
                       fax 090/366777

sig. Sindaco Comune di Lipari
                                                                                                          fax 090/9880633
                                                 
                                                                                                         
Oggetto: Un seggio elettorale per Ginostra.
 Egregio signor Presidente,
 il 12 e 13 giugno p.v. il popolo italiano, libero e sovrano, potrà decidere se e come esprimere la propria opinione sui 4 quesiti referendari che in questi giorni infiammano in maniera vivace e appassionante il dibattito fra gli opposti schieramenti.
Già in occasione di altri appuntamenti elettorali Lei non ha fatto mancare il Suo autorevole e caloroso invito alla partecipazione attiva a quello che può essere considerato il momento più alto di un paese democratico: l’espletamento del diritto – dovere di voto.
A Ginostra, la più piccola comunità delle Isole Eolie, che Lei ben conosce per averci già onorato della Sua presenza, tale diritto non è però completamente garantito da oltre un decennio, da quando cioè è stato soppresso il seggio elettorale, e i seppur pochi votanti sono stati “accorpati” alla sezione di Stromboli.
L’altra parte dell’isola, come noto, è però raggiungibile solo via mare, ma con condizioni meteo-marine non ottimali ciò non sempre è possibile.
ccenp alla mancanza nella nostra frazione di un seggio elettorle.
Ricordo nel passato vere e proprie avventure di chi, credendo fermamente nell’importanza del proprio singolo voto, e avendo come unica alternativa quella di rinunciarvi, ha raggiunto il seggio di Stromboli o sfidando il mare mosso e le intemperie a bordo di una piccola barchetta di appena tre metri, o scalando la montagna avventurandosi per impervi, ripidi e franosi sentieri che costeggiano le bocche dell’omonimo vulcano, peraltro in continua attività eruttiva!
Nell’assordante silenzio delle Istituzioni.
Ora, grazie alla Protezione Civile, un pontile è stato finalmente costruito; ma è anche vero che per la sua esposizione ai venti dominanti, il problema dell’isolamento, seppur drasticamente ridotto, non potrà mai essere totalmente risolto, né dunque garantita la certezza dei collegamenti.
 Tale realtà non può non apparire assolutamente inconcepibile nonché in contrasto con  l’art. 48 della Costituzione Italiana che recita :il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico. Il diritto di voto non può essere limitato….
I Ginostresi, come ogni cittadino italiano, devono essere messi nelle condizioni di avere l’assoluta e piena certezza di potere esprimer il proprio voto, senza limitazione alcuna!
Più volte ho reso partecipi della problematica S.E. il Prefetto di Messina ed il Sindaco di Lipari, ma ad oggi la situazione non è cambiata.
 Forse una motivazione a questa situazione è da ricercare nel decreto del Ministro dell’Interno, del 25 aprile 1998, n°117, riguardante le disposizioni necessarie per la riduzione del numero delle sezioni elettorali, in cui è previsto che “il numero di iscritti per sezione può essere inferiore a 500… in casi eccezionali di comprovate difficoltà nell’esercizio di voto dovute a notevole distanza tra abitazioni e seggi od in presenza di viabilità assolutamente inadeguata”.
Ma nel nostro caso, essendo come noto il centro abitato di Stromboli, cui gli elettori ginostresi sono stati “accorpati”, raggiungibile solo via mare, la viabilità non è “inadeguata”, bensì assolutamente inesistente!
 La comunità di Ginostra, al pari di quelle di Panarea, Alicudi, Filicudi, dove certo non ci sono 500 elettori ma c’è giustamente un seggio elettorale, nonché di Vulcano - dove pur in presenza di una buona viabilità interna sono presenti ben due sezioni elettorali (al Porto e al Piano), i Ginostresi, come ogni cittadino italiano, devono essere messi nelle condizioni di avere l’assoluta e piena certezza e libertà di potere esprimer il proprio voto, senza alcun condizionamento né del mare, né delle corse degli aliscafi - che comunque opportunamente la Prefettura di Messina modifica in occasione di ogni votazione.
 Sig. Presidente, mi appello pertanto alla Sua sensibilità ed autorevolezza per volere sollecitare le Istituzioni competenti affinché a Ginostra sia restituito nella sua pienezza il diritto di votare, quantomeno tramite l’istituzione di un “seggio speciale” di quelli cioè previsti nei luoghi di cura e per i detenuti aventi diritto.
 RingraziandoLa anticipatamente, Le porgo i più cordiali saluti.


Prof. Riccardo Lo Schiavo
Delegato Marevivo Ginostra-Stromboli

Prg senza controdeduzioni. Responsabilità del consiglio e crisi. Cosa "bolle in pentola". Intervista al sindaco Bruno

Il PRG di Lipari all'approvazione senza considerazioni e controdeduzioni. La "(ir)responsabilità del consiglio comunale sull'argomento. La "crisi" del consiglio comunale. Cosa bolle "in pentola" nell'ultimo anno d'amministrazione. Il prossimo candidato a sindaco. Eventuale candidatura alle regionali. 
Sono gli argomenti trattati nell'ampia intervista realizzata con il sindaco Mariano Bruno e che vi proporremo nel primo pomeriggio
L'intervista:

Salina: A vele (5) spiegate. L'isola verde è seconda nella speciale Guida Blu di Legambiente e Touring.

Anche quest'anno è Pollica, in provincia di Salerno, la regina dell'estate secondo la Guida Blu 2011 di Legambiente e Touring Club Italiano, la bussola per le vacanze di qualità che torna a segnalare le migliori località di mare e di lago per trascorrere una vacanza all’insegna di natura e acqua pulita, ma anche eccellenze enogastronomiche, paesaggi mozzafiato e luoghi d’arte.
L'undicesima edizione della Guida Blu e' stata presentata oggi a Roma da Sebastiano Venneri, vicepresidente e responsabile mare di Legambiente, Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano, Alberto Dragone, direttore editoriale Touring Editore, Giampiero Sammuri, presidente di Federparchi, Luigi Rambelli, presidente di Legambiente Turismo, Giuseppe Dodaro dell'Istituto di Ricerche Ambiente Italia, insieme ai sindaci delle localita' premiate con le cinque vele e al Presidente del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Amilcare Troiano. Complessivamente la guida presenta 367 localita' costiere di mare e di lago e 50 grotte marineInsieme alla cittadina campana, immersa nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, altre 13 località conquistano le 5 vele, il massimo riconoscimento assegnato dall’associazione ambientalista alle amministrazioni che coniugano al meglio qualità del territorio, dei servizi e politiche di tutela e sostenibilità. La Sardegna si conferma la regione con la media più alta di vele (3,51) migliorata ancora rispetto a quella dell’anno scorso (3,4) e vede anche una nuova entrata nella rosa del punteggio più alto, Villasimius (CA) che si aggiunge a Posada (NU), Bosa (NU) e Baunei (OG). Con Maratea (PZ) la Basilicata entra per la prima volta nell’Olimpo delle magnifiche cinque vele mentre ne esce la Liguria, dove le Cinque Terre quest’anno si fermano a 4 vele. Stabili la Toscana e la Puglia che piazzano tra le prime 14, rispettivamente, 3 e 2 località. Migliora ancora la Sicilia che conquista il secondo posto con l’Isola di Salina (ME) e vede sventolare le 5 vele anche a San Vito Lo Capo (TP) e Noto (SR). La vetta raggiunta per il secondo anno consecutivo da Pollica, la perla del Cilento, è ancora più significativa in un contesto, come quello campano, che paga una cattiva gestione del territorio martoriato dalle ecomafie, tra abusivismo edilizio, rifiuti e mala depurazione e che retrocede nella classifica regionale della Guida Blu, passando da una media di vele di 2,69 del 2010 a 2,34 di quest’anno.
Nel corso della presentazione dell'undicesima edizione della guida è stato ricordato l'impegno di Angelo Vassallo, sindaco di Pollica ucciso il 5 settembre dello scorso anno in un attentato di sospetta matrice camorristica. Pollica, infatti, rappresenta una vera eccellenza nella regione, esempio virtuoso di come sia possibile fare economia e al tempo stesso salvaguardare le risorse naturali e paesaggistiche anche in un territorio difficile. Assieme alle vicine località costiere di Acciaroli e Pioppi, il piccolo centro (poco più di 2mila abitanti) è diventato un punto di riferimento per il sistema di raccolta differenziata e per lo sviluppo e l’integrazione delle fonti rinnovabili in Campania ed è stato scelto anche come sede dell’Osservatorio permanente della Dieta Mediterranea, riconosciuta qualche mese fa dall’UNESCO come Patrimonio Immateriale dell’Umanità.
Al secondo posto si piazza l’isola di Salina nell’arcipelago delle Eolie con i tre comuni di Santa Marina Salina, Leni e Malfa, dove le amministrazioni hanno portato avanti numerose iniziative di salvaguardia ambientale incrementando la raccolta differenziata (percentuale di raccolta fra le più alte della Sicilia con il 30%), il verde pubblico, la pulizia delle spiagge e dotandosi di sistemi sempre più efficaci di certificazione ambientale. 
L'isola per il quinto anno consecutivo che conquista le 5 vele

Referendum. La Greca (PD): Diamo un segno di civiltà democratica andando a votare

”Io sono un elettore che fa sempre il suo dovere”: così nei giorni scorsi il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha risposto ai cronisti che, mentre lasciava Montecitorio, gli chiedevano se andava a votare per i referendum.
Penso che sia una prassi che tutti gli italiani debbono porre in essere, anche e soprattutto nel nostro arcipelago; molte volte sembra che gli argomenti che investono i referendum siano argomento lontani, distanti, ma sono vicini, vicinissimi, in alcuni casi vitali.
Pensiamo all'acqua, il nostro arcipelago dipende dall'acqua potabile, senza il continuo rifornimento da parte della navi cisterne (pagate dallo Stato) quali sarebbero i costi di una gestione esclusivamente privatistica? non ci può essere "utile d'impresa" per la gestione dell'acqua nelle nostre isole;
pensiamo al nucleare, perchè non scegliere, come in tanto altri paesi dell'occidente, l'energia alternativa del sole, del vento, di cui disponiamo in abbondanza; le fonti tradizionali sono un pericolo costante per noi, pensiamo alla raffineria di Milazzo, alle sue immissioni in atmosfera che raggiungono facilmente il nostro territorio, pensiamo alle petroliere che transitano nei nostri mari; la giustizia è uguale per tutti: nulla da aggiungere a questa semplice frase. Mi auguro che i miei concittadini, comunque la pensino, diano un segno di civiltà democratica andando a votare.

Stop alle restrizioni alle guide turistiche. Potranno operare in tutta la Sicilia e non solo nelle province dove sono registrate

Le guide turistiche siciliane potranno operare in tutta l'isola e non solo nelle province in cui sono registrate all'albo professionale. Lo ha stabilito una sentenza del Tar Sicilia pronunciata il 26 maggio scorso. Il tribunale amministrativo ha infatti accolto il ricorso di sette guide turistiche rappresentate dagli avvocati Manlio Maninno e Maria Chiara Di Gangi dello studio legale Giaimo Mannino.
Finora le guide, dovendosi attenere alla legge regionale 8/2004, potevano registrarsi in una delle quattro sezioni previste: Sicilia occidentale (Palermo e Trapani), Sicilia centro meridionale (Caltanissetta, Enna e Agrigento), Sicilia nord orientale (Catania e Messina), Sicilia sud orientale (Siracusa e Ragusa).
C'era poi anche la «sezione ad esaurimento» suddivisa in elenchi provinciali, l'unica ad avere degli iscritti, per coloro che hanno conseguito l'abilitazione in data antecedente al 2004.
A causa di questa legge, la guida turistica siciliana, appartenente a una determinata sezione, scoperta a lavorare in una provincia diversa da quella in cui era iscritta, avrebbe avuto una sanzione di tremila euro. Mentre, per esempio, una guida turistica francese, in virtù dei principi comunitari, può espletare la propria attività in tutte le provincie siciliane.
Il Tar ha riconosciuto proprio questa eccezione della difesa «in considerazione dei principi comunitari applicabili al caso di specie».
Insomma, questa volta la legislazione comunitaria ha dato una mano ai lavoratori siciliani.

Tirrenia: Catricala', ricevuta notifica acquisizione da parte di Cin

"Abbiamo ricevuto la notifica. Ora il Collegio decidera' se aprire un'istruttoria e quali misure devono accompagnare l'eventuale autorizzazione".
Lo afferma, a margine di un'audizione al Senato, il presidente dell'Antitrust, Antonio Catricala', parlando dell'acquisizione di Tirrenia da parte del gruppo Cin (Compagnia Italiana di Navigazione). Per legge, l'Authority per la concorrenza decide entro 30 giorni dalla notifica se avviare o meno un'istruttoria sull'operazione; nel caso di avvio, poi, ha tempo 45 giorni per concludere l'istruttoria

Liparische Inseln - Salina (Viaggio nelle Eolie con i video di PMMEDIA1)

Prosegue con questo video il viaggio nelle nostre Eolie. Un viaggio-video realizzato da PMMEDIA1 e che vi proponiamo nella lingua originale.
Oggi: Salina

Lo "scippo" della nave isola di Stromboli e l'iniziativa di La Cava (NGI) sulla Gazzetta del sud di oggi

La veloce "Isola di Stromboli" sostituita dal vetusto "Antonello"  
Salvatore Sarpi
Lipari
«Un ulteriore scippo è stato commesso ai danni del territorio eoliano». Lo sottolinea l'assessore ai trasporti del comune di Lipari Corrado Giannò in una lettera al ministro Matteoli, all'assessore regionale Russo, al commissario di Tirrenia e Siremar, D'Andrea e al direttore generale di Siremar Casagrande. A far insorgere l'assessore la decisione della Siremar di sostituire, proprio all'inizio della stagione estiva, la nave veloce "Isola di Stromboli" con il vetusto e lento "Antonello da Messina". Ufficialmente la nave veloce è andata in cantiere per manutenzione e non si sa quando potrà essere reintegrata sulla linea Milazzo-Eolie e viceversa.
«L'allontanamento della nave "Isola di Stromboli", all'inizio della stagione estiva – scrive Giannò – viene a determinare per il nostro territorio una gravissima situazione che produrrà enormi danni all'economia eoliana» . Il tutto va a fare coppia con «il depauperamento ed il malfunzionamento dei mezzi della società Siremar che, con le continue soppressioni di corse, hanno causato una serie di cancellazioni di viaggi nel nostro Arcipelago da parte dei tour operators».
Nel protestare per tale operazione posta in essere alla vigilia della stagione turistica l'assessore chiede «di conoscere i tempi della mancanza del predetto mezzo».
Intanto L'imprenditore Sergio La Cava dellacompagnia di navigazione Ngi (Navigazione generale italiana) ha inoltrato ufficiale richiesta di autorizzazione all'assessorato regionale dei trasporti affinchè sui mezzi della sua società i nativi dell'arcipelago sparsi nel mondo possano, nel momento in cui fanno ritorno nelle isole Eolie, vedersi applicata la "tariffa residenti". «Ciò-ha evidenziato La Cava- al fine di riconoscere doverosa parità di trattamento tra chi è stato costretto per necessità a lasciare le proprie radici e chi risiede stabilmente nelle Eolie e ai quali viene garantito il diritto alla mobilità con una tariffa agevolata rispetto ai non residenti».

mercoledì 8 giugno 2011

A Lipari nasce la ludoteca "Arcobaleno". Dopodomani l'inaugurazione

Carissimo direttore,
con la presente vorrei invitare tutte le mammine all'inaugurazione della nuova ludoteca "Arcobaleno" che sarà gestita dalla cooperativa Ad Maiora dopodomani 10 giugno alle ore 18,00 a Lipari nei locali della ex House
Service dove per intenderci c'era la palestra di Del Bono...un luogo colorato, divertente e sicuro dove i bimbi potranno giocare in allegria e in assoluta tranquillità grazie alla presenza di operatrici qualificate...c'è anche un grazioso giardino con una piscinetta esterna ed un divertentissimo gonfiabile!!!!!!!
Si può arrivare anche in macchina, sia imboccando la stradina che si trova subito dopo l'Edilcisa (direzione Pianoconte) o parcheggiare nella via Mendolita all'altezza del Residence Mendolita e scendere a piedi...
Apertura dal lunedì al sabato dalle ore 8,00 alle ore 18,00 con possibilità di concordare su richiesta anche un servizio al di fuori del normale orario di apertura per le mamme che lavorano la sera ad esempio o anche la domenica...Tariffe alla portata di tutti!!!!!!!Si organizzano anche feste di compleanno...

Salina: i Carabinieri arrestano un residente a Leni per detenzione di sostanze stupefacenti e due cittadini di nazionalità marocchina per resistenza a P.U..

COMUNICATO STAMPA
Prosegue l’attività di prevenzione a cura dei Carabinieri della Compagnia di Milazzo e delle Stazioni dipendenti che, in questi giorni, hanno intensificato l’azione di monitoraggio del territorio ponendo maggiore attenzione in quelle aree ove si manifestano con maggiore frequenza fenomeni delinquenziali al fine di garantire a cittadini e turisti adeguati livelli di sicurezza.
In tale contesto, proprio nel corso della nottata appena trascorsa, i Carabinieri della Stazione di Santa Marina Salina (ME), in Malfa, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per resistenza a P.U., due persone di nazionalità marocchina, identificati in GBALI Mohamed, nato in Marocco, cl. 1987, residente in Reitano (ME), ma domiciliato in Leni (ME), con precedenti di polizia e SABIHI Kamal, nato in Marocco cl. 1989, residente a Malfa.
A fare scattare l’intervento dei militari dell’Arma è stata una telefonata anonima effettuata da un privato cittadino alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Milazzo che ha immediatamente interessato le pattuglie in servizio esterno di prevenzione.
I Carabinieri sono quindi prontamente intervenuti in quella Piazza Immacolata rintracciando i due giovani, che per opporsi all’intervento dei militari, aggredivano gli operanti colpendoli con spintoni e calci, ma venivano bloccati e tratti in arresto.
Stante la flagranza di reato per GBALI Mohamed e SABIHI Kamal scattavano le manette. Gli stessi dovranno rispondere di resistenza a P.U.
I prevenuti, dopo le formalità di rito e su disposizione dell’A.G. sono stati accompagnati presso le propria abitazione in regime degli arresti domiciliari
Nel pomeriggio di ieri, sempre i Carabinieri della Stazione di Santa Marina Salina, nell’ambito di una campagna di intensificazione dei servizi di prevenzione, hanno eseguito una particolare attività finalizzata alla prevenzione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Nel corso del servizio, i militari dell’Arma hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, il 44enne DONATO Fabio cl. 1966, nato e domiciliato in Leni (ME), per detenzione di sostanze stupefacenti.
I Carabinieri, durante un controllo dei passeggeri che sbarcavano dall’aliscafo proveniente da Milazzo, hanno notato che il DONATO Fabio mostrava segni di insofferenza.
A quel punto, insospettiti, hanno pertanto proceduto alla perquisizione personale, rinvenendo, ben occultati, circa 40 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish” e circa 20 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, già suddivisi in due involucri di cellophane.
Stante la flagranza del reato DONATO Fabio è stato quindi tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti.
La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro.
Dopo le formalità di rito, il prevenuto è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

Trasporto rifiuti da isole minori. Lo Schiavo sollecita erogazione somme mancanti


Una lettera è stata inviata dal sindaco Massimo Lo Schiavo (coordinatore regioanle ancim) a diversi organismi per ottenere le somme mancanti per il trasporto rifiuti via mare. La lettera ha per oggetto  "Finanziamento Regionale Trasporto Rifiuti Solidi Urbani dalle Isole Minori alla Sicilia".

Si apprende dagli organi di stampa della lodevole iniziativa della Commissione Bilancio dell’Ars riguardante l’approvazione dello stanziamento di cui in oggetto.
Con la presente desidero comunicare che le somme utilizzate in passato per detto servizio ammontavano a circa 6 milioni di euro l’anno, evidenziando quindi che ad oggi mancano quindi circa 1,8 milioni di euro per assicurare il trasferimento dei R.S.U. dalle Isole alla Sicilia.
Desidero chiedere alle SS.LL. Ill.me pertanto, che siano stanziate le esatte somme, in quanto nessun comune sarà in grado di sopperire agli importi mancanti.
Quanto sopra viene richiesto al solo fine di scongiurare che i rifiuti possano giacere in futuro per mesi sui nostri territori, in attesa di ulteriori provvedimenti tampone, che comunque avranno già creato situazioni di disagio, nonché danni di tipo economico, sociale e sanitario alle realtà insulari.
Certi di un positivo accoglimento, si porgono cordiali saluti.

        Il Sindaco di Santa Marina Salina
           Coordinatore ANCIM Sicilia
     Massimo Lo Schiavo