Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 26 maggio 2012

Sannino, prossimo allenatore del Palermo in vacanza alle Eolie. Dalla prossima settimana

calciomercato.com
Che Beppe Sannino sarà il prossimo allenatore del Palermo è il segreto di Pulcinella, tant'è vero che la telefonata 'indagatoria' di De Laurentiis è sfociata in un nulla di fatto. Si attende soltanto il disbrigo delle ultime formalità per l'annuncio ufficiale.
Intanto, però, l'attuale tecnico del Siena (ancora per poco) la prossima settimana sarà in Sicilia, più precisamente alle isole Eolie: Sannino infatti ha accolto l'invito del sacerdote Don Lio Raffaele per un incontro con i ragazzi della parrocchia incentrato sullo sport e il fair-play.

A FIMMINA e U MARI ! di Giovanni Giardina 26-05-2012

E’ un bocciuolu, e’ na rosa,  e’ na fonti  di  frischizza,
quannu sboccia fasci odori,  quannu sicca, ‘nta  munnizza.
Si la sienti ‘nnammurata;  gira i  spaddi,  cancia  strata,
usa l’arti, a minigonna, prima  illudi e poi  t’inganna.

Juornu  e notti va  giriannu, tutti i doti  va  mustrannu,
para u  chiaccu   pu cunigghiu, ed aspetta quannu  n’gagghia .
Fasci a Santa,vasci a  missa….finu a quannu  trova o fissa.
Finalmenti  e’ maritata!!!.………accumincia  la Traviata !!!

‘Un ci spiari mai chi fasci,  si vo stari n’santa pasci,
idda spenni, idda spanni, va accattannu a tutti vanni
sa cuminci  a cuntrariari……sunnu  cazzi  di cacari
nun supporta ca t’impicci, fasci cuosi, mancu i pacci.

Cumu o diavulu  ti tenta,… voli  sordi….. e ssu  tanti,
quannu  vidi ca nun sienti, nesci l’ugna,mustra i dienti,
vusci , sciarri tutti i jorna,….su dulura…..sunnu corna .
Ci riprova,  tonn’ alliscia,………alla fini  poi  ti piscia.
.
L’omu ormai e’ risaputu,  prima i nasciri e’curnutu !
Chista e’ a vita e u campari! Ed allura c’hamu a fari ???
Si vulimu iri avanti…..tutti i dui  sunnu  importanti,
servi a fimmina,….servi u mari….‘unni  resta chi  cantari :
                             Malidittu quannu fu,
                             ca  mi vosi  maritari,
                             mi puti’a  jttari a mari
                             e ‘un si nni parlava cchiu’!

Ispettori della Regione verificano operato di componenti dell'Ufficio Urbanistica di Lipari

Gli ispettori della Vigilanza Urbanistica dell’Assessorato regionale al territorio e ambiente al Comune di Lipari per verificare l’operato di vari componenti dell’Ufficio Urbanistica dell’ente, indagati per reati vari, in relazione alla demolizione e ricostruzione di un fabbricato situato nella zona panoramica di Monte Rosa. Un intervento edilizio effettuato da G.A. , un semiresidente nell’isola, che in base alla consulenza tecnica disposta dalla sezione distaccata del Tribunale di Lipari non può essere qualificata come fedele ricostruzione ma come nuova costruzione; ciò, sebbene in conformità all’autorizzazione edilizia rilasciata ma eccedente, rispetto alla sagoma e alla volumetria originaria di 400 mc. , per altri 450 mc. . Una sproporzione che si intenderebbe, verosimilmente, far passare come volumi tecnici. Gli ispettori della Regione intendono fare luce anche su un altro aspetto: Nel 2005 , G.A. in seguito al riscontro di un illecito aveva richiesto al Comune la concessione della sanatoria ma nell’aprile del 2011 gli veniva rilasciata una concessione edilizia, la n° 26/2011, nella quale il Dirigente del III settore dichiarava di dispensare la ditta dal rispetto delle normativa in ordine alla valutazione d’incidenza ex art. 5 dpr 375/95. Un’abitante della zona , Elisabetta Bruno Natoli, determinata ad andare fino in fondo alla questione, non potendo impugnare la concessione edilizia al Tar per decorrenza dei termini, ha avviato una causa civile dinnanzi il tribunale di Lipari per fare accertare la sussistenza di una serie di violazioni di legge. Il Ctu, del Tribunale, come si è visto, frattanto ha accertato ed evidenziato come il fabbricato non rispetta la volumetria di quello demolito. Da indiscrezioni sarebbe stato richiesto il cambio di destinazione d’uso del fabbricato così come realizzato per finalità alberghiere

Lunedì prima seduta del nuovo consiglio comunale

Si riunirà dopodomani alle 10,00 il  nuovo consiglio comunale di Lipari. Come da regolamento è stato convocato dal presidente uscente Pino Longo.
Previsto il giuramento dei consiglieri eletti nelle amministrative del 6 e 7 maggio 2012;  l'insediamento del consiglio comunale; l’ esame delle condizioni di eleggibilità dei consiglieri; al terzo punto eventuali surroghe dei consiglieri comunali;  l’ esame di eventuali situazioni di incompatibilità e l’elezione del Presidente del consiglio comunale. 
Salvo colpi di scena Presidente dovrebbe essere eletto Adolfo Sabatini (Nuovo Giorno). Vice Presidente Daniele Orifici(FLI)

Filicudi: Mafiosi in soggiorno obbligato. Accadde 41 anni fa

FILICUDI E MAFIOSI IN SOGGIORNO OBBLIGATO:  41 anni fa si verificò lo sbarco che fece insorgere tutta la popolazione eoliana, mentre i filicudari abbandonarono l'isola in "mano ai mafiosi". 
Da questo evento, come ricorderete, è stato realizzato un libro dal dottor Giuseppe La Greca.  "LE GIORNATE DI FILICUDI 26 maggio 1971, la prima rivolta contro la mafia in Sicilia". La prefazione al libro è del dottor Pietro Grasso
Ecco cosa scrive Grasso nella prefazione:
A quarant’anni dai fatti, l’autore ricostruisce gli eventi svoltisi nel 1971 a Filicudi, isola siciliana nell’arcipelago delle Eolie dove la popolazione si ribellò, per la prima volta in Sicilia, alla decisione di destinarvi 15 boss mafiosi in soggiorno obbligato. 
Si trattava di personaggi del calibro di Tano Badalamenti, Mario Brusca, John Bonventre, Rosario Terrani e molti altri.Dopo una breve premessa di carattere storico l’autore ripercorre gli eventi, arricchendola con le cronache e i servizi speciali pubblicati dalla stampa del tempo.
Il volume contiene anche un approfondito capitolo sull’isola di Linosa, altro luogo destinato a soggiorno obbligato nello stesso periodo
Vi proponiamo alcune foto




L'associazione "Per Canneto" scrive al sindaco Giorgianni

All'ill.mo Signor SINDACO
del Comune di:
LIPARI
La squadra,  per dar vita ad una vera amministrazione  per le  nostre isole  e' pronta e l'associazione “per Canneto”  sente il dovere di palesare  il più vivo compiacimento,  sia per la sua  elezione a primo cittadino sia per la nomina dei  suoi collaboratori. Nel contempo, formula   i migliori auguri di buon lavoro  e ringrazia, per aver già concordato  con le ditte operanti sulla marina Garibaldi di canneto, la sospensione a fine maggio dei  lavori attualmente in corso. Sicuramente,  la giusta decisione permette  a tutti gli operatori, alberghieri, extralberghieri, ristoratori e titolari di altre attività, di operare nella imminente stagione turistica, con serenità e senza problemi e consente a  turisti e a noi cittadini dell'isola di usufruire, come al solito,  della splendida Piazza San Cristoforo e della spiaggia che il buon Dio ha voluto consacrare a questa frazione

                            Antonino Giardina
                       presidente dell'associazione “PER CANNETO

Esercitazione Antincendio nel porto di Sottomonastero a Lipari

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO - GUARDIA COSTIERA
LIPARI
 COMUNICATO STAMPA

Una bella prova di coordinamento tra Istituzioni ed efficienza del sistema dell’emergenza portuale, è stata data ieri, nel corso di un’esercitazione antincendio, organizzata dalla Guardia Costiera di Lipari, presso la banchina commerciale del Porto di Sottomonastero.
Tutto si è svolto nella rapida tempistica che queste situazioni di emergenza richiedono;  infatti, alle ore 19.00 dalla Sala Operativa di Circomare Lipari è stato lanciato l’allarme per un grave incendio, realisticamente simulato a bordo di una delle unità (la M/n GREEN LIPARI), nave che normalmente staziona, appunto, presso la struttura portuale eoliana.
Dopo l’avvio delle operazioni di soccorso, coordinate dal Comandante del Porto Tenente di Vascello Cosimo BONACCORSO, immediato è stato l’intervento della Motovedetta CP 823, di due mezzi dei Vigili del fuoco del Distaccamento di Lipari e dell’unità mobile di soccorso del 118.
Nell’arco di venti minuti dall’inizio dell’esercitazione, l’incendio era stato già domato, il naufrago recuperato a bordo della Motovedetta della Guardia Costiera e il ferito, rimasto ustionato dalle fiamme, soccorso dall’equipaggio dell’ambulanza.
L’esercitazione di oggi, che si inserisce nell’ambito di una serie di esercitazioni programmate dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, è finalizzata all’innalzamento degli standard di sicurezza portuale, salvaguardia della vita umana a mare e per la tutela della pubblica incolumità.
IL COMANDANTE
 T.V. (CP) Cosimo BONACCORSO

Al "Cantiere" della Sinistra eoliana proiezione del film "IN UN ALTRO PAESE" di Marco Turco e Vania Del Borgo

In occasione dell'anniversario della strage di Capaci, avvenuta il 23 maggio 1992, in cui persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie e tre uomini della scorta, seguita a breve distanza dall'altro vile attentato al giudice  Paolo Borsellino, la Sinistra Eoliana organizza la proiezione del film "IN UN ALTRO PAESE" di Marco Turco e  Vania Del Borgo
Tratto dal libro dell'americano Alexander Stille "Excellent Cadavers: The Mafia And The Death Of The First Italian Republic",del 1995, il documentario narra la storia della mafia e dei suoi intrecci con la politica dalla Prima Repubblica ai giorni nostri.

Appuntamento DOMENICA 27 MAGGIO ALLE ORE 18:00  al CANTIERE (via Umberto I  angolo via Garibaldi)

Auguri a

Gli auguri oggi sono per Rosaria Restuccia e Mihaela Cristea
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

venerdì 25 maggio 2012

ORGANIZZA PER:
VENERDI 25 MAGGIO
DEGUSTAZIONE DI RISOTTI.. DESSERT DELLA CASA
INCLUSO DI VINO E ACQUA - € 18,00

SABATO 26 MAGGIO
ANTIPASTI MISTI DI PESCE
...PRIMO PIATTO...
TAGLIOLINI FRESCHI IN CARBONARA RIVISITATI DI PESCE ...
SECONDO PIATTO...
FILETTI DI TONNO IN AGRODOLCE CON SCAGLIE DI MANDORLE 

DESSERT DELLA CASA - € 25.00

DOMENICA 27 MAGGIO
SI ORGANIZZA NEL GIARDINO ESTERNO
...HAPPY WINE...

CON UN BUFFEET DI PIATTI FREDDI E CALDI - € 15,00
 Prenotazioni  Tel 090/9814270  Info 33829095

SI RICORDA IN OLTRE CHE SI ORGANIZZANO BANCHETTI PER COMUNIONI.. BATTESIMI..
E COMPLEANNI

PROVINCE: ALTRO CHE ABOLIRE, ECCO LE PROPOSTE IN PARLAMENTO PER CREARNE ...

PDL: BERLUSCONI, CORRO PER QUIRINALE? FARO' QUEL CHE DICE PARTITO

Rese note le deleghe. L'augurio di Pavone agli assessori

Carissimi Assessori neoeletti, ho letto le deleghe che vi sono state assegnate.Sono abbastanza corpose e richiedono molto impegno,dedizione,vocazione. E’ mio desiderio augurarvi  un sincero e un sincero  Buon Lavoro, che sia ricco di grosse soddisfazioni e di raggiungimento di proficui traguardi nell’interesse di noi tutti eoliani.Sono convinto che ognuno di voi saprà rendere un servizio responsabile,  professionale.
Cordialmente. Prof. Bartolo Pavone.

Assegnate dal sindaco Giorgianni le deleghe agli assessori

ATTO /DETERMINA N. 52 /2012
OGGETTO: ASSEGNAZIONE ATTRIBUZIONI DELEGATE ALLA GIUNTA COMUNALE NOMINATA CON ATTO N.47 del 21.05.2012
IL SINDACO
RICHIAMATO l’atto sindacale n.47 del 21.05.2012, con il quale si è proceduto alla nomina dei componenti la Giunta Comunale , a termine dell’art. 12, comma 1, della L.R. 26 agosto 1992, n. 7, e s.m.i.;
VISTO l’art.12 della precitata legge regionale, inerente alla Giunta Comunale, in particolare i commi 1 e 8;
VISTO che il richiamato comma 8 testualmente recita “Il Sindaco può delegare a singoli assessori, con apposito provvedimento, determinate sue attribuzioni”
RITENUTO dovere procedere agli adempimenti di cui sopra, per garantire la necessaria operatività per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dall’Amministrazione ed in armonia con il programma politico-amministrativo, nell’interesse dell’Ente rappresentato;
D E T E R M I N A
La narrativa che precede è parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.
Di assegnare, ai sotto elencati componenti la Giunta Comunale, le attribuzioni delegate appresso specificate:
MASIN Federica
Trasporti - Turismo, Spettacolo e Sport - Beni e Affari Culturali - Decentramento Isole Minori.
LAURIA Bartolo
Servizi Demografici ed Elettorali - Polizia Municipale - Viabilità e Traffico - Aree e Spazi Pubblici - Annona e Commercio - Servizi Cimiteriali.
BIVIANO Giacomo
Bilancio e Finanze - Tributi - Programmazione - Sviluppo Economico - Sportello Unico - Solidarietà e Servizi Socio-Sanitari - Affari Generali ed Eventi- Beni Ambientali.
BERZIOLI Gabriella
Pubblica Istruzione e Biblioteca - Edilizia Scolastica - Patrimonio - Ecologia e Servizi r.s.u. - Servizi Idrici, Elettrici e Fognari - Arredo Urbano e Verde Pubblico - Decentramento Frazioni Lipari.
Vengono trattenute dal Sindaco le seguenti attribuzioni :
LL.PP. - Urbanistica - Portualità - Industria - Artigianato - Pesca - Edilizia Economica e Popolare - Legale e Contenzioso - Rapporti Istituzionali - Personale - Politiche Giovanili - Servizi Informatizzazione - Rapporti con la Stampa.

Monsignor Miccichè. Lettera aperta della signora Aurelia Costa D'Albora

A Sua Eccellenza
Francesco Miccichè
Vescovo ed Arcivescovo di Trapani
Eccellenza reverendissima,Monsignore Carissimo,
 mi scuserà se le riservo poche righe a testimonianza di questa triste vicenda che ingiustamente La vede coinvolto.
Desidero mostrarle al contrario tutto l'apprezzamento e la gratitudine che Le appartiene, per la sensibilità e la partecipazione ai problemi della nostra gente e per il grande affetto che ha avuto per questa terra eoliana che porta il ricordo di un Padre amorevole,giusto e operoso anni or sono.
La realtà nella quale dopo è stato chiamato ad operare è vasta e molto piu' complessa della nostra, una grande comunità sicuramente a tratti arida e tortuosa ma che con i Suoi progetti innovativi alimentati da Cristo è riuscito a far rifiorire agli occhi di tutti, giovani e adulti ed anche ai miei.
L'estenuante lavoro,la tenacia e l'amore che lo ha contraddistinto non trova riscontro in questa assurda circostanza priva di giustizia sociale e principalmente assente da esempi per le nuove generazioni.
Il nodo ancora stretto che tenta di soffocare ogni giorno l'onestà e la nobiltà di tante comunità deve trovare solidarietà in noi fedeli,uniti umilmente contro la vanità e la sete di potere come il costante esempio da Ella mostrato con il Suo sempre splendido operato.
Aver impattato nei "vitelli d'oro", che sottraggono coscienza oltre che alla gente comune anche a volte nel mondo del clero, non deve farci vacillare per non lasciare spazio alla vanità,avidità e potere che restano gli idoli che sostituiscono gli insegnamento di Dio Padre.
Il mio piu' grande augurio è quello che vengano cercate e poi trovate coscienza e giustizia,per distinguere attraverso la forza della preghiera di Dio Padre, le responsabilità reali per un prossimo ravvedimento.
La Sua prova oggi è la prova di tutti noi che la portiamo nei nostri cuori.Grazie ancora per essersi dato.
Un forte abbraccio pregando insieme per lei.
Affettuosamente,
Aurelia Costa d'Albora

LAVORO: CARTA PER LE PARI OPPORTUNITA', AL VIA TAVOLO REGIONALE

Sara' presentato martedi' 29 maggio a Catania a partire dalle 10, nelle sede della Presidenza delle Regione, in via Beato Bernardo 5, il Tavolo Regionale della Sicilia per la promozione della "Carta per le pari opportunita'". L'evento, organizzato dall'ufficio della Consigliera regionale di Parita', Natalina Costa, rientra nel programma del Fondo Sociale Europeo per la diffusione della "Carta" nelle Regioni Obiettivo Convergenza e sara' aperto dai saluti del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, e del sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli; avviera' i lavori Natalina Costa.
La sessione entrera' nel vivo con l'intervento di Giuditta Tiberi, componente dell'Ufficio della Consigliera Nazionale di Parita' e delegata del Ministero del Lavoro, che illustrera' "La Carta per le Pari Opportunita'-Politiche attive"; a seguire sul tema "Fondo Sociale Europeo, asse pari opportunita' e non discriminazione" sara' la volta di Marco Buemi dell'Unar (Ufficio nazionale anti discriminazioni razziali) e di Ruggero Bodo della Fondazione Sodalitas che si soffermera' su "Progetto Fse per la diffusione della Carta Pari Opportunita'". Giovanna Nicotra dell'Aidda (Associazione imprenditrici e donne dirigenti d'azienda) indichera' "La missione e le attivita' del tavolo regionale", seguiranno gli interventi dei partner sostenitori dell'iniziativa, associazioni datoriali, istituzioni e sindacati.
Il convegno sara' concluso dalla cerimonia di sottoscrizione di nuovi aderenti.
La Carta per le pari opportunita' e' una dichiarazione di intenti, sottoscritta volontariamente da imprese di tutte le dimensioni, per la diffusione di una cultura aziendale e di politiche delle risorse umane inclusive, libere da discriminazioni e pregiudizi, capaci di valorizzare i talenti in tutta la loro diversita'. A livello nazionale la "Carta" e' gia' stata sottoscritta da 296 aziende per un totale di 600 mila dipendenti, in Sicilia vi hanno aderito, tra gli altri, comuni e province, Confindustria Sicilia, Gesap, Unicoop e sindacati.
La Carta e' promossa da Aidda (Associazione imprenditrici e donne dirigenti d'azienda), Aidaf (Associazione italiana delle aziende familiari), Impronta Etica, dalla Fondazione Sodalitas, da UCID e dall'Ufficio Nazionale della Consigliera di Parita' con l'adesione dei Ministeri del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e per le Pari Opportunita'.
Curati dal Comitato promotore della "Carta" i Tavoli Regionali (sono gia' operativi in Emilia Romagna, Sicilia, Calabria, Puglia, Campania e Lombardia) nascono per incoraggiare, promuovere e favorire la diffusione sul territorio della "Carta per le pari opportunita' e l'uguaglianza sul lavoro" ed hanno per finalita' principali la sensibilizzazione sul tema della pari opportunita' e dell'uguaglianza sul lavoro, la promozione dell'adesione alla Carta e l'accompagnamento delle imprese nell'attuazione degli impegni.
Il Tavolo Regionale, infine, contribuisce all'individuazione di strumenti di monitoraggio del processo di adesione a livello locale in grado di rilevare le specificita' territoriali e mettere in evidenza congruita' e difformita' tra i diversi territori.

Vulcano. Giovane arrestato per furto aggravato

Venticinquenne arrestato dai Carabinieri per furto. Nella nottata di ieri, nell’ambito dei servizi di prevenzione volti al contrasto dei reati di natura predatoria, i Carabinieri della Stazione di Vulcano hanno arrestato un 25enne palermitano, in quanto responsabile di furto aggravato.
In particolare, i militari della pattuglia dell’Arma, sono intervenuti in località Marina di Vulcanello, a seguito di una segnalazione di furto perpetrato all’interno in una roulotte parcheggiata nella predetta località.
Le immediate indagini dei Carabinieri si sono subite concentrate sul giovane, originario di Palermo, ma di fatto domiciliato in un residence dell’Isola.
In particolare, i Carabinieri hanno accertato che il predetto, dopo aver forzato la porta di accesso della roulotte, si era impossessato di un personal computer e di altro materiale informatico che aveva poi trasportato e nascosto nella propria abitazione. L’immediato intervento dei Carabinieri, che hanno perquisito l’abitazione del prevenuto, ha consentito di recuperare l’intera refurtiva asportata.
A finire in manette, ALARIO Marco, cl. 1987, che deve adesso rispondere di furto aggravato.
La refurtiva interamente recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari.
Il Giudice del Tribunale di Milazzo, dopo aver convalidato l’arresto nel corso dell’udienza, ha disposto nei confronti del prevenuto la misura dell’obbligo di firma presso la P.G. di Palermo.

Accadde un anno fa

Vi proponiamo un articolo da noi pubblicato lo scorso anno, nello stesso giorno Pusher 17enne arrestato a Lipari dai Carabinieri: trasportava due chili di marijuana.

COMUNICATO STAMPA COMANDO PROVINCIALE DEI CARABINIERI
Efficace attività di repressione e contrasto allo smercio di droga quella portata a termine nella tarda mattinata di ieri dai Carabinieri della Stazione di Lipari, che hanno assicurato alla giustizia un 17enne originario del catanese, per detenzione illecita di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Il giovane, come detto, è stato sorpreso dai Carabinieri della Stazione di Lipari che stavano effettuando un servizio di prevenzione nei pressi dello scalo marittimo del centro eoliano, proprio in concomitanza con l’arrivo di uno dei tanti aliscafi provenienti dal porto di Milazzo.
Il prevenuto, identificato in L.R.A., nato ad Acireale (CT) cl. 1993, ma di fatto domiciliato a Viagrande (CT), studente, è giunto allo sbarco di Lipari intorno alle ore 12.00 di ieri, con un grosso zaino sulle spalle. Una volta sbarcato sulla terraferma, L.R.A è stato immediatamente sottoposto a controllo da una pattuglia di militari della Stazione Carabinieri di Lipari, i quali, anche in vista dell’approssimarsi della stagione estiva, hanno intensificato i servizi di prevenzione e contrasto dei reati nei pressi dello scalo marittimo isolano, al fine di assicurare sempre migliori standard di sicurezza a cittadini e turisti.
In particolare, alla richiesta dei documenti, il giovane ha subito cambiato l’espressione del viso lasciando intendere ai Carabinieri che qualcosa non andava. Dall’immediata perquisizione dei bagagli, in effetti, il 17enne aveva di che preoccuparsi; i Carabinieri, tra gli effetti personali, hanno infatti rinvenuto un grosso involucro, che da un più attento esame è risultato contenere circa due chili di sostanza stupefacente del tipo marijuana. A quel punto, con l’accusa di detenzione illecita ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, il minore è stato quindi condotto presso il Centro di Prima Accoglienza per i Minori di Messina.

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE ON. NANNI RICEVUTO SULL’ANNUNCIATA RIMODULAZIONE DELEGHE DELLA GIUNTA PROVINCIALE

“Il presidente on. Nanni Ricevuto, a precisazione di quanto impropriamente riferito, comunica di avere espresso già ieri, nel corso dell’incontro avuto con i consiglieri provinciali della maggioranza, solo l’intenzione di rimodulare le deleghe assessoriali per procedere, in raccordo con le forze politiche che sostengono l’Amministrazione, ad un forte rilancio dell’azione di governo che deve divenire ancora più incisiva in quest’ultimo periodo del mandato conferito dagli elettori”.
 Il presidente della Provincia regionale
  on. Nanni Ricevuto

IMU a Lipari. Il comunicato di Rando, funzionario responsabile servizio tributi

Gentile direttore, Le chiedo di pubblicare il seguente messaggio sul suo notiziario.
 Sul sito istituzionale del comune (www.comunelipari.it), nella pagina iniziale, è stato inserito un servizio di calcolo dell’IMU a disposizione di tutti i contribuenti del Comune di Lipari.
Il servizio dà la possibilità di calcolare l’IMU, controllare le rendite accedendo direttamente all’Agenzia del territorio digitando il codice fiscale ed una sottopassword con servizio vocale, stampare in tre copie il modello di pagamento F24 con inserito il codice comunale E606.
 Fiducioso di fare cosa gradita ai contribuenti, distinti saluti
 Francesco Rando Funzionario Responsabile Servizio Tributi

Vento eoliano e UGL Giovani Messina chiedono uno "Sportello impresa" per la pesca


Alla c.a.  del Sindaco del Comune di Lipari Dott. Marco Giorgianni
E p.c.  Al presidente del Consiglio del Comune di Lipari



OGGETTO:  Istituzione presso il Comune di Lipari di uno “Sportello Impresa” per la pesca.
In seguito alle numerose sollecitazioni a noi pervenuteci  dalla marineria eoliana, sempre più angustiata a causa delle innumerevoli restrizioni normative che negli ultimi anni hanno ridotto la categoria dei pescatori  in  alquanto precarie condizioni economiche, il Movimento civico “Vento Eoliano ”
chiede
-  l’istituzione presso il Comune di Lipari di uno “Sportello Impresa ” per la pesca che fornisca e pubblicizzi tutte le informazioni necessarie per attuare le iniziative di riconversione ed ottenere i relativi finanziamenti, al fine di attenzionare e di proporre soluzioni pratiche  ai problemi che affliggono uno dei settori  di sviluppo economico delle nostre isole.
- l’introduzione di una commissione consiliare che si occupi nello specifico di pesca e questioni attinenti afferente la 4° commissione.
Fiduciosi di una vostra rapida risposta, cogliamo l’occasione per porgere
Distinti saluti
 Dott. ssa  Annarita Gugliotta (Consigliere comunale Vento Eoliano)
Avv. Francesco Rizzo (Fondatore Vento Eoliano) 
Avv.  Felice Panebianco  (Segr. Prov. U.G.L. Giovani Messina)     

"Non esiste una Fedederalberghi Lipari". La precisazione di Del Bono

Visti alcuni interventi sulle testate online che tirano in ballo la Federalberghi Eolie, non ravvisando in questa fase l’opportunità di dibattere online le questioni sollevate, ritengo comunque doveroso produrre alcune precisazioni.
Non esiste una Federalberghi Lipari. Esiste, da decenni, una Federalberghi delle Isole Eolie che attualmente associa circa 70 strutture.
Poi, stando alle notizie pubblicate su alcune testate online, in gennaio 2012 è stata costituita la delegazione Eolie di Confindustria Messina.
La nostra associazione – lo ha dimostrato fattivamente negli anni con la mia presidenza e con quella dei miei predecessori - si è sempre dimostrata collaborativa sia nei confronti delle varie amministrazioni che si sono succedute sia rispetto alle altre associazioni culturali e di attività produttive del territorio.
Pertanto, come sempre, massima disponibilità ed apertura, nel rispetto dei ruoli e del grado di rappresentatività dei vari soggetti coinvolti.
Christian Del Bono
E' stato smarrito un mazzo di chiavi con portachiavi in pelle, una chiave di colore viola ed una chiave di auto Fiat. Chiunque lo ritrovasse può contattare il 3319215333.

"Caso Miccichè". Lettera aperta a Benedetto XVI da un gruppo fedeli delle Eolie

Lipari, 25/05/2012
Beatissimo Padre,
diamo voce al popolo delle Eolie che ricorda con nostalgia i 9 (nove) splendidi anni del servizio pastorale di Mons. Miccichè in queste isole.
Abbiamo appreso con immenso dolore la decisione immotivata presa dalla Santa Sede di rimuovere il vescovo di Trapani interrompendo un servizio pastorale esaltante ricchissimo di iniziative che spaziano da quelle prettamente ecclesiali catechesi, liturgia, carità, a quelle culturali, prtate avanti da Mons. Miccichè con intelletto d' amore, con sapienza, con generosa dedizione, spendendo per essa le sue energie di mente e di cuore.
I giovani sono stati il suo assillo, per essi ha speso le sue migliori energie, ha avuto fiducia in loro, li ha incoraggiati, accompagnati, si è fatto fratello e padre, compagno di cammino, amico fedele.
Le malignità, le calunnie, le falsità che sotto la regia di un giovane rampante prete tutto preso dai suoi interessi materiali e con il pallino della carriera ecclesiastica a tutti i costi è stato lo strumento strategico di una campagna mediatica violenta, aggresiva, da stolking che ha trovato sponda in chi avrebbe avuto il dovere di verificare la verità prima di proporre alla Santità Vostra la decisione di un provvedimento così estremo e punitivo.
Come popolo santo di Dio che stimiamo ed amiamo il vescovo Francesco per la sua linearità, correttezza, amabilità, generosità nello spendersi per dio e per la Chiesa, chiediamo umilmente a Vostra Santità di poter sapere quali sono i motivi gravissimi che hanno motivato un così grave provvedimento.
Santità, siamo sconvolti, amareggiati, delusi per quanto sta avvenendo nella Chiesa dove chi si espone per proclamare con le parole e con la vita il Vangelo e cerca di contrastare in tutti i modi le strategie del maligno che sul territorio trapanese hanno come registro i poteri forti, la mafia e la politica corrotta non solo non ha vita facile, ma viene colpito mortalmente da chi nella Chiesa detiene il "potere".
Il nostro vescovo Francesco ha detto a tutti di accogliere nella fede questa durissima prova, ma a noi che lo abbiamo conosciuto, abbiamo con lui sofferto, pregato, operato perchè la Chiesa fosse profezia di speranza per tutti e avesse a cuore gli ultimi, i più indifesi, i giovani non è dato sapere perchè Mons. Miccichè è stato condannato come Gesù sulla croce, e la decisione presa da Vostra Santità, certamente informato malamente da chi aveva tutto l' interesse di colpire a morte Mons. Miccichè, ci appare assurda.
Ci chiediamo: ci sarà per lui, per noi tutti e non solo per la Chiesa di Trapani
l' alba del terzo giorno?
Vacilla la nostra fede.
Ci aiuti Vostra Santità  a non perderla.
                                                        
 UN GRUPPO DI FEDELI

Auguri a...

Gli auguri oggi sono per Lando Alduina e Bruno Ziino
 Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Provincia. Ricevuto azzera la giunta provinciale

Il presidente della Provincia regionale di Messina Nanni Ricevuto ha azzerato la Giunta provinciale; nei prossimi giorni saranno rimodulate le deleghe. Fino ad oggi gli assessori provinciali erano tredici.

Mostra a Lipari di Pino Pinelli


Continua la stagione del contemporaneo a Lipari, continua il dialogo attivo, limpido ed euforico con il tempo presente, con il suo linguaggio affascinante e complesso, ricco di stimoli e di sfide.
La Chiesa di Santa Caterina è ancora una volta lo spazio scelto per raccontare la contemporaneità, e lo fa narrando quarant’anni di lavoro di Pino Pinelli.
Antologica, mostra omnia, che rende omaggio agli elementi cari all’artista: lo spazio, il colore e la pittura. Apre la via alle cesure, a quel modo “interrotto” di comunicare il tempo, di organizzare “il luogo”, di animarlo, brulicante di piccole cromie significative ed autonome.
Pino Pinelli ha rappresentato la rottura degli schemi, la presa di coscienza di uno spazio aperto e non subordinato alle logiche della ratio.
E’ nel contesto volumetrico (nave-transetto-catino absidale) che affiora il Mito nel rimando agli ancestrali segni tracciati per rappresentare, per fissare la realtà.
Anticonformista e rigidamente distaccato dalla storia, attraverso le sue opere, Pinelli,  ritorna ad affermare la sua idea di arte come significante, arte come testimone tangibile del pensiero.
L’Isola, essa stessa geometria pura che non sfugge alla perfezione, dialoga con i suoi elementi e con il senso, profondo e lucido, dei rimandi all’infinito e all’indefinito delle opere dell’artista.  E lo fa attraverso il segno. Quello antico, degli artigiani dell’età del bronzo, con tazze, scodelle, vasi e olle finemente decorati, connubio svelato sul fondo della chiesa dove la luce spiazzante e centripeta illumina le Opere, facendole parlare, come in un racconto di viaggio,  senza lo scandire del tempo.

Inaugurazione Venerdi 1 Giugno –Chiesa di Santa Caterina – ore 11,30
Ingresso gratuito

In collaborazione con: Circuito del Mito – Assessorato Regionale al Turismo – Assessorato Regionale ai Beni Culturali e all’Identità siciliana- Parco archeologico delle Isole Eolie, di Milazzo, Patti e Comuni Limitrofi - Comune di Lipari
Michele Benfari
Dirigente del Museo Archeologico Regionale “ Luigi Bernabò Brea”

La "Consulta giovanile comunale" ha incontrato il sindaco Giorgianni

Giorno 24 Maggio il Comitato Promotore per la Costituzione della “CONSULTA GIOVANILE COMUNALE” ha incontrato il Sindaco del Comune di Lipari, Marco Giorgianni per discutere in termini propositivi alla costituzione della “CONSULTA GIOVANILE COMUNALE” quale organo rappresentativo del mondo giovanile permettendo a tutti i giovani essere “parte attiva” di questa Amministrazione Comunale.
PARTE ATTIVA:
fornendo pareri sugli atti di programmazione dell’Amministrazione Comunale che riguardano il mondo giovanile;
elaborando proposte di atti da sottoporre ai competenti organi inerenti le tematiche giovanili;
elaborando annualmente progetti di intervento per i giovani da sottoporre alla Giunta Comunale per l’approvazione e i relativi finanziamenti.
Il Sindaco Giorgianni con grande entusiasmo e disponibilità si impegna ad attivarsi e riconosce l'iniziativa come un’opportunità per le fasce di popolazioni più giovani e l’Amministrazione, per sostenere la partecipazione degli stessi alle iniziative del comune tenendo in particolare considerazione la formazione e l’occupazione giovanile.
Il Presidente del Comitato
Dimitri Greco

giovedì 24 maggio 2012

Le bugie hanno le gambe corte. Comunicato PDL Eolie

COMUNICATO PDL
In riscontro alla nota del Sig. Lucio Raffaele, persona colta e preparata, si precisa che lo stesso invece di farsi dire o riferire  da chi che sia,  farebbe meglio a recarsi personalmente presso gli uffici preposti del Palazzo Municipale di Lipari così da prendere visione di tutti gli incartamenti necessari a far capire chiaramente, chi realmente ha prodotto debiti e di chi con grandi sacrifici, vedi Amministrazione precedente, ha provveduto a ripianarli.
                                                                                                           Coordinamento della PDL

Darsena. IL CGA DA RAGIONE AL COMUNE DI SANTA MARINA SALINA


COMUNICATO STAMPA

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Siciliana, con propria sentenza dell’11 gennaio 2012, depositata in segreteria il 23 maggio 2012, ha accolto il ricorso del Comune di Santa Marina Salina relativo all’affidamento ad un privato della darsena turistica da parte dell’Assessorato Territorio e Ambiente, sancendo la non titolarità dell’attuale concessionario a poter gestire il bene.

“Sono davvero soddisfatto di questa decisione del C.G.A. che, finalmente, sancisce ciò che da cinque anni abbiamo ribadito in tutte le sedi istituzionali e in tutti i tribunali amministrativi” commenta il Sindaco Lo Schiavo “ e cioè che l’affidamento della darsena turistica era avvenuta in modo del tutto non idoneo. Oggi è un gran giorno di vittoria per il Comune di Santa Marina Salina perché, grazie a questa sentenza, e alla luce di quanto previsto dall’art. 26 della Legge 12 luglio 2011, n. 12, il nostro Comune sarà pienamente coinvolto nel processo decisionale di affidamento e non più semplice spettatore passivo dell’attività economica di questo importante infrastruttura. Riteniamo, infatti, che solo il Comune possa garantire una corretta gestione che non abbia come fine il solo aspetto economico, ma che tenga soprattutto in considerazione i molteplici fattori che ruotano attorno al porto, che per un isola è fondamentale, quali la tutela dei residenti, dei pescatori e soprattutto la capacità imprenditoriale di veicolare un turismo nautico nei periodi di bassa stagione”.
“Desidero ringraziare”continua il Sindaco Lo Schiavo “ gli avvocati Claudio Rugolo e Giuseppe Gitto che hanno seguito con grande attenzione e scrupolo tutto il procedimento amministravo”

La vicenda in questione nasce all’indomani dell’affidamento del porto turistico da parte dell’ARTA all’attuale gestore nel 2006, nonostante la gara espletata nel 2004 fosse stata prima sospesa, poi annullata dall’Assessorato stesso, ed infine affidato con la C.D.M. 121/08. L’Amministrazione Lo Schiavo da subito ha intrapreso una serie di iniziative che hanno contrastato questa iniqua decisione, ricorrendo in tutti i gradi di giudizio e attuando anche forme di protesta contro le decisioni dell’ARTA.
Ricordiamo come su detta gestione e sulla politica di prezzi esosi per gli utenti, il Sindaco Lo Schiavo, come forma di protesta, portò a compimento lo spostamento della propria sede istituzionale dall’edificio comunale ai locali ubicati sulla banchina del molo commerciale, per rivendicare i diritti del Comune e della Comunità sulla darsena turistica, che oggi sono stati pienamente fatti valere da questa sentenza del C.G.A.

Caterina Conti scrive a Monsignor Miccichè

A Sua Eccellenza
Francesco Miccichè
Vescovo ed Arcivescovo di Trapani

Carissimo.
Le bacio tutte e due le mani con deferenza. E’ incredibile che possano accadere cose del genere, ma è a volte la punizione degli uomini per avere tra di noi grandi ed integerrimi uomini .Lei che nei 10 anni in cui è e per i quali rimane sempre il nostro vescovo e che è stato il fautore della primavera eoliana. Ci ha fatto respirare un’aria nuova, dandoci coraggio e facendoci scrollare l’appiattimento  e l’abulia nella quale eravamo caduti
Ha  creato la scuola di politica per sospingere i nostri giovani, così come ha detto oggi il nostro Presidente della Repubblica  Giorgio Napolitano, a partecipare alla vita politica smuovendo quelle che erano delle situazioni di potere consolidato  incancrenito, ha dato coraggio a noi donne di creare il movimento degli imprenditori eoliani e di tutto e di più.
Ha aiutato a iniziare il loro percorso educativo a tutti i giovani sacerdoti che adesso popolano le nostre eolie e sono i nostri parroci, ha migliorato e reso  confortevoli situazioni del clero che erano andate in decadimento. Se fosse rimasto chissà quante cose belle ed importanti avrebbe potuto continuare a fare, ma mi rendo conto che bisogna sempre ubbidire.
Quando sono venuta a Trapani ed ho visto la moltitudine di persone e le centinaia di giovani che la accoglievano festanti sono stata felicissima per Lei, ma quando ho visto tutto quel clero sicuramente splendido ma  una parte del quale sicuramente incancrenito nelle sue posizioni ( è evidente che sono state mie sensazioni personali) ho tremato per Lei pensando a tutte le battaglie che avrebbe dovuto affrontare.
Quando nelle volte successive sono tornata a trovarla e ho visto le cose grandiose straordinarie che Ella andava facendo per quella comunità, ho tremato sempre di più pensandola stretta nella morsa tra mafia e massoneria.
Non a caso ho saputo di quanto Le hanno fatto nell’anniversario della uccisione di Falcone e di Borsellino.
So che Iddio Le da la forza di sopportare una tale prova, ma se esiste giustizia, dovrebbe anche intervenire affinchè le forze distruttive del bene e dell’intransigenza e del coraggio non siano annientate. Molto spesso questo avviene a distanza di molto, troppo tempo per la vita degli uomini.
Preghiamo per Lei e La abbracciamo con tutto l’affetto possibile e Le baciamo le mani.
Caterina Conti

Messina nell’élite del crocierismo: oltre 10mila turisti attesi 29 maggio e 9 giugno Autorità portuale, Provincia, Comune e Camera di commercio aprono la città ai visitatori


Le divertenti performance canore della Banda i l’Umbrillara, una scorpacciata di pignolata e l’apertura al pubblico delle principali attrattive turistiche del centro città. Saranno questi, il prossimo 29 maggio, grazie all’impegno dell’Autorità portuale, della Provincia regionale, del Comune e della Camera di commercio, gli ingredienti della ricetta di “benvenuto” con cui Messina si offrirà ai 4.000 passeggeri della Msc Divina, il nuovo gioiello della Msc Crociere che attraccherà in città nel corso del proprio viaggio inaugurale, con partenza da Civitavecchia il 28 maggio. Una formula che verrà riproposta quasi per intero il 9 giugno, in occasione dell’arrivo dei 3.690 visitatori a bordo della Carnival Breeze, la nuova ammiraglia della Carnival Cruise Lines, anch’essa all’esordio.
Il battesimo dell’imponente Divina, costruita nei cantieri Francesi Stx Europe e forte delle sue 140mila tonnellate di stazza, include scali anche a Malta e Dubrovnik, in Croazia, prima dell’approdo definitivo a Venezia. Una testimonianza, la scelta di fissare gli ormeggi nella banchina I Settembre, di come oggi Messina sia un autentico punto di riferimento per le principali compagnie del pianeta per quanto concerne le rotte del Mediterraneo orientale e occidentale.
Gli ospiti della Msc Divina, la cui permanenza in città è programmata dalle 13,30 alle 19,30, saranno accolti già prima dell’ancoraggio dai canti popolari del gruppo di Scaletta Zanclea, la Banda i l’Umbrillara, così come già fatto con ottimi risultati lo scorso 30 aprile, in occasione dell’arrivo in porto di un altro gigante del mare, la Navigator of the Seas, della Royal Caribbean. Un modo per “coccolare” le migliaia di turisti che affolleranno le strade cittadine, reso possibile dal contributo dell’Autorità portuale. A rendere più dolce lo sbarco penserà la Camera di commercio, distribuendo gratuitamente piccole porzioni di pignolata in un terminal addobbato con palloncini colorati e arricchito dalla presenza di hostess che, per conto della Provincia regionale di Messina, forniranno brochure informative sull’offerta turistica della città.
In particolare, verrà proposto un itinerario a piedi che contemplerà, nell’ordine, la chiesa dei Catalani, piazza Antonello, il Monte di pietà, la chiesa di Montevergine, Cristo Re, l’Oratorio della pace, la Galleria provinciale di arte moderna e contemporanea e piazza Duomo.
Nella stessa giornata, va ricordato, saranno ormeggiate nel porto anche una nave da crociera della Pincess Cruises e la Nieuw-Amsterdam della Holland America, anch’esse con a bordo diverse migliaia di passeggeri.
“Tutto ciò - sottolinea il Presidente della Provincia, Nanni Ricevuto - nasce da una sempre più proficua collaborazione, attivata grazie all’Autorità Portuale, con le principali compagnie crocieristiche, al fine di garantire un’accoglienza e un’offerta turistica di primordine. Tuttavia, si tratta di un processo virtuoso che riguarda tutti i cittadini. Sia per l’erogazione di servizi sempre più efficienti, sia per lo sviluppo dell’indotto”.
“Messina - rileva Maria Cristiana Laurà, responsabile Affari istituzionali, Promozione e Relazioni esterne dell’Autorità portuale - è ormai entrata nelle principali rotte del crocierismo internazionale. Una vocazione che, insieme alla Provincia, abbiamo rafforzato lo scorso febbraio, alla Bit di Milano, grazie alle relazioni strette con Msc e Royal Caribbean, e consolidato a marzo, a Miami, durante la più importante fiera di settore del mondo, la Seatrade Cruise Shipping Convention, puntando principalmente sulla promozione del porto e del territorio”.
L’iniziativa verrà replicata il prossimo 9 giugno, all’arrivo della Carnival Breeze. Nell’occasione, i passeggeri saranno accolti, su iniziativa dell’Autorità portuale, dalla rievocazione storica del “Benvenuto della Città di Messina” da parte dello Stratigò all’epoca della battaglia di Lepanto, nel 1571. A proporla l’Associazione Aurora.

Trasporti Marittimi: Un silenzio assordante (di Gianni Iacolino)

E’ sotto gli occhi di tutti la precarieta’ dei servizi di collegamento marittimo sia interisole che con la terraferma , comprendente una serie di criticita’ non tutte dettate dai fattori ambientali e meteomarine, ma ,a volte,  da decisioni improvvise ed immotivate, da parte di comandanti  che dimenticano  quale sia la finalita’ della loro professione.
E’ ovvio che non intendo generalizzare, conscio delle difficolta’ cui vanno incontro tutti i giorni, affrontando spesso situazioni difficili e responsabilita’ non da poco, ma i comportamenti di pochi pregiudica  la fiducia che la cittadinanza deve necessariamente nutrire nei loro confronti.
Comportamenti come quello denunciato da Gianluca Giuffre’ a Ginostra, o come tanti altri che vengono segnalati con impressionante ripetitivita’ da qualche anno a questa parte, ci inducono a porre tante domande.
Ma a queste domande non seguono mai risposte.
Le compagnie di navigazione interessate tacciono.
 Esistono organi di controllo che dovrebbero intervenire? Certamente si, ma non se ne ha mai sentore. Qualcuno si ricorda di risposte puntuali ed esaustive alle continue richieste di chiarimenti ,mai anonime e sempre firmate, pubblicate sui blog locali e sulla stampa ?
Un silenzio assordante e’ l’unica risposta che riceviamo, per narcotizzarci come  cittadini , sperando di trasformarci in sudditi obbedienti e sciocchi. (Gianni Iacolino)

Domani a Lipari esercitazione antincendio


COMUNICATO STAMPA CIRCOMARE LIPARI
Si comunica che il giorno 25 Maggio 2012 nell’ambito del porto di Sottomonastero dell’isola di Lipari si svolgerà un esercitazione antincendio alla quale parteciperanno vari Enti dello Stato.

                                                                                             F.TO
                                                                               IL COMANDANTE
                                                                                        TV (CP) Cosimo BONACCORSO

Auguri a....

I nostri auguri oggi sono per  Giovanna Profilio, Alessia Mollica e Davide Cortese

TG PARLAMENTO DEL 24 MAGGIO, EDIZIONE POMERIGGIO

Ginostra: L'aliscafo salta lo scalo (di Gianluca Giuffrè)

Ancora una volta l'aliscafo Siremar del mattino ha saltato lo scalo di Ginostra nonostante le buone condizioni del mare. IL comandante ha sbarcato 5 passeggeri diretti a Ginostra a Stromboli e poi senza neanche venire a vedere ha proseguito per Panarea lasciando 10 persone sul molo di Ginostra. Gli ormeggiatori provavano a chiamarlo via radio ma  nessuna risposta. Vorrei ricordare al comandante e alla Siremar che esiste lo scalo di Ginostra e non è stato ancora soppresso per cui ritengo gravissimo tale comportamento che a mio avviso si configura come interruzzione di servizio pubblico. Il lunedì 21/05/ 2012 avveniva la stessa cosa con il medesimo aliscafo ed il medesimo comandante. In mio favore vi sono prove fotografiche, testimonianze di persone e soprattutto i bollettini meteo. Mi riservo di fare una regolare denuncia all'autorità marittima nei prossimi giorni.
Gianluca Giuffrè

Domani incontro del coordinamento eoliano PDL

COMUNICATO
Nel ringraziare  le proprie elettrici ed i propri elettori che con il loro consenso hanno consentito al PDL di essere il secondo Partito del Comune di Lipari, si informano i quadri, i simpatizzanti, le amiche, gli amici e quanti altri vorranno prenderne parte che domani, venerdì 25/05/2012 alle ore 14.30 presso la sede elettorale di Via Maurolico, angolo C.so V. Emanuele, è stato indetto un nuovo incontro per discutere e programmare l’attività politica locale del partito.

Coordinamento PDL

A Lipari al via un progetto di zooantropologia

Si rende noto che martedì 22 maggio 2012 è partito il progetto di Zooantropologia didattica sul tema "Animali del cielo, della terra e del mare", promosso dalla A.N.M.V.I. (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) in collaborazione con Panini. L'iniziativa prevede un totale di sei incontri tra la dott.ssa Laura Gulotta e gli alunni delle scuole primarie di Lipari, Canneto, Pianoconte e Quattropani.
Si ringraziano i Dirigenti Scolastici Fanti e Candia e i responsabili dei plessi didattici per la disponibilità.

Dimissioni dal movimento "Amici di Quattropani"

Per motivi strettamente personali,con la presente decidiamo di lasciare il movimento "Amici di 4pani".
Cordialmente.
Natoli Giuseppe e Favaloro Simone.

mercoledì 23 maggio 2012

Riceviamo da Gianni Iacolino e pubblichiamo


Venti anni fa la strage di Capaci

Palermo (Adnkronos/Ign) - Vent'anni fa moriva Giovanni Falcone. Il 23 maggio 1992 sull'autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci e a pochi chilometri da Palermo, Cosa Nostra fece saltare in aria l’auto su cui viaggiava il magistrato antimafia, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.
Sono trascorsi venti anni, eppure la verità non è ancora venuta a galla. Troppi silenzi, troppe memorie corte, troppi ricordi sbiaditi. Sono stati numerosi i processi con condanne già passate in giudicato. Eppure, è di pochi giorni fa l'annuncio eclatante del procuratore di Caltanissetta, Sergio Lari, che parla di "novità sulle indagini". Quali ancora non si sa. Gli esecutori materiali della strage, come accertato dai processi, furono almeno cinque uomini, tra cui Pietro Rampulla che confezionò e posizionò l'esplosivo e Giovanni Brusca, che fu la persona che azionò il telecomando al momento del passaggio dell'auto blindata del magistrato, che tornava da Roma.
Ma pochi mesi fa il collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza, che sta riscrivendo la storia delle stragi, ha raccontato ai magistrati nisseni che sarebbe stato lui a recuperare l'esplosivo, un'altra novità processuale non ancora accertata. Una delle tante. L'esplosivo per la strage di Capaci, come ha raccontato Spatuzza, fu prelevato da pescherecci che lo usavano per la pesca di frodo, nascosto in un rudere e poi preparato per l'attentato. Il pentito si è autoaccusato della partecipazione anche a questa strage dopo essersi già attribuito un ruolo nel furto della Fiat 126 usata come autobomba in via D'Amelio contro Paolo Borsellino.
Spatuzza ha riferito che circa un mese e mezzo prima della strage di Capaci, un altro mafioso, Fifetto Cannella, gli chiese di "procurare una macchina voluminosa per recuperare delle cose". Il collaboratore mise a disposizione una macchina di suo fratello e con quella, assieme a Cannella e ad altri due uomini, Peppe Barranca e Cosimo Lo Nigro, raggiunsero il porticciolo di Sant'Erasmo. Qui, con un conoscente, indicato solo col nome di battesimo di Cosimo, figlio del proprietario di un peschereccio, scaricarono da un'imbarcazione ormeggiata alcuni cilindri di circa un metro, che erano legati alle murate del natante.

"Successivamente constatai che al loro interno vi erano delle bombe", si legge sui verbali. "Recuperati i fusti - ha raccontato il pentito - li caricammo sulla mia vettura per dirigerci verso la mia abitazione. Durante il tragitto ricordo che ebbi un problema perché all'altezza dello Sperone c'era un psoto di blocco dei carabinieri. Una volta arrivato a casa di mia madre, ubicata in un cortile, scaricammo i bidoni in una casa diroccata di mia zia, che era fianco di quella di mia madre e che noi usavamo come magazzino". L'indomani, Spatuzza e Cosimo Lo Nigro trasferirono l'esplosivo in un magazzino di via Brancaccio, che era peraltro stato sequestrato dal Tribunale. "Inizoammo quindi a fare la procedura - ha ricostruito il pentito - tagliando la lamiera dei clindri con scalpello e martello ed estraendo il contenuto. A fine giornata abbiamo caricato il materiale che avevamo ricavato, mettendolo nelle fodere di cuscini e poi dentro sacchi della spazzatura, e lo abbiamo portato nella casa diroccata di mia zia".

Spatuzza ha però precisato: "Nessuno mi ha mai detto esplicitamente a cosa servisse l'esplosivo che ricavammo. Il giorno stesso della strage di Capaci, venne qualcuno, forse Cannella, a chiamarmi per dirmi di fare sparire l'esplosivo (parecchi chili) che io ancora custodivo nella casa diroccata di mia zia. Non sapendo dove metterlo, decisi di portarlo nella ditta dove lavoravo e chiamai Lo Nigro e Barranca affinché mi facessero da copertura durante il tragitto. Io lo nascosi, ma successivamente lo consegnai a Cannella, cosa che avvenne sicuramente prima della strage di via D'Amelio".
Per uccidere il giudice Giovanni Falcone, la moglie e i tre agenti della scorta, i boss mafiosi riempirono di tritolo una galleria scavata sotto l'autostrada e per assicurarsi la buona riuscita del delitto, ne misero circa 500 kg. Come punto di riferimento gli attentatori presero un frigorifero bianco posto ai lati della strada nel tratto che collega l'aeroporto di Punta Raisi, oggi intitolato a Falcone e Borsellino, al capoluogo siciliano.
La strage di Capaci è una storia di trame e di depistaggi, una storia fatta di mezze verità. E sono trascorsi vent'anni. Una storia collegata strettamente con un'altra strage, quella in cui furono uccisi il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta. In quei 57 giorni sarebbe stata avviata la cosiddetta 'trattativa' tra lo Stato e la mafia, di cui lo stesso Borsellino sarebbe stato messo al corrente. E per gli inquirenti sarebbe stata proprio questa notizia ad accelerare la sua morte. Palermo sta indagando sulla trattativa con indagati 'eccellenti', dall'ex ministro Calogero Mannino al senatore Marcello Dell'Utri al generale Mario Mori. Ma i dubbi e i veleni sono tanti.

Auguri a....

Gli auguri oggi sono per Francesca Monroe, Lorenza Merlino e Tania Raffaele
 Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno