Cerca nel blog

sabato 14 novembre 2020

Terapie oncologiche. Alt a sfibranti viaggi. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 14 novembre 2020


 

Coronavirus : in Sicilia 1.729 casi e 23 vittime

Sono 1.729 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 9.274 tamponi effettuati; 23 i decessi di persone positive, che portano il totale a 860. Con i nuovi casi salgono così a 27.806 gli attuali positivi con un incremento di 1.520. Di questi 1.677 sono i ricoverati con un incremento di 17: 1.462 in regime ordinario e 215 in terapia intensiva con un aumento di 5 ricoveri. In isolamento domiciliare sono 26.129. I guariti sono 186. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 527, Catania 359, Ragusa 152, Messina 303, Trapani 131, Siracusa 72, Agrigento 60, Caltanissetta 92, Enna 33.

Lipari: Sono 50 i positivi al Covid - 19

Salgono a 50 i positivi al Covid - 19 nell'isola di Lipari e circa 100 persone, venute in contatto, con queste si trovano in isolamento fiduciario.

Lo ha comunicato il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni.

Al momento non si hanno contagiati nelle altre cinque isole del Comune

Demanio marittimo: da governo Musumeci via libera a esenzione canone 2020

Adesso è una certezza: in Sicilia i titolari di una concessione demaniale marittima non dovranno pagare il canone per l’anno in corso. Il governo Musumeci ha infatti trovato la copertura finanziaria alla previsione contenuta nella legge di stabilità, una misura fortemente voluta dall’esecutivo di Palazzo Orleans per offrire ristoro ai gestori dei lidi balneari dell’Isola. Si tratta di tremila esercenti che danno lavoro a centomila persone.
“Avevamo assunto questo impegno e adesso, puntualmente, lo onoriamo”, commenta l’assessore al Territorio e ambiente Toto Cordaro per il quale “il sostegno a uno dei settori strategici per il turismo siciliano rappresenta un altro inequivocabile segnale di quanto, in questo momento di grande e diffusa difficoltà, sia alta l’attenzione del governo regionale, che resta vicino alle categorie produttive ed è costantemente impegnato a facilitare una ripresa economica a tutto campo”.

Coronavirus, in Sicilia attivi otto centri per raccolta plasma iperimmune

In Sicilia sono già otto i centri di raccolta del plasma per la cura del Coronavirus autorizzati dal Dipartimento attività sanitarie e osservatorio epidemiologico dell' assessorato regionale della Salute.Si tratta dei servizi trasfusionali presso i policlinici di Palermo e Catania, le Asp di Trapani, Caltanissetta e Ragusa e negli ospedali Papardo di Messina e Garibaldi di Catania, tutti autorizzati alla fine della scorsa primavera.
Possono donare quei cittadini guariti recentemente dal Covid 19 essendo ancora dotati di plasma iperimmune.
Nell'Isola la cura con il plasma è stata somministrata di recente su alcuni pazienti della provincia etnea affetti da Covid-19.

Convocato per il 19 novembre il consiglio comunale di Lipari con i "soliti" 500mila euro di debiti


Coronavirus: tamponi rapidi, prosegue screening Regione in 40 città

Anche oggi sono oltre 40 le città siciliane in cui procede la campagna attiva della Regione per la ricerca del Coronavirus attraverso l'impiego dei tamponi rapidi. Come noto, il target individuato è la popolazione scolastica (personale docente, non docente, studenti e propri nuclei familiari) che può fare accesso ai drive-in per sottoporsi volontariamente e gratuitamente al test.

Da questa settimana, c'è la possibilità di prenotarsi mediante la piattaforma on-line www.siciliacoronavirus.it. Basta cliccare sul bottone "tampone rapido Covid19" e compilare il modulo di registrazione scegliendo la data disponibile tra i drive-in proposti. La piattaforma provvede a indicare la fascia oraria che viene generata automaticamente in base al numero di prenotazioni già acquisite. L’appuntamento registrato viene quindi indicato e comunicato al cittadino che può così raggiungere il drive-in prescelto.

In ogni sito sono previsti dei percorsi dedicati in cui si procede al prelievo del campione che, in caso di positività, viene immediatamente ripetuto attraverso il tampone molecolare per la necessaria conferma così come previsto dai protocolli sanitari vigenti.

L'iniziativa del governo Musumeci è realizzata in collaborazione con Anci Sicilia e le amministrazioni locali.

--

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CXLVI puntata): Praja d'a palumma - Spiaggia della colomba (Alicudi)


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente: 14 novembre 2015, una marea di gente per l'ultimo saluto a Roberto Rossello

"Santini"...di aspiranti politici (cinquantaquattresima pubblicazione): Fulvio Pellegrino


 

La Chiesa commemora oggi


 

venerdì 13 novembre 2020

Vigili del fuoco salvano cane in località Monte a Lipari


Nel tardo pomeriggio odierno, i VVF del distaccamento di Lipari, coordinati dal Caposquadra D'Amico, sono intervenuti in località "Fossa del Monte" per il recupero di un cane d'affezione (cirneco) di proprietà di M.L. che si era smarrito. 
Prima dell'arrivo dei soccorritori, l'animale era stato sentito guarire flebilmente nei pressi di un rudere. 
Le ricerche si concentravano, dunque, nei dintorni del vecchio fabbricato. 
Anche i VVF udivano i guaiti del cane che provenivano al di sotto del piano di campagna. 
La situazione appariva subito difficile, considerato l'approssimarsi del buio. 
I VVF localizzando i lamenti del cane iniziavano a scavare alacremente nei dintorni. 
Riuscivano, in poco tempo, a creare un varco proprio alle spalle del cane dal quale l'animale, aiutato dai vigili, finalmente ritrovava la libertà.

Coronavirus, bollettino del 13 novembre: in Sicilia 1.707 casi e 35 morti

Sono 1.707 i nuovi positivi al Coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 10.217 tamponi effettuati; 35 i decessi di persone positive, che portano il totale a 8837. Con i nuovi casi salgono così a 26.286 gli attuali positivi con un incremento di 1.372.

Di questi 1.660 sono i ricoverati con un incremento di 82: 1.450 in regime ordinario e 210 in terapia intensiva con un aumento di 5 ricoveri. In isolamento domiciliare sono 24.626. I guariti sono 300. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 444, Catania 589, Ragusa 176, Messina 116, Trapani 77, Siracusa 89, Agrigento 95, Caltanissetta 87, Enna 34.

E' deceduto Camillo Argirò

Le onoranze funebri sono a cura della ditta 
Alfa e Omega di Lipari
Alla famiglia le nostre condoglianze

Prorogato dal sindaco Giorgianni lo stop all'attività scolastica in presenza

 Con ordinanza n. 145/2020 emessa oggi il sindaco di Lipari ha prorogato lo stop all'attività scolastica in presenza sino al 21 novembre 2020.

Questo il corpo dell'ordinanza




Terapia per pazienti oncologici a Lipari: ulteriore passo in avanti

Missione sul cratere di Vulcano per vulcanologi INGV e dell'Università di Bologna

Vulcanologi e tecnici dell’INGV e dell’Università di Bologna sul cratere dell’isola di Vulcano per effettuare tutta una serie di rilevamenti geologici e cartografici. 

La “missione” ha riguardato, in particolare, il cono attivo della “Fossa di Vulcano”  al fine di creare una mappa di maggior dettaglio dei prodotti emessi dal più recente apparato vulcanico dell’isola e di valutarne meglio la pericolosità. 

Piano Covid, dalla Regione 32 mln per le scuole statali

In fase di erogazione 32 milioni di euro per aiutare le scuole a fronteggiare l’emergenza Covid-19. Dal potenziamento delle dotazioni informatiche ad interventi di edilizia leggera, come previsto dalla Legge di stabilità regionale n.9/2020 e dal Piano Covid-19, annunciato dal governo Musumeci a seguito della rimodulazione dei fondi Po Fesr. A darne comunicazione è l’assessore all’istruzione Roberto Lagalla che annuncia l’imminente pubblicazione dei relativi Avvisi utili all’assegnazione delle somme alle scuole siciliane.

«Stiamo affrontando una nuova fase emergenziale – spiega Lagalla – e per gli istituti scolastici sarà fondamentale poter procedere con il potenziamento della didattica a distanza nel migliore dei modi. Pertanto, a supporto delle evidenti necessità in termini di dotazione tecnologica e di riqualificazione degli ambienti scolastici, a breve ogni dirigente scolastico potrà disporre di nuove risorse utili per realizzare i necessari interventi finalizzati al contenimento del contagio. Si tratta di somme che si aggiungono a quelle già stanziate durante gli scorsi mesi e che rientrano nel piano d’emergenza Covid-19 che ha disposto 60 milioni complessivi per l’istruzione. Attraverso questi interventi cerchiamo, come sempre, di sostenere il difficile compito dei dirigenti scolastici, dei docenti e delle famiglie, affiancandoli e offrendo loro strumenti utili per assicurare continuità al processo formativo degli studenti, nonostante la pandemia». Non restano esclusi da tale intervento le scuole paritarie, gli enti di formazione, le Università e le istituzioni AFAM, ai quali sono destinate differenti e successive procedure.

Nel dettaglio, per l’acquisto di attrezzature, programmi informatici e traffico dati, sono in fase di erogazione 8,4 milioni di euro, destinati alle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado; questi saranno assegnati a ciascun istituto in relazione al numero di studenti iscritti: con un minimo di 100 alunni l’importo spettante è intorno ai 4 mila euro, fino ad un massimo di 22 mila per istituti con oltre 2.500 alunni.
Queste somme fanno parte dei 15 milioni di euro complessivi destinati, dalla legge di stabilità regionale, al miglioramento dell’infrastrutturazione digitale delle scuole, dei quali: oltre 2 milioni, negli scorsi mesi, sono già stati erogati alle scuole statali, paritarie, regionali e centri Iefp ed utilizzati per l’acquisto di oltre 7 mila tablet e 224 mila schede; 5 milioni saranno invece a breve impiegati per la realizzazione di un intervento straordinario, a titolarità regionale, per l’ottimizzazione del sistema di digitalizzazione delle scuole siciliane.
Si aggiunge poi l’erogazione di 24 milioni di euro per interventi di edilizia leggera, finalizzati all’adeguamento delle aule destinate ad accogliere gli studenti, affinché possano essere garantite le norme di sicurezza anti-Covid. La ripartizione delle somme prevede: 18 milioni per le scuole statali di ogni ordine e grado, 2 milioni alle paritarie, 2 milioni per Università e Afam, 2 milioni per gli enti di formazione. Gli importi assegnati alle scuole statali saranno erogati per numero di alunni, variando da un minimo di circa 12 mila euro, per 100 alunni, fino ad un massimo di circa 50 mila euro, per oltre i 2.500 studenti.

A giorni saranno pubblicati i relativi avvisi e ciascun istituto scolastico potrà avanzare richiesta di finanziamento attraverso una piattaforma informatica dedicata, di cui sarà data comunicazione.

In aggiunta, sono stati ottenuti dalla rimodulazione dei fondi Fesr, 20 milioni di euro che saranno utili alla definizione del “Piano triennale strategico 2020-23, per il contrasto alla dispersione scolastica”, del quale si occuperà il gruppo di lavoro realizzato d’intesa con il ministero dell’Istruzione e l’Ufficio scolastico regionale.

Coronavirus, siglato l’accordo con medici di famiglia e pediatri di libera scelta: potranno effettuare tamponi rapidi

Via libera all'accordo integrativo regionale con i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta che, in base a quanto stabilito in sede nazionale lo scorso 28 ottobre 2020 “per il rafforzamento delle attività territoriali di diagnostica di primo livello e di prevenzione della trasmissione di SARS-CoV-2” potranno effettuare tamponi rapidi antigenici per contrastare la pandemia.
L’intesa è stata siglata a Palermo dai vertici dei dipartimenti dell’assessorato regionale alla Salute dalla Fimmg e dalla Intesa sindacale per i medici di medicina generale e Fimp, CIPe-SISPe-SINSPe e Simpef per i pediatri di libera scelta, cioè le sigle che hanno già sottoscritto l’accordo a livello nazionale.

Nell’ambito della pandemia, quindi durante il periodo dell’emergenza, i medici di medicina generale ed i pediatri potranno effettuare i tamponi sui propri assistiti tra i contatti stretti, asintomatici o casi sospetti sia individuati dallo stesso medico oppure segnalati dal Dipartimento di prevenzione dell’Asp alla fine del periodo di quarantena.

In caso di esito positivo, il medico dovrà darne comunicazione al Dipartimento di prevenzione dell’Asp per i provvedimenti conseguenti, raccomandando l’isolamento domiciliare fiduciario in attesa dell’esito del tampone molecolare di conferma. Inoltre dovrà prendere in carico i propri assistiti posti in isolamento o quarantena, con l’eventuale supporto dell’Unità Speciale di Continuità Assistenziale (USCA) per gli accessi domiciliari (ogni medico avrà di riferimento una specifica USCA), fornendo ai soggetti interessati le informazioni igienico-sanitarie e comportamentali da seguire e avviando il follow up attivo dei pazienti.

In caso di esito negativo, invece, il medico che ha eseguito il tampone potrà rilasciare attestazione al paziente. I medici, oltre che nei loro studi professionali, potranno effettuare i test in luoghi indicati dalle Aziende sanitarie territorialmente competenti.

L'accordo prevede inoltre la distribuzione ai medici di apparecchiature specialistiche (ecografi, elettrocardiografi, saturimetri, etc) .

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CXLV puntata): Vista da Capistello (Lipari)


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente: 13 novembre 2015, crolla edificio a Marina Lunga


 

"Santini"...di aspiranti politici (cinquantatreesima pubblicazione): Fabiola Centurrino


 

La Chiesa commemora oggi Sant'Omobono Tucenghi


 

giovedì 12 novembre 2020

Provinciale, ripristino del muretto. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzwtta del sud del 12 novembre 2020


 

Coronavirus, il bollettino del 12 novembre: record di contagi e vittime in Sicilia

Sono 1.692 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 9.455 tamponi effettuati: numeri da record per l'Isola; 40 i decessi di persone positive, che portano il totale a 802. Con i nuovi casi salgono così a 24.914 gli attuali positivi con un incremento di 1.350. Di questi 1.578 sono i ricoverati con un incremento di 18: 1.391 in regime ordinario e 205 in terapia intensiva con un aumento di 3 ricoveri.

In isolamento domiciliare sono 23.318. I guariti sono 302. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 393, Catania 373, Ragusa 80, Messina 105, Trapani 317, Siracusa 114, Agrigento 135, Caltanissetta 63, Enna 112.

ASP Messina, sopralluogo all'Ospedale di Taormina per verificare i posti letto aggiuntivi di terapia Intensiva Covid

Il direttore generale dell'ASP di Messina Paolo La Paglia accompagnato dal direttore sanitario Dino Alagna si è recato stamattina 12 novembre all'Ospedale Sirina di Taormina per verificare la piena funzionalità dei quattro posti di terapia intensiva già dedicati alla terapia antalgica, da utilizzare come posti letto aggiuntivi di terapia intensiva per malati Covid; al sopralluogo erano presenti il direttore del dipartimento Cure Ospedaliere Paolo Cardia, il direttore della U.O.C. Professioni Sanitarie Carmelo Spina e il direttore della U.O.C. di Anestesia e Rianimazione Giacomo Filoni.
"Insieme al direttore sanitario Alagna abbiamo voluto verificare che tutto fosse pronto per assistere in terapia intensiva, in caso di necessità, malati Covid anche a Taormina; l'Assessore della Salute Ruggero Razza per fronteggiare la pandemia ha disposto l'aumento ulteriore di circa 200 posti letto di terapia intensiva in tutta la Sicilia, che per l'ASP di Messina sono stati individuati all'Ospedale Sirina.
Durante il sopralluogo sono stati anche visitati i nuovi locali della U.O.S.D. Breast Unit diretta da Luisa Puzzo, all'interno di una ala in precedenza totalmente occupata da Ostetricia e Ginecologia; la nuova allocazione permette già di offrire un maggior confort alberghiero alle donne che devono ricorrere alla chirurgia senologica di eccellenza erogata a Taormina.

ASP Messina, iniziati gli incontri con i sindaci della provincia per la gestione condivisa dell'emergenza sanitaria

L'ASP di Messina ha già iniziato una serie di incontri programmati con tutti i sindaci di tutta l'Area Metropolitana per condividere scelte sinergiche finalizzate alla gestione condivisa dell'emergenza pandemica.
Ieri presso la sede della direzione generale il primo fruttuoso incontro con una delegazione di primi cittadini dell'area jonica, e la pianificazione degli interventi mirati; domani a seguire gli incontri con i sindaci dei distretti sanitari dei Nebrodi, di Milazzo e Barcellona, a seguire anche Patti e le Isole Eolie.
"Credo sia fondamentale mettere in comune tutte le risorse disponibili tra le istituzioni, raggruppate per distretto di appartenenza ai fini di ottimizzare gli interventi; ringrazio tutti i Sindaci che immediatamente hanno aderito all'invito, aiutandoci a focalizzare meglio le istanze dei cittadini e le necessità dei propri territori."

I have a dream.. Lettera aperta di Cristian Ruggiero a Razza e La Paglia

Buongiorno direttore,
sento il dovere di ringraziare tutti gli amici che con messaggi mi sono stati vicino, tutte quelle persone che con le loro telefonate mi hanno aiutato a superare un momento difficile della mia vita.
Padre Gaetano Sardella, che con le sue preghiere unitamente a quelle di altri fedeli hanno alleviato i miei dolori.

Il 29 Ottobre, dire che io sono stato fortunato è dire poco, parlerei di miracolo, si perché tante cose tutte insieme sono andate per il verso giusto. Nonostante il malore, ho avuto la forza di raggiungere l'Ospedale a piedi, in quel giorno ed a quell’ ora, ho avuto la fortuna di trovare di turno il Dott. Riccardo Cogode – cardiologo professionista, attento, scrupoloso, puntiglioso, il quale non si è limitato ad intervenire ma è andato oltre e per mia fortuna, ha capito, che nonostante le mie condizioni apparivano discrete, qualcosa invece non andava per niente. Con fare professionale non mi ha fatto capire nulla ed in men che non si dica ha richiesto l'intervento dell'elicottero del 118 trasferendomi con urgenza presso l'Ospedale Paparado di Messina. Per tutto il tempo è rimasto in contatto con l’UTIC, l’unità di terapia intensiva cardiovascolare.
Io ancora dovevo arrivare e chi mi aspettava disponeva già di una diagnosi valida al 95% si attendeva un ultimo esame. Intervento a cuore aperto, terapia intensiva e rientro a casa dopo una settimana. Ecco Assessore Razza, Direttore La Paglia cosa significa disporre di un cardiologo H24 a Lipari. La tempestività di intervenire la qualità e le modalità con cui si sono svolti i fatti sono stati determinanti per la mia vita. Sapete a Lipari, come in tutto il mondo non si può scegliere quando stare male, a che ora, in che giorno, se la mattina o la sera. Il cuore non sceglie, si ammala e basta. Lipari, le Eolie la nostra comunità non si possono permettere di giocare a nascondino con la fortuna, questa volta è andata bene, ma la dea bendata potrebbe volgere le spalle.

Perché ho chiamato questa mia lettera, I have a dream… si perché anche io ho un sogno, il mio sogno è quello che domani mattina attraverso un provvedimento speciale, un atto di forza, Razza e La Paglia mostrassero alla cittadinanza eoliana che il Cardiologo è una realtà. Un sogno… sapete, un po’ come quel bambino che scrive al Papa, e che dopo un giorno viene chiamato in Vaticano. 
A me non serve essere chiamato, sarebbe sufficiente attraverso i nostri giornali locali leggere il Titolone, DA OGGI LIPARI HA IL SUO CARDIOLOGO H24. Ecco questo è il mio sogno…
Io il 29 Ottobre avrei potuto far compagnia alla povera Lorenza che ha pagato con la vita, ed invece la figura di un cardiologo ha ribaltato questo destino.
Razza, La Paglia siate orgogliosi di salvare vite, perché la vita e la salute sono un bene prezioso.

Cristian Ruggiero

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CXLIV puntata) : Figurina Liebig dello Stromboli


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente: 12 novembre 2008, la statua di Padre Pio nella chiesa del pozzo a Lipari


 

"Santini"...di aspiranti politici (cinquantacinquesima pubblicazione): Rosetta Mollica

La Chiesa commemora oggi San Giosafat Kuncewycz


 

Oggi è il 12 novembre. Buongiorno da Lingua (Salina) e Buon Compleanno a Maria Grazia Mangano, Sabrina Stella, Giovanni Agnosto, Nunzio Nunnari, Grazia De Pasquale, Carmelo Roux, Angelo Iacono, Giovanni Martella, Rossana Portelli, Alessia Donato, Sonia Sarpi, Rosaria Taranto, Gallo Mimma, Elisa Giovenco, Angelo Casano, Aurelia Famularo, Luana Saltalamacchia, Rina Biviano, Cristiana Salanitro


 

mercoledì 11 novembre 2020

Maggioranza sfaldata. Giorgianni è al bivio. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud dell'11 novembre 2020

In Sicilia nuovo record di contagi e 27 vittime


Ancora un record di contagi da Coronavirus in Sicilia: sono 1.487 i nuovi casi nelle ultime 24 ore su quasi 10 mila tamponi effettuati. Altre 27 le vittime, mentre si registra anche il record di guariti in un solo giorno (728).

Gli attuali positivi sono 23.564, di cui 1.376 (+28 rispetto a ieri) ricoverati in regime ordinario, 202 in terapia intensiva (+7) e 21.986 in isolamento domiciliare. Questa la suddivisione per province dei nuovi casi: 531 a Palermo, 281 a Ragusa, 225 a Trapani, 138 a Messina, 131 a Catania, 76 a Siracusa, 60 a Caltanissetta, 30 ad Enna e 15 ad Agrigento

Lipari: Positivi in 19 ma altri 18 lo sono al tampone rapido. Vietato spostarsi nelle sei isole del Comune, salvo comprovate esigenze

Sono 19 i positivi a Lipari, mentre altri 18 sono al momento positivi al tampone rapido e sono stati posti in isolamento fiduciario insieme ai contatti più stretti. 

Dei 19 positivi due rientrano tra coloro che hanno già fatto il tampone molecolare nello scorso fine settimana e per il quale oggi sono arrivati i primi 70 esiti su 200. 

Lo ha comunicato il sindaco Marco Giorgianni nel corso della diretta fb.

Il primo cittadino ha anche annunciato di aver emesso apposita ordinanza (la pubblichiamo in basso a questo post) che vieta lo spostamento dei cittadini anche tra le sei isole del Comune, salvo autocertificazioni che, come accade già nella movimentazione tra Comuni diversi, attestino comprovate esigenze.

Ha anche chiesto la sospensione per quindi giorni del collegamento in nave tra Milazzo - Eolie e Napoli





La dottoressa Caruselli pediatra di "famiglia". L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud dell'11 novembre 2020

Niente pane nelle piccole isole. L'articolo sulla Gazzetta del sud


 

Posti letto covid, la specifica dall’A.O. Papardo: “Tutti i nuovi posti letto covid e terapie intensive attivati nei tempi”

L’Azienda Ospedaliera Papardo comunica una nota di precisazione in riferimento alla divulgazione a mezzo stampa di notizie apparentemente incomplete riguardo la situazione dei nuovi posti letto della programmazione regionale covid. 

Il Direttore Generale dell’A.O. Papardo Dott. Mario Paino precisa che: “i posti letto di terapia intensiva covid a completamento di quelli di degenza ordinaria  covid assegnati dalla programmazione regionale all’A.O. Papardo, sono stati attivati il primo novembre 2020, come da cronoprogramma; pertanto - continua il Direttore - nessun ritardo è stato registrato per quanto attiene l’attivazione dei posti letto di terapia intensiva covid e di degenza ordinaria.” 

Questi risultano quindi in totale 47, tra posti in terapia intensiva covid e degenza ordinaria per pazienti covid.

Lipari, affidati i lavori di ripristino di una parte di muro lungo la strada provinciale 181 di Pignataro

La III Direzione "Viabilità Metropolitana" Servizio "Progettazione e manutenzione stradale Zona Omogenea Tirreno Centrale – Eolie" della Città Metropolitana di Messina ha proceduto all'affidamento dei lavori di somma urgenza per il ripristino di una parte di muro lungo la strada provinciale 181 del Pignataro, ricadente nel Comune di Lipari.L’esecuzione dei lavori di somma urgenza è stata affidata in forma diretta in considerazione dell’urgenza del caso e si è individuata un’impresa capace di eseguire i lavori necessari nel più breve tempo possibile, garantendo un ribasso del 20% così come imposto dalla legge.
L’importo complessivo di 30.000,00 euro di cui 21.820,80 euro per lavori al netto del 20% di ribasso d’asta, 1.810,00 euro per oneri della sicurezza e 6.369,20 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione.
L’erosione è stata causata dalle recenti mareggiate eccezionali che hanno determinato fenomeni di distacco di pietrame da un muro di sostegno direttamente a contatto con i marosi per cui si è reso urgente ed indifferibile ripristinare il transito in sicurezza con interventi di ripristino per evitare pericolo alla pubblica incolumità relativamente al transito veicolare e pedonale.
Il Responsabile Unico del Procedimento è l’ing. Antonino Sciutteri, il Direttore dei lavori è il geometra Filadelfo Magno.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CXLIII puntata): Il faraglione di Porto Ponente a Vulcano


 

Le Eolie sulla Gazzetta del sud: 11 novembre 2017

"Santini"...di aspiranti politici (cinquantaquattresima pubblicazione): Renato Candia

La Chiesa celebra oggi la Memoria liturgica di San Martino


 

Oggi è l'11 novembre. Buongiorno da Panarea e Buon Compleanno a Giuseppe Velardita, Giuseppe Pino La Greca, Anny Dai, Giuseppe Spanò, Ada Zavone, Mery Longo, Elio Sciacchitano, Sandra Podetti Mifsud


 

martedì 10 novembre 2020

Lo Stromboli si fa sentire con un forte botto nella notte

Un forte boato ma nulla di più. La situazione nell'isola non desta nessuna preoccupazione  

Questo il comunicato dell'INGV :  L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che le reti di monitoraggio hanno registrato alle ore 21:04 (20:04 UTC), una repentina variazione dei parametri monitorati. In particolare si osserva un'anomalia termica dalle telecamere di sorveglianza Ulteriori aggiornamenti verranno tempestivamente comunicati.

E' deceduta Felicetta Giunta. Un saluto e un bacio dai parenti tutti


 

Coronavirus: In Sicilia 1.201 casi e 32 vittime

Sono 1.201 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 8.856 tamponi effettuati; 32 i decessi di persone positive, che portano il totale a 735. Con i nuovi casi salgono così a 22.832 gli attuali positivi con un incremento di 893. Di questi 1.543 sono i ricoverati con un incremento di 53: 1348 in regime ordinario e 195 in terapia intensiva con un aumento di 8 ricoveri. I guariti sono 276. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 197, Catania 308, Ragusa 22, Messina 102, Trapani 84, Siracusa 68, Agrigento 260, Caltanissetta 102, Enna 58.

Nuovo logo per l'ASD Lipari IC. Cosa rappresenta esplicato in un comunicato stampa del presidente Tesoriero


Il Centro Studi ricorda Stefano D'Orazio rievocando il maggio del 93 che vide i Pooh a Lipari



 

Il punto di Sandro Biviano dal presidio davanti all'Assessorato alla Salute di Palermo

Scrive Sandro Biviano su fb:

(Palermo 10/11/20)

Cari amici vi volevo fare il resoconto della situazione e su come stanno evolvendo le cose a Palermo.
Siamo arrivati a Palermo 26 ottobre insieme al sindaco Marco Giorgianni, l'assessore Tiziana De Luca, il presidente del consiglio comunale Biviano Giacomo, Salvatore de Gregorio, Bartolo Cappadona e Sara Garofalo.
Appena arrivati siamo stati ricevuti dal capo della Segreteria dell'Assessore Razza, Ferdinando Croce al quale sono state esposte tutte le problematiche che affliggono l'ospedale di Lipari e l’assistenza sanitaria nelle nostre isole.
Il giorno dopo, 27 ottobre, siamo stati ricevuti dall'assessore Razza e da Ferdinando croce che aveva gia' messo a conoscenza l’Assessore delle richieste formulate il giorno prima.
Sul tavolo istituzionale abbiamo messo 6 punti fondamentali e per noi indispensabili.
Alcuni urgenti, possibili a breve termine, altri, per via dei normali tempi burocratici, a media scadenza:
1) il bando regionale e interregionale di mobilità a tempo indeterminato.
2) sala sub intensiva con due posti letto.
3 )Copertura cardiologi h 24
4) terapia per i malati oncologici su l'isola, spostando i farmaci e non più i pazienti ridando dignità a tutte le persone che purtroppo ne hanno bisogno.
5) bandi per i soccorritori ( ambulanza)
6) modifica pianta organica.
L'assessore è stato molto chiaro dicendoci che per i bandi occorrevano 10 giorni.
Posso dire che, da parte dell’Assessore è del suo Staff, c'è stata grande apertura, disponibilità e collaborazione.
Lui stesso si è assunto l'impegno di un incontro al mese per fare il punto della situazione.
Da quel 27 di ottobre, vista l’apertura rispetto le nostre richieste, ho iniziato una protesta silenziosa e pacifica davanti l’assessorato durata 10 giorni, attivando un conto alla rovescia, come avete potuto notare dalle foto giornalmente pubblicate. Durante i 10 giorni è stato effettuato il sopralluogo per installare la sala sub intensiva con due posti letto;
Il 6 novembre sono usciti i bandi di concorso a tempo indeterminato;
l'avviso per la dotazione organica per l’ambulanza;
Sono già in corso le procedure organizzative per consentire le infusioni dei farmaci chemioterapici presso l’ospedale di lipari;
A breve anche l’assegnamento del personale ausiliario di assistenza (OSA., OSS).
È così, dopo i primi risultati, considerata la puntualità e la serietà dimostrata dall’Assessore Razza e dal suo capo segreteria, Ferdinando Croce, ho deciso di interrompere momentaneamente la mia forma di protesta.
In questi giorni sono stato in contatto con Ferdinando Croce e il presidente dell'asp La Paglia, posso dire di aver percepito la massima disponibilità e la volontà di portare a compimento tutti i punti prefissati.
Ovviamente, purtroppo, esistono dei tempi burocratici, ma stanno dimostrando di ridurre gli stessi al minimo indispensabile (tempi previsti per legge).
Allo stesso tempo, siamo riusciti a metterci in contatto con la Presidente della Commissione Salute dell’ars e con il Presidente Musumeci.
La Presidente della VI commissione, On. Margherita La Rocca, ci ha ricevuti al palazzo dei Normanni dove, tra l’altro, in coerenza con le linee di indirizzo, abbiamo consegnato il progetto per un l’ospedale di base che desideriamo fondamentale per un territorio insulare.
Inoltre la proposta di istituire la prima Azienda Sanitaria esclusiva per le Isole Minori (ASIM).
Ci è stata garantita, entro fine novembre, una prima audizione in VI Commissione Salute.
Riguardo il Presidente Musumeci, ho chiesto un incontro, pur se consapevole che in questo momento di crisi COVID e per via degli attuali gravosi impegni non è facile.
Voglio parlargli delle nostre isole e delle criticità che ci affliggono in ambito sanitario ed assistenziale, dei tempi burocratici che non collimano con le nostre emergenze – urgenze , considerata anche la pandemia in corso.
Voglio, per noi tutti, un suo preciso impegno a sostegno di un ospedale in mezzo al mare che deve essere strutturato e organizzato per dare le giuste risposte alla domanda di salute dei cittadini delle isole.
Voglio chiedergli l’impegno a sostenere una azienda sanitaria che si occupi esclusivamente delle piccole isole della Regione Siciliana
Voglio ricordare a tutti che stiamo lottando in tempi di guerra, in un momento in cui tutti gli ospedali sono al collasso , e per i risultati che stiamo portando a casa io mi ritengo soddisfatto, consapevole che non si può cambiare tutto in 10 giorni.
Noi , ovviamente, rimaniamo sempre vigili e attenti.
Ci tengo a precisare, ancora una volta, che non ho, ne io ne chi è con me, alcun ruolo politico né istituzionale, ma da semplice e libero cittadino e per senso civico e morale, senza alcun desiderio di intraprendere strade “politiche”.
Sono qui autofinanziandomi e con qualche aiuto economico di amici che lottano al mio fianco e che hanno sentito di farlo in forma riservata. Ringrazio tutte le persone che hanno contribuito per aiutarci a sostenere le spese per la nostra permanenza a Palermo.
Voglio solo, nel mio piccolo, dare un contributo per risolvere un problema vecchio di anni e poco attenzionato;
Lo faccio in memoria di Lorenza e per la sua famiglia, che con dignità affronta questo dolore;
lo faccio perché voglio che non accada più a nessuno di noi isolani o di un qualsiasi turista.
Non vogliamo dimostrare nulla ne facciamo a gara a chi fa la pipì più lontano.
Non siamo alla ricerca di gloria o di riconoscimenti, per noi è la normalità .
Ma le critiche gratuite a chi cerca di fare qualcosa mi sembrano davvero assurde e paradossali.
Questi comportamenti non sono degni delle nostre amate isole e della nostra cultura.
Voglio raggiungere questi obiettivi e tornarmene a casa mia per godermi gli ultimi anni della mia vita con la mia famiglia, con la mia futura moglie e con la mia più grande passione gli animali.
Voglio ringraziare l'assessore Ruggero Razza e il capo gabinetto Ferdinando Croce per l'attenzione che stanno mettendo per l'ospedale di Lipari in questo di periodo di difficoltà che affligge la sanità e, non ultima La Presidente VI Commissione ARS,Margherita la Rocca per averci ricevuto e resa disponibile per l'audizione e Il Presidente dell'asp Paolo La Paglia per la sua grande disponibilità che spero continuerà ad avere verso le nostre amate isole.
Voglio ringraziare fortemente tutte le persone che credono in noi e che non ci hanno lasciati soli neanche per un un'attimo, i comitati, il gruppo iosonolorenza e tutti i giornalisti e media che ci stanno dando voce in una battaglia così importante.

Mi resta solo una cosa da fare prima di tornare a Lipari perché si può e si deve fare in tempi brevi, IL CARDIOLOGO.

A PRESTO!

Il Comune di Lipari prenda esempio dai Comuni di Salina e "apra le porte" (di Lorenzo Casamento)

Riprendiamo dalla pagina fb di Lorenzo Casamento questo post che condividiamo in toto: 

Ieri i Comuni dell'Isola di Salina si sono determinati per l'apertura della circolazione libera dei cittadini dei tre Comuni , stante la interscambiabilita di porti, negozi etc. Presenti sull'isola. Giusto, anzi giustissimo. Ed in linea con tale decisione sarebbe opportuno che anche il Comune di Lipari apra le sue 'frontiere' ai fratelli salinari, anche perché l'ospedale di Lipari è il nosocomio di tutte le Isole Eolie, di cui Salina è la più popolata dopo Lipari. E poi anche altri Uffici siti a Lipari riguardano i cittadini salinari, per esempio gli uffici dell'Agenzia delle Entrate....

Per chi di competenza....fateci un pensierino. Serio

Parte dalla consigliera Lorizio all'indirizzo dell'amministrazione Giorgianni la "Proposta integrazione servizi territoriali Covid-19"

Spett.le Signor Sindaco Comune di Lipari 

Agli Assessori: Tiziana De Luca

Gaetano Orto

Massimo D’Auria

Daniele Orifici

Massimo Taranto

Presidenza Consiglio Comunale

Presidenza della Commissione Sanità Comune di Lipari

Oggetto: Proposta integrazione servizi territoriali Covid-19 
  L’emergenza Covid-19 ha messo la popolazione mondiale in uno stato di allerta tuttora in corso, sia dal punto di vista sanitario sia dal punto di vista economico, con significative ricadute in ambito sociale, che hanno principalmente coinvolto le fasce di popolazione che già̀ vivevano in condizioni di bisogno, di povertà̀, di isolamento o malattia. Ad essi si sono aggiunti altri milioni di persone che stanno affrontando all’improvviso incertezze e difficoltà gravi e inaspettate. Tutti i Paesi sono stati chiamati a grandi sforzi per contrastare la diffusione del Coronavirus, rafforzando le misure preventive, attivandosi per individuare ed isolare i casi, mettere in campo adeguate procedure gestionali e di contenimento. 
  L’Italia, primo paese occidentale ad affrontare l’emergenza, ha risposto e tutt’ora risponde con l’introduzione di molteplici ordinanze restrittive, tese a limitare al massimo la diffusione dell’epidemia, che hanno mutato le condizioni di vita, lavorative e di relazione dell’intera popolazione, stravolgendo in pochi giorni ogni quotidianità̀. 
  Nella difficoltà di affrontare un fenomeno del tutto sconosciuto, i diversi livelli di governo hanno reagito adeguando schemi di programmazione, finanziamento, gestione, intervento e avviando sperimentazioni, interventi e servizi o potenziando quelli esistenti. 
Assieme ai Servizi sanitari, sui quali i fari mediatici si sono maggiormente accesi, sono stati i Servizi sociali dei Comuni Italiani a sostenere le fasce di popolazione più fragili, recependo le indicazioni arrivate dal livello centrale e riorganizzando i propri servizi mettendo in campo inedite forme di vicinanza alle persone, alle famiglie, in alcuni casi coinvolgendo attiva mente la comunità̀ locale. 
  I Comuni, anche a livello di Ambito territoriale, hanno avviato numerosi servizi e iniziative nei propri territori per rispondere alle necessità della popolazione, hanno innovato e rafforzato esperienze già presenti, modificando in maniera flessibile le loro modalità di intervento. 
Risulta noto a tutti come la situazione sanitaria nel comprensorio Eoliano, sia scarna e di difficile riscontro nella gestione dei pazienti che risultano sintomatici e bisognosi di cure specifiche in materia di Corona virus, ancora più noto è come i servizi sanitari territoriali siano carenti dal punto di vista delle risorse umane e dei servizi offerti. 
  Sappiamo come il problema che sta crescendo in modo considerevole anche nel nostro territorio, ha necessità di essere orientato alla persona per lo più anziana, disabile, sola.

Si rende necessario, ancor più che in altro territorio, instaurare nel più breve tempo possibile, una macchina coordinatrice delle Associazioni di volontariato che operano nel territorio al fine di svolgere servizi e prestazioni che tra l’altro limiterebbero la necessità dei soggetti più deboli, (anziani, malati, soggetti soli, soggetti con patologie psichiatriche gestite a domicilio..) di recarsi fuori dalla propria abitazione.

Attori operanti

Il territorio eoliano vanta la presenza di varie associazioni di volontariato. Attivando una cabina di regia formata dai tutti gli attori del terzo settore, coordinata dai servizi sociali e dalle comunità parrocchiali, (quest’ultime da sempre impegnate nella tutela dei soggetti deboli della comunità) con i report informativi in possesso, risulterebbe essenziale, così come accade in altri Comuni italiani, per la tutela dei soggetti fragili della comunità eoliana che di ritorno determinerebbe una tutela sanitaria maggiore per l’intera popolazione.

Possibili servizi da instaurare e dove già presenti da incrementare

Disbrigo pratiche

Spesa giornaliera

Consegna farmaci (già operativa)

Servizio d’ascolto per soggetti soli

Informazioni utili nella gestione dei sintomi

Trasporto ove necessario da e per i servizi necessari in presenza.

Altro..... 

Per quanto su esposto si invitano i destinatari tutti, nei modi e nei termini per le proprie competenze, di valutare ed attuare se condivisa, la proposta su esposta, nella speranza di attenuare e ridurre in modo considerevole quelle che potrebbero essere conseguenze disagevoli per i soggetti deboli del territorio Eoliano e di instaurare un modello organizzativo di collaborazione territoriale utile per la popolazione tutta. 

Rimanendo a disposizione per qualsiasi chiarimento l’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.

Lipari 10/10/202020
Il Consigliere Comunale 
Giuseppina Lorizio