Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 10 novembre 2018

Lipari rivendica attenzione. Appello a Razza e all'Asp. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Calcio a 5 di serie C2. Ludica Lipari cede l'intera posta al Giarre

Inopinata sconfitta casalinga oggi pomeriggio per la Ludica Lipari che, al Freeland, si è vista superare per 9 a 8 dal Futsal Giarre. Una gara caratterizzata da diverse autoreti.
Per gli eoliani, sprecata l'occasione di agganciare in vetta la Meriense, approfittando del turno di riposo, osservato da questa.
A segno per la Ludica: F. Puglisi (4), Re (2), M. Puglisi (2)

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXVI° Filmato: durata 1 minuto e 15

Nonostante sia trascorso il giorno della commemorazione dei defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori, continuiamo a riproporre i nostri video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più. Ne saranno pubblicati due al giorno.
Nel video fotografico di oggi: Copertina: Giuseppe Taranto; 1) Angelo Di Giovanni; 2) Gervasia Pollo ved. Maniaci; 3) Iachino Puglisi; 4) Umberto La China; 5) Umberto Re; 6) Onofrio Mirabito; 7) Antonia Li Donni ved. Pagliaro; 8) Antonino Acquaro; 9) Margherita Battaglini; 10) Bartolo Barile; 11) Giovanni Grammauta; 12) Emanuele Falconieri; 13) Maria Cafarella; 14) Antonietta Rando; 15) Giuseppe Taranto   

Calcio a 5 - Serie D. Per il Meligunis esordio con pari casalingo (La cronaca della gara e le pagelle nel servizio di Marco Mollica)

Meligunis Lipari - Rometta  1 - 1 
Marcatore per il Meligunis: Morales
Al Marakanà di Lipari finisce con un pareggio l’esordio in casa del Meligunis Lipari nella serie D girone A di calcio a 5 contro, la più esperta squadra, del Rometta. La partita comincia con un minuto di raccoglimento per la recente scomparsa del compianto Antonio Pellegrino detto Stecca, padre del mister del Meligunis Mirko. Fischietto affidato al Sig. Giambò di Barcellona.
Subito pericolosa la squadra del Rometta che per ben 10 minuti costringe la squadra di casa a rintanarsi nella propria metà campo, che tra parate del portierone Vitagliana D. e un’ottima difesa, respinge i vari attacchi avversari. Ma il gol è nell’aria, infatti all’ 11° la squadra ospite passa in vantaggio con un gol del n. 14 che, raccoglie a metà campo una respinta di Vitagliana D., e a porta sguarnita insacca per lo 0 a 1. Dobbiamo aspettare il 15° per vedere i nostri affacciarsi in attacco, il primo tiro è del n. 6 Cipriano che, assistito da un ottimo recupero di Vitagliana F., la spara sul portiere. Due minuti più tardi, al 17°, arriva il gol del pareggio del Meligunis. L’azione parte dalla difesa, dalla quale si sgancia il centrale Morales che riceve un ottimo assist da Cipriano, a tu per tu col portiere, lo beffa con un bel gol rasoterra e sigla l’ 1 a 1. La partita continua con la squadra ospite che  attacca ma Vitagliana D. si fa trovare sempre pronto a proteggere la propria porta. Il primo tempo finisce come è cominciato con la squadra ospite in attacco.
Il secondo tempo si riapre con la squadra di casa che fa il gioco e questa volta va vicino al gol con Mandarano che colpisce un palo con un bel tiro rasoterra che supera il portiere. Ancora il Meligunis pericoloso con Costanzo che va vicino al gol ma, forse l’emozione lo tradisce, e spreca una buona occasione per passare in vantaggio tirando sul portiere. Ancora qualche tiro da lontano dei nostri e si va fino a metà tempo. Questa volta è Cipriano a trovarsi di fronte al portiere avversario ed esaltarne le qualità facendosi parare un tiro in uscita. Gli avversari non riescono più a far gioco e il Meligunis è in controllo totale della partita, fino al 20° quando è ancora Vitagliana D. a superarsi e salvare il risultato. Fino al 30° ci provano a turno Mandarano, Morales e Costanzo. A tempo scaduto la palla della possibile vittoria finisce sui piedi di Cipriano che si fa ipnotizzare dal n. 1 del Rometta e non riesce ad insaccare facendosi parare il tiro. La partita finisce 1 a 1. 
Sicuramente la prestazione sottotono del primo tempo dei ragazzi, guidati dalla coppia allenatori Rosi-Pellegrino, è stata figlia delle tante assenze e della poca esperienza in campo , quasi tutti acerbi a queste tensioni agonistiche. Ma il pareggio è il risultato più giusto da quello che si è visto in campo. 
[Marco Mollica]
La foto è di Aurora Biviano

Pagelle:

Vitagliana D.             7,5
Pellegrino                 6
Morales                    7
Gigante                    6
Mandarano              6,5
Cipriano                   6
Vitagliana F.             6,5
Costanzo                  6
Gitto                          S.V.

Il video del degrado e perchè no....dello "schifo" a due passi dal centro di Lipari, nel piccolo parcheggio dei Cappuccini

Ecco cosa c'è dietro e accanto ai cassonetti del piccolo parcheggio dei Cappuccini a Lipari centro. Scontata l'inciviltà di chi abbandona la qualsiasi, è possibile che nessuno veda e provveda? Ma gli operatori che svuotano i cassonetti hanno mai segnalato questo "schifo" che non è certo di oggi e che si è ampliato nel tempo?

Un bel 4 Novembre. Commemorazione centenario fine Grande Guerra a Lipari centro (Foto: Alessio Pellegrino - VI° parte)

Vento Eoliano. Stasera comizio "resoconto di un anno di attività consiliare"

In ricordo del professor Iacolino (di Michele Giacomantonio)

Un contributo alla manifestazione del Rotary e del Comune di Lipari

Ieri venerdì nella Chiesa di Sant’Antonio, il Rotary Club ed il Comune di Lipari hanno promosso una bella manifestazione in ricordo del professore Giuseppe Iacolino. Organizzatrici dell’evento sono state l’Assessore Tiziana De Luca e la professoressa Lina Paola Costa ed è a loro, credo, che vada il merito della scelta degli interventi tutti apprezzati per la loro originalità e capacità di cogliere aspetti della vita, della cultura, della professionalità e della personalità del professore. Di particolare interesse il filmato opera del web master Pagliaro e della guida sapiente di Lina Paola Costa incentrato su una intervista di diversi anni fa in cui Iacolino spiega alcuni aspetti della nostra cattedrale a cominciare dallo scranno dell’Amministrazione comunale che risale al XIV secolo.
Forse fra i tanti aspetti messi in luce è stato un po’ trascurato il grande contributo che Iacolino ha fornito per fare chiarezza su alcuni nodi importanti della nostra storia locale: un contributo che può essere paragonato solo a quello di un altro grande protagonista della nostra cultura, Luigi Bernabò Brea. Ma mentre il contributo più significativo di questi riguarda la nostra antichità dalla preistoria al mondo classico, fondata sulla ricerca soprattutto archeologica, quella di Iacolino riguarda la Lipari storica suffragata dalle carte degli archivi ed in particolare dell’Archivio vescovile di Lipari dove si conservano i documenti più importanti dopo la “ruina” del Barbarosssa.
A proposito del contributo di Iacolino basti ricordare, per grandi linee, alcuni momenti nevralgici della nostra storia locale..
La sua ricerca sulle origini del Cristianesimo a Lipari ed in particolare sulla storicità della figura del primo Vescovo di Lipari Sant’Agatone , ritenuto leggendario dai più e perfino da Bernabò Brea.
La sua tesi sulla cesura operata dalla ruina del 838 ad opera dei saraceni per cui le Eolie chiusero con la cultura greca mentre con i benedettini di Ambrogio ed i Normanni approdarono al latino ed al volgare con la produzione di tutta una serie di toponimi a cominciare da quelli delle località rurali dell’isola di Lipari divisi in “piani” da cui Quattropani, Piano Greca, Pinoconte.
Ma forse il suo contributo più importante riguarda la nascita e la formazione della municipalità nelle Eolie. Fino a qualche anno fa non era possibile sostenere che a Lipari fosse stato attivato, secondo le disposizioni di Federico, un corpo municipale. E’ solo nel 2002 che il prof. Iacolino viene in possesso, nella sua integrità sebbene si tratti di un trascritto, di un documento – un atto notarile – del 22 maggio del 1246 in cui nell'intestazione può leggersi: “Noi Bartolo de Bruno, Amico de Aldimerio, Benedetto de Maracita, giudici di Lipari,....”. Sempre questo documento ci dice che a Lipari c’è anche il baiulo di cui si fa il nome, Andrea Saurano, ed il notaio che però è morto e viene sostituito, nella redazione del verbale, da un notaio messinese. La presenza di questi funzionari non intaccavano il potere del vescovo giacchè venivano da esso nominati come risulta da un documento contenuto nell’Archivio Capitolare di Patti riguardante il vescovo Bartolomeo di Lentini dove è detto espressamente che egli “creò e istituì il baiulo, i giudici, gli avvocati, gli accattapanos, e gli altri ufficiali della città di Patti” e che questi ufficiali prestarono al vescovo giuramento di fedeltà. E se questo avveniva per Patti doveva, ugualmente, avvenire per Lipari. Il documento aggiunge che questa prerogativa di creare ed istituire gli ufficiali di città era stata anche dei predecessori di Bartolomeo.
Probabilmente, ritiene Iacolino, risale ai primi decenni del XIII secolo la creazione dello stemma civico cittadino che riproduce il castello con le tre torrette allora esistenti e l’immagine di S. Bartolomeo sulla porta del Castello.
Più, tardi, presumibilmente nella prima metà del XIV secolo a Lipari compaiono anche i giurati, accostati o subordinati ai giudici. Si trattava di una figura che aveva istituito Federico nel 1222, ancor prima delle Costituzioni di Melfi, con una ordinanza per le città di una certa importanza. Si trattava di scegliere due o più boni homines da affiancare ai giudici per controllare la qualità e i prezzi di generi alimentari in vendita, di indagare sulle frodi monetarie, di verificare la “legalità” dei prodotti farmaceutici e sciroppi. Siccome queste persone giuravano prima di affrontare il loro incarico vennero chiamati giurati. Di fatto i giurati godevano di pari dignità dei giudici infatti alcune lettere redatte da Federico d’Aragona e dai suoi funzionari fra il 1355 e il 1356 sono indirizzate ai giurati ed ai giudici della Città di Lipari.
Nel corso del XIV secolo i compiti dei giurati furono trasferiti ai catapani, chiamati a svolgere pressa a poco la funzione che hanno oggi i vigili urbani, mentre furono i giudici a chiamarsi giurati ed infatti solo ai giurati di Lipari si rivolge una lettera della Curia reale del 6 maggio 1392.
Queste considerazioni avrei voluto fare di persona venerdì sera. Purtroppo però la manifestazione si è prolungata oltre le 19 e alle 19 ho dovuto andar via per impegni personali. Ma ci sarà tempo di riprendere il discorso nel Convegno che già il Centro studi ha preannunciato nell’ambito del Parco letterario eoliano dove a Giuseppe Iacolino verrà dedicata una intera sezione.
Michele Giacomantonio

Bilancio consolidato 2017 nel Comune di Lipari, Cambiano i musicanti ma la musica non cambia (di Angelo Sidoti)

Dall’albo pretorio del Comune di Lipari rilevo che in data 26/10/18 la Giunta si è riunita sul tema “Bilancio Consolidato 2017”.
Dal censimento delle diverse partecipate, vedi proposta di deliberazione, viene rappresentato il seguente stato di fatto delle società controllate:
- Eolie Servizi SpA. in liquidazione: ultimo bilancio approvato 2017 (dagli ultimi atti si ritrova con un Collegio Sindacale scaduto nel 2004 e con un liquidatore dimesso nel 2007);
- Leader II Eolie Scarl in liquidazione: ultimo bilancio approvato 2014 (che stante l’attuale situazione finanziaria necessiterebbe della procedura di dichiarazione dello stato di insolvenza vedi nota Segretario Generale)
- Sviluppo Eolie Srl in liquidazione: ultimo bilancio approvato 2014 (che stante l’attuale situazione finanziaria necessiterebbe della procedura di dichiarazione dello stato di insolvenza vedi nota Segretario Generale)
- Eolie per l’Ambiente Srl in liquidazione: ultimo bilancio approvato 2017 (dagli ultimi atti chiusura prevista entro il 31/12/2018 … ancora pochi mesi se non giorni. Sarà vero?)
- Lipari Porto Spa in liquidazione: ultimo bilancio approvato 2017 (dagli ultimi atti risulta un debito di 66mila euro nei confronti del maggiore azionista Condotte)
- Società per la costruzione e la gestione dell’aeroporto delle Eolie Spa: nessuna notizia sui bilanci
- SRR Eolie Scarl: ultimo bilancio approvato 2017 (società che matura utili sulla prestazione di un servizio pubblico diversamente da altre SRR che chiudono il proprio bilancio a ZERO)
- Gal Tirreno Scarl: nessun bilancio approvato.
In ultimo dall’ultimo rendiconto 2017 approvato in Giunta il 13/10/18, si rileva che i Revisori sul tema asseverazione crediti e debiti hanno evidenziato la "mancata asseverazione da parte degli organi delle società partecipate”.
Tralasciamo le note della Corte dei Conti sul tema e le azioni correttive approvate dal Consiglio Comunale più volte commentate.
Come definireste questo quadro di insieme? Per me pessimo anche perché si trascina di anno in anno e di mandato in mandato senza trovare una soluzione definitiva.

Ps: per non parlare del rispetto delle norme sulla trasparenza nella PA

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXV° Filmato: durata 46 secondi

Nonostante sia trascorso il giorno della commemorazione dei defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori, continuiamo a riproporre i nostri video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più. Ne saranno pubblicati due al giorno.
Nel video di oggi: 1) Bartolo Ziino; 2) Gabriele Allegrino; 3) Nunziata Bonen; 4) Rodolfo Taranto; 5) Angelo Biviano; 6) Antonino Castelli; 7) Cuono Biviano

Auguri di Buon Compleanno ai lettori di Eolienews, festeggiati oggi

Buon Compleanno a Sonia Benenati, Laura Giardina, Angelina D'Ambra, Paola Bruno, Maria Gullo Di Giovanni, Milly Paratore, Domenico D'Ambra, Davide Favaloro, Davide Cincotta, Roberto Fichera

Al via domani il campionato di calcio di 3° Categoria. Due le squadre eoliane impegnate

Prende il via domani il campionato di calcio di Terza Categoria. L'Inter club di Lipari e il Malfa vi prenderanno parte. Entrambe sono state inserite nel girone A.
L'Inter club, che gioca le sue gare casalinghe nel campo di Quattropani, esordirà in trasferta contro il Novara 1965. Riposerà, invece, il Malfa. 
Il derby d'andata si giocherà il 16 Dicembre a Malfa. 

Palazzo dei Leoni, l'avv. Caponetti confermata Segretario generale dell'Ente

Il Sindaco Metropolitano di Messina, Cateno De Luca, ha confermato nel ruolo di Segretario generale dell'Ente l'avv. Maria Angela Caponetti sulla base delle comprovate competenze professionali espresse nel corso degli anni nella difficile gestione della Città Metropolitana.
“La conferma della dottoressa Caponetti – ha dichiarato il Sindaco De Luca - rientra in una mia valutazione complessiva basata sull'alta professionalità, espressa in questi anni, nella gestione dell'Ente, soprattutto nella capacità di far fronte egregiamente a numerose situazioni transitorie, nonostante la lunga assenza di un vertice politico, che ha ovviamente generato in capo al Segretario generale una carico di lavoro e di decisioni che hanno salvaguardato l'Amministrazione in quelle che sono le attività essenziali, in un quadro di grande difficoltà economico-finanziarie. Inoltre, la conoscenza ormai dettagliata di tutti i meandri dell'Ente e dell'articolata struttura burocratica ha costituito un ulteriore elemento che mi ha indotto alla conferma della dottoressa Caponetti e sono certo che con una guida autorevole riuscirà, insieme all'intero apparato burocratico, a dare sempre di più e, soprattutto, a poterci consentire di avviare quelle sinergie per far assumere un ruolo nevralgico alla Città Metropolitana”.

Santo del giorno: San Leone Magno

Calcio a 5: per la Ludica Lipari importante impegno casalingo quest'oggi

Importante impegno casalingo oggi pomeriggio per la Ludica Lipari di calcio a 5, impegnata nel campionato di C2. Al Freeland, alle 15 e 30, affronta il Futsal Giarre. In caso di vittoria gli eoliani raggiungeranno al primo posto in classifica la Meriense che, oggi, osserva un turno di riposo.

Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie

- Veduta da San Calogero (Lipari) -

venerdì 9 novembre 2018

Abusivismo edilizio. Demolizioni alle Eolie. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi.

Eolie al World Travel Market di Londra, buoni riscontri

Comunicato
Eolie al World Travel Market di Londra per incrementare i flussi di turismo organizzato provenienti dal Regno Unito nei periodi di bassa stagione.
Si è appena conclusa la più importante fiera turistica della Gran Bretagna: il World Travel Market, tenutosi a Londra dal 5 al 7 novembre. Quest’anno, le Isole Eolie erano presenti con un proprio stand a quello che è ormai da diversi anni un appuntamento regolare per molti operatori italiani ma anche siciliani ed eoliani. La presenza è stata curata dalla Aeolian Islands Destination Marketing Company, in partnership con Federalberghi Isole Eolie, che ha allestito uno stand nel padiglione Europa a ridosso dell’area Italia e quindi della Sicilia.
Un lavoro preparatorio e lo speed networking organizzato dalla fiera hanno consentito di entrare in contatto con un buon numero di buyer potenzialmente interessati al prodotto Isole Eolie, spesso scelte per incentive o special interest tours ma anche inserite quale tappa di prestigio di un circuito classico con soggiorni di due o tre notti o in combinazione con altre località per tappe di 3 o 4 notti o in tour settimanale per riuscire ad immergersi davvero nell’atmosfera incantata dell’arcipelago che dal 2000 è patrimonio dell’umanità.
Siamo abbastanza soddisfatti, ha dichiarato il presidente di Federalberghi Isole Eolie, Christian Del Bono: “abbiamo, tra l’altro, gettato le basi per un educational da organizzare per il prossimo mese di aprile con una selezione di buyer UK realmente interessati alle Isole Eolie. Le nostre isole sono da sempre meta dei visitatori provenienti dal Regno Unito. Il nostro obiettivo è quello di incrementare il numero di operatori in grado di proporre in modo stabile le isole Eolie ad una clientela desiderosa di scoprirne la natura ancora incontaminata ma anche di avere un contatto autentico con le realità locali, la storia e le tradizioni dell’arcipelago”.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXIV° Filmato: durata 1 minuto e 10 circa)

Nonostante sia trascorso il giorno della commemorazione dei defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori, continuiamo a riproporre i nostri video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più. Ne saranno pubblicati due al giorno.
Nel video: 1) Basile Santino; 2) Caruso Basilia in Resinaro; 3) Cincotta Maria Catena in Berenati; 4) Gitto Franco; 5) Angelino Gualdi; 6) Provvidenti Caterina ved. Cincotta; 7) Tripi Gaetano; 8) Mons. Alfredo Adornato; 9) Saltalamacchia Ezio; 10) Li Donni Ninetta; 11) Varvaro Aurora ved. Lo Cascio ; 12) Zanca Rosa.   

Un bel 4 Novembre. Commemorazione centenario fine Grande Guerra a Lipari centro (Foto: Alessio Pellegrino - V° parte)

Calcio a 5 - Serie D. Per il Meligunis domani esordio casalingo

COMUNICATO
Amici sportivi la Meligunis Lipari Calcio a 5, Sabato 10 Novembre alle ore 14:30, disputerà la sua prima partita ion casa, contro la Ulisse S. Rometta Marea, nel campionato di serie D Girone A, della Lega Nazionale Dilettanti Comitato di Messina.
Il primo incontro si disputerà sul campo Marakanà, i ragazzi si sono preparati a questo inizio, con costanza e sacrificio, dimostrando di tenere alla maglia e Società SSD Meligunis Lipari di appartenenza, che fin da subito, ha riposto in loro fiducia e aspettative. Purtroppo vi saranno alcune assenze importanti, dopo il lutto che ha colpito alcuni giocatori, ma i ragazzi sono carichi e determinati.
Lo sport eoliano si arricchisce di opportunità per i nostri giovani, il Calcio a 5 crea spazio e attrattiva anche per i giovanissimi che si sono avvicinati e che vengono seguiti nel loro avviamento allo sport con serietà e costanza.
In conclusione, i nostri giovani dovranno essere sostenuti e spinti da noi e da voi tutti, in questa avventura, che inizia in casa, e che ci auguriamo tutti, si trasformi in un pomeriggio di sport con una vittoria.
FORZA MELIGUNIS LIPARI
FORZA RAGAZZI

Vento Eoliano: Si intitoli il Palacongressi al professor Iacolino


Al Sindaco del Comune di Lipari

I sottoscritti Francesco Rizzo e Annarita Gugliotta , Consiglieri comunali del Comune di Lipari, affiliazione Vento Eoliano
considerata
la prestigiosissima rilevanza scientifica delle opere del professor Giuseppe Iacolino,
considerate
altresì  le eccelse qualità umane e di docente
considerato
il pregio fornito dalla sua attività intellettuale alla comunità scientifica internazionale ed altresì  la copiosa produzione di opere  intellettuali e letterarie,
chiede
di intitolare il Palazzo dei Congressi di Lipari al professor Giuseppe Iacolino

Lipari lì,   08.11.2018                                  
 Avvocato Francesco Rizzo

                                                         Avvocato Annarita Gugliotta

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXIII° Filmato: durata 3 minuti e 50 circa)

Nonostante sia trascorso il giorno della commemorazione dei defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori, continuiamo a riproporre i nostri video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più. Ne saranno pubblicati due al giorno.
Nelle foto di oggi. Copertina: Tina Lucchese; 1) Turiddu Lo Ricco; 2) Maestro Lorizio; 3) Lorizio; 4) Angelino Lo Schiavo; 5) Vincenzo Lo Schiavo; 6) Giuseppe Losinno; 7) Carmelo Lo Surdo; 8) Francesca Lo Surdo; 9) Nunziata Lo Surdo; 10) Giuseppe Lombardo: 11) Giovanna Longo; 12) Rosanna Ziino; 13) Oreste Bruno Longo; 14) Annamaria Lopes; 15) Angelo Luca; 16) Antonina Luca; 17) Tina Lucchese; 18) Nino Maggio; 19) Giuseppe Maggiore; 20) Giuseppe Maiorana; 21) Angelino Maiuri; 22) Angela Mandarano; 23) Francesco Mandarano; 24) Giovanni Mandarano; 25) Giovannino Mandarano; 26) Maria Catena Mandarano; 27) Matilde Mandarano; 28) Onofrio Mandarano; 29) Pino Mandarano; 30) Rodolfo Mandarano; 31) Vittoria Mandarano; 32) Mandarano; 33) Giuseppe Mandile; 34) Giuseppina Mandile; 35) Concetta Mangano; 36) Giovanni Mangano; 37) Giovanni Mangano; 38) Maria Mangano; 39) Orazio Mangano; 40) Tommaso Mangano; 41) Antonino Maniaci; 42) Manicotto; 43) Gilormino Mannello          

Auguri di Buon Compleanno ai lettori di Eolienews, festeggiati oggi

Buon Compleanno a Gianfranco Guarino, Bartolo Bonfante, Bartolo Belletti, Letizia Gallo, Gianni Boscolo, Milena Biglietto, Santina Podetti, Andrea Grasso, Eligio Perna, Martina Fichera

Un bel 4 Novembre. Commemorazione centenario fine Grande Guerra a Lipari centro (Foto: Alessio Pellegrino - IV° parte)

Uomo di Panarea autore di violenza su 4 bambine non andrà in carcere. Ottiene sconto di pena in virtù del vincolo della "continuazione dei reati".

(Leonardo Orlando - Gazzetta del sud) Un uomo di Panarea, S.C., 39 anni, che per ben due volte ha patteggiato la pena di un anno e otto mesi di reclusione accumulando complessivamente 40 mesi di reclusione per i reati di abusi sessuali nei confronti di quattro bambine in vacanza sull’isola, ha ottenuto una sensibile riduzione della pena finale a causa del riconoscimento del vincolo della continuazione dei reati di violenza sessuale.
La decisione è stata presa dal giudice dell’udienza preliminare Fabio Gugliotta su richiesta dei difensori avvocati Simone Giovannetti e Salvatore Puleo. Per effetto di ciò, l’uomo, ai domiciliari dallo scorso 21 dicembre, è tornato in libertà perché ha ottenuto la sospensione della pena finale rideterminata a seguito del riconoscimento della continuazione in due anni di reclusione. L’imputato, a seguito dell’incidente di esecuzione effettuato ieri in Tribunale a Barcellona, non andrà in carcere per come previsto dalla legge per questo tipo di reati. I difensori hanno assicurato che l’uomo ha iniziato un ciclo di terapie presso il servizio di salute mentale dell’ospedale di Lipari. Le due sentenze di patteggiamento divenute definitive erano state emesse l'1 marzo 2017 ed il 28 marzo 2018. La prima si riferiva a gravi abusi sessuali commessi nel luglio del 2016 a Panarea ai danni di tre diverse bambine che si trovavano in una zona dove erano ancorate delle imbarcazioni. Il secondo episodio, avvenuto in epoca precedente, nel dicembre 2015, e scoperto solo successivamente, si riferiva ad abusi compiuti ai danni di una bambina di appena tre anni che sarebbe stata palpeggiata a seguito di un disgustoso “gioco del dottore”. I genitori della minore, che ignari avevano affidato temporaneamente la bambina all’uomo, si sono accorti solo successivamente perché la bimba, incontrando sull’isola l’uomo, ha avuto paura con conseguente crisi di pianto.

Dedicazione della Basilica Lateranense

Fino dall'antichità più remota si solevano consacrare a Dio con particolare solennità i luoghi destinati al culto divino. È un fatto questo che si verifica nella storia di tutti i popoli, ma specialmente in quella del popolo d'Israele. Tutti infatti sanno quale fosse la magnificenza e la ricchezza del tempio di Gerusalemme, e con quale pompa il re Salomone lo abbia fatto consacrare a Dio. 

Anche la Chiesa di Cristo ebbe fin dai suoi mai i luoghi dedicati al culto; ai tempi della predicazione apostolica, non erano che semplici stanze, ma in seguito si costruirono vere chiese. 

Quando l'imperatore Costantino il Grande, dopo la vittoria riportata su Massenzio, diede piena libertà ai seguaci del Vangelo (313), questi non risparmiarono fatiche e spese per edificare al Signore templi sontuosi, e numerose furono le chiese che vennero fabbricate in quei tempi. Lo stesso imperatore ne diede l'esempio facendo costruire sul monte Celio a Roma, sul luogo dell'antico Palazzo Laterano, una magnifica basilica che fece dedicare al SS. Salvatore. In essa fu edificata una cappella dedicata a S. Giovanni Battista che serviva di battistero, donde il nome di S. Giovanni in Laterano dato dai Cristiani a quella chiesa. Il Pontefice S. Silvestro la consacrò solennemente il giorno 9 novembre e stabilì che le cerimonie da lui seguite in quella circostanza fossero quelle con cui i cattolici avrebbero dovuto in seguito consacrare i loro templi. 

La basilica del SS. Salvatore, sia per la sua magnificenza, sia per essere stata in antico la residenza dei Sommi Pontefici, fu sempre considerata dai cristiani come la principale, la madre di tutte le chiese del mondo, e perciò, sola fra tutte, viene anche designata con il titolo di arcibasffica. Fin dai tempi di S. Leone Magno la officiava una collegiata di canonici regolari: oggi ai canonici regolari furono sostituiti canonici secolari col titolo di prelati. 

Sebbene il Pontefice S. Silvestro avesse ordinato che gli altari nelle chiese dovessero essere di pietra, tuttavia noi troviamo in questa basilica un altare di legno. Ciò non deve far meraviglia poichè fino al tempo di S. Silvestro i cristiani solevano celebrare il Santo Sacrificio su altari portatili di legno. L'altare inoltre che fu collocato nella basilica lateranense era quello che ordinariamente era servito ai Sommi Pontefici nella celebrazione dei Divini Misteri, ed è tradizione che su quel medesimo avesse celebrato lo stesso Principe degli Apostoli. Per questo venne posto in quella chiesa e fu nel medesimo tempo ordinato che nessuno, all'infuori del Papa, potesse su di esso celebrare il Santo Sacrificio. 

La basilica del SS. Salvatore, più volte distrutta durante il corso dei secoli, fu sempre ricostruita, e l'ultima sua riedificazione avvenne sotto il pontificato di Benedetto XIII, che la riconsacrò l'anno 1724. Fu in quest'occasione che venne stabilita ed estesa a tutta la cristianità la festa che oggi celebriamo. 

PRATICA. Diportiamoci con sommo rispetto nella casa del Signore, ricordando le parole del Divin Maestro: « La mia casa è casa d'orazione ». 

PREGHIERA. O Dio, che annualmente rinnovi il giorno della consacrazione di questo santo tempio, e per la virtù dei sacri misteri ci conservi incolumi, ascolta la preghiera del tuo popolo, e fa' che chiunque entrerà in questo tempio per domandarti favori, si rallegri nel vedere attuati i suoi desideri. 

Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie

- Strombolicchio -
Foto: Camillo Latto

giovedì 8 novembre 2018

Canneto e i danni delle mareggiate. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud


REGIONE: QUATTRO MILIONI PER I PORTI DELL’ISOLA. TRA QUESTI 1,3 MILIONI PER SANTA MARINA SALINA.

Oltre quattro milioni di euro per mettere in sicurezza i porti di quattro Comuni dell’Isola. Lo ha deciso il governo Musumeci che ha rimodulato le risorse del Fondo di sviluppo e coesione, inserite all’interno del Patto per il Sud, dando priorità a progetti cantierabili, con l’obiettivo di accelerare la spesa delle risorse.
«Abbiamo il dovere - sottolinea il presidente della Regione Nello Musumeci - di potenziare le infrastrutturali portuali commerciali e turistiche della Sicilia e di renderle soprattutto direttamente ed efficientemente collegate con il sistema dei trasporti su terra: dal gommato alle ferrovie, agli aerei. E’ un tema di grande e straordinaria attualità sul quale il governo non si farà trovare impreparato».
In particolare, la rimodulazione concerne quattro opere, delle quali tre nelle isole minori, i cui progetti esecutivi sono già pronti o di imminente consegna. A Pantelleria, con due milioni di euro, si interverrà “sul muro paraonde e sul ripristino della fruibilità dell’area della diga foranea e del dente di attracco”. Nel Messinese, a Santa Marina Salina, previsto, per un importo di 1,3 milioni di euro, il “consolidamento del molo commerciale”. Con 140mila euro, invece, verrà completata la banchina commerciale di Lampedusa.
«Forte è l'impegno del governo - aggiunge l'assessore all'Economia Gaetano Armao - per le infrastrutture portuali delle Isole minori, il cui rilancio è necessario per il turismo, asse di sviluppo essenziale per rafforzare la qualità dell’offerta e la competitività del sistema Sicilia. Uno stanziamento di fondi Fsc reso possibile anche dall'assessorato all'Economia che ha apprezzato e valutato la proposta di rimodulazione delle risorse approvata dalla Giunta regionale».
L’ultimo cantiere riguarda il Comune di Castelvetrano, nel Trapanese, dove è stato programmato il “potenziamento della struttura di Marinella di Selinunte, attraverso il dragaggio dei fondali, il consolidamento delle opere strutturali esistenti, l’illuminazione e l’adeguamento dei pontili (1° stralcio)”: a disposizione 585mila euro.
«Attraverso questi interventi - spiega l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone - il governo imprime una prima decisa svolta nel rafforzamento della infrastrutturazione portuale della Sicilia, sia dal punto di vista commerciale che turistico. Arriva, inoltre, una risposta vitale per le comunità delle Isole minori e i comparti economico e turistico».

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXII° Filmato: durata 3 minuti e 20 circa)

Nonostante sia trascorso il giorno della commemorazione dei defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori, continuiamo a riproporre i nostri video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più. Ne saranno pubblicati due al giorno.
Copertina: Zu Turi Lo Presti; 1) Pia La Greca; 2) Pino La Greca e Girolamo Crivelli; 3) Romualdo La Greca; 4) Rosa La Greca; 5) Rosaria La Greca; 6) Salvatore La Greca; 7) Salvatore La Greca; 8) Vittorio La Greca; 9) Antonino La Macchia; 10) Francesco La Macchia; 11) Nino La Macchia; 12) Fausto La Marmora; 13) Filippo La Rosa; 14) Peppino La Spada; 15) Caterina La Torre; 16) Immacolata La Torre; 17) Michele La Torre; 18) Lang; 19) La Rosa; 20) Lauricella; 21) Francesco Lauricella; 22) Mario Lauricella; 23) Palmiro Lauro; 24) Lazzaro; 25) Angelino Li Donni e Tommaso Carnevale; 26) Giovanni Li Donni; 27) Giuseppe Li Donni; 28) Liberatore Paino; 29) Giacomo Libro; 30) Licciardo; 31) Lillo Malara, Pino La Cava, Claudio Costa e Bartolino Errico; 32) Beppe Lo Cascio; 33) Alberto Lo Monaco; 34) Giovanni Lo Presti; 35) Turi Lo Presti; 36) Nunziata Lo Ricco; 37) Pietrina Lo Ricco; 38) Salvatore Lo Ricco       

Un bel 4 Novembre. Commemorazione centenario fine Grande Guerra a Lipari centro (Foto: Alessio Pellegrino - III° parte)

Rifiuti. Camion senza carburante. Il sindacato: Sindaco convochi azienda non lavoratori

Ricordate il camion dei rifiuti che resta senza carburante e del quale ieri avevamo pubblicato il video? Ebbene con una nota interviene, rispondendo alla pubblicazione della notizia (fatta da altro organo d'informazione) che il sindaco avrebbe convocato i lavoratori, il sindacato. 
Riportiamo a seguire una parte del comunicato, omettendo la parte in cui si fa riferimento alla pubblicazione ieri della notizia della convocazione da parte di altro giornale.

Al via domani a Pianoconte la XXXIII° Sagra del vino e del pane

Comune di Lipari e Rotary organizzano evento in memoria del prof. Iacolino

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" XXXI° parte - durata 4 minuti e 30 circa)

Nonostante sia trascorso il giorno della commemorazione dei defunti, sperando di fare gradita ai nostri lettori, continuiamo a riproporre i nostri video fotografici con le foto di diversi eoliani che non ci sono più. Ne saranno pubblicati due al giorno. 
Nelle foto di oggi. Copertina: Turi Giunta; 1) Vanni Giardina; 2) Simone Giardina; 3)Maria Carnevale; 4) Angelo Natoli; 5) Franco Giorgianni; 6) Lucio e Francesco Giovenco; 7) Angela Giuffrè; 8) Anna Maria Giuffrè; 9) Antonino Giuffrè; 10) Bartolo "Tom" Giuffrè; 11) Benito Giuffrè; 12) Maria Giuffrè; 13) Antonia Giunta; 14) Ciccino Giunta; 15) Franco Giunta; 16) Nino Giunta; 17) Turi Giunta; 18) Salvatore Giuttari; 19) Angelo Granata, Salvatore Di Mauro, Leonardo Greco; 20) Angelo Granata; 21) Antonio Greco; 22) Bartolo Greco; 23) Giacomo Greco; 24) Leonardo Greco; 25) Salvatore "Tureddu" Greco; 26) Bartolo Gualdi; 27) Enzina Gualdi; 28) Pippo Guerrera e Caterina Capone; 29) Pino Gugliotta; 30) Clelia Hunziker; 31) Edwin Hunziker; 32) Bartolo Iacono; 33) Domenico Iacono; 34) Gaetano Iacono; 35) Giovannina Iacono; 36) Pina Iacono; 37) Ciro Iacullo; 38) Ciccio Imbruglia; 39) Bartola Alessandra Indricchio; 40) Coniugi Inferrera; 41) Salvatore Isgrò; 42) Rocco Italiano; 43) Giuseppina Iurlano; 44) Bartolo Ugo La Cava; 45) Francesco La Cava; 46) Francesco La Cava e Francesco Vitale; 47) Francesco La Cava; 48) Giovanni La Cava; 49) Lola La Cava; 50) Caterina La Cava Ortese; 51) Pino La Cava;  52) Assunta La Greca; 53) Cristoforo La Greca; 54) Domenico La Greca; 55) Onofrio La Greca         

Auguri di Buon Compleanno ai lettori di Eolienews, festeggiati oggi

Buon Compleanno a Rita Cincotta, Guglielmo Sardella, Rita Mandarano, Mary Natoli, Mary Taranto, Antonio Buscema Imbruglia, Francesco Cincotta, Giovanni Leonardo MariaGoffredo Tavilla, Chaminda Gamini, Michele Quadara, Marilena Taranto, Francesco Giuliano, Rodica Daraban,, Connie Santospirito Pirera, Giovanna Taviani

Un bel 4 Novembre. Commemorazione centenario fine Grande Guerra a Lipari centro (Foto: Alessio Pellegrino - II° parte)