Cerca nel blog

sabato 21 ottobre 2023

Calcio, Prima categoria: Buon pari del Lipari sul campo del Falcone

Comunicato

Zero a zero del Lipari oggi a Falcone: buona prestazione, secondo pareggio consecutivo in trasferta e prima partita del campionato senza subire gol.

Primo tempo sostanzialmente equilibrato nel quale i rossoblù, oggi in maglia bianca, non hanno rischiato praticamente nulla e ripresa caratterizzata da una traversa e da una limpida occasione in contropiede, entrambe con Felice Puglisi.

Discrete sensazioni, qualche rammarico per non aver conquistato l’intera posta in palio, ma bicchiere sicuramente mezzo pieno in vista della settimana che porterà l’undici eoliano al prossimo impegno casalingo contro il Melas di Santa Lucia del Mela.

Regione: Giovani, due milioni di euro per progetti di inclusione sociale e contrasto del disagio

Promuovere la partecipazione inclusiva dei giovani siciliani alla vita sociale dei territori. È l’obiettivo prioritario dell’avviso pubblicato dall’assessorato regionale della Famiglia e delle politiche sociali e finanziato con circa 2 milioni e 250 mila euro, di cui due milioni a carico del Fondo nazionale per le Politiche giovanili 2022 e 250 mila euro a carico del bilancio regionale, quale cofinanziamento.

«Con questo intervento - dice l'assessore Nuccia Albano - vogliamo promuovere le attività ludiche, ricreative, culturali e sportive per favorire l’inclusione sociale e scolastica dei giovani e contrastare il disagio giovanile e le nuove dipendenze. Il malessere adolescenziale è una condizione di fragilità dei ragazzi che va combattuto con progetti come questi, stimolando l’aggregazione e l’inclusione. Dobbiamo favorire una rinascita dei valori tra i giovani, definendo, assieme a tutti gli attori del sistema, percorsi comuni che possano sostenere anche le famiglie».

L’avviso, pubblicato sul sito istituzionale della Regione a questo link, permetterà di selezionare progetti destinati ai giovani siciliani tra i 14 e i 35 anni. Possono partecipare associazioni giovanili, anche in partenariato con le istituzioni scolastiche; enti locali, enti del terzo settore, cooperative sociali. Le proposte dovranno consentire l’elaborazione di un approccio innovativo alla diffusione della conoscenza dei processi produttivi a basso impatto ambientale e delle metodologie utili allo sviluppo dei territori e delle imprese, al fine di favorire il potenziale occupazionale dei giovani e contrastare al contempo il disagio giovanili nelle sue varie forme.

Scrivevamo così sulla Gazzetta del sud del 21 ottobre 2019

Calcio a 5: Al via il 29 ottobre la serie D. In campo tre formazioni eoliane

Il team della Ludica dello scorso campionato
 Al via il 29 ottobre il campionato di serie D di calcio a 5. 

Nel girone A saranno in campo tre formazioni eoliane: La Ludica Lipari, il Salina young e il Vulcano

QUESTA LA COMPOSIZIONE DEL GIRONE A: 

SAPONARESE 

CITTA DI PACE DEL MELA 

FOLGORE MILAZZO 

GP2 SPORTING OLIVARELLA 

LUDICA LIPARI 

PRO MENDE CALCIO 

SALINA YOUNG 

VIRTUS MILAZZO 

VULCANO

Lipari: Al via corso di Alfabetizzazione di lingua italiana e per il Diploma di licenza media

Le docenti del CPIA ( Centro Provinciale Istruzione Adulti ) COMUNICANO che presso la Scuola Media Santa Lucia di Lipari è possibile frequentare: 

• Il corso di Alfabetizzazione di Lingua Italiana ( Livello A2 del QCER) 

• Conseguire il Diploma di Licenza Media ( Livello B1 del QCER). 

Al termine dei corsi sarà possibile ricevere l’attestato di Certificazione Linguistica relativo alla lingua italiana e necessario per: 

• Il permesso di soggiorno – carta di soggiorno ( livello A2)

 • Ottenere la cittadinanza ( livello B1) Ottenere il diploma di licenza media permette ai corsisti di poter accedere ai corsi professionali, ai corsi di scuola superiore. 

La scuola è aperta dal lunedì al giovedì dalle 15 alle 20, il venerdì dalle 15 alle 17. 

Per ulteriori informazioni veniteci a trovare presso il plesso S. Lucia di Lipari sito in Via Emanuele Carnevale . 

Vi aspettiamo!

Il Comune di Lipari "Ambasciatore d'eccellenza" grazie ad un progetto sul settore agro - alimentare corredato da 2 foto di Vitagliana


Il prestigioso riconoscimento di "Ambasciatore d'eccellenza" rilasciato al Comune di Lipari, a margine della cerimonia - evento, tenutasi a Roma, è il frutto di un progetto denominato "Ricoltiviamo le nostre radici" tendente a valorizzare il settore agro - alimentare.

L'assessore Lucy Iacono che ha presentato il progetto, oltre ad essere soddisfatta del riconoscimento ottenuto, ringrazia nell'occasione Davide Vitagliana che, con sue due foto (che pubblichiamo), ha impreziosito gli elaborati presentati.

Rifiuti sul demanio a Ginostra. Prima udienza al tribunale di Barcellona

L'area posta sottosequestro a suo tempo
Oggetto: Comunicato stampa

In data 17/10/2023, dinnanzi al giudice Dott.ssa Murabito del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, si è tenuta la prima udienza di comparizione del procedimento penale con imputati l’ex sindaco di Lipari  Marco Giorgianni, il dirigente Mirko Ficarra e l’amministratore della società Loveral Carmelo Vraca Pinto per la gestione dei rifiuti che, all’epoca dei fatti, venivano depositati in maniera illecita sul demanio e nell’area portuale della frazione di Ginostra.

Infatti, nell’udienza filtro predibattimetale, il Tribunale aveva disposto la citazione in giudizio degli imputati per l’accertamento della loro penale responsabilità per i fatti denunciati dagli isolani Pasquale Giuffrè e Erina Lo Schiavo e Gianluca Giuffrè.

Il processo riguarda le irregolarità nella raccolta e deposito dei rifiuti urbani prodotto dall’isola ed in particolare nella piccola frazione di Ginostra.

Infatti, i carabinieri del NOE di Catania hanno evidenziato l’occupazione abusiva di cira 80 metri quadri di area demaniale con decine di sacchi neri contenti rifiuti posti nel nudo terreno ed in contenitori pieni.

In diverse occasioni, forti mareggiate hanno ribaltato i grossi contenitori di rifiuti depositati vicino al molo di Ginostra, trasportando in acqua centinaia di rifiuti.

Il Sig. Gianluca Giuffrè, che da diversi anni difende il proprio territorio, difeso dall’Avv. Salvatore De Natale del Foro di Messina, ha deciso di costituirsi parte civile nei confronti degli imputati anche al fine di tutelare Ginostra, una “perla” sommersa dai rifiuti

L’udienza è stata rinviata al 12 marzo 2024 per accertare le eventuali responsabilità sulla gestione dei rifiuti nella frazione di Ginostra. Un sito dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Messina, li 21/101/202

Avv. Salvatore De Natale


Auguri di...

Buon Compleanno a Francesca Leone, Enrico Mantineo, Maria Clara Martinelli, Graziella Mandarano, Cristina Favaloro, Domenico Cincotta, Bartola Saltalamacchia  

Eoliani e Amici delle Eolie che non ci sono più (3° speciale) - durata 21 minuti e 29 secondi )

3° "speciale" dedicato agli "Eoliani che non ci sono più" e agli "Amici delle Eolie che non ci sono più". In ogni speciale, in ordine sparso, non tenendo cioè conto dell'anno del decesso, troverete circa 250 foto... sarà un modo per rivedere volti amati e/o conosciuti. 
Chiunque volesse ricordare un proprio caro che, magari, non risulta nel mio archivio, può farlo inviando la foto o su whatsapp 3395798235, sul mio messenger o per mail a ssarpi59.ss@gmail.com. Queste foto saranno inserite nell'8° video, in fase di realizzazione, e saranno, nel tempo, quando riattiveremo la rubrica "Ricordando", riproposte singolarmente. 
 SPERO DI FARVI COSA GRADITA. 
 "UN UOMO NON MUORE MAI SE C'E' QUALCUNO CHE LO RICORDA" (UGO FOSCOLO)  

Il pensiero di Don Bernardino Giordano: Quale direzione prendere

Santo del giorno: Beato Giuseppe Puglisi

Don Giuseppe Puglisi nacque a Brancaccio un quartiere di Palermo il 15 settembre 1937 da Carmelo, calzolaio, e Giuseppa Fana, sarta.

Entrò nel seminario diocesano di Palermo nel 1953 e venne ordinato sacerdote dal cardinale Ernesto Ruffini nel 1960. Nel 1961 venne nominato vicario cooperatore presso la parrocchia del SS.mo Salvatore nella borgata di Settecannoli sempre a Palermo, e dal 27 novembre 1964 operò anche nella vicina chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi a Romagnolo.

Dopo essere divenuto confessore delle suore basiliane Figlie di Santa Macrina nell’omonimo istituto iniziò anche la carriera di insegnante. Nel 1967 fu nominato cappellano presso l’istituto per orfani “Roosevelt” all’Addaura e vicario presso la parrocchia Maria Santissima Assunta a Valdesi. Nel 1969 fu nominato vicerettore del seminario arcivescovile minore. Nel settembre di quell’anno partecipò ad una missione nel paese di Montevago, colpito dal terremoto.

Seguì in particolare modo i giovani e si interessò delle problematiche sociali dei quartieri più emarginati della città. Seguì con attenzione i lavori del Concilio Vaticano II e ne diffuse subito i documenti tra i fedeli, con speciale riguardo al rinnovamento della liturgia, al ruolo dei laici, ai valori dell’ecumenismo e delle chiese locali. Il suo desiderio fu sempre quello di incarnare l’annunzio di Gesu’ Cristo nel territorio.

Il primo ottobre 1970 venne nominato parroco di Godrano paese in provincia di Palermo a quei tempi segnato da una sanguinosa faida riuscendo a riconciliare le famiglie dilaniate dalla violenza con la forza del perdono.

Il 9 agosto 1978 fu nominato pro-rettore del seminario minore di Palermo e il 24 novembre dell’anno seguente fu scelto dall’arcivescovo Salvatore Pappalardo come direttore del Centro diocesano vocazioni. Il 24 ottobre 1980 fu nominato vice delegato regionale del Centro vocazioni e dal 5 febbraio 1986 divenne direttore del Centro regionale vocazioni e membro del Consiglio nazionale. Agli studenti e ai giovani del Centro diocesano vocazioni dedicò con passione lunghi anni realizzando, attraverso una serie di “campi scuola”, un percorso formativo esemplare dal punto di vista pedagogico e cristiano.

Promotore di numerosi movimenti tra cui: Presenza del Vangelo, Azione cattolica, Fuci, Equipes Notre Dame, Camminare insieme. Dal maggio del 1990 svolse il suo ministero sacerdotale anche presso la “Casa Madonna dell’Accoglienza” a Boccadifalco, dell’Opera pia Cardinale Ruffini, in favore di giovani donne e ragazze-madri in difficoltà.

Il 29 settembre 1990 venne nominato parroco a San Gaetano, a Brancaccio, e dall’ottobre del 1992 assunse anche l’incarico di direttore spirituale del corso propedeutico presso il seminario arcivescovile di Palermo. Il 29 gennaio 1993 inaugurò a Brancaccio il centro “Padre Nostro”, che divenne il punto di riferimento per i giovani e le famiglie del quartiere.

Giuseppe fu sempre attivo nel suo quartiere per rivendicare i diritti civili della borgata, denunciando collusioni e malaffari e subendo minacce e intimidazioni. Venne ucciso dalla mafia in piazzale Anita Garibaldi 5, il giorno del compleanno, 15 settembre 1993. La salma fu tumulata presso il cimitero di Sant’Orsola, nella cappella di Sant’Euno e ad aprile 2013 la salma fu poi traslata nella cattedrale di Palermo.

La sua attività pastorale costituì il movente dell’omicidio, i cui esecutori e mandanti mafiosi furono arrestati e condannati con sentenze definitive fatto che spinse subito i fedeli al riconoscimento del martirio che avvenne nel dicembre del 98 ad opera del Cardinale Salvatore De Giorgi. Fu beatificato il 25 maggio 2013 al “Foro Italico Umberto I” di Palermo.

Morta per embolia nell’agosto del 2020 dopo calvario sanitario, 7 indagati per il caso di Lorenza Famularo

 (di Nuccio Anselmo da www.gazzettadelsud.itUn «paramedico di passaggio» che controlla una paziente sofferente, stabilisce «l’irrilevanza di un’accusata patologia», e la congeda dall’ospedale indirizzandola alla guardia medica. Senza lasciare alcuna traccia scritta dell’accesso. I sintomi di sofferenza della paziente che «sono stati non considerati o sminuiti in sede anamnestetica e di diagnosi». Le «gravi condizioni in cui versa la sanità eoliana». Ed ancora «l’oggettivo e sostanziale non funzionamento del pronto soccorso durante i fatti». La mancanza concreta di riscontri e provvedimenti da parte della Regione Siciliana e dell’Asp di Messina alle raccomandazioni del ministero della Salute che dopo i fatti avviò un’ispezione, ed è per esempio «inspiegabile la carenza nel presidio ospedaliero della copertura del delicato ruolo organico del direttore sanitario, a tutt’oggi non nominato».

Non è solo una “carta” giudiziaria quella che adesso imprime una svolta fondamentale all’inchiesta sulla morte a Lipari nell’agosto del 2020 della povera ragazza 21enne Lorenza Famularo, avocata e riaperta dal sostituto procuratore generale di Messina Giuseppe Costa dopo una richiesta d’archiviazione della Procura di Barcellona, e affidata per le nuove indagini ai carabinieri della Sezione di polizia giudiziaria.
Non è solo una carta giudiziaria ma un atto d’accusa nel caso concreto, l’assurda morte di una ragazza di 21 anni, e dell’intero mondo della sgangherata sanità eoliana. Che, nonostante questa tragedia, a quanto pare, secondo il magistrato, non è cambiata praticamente di una virgola.
Dal punto di vista tecnico adesso siamo in una fase cruciale dell’inchiesta dopo l’avocazione, perché il sostituto pg Costa ha siglato una richiesta d’incidente probatorio e di perizia sui fatti al gip di Barcellona, e contestualmente ha inviato sette informazioni di garanzia ad altrettanti indagati con l’ipotesi di reato di omicidio colposo, individuando una serie di responsabilità legate al caso concreto e poi alla gestione globale della sanità alle Eolie. 
Si tratta - le qualifiche si riferiscono all’epoca dei fatti, ovvero all’agosto del 2020 -, del paramedico in servizio all’ospedale di Lipari Antonino Casilli; dei medici di guardia di Lipari Antonino Giuseppe Cannata e Concetta Angelica Sequenzia (entrambi visitarono in tempi diversi la Famularo); del radiologo dell’ospedale di Lipari Giovanni Noto (fu interpellato telefonicamente dai familiari); del direttore generale dell’Asp di Messina Paolo La Paglia (a suo carico è ipotizzata anche l’omissione di atti d’ufficio); del responsabile pro tempore del pronto soccorso dell’ospedale di Lipari Sergio Crosca; del responsabile del presidio medico di Lipari Vincenzo Compagno. 
È chiaro che si tratta della fase iniziale dell’inchiesta, e le posizioni dei vari indagati dopo l’incidente probatorio e la nuova perizia potrebbero subire modifiche rispetto al quadro che prospetta l’accusa.
Nel procedimento sono parti offese i familiari di Lorenza Famularo, che con i loro avvocati Nunzio Rosso e Vincenzo La Cava non si sono mai rassegnati a far cadere nell’oblio la vicenda e hanno a suo tempo presentato una opposizione all’archiviazione corredata da una perizia, che è giunta a conclusioni diametralmente opposte a quella dei consulenti della Procura di Barcellona, che non rilevarono alcuna responsabilità penale («le attente e pertinenti argomentazioni oppositive delle persone offese», scrive il sostituto Pg Costa nel suo atto).
«Il decesso della ventenne Lorenza Famularo costituisce l’exitus di una concatenazione di condotte colpose omissive tutt’ora in corso di verifica e che s’innestano sulle preesistenti e persistenti condizioni di mal funzionamento nelle quali versano i servizi sanitari nel territorio insulare eoliano», scrive tra l’altro il magistrato nella sua richiesta di incidente probatorio al gip.
E in un altro passaggio afferma emblematicamente che «... di tutti gli interventi medici l’unica vera traccia documentale è costituita dalla relazione di visita cardiologica sottoscritta dal dr. Iannello, atteso che dell’attività (verosimilmente svolta in via amichevole) del dr. Noto e dell’attività svolta dai due sanitari del presidio di Guardia Medica non v’è compiuto riscontro, né tanto meno dell’accesso al Pronto Soccorso e delle indicazioni inopinatamente date dal parasanitario Casilli». 
Il dott. Iannello è un medico che era ospite in quei giorni d’agosto nell’albergo dove lavorava la Famularo, e nonostante fosse in ferie, privatamente, sollecitato dai colleghi di lavoro della ragazza, preoccupati per la sua salute, effettuò un esame strumentale e consigliò con urgenza altri esami («scrupolosamente svolse la propria attività documentandone la consistenza, così come richiesto dalla normativa e dalla deontologia», scrive il magistrato).
In un altro passaggio dell’atto, il magistrato amaramente scrive: «L’isolana Lorenza Famularo non doveva morire e, soprattutto, non doveva morire “di sanità” in un periodo storico unico, connotato dalla virulenta pandemia, nella quale proprio le evidenze e sintomatologie del virus erano caratterizzate da aggressioni al sistema respiratorio e all’apparato polmonare e che nel caso di Lorenza - ad avviso di chi scrive - avrebbero dovuto giustificare vieppiù le più elevate ed approfondite cautele diagnostiche».

Oggi è il 21 ottobre. Buongiorno Eolie, buongiorno mondo con quest'alba liparese


 

venerdì 20 ottobre 2023

Dalla Gazzetta del sud del 20 ottobre 2023: Nuovi prodotti ricavati dagli scarti del pesce


 

Soluzione su trasporti anticipata da Aricò ai consiglieri di minoranza del Comune di Lipari. Il comunicato

 Comunicato) In settimana, il gruppo dei consiglieri di minoranza rappresentato da Gaetano Orto, Adolfo Sabatini e Cristina Dante è stato ricevuto a Palermo, presso l’Assessorato regionale ai trasporti, dall’Assessore Aricò, che ringraziamo per la disponibilità mostrata.
Il gruppo consiliare di minoranza ha proposto alcune soluzioni attuabili nel breve periodo, tra cui l’estensione della convenzione nazionale ai collegamenti marittimi integrativi garantiti dalla Regione, previo accordo con il Ministero dei Trasporti, una diversa rimodulazione degli attuali orari, l’utilizzo della nave dedicata al trasporto dei rifiuti per il traghettamento delle merci pericolose.
Siamo, pertanto, soddisfatti che quanto da noi auspicato nel suddetto incontro palermitano si sia realizzato.
Sulla base di un accordo già raggiunto con il ministero dei Trasporti, visto che le procedure per i nuovi contratti sono andate più volte deserte, sarà la compagnia di navigazione Sns, che effettua già le corse per conto dello Stato e che si è resa disponibile, ad effettuare anche i collegamenti attualmente garantiti dalla Regione, che comunque continuerà a finanziarli
Il percorso alternativo individuato per dodici mesi (rinnovabile) non precluderà la possibilità per la Regione di indire nuove procedure di gara.
Ringraziamo ancora una volta il Presidente Schifani e l’Assessore Aricò per aver attuato quanto da noi auspicato e proposto e per la sensibilità mostrata. Come abbiamo sempre ribadito, fin dalla richiesta d’inserimento dell’argomento in Consiglio Comunale, alcune problematiche vanno prese di petto e affrontate nelle sedi opportune. Le letterine meglio mandarle a Natale.
I Consiglieri Comunali
F.to Gaetano Orto
F.to Adolfo Sabatini
F.to Cristina Dante
F.to Giorgia Santamaria
F.to Raffaele Rifici

Trasporti verso le isole minori. Caronte & Tourist "Non abbiamo mai smesso di cercare soluzioni" e annuncia sospensione procedura di licenziamento

"Non abbiamo mai smesso di cercare soluzioni per ovviare ad una situazione assolutamente anomala per noi - compagnia di navigazione che non ha altre ambizioni se non quella di fare il proprio mestiere - ma soprattutto insostenibile per le popolazioni delle isole.

C’è soddisfazione perché si sblocca una situazione che rischiava di compromettere il trasporto marittimo nella Regione Sicilia, con grave lesione dell’interesse pubblico. Questo emerge nella nota diffusa da Caronte & Tourist Isole Minori dopo l’annuncio del Governo Regionale di voler attuare, in assenza di soluzioni alternative e di disponibilità di altri operatori, un’integrazione con i servizi statali che si confida consentirà a breve la ripresa dei collegamenti regionali da e per le isole siciliane.

“Va dato atto alla Regione Siciliana di tenacia e acume nel perseguimento dell’obiettivo prefissato. L’ampliamento dell’oggetto della convenzione statale - seppur ancora non meglio definito nel dettaglio - non soltanto consentirà alle comunità isolane di ottenere un servizio quantitativamente adeguato, ma a regime potrà anche costituire uno strumento di razionalizzazione dell’intero sistema del trasporto marittimo da e verso le Isole minori”.

Caronte & Tourist I.M., avendo ora ricevuto dalla Procura di Messina i necessari chiarimenti riguardo alle modalità attuative del sequestro cautelare disposto nel giugno scorso e quindi superato una precedente situazione d’incertezza, potrà determinarsi ad accogliere la richiesta della Regione Siciliana alla SNS (Società Navigazione Siciliana, titolare della Convenzione per i servizi essenziali) di cui è socia e consorziata, di ampliare la Convenzione con il MIT con servizi integrativi a carico della Regione. Rimane aperto invece il tema del sequestro cautelare delle navi disposto dalla Procura di Messina lo scorso giugno. La Società, da parte sua, continua infatti a dichiarare l’assoluta idoneità al trasporto di passeggeri a mobilità ridotta di navi che hanno ricevuto e tutt’ora possiedono le certificazioni di legge e confida pienamente di poter far valere le proprie ragioni in sede giudiziaria.

“Comunicheremo immediatamente alle Organizzazioni Sindacali - alle quali va reso il merito di un atteggiamento di grande responsabilità, in un ambito di relazioni industriali decisamente mature - la sospensione della procedura di licenziamento collettivo che avevamo doverosamente (e dolorosamente) avviato. Il mantenimento dei livelli occupazionali è senza alcun dubbio il risultato più importante di tutta questa complicata partita.”


Dalla Gazzetta del sud del 20 ottobre 2023: Non sarà demolita la casa de "Il Postino"


 

Scrivevamo così il 20 ottobre 2016 su Eolienews


 

Trasporti marittimi verso le isole minori: Fumata bianca, trovata la soluzione

 Individuata la soluzione per garantire i collegamenti marittimi con le isole minori della Sicilia per i prossimi anni. Il governo Schifani, nel corso della seduta straordinaria di giunta di stamattina, ha infatti dato il via libera alla proposta dell’assessore alle Infrastrutture Alessandro Aricò. Sulla base di un accordo già raggiunto con il ministero dei Trasporti, visto che le procedure per i nuovi contratti sono andate più volte deserte, sarà la compagnia di navigazione Sns, che effettua già le corse per conto dello Stato, a effettuare anche i collegamenti attualmente garantiti dalla Regione, che comunque continuerà a finanziarli.

Il dipartimento regionale dei Trasporti potrà usufruire dell’estensione della concessione dei servizi di trasporto passeggeri e merci attualmente effettuati nell’ambito della convenzione nazionale in scadenza nel 2028.

«Nostro dovere – evidenzia il presidente della Regione, Renato Schifani – era quello di trovare una soluzione per evitare che le condizioni di trasporto ormai critiche potessero sfociare in cause di emergenza sanitaria e sociale, come tra l’altro anche i sindaci delle isole hanno rappresentato. Continueremo ad ascoltare le eventuali esigenze che ci dovessero essere rappresentate dalle comunità locali per evitare il loro isolamento, proprio in vista della stagione invernale».

Il costo integrativo dei nuovi servizi, relativo a quattro lotti (Eolie, Egadi, Pantelleria e Ustica), è stato quantificato in 14 milioni di euro all’anno. Somme che saranno a carico della Regione Siciliana. Una soluzione resa possibile grazie all’applicazione del cd “quinto d’obbligo” sull’ammontare dell’intera commessa nazionale, che vale 660 milioni di euro, e sulla quale c’è già anche la disponibilità della compagnia di navigazione Sns, società consortile concessionaria del contratto ministeriale. Il percorso alternativo individuato per dodici mesi (rinnovabile) non precluderà la possibilità per la Regione di indire nuove procedure di gara.

«Dopo le varie gare andate deserte, compresa la procedura negoziata alla quale sono stati invitati 32 operatori europei del settore, di cui 14 stranieri – aggiunge l’assessore Aricò – siamo a una svolta. Riteniamo di avere individuato l’unica soluzione percorribile per garantire il trasporto con le isole siciliane. Voglio ringraziare il lavoro svolto dal dipartimento del mio assessorato e sottolineare l’attenzione puntuale dei prefetti di Palermo, Trapani e Messina durante i giorni di emergenza. Il nuovo servizio, che partirà già nelle prossime ore, non comporterà aggravi di spesa per la Regione, oltre quelli già previsti annualmente. Anzi, l’utilizzo della convenzione statale farà sì che i servizi espletati saranno migliorati».

Lipari : interventi di disinfestazione, deblattizzazione e derattizzazione

Comune di Lipari

AVVISO ALLA CITTADINANZA

Si rende noto l’intervento del servizio di disinfestazione, deblattizzazione e derattizzazione nell’isola di Lipari in aggiunta a quelli già effettuati in data 22 giugno 2023 – 24 luglio 2023 – 11 agosto 2023
Disinfestazione e deblattizzazione isola di Lipari:
– centro urbano lunedì 23 ottobre 2023 a partire dalle ore 01:00;
– Canneto ed Acquacalda martedì 24 ottobre a partire dalle ore 01:00;
– Quattropani e Pianoconte mercoledì 25 ottobre a partire dalle ore 01:00;
– Lami, Pirrera e Serra giovedì 26 ottobre a partire dalle ore 01:00.

Il servizio di derattizzazione verrà svolto dal 23 al 30 ottobre attraverso il posizionamento di box rodenticidi sul territorio ed in prossimità dei contenitori rsu.

Al fine di una buona riuscita degli interventi, si invita la cittadinanza a:
– Chiudere le finestre a partire dall’orario programmato;
– Non intralciare le operazioni con soste su vie/piazze scarsamente accessibili;
– Custodire derrate e contenitori destinati all’alimentazione umana ed animale,
evitando il contatto con i prodotti usati per la disinfestazione;
– Non stendere i panni durante il periodo di esecuzione dell’intervento;
– Svuotare qualunque tipo di ristagno d’acqua (es. sottovasi, secchi e contenitori,
barche in disuso, ecc.) in quanto risultano fonte e focolai di zanzare.
Gli interventi si presume abbiano una durata di circa 6 ore e verranno effettuati solo
in condizioni atmosferiche favorevoli (in assenza di pioggia e vento).

L’Amministrazione Comunale


LIPARI RICONOSCIUTO TRA I COMUNI ITALIANI AMBASCIATORI D’ECCELLENZA.

 

COMUNICATO - Nel pomeriggio di giovedì 19 ottobre 2023, presso la sala Capitolare del Senato della Repubblica, si è tenuta la cerimonia-evento COMUNI ITALIANI D’ECCELLENZA a cura della Casa Editrice RDE, iniziata con una tavola rotonda, alla presenza di numerosi Amministratori, dal titolo “Comunità, Imprese, Pubbliche Amministrazioni proattive e lungimiranti: insieme per il futuro dell’eccellenza italiana”, cui ha partecipato per il nostro Comune il Vice Sindaco Saverio Merlino. 

Dopo i saluti del Presidente dell’Associazione Liber sono intervenuti: il dott. Angelo Canale - Procuratore Generale della Corte dei Conti, il Prefetto Claudio Sgaraglio - Capo Dipartimento  per gli Affari  Interni  e Territoriali al Ministero dell’Interno, il Consigliere Erika Guerri - Capo di Gabinetto  del Ministro del Turismo, l’ Avv. Mario Antonio Scino - Capo di Gabinetto  del Ministero dell’Ambiente e Sicurezza Energetica, il Prefetto Laura Lega - Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile al Ministero dell’interno, il Consigliere Donato Luciano - Vice Capo  di Gabinetto Vicario del Ministero della Cultura, la dott.ssa Barbara Luisi - Direttore Generale Ufficio di Gabinetto  al Ministero dell’Economia e delle Finanze, l’ Ammiraglio Nicola Carlone - Comandante Generale del Corpo di Capitanerie di Porto e Guardia Costiera, e a coordinare gli interventi la dott.ssa Eleonora Daniele, giornalista e conduttrice televisiva RAI

Al termine dei lavori, è stato consegnato il prestigioso riconoscimento ai protagonisti di Comunitaliani & Ambasciatori d’Eccellenza, riconoscendo tra questi anche il Comune di Lipari, che sarà successivamente inserito nella pubblicazione dedicata alle eccellenze comunali italiane.

Trasporti, sanità e scuola e altre problematiche. L'Ancim chiede soluzioni concrete


 

Auguri di...

Buon Compleanno a Marco Favaloro, Giuseppe Cirino, Massimo Lo Schiavo, Rosellina K. Neri, Alessandro Ficarra, Alessia Sarpi, Laura Lo Ricco, Robert Mondello


Eoliani e Amici delle Eolie che non ci sono più (2° speciale ) - durata 21 minuti e 25 secondi )

2° "speciale" dedicato agli "Eoliani che non ci sono più" e agli "Amici delle Eolie che non ci sono più". In ogni speciale, in ordine sparso, non tenendo cioè conto dell'anno del decesso, troverete circa 250 foto... sarà un modo per rivedere volti amati e/o conosciuti. Chiunque volesse ricordare un proprio caro che, magari, non risulta nel mio archivio, può farlo inviando la foto o su whatsapp 3395798235, sul mio messenger o per mail a ssarpi59.ss@gmail.com. Queste foto saranno inserite nell'8° video, in fase di realizzazione, e saranno, nel tempo, quando riattiveremo la rubrica "Ricordando", riproposte singolarmente. 
SPERO DI FARVI COSA GRADITA. 
 "UN UOMO NON MUORE MAI SE C'E' QUALCUNO CHE LO RICORDA" (UGO FOSCOLO) 

Brucia da ieri sera la provincia di Messina. 67 vigili del fuoco al lavoro con 22 mezzi, in azione anche Canadair

Villafranca Tirrenia, Sant’Agata, Tortorici, Capo D’Orlando, San Pietro Patti, Merì e Milazzo sono le aree in provincia di Messina dove 67 vigili del fuoco sono al lavoro con 22 mezzi per contrastare i fronti di fiamma alimentati dal forte vento di scirocco. Nella notte a Villafranca Tirrenia sono state evacuate per precauzione alcune abitazioni lambite dagli incendi di vegetazione. Dall’alba è in volo un Canadair della flotta aerea del Corpo nazionale.

Potenziato il dispositivo di soccorso locale con il raddoppio dei turni, mobilitati rinforzi dai Comandi di Catania, Enna e Siracusa. Operazioni di spegnimento in corso.

Il pensiero di Don Bernardino Giordano: Mollare la presa

La Chiesa commemora oggi Santa Maria Bertilla Boscardin


La ditta Alfa & Omega informa che è possibile attivare le lampadine votive ai propri cari defunti, sepolti nel Cimitero di Lipari, alla consueta tariffa di € 3,00 cadauna. L'illuminazione sarà attiva immediatamente e si protrarrà per tutto il mese di novembre. Un nostro incaricato sarà presente nei seguenti orari: Dalle 9 alle 12 e 30 e dalle 14 e 30 alle 17. 

Rimarrà comunque attiva negli orari d'ufficio la linea telefonica dedicata per eventuali chiarimenti o necessità +39 3701606879. 

Oggi è il 20 ottobre. Buongiorno Eolie, buongiorno mondo con questa cartolina da Lipari

Il sole sorge dietro il Monterosa (Lipari)

giovedì 19 ottobre 2023

Laurea magistrale in Giurisprudenza con il voto di 109 su 110 per Ludovica Profilio

Ha conseguito la Laurea magistrale in Giurisprudenza, presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Torino, col voto di 109/110, 

LUDOVICA PROFILIO

Ha discusso, brillantemente, la tesi "Il fenomeno della Police brutality: tra uso legittimo della forza e violenza".

Alla neo dottoressa le nostre congratulazioni e l'augurio per un futuro radioso

Felicitazioni per l'orgogliosissimo papà e i parenti tutti

Dalla Gazzetta del sud del 19 ottobre 2023: Stromboli, riattivato l'approdo di Scari


 

Isole minori, Schifani incontra Aricò per affrontare le problematiche sui trasporti

Il governo regionale intende superare in tempi brevi le criticità dei trasporti verso le isole minori siciliane, dopo l’interruzione dei collegamenti marittimi integrativi causati della rinuncia della compagnia Caronte &Tourist.
Questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, ha incontrato l’assessore alle Infrastrutture e alla mobilità, Alessandro Aricò, per analizzare le possibili soluzioni della delicata e complessa vicenda.

Eoliani e Amici delle Eolie che non ci sono più (1° speciale) - durata 21 minuti e 31 secondi )

Al via oggi uno degli "speciali" dedicati agli "Eoliani che non ci sono più" e agli "Amici delle Eolie che non ci sono più". 

In ogni speciale, in ordine sparso, non tenendo cioè conto dell'anno del decesso, troverete circa 250 foto... sarà un modo per rivedere volti amati e/o conosciuti. 

Chiunque volesse ricordare un proprio caro che, magari, non risulta nel mio archivio, può farlo inviando la foto o su whatsapp 3395798235, sul mio messenger o per mail a ssarpi59.ss@gmail.com.
Queste foto saranno inserite nell'8° video, in fase di realizzazione, e saranno, nel tempo, quando riattiveremo la rubrica "Ricordando", riproposte singolarmente.
SPERO DI FARVI COSA GRADITA.

"UN UOMO NON MUORE MAI SE C'E' QUALCUNO CHE LO RICORDA" (UGO FOSCOLO)

Emessa ordinanza su viabilità e istituzione APU nel centro urbano di Lipari (01 Novembre 2023 - 31 Marzo 2024)

Con ordinanza n. 173 del 19 ottobre 2023, a firma del comandante della Polizia municipale di Lipari, dott. Francesco Cataliotti viene  regolamentata la viabilità e l'istituzione dell'APU nel centro urbano di Lipari nel periodo 01 Novembre 2023 - 31 Marzo 2024

Con l'ordinanza viene istituita :

- una Zona Area Pedonale nella Via Vittorio Emanuele di Lipari, nella fascia oraria 17:00 – 06:00 del giorno successivo (dei giorni feriali) nel tratto compreso tra l’ingresso della Via Vittorio Emanuele (senso di marcia) e l’incrocio con la Via Ten. M. Amendola (altezza Ristorante il Galeone). 

-  nella Via Maurolico di Lipari, una zona denominata AREA PEDONALE dalle ore 17:00 alle ore 06:00 per tutte le categorie di veicoli. 

- conferma dei divieti previsti, relativamente alla Via Vittorio Emanuele di Lipari, nell’Ordinanza n. 113 del 21.12.2013 limitatamente ai giorni festivi (Area Pedonale 0/24) 

I divieti nella zona AREA PEDONALE si intendono estesi anche ai titolari di contrassegno per diversamente abili. 

Vengono revocati tutti gli stalli precedentemente realizzati nella Via Mons. Bernardino Re (tratto compreso tra l’incrocio di Via Vittorio Emanuele e l’ingresso della Curia Vescovile), ad eccezione degli spazi di sosta personalizzati realizzati con regolare Ordinanza e riservati ai diversamente abili, realizzando in tale tratto di strada, i seguenti spazi di sosta: 

 N. 3 stalli riservati ai diversamente abili; 

 Uno stallo riservato ai mezzi pubblici da Piazza (Taxi); 

- Viene ripristinato il senso unico di marcia nella Via Roma di Lipari con direzione di marcia da Est verso Ovest, consentendo la sosta lato Sud; 

- Viene riaperta la circolazione veicolare 0/24 nella Via Garibaldi di Lipari.

Con il drone "dentro" la bocca dello Stromboli. Il video della spettacolare e intensa attività esplosiva dal canale youtube di INGVvulcani

Attività stromboliana, in alcuni casi con emissioni di blocchi e cenere, ai crateri sommitali dello Stromboli, 7-8 ottobre 2023.
Le attività a Stromboli a inizio ottobre sono state condotte nell'ambito dei progetti UNO e DYNAMO, e il video è di Tullio Ricci e Riccardo Civico.

Dalla Gazzetta del sud: "Cosa ne sarà dei diabetici eoliani?"


 

Gdf: Il bilancio della stagione estiva nel comprensorio messinese, Eolie comprese

Controlli in materia di evasione fiscale, correttezza nei prezzi dei beni al consumo, contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, alla contraffazione e falso Made in Italy, alla vendita di prodotti non sicuri per la salute, nonché al rispetto delle norme in materia di navigazione, hanno caratterizzato l’attività delle Fiamme Gialle messinesi nel lungo periodo estivo, sia del comparto terrestre che aeronavale, in particolare nei territori a più alta vocazione turistica: da Sant’Agata a Milazzo, da Taormina alle isole Eolie.


In particolare, con riferimento all’azione di contrasto alla contraffazione e alle irregolarità commerciali, i rigorosi controlli sull’intera provincia hanno portato alla scoperta di numerosi illeciti ed al conseguente sequestro di circa 680 mila articoli, accompagnati dalla denuncia di 30 responsabili.

Condotti in provincia oltre 100 controlli ai distributori stradali e autostradali in tema di prezzi dei carburanti, portando alla luce 27 casi di irregolarità. Ancora, intensa anche la lotta delle Fiamme Gialle al traffico di droga: sequestrati oltre 35 Kg di sostanze stupefacenti tra cocaina, hashish e marijuana che, al dettaglio, avrebbero potuto fruttare circa 410 mila euro. In arresto 18 soggetti.


Decisamente significativa, infine, l’attività svolta negli specchi acquei antistanti il territorio provinciale. Anche quest’anno è proseguito senza sosta il presidio delle coste del litorale peloritano, predisposto per contrastare ogni sorta di attività illecita, anche a tutela della blue economy, la cd. “economia del mare” che, sempre più, caratterizza ed impreziosisce l’imprenditoria della provincia di Messina. I numerosi controlli hanno portato alla verbalizzazione di 79 soggetti ed all’irrogazione di sanzioni per oltre 72 mila euro, elevate in materia di nautica da diporto, locazione e noleggio di natanti, nonché per gli aspetti fiscali connessi all’utilizzo di bandiere estere su imbarcazioni di proprietà di cittadini italiani. Nel medesimo ambito, i Reparti navali della provincia, dipendenti dal Reparto Operativo Aeronavale di Palermo, hanno rafforzato la sicurezza lungo le zone costiere a tutela dei bagnanti, in ordine alla corretta osservanza delle zone interdette alla navigazione, delle concessioni demaniali, in materia di accise, nonché di rispetto delle regole che informano l’uso di qualsiasi mezzo a mare: portato a termine complessivi 324 controlli e contestati comportamenti scorretti a 21 soggetti, con l’applicazione di sanzioni per oltre 27 mila euro.

Infine, anche in materia di concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, significativo l’apporto fornito dal comparto navale in concomitanza di numerosi importanti eventi di rilevanza provinciale, quali il Summer Festival, l’Eolie Music Fest e, non da meno, la rievocazione dello storico sbarco di Don Giovanni d’Austria.

Incendi, istituita la Sala operativa unica regionale. Schifani: «Coordinamento degli interventi più efficace»

Una sala operativa unica regionale per il potenziamento del sistema antincendio della Sicilia. Il via libera è arrivato dalla giunta di governo che ha approvato la proposta di unificare la sala operativa del dipartimento della Protezione civile e quella del Corpo forestale.

«Garantiremo una maggiore tempestività degli interventi - dice il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani - grazie a un più efficace coordinamento delle forze impiegate per il contrasto ai roghi. Inoltre, questa unificazione ci consentirà di ottimizzare le risorse, anche di personale, dell’amministrazione regionale».

Approvata anche la proposta di assegnare alla nuova Sala operativa unica, dopo i necessari interventi di ristrutturazione che saranno divisi in due fasi, i locali del Centro direzionale ex Asi di Brancaccio a Palermo. Inizialmente, in via temporanea, sarà utilizzata la sede di una delle due attuali strutture esistenti.

La Sala operativa unica sarà in funzione 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno. Il personale impiegato nelle due strutture seguirà corsi di formazione e aggiornamento sui sistemi in uso per la gestione delle attività.

Sempre in materia di antincendio, il governo regionale ha approvato una norma, che sarà inserita nel disegno di Legge di stabilità 2024-2026, con cui si impone ai Comuni e alle Province della Sicilia di destinare il tre per cento delle risorse regionali per attività di prevenzione degli incendi, diserbamento e pulizia fondi, nonché di vigilanza su privati ed enti pubblici per il rispetto delle indicazioni di legge. La mancata realizzazione delle attività di prevenzione determinerà la proporzionale riduzione dei trasferimenti per l’anno successivo.

Auguri di...

Buon Compleanno a Maria Acquaro, Noemi Mirenda, Veronica Parisi, Gabriele Furnari Falanga, Gaetano Favorito, Marina Patti.


Scrivevamo così sulla Gazzetta del sud del 19 ottobre 2015


 

Il pensiero di Don Bernardino Giordano: Esprimerci

La Chiesa commemora oggi San Paolo della Croce


 

Monsignor Maiorana si è insediato a Forza D'Agrò. Presente nutrita delegazione di Canneto (3 foto)


 


Oggi è il 19 ottobre. Buongiorno da Panarea


 

mercoledì 18 ottobre 2023

Calcio: Per il Lipari sconfitta di misura nel primo turno di Coppa Sicilia

 FOLGORE MILAZZO - LIPARI 2 - 1

Primo tempo deciso solo al minuto 30° da un infortunio del portiere Mollica Matteo che, comunque, al suo esordio, dopo l’esperienza con l’Arci Grazia, ha giocato una buona partita. 

Secondo tempo in cui gli eoliani hanno pagato la stanchezza e probabilmente il terreno di gioco (sintetico cui non ci si è abituati). 

Al secondo minuto del secondo tempo pareggia la partita Puglisi Felice, espulso poi a fine partita. Gol del vantaggio della Folgore al 30° del secondo tempo. 

Finisce 2 a 1 una partita che, comunque, può essere recuperata nel ritorno.

Stromboli: Conclusi i lavori di livellamento del fondale lato nord del pontile di Scari

Si sono conclusi i lavori di somma urgenza per il livellamento del fondale del punto di approdo di Scari, nell’isola di Stromboli, indispensabili per garantire l’ormeggio in sicurezza dei mezzi veloci di linea sul lato nord dello stesso molo. Sono stati effettuati dal pontone “Carolina” della ditta “Opere marittime generali” di Milazzo. 

L’intervento, disposto dal Comune di Lipari, rientra nel “Piano strategico degli interventi strutturali”, presentato dal sindaco Riccardo Gullo, in qualità di Commissario delegato dell’emergenza dichiarata in seguito agli eventi alluvionali del 12 agosto 2022. Lo stesso piano prevede, successivamente, la manutenzione straordinaria del lato sud del pontile. 

La comunicazione della conclusione dei lavori è stata comunicata all’Autorità marittima di Lipari da parte del Servizio di Protezione civile del Comune di Lipari. Si è anche proceduto alle prove d’ormeggio che sono state effettuate dall’aliscafo “Natalie M.” di Liberty Lines durante le quali non sono state rilevate anomalie che possano interferire con le normali operazioni di attracco. Vista la comunicazione della Protezione civile comunale e l’esito favorevole delle prove d’ormeggio il comandante del porto di Lipari, tenente di vascello Mario De Bellis ha abrogato l’ordinanza emessa lo scorso sette ottobre in coincidenza con l’inizio dei lavori.

 

Beni culturali, Schifani chiede di sospendere aumento dei biglietti d'ingresso a musei e parchi archeologici regionali

Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani ha chiesto all'assessore regionale ai Beni culturali e all'identità siciliana Francesco Paolo Scarpinato di sospendere gli effetti del provvedimento con il quale ha previsto l'aumento dei ticket d'ingresso in musei e parchi archeologici della Sicilia in attesa di un confronto con gli operatori turistici. Il governatore ritiene, infatti, indispensabile portare avanti dei momenti di concertazione con gli attori coinvolti, in un'ottica di condivisione del provvedimento, in modo da dare agli operatori anche la possibilità di allineare i pacchetti di promozione turistica alle nuove tariffe.

Il pensiero di Don Bernardino Giordano: Medici

Monsignor Maiorana si è insediato ieri a S. Alessio Siculo. In corso insediamento a Forza d'Agrò


 

Eoliani che non ci sono più: 75° puntata, deceduti da gennaio a giugno del 2023

 Nel video le foto degli eoliani (di coloro che abbiamo le foto) e di alcuni amici delle Eolie, deceduti nel primo semestre dell'anno 2023: Antonino Li Donni, Antonio Mandarano, Antonio Stramandino, Assunta Barbuto, Assunta Paino ved. Biviano, Bartolomeo Taranto, Bruno Costa, Don Gino Profilio, Filippo Picone, Francesco Merlino, Franco Aliberti, Giacomo Foti detto Beniamino, Giuseppa Magistri ved. Portelli, Giuseppe Falconieri, Lee - Ann Tomasello, Maria Concetta Cannistrà, Maria Manfrè ved. La Greca, Maria Teresa Galletta, Pasquale Monte, Peppino Raffaele, Rosa La Greca ved. Crivelli, Rosa Quadara, Rosina Lo Schiavo in Giuffrè, Rosina Zaia ved. Cincotta, Santa La Greca ved. Lazzaro, Tindara Scaffidi in Inguì, Totò Baiamonte, Umberto Giuffrè, Antonino Costa detto Nino, Bartolo Belletti, Caterina Monte ved. Puglisi, Concettina Favaloro ved. Cipicchia, Dino Costa, Fernando Tomarchio, Francesco Pittari (Ciccio), Giovanni Iacono, Giovanni Lo Piccolo, Giovanni Mollica, Giovanni Profilio, Giuliana Caruso ved. Saccà, Giuseppe Tripi, Guy Giuffrè, Marisa Faranda in Materazzi, Nicoletta Colosi, Nino Manfrè, Pina Cesario in Cincotta, Pino Ziino, Roberta Cacace, Rosa Martinucci, Sabino Losinno, Sergio Costa, Valentina Denaro, Maria Grazia Rizzo in Martinucci; Andrea Magazzù; Agnese Tiralongo in Mollica; Antonia Lo Ricco in Portelli; Antonino (Tonino) Criscillo; Enrico Costa; Gaspare Vadalà detto Bartolino; Katia Aiello; Laura Iacono ved. Pintus; Luigi Blandino; Maria Estella Favaloro ved. Costa; Nunziata Mandile (Titina) ved. Biviano; Onofrio Cappadona; Roberto Coluccio; Ruwan Manoch Kumar; Sergio Giani; Valentino Raffaele 

Trasporti marittimi: L'analisi del dottor Subba e la proposta

(di Peppuccio Subba) 

LEGGE COSTITUZIONALE n. 2/2022. RICHIESTA ADOZIONE MISURE URGENTI NECESSARIE A RIMUOVERE GLI SVANTAGGI PROVOCATI DAI COLLEGAMENTI MARITTIMI NELLE PICCOLE ISOLE SICILIANE.

Dallo scorso mese di giugno i servizi marittimi che collegano, con navi-traghetto, le piccole isole siciliane con la terraferma sono al centro di una triangolazione.

            Le parti in causa sono:

  • L’Autorità giudiziaria che ha proceduto al sequestro di nove traghetti impedendo l’utilizzo di tre;
  • La società “Caronte -Tourist isole minori”, non potendo utilizzare tre dei traghetti sequestrati, rinunzia al sostegno pubblico regionale e decide di proseguire i servizi in regime di libero mercato;
  • L’Assessorato Regionale Trasporti, per ripristinare la regolarità dei collegamenti, indice una gara mediante procedura negoziata, andata deserta.

 

Il fallimento della strategia, adottata dalla terza parte (Regione), ha indotto la “Caronte-Tourist isole minori” a sopprimere alcune linee indispensabili creando gravi problemi all’approvvigionamento di vari beni (in particolare bombole contenenti ossigeno medicale, combustibili, gas in bombole ecc.)

Questo caos generato in un servizio pubblico essenziale sta provocando un forte stress, vero e proprio elemento di tossicità psicologica, tra i residenti e gli operatori economici delle piccole isole siciliane che, da sempre, sono aree caratterizzate da grave disagio socio-economico per l’assenza di servizi essenziali e per la carenza di collegamenti marittimi, specie dal 2011 quando si è decisa la privatizzazione.

Agli svantaggi già esistenti in diversi settori pubblici (sanità, servizi al cittadino, ecc.) gli isolani devono ora aggiungere quelli derivanti dall’impennata del costo della vita per l’inasprimento delle tariffe dei collegamenti marittimi, la limitazione della libertà di circolazione e l’assenza di beni di prima necessità.  

Come sostiene il sindaco di Lipari, dott. Riccardo Gullo, i problemi dei trasporti marittimi con le piccole isole siciliane devono essere risolti dallo Stato in virtù della Legge Costituzionale sull’insularità 7 novembre 2022, n. 2 che così recita: “La Repubblica riconosce la peculiarità delle isole e promuove misure necessarie a rimuovere gli svantaggi derivanti dall’insularità.”

Sull’attuale crisi dei trasporti marittimi a mezzo navi traghetto per le piccole isole siciliane sono intervenuti parlamentari nazionali e regionali proponendo soluzioni di vario genere.

E’ opportuno che gli stessi parlamentari si facciano carico di segnalare il grave problema alla Commissione bicamerale istituita per dare attuazione alla citata Legge Costituzionale n.2/2022, presieduta dall’Onorevole Tommaso Calderone.

Su iniziativa di parlamentari nazionali si potrebbe proporre un disegno di Legge riportando i principi contenuti nella Legge 19 maggio 1975 n. 169  dal titolo “Riordinamento dei servizi marittimi postali e commerciali di carattere locale” e in particolare quello stabilito dal secondo comma dell’art.3 della stessa Legge che così recitava: Il numero delle linee, la periodicità dei collegamenti ed il tipo di naviglio debbono essere adeguati a soddisfare le esigenze di mobilità dei cittadini, nonché quelle dei servizi postali e commerciali, contribuendo a promuovere lo sviluppo socio-economico di ciascuna isola.”

Rispettando l’obbligo della liberalizzazione e privatizzazione del cabotaggio marittimo ai vettori privati, aggiudicatari dei servizi, dovrebbero essere riconosciuti i sostegni finanziari (contributi in conto esercizio e in conto impianti per rinnovo delle flotte navali) di cui fruivano le società di Stato (Siremar, Caremar e Toremar).

Una nuova Legge, riportante i contenuti sopraindicati, consentirebbe alle comunità isolane di fruire di servizi marittimi di qualità, con l’impiego di mezzi navali dell’ultima generazione, come è avvenuto in Sicilia, a partire dal 1976, quando ai vettori privati è subentrata la Siremar.

Lipari: 118° dalla fondazione dell'Istituto delle suore francescane dell'Immacolata Concezione. Il programma


 

Auguri di

Buon Compleanno a Maria Casarin, Mary D'Amico, Margherita Cifelli, Antonio Quadara, Anna Maria Saltalamacchia, Pierluigi Scaramozzino, Federica Merenda, Matteo Bove, Antonio Lauro, Bubu Rizzo


Scrivevamo così il 18 ottobre 2014 su Eolienews


 

La Chiesa festeggia oggi San Luca


 

Oggi è il 18 ottobre. Buongiorno con questa cartolina da Acquacalda


 

martedì 17 ottobre 2023

Lipari, 41enne arrestato dai Carabinieri per reiterati atti persecutori. Posto ai domiciliari con braccialetto elettronico

(Comunicato Carabinieri) Nei giorni scorsi i Carabinieri della Stazione di Lipari hanno arrestato un 41enne, già noto alle Forze dell’Ordine, in esecuzione di una misura cautelare agli arresti domiciliari, con applicazione del braccialetto elettronico, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, sul cui conto sono emersi gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato di atti persecutori.
Il provvedimento restrittivo a carico dell’uomo scaturisce da una attività investigativa svolta dai Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, che ha permesso di raccogliere elementi circa la sussistenza di reiterate condotte vessatorie, poste in essere dall’uomo nei confronti della compagna, tali da generare forte stato di ansia, paura e timore per la propria incolumità.
La raccolta dei gravi e concreti elementi sui comportamenti dell’uomo è stata realizzata grazie agli accertamenti, immediatamente avviati dai militari dell’Arma non appena avuta contezza dei presunti atti persecutori in piena sinergia e sotto l’attenta guida della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, diretta dal dott. Giuseppe Verzera.
Ultimate le formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e per gli indagati vale il principio di non colpevolezza sino alla sentenza definitiva ai sensi dell’art. 27 della Costituzione.

Dalla Gazzetta del sud del 17 ottobre 2023: La magia delle Winx in volo sulle Eolie